CODICE DI ETICA E CONDOTTA AZIENDALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CODICE DI ETICA E CONDOTTA AZIENDALE"

Transcript

1 CODICE DI ETICA E CONDOTTA AZIENDALE

2 INDICE DEI CONTENUTI Il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale Interpretazione del Codice Applicabilità del Codice Dipendenti Alti dirigenti Oracle e membri del Consiglio di Amministrazione di Oracle non dipendenti Oracle Un estratto dei Valori Oracle COMPLIANCE Compliance alle leggi, ai regolamenti e alle policy Oracle A chi rivolgersi in caso di necessità Programma Oracle di Etica e Compliance Segnalazione di violazioni al Codice Oracle Compliance and Ethics Helpline e il sito Web per la segnalazione di episodi Prassi aziendali Leggi sulla concorrenza e sull antitrust Divieto di pagamenti impropri Divieto di boicottaggio economico Leggi sulle esportazioni Leggi sull immigrazione Titoli e insider trading Aspetti generali sulla stipulazione di contratti Transazioni con enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione (PA) Stipulazione di contratti con enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione (PA) Trasparenza del processo di acquisto di beni e servizi Conflitto di interessi Restrizioni all assunzione di ex dipendenti di enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione (PA)...13 Lotta alla corruzione Doni, pranzi di lavoro e iniziative di intrattenimento Lobbying verso i funzionari appartenenti alla PA...15 Contributi politici Attività politica individuale Esercizio del proprio potere di influenza sugli altri Pubblico servizio Proprietà intellettuale CONDOTTA AZIENDALE Integrità finanziaria Documenti finanziari ed altra documentazione Conservazione dei documenti Divulgazioni al pubblico Cortesie aziendali che è possibile riservare Cortesie aziendali che è possibile ricevere Regali Iniziative di intrattenimento Conflitto di interessi Donazioni Tutela delle informazioni riservate Mezzi di comunicazione Raccolta di informazioni sui concorrenti Oracle e terzi Utilizzo delle risorse Oracle RELAZIONI ORACLE Oracle e i suoi dipendenti Diversità Molestie Salute e sicurezza Imposte Oracle e i suoi clienti Oracle e i suoi partner Oracle e i suoi fornitori Oracle e le comunità del territorio in cui opera APPLICAZIONE DEL CODICE Il processo d indagine Provvedimenti disciplinari

3 Cari Dipendenti Oracle, In qualità di dipendenti Oracle, occupate un posto di rilievo all interno di un organizzazione globale presente in tutto il mondo. Siamo ai primi posti nel settore in cui operiamo perché sappiamo adattarci rapidamente ai cambiamenti in un contesto competitivo e dinamico, conformandoci a valori aziendali che vanno ben oltre i requisiti minimi di legge. In questo senso, ciascun dipendente è chiamato a conoscere e rispettare il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale. Il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale è uno dei documenti più importanti di Oracle. Il Codice definisce le norme, le policy di riferimento e le risorse utili ai dipendenti per comprendere i valori aziendali Oracle e le responsabilità di ognuno. Leggete attentamente il Codice in tutta la sua interezza. Conservatelo e tenetelo come riferimento per operare le scelte corrette ed identificare importanti fonti di informazione. Benché il Codice vi aiuti a comprendere i vostri obblighi, non è in grado di prevedere ogni singolo problema etico che vi troverete ad affrontare. In sostanza, ciascuno di voi ha il dovere di chiedere supporto quando non sia in grado di gestire una particolare situazione in maniera autonoma. Ricordandovi che siete personalmente responsabili delle vostre azioni, ci aspettiamo che tutti i dipendenti Oracle rispettino le norme prescritte dal Codice. Oracle non ammette ritorsioni contro dipendenti che, in buona fede, abbiano segnalato un episodio di cattiva condotta o che cooperino alle verifiche di compliance. La nostra reputazione e il nostro successo si basano sull impegno personale profuso da ciascuno di voi per sostenere i valori Oracle e le pratiche di comportamento etico da adottare nel corso di accordi commerciali. Ognuno di noi, indipendentemente dal proprio livello professionale, posizione o ubicazione geografica, è chiamato ogni giorno a confermare questo impegno, a livello singolo o collettivo, per mantenere le norme di condotta aziendale delineate nel presente Codice. Lawrence J. Ellison Chief Executive Officer Il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale Oracle mette a disposizione dei dipendenti il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale (di seguito, il Codice Oracle o il Codice ) per aiutarli ad indirizzare i problemi di natura etica e giuridica che eventualmente si potrebbero incontrare nella gestione delle attività commerciali in azienda. Il termine Oracle sarà genericamente utilizzato per riferirsi sia ad Oracle Corporation che alle sue consociate. Il contratto di lavoro con Oracle è soggetto ai termini e alle condizioni fissate dall organizzazione locale di appartenenza. All interno di tali termini e condizioni, si richiede al dipendente di ottemperare alle norme contenute nel presente Codice e valide all interno dell organizzazione. Il presente Codice non è da ritenersi un contratto, ed esso non implica il riferimento ad un contratto. Nel caso in cui una parte del Codice sia in contrasto con le leggi applicabili, queste prevarranno su di esso. Nel caso in cui una parte del Codice fosse ritenuta nulla, restano impregiudicate la validità ed efficacia delle altre disposizioni ivi contenute. Oracle ha facoltà di interpretare il Codice secondo la propria discrezione. Oracle riconosce e rispetta le differenze giuridiche locali in materia di impiego, privacy ed altre leggi eventualmente applicabili. Si impegna ad osservare le normative locali in relazione agli argomenti trattati, a seconda dei casi, nel presente Codice, tra cui quelli relativi all utilizzo della Compliance and Ethics Helpline per la segnalazione di una condotta non idonea, al monitoraggio dei dipendenti, all attuazione di alcune regole per i dipendenti a tempo determinato, all applicazione di taluni provvedimenti disciplinari. Il presente Codice non sostituisce bensì integra l attuale Modello Organizzativo ai sensi del Decreto Legislativo 231/01, che prevarrà in caso di qualsiasi eventuale incongruenza. Interpretazione del Codice Il Codice Oracle definisce le norme di etica e di condotta aziendale formulate da Oracle. È stato concepito per aiutare il dipendente a svolgere il proprio lavoro quotidiano. Queste norme integrano e superano la compliance alle leggi e ai regolamenti. Benché attivi in molti paesi e quindi tenuti ad osservare numerose norme, regolamenti, pratiche ed usi differenti, potremo avere successo solo se ci impegniamo ad osservare un insieme di regole e valori comuni. È fondamentale che ciascuno di noi apporti il proprio personale contributo e riconosca di essere tenuto alla comprensione ed al rispetto del Codice, poiché il successo e la reputazione di Oracle dipendono dall operato di ciascuno di noi. La parte iniziale del Codice Oracle contiene una sintesi dei valori aziendali fondamentali, indispensabili per il successo della Società. Questi valori sono alla base di tutto ciò che facciamo e ci aspettiamo che tutti adottino questi valori nello svolgimento delle quotidiane attività aziendali. Il rispetto diffuso e condiviso di questi valori accrescerà il nostro successo a lungo termine migliorando la nostra capacità di venire incontro ai clienti, rafforzare la competitività, promuovere il senso di appartenenza al team Oracle. Una seconda parte del Codice Oracle descrive in che maniera siamo chiamati ad interagire l uno con l altro, o in relazione ad altre aziende ed individui, altri paesi, culture o governi che formano il mondo in cui operiamo. Nello specifico, il Codice prende in considerazione quattro aree: Compliance: abbiamo la responsabilità di osservare le leggi, i regolamenti e le policy Oracle che si applicano alla nostra attività ovunque operiamo. Condotta aziendale: abbiamo il dovere di condurre le attività aziendali interne ed esterne secondo etica e correttezza. Relazioni Oracle: abbiamo la responsabilità di interagire in maniera corretta e rispettosa tra colleghi come nei confronti di clienti, partner, fornitori e le comunità in cui operiamo. Applicazione del Codice: Oracle si impegna a condurre le indagini secondo etica e liceità, nonché promuovere azioni disciplinari coerenti qualora si accertino violazioni alle policy o alle norme di condotta aziendale. 1

4 Applicabilità del Codice Dipendenti Il Codice Oracle si applica a tutto il personale dipendente o impegnato a fornire servizi ad Oracle tra cui, ad esempio, i dipendenti, i dirigenti, i dipendenti a tempo determinato (inclusi i lavoratori interinali), i lavoratori occasionali e i consulenti indipendenti (per facilità di riferimento nel Codice, collettivamente definiti dipendenti ). Alti dirigenti Oracle e membri del Consiglio di Amministrazione di Oracle non dipendenti Oracle Gli alti dirigenti Oracle (Chief Executive Officer, President, Chief Operating Officer, Chief Financial Officer, Chief Accounting Officer, General Counsel, ciascun Executive Vice President, nonché ciascun Senior Vice President) sono soggetti all applicazione del presente Codice e della Policy Integrativa di Oracle sul Conflitto di Interessi per manager di alto livello, contenente tra l altro alcune misure procedurali integrative volte ad identificare e risolvere potenziali conflitti di interesse che vedono implicate le suddette figure aziendali. Anche gli amministratori non dipendenti sono tenuti ad osservare il presente Codice nella loro funzione di membri del Consiglio di Amministrazione di Oracle Corporation (il Consiglio di Amministrazione Oracle ), fermo restando che sono subordinati al rispetto delle disposizioni sul conflitto di interessi dettate dalle Linee Guida di Governance Aziendale di Oracle in luogo delle disposizioni sul conflitto di interessi contenute nel presente Codice. La Policy Integrativa sul Conflitto di Interessi per gli alti dirigenti e le Linee Guida di Governance Aziendale sono pubblicate nella sezione Corporate Governance del sito Web Investor Relations di Oracle. Gli alti dirigenti e i membri del Consiglio di Amminastrazione di Oracle che desiderino approfondire eventuali domande in merito al presente Codice o ad altre rilevanti policy devono contattare il General Counsel di Oracle. Qualsiasi deroga al presente Codice da parte di un alto dirigente di Oracle Corporation o di un membro del Consiglio di Amministrazione Oracle dovrà essere approvata dal Consiglio stesso. Tali deroghe, e le motivazioni alla base di queste, saranno immediatamente comunicate agli azionisti di Oracle. Un estratto dei Valori Oracle Alcuni valori fondamentali sono alla base della nostra Società. I valori che seguono sono essenziali per la conduzione delle attività di Oracle: Integrità di condotta I dipendenti Oracle devono dar prova di onestà e di un solido comportamento etico in ogni transazione commerciale, nonché di integrità individuale nei rapporti con gli altri. Rispetto reciproco I dipendenti Oracle trattano tutti gli individui con rispetto, dignità e coerenza. Lavoro di squadra I dipendenti Oracle collaborano in team per il raggiungimento degli interessi collettivi della Società. Comunicazione I dipendenti Oracle condividono efficacemente tra loro le informazioni. Siamo tenuti a trovare il giusto compromesso tra la necessità di condividere le informazioni tra tutti e l obbligo e l opportunità di mantenerne alcune riservate. Innovazione I dipendenti Oracle sono costantemente alla ricerca di approcci creativi ed innovativi per la risoluzione dei problemi. Soddisfazione del cliente I dipendenti Oracle considerano la soddisfazione del cliente come una delle loro maggiori priorità. Qualità I dipendenti Oracle considerano i valori di eccellenza e qualità come facenti parte dei processi di lavoro quotidiani e ricercano il miglioramento continuo in tutto ciò che fanno. Equità I dipendenti Oracle si impegnano per gestire i rapporti con clienti, fornitori, partner e quelli tra loro stessi secondo equità. Compliance I dipendenti Oracle osservano le leggi, i regolamenti e le policy Oracle che governano le attività di Oracle e le azioni svolte da tutti i dipendenti per conto della Società. Etica I dipendenti Oracle obbediscono alle norme stabilite da Oracle e operano deontologicamente nel loro approccio diretto alle decisioni commerciali. COMPLIANCE Compliance alle leggi, ai regolamenti e alle policy Oracle Ciascuno di noi deve operare nei limiti di ogni legge, regolamento e policy interna applicabile alle attività di Oracle, indipendentemente dal luogo in cui esercitiamo il nostro lavoro. Laddove le leggi locali sono meno restrittive del presente Codice, è necessario osservare il Codice, anche se la nostra condotta sarebbe comunque lecita. Al contrario, laddove le leggi locali sono più restrittive del presente Codice, dovremmo osservare tali leggi. Oracle chiede ai dipendenti di: Agire secondo etica ed integrità morale nella conduzione di tutti gli accordi commerciali; Rispettare la legge, il presente Codice, le policy Oracle e le prassi aziendali Oracle; Segnalare violazioni note o presunte attraverso i canali di segnalazione disponibili; Cooperare alle indagini di compliance; e Completare tutti i corsi di formazione obbligatori ed aderire agli obblighi previsti dal Programma di Etica e Compliance in maniera puntuale. Inoltre, Oracle chiede ai dirigenti di: Promuovere e sostenere il comportamento etico e le prassi aziendali in conformità al presente Codice; Agire come modello di guida per il presente Codice; Assicurarsi che i dipendenti che fanno capo ad essi comprendano, in maniera diretta o indiretta, dove e come segnalare le violazioni al presente Codice; Assicurarsi che i dipendenti che abbiano fatto una segnalazione diretta o indiretta effettuino tutti i corsi di formazione obbligatori sulla compliance ed aderiscano a tutti gli altri obblighi previsti dal Programma di Etica e Compliance in maniera puntuale; Instaurare una politica di apertura in relazione ai quesiti posti dai dipendenti, tra cui quelli riguardanti l etica e la condotta aziendale, e assicurare la disponibilità di adeguate risorse etiche e il supporto, come materiale cartaceo ed altre importanti informazioni di contatto; Incoraggiare i dipendenti a contestare e segnalare condotte discutibili; e Incoraggiare un dialogo aperto, schietto e confidenziale senza il timore di ritorsioni. Periodicamente, il presente Codice potrà essere oggetto di revisione. In questo caso, Oracle informerà direttamente i dipendenti. Ognuno sarà dunque responsabile di leggere ed apprendere tali revisioni. Per ottenere la versione più aggiornata, occorre sempre fare riferimento al Codice reperibile sul sito Web Programma di Etica e Compliance. In caso di dubbi relativi all interpretazione o al rispetto del presente Codice, alle policy Oracle o alle leggi applicabili, dovrete contattare il Legal Department di Oracle o riferirvi al Programma di Etica e Compliance. 2 3

5 A chi rivolgersi in caso di necessità Programma Oracle di Etica e Compliance Il Programma Oracle di Etica e Compliance di Oracle è stato formulato con il sostegno degli alti dirigenti e del Consiglio di Amministrazione Oracle per garantire che tutti i dipendenti, partner commerciali e fornitori di Oracle rispettino le più elevate norme deontologiche aziendali. Con la supervisione del General Counsel, il Programma di Etica e Compliance viene condotto a livello globale dal Chief Compliance & Ethics Officer. I Regional Compliance & Ethics Officers gestiscono quotidianamente le operazioni previste dal Programma di Etica e Compliance, ivi comprese le indagini di compliance al Codice di Condotta, mettendo in atto le iniziative del programma a livello regionale. Uno degli obiettivi principali del Programma di Etica e Compliance è l applicazione del Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale e delle policy ad esso afferenti. Se necessario, collaborando a stretto contatto con altre linee di business e consulenti esterni. Il Programma di Etica e Compliance di Oracle è teso a: Fornire supporto ai dipendenti per aiutarli ad osservare il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale; Cercare di prevenire e rilevare comportamenti aziendali immorali ed arbitrari; Gestire l erogazione di corsi di formazione obbligatori sulla compliance; Presiedere alle indagini di compliance interne; Promuovere la coerenza nell applicazione di misure disciplinari; Fornire aggiornamenti trimestrali al Comitato Audit e Finanza del Consiglio di Amministrazione di Oracle in merito alle indagini ed alle misure disciplinari avviate; e Fornire a tutto il Consiglio di Amministrazione, con cadenza minima annuale, un rapporto informativo completo sull andamento del Programma di Etica e Compliance. Per conoscere le policy, i requisiti formativi e gli aggiornamenti periodici, visitare la pagina Web Programma di Etica e Compliance di Oracle, raggiungibile dalla sezione Oracle Legal Department. Auspichiamo che i nostri dipendenti costituiscano un modello per tutti. Segnalazione di violazioni al Codice Oracle si impegna concretamente per mantenere elevati gli standard di comportamento etico e professionale a beneficio della Società e dei propri dipendenti. A tal fine, offriamo ai nostri dipendenti numerose risorse utili per la segnalazione, l approfondimento e la risoluzione di presunti episodi di cattiva condotta da parte dei dipendenti, nonché per la determinazione e l attuazione delle relative misure disciplinari. Il dipendente deve riferire qualsiasi condotta che possa essere ragionevolmente ritenuta una violazione al presente Codice o altre attività che potrebbero pregiudicare il rispetto, da parte di Oracle e dei suoi dipendenti, dei principi etici e giuridici. Se un dipendente sospetta in qualsiasi momento che siano stati violati gli obblighi di integrità finanziaria, auditing e contabilità, insider trading, politiche per la lotta alla corruzione, o contributi politici, è tenuto a segnarlo immediatamente. Oracle non tollera ritorsioni contro dipendenti che, in buona fede, abbiano fatto segnalazioni o che cooperino alle indagini di compliance, anche nel caso in cui tali sospetti dovessero rivelarsi privi di fondamento. Il dipendente potrà riferire episodi sospetti di condotta non idonea secondo varie modalità. In base alle circostanze, queste includono: Il proprio manager; Risorse Umane; Il proprio Regional Compliance & Ethics Officer; Il proprio Chief Compliance & Ethics Officer; Il rappresentante dei dipendenti (ove esistente); Oracle Compliance and Ethics Helpline; e Il sito Web per la segnalazione di episodi in tema di etica e compliance di Oracle. I nominativi dei Regional Compliance & Ethics Officer e del Programma di Etica e Compliance sono reperibili al sito Web Programma di Etica e Compliance di Oracle. D: Il mio manager mi ha chiesto di fare qualcosa che, a mio avviso, infrange le regole del Codice. Dovrei obbedirgli? R: No. Per prima cosa, dovete assicurarvi che il vostro manager conosca i vostri dubbi e che non vi sia stato un malinteso tra voi. Se la persona in questione non risolve il problema, dovreste sentire il parere del manager di livello superiore o del Regional Compliance & Ethics Officer. Sarebbe sbagliato non fare nulla o semplicemente ottemperare a quanto richiesto. Saranno adottati provvedimenti disciplinari nei confronti di quei dipendenti se dovesse risultare che abbiano preso parte a, avallato o taciuto una violazione reale o presunta al presente Codice, anche se la persona in questione non è il diretto responsabile. Oracle Compliance and Ethics Helpline e il sito Web per la segnalazione di episodi Se non siete a vostro agio nell esprimere i vostri dubbi al vostro manager, al dipartimento di Risorse Umane, ad un membro del Programma di Etica e Compliance, o se ritenete di non aver ricevuto la giusta attenzione in merito al problema, è possibile riferire in qualsiasi momento gli eventuali dubbi per telefono mediante la linea Oracle Compliance and Ethics Helpline, oppure online attraverso il sito Web di Oracle per la segnalazione di episodi in tema di etica e compliance. La Helpline e il sito Web per le segnalazioni sono risorse riservate disponibili a tutti i dipendenti Oracle nel mondo, per mezzo delle quali è possibile fare presente eventuali dubbi o sospetti o ricevere indicazioni in merito a questioni di etica e di condotta aziendale e a violazioni del Codice. Il sito Web per la segnalazione di episodi in tema di etica e compliance è accessibile dalla sezione Programma di Etica e Compliance. Per fare una segnalazione telefonica, potete contattare il numero verde della Helpline digitando Per una segnalazione riguardante una struttura o un dipendente nell Unione Europea, contattare la Helpline per l Europa al numero Per chiamare questi numeri, l utente non residente negli Stati Uniti deve prima comporre il numero di accesso del paese, quindi, a richiesta, il numero di telefono della Helpline di zona. I codici di accesso del paese sono reperibili all indirizzo Internet: La Helpline è gratuita per tutti i dipendenti e disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. La Helpline mette a disposizione dell utente un interprete per comunicare in una lingua diversa dall inglese e il sito per la segnalazione di episodi è disponibile in numerose lingue. Le chiamate in arrivo non vengono registrate o tracciate e questo sito non utilizza una tecnologia per tracciare le identità. Gli utenti che utilizzano la Helpline o il sito Web per la segnalazione di episodi possono restare nell anonimato, ove consentito dalle leggi locali. Alcune giurisdizioni circoscrivono gli argomenti che possono essere segnalati anonimamente attraverso la Helpline o il sito Web. I processi Oracle contemplano qualsiasi eventuale restrizione locale e la Helpline e il sito Web per la segnalazione di episodi avvisano i dipendenti dei paesi coinvolti in merito a particolari regole per le segnalazioni. Nel corso di una segnalazione attraverso la Helpline, un operatore chiederà all utente di dettagliare la questione nello specifico e documenterà la chiamata. Le segnalazioni effettuate sul sito vengono inoltrate direttamente a 4 5

6 Oracle senza alcuna revisione o modifica. In entrambi i casi, l utente riceverà un numero di segnalazione che potrà utilizzare successivamente per aggiungere dettagli o verificare lo stato della segnalazione. La Helpline è gestita da un fornitore terzo di servizi operante negli Stati Uniti e le segnalazioni inoltrate attraverso la Helpline e il sito Web per la segnalazione di episodi vengono utilizzate nell ambito del Programma di Etica e Compliance di Oracle per le successive indagini ed elaborazioni. Tutte le segnalazioni sono gestite secondo quanto previsto dalla Policy Interna sulla Privacy di Oracle, disponibile al sito di Oracle Legal Department. Prassi aziendali Leggi sulla concorrenza e sull antitrust In genere, i paesi in cui Oracle opera si sono dotati di leggi e regolamenti che vietano l illecita restrizione del commercio, solitamente conosciute come leggi sulla concorrenza e sull antitrust. Queste leggi sono state formulate per tutelare i consumatori e i concorrenti contro le prassi aziendali sleali, nonché per promuovere e salvaguardare una sana concorrenza. Oracle si impegna ad osservare scrupolosamente le leggi sulla concorrenza e sull antitrust applicabili in tutti i paesi ed organizzazioni. D: Durante un incontro con le associazioni di categoria, ti capita di udire casualmente un gruppo di concorrenti Oracle mentre discutono informalmente dei prezzi di futuri prodotti. È lecito unirsi alla conversazione per apprendere le informazioni riservate tra la concorrenza? 6 R: Oracle è interessata a porsi in competizione solo in maniera onesta e leale. Bisogna evitare qualsiasi discussione e scambio di informazioni con la concorrenza su argomenti quali prezzi, relazioni con i clienti o i fornitori, o ripartizione dei mercati, poiché sono, a tutti gli effetti, illegali. Dissociatevi da simili discussioni immediatamente e segnalate l episodio al Legal Department di Oracle. Le leggi sulla concorrenza e sull antitrust variano da paese a paese ma, in via generale, tali norme vietano accordi o azioni che limitano la concorrenza senza apportare vantaggi ai consumatori. Tra le attività che sono considerate una violazione alle leggi sulla concorrenza e sull antitrust rientrano gli accordi e le intese conclusi tra concorrenti in relazione a: Imposizione o controllo dei prezzi; Articolazione o concertazione di offerte volte a favorire un contratto a vantaggio di un determinato concorrente o rivenditore (manipolazione delle gare d appalto); Boicottaggio di specifici fornitori o clienti; Ripartizione o allocazione di mercati o clienti; oppure Limitazione della produzione o vendita di prodotti o linee di prodotti a fini anticoncorrenziali. Gli accordi sopraelencati contravvengono all ordine pubblico e alla politica di Oracle. I dipendenti non devono assolutamente intraprendere discussioni in relazione a simili questioni con i rappresentanti di altre aziende. È opportuno segnalare al Legal Department di Oracle il verificarsi di episodi in cui altre società danno adito a discussioni di questo tipo. I contratti o altri accordi che implicano la contrattazione esclusiva, le vendite abbinate di più prodotti, la discriminazione dei prezzi, ed altre condizioni di vendita possono essere illegali ai sensi delle leggi sulla concorrenza e sull antitrust applicabili. È vietato concludere simili accordi senza la necessaria approvazione del Legal Department di Oracle. Oracle si impegna per garantire che le proprie politiche globali siano conformi alle leggi antitrust vigenti negli Stati Uniti. Oltre alle leggi locali, le leggi antitrust degli Stati Uniti si applicano anche alle operazioni e transazioni commerciali internazionali di Oracle. Ciò include le importazioni verso e le esportazioni dagli Stati Uniti. Sono dunque vietati i metodi di concorrenza sleali e le pratiche ingannevoli. Questi includono, ad esempio: L effettuazione di rappresentazioni false o fuorvianti in relazione a prodotti Oracle; Lo screditare in maniera subdola un concorrente o i suoi prodotti; La formulazione di reclami sui prodotti senza addurre fatti a loro riprova; e L utilizzo di marchi di fabbrica di altre società tali da confondere il cliente circa l origine di un prodotto. In ragione della complessità delle leggi sulla concorrenza e sull antitrust, è opportuno rivolgersi al Legal Department di Oracle per esporre gli eventuali quesiti in merito. Divieto di pagamenti impropri È fatto divieto al dipendente di ricevere, offrire, promettere, autorizzare, favorire o effettuare pagamenti illeciti o versamento di denaro o altro di valore al fine di ottenere impropriamente attività o altri vantaggi per Oracle o per la propria persona. Tale divieto si applica nel caso in cui tali pagamenti coinvolgano: Dipendenti o funzionari governativi o appartenenti a qualunque ente della PA; Partiti politici o candidati a cariche politiche; Imprese commerciali parzialmente o interamente controllate da interessi governativi; Società commerciali private; Dipendenti Oracle; oppure Soggetti terzi in generale. Oracle vieta rigorosamente l elargizione, diretta o indiretta, di denaro o di altro oggetto di valore ad un funzionario della PA con il fine di esercitare un influenza scorretta su di un governo straniero. Tale divieto comprende l elargizione impropria di denaro o di altro valore a terzi laddove vi è ragione di credere che verrà trasferito ad un dipendente o un funzionario della PA. Consultare la sezione Transazioni con enti appartenenti alla PA per ulteriori informazioni. Per ulteriori informazioni, consultare la Policy Anticorruzione di Oracle, reperibile al sito Web Programma di Etica e Compliance. D: Un partner Oracle mi offre una percentuale del proprio margine se, in cambio, cerco di convincere un importante cliente ad acquistare prodotti e servizi del partner. Posso accettare tale pagamento? R: No. Si tratta di una tangente, vietata dal Codice di Condotta e dalla Policy Anticorruzione di Oracle. Entrambi si applicano agli accordi con enti pubblici e privati. Divieto di boicottaggio economico Oracle non partecipa ad azioni di boicottaggio economico non ratificate dal governo degli Stati Uniti. È fatto divieto ad Oracle e ai suoi dipendenti di discriminare o rifiutarsi di intrattenere affari con un paese che sia oggetto di boicottaggio non ratificato, con cittadini del paese oggetto di boicottaggio o con società il cui nome figura sulla relativa lista nera. Inoltre, Oracle e i suoi dipendenti non possono fornire informazioni sulle relazioni commerciali intrattenute, da Oracle o da altri, con un paese oggetto di boicottaggio o con una società il cui nome figura sulla lista nera. Se vi viene richiesto di fornire informazioni, occorre prendere provvedimenti o evitare di prenderli per incoraggiare o promuovere il boicottaggio di un paese, e contattare immediatamente il Legal Department di Oracle. Per ulteriori informazioni su come identificare e gestire le richieste di boicottaggio, consultare la Policy sul Boicottaggio Economico Estero di Oracle, disponibile sul sito Web Programma di Etica e Compliance di Oracle. Questa policy intende garantire l osservanza da parte di Oracle delle leggi sul boicottaggio economico estero vigenti negli Stati Uniti. È possibile inviare domande o richieste di informazione inerenti la Politica sul Boicottaggio Economico 7

7 Estero o le leggi antiboicottaggio al Legal Department di Oracle. D: Oracle ha ricevuto un ordine da una società in un paese in cui è stato imposto un boicottaggio economico sponsorizzato dal governo ma non ratificato dal governo degli Stati Uniti. L ordine di acquisto del cliente afferma che il fornitore (in questo caso Oracle) accetta di non condurre affari con un paese o una società il cui nome figura sulla lista nera. L ordine può essere accettato? R: L accettazione dell ordine potrebbe comportare per Oracle l imposizione di sanzioni fiscali e penali. La politica di Oracle prevede il rispetto delle norme antiboicottaggio sancite dalle leggi americane. Il dipartimento aziendale che riceve questa richiesta dovrebbe immediatamente chiedere indicazioni al Legal Department nonché al Corporate Tax Department di Oracle in merito alle azioni da intraprendere. Leggi sulle esportazioni Le leggi americane per il controllo delle esportazioni disciplinano le esportazioni di prodotti di base e dati tecnici dagli Stati Uniti, tra cui: Gli articoli tangibili; Gli articoli trasportati a mano come campioni o gli articoli di campionario all interno di un bagaglio; La distribuzione fisica o elettronica di software e codici sorgente; e La divulgazione in forma orale, scritta od elettronica di dati tecnici ad un visitatore straniero o ad un lavoratore in possesso di visto di tipo H1-B. La non osservanza delle leggi americane per il controllo delle esportazioni potrebbe comportare la perdita o la restrizione dei privilegi di esportazione di Oracle, con conseguente danno o soppressione di una quota significativa delle attività aziendali. Inoltre, la violazione delle suddette leggi può dar luogo a sanzioni anche penali per i singoli dipendenti e la loro catena manageriale. Ogni dipendente ha dunque la responsabilità di capire in che modo le leggi per il controllo delle esportazioni si applicano al lavoro che essi svolgono e di osservare tali leggi. D: Mi rendo conto che esistono restrizioni alle esportazioni di taluni beni strategici e dati tecnici a meno che venga rilasciata un adeguata licenza di esportazione. Esistono restrizioni di questo tipo relative alla divulgazione di informazioni tecniche a cittadini stranieri in visita presso sedi Oracle sul territorio degli Stati Uniti? In fin dei conti, queste informazioni rimangono all interno dei confini nazionali. R: Sì. Qualsiasi divulgazione orale o scritta di dati tecnici ad un visitatore straniero deve conformarsi alle medesime restrizioni sul controllo delle esportazioni che si applicano all esportazione fisica di tali dati. Non è possibile effettuare la spedizione di software, documentazione, codici sorgente, dati tecnici o tecnologia senza aver elaborato l ordine e la spedizione mediante l immissione dell ordine autorizzata da Oracle, la distribuzione e i processi di supporto e/o attraverso canali secondari autorizzati da Oracle. Il rispetto delle leggi per il controllo delle esportazioni è fondamentale per garantire ad Oracle di condurre i propri affari in maniera continuativa sul mercato internazionale. Gli Stati Uniti e i governi stranieri mantengono severe norme metodologiche relative alle merci scambiate alla frontiera. Le leggi locali sulle esportazioni si applicano anche alle spedizioni da e verso il paese in cui Oracle opera. Affermazioni false o ingannevoli apposte sulla documentazione di esportazione potrebbero mettere a repentaglio il business di Oracle e comportare sanzioni pecuniarie o verifiche contabili, le quali lederebbero la capacità di Oracle di condurre i propri affari. I dirigenti e gli impiegati sono chiamati ad integrare le procedure di controllo delle esportazioni nei normali processi commerciali affinché Oracle continui a mantenere la buona reputazione di cui gode sul mercato internazionale. È possibile rivolgere i quesiti riguardanti questioni di compliance delle esportazioni o le violazioni alle leggi e ai regolamenti in materia al Legal Department di Oracle. D: È vero che un software deve fisicamente varcare i confini nazionali di un paese per poter affermare che è stata compiuta una esportazione? R: No. Una esportazione può aver luogo in qualsiasi posto nel momento in cui il software o i dati tecnici siano resi disponibili a chiunque sia un cittadino straniero. In aggiunta, è necessario ottenere un adeguata autorizzazione all esportazione prima di condividere software o dati tecnici in qualsiasi modo con un cittadino straniero. Leggi sull immigrazione È necessario assicurarsi che il singolo dipendente, e gli altri dipendenti che a quest ultimo riportano, osservino tutte le leggi sull immigrazione applicabili e/o il parere dei consulenti per il servizio immigrazione preposti da Oracle. I dipendenti Oracle in viaggio di affari all estero sono tenuti ad ottenere adeguate autorizzazioni lavorative prima di entrare in un paese ospite. I requisiti per l ottenimento del visto e del permesso di lavoro si applicano a tutti i dipendenti Oracle che viaggiano al di fuori dei confini nazionali a scopi commerciali o che lavorano su progetti e trasferimenti internazionali al di fuori del proprio paese di origine per un tempo qualsiasi. Inoltre, Oracle vieta ai propri dipendenti di consentire intenzionalmente ai propri fornitori o ad altri dipendenti di lavorare ad un progetto senza la dovuta autorizzazione o documentazione. Per maggiori indicazioni su questioni di immigrazione, contattare il Mobility Group attraverso il sito Web Global Human Resources. D: Nel corso di una visita presso gli uffici di un cliente, mi sono accorto che un dipendente di una società potrebbe trovarsi nel paese illegalmente. Dovrei parlarne con qualcuno anche se non ne ho la certezza? R: Sì. Sarebbe opportuno far presente apertamente qualsiasi situazione in cui si ritenga che sussista una violazione presunta delle politiche in essere. Nel caso in cui il cliente stia effettivamente impiegando lavoratori clandestini, si tratterebbe certamente di una violazione delle politiche di Oracle, ed anche delle leggi sull immigrazione del paese ospite, se non si ponesse fine al persistere della situazione. Titoli e insider trading Oracle desidera che tutti i dipendenti rispettino appieno tutte le leggi applicabili sui titoli e sull insider trading. A tal proposito, Oracle ha redatto la Policy sull Insider Trading, applicabile ai dipendenti di tutto il mondo, nella quale sono chiaramente formulati gli obblighi relativi alla compravendita di titoli detenuti da Oracle o da altre società. La Policy sull Insider Trading è disponibile al sito Web del Legal Department di Oracle. Tutti i dipendenti sono tenuti a leggere ed osservare tale policy. Le leggi sui titoli e sull insider trading prevedono rilevanti sanzioni civili e penali in caso di inadempimento. Se un individuo effettua la compravendita di titoli Oracle o titoli di un altra società che opera in una borsa valori americana, questi è soggetto alle leggi sui titoli vigenti negli Stati Uniti, alle eventuali leggi sui titoli e sull insider trading applicabili localmente, nonché alla Policy sull Insider Trading di Oracle. I titoli includono: Pacchetti di azioni comuni; Obbligazioni; Stock option per i dipendenti; Azioni futures; Contratti derivati; e Altri strumenti finanziari. I dipendenti Oracle in possesso di materiale ed informazioni non note al pubblico ottenute grazie al proprio lavoro in Oracle non sono autorizzati ad effettuare compravendite di titoli Oracle o altri titoli appartenenti ad altre società cui si riferiscono tali informazioni. I dipendenti non possono avviare azioni per trarre vantaggio o trasferire ad altri (in altre parole, sfruttare indiscriminatamente una soffiata) informazioni rilevanti prima che le medesime siano disponibili pubblicamente e per determinato periodo di tempo successivo alla divulgazione. Queste restrizioni si applicano anche ai coniugi ed ai componenti del nucleo familiare del dipendente. Per informazioni rilevanti si intende qualsiasi informazione che un investitore attento reputi fondamentale in una decisione volta all acquisto, al possesso o alla vendita di titoli. Ciò include qualsiasi informazione che si prevede possa ragionevolmente comportare una variazione nel prezzo dei titoli di Oracle o dei titoli di altre società cui si riferiscono tali informazioni. Tali informazioni includono prestazioni finanziarie o cambiamenti significativi nella liquidità o nelle prestazioni finanziarie (tra cui le previsioni); importanti fusioni potenziali o in corso, acquisizioni, joint venture, o dismissioni; aggiudicazione o annullamento di importanti contratti; cambiamenti nei livelli direttivi; cambiamenti nei revisori dei conti, conoscenza di una qualifica nel parere o rapporto di un revisore o modifica nella capacità di basarsi su passate relazioni del revisore; importanti controversie o indagini presunte o reali; guadagno o perdita di un cliente o fornitore chiave. Oracle vieta ai dipendenti che hanno accesso alle informazioni sugli utili e sulle entrate della Società di effettuare compravendite dirette o indirette di titoli Oracle in determinati periodi. Agli amministratori, ai Section 16 Officers (un piccolo gruppo di alti dirigenti di Oracle), nonché ad alcuni gruppi ed individui, è vietato effettuare 9 8

8 compravendite dirette o indirette di titoli Oracle in determinati periodi. Ulteriori restrizioni sulle transazioni speculative di azioni Oracle si applicano ai Senior Vice President e i Section 16 Officers che hanno il divieto assoluto di avviare transazioni di questo tipo. Per ulteriori informazioni, consultare la Policy sull Insider Trading di Oracle. Per eventuali quesiti sulla compliance alle leggi sull insider trading o alla Policy sull Insider Trading di Oracle, è possibile rivolgersi al Legal Department di Oracle o al proprio consulente legale. D: Sono venuto a sapere che probabilmente supereremo le previsioni di entrata trimestrali, ma non abbiamo fatto ancora un annuncio al pubblico. Prevedo di guadagnare molti soldi una volta che usciranno i risultati effettivi. Posso comprare altre quote del pacchetto di azioni Oracle? R: No. Questo è un chiaro esempio di insider trading. È una violazione della policy di Oracle ed una violazione delle leggi sui titoli e sull insider trading applicabili. È possibile acquistare o vendere azioni Oracle solo dopo aver reso un annuncio pubblico e dopo che sia trascorso un certo periodo di tempo per consentire ai mercati finanziari di assorbire questa informazione. Consultare la Policy sull Insider Trading di Oracle per le linee guida sul tema. D: Grazie al mio lavoro in Oracle, sono venuto a conoscenza di informazioni finanziarie non note al pubblico ricevute da un cliente Oracle, le quali indicano che il cliente gode di una condizione finanziaria migliore di quanto si possa pensare. È mia intenzione quindi acquistare il pacchetto di azioni del cliente. Posso farlo? 10 R: No. Il cliente potrebbe aver fornito queste informazioni sulla fiducia, per consentire ad Oracle di trovare il modo migliore per soddisfare le esigenze del cliente. L utilizzo di tali informazioni a scopo personale o la divulgazione delle stesse ad altri è una violazione della fiducia accordata, una violazione della policy di Oracle, e potrebbe costituire una violazione delle leggi sui titoli e sull insider trading applicabili. Di conseguenza, non sarebbe lecito acquistare il pacchetto di azioni finché le informazioni finanziarie non siano di pubblico dominio ed ampiamente diffuse sui mercati finanziari. D: Grazie al mio lavoro in Oracle, sono venuto a sapere che Oracle sta acquisendo un azienda i cui titoli sono negoziati sui mercati pubblici. Posso acquistare le quote societarie? R: No. Questo costituirebbe una violazione delle leggi sui titoli applicabili e della Policy sull Insider Trading di Oracle. È bene sapere che gli organismi di vigilanza svolgono regolari indagini sulle attività di compravendita che comportano significativi cambiamenti nel prezzo di un titolo. D: Mi rendo conto che non devo rivelare informazioni privilegiate ad estranei, ma posso discutere di queste informazioni con i componenti più stretti della mia famiglia? E che dire del fatto che esistono dipendenti Oracle che non sono al corrente delle informazioni che io possiedo? R: No. Bisognerebbe fare attenzione a rivelare in maniera accidentale e non intenzionale informazioni privilegiate rilevanti su Oracle a componenti della famiglia o a persone che non abbiano un legittimo motivo commerciale di esserne portati a conoscenza. Se un membro della famiglia del dipendente effettua una compravendita di titoli mentre è in possesso di informazioni privilegiate rilevanti su Oracle rivelate dal dipendente, il dipendente e gli affini potrebbero essere perseguibili civilmente e penalmente, anche se queste informazioni non sono sfruttate personalmente. Se il dipendente lascia trapelare informazioni non note al pubblico ad un componente del proprio nucleo familiare o ad altre persone che non abbiano un legittimo motivo commerciale per esserne portate a conoscenza, è bene informare immediatamente un membro del Legal Department di Oracle. Aspetti generali sulla stipulazione di contratti Oracle chiede ai propri dipendenti di competere equamente e deontologicamente in merito alle opportunità commerciali. I dipendenti impegnati nella vendita o nella concessione in licenza di prodotti o servizi, nella negoziazione di accordi o nella fornitura di servizi a clienti devono comprendere e rispettare i termini degli accordi contrattuali conclusi da Oracle. Ciascun dipendente dovrà, inoltre, assicurarsi che tutte le dichiarazioni, comunicazioni e rappresentazioni rese ai clienti siano fedeli e puntuali. Oracle si adopera per adempiere a tutti i propri obblighi contrattuali. È necessario ottenere le necessarie approvazioni prima di perfezionare, modificare od apportare variazioni ad un contratto. Non sono consentiti contratti o modifiche agli stessi non opportunamente autorizzate ivi incluse le side letter o gli accordi verbali. Solo ad alcuni dipendenti Oracle è conferita l autorizzazione a stipulare contratti, impegnare Oracle all acquisto di prodotti o servizi, od obbligarsi nei confronti di terzi. Prima di acquistare beni o servizi o di impegnarsi per conto di Oracle, il dipendente dovrà assicurarsi di disporre degli adeguati livelli di autorizzazione alla spesa che dovranno essere sempre essere uguali o superiori all importo totale dei pagamenti o di eventuali altre concessioni a fronte dei quali Oracle si sta impegnando. All atto della determinazione, occorre considerare il costo complessivo dell acquisto. Non è consentito, ad esempio, aprire più di una richiesta di acquisto per un singolo fornitore sullo stesso progetto per evitare di eccedere i limiti del proprio livello di autorizzazione di spesa. Se non si dispone di un livello di autorizzazione di spesa adeguato, è necessario ottenere l autorizzazione del manager gerarchicamente superiore. Per qualsiasi domanda in merito al livello di autorizzazione spesa, é opportuno consultare il proprio manager. Sarebbe anche opportuno prendere visone e conoscenza della Oracle Global Spending Approval Policy. Prima di firmare qualsiasi documento che impegna Oracle all acquisto di beni o servizi o all assunzione di altri obblighi, il dipendente dovrà assicurarsi di disporre del necessario potere di firma. Oracle ha emesso una Signing Authority Policy, nella quale vengono identificati i soggetti aventi potere di firma dei documenti per conto di Oracle e delle sue consociate. Questa policy è reperibile al sito Web del Legal Department di Oracle. Consultare questa policy in caso di dubbi sul potere di firma o sui soggetti autorizzati a firmare un particolare documento. In caso di necessità, occorre contattare il proprio manager o il Legal Department di Oracle. Se si dispone del potere di firma dei documenti per conto di Oracle, non è possibile delegare tale autorità ad un altro dipendente senza l approvazione del CEO o del General Counsel di Oracle. D: Un cliente mi chiede di scrivere una lettera che attesti la sua autorizzazione ad utilizzare il software in un modo non esplicitamente consentito dall accordo di licenza Oracle. L accordo di licenza Oracle non vieta espressamente l uso che il cliente intende effettuare, e sono anche sicuro che Oracle non si opporrebbe. Posso assecondare la richiesta del cliente? R: No. Oracle potrebbe essere disposta a modificare il contratto per consentire al cliente l utilizzo desiderato, ma tale modifica contrattuale prevede la necessaria revisione ed approvazione dal punto di vista commerciale. È opportuno considerare la richiesta come fosse una formale variazione contrattuale e gestirla secondo le linee guida delle Business Practices di Oracle. D: Il cliente è pronto a firmare il contratto, ma è necessaria l approvazione del suo Consiglio di Amministrazione. Il cliente mi fornisce rassicurazioni in merito al fatto che il suo Consiglio di Amministrazione approverà la transazione durante la riunione prevista tra dieci giorni, e mi chiede di accordargli ulteriori 15 giorni entro cui poter restituire il software nella remota eventualità che il Consiglio di Amministrazione non approvi. Posso inviare una lettera in cui si conferma che il cliente ha 15 giorni per restituire il software? R: Questo costituirebbe una side letter non autorizzata. La redazione di side letter non autorizzate a modifica dei termini contrattuali è motivo di azione disciplinare, tra cui la risoluzione del contratto di lavoro. 11

9 12 D: Un dipendente di un importante partner Oracle mi chiede aiuto per ottenere uno sconto maggiore non standard per un contratto di licenza da stipulare prossimamente con un importante cliente. Sono consapevole che il cliente ha già concordato il prezzo e i termini dell accordo, ma il dipendente del partner mi chiede ora, senza ulteriori giustificazioni, di aver bisogno di un ulteriore sconto se desidero che venga emesso l ordine entro la fine del trimestre. In conformità alle prassi aziendali di Oracle, ottenere uno sconto maggiore non standard richiede una valida motivazione ed approvazione. D altro canto, so anche che questo accordo è per me fondamentale per il raggiungimento della quota di vendita per l anno in corso, e il partner potrebbe essere disposto ad emettere l ordine immediatamente poiché il contratto per l utente finale sarà probabilmente firmato nel giro di due settimane. Posso aiutare il partner ad ottenere lo sconto non conforme che desidera? R: No. I dipendenti Oracle non possono aiutare i partner ad ottenere margini più alti derivanti da sconti non standard non approvati e/o non giustificati. Inoltre, sollecitare l ordine di un partner o permettere che l ordine venga emesso nei confronti di Oracle in assenza di un valido contratto per l utente finale (anche noto come pre loading o channel stuffing ovvero la tecnica mirata ad accelerare le vendite attraverso forti sconti sui prezzi o mediante l invio di più prodotti di quelli necessari al proprio canale di distribuzione) sarebbe una violazione alle prassi aziendali di Oracle, e quindi vietato nel caso di specie. È opportuno dunque segnalare l episodio al Legal Department di Oracle. Accordi con enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione ( PA ). Transazioni con enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione (PA) Stipulazione di contratti con enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione (PA) Oracle rispetta scrupolosamente le norme, le leggi e i regolamenti che disciplinano l acquisizione di beni e servizi da parte di enti PA di qualsiasi Paese e la successiva stipulazione di contratti con la PA. Le attività che potrebbero rivelarsi opportune in sede di accordi con clienti diversi dalla PA potrebbero, al contrario, non rivelarsi efficaci o addirittura essere illegali nelle negoziazioni con la PA. Le conseguenze derivanti dall inadempimento alle vigenti leggi in materia sono gravi ed includono rilevanti sanzioni economiche di natura civile e penale, ivi incluso l arresto, oltre all interdizione per Oracle dal condurre qualsiasi attività commerciale con la PA. I dipendenti Oracle che normalmente gestiscono le negoziazioni con enti PA, ivi comprese le organizzazioni internazionali, hanno il dovere di conoscere e rispettare tutte le norme che si applicano alla stipulazione di contratti con lo Stato ed alle interazioni con funzionari e dipendenti PA. E opportuno consultare la Oracle s Supplemental Policy on Government Contracting and Dealing with Government Officials and Employees reperibile al sito Web Government Sector Legal & Compliance. D: Le normative sull interazione tra dipendenti di enti PA e imprenditori privati, qual è ad esempio Oracle, sono uguali per tutti gli enti PA? R: No. Le normative variano a seconda dei diversi enti PA. Proprio in ragione della grande disparità tra normativa e normativa, è opportuno consultare il Legal Department di Oracle in casi di dubbi ed incertezze sulle normative applicabili. Trasparenza del processo di acquisto di beni e servizi In nessun caso i dipendenti Oracle sono autorizzati ad ottenere da qualsiasi fonte: Informazioni di proprietà di enti PA di carattere sensibile in materia di approvvigionamento; Informazioni di proprietà di enti PA di carattere interno e riservato, ad esempio quelle precedenti l aggiudicazione o quelle sulla selezione delle fonti; oppure Informazioni di proprietà di un concorrente tra cui, ad esempio, le informazioni su offerte o gare, acquisite nel corso di un processo di acquisto, o in altre circostanze in cui vi sia ragione di credere che la divulgazione di tali informazioni non sia autorizzata. Nel caso in cui tali informazioni venissero inavvertitamente comunicate al dipendente da parte di un altro rivenditore, consulente o dipendente di un ente PA, il dipendente dovrebbe contattare immediatamente il Legal Department di Oracle. I dipendenti Oracle devono osservare scrupolosamente tutte le leggi e i regolamenti in materia di informazioni classificate. D: Uno dei contratti concluso con un ente PAC richiede di effettuare un test che sembra replicare parte di un altro test da eseguire in una fase successiva della produzione. Sembra chiaramente uno spreco di tempo e denaro. È opportuno continuare ad eseguire il test supplementare? R: Sì. Dal momento che il contratto richiede l esecuzione di entrambi i test, non si dovrebbero apportare modifiche alle specifiche dei test o ai controlli qualità senza aver preventivamente informato ed ottenuto l approvazione dei livelli manageriali competenti, nonché l approvazione del responsabile dei contratti del cliente. Erogare intenzionalmente un prodotto ad un ente PA che non sia conforme alle specifiche contrattuali, senza la preventiva approvazione del cliente a seguito di eventuali modifiche alle stesse, potrebbe essere considerato una frode o una violazione della legge. D: È consentito a un dipendente Oracle o a un consulente indipendente ottenere informazioni sui prezzi che un concorrente intende applicare in sede d offerta o che ha già applicato in base ad un offerta presentata per un appalto indetto da un ente PA? R: No. Non è consentito ad Oracle ottenere informazioni proprietarie o riservate che un soggetto terzo detiene in materia di gare aperte, ivi comprese le informazioni sui prezzi. Tuttavia, Oracle può tenere per sé le informazioni sui prezzi di un concorrente ottenute da fonti pubblicamente disponibili. Conflitto di interessi I dipendenti Oracle, durante la stipula di contratti con enti PA, devono garantire che non sussista un reale o presunto conflitto di interessi che fornisca ad Oracle un accesso irregolare ad informazioni non note al pubblico o un vantaggio sleale in una gara aperta, o che infici l obiettività dei dipendenti Oracle nel fornire supporto o consulenza all ente PA o nell esecuzione di un progetto per conto terzi a beneficio di enti PA; oppure, nella misura in cui esista un reale o presunto conflitto di interessi, che tale conflitto di interessi reale o presunto venga gestito secondo le regole di un adeguato piano attuato per ridurre la portata e gli effetti del conflitto. D: Un dipendente di un cliente appartenente alla PA mi ha chiesto di aiutarlo a sviluppare una specifica da includere in una Richiesta di Offerta. Posso aiutarlo? R: No. Non è consentito eseguire questo tipo di lavoro senza aver ottenuto le necessarie approvazioni interne del Legal Department di Oracle ed altre opportune approvazioni interne. Restrizioni all assunzione di ex dipendenti di enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione (PA) Numerose leggi impongono obblighi e restrizioni ai dipendenti di enti appartenenti alla PA ed alle società private circa il successivo impiego nel settore privato di personale precedentemente adibito all espletamento di funzioni amministrative pubbliche. Inoltre, queste norme limitano le attività che gli ex dipendenti di enti PA possono svolgere nell azienda privata in cui vengono assunti successivamente allo svolgimento di una funzione pubblica. Prima di avviare o perfezionare qualsiasi trattativa mirata all assunzione di ex dipendenti di enti appartenenti alla Pubblica Amministrazione (PA), sia esso in carica oppure un ex dipendente, è necessario ottenere l approvazione del Legal Department di Oracle. D: Sto valutando la possibilità di assumere in Oracle un ex ingegnere governativo americano. La persona in questione è molto qualificata per il posto al momento vacante. Posso decidere di assumerla? 13

10 14 R: Dipende. Le leggi federali degli Stati Uniti impongono numerose restrizioni sulla possibilità per Oracle di assumere dipendenti appartenenti al settore pubblico. Le leggi statali e locali potrebbero imporre simili restrizioni. Prima di sottoporre ad un impiegato di un ente PA eventuali opportunità di impiego in Oracle, è bene consultare il Legal Department di Oracle per verificare la conformità alle leggi applicabili. Lotta alla corruzione È fatto divieto a chiunque, direttamente o indirettamente, di elargire od offrire immoralmente qualsiasi oggetto di valore ad un funzionario di un ente PA nel tentativo di procurarsi o mantenere in essere affari o altri vantaggi per Oracle. Porre in essere condotte che implichino una qualsiasi forma di corruzione è una violazione del Foreign Corrupt Practices Act (la legge statunitense in materia di lotta alla corruzione) e di altre analoghe leggi internazionali anticorruzione. Le sanzioni per la violazione dell FCPA e delle altre leggi anticorruzione sono gravi ed includono multe ingenti nonché l arresto. È possibile contribuire in buona fede al pagamento delle spese od elargire regali se tali azioni non hanno un intento immorale e sempre e comunque in conformità alla Oracle s Anti-Corruption Policy e, reperibile al sito Web Programma di Etica e Compliance di Oracle. La Policy Anticorruzione di Oracle fornisce linee guida specifiche per garantire che Oracle osservi le leggi anticorruzione applicabili, tra cui l FCPA. Per eventuali quesiti o richieste di informazione sulla Anti-Corruption Policy Oracle, sull FCPA, o su altre leggi anticorruzione, contattare il Legal Department di Oracle. D: Un consulente appartenente alla PA si offre di aiutare un account manager di Oracle onde consentirgli di perfezionare un importante trattativa con un ente PA in cambio di una success fee (ovvero, di un premio percentuale in caso l operazione vada a buon fine) del valore del 10% del contratto. È lecito per il dipendente acconsentire a questo pagamento? R: No. I dipendenti Oracle non possono offrire od elargire denaro o altri oggetti di valore ai funzionari di enti PA direttamente o indirettamente per il tramite di terzi. Tale divieto include, in via generale, l utilizzo di success fee o il ricorso a consulenti ad hoc o non autorizzati. È opportuno consultare il Legal Department di Oracle prima di assumere consulenti alle vendite esterni al fine di ottenere, procacciare o concludere accordi con enti PA. Doni, pranzi di lavoro e iniziative di intrattenimento I dipendenti di enti PA e le organizzazioni internazionali sono normalmente disciplinati da leggi e normative riguardanti l accettazione di doni, pranzi o cene di lavoro, iniziative di intrattenimento, gratifiche, o altri oggetti di valore da aziende e soggetti con i quali i medesimi dipartimenti ed agenzie intrattengono affari o sui quali esercitano ruoli o attività di supervisione e controllo. Nei rapporti con i dipendenti di agenzie e dipartimenti di enti pubblici la politica generale di Oracle prevede che nulla di valore sia offerto ai medesimi. Le eventuali eccezioni a tale norma vengono affrontate nella Anti-Corruption Policy e nella Supplemental Policy on Government Contracting and Dealing with Government Officials and Employees. Per ulteriori informazioni sugli enti non appartenenti alla PA occorre fare riferimento alla sezione Cortesie aziendali che è possibile estendere del presente Codice. In caso di dubbi o chiarimenti, contattare il Legal Department di Oracle. D: Un gruppo di funzionari di enti PA di alto livello è in visita amichevole presso una sede Oracle. Durante la visita, desidero offrire loro un oggetto-ricordo recante il logo Oracle. Ciò è contro la politica di Oracle? R: Dipende. La politica Oracle in linea di principio vieta l elargizione di qualsiasi oggetto di valore a dipendenti governativi a meno che questo sia espressamente consentito dalla legislazione vigente e dalla politica di Oracle. Consultare la sezione Cortesie aziendali che è possibile estendere e contattare il Legal Department di Oracle per stabilire la giusta condotta da tenere in casi di questo tipo. D: Un dipendente Oracle di alto livello incontra un funzionario pubblico del proprio Paese che occupa un alta posizione per discutere di un progetto Oracle per l apertura di un centro servizi condiviso. In segno di ringraziamento, il funzionario pubblico offre al dipendente un dono di un rilevante valore economico. Il dipendente può accettare il dono? R: No. In linea generale, i dipendenti Oracle possono accettare doni o altri cortesie aziendali purché questi abbiano modico valore e non siano offerti nell intento di influenzare il giudizio altrui. Non è mai considerato opportuno sollecitare direttamente o indirettamente l elargizione di doni o di altre cortesie. Se a un dipendente viene offerto un dono o un altra cortesia aziendale avente un valore rilevante da parte di un individuo, di un azienda o rappresentante di una Società che intrattiene o intende intrattenere una relazione commerciale con Oracle, il dipendente deve dimostrare che il dono non può essere interpretato come un tentativo dell offerente di assicurarsi un trattamento privilegiato. Inoltre, il dipendente, prima di accettare il dono, deve ottenere la necessaria approvazione scritta del Senior Vice President dell organizzazione cui appartiene, nonché quella del Regional Compliance & Ethics Officer. Lobbying verso i funzionari appartenenti alla PA Le interazioni tra Oracle e la PA sono normalmente disciplinate dalle leggi e dai regolamenti in materia di pratiche di lobby. Il lobbying è un attività volta ad influenzare le leggi, i regolamenti, le politiche e le regole del mercato, ma in talune giurisdizioni può anche arrivare ad includere attività riguardanti l acquisto di beni e servizi e di sviluppo di business. Queste leggi si applicano a funzionari pubblici con carica elettiva, a funzionari pubblici incaricati, come pure a dipendenti che intraprendono carriere pubbliche. La società potrebbe essere tenuta a registrare e/o segnalare le attività di lobbying riscontrate internamente ad essa, in conformità con la legislazione vigente. Queste includono attività condotte da dipendenti e consulenti esterni anche legali in relazione a rapporti con la PA. I dipendenti devono sapere se le attività che conducono fanno parte delle pratiche di lobby e dovrebbero consultare il Legal Department di Oracle per indicazioni in merito. Per ulteriori informazioni sulle leggi sul lobbying negli Stati Uniti e sulla politica di Oracle, consultare la Supplemental Policy on Government Contracting and Dealing with Government Officials and Employees, reperibile al sito Web Government Sector Legal & Compliance. Contributi politici Oracle ha assunto con fermezza l obbligo di rispettare le leggi in materia di contributi politici. Queste leggi variano ampiamente tra le varie giurisdizioni e Paesi e, in molti casi, sono legate alla peculiarità del territorio in cui trovano applicazione e subordinate all interpretazione. Di conseguenza, tutti i contributi politici effettuati da Oracle, tra cui la frequenza, la partecipazione e/o la sponsorizzazione di candidati politici, partiti, campagne ed eventi collegati, dovranno essere preventivamente approvati dal dipartimento Government Affairs di Oracle di Washington D.C. e dal Legal Department di Oracle. Inoltre, in molti casi è fatto divieto alle aziende di condurre campagne politiche. Alcune leggi sulle campagne politiche interpretano l utilizzo di risorse aziendali (ad esempio, attrezzature, , articoli di cancelleria, personale impiegato) come donazioni aziendali. È necessario quindi ottenere l approvazione del Legal Department di Oracle prima di utilizzare le risorse aziendali per le campagne o la raccolta di fondi a fini politici. Per ulteriori informazioni sulla politica inerente le attività politiche di Oracle negli Stati Uniti, consultare la Supplemental Policy on Government Contracting and Dealing with Government Officials and Employees, reperibile al sito Web Government Sector Legal & Compliance. D: Un cliente mi ha chiesto di unirmi ad una cena cui egli partecipa per la raccolta di fondi politici a favore del neoeletto capo del suo ente pubblico. Posso partecipare e addebitare le spese a Oracle? R: Dipende. Le attività di vendita dovrebbero essere tenute distinte dalle attività politiche. Inoltre, le donazioni, tra cui la partecipazione ad eventi con 15

11 finalità di raccolta di fondi politici, non dovrebbero mai essere rimborsate. Al contrario, per quelle attività già approvate dal Legal Department di Oracle, è necessario preventivamente presentare una richiesta per l ottenimento dei fondi. Attività politica individuale Oracle incoraggia i propri dipendenti a partecipare personalmente agli affari della vita pubblica ed alle questioni politiche. Tuttavia, i dipendenti sono tenuti a: Elargire ogni contribuzione politica personale con denaro proprio; Condurre ogni attività politica personale al di fuori dall attività lavorativa; Condurre ogni attività politica personale conformemente alle leggi applicabili; e Rispettare le policy di Oracle. Di seguito sono delineate le linee guida in materia di attività politica personale: Le contribuzioni personali a favore di un candidato ad una carica elettiva o di un partito politico non devono essere, o sembrare essere, effettuate, rimborsate da o agevolate mediante fondi o beni della Società. Non saranno retribuiti da Oracle i dipendenti che dedicano il loro tempo a concorrere per o a ricoprire cariche pubbliche, organizzare campagne per un candidato politico, o raccogliere fondi per attività politiche a meno che questo non sia previsto dalla legge e/o approvato dal Legal Department di Oracle. Ai dipendenti è consentito prendere un periodo ragionevole di permesso non retribuito per la conduzione di attività politiche personali compatibilmente con le mansioni svolte internamente a Oracle e con l approvazione del proprio manager, in conformità con le vigenti policy del dipartimento Risorse Umane. È altresì possibile impiegare le proprie ferie agli stessi fini politici. Non è consentito utilizzare o permettere che una campagna, candidato o partito politico utilizzino una struttura o un bene della Società, compresi i marchi aziendali, senza la preventiva approvazione scritta del dipartimento Government Affairs o del Legal Department di Oracle. Qualsiasi attività politica, per qualsiasi partito venga espletata, di carattere pubblico ed intenzionale, che potrebbe indurre chiunque a ritenere che le azioni personali del dipendente riflettano la posizione e l orientamento di Oracle, richiede l approvazione del dipartimento Government Affairs e del Legal Department di Oracle. D: Sto lavorando ad una campagna politica e devo partecipare ad un evento per la raccolta di fondi politici fuori città durante l orario di lavoro. Posso partecipare con il consenso preventivo del mio manager? R: Sì. Tuttavia, il giorno non lavorativo non sarà addebitato ad Oracle. Per partecipare all evento dovrete utilizzare un giorno di ferie o di permesso non retribuito. Esercizio del proprio potere di influenza sugli altri Non bisogna sfruttare la propria posizione per costringere od esercitare pressioni su altri dipendenti al fine di elargire contribuzioni politiche o sostenere candidati o cause politiche. In alcuni casi, Oracle può incoraggiare i dipendenti a sostenere o contestare aspetti e temi legislativi che possono interessare ed impattare le attività della Società. In nessun caso, tuttavia, è possibile utilizzare la propria posizione di autorità onde ottenere che un dipendente si senta costretto od obbligato a: Lavorare per o a beneficio di una legge, candidato, partito politico o comitato; Elargire contribuzioni a fini politici; oppure Esprimere il proprio voto in un senso o nell altro. Negli Stati Uniti, il Federal Election Campaign Act (la legge sulle campagne elettorali federali) consente a ciascuna società di istituire un comitato per la conduzione di affari politici. Oracle ha istituito il comitato denominato Oracle Political Action Committee (Oracle PAC) per consentire ai dipendenti di mettere insieme fondi personali per sostenere candidati a cariche locali, statali o federali. La raccolta fondi Oracle PAC deve essere conforme a tutte le leggi applicabili e dovrebbe essere esclusivamente rivolta a quei dipendenti che sono in condizioni di effettuare contribuzioni. Le contribuzioni a Oracle PAC sono di carattere volontario. La raccolta fondi Oracle PAC non può essere condotta in maniera coercitiva e tutte le comunicazioni in materia devono chiaramente ed esplicitamente menzionare che le contribuzioni sono a carattere volontario e che i dipendenti non saranno né avvantaggiati né svantaggiati sul lavoro, qualora decidano o meno di effettuare contribuzioni. La partecipazione del dipendente a Oracle PAC è tenuta riservata dall amministratore Oracle PAC, a meno che non sia diversamente prescritto dalla legge. D: Il mio manager mi chiede di effettuare una contribuzione a favore della campagna organizzata da sua figlia per una carica al consiglio comunale. È opportuno acconsentire alla contribuzione? R: No. Anche se il vostro manager non esercita pressioni su di voi, è inappropriato dare seguito alla sua richiesta. Se non siete a vostro agio nell affrontare la questione con il vostro manager, potete farlo con il suo diretto superiore, con il dipartimento delle Risorse Umane o con il Regional Compliance & Ethics Officer, oppure contattare la Oracle Compliance and Ethics Helpline o visitare la pagina Web per la segnalazione di episodi. Pubblico servizio Oracle incoraggia i propri dipendenti ad essere attivi nella vita pubblica delle comunità in cui vivono ed operano. Tuttavia in alcuni casi, questo tipo di attività, potrebbe porre il dipendente in una situazione di conflitto di interessi con Oracle. In qualità di membro del Consiglio di Amministrazione o di qualche altro comitato esecutivo, potreste ad esempio trovarvi a dover affrontare tematiche che riguardano Oracle e, conseguentemente, a prendere una decisione. La decisione potrebbe riguardare l acquisto di attrezzature o servizi forniti da Oracle, o un parere formulato da un comitato di ispettori del fisco o da un comitato per l urbanistica riguardante i beni immobili di Oracle. In questi casi, il vostro interesse per Oracle e il vostro impegno nell organizzazione pubblica potrebbero condurvi su binari opposti e determinare un conflitto di interessi, o quanto meno un conflitto apparente. Di conseguenza, è opportuno ritirarsi dalle attività pubbliche o della comunità che possano in qualche modo implicare e prevedere l assunzione di decisioni riguardanti Oracle. In caso di dubbi relativi a conflitti di interesse con Oracle in relazione ad attività pubbliche o della comunità, o a conflitti apparenti, è opportuno contattare il Regional Compliance & Ethics Officer per riesaminare l attività e ricevere esplicite indicazioni in merito alla propria partecipazione a questo tipo di attività. Proprietà intellettuale Oltre ovviamente ai propri dipendenti, i beni più importanti per Oracle sono i diritti di proprietà intellettuale, comprendenti: I diritti d autore; I brevetti; I marchi di fabbrica; e I segreti commerciali. Abbiamo il dovere di tutelare i diritti sulla proprietà intellettuale di Oracle osservando le policy di Oracle e le procedure emesse a tale scopo. Il riserbo sui segreti commerciali e sulle informazioni di proprietà di Oracle è un elemento fondamentale ai fini di questa tutela. L obbligo di riservatezza sopravvive anche quando il dipendente lascia la Società. È altresì fondamentale rispettare la proprietà intellettuale di terzi. Oracle fornisce il software necessario ai dipendenti per espletare adeguatamente le proprie funzioni in forza di opportuni accordi di licenza con i rispettivi fornitori. È contro la politica di Oracle utilizzare, copiare, esibire o distribuire software, documentazione o altro materiale di cui soggetti terzi detengono il diritto d autore senza l autorizzazione o l approvazione 16 17

12 del Legal Department di Oracle. Ad esempio, non è possibile pubblicare contenuti tutelati dai diritti d autore appartenenti a terzi su un sito Web interno o esterno o su un forum elettronico senza le necessarie approvazioni. È vietato utilizzare o copiare software o documentazione salvo che ciò sia espressamente consentito dai vigenti accordi di licenza. Consultare la pagina Web del Legal Department di Oracle per le policy e linee guida di interesse, tra cui: Information Protection Policy Employee Proprietary Information Agreement Copyright Compliance Policy Policy on Patent Communication and Searches D: Sto lavorando ad un progetto Oracle insieme ad un consulente esterno e questa persona ha necessità di accedere alla rete Oracle per portare a termine il suo lavoro. Posso condividere la mia user ID e password di rete con lui? R: No. I dipendenti Oracle non devono consentire a terzi di accedere ai sistemi informatici di Oracle senza la necessaria autorizzazione. Inoltre, il dipendente deve conservare le password di accesso ai sistemi Oracle, cambiarle regolarmente e non rivelarle a terzi. Occorre attenersi alla Oracle s Network Access Policy ed assicurarsi che il consulente sia stato autorizzato oltre ad ottenere tutte le necessarie approvazioni per l accesso. D: Spesso lavoro da casa o presso la sede del cliente e ho necessità di accedere alla mia posta aziendale Oracle. Posso inoltrare automaticamente i messaggi ricevuti sul mio indirizzo di posta aziendale Oracle al mio indirizzo personale mediante l utilizzo di un provider esterno di servizi Internet in maniera da accedere alla mia posta elettronica da casa? R: No. Non è possibile inoltrare automaticamente i messaggi di posta Oracle ad un indirizzo personale esterno al dominio Oracle senza l approvazione del dipartimento Global Information Security. Mediante l inoltro automatico dei messaggi di posta, le informazioni riservate vengono trasferite all esterno della rete Oracle e potrebbero essere accessibili a terzi. D: I dati di proprietà di un fornitore e da questi forniti nell ambito di uno specifico progetto all interno di Oracle possono essere condivisi con altre organizzazioni Oracle estranee al progetto o comunicati esternamente alla Società? R: Dipende dal fatto che il fornitore abbia autorizzato o meno la divulgazione dell informazione proprietaria al di fuori dello specifico progetto. Oracle deve attenersi alle restrizioni imposte dal fornitore circa l utilizzo delle proprie informazioni. Contattare il Legal Department di Oracle in caso di dubbi e/o chiarimenti in merito alla questione. CONDOTTA AZIENDALE Integrità finanziaria Documenti finanziari ed altra documentazione Per l adempimento degli obblighi aziendali, legali e finanziari di Oracle è di fondamentale importanza che i documenti commerciali e finanziari siano conservati con accuratezza ed esattezza. I libri e i documenti contabili di Oracle e le dichiarazioni fiscali devono documentare adeguatamente tutte le attività e le passività e rispecchiare fedelmente le transazioni effettuate dalla Società. In nessun caso dovranno essere effettuate false annotazioni sui libri o documenti contabili di Oracle. Di seguito sono riportate alcune linee guida per la corretta gestione delle registrazioni contabili: La fatturazione dell orario e delle spese dei consulenti, l invio dei timecard Oracle, l inserimento degli ordini da parte dei responsabili alle vendite, nonché l invio delle note spese concernenti le trasferte devono avvenire in maniera esatta e puntuale ed in conformità alla policy Oracle, alle norme professionali, leggi ed ai regolamenti applicabili. Non sarà possibile alterare il contenuto dei documenti in modo non appropriato oppure sottoscrivere documenti senza disporre dell adeguata autorizzazione o delega alla firma. Per ulteriori informazioni, consultare la Oracle s Document Signing Authority Policy, reperibile al sito Web del Legal Department di Oracle. I beni e i fondi di Oracle non dovranno essere utilizzati a fini illeciti, non opportuni o immorali. La gestione e l erogazione di fondi inerenti una transazione Oracle devono risultare da un accordo scritto debitamente autorizzato da Oracle con procedure chiaramente delineate. Per nessun motivo sarà possibile costituire o mantenere fondi o beni inerenti transazioni Oracle non dichiarati o non registrati. Non sarà possibile effettuare od approvare pagamenti per conto di Oracle con la consapevolezza che gli stessi potranno essere o saranno utilizzati per fini diversi da quelli previsti. D: Un cliente ha siglato e restituito un modulo d ordine dimenticando sbadatamente di firmare uno degli allegati. Il cliente è attualmente in vacanza fuori città. Ritenete sia opportuno firmare l ordine al posto del cliente e procedere al successivo processamento dello stesso? R: No. La contraffazione o la firma di documenti senza disporre della necessaria autorizzazione o delega alla firma è assolutamente contraria alla policy di Oracle. È opportuno restituire il modulo d ordine con il relativo allegato onde consentire al cliente di firmarlo. Conservazione dei documenti La Policy di Conservazione dei Documenti di Oracle (di seguito, la Retention Policy ) definisce le linee guida che disciplinano la conservazione e la consultazione dei documenti contabili di Oracle. La Retention Policy prevede che i documenti siano mantenuti secondo il documento denominato Corporate Record Retention Schedule ( Retention Schedule ). Esso identifica i documenti che devono essere conservati internamente all azienda e il periodo di conservazione in base al tipo di documento. Non è possibile conservare documenti che non siano indicati nella Retention Schedule a meno che, per tali documenti, non vi sia una attuale finalità commerciale o che il Legal Department di Oracle non abbia dato diverse disposizioni in merito includendo ulteriore documentazione per cui vige medesimo obbligo di tenuta e conservazione. Ogni dipendente è tenuto alla conoscenza ed al rispetto della Policy e della Retention Schedule. È possibile accedere alla Retention Policy e alla Retention Schedule dal sito Web del Legal Department di Oracle. La Retention Policy e la Retention Schedule riguardano sia i materiali cartacei sia quelli elettronici e si applicano a TUTTI i tipi di documenti indipendentemente dal formato in cui sono conservati, ovvero: Carta; ; Supporto video; Disco rigido; e Cd-rom o altro dispositivo di memoria elettronico. È necessario porre il giusto livello di attenzione affinché i documenti contenenti informazioni riservate siano conservati e consultati in conformità con la Retention Policy e la Information Protection Policy. D: Nello svolgimento delle mie mansioni, trovo delle fatture risalenti a due mesi fa. Sono tutte contrassegnate come pagate e gli schedari occupano spazio prezioso in archivio. Posso distruggere le fatture per lasciare spazio a documentazione più recente? R: No. Registrazioni quali le fatture rappresentano le spese che, all occorrenza, devono essere riportate, verificate e sottoposte a verifiche contabili in relazione ai report periodici presentati dalla Securities and Exchange Commission (SEC) ed agli azionisti Oracle. Consultare la Retention Schedule per indicazioni sul periodo di conservazione delle fatture. D: Il dipartimento contabile riceve una lettera dal legale di un cliente in cui si chiede ad Oracle di adempiere ad alcune promesse verbali presumibilmente effettuate in passato. Il mio manager mi chiede di riesaminare la mia posta aziendale per stabilire se vi sono dei messaggi che potrebbero avallare tale promessa. Trovo un messaggio che potrebbe essere interpretato come una promessa comunque rivolta ad una persona estranea alla relazione con il cliente; in ogni caso in buona fede ritengo che tale promessa non sia mai stata effettivamente fatta di fronte al cliente. Dovrei cancellare l ? R: No. La Oracle s Records Retention Policy richiede ai dipendenti di custodire tutti i documenti che potrebbero essere rilevanti in questioni per le quali la Società ragionevolmente prevede possa sopravvenire un contenzioso. È opportuno contattare immediatamente il Legal Department di Oracle per stabilire se, in talune circostanze, vi sia effettivamente una ipotesi ragionevole di contenzioso con il cliente. Se risulta che la legislazione locale dovesse richiedere la conservazione di un documento per un periodo maggiore, contattare il Legal Department di Oracle 18 19

13 per il tramite del legal counsel locale oppure inviare un all indirizzo Per eventuali quesiti sulla Oracle s Records Retention Policy o sulla Retention Schedule, contattare il Legal Department di Oracle. Divulgazioni al pubblico Essendo una società per azioni quotata in borsa, Oracle è tenuta a rivelare informazioni complete e puntuali riguardanti la Società nonché i risultati delle operazioni di business condotte. La nostra policy è di riferire sui risultati finanziari di Oracle e su altri significativi argomenti in maniera completa, onesta, precisa, puntuale e comprensibile. Oracle non tollera fughe di notizie non autorizzate o divulgazioni di informazioni aziendali alla stampa o alla comunità finanziaria al di fuori dei canali di informazione Oracle preposti a tale scopo. Tutte le comunicazioni con la stampa e la comunità finanziaria devono essere autorizzate dal dipartimento Public Relations o Investor Relations di Oracle. Questi dipartimenti, che riportano al comitato esecutivo di Oraclemanager hanno il compito di definire i portavoce per le comunicazioni con la stampa e gli analisti. Qualsiasi domanda che provenga dalla stampa o dalla comunità finanziaria dovrà essere indirizzata al dipartimento Public Relations o Investor Relations di Oracle. Per ulteriori informazioni, consultare la Oracle s Policy Regarding Communications with the Press and Analysts, reperibile al sito Web del Legal Department di Oracle. D: Ricevo la telefonata di un analista per gli investimenti che ha sentito che Oracle sta attraversando un trimestre difficile. Tuttavia, ho appena partecipato ad una conference call interna sui forecast di vendita in cui si sosteneva esattamente il contrario: ovvero, che Oracle affronterà all insegna del successo i prossimi tre mesi. Posso chiarire la questione con l analista? Dopo tutto, potrebbe essere una buona idea rettificare un informazione errata. R: No. Non è opportuno parlare con l analista. Solo i portavoce autorizzati dal dipartimento Investor Relations di Oracle, che dipendono dal comitato esecutivo di Oracle, possono dialogare con la comunità finanziaria su temi concernenti la Società o le previsioni finanziarie. Oracle si impegna a fornire informazioni pubbliche puntuali, precise, comprensibili, veritiere e complete inerenti le proprie previsioni finanziarie, e lo effettua in modalità aperta, anziché selettiva. È possibile rivolgere qualsiasi quesito al dipartimento Investor Relations di Oracle. In caso contrario, meglio astenersi da ed evitare commenti. D: Ricevo la telefonata di un giornalista che desidera avere maggiori informazioni sul recente annuncio di un prodotto Oracle. Conosco molto bene il prodotto. Posso parlare con il giornalista? R: No, o almeno non prima di aver ottenuto l autorizzazione dal dipartimento Public Relations di Oracle che deve preventivamente approvare tutte le comunicazioni con la stampa. Esso infatti può ritenere che siate il miglior portavoce della società, ma sono loro, e non voi, in grado di decidere. Cortesie aziendali che è possibile riservare L offerta di pranzi o cene, rinfreschi ed iniziative di intrattenimento, nonché l accesso ad eventi in occasione di eventi di business con personale non appartenente alla PA è una consuetudine comunemente accettata. Ove ritenuto appropriato ed opportuno é possibile estendere tal genere di cortesie. Tali consuetudini, tuttavia, non devono violare le rivolte, gli eventuali accordi contrattuali con un cliente, o la Oracle s Global Travel and Expense Policy. Il dipendente deve essere a conoscenza di tali normative, accordi e policy e rispettarle. Oracle vieta l elargizione diretta o indiretta di oggetti di valore (tra cui le donazioni o la sponsorizzazione di eventi) ad individui privati, aziende o enti come mezzo illecito di procacciamento di affari. I dipendenti che effettuano, agevolano e/o approvano spese finalizzate a pranzi o cene, rinfreschi o iniziative di intrattenimento devono adoperare la massima discrezione al fine di garantire che tali spese facciano parte del normale e consueto corso degli affari e non debbano essere ragionevolmente percepite come tangenti o procacciamento illecito di affari. D: Un cliente non appartenente alla PA con il quale intrattengo rapporti d affari viene ogni tanto a farci visita nei nostri uffici. Posso offrirgli il pranzo? R: Sì, è possibile offrirgli il pranzo. Tuttavia, esistono alcune limitazioni. È consentito offrire il pranzo ad un cliente nella misura in cui questo non violi i regolamenti del cliente o gli obblighi contrattuali tra il cliente ed Oracle; le spese inoltre devono essere ragionevoli in considerazione del rapporto d affari in essere. È bene ricordare che questa regola non si applica ai dipendenti o funzionari di enti appartenenti alla PA, anche se trattasi di clienti con cui Oracle già intrattiene rapporti commerciali. Sono infatti molteplici le normative ed i regolamenti che definiscono le linee guida per l offerta di oggetti di valore a personale di enti appartenenti alla PA. È opportuno leggere attentamente tali normative e regolamenti e conformarsi ad essi quando si interagisce con enti PA. Gli standard Oracle e le leggi applicabili per la conduzione di accordi con dipendenti e funzionari di enti PA sono più rigidi degli standard applicati per i dipendenti di società cd. private. Nella conduzione di accordi con dipendenti e funzionari di enti PA la policy generale di Oracle impone che non siano offerti oggetti di valore a questi soggetti. La Anti-Corruption Policy, reperibile al sito Web del Programma di Etica e Compliance, e la Supplemental Policy on Government Contracting and Dealing with Government Officials and Employees, reperibile al sito Web Government Sector Legal & Compliance, prevedono limitate eccezioni. Il dipendente deve essere a conoscenza delle normative e dei regolamenti di enti e dipartimenti PA con i quali si trova ad interagire. Contattare il Legal Department di Oracle in caso di dubbi relativi alle attività ed interazioni con enti appartenenti alla PA. Ad ogni modo, le cortesie aziendali devono essere sufficientemente simboliche in modo tale da non influenzare il giudizio del destinatario allo scopo di assicurarsi un trattamento privilegiato o un vantaggio illecito. Per verificare se una cortesia aziendale è appropriata o meno, anche ove consentito dalla legge, è sufficiente capire se, una volta rivelata pubblicamente, risulti imbarazzante per Oracle o per la persona cui è rivolta. Cortesie aziendali che è possibile ricevere Regali In via generale, i dipendenti Oracle possono accettare doni spontanei o altre cortesie aziendali da potenziali o attuali clienti, fornitori, o altri partner commerciali a condizione che tali doni non abbiano un valore rilevante e non siano offerti nell intento di influenzare il giudizio altrui. Non è assolutamente opportuno sollecitare direttamente o indirettamente l elargizione di doni o di altre cortesie. Se un individuo, un azienda o il rappresentante di una società che intrattiene o mira ad intrattenere una relazione commerciale con Oracle offre un dono o un altro tipo di cortesia a un dipendente, questi deve dimostrare che il dono non può essere in alcun modo interpretato come un tentativo dell offerente di assicurarsi un trattamento privilegiato. Il dipendente, prima di accettare il dono, deve ottenere la necessaria approvazione scritta del Senior Vice President dell organizzazione cui appartiene, nonché quella del Regional Compliance & Ethics Officer. Oracle riconosce che in alcuni Paesi del mondo l accettazione di doni è considerata una consuetudine comune 20 21

14 ed un eventuale rifiuto potrebbe avere ripercussioni negative su Oracle. Tuttavia, anche in questi casi, ove il dono abbia un valore più che simbolico, prima di accettare il dono, è necessario ottenere l approvazione scritta del Senior Vice President e del Regional Compliance & Ethics Officer. Né i dipendenti né i componenti del nucleo familiare del dipendente possono accettare prestiti, garanzie di prestito o pagamenti da un individuo o un azienda che intrattiene o mira ad intrattenere rapporti d affari con Oracle. Le eccezioni a questa regola includono prestiti da istituti bancari e finanziari riconosciuti, generalmente disponibili alle condizioni e ai tassi di mercato. Analogamente, non è possibile accettare commissioni di intermediazione, sconti o altri incentivi sui pagamenti od emolumenti da terzi con cui Oracle svolge il proprio business, tra cui, ad esempio, i membri di Oracle Alliance o le società di leasing. In linea di principio, sono fortemente sconsigliati i programmi di incentivi offerti da terzi. L Executive Vice President dell organizzazione di appartenenza nonché il Senior Vice President di Risorse Umane devono in primo luogo approvare tali programmi di incentivi. D: Posso accettare il pagamento delle spese di trasferta per partecipare o intervenire come speaker ad un incontro professionale? R: Dipende. La politica di Oracle impone che tutti i fornitori vengano trattati in maniera equa ed imparziale. Di conseguenza, non è opportuno accettare nulla che potrebbe apparire come un favoritismo da parte di un fornitore. Tuttavia, è più facile accettare il rimborso delle spese da parte di associazioni e gruppi professionali poiché tali organizzazioni solitamente non comprendono rivenditori che mirano a sfruttare un invito al dibattito per ottenere un trattamento privilegiato. Ad ogni modo, è necessaria l approvazione del Senior Vice President e del Regional Compliance & Ethics Officer. D: Sono un Senior Practice Director per Oracle Consulting e un cliente ha chiesto di poter corrispondere dividendi extra direttamente al nostro team di consulenza. È consentito? R: Probabilmente no. In linea di principio, la politica di Oracle non ammette che un cliente corrisponda bonus ai consulenti Oracle. Tutti gli incentivi, compresi bonus e premi, devono essere approvati dall Executive Vice President dell organizzazione di appartenenza e dal Senior Vice President del dipartimento Risorse Umane. D: Se il rappresentante di un fornitore, rivenditore o cliente viene da me con un set di penne e matite recanti il logo del fornitore in segno di stima, posso accettarlo? R: Sì. Se l articolo non ha un valore effettivo e rilevante ed è ampiamente disponibile ad altri in circostanze simili, è possibile tenerlo ed utilizzarlo a fini personali. Se l articolo non soddisfa tali criteri e, d altro canto, non è stata ottenuta la necessaria approvazione, è bene restituirlo cortesemente al donatore. D: Siamo nel periodo di vacanze e ho appena ricevuto da un rivenditore, a casa mia, un buono omaggio del valore di 500 dollari da spendere in un grande magazzino della zona. Posso accettare il buono omaggio? R: No. È possibile ricevere doni a condizione che non abbiano un valore rilevante. Un buono del valore di 500 dollari non è puramente simbolico e può essere inteso come un tentativo di favoritismo. È opportuno restituire immediatamente il buono omaggio, spiegando il motivo per cui non è possibile accettare doni di questo tipo nel rispetto della policy di Oracle. D: Mi hanno offerto uno sconto su un prodotto venduto da un fornitore Oracle. Posso approfittare dello sconto? R: Dipende. È possibile accettare lo sconto se consentito da una delle iniziative generalmente disponibili ai dipendenti Oracle. Accettare sconti non generalmente disponibili ai dipendenti Oracle potrebbe creare tentativi di favoritismo da parte del donatore, od ingenerare la convinzione che saranno riservati ulteriori favoritismi in futuro. Iniziative di intrattenimento È possibile accettare occasionalmente pranzi o cene di lavoro, rinfreschi o altre iniziative di intrattenimento adeguate alle circostanze nel corso delle normali attività commerciali. Ancora una volta, è bene sottolineare che è assolutamente inopportuno accettare tal genere di favori se vengono offerti unicamente al fine di influenzare le decisioni commerciali. Se un individuo o un azienda che intrattiene o mira ad intrattenere rapporti d affari con Oracle vi offre iniziative di intrattenimento che non rientrano tra quelle di routine, è necessario ottenere l approvazione scritta del Senior Vice President e del Regional Compliance & Ethics Officer prima di accettare. Ogni dipendente è tenuto personalmente ad assicurarsi che l accettazione di cortesie aziendali, doni o iniziative di intrattenimento sia adeguata e non sembri ragionevolmente costituire un tentativo per assicurarsi un trattamento privilegiato da parte dell offerente. D: Posso accettare un pranzo di lavoro dal rappresentante di un fornitore o di un rivenditore? R: Forse. In molte circostanze, i dipendenti Oracle possono accettare pranzi di lavoro occasionalmente e comunque di un valore modico. In altre occasioni, sarebbe più opportuno che Oracle o il dipendente offrissero il pranzo di lavoro. Ogniqualvolta è il rivenditore ad offrire un pranzo, è bene sempre considerare le circostanze specifiche e se l imparzialità del dipendente potrebbe essere compromessa o risultare compromessa agli occhi di altri. D: Sono responsabile dell organizzazione di varie riunioni, tra cui la selezione e prenotazione di hotel per grandi convegni Oracle sul marketing. Posso chiedere al responsabile dell hotel una stanza omaggio ad uso personale, dal momento che Oracle ha prenotato molte stanze d albergo in occasione del meeting? R: No. Tale richiesta violerebbe la policy di Oracle. La richiesta di una stanza omaggio sarebbe interpretata come lo sfruttamento della propria posizione per ottenere un trattamento privilegiato e potrebbe anche compromettere l imparzialità del dipendente nel prenotare sistemazioni alberghiere per futuri convegni. Conflitto di interessi Il termine conflitto di interessi descrive una circostanza che potrebbe mettere in dubbio la capacità di un dipendente di agire in assoluta obiettività in relazione agli interessi di Oracle. Oracle desidera che i propri dipendenti siano imparziali così da essere svincolati da qualunque conflitto di interessi. Ogni dipendente ha il compito di evitare relazioni di tipo commerciale, finanziario o altro, che potrebbero contrastare con gli interessi di Oracle o potrebbero cagionare un conflitto relativamente all espletamento dei compiti ad essi assegnati. I dipendenti dovrebbero comportarsi in maniera da evitare anche solo un presunto conflitto tra gli interessi personali e quelli di Oracle. Situazioni di conflitto di interessi possono insorgere secondo varie modalità. Esempi di azioni illecite commesse da dipendenti Oracle che si pongono in conflitto di interessi con Oracle includono, a titolo di puro esempio: L instaurare un rapporto di lavoro presso un azienda concorrente, indipendentemente dalla natura della mansione, in costanza di un rapporto di lavoro con Oracle; Lo svolgimento di affari con una società in cui un dipendente, o un membro appartenente al nucleo familiare del dipendente, ha una sostanziale partecipazione di controllo o responsabilità di gestione; Il possesso, o la partecipazione sostanziale da parte di un dipendente o di un membro del nucleo familiare di quest ultimo del capitale di una società concorrente o di una società fornitore di Oracle; 22 23

15 L agire come consulente indipendente nei confronti di un concorrente, cliente o fornitore Oracle; L avviare un attività o un impiego che interferiscano o sviliscano il lavoro di un dipendente in Oracle, o richiedano a un dipendente di divulgare informazioni proprietarie di Oracle; oppure Il far parte di un consiglio di amministrazione o l essere un consulente tecnico per un attuale o potenziale concorrente, cliente, partner o fornitore di Oracle. Talune volte è possibile che un conflitto di interessi si sviluppi in maniera casuale o inaspettata per cui lo stesso si manifesta poi facilmente. Se ritenete che esista un conflitto attuale o potenziale, riferite tutti per iscritto i dettagli al vostro manager. L insorgere di un conflitto non implica necessariamente che l attività proposta sarà vietata. Il dipendente è tenuto a comunicare per intero gli aspetti del conflitto al proprio manager e ad estraniarsi completamente dal processo decisionale. In relazione alla specifica richiesta di operare come amministratore o consulente tecnico di un altra società, bisogna essere molto attenti a non incorrere in un attuale o potenziale conflitto di interessi. Di norma, non sussiste conflitto di interessi laddove il dipendente, operando come amministratore o consulente, (1) dedichi un impegno minimo di tempo durante il normale orario di lavoro e non si sottragga alle proprie responsabilità lavorative in Oracle, (2) non determini la diffusione di informazioni proprietarie di Oracle, e (3) non costituisca un pericolo attuale o presunto per un concorrente, cliente, fornitore o altro partner commerciale di Oracle. Indipendentemente dal modo in cui il dipendente percepisce il conflitto, prima di operare come amministratore o consulente tecnico di un altra società, o di impegnarsi in attività che potrebbero implicare un conflitto, il dipendente dovrà comunicare per intero tale opportunità al proprio manager ed ottenere da questi un approvazione scritta, nonché le approvazioni dell Executive Vice President e del Regional Compliance & Ethics Officer dell organizzazione di appartenenza. Inoltre, se constatate una situazione in cui ritenete che un altro dipendente possa trovarsi in buona fede in una situazione di conflitto di interesse, riferite della situazione al vostro manager. Questi è tenuto a riportare la questione al Regional Compliance & Ethics Officer, ove necessario, ai fini di una rapida risoluzione. È possibile anche riferire di eventuali conflitti di interesse direttamente al Regional Compliance & Ethics Officer dell organizzazione di appartenenza, ove necessario. Le segnalazioni dei dipendenti saranno trattate nel più stretto riserbo. I manager di alto livello Oracle (Chief Executive Officer, President(s), Chief Operating Officer, Chief Financial Officer, Chief Accounting Officer, General Counsel, ciascun Executive Vice President, nonché ciascun Senior Vice President) sono soggetti all applicazione del presente Codice e della Oracle s Supplemental Conflict of Interest Policy for Senior Officers. I membri del Consiglio di Amministrazione non dipendenti Oracle devono conformarsi a tutte le disposizioni in materia di conflitto di interessi formulate dalla Oracle s Corporate Governance Guidelines in sostituzione delle disposizioni in materia di conflitto di interessi formulate nel presente Codice. Oracle s Supplemental Conflict of Interest Policy for Senior Officers e le Oracle s Corporate Governance Guidelines sono pubblicate nella sezione Corporate Governance delle pagine Web Investor Relations di Oracle. I manger di alto livello e i membri del Consiglio di Amministrazione di Oracle che desiderino approfondire eventuali domande in merito al presente Codice o ad altre rilevanti policy devono contattare il General Counsel di Oracle. D: Desidero avviare un attività di consulenza incentrata primariamente sulle piccole imprese, la quale potrebbe annoverare, tra i suoi clienti, alcuni clienti Oracle. Questa mia idea costituisce un conflitto di interessi in base alla politica di Oracle? R: Sì. Questa attività costituisce un conflitto di interessi se: La vostra nuova attività vi distoglie dal lavoro che svolgete in Oracle; Il servizio da voi offerto è simile ai servizi forniti da Oracle; I clienti della vostra nuova attività sono, tra l altro, attuali o potenziali clienti, fornitori o concorrenti Oracle; oppure Potrebbero venire utilizzate informazioni proprietarie di Oracle. Sarebbe opportuno riesaminare la questione con il vostro manager ed ottenere la sua approvazione, oltre all approvazione del Regional Compliance & Ethics Officer e dell Executive Vice President. D: Alcuni amici mi hanno proposto di investire in una società che fabbricherà un prodotto che potenzialmente potrebbe essere venduto a Oracle. Dal momento che si tratta di un interesse a mero titolo di investimento e che io non prenderò parte all amministrazione societaria né rivestirò funzioni di consigliere, questo costituisce conflitto di interessi? R: Dipende. Il fatto che questa attività possa costituire un conflitto di interessi dipende dai seguenti fattori: La posizione occupata in Oracle; L influenza di cui godete agli occhi degli altri nella selezione dei fornitori Oracle; L entità dell investimento; e L importanza di Oracle come potenziale cliente. Sarebbe opportuno riesaminare la questione con il vostro manager ed ottenere la sua approvazione, oltre all approvazione del Regional Compliance & Ethics Officer e dell Executive Vice President. D: Un attuale cliente Oracle mi ha chiesto una consulenza per lo sviluppo di un prodotto che non rientra nella sfera d interesse di Oracle. Ho spesso a che fare con questo cliente sul lavoro. Potrebbe trattarsi di un conflitto di interessi? R: Sì. Ciò potrebbe creare un conflitto di interessi poiché altri rivenditori, fornitori o clienti di Oracle potrebbero sospettare che accordiate favoritismi alla società in questione anche ove non ce ne fossero. Potrebbe essere in dubbio l obiettività delle vostre decisioni commerciali. Inoltre, ciò creerebbe un conflitto di interessi nel caso in cui forniate personalmente al cliente servizi che Oracle avrebbe benissimo potuto continuare ad erogare. D: Un dipendente Oracle può tenere corsi presso una università locale? R: Sì. Ai dipendenti Oracle è consentito insegnare in istituzioni scolastiche di qualsiasi livello e grado previa approvazione scritta del proprio manager, del Regional Compliance & Ethics Officer e dell Executive Vice President. D: Mi hanno chiesto di partecipare al consiglio di amministrazione di una società recentemente costituita. Posso accettare? R: Non senza preventiva autorizzazione. Se desiderate far parte di un consiglio di amministrazione, è indispensabile ottenere l approvazione scritta dell Executive Vice President e del Regional Compliance & Ethics Officer dell organizzazione di appartenenza. La società di cui fate parte non dovrebbe essere in concorrenza con Oracle né dovrebbe essere un cliente, partner o fornitore Oracle, e il tempo che dedicate a tale attività non dovrebbe essere rilevante ai fini del vostro impegno. È comunque possibile ricevere una remunerazione per l attività prestata. D: È consentito ad uno sviluppatore software, durante il proprio tempo libero e senza utilizzare le attrezzature o le informazioni proprietarie di Oracle, sfruttare le proprie conoscenze e capacità tecniche per progettare, sviluppare e commercializzare a scopo di lucro un prodotto o un servizio che non è in concorrenza con i prodotti o i servizi Oracle? 24 25

16 R: Sì. Lo sviluppatore software può intraprendere questa attività a condizione che il prodotto o servizio non sia in alcun modo in relazione con le attività di Oracle, e che non si tratti di un prodotto o servizio che Oracle intende offrire in futuro. D: Sono uno sviluppatore software considerato un esperto nel mio campo. L università presso cui insegno dopo il lavoro mi ha chiesto, con la collaborazione di Oracle, di scrivere un libro sulle mie specifiche esperienze settoriali. Teoricamente, avrei diritto a ricevere una remunerazione economica per il libro. Posso farlo? R: Dipende. Potete scrivere libri sul vostro settore di specializzazione a condizione che il testo non possa in alcun modo essere posto in relazione con le attività di Oracle e che la stesura del libro non interferisca con il vostro lavoro in Oracle. Se il testo è riferito alle attività di Oracle, è necessario ottenere l approvazione scritta del Legal Department di Oracle e ogni altra necessaria approvazione prima di iniziare il progetto. Consultate il Legal Department di Oracle per ulteriori linee guida in materia. D: Un dipendente Oracle il cui marito è titolare di un azienda di grafica è alla ricerca di un grafico per la realizzazione di attività collaterali di marketing per Oracle. È possibile selezionare l azienda del marito se il costo è simile a quello di altre società di grafica? R: Non senza autorizzazione. Questa situazione presenta un evidente conflitto di interessi e il dipendente non può procedere alla selezione senza autorizzazione. Il dipendente deve chiarire apertamente la situazione ed 26 ottenere l approvazione del proprio manager, dell Executive Vice President e del Regional Compliance & Ethics Officer. Il dipendente dovrà rimanere completamente estraneo al processo selettivo e decisionale. Donazioni Ci impegniamo a far uso delle nostre risorse e tecnologie per favorire la cultura in maniera innovativa, promuovere la diversità, arricchire la vita delle comunità e tutelare l ambiente. Siamo orgogliosi che lo stesso spirito innovativo alla base del successo tecnologico di Oracle guidi anche la realizzazione di iniziative globali di cittadinanza aziendale a beneficio delle nostre comunità. Esempi di azioni di questo tipo includono Oracle Education Initiatives, Oracle Volunteers e Oracle Giving. Oracle non elargisce donazioni caritatevoli per la conclusione di accordi o per assicurarsi un trattamento di favore da parte dei responsabili delle decisioni aziendali. Tuttavia, le unità di business possono supportare le organizzazioni no-profit, sempre che tale approccio sia inquadrato nell ottica di una relazione commerciale positiva continua e non per la conclusione di affari o la concessione di un trattamento privilegiato in merito alle decisioni che riguardano Oracle. È bene chiarire tutti i dubbi su questioni relative ad eventuali conflitti di interessi che possono insorgere in relazione a donazioni caritatevoli. Per ulteriori informazioni, consultare la Policy sulle Contribuzioni Aziendali di Oracle, disponibile nella sezione Cittadini di Oracle Community. D: Faccio parte del Consiglio di Amministrazione di un organizzazione no-profit. Posso garantire che il Consiglio di Amministrazione di Oracle approverà una donazione all organizzazione? R: No. Avete il dovere di chiarire all organizzazione no-profit che la vostra partecipazione quale membro appartenente al consiglio di amministrazione della stessa si concentra sulle vostre capacità individuali, che rappresentate voi stessi e che è fortemente improbabile che possiate garantire eventuali donazioni da parte di Oracle. Se l organizzazione no-profit riceve da sempre donazioni da parte di Oracle o intrattiene rapporti formali con Oracle, è necessaria l approvazione dell Executive Vice President e del Regional Compliance & Ethics Officer prima di sedere in Consiglio. Consultare anche la sezione Conflitto di Interessi. Tutela delle informazioni riservate A tutti i dipendenti è fatta richiesta di tutelare le informazioni riservate cui essi accedono in relazione al rapporto di lavoro con Oracle. Le politiche sulla privacy di Oracle disciplinano la raccolta, l utilizzo, il trasferimento e la sicurezza dei dati relativi ai dipendenti, i dati sui clienti e potenziali clienti, e i dati cui Oracle ha accesso in relazione ai servizi. Ai dipendenti è richiesto di conformarsi a tali politiche durante la fase di raccolta o di trattamento di informazioni personali riservate. La Policy sulla Tutela delle Informazioni di Oracle, disponibile al sito Web del Legal Department di Oracle, stabilisce i requisiti per il trattamento delle informazioni confidenziali. In essa viene fornita una descrizione delle varie categorie di informazioni riservate, tra cui: Le informazioni pubbliche Le informazioni riservate interne Oracle Le informazioni riservate Oracle Le informazioni strettamente riservate Oracle La Policy sulla Tutela delle Informazioni fornisce opportune linee guida per la corretta gestione di ciascuna categoria di informazioni, tra cui le restrizioni sull utilizzo, la divulgazione, la conservazione, la trasmissione e la cancellazione delle stesse. Tutte le informazioni inerenti le attività di Oracle per cui non è prevista la divulgazione pubblica dovrebbero essere considerate riservate. Le informazioni riservate comprendono: Il software ed altre invenzioni o sviluppi (indipendentemente dalla fase di sviluppo); I piani di vendita e di marketing; Le analisi concorrenti; I piani di sviluppo dei prodotti; I prezzi; I potenziali contratti, fusioni o acquisizioni; I piani e le previsioni finanziarie e commerciali; e Le informazioni sui dipendenti. Non si dovrebbe ricorrere all utilizzo di sistemi terzi per registrare dati finanziari, di marketing o di vendite Oracle, o altri dati. I dati aziendali riservati di Oracle devono essere registrati od elaborati solo attraverso i sistemi Oracle. Inoltre, le informazioni riguardanti clienti, partner, potenziali clienti e rivenditori Oracle precedentemente fornite sotto vincolo di confidenzialità ad Oracle sono considerate informazioni riservate. Ciò include tutti i dati forniti ad Oracle dai clienti per l erogazione di servizi di hosting, di assistenza o di consulenza, o altri servizi. La Services Privacy Policy, disponibile al sito Web del Legal Department di Oracle, delinea gli obblighi cui è tenuta Oracle nell ottica della tutela delle informazioni personali contenute nei dati forniti per l erogazione di servizi di hosting, di assistenza o di consulenza, o altri servizi. La salvaguardia del codice sorgente di Oracle è di estrema importanza per la conduzione delle nostre attività. Il codice sorgente di Oracle è considerato un informazione che viene trattata come strettamente riservata. Qualsiasi divulgazione del codice sorgente al di fuori di Oracle deve essere preventivamente approvata dall Executive Vice President del gruppo di prodotti in questione e dall HQAPP o dal CEO. Contattare il Legal Department di Oracle per conoscere i regolamenti applicabili prima di divulgare dati relativi al codice sorgente. Oracle si aspetta che i propri dipendenti osservino tutte le policy sulla sicurezza. È vietato accedere o tentare di accedere ai sistemi o alle aree senza le necessarie autorizzazioni. Analogamente, non è consentito a terzi accedere ai sistemi od aree di Oracle senza le necessarie autorizzazioni. Consultare la Oracle s Third Party Network Access Policy disponibile al sito Web del Legal Department di Oracle, per ulteriori informazioni in merito alla questione. Eventuali accessi non autorizzati ad una sede Oracle vanno immediatamente riferiti al dipartimento Global Physical Security di Oracle così come eventuali 27

17 28 accessi non autorizzati alle reti o ai sistemi Oracle vanno riportati al Legal Department di Oracle o a Global Information Security. L obbligo del dipendente di salvaguardare le informazioni confidenziali della società, nonché quelle personali, sopravvive anche al termine del rapporto d impiego con Oracle. Inoltre, non solo ci aspettiamo che i nostri dipendenti osservino l obbligo di non divulgazione delle informazioni successivamente alla risoluzione del rapporto di lavoro con Oracle, ma ci aspettiamo che i dipendenti osservino l obbligo di protezione delle informazioni riservate dei loro precedenti datori di lavoro. È vietato portare all interno di Oracle o utilizzare in una qualsiasi forma durante il proprio lavoro in Oracle qualsiasi informazione riservata ottenuta durante o in conseguenza del lavoro svolto presso ex datori di lavoro. Mezzi di comunicazione Come azienda, incoraggiamo la comunicazione tra i nostri dipendenti, clienti, partner, ed altri e riteniamo che blog, reti sociali, forum di discussione, wiki, video, ed altri media sociali rappresentino un buon modo per stimolare la conversazione e la discussione. La Oracle Social Media Participation Policy, disponibile al sito Web del Legal Department di Oracle, stabilisce i requisiti per la partecipazione dei dipendenti ai media sociali. In questo senso, è fondamentale tenere a mente quanto segue: Il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale e le policy aziendali e giuridiche di Oracle si applicano al comportamento che il dipendente deve assumere online (durante i blog o le discussioni online) e non; Bisogna astenersi dal partecipare a discussioni sull offerta di prodotti futuri; È necessario rispettare i diritti di proprietà intellettuale di terze parti, inclusi i copyright; Occorre far capire che le opinioni sono vostre e non necessariamente riflettono i punti di vista di Oracle; Bisogna evitare di fare interventi biasimevoli od opinabili. Raccolta di informazioni sui concorrenti Oracle e terzi I dipendenti Oracle non devono tentare di entrare in possesso di informazioni proprietarie sui concorrenti Oracle né di ottenere informazioni illegalmente sui concorrenti o terze parti o in altra maniera che implichi una violazione delle regole base di onestà o una violazione dell accordo di impiego o di riservatezza. E assolutamente fatto divieto ai dipendenti Oracle di procurarsi informazioni sulla concorrenza mediante l utilizzazione di rappresentazioni false o fuorvianti circa la propria identità. Qualora inavvertitamente o per caso fortuito veniate a conoscenza di informazioni confidenziali o di proprietà di terzi senza alcun autorizzazione, è opportuno contattare immediatamente il Legal Department di Oracle all indirizzo A meno che il Legal Department di Oracle non disponga diversamente, sarete tenuti a distruggere immediatamente qualsiasi copia di tali informazioni in vostro possesso. I dipendenti possono formulare osservazioni sui prodotti e sulle attività dei concorrenti basandosi su informazioni pubblicamente disponibili, ad esempio presentazioni e documenti di marketing, articoli di giornali e riviste, annunci pubblicitari, ed altre informazioni pubblicate. D: Ho appena ricevuto sul mio indirizzo di posta alcune informazioni di proprietà di un concorrente da una fonte anonima. Posso utilizzarle? R: No. Al contrario, è bene contattare immediatamente il Legal Department di Oracle all indirizzo A meno che il Legal Department di Oracle non disponga diversamente, sarete tenuti a distruggere immediatamente qualsiasi copia di tali informazioni in vostro possesso. Una corretta raccolta di informazioni riservate è una strategia di marketing legittima, ma Oracle non approverà mai l utilizzo di presunte informazioni proprietarie ricevute da fonti anonime. D: Un concorrente sta tenendo un convegno per annunciare ai clienti i piani sui prodotti futuri. Posso iscrivermi sotto falso nome per partecipare al convegno? R: No. Non è possibile dichiarare una falsa identità nel tentativo di raccogliere informazioni. Oracle è legalmente perseguibile per furto di segreti commerciali o spionaggio aziendale o essere soggetta a limitazioni nel conseguimento dei propri fini commerciali nella misura in cui tali scopi possano risultare illeciti a causa di un accesso non autorizzato ai segreti commerciali di un concorrente. È consentita la raccolta di fatti leciti attraverso fonti pubbliche. È assolutamente inaccettabile il ricorso alla menzogna per accedere alle informazioni proprietarie di un concorrente. D: In passato lavoravo per un cliente di uno dei concorrenti Oracle. Grazie alla mia posizione, sono a conoscenza dei modi di operare del concorrente. Addirittura, conservo ancora uno dei loro contratti sul mio computer. Posso condividere questa informazione con Oracle? R: No. Può essere allettante utilizzare informazioni su un concorrente ottenute grazie ad un precedente impiego a vantaggio di Oracle, ma in questo caso esistono delle policy che lo vietano. Desideriamo che i nostri dipendenti salvaguardino le informazioni confidenziali ottenute dai loro precedenti datori di lavoro. Utilizzo delle risorse Oracle Ci serviamo di un gran numero di risorse e di beni aziendali per l espletamento delle nostre mansioni. Queste includono le strutture Oracle, computer, telefoni e indirizzi di posta elettronica. È fondamentale che ciascuno di noi comprenda bene in che modo vadano utilizzate le nostre risorse. Ciascuno di noi deve osservare Oracle Acceptable Use Policy for Company Resources, disponibile al sito Web del Legal Department di Oracle. Gli argomenti affrontati includono: Utilizzo personale delle risorse Oracle e comportamento appropriato; Utilizzo di sistemi di messaggistica istantanea, , posta elettronica vocale, telefoni cellulari, supporti rimovibili, reti P2P, crittografia, reti LAN senza fili; Connessioni sicure alla rete Oracle; Utilizzo di password e prevenzione dei virus informatici; Tutela delle informazioni riservate; Rilascio di dichiarazioni pubbliche; Attività di marketing; Utilizzo di sistemi Oracle da parte di terzi; e Monitoraggio dell utilizzo di risorse e strutture aziendali. Oracle può fare ricorso a procedure di sicurezza all interno delle proprie strutture per monitorare e mantenere la sicurezza, incluso l utilizzo di sistemi di sorveglianza a circuito chiuso. Inoltre, l utilizzo di computer, sistemi e risorse Oracle può essere monitorato nella misura consentita dalla legge applicabile. Inoltre, Oracle chiede ai propri dipendenti di osservare sempre le policy sulla sicurezza fisica e sulle informazioni. I beni di Oracle non possono essere posti in vendita, dati in prestito, ceduti o comunque utilizzati senza la necessaria autorizzazione. In caso di risoluzione del rapporto di lavoro con Oracle, dovranno essere restituiti all azienda tutti i beni, tra cui chiavi, badge, attrezzature informatiche, software, manuali e documenti interni. D: Oracle ha acquistato numerosi programmi software per aiutare i dipendenti a svolgere il proprio lavoro. Mi hanno chiesto di copiare alcuni di questi programmi di modo che i dipendenti possano utilizzarli, in quanto i programmi software sono necessari sin da subito e i dipendenti non possono attendere l acquisto delle copie loro destinate. Posso farlo? R: Dipende. Se i programmi sono tutelati dal diritto d autore o comunque protetti e Oracle non ha acquistato la necessaria licenza a livello aziendale, duplicare i programmi non solo sarebbe una violazione della policy di Oracle ma potrebbe condurre a pesanti conseguenze legali per la Società. Non bisogna mai eseguire copie del software a meno che non si accerti di disporre dei requisiti legali per farlo. 29

18 RELAZIONI ORACLE Oracle e i suoi dipendenti I dipendenti Oracle sono incoraggiati ad esprimere le loro idee per migliorare il luogo di lavoro e ad esporre tutti gli eventuali dubbi inerenti il posto di lavoro o i problemi specifici relativi alle mansioni di ciascuno. Non vi saranno ripercussioni né saranno tollerate ripercussioni contro dipendenti che, in buona fede, abbiano esposto un problema o un dubbio, o presentato un reclamo. L obiettivo è trattare ciascun dipendente con lealtà ed imparzialità. Diversità Oracle afferma il principio dell opportunità di parità occupazionale a prescindere dalle caratteristiche protette, tra cui: Razza; Religione; Nazionalità; Colore della pelle; Sesso; Identificazione sessuale; Età; Disabilità; Gravidanza; Stato civile; Stirpe/nazionalità; Assolvimento del servizio militare; oppure Orientamento sessuale. Oracle mette in pratica e promuove queste policy in ogni luogo come previsto dalla legge. Viene affermato il principio di libertà dalla discriminazione sotto tutti gli aspetti del rapporto di lavoro, dai contatti iniziali e assunzione, alla valutazione delle prestazioni, retribuzione e promozioni, fino alla conclusione del rapporto di lavoro con Oracle. Oracle valuta con il più stretto rigore le azioni delle nostre risorse sulle capacità, prestazioni, esperienze personali nonché sui fabbisogni aziendali. Si vuole quindi evitare che le azioni siano influenzate da relazioni personali o da pratiche discriminatorie di ogni genere. L obiettivo è pertanto di ricompensare il personale, attraverso emolumenti, stipendi ed altri benefit, in relazione alle loro responsabilità, prestazioni e funzioni. Oracle si adopera anche per conformarsi alle linee guida in tema di età minima, orario di lavoro e salari sancite dalle leggi applicabili. Viene infine compiuto ogni possibile sforzo per articolare il contenuto dei lavori in maniera che i dipendenti trovino la giusta motivazione ed entusiasmo in quello che fanno. Molestie La politica di Oracle è fornire un ambiente di lavoro sereno e privo di vessazioni e molestie di qualsiasi natura. Benché con il termine molestie spesso si intendono le molestie a sfondo sessuale, le molestie sul posto di lavoro includono anche le discriminazioni in base alla razza, religione, nazionalità, sesso, orientamento sessuale, identificazione sessuale, età, disabilità o altre caratteristiche protette di una persona. Oracle vieta le molestie sotto qualsiasi forma, fisiche, verbali e non verbali. Nel caso veniate a conoscenza di casi di molestie, riferite al vostro manager o, se opportuno, al rappresentante del dipartimento Risorse Umane. La vostra segnalazione sarà mantenuta quanto più riservata possibile e né voi né le figure coinvolte subiranno ritorsioni a seguito della segnalazione fatta in buona fede. D: Gran parte del mio lavoro viene praticamente svolto da una persona che sembra essere interessata a me oltre l aspetto puramente professionale. La persona in questione fa commenti allusivi che mi mettono a disagio e tende spesso a trovarsi a distanza molto ravvicinata con me. Fino ad oggi è stato possibile ignorare il suo comportamento, ma negli ultimi giorni questa persona è arrivata a chiamarmi a casa in tarda serata. Alla fine, mi ha chiesto un appuntamento. Dovrei segnalare questo comportamento? R: Sì, sarebbe opportuno riferire un tale comportamento. Parte del lavoro del vostro manager è ascoltare i reclami riguardanti le azioni dei sottoposti ed agire in base alle informazioni disponibili. Nei casi di molestie, questo include la possibilità di riferire la questione al dipartimento Risorse Umane per avviare un riesame e, se necessario, una indagine più accurata. D: Ho riferito al mio manager di un caso riguardante, a mio avviso, una molestia, ma la persona in questione non sembra prendere troppo sul serio la mia preoccupazione. Ho alternative? R: Sì. Potete deferire la questione direttamente a Risorse Umane. Se preferite non parlare personalmente della questione, potete utilizzare la linea Oracle Compliance and Ethics Helpline o la pagina Web per la segnalazione di episodi in tema di etica e compliance. Salute e sicurezza Oracle si impegna a tutelare la salute e la sicurezza dei propri dipendenti, dei visitatori e del pubblico. La politica di Oracle è mantenere efficienti le proprie strutture e condurre le attività commerciali in maniera da non pregiudicare la salute e la sicurezza professionale dei propri dipendenti. Tutti i dipendenti sono tenuti a conformarsi alle leggi sulla politica e sulla sicurezza ed alle policy di Oracle. Non sono tollerati atti di minaccia o violenza a danno di dipendenti Oracle, dipendenti a tempo determinato, imprenditori indipendenti, clienti, partner, fornitori, o altre persone e/o beni. I presunti atti di minaccia o violenza devono essere tempestivamente segnalati. Per le emergenze, contattare le forze dell ordine locali. Imposte I dipendenti Oracle sono tenuti al rispetto di tutte le norme in tema di corretto versamento di tutte le imposte sul reddito per i redditi percepiti da Oracle, ivi comprese le imposte sui redditi derivanti dall esercizio delle stock option. Oracle e i suoi clienti Il successo di Oracle è direttamente proporzionale alla qualità del servizio offerto ai suoi clienti. Oracle costituisce per il mercato una fonte di attrazione grazie alla qualità dei propri prodotti e servizi, alla percezione fondata sul fatto che i propri prodotti e servizi sono quotati ad un prezzo ragionevole che apporta valore ai clienti, ed al contenuto e veridicità delle presentazioni legate alle vendite e ai prodotti. Oracle e i suoi partner Insieme ai suoi partner Oracle fornisce ai clienti di tutto il mondo soluzioni e servizi all avanguardia. Questi standard possono essere raggiunti solo grazie alla cooperazione dei nostri partner. Oracle chiede ai propri partner di conformarsi ai più elevati standard etici, di condurre business secondo etica e correttezza, e di evitare di impegnarsi in attività che implichino eventuali scorrettezze. Oracle si attende che i propri partner aderiscano agli standard dettati dal Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale per i partner. Inoltre, ad essi viene richiesto di rispettare tutte le leggi e normative applicabili

19 Oracle e i suoi fornitori I rapporti commerciali aperti e sinceri con i fornitori di Oracle vengono intrattenuti all insegna dell apertura ed della trasparenza: Oracle si adopera per sviluppare le relazioni con reciproca soddisfazione. Ai fornitori viene quindi richiesto di conformarsi ai più elevati standard etici ed evitare di intraprendere attività che implichino scorrettezze. I fornitori dovranno quindi aderire al Codice Oracle di Etica e condotta aziendale per i fornitori, rispettare tutte le leggi e normative applicabili e garantire che tutti i beni e i servizi forniti siano conformi alle norme di legge applicabili. Oracle e le comunità del territorio in cui opera Oracle si impegna ad adoperare le proprie risorse e tecnologie per favorire la cultura in maniera innovativa, promuovere la diversità, arricchire la vita delle comunità e proteggere l ambiente. Nel trovare il giusto equilibrio tra le esigenze commerciali e le esigenze ambientali, la politica di Oracle è mantenere efficienti le proprie strutture e condurre le operazioni commerciali in maniera da ridurre al minimo l impatto negativo sull ambiente. Ad esempio, cerchiamo di ridurre, riutilizzare e riciclare il maggior numero di risorse possibili. Oracle si attiene a tutte le leggi e normative ambientali applicabili. È possibile riferire immediatamente situazioni e circostanze di non conformità alle leggi ed ai regolamenti ambientali al Facilities Manager locale, al Regional Compliance & Ethics Officer, oppure, ove consentito dalla legge, rivolgersi alla Oracle Compliance and Ethics Helpline o al sito Web per la segnalazione di episodi in tema di etica e compliance. APPLICAZIONE DEL CODICE La forza di Oracle sta nei suoi dipendenti. Oracle è orgogliosa di poter contare su un gruppo di dipendenti di talento sparsi in tutto il mondo, certa del fatto che ogni dipendente è consapevole di dover rispettare gli standard del presente Codice e sostenere i valori aziendali per poter continuare a ricoprire una posizione di eccellenza nel nostro settore. Benché Oracle non dubiti del fatto che ogni dipendente faccia la sua parte come membro del team di Oracle, ribadiamo con fermezza che non saranno tollerate deviazioni dalle policy di Oracle o dagli standard di condotta aziendale. Il processo d indagine Il Regional Compliance & Ethics Officer è la persona deputata a raccogliere le questioni relative a problemi etici e di condotta aziendale, a svolgere le indagini e a risolvere i casi di sospetta cattiva condotta. Le indagini saranno svolte secondo etica e conformità alle leggi ed alle policy Oracle applicabili. Oracle può fare ricorso ad una varietà di metodi di conduzione delle indagini. Nella misura consentita dalla legge applicabile, tra i metodi di indagine figurano i colloqui con le parti coinvolte e i testimoni, il riesame dei documenti finanziari e non, i controlli penali, il monitoraggio e/o l analisi di computer, sistemi, uffici, ed altre risorse. Sono vietate tecniche d indagine inappropriate (ad esempio, l adduzione di cavilli o altre attività di ingegneria sociale tendenti allo studio del comportamento di una persona al fine di carpire informazioni). I dipendenti hanno l obbligo di cooperare fattivamente alle indagini e di rispondere con tempestività ed in maniera completa e veritiera a tutte le richieste di informazioni, colloqui o documenti nel corso di una indagine. Oracle tratta con riserbo tutte le segnalazioni di sospetta cattiva condotta, e solo le persone preposte verranno informate e coinvolte nelle indagini. Le seguenti figure aziendali sono autorizzate ad avviare accertamenti relativi al Codice di Condotta e/o indagini legali su una violazione al Codice: Oracle Corporation General Counsel, Chief Compliance & Ethics Officer, oppure Regional Compliance & Ethics Officer. Tutte le segnalazioni di cattiva condotta e i relativi documenti d indagine verranno trattati in compliance alla Policy di Oracle sulla Privacy Interna ed alla Policy di Oracle sulla Tutela delle Informazioni, ambedue disponibili al sito del Legal Department di Oracle

20 Provvedimenti disciplinari Oracle applica la più ferma coerenza nell applicazione di misure disciplinari. I fattori che vengono considerati per la determinazione di adeguati provvedimenti disciplinari includono l eventuale violazione di leggi; l eventuale violazione del Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale o di altre policy aziendali; le azioni intraprese da Oracle di fronte a situazioni analoghe; le eventuali azioni prescritte dalla giurisdizione competente; il ruolo, le prestazioni e i precedenti disciplinari del dipendente. I Regional Compliance & Ethics Officers, insieme ad altri dipartimenti aziendali competenti hanno il compito di riesaminare i fattori di ciascun caso ai fini della determinazione dell azione disciplinare adeguata. Una volta concluse le indagini, saranno adottati, o meno, i necessari provvedimenti disciplinari in funzione delle risultanze. Oracle, inoltre, ha facoltà di riferire le violazioni civili o penali alle autorità competenti. Oracle adotterà misure disciplinari contro coloro che violano le norme previste. In particolar modo, saranno adottati provvedimenti disciplinari contro dipendenti o manager ritenuti responsabili delle seguenti azioni: Aver autorizzato, avallato, preso parte a, o taciuto fatti/atti che risultano essere in violazione alle policy di Oracle o alle norme di condotta aziendale; Aver ignorato o approvato una violazione; Non aver impedito o evitato di segnalare una violazione per difetto di diligenza nell azione di supervisione; oppure Aver rivolto ritorsioni, dirette o indirette, o incoraggiato altri a rivolgere ritorsioni contro un dipendente che abbia riferito una potenziale violazione delle policy di Oracle o delle norme di condotta aziendale. I sospetti privi di fondamento non sortiranno effetto sul dipendente accusato di comportamento illecito, e non saranno tollerate ritorsioni contro dipendenti che abbiano sollevato un dubbio in buona fede o che cooperino alle indagini di accertamento della compliance. Il Codice Oracle di Etica e di Condotta Aziendale colloca Oracle all avanguardia tra le aziende di tutto il mondo che sottolineano incessantemente l importanza di una condotta aziendale onesta e di saldi principi di etica commerciale. Riusciremo a soddisfare questi standard solo grazie alla cooperazione di tutti i nostri dipendenti, da sempre riconosciuti come il bene più prezioso per Oracle. 34

Codice Nestlé di Condotta Aziendale

Codice Nestlé di Condotta Aziendale Codice Nestlé di Condotta Aziendale Introduzione Dalla sua fondazione, Nestlé ha adottato prassi aziendali rette da integrità, onestà, correttezza e dal rispetto di tutte le leggi applicabili. I dipendenti

Dettagli

Comunicazione del nostro CEO

Comunicazione del nostro CEO Comunicazione del nostro CEO Coltivare e conservare la fiducia nei nostri rapporti professionali e perseguire i massimi standard etici rimangono due aspetti fondamentali dei valori chiave della nostra

Dettagli

A. Principi di Condotta

A. Principi di Condotta Introduzione Il Gruppo Oerlikon (di seguito denominato Oerlikon ) detiene una posizione unica di leader mondiale nella fornitura di tecnologie, prodotti e servizi all avanguardia. I nostri prodotti e le

Dettagli

Il presente testo è la traduzione di un documento in lingua inglese e viene fornito esclusivamente per agevolare la consultazione. Diritti e obblighi

Il presente testo è la traduzione di un documento in lingua inglese e viene fornito esclusivamente per agevolare la consultazione. Diritti e obblighi Il presente testo è la traduzione di un documento in lingua inglese e viene fornito esclusivamente per agevolare la consultazione. Diritti e obblighi dovranno conformarsi sotto tutti gli aspetti al testo

Dettagli

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO

CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO CODICE ETICO GRUPPO ESPRESSO 1 1. PREMESSA 3 2. MISSIONE E VISIONE ETICA 3 3. AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE 3 4. PRINCIPI E NORME DI RIFERIMENTO 5 4.1 Rispetto della Legge 5 4.2 Onestà e correttezza

Dettagli

Policy Letter No. 2. Oggetto: Etica Aziendale Numero: POL 002. Data di validità: 2 Gennaio 2015 Sostituisce: POL 002 datato: 2 Gennaio 2014

Policy Letter No. 2. Oggetto: Etica Aziendale Numero: POL 002. Data di validità: 2 Gennaio 2015 Sostituisce: POL 002 datato: 2 Gennaio 2014 CAMPO DI APPLICAZIONE Xerox Corporation e sue controllate. SOMMARIO La Policy Letter descrive l etica nella condotta del business che Xerox esige dai propri dipendenti per la durata del rapporto di lavoro

Dettagli

Policy sulla concorrenza leale

Policy sulla concorrenza leale Policy sulla concorrenza leale Policy globali Novartis 1 settembre 2014 Versione FC 001.V1.IT 1. Introduzione 1.1 Scopo Ci impegniamo a esercitare una concorrenza libera e leale e a non violare le leggi

Dettagli

CODICE DI ETICA E DI CONDOTTA AZIENDALE PER I FORNITORI ORACLE

CODICE DI ETICA E DI CONDOTTA AZIENDALE PER I FORNITORI ORACLE CODICE DI ETICA E DI CONDOTTA AZIENDALE PER I FORNITORI ORACLE I. APPLICABILITÀ Il presente Codice è applicabile al Fornitore Oracle e a tutto il personale assunto o incaricato di fornire servizi per il

Dettagli

III.A.1. CODICE ETICO

III.A.1. CODICE ETICO III.A.1. CODICE ETICO 1. FINALITA' La Casa di Cura Villa Aurora S.p.a., al fine di definire con chiarezza e trasparenza l insieme dei valori ai quali l'ente si ispira per raggiungere i propri obiettivi,

Dettagli

CODICE ETICO DI BROTHER ITALIA S.P.A. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 20/03/2012)

CODICE ETICO DI BROTHER ITALIA S.P.A. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 20/03/2012) CODICE ETICO DI BROTHER ITALIA S.P.A. (Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 20/03/2012) INDICE - PREMESSA -... 2 CAPO I... 3 - DISPOSIZIONI GENERALI -... 3 1. I Destinatari... 3 CAPO II...

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA PER PARTNER COMMERCIALI ARROW ELECTRONICS, INC.

CODICE DI CONDOTTA PER PARTNER COMMERCIALI ARROW ELECTRONICS, INC. 7459 South Lima Street Englewood, Colorado 80112 Agosto 2013 P 303 824 4000 F 303 824 3759 arrow.com CODICE DI CONDOTTA PER PARTNER COMMERCIALI ARROW ELECTRONICS, INC. Gentile Partner, il successo di Arrow

Dettagli

Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO

Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO Rev. 1 del 10.09.2014 CODICE ETICO INDICE INTRODUZIONE... 1 I. PRINCIPI GENERALI... 2 II. COMPORTAMENTO nella GESTIONE degli AFFARI... 3 A) Rapporti con i clienti.... 3 B) Rapporti con i fornitori....

Dettagli

UNITED TECHNOLOGIES CORPORATION CODICE DI CONDOTTA DEL FORNITORE. Introduzione. Rispetto delle leggi applicabili. Qualità, salute, sicurezza, ambiente

UNITED TECHNOLOGIES CORPORATION CODICE DI CONDOTTA DEL FORNITORE. Introduzione. Rispetto delle leggi applicabili. Qualità, salute, sicurezza, ambiente Introduzione United Technologies Corporation (di seguito denominata "UTC"), incluse le sue consociate, divisioni e business unit, si impegna a rispettare i più rigorosi standard di condotta etica e professionale.

Dettagli

CODICE AZIENDALE DI MAHLE

CODICE AZIENDALE DI MAHLE CODICE AZIENDALE DI MAHLE INTRODUZIONE Il marchio MAHLE indica performance, precisione, perfezione e innovazione. Noi siamo Driven by performance ( Indirizzati alla performance ), e i nostri obiettivi

Dettagli

Codice etico di Ugitech Italia S.r.l.

Codice etico di Ugitech Italia S.r.l. Codice etico di Ugitech Italia S.r.l. Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Ugitech Italia S.r.l. il 12 luglio 2012 Modello di organizzazione, gestione e controllo ex. D. Lgs. N. 231 del 2001 1

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA DE VELLIS TRASLOCHI E TRASPORTI SRL

CODICE DI CONDOTTA DE VELLIS TRASLOCHI E TRASPORTI SRL CODICE DI CONDOTTA DE VELLIS TRASLOCHI E TRASPORTI SRL DE VELLIS TRASLOCHI E TRASPORTI SRL E NOTA PER GLI ELEVATI PRINCIPI ETICI CUI SI ATTIENE NELLA GESTIONE DELLA SUA ATTIVITA. E IMPORTANTE CHE TUTTI

Dettagli

Norme in materia di corruzione

Norme in materia di corruzione Norme in materia di corruzione 1 Introduzione 1.1 Obiettivo L obiettivo delle presenti norme è quello di garantire che Ebiquity e i suoi dipendenti agiscano in conformità alle politiche e alla buona prassi

Dettagli

ALCOA INC. NORMATIVA ANTI CORRUZIONE

ALCOA INC. NORMATIVA ANTI CORRUZIONE ALCOA INC. NORMATIVA ANTI CORRUZIONE a PREMESSA: Alcoa Inc. ( Alcoa ) e la sua dirigenza si impegnano nella conduzione di operazioni eticamente corrette e conformi alle disposizioni di legge. I nostri

Dettagli

CIS NOVATE SSDARL CENTRO INTEGRATO SERVIZI

CIS NOVATE SSDARL CENTRO INTEGRATO SERVIZI INDICE 1. PREMESSA 2. DESTINATARI ED AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE 3. PRINCIPI DI RIFERIMENTO 4. NORME DI COMPORTAMENTO 5. MODALITA DI ATTUAZIONE DEL CODICE 1. PREMESSA La società conforma la conduzione

Dettagli

NORME COMPORTAMENTALI E CODICE ETICO PER DIPENDENTI, FUNZIONARI E DIRETTORI DI MOHAWK INDUSTRIES, INC.

NORME COMPORTAMENTALI E CODICE ETICO PER DIPENDENTI, FUNZIONARI E DIRETTORI DI MOHAWK INDUSTRIES, INC. NORME COMPORTAMENTALI E CODICE ETICO PER DIPENDENTI, FUNZIONARI E DIRETTORI DI MOHAWK INDUSTRIES, INC. Enti in Europa e in Asia OBIETTIVO Gentili dipendenti della Società, funzionari e dirigenti: Il presente

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

CODICE DI COMPORTAMENTO Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza INDICE Lettera del Presidente 3 1. Introduzione 4 2. Applicazione del Codice di Comportamento 5 3. Osservanza del Codice di Comportamento

Dettagli

1. Introduzione. 2. Principi di Etica professionale

1. Introduzione. 2. Principi di Etica professionale Codice di Condotta Contenuti 1. Introduzione 2. Principi di etica professionale 3. Rapporti esterni 4. Rapporti interni a. Documenti e registrazioni contabili b. Conflitti di interesse c. Beni e risorse

Dettagli

AMERICAN GREETINGS CORPORATION CODICE DI ETICA AZIENDALE E DI COMPORTAMENTO. Versione Novembre 2013

AMERICAN GREETINGS CORPORATION CODICE DI ETICA AZIENDALE E DI COMPORTAMENTO. Versione Novembre 2013 AMERICAN GREETINGS CORPORATION CODICE DI ETICA AZIENDALE E DI COMPORTAMENTO Versione Novembre 2013 INTRODUZIONE American Greetings Corporation ha da molto tempo un'eccellente reputazione nel suo mercato

Dettagli

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno

INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico e di comportamento interno INFORMATICA TRENTINA SpA Codice Etico Approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 29/03/2010 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE Data Versione Modifiche apportate 06/07/2009

Dettagli

Codice di Etica Aziendale

Codice di Etica Aziendale Codice di Etica Aziendale Indice Pagina INTRODUZIONE 3 Sezione A DICHIARAZIONE GENERALE DI INTENTI 4 Sezione B STANDARDS DI ETICA PROFESSIONALE E CONDOTTA 5 1. Usi aziendali 5 2. Conflitto d'interesse

Dettagli

Codice di Comportamento

Codice di Comportamento Codice di Comportamento Copertina 1. Introduzione Codice di Comportamento Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza I Contenuti del Codice si applicano al personale dipendente, ai collaboratori,

Dettagli

CODICE ETICO EX D.LGS. 231/01 1 100101 AGGIORNAMENTO 0 080101 EMISSIONE REV DATA DESCRIZIONE

CODICE ETICO EX D.LGS. 231/01 1 100101 AGGIORNAMENTO 0 080101 EMISSIONE REV DATA DESCRIZIONE CODICE ETICO EX D.LGS. 231/01 1 100101 AGGIORNAMENTO 0 080101 EMISSIONE REV DATA DESCRIZIONE 1 INDICE PREMESSA 3 1. PRINCIPI GENERALI E LORO APPLICAZIONE 3 2. RISORSE UMANE E AMBIENTE DI LAVORO 4 3. INFORMATIVA

Dettagli

Policy anticorruzione

Policy anticorruzione Policy anticorruzione Policy globale di Novartis 1 marzo 2012 Versione GIC 100.V1.IT 1. Introduzione 1.1 Finalità Il nostro Codice di Comportamento stabilisce che in nessun caso Novartis ricorre alla corruzione.

Dettagli

CODICE ETICO 10. RAPPORTI CON I CLIENTI E FORNITORI... 4 11. CORRETTEZZA NELLE TRANSAZIONI COMMERCIALI... 4 12. RAPPORTI CON I FORNITORI...

CODICE ETICO 10. RAPPORTI CON I CLIENTI E FORNITORI... 4 11. CORRETTEZZA NELLE TRANSAZIONI COMMERCIALI... 4 12. RAPPORTI CON I FORNITORI... CODICE ETICO 1. I DESTINATARI DEL CODICE ETICO... 2 2. RISPETTO DELLA DIGNITÀ DELLA PERSONA... 2 3. OSSERVANZA DELLE LEGGI... 2 4. ONESTÀ ED INTEGRITÁ... 2 5. CORRETTA GESTIONE DELLA CONTABILITÀ... 2 6.

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA. Versione: 2.0 Data: Settembre 2014 Autore: Ole Oldenburg Dipartimento: Group Compliance

CODICE DI CONDOTTA. Versione: 2.0 Data: Settembre 2014 Autore: Ole Oldenburg Dipartimento: Group Compliance CODICE DI CONDOTTA Versione: 2.0 Data: Settembre 2014 Autore: Ole Oldenburg Dipartimento: Group Compliance PREMESSA Il Gruppo Braas Monier ( Braas Monier o Gruppo ) crede in un mondo nel quale si sfrutta

Dettagli

INFORMATICA Alto Adige SPA

INFORMATICA Alto Adige SPA Approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 20/03/2012 INFORMATICA Alto Adige SPA Codice Etico e di comportamento interno Pagina 1 di 12 PRINCIPALI MODIFICHE RISPETTO ALLA VERSIONE PRECEDENTE

Dettagli

A. Persone soggette alla politica ( Gli individui coperti )

A. Persone soggette alla politica ( Gli individui coperti ) Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 I. SCOPO La presente Politica sull Insider Trading ( Politica ) fornisce le linee guida per quanto riguarda le operazioni in titoli di Modine Manufacturing Company (la Società

Dettagli

Codice Etico. ai sensi del D.Lgs. 231/01e s.m.i. Porto Antico di Genova S.p.A. Edizione 11 novembre 2013

Codice Etico. ai sensi del D.Lgs. 231/01e s.m.i. Porto Antico di Genova S.p.A. Edizione 11 novembre 2013 ai sensi del D.Lgs. 231/01e s.m.i. Porto Antico di Genova S.p.A. Edizione 11 novembre 2013 INTRODUZIONE... 2 1.1. Il Codice Etico di Porto Antico di Genova S.p.A.... 2 1.2 Destinatari del Codice Etico...

Dettagli

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO

MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO Adottato dal Consiglio di Amministrazione il 27 marzo 2012 Aggiornato in data 14 marzo 2013 Ultimo aggiornamento approvato

Dettagli

TURISMO TORINO E PROVINCIA CODICE ETICO

TURISMO TORINO E PROVINCIA CODICE ETICO TURISMO TORINO E PROVINCIA CODICE ETICO INDICE INTRODUZIONE AL CODICE ETICO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 PRINCIPI E NORME DI RIFERIMENTO... 4 ART. 1 PRINCIPI GENERALI... 4 ART. 2 PRINCIPIO DI LEGALITA

Dettagli

Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com

Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com CODICE ETICO E DI CONDOTTA DEL GRUPPO TELECOM ITALIA 3 Ottobre 2013 Telecom Italia S.p.A. Piazza degli Affari, 2 20123 - Milano www.telecomitalia.com SOMMARIO Principi Generali 6 I nostri Valori 7 I nostri

Dettagli

Codice etico MIA S.p.A.

Codice etico MIA S.p.A. Codice etico MIA S.p.A. Messaggio del direttore generale Il codice di condotta è stato elaborato per uniformare il modo in cui MIA svolge e gestisce la propria attività. Il nostro Codice etico esamina

Dettagli

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Stimato fornitore di Colgate, nel corso degli anni, Colgate-Palmolive Company ha costruito la sua reputazione di organizzazione che ha utilizzato

Dettagli

I nostri Principi di Responsabilità

I nostri Principi di Responsabilità I nostri Principi di Responsabilità I nostri Principi di Responsabilità Il messaggio del Presidente Jean-Pascal Tricoire, Presidente del Consiglio di Amministrazione e CEO La nostra Società interagisce

Dettagli

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Stimato fornitore, Hill s Pet Nutrition incarna una tradizione di sollecitudine verso gli animali che ebbe inizio nel 1939 con un eccezionale

Dettagli

VICINI S.p.A. CODICE ETICO

VICINI S.p.A. CODICE ETICO VICINI S.p.A. CODICE ETICO INDICE 1. PREMESSA 2. AMBITO DI APPLICAZIONE 3. PRINCIPI DI RIFERIMENTO E NORME DI COMPORTAMENTO 4. EFFICACIA DEL CODICE ETICO E SUE VIOLAZIONI 1. PREMESSA Il presente Codice

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

QUICKTOP S.r.l. Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 INDICE CODICE ETICO

QUICKTOP S.r.l. Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 INDICE CODICE ETICO QUICKTOP S.r.l. Modello Organizzativo, di Gestione e Controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 INDICE CODICE ETICO 1 PREMESSE 2 OBIETTIVO 3 STRUTTURA DEL CODICE ETICO E AMBITO DI APPLICAZIONE 4 I PRINCIPI

Dettagli

Principi Guida per i Fornitori

Principi Guida per i Fornitori Principi Guida per i Fornitori Coca-Cola HBC SA e le sue controllate e partecipate (qui di seguito Coca-Cola Hellenic o collettivamente la Società ), quale organizzazione molto attenta al rispetto dell

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA FORNITORI

CODICE DI CONDOTTA FORNITORI Data: 1/08/2013 Edizione n 1 rev. 0 Destinatario: Copia n Direzione HR REDAZIONE E VERIFICA APPROVAZIONE Rappresentante della Direzione COPIA ELETTRONICA CONTROLLATA, COPIA CARTACEA NON CONTROLLATA CODICE

Dettagli

CODICE ETICO AXUS ITALIANA S.R.L.

CODICE ETICO AXUS ITALIANA S.R.L. CODICE ETICO AXUS ITALIANA S.R.L. SOMMARIO 1. Scopo e rispetto del Codice Etico 2. Omaggi, regali ed eventi della Clientela, Fornitori e Prestatori di servizi 3. Investimenti presso i Fornitori/Acquisti

Dettagli

POLICY ANTICORRUZIONE DEL GRUPPO TELECOM ITALIA

POLICY ANTICORRUZIONE DEL GRUPPO TELECOM ITALIA POLICY ANTICORRUZIONE DEL GRUPPO TELECOM ITALIA Adottata in data 6 dicembre 2012 SOMMARIO Articolo 1 Premessa pag. 2 Articolo 2 - Scopo e campo di applicazione pag. 2 Articolo 3 - Destinatari pag. 2 Articolo

Dettagli

INTEGRITÀ IN AZIONE - CONFORMITÀ NEL SETTORE SANITARIO

INTEGRITÀ IN AZIONE - CONFORMITÀ NEL SETTORE SANITARIO PASSIONE PER L'INTEGRITÀ INTEGRITÀ IN AZIONE - CONFORMITÀ NEL SETTORE SANITARIO LA CONFORMITÀ NEL SETTORE SANITARIO È RESPONSABILITÀ DI TUTTI DePuy Synthes è nota come leader mondiale per soluzioni neurologiche

Dettagli

CODICE ETICO di Pieroni Distribuzione S.r.l.

CODICE ETICO di Pieroni Distribuzione S.r.l. CODICE ETICO di Pieroni Distribuzione S.r.l. Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Pieroni Distribuzione S.r.l. nella riunione dell 11 Dicembre 2014 Sommario 1. Finalità e Soggetti Destinatari...

Dettagli

RAPPORTI IN CONCESSIONE P. 4 PUBBLICA AMMINISTRAZIONE P. 5 AZIONISTI E COMUNITÀ FINANZIARIA P. 5 COMPORTAMENTO NELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA P.

RAPPORTI IN CONCESSIONE P. 4 PUBBLICA AMMINISTRAZIONE P. 5 AZIONISTI E COMUNITÀ FINANZIARIA P. 5 COMPORTAMENTO NELLA GESTIONE AMMINISTRATIVA P. CODICE ETICO SOMMARIO PRINCIPI GENERALI P. 3 RAPPORTI CON I TERZI P. 3 RISORSE UMANE P. 3 CLIENTI P. 4 FORNITORI P. 4 RAPPORTI IN CONCESSIONE P. 4 PUBBLICA AMMINISTRAZIONE P. 5 AZIONISTI E COMUNITÀ FINANZIARIA

Dettagli

Telesurvey Italia srl CODICE ETICO DISPOSIZIONI GENERALI

Telesurvey Italia srl CODICE ETICO DISPOSIZIONI GENERALI Telesurvey Italia srl CODICE ETICO DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione 1. Le disposizioni contenute nel presente Codice Etico esprimono i principi fondamentali cui si ispira

Dettagli

Policy sull etica del business e sulla conformità alla legge

Policy sull etica del business e sulla conformità alla legge Policy sull etica del business e sulla conformità alla Approvata dal CdA di Adecco Italia Holding di Partecipazione e Servizi S.p.A. in data 9 Luglio 2007 Distribution List A: Ufficio Ruolo Note Tutti

Dettagli

CODICE ETICO. Better business for all

CODICE ETICO. Better business for all CODICE ETICO Better business for all Codice Etico I sette principi che rappresentano la filosofia di Intrum Justitia 1. Gli affari saranno condotti in modo da promuovere e mantenere il rispetto e la riservatezza

Dettagli

Danfoss Power Solutions Codice mondiale di condotta aziendale etica e legale

Danfoss Power Solutions Codice mondiale di condotta aziendale etica e legale Codice mondiale di condotta aziendale etica e legale (Revisione del _ marzo 2014) Premessa La condotta etica è la base di un rapporto d affari professionalmente sano e legalmente corretto. Per questo motivo,

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO SEASTEMA

CODICE DI COMPORTAMENTO SEASTEMA CODICE DI COMPORTAMENTO SEASTEMA SEASTEMA è una società che si occupa di impostazione, progettazione, sviluppo e realizzazione di Sistemi di Automazione integrata nel campo della costruzione navale estesa

Dettagli

MILLENIUM SISTEMA AMBIENTE srl. Via Tiberina 98/N 06053 Deruta - PG. Codice Etico

MILLENIUM SISTEMA AMBIENTE srl. Via Tiberina 98/N 06053 Deruta - PG. Codice Etico MILLENIUM SISTEMA AMBIENTE srl Via Tiberina 98/N 06053 Deruta - PG Codice Etico Millenium Sistema Ambiente Srl Codice Etico Introduzione Il presente codice etico rappresenta l enunciazione dei valori aziendali,

Dettagli

22.18 CODICE COMPORTAMENTALE ANTICORRUZIONE

22.18 CODICE COMPORTAMENTALE ANTICORRUZIONE 22.18 CODICE COMPORTAMENTALE ANTICORRUZIONE INDICE 01. SCOPO... 1 02. POLITICA... 1 03. APPLICAZIONE... 2 03.01 Definizioni... 2 04. REGOLE E PRINCIPI DI CONDOTTA... 3 04.01 Divieto di abuso d ufficio

Dettagli

Reputazione. Visione. Divulgazione. Concorrenza. Valori. Responsabilità. Condotta. Finanze. Sicurezza. Riservatezza. Sostenibilità. Salute.

Reputazione. Visione. Divulgazione. Concorrenza. Valori. Responsabilità. Condotta. Finanze. Sicurezza. Riservatezza. Sostenibilità. Salute. Per ulteriori informazioni sul Codice di condotta di Reputazione Dow Corning, rivolgersi a: Rispetto ETHICS@dowcorning.com http://intranet/codeofconduct SULLA INTRANET DI DOW CORNING MIDLAND, MICHIGAN,

Dettagli

C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO

C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO C.R.P. S.R.L. CENTRO RADIOLOGICO POLISPECIALISTICO CODICE ETICO Sommario PREMESSA... 1 1 - MISSIONE DEL CENTRO... 2 2 - VALORI ETICI - SOCIALI... 3 3 - CONDUZIONE DEGLI AFFARI... 4 3.1 Principi generali...

Dettagli

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015

CODICE ETICO. Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008. Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 CODICE ETICO Emissione 01 : G2008-050R01E01-JAC/MAZ/rc Milano, 3 Giugno 2008 Emissione 02 : G2015-032R01E01-JAC/MAZ/sc Milano, 30 Aprile 2015 (revisione approvata con delibera del Consiglio di Amministrazione

Dettagli

ATP AZIENDA TRASPORTI PUBBLICI PRINCIPI DEL MODELLO 231

ATP AZIENDA TRASPORTI PUBBLICI PRINCIPI DEL MODELLO 231 ATP AZIENDA TRASPORTI PUBBLICI PRINCIPI DEL MODELLO 231 Approvato dal Consiglio di Amministrazione di ATP il 27 gennaio 2015 INDICE Capo I PRINCIPI GENERALI 1 Premessa 2 Destinatari e relativi obblighi

Dettagli

Programma anticorruzione

Programma anticorruzione Programma anticorruzione Questo Programma è nato e si è sviluppato anche grazie alla preziosa collaborazione di Pierluigi Vigna scomparso a Firenze nel settembre 2012 - che ha messo a disposizione la sua

Dettagli

INDICE. CAPO IV TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI E RISERVATEZZA 1. Principi pag. 8 2. Trattamento delle informazioni societarie pag.

INDICE. CAPO IV TRATTAMENTO DELLE INFORMAZIONI E RISERVATEZZA 1. Principi pag. 8 2. Trattamento delle informazioni societarie pag. INDICE CAPO I PRINCIPI GENERALI 1. Premessa pag. 2 2. Destinatari e relativi obblighi pag. 2 3. Principi etici pag. 2 4. Valore Contrattuale del Codice pag. 3 5. Obblighi dei responsabili pag. 3 6. Impegni

Dettagli

Codice Etico HUMANITAS UNIVERSITY. Linee Guida di integrità e trasparenza

Codice Etico HUMANITAS UNIVERSITY. Linee Guida di integrità e trasparenza Codice Etico HUMANITAS UNIVERSITY Linee Guida di integrità e trasparenza Approvato C.d.A. 24 giugno 2014 2. Diffusione e conoscenza del codice etico 1. Introduzione 2 Principi ispiratori Humanitas University

Dettagli

Codice di Comportamento

Codice di Comportamento Lotta alla Corruzione Interazioni con operatori Sanitari e con PA in Genere Conflitto d'interesse Informazioni Finanziarie Rapporti con le Autorità Risorse Umane Clienti Concorrenti Collaboratori, Agenti

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Codice Etico Aziendale Sanitanova S.r.l.

Codice Etico Aziendale Sanitanova S.r.l. Pagina 1 di 8 Codice Etico Aziendale Sanitanova S.r.l. Sanitanova S.r.l. reputa che per costruire rapporti corretti e duraturi siano necessari l'onestà, la sincerità e la lealtà. Tutti gli aspetti del

Dettagli

I nostri valori & i nostri principi

I nostri valori & i nostri principi 1 I nostri valori & i nostri principi CODICE ETICO E DI CONDOTTA Per aiutarti ad aderire ai Valori Essenziali di Costa Paradiso. Testo deliberato dal Consiglio di Amministrazione 2 Ognuno deve render conto

Dettagli

Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 15 marzo 2011

Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 15 marzo 2011 Codice Etico Documento approvato dal Consiglio di Amministrazione con delibera del 15 marzo 2011 INDICE 1 Premessa...3 1.1 Destinatari... 3 1.2 Missione aziendale e principi etici generali... 3 1.3 Contenuti

Dettagli

CODICE ETICO. 3. Ambito di applicazione del Codice; 4. Principi e norme di riferimento; 5. Disposizioni sanzionatorie;

CODICE ETICO. 3. Ambito di applicazione del Codice; 4. Principi e norme di riferimento; 5. Disposizioni sanzionatorie; 1. Premessa; 2. Missione etica; 3. Ambito di applicazione del Codice; 4. Principi e norme di riferimento; 5. Disposizioni sanzionatorie; 6. Disposizioni finali; 1 1 PREMESSA La Wattsud L.E.P. S.p.A., al

Dettagli

3 Codice di condotta

3 Codice di condotta Codice di condotta 3 Sommario I nostri valori etici 6 I nostri standard professionali 18 Adesione al Codice di condotta 21 La nostra Integrity Hotline 22 La nostra Integrity Hotline è disponibile 24 ore

Dettagli

Codice di Etica One IDEXX Drive, Westbrook, Maine 04092 USA idexx.com 2003 IDEXX Laboratories, Inc. Tutti i diritti sono riservati.

Codice di Etica One IDEXX Drive, Westbrook, Maine 04092 USA idexx.com 2003 IDEXX Laboratories, Inc. Tutti i diritti sono riservati. Codice di Etica Domande e risposte sul Codice di Etica IDEXX 1. Qual è lo scopo di un Codice di Etica? R. Un Codice di Etica delinea la politica ed i principi che esprimono i valori e gli standard di una

Dettagli

Codice di condotta e di etica commerciale per i partner

Codice di condotta e di etica commerciale per i partner Oracle PartnerNetwork Codice di condotta e di etica commerciale per i partner V040709 1 0BI. APPLICABILITÀ Il presente Codice è applicabile al Partner Oracle, ai relativi rivenditori e a tutto il personale

Dettagli

NUMERICA PUBBLICITÀ S.R.L.

NUMERICA PUBBLICITÀ S.R.L. NUMERICA PUBBLICITÀ S.R.L. CODICE ETICO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE: FEBBRAIO 2007 DOCUMENTO AGGIORNATO A: MARZO 2009 Pag. 2/23 INDICE 1 Premesse 4 2 Obiettivo 6 3 Struttura del Codice Etico

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO

CODICE DI COMPORTAMENTO CODICE DI COMPORTAMENTO LINEE GUIDA E NORMATIVE DI INTEGRITA E TRASPARENZA Codice di Comportamento Approvato C.d.A. del 15.09.2015 Pag. 1 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. APPLICAZIONE DEL CODICE DI COMPORTAMENTO...

Dettagli

CODICE ETICO GROUPE RENAULT

CODICE ETICO GROUPE RENAULT CODICE ETICO GROUPE RENAULT INDICE PAGINA INTRODUZIONE DEL PRESIDENTE 1 1 2 3 4 5 PREMESSA 2 TUTELA DEI DIPENDENTI 3 TUTELA DEL PATRIMONIO AZIENDALE 4 TUTELA DEI CLIENTI 5 TUTELA DEGLI AZIONISTI 6 PROMOZIONE

Dettagli

Codice di condotta professionale

Codice di condotta professionale Codice di condotta professionale 1 aprile 2013 Sulzer Codice di condotta professionale A/11 Sulzer si impegna e chiede ai suoi dipendenti di impegnarsi ad adottare una condotta professionale rispettosa

Dettagli

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S.

CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Pagina 1 di 6 CONSORZIO TORINO INFANZIA COOPERATIVA SOCIALE O.N.L.U.S. Sede Legale in Torino (TO), Corso Lombardia n. 115 MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO Allegato 1 Codice Etico ai sensi

Dettagli

Codice etico e deontologico. Impegno fondato sulla fiducia

Codice etico e deontologico. Impegno fondato sulla fiducia Codice etico e deontologico Impegno fondato sulla fiducia Un messaggio del Presidente: In Laureate siamo orgogliosi di essere conosciuti in tutto il mondo per la nostra integrità e i principi etici che

Dettagli

Caro Collega, Cordialmente. Rick Goings Presidente e Amministratore delegato

Caro Collega, Cordialmente. Rick Goings Presidente e Amministratore delegato Caro Collega, da oltre sessant'anni, il marchio Tupperware mantiene gli standard più elevati di qualità dei prodotti. Siamo intransigenti in fatto di qualità e integrità dei nostri prodotti e possiamo

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI MEDICO-SANITARI

CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI MEDICO-SANITARI CODICE DI CONDOTTA SULLE INTERAZIONI CON GLI OPERATORI MEDICO-SANITARI Dichiarazione di tutte le società aderenti al COCIR COCIR si dedica al progresso della scienze medica e al miglioramento delle cure

Dettagli

CODICE&ETICO& Versione(2.0(( Approvato(dal(CdA(del(21(luglio(2014(

CODICE&ETICO& Versione(2.0(( Approvato(dal(CdA(del(21(luglio(2014( CODICEETICO Versione2.0 ApprovatodalCdAdel21luglio2014 LETTERA AI COLLABORATORI WSWebScienceSrl)credecheipropriVALORIAZIENDALIdebbanoesserdaguidaedispirazionenellavita professionalequotidianadiognicollaboratore.

Dettagli

Castel MAC SpA CODICE ETICO

Castel MAC SpA CODICE ETICO CODICE ETICO Castel Mac S.p.A. adotta il presente Codice Etico, che si ispira ai principi del D.Lgs 231 Disciplina della Responsabilità Amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni

Dettagli

Centro Servizi Metalli Group Codice etico e di condotta Approvato con delibera del CDA in data 23-04-2012

Centro Servizi Metalli Group Codice etico e di condotta Approvato con delibera del CDA in data 23-04-2012 Approvato con delibera del CDA in data 23-04-2012 File: CSM_Codice rev.00 del marzo 2012 IT - Pagina 1 di 9 Il nostro codice etico e di condotta Sommario 1. Presentazione... 3 2. Introduzione... 3 3. Obiettivi

Dettagli

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company

Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Codice di Condotta dei Fornitori della Colgate-Palmolive Company Stimato fornitore di Hill s, Hill s Pet Nutrition incarna una tradizione di cura della salute degli animali che iniziò nel 1939 grazie all

Dettagli

CODICE ETICO. Politiche

CODICE ETICO. Politiche CODICE ETICO Innospec Inc. ritiene che una condotta commerciale onesta, etica e trasparente sia d importanza vitale per il successo continuo della nostra Società. Questo Codice Etico riflette i valori

Dettagli

Codice di condotta del gruppo IFN

Codice di condotta del gruppo IFN Codice di condotta del gruppo IFN PREMESSA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Il gruppo IFN, fondato oltre 80 anni fa, vuole continuare a evolversi in modo dinamico in base ai suoi valori e norme, nel quadro

Dettagli

CODICE ETICO DI COMPORTAMENT0

CODICE ETICO DI COMPORTAMENT0 CODICE ETICO DI COMPORTAMENT0 Articolo 1 - Disposizioni Generali ed individuazione dei destinatari 1. Il presente Codice Etico, approvato dal Consiglio di Amministrazione di BasicNet S.p.A., nella riunione

Dettagli

I N D I C E PREMESSA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 5

I N D I C E PREMESSA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 5 r CODICE ETICO I N D I C E PREMESSA... 3 1 PRINCIPI GENERALI... 5 1.1 DESTINATARI E AMBITO DI APPLICAZIONE DEL CODICE ETICO...5 1.2 GARANTE DELL APPLICAZIONE DEL CODICE ETICO... 6 1.3 OBBLIGHI DEI DIPENDENTI

Dettagli

CODICEETICO EDICONDOTTA

CODICEETICO EDICONDOTTA CODICEETICO EDICONDOTTA Dicembre2013 CODICE ETICO E DI CONDOTTA DEL GRUPPO ALMAVIVA ARTICOLO 1 - PREMESSA Il presente Codice Etico e di Condotta (Codice) definisce i principi etici di riferimento e le

Dettagli

LA PICCOLA CASA DEL RIFUGIO Ente Morale R. D. 13 Ottobre 1885 Via Antonini 3, 20141, Milano

LA PICCOLA CASA DEL RIFUGIO Ente Morale R. D. 13 Ottobre 1885 Via Antonini 3, 20141, Milano Residenza Sanitario - assistenziale per Anziani (RSA) Residenza Sanitario - assistenziale per Disabili (RSD) Centro Diurno Integrato per Anziani (CDI) CODICE ETICO Approvato il 1 dicembre 2014 LA PICCOLA

Dettagli

MAGNA INTERNATIONAL INC. CODICE DI CONDOTTA ED ETICA

MAGNA INTERNATIONAL INC. CODICE DI CONDOTTA ED ETICA MAGNA INTERNATIONAL INC. CODICE DI CONDOTTA ED ETICA Il presente Codice di Condotta ed Etica riassume i principi generali che ci impegniamo a rispettare in riferimento ai nostri rapporti con tutti gli

Dettagli

QUEST SOFTWARE, INC. CODICE ETICO E DI CONDOTTA. (Come emendato il novembre 2009)

QUEST SOFTWARE, INC. CODICE ETICO E DI CONDOTTA. (Come emendato il novembre 2009) QUEST SOFTWARE, INC. CODICE ETICO E DI CONDOTTA (Come emendato il novembre 2009) Introduzione Quest Software Inc. ( Quest ) si impegna a mantenere e a soddisfare gli standard più elevati di condotta ed

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO FORNITORI E PARTNER. del Gruppo Poste Italiane

CODICE DI COMPORTAMENTO FORNITORI E PARTNER. del Gruppo Poste Italiane CODICE DI COMPORTAMENTO FORNITORI E PARTNER del Gruppo Poste Italiane 28 settembre 2009 Approvato nell adunanza del 28 settembre 2009 del Consiglio di Amministrazione INDICE 1. PREMESSA 3 2. OBIETTIVI

Dettagli

CODICE ETICO DI OPEN SERVICE S.r.l.

CODICE ETICO DI OPEN SERVICE S.r.l. CODICE ETICO DI OPEN SERVICE S.r.l. INDICE Soggetti destinatari (art. 1) Oggetto (art. 2) Comportamento della Società (art. 3) Principi base nel comportamento (art. 4) 4.1 Responsabilità 4.2 Utilizzo dei

Dettagli

Codice Etico e di Comportamento

Codice Etico e di Comportamento Allegato 1 ai Principi di adozione Codice Etico e di Comportamento Modello di Organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D. Lgs. 231/2001 di C.V.A. TRADING S.r.l. a s.u. Il Segretario Il Presidente

Dettagli

UL STANDARD GLOBALI DI CONDOTTA DEI FORNITORI

UL STANDARD GLOBALI DI CONDOTTA DEI FORNITORI Pagina 1 di 9 UL STANDARD GLOBALI DI CONDOTTA DEI FORNITORI Pagina 2 di 9 INDICE 1.0 SCOPO... 4 2.0 AMBITO... 4 3.0 DEFINIZIONI... 4 4.0 PRATICHE DI IMPIEGO... 5 4.1 LAVORO FORZATO... 5 4.2 LAVORO MINORILE...

Dettagli

Politica anti-corruzione. Quadro riassuntivo

Politica anti-corruzione. Quadro riassuntivo Politica anti-corruzione Quadro riassuntivo Il presente documento espone la politica del Gruppo in materia di concussione e corruzione e deve essere letto congiuntamente alle altre politiche del Gruppo

Dettagli

Policy Anticorruzione di Goodyear 1 luglio 2011

Policy Anticorruzione di Goodyear 1 luglio 2011 Policy Anticorruzione di Goodyear 1 luglio 2011 Policy Anticorruzione Goodyear non intende ottenere vantaggi commerciali tramite l offerta o il ricevimento di indebiti benefici pecuniari o di qualsiasi

Dettagli