Relazione Tecnica delle Opere Architettoniche ***********

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Relazione Tecnica delle Opere Architettoniche ***********"

Transcript

1 Relazione Tecnica delle Opere Architettoniche *********** 1. Premessa La presente relazione descrive, per ciascun edificio interessato dagli interventi di progetto, le opere architettoniche previste in progetto e le loro caratteristiche funzionali, le tipologie d intervento prescelte nonchè le principali criticità e le soluzioni migliorative adottate. Gli interventi edilizi che si prevede di eseguire sugli involucri degli edifici oggetto d intervento, al fine di migliorarne l efficienza energetica, possono essere così riassunti : la coibentazione termica delle pareti perimetrali degli edifici; l isolamento termico dei solai di copertura e del sottotetto; la eliminazione dei ponti termici individuati; la sostituzione degli infissi esistenti con altri di maggiore efficienza energetica; rifacimenti e/o revisione di coperture; schermature solari. altre opere complementari. Tutti gli interventi sono stati progettati nel pieno rispetto della tipologia architettonica degli edifici esistenti senza alterarne le caratteristiche e l aspetto architettonico. Gli interventi progettati mirano ad una riqualificazione degli edifici non solo dal punto di vista impiantistico ma anche da un punto di vita estetico ed architettonico attraverso un adeguata integrazione al contesto urbano, architettonico e paesaggistico circostante. 1

2 2. MUNICIPIO - P.zza E. Berlinguer SANT ANDREA APOSTOLO DELLO JONIO 2.1 Descrizione degli interventi edilizi I lavori riguarderanno diverse tipologie di intervento, variabili a seconda degli elementi che si intende riqualificare energeticamente. Ogni soluzione progettuale è stata ideata al fine di evitare interventi eccessivamente invasivi garantendo, tuttavia, la dovuta efficienza energetica. Coibentazione pareti perimetrali La coibentazione delle pareti perimetrali dell edificio verrà realizzata mediante cappotto esterno attraverso il quale sarà possibile anche risolvere i ponti termici delle strutture. Il cappotto verrà posato in opera e superficialmente rifinito al fine di preservare l estetica dell edificio sia a livello delle proprie peculiarità architettoniche sia a livello di corretta integrazione con il contesto e con il tessuto urbano circostante trattandosi di edificio posto nel centro storico del Comune capoluogo. L applicazione dei pannelli termoisolanti avverrà previo incollaggio e fissaggio meccanico con tasselli plastici prefabbricati a norma. Successivamente verrà effettuata l applicazione di rasatura sottile, con interposta rete di armatura in fibra di vetro. La rasatura sarà applicata in più riprese fino a coprire completamente il pannello isolante e la rete stessa, al fine di ottenere un sottofondo continuo e omogeneo. Successivamente verrà eseguita in maniera uniforme uno strato rivestimento colorato con tonalità tale da integrarsi correttamente ed armonicamente con il tessuto urbano circostante. Il cappotto esterno, quindi, previa verifica e conseguimento dell idoneità del sottofondo, sarà costituito da: strato di malta collante ad elevato potere adesivo; pannello isolante ad elevate prestazioni; strato di rasatura con idonea rete di armatura; strato di rivestimento con fissativo. Il supporto di applicazione del cappotto dev essere ben asciutto, stagionato, pulito, consistente, privo di polvere e sostane oleose, senza umidità e sali, planare. Le parti ammalorate ed incoerenti dovranno essere bonificate con speciali malte di ripristino. L incollaggio delle lastre termoisolanti avverrà utilizzando un collante-rasante. Le lastre dovranno essere applicate alla parete dal basso verso l alto, a giunti sfalsati, assicurando 2

3 che non rimangano fughe tra i bordi delle lastre. Il collante deve coprire almeno il 40% della superficie. Negli spigoli, le lastre devono essere alternate in modo da garantire un assorbimento delle tensioni. Eventuali fessure dovranno essere chiuse inserendo del materiale isolante equivalente. Di seguito le lastre isolanti verranno battute con frattazzo per farle aderire il più possibile al supporto controllando inoltre la buona complanarità di tutta la superficie con una staggia ed in caso contrario procedere con levigatura. Si avrà cura di risvoltare il cappotto in corrispondenza delle rientranze degli infissi fino al massimo dell accostamento consentito dal sistema-infisso al fine di ridurre al massimo i ponti termici. Anche in corrispondenza delle soglie si prevede di risvoltare il cappotto applicando successivamente nuove soglie (vedasi elaborati grafici di progetto). Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche Isolamento a cappotto da applicare alle pareti esterne mediante pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato classificati e marcati secondo la norma europea e certificati. Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. Isolamento solai di sottotetto Anche i solai del sottotetto dell edificio saranno coibentati tramite posa in opera di pannelli isolanti all intradosso dei solai stessi. Tali pannelli in polistirene espanso di cm 10 sono prefissati su foglio di cartongesso. Tale montaggio all intradosso dei pannelli isolanti (e non all estradosso) eviterà la rimozione dell attuale copertura in lamiera grecata termoisolata di recente realizzazione. Le lastre verranno fissate al soffitto mediante profili in acciaio zincato. Successivamente il soffitto verrà rasato e tinteggiato. Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche I pannelli isolanti in polistirene sono classificati e marcati secondo la norma europea e certificati. Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. 3

4 Sostituzione infissi esistenti L edificio in oggetto è costituito da diverse tipologie di infissi, qui di seguito visivamente rappresentate grazie all ausilio di fotografie esplicative. I nuovi infissi saranno a taglio termico Miglioramento dell isolamento termico delle superfici vetrate : - Sostituzione degli infissi in monovetro con infissi del tipo in alluminio preverniciato a taglio termico, completo di vetro termoisolante più vetro antinfortunistico dalla parte interna. Gli infissi previsti presentano all esterno un vetro selettivo da 4 mm. (basso emissivo secondo D.L.vo 192/05 e D.lgs. 311/06), camera da 15 mm con gas argon ed internamente un vetro stratificato antinfortunistico 6/7. Il valore limite della trasmittanza U delle chiusure trasparenti comprensive degli infissi espressa in W/mqK, per la zona climatica di riferimento D sarà inferiore rispetto ai valori di legge e pari mediamente a U(W/mqK)= 2,0; mentre il valore della trasmittanza termica U dei vetri espressa in W/mqK, sarà inferiore rispetto ai valori di legge e mediamente pari a U (W/mqK)= 1,6. Il tutto certificato ai fini del risparmio energetico dal costruttore e/o rivenditore e verifica finale al fine del rilascio dell attestato di qualificazione energetica a cura del Direttore dei Lavori, secondo le linee guida D.Lvo 192/2005 del 15/10/2005, Linee Guida DM 26/06/09 e Norme UNI/TS , con metodo di calcolo DOCET CNR-ENE programma omologato dal ministero. Per una ulteriore specificazione si rimanda alla relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. Per quanto riguarda il surriscaldamento proveniente dall esterno dovuto all irraggiamento solare diretto, la relazione del preliminare evidenziava la mancanza di schermature solari alle finestre della sala consiliare. A tal fine si prevede nel progetto definitivo un tipo di intervento finalizzato al ridimensionamento della parte opaca della finestratura mediante la costruzione di un parapetto in muratura adeguatamente isolato e l installazione di nuovi infissi muniti di frangisole a scomparsa totale (vedasi particolari costruttivi di progetto). Verrà quindi installato un sistema monoblocco termoisolante con serramento in mazzetta e frangisole. 4

5 2.2 Individuazione delle Criticità e Interventi di risoluzione migliorativi Relativamente agli interventi previsti sull involucro dell edificio municipale in oggetto, vengono ora individuate le seguenti criticità non rilevate in sede di progetto preliminare e vengono qui fornite le relative soluzioni utili e necessarie ai fini del raggiungimento degli obiettivi di progetto (vedasi tavole grafiche di progetto): Installazione di doppia porta di ingresso principale in alluminio al fine di evitare le infiltrazioni dirette di aria fredda dall esterno Rifacimento del manto di copertura del vano scala mediante il rifacimento del massetto delle pendenze e successiva impermeabilizzazione con predisposizione della posa dell unità esterna del nuovo impianto al fine di evitare infiltrazioni Rimozione e ripristino delle inferriate di protezione degli infissi previa verniciatura degli stessi e rivisitazione del sistema di ancoraggio al fine di evitare punti diretti con l interno Smontaggio e rimontaggio tunnel in alluminio di protezione della rampa disabili previo modifica degli ancoraggi alla parete dell edificio al fine della corretta posa in opera del cappotto. 5

6 3. CENTRO SOCIALE PER ANZIANI - P.zza G. Marconi SANT ANDREA APOSTOLO DELLO JONIO 3.1 Descrizione degli interventi edilizi I lavori riguarderanno diverse tipologie di intervento, variabili a seconda degli elementi strutturali che si intende riqualificare energeticamente. Ogni soluzione progettuale è stata ideata al fine di evitare interventi eccessivamente invasivi garantendo, tuttavia, la dovuta efficienza energetica. Coibentazione pareti perimetrali La coibentazione delle pareti perimetrali dell edificio verrà realizzata mediante cappotto interno. Intervento - Cappotto interno La scelta di tale accorgimento tecnico è stata dettata dalla necessità di garantire uniformità di isolamento alle pareti interne. La soluzione del cappotto interno garantisce una coibentazione uniforme su tutte le superfici. I pannelli termoisolanti, in polistirene prefissati su fogli di cartongesso, verranno applicati su predisposte guide in profilati di lamiera zincate avvitate alle murature esistenti. Successivamente verrà effettuata l applicazione di rasatura sottile, con rete di armatura in fibra di vetro nelle giunzioni. La rasatura sarà applicata in più riprese fino a coprire completamente il pannello isolante e la rete stessa, al fine di ottenere un sottofondo continuo e omogeneo. Successivamente verrà eseguita in maniera uniforme la tinteggiatura con idropittura traspirante (vedasi Tavole grafiche di progetto). Il cappotto interno sarà quindi costituito da: Predisposizione di sottostruttura di fissaggio in profilati di lamiera zincata; pannello isolante ad elevate prestazioni preassemblato su foglio di cartongesso; strato di rasatura con idonea rete di armatura; strato di tinteggiatura previo fissativo. Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche Isolamento a cappotto, da applicare sulle pareti interne, tramite posa in opera di pannelli isolanti in polistirene di cm 10 prefissati su foglio di cartongesso. Le lastre coibenti verranno fissate alle pareti mediante profili in acciaio zincato e saranno classificate e marcate secondo la norma europea e certificati. Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. 6

7 Isolamento solai di sottotetto Anche i solai di sottotetto dell edificio saranno coibentati tramite posa in opera di pannello isolante in polistirene sull estradosso dei solai stessi. I lavori previsti saranno i seguenti: sistemazione del manto di copertura esistente; posa in opera di pannello isolante; applicazione di antiruggine alla sottostruttura metallica. I solai di copertura dell edificio verranno pertanto coibentati con la posa in opera di pannelli termoisolanti in polistirene posti sull estradosso del solaio piano di copertura previo rifacimento del tetto di copertura. Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche Isolamento estradosso solaio di copertura, tramite posa in opera di pannelli isolanti in polistirene di cm 10 classificati e marcati secondo la norma europea e certificati. Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. INTERVENTI TETTO DI COPERTURA revisione del manto di tegole; applicazione di antiruggine e verniciatura della sottostruttura in acciaio (travi principali e secondarie); posa in opera di pluviali in lamiera preverniciata. INTERVENTI IN FACCIATA Tenuto conto che la copertura è stata già oggetto di intervento di rifacimento da parte dell Amministrazione Comunale pochi anni addietro. Considerato ancora che a seguito dei sopralluoghi effettuati la copertura del centro sociale si trova attualmente in buone condizioni di conservazione. Per quanto sopra, e su invito dell Amministrazione Comunale, si è provveduto a destinare parte della somma prevista per il rifacimento della copertura per gli interventi di ripristino della facciate di seguito elencate: rimozione intonaco esistente; applicazione di nuovo intonaco civile; tinteggiatura. 7

8 Sostituzione infissi esistenti L edificio in oggetto è costituito da diverse tipologie di infissi, qui di seguito riassunte grazie all ausilio di fotografie esplicative: I nuovi infissi saranno a taglio termico Miglioramento dell isolamento termico delle superfici vetrate : Sostituzione degli infissi in monovetro con infissi del tipo in alluminio preverniciato a taglio termico, completo di vetro termoisolante più vetro antinfortunistico dalla parte interna. Gli infissi previsti presentano all esterno un vetro selettivo da 4 mm. (basso emissivo secondo D.L.vo 192/05 e D.lgs. 311/06), camera da 15 mm con gas argon ed internamente un vetro stratificato antinfortunistico 6/7. Il valore limite della trasmittanza U delle chiusure trasparenti comprensive degli infissi espressa in W/mqK, per la zona climatica di riferimento D sarà inferiore rispetto ai valori di legge e pari mediamente a U(W/mqK)= 2,0; mentre il valore della trasmittanza termica U dei vetri espressa in W/mqK, sarà inferiore rispetto ai valori di legge e mediamente pari a U (W/mqK)= 1,6. Il tutto certificato ai fini del risparmio energetico dal costruttore e/o rivenditore e verifica finale al fine del rilascio dell attestato di qualificazione energetica a cura del Direttore dei Lavori, secondo le linee guida D.Lvo 192/2005 del 15/10/2005, Linee Guida DM 26/06/09 e Norme UNI/TS , con metodo di calcolo DOCET CNR-ENE programma omologato dal ministero. Per una ulteriore specificazione si rimanda alla relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. 3.2 Individuazione delle Criticità e Interventi di risoluzione migliorativi Relativamente agli interventi previsti sull involucro dell edificio municipale in oggetto, vengono ora individuate le seguenti criticità non rilevate in sede di progetto preliminare e vengono qui fornite le relative soluzioni utili e necessarie ai fini del raggiungimento degli obiettivi di progetto (vedasi tavole grafiche di progetto): Rifacimento del bagno-disabili al fine di poter installare in modo uniforme il cappotto interno dell edificio e quindi al fine di un migliore efficientamento energetico dell edificio centro sociale. 8

9 4. SCUOLA ELEMENTARE - Via Roma SANT ANDREA APOSTOLO DELLO JONIO 4.1 Descrizione degli interventi edilizi I lavori riguarderanno diverse tipologie di intervento, variabili a seconda degli elementi strutturali che si intende riqualificare energeticamente. Ogni soluzione progettuale è stata ideata al fine di evitare interventi eccessivamente invasivi garantendo, tuttavia, la dovuta efficienza energetica. Coibentazione pareti perimetrali La coibentazione delle pareti perimetrali dell edificio verrà realizzata mediante cappotto esterno attraverso il quale sarà possibile anche risolvere i ponti termici delle strutture. Il cappotto verrà posato in opera e superficialmente rifinito al fine di preservare l estetica dell edificio sia a livello delle proprie peculiarità architettoniche sia a livello di corretta integrazione con il contesto e con il tessuto urbano circostante trattandosi di edificio posto nel centro storico del Comune capoluogo con oltre 50 anni di vita. L applicazione dei pannelli termoisolanti avverrà previo incollaggio e fissaggio meccanico con tasselli plastici prefabbricati a norma. Successivamente verrà effettuata l applicazione di rasatura sottile, con interposta rete di armatura in fibra di vetro. La rasatura sarà applicata in più riprese fino a coprire completamente il pannello isolante e la rete stessa, al fine di ottenere un sottofondo continuo e omogeneo. Successivamente verrà eseguita in maniera uniforme uno strato rivestimento colorato con tonalità tale da integrarsi correttamente ed armonicamente con il tessuto urbano circostante. Il cappotto esterno, quindi, previa verifica e conseguimento dell idoneità del sottofondo, sarà costituito da: strato di malta collante ad elevato potere adesivo; pannello isolante ad elevate prestazioni; strato di rasatura con idonea rete di armatura; strato di rivestimento con fissativo. Il supporto di applicazione del cappotto dev essere ben asciutto, stagionato, pulito, consistente, privo di polvere e sostane oleose, senza umidità e sali, planare. Le parti ammalorate ed incoerenti dovranno essere bonificate con speciali malte di ripristino. L incollaggio delle lastre termoisolanti avverrà utilizzando un collante-rasante. Le lastre dovranno essere applicate alla parete dal basso verso l alto, a giunti sfalsati, assicurando che non rimangano fughe tra i bordi delle lastre. Il collante deve coprire almeno il 40% 9

10 della superficie. Negli spigoli, le lastre devono essere alternate in modo da garantire un assorbimento delle tensioni. Eventuali fessure dovranno essere chiuse inserendo del materiale isolante equivalente. Di seguito le lastre isolanti verranno battute con frattazzo per farle aderire il più possibile al supporto controllando inoltre la buona complanarità di tutta la superficie con una staggia ed in caso contrario procedere con levigatura. Si avrà cura di risvoltare il cappotto in corrispondenza delle rientranze degli infissi fino al massimo dell accostamento consentito dal sistema-infisso al fine di ridurre al massimo i ponti termici. Anche in corrispondenza delle soglie si prevede di risvoltare il cappotto applicando successivamente nuove soglie (vedasi elaborati grafici di progetto). Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche Isolamento a cappotto da applicare alle pareti esterne mediante pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato classificati e marcati secondo la norma europea e certificati. Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. Isolamento solai di sottotetto Anche i solai di sottotetto dell edificio saranno coibentati tramite posa in opera di pannello isolante in polistirene sull estradosso dei solai stessi. I lavori previsti saranno i seguenti: smontaggio della copertura esistente (solo qualora necessario); posa in opera di pannello isolante; rifacimento della copertura eventualmente rimossa. I solai di copertura dell edificio verranno pertanto coibentati con la posa in opera di pannelli termoisolanti in polistirene posti sull estradosso del solaio piano di copertura. 10

11 Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche Isolamento estradosso solaio di copertura, tramite posa in opera di pannelli isolanti in polistirene di cm 10 classificati e marcati secondo la norma europea e certificati. Il Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. RIBASSAMENTO ALTEZZE LOCALI INTERNI Al fine di ridurre il volume interno, verranno poste in opera adeguate controsoffittature integrate da impianto radiante al fine di migliore l efficienza energetica (vedasi relazione tecnica specifica). Tale sistema di controsoffittatura verrà posto immediatamente al di sotto del cassonetto in legno copri-avvolgibile al fine di evitare i flussi di aria fredda provenite dall esterno. TINTEGGIATURA PARETI LOCALI INTERNI Sarà effettuata la tinteggiatura interna delle pareti previa opportuna rasatura nei punti in cui si evidenziano ammaloramenti dello strato di finitura dell intonaco. Sostituzione infissi esistenti L edificio in oggetto è costituito da diverse tipologie di infissi, qui di seguito riassunte grazie all ausilio di fotografie esplicative: I nuovi infissi saranno a taglio termico. Miglioramento dell isolamento termico delle superfici vetrate : Sostituzione degli infissi in monovetro con infissi del tipo in alluminio preverniciato a taglio termico, completo di vetro termoisolante più vetro antinfortunistico dalla parte interna. Gli infissi previsti presentano all esterno un vetro selettivo da 4 mm. (basso emissivo secondo D.L.vo 192/05 e D.lgs. 311/06), camera da 15 mm con gas argon ed internamente un vetro stratificato antinfortunistico 6/7. Il valore limite della trasmittanza U delle chiusure trasparenti comprensive degli infissi espressa in W/mqK, per la zona climatica di riferimento D sarà inferiore rispetto ai valori di legge e pari mediamente a U(W/mqK)= 2,0; mentre il valore della trasmittanza termica U dei vetri 11

12 espressa in W/mqK, sarà inferiore rispetto ai valori di legge e mediamente pari a U (W/mqK)= 1,6. Il tutto certificato ai fini del risparmio energetico dal costruttore e/o rivenditore e verifica finale al fine del rilascio dell attestato di qualificazione energetica a cura del Direttore dei Lavori, secondo le linee guida D.Lvo 192/2005 del 15/10/2005, Linee Guida DM 26/06/09 e Norme UNI/TS , con metodo di calcolo DOCET CNR-ENE programma omologato dal ministero. Per una ulteriore specificazione si rimanda alla relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. 4.2 Individuazione delle Criticità e Interventi di risoluzione migliorativi Relativamente agli interventi previsti sull involucro dell edificio municipale in oggetto, vengono ora individuate le seguenti criticità non rilevate in sede di progetto preliminare e vengono qui fornite le relative soluzioni utili e necessarie ai fini del raggiungimento degli obiettivi di progetto (vedasi tavole grafiche di progetto): Realizzazione di marciapiede intorno all edificio previo innalzamento con tubazione in PVC dei fori di aerazione del vespaio, canalizzazione delle acque piovane provenienti dai pluviali nei pozzetti esistenti. Ciò al fine di evitare fenomeni di umidità presenti alla base dell edificio dovuti sia al ristagno di acqua lungo il perimetro sia all infiltrazione di acqua dai fori di aerazione del vespaio Rifacimento del manto di copertura del locale tecnico mediante il rifacimento del massetto delle pendenze e successiva impermeabilizzazione al fine di evitare infiltrazioni Rimozione e ripristino delle inferriate di protezione degli infissi previa verniciatura degli stessi e rivisitazione del sistema di ancoraggio al fine di evitare punti diretti con l interno (infissi sala computer) Ripresa degli intonaci ammalo rati presenti sulle facciate dell edificio nonché del ripristino delle parti in c.a. al fine di predisporre un adeguato supporto per la posa in opera del cappotto. 12

13 5. SCUOLA MATERNA - Via G. Rossa SANT ANDREA APOSTOLO DELLO JONIO 5.1 Descrizione degli interventi edilizi I lavori riguarderanno diverse tipologie di intervento, variabili a seconda degli elementi strutturali che si intende riqualificare energeticamente. Ogni soluzione progettuale è stata ideata al fine di evitare interventi eccessivamente invasivi garantendo, tuttavia, la dovuta efficienza energetica. Coibentazione pareti perimetrali La coibentazione delle pareti perimetrali dell edificio verrà realizzata mediante cappotto esterno attraverso il quale sarà possibile anche risolvere i ponti termici delle strutture. Il cappotto verrà posato in opera e superficialmente rifinito al fine di preservare l estetica dell edificio sia a livello delle proprie peculiarità architettoniche sia a livello di corretta integrazione con il contesto e con il tessuto urbano. L applicazione dei pannelli termoisolanti avverrà previo incollaggio e fissaggio meccanico con tasselli plastici prefabbricati a norma. Successivamente verrà effettuata l applicazione di rasatura sottile, con interposta rete di armatura in fibra di vetro. La rasatura sarà applicata in più riprese fino a coprire completamente il pannello isolante e la rete stessa, al fine di ottenere un sottofondo continuo e omogeneo. Successivamente verrà eseguita in maniera uniforme uno strato rivestimento colorato con tonalità tale da integrarsi correttamente ed armonicamente con il tessuto urbano circostante. Il cappotto esterno, quindi, previa verifica e conseguimento dell idoneità del sottofondo, sarà costituito da: strato di malta collante ad elevato potere adesivo; pannello isolante ad elevate prestazioni; strato di rasatura con idonea rete di armatura; strato di rivestimento con fissativo. Il supporto di applicazione del cappotto dev essere ben asciutto, stagionato, pulito, consistente, privo di polvere e sostane oleose, senza umidità e sali, planare. Le parti ammalorate ed incoerenti dovranno essere bonificate con speciali malte di ripristino. L incollaggio delle lastre termoisolanti avverrà utilizzando un collante-rasante. Le lastre dovranno essere applicate alla parete dal basso verso l alto, a giunti sfalsati, assicurando che non rimangano fughe tra i bordi delle lastre. Il collante deve coprire almeno il 40% 13

14 della superficie. Negli spigoli, le lastre devono essere alternate in modo da garantire un assorbimento delle tensioni. Eventuali fessure dovranno essere chiuse inserendo del materiale isolante equivalente. Di seguito le lastre isolanti verranno battute con frattazzo per farle aderire il più possibile al supporto controllando inoltre la buona complanarità di tutta la superficie con una staggia ed in caso contrario procedere con levigatura. Si avrà cura di risvoltare il cappotto in corrispondenza delle rientranze degli infissi fino al massimo dell accostamento consentito dal sistema-infisso al fine di ridurre al massimo i ponti termici. Anche in corrispondenza delle soglie si prevede di risvoltare il cappotto applicando successivamente nuove soglie (vedasi elaborati grafici di progetto). Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche Isolamento a cappotto da applicare alle pareti esterne mediante pannelli isolanti in polistirene espanso sinterizzato classificati e marcati secondo la norma europea e certificati. Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. Isolamento solai di copertura e loro rifacimento I solai di copertura dell edificio verranno coibentati con la posa in opera di pannelli termoisolanti previa sostituzione del manto di copertura in lastre di eternit. Sarà effettuato lo smontaggio delle lastre di eternit a mezzo ditta specializzata (le lastre saranno smaltite in apposita discarica autorizzata) e della sottostante struttura di ancoraggio (vedasi tavole grafiche di progetto). Il rifacimento della copertura e la coibentazione dei solai di copertura saranno eseguite attraverso le seguenti fasi: posa in opera barriera al vapore ; posa di pannelli isolanti in polistirene (cm 10); membrana impermeabile traspirante; posa listelli di ventilazione in legno di abete; listelli di fissaggio in legno di abete; manto di copertura in tegole. 14

15 Caratteristiche funzionali e prestazioni termiche Isolamento estradosso solaio di copertura, tramite posa in opera di pannelli isolanti in polistirene di cm 10 classificati e marcati secondo la norma europea e certificati. Il Per quanto riguarda le caratteristiche termo-isolanti dei componenti si rimanda alla specifica relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. RIBASSAMENTO ALTEZZE LOCALI INTERNI Al fine di ridurre il volume interno, verranno poste in opera adeguate controsoffittature integrate da impianto radiante al fine di migliore l efficienza energetica (vedasi relazione tecnica specifica). TINTEGGIATURA PARETI LOCALI INTERNI Sarà effettuata la tinteggiatura interna delle pareti previa opportuna rasatura nei punti in cui si evidenziano ammaloramenti dello strato di finitura dell intonaco. Sostituzione infissi esistenti L edificio in oggetto è costituito da diverse tipologie di infissi, qui di seguito riassunte grazie all ausilio di fotografie esplicative: I nuovi infissi saranno a taglio termico Miglioramento dell isolamento termico delle superfici vetrate : Sostituzione degli infissi in monovetro con infissi del tipo in alluminio preverniciato a taglio termico, completo di vetro termoisolante più vetro antinfortunistico dalla parte interna. Gli infissi previsti presentano all esterno un vetro selettivo da 4 mm. (basso emissivo secondo D.L.vo 192/05 e D.lgs. 311/06, camera da 15 mm con gas argon ed internamente un vetro stratificato antinfortunistico 6/7. Il valore limite della trasmittanza U delle chiusure trasparenti comprensive degli infissi espressa in W/mqK, per la zona climatica di riferimento D sarà inferiore rispetto ai valori di legge e pari mediamente a U(W/mqK)= 2,0; mentre il valore della trasmittanza termica U dei vetri espressa in W/mqK, sarà inferiore rispetto ai valori di legge e mediamente pari a U (W/mqK)= 1,6. Il tutto certificato ai fini del risparmio energetico dal costruttore e/o rivenditore e verifica finale al fine del rilascio dell attestato di qualificazione energetica a cura del Direttore dei Lavori, secondo le linee guida D.Lvo 192/2005 del 15/10/2005, Linee Guida DM 26/06/09 e Norme UNI/TS , con metodo di calcolo DOCET CNR-ENE programma omologato dal ministero. 15

16 Per una ulteriore specificazione si rimanda alla relazione tecnica e di calcolo degli impianti di progetto. 5.2 Individuazione delle Criticità e Interventi di risoluzione migliorativi Relativamente agli interventi previsti sull involucro dell edificio municipale in oggetto, vengono ora individuate le seguenti criticità non rilevate in sede di progetto preliminare e vengono qui fornite le relative soluzioni utili e necessarie ai fini del raggiungimento degli obiettivi di progetto (vedasi tavole grafiche di progetto): Rifacimento di marciapiede intorno all edificio, al fine di evitare fenomeni di umidità presenti alla base dell edificio dovuti sia al ristagno di acqua lungo il perimetro sia all infiltrazione di acqua attraverso i distaccamenti presenti tra l attuale marciapiede e la parete dell edificio. Sostituzione di tutti i cassonetti in legno copriavvolgibili con cassonetti in EPS al fine di eliminare i flussi di aria fredda dall esterno ed eliminare i ponti termici. Ripresa degli intonaci ammalo rati presenti sulle facciate dell edificio nonché ripristino delle parti in c.a. al fine di predisporre idoneo supporto per la posa del cappotto. I Progettisti Ing. Pietro Scalamandrè Arch. Maurizio Longo Geom. Nicola Purri 16

1. S T R U T T U R A PREMESSA

1. S T R U T T U R A PREMESSA PREMESSA I fabbricati in oggetto saranno realizzati con caratteristiche costruttive edili e impiantistiche finalizzate all ottenimento della classificazione energetica in Classe B, ai sensi della vigente

Dettagli

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema:

In particolar modo, nel caso di intervento sull esistente, il sistema: S I S T E M I A C A P P O T T O D E S C R I Z I O N E L'isolamento a cappotto consiste nell'applicazione, sull'intera superficie esterna verticale di un edificio, di pannelli isolanti che vengono poi coperti

Dettagli

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione.

L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. L originale edificio in stato di abbandono da diversi decenni, di conseguenza in uno pessimo stato di conservazione. Progetto di demolizione con ripristino tipologico in ampliamento di fabbricato abitativo

Dettagli

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011

I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 I cappotti ad elevato spessore: la corretta posa in opera. CONVEGNO AIPE - MADE 2011 6 Ottobre 2011 Che cosa vuol dire IPERISOLAMENTO DISPERSIONI TERMICHE DELL INVOLUCRO minime unbeheizt unbeheizt WSVO

Dettagli

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione

Appendice 4 Tecnologie di coibentazione AUDIT ENERGETICI DEGLI EDIFICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI TRECATE Appendice 4 Appendice 4 Tecnologie di coibentazione SOMMARIO A. COIBENTAZIONE PARETI...3 B. COIBENTAZIONE COPERTURE...7 C. COIBENTAZIONE

Dettagli

AZIONI DI RISPARMIO TERMICO

AZIONI DI RISPARMIO TERMICO AZIONI DI RISPARMIO TERMICO La maggior parte degli edifici esistenti sono caratterizzati da elevati consumi termici, sia a causa delle dispersioni di calore per trasmissione attraverso le pareti, i tetti,

Dettagli

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma

RELAZIONE TECNICA OGGETTO: PROGETTO: 1057. timbro e firma RELAZIONE TECNICA OGGETTO: Ristrutturazione edilizia maggiore del 25% della superficie disperdente dell edificio scolastico, scuole medie, sito in Via Donizetti 9, 24020, Torre Boldone (BG). PROGETTO:

Dettagli

TRATTAMENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI COIBENTAZIONE DI PARETI CON SISTEMA A CAPPOTTO INTERNO

TRATTAMENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI COIBENTAZIONE DI PARETI CON SISTEMA A CAPPOTTO INTERNO TRATTAMENTI DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DI EDIFICI ESISTENTI COIBENTAZIONE DI PARETI CON SISTEMA A CAPPOTTO INTERNO Voci di capitolato delle lavorazioni 1 - PACCHETTO CON IPERISOLANTE TERMORIFLETTENTE

Dettagli

Trasmittanza termica (U)

Trasmittanza termica (U) Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale Telefono/fax: 0534521104 http://centrocisa.it/ email : cisa@comune.porrettaterme.bo.it L isolamento degli edifici: un esempio dell applicazione degli

Dettagli

-PROGETTO ESECUTIVO-

-PROGETTO ESECUTIVO- STUDIO TECNICO Geom.Carlo Bizzarri Provincia di Terni Comune Di San Venanzo RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL POLO SCOLASTICO DI SAN VENANZO POR FESR 2007-2013 REGIONE UMBRIA ASSE III - ATTIVITA' A3 e B3

Dettagli

Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale

Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale Centro Innovazione per la Sostenibilità Ambientale Telefono/fax: 0534521104 http://centrocisa.it/ email : cisa@comune.porrettaterme.bo.it Pianoro 13 giugno 2007 L isolamento degli edifici: un esempio dell

Dettagli

PARCO RESIDENZIALE [POGGETTO. Abitare sostenibile. migliore qualità della vita e contenimento dei costi sorridi all ambiente

PARCO RESIDENZIALE [POGGETTO. Abitare sostenibile. migliore qualità della vita e contenimento dei costi sorridi all ambiente PARCO RESIDENZIALE POGGETTO Abitare sostenibile migliore qualità della vita e contenimento dei costi sorridi all ambiente Alimentazione RISPARMIO ASSICURATO Sfruttamento della radiazione solare mediante

Dettagli

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI

RILIEVO DI MASSIMA DEGLI IMMOBILI COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano OGGETTO: Ampliamento scuola primaria di Cisliano - CUP J81E15001290004 PROGETTO PRELIMINARE PER APPALTO INTEGRATO COMPLESSO ai sensi dell art. 53 comma 2 lett. C)

Dettagli

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE

CHIUSURE VER VER ICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE CHIUSURE VERTICALI PORTATE Hanno funzione portante t secondaria cioè non garantiscono la sicurezza statica complessiva dell edificio ma devono assicurare la protezione e l incolumità

Dettagli

SigmaIsol Nodi architettonici.

SigmaIsol Nodi architettonici. EDILIZIA PROFESSIONALE SigmaIsol Nodi architettonici. SigmaIsol. Manuale tecnico. Un corretto isolamento termico a cappotto, mantiene l involucro esterno dell edificio in condizioni termoigrometriche stazionarie.

Dettagli

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI CON PARAMETRI CASA CLIMA A BASSOCONSUMO E N E R G E T I C O RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI Vantaggi immediati per un futuro migliore Strada Comunale Gelati, 5 29025

Dettagli

RISTRUTTURARE CON GLI ISOLANTI TERMO-RIFLETTENTI OVER-ALL. Risparmio energetico Confort Detrazione fiscale Basso spessore

RISTRUTTURARE CON GLI ISOLANTI TERMO-RIFLETTENTI OVER-ALL. Risparmio energetico Confort Detrazione fiscale Basso spessore RISTRUTTURARE CON GLI ISOLANTI TERMO-RIFLETTENTI OVER-ALL Risparmio energetico Confort Detrazione fiscale Basso spessore Contropareti in cartongesso isolate con materiali termo-riflettenti Over-all isolamento

Dettagli

Risparmio energetico. Detrazione fiscale Basso spessore RISTRUTTURARE

Risparmio energetico. Detrazione fiscale Basso spessore RISTRUTTURARE Risparmio energetico CoMfort Detrazione fiscale Basso spessore RISTRUTTURARE c o n g l i i s o l a n t i t e r m o r i f l e t t e n t i o v e r- a l l Quando la tecnologia avanza tutto si assottiglia...

Dettagli

Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN)

Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN) Esperienza imprenditoriale di edilizia residenziale ad alta prestazione energetica: Residenza Arcadia Alba (CN) Residenza Arcadia Alba (CN) caratteristiche del fabbricato Edificio di 5-6 piani fuori terra

Dettagli

Edifici passivi e a basso consumo: progettazione, certificazione, monitoraggio

Edifici passivi e a basso consumo: progettazione, certificazione, monitoraggio A r c h. C h i a r a B i a n c o c h i a r a. b i a n c o @ e n v i p a r k. c o m Edifici passivi e a basso consumo: progettazione, certificazione, monitoraggio Soluzioni progettuali per edifici a basso

Dettagli

SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO SEDE CROCE ROSSA - VERGATO STUDIO DI FATTIBILITA RELATIVO ALL APPLICAZIONE DI SISTEMI PASSIVI PER IL RISPARMIO ENERGETICO IPOTESI DI MASSIMA DELLA DISTRIBUZIONE INTERNA Dall analisi delle esigenze degli

Dettagli

UN EDIFICIO A BASSO CONSUMO IN CLASSE A È ANCHE ISOLATO ACUSTICAMENTE? CONSIDERAZIONI SULL'ARGOMENTO E RISULTATI DI ALCUNE PROVE IN OPERA

UN EDIFICIO A BASSO CONSUMO IN CLASSE A È ANCHE ISOLATO ACUSTICAMENTE? CONSIDERAZIONI SULL'ARGOMENTO E RISULTATI DI ALCUNE PROVE IN OPERA Associazione Italiana di Acustica 36 Convegno Nazionale Torino, 10-12 giugno 2009 UN EDIFICIO A BASSO CONSUMO IN CLASSE A È ANCHE ISOLATO ACUSTICAMENTE? CONSIDERAZIONI SULL'ARGOMENTO E RISULTATI DI ALCUNE

Dettagli

Nuove abitazioni ad alta efficienza energetica

Nuove abitazioni ad alta efficienza energetica Nuove abitazioni ad alta efficienza energetica Un progetto eco-compatibile per la provincia di Parma che vede protagonista la termomebrana traspirrante Delta - Maxx Titan di Dörken Anche a Parma arrivano

Dettagli

RELAZIONE GENERALE INDICE

RELAZIONE GENERALE INDICE RELAZIONE GENERALE Redatta ai sensi del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, e articolo 105 del DPR 5 ottobre 2010, n. 207. Regolamento di esecuzione ed attuazione del decreto legislativo 12 aprile 2006, n 163.

Dettagli

L efficienza energetica in edilizia La cura dei particolari

L efficienza energetica in edilizia La cura dei particolari L efficienza energetica in edilizia La cura dei particolari L edificio energeticamente efficiente, deve nascere già dal progetto architettonico orientamento dimensionamento delle superfici trasparenti

Dettagli

MONOBLOCCO TERMOISOLATO COMPACT

MONOBLOCCO TERMOISOLATO COMPACT MONOBLOCCO TERMOISOLATO COMPACT Il primo sistema controtelaio monoblocco completo per finestra nel mondo All avanguardia con la tecnologie nella produzione di controtelai per infissi, abbiamo scelto di

Dettagli

ISOLAMENTO A CAPPOTTO

ISOLAMENTO A CAPPOTTO ISOLAMENTO A CAPPOTTO 13 aprile 2011 Via IV Novembre GRANDATE COMO tel. 031/564656 fax 031/564666 www.isolmec.com mail info@isolmec.com resp. ufficio tecnico Roberto Filippetto 339/8935863 areatecnica@isolmec.com

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO VIA TONALE 26 MILANO FACCIATE CONTINUE E SERRAMENTI

RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO VIA TONALE 26 MILANO FACCIATE CONTINUE E SERRAMENTI Certificato n. 4858 Tecnologie edili per l ambiente facciate continue serramenti - pareti mobili RISTRUTTURAZIONE EDIFICIO VIA TONALE 26 MILANO FACCIATE CONTINUE E SERRAMENTI Ristrutturazione fabbricato

Dettagli

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN POLISTIRENE ESPANSO (EPS) CAPITOLATO GENERALE SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN

Dettagli

Fattori di degrado ricorrenti negli edifici storici e le possibili soluzioni adottate negli interventi di restauro e conservazione

Fattori di degrado ricorrenti negli edifici storici e le possibili soluzioni adottate negli interventi di restauro e conservazione Fattori di degrado ricorrenti negli edifici storici e le possibili soluzioni adottate negli interventi di restauro e conservazione Le norme di riferimento D.lgs 192/2005 D.lgs 31/2006 D.lgs 102/2014 Obiettivo

Dettagli

IL REGOLAMENTO EDILIZIO VERSO LA SOSTENIBILITA

IL REGOLAMENTO EDILIZIO VERSO LA SOSTENIBILITA IL REGOLAMENTO EDILIZIO VERSO LA SOSTENIBILITA Vaiano - 06 maggio 2011 L IMPORTANZA DEI PARTICOLARI NEL PROGETTO E NELL ESECUZIONE Ing. Vittorio BARDAZZI Consigliere dell Ordine degli Ingegneri della Provincia

Dettagli

AZIENDA LOMBARDA EDILIZIA RESIDENZIALE VIA MAZZINI 32/a 24128 BERGAMO Tel 035-259595 Fax 035-264714 www.alerbg.it - e-mail: tecnico@pec.alerbg.

AZIENDA LOMBARDA EDILIZIA RESIDENZIALE VIA MAZZINI 32/a 24128 BERGAMO Tel 035-259595 Fax 035-264714 www.alerbg.it - e-mail: tecnico@pec.alerbg. AZIENDA LOMBARDA EDILIZIA RESIDENZIALE VIA MAZZINI 32/a 24128 BERGAMO Tel 035-259595 Fax 035-264714 www.alerbg.it - e-mail: tecnico@pec.alerbg.it INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA INVOLUCRO/IMPIANTI

Dettagli

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica.

Lo stato attuale dei luoghi è illustrato nelle tavole dedicate e nella documentazione fotografica. RELAZIONE TECNICA Nel corso dei diversi sopralluoghi tecnici effettuati si sono riscontrate innumerevoli problematiche legate allo stato di conservazione degli edifici nel loro complesso e in particolar

Dettagli

TENUTA ALL ARIA TERZA PARTE TENUTA ALL ARIA. Relatore: Ing. Corrado Caramelle

TENUTA ALL ARIA TERZA PARTE TENUTA ALL ARIA. Relatore: Ing. Corrado Caramelle TENUTA ALL ARIA TERZA PARTE TENUTA ALL ARIA La Tenuta all aria negli edifici in legno 1. Aspetti teorici 2. Materiali 3. Scelte progettuali La Tenuta all aria negli edifici in legno Perché è importante

Dettagli

RIVESTIMENTO A CAPPOTTO E ALTRI INTERVENTI DI ISOLAMENTO TERMICO DEGLI EDIFICI

RIVESTIMENTO A CAPPOTTO E ALTRI INTERVENTI DI ISOLAMENTO TERMICO DEGLI EDIFICI RIVESTIMENTO A CAPPOTTO E ALTRI INTERVENTI DI ISOLAMENTO TERMICO DEGLI EDIFICI Il principale fattore che influenza le prestazioni termiche degli edifici, per ben il 30%, è costituito dall isolamento dell

Dettagli

RESTRUCTURA 2010. Arch: Emma Cavigliasso

RESTRUCTURA 2010. Arch: Emma Cavigliasso RESTRUCTURA 2010 Workshop: Edifici in legno ad alta efficienza energetica Arch: Emma Cavigliasso Costruzioni in Legno La casa in classe energetica A di Biella Il Gruppo La Foca La Focanascenel 1960aVillarbasseeneiprimiannidiattivitàimportaecommercializzacase

Dettagli

COMUNE DI SAN SPERATE PROVINCIA DI CAGLIARI

COMUNE DI SAN SPERATE PROVINCIA DI CAGLIARI COMUNE DI SAN SPERATE PROVINCIA DI CAGLIARI PROGETTO ESECUTIVO MESSA IN SICUREZZA E MANUTENZIONE STRAORDINARIA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI, COMPLESSO SCOLASTICO VIA PIXINORTU ANGOLO VIA GARAU ALLEGATO 1 RELAZIONE

Dettagli

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011

Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti. Ponti termici e Serramenti. Novembre 2011 Il Patto dei Sindaci Spunti per approfondimenti Ponti termici e Serramenti Novembre 2011 Cosa sono i ponti termici I Ponti Termici sono punti o zone dove il comportamento termico dell edificio è diverso

Dettagli

AGENZIA REGIONALE CONSERVATORIA DELLE COSTE

AGENZIA REGIONALE CONSERVATORIA DELLE COSTE INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DELLA COPERTURA DELL'EDIFICIO DENOMINATO "OSTELLO" IN LOC. CALA D'OLIVA PRESSO L'ISOLA DELL'ASINARA - CIG 3774687A3E RELAZIONE TECNICA 1 PREMESSA Il presente elaborato

Dettagli

Allegato 01. Computo metrico estimativo. Il ProgettistaGeom. Massimo Balconi APRILE 2014. pag. 1

Allegato 01. Computo metrico estimativo. Il ProgettistaGeom. Massimo Balconi APRILE 2014. pag. 1 allegato alla determinazione n. 4050 del 13 maggio 2014F.to Geom. Massimo Balconi OPERE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA DI RIFACIMENTO DELLA COPERTURA DELL'EDIFICIO ADIBITO A SPOGLIATOIO AL SERVIZIO DEI

Dettagli

Progetto Esecutivo. ELABORATO: RE_ Relazione opere edili. IL PROGETTISTA Arch. Mariangela Cimma

Progetto Esecutivo. ELABORATO: RE_ Relazione opere edili. IL PROGETTISTA Arch. Mariangela Cimma Progetto Esecutivo PON FESR Ambienti per l Apprendimento Asse II Qualità degli ambienti scolastici Obiettivo C Bando Prot. AOODGAI/7667 del 15/06/2010 I.S.I.S. Gaetano Filangieri Via Sen. Pezzullo,7 FRATTAMAGGIORE

Dettagli

INDICE GENERALITÀ... 2

INDICE GENERALITÀ... 2 INDICE GENERALITÀ... 2 DESCRIZIONE DEL FABBRICATO... 2 DATI GENERALI... 2 ACCESSI AL FABBRICATO... 2 STRUTTURE PORTANTI... 3 COPERTURA... 3 DESCRIZIONE INTERVENTO PROPOSTO... 3 IMPIANTO TERMICO.... 3 ISOLAMENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI

RELAZIONE TECNICA SPECIALISTICA OPERE CIVILI OPERE CIVILI 1 PREMESSA...3 DESCRIZIONE DELLO STATO DI FATTO... 3 DESCRIZIONE DEL PROGETTO... 5 OPERE CIVILI...6 SCAVI, DEMOLIZIONI E RIMOZIONI... 6 OPERE IN CEMENTO ARMATO - SCALE METALLICHE... 7 SOTTOFONDI...

Dettagli

appartamento sito all'ultimo piano di un edificio in linea INA-Casa di quattro piani

appartamento sito all'ultimo piano di un edificio in linea INA-Casa di quattro piani SCHEDA PROGETTO: appartamento privato, Bari (Gennaio-Agosto 2013) TIPO D'INCARICO: TIPOLOGIA EDILIZIA: SUPERFICIE LORDA: TIPOLOGIA COSTRUTTIVA: intervento di riqualificazione energetica e funzionale appartamento

Dettagli

Cork Panels. Istruzioni di posa cappotto termico su muratura

Cork Panels. Istruzioni di posa cappotto termico su muratura Cork Panels Isolamento a cappotto in sughero biondo densità 150 160 Kg/m 3 Istruzioni di posa cappotto termico su muratura DESCRIZIONE INTRODUZIONE AL SISTEMA A CAPPOTTO TERMICO in SUGHERO BIONDO CorkPanels

Dettagli

TERMOGRAFIA a infrarossi

TERMOGRAFIA a infrarossi TERMOGRAFIA a infrarossi L'energia termica, o infrarossa, consiste in luce la cui lunghezza d'onda risulta troppo grande per essere individuata dall'occhio umano. A differenza della luce visibile, nel

Dettagli

SISTEMA A CAPPOTTO. Mapei Mapetherm Tile System

SISTEMA A CAPPOTTO. Mapei Mapetherm Tile System SISTEMA A CAPPOTTO Mapei Mapetherm Tile System In Europa, si è consolidata l attenione al risparmio energetico per esigene economiche, legislative e culturali. In alcuni stati, come in Italia, gli interventi

Dettagli

FIBRANgeo BP-ETICS. Utilizzo e specifiche d installazione del cappotto termico esterno su supporto in legno

FIBRANgeo BP-ETICS. Utilizzo e specifiche d installazione del cappotto termico esterno su supporto in legno FIBRANgeo BP-ETICS Utilizzo e specifiche d installazione del cappotto termico esterno su supporto in legno Luglio 2015 Sistema a cappotto esterno con FIBRANgeo BP-ETICS su supporto in legno Specifiche

Dettagli

DomoKap Il sistema termoisolante a cappotto

DomoKap Il sistema termoisolante a cappotto DomoKap Il sistema termoisolante a cappotto Flessibile Semplice da posare Resistente Delta Servizi S.a.s. Sistema termoisolante a cappotto DomoKap Delta Servizi S.a.S Settore Edilizia presenta un sistema

Dettagli

M.D.R. ecosistemi di copertura

M.D.R. ecosistemi di copertura M.D.R. ecosistemi di copertura Nata dall esperienza trentennale di un gruppo di tecnici del settore, M.D.R. è un azienda specializzata nella realizzazione, rifacimento e manutenzione di coperture industriali,

Dettagli

{jatabs type="content" }[tab title="tetti di Copertura"] Tetti di copertura civili e industriali:

{jatabs type=content }[tab title=tetti di Copertura] Tetti di copertura civili e industriali: {jatabs type="content" }[tab title="tetti di Copertura"] Tetti di copertura civili e industriali: Effettuiamo rifacimenti e nuove coperture edili impermeabili per coperture civili e coperture per l edilizia

Dettagli

Restructura, 25 novembre 2010 Arch. Alessandro Sibille

Restructura, 25 novembre 2010 Arch. Alessandro Sibille Restructura, 25 novembre 2010 Arch. Alessandro Sibille architrave radiatore Ponti termici in struttura in ca Ponte termico Parete non isolata Isolamento a cappotto Ponte termico Parete isolata Ponte

Dettagli

1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato

1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato FRAME ECOLOGY DESCRIZIONE TECNICA 1) Struttura perimetrale portante in abete lamellare stratificato Parete di cm 30,00 con struttura portante interna in legno massiccio in verticale e lamellare in orizzontale

Dettagli

PARETE ESTERNA 0.18 17.07 52 -- EA.1. sp. 30 cm STRATIGRAFIA. Π [h.m] U [W/m 2 k] PROTEZIONE ACUSTICA. L n,w [db] R w [db] PROTEZIONE DAL FUOCO

PARETE ESTERNA 0.18 17.07 52 -- EA.1. sp. 30 cm STRATIGRAFIA. Π [h.m] U [W/m 2 k] PROTEZIONE ACUSTICA. L n,w [db] R w [db] PROTEZIONE DAL FUOCO PARETE ESTERNA sp. 30 cm EA.1 Le pareti esterne sono composte strutturalmente da pannelli multistrato di abete rosso, spessore minimo 85mm, con certificato PEFC che contraddistingue materiali derivanti

Dettagli

Mauro Rossaro Massimiliano Vanella. Condominio Leonardo. Verona

Mauro Rossaro Massimiliano Vanella. Condominio Leonardo. Verona Mauro Rossaro Massimiliano Vanella Condominio Leonardo Verona _1 Facciata sud; si notino i collettori solari in facciata e i moduli fotovoltaici utilizzati come frangisole _2 Vista sud-ovest 2 1 Ubicazione:

Dettagli

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE

AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE AL MORENA S.R.L. - PIAZZA MISSORI 3 MILANO INSEDIAMENTO RESIDENZIALE MAPPALE 462 - TRICESIMO CAPITOLATO SINTETICO DELLE OPERE FONDAZIONI Fondazioni costituite da travi rovesce e platee in cemento armato,

Dettagli

RECUPERO SOTTOTETTO NEWSLETTER 16

RECUPERO SOTTOTETTO NEWSLETTER 16 Nel mese di Giugno 2011 Teicos Costruzioni s.r.l., impresa specializzata nella realizzazione di nuove coperture e recupero sottotetti, ha iniziato le opere di recupero del sottotetto dell edificio sito

Dettagli

Isolamento su misura per coperture. Casi pratici e riferimenti normativi

Isolamento su misura per coperture. Casi pratici e riferimenti normativi Isolamento su misura per coperture Casi pratici e riferimenti normativi Castelnuovo del Garda - 21 marzo 2013 Ing. Cristiano Signori Isolparma S.r.l. dal 2002 si è sviluppata avendo come obiettivo primario

Dettagli

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche)

Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Massetti riscaldanti e raffrescanti e impianti radianti di nuova generazione (funzionamento e applicazioni pratiche) Ing. Clara Peretti Coordinatrice Consorzio Q-RAD 2 Contenuti della presentazione Il

Dettagli

CANTIERE: CONDOMINIO CINZIA LUOGO: PORDENONE ANNO: 2009

CANTIERE: CONDOMINIO CINZIA LUOGO: PORDENONE ANNO: 2009 CANTIERE: CONDOMINIO CINZIA LUOGO: PORDENONE ANNO: 2009 MANUTENZIONE ORDINARIA E STRAORDNARIA SU VECCHIO FABBRICATO AD USO RESIDENZIALE. Trattasi di un fabbricato ubicato nel centro città, suddiviso in

Dettagli

Tettostyr. Un tetto per tutte le stagioni. Vantaggi. Sistema Tettostyr autoportante. Sistema Tettostyr per piani di copertura esistenti

Tettostyr. Un tetto per tutte le stagioni. Vantaggi. Sistema Tettostyr autoportante. Sistema Tettostyr per piani di copertura esistenti Tettostyr Un tetto per tutte le stagioni I pannelli compositi Tettostyr, in legno e lastre isolanti termoacustiche, permettono di realizzare la copertura desiderata in modo semplice e veloce sia in ristrutturazione

Dettagli

S e t t o r e A s s e t t o e d U t i l i z z o d e l T e r r i t o r i o. Istituto Comprensivo Statale di Resana scuola primaria del capoluogo

S e t t o r e A s s e t t o e d U t i l i z z o d e l T e r r i t o r i o. Istituto Comprensivo Statale di Resana scuola primaria del capoluogo C O M U N E D I R E S A N A P R O V I N C I A D I T R E V I S O S e t t o r e A s s e t t o e d U t i l i z z o d e l T e r r i t o r i o PROGETTO: Intervento di isolamento termico a cappotto e sostituzione

Dettagli

UN NUOVO MATERIALE IDEALE PER I TETTI CON BANDA ADESIVA INTEGRATA PER UNA POSA RAPIDA E A TENUTA D ARIA

UN NUOVO MATERIALE IDEALE PER I TETTI CON BANDA ADESIVA INTEGRATA PER UNA POSA RAPIDA E A TENUTA D ARIA PUBLIREDAZIONALE Copertura in Legno e Alluminio Un Edificio Sostenibile nel Villaggio degli Sposi a Bergamo UN NUOVO MATERIALE IDEALE PER I TETTI CON BANDA ADESIVA INTEGRATA PER UNA POSA RAPIDA E A TENUTA

Dettagli

CONCORSO ILETE SUGLI EDIFICI A BASSO CONSUMO ENERGETICO BACIATA DAL SOLE

CONCORSO ILETE SUGLI EDIFICI A BASSO CONSUMO ENERGETICO BACIATA DAL SOLE CONCORSO ILETE SUGLI EDIFICI A BASSO CONSUMO ENERGETICO BACIATA DAL SOLE Ristrutturazione di una casa di montagna monofamiliare Progetto: architetti Giancarlo Ravagni e Sergio Nuvoloni Progetto impianti:

Dettagli

C a s o s t u d i o p e r l a p p l i c a z i o n e d e l l i n c e n t i v o d i c u i a l D. M. 2 8 / 1 2 / 1 2 C o n t o T e r m i c o

C a s o s t u d i o p e r l a p p l i c a z i o n e d e l l i n c e n t i v o d i c u i a l D. M. 2 8 / 1 2 / 1 2 C o n t o T e r m i c o C a s o s t u d i o p e r l a p p l i c a z i o n e d e l l i n c e n t i v o d i c u i a l D. M. 2 8 / 1 2 / 1 2 C o n t o T e r m i c o Roma 18 giugno 2013 Decreto Conto Termico. Regole applicative e

Dettagli

LINEEVITASYSTEM SRL. Opere per edilizia civile industriale e agricola Chiavi in mano COPERTURE E SMALTIMENTO AMIANTO CAPPOTTI TERMICI

LINEEVITASYSTEM SRL. Opere per edilizia civile industriale e agricola Chiavi in mano COPERTURE E SMALTIMENTO AMIANTO CAPPOTTI TERMICI lineavita IMP rifo_layout 1 18/11/13 11:48 Pagina 1 LINEE VITA E SISTEMI ANTICADUTA COPERTURE E SMALTIMENTO AMIANTO CAPPOTTI TERMICI Opere per edilizia civile industriale e agricola Chiavi in mano LINEEVITASYSTEM

Dettagli

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe

THERMO RASATURA. Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe THERMO RASATURA Rivestimento minerale ad elevato potere termoisolante per il risanamento delle pareti da muffe, funghi, umidità e crepe konstruktive leidenschaft 01.2016 Vimark 2 5 DESCRIZIONE COMPOSIZIONE

Dettagli

EDIFICIO C. Residenziale Baroni" 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico

EDIFICIO C. Residenziale Baroni 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana/Via Mar Caspio. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa...

Silicato isolstyle per edilizia/bioedilizia. Pareti fredde, umidità, muffa... Pareti fredde, umidità, muffa... Con le lastre in silicato di calcio isolstyle è possibile risolvere definitivamente questi problemi! Le lastre in sono molto leggere, (1) 6 kg/m2 e si posano facilmente

Dettagli

Residenziale Baroni" EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico

Residenziale Baroni EDIFICIO B 16 APPARTAMENTI IN EDILIZIA LIBERA. Modena Via Nonantolana. Elaborato grafico ABITCOOP - COOPERATIVA DI ABITAZIONE DELLA PROVINCIA DI MODENA - Società Cooperativa via Nonantolana, 520 41122 Modena tel. 059 381411 fax 059 331408 registro imprese di Mo, c.f. e p. iva 00671780369 albo

Dettagli

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA

RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA PERMESSO DI COSTRUIRE CONVENZIONATO CON PIANO DI RECUPERO RELAZIONE TECNICA E VALUTAZIONE PAESAGGISTICA Ristrutturazione edilizia con cambio di destinazione d uso e recupero del sottotetto Fabbricato sito

Dettagli

Il parco edilizio residenziale italiano

Il parco edilizio residenziale italiano LA RIQUALIFICAZIONE DEL PARCO EDILIZIO NAZIONALE E LE DIRETTIVE EUROPEE SULL EFFICIENZA ENERGETICA NEGLI EDIFICI Fiera Milano 7 maggio 2014 Riqualificare il parco edilizio residenziale: aspetti energetici

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI E SPECIFICHE TECNICHE

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEGLI INTERVENTI E SPECIFICHE TECNICHE COMUNE DI LATERZA Provincia di Taranto --------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- UFFICIO TECNICO COMUNALE SETTORE N. 4 LAVORI

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI VERIFICA DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DI MONOBLOCCO ISOLANTE IN EPS

RELAZIONE TECNICA DI VERIFICA DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DI MONOBLOCCO ISOLANTE IN EPS Committente: Callegaro Group Adria Sede Legale: Tel. 0426/42603 Fax. 0426/21491 Oggetto: RELAZIONE TECNICA DI VERIFICA DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE DI MONOBLOCCO ISOLANTE IN EPS Versione: 1.1 Revisione:

Dettagli

Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO

Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO Programma Operativo Interregionale "Energie rinnovabili e risparmio energetico" 2007-2013 COMUNE DI CARMIANO PROGETTO ESECUTIVO INTERVENTI DI EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI E UTENZE ENERGETICHE

Dettagli

Direttiva tecnica per il programma di calcolo CasaClima (Agosto 2007)

Direttiva tecnica per il programma di calcolo CasaClima (Agosto 2007) Direttiva tecnica per il programma di calcolo CasaClima (Agosto 2007) Per problemi con il programma di calcolo si deve considerare principalmente la guida all uso della scheda operativa per il calcolo

Dettagli

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER REALIZZAZIONI AD ALTE PRESTAZIONI

SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER REALIZZAZIONI AD ALTE PRESTAZIONI SOLUZIONI TECNOLOGICHE PER REALIZZAZIONI AD ALTE PRESTAZIONI COPERTURA FACCIATA VENTILATA CAPPOTTO CONTROPARETE DIVISORIO INTERNO RESIDENZA PASSIVA COLDA EST Arch. ETTORE PEDRINI IL PROGETTO Complesso

Dettagli

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO

C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO C A P I T O L A T I SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN FIBRE DI LEGNO (WF) CAPITOLATO GENERALE SISTEMI D ISOLAMENTO TERMICO PER ESTERNI A CAPPOTTO CON PANNELLI IN FIBRE

Dettagli

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI

INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI INCOLLAGGIO E FISSAGGI MECCANICI F verticale: Le forze dovute al peso proprio vengono trasportate nel supporto dal collante. F orizzontale = depressione dovuta al carico da vento F verticale = Massa (peso

Dettagli

PF COLOR VIA ANGELO SALMOIRAGHI 5 00133 ROMA

PF COLOR VIA ANGELO SALMOIRAGHI 5 00133 ROMA Marcon, 23 APRILE 2010 Spett.le PF COLOR VIA ANGELO SALMOIRAGHI 5 00133 ROMA E.p.c. Sign. Palatella Emilio Ing. Marius Puscaso Oggetto: APPLICAZIONE CICLO TERMICO A CAPPOTTO SAN MARCO SU ABITAZIONE VIA

Dettagli

1 STATO DI FATTO... 2. 1.1 Caratteri tipologici e costruttivi delle coperture... 2. 1.2 Consistenza e stato di manutenzione... 3

1 STATO DI FATTO... 2. 1.1 Caratteri tipologici e costruttivi delle coperture... 2. 1.2 Consistenza e stato di manutenzione... 3 Pag. 1/10 Sommario 1 STATO DI FATTO... 2 1.1 Caratteri tipologici e costruttivi delle coperture... 2 1.2 Consistenza e stato di manutenzione... 3 2 INTERVENTI ARCHITETTONICI... 4 2.1 Allestimento Sala

Dettagli

Cappotto interno con isolante termoriflettente Over-foil

Cappotto interno con isolante termoriflettente Over-foil Soluzione 1 - detrazione fiscale 65% in soli 7 cm Spessore totale controparete finita: 7 cm Isolante termoriflettente: Over-foil Multistrato 19 Parete esterna esistente Listelli in legno (o struttura metallica

Dettagli

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA

LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE DELLA STAZIONE MARITTIMA DI PESCARA E SISTEMAZIONE DELLE AREE CIRCOSTANTI PREMESSA PREMESSA La Stazione Marittima del Porto di Pescara è un edificio a pianta centrale di forma decagonale, dell altezza totale di m 6,00, ad un piano dell altezza interna di m 5,00, della superficie complessiva

Dettagli

FABBRICATO IN VIA PADRE GIOVANNI ANTONIO FILIPPINI civ. 119

FABBRICATO IN VIA PADRE GIOVANNI ANTONIO FILIPPINI civ. 119 FABBRICATO IN VIA PADRE GIOVANNI ANTONIO FILIPPINI civ. 119 INQUADRAMENTO ARCHITETTONICO I fabbricati siti in Via Padre Giovanni Antonio Filippini n. 119, fanno parte di un complesso immobiliare costituito

Dettagli

RISPARMIO ENERGETICO E CASACLIMA

RISPARMIO ENERGETICO E CASACLIMA RISPARMIO ENERGETICO E CASACLIMA L accumulo di gas serra negli strati medi dell atmosfera, favorendo l intrappolamento delle energia riflessa dalle radiazioni solari, determinano l aumento della temperatura

Dettagli

1. PREMESSE 2. TIPI DI INTERVENTO

1. PREMESSE 2. TIPI DI INTERVENTO 1. PREMESSE L Amministrazione Comunale di San Giovanni La Punta, al fine di mettere in sicurezza l edificio comunale ormai fatiscente per la vetustà dell immobile, ha dato incarico di redigere un progetto

Dettagli

principalmente la funzione di ripartire gli spazi interni degli edifici

principalmente la funzione di ripartire gli spazi interni degli edifici LE PARETI INTERNE Sono elementi costruttivi che hanno principalmente la funzione di ripartire gli spazi interni degli edifici secondo dimensioni adatte alla destinazioni funzionali che devono essere realizzate

Dettagli

Soluzioni progettuali e corretta esecuzione in cantiere del sistema edificio-impianto

Soluzioni progettuali e corretta esecuzione in cantiere del sistema edificio-impianto Soluzioni progettuali e corretta esecuzione in cantiere del sistema edificio-impianto L edificio energeticamente efficiente, deve nascere già dal progetto architettonico orientamento dimensionamento delle

Dettagli

VITTORIA ASSICURAZIONI MILANO

VITTORIA ASSICURAZIONI MILANO Certificato n. 4858 Tecnologie edili per l ambiente facciate continue serramenti - pareti mobili Nuove facciate dell edificio Proprietà Vittoria Assicurazioni nell ambito del progetto Portello (in progress)

Dettagli

La riqualificazione di edifici esistenti per ottenere case a energia quasi zero

La riqualificazione di edifici esistenti per ottenere case a energia quasi zero 1 La riqualificazione di edifici esistenti per ottenere case a energia quasi zero Stefano Cera Segretario generale F.I.V.R.A. Fabbriche Isolan6 Vetro Roccia Associate 2 FIVRA FIVRA è l associazione italiana

Dettagli

EPU E.P.U. RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL'INVOLUCRO DELLA SCUOLA PRIMARIA

EPU E.P.U. RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL'INVOLUCRO DELLA SCUOLA PRIMARIA E.P.U. RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL'INVOLUCRO DELLA SCUOLA PRIMARIA descrizione u.m. prezzo N.B. Per quanto riguarda la tipologia dei materiali ed in particolare le tipologie di apertura e manovra

Dettagli

Buono Microclima confortevole

Buono Microclima confortevole Temperatura superficiale della parete radiante 45 40 35 30 25 Comfort termico mediante convezione e irradiazione (secondo Dr. Ledwina). Tratto dal materiale didattico del Corso di Architettura Bioecologica

Dettagli

Caso applicativo 3: Sistema di rivestimento a parete ventilata con lastra composita sottile. edificio in legno

Caso applicativo 3: Sistema di rivestimento a parete ventilata con lastra composita sottile. edificio in legno Caso applicativo 3: edificio in legno Sistema di rivestimento a parete ventilata con lastra composita sottile Terzo caso applicativo - edificio in legno I sistemi di rivestimento a parete ventilata, che

Dettagli

22/04/2013. La tenuta all aria non significa impermeabilità al vapore!!!

22/04/2013. La tenuta all aria non significa impermeabilità al vapore!!! La tenuta all aria di un edificio si ottiene mediante la messa in pratica di accorgimenti per evitare infiltrazioni d aria e fuoriuscite di calore. Le conseguenze della mancanza di tenuta all'aria sono:

Dettagli

OVER-FOIL 311 Over-foil 311 è un isolante termico e acustico riflettente. per pareti e coperture, nonchè una perfetta barriera. all acqua e al vapore.

OVER-FOIL 311 Over-foil 311 è un isolante termico e acustico riflettente. per pareti e coperture, nonchè una perfetta barriera. all acqua e al vapore. Over-foil 311 è un isolante termico e acustico riflettente per pareti e coperture, nonchè una perfetta barriera all acqua e al vapore. L isolamento è un problema... RISOLTO! Over-foil 311 è un innovativo

Dettagli

10a - Chiusure e partizioni interne

10a - Chiusure e partizioni interne 10a - Chiusure e partizioni interne, infissi esterni verticali. Requisiti ed elementi. Modelli funzionali ed alternative tecniche. La chiusura di un edificio è quella parte dell organismo edilizio che

Dettagli

Oggetto: : Realizzazione edificio in ECOMuratura chiavi in mano. caratteristiche meglio descritte nel capitolato tecnico allegato.

Oggetto: : Realizzazione edificio in ECOMuratura chiavi in mano. caratteristiche meglio descritte nel capitolato tecnico allegato. Oggetto: : Realizzazione edificio in ECOMuratura chiavi in mano Realizzazione di edificio di totali 85,00 mq commerciali con struttura portante in Timber Frame secondo le caratteristiche meglio descritte

Dettagli

Fabb. "B1" MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00

Fabb. B1 MQ. 59.97 BAGNO MQ. 4.95 BAGNO MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA. SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 residence RioTorto A1 B1 C1 A2 B2 C2 Fabb. "B1" SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 59.97 MQ. 4.95 MQ. 4.95 SOGGIORNO/ CUCINA MQ. 49.84 Pianta Piano Terra mq. 82.00 Fabb. "B1" MATRIMONIALE MQ. 16.90 MQ. 10.94 MQ. 15.14

Dettagli

del davanzale e della terrazza!

del davanzale e della terrazza! MADE IN GERMANY Progettare il raccordo ideale per l isolamento termoacustico del davanzale e della terrazza! PER NUOVE COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI Elementi di raccordo universali e termoisolanti al

Dettagli

INTERVENTI DI RETROFIT ENERGETICO. prof. arch. Mario Losasso. Le soluzioni tecniche nel progetto di retrofit

INTERVENTI DI RETROFIT ENERGETICO. prof. arch. Mario Losasso. Le soluzioni tecniche nel progetto di retrofit INTERVENTI DI RETROFIT ENERGETICO prof. arch. Mario Losasso Le soluzioni tecniche nel progetto di retrofit Matera, 23.03.2011 Soluzioni tecniche per il retrofit energetico Tipologie di intervento più comuni

Dettagli