INTRODUZIONE 3 1. ELENCO DEI TRATTAMENTI DI DATI 4 2. RUOLI, COMPITI E RESPONSABILITÁ ANALISI DEI RISCHI CHE INCOMBONO SUI DATI 24

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INTRODUZIONE 3 1. ELENCO DEI TRATTAMENTI DI DATI 4 2. RUOLI, COMPITI E RESPONSABILITÁ 16 3. ANALISI DEI RISCHI CHE INCOMBONO SUI DATI 24"

Transcript

1 Prot.n del INDICE INTRODUZIONE 3 1. ELENCO DEI TRATTAMENTI DI DATI Dati del personale docente 1.2 Dati del personale ATA 1.3 Dati degli allievi 1.4 Dati dei fornitori di beni e/o servizi 1.5 Protocollo 2. RUOLI, COMPITI E RESPONSABILITÁ Titolare del trattamento 2.2 Responsabile del trattamento 2.3 Incaricati del trattamento ATA 1 - Amministrativi ATA 2 - Allievi ATA 3 - Collaboratori Scolastici Docenti Organi Collegiali 2.4 Collaboratori del Dirigente Scolastico e del DSGA 3. ANALISI DEI RISCHI CHE INCOMBONO SUI DATI Comportamenti degli operatori 3.2 Eventi relativi agli strumenti 3.3 Eventi relativi al contesto 4. MISURE PER GARANTIRE L INTEGRITÁ E LA DISPONIBILITÁ DEI DATI Misure minime per i trattamenti informatici 4.2 Misure minime per i trattamenti cartacei 5. SALVATAGGIO E RIPRISTINO DELLA DISPONIBILITÁ DEI DATI DISTRUTTI O DANNEGGIATI DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÁ DI FORMAZIONE 33 1

2 7. DATI PERSONALI AFFIDATI ALL ESTERNO DELLA STRUTTURA DEL TITOLARE ELENCO DEGLI AGGIORNAMENTI DEFINIZIONI MANUALE UTENTE D.L.vo 196 (allegato A) DISCIPLINARE TECNICO (allegato B) INFORMATIVA PERS..ATA - DOCENTE-PRESTATORE D'OPERA REGOLE COMPORTAMENTALI (ass.amm-coll.scol. -docenti ) INDIVIDUAZIONE TITOLARE TRATTAMENTO DATI ATTI DI NOMINA 68 2

3 INTRODUZIONE Ai fini degli adempimenti previsti dal Codice in materia di protezione dei dati personali e dal relativo Disciplinare Tecnico in materia di misure minime di sicurezza per il trattamento di dati personali, a norma degli artt del D.Lgs. 196 del 2003, il presente documento si pone i seguenti obiettivi: predisposizione del documento programmatico dell Istituto scolastico in merito alla sicurezza dei dati personali, anche sensibili e/o a carattere giudiziario, così come definiti dagli artt. 20 e 21 del D.Lgs. 196/2003; distribuzione dei compiti e delle responsabilità nell ambito delle strutture preposte al trattamento dei dati; analisi dei rischi che incombono sui dati e misure adottate a contrasto; protezione delle aree e dei locali rilevanti ai fini della custodia e dell accessibilità dei dati; criteri e modalità per il salvataggio ed il ripristino della disponibilità dei dati; programma di formazione degli incaricati del trattamento. Il sistema informativo scolastico è diviso in due sezioni, una didattica e una amministrativa; tutte le postazioni più un server sono collegate ad un unica LAN. Le postazioni sono tutte dotate di Windows XP SP2 e vengono gestite da un Server Windows 2003 che si occupa di gestire il controllo degli accessi, di provvedere al salvataggio dei dati e di agire da file server per l intero ufficio. L accesso ad Internet avviene tramite un router ADSL che svolge anche funzione di firewall. L interfaccia di configurazione del router è accessibile solo all amministratore di sistema. Le applicazioni utilizzate negli uffici per trattare dati personali o sensibili sono gli applicativi facente parte della suite Microsoft Office oltre al programma gestionale di segreteria. Il personale utilizza inoltre alcune applicazioni web based ospitate su siti del Ministero delle Finanze o della Pubblica Amministrazione. 3

4 1.1 Dati del personale docente 1. ELENCO DEI TRATTAMENTI DI DATI ANAGRAFICA Descrizione sintetica dati anagrafici degli insegnanti a tempo indeterminato, insegnanti a tempo determinato, esterni incaricati di funzioni nella scuola: nome, cognome, indirizzo, numeri di telefono, di telefax, indirizzo di posta elettronica, ecc.; dati dei familiari degli insegnanti a tempo indeterminato e determinato, esterni incaricati di funzioni nella scuola; dati relativi alle assenze per malattia; dati relativi alle assenze per permessi familiari (congedi parentali) e per ragioni di studio/formazione/aggiornamento; dati relativi ai permessi per familiari portatori di handicap riconosciuto (Legge 104/92, Legge 53/2000); dati relativi ai permessi per maternità/paternità; dati relativi ai permessi sindacali/amministrativi; dati relativi alle ferie; dati relativi all analisi delle situazione di carriera (certificato di servizio e dichiarazione dei servizi prestati); contratti di lavoro; dati inerenti alla retribuzione/stipendi (dati bancari); titoli di studio; dati relativi alle altre attività eventualmente svolte dal personale docente; comunicazioni al personale necessarie alla gestione amministrativa del rapporto lavorativo (lettere, circolari, avvisi, ecc.); dati relativi alla gestione del contenzioso e dei procedimenti disciplinari; convocazioni in tribunale; dati relativi ai permessi per la donazione del sangue; dati relativi ai permessi non retribuiti per i supplenti; dati relativi ai permessi previsti dagli artt. 63 e 64 del CCNL 29/11/2007; dati necessari per attivare gli organismi collegiali e le commissioni istituzionali previsti dalle norme di organizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione e dell ordinamento scolastico; dati relativi alla partecipazione a scioperi. 4

5 Natura dei dati Struttura di riferimento I dati trattati sono di natura comune, sensibile (dati idonei a rivelare l origine razziale ed etnica, dati idonei a rivelare le convinzioni religiose, filosofiche, sindacali, d altro genere; dati idonei a rivelare lo stato di salute, in relazione alle patologie attuali e/o pregresse e alle terapie in corso; dati idonei a rivelare la vita sessuale) e dati di carattere giudiziario. Ai dati possono accedere, secondo le modalità indicate nel capitolo 2 del presente DPS: DSGA e suo sostituto; Personale ATA 1 (amministrativi); Personale ATA 2 (collaboratori scolastici); Docenti; Vicario e secondo collaboratore del DS; Organi collegiali. Strumenti utilizzati Archivi cartacei I dati relativi al personale docente sono conservati in armadi chiusi a chiave ubicati in segreteria. L integrità e la sicurezza dei dati conservati in questi archivi sono garantite dalla costante presenza del personale di segreteria che si preoccupa di non lasciare mai incustoditi i locali in questione: in caso di assenza prolungata, gli incaricati chiuderanno a chiave la porta di accesso. L archivio storico si trova in apposita stanza chiusa a chiave. Le chiavi sono custodite dal personale di segreteria. Per altre informazioni sulle misure di sicurezza adottate, si vedano i capitoli 3 e 4 del presente DPS. Particolari operazioni eseguite sui dati personali Operazioni comuni, ricorrenti Interconnessioni e raffronti di dati con altro Titolare Strumenti elettronici L Istituto Scolastico si serve del software Axios, utilizzato per la contabilità, con Axios per la gestione del personale e degli studenti, cui si accede con nome-utente e password personali. Il protocollo è gestito con software Axios. Il personale accede alla banca dati ministeriale tramite rete Intranet SIDI. Gli incaricati utilizzano per il trattamento dei dati personali anche altri strumenti elettronici: - software della suite Microsoft Office; - client di posta elettronica; - fax. Raccolta (presso gli interessati e presso terzi), elaborazione (con e senza l ausilio di strumenti elettronici), consultazione, modificazione, selezione, estrazione, registrazione, organizzazione, conservazione, utilizzo, blocco, cancellazione e distruzione. Amministrazioni certificanti in sede di controllo delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini del DPR 445/

6 Comunicazioni MPI, Ufficio Scolastico Regionale, Ufficio Scolastico Provinciale; altri Istituti Scolastici, Università, Enti di formazione; Direzione Provinciale dei Servizi Vari (tesoreria),ragioneria Provinciale dello Stato; INPS, INDIRE, Ministero dell Economia; assicurazioni private, INAIL, Revisore contabile, AUSL; musei, teatri, agenzie di viaggi, fondazioni; Comune di Alvignano, Provincia di Caserta, Regione Campania ed altri Enti Pubblici, anche per il personale assunto obbligatoriamente ai sensi della Legge 68/1999; Servizi sanitari competenti per le visite fiscali e per l accertamento dell idoneità all impiego; Organi preposti al riconoscimento della causa di servizio/equo indennizzo ai sensi del DPR 461/2001; Organi preposti alla vigilanza in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (D. Lgs. n. 626/1994 e D. Lgs. 81/2008); Enti assistenziali, previdenziali e assicurativi, autorità di pubblica sicurezza a fini assistenziali e previdenziali, nonché per la denuncia delle malattie professionali o infortuni sul lavoro ai sensi del DPR n. 1124/1965; Ufficio di collocamento; Organizzazioni sindacali per gli adempimenti connessi al versamento delle quote di iscrizione e per la gestione dei permessi sindacali; Pubbliche Amministrazioni presso le quali vengono comandati i dipendenti o assegnati nell ambito della mobilità; Ordinario Diocesano per il rilascio dell idoneità all insegnamento della Religione Cattolica ai sensi della Legge 18 luglio 2003, n. 186; Organi di controllo (Corte dei Conti e MEF): al fine del controllo di legittimità e annotazione della spesa dei provvedimenti di stato giuridico ed economico del personale ex Legge n. 20/94 e DPR 20 febbraio 1998, n. 38; Agenzia delle Entrate: ai fini degli obblighi fiscali del personale ex Legge 30 dicembre 1991, n. 413; MEF e INPDAP: per la corresponsione degli emolumenti connessi alla cessazione dal servizio ex Legge 8 agosto 1995, n. 335; Presidenza del Consiglio dei Ministri per la rilevazione annuale dei permessi per cariche sindacali e funzioni pubbliche elettive (art. 50, comma 3, D. Lgs. n. 165/2001); Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: per lo svolgimento dei tentativi obbligatori di conciliazione dinanzi a Collegi di conciliazione ex D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165; Organi arbitrali: per lo svolgimento delle procedure arbitrali ai sensi dei CCNL di settore; 6

7 Avvocature dello Stato per la difesa erariale e consulenza presso gli organi di giustizia; Magistrature ordinarie e amministrativo-contabili e Organi di polizia giudiziaria per l esercizio dell azione di giustizia; Liberi professionisti, ai fini di patrocinio o di consulenza, compresi quelli di controparte per le finalità di corrispondenza sia in fase giudiziale che stragiudiziale. 1.2 Dati del Personale ATA ANAGRAFICA Descrizione sintetica dati anagrafici del personale ATA; dati dei familiari del personale ATA; dati relativi alle assenze per malattia; dati relativi alle assenze per permessi familiari (congedi parentali) e per ragioni di studio/formazione/aggiornamento; dati relativi ai permessi per familiari portatori di handicap riconosciuto (Legge 104/92, Legge 53/2000); dati relativi ai permessi per maternità/paternità; dati relativi ai permessi sindacali/amministrativi; dati relativi alle ferie; dati relativi all analisi delle situazione di carriera (certificato di servizio e dichiarazione dei servizi prestati); contratti di lavoro; dati inerenti alla retribuzione/stipendi (dati bancari); titoli di studio; comunicazioni al personale necessarie alla gestione amministrativa del rapporto lavorativo (lettere, circolari, avvisi, ecc.); dati relativi alla gestione del contenzioso e dei procedimenti disciplinari; convocazioni in tribunale; dati relativi ai permessi per la donazione del sangue; dati relativi ai permessi non retribuiti per i supplenti; dati relativi ai permessi previsti dagli artt. 63 e 64 del CCNL 29/11/2007; dati necessari per attivare gli organismi collegiali e le commissioni istituzionali previsti dalle norme di organizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione e dell ordinamento scolastico; dati relativi alla partecipazione a scioperi. 7

8 Struttura di riferimento Ai dati possono accedere, secondo le modalità indicate nel capitolo 2 del presente DPS: DSGA e suo sostituto; Personale ATA 1 (amministrativi); Personale ATA 2 (collaboratori scolastici); Vicario e sostituto del DS; Organi collegiali. Archivi cartacei Strumenti elettronici Strumenti utilizzati I dati relativi al personale ATA sono conservati in armadi chiusi ubicati in segreteria. L integrità e la sicurezza dei dati conservati in questi archivi sono garantite dalla costante presenza del personale di segreteria che si preoccupa di non lasciare mai incustoditi i locali in questione: in caso di assenza prolungata, gli incaricati chiuderanno a chiave la porta di accesso. L archivio storico si trova in apposita stanza chiusa a chiave. Le chiavi sono custodite dal personale di segreteria. Per altre informazioni sulle misure di sicurezza adottate, si vedano i capitoli 3 e 4 del presente DPS. L istituto Scolastico si serve del software Axios, utilizzato per la contabilità, del sistema Axios per la gestione del personale e degli studenti, cui si accede con nome-utente e password personali. Per il protocollo si serve del sistema Axios. Il personale accede alla banca dati ministeriale tramite rete Intranet SIDI. Gli incaricati utilizzano per il trattamento dei dati personali anche altri strumenti elettronici: - software della suite Microsoft Office; - client di posta elettronica; - fax. Particolari operazioni eseguite sui dati personali Operazioni comuni, ricorrenti Raccolta (presso gli interessati e presso terzi), elaborazione (con e senza l ausilio di strumenti elettronici), consultazione,modificazione, selezione, estrazione, registrazione, organizzazione, conservazione, utilizzo, blocco, cancellazione e distruzione. Interconnessioni e raffronti di dati con altro Titolare Amministrazioni certificanti in sede di controllo delle dichiarazioni sostitutive rese ai fini del DPR 445/2000. Comunicazioni MPI, Ufficio Scolastico Regionale, Ufficio Scolastico Provinciale; altri Istituti Scolastici, Università, Enti di formazione; Direzione Provinciale dei Servizi Vari (tesoreria),ragioneria Provinciale dello Stato; INPS, INDIRE, Ministero dell Economia; assicurazioni private, INAIL, Revisore contabile, ASL; musei, teatri, agenzie di viaggi, fondazioni; 8

9 Procura della Repubblica; Ufficio di collocamento; Comune di Alvignano, Provincia di Caserta, Regione Campania. ed altri Enti Pubblici, anche per il personale assunto obbligatoriamente ai sensi della Legge 68/1999; Servizi sanitari competenti per le visite fiscali e per l accertamento dell idoneità all impiego; Organi preposti al riconoscimento della causa di servizio/equo indennizzo ai sensi del DPR 461/2001; Organi preposti alla vigilanza in materia di igiene e sicurezza sui luoghi di lavoro (D. Lgs. n. 626/1994 e D. Lgs. 81/2008); Enti assistenziali, previdenziali e assicurativi, autorità di pubblica sicurezza a fini assistenziali e previdenziali, nonché per la denuncia delle malattie professionali o infortuni sul lavoro ai sensi del DPR n. 1124/1965; Organizzazioni sindacali per gli adempimenti connessi al versamento delle quote di iscrizione e per la gestione dei permessi sindacali; Pubbliche Amministrazioni presso le quali vengono comandati i dipendenti, o assegnati nell ambito della mobilità; Ordinario Diocesano per il rilascio dell idoneità all insegnamento della Religione Cattolica ai sensi della Legge 18 luglio 2003, n. 186; Organi di controllo (Corte dei Conti e MEF): al fine del controllo di legittimità e annotazione della spesa dei provvedimenti di stato giuridico ed economico del personale ex Comunicazioni Legge n. 20/94 e DPR 20 febbraio 1998, n. 38; Agenzia delle Entrate: ai fini degli obblighi fiscali del personale ex Legge 30 dicembre 1991, n. 413; MEF e INPDAP: per la corresponsione degli emolumenti connessi alla cessazione dal servizio ex Legge 8 agosto 1995, n. 335; Presidenza del Consiglio dei Ministri per la rilevazione annuale dei permessi per cariche sindacali e finzioni pubbliche elettive (art. 50, comma 3, D.lg. n. 165/2001); Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali: per lo svolgimento dei tentativi obbligatori di conciliazione ex D. Lgs. 30 marzo 2001, n. 165; Organi arbitrali: per lo svolgimento delle procedure arbitrali ai sensi dei CCNL di settore; Avvocature dello Stato per la difesa erariale e consulenza presso gli organi di giustizia; Magistrature ordinarie e amministrativo-contabili e Organi di polizia giudiziaria per l esercizio dell azione di giustizia; Liberi professionisti, ai fini di patrocinio o di consulenza, compresi quelli di controparte per le finalità di corrispondenza sia in fase giudiziale che stragiudiziale. 1.3 Dati degli allievi ANAGRAFICA 9

10 Descrizione sintetica Natura dei dati dati anagrafici alunni: nome, cognome, indirizzo, numeri di telefono, di fax, indirizzo di posta elettronica, ecc.; dati personali dei familiari degli alunni; dati relativi alle assenze; certificati medici; valutazione dell alunno; diplomi ed attestati; scelta relativa all ora di religione; curriculum scolastico (promozioni, bocciature); comunicazioni tra scuola e studente/famiglia dello studente; dati relativi alla gestione del contenzioso; dati relativi ad eventuali handicap; lettere e comunicazioni alle famiglie; fotografie, riprese audio-video (eventuali). I dati sopra descritti riguardano anche gli ex allievi dell Istituto: tali dati sono conservati per il periodo previsto dalla legge. I dati trattati sono di natura comune, sensibile (dati idonei a rivelare l origine razziale o etnica, per favorire l integrazione degli alunni stranieri; dati idonei a rivelare le convinzioni religiose, per garantire la libertà di credo religioso e per la fruizione dell insegnamento della religione cattolica o delle attività alternative a tale insegnamento; dati idonei a rivelare le convinzioni filosofiche, politiche, d altro genere, per la costituzione e il funzionamento delle Consulte e delle Associazioni degli studenti e dei familiari; dati idonei a rivelare lo stato di salute, in relazione alle patologie attuali e/o pregresse e alle terapie in corso, per assicurare l erogazione del sostegno agli alunni disabili, dell insegnamento domiciliare ed ospedaliero nei confronti degli alunni affetti da gravi patologie, per la partecipazione alle attività educative e didattiche programmate, quelle motorie e sportive, alle visite guidate e ai viaggi d istruzione; dati idonei a rivelare la vita sessuale) per garantire il diritto allo studio agli allievi.. Struttura di riferimento Ai dati possono accedere, secondo le modalità indicate nel capitolo 2 del presente DPS: DSGA e suo sostituto; Personale ATA 1 (amministrativi); Personale ATA 2 (collaboratori scolastici); Docenti; Vicario e sostituto del DS; Organi collegiali. 10

11 Strumenti utilizzati Archivi cartacei I dati relativi agli allievi sono conservati in schedari muniti di serratura ubicati in segreteria didattica. L integrità e la sicurezza dei dati conservati in questi archivi sono garantite dalla costante presenza del personale di segreteria che si preoccupa di non lasciare mai incustoditi i locali in questione: in caso di assenza prolungata, gli incaricati chiuderanno a chiave la porta di accesso. L archivio storico si trova in apposita stanza chiusa a chiave. Le chiavi sono custodite dal personale di segreteria. Per altre informazioni sulle misure di sicurezza adottate, si vedano i capitoli 3 e 4 del presente DPS. Strumenti elettronici L istituto Scolastico si serve del software Axios, utilizzato per la contabilità, del soft Axios la gestione del personale e degli studenti, cui si accede con nome-utente e password personali. Per il protocollo è usato il soft Axios Il personale accede alla banca dati ministeriale tramite rete Intranet SIDI. Gli incaricati utilizzano per il trattamento dei dati personali anche altri strumenti elettronici: - software della suite Microsoft Office; - client di posta elettronica; - fax. 11

12 Comunicazioni MPI, Ufficio Scolastico Regionale, Ufficio Scolastico Provinciale; assicurazioni private, INAIL, AUSL; Consolati, direttori centri cultura esteri; musei, teatri, agenzie di viaggi, fondazioni; Procura della Repubblica, Tribunale dei minori, Tribunale; Comune di Alvignano, Provincia di Caserta, Regione Campania. ed altri Enti Pubblici per la fornitura dei servizi ai sensi del D. Lgs. 31 marzo 1998, n. 112, limitatamente ai dati indispensabili all erogazione del servizio; gestori pubblici e privati dei servizi di assistenza agli alunni e di supporto all attività scolastica, ai sensi delle leggi regionali sul diritto allo studio, limitatamente ai dati indispensabili all erogazione del servizio; altri Istituti Scolastici, statali e non, Università, enti di formazione; aziende, imprese e altri soggetti pubblici e/o privati per tirocini formativi, stage e alternanza scuola-lavoro ai sensi della Legge 24 giugno 1997, n. 196 e del D. Lgs. 21 aprile 2005, n. 77 e, facoltativamente, per attività di rilevante interesse sociale ed economico, limitatamente ai dati indispensabili all erogazione dei servizi; associazioni sportive, professionisti (per specifici progetti); Avvocature dello Stato: per la difesa erariale e consulenza presso gli organi di giustizia; Magistrature ordinarie e amministrativo-contabili e Organi di polizia giudiziaria per l esercizio dell azione di giustizia; Liberi professionisti, ai fini di patrocinio o di consulenza, compresi quelli di controparte per le finalità di corrispondenza sia in fase giudiziale che stragiudiziale. 12

13 HANDICAP Descrizione sintetica Relativamente agli allievi diversamente abili, l Istituto tratta anche i seguenti dati: documentazione e lettere relative all alunno; PEI Piano educativo individualizzato (si fa riferimento alla diagnosi); PDF profilo dinamico funzionale (si fa riferimento alla diagnosi); comunicazioni con famiglia e operatori sanitari; relazione finale; certificazione analisi mediche relativi all handicap; diagnosi funzionale ; valutazioni e verbali dell alunno; accertamento Commissione Sanitaria ex DPCM 23/02/2006 n. 185; lettere e corrispondenza riservata con medici, Istituti specialistici. Natura dei dati I dati trattati sono di natura comune e sensibile (dati idonei a rivelare lo stato di salute). Struttura di riferimento Ai dati possono accedere, secondo le modalità indicate nel capitolo 2 del presente DPS: DSGA e suo sostituto; Personale ATA 1 (amministrativi); Personale ATA 2 (collaboratori scolastici); Docenti (in particolare gli insegnanti che più da vicino assistono gli allievi diversamente abili e redigono documenti contenenti dati sensibili riferiti agli stessi); Vicario e sostituto del DS; Organi collegiali. Strumenti utilizzati Archivi cartacei I documenti cartacei sono conservati in armadio chiuso a chiave ubicato presso la segreteria allievi dell Istituto e/o al protocollo riservato chiuso a chiave in presidenza. Per altre informazioni sulle misure di sicurezza adottate, si vedano i capitoli 3 e 4 del presente DPS. 13 Strumenti elettronici L istituto Scolastico si serve del software Axios, utilizzato per la contabilità, di Axios per la gestione del personale e degli studenti, cui si accede con nome-utente e password personali. Il personale accede alla banca dati ministeriale tramite rete Intranet SIDI. Il protocollo si usa in Axios Gli incaricati utilizzano per il trattamento di questi dati personali anche altri strumenti elettronici: - software della suite Microsoft Office; - client di posta elettronica; - fax.

14 Comunicazioni Professionisti,strutture ospedaliere; AUSL e Enti Locali per il funzionamento dei Gruppi di Lavoro di istituto per l handicap e per la predisposizione e la verifica del Piano Educativo Individuale ai sensi della Legge 104/1992; Enti Pubblici (USP e USR, Servizi sociali comunali); 1.4 Dati dei fornitori di beni e/o servizi ANAGRAFICA Descrizione sintetica dati anagrafici fornitori: nome, cognome, codice fiscale, indirizzo, P.IVA, denominazione/ragione sociale, sede legale/amministrativa, coordinate bancarie, referenti interni, telefono, indirizzo , ecc; documenti contabili/fiscali; preventivi, offerte; comunicazioni tra Istituto e fornitori; dati relativi alla gestione del contenzioso; contratti e convenzioni. Natura dei dati I dati trattati sono di natura comune. Struttura di riferimento Ai dati possono accedere, secondo le modalità indicate nel capitolo 2 del presente DPS: DSGA e suo sostituto; Personale ATA 1 (amministrativi); Personale ATA 2 (collaboratori scolastici); Docenti; Vicario e sostituto del DS; Organi collegiali. Strumenti Archivi cartacei Strumenti elettronici 14

15 utilizzati I dati relativi ai fornitori di beni e servizi sono conservati in armadi chiusi a chiave ubicati in Segreteria Docenti. L integrità e la sicurezza dei dati conservati in questi archivi sono garantite dalla costante presenza del personale di segreteria che si preoccupa di non lasciare mai incustoditi i locali in questione: in caso di assenza prolungata, gli incaricati chiuderanno a chiave la porta di accesso. L archivio storico si trova in apposita stanza chiusa a chiave. Le chiavi sono custodite dal personale di segreteria. Per altre informazioni sulle misure di sicurezza adottate, si veda i capitoli 3 e 4 del presente DPS. L istituto Scolastico si serve del software Axios, di Axios utilizzato per la contabilità, la gestione del personale e degli studenti, cui si accede con nome-utente e password personali. Per il protocollo si usa il soft Axios. Il personale accede alla banca dati ministeriale tramite rete Intranet SIDI. Gli incaricati utilizzano per il trattamento di questi dati personali anche altri strumenti elettronici: - software della suite Microsoft Office; - client di posta elettronica; - fax. Comunicazioni 1.5 Protocollo Ufficio Scolastico Provinciale, MPI, Ministero delle Finanze; altri Istituti scolastici; Direzione provinciale dei Servizi Vari (tesoreria); Comune di Alvignano, Provincia di Caserta, Regione Campania. ed altri Enti Pubblici; Revisore dei conti; Fondazioni, Istituti Bancari, Assicurazioni; Professionisti (studi legali, arbitri, ecc.). Protocollo Descrizione sintetica Registro relativo alle comunicazioni in entrata e uscita: soggetti; tipo di richiesta; numero progressivo, posizione interna di catalogazione; data; oggetto. Protocollo riservato: soggetti; tipo di richiesta; numero progressivo, posizione interna di catalogazione; data; oggetto. 15

16 Natura dei dati Struttura di riferimento I dati trattati sono di natura comune e sensibile e talvolta anche giudiziaria. Ai dati possono accedere, secondo le modalità indicate nel capitolo 2 del presente DPS: DSGA e suo sostituto; Personale ATA 1 (amministrativi); Personale ATA 2 (collaboratori scolastici); Docenti; Vicario e sostituto del DS; Organi collegiali. Al Protocollo riservato hanno accesso solo il DS ed il suo sostituto. Strumenti utilizzati Archivi cartacei I dati personali sono conservati in appositi schedari contenuti in armadi chiusi a chiave nell ufficio segreteria. L integrità e la sicurezza dei dati conservati in questi archivi sono garantite dalla costante presenza del personale di segreteria che si preoccupa di non lasciare mai incustoditi i locali in questione: in caso di assenza prolungata, gli incaricati chiuderanno a chiave la porta di accesso. Il protocollo riservato è custodito nell ufficio del DS. Strumenti elettronici / Comunicazioni / 2. RUOLI, COMPITI E RESPONSABILITÁ 2.1 Titolare del trattamento Ai sensi di quanto sancito dall articolo 28 del D. Lgs. 196/03, Titolare del trattamento dei dati è l Istituto Comprensivo Statale di Alvignano, che è legalmente rappresentato dal Dirigente Scolastico in carica pro tempore, Dr. Angelina LANNA 16

17 2.2 Responsabile del trattamento Il Titolare del trattamento, sulla scorta dell analisi della struttura e dell organizzazione dell Istituto Scolastico, ha ritenuto opportuno designare quale responsabile del trattamento il DSGA la Sig.ra Di Gaetano Maria Maddalena. Il responsabile può accedere a tutti i dati personali trattati dall Istituto Scolastico, ossia: Dati del personale docente In particolare: dati anagrafici dei docenti; dati anagrafici dei familiari dei docenti; dati relativi a permessi, assenze, malattie; dati relativi alla gestione economica del rapporto di lavoro; dati relativi al curriculum dei docenti; comunicazioni con i docenti. Dati del personale ATA In particolare: dati anagrafici del personale ATA; dati anagrafici dei familiari del personale ATA; dati relativi a permessi, assenze, malattie; dati relativi alla gestione economica del rapporto di lavoro; comunicazioni con il personale ATA. Dati degli allievi In particolare: dati anagrafici degli allievi; dati anagrafici dei familiari degli allievi; dati relativi a permessi, assenze, malattie; dati relativi all handicap degli studenti; valutazioni, diplomi, attestati; fotografie e riprese audiovisivi degli alunni; comunicazioni con gli allievi e le rispettive famiglie. Dati dei fornitori di beni e/o servizi In particolare: dati anagrafici dei fornitori; documenti contabili/fiscali; preventivi, offerte, contratti, convenzioni; comunicazioni tra Istituto e fornitori. 17

18 Protocollo Istituto Comprensivo Statale In particolare: soggetti; tipo di richiesta; numero progressivo, posizione interna di catalogazione; data; oggetto. 2.3 Incaricati del trattamento Il Titolare del trattamento, ai sensi di quanto previsto dall articolo 30, comma 2, del Decreto Legislativo 196/2003, ha deciso di procedere all individuazione di 3 classi omogenee di incarico, di cui contestualmente viene indicato l ambito di trattamento consentito ATA 1 - Amministrativi Gli incaricati appartenenti all unità organizzativa hanno accesso alle seguenti categorie di dati personali: Dati del personale docente In particolare: dati anagrafici degli insegnanti a tempo indeterminato e a tempo determinato, esterni incaricati di funzioni nella scuola: nome, cognome, indirizzo, numeri di telefono, di telefax, indirizzo di posta elettronica, ecc.; dati dei familiari degli insegnanti a tempo indeterminato e a tempo determinato, esterni incaricati di funzioni nella scuola; dati relativi alle assenze per malattia; dati relativi alle assenze per permessi familiari (congedi parentali) e per ragioni di studio/formazione/aggiornamento; dati relativi ai permessi per familiari portatori di handicap riconosciuto (Legge 104/92, Legge 53/2000); dati relativi ai permessi per maternità/paternità; dati relativi ai permessi sindacali/amministrativi; dati relativi alle ferie; dati relativi all analisi delle situazione di carriera (certificato di servizio e dichiarazione dei servizi prestati); contratti di lavoro; dati inerenti alla retribuzione/stipendi (dati bancari); 18

19 titoli di studio; dati relativi alle altre attività eventualmente svolte dal personale docente; comunicazioni al personale necessarie alla gestione amministrativa del rapporto lavorativo (lettere, circolari, avvisi, ecc.); dati relativi alla gestione del contenzioso e dei procedimenti disciplinari; convocazioni in tribunale; dati relativi ai permessi per la donazione del sangue; dati relativi ai permessi non retribuiti per i supplenti; dati relativi ai permessi previsti dagli artt. 63 e 64 del CCNL 29/11/2007; dati necessari per attivare gli organismi collegiali e le commissioni istituzionali previsti dalle norme di organizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione e dell ordinamento scolastico; dati relativi alla partecipazione a scioperi. Dati del personale ATA In particolare: dati anagrafici del personale ATA; dati dei familiari del personale ATA; dati relativi alle assenze per malattia; dati relativi alle assenze per permessi familiari (congedi parentali) e per ragioni di studio/formazione/aggiornamento; dati relativi ai permessi per familiari portatori di handicap riconosciuto (Legge 104/92, Legge 53/2000); dati relativi ai permessi per maternità/paternità; dati relativi ai permessi sindacali/amministrativi; dati relativi alle ferie; dati relativi all analisi delle situazione di carriera (certificato di servizio e dichiarazione dei servizi prestati); contratti di lavoro; dati inerenti alla retribuzione/stipendi (dati bancari); titoli di studio; comunicazioni al personale necessarie alla gestione amministrativa del rapporto lavorativo (lettere, circolari, avvisi, ecc.); dati relativi alla gestione del contenzioso e dei procedimenti disciplinari; convocazioni in tribunale; dati relativi ai permessi per la donazione del sangue; dati relativi ai permessi non retribuiti per i supplenti; dati relativi ai permessi previsti dagli artt. 63 e 64 del CCNL 29/11/2007; 19

20 dati necessari per attivare gli organismi collegiali e le commissioni istituzionali previsti dalle norme di organizzazione del Ministero della Pubblica Istruzione e dell ordinamento scolastico; dati relativi alla partecipazione a scioperi. Dati degli allievi In particolare: dati anagrafici alunni: nome, cognome, indirizzo, numeri di telefono, di fax, indirizzo di posta elettronica, ecc.; dati personali dei familiari degli alunni; dati relativi alle assenze; certificati medici; valutazione dell alunno; diplomi ed attestati; scelta relativa all ora di religione; curriculum scolastico (promozioni, bocciature); comunicazioni tra scuola e studente/famiglia dello studente; dati relativi alla gestione del contenzioso; dati relativi ad eventuali handicap; lettere e comunicazioni alle famiglie; fotografie, riprese audio-video. Dati relativi ai fornitori di beni e/o servizi In particolare: dati anagrafici fornitori: nome, cognome, codice fiscale, indirizzo, P. IVA, denominazione/ragione sociale, sede legale/amministrativa, coordinate bancarie, referenti interni, telefono, indirizzo , ecc; documenti contabili/fiscali; preventivi, offerte; comunicazioni tra Istituto e fornitori; contratti e convenzioni. Dati contenuti nel protocollo Registro relativo alle comunicazioni in entrata e uscita: soggetti; tipo di richiesta; numero progressivo, posizione interna di catalogazione; data; oggetto. 20

21 Gli appartenenti a questa unità sono autorizzati a svolgere le seguenti operazioni: la raccolta, la registrazione, l organizzazione, la conservazione, la consultazione, l elaborazione, la modificazione, la selezione, l estrazione, il raffronto, l utilizzo, l interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distruzione dei dati personali indicati. Per maggiori dettagli si rimanda agli atti di nomina allegati ATA 2 Collaboratori scolastici Gli incaricati appartenenti all unità organizzativa possono avere accesso, in via eventuale, alle seguenti categorie di dati personali: 1) dati personali contenuti in circolari e altre comunicazioni interne dell Istituto Scolastico; 2) dati contenuti nel protocollo; 3) dati personali sia comuni che sensibili contenuti in registri, libretti personali, e altri supporti cartacei con cui il personale ATA 2 può eventualmente entrare in contatto nello svolgimento delle mansioni ordinarie. Gli appartenenti a questa unità sono autorizzati a svolgere le seguenti operazioni: la raccolta, la consultazione e la distruzione (specialmente durante le operazioni di smaltimento dei rifiuti) dei dati personali indicati. Per maggiori dettagli, si rimanda al capitolo 1 del presente DPS e agli atti di nomina allegati Docenti Gli incaricati appartenenti all unità organizzativa hanno accesso alle seguenti categorie di dati personali: Dati degli allievi In particolare: dati anagrafici degli allievi e dei loro familiari, trattati sia con strumenti cartacei (registri, libretti personali) che informatici (previa autorizzazione del DS o del DSGA); dati relativi alle assenze degli allievi per motivi di salute, per ragioni familiari e per ogni altra giustificazione, trattati con strumenti cartacei (registri, libretti personali degli allievi); dati relativi a eventuali esenzioni degli allievi da determinate attività/materie/lezioni, per ragioni di salute, per motivi religiosi, per ragioni familiari e per ogni altra motivazione; questi dati verranno trattati esclusivamente con strumenti cartacei (registri, libretti personali degli allievi); dati relativi a eventuali attività integrative o di sostegno, effettuate in ragione di particolari condizione di salute dell allievo, per motivi religiosi, per ogni altra motivazione; questi dati verranno trattati esclusivamente con strumenti cartacei (registri, libretti personali degli allievi); dati personali e sensibili riferiti agli alunni diversamente abili. Dati contenuti nel protocollo 21

22 In particolare: soggetti; tipo di richiesta; numero progressivo, posizione interna di catalogazione; data; oggetto. Gli appartenenti a questa unità sono autorizzati a svolgere le seguenti operazioni: la raccolta, la registrazione, l organizzazione, la conservazione, la consultazione, l elaborazione, la selezione, l estrazione, l utilizzo, la cancellazione e la distruzione dei dati personali ivi indicati Organi Collegiali Gli organi collegiali sono organismi di governo e di gestione delle attività scolastiche a livello di singolo Istituto. Sono composti da rappresentanti delle varie componenti interessate: personale docente, personale amministrativo, tecnico e ausiliario, genitori degli alunni, il DS. Per svolgere le funzioni istituzionali, tali organi potranno avere accesso ai dati personali trattati dall Istituto scolastico. I componenti degli organi collegiali si impegnano a non svolgere operazioni di trattamento per finalità ulteriori rispetto a quelle istituzionali e, in ogni caso, a mantenere il segreto nei confronti di chiunque, per quanto riguarda fatti, informazioni, dati e atti di cui vengano a conoscenza nell espletamento delle funzioni. In particolare, è fatto espresso divieto di cedere, consegnare, copiare, riprodurre, comunicare, divulgare, rendere disponibili in qualsiasi modo o a qualsiasi titolo a terzi, le informazioni acquisite nell esecuzione del servizio, essendo detta attività sanzionata ex articolo 167 del D. Lgs 196/2003. Consiglio di Circolo e Giunta esecutiva Collegio dei docenti Consiglio di interclasse/intersezione. 2.5 Collaboratori del Dirigente Scolastico e del DSGA Il Dirigente Scolastico può nominare dei collaboratori che lo sostituiscano e ne facciano le veci ed altresì dei sostituti del DSGA. Ciascun designato è incaricato con apposito atto e può avere accesso a tutti i dati personali con cui entri in contatto nell ambito dell espletamento dell attività di sua competenza, ossia: Collaborazione con il DS/DSGA. Sostituzione in caso di assenza del DS/DSGA. Il nominato svolgerà le attività di trattamento secondo gli orari e le modalità indicate dal Titolare del trattamento. In particolare, il nominato incaricato sarà tenuto a seguire le procedure indicate anche nell apposito Mansionario interno all Istituto scolastico, che individua una serie di misure di sicurezza organizzative, logistiche e fisiche atte a tutelare il trattamento, la conservazione e l integrità dei dati personali. 22

23 Il trattamento avverrà con e senza l ausilio di strumenti elettronici, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dall Istituto. Tali strumenti devono essere impiegati per lo svolgimento delle mansioni assegnate a ciascun designato, rispettando e osservando le indicazioni e le istruzioni elencate nel Mansionario. 23

24 3. ANALISI DEI RISCHI CHE INCOMBONO SUI DATI 3.1 Comportamenti degli operatori COMPORTAMENTI DEGLI OPERATORI A ogni incaricato del trattamento è consegnato un Mansionario (allegato al presente DPS), in cui sono descritte dettagliatamente le corrette modalità operative; in particolare il Mansionario si preoccuperà di: 1. rendere edotto il singolo incaricato circa la corretta gestione delle credenziali di autenticazione, per evitare che possano essere carpite ed utilizzate da soggetti non autorizzati, siano essi esterni all Istituto o interni allo stesso; Furto di credenziali di autenticazione, carenza di consapevolezza, disattenzione, incuria, comportamenti sleali o fraudolenti, dei colleghi di lavoro o collaboratori. 2. spiegare le corrette procedure da applicare e il motivo per cui è necessario operare in tal modo al fine di minimizzare gli errori materiali e gli errori causati da scarsa consapevolezza, disattenzione, incuria; 3. informare ciascun utente sulle modalità per un corretto utilizzo di Internet, della posta elettronica e, più in generale, delle risorse hardware e software affidate dal Titolare agli incaricati per lo svolgimento delle rispettive mansioni. Per massimizzare l efficacia delle procedure e delle modalità operative previste dal Mansionario, esse verranno analizzate nel corso di interventi previsti dal punto 19.6 dell Allegato B, di cui il DPS si occupa al punto 6. Quanto al rischio che l incaricato - tramite comportamenti sleali o fraudolenti - diffonda o comunichi senza autorizzazione informazioni e/o duplicati estratti dagli archivi cartacei o informatici, il Titolare si premunisce consegnando ad ognuno l atto di nomina e il relativo Mansionario, con cui ogni incaricato si impegna a non divulgare informazioni che riguardano le attività e i dati personali della Scuola. 24

25 3.2 Eventi relativi agli strumenti RISCHIO DI DISTRUZIONE, PERDITA, ALTERAZIONE DEI DATI Eventi Accesso abusivo al sistema informatico dall esterno ex art. 615 ter c.p. volto al danneggiamento, distruzione o alterazione dei dati. Misure Sono stati installati i seguenti software: - antivirus e firewall. Per maggiori dettagli, si veda la relazione tecnica allegata al presente DPS. Installazione di un programma diretto a danneggiare un sistema informatico ex art. 615 quinquies c.p. dall esterno o dall interno. Furto o sottrazione di server o elaboratori su cui sono custoditi i dati, furto o sottrazione di archivi cartacei. Danneggiamenti ad archivi o distruzione di apparecchiature hardware dovute a: sabotaggio, atti vandalici, problemi all alimentazione di rete dovuti ad eventi eccezionali, incendi, calamità naturali. Gli incaricati non possono installare software non autorizzati dal Titolare del trattamento all interno del sistema informatico della Scuola (come da regole di comportamento Mansionario). Sono stati installati un software antivirus. Il router svolge funzioni di firewall. L Istituto è dotato di porte fornite di serratura di sicurezza per scongiurare il rischio di accessi ai locali da parte di persone non autorizzate dopo l orario di chiusura. Durante l orario in cui la scuola è aperta al pubblico, gli accessi sono controllati dal personale. Le apparecchiature elettroniche e gli archivi cartacei sono posti sotto il diretto controllo del personale dell Istituto. Vista l ubicazione dell ufficio e la natura delle attività svolte, non si ritiene che tali rischi possano essere evitati del tutto poiché rientrano nelle tipologie della forza maggiore e/o del caso fortuito. Eventi Accesso non autorizzato ai dati contenuti nel sistema informatico. RISCHIO DI ACCESSI ESTERNI NON AUTORIZZATI Misure L accesso ai dati contenuti nel sistema è consentito solo ai soggetti muniti di valide credenziali di autenticazione, ai sensi dei punti 1-11 dell Allegato B (come da nota tecnica allegata). Tutti i PC dell area amministrativa sono configurati in modo tale che al momento dell apertura vengano richieste le credenziali di autenticazione per poter accedere al sistema. Quanto al rischio che soggetti esterni riescano a penetrarvi fraudolentemente, l Istituto ha approntato le seguenti misure: software antivirus; router adsl; aggiornamento dei Sistemi Operativi. Per maggiori informazioni si vedano il capitolo 4 del DPS e la relazione tecnica allegata. 25

26 3.2 Eventi relativi agli strumenti RISCHIO DI DISTRUZIONE, PERDITA, ALTERAZIONE DEI DATI Eventi Accesso abusivo al sistema informatico dall esterno ex art. 615 ter c.p. volto al danneggiamento, distruzione o alterazione dei dati. Installazione di un programma diretto a danneggiare un sistema informatico ex art. 615 quinquies c.p. dall esterno o dall interno. Furto o sottrazione di server o elaboratori su cui sono custoditi i dati, furto o sottrazione di archivi cartacei. Danneggiamenti ad archivi o distruzione di apparecchiature hardware dovute a: sabotaggio, atti vandalici, problemi all alimentazione di rete dovuti ad eventi eccezionali, incendi, calamità naturali. Misure Sono stati installati i seguenti software: - antivirus e firewall. Per maggiori dettagli, si veda la relazione tecnica allegata al presente DPS. Gli incaricati non possono installare software non autorizzati dal Titolare del trattamento all interno del sistema informatico della Scuola (come da regole di comportamento Mansionario). Sono stati installati un software antivirus. Il router svolge funzioni di firewall. L Istituto è dotato di porte fornite di serratura di sicurezza per scongiurare il rischio di accessi ai locali da parte di persone non autorizzate dopo l orario di chiusura. Durante l orario in cui la scuola è aperta al pubblico, gli accessi sono controllati dal personale. Le apparecchiature elettroniche e gli archivi cartacei sono posti sotto il diretto controllo del personale dell Istituto. Vista l ubicazione dell ufficio e la natura delle attività svolte, non si ritiene che tali rischi possano essere evitati del tutto poiché rientrano nelle tipologie della forza maggiore e/o del caso fortuito. Eventi Accesso non autorizzato ai dati contenuti nel sistema informatico. RISCHIO DI ACCESSI ESTERNI NON AUTORIZZATI Misure L accesso ai dati contenuti nel sistema è consentito solo ai soggetti muniti di valide credenziali di autenticazione, ai sensi dei punti 1-11 dell Allegato B (come da nota tecnica allegata). Tutti i PC dell area amministrativa sono configurati in modo tale che al momento dell apertura vengano richieste le credenziali di autenticazione per poter accedere al sistema. Quanto al rischio che soggetti esterni riescano a penetrarvi fraudolentemente, l Istituto ha approntato le seguenti misure: software antivirus; router adsl; aggiornamento dei Sistemi Operativi. Per maggiori informazioni si vedano il capitolo 4 del DPS e la relazione tecnica allegata. 26

27 Accesso non autorizzato ai documenti cartacei. Tutte le attività della Scuola sono regolate secondo i principi dettati nelle lettere di incarico al trattamento e nel relativo Mansionario (allegato al presente DPS). Nessun incaricato può avere accesso ai dati che non gli competono. I documenti cartacei sono conservati in maniera tale da prevenire che soggetti non autorizzati possano venirne a contatto: il Mansionario contiene l indicazione delle procedure che l incaricato deve rispettare per non pregiudicare la sicurezza dei documenti cartacei. In relazione alla distruzione dei documenti cartacei, l ufficio provvede a rendere non più intellegibili i dati personali presenti sui documenti da smaltire. MALFUNZIONAMENTO, INDISPONIBILITÀ O DEGRADO DEGLI STRUMENTI INFORMATICI Eventi Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti informatici. Misure L Istituto si avvale della collaborazione del personale interno per verificare periodicamente che gli strumenti informatici utilizzati siano in buono stato di conservazione e perfettamente funzionanti; se del caso, provvede a far effettuare gli interventi di manutenzione necessari. Per evitare che il comportamento disattento del dipendente o la sua scarsa conoscenza del funzionamento degli apparati che compongono il sistema informatico possano causare un malfunzionamento allo stesso, l Istituto provvede a rendere edotto il dipendente circa i comportamenti corretti e quelli da evitare. 27

28 3.3 Eventi relativi al contesto EVENTI RELATIVI AL CONTESTO Eventi Accesso non autorizzato ai locali. Asportazione e furto di strumenti contenenti dati. Misure I locali dove sono situati gli archivi cartacei e le apparecchiature hardware sono sorvegliate dagli incaricati al trattamento, che si preoccupano che le stanze in oggetto non siano lasciate a disposizione di soggetti estranei alla Scuola o che non siano autorizzati ad entrare in contatto con i dati personali. Sono poi state poste in essere misure di sicurezza fisica e logistica, come risulta dal capitolo 3.2 del presente DPS. L Istituto è dotato di porte fornite di serratura di sicurezza, per scongiurare il rischio di accessi ai locali da parte di persone non autorizzate dopo l orario di chiusura. Durante l orario in cui la scuola è aperta al pubblico, gli accessi sono controllati dal personale al fine di prevenire il rischio che soggetti non autorizzati si introducano nei locali senza essere visti. Eventi distruttivi naturali, artificiali, dolosi, accidentali. Errori umani nella gestione della sicurezza fisica. Danneggiamenti o distruzione di apparecchiature hardware o di archivi cartacei dovute a: sabotaggio, atti vandalici, problemi all alimentazione di rete dovuti ad eventi eccezionali, incendi, calamità naturali; vista l ubicazione della Scuola e la natura delle attività svolte, non si ritiene che tali rischi possano essere evitati del tutto in quanto rientrano nelle tipologie della forza maggiore e/o del caso fortuito. L impianto di alimentazione delle macchine è adeguato alle più recenti normative di legge. Sulle macchine e sugli impianti sono svolti i necessari interventi di manutenzione. Pur non potendo scongiurare in maniera assoluta il rischio di una falla nella sicurezza della Scuola causata da un errore umano, il Titolare, per minimizzarlo entro limiti accettabili, si affida al Mansionario, che descrive in maniera chiara e precisa tutte le procedure da seguire, e agli interventi formativi, di cui al punto 6. 28

29 Tabella riassuntiva. Analisi dei rischi. EVENTO Impatto sulla sicurezza dei dati Descrizione Gravità stimata Rif. misure d azione Comportamenti degli operatori Eventi relativi agli strumenti Furto di credenziali di autenticazione Mancanza di consapevolezza, disattenzione o incuria Comportamenti sleali o fraudolenti Errore materiale Azione di virus informatici Spamming o altre tecniche di sabotaggio Malfunzionamento, indisponibilità o degrado degli strumenti Accessi esterni non autorizzati. Possibilità di accesso ai dati da parte di persone non autorizzate. Mancanza di conoscenza degli strumenti di lavoro a disposizione e modalità del loro utilizzo con possibilità di perdita di dati. Pericolo di comunicazione e/o diffusione illecite di dati. Cancellazione erronea di dati dal sistema centrale. Mal funzionamento del sistema con eventuale danneggiamento o perdita dei dati. Invio di messaggi indesiderati di posta elettronica tramite Internet in maniera non controllata. Impossibilità di recupero dei dati con conseguente perdita degli stessi. Collegamenti da parte di individui esterni atti al danneggiamento o alla modifica di dati in maniera dolosa. Gravità: media Policy con regole operative per la gestione delle password. Formazione degli incaricati. Gravità: bassa Mansionario in cui vengono date tutte le istruzioni necessarie affinché l utenza possa operare nella maniera più corretta possibile. Procedure di backup. Formazione degli incaricati. Gravità: media Principio del Need to Know. Lettera d incarico. Dopo l orario di chiusura i locali sono inaccessibili. Gravità: media Possibilità di recupero dei dati tramite le procedure di backup e di ripristino dei dati. Gravità: media Aggiornamento del sistema operativo e dell antivirus. Gravità: bassa Antivirus e antispyware. Gravità: medio-bassa Politiche di backup. Gravità: bassa Software antivirus. 29

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DATI A.S. 2014/2015 Scuola Ipsia Dalmazio Birago Sede legale e operativa Corso Novara 65 10154 Torino Data redazione: 2.10.2012 Versione 1 Rev. 05 anno 2014/2015

Dettagli

Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS)

Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS) Guida operativa per redigere il Documento programmatico sulla sicurezza (DPS) (Codice in materia di protezione dei dati personali art. 34 e Allegato B, regola 19, del d.lg. 30 giugno 2003, n. 196) Premessa

Dettagli

Documento programmatico sulle misure di sicurezza adottate per il trattamento dei dati personali con strumenti elettronici e supporti cartacei

Documento programmatico sulle misure di sicurezza adottate per il trattamento dei dati personali con strumenti elettronici e supporti cartacei Documento programmatico sulle misure di sicurezza adottate per il trattamento dei dati personali con strumenti elettronici e supporti cartacei In base al disciplinare tecnico in materia di misure di sicurezza

Dettagli

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.

Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5. Istituzione per i Servizi Educativi, Culturali e Sportivi Comune di Sesto Fiorentino DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE N. 50 DEL 21.5.2012 OGGETTO: individuazione degli incaricati del trattamento dati personali

Dettagli

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e

M inist e ro della Pubblica Istruz io n e Linee guida per il TRATTAMENTO E GESTIONE DEI DATI PERSONALI Articolo 1 Oggetto e ambito di applicazione e principi di carattere generale 1. Il presente documento disciplina le modalità di trattamento

Dettagli

FASCICOLO INFORMATIVO PER INSEGNANTI E PERSONALE AMMINISTRATIVO

FASCICOLO INFORMATIVO PER INSEGNANTI E PERSONALE AMMINISTRATIVO www.ictramonti.org Autonomia Scolastica n. 24 Istituto Comprensivo Statale G. Pascoli Via Orsini - 84010 Polvica - Tramonti (SA)Tel e Fax. 089876220 - C.M. SAIC81100T - C.F. 80025250657 Email :saic81100t@istruzione.it-

Dettagli

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.

BOZZA D.P.S. Documento Programmatico sulla Sicurezza. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P. BOZZA D.P.S. Intestazione documento: Ragione sociale o denominazione del titolare Indirizzo Comune P.iva Documento Programmatico sulla Sicurezza Indice finalità del documento inventario dei beni in dotazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI DEL CONSIGLIO REGIONALE DELLA TOSCANA Scheda n 2 DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DEL PERSONALE ASSEGNATO

Dettagli

Infostar S.r.l. S.S.13 Pontebbana 54/e - 33017 - TARCENTO (UD) Tel: 0432783940 - Fax: 0432794695 p.iva 02125890307

Infostar S.r.l. S.S.13 Pontebbana 54/e - 33017 - TARCENTO (UD) Tel: 0432783940 - Fax: 0432794695 p.iva 02125890307 Data ultima modifica : 14/06/2006 10:49 DPSS Cod.Doc. 2140.20.0.168818 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Valido fino al 31 Marzo 2007. Documento riassuntivo delle misure di sicurezza per la Privacy

Dettagli

Regolamento di attuazione degli articoli 20, comma 2, e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196,

Regolamento di attuazione degli articoli 20, comma 2, e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196, Regolamento di attuazione degli articoli 20, comma 2, e 21 del decreto legislativo 30 giugno 2003 n. 196, relativo alla individuazione dei tipi di dati e delle operazioni eseguibili in tema di trattamento

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA TRATTAMENTO DATI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA TRATTAMENTO DATI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA TRATTAMENTO DATI Il presente documento è redatto ai sensi dell art. 34 e 35 del Dlgs 30 Giugno 2003, n 196, della direttiva 11 Febbraio 2005 del Presidente del Consiglio

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA NEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA NEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA NEL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Questo documento illustra il quadro delle misure di sicurezza, organizzative, fisiche e logiche, adottate per il trattamento dei

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA. Ai sensi e per gli affetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Allegato B punto 19

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA. Ai sensi e per gli affetti del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, Allegato B punto 19 Per trattamento di dati deve intendersi: qualunque operazione o complesso di operazioni, svolte con o senza l ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione,

Dettagli

Procedura automatizzata per la gestione del prestito - FLUXUS

Procedura automatizzata per la gestione del prestito - FLUXUS Procedura automatizzata per la gestione del prestito - FLUXUS corso di formazione per il personale dell Università e degli Enti convenzionati con il Servizio Catalogo Unico TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

Dettagli

Regolamento al trattamento dati per la piattaforma "Sofia" e Misure di Sicurezza adottate

Regolamento al trattamento dati per la piattaforma Sofia e Misure di Sicurezza adottate Regolamento al trattamento dati per la piattaforma "Sofia" e Pagina 1 di 10 INDICE 1. Definizioni 3 2. Individuazione dei tipi di dati e di operazioni eseguibili 4 3. Titolare del trattamento, oneri informativi

Dettagli

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy

Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy Obblighi di sicurezza e relative sanzioni Le Misure Minime di Sicurezza secondo il Testo Unico sulla Privacy L adozione delle Misure Minime di Sicurezza è obbligatorio per tutti coloro che effettuano trattamenti

Dettagli

La tutela della Privacy. Annoiatore: Stefano Pelacchi

La tutela della Privacy. Annoiatore: Stefano Pelacchi La tutela della Privacy Annoiatore: Stefano Pelacchi 1 Appunti Le organizzazioni del volontariato possono assumere qualsiasi forma giuridica prevista dal Libro I del Codice Civile compatibile con il proprio

Dettagli

PRIVACY. Federica Savio M2 Informatica

PRIVACY. Federica Savio M2 Informatica PRIVACY Federica Savio M2 Informatica Adempimenti tecnici obbligatori e corretta salvaguardia dei dati e dei sistemi Normativa di riferimento - oggi D.LGS 196/2003 Codice in materia di protezione dei dati

Dettagli

FORMAZIONE PRIVACY 2015

FORMAZIONE PRIVACY 2015 Intervento formativo per rendere edotti gli incaricati del trattamento di dati personali dei rischi che incombono sui dati e delle relative misure di sicurezza ai sensi dell art. 130 del D.Lgs. 196/2003

Dettagli

COMUNE DI ROBASSOMERO

COMUNE DI ROBASSOMERO COMUNE DI ROBASSOMERO PROVINCIA DI TORINO tel. 011 9234400 - Fax 011 9234422 E-mail: comune@comune.robassomero.to.it - www.comune.robassomero.to.it REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI

Dettagli

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI

COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI COMUNE DI TERNI DIREZIONE SICUREZZA E POLIZIA LOCALE CORPO DI POLIZIA MUNICIPALE GRUPPO OPERATIVO AFFARI GENERALI Ufficio di Segreteria Cod. Fisc./Part. I.V.A. 00175660554 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA

Dettagli

Documento Programmatico sulla sicurezza

Documento Programmatico sulla sicurezza SNAMI Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani Documento Programmatico sulla sicurezza Redatto ai sensi dell articolo 34, comma 1, lettera g) e Allegato B - Disciplinare Tecnico, Regola 19 del Decreto

Dettagli

Agenzia per le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale IL PRESIDENTE. VISTO il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196;

Agenzia per le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale IL PRESIDENTE. VISTO il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196; REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI Agenzia per le Organizzazioni Non Lucrative di Utilità Sociale IL PRESIDENTE VISTO il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196; VISTI in

Dettagli

Disposizioni in materia di trattamento dei dati personali.

Disposizioni in materia di trattamento dei dati personali. Privacy - Ordinamento degli uffici e dei servizi comunali: indirizzi in materia di trattamento dei dati personali esistenti nelle banche dati del Comune. (Delibera G.C. n. 919 del 28.12.2006) Disposizioni

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza)

LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza) LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DEL DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza) Aprile, 2005 INDICE Premessa 1. LINEE GUIDA Il piano di lavoro 2. IL KIT La modulistica: schede e tabelle La compilazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI ISTITUTO NAZIONALE DI RICERCA METROLOGICA (INRIM) REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI (decreto del Presidente dell INRIM n 332/2006, del 28 dicembre 2006) INRIM_Regol_dati_sensibili_e_giudiziari_28.12.06

Dettagli

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE

CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE CONSIGLIO DELL'ORDINE DEGLI AVVOCATI DI FROSINONE DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEGLI STUDI LEGALI (DPS) Redatto ai sensi e per gli effetti dell art. 34, c. 1, lett. g) del D.Lgs 196/2003 e del

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI INDICE 1 OGGETTO... 2 2 DEFINIZIONI... 2 3 ORGANIZZAZIONE, COMPITI E RESPONSABILITA... 3 4 TRATTAMENTI EFFETTUATI... 4 4.1 TRATTAMENTI INTERNI... 4 4.2

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL USO DI INTERNET E DELLA POSTA ELETTRONICA MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Martino Longhi di VIGGIÙ Via Indipendenza 18, Loc. Baraggia 21059 VIGGIU (VA) Tel. 0332.486460 Fax 0332.488860 C.F.

Dettagli

Manuale Informativo. Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali

Manuale Informativo. Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali Manuale Informativo Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali INDEX Il D.Lgs. 196/2003 Termini e Fondamenti Gli attori Organizzazione e Responsabilità

Dettagli

LICEO ARTISTICO STATALE BRUNO MUNARI VIA GANDHI 14 31029 VITTORIO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI ALLEGATO A

LICEO ARTISTICO STATALE BRUNO MUNARI VIA GANDHI 14 31029 VITTORIO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI ALLEGATO A LICEO ARTISTICO STATALE BRUNO MUNARI VIA GANDHI 14 31029 VITTORIO VENETO DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI ALLEGATO A NATURA E LUOGHI DI RESIDENZA DEI DATI, FINALITÀ E MODALITÀ DEL TRATTAMENTO

Dettagli

Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11.

Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11. Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 "Codice in materia di protezione dei dati personali» Provvedimento garante privacy 27.11.2008 e successive modiche e integrazioni TRATTAMENTO DEI DATI NELLE ISTITUZIONI

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO IN MATERIA DI PROTEZIONE DEI DATI PERSONALI (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 32 del 12/05/2009) Sommario Art. 1.

Dettagli

La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale

La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale La Privacy nelle Associazioni di Promozione Sociale Forlì, 25 gennaio 2007 1 Adempimenti previsti dal Codice della Privacy per le APS 2 Codice della Privacy Nel 1996 la legge n. 675 regolamentò la tutela

Dettagli

INFORMATIVA GENERALE

INFORMATIVA GENERALE UNIMEC S.R.L. Via Palazzo, 36 Albano S. Alessandro Bg Informazioni rese ai sensi dell art. 13 del D. Lgs.vo 196/03 Codice in materia di protezione dei dati personali e successive modifiche ed integrazioni.

Dettagli

Tutela della privacy

Tutela della privacy Tutela della privacy Le scuole pubbliche non sono tenute a chiedere il consenso per il trattamento dei dati personali degli studenti. Gli unici trattamenti permessi sono quelli necessari al perseguimento

Dettagli

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola

Assistenti Amministrativi. Sig.ra Neri Paola Assistenti Amministrativi Sig.ra Neri Paola Gestione del Personale - Cura e gestione della trasmissione dei contratti del personale neo immesso in ruolo alla RGS; - Conferma in Ruolo, proroga periodo di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI

REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI SENSIBILI E GIUDIZIARI (Art.20-21 D.Lgs 196/2003 Codice in materia di protezione di dati personali) Scheda n. 1 DENOMINAZIONE DEL TRATTAMENTO: TUTELA DAI

Dettagli

REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014

REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014 REGOLAMENTO SITO WEB Adottato dal Consiglio d Istituto del 28/04/2014 Art 1. Sito Web Il sito dell Istituto Comprensivo Dante Alighieri di Aulla (MS), www.alighieriaulla.it, è curato da responsabili incaricati

Dettagli

Autorità di Bacino. BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO (legge 18 maggio 1989 n 183 art. 12) SCHEDA N.1

Autorità di Bacino. BACINO PILOTA DEL FIUME SERCHIO (legge 18 maggio 1989 n 183 art. 12) SCHEDA N.1 Denominazione del trattamento SCHEDA N.1 Gestione dei concorsi pubblici e dei procedimenti finalizzati ad altre forme di assunzione o impiego. Procedimenti di mobilità, comandi e distacchi. Gestione del

Dettagli

Fac-simile documento programmatico sulla sicurezza nel trattamento dei dati personali

Fac-simile documento programmatico sulla sicurezza nel trattamento dei dati personali Fac-simile documento programmatico sulla sicurezza nel trattamento dei dati personali Scopo di questo documento è di delineare il quadro delle misure di sicurezza, organizzative, fisiche e logiche, da

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY

REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY REGOLAMENTO AZIENDALE SULLA TUTELA DELLA PRIVACY Art. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina gli interventi diretti alla tutela della privacy in ambito sanitario. Esso si attiene alle disposizioni

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Prot. N. 1226 A/23 Santeramo, 30/03/2007 DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Redatto ai sensi e per gli effetti dell articolo 34, comma 1, lettera g del D. Lgs. 196/2003 e del disciplinare tecnico

Dettagli

Documento programmatico sulla sicurezza (ai sensi D.L.vo 196 del 30/06/03)

Documento programmatico sulla sicurezza (ai sensi D.L.vo 196 del 30/06/03) Documento programmatico sulla sicurezza (ai sensi D.L.vo 196 del 30/06/03) DISPOSIZIONI MINIME SULLA SICUREZZA E DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Il presente documento si compone di n. 13 pagine

Dettagli

Codice. in materia di. Protezione dei Dati Personali

Codice. in materia di. Protezione dei Dati Personali Codice in materia di Protezione dei Dati Personali (D.Lgs. 196/2003) ====================== Incontri Formativi con il Personale della Direzione Didattica del 7 Circolo Didattico G. Carducci di Livorno

Dettagli

INFORMATIVA AI LAVORATORI. Allegato 4

INFORMATIVA AI LAVORATORI. Allegato 4 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Liceo Scientifico Statale NOMENTANO Sede Centrale: Via della Bufalotta, 229-00139 Roma - Tel. 06/121122012

Dettagli

CNIPA. "Codice privacy" Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati

CNIPA. Codice privacy Il Documento Programmatico di Sicurezza. 26 novembre 2007. Sicurezza dei dati CNIPA "Codice privacy" 26 novembre 2007 Sicurezza dei dati Quando si parla di sicurezza delle informazioni, i parametri di riferimento da considerare sono: Integrità Riservatezza Disponibilità 1 I parametri

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca 2 Circolo Didattico Via Firenze Via Firenze, 12-70014 CONVERSANO (BA) c. f. 80028050724 Tel. 080/4954450 fax 080/4090805 e-mail baee09500c@istruzione.it

Dettagli

Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali

Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali Il nuovo codice in materia di protezione dei dati personali Si chiude il capitolo, dopo sette anni dalla sua emanazione, della legge 675 sulla privacy. Questa viene sostituita da un testo di legge unico

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA STATALE II CIRCOLO ELENCO DEI TRATTAMENTI

DIREZIONE DIDATTICA STATALE II CIRCOLO ELENCO DEI TRATTAMENTI Tel: 0585.252561 Fax: 0585.791145 Email: msee002001@istruzione.it ELENCO DEI TRATTAMENTI ALUNNI Assistenza psicologica Attività artistiche e ricreativoculturali Attività di solidarietà Attività sportiva

Dettagli

Strumenti digitali e privacy. Avv. Gloria Galli

Strumenti digitali e privacy. Avv. Gloria Galli Strumenti digitali e privacy Avv. Gloria Galli Codice in materia di protezione dei dati personali: Decreto legislativo n. 196 del 30/06/2003 Art. 4. Definizioni trattamento, qualunque operazione o complesso

Dettagli

PRIVACY.NET. La soluzione per gestire gli adempimenti sulla tutela dei dati in azienda

PRIVACY.NET. La soluzione per gestire gli adempimenti sulla tutela dei dati in azienda open > PRIVACY.NET La soluzione per gestire gli adempimenti sulla tutela dei dati in azienda next > Il software è rivolto a: Chiunque tratta dati personali, con e senza strumenti elettronici, è tenuto

Dettagli

Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * ---

Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * --- Città di Potenza Unità di Direzione Polizia Municipale --- * * * * * --- REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DI IMPIANTI DI VIDEOSORVEGLIANZA NEL TERRITORIO COMUNALE (approvato con Delibera di

Dettagli

INFORMATIVA RESA AI SENSI DELL ART.13 DEL D.LGS. 30 GIUGNO 2003, N.196 "Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali"

INFORMATIVA RESA AI SENSI DELL ART.13 DEL D.LGS. 30 GIUGNO 2003, N.196 Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali Allegato (Modello privacy) INFORMATIVA RESA AI SENSI DELL ART.13 DEL D.LGS. 30 GIUGNO 2003, N.196 "Codice in Materia di Protezione dei Dati Personali" Con la presentazione delle domande di immatricolazione

Dettagli

Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196.

Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196. Informazioni in materia di protezione dei dati personali. - Art. 13 del Decreto Legislativo 30 maggio 2003 n. 196. Ai sensi dell articolo 13 del decreto legislativo 30 maggio 203 n.196:

Dettagli

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA

REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DELLE RISORSE INFORMATICHE, INTERNET E POSTA ELETTRONICA Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Statale di Rivanazzano Terme Via XX Settembre n. 45-27055 - Rivanazzano Terme - Pavia Tel/fax. 0383-92381 Email pvic81100g@istruzione.it

Dettagli

I dati : patrimonio aziendale da proteggere

I dati : patrimonio aziendale da proteggere Premessa Per chi lavora nell informatica da circa 30 anni, il tema della sicurezza è sempre stato un punto fondamentale nella progettazione dei sistemi informativi. Negli ultimi anni il tema della sicurezza

Dettagli

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI

Regione Calabria Azienda Sanitaria Provinciale Cosenza UOC AFFARI GENERALI REGOLAMENTO CONCERNENTE LA NOMINA E LE FUNZIONI DELL AMMINISTRATORE DI SISTEMA E GLI ADEMPIMENTI IN MATERIA DI OSSERVANZA DELLE MISURE DI SICUREZZA PRIVACY 1 ARTICOLO 1 - SCOPO DEL REGOLAMENTO Il presente

Dettagli

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore

Roma, ottobre 2013. Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore Roma, ottobre 2013 Ai Responsabili Regionali pro tempore Ai Responsabili di Zona pro tempore OGGETTO: NOMINA DEI RESPONSABILI DEL TRATTAMENTO DEI DATI L AGESCI Associazione Guide e Scouts Cattolici Italiani,

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA INDICE DEI DOCUMENTI PRESENTI

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA INDICE DEI DOCUMENTI PRESENTI DPSS DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Documento riassuntivo delle misure di sicurezza per la Privacy attuate dal Titolare, in conformità agli artt. da 33 a 36 ed all'allegato B del D.Lgs. 30 giugno

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA. Dipartimento di Staff Aziendale. S.C. Centro Controllo Direzionale

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA. Dipartimento di Staff Aziendale. S.C. Centro Controllo Direzionale DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA Dipartimento di Staff Aziendale S.C. Centro Controllo Direzionale S.C. Organizzazione dei Presidi Ospedalieri S.C. Comunicazione Sanitaria

Dettagli

Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015

Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015 Disclaimer Privacy Portale Convegno Genova 6 Novembre 2015 L accesso, la consultazione e l utilizzo delle pagine del presente sito web di WEB-X comportano l accettazione, da parte dell utente (di seguito

Dettagli

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA. Servizio Prevenzione e Protezione. Dipartimento di Staff Aziendale

DIREZIONE GENERALE DIREZIONE SANITARIA DIREZIONE AMMINISTRATIVA. Servizio Prevenzione e Protezione. Dipartimento di Staff Aziendale DIREZIONE GENERALE DIREZIONE AMMINISTRATIVA DIREZIONE SANITARIA Servizio Prevenzione e Protezione Dipartimento di Staff Aziendale S.C. Centro Controllo Direzionale S.C. Sistemi Informativi S.S.D. Controllo

Dettagli

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n.

SCHEDA n. 5. Le figure costitutive della sicurezza. 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94. Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. SCHEDA n. 5 Le figure costitutive della sicurezza 1. Le figure costitutive del D. Lgs. 626/ 94 Contenuti e finalità del D. Lgs. 19-9-94, n. 626/94 Il D. Lgs. del 19-9-94 n. 626 recepisce direttive comunitarie

Dettagli

1. Conoscenza dei dati trattati. 2. Conoscenza degli strumenti utilizzati. 3. Conoscenza del proprio ruolo all interno della struttura

1. Conoscenza dei dati trattati. 2. Conoscenza degli strumenti utilizzati. 3. Conoscenza del proprio ruolo all interno della struttura Corso 196/03 per i Responsabili e gli Incaricati del Trattamento Dati Percorso Formativo per l Incaricato del Trattamento Dati: Pre-requisiti: 1. Conoscenza dei dati trattati 2. Conoscenza degli strumenti

Dettagli

Documento. Programmatico sulla Sicurezza. Anno 2015

Documento. Programmatico sulla Sicurezza. Anno 2015 Documento Programmatico sulla Sicurezza Anno 2015 INDICE 1.1 Premessa...pag. 3 1.2 Trattamento dei Dati Personali...pag. 4 1.3 Misure di sicurezza...pag. 5 1.3.1 Trattamento Dati Personali...pag. 5 1.3.2

Dettagli

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 ("Codice della Privacy")

Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 (Codice della Privacy) Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 ("Codice della Privacy") Gentile Utente, IBS Bookshop Italia s.r.l. La informa che i dati da Lei forniti

Dettagli

ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI

ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI ALLEGATO 2 ISTRUZIONI PER IL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI Con questo documento si intende offrire: - una precisazione in ordine ai termini ed ai concetti più frequentemente richiamati dalla normativa

Dettagli

VISTO l articolo 4, comma 1, lettera d), del Codice, il quale individua i dati sensibili;

VISTO l articolo 4, comma 1, lettera d), del Codice, il quale individua i dati sensibili; - Regolamento recante Disciplina del Trattamento dei dati sensibili e giudiziari del Consiglio per la Ricerca e la sperimentazione in Agricoltura adottato ai sensi degli articoli 20, comma 2 e 21, comma

Dettagli

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA

Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Comune di Viadana (Provincia di Mantova) DISCIPLINARE SULL UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET E DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA Approvato con deliberazione di Giunta comunale n. 170 del 07.11.2011 Indice

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NELLE AREE DI COMPETENZA DELLA COMUNITA VALSUGANA E TESINO

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NELLE AREE DI COMPETENZA DELLA COMUNITA VALSUGANA E TESINO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA NELLE AREE DI COMPETENZA DELLA COMUNITA VALSUGANA E TESINO Approvato con deliberazione dell Assemblea della Comunità n. 5 del 10.02.2014 1 REGOLAMENTO

Dettagli

Il Documento Programmatico sulla Sicurezza in base Normativa sulla privacy applicabile agli studi professionali (D. Lgs 196/03)

Il Documento Programmatico sulla Sicurezza in base Normativa sulla privacy applicabile agli studi professionali (D. Lgs 196/03) Il Documento Programmatico sulla Sicurezza in base Normativa sulla privacy applicabile agli studi professionali (D. Lgs 196/03) A cura di Gianfranco Gargani A seguito delle diverse richieste degli iscritti

Dettagli

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123

COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 COMUNE DI VEDUGGIO CON COLZANO Provincia di Milano Codice Ente 11123 N. 30 Reg. Delib. G.C. Seduta del 17/03/2006 OGGETTO: REVISIONE DEL DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA DEI DATI PERSONALI PER L

Dettagli

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA AI FINI DELLA SICUREZZA URBANA

COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA AI FINI DELLA SICUREZZA URBANA COMUNE DI PARMA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA AI FINI DELLA SICUREZZA URBANA Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 164/39 in data 21/12/2009 Indice Art. 1 - Oggetto

Dettagli

ALLEGATI AL REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI IN ATTUAZIONE DEL D.LGS. 196/2003

ALLEGATI AL REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI IN ATTUAZIONE DEL D.LGS. 196/2003 ALLEGATI AL REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSIBILI E GIUDIZIARI IN ATTUAZIONE DEL D.LGS. 196/2003 SCHEDA A: GESTIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO DEL PERSONALE DIPENDENTE (DOCENTE, DIRIGENTE, TECNICO

Dettagli

Allegato 13. Nomina Amministratore di Sistema

Allegato 13. Nomina Amministratore di Sistema Allegato 13 Nomina Amministratore di Sistema Il presente documento rappresenta un contratto che la struttura Titolare del Trattamento stipula con un soggetto esterno (nominato Amministratore di Sistema)

Dettagli

La nuova disciplina in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 30.6.2003 n. 196) Principali novità

La nuova disciplina in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 30.6.2003 n. 196) Principali novità La nuova disciplina in materia di tutela della privacy (D.Lgs. 30.6.2003 n. 196) Principali novità INDICE 1 Il nuovo Codice sulla privacy... 2 2 Ambito di applicazione... 2 3 Soggetti coinvolti dal trattamento

Dettagli

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Mantova

Ordine dei Farmacisti della Provincia di Mantova Ordine dei Farmacisti della Provincia di Mantova Via Marangoni 18-46100 MANTOVA 0376/327670 0376/318881 e-mail: info@ordinefarmacisti-mn.191.it - sito: www.ordinefarmacistimantova.it REGOLAMENTO PER IL

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di decreto recante: 11.11.2014 Organizzazione e compiti degli uffici di livello dirigenziale non generale istituiti presso l Ufficio scolastico regionale per il Molise. IL MINISTRO Visti gli articoli

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA

DOCUMENTO PROGRAMMATICO SULLA SICUREZZA Ed.1 Rev.3 30/09/11 Pag.1 di 16 SULLA SICUREZZA Redatto ai sensi e per gli effetti dell art.34, co.1, lettera G) del D.Lgs. 196/2003 e del disciplinare tecnico allegato al medesimo decreto sub b) e aggiornato

Dettagli

Timbro azienda. All interno della Società/Ditta, esistono collaboratori con partita IVA? Se si specificare.

Timbro azienda. All interno della Società/Ditta, esistono collaboratori con partita IVA? Se si specificare. Privacy - DLgs 196/2003 Questionario per la formulazione del preventivo per la redazione del DPS (documento programmatico sulla sicurezza) Inviare previa compilazione al fax 0532 1911288 Società/Ditta:.....

Dettagli

G E N O V A -- P A R C H E G G I Documento di sintesi sulla protezione dei dati personali

G E N O V A -- P A R C H E G G I Documento di sintesi sulla protezione dei dati personali TITOLARE DEL TRATTAMENTO: Dott. Giovan Battista Seccacini RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO: Sig. Persico Ermanno G E N O V A -- P A R C H E G G I Documento di sintesi sulla protezione dei dati personali Scopo

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE CORSO PER ASCENSORISTA (SOGGETTO A NORMATIVA)

MODULO DI ISCRIZIONE CORSO PER ASCENSORISTA (SOGGETTO A NORMATIVA) MODULO DI ISCRIZIONE CORSO PER ASCENSORISTA (SOGGETTO A NORMATIVA) DATI ALLIEVO La/il sottoscritta/o Sesso F M Codice Fiscale Nata/o a Provincia il Nazionalità Residente a CAP Provincia Via/C.so/P.zza

Dettagli

COMPARIZIONE AL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE PROC. N.

COMPARIZIONE AL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE PROC. N. Sede, data Prot. N. Mod.ad6-it COMPARIZIONE AL PROCEDIMENTO DI MEDIAZIONE PROC. N. Spett.le Organismo di Mediazione Soluzione ImMediata s.r.l. Via Teatro Greco, 76 95124 Catania Cod.Fisc., residente in

Dettagli

Tutela e informativa sulla Privacy

Tutela e informativa sulla Privacy Tutela e informativa sulla Privacy Informazioni in materia di protezione dei dati personali. Art. 13 del Decreto Legislativo 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) Ai

Dettagli

CITTA DI SAN DONATO MILANESE

CITTA DI SAN DONATO MILANESE CITTA DI SAN DONATO MILANESE PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO DELL IMPIANTO DI VIDEOSORVEGLIANZA DEL TERRITORIO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 22 del

Dettagli

AI SIGG.RI GENITORI DEGLI ALUNNI ALL ALBO DELLA SCUOLA

AI SIGG.RI GENITORI DEGLI ALUNNI ALL ALBO DELLA SCUOLA ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI XXIII Via M. Gabriele Asaro - 91027 PACECO (TP) 0923/881297-0923/526796 0923/309946 C.F.: 80005560810 - C.M.:TPIC83300L E-MAIL: tpic83300l@istruzione.it PEC: tpic83300l@pec.istruzione.it

Dettagli

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO

IL RAGIONIERE GENERALE DELLO STATO Determina del Ragioniere generale dello Stato concernente le modalità di trasmissione e gestione di dati e comunicazioni ai Registri di cui al decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, concernente la

Dettagli

1) UFFICIO DEL PERSONALE Studio e aggiornamento della normativa

1) UFFICIO DEL PERSONALE Studio e aggiornamento della normativa ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE BURLANDO Via Montaldo, 61-16137 GENOVA Tel.: 010.8461599 - Fax: 010.812933 C.F. 95131430100 e-mail: geic829009@istruzione.it - p.e.c.: geic829009@pec.istruzione.it www.icburlando.gov.it

Dettagli

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DELL ATTIVITA SCOLASTICA Pag. 1 di 5 SCUOLA D INFANZIA E PRIMARIA Il presente regolamento fa riferimento al testo Regolamento dell attività scolastica, redatto da CIOFS SCUOLA, aggiornato al 06 settembre 2008, depositato presso

Dettagli

Normativa sulla privacy negli. USA: http://aspe.hhs.gov/admnsimp/pl104191.htm Italia: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?

Normativa sulla privacy negli. USA: http://aspe.hhs.gov/admnsimp/pl104191.htm Italia: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp? Normativa sulla privacy negli USA e in Italia USA: http://aspe.hhs.gov/admnsimp/pl104191.htm Italia: http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?id=1042761 Complementi di Informatica Medica 1. Anno Accademico

Dettagli

un responsabile ti chiamerà al più presto per chiarire ogni dubbio

un responsabile ti chiamerà al più presto per chiarire ogni dubbio Come implementare o aggiornare il Documento Programmatico per la Sicurezza (DPS) in conformità al Disciplinare Tecnico Gestione della privacy: chiarezza sulle figure, ruoli, compiti e responsabilità Chiedi

Dettagli

COMUNE DI CARBONE (PROVINCIA DI POTENZA)

COMUNE DI CARBONE (PROVINCIA DI POTENZA) COMUNE DI CARBONE (PROVINCIA DI POTENZA) REGOLAMENTO PER IL TRATTAMENTO DEI DATI SENSISIBILI E GIUDIZIARI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 21 del 21.06.2007 IL SINDACO IL SEGRETARIO

Dettagli

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008

Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro D.Lgs. 81/2008 Formazione del personale Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro DATORE DI LAVORO Soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore, responsabile della organizzazione o dell unità produttiva in

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA N. 39 Parma, 10/10/2012

COMUNICAZIONE INTERNA N. 39 Parma, 10/10/2012 DIREZIONE DIDATTICA DI VIA F.LLI BANDIERA Via F.lli Bandiera n. 4/a 43125 PARMA Tel. 0521/984604 - Fax 0521/1910846 - E-mail corazza@scuole.pr.it C.F. n.. 92144100341 - Cod. Min.: PREE020007 COMUNICAZIONE

Dettagli

Allegato 2. Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità

Allegato 2. Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità Allegato 2 Scheda classificazione delle minacce e vulnerabilità LEGENDA In questa tabella si classificano le minacce per tipologia e si indica l impatto di esse sulle seguenti tre caratteristiche delle

Dettagli

REGOLAMENTO SULL USO DELLA POSTA ELETTRONICA E DI INTERNET (POLICY AZIENDALE)

REGOLAMENTO SULL USO DELLA POSTA ELETTRONICA E DI INTERNET (POLICY AZIENDALE) REGOLAMENTO SULL USO DELLA POSTA ELETTRONICA E DI INTERNET (POLICY AZIENDALE) PREMESSA Il Garante per la protezione dei dati personali, con Provvedimento 1.03.2007 pubblicato sulla G. U. R.I. 10.03.2007,

Dettagli

Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software

Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software Prot. n. 3318/C15 Cava de Tirereni,29/10/2014 Oggetto: Avviso di gara a licitazione privata per contratto di manutenzione ed assistenza tecnica informatica hardware/software IL DIRIGENTE SCOLASTICO. Vista

Dettagli

Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA

Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Comune di Medicina Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA VIDEOSORVEGLIANZA Approvato con Delibera del Consiglio Comunale n.125 del 28/09/2015 1 INDICE Articolo 1 Oggetto pag. 3 Articolo

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI FASCICOLI DEL PERSONALE Agenzia AGRIS Sardegna

MANUALE DI GESTIONE DEI FASCICOLI DEL PERSONALE Agenzia AGRIS Sardegna MANUALE DI GESTIONE DEI FASCICOLI DEL PERSONALE Agenzia AGRIS Sardegna Approvato con determinazione del Direttore Generale n 33/13 del 23.04.2013-2013 - Agenzia AGRIS Sardegna Pagina 1 di 8 Sommario ART.

Dettagli