Nordio. 26 e 27 giugno. Direttore Scientifico Prof. Andrea Resti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Nordio. 26 e 27 giugno. Direttore Scientifico Prof. Andrea Resti"

Transcript

1 Nordio 26 e 27 giugno Direttore Scientifico Prof. Andrea Resti 1

2 SCHEMA DI SINTESI LUNEDÌ 16 MATTINA ( ) SESSIONE PLENARIA DI APERTURA SUPERVISIONE E RISCHI: IL QUADRO EUROPEO E LE BANCHE ITALIANE Giovanni Sabatini, ABI LUNEDÌ 16 POMERIGGIO ( ) SESSIONE PARALLELA A RISCHIO DI LIQUIDITÀ Franco Tutino, Università di Roma Sapienza SESSIONE PARALLELA B RISCHIO DI MERCATO E RISCHIO DI CONTROPARTE Giovanni Petrella, Università Cattolica del Sacro Cuore SESSIONE PARALLELA C CREDITO ALLE IMPRESE Giulio Naso, Bain & Company SESSIONE PARALLELA D AQR E STRESS TEST Giuseppe Lusignani, Università degli Studi di Bologna SESSIONE PARALLELA E LE ALTRE NORMATIVE DI VIGILANZA Paola Schwizer, Università di Parma e SDA Bocconi SESSIONE PARALLELA F RISCHIO OPERATIVO CONVEGNO ANNUALE DIPO PRIMA PARTE Sandra Paterlini, EBS Business School 2

3 MARTEDÌ 17 MATTINA ( ) SESSIONE PARALLELA G LA NUOVA VIGILANZA Claudia Pasquini, ABI SESSIONE PARALLELA H RISCHIO DI CREDITO Giacomo De Laurentis, Università Bocconi SESSIONE PARALLELA I IL NUOVO FRAMEWORK PER LA GESTIONE DELLE CRISI BANCARIE Marco Lamandini, Università degli Studi di Bologna SESSIONE PARALLELA L IL GOVERNO DEI RISCHI Marina Brogi, Sapienza Università di Roma SESSIONE PARALLELA M PICCOLE BANCHE Michele Modina, Università degli Studi del Molise SESSIONE PARALLELA N RISCHIO OPERATIVO CONVEGNO ANNUALE DIPO SECONDA PARTE Vittorio Vecchione Luiss Guido Carli MARTEDÌ 17 POMERIGGIO ( ) TAVOLA ROTONDA DI CHIUSURA GUARDARE AVANTI: L AGENDA DEI PROSSIMI MESI Moderatore Stefania Tamburello, Corriere della Sera 3

4 LUNEDÌ 16 MATTINA ( ) 08,15 Registrazione dei partecipanti, apertura dell area espositiva e welcome coffee SESSIONE PLENARIA DI APERTURA SUPERVISIONE E RISCHI: IL QUADRO EUROPEO E LE BANCHE ITALIANE Giovanni Sabatini, ABI Apertura dei lavori Giovanni Sabatini, Direttore Generale ABI Preparativi per la vigilanza bancaria unica europea Ignazio Angeloni, Membro del Consiglio di Vigilanza Banca Centrale Europea Le banche italiane e la Vigilanza nella prospettiva dell Unione Bancaria Carmelo Barbagallo, Capo Dipartimento Vigilanza Bancaria e Finanziaria Banca d Italia L'Unione Bancaria: un'idea diventata realtà Mario Nava, Direttore, Istituzioni Finanziarie Commissione Europea Coffee break, networking e visita all area espositiva Economia reale e rischio di credito Andrea Mignanelli, CEO Cerved Credit Management Renato Maino Lecture: Moral Hazard vs Contagious Crises: what is the right balance for official intervention in the financial system Charles Goodhart, Professor London School of Economics and Political Science Buffet Lunch, networking e visita all area espositiva Inizio sessioni parallele 4

5 SESSIONI PARALLELE LUNEDÌ 16 GIUGNO POMERIGGIO ( ) SESSIONE PARALLELA A RISCHIO DI LIQUIDITÀ L atto delegato e impatti operativi sulle banche Prime segnalazioni COREP/286: come è andata e cosa si prevede per il futuro Definizione e analisi dei "core deposits" e degli HQLA I monitoring tools EBA Gli indicatori di rischio diversi da LCR e NSFR Il nuovo Net Stable Funding Ratio Secondo Pilastro e ILAAP C'è vita oltre gli LTRO? Franco Tutino, Professore Ordinario di Economia e Gestione della Banca Sapienza Università di Roma Oltre l ICAAP: ILAAP e LRM Pasqualina Porretta, Professore Aggregato in Risk Management delle Banche e Assicurazioni Sapienza Università di Roma L'atto delegato e gli aspetti di rilievo per il sistema bancario italiano Mariakatia Di Staso, Servizio Regolamentazione e Analisi Macroprudenziale Banca d Italia Le diverse dimensioni del rischio di liquidità: il refunding risk nello stress test EBA Andrea Partesotti, Partner Head of Enterprise Risk Management Prometeia Market Liquidity risk: modelli Var e sistemi di controllo Aldo Letizia, Responsabile Risk Management Banca Popolare Pugliese Getting ready for the BCBS Intraday Liquidity Monitoring Catherine Banneux, Senior Market Manager Banking Market SWIFT Gestione operativa del rischio di liquidità nell attività di Tesoreria Mirco Brisighelli, Head of Liquidity & Settlement Risk Management Group Treasury UniCredit Group Il governo del rischio di liquidità nel RAF Rossano Giuppa, Direttore Area Pianificazione e Gestione Rischi BCC di Roma Chiusura dei lavori 5

6 LUNEDÌ 16 GIUGNO POMERIGGIO ( ) SESSIONE PARALLELA B RISCHIO DI MERCATO E RISCHIO DI CONTROPARTE Expected shortfall e fundamental review La valutazione dei titoli "Level 3" CVA e DVA: a che punto siamo? Assorbimento di capitale ed esposizione verso controparti centrali Il nuovo approccio standard per la misurazione del rischio di controparte Giovanni Petrella, Università Cattolica del Sacro Cuore Intervento di apertura Giovanni Petrella, Professore di Economia degli Intermediari Finanziari Università Cattolica del Sacro Cuore Funding Valuation & Prudent Valuation Adjustment (FVA & PVA): dal fair value al capitale Marco Bianchetti, Servizio Rischi di Mercato e Valutazioni Finanziarie Intesa Sanpaolo e Umberto Cherubini, Università di Bologna CVA e DVA: a che punto siamo? Emilio Maffi, Partner Ernst & Young Financial Business Advisors Ristrutturare e mitigare il CVA ed il suo rischio Claudio Nordio, Responsabile Convalida Interna Banco Popolare Dallo sviluppo del modello interno al suo utilizzo: come cambia la gestione del rischio di controparte Diego Onorato, Intesa Sanpaolo Fundamental review of trading book The new Market Risk approach: implications for banks Armando Capone, Senior Manager Area Finance & Risk, Giancarlo Addimando, Senior Manager Area Finance & Risk Accenture La riforma dei Derivati OTC: Central Clearing e implicazioni sulle politiche di hedging delle banche Cristiano Zazzara Global Head of Portfolio Risk Solutions & EMEA Head of the Application Specialists Team S&P Capital IQ Basilea 3 regole finali: requisito di capitale sulle esposizioni delle banche verso le CCP Marco Polito, Chief Risk Officer e Silvia Sabatini, Risk Policy Manager London Stock Exchange Group Post Trade Services (CC&G) Il nuovo approccio standard per il rischio di controparte in ottica Basilea 3: aspetti regolamentari e metodologici Carlo Frazzei, Responsabile Market Risk Management Banca Sella Chiusura dei lavori 6

7 LUNEDÌ 16 GIUGNO POMERIGGIO ( ) SESSIONE PARALLELA C CREDITO ALLE IMPRESE Le strategie creditizie: best practice di mercato e possibili benefit Esperienze di sostegno al tessuto industriale italiano Cartolarizzazioni: come la ripartenza del mercato sostiene e condiziona il credito alle imprese Il nuovo ruolo del risk management nel processo di finanziamento alle imprese Strumenti e processi di sostegno delle imprese in difficoltà Giulio Naso, Bain & Company Le strategie creditizie: best practice di mercato e possibili benefit Giulio Naso, Manager Bain & Company Ristrutturazione dell attivo versus diversificazione delle fonti di finanziamento: quale la priorità per le aziende italiane nei prossimi due anni? Renato Panichi, Director Corporate Ratings Standard & Poor s Le imprese ed il problema credito Antonio Verga Falzacappa, Presidente Gruppo Giovani Imprenditori Confindustria Friuli Venezia Giulia e Membro del Comitato Credito e Finanza Confindustria Il credito alle imprese tra nuova regolamentazione e contesto di mercato Antonio Arfè, Partner Deloitte I dati di esposizione leasing per migliorare la valutazione del profilo di rischio del portafoglio imprese di una banca Luciano Bruccola, Assilea / Conectens Strumenti e processi di sostegno delle imprese in difficoltà Fabrizio Reggi, Responsabile Area Crediti Speciali Gruppo Cariparma Crédit Agricole Il nuovo ruolo del Risk Management nel processo di finanziamento alle imprese Dario Esposito, Head of Risk Management Banca Popolare di Vicenza Keynote speech Per forza o per amore: i destini incrociati di banche e imprese in Italia Stefano Caselli, Prorettore agli Affari Internazionali e Professore Ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari Università Bocconi Chiusura dei lavori 7

8 LUNEDÌ 16 GIUGNO POMERIGGIO ( ) SESSIONE PARALLELA D AQR E STRESS TEST Rischio sistemico e stress test Il disegno dello stress test 2014 Stress test e vigilanza macroprudenziale Stress test, AQR e debito sovrano La nuova classificazione EBA e i "forborne loans" Giuseppe Lusignani, Università degli Studi di Bologna Intervento di apertura Giuseppe Lusignani, Professore di Economia degli Intermediari Finanziari Università degli Studi di Bologna AQR e stress: minacce ed opportunità Davide Alfonsi, Head of Risk Management Intesa Sanpaolo L AQR dopo l AQR Andrea Rovellini, Responsabile Direzione Rischi Banca Monte dei Paschi di Siena Stress testing oltre la compliance. Esperienze italiane e internazionali Luca D Amico, Associate Director EMEA Sales Manager Italia e Ticino Moody s Analytics Rischio sistemico e stress test: possibili evoluzioni metodologiche per le banche italiane Fabio Salis, Head of Risk Management Banco Popolare Le ricadute dell'asset Quality Review sui processi creditizi: spunti di riflessione Lorenzo Macchi, Associate Partner KPMG AQR: primum vivere, deinde philosophari Michele Campanardi, Responsabile Risk Management di Gruppo Banca Popolare dell'emilia Romagna Chiusura dei lavori 8

9 LUNEDÌ 16 GIUGNO POMERIGGIO ( ) SESSIONE PARALLELA E LE ALTRE NORMATIVE DI VIGILANZA Le policy sull'assunzione di rischi e il Risk Appetite Framework (RAF) I nuovi rischi ICAAP nella circolare 285 Il ruolo del risk management nel processo di controllo andamentale del credito Fondi propri e nuovi requisiti di capitale La nuova segnalazione LGD La classificazione della qualità del credito Paola Schwizer, Università di Parma e SDA Bocconi Intervento di apertura Paola Schwizer, Professore ordinario di Economia degli Intermediari Finanziari Università di Parma, Professor SDA Bocconi Gli strumenti di capitale nella nuova regolamentazione: focus sugli strumenti di additional TIER 1 Enzo Mangone, Coadiutore Banca d Italia Data Quality Management e Segnalazioni di Vigilanza: un caso concreto Roberto Tosti, Responsabile Servizio Contabilità Direzione Amministrazione e Fiscale Intesa Sanpaolo Un approccio globale End to End congruente con le nuove normative in tema di Data Quality Management Alberto Scavino, Amministratore Delegato Irion, Massimo Tomasi, Partner Deloitte Intervento Giuseppe Decio, Chief Risk Officer UniCredit Group * Risk Data Aggregation and Reporting (BCBS239) con High Performance Analytics Anselmo Marmonti, Regional Leader Risk & Finance Intelligence South East Europe SAS L implementazione della 263 Andrea Ghidoni, Responsabile Organizzazione UBI Banca Problematiche di integrazione tra pianificazione strategica e risk management Carolyn Dittmeier, Presidente Collegio sindacale Assicurazioni Generali, Consigliere Indipendente Autogrill, Consigliere Indipendente Italmobiliare Chiusura dei lavori 9

10 LUNEDÌ 16 GIUGNO POMERIGGIO ( ) SESSIONE PARALLELA F RISCHIO OPERATIVO CONVEGNO ANNUALE DIPO (DATA BASE ITALIANO PERDITE OPERATIVE) PRIMA PARTE Le novità regolamentari internazionali ed europee La definizione del risk appetite KRI per gli eventi Low Frequency High Impact Sandra Paterlini, European Business School, Wiesbaden Intervento di apertura Sandra Paterlini, of Financial Econometrics and Asset Management EBS Business School I Binding Standards dell'eba sui Metodi AMA e l'applicazione della CRR Marco Moscadelli, Direttore Banca d Italia Key risk indicators: strumento di monitoraggio o di prevenzione? Veruska Orio, Responsabile Ufficio Sviluppo e Gestione del Sistema ORM Intesa Sanpaolo Il RAF per il Rischio Puro: Implicazioni di Metodo, Organizzazione e Gestione Mario Vellella, Responsabile Rischi operativi Bancoposta Poste Italiane Risk Tolerance e strategie assicurative Giorgio Aprile, Director Operational Risk Aon Italia Lo use test: soluzioni organizzative a supporto di misurazione e analisi del rischio operativo Carlo Palego, Chief Risk Office Banco Popolare Framework Avanzati: il panorama delle banche italiane alla vigilia del Single Supervisory Mechanism e soluzioni per una misura robusta del capitale Andrea Colombo, Senior Manager KPMG Chiusura dei lavori 10

11 MARTEDÌ 17 GIUGNO MATTINA ( ) SESSIONE PARALLELA G LA NUOVA VIGILANZA Come cambia la convalida dei rating Il coordinamento tra Banca d'italia e BCE Le nuove strutture e le nuove funzioni della Banca d'italia Verso un modello di SREP europeo Claudia Pasquini, ABI Intervento di apertura Claudia Pasquini, Responsabile Analisi e Gestione Rischi ABI Meccanismo Unico di Vigilanza: alcune implicazioni per la funzione di vigilanza Mauro Grande, Adviser to the Executive Board Banca Centrale Europea La cooperazione di vigilanza tra ECB e Banca d Italia; i Joint Supervisory Team Giovan Battista Sala, Capo divisione gruppi bancari 1, Servizio vigilanza bancaria 1 Banca d Italia L Italia nello scenario europeo: possono convivere qualità, quadrature e coerenza con il fast closing? Alessandra Bertulli, Responsabile Consulenza e Sviluppo offerta governance Engineering Erogare il credito, monitorare il rischio: cosa cambia dopo l'aqr Paolo Testi, Chief Lending Officer Banca Popolare di Milano Coffee break, networking e visita all area espositiva Risk Analytics: dal Risk Book al Risk Socialization Luisella Brambilla, Algorithmics Brand Sales Regional Leader, Software Group, Sergio Mucciarelli, Data Governance Solutions Leader, Information Management, Software Group IBM Italia Banche e vigilanza nella prospettiva della Banking Union Sergio Sorrentino, Chief Audit Officer Banco Popolare Verso un modello di SREP europeo Damiano Guadalupi, Head of Division Significant Bank Institutions Supervision I Banca Centrale Europea Meccanismo Unico di vigilanza: la prospettiva di un gruppo internazionale Andrea Cremonino, Head of College Supervision and EU, Banking Supervisory Relations UniCredit Buffet Lunch, networking e visita all area espositiva Inizio Tavola Rotonda di Chiusura 11

12 MARTEDÌ 17 GIUGNO MATTINA ( ) SESSIONE PARALLELA H RISCHIO DI CREDITO La nuova validazione europea Perdite attese e nuovi standard contabili L'impatto della recessione sui parametri di rischio Rating override: profili di rischio e organizzativi La calibrazione del low default portfolios SME Supporting Factor La nuova classificazione EBA e i "forborne loans" Giacomo De Laurentis, Università Bocconi Intervento di apertura Giacomo De Laurentis, Professore Ordinario di Finanza Università Bocconi Dal rating gestionale... al rating regolamentare: un percorso di qualità Stefano Bortolamei, Responsabile Progetto AIRB Advanced Internal Rating Based Banca Popolare di Vicenza Trasferimento del rischio di credito e liberazione di capitale Giuliano Giovannetti, President & CEO Arch Mortgage Insurance Low Default Portfolios: really unmodellable? Giovanna Compagnoni, Head of Group Risks modeling & Governance UniCredit Group Coffee break, networking e visita all area espositiva Pricing del credito da Basilea 2 a Basilea 3 Marino Ranzieri, Responsabile Risk Management Credito Emiliano Temi caldi e priorità nell'agenda di chi governa il rischio di credito: approcci e soluzioni David Pieragostini, CRIF Decision Solutions L elemento qualitativo dei rating e valutazione ex post Lapo Guadagnuolo, Managing Director Chief Credit Officer Regione EMEA Standard & Poor's Ciclicità e backtesting: soluzioni ibride o soluzioni multiple? Silvio Cuneo, Responsabile Servizio Credit Risk Management Intesa Sanpaolo Buffet Lunch, networking e visita all area espositiva Inizio Tavola Rotonda di Chiusura 12

13 MARTEDÌ 17 GIUGNO MATTINA ( ) SESSIONE PARALLELA I IL NUOVO FRAMEWORK PER LA GESTIONE DELLE CRISI BANCARIE Resolution Directive Strumenti di contingent capital e BRRD Capital conservation buffer e AMD Marco Lamandini, Università degli Studi di Bologna Intervento di apertura Marco Lamandini, Università degli Studi di Bologna Il meccanismo unico di risoluzione nella legislazione primaria europea: legislative history e problemi di convergenza internazionale e europea Silvia Scatizzi, Giurista Commissione Europea Il ruolo della BCE nella gestione delle crisi Antonio Luca Riso, Legal Counsel Banca Centrale Europea Coffee break, networking e visita all area espositiva La gestione delle crisi bancarie in Italia: tra presente e futuro Bruna Szego, Direttore Servizio Regolamentazione Analisi Macroprudenziale Banca d Italia La riforma europea dei sistemi di garanzia dei depositi nel quadro del nuovo strumentario per il risanamento e la risoluzione delle banche. Le implicazioni strategiche e operative per il FITD Giuseppe Boccuzzi, Direttore Generale Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi Buffet Lunch, networking e visita all area espositiva Inizio Tavola Rotonda di Chiusura 13

14 MARTEDÌ 17 GIUGNO MATTINA ( ) SESSIONE PARALLELA L IL GOVERNO DEI RISCHI Il risk management e la definizione dei bonus Il Risk Appetite Framework La definizione di operazione "rilevante" per il CRO Il marketing del risk management Le Operazioni Maggiormente Rilevanti Marina Brogi, Sapienza Università di Roma Intervento di apertura Marina Brogi, Ordinario di International Banking and Capital Markets Sapienza Università di Roma Risk Governance: Which way do the international indicators point? Gabe Shawn Varges, Member of BCBS Taskforce on Governance Ruolo del CRO e valutazione delle operazioni rilevanti nell ambito del RAF Mauro Senati, Chief Risk Officer UBI Banca Il Risk Appetite Framework Giuseppe Quaglia, Partner Ernst & Young Financial Business Advisors Coffee break, networking e visita all area espositiva Il rischio informatico, una nuova frontiera per il risk management Roberto Pozzuolo, Responsabile Area Sicurezza, Controlli e Gestione del Rischio Operativo Banca Sella Evoluzione della Risk Governance: integrazione del RAF nel governo della banca ed efficace gestione delle OMR Giovanni Gandini, Senior Manager Area Finance & Risk, Aldo Guarda, Manager Area Finance & Risk Accenture Linee evolutive dei processi di controllo delle attività di risk management Alberto Balestreri, Presidente del Comitato per il Controllo Interno e la Revisione Contabile Banca Popolare di Milano Sistema dei Controlli Interni: Gestione coordinata delle aree di miglioramento Giovanni Conti, Responsabile Area Convalida e Risk Reporting Banca Monte dei Paschi di Siena Buffet Lunch, networking e visita all area espositiva Inizio Tavola Rotonda di Chiusura 14

15 MARTEDÌ 17 GIUGNO MATTINA ( ) SESSIONE PARALLELA M PICCOLE BANCHE Che fine ha fatto la proporzionalità? Proporzionalità e governo societario Funzioni di controllo e job rotation Risk management e CDA nelle banche medio piccole Michele Modina, Università degli Studi del Molise Piano strategico, RAF, ICAAP e sistema dei controlli interni, un puzzle di non facile soluzione Michele Modina, Professore associato di Economia e Gestione delle Imprese Università degli Studi del Molise Governance bancaria e governance dei rischi: sinonimi o complementi? Mario Comana, Professore Ordinario di Economia degli intermediari finanziari LUISS Guido Carli La proporzionalità nel monitoraggio andamentale del credito Francesco Cerri, Associate Partner KPMG Il ruolo del consiglio di amministrazione nella gestione del rischio Vincenzo Formisano, Vice Presidente Banca Popolare del Cassinate Coffee break, networking e visita all area espositiva L evoluzione del Risk Management in uno scenario in trasformazione: l esperienza ChiantiBanca Alessandro Barbato, Responsabile Risk Management ChiantiBanca Credito Cooperativo Il coordinamento tra il sistema dei controlli e le funzioni aziendali Paolo Palliola, Responsabile Area Amministrativa Cassa di Risparmio di San Miniato I sistemi informativi direzionali a supporto della gestione della banca locale Società di consulenza/it L'esternalizzazione dei sistemi aziendali e il presidio del rischio nel rapporto con il fornitore Italo de Feo, Partner CMS Adonnino Ascoli & Cavasola Scamoni Buffet Lunch, networking e visita all area espositiva Inizio Tavola Rotonda di Chiusura 15

16 MARTEDÌ 17 GIUGNO MATTINA ( ) SESSIONE PARALLELA N RISCHIO OPERATIVO CONVEGNO ANNUALE DIPO (DATA BASE ITALIANO PERDITE OPERATIVE) SECONDA PARTE Rischio Operativo e Rischio Informatico nel nuovo Sistema dei Controlli Interni Le frodi sul credito tra cross e boundaries La segnalazione semestrale nella Circolare 285 Il rischio operativo in altri settori Vittorio Vecchione, LUISS Guido Carli Intervento di apertura Vittorio Vecchione, LUISS Guido Carli Il controllo sugli outsourcer dei sistemi informativi Stefano Tezzon, Responsabile del Servizio Organizzazione e Sistemi Informativi Credito Sportivo La valutazione del rischio informatico e gli impatti sul business Nicasio Muscia, Manager Area Finance & Risk Accenture Davide Bazzarello, Head of Operational and Reputational Risks UniCredit Group Il Framework di Operational Risk Management a supporto dell'ottimizzazione del sistema dei controlli interni Giuseppe De Robertis, Responsabile Operational Risk Management Banca Popolare di Bari Operational Risk reporting: searching for coherence and meaning Sergio Galanti, Managing Director Inveniat Consulting Coffee break, networking e visita all area espositiva TAVOLA ROTONDA ESPERIENZA DAI SETTORI NON BANCARI Gabriella Proietti Silvestri, Protezione Civile Gian Luca Noferi, Head of Group Industrial and Environmental Risk Management ENEL Domenico Fumai, Head of Advanced Risk Management Telecom Italia Oronzo Gonnella, Responsabile Adempimenti Concessori Gamenet Chiusura dei lavori Inizio Tavola Rotonda di Chiusura 16

17 MARTEDÌ 17 GIUGNO POMERIGGIO ( ) MARTEDÌ 17 POMERIGGIO ( ) TAVOLA ROTONDA DI CHIUSURA GUARDARE AVANTI: L AGENDA DEI PROSSIMI MESI Moderatore Stefania Tamburello, Corriere della Sera Intervengono: Paolo Corradino, Deputy Director General Banca Centrale Europea Fabio Gasperini, Presidente Ernst & Young Financial Business Advisors Rainer Masera, Preside della Facoltà di Economia e Professore Ordinario di Politica Economica Università Marconi di Roma Victor Massiah, Consigliere Delegato UBI Banca Roberto Nicastro, Direttore Generale UniCredit Andrea Pilati, Capo del Servizio Regolamentazione e Analisi Macro Prudenziale Banca d Italia Gianfranco Torriero, Direttore Centrale, Responsabile Direzione Strategie e Mercati Finanziari ABI ESTRAZIONE TRA I PRESENTI IN SALA DEI PREMI IN PALIO Chiusura del Convegno e appuntamento all edizione

18 18

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA

Programma. Massimo Scolari, General Secretary, ASCOSIM and Member of Consultative Working Group - Investor Protection and Intermediaries, ESMA Programma 08:30 Registrazione e caffè di benvenuto 08:50 Osservazioni preliminari del presidente: Mauro Cesa, Technical Editor, RISK 09:10 DISCORSO DI APERTURA: Valutazione delle problematiche nazionali

Dettagli

Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione

Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione Risk Management Basilea 3: aspetti operativi per i diversi profili professionali VII Edizione Presentazione Negli ultimi anni il settore finanziario ha compreso come la gestione del rischio costituisca

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

Evento annuale dei Confidi Siciliani. Confidi Day 2014 ABBAZIA SANTA ANASTASIA CASTELBUONO (PALERMO) 15 OTTOBRE 2014

Evento annuale dei Confidi Siciliani. Confidi Day 2014 ABBAZIA SANTA ANASTASIA CASTELBUONO (PALERMO) 15 OTTOBRE 2014 Evento annuale dei Confidi Siciliani Confidi Day 2014 ABBAZIA SANTA ANASTASIA CASTELBUONO (PALERMO) 15 OTTOBRE 2014 Un ruolo maggiore nella filiera del credito per la sostenibilità del sistema dei Confidi

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance

SALARY SURVEY 2015. Banking & Insurance. Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it. Banking & Insurance SALARY SURVEY 2015 Banking & Insurance Banking & Insurance Specialists in banking & insurance recruitment www.michaelpage.it Banking & Insurance Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Liquidity Coverage Ratio: requisiti di informativa pubblica Gennaio 2014 (versione aggiornata al 20 marzo 2014) La presente pubblicazione è consultabile sul

Dettagli

PREMESSA NOTE ESPLICATIVE SULL INFORMATIVA AL PUBBLICO (III PILASTRO)

PREMESSA NOTE ESPLICATIVE SULL INFORMATIVA AL PUBBLICO (III PILASTRO) INFORMATIVA AL PUBBLICO Terzo Pilastro di Basileaa 2 SITUAZIONE AL 31/12/2 2014 PREMESSA NOTE ESPLICATIVE SULL INFORMATIVA AL PUBBLICO (III PILASTRO) Il primo gennaio 2014 è entrata in vigore la nuova

Dettagli

Il rapporto tra BCE e autorità nazionali nell esercizio della vigilanza

Il rapporto tra BCE e autorità nazionali nell esercizio della vigilanza LUISS Guido Carli Convegno Unione bancaria: istituti, poteri e impatti economici Il rapporto tra BCE e autorità nazionali nell esercizio della vigilanza Intervento di Carmelo Barbagallo Capo del Dipartimento

Dettagli

INTRODUZIONE... 3 TAVOLA 1 REQUISITO INFORMATIVO GENERALE... 6 TAVOLA 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 21

INTRODUZIONE... 3 TAVOLA 1 REQUISITO INFORMATIVO GENERALE... 6 TAVOLA 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 21 PILLAR 3 Informativa al pubblico al 31/ /12/2010 INTRODUZIONE... 3 TAVOLA 1 REQUISITO INFORMATIVO GENERALE... 6 TAVOLA 2 AMBITO DI APPLICAZIONE... 21 TAVOLA 3 COMPOSIZIONE DEL PATRIMONIO DI VIGILANZA...

Dettagli

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa

Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa 2 a EDIZIONE MILANO NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 In collaborazione con Corso di Alta Formazione in Finanza Quantitativa NOVEMBRE 2011 - MAGGIO 2012 orso

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

POSITION PAPER. Novembre 2012

POSITION PAPER. Novembre 2012 Position Paper in risposta alla procedura di consultazione della Banca d Italia Sistema dei controlli interni, sistema informativo e continuità operativa Novembre 2012 POSITION PAPER Sommario Premessa...6

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012.

Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. 3 Michael Page Salary Survey 2012 - Banking 4 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2012. Michael Page, quale leader nella ricerca e selezione

Dettagli

La gestione del rischio. Vademecum a uso dei confidi

La gestione del rischio. Vademecum a uso dei confidi La gestione del rischio Vademecum a uso dei confidi 1 Il presente lavoro è stato curato dall ufficio studi e comunicazione del Consorzio camerale per il credito e la finanza, nell'ambito della collaborazione

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE

PRIMO SUPPLEMENTO AL DOCUMENTO DI REGISTRAZIONE Unione di Banche Italiane S.c.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: Bergamo, Piazza Vittorio Veneto, 8 Sedi operative: Brescia e Bergamo Codice Fiscale, Partita IVA ed Iscrizione al Registro delle Imprese

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Rapporto sullo stato di avanzamento nell attuazione degli standard di Basilea

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Rapporto sullo stato di avanzamento nell attuazione degli standard di Basilea Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Rapporto sullo stato di avanzamento nell attuazione degli standard di Basilea Aprile 2014 La presente pubblicazione è consultabile sul sito internet della

Dettagli

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation

Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation ASSOCIAZIONE BANCARIA ITALIANA Osservazioni del sistema bancario italiano sul documento del Comitato di Basilea Second Working Paper on Securitisation 20 Dicembre 2002 1 L ABI ha esaminato con uno specifico

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

I laureati magistrali in Scienze Statistiche

I laureati magistrali in Scienze Statistiche http://www.safs.unifi.it I laureati magistrali in Scienze Statistiche I nostri testimonial Nota: la Laurea Magistrale in Statistica, Scienze Attuariali e Finanziarie è stata attivata nell a.a. 2012/2013

Dettagli

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity

Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity Con il patrocinio di: Modelli organizzativi dei General Partner nel Private Equity O.M.Baione, V.Conca, V. Riccardi 5 luglio 2012 Sponsor: Tipologia d indagine Interviste dirette e questionari inviati

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Basilea 3 Schema di regolamentazione internazionale per il rafforzamento delle banche e dei sistemi bancari Dicembre 2010 (aggiornamento al giugno 2011) Il

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE

LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L EGIDA DEL TRIBUNALE CONVEGNO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FERRARA Dipartimento di Economia e Management ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI DI FERRARA IPSOA LA GESTIONE DELLA CRISI DI IMPRESA SOTTO L

Dettagli

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY

25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY 25 Ottobre 2011-3 Convegno Nazionale ITALIAN PROJECT MANAGEMENT ACADEMY Milano, ATAHOTELS Via Don Luigi Sturzo, 45 LA GESTIONE DEI PROGETTI NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DEL FUTURO. I SUOI RIFLESSI NEI

Dettagli

TERZO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE

TERZO SUPPLEMENTO AL PROSPETTO DI BASE Credito Valtellinese Società Cooperativa Sede in Sondrio Piazza Quadrivio, 8Codice fiscale e Registro Imprese di Sondrio n. 00043260140 Albo delle Banche n. 489 Capogruppo del Gruppo bancario Credito Valtellinese

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO CAPITAL

TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO CAPITAL TAGES GROUP TERZO PILASTRO DI BASILEA 2 - INFORMATIVA AL PUBBLICO al 31 dicembre 2013 TAGES CAPITAL Tages Holding S.p.A. Sede legale Corso Venezia 18-20121 Milano Iscrizione al Registro delle Imprese di

Dettagli

The Supervisory Review Process

The Supervisory Review Process Studi e Note di Economia Anno XII, n. 2-2007, pagg. 283-303 The Supervisory Review Process EPIFANIO TOMMASO ZARBO* The new rules on Supervisory Review Process (SRP) are included into the title III of the

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 GIUGNO 2014 UTILE NETTO DEL 1 SEM. 2014 A QUASI 1,2 MLD, SE SI ESCLUDE L AUMENTO RETROATTIVO DELLA TASSAZIONE RELATIVA ALLA PARTECIPAZIONE

Dettagli

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa

L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa L attività di Internal Audit nella nuova configurazione organizzativa Massimo Bozeglav Responsabile Direzione Internal Audit Banca Popolare di Vicenza Indice 1. I fattori di cambiamento 2. L architettura

Dettagli

Le banche locali e di credito cooperativo in prospettiva: vigilanza europea ed evoluzione normativa

Le banche locali e di credito cooperativo in prospettiva: vigilanza europea ed evoluzione normativa FEDERAZIONE DELLE COOPERATIVE RAIFFEISEN Le banche locali e di credito cooperativo in prospettiva: vigilanza europea ed evoluzione normativa Intervento di Carmelo Barbagallo Capo del Dipartimento di Vigilanza

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA

THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA SAP World Tour 2007 - Milano 11-12 Luglio 2007 THUN con ARIS: dall'ottimizzazione dei processi verso l enterprise SOA Agenda Presentazione Derga Consulting Enterprise SOA Allineamento Processi & IT Il

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge

Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge Unità di ricerca Business Intelligence, Finance& Knowledge ( www.economia.unimi.it/lda/adamss ) Facoltàdi Scienze, Università degli Studi di Milano 10 febbraio 2006 Coordinatore: Davide La Torre (Professore

Dettagli

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi

La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi La funzione di Compliance: profili organizzativi e costi Survey Risultati INDICE Pagina 1 Prefazione... 4 2 Premessa... 6 3 Informazioni generali...7 3.1 3.2 3.3 3.4 4 7 8 11 12 Organizzazione della funzione

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL

DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL DOCUMENTO DI CONSULTAZIONE SULLA DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI COMPLESSI AI CLIENTI RETAIL Le osservazioni al documento di consultazione dovranno pervenire entro il 21 Luglio 2014 on-line per il tramite del

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 30 SETTEMBRE 2014 INTESA SANPAOLO VINCENTE, TRA LE BANCHE EUROPEE, NON SOLO NELL ESERCIZIO DI ASSET QUALITY REVIEW E STRESS TEST MA ANCHE NELL

Dettagli

gli Insights dai Big Data

gli Insights dai Big Data Iscriviti ora! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM Come cogliere gli Insights dai Big Data per anticipare i bisogni Le 11 Best Practice del 2014: Credem* Feltrinelli Groupon International Hyundai Motor Company

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS

I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS IAS-IFRS E NON PERFORMING LOANS Verona, 9 giugno 2006 I crediti e la loro classificazione secondo gli IAS/IFRS Andrea Lionzo Università degli Studi di Verona andrea.lionzo@univr.it 1 Indice 1. I fondamenti

Dettagli

PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI

PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI Rassegna Stampa PREMIO LE FONTI - CEO SUMMIT & AWARDS 2015: TRA I VINCITORI BNP PARIBAS IP, GENERALI, INTESA SANPAOLO, VERSACE E RAI 12 Giugno 2015 Scritto da: Redazione Grande successo per la prima serata

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time

Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time NOVITÀ 2013! CONSUMER INTELLIGENCE FORUM 7 Aziende: Conoscere le Tecnologie e le Strategie innovative di ANALISI dei DATI per fare business Real Time > Nicola Aliperti Global It Project Manager Marketing

Dettagli

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969

Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN ESPERIENZA LAVORATIVA. Nome. Data di nascita 28 gennaio 1969 Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome FARHANG DAREHSHURI, NUSHIN Nazionalità Italiana Data di nascita 28 gennaio 1969 Titolo di studio Laurea in Ingegneria Elettronica conseguita presso il politecnico

Dettagli

Business Process Outsourcing

Business Process Outsourcing Business Process Outsourcing Kedrios propone un modello di outsourcing completo Il Gruppo SIA-SSB, attraverso Kedrios dispone di una consolidata tradizione di offerta di servizi di Outsourcing Amministrativo

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Secondo Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari denominato:

Secondo Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari denominato: Secondo Supplemento al Prospetto di Base relativo al programma di offerta al pubblico di prestiti obbligazionari denominato: Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Obbligazioni Zero Coupon Banca Monte

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 DICEMBRE 2014 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. PROPOSTA DI DIVIDENDI CASH PER 1,2

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE

LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE LUSSEMBURGO, UN CENTRO DI ECCELLENZA PER IL WEALTH MANAGEMENT INTERNAZIONALE Moderatore: Giuliano Bidoli Head of Tax, Experta Corporate and Trust Services S.A. Relatori: Massimo Contini Senior Relationship

Dettagli

Garnell Garnell Garnell

Garnell Garnell Garnell Il veliero Garnell è un grande esempio di capacità di uscire dagli schemi, saper valutare il cambio di rotta per arrivare serenamente a destinazione, anche nei contesti più turbolenti Il 14 agosto 1919

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE

LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE LA VALUTAZIONE ECONOMICA DEL PORTAFOGLIO BREVETTUALE Prof. MARCO GIULIANI Docente di Economia Aziendale Università Politecnica delle Marche Socio LIVE m.giuliani@univpm.it Jesi, 11 ottobre 2013 1 Prime

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Rapporto ai leader del G20 sul monitoraggio dell attuazione delle riforme di Basilea 3

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Rapporto ai leader del G20 sul monitoraggio dell attuazione delle riforme di Basilea 3 Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Rapporto ai leader del G20 sul monitoraggio dell attuazione delle riforme di Basilea 3 Agosto 2013 La presente pubblicazione è consultabile sul sito internet

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici

Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli edifici http://www.globalnetworking group.com/ Page 1 of 2 Global Networking Group Efficienza Energetica Industriale e degli Edifici Speakers

Dettagli

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A.

Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica. Marco Fusaro KPMG S.p.A. Università di Venezia Corso di Laurea in Informatica Laboratorio di Informatica Applicata Introduzione all IT Governance Lezione 5 Marco Fusaro KPMG S.p.A. 1 CobiT: strumento per la comprensione di una

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Board of the International Organization of Securities Commissions

Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Board of the International Organization of Securities Commissions Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria Board of the International Organization of Securities Commissions Requisiti di margine per i derivati non compensati centralmente Settembre 2013 Il presente

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME

OUTCOME COCAINA 19 DICEMBRE 2006 VERONA VERONA CONGRESS OUTCOME PATROCINI E COLLABORAZIONI MINISTERO DELLA SALUTE MINISTERO DELLA SOLIDARIETA SOCIALE NOP NATIONAL O J E C T OUTCOME P R Assessorato alle Politiche Sociali Assessore Stefano Valdegamberi O sservatorio

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management

Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Dalla Mappatura dei Processi al Business Process Management Romano Stasi Responsabile Segreteria Tecnica ABI Lab Roma, 4 dicembre 2007 Agenda Il percorso metodologico Analizzare per conoscere: la mappatura

Dettagli

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010

Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business. Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 Orc Trading: tecnologia innovativa per far crescere il vostro business Matteo Carcano Milano, 13 Aprile, 2010 2 Agenda 17.00 17.15 Introduzione Matteo Carcano Orc Software 17.15 17.30 Le opportunità di

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology

SALARY SURVEY 2015. Technology. Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it. Technology SALARY SURVEY 2015 Specialists in technology recruitment www.michaelpage.it Salary Survey 2015 Gentili clienti, abbiamo il piacere di presentarvi i nuovi studi di retribuzione relativi all anno 2015. Michael

Dettagli

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA

P.E./24H La cas@ fuori casa. Programma. Venerdì 18 ottobre 2013 PAD.14 STAND M34 N47 ORARIO LOCATION EVENTO TEMA Venerdì 18 ottobre 2013 Welcome Coffee 12.30-14.30 Area 14.30-16.30 Master Class Il bar del futuro Lavoro nella Ristorazione: risorsa vincente oltre i confini generazionali Il breakfast e la tradizione

Dettagli