LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO"

Transcript

1 ADC ASSOCIAZIONE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI SINDACATO NAZIONALE UNITARIO SEZIONE ROMA LA FISCALITA DEGLI IMMOBILI E LE NOVITA IN TEMA DI ACCERTAMENTO Roma, 10 dicembre 2009

2 TRA DISCIPLINA CIVILISTICA E FISCALITA DIRETTA dott. Carlo Cappelluti

3 CLASSIFICAZIONE AI FINI CIVILISTICI ATTIVO STATO PATRIMONIALE - IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI TERRENI FABBRICATI INDUSTRIALI FABBRICATI CIVILI B) II.1 Terreni e fabbricati COSTRUZIONI LEGGERE IMMOBILI IN COSTRUZIONE O ACCONTI VERSATI A FORNITORI PER L ACQUISTO B) II.5 Immobilizzazioni in corso e acconti 3

4 CLASSIFICAZIONE AI FINI CIVILISTICI ATTIVO STATO PATRIMONIALE - RIMANENZE IMMOBILI DESTINATI ALLA VENDITA E NON ANCORA ULTIMATI IMMOBILI NON ANCORA ULTIMATI IN BASE A CONTRATTI DI APPALTO IMMOBILI PRONTI PER LA VENDITA C) I.2 Prodotti in corso di lavorazione e semilavorati C) I.3 Lavori in corso su ordinazione C) I.4 Prodotti finiti e merci ACCONTI VERSATI A FORNITORI PER L ACQUISTO DI IMMOBILI MERCE C) I.5 Acconti 4

5 VALORE DI ISCRIZIONE IN BILANCIO ACQUISITI A TITOLO ONEROSO COSTO DI ACQUISTO INCREMENTATO DEGLI ONERI ACCESSORI (Spese notarili, imposte d atto, compensi di mediazione e progettazione, oneri di urbanizzazione) ACQUISITI A TITOLO GRATUITO PRESUMIBILE VALORE DI MERCATO AL MOMENTO DELL ACQUISIZIONE (Principio contabile OIC 16) COSTRUZIONI IN ECONOMIA COSTO DI PRODUZIONE (Oneri diretti e quota degli indiretti ragionevolmente imputabile al bene ) 5

6 AMMORTAMENTI E SVALUTAZIONI AMMORTAMENTI SVALUTAZIONI TERRENI FABBRICATI CIVILI IL COSTO DELLE IMMOBILIZZAZIONI LA CUI UTILIZZAZIONE E LIMITATA NEL TEMPO DEVE ESSERE SISTEMATICAMENTEAMMORTIZZATO IN BASE ALLA RESIDUA POSSIBILITA DI UTILIZZO IL BENE CHE, ALLA CHIUSURA DELL ESERCIZIO, RISULTI DI VALORE DUREVOLMENTE INFERIORE A QUELLO DI ISCRIZIONE DEVE ESSERE SVALUTATO ESSENDO UN BENE CHE NON ESAURISCE LA PROPRIA UTILITA NON VA AMMORTIZZATO SULLA BASE DEL DOCUMENTO OIC 16 TALI BENI, SE RAPPRESENTANO UNA FORMA DI INVESTIMENTO, POSSONO NON ESSERE AMMORTIZZATI 6

7 CLASSIFICAZIONE AI FINI FISCALI IMMOBILI MERCE ALLA CUI PRODUZIONE O AL CUI SCAMBIO E DIRETTA L ATTIVITA D IMPRESA IMMOBILI STRUMENTALI PER NATURA, PER DESTINAZIONE O PER UTILIZZO TEMPORANEO IMMOBILI PATRIMONIO QUELLI NON RIENTRANTI NELLE PRECEDENTI DUE VOCI (CATEGORIA RESIDUALE) 7

8 GLI IMMOBILI RELATIVI ALLE IMPRESE Art. 65 c. 1 TUIR GLI IMMOBILI ALLA CUI PRODUZIONE O AL CUI SCAMBIO E DIRETTA L ATTIVITA DELL IMPRESA IMPRESE INDIVIDUALI GLI IMMOBILI STRUMENTALI INDICATI NELL INVENTARIO TENUTO AI SENSI DELL ART C.C. (NEL REGISTRO DEI BENI AMMORTIZZABILI PER LE IMPRESE IN REGIME SEMPLIFICATO) GLI IMMOBILI PATRIMONIALI INDICATI NELL INVENTARIO O NEL REGISTRO DEI BENI AMMORTIZZABILI N.B. GLI IMMOBILI STRUMENTALI PER DESTINAZIONE ACQUISTATI PRIMA DEL 1 GENNAIO 1992 SONO RELATIVI ALL IMPRESA ANCHE SE NON ISCRITTI 8

9 GLI IMMOBILI RELATIVI ALLE IMPRESE Art. 65 c. 2 TUIR Art. 65 c. 3 TUIR SOCIETA ED ENTI COMMERCIALI SOCIETA DI FATTO PRESUNZIONE ASSOLUTA DI RELATIVITA : TUTTI GLI IMMOBILI SONO RELATIVI ALL IMPRESA GLI IMMOBILI-MERCE E QUELLI STRUMENTALI COMPRESI QUELLI ISCRITTI IN PUBBLICI REGISTRI A NOME DEI SOCI 9

10 IMMOBILI MERCE IMMOBILI DESTINATI ALLA VENDITA RELATIVI AD IMPRESE CHE SVOLGONO ATTIVITA DI COMPRAVENDITA IMMOBILIARE OVVERO DI COSTRUZIONE E/O RISTRUTTURAZIONE E SUCCESSIVA VENDITA TALI BENI CONCORRONO ALLA FORMAZIONE DEL REDDITO TRAMITE IL MECCANISMO DEI COSTI, RICAVI E RIMANENZE LE NORME DI RIFERIMENTO SONO GLI ARTT. 85, 92 E 93 DEL TUIR? IMPRESA EDILE CHE HA COSTRUITO O ACQUISTATO UN IMMOBILE DESTINATO ALLA VENDITA E CHE NELL ATTESA DI TROVARE UN ACQUIRENTE DECIDE DI LOCARLO 10

11 IMMOBILI STRUMENTALI (art.43 comma 2 Tuir) PER DESTINAZIONE IMMOBILI UTILIZZATI ESCLUSIVAMENTE PER L ESERCIZIO DELLE IMPRESE, A PRESCINDERE DALLA CLASSIFICAZIONE CATASTALE PER NATURA IMMOBILI CHE PER LE LORO CARATTERISTICHE NON SONO SUSCETTIBILI DI DIVERSA DESTINAZIONE SENZA RADICALI TRASFORMAZIONI (CATEGORIE A/10, B, C, D, E) PER UTILIZZO TEMPORANEO IMMOBILI CONCESSI IN USO AI DIPENDENTI CHE PER ESIGENZE DI LAVORO HANNO TRASFERITO LA RESIDENZA ANAGRAFICA (NEL PERIODO D IMPOSTA DEL TRASFERIMENTO E PER I DUE SUCCESSIVI) 11

12 IMMOBILI STRUMENTALI IL REDDITO IMPONIBILE VIENE DETERMINATO DALLA DIFFERENZA TRA I PROVENTI RELATIVI A TALI IMMOBILI E I RELATIVI COSTI RISULTANO PERTANTO IMPONIBILI I PROVENTI DERIVANTI DA EVENTUALI LOCAZIONI E SONO DEDUCIBILI, NEI LIMITI PREVISTI DALLA NORMATIVA FISCALE, LE QUOTE DI AMMORTAMENTO, I CANONI DI LEASING, GLI INTERESSI PASSIVI, LE MANUTENZIONI ORDINARIE ECC. NB LA RISOLUZIONE 56/2004 CHIARISCE CHE, NEL CASO DI IMMOBILI STRUMENTALI PER NATURA LOCATI A TERZI, L ALIQUOTA DI AMMORTAMENTO DOVRA QUELLA PREVISTA PER LE IMMOBILIARI (3% ATTIVITA NON PRECEDENTEMENTE SPECIFICATE) E NON QUELLA RELATIVA ALL ATTIVITA DEL LOCATARIO 12

13 IMMOBILI STRUMENTALI (art. 86 Tuir) LE PLUSVALENZE CONCORRONO A FORMARE IL REDDITO IN CASO DI: REALIZZO MEDIANTE CESSIONE A TITOLO ONEROSO RISARCIMENTO ANCHE IN FORMA ASSICURATIVA ASSEGNAZIONE AI SOCI O DESTINAZIONE A FINALITA ESTRANEE DIFFERENZA TRA PREZZO O INDENNIZZO E COSTO FISCALMENTE RESIDUO DIFFERENZA TRA VALORE NORMALE E COSTO RESIDUO TASSAZIONE NELL ESERCIZIO DI REALIZZO O IN UN MASSIMO DI 5 ESERCIZI, PER BENI POSSEDUTI DA ALMENO 3 ANNI TASSAZIONE NELL ESERCIZIO DI FUORIUSCITA 13

14 IMMOBILI STRUMENTALI (art. 101 comma 1 Tuir) IN CASO DI DIFFERENZA NEGATIVA: REALIZZO MEDIANTE CESSIONE A TITOLO ONEROSO RISARCIMENTO ANCHE IN FORMA ASSICURATIVA ASSEGNAZIONE AI SOCI O DESTINAZIONE A FINALITA ESTRANEE DIFFERENZA TRA COSTO FISCALMENTE RESIDUO E PREZZO O INDENNIZZO DIFFERENZA TRA COSTO RESIDUO E VALORE NORMALE LA MINUSVALENZA E DEDUCIBILE DAL REDDITO LA MINUSVALENZA NON E DEDUCIBILE 14

15 IMMOBILI PATRIMONIO (art. 90 Tuir) IMMOBILI DIVERSI DA QUELLI STRUMENTALI E DA QUELLI ALLA CUI PRODUZIONE O SCAMBIO E DIRETTA L ATTIVITA DELL IMPRESA MODIFICA INTRODOTTA DALL ART. 7 DEL D.L. 203/2005 COME MODIFICATO DALLA LEGGE 248/2005 CON DECORRENZA DAL 4 OTTOBRE 2005 IL REDDITO VIENE DETERMINATO DAL MAGGIORE TRA I DUE VALORI (ART. 90 COMMA 1 TUIR) RENDITA CATASTALE RIVALUTATA DEL 5% CANONE DI LOCAZIONE RIDOTTO, FINO AD UN MASSIMO DEL 15%, DELLE SPESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA DI CUI ALLA LETT. A) DEL COMMA 1 DELL ART. 3 DEL DPR 380/2001 SECONDO L AGENZIA UN IMMOBILE A DESTINAZIONE ABITATIVA LOCATO A TERZI DA UNA SOCIETA IMMOBILIARE COSTITUISCE IMMOBILE PATRIMONIO 15

16 IMMOBILI PATRIMONIO INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA (CIRC. 57/E DEL 1998): SOSTITUZIONE INTEGRALE O PARZIALE DI PAVIMENTI RIPARAZIONE DI IMPIANTI IDRAULICI E PER LO SMALTIMENTO DELLE ACQUE RIVESTIMENTI E TINTEGGIATURE ESTERNE RIFACIMENTO INTONACI INTERNI E TINTEGGIATURA RIFACIMENTO PAVIMENTAZIONI ESTERNE SOSTITUZIONE TEGOLE E RINNOVO DELLE IMPERMEABILIZZAZIONI RIPARAZIONI BALCONI E TERRAZZE CON RELATIVE PAVIMENTAZIONI RIPARAZIONI RECINZIONI 16

17 IMMOBILI PATRIMONIO (art. 90 comma 2 Tuir) RISULTANO PERTANTO INDEDUCIBILI: LE SPESE DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA LE QUOTE DI AMMORTAMENTO GLI INTERESSI PASSIVI DI FUNZIONAMENTO GLI INTERESSI PASSIVI DI FINANZIAMENTO AD ESCLUSIONE DI QUELLI RELATIVI A FINANZIAMENTI CONTRATTI PER L ACQUISTO LE RETRIBUZIONI DEL PERSONALE ADDETTO A SERVIZI DI CUSTODIA E PORTINERIA, DEGLI OPERAI ADDETTI ALLA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI ECC. 17

18 IMMOBILI PATRIMONIO (art. 86 Tuir) LE PLUSVALENZE CONCORRONO A FORMARE IL REDDITO IN CASO DI: REALIZZO MEDIANTE CESSIONE A TITOLO ONEROSO RISARCIMENTO ANCHE IN FORMA ASSICURATIVA ASSEGNAZIONE AI SOCI O DESTINAZIONE A FINALITA ESTRANEE DIFFERENZA TRA PREZZO O INDENNIZZO E COSTO FISCALMENTE RESIDUO DIFFERENZA TRA VALORE NORMALE E COSTO RESIDUO TASSAZIONE NELL ESERCIZIO DI REALIZZO O IN UN MASSIMO DI 5 ESERCIZI, PER BENI POSSEDUTI DA ALMENO 3 ANNI TASSAZIONE NELL ESERCIZIO DI FUORIUSCITA 18

19 IMMOBILI PATRIMONIO (art. 101 comma 1 Tuir) IN CASO DI DIFFERENZA NEGATIVA: REALIZZO MEDIANTE CESSIONE A TITOLO ONEROSO RISARCIMENTO ANCHE IN FORMA ASSICURATIVA ASSEGNAZIONE AI SOCI O DESTINAZIONE A FINALITA ESTRANEE DIFFERENZA TRA COSTO FISCALMENTE RESIDUO E PREZZO O INDENNIZZO DIFFERENZA TRA COSTO RESIDUO E VALORE NORMALE LA MINUSVALENZA E DEDUCIBILE DAL REDDITO LA MINUSVALENZA NON E DEDUCIBILE 19

20 GLI IMMOBILI PATRIMONIO SITUATI ALL ESTERO MODALITA DI TASSAZIONE IN ITALIA IMMOBILE NON LOCATO IMMOBILE NON LOCATO IMMOBILE LOCATO IMMOBILE LOCATO NON TASSATO ALL ESTERO SU BASE CATASTALE TASSATO ALL ESTERO SU BASE CATASTALE NON TASSATO ALL ESTERO TASSATO ALL ESTERO NESSUNA TASSAZIONE IN ITALIA STESSO REDDITO DICHIARATO ALL ESTERO CANONE PERCEPITO RIDOTTO DEL 15% STESSO REDDITO DICHIARATO ALL ESTERO NB NEL CASO DI IMPOSTE PAGATE ALL ESTERO SPETTERA IL RELATIVO CREDITO NEI LIMITI PREVISTI DALL ART. 165 DEL TUIR 20

21 LA NUOVA DISCIPLINA IRAP PLUSVALENZE E MINUSVALENZE ART. 5 D.LGS. 446/97 SOCIETA DI CAPITALI, ENTI COMMERCIALI E ALTRI SOGGETTI IN CONTABILITA ORDINARIA CHE HANNO OPTATO PER TALE REGIME LE PLUSVALENZE E LE MINUSVALENZE RELATIVE A BENI STRUMENTALI CONCORRONO A FORMARE LA BASE IMPONIBILE IRAP SIA CHE VENGANO ISCRITTE NELL AREA ORDINARIA SIA IN QUELLA STRAORDINARIA CONCORRONO ALLA FORMAZIONE DEL VALORE DELLA PRODUZIONE LE PLUS/MINUSVALENZE RELATIVE AGLI IMMOBILI PATRIMONIO (IN PRECEDENZA IRRILEVANTI) 21

22 LA NUOVA DISCIPLINA IRAP PLUSVALENZE E MINUSVALENZE ART. 5 BIS D.LGS. 446/97 IMPRESE INDIVIDUALI E SOCIETA DI PERSONE CHE NON HANNO OPTATO PER IL REGIME PREVISTO DALL ART. 5 E IMPRESE IN CONTABILITA SEMPLIFICATA AI FINI DELLA DETERMINAZIONE DEL VALORE DELLA PRODUZIONE NON RILEVANO NE LE PLUSVALENZE NE LE MINUSVALENZE, SIA QUELLE RELATIVE A IMMOBILI STRUMENTALI SIA QUELLE RELATIVE AD IMMOBILI- PATRIMONIO 22

23 LA LOCAZIONE DEGLI IMMOBILI MERCE dott. Carlo Cappelluti

24 LA LOCAZIONE DEGLI IMMOBILI-MERCE LA DISCIPLINA CIVILISTICA CLASSIFICAZIONE IN BILANCIO UN IMMOBILE MERCE LOCATO A TERZI PUO RIMANERE ISCRITTO NELL ATTIVO CIRCOLANTE? SOTTO IL PROFILO DELLA DISCIPLINA CIVILISTICA, NON SOLO E POSSIBILE, MA APPARE ANCHE LA SOLUZIONE PIU CORRETTA, IN QUANTO COMUNQUE BENI DESTINATI ALLA VENDITA ANCHE SE LOCATI OLTRETUTTO DESTINARE TALI BENI ALLA LOCAZIONE A TERZI NON APPARE AFFATTO IN CONTRASTO CON LA LORO DESTINAZIONE AL REALIZZO, ANZI TALVOLTA IL FATTO DI ESSERE GIA LOCATI POTREBBE RENDERE TALI IMMOBILI ANCORA PIU APPETIBILI 24

25 LA LOCAZIONE DI IMMOBILI-MERCE GLI ASPETTI TRIBUTARI PARERE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE (RIS. 152 DEL 15/12/2004) LA DURATA PLURIENNALE E CONTINUATIVA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE STIPULATI SULL IMMOBILE E LA CONTESTUALE ASSENZA DI UN QUALSIASI ATTO DI VENDITA AVENTE PER OGGETTO ANCHE UNA PARTE DI ESSO NON CONSENTONO DI CONSIDERARE LA LOCAZIONE COME ATTIVITA SUSSIDIARIA, RIENTRANTE NELL ESERCIZIO CARATTERISTICO DI UN ATTIVITA IMMOBILIARE DI COMPRAVENDITA, MA LA RICONDUCONO AD ATTIVITA TIPICA DI UNA SOCIETA IMMOBILIARE DI GESTIONE 25

26 LA LOCAZIONE DEGLI IMMOBILI-MERCE IN CASO DI LOCAZIONE NON TEMPORANEA GLI IMMOBILI PERDEREBBERO LA LORO QUALIFICA DI BENI-MERCE ACQUISENDO QUELLA DI BENI PATRIMONIO RICADUTE SULL IMPOSIZIONE DIRETTA (OLTRE CHE SULL IVA) LE SPESE DIVENTANO INDEDUCIBILI L ART. 90 SANCISCE, COME ABBIAMO VISTO, L INDEDUCIBILITA DELLE SPESE RELATIVE AGLI IMMOBILI DIVERSI RISPETTO A QUELLI CLASSIFICATI COME MERCE O STRUMENTALI NON COMMERCIALITA AI FINI PEX (ART. 87 TUIR) UNA SOCIETA IL CUI PATRIMONIO E COSTITUITO IN PREVALENZA DA IMMOBILI PATRIMONIO E STRUMENTALI PER NATURA E CONSIDERATA NON COMMERCIALE AI FINI PEX 26

27 LA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI dott. Carlo Cappelluti

28 LA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES (art. 96 Tuir) GLI INTERESSI PASSIVI DIVERSI DA QUELLI CHE CONCORRONO A FORMARE IL COSTO DEI BENI, SONO DEDUCIBILI INTEGRALMENTE FINO A CONCORRENZA DEGLI INTERESSI ATTIVI E PROVENTI ASSIMILATI L ECCEDENZA E DEDUCIBILE NEL LIMITE DEL 30% DEL ROL VALORE DELLA PRODUZIONE (somma delle voci da 1 a 5 del Conto Economico) R.O.L. MENO COSTI DELLA PRODUZIONE (al netto di canoni di leasing e degli ammortamenti) 28

29 RIPORTO ECCEDENZA R.O.L. LA QUOTA DI R.O.L. PRODOTTA A PARTIRE DAL TERZO PERIODO D IMPOSTA SUCCESSIVO A QUELLO IN CORSO AL 31 DICEMBRE 2007, NON UTILIZZATA PER LA DEDUZIONE DEGLI INTERESSI PASSIVI, PUO ESSERE PORTATA AD INCREMENTO DEL PLAFOND PER I SUCCESSIVI PERIODI D IMPOSTA RIPORTO INTERESSI PASSIVI INDEDUCIBILI LA PARTE INDEDUCIBILE DEGLI INTERESSI PASSIVI E RINVIATA NEI SUCCESSIVI PERIODI D IMPOSTA SENZA ALCUNA LIMITAZIONE TEMPORALE, PER ESSERE UTILIZZATA NEL CASO IN CUI L ECCEDENZA DEGLI INTERESSI PASSIVI RISPETTO A QUELLI ATTIVI NON SUPERI IL 30% DEL ROL 29

30 INTERESSI PASSIVI NON RILEVANTI AI FINI DELLA DISPOSIZIONE DI CUI ALL ART. 96 TUIR NON ASSUMONO RILEVANZA AI FINI DEL COMPUTO DEL LIMITE DI DEDUCIBILITA, E PERTANTO INTERAMENTE DEDUCIBILI: INTERESSI PASSIVI IMPLICITI DI NATURA COMMERCIALE INTERESSI PASSIVI COMPRESI NEL COSTO DEI BENI INTERESSI PASSIVI RELATIVI A FINANZIAMENTI GARANTITI DA IPOTECA SU IMMOBILI DESTINATI ALLA LOCAZIONE Natalino Di Profio dottore commercialista in Pescara 30

31 GLI INTERESSI PASSIVI COMPRESI NEL COSTO DEI BENI L ART COMMA 1 N. 1 CODICE CIVILE IL COSTO DI PRODUZIONE DELLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI COMPRENDE ANCHE GLI ONERI RELATIVI AL FINANZIAMENTO DELLA FABBRICAZIONE, INTERNA O PRESSO TERZI, FINO AL MOMENTO DAL QUALE IL BENE PUO ESSERE UTILIZZATO NB OVVIAMENTE LA CAPITALIZZAZIONE DEGLI ONERI ACCESSORI E FINANZIARI E AMMESSA A CONDIZIONE CHE IL VALORE DI ISCRIZIONE DEL BENE NON ECCEDA QUELLO RECUPERABILE TRAMITE L UTILIZZO 31

32 GLI INTERESSI PASSIVI COMPRESI NEL COSTO DEI BENI DOCUMENTO OIC N. 16 POICHE LE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI COSTITUISCONO BENI DESTINATI ALL ORGANIZZAZIONE PERMANENTE DELLE IMPRESE E PRODUCONO REDDITI SOLO QUANDO SONO IN FUNZIONE, GLI ONERI FINANZIARI SOSTENUTI PER LA LORO ACQUISIZIONE (ACQUISTO E COSTRUZIONE) POSSONO ESSERE CAPITALIZZATI NEL VALORE DA ATTRIBUIRE ALLE IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI 32

33 CONDIZIONI PER LA CAPITALIZZAZIONE DEGLI INTERESSI PASSIVI GLI INTERESSI PASSIVI DEVONO RIFERIRSI A CAPITALI PRESI A PRESTITO SPECIFICAMENTE PER TALI IMMOBILIZZAZIONI GLI INTERESSI CAPITALIZZABILI SONO SOLO QUELLI MATURATI FINO AL MOMENTO IN CUI IL CESPITE E PRONTO PER L USO IL TASSO DA UTILIZZARSI PER LA CAPITALIZZAZIONE E QUELLO DELL INTERESSE REALMENTE SOSTENUTO NB GLI INTERESSI CAPITALIZZATI DOVRANNO TRANSITARE NELLA VOCE A.4 DEL CONTO ECONOMICO (INCREMENTI DI IMMOBILIZZAZIONI PER LAVORI INTERNI) CON EFFETTO POSITIVO SUL ROL E QUINDI SULLA QUOTA DEGLI ALTRI INTERESSI PASSIVI DEDUCIBILI 33

34 LA VALUTAZIONE FISCALE DEGLI IMMOBILI PER I BENI MATERIALI E IMMATERIALI STRUMENTALI PER L ESERCIZIO DELL IMPRESA SI COMPRENDONO NEL COSTO GLI INTERESSI PASSIVI ISCRITTI IN BILANCIO AD INCREMENTO DEL COSTO STESSO ART. 110 COMMA 1 LETT. B) TUIR PER GLI IMMOBILI ALLA CUI PRODUZIONE E DIRETTA L ATTIVITA DELL IMPRESA SI COMPRENDONO NEL COSTO GLI INTERESSI PASSIVI SUI PRESTITI CONTRATTI PER LA LORO COSTRUZIONE O RISTRUTTURAZIONE NB SI HA DUNQUE UNA SOSTANZIALE UNIFORMITA TRA LE REGOLE CIVILISTICHE E QUELLE FISCALI 34

35 GLI IMMOBILI PATRIMONIO NORMA DI INTERPRETAZIONE AUTENTICA ART. 1 COMMA 35 L. 244/2007 GLI INTERESSI PASSIVI RELATIVI A FINANZIAMENTI CONTRATTI PER L ACQUISTO DEI C.D. IMMOBILI-PATRIMONIO SONO DEDUCIBILI NEI LIMITI E ALLE CONDIZIONI PREVISTE DALL ART. 96 DEL TUIR NB PER TALI BENI L EVENTUALE CAPITALIZZAZIONE DEGLI INTERESSI PASSIVI SAREBBE, IN OGNI CASO, PRIVA DI RILEVANZA FISCALE GLI INTERESSI PASSIVI RELATIVI A FINANZIAMENTI DIVERSI DA QUELLI PER L ACQUISTO SARANNO TOTALMENTE INDEDUCIBILI A NORMA DELL ART. 90 COMMA 2 TUIR 35

36 LE SOCIETA IMMOBILIARI DI GESTIONE NORMA DI NATURA TRANSITORIA ART. 1 COMMA 36 L. 244/2007 GLI INTERESSI PASSIVI RELATIVI A FINANZIAMENTI GARANTITI DA IPOTECA SU IMMOBILI DESTINATI ALLA LOCAZIONE NON RILEVANO AI FINI DELL ART. 96 TUIR E QUINDI INTEGRALMENTE DEDUCIBILI NB LA CIRC. 37/E DEL 2009 CHIARISCE CHE L AMBITO SOGGETTIVO DI TALE DISPOSIZIONE E LIMITATO ALE C.D. IMMOBILIARI DI GESTIONE RIS. N. 323/E DEL 9/11/2007 SONO IMMOBILIARI DI GESTIONE LE SOCIETA IL CUI VALORE PATRIMONIALE E COSTITUITO IN PREVALENZA DA IMMOBILI-PATRIMONIO E DA IMMOBILI STRUMENTALI PER NATURA 36

37 LO SCORPORO DEL VALORE DELLE AREE dott. Carlo Cappelluti

38 LO SCORPORO DELLE AREE RIFERIMENTI NORMATIVI SCOPO DELLA NORMA ART. 36 COMMI 7 E 7-BIS DEL D.L. 4 LUGLIO 2006 N. 223 CONVERTITO DALLA LEGGE 4 AGOSTO 2006 N. 248 MODIFICATI DALL ART. 2 COMMA 18 DEL D.L. 3 OTTOBRE 2006 N. 262 CONV. DALLA LEGGE 24 NOVEMBRE 2006 N. 286 ESCLUDERE DAL VALORE DEI FABBRICATI STRUMENTALI DELLE IMPRESE IL VALORE DELLE AREE SU CUI INSISTONO E DI QUELLE PERTINENZIALI AI FINI DEL CALCOLO DELLE QUOTE DI AMMORTAMENTO DEDUCIBILI 38

39 NOVITA INTRODOTTE DAL D.L. 4 LUGLIO 2006 N. 223 CONVERTITO DALLA LEGGE 4 AGOSTO 2006 N. 248 INTRODUZIONE DELL OBBLIGO DI ASSUMERE IL VALORE DEI FABBRICATI STRUMENTALI AL NETTO DEL VALORE DELLE AREE SU CUI INSISTONO E DI QUELLE PERTINENZIALI VALUTAZIONE DEL COSTO DEL TERRENO IN MISURA PARI AL MAGGIORE TRA IL VALORE RISULTANTE DA APPOSITA PERIZIA DI STIMA REDATTA DA UN TECNICO ABILITATO E IL 20% DEL COSTO COMPLESSIVO (MISURA INNALZATA AL 30% PER I FABBRICATI INDUSTRIALI) PER GLI IMMOBILI GIA ISCRITTI IN BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2005 IL RESIDUO VALORE AMMORTIZZABILE E PARI ALLA QUOTA DI COSTO AL NETTO DELLE QUOTE DI AMMORTAMENTO DEDOTTE NEI PERIODI D IMPOSTA PRECEDENTI CALCOLATE SUL COSTO COMPLESSIVO 39

40 MODIFICHE INTRODOTTE DAL D.L. 3 OTTOBRE 2006 N. 262 CONVERTITO DALLA LEGGE 24 NOVEMBRE 2006 N. 286 ELIMINAZIONE DELLA PERIZIA DI STIMA REDATTA DA UN TECNICO ABILITATO VALUTAZIONE DEL COSTO DEL TERRENO IN MISURA PARI AL MAGGIORE TRA IL VALORE ESPOSTO IN BILANCIO E IL 20% DEL COSTO COMPLESSIVO (30% PER I FABBRICATI INDUSTRIALI) RICONOSCIMENTO DELLA RILEVANZA DEL COSTO DI ACQUISTO DELL AREA SE AUTONOMO E PRECEDENTE ALLA COSTRUZIONE ESTENSIONE DELLA DISCIPLINA ANCHE AI FABBRICATI ACQUISITI MEDIANTE CONTRATTI DI LOCAZIONE FINANZIARIA DEFINIZIONE DEL CONCETTO DI FABBRICATO INDUSTRIALE 40

41 NORMA INTERPRETATIVA BENI IMMOBILI GIA ISCRITTI NEI BILANCI AL 31 DICEMBRE 2005 ART. 1 COMMA 81 LEGGE 244/07 LA DISPOSIZIONE CONTENUTA NEL COMMA 8 DELL ART. 36 DEL D.L. 223/06 SI INTERPRETA NEL SENSO CHE PER CIASCUN IMMOBILE STRUMENTALE LE QUOTE DI AMMORTAMENTO DEDOTTE NEI PERIODI D IMPOSTA PRECEDENTI CALCOLATE SUL COSTO COMPLESSIVO SONO RIFERITE PROPORZIONALMENTE AL COSTO DELL AREA E AL COSTO DEL FABBRICATO NB TALE DISPOSIZIONE, AVENDO NATURA INTERPRETATIVA, SI APPLICA A DECORRERE DALL ENTRATA IN VIGORE DEL D.L. 223/06 E PERTANTO OPERATIVA FIN DAL PERIODO D IMPOSTA IN CORSO AL 4 LUGLIO

42 SCORPORO DELL AREA E DIRITTO DI SUPERFICIE ART. 952 DEL CODICE CIVILE RIS. 157 DEL 5 LUGLIO 2007 IL DIRITTO DI SUPERFICIE CONCESSO DAL PROPRIETARIO DEL SUOLO PUO CONSISTERE NEL DIRITTO DI FARE E MANTENERE AL DI SOPRA DEL SUOLO STESSO UNA COSTRUZIONE A FAVORE DI ALTRI, CHE NE ACQUISTA LA PROPRIETA ; OPPURE NEL TRASFERIMENTO DELLA PROPRIETA DELLA COSTRUZIONE, SEPARATAMENTE DALLA PROPRIETA DEL SUOLO IL DIRITTO DI SUPERFICIE A TEMPO DETERMINATO COSTITUISCE UN COSTO FISCALMENTE DEDUCIBILE IL DIRITTO DI SUPERFICIE A TEMPO INDETERMINATO E SOSTANZIALMENTE ASSIMILABILE ALL ACQUISTO DEL TERRENO E PERTANTO SOGGETTO ALLE NORME SULLO SCORPORO 42

43 IL LEASING IMMOBILIARE dott. Carlo Cappelluti

44 IL LEASING IMMOBILIARE (art. 102 comma 7 Tuir) REQUISITO DELLA DURATA MINIMA DEL CONTRATTO DI LOCAZIONE AI FINI DELLA DEDUCIBILITA DEI CANONI CONTRATTI STIPULATI FINO AL 3 DICEMBRE 2005 CONTRATTI STIPULATI DAL 4 DICEMBRE 2005 AL 31 DICEMBRE 2007 LA DURATA NON DEVE ESSERE INFERIORE AGLI OTTO ANNI LA DURATA DEVE ESSERE PARI ALLA META DEL PERIODO DI AMMORTAMENTO E COMUNQUE NON INFERIORE AD OTTO ANNI E NON SUPERIORE A 15 ANNI NB LA DURATA DEL CONTRATTO DA CONSIDERARE E QUELLA PATTUITA E NON QUELLA EFFETTIVA CHE POTREBBE RISULTARE INFERIORE IN CASO DI RISCATTO ANTICIPATO 44

45 MODIFICHE INTRODOTTE DALLA LEGGE 244 DEL 24/12/2007 CONTRATTI STIPULATI A PARTIRE DAL 1 GENNAIO 2008 SE 2/3 DELLA DURATA DELL AMMORTAMENTO E INFERIORE A 11 ANNI SE 2/3 DELLA DURATA DELL AMMORTAMENTO E COMPRESO TRA 11 E 18 ANNI SE 2/3 DELLA DURATA DELL AMMORTAMENTO E SUPERIORE A 18 ANNI LA DURATA MINIMA DEVE ESSERE DI 11 ANNI LA DURATA MINIMA DEVE ESSERE PARI A 2/3 DELLA DURATA DELL AMMORTAMENTO LA DURATA MINIMA DEVE ESSERE DI 18 ANNI 45

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare

DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI. 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI 16 marzo 2009 Dott. Rag. Vito Dulcamare DEDUCIBILITA INTERESSI PASSIVI ALTRI INTERESSI SU IMMOBILI PATRIMONIO SU VEICOLI A MOTORE SOGGETTI IRPEF SOGGETTI IRES BANCHE ASSICURAZIONI

Dettagli

Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi. Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing

Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi. Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing Lo scorporo dei terreni nel leasing immobiliare e altri aspetti operativi Gianluca De Candia Assilea Associazione Italiana Leasing AGENDA Novità per imprese utilizzatrici Ammortamento terreni (regole generali)

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE

IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE IL CONTRATTO DI LEASING IMMOBILIARE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre soggetti ognuno con un diverso interesse economico, ossia

Dettagli

LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE

LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE LE MODALITÀ DI DETERMINAZIONE DELL IRAP NELLE IMPRESE INDIVIDUALI E NELLE SOCIETÀ DI PERSONE La base imponibile Irap delle imprese individuali e delle società di persone, secondo quanto stabilito dall

Dettagli

nel reddito di lavoro autonomo Dottori commercialisti

nel reddito di lavoro autonomo Dottori commercialisti TRATTAMENTO DEGLI IMMOBILI nel reddito di lavoro autonomo RRI GAVELLI ZAVATTA & Associati Dottori commercialisti RRI GAVELLI ZAVATTA & Associati Dottori commercialisti Ammortamenti e canoni di leasing

Dettagli

SCORPORO DEL VALORE DEI TERRENI DA QUELLO DEI FABBRICATI. GIANCARLO GROSSI dottore commercialista giancarlo.grossi@odc.pescara.it

SCORPORO DEL VALORE DEI TERRENI DA QUELLO DEI FABBRICATI. GIANCARLO GROSSI dottore commercialista giancarlo.grossi@odc.pescara.it SCORPORO DEL VALORE DEI TERRENI DA QUELLO DEI FABBRICATI GIANCARLO GROSSI dottore commercialista giancarlo.grossi@odc.pescara.it RIFERIMENTI NORMATIVI E PRASSI Fonte normativa Art. 36 commi 7-8 legge 4

Dettagli

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico

INTERESSI PASSIVI. Rol x 30% = = soglia massima di deducibilità interessi passivi netti. Interessi passivi + Voce C17) conto economico INTERESSI PASSIVI Gli interessi passivi di qualsiasi natura vanno imputati al conto economico per competenza. Si considerano assimilati agli interessi passivi: - le commissioni passive su finanziamenti

Dettagli

UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF

UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF Seminario LA DICHIARAZIONE DEI REDDITI DELLE SOCIETÀ Arezzo 20 maggio 2008 Firenze 22 maggio 2008 Pisa 28 maggio 2008 UNICO 2008 - Le novità del Quadro RF Dott. Fabio Giommoni Le novità della dichiarazione

Dettagli

Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES

Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES Corso di ragioneria generale ed applicata Prof. Paolo Congiu A. A. 2013-2014 1 IMPOSTE DIRETTE SOCIETÀ DI CAPITALI IRES Imposta proporzionale sui redditi complessivi delle società. Risultato di bilancio

Dettagli

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI

AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI AMMORTAMENTI (COMPRESI ONERI PLURIENNALI) LEASING INTERESSI PASSIVI 1 L AMMORTAMENTO (NOZIONE GIURIDICA) il costo delle immobilizzazioni, materiali ed immateriali, la cui utilizzazione è limitata nel tempo

Dettagli

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI I fabbricati strumentali a cura di Roberto Protani I FABBRICATI STRUMENTALI L'art. 36, comma 7, del D.L. 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla L. 4 agosto

Dettagli

Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai fini IRES e IRAP

Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai fini IRES e IRAP Calcolo del Reddito Imponibile di una Spa ai In base alle risultanze del Conto Economico, e tenendo conto delle le informazioni che seguono, si determini: L imponibile IRES L IRES liquidata (l aliquota

Dettagli

Presupposto soggettivo/oggettivo

Presupposto soggettivo/oggettivo IRAP Principi generali Irap: acronimo di Imposta regionale sulle attività produttive. È un'imposta reale che colpisce la ricchezza in quanto tale, senza tener conto delle condizioni personali del contribuente

Dettagli

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 22 luglio 2009

CIRCOLARE N. 37/E. Roma, 22 luglio 2009 CIRCOLARE N. 37/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 22 luglio 2009 OGGETTO: Modifiche alla disciplina della deducibilità degli interessi passivi dal reddito di impresa Articolo 96 del TUIR.

Dettagli

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175

SOMMARIO. Le modalità di iscrizione nello stato patrimoniale... 175 Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 5 Giurisprudenza... 9 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento

SOMMARIO. Schema n. 5 - Criteri di determinazione fiscale delle quote di ammortamento Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - L ammortamento dei beni materiali Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 3 Prassi amministrativa... 6 Giurisprudenza... 13 Classificazione delle immobilizzazioni

Dettagli

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti

Studio E. GUARDUCCI - C. LORENZINI & ASSOCIATI dottori commercialisti Dott. Enrico Guarducci Dott. Domenico Ciafardoni Dott. Salvatore Marchese Ai Preg.mi Signori Clienti Loro Sedi Perugia, 23.03.2010 Approfondimento n. 1/2010 RISERVATO ALLE SOCIETA DI CAPITALI E DI PERSONE

Dettagli

Corso Diritto Tributario

Corso Diritto Tributario Corso Diritto Tributario Il reddito d impresad Lezione 16/ PARTE I Il reddito d impresad L articolo 55 tratta del reddito d impresa d delle persone fisiche (come categoria IRPEG) Le norme sulla determinazione

Dettagli

La convenienza ad esercitare l opzione Irap per i soggetti Irpef

La convenienza ad esercitare l opzione Irap per i soggetti Irpef Focus di pratica professionale di Sandro Cerato e Michele Bana La convenienza ad esercitare l opzione Irap per i soggetti Irpef Premessa Il D.Lgs. n.446/97 distingue i criteri di determinazione della base

Dettagli

Dott. Pasquale SAGGESE

Dott. Pasquale SAGGESE INTERESSI PASSIVI: MODALITÀ DI CONTABILIZZAZIONE E PROFILI FISCALI Dott. Pasquale SAGGESE Diretta 20 aprile 2009 SOGGETTI IRES - DISCIPLINA FISCALE COMMA 1: CRITERIO GENERALE DI DEDUCIBILITÀ DEGLI ONERI

Dettagli

LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986

LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986 COMMISSIONE IMPOSTE DIRETTE LIMITI ALLA DEDUCIBILITA DEGLI INTERESSI PASSIVI ART. 96 DEL DPR 917-1986 a cura di Stefano Coleti, Anna Gallo, Biagio Lanzillotti, Luigi Migliore, Annamaria Simonetti 1. RIFERIMENTI

Dettagli

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE

LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE LA RIVALUTAZIONE DEGLI IMMOBILI DELLE IMPRESE a cura di Diego Cigna Direzione Regionale dell Emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Fiscalità delle Imprese e Finanziaria LA RIVALUTAZIONE DEGLI

Dettagli

Deducibilità dei canoni di leasing

Deducibilità dei canoni di leasing Circolare Monografica 11 giugno 2014 n. 1989 DICHIARAZIONI Deducibilità dei canoni di leasing Modifiche normative e gestione in UNICO 2014 di Marianna Annicchiarico, Giuseppe Mercurio La Legge 27 dicembre

Dettagli

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA

ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING. Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Gianluca De Candia Direttore operativo ASSILEA 1 ASPETTI FISCALI E CONTABILI DEL LEASING Le modifiche della Finanziaria 2008 Il regime IRES per l impresa utilizzatrice

Dettagli

CIRCOLARE AGENZIA DELLE ENTRATE N. 1/E DEL 19 GENNAIO 2007: AMMORTAMENTO DEI TERRENI

CIRCOLARE AGENZIA DELLE ENTRATE N. 1/E DEL 19 GENNAIO 2007: AMMORTAMENTO DEI TERRENI N. 11 2007 CIRCOLARE AGENZIA DELLE ENTRATE N. 1/E DEL 19 GENNAIO 2007: AMMORTAMENTO DEI TERRENI 1. Premessa Con il decreto legge n. 223 del 2006 e con il successivo decreto legge n. 262 del 2006 (cosiddetto

Dettagli

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI

REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI REDDITI DI IMPRESA (considerazioni generali ed alcuni casi specifici) -DOTT. FABIO RAPELLI 1 CAMPO DI APPLICAZIONE Esercizio di attività commerciali (art. 2195 c.c.): - attività industriale diretta alla

Dettagli

Finanziaria 2007 professionisti

Finanziaria 2007 professionisti Finanziaria 2007 professionisti Dopo le numerose modifiche apportate dal D.L. n.223/06, convertito con modificazioni dalla L. n.248/06, la Finanziaria interviene nuovamente da un lato per introdurre la

Dettagli

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici

3. Detrazione per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici CIRCOLARE gennaio 2014: La Legge di Stabilità e le altre novità fiscali Vi riepiloghiamo le principali e più rilevanti novità introdotte in materia fiscale dalla Legge 27.12.2013 n 147 (Legge di Stabilità

Dettagli

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta

IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta IL TRASFERIMENTO DI QUOTE DI SRL Aspetti di fiscalità diretta Dott. Pasquale SAGGESE LA CESSIONE DI NON DETENUTE NELL ESERCIZIO DI IMPRESA QUALIFICATE E FATTISPECIE ASSIMILATE Partecipazioni che rappresentano

Dettagli

Le tipologie fiscali degli immobili delle imprese e l impatto nel reddito d impresa

Le tipologie fiscali degli immobili delle imprese e l impatto nel reddito d impresa www.solmap.it Le tipologie fiscali degli immobili delle imprese e l impatto nel reddito d impresa di Siro Giovagnoli * ed Emanuele Re ** 1. Le categorie fiscali degli immobili Ai fini fiscali gli immobili

Dettagli

LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016

LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016 LEGGE DI STABILITA 2016 Legge n. 208 del 28/12/2015 ALTRE DISPOSIZIONI DI PARTICOLARE INTERESSE MERCOLEDI 6 APRILE 2016 NUOVA DETRAZIONE IRPEF SULL IVA PER L ACQUISTO DI IMMOBILI IN CHE COSA CONSISTE:

Dettagli

Le immobilizzazioni materiali. internazionali: 16: Immobili, impianti e macchinari 17: Leasing 36: Perdite di valore 40: Investimenti immobiliari

Le immobilizzazioni materiali. internazionali: 16: Immobili, impianti e macchinari 17: Leasing 36: Perdite di valore 40: Investimenti immobiliari Documento OIC n. 16 Principi Contabili internazionali: 16: Immobili, impianti e macchinari 17: Leasing 36: Perdite di valore 40: Investimenti immobiliari 1 Sono beni destinati a permanere durevolmente

Dettagli

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI

GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati GESTIONE DEI CESPITI GESTIONE dei CESPITI- 20 Ottobre 2015 Docente: Dott.ssa SARA BONINSEGNA - Studio Boninsegna Commercialisti Associati PROGRAMMA DEL CORSO CESPITI - TERZA PARTE Gestione dei cespiti Le immobilizzazioni materiali

Dettagli

Leasing secondo lo IAS 17

Leasing secondo lo IAS 17 Leasing secondo lo IAS 17 Leasing: Ias 17 Lo Ias 17 prevede modalità diverse di rappresentazione contabile a seconda si tratti di leasing finanziario o di leasing operativo. Il leasing è un contratto per

Dettagli

NOTA OPERATIVA N. 7/2013. OGGETTO: Spese di manutenzione su beni propri, imputazione in bilancio e deducibilità.

NOTA OPERATIVA N. 7/2013. OGGETTO: Spese di manutenzione su beni propri, imputazione in bilancio e deducibilità. NOTA OPERATIVA N. 7/2013 OGGETTO: Spese di manutenzione su beni propri, imputazione in bilancio e deducibilità. - Introduzione Nella formazione del bilancio di esercizio civilistico, bisogna porre molta

Dettagli

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008

NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 NOTIZIARIO FISCALE N. 1 DEL 14 GENNAIO 2008 PARTE I PESCA E ACQUACOLTURA Legge Finanziaria per il 2008 (L. 24 dicembre 2007 n. 244, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 285 della G.U. 28 dicembre 2007,

Dettagli

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico

La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Focus di pratica professionale di Sandro Cerato e Michele Bana La determinazione degli interessi passivi dal reddito di impresa e la compilazione in Unico Premessa L articolo 96, co.1, primo periodo, del

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI SEZIONE DI MILANO COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 183 TRATTAMENTO

Dettagli

LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE

LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Circolare N. 26 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 5 aprile 2011 LE SPESE DI MANUTENZIONE E RIPARAZIONE Nelle aziende, specie in quelle industriali, rivestono una notevole importanza i costi di

Dettagli

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir

I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir PLANNING E CONSULENZA FISCALE E SOCIETARIA a.a.2013-2014 I.R.E.S. Imposta sul Reddito delle Società Titolo II D.P.R. 917/86 Tuir 1 I.R.E.S. soggetti passivi = società di capitali S.p.a., S.a.p.a., S.r.l.,

Dettagli

IMPRESE gli immobili patrimoniali (o immobili patrimonio)

IMPRESE gli immobili patrimoniali (o immobili patrimonio) IMPRESE gli immobili patrimoniali (o immobili patrimonio) di Lelio Cacciapaglia 1 IMMOBILI PATRIMONIO Trattasi di immobili che non costituiscono beni strumentali per l esercizio dell impresa, né beni alla

Dettagli

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16

CIRCOLARE N.17/E. OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 CIRCOLARE N.17/E Direzione Centrale Normativa Roma, 29 maggio 2013 OGGETTO: Deducibilità dei canoni di leasing - Decreto legge 2 marzo 2012, n. 16 INDICE Premessa... 3 1 La nuova disciplina fiscale dei

Dettagli

genzia ntrate UNICO Società di persone

genzia ntrate UNICO Società di persone genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Società di persone INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO SOCIETÀ DI PERSONE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara

Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara ASPETTI TRIBUTARI DEL IL BILANCIO D ESERCIZIO 2012 Dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara I beni aziendali in uso ai soci Beni ai soci e spesometro

Dettagli

!!!!OIC!16!!IMMOBILIZZAZIONI! MATERIALI! Prof.!Andrea!Amaduzzi!

!!!!OIC!16!!IMMOBILIZZAZIONI! MATERIALI! Prof.!Andrea!Amaduzzi! OIC16 IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prof.AndreaAmaduzzi FINALITA DEL PRINCIPIO TRATTAMENTO CONTABILE ED INFORMATIVA IN NOTA INTEGRATIVA IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI CRITERI DI RILEVAZIONE, CLASSIFICAZIONE E

Dettagli

-anna maria mangiapelo

-anna maria mangiapelo REDDITI DI IMPRESA - norme generali - dall utile al reddito: esame dei principali casi di deducibilità fiscale dei componenti negativi - regole per la contabilità semplificata -anna maria mangiapelo 1

Dettagli

IL REDDITO DEI PROFESSIONISTI

IL REDDITO DEI PROFESSIONISTI Le Guide professionalità quotidiana IL REDDITO DEI PROFESSIONISTI a cura di Valerio Artina Leasing immobiliare Spese: - vitto e alloggio - rappresentanza ed omaggi - manutenzione ed ammodernamento - lavoro

Dettagli

direttamente, tramite i servizi telematici dell Agenzia delle Entrate

direttamente, tramite i servizi telematici dell Agenzia delle Entrate Chi deve presentare la dichiarazione La soggettività passiva all IRAP non è circoscritta unicamente ai soggetti che esercitano attività di impresa o di lavoro autonomo ma anche agli enti non commerciali

Dettagli

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto

LA NUOVA DISCIPLINA DEL LEASING E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA. Dott. Gianluca Odetto E LE ALTRE NOVITÀ DEL REDDITO DI IMPRESA Dott. Gianluca Odetto DEDUCIBILITÀ CANONI LEASING Per i contratti di leasing stipulati sino al 28.4.2012 deducibilità subordinata alla durata contrattuale Previgente

Dettagli

Fiscal Approfondimento

Fiscal Approfondimento Fiscal Approfondimento Il Focus di qualità N. 07 11.02.2014 Il leasing per le auto A cura di Devis Nucibella Categoria: Auto Sottocategoria: Imposte dirette La disposizione di riferimento per l individuazione

Dettagli

NOVITÀ IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI. Alessandro Cotto

NOVITÀ IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI. Alessandro Cotto NOVITÀ IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI Alessandro Cotto UNICO 2011 - NOVITÀ Nuova sezione del Quadro RS per la Tremonti-quater (agevolazione tessile) Istruzioni Quadro RW completamente riviste Eliminato

Dettagli

Rivalutazione beni d impresa

Rivalutazione beni d impresa Legge di stabilità 2014 art. 1, commi 140-146 2 PUÒ ESSERE ANCHE SOLO CIVILISTICA? Ossia il maggior valore può essere iscritto in bilancio senza assolvere l imposta sostitutiva, e quindi senza rilevare

Dettagli

COSTI BLACK-LIST IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI

COSTI BLACK-LIST IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI video FISCO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI CASO PRATICO del 20.04.2011 n. 0376-775130 www.ratiofad.it COSTI BLACK-LIST IN DICHIARAZIONE DEI REDDITI Artt. 110, 166, 167, 168 e 168-bis D.P.R. 22.12.1986, n.

Dettagli

I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73

I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73 I brevetti industriali ed i diritti di utilizzazione delle opere dell ingegno 73 4. I brevetti: trattamento fiscale Le quote di ammortamento relative al costo sostenuto per acquisizione di marchi di impresa,

Dettagli

RISOLUZIONE N. 99/E QUESITO

RISOLUZIONE N. 99/E QUESITO RISOLUZIONE N. 99/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 08 aprile 2009 OGGETTO: Istanza di interpello Spese di ristrutturazione nell ambito della determinazione del reddito di lavoro autonomo

Dettagli

Giugno 2013. I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate sulla deduzione dei canoni di leasing ai fini delle imposte dirette

Giugno 2013. I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate sulla deduzione dei canoni di leasing ai fini delle imposte dirette Giugno 2013 I chiarimenti dell Agenzia delle Entrate sulla deduzione dei canoni di leasing ai fini delle imposte dirette Avv. Prof. Stefano Loconte e Avv. Gabriella Antonaci, Studio Legale e Tributario

Dettagli

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE

IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE IL CONTRATTO DI LEASING MOBILIARE STRUMENTALE 1. Introduzione Il contratto di leasing costituisce un negozio a titolo oneroso concluso con la presenza di tre parti ognuna con un diverso interesse economico,

Dettagli

Circolare n. 8 del 21 aprile 2015. Bilancio 2014, novità nella determinazione delle imposte e check list di verifica

Circolare n. 8 del 21 aprile 2015. Bilancio 2014, novità nella determinazione delle imposte e check list di verifica Circolare n. 8 del 21 aprile 2015 Bilancio 2014, novità nella determinazione delle imposte e check list di verifica Indice 1. Principali novità Ires ed Irap relative al periodo d imposta 2014 2. Scorporo

Dettagli

Opzione Irap entro il 3 marzo

Opzione Irap entro il 3 marzo Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 07 24.02.2014 Opzione Irap entro il 3 marzo A cura di Devis Nucibella Categoria: Irap Sottocategoria: Base imponibile Entro il prossimo

Dettagli

ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006

ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006 ESAME DI STATO DI DOTTORE COMMERCIALISTA PRIMA SESSIONE 2006 SECONDA PROVA SCRITTA DEL 29 GIUGNO 2006 1) La società a responsabilità limitata Y chiude l esercizio al 31/12/2005 con la seguente situazione

Dettagli

Novità per imprese e professionisti

Novità per imprese e professionisti Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 07 10.01.2014 Deducibilità canoni di leasing dopo la Legge di Stabilità Novità per imprese e professionisti Categoria: Finanziaria Sottocategoria:

Dettagli

IMMOBILI dei PROFESSIONISTI

IMMOBILI dei PROFESSIONISTI Imposte dirette IMMOBILI dei PROFESSIONISTI DEDUCIBILITÀ delle QUOTE di AMMORTAMENTO e dei CANONI di LEASING MODIFICHE dal 2010 di Pierpaolo Ceroli e Claudio Sabbatini QUADRO NORMATIVO L art. 1, co. 334

Dettagli

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI

LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI LEASING: LE SCRITTURE CONTABILI Acquisto Il contratto di leasing è uno degli strumenti che viene comunemente utilizzato dalle imprese per procedere all acquisto di beni strumentali. Sono previste due possibili

Dettagli

LA MANOVRA ESTIVA 2008

LA MANOVRA ESTIVA 2008 Seminario LA MANOVRA ESTIVA 2008 Arezzo 8 ottobre 2008 Lucca 9 ottobre 2008 Firenze 14 ottobre 2008 D.L. n. 112/2008 Le modifiche alla fiscalità di banche e assicurazioni, delle imprese petrolifere e delle

Dettagli

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi

SOMMARIO. a fiscalità privilegiata... 25. Schema n. 10 - Remunerazioni corrisposte da società non residenti in Paesi Sezione prima IN SINTESI Capitolo I - Gli utili da partecipazione e i proventi equiparati Normativa civilistica... 3 Normativa fiscale... 7 Prassi amministrativa... 12 Schema n. 1 - Il regime dei dividendi:

Dettagli

Imposte sul reddito d esercizio

Imposte sul reddito d esercizio Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 25 novembre 29 Reddito esercizio e reddito fiscale Determinazione del reddito fiscale (IRAP e IRES) Imposte sul reddito d

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 06 maggio 2009

CIRCOLARE N. 22/E. Roma, 06 maggio 2009 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 06 maggio 2009 OGGETTO: Articolo 15, commi da 16 a 23, del decreto legge 29 novembre 2008, n. 185 - Rivalutazione dei beni d impresa Chiarimenti

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il Rent to Buy Aspetti contabili e disciplina fiscale: imposte dirette ed indirette. Dott.ssa Mariateresa Arcuri e Dott.

Il Rent to Buy Aspetti contabili e disciplina fiscale: imposte dirette ed indirette. Dott.ssa Mariateresa Arcuri e Dott. Il Rent to Buy Aspetti contabili e disciplina fiscale: imposte dirette ed indirette Dott.ssa Mariateresa Arcuri e Dott. Andrea Sfarra Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Firenze, 07 maggio 2015

Dettagli

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a

Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani 1 Profili fiscali e opportunità in vista di Basilea 2 Principi e procedure relative alle modalità di determinazione del reddito di impresa a Giulio Andreani Scuola Superiore Economia e

Dettagli

IMPOSTE ANTICIPATE E DIFFERITE

IMPOSTE ANTICIPATE E DIFFERITE IMPOSTE ANTICIPATE E DIFFERITE Il codice civile si prefigge la rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica della società con chiarezza ed in modo veritiero e corretto mentre

Dettagli

COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO

COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO Circolare N. 28 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 14 aprile 2009 COSTI PLURIENNALI: L IMPATTO SUL BILANCIO DI ESERCIZIO Una tra le più ricorrenti problematiche inerenti la chiusura di bilancio

Dettagli

BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI

BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI D I S C I P L I N A E Q U E S T I O N I A P E R T E STUDIO ASSOCIATO TRIBUTARIO E SOCIETARIO BELLINI SECCHI SAVIOTTI FLORITA 20121 MILANO - PIAZZA CASTELLO,

Dettagli

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI

ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI ASSOCIAZIONE ITALIANA DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI COMMISSIONE NORME DI COMPORTAMENTO E DI COMUNE INTERPRETAZIONE IN MATERIA TRIBUTARIA NORMA DI COMPORTAMENTO N. 178 COMPUTO DEGLI AMMORTAMENTI

Dettagli

LA RIVALUTAZIONE DEI BENI IMMOBILI DELLE IMPRESE. Dott. Pasquale SAGGESE

LA RIVALUTAZIONE DEI BENI IMMOBILI DELLE IMPRESE. Dott. Pasquale SAGGESE LA RIVALUTAZIONE DEI BENI IMMOBILI DELLE IMPRESE Dott. Pasquale SAGGESE Diretta 19 gennaio 2009 FONTI NORMATIVE ART. 15, COMMI DA 16 A 23, DL 29.11.2008, N. 185 SI APPLICANO, IN QUANTO COMPATIBILI, LE

Dettagli

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari

Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Beni in leasing.trattamento fiscale secondo la nuova disciplina Dott.ssa Valentina Pellicciari Filodiritto.it Premessa La disciplina fiscale del leasing finanziario ha visto, nel tempo, importanti variazioni

Dettagli

Le imposte nell informativa di bilancio

Le imposte nell informativa di bilancio Le imposte nell informativa di bilancio 1 Le imposte valutazione e fonti Per la valutazione delle imposte sul reddito si devono rispettare i criteri generali che sono alla base della determinazione di

Dettagli

genzia ntrate UNICO Persone fisiche

genzia ntrate UNICO Persone fisiche genzia ntrate 2013 PERIODO D IMPOSTA 2012 UNICO Persone fisiche INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 43 27.11.2013 Svalutazioni immobilizzazioni e deducibilità interessi passivi Deducibilità degli interessi passivi ridotta Categoria: Bilancio e contabilità

Dettagli

2. IMMOBILI MERCE, IMMOBILI STRUMENTALI E IMMOBILI PATRIMONIO

2. IMMOBILI MERCE, IMMOBILI STRUMENTALI E IMMOBILI PATRIMONIO 2. IMMOBILI MERCE, IMMOBILI STRUMENTALI E IMMOBILI PATRIMONIO 2.4.3 Gli aspetti fiscali degli immobili patrimonio In ordine alla determinazione del reddito imponibile, ai sensi dell art. 90, comma 1 del

Dettagli

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI

LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI LA FISCALITÀ DEGLI IMMOBILI Il leasing finanziario a cura di Roberto Protani IL LEASING FINANZIARIO Il leasing finanziario è un contratto atipico non disciplinato dal Codice civile che consente all'impresa

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili

Studio Dottori Commercialisti Dottori Commercialisti e Revisori Contabili Roma, 24 gennaio 2014 Gent.li CLIENTI Loro Sedi Via mail Oggetto: Circolare n. 2/2014 principali novità fiscali 2014 1 Gentili Clienti, La legge di stabilità 2014 (L. 27.12.2013 n. 1473), in vigore dall

Dettagli

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007

SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 SOCIETA NON OPERATIVE DOPO LE NOVITA DELLA FINANZIARIA 2007 La legge Finanziaria 2007 è nuovamente intervenuta sulla disciplina delle società non operative, già oggetto di modifiche da parte del Decreto

Dettagli

LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI

LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI LA DISCIPLINA FISCALE DEGLI INTERESSI PASSIVI Catania, 6 maggio 2011 Prof. Dott. Francesco Rossi Ragazzi LA NUOVA DISCIPLINA DEGLI INTERESSI PASSIVI PER I SOGGETTI IRES Gli interessi passivi e gli oneri

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti:

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: CIRCOLARE N. 05 DEL 02/02/2016 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: MAXI-AMMORTAMENTI PER I BENI STRUMENTALI NUOVI ACQUISTATI NEL PERIODO 15.10.2015-31.12.2016 PAG. 2 IN SINTESI:

Dettagli

Esempio di determinazione delle imposte correnti

Esempio di determinazione delle imposte correnti Esempio di determinazione delle imposte correnti La Belvedere S.p.A. alla fine dell esercizio X presenta il seguente conto economico: Conti Saldo dare ( ) Saldo avere ( ) Rimanenze iniziali di merci 55.000

Dettagli

730, Unico 2013 e Studi di settore

730, Unico 2013 e Studi di settore 730, Unico 2013 e Studi di settore Pillole di aggiornamento N. 22 30.05.2014 I canoni di leasing in Unico14 Categoria: Dichiarazione Sottocategoria: Unico-Società di capitali Con specifico riferimento

Dettagli

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L.

SCROVEGNI PARTNERS S.R.L. CIRCOLARE Spettabili Padova, 21 dicembre 2012 CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Vendita e locazione di immobili nuovi adempimenti fiscali. VENDITA Con la presente Vi informiamo che si applica il meccanismo dell

Dettagli

LEGGE DI STABILITA' - La legge di Stabilità 2014 in pillole

LEGGE DI STABILITA' - La legge di Stabilità 2014 in pillole LEGGE DI STABILITA' - La legge di Stabilità 2014 in pillole IRPEF Detrazioni per gli interventi finalizzati al risparmio energetico (di cui all art. 1, comma 48, legge 220 del 13.12.2010) Le detrazioni

Dettagli

LE NOVITA FISCALI INTRODOTTE DALLA MANOVRA ESTIVA

LE NOVITA FISCALI INTRODOTTE DALLA MANOVRA ESTIVA Seminario LE NOVITA FISCALI INTRODOTTE DALLA MANOVRA ESTIVA Firenze 13 settembre 2006 Viareggio 14 settembre 2006 Novità in tema di fiscalità delle operazioni finanziarie del settore immobiliare Leasing

Dettagli

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing

Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Profili contabili e fiscali della nuova disciplina dei contratti di leasing Disciplina fiscale e relativi effetti contabili Ambito temporale di applicazione della nuova disciplina Art. 1, comma 163, della

Dettagli

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013

La fiscalità dei contratti di locazione. Milano, 29 gennaio 2013 La fiscalità dei contratti di locazione Milano, 29 gennaio 2013 1 Fiscalità connessa ai contratti di locazione Imposte dirette Per il locatore non imprenditore, ai fini della determinazione del reddito

Dettagli

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile

STUDIO. Monosi dott. Raffaele. Dottore Commercialista Revisore Contabile Circolare di gennaio 14 Santa Lucia di Piave, lì 7 gennaio 14 Oggetto: : Finanziaria 2014 prima parte È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Finanziaria 2014 (Legge 27.12.2013, n. 147) c.d. «Legge

Dettagli

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Relatori: Andrea Scaini e Stefano Zanon

ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151. Relatori: Andrea Scaini e Stefano Zanon ASSISTENZA N. VERDE TELECOM 800.010.750 QUESITI: PRENOTAZIONE 0376.775130 INVIO VIA FAX 0376.770151 Argomenti di oggi Le verifiche in azienda da parte dell amministrazione finanziaria Scadenza della registrazione

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità

Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Bilancio 2011: adempimenti e principali novità Trattamento contabile dell'imposta sostitutiva su Leasing Immobiliare Ancona Sede Confindustria, giovedì 15 marzo 2012 Relatore: Dott. Fabiano Falasconi GENERALITA

Dettagli

LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE

LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE INFORMATIVA N. 094 09 APRILE 2013 IMPOSTE DIRETTE LE NUOVE REGOLE (DAL 2012) PER LA DEDUCIBILITÀ DELLE SPESE DI MANUTENZIONE Art. 102, comma 6, TUIR Art. 3, comma 16-quater, DL n. 16/2012 Dal 2012 ai fini

Dettagli

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche

genzia ntrate BOZZA Internet 22/01/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche genzia ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014 UNICO Persone fisiche 2015 INDICATORI DI NORMALITÀ ECONOMICA UNICO PERSONE FISICHE L articolo 1, comma 19, primo periodo, della legge n. 296 del 2006 (Legge Finanziaria

Dettagli

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti

La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti Le novità civilistiche e fiscali per la stesura del bilancio di Fabio Giommoni * La trasformazione delle imposte anticipate in crediti di imposta dopo l intervento della Manovra Monti Il presente contributo

Dettagli