PROSECUZIONE DEL PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE Orientamento e formazione degli insegnanti Area Fisica BREVE PRESENTAZIONE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROSECUZIONE DEL PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE 2008-09 Orientamento e formazione degli insegnanti Area Fisica BREVE PRESENTAZIONE"

Transcript

1 PROSECUZIONE DEL PROGETTO LAUREE SCIENTIFICHE Orientamento e formazione degli insegnanti Area Fisica Unità Operativa di Responsabile Locale del responsabile locale Sito web della Unità Università di Trieste Prof.ssa Maria Peressi BREVE PRESENTAZIONE LINEE GENERALI E DESCRIZIONE DELLE ATTIVITÀ Dopo l attivita estremamente positiva nel biennio passato (vedi Bilancio attivita sul sito oggettivamente documentata anche dalla crescita di immatricolazioni a Fisica negli ultimi due anni, il progetto PLS2-Fisica prosegue nel 2008/2009 con rinnovato impegno da parte di UniTS, con il coinvolgimento anche dei Dipartimenti di Astronomia e di Scienze della Terra, oltre che di Fisica e di Fisica Teorica, e con un numero sempre maggiore di ricercatori coinvolti. Attuale responsabile locale e M. Peressi del Dipartimento di Fisica Teorica (precedente: M. Budinich). Il progetto PLS2-Fisica-UniTS continua ad essere caratterizzato da linee di azione che privilegiano per gli studenti attivita hands-on, cioe attivita di laboratorio in senso lato (laboratori tradizionali e informatici) e sessioni di lavoro compartecipate tra docenti di UniTS e delle scuole. Molte delle linee di azione già perseguite sono state riprese nell anno in corso (2007/08), e verranno ulteriormente portate avanti nel 2008/2009. Alcune di queste attivita sono in fase di completamento (ad es., misure di Radon), altre (ad es. gli stage di orientamento o diversi laboratori) hanno avuto negli anni una notevole crescita in termini di partecipazione di studenti e pertanto verranno riproposte con ancor maggiore cura sia negli aspetti organizzativi che nei contenuti. Il PLS2-Fisica-UniTS prevede anche alcune nuove attivita, suggerite dall esperienza passata e spesso esplicitamente richieste dagli stessi studenti, docenti e Dirigenti scolastici. Qui di seguito sono esplicitate alcune delle principali. - I docenti di Fisica-UniTS continueranno a proporre attivita che ritengono significative per gli studenti dal punto di vista informativo e formativo, ma desiderano sempre di piu lavorare a stretto contatto con i docenti delle scuole del territorio, coinvolgendoli e valorizzando le loro competenze, per una sinergia che possa essere piu fruttuosa. A questo scopo, gia nell anno scolastico in corso si e cercato di rispondere ad un esigenza di ripensare assieme (docenti di UniTS e delle scuole) alcuni moduli didattici, con un approccio congiunto laboratorio sperimentale/modellizzazione e simulazione al computer per riproporli in modo piu coinvolgente nelle classi. L esperienza proseguira con maggior incisivita nel futuro, e si pone in sinergia con alcuni progetti presentati come Scuole Aperte. 1

2 - Lungo la linea di supporto/formazione insegnanti, inoltre, c e una nuova proposta di cui il Liceo Scientifico Galilei di Trieste rappresenta il capofila, per un laboratorio con docenti di scuole del territorio- docenti UniTS- esperti esterni, finalizzato alla innovazione didattica nei curricula di Fisica delle scuole coinvolte e in cui vengano meglio delineate le competenze necessarie per l'accesso ai corsi universitari. - Nel campo della formazione delle eccellenze, in collaborazione con l Unita Operativa del PLS-Fisica di UniUD (prof.ssa Michelini) si organizzera una Scuola Nazionale Estiva di Fisica Moderna per studenti maggiorenni delle scuole secondarie superiori. Si prevede sistemazione logistica e attivita laboratoriale non computazionale centrate a Udine; altra attivita a Trieste; essendo l iniziativa impegnativa dal punto di vista finanziario, la realizzazione e subordinata al recupero di ulteriori finanziamenti esterni. - Il progetto e arricchito con una nuova attività interdisciplinare con Matematica e Chimica di UniTS centrata sul tema Scienza & Sport, comprendente sia attivita seminariale e dimostrativa che laboratori sia in senso tradizionale che di simulazione numerica. - Anche altre attivita sono connotate da un forte carattere interdisciplinare. Da notare in particolare attivita laboratoriale che prevede interdisciplinarieta con Scienza dei materiali. Di quest area non esiste progetto specifico presso UniTS, ma il soggetto e comunque ben coperto dalle competenze e dall attivita dei ricercatori in Fisica della Materia di UniTS. Nonostante PLS1-Fisica-UniTS abbia gia registrato un ottima diffusione su tutto il territorio regionale e anche in scuole limitrofe oltreconfine, si favorira ulteriormente la partecipazione al progetto di più scuole. Il progetto sara parzialmente supportato da Enti esterni: Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN); Centro di Simulazione Numerica DEMOCRITOS e Laboratorio Nazionale TASC (Tecnologie Avanzate e nanoscienza), istituzioni scientifiche con sede a Trieste dell Istituto Nazionale per la Fisica della Materia (CNR-INFM); AREA Science Park di Trieste; Accademia dei Lincei. Segue la descrizione delle attività previste nella prosecuzione del PLS, raggruppate per linee d azione, con l indicazione del docente di UniTS responsabile della linea d azione e dei docenti principalmente coinvolti nelle singole iniziative. LINEA 1 LABORATORI (Marco Budinich: 1.1: Laboratori A scuola Misure di RADON (Budinich, Calligaris): continuazione del progetto con l elaborazione dei dati raccolti. Collaborazione con INFN Fare scienza con il computer (Peressi, Pastore, Smargiassi): Laboratori assistiti di simulazione numerica per ragazzi e insegnanti; oltre a laboratori tematici svolti nell ambito degli stage di orientamento, sono previsti Laboratori di approfondimento del linguaggio di programmazione sia per ragazzi che per soli docenti. Collaborazione con: Centro di Ricerca e Sviluppo per la Simulazione Numerica DEMOCRITOS di CNR-INFM; vedi Misure di raggi cosmici (Lanceri, Budinich): progetto avviato presso il liceo scientifico "Grigoletti" di Pordenone. Gia costruito e messo a punto l apparato rilevatore; ora fase di 2

3 misure/raccolta dati. Previsto gruppo di lavoro con gli insegnanti per esaminare possibile costruzione di una camera a nebbia. 1.2: Laboratori PER la scuola AtmoCube (Gregorio, Carrato) Proseguimento del progetto iniziato in PLS1; in questa fase si portera il satellite al lancio; collaborazione con AREA interdisciplinarieta con Ingegneria Elettronica, Elettrotecnica ed Informatica Atomi e nanostrutture visti al microscopio a scansione tunnel (Modesti): acquisizione in tempo reale di immagini con risoluzione atomica di molecole e nanostrutture; interdisciplinarieta con Scienza dei Materiali Verso il fotovoltaico: concentratore di luce con lente di Fresnel (Barbiellini): prototipo in costruzione; completamento ed eventuale miglioramento o riproduzione in alcune scuole Un laboratorio per l energia di domani: l idrogeno (Vesselli): laboratorio interattivo sulle tematiche dell energia e dell idrogeno; collaborazione con AREA e TASC 1.3: Stage di orientamento (responsabile: Gregorio) Attivita sostenuta inizialmente dal Corso di Laurea in Fisica (vedi ora inserita nell ambito del PLS2; da svolgersi tra gennaio e febbraio LINEA 2 SEMINARI, CONFERENZE, VISITE (Giuliano Panza: 2.1: Attivita di seminari e conferenze I Lincei per la Scuola (Panza, Matteucci) Lezioni Lincee in Fisica aperte a studenti di tutta la Regione accompagnati dai loro docenti: Svolgimento: Aula Magna UniTS, 18 dicembre 2008; locandina dell evento: vedi Conferenze a scuola: nelle singole scuole o raggruppate per scuole su alcuni poli; su richiesta (Gozzi e altri; vedi ) 2.2: Visite ai grandi Laboratori (Giorgi) Visita al CERN, preceduta da seminari introduttivi sulla Fisica delle Particelle Elementari 2.3: Workshop di fine anno scolastico Con esperti esterni e presentazioni da parte degli studenti delle loro attivita originali e rielaborate, per diversi dei progetti sopraelencati; per la passata edizione (2007) vedi: LINEA 3 FORMAZIONE D ECCELLENZA (Maria Peressi: 3.1: Scuola Nazionale Estiva per studenti su tematiche di fisica moderna Iniziativa congiunta tra le sedi locali del PLS2-Fisica UniUD (Michelini) e UniTS (Pastore, Peressi). Tematiche previste: Meccanica Quantistica, Relativita, Meccanica Statistica e Fisica della Materia. Svolgimento: 6 giorni tentativamente a luglio 2009; sistemazione logistica e attivita laboratoriale non computazionale centrata a Udine; altra attivita a Trieste. Con il supporto logistico del Centro Internazionale di Fisica Teorica di Trieste (ICTP). Destinatari: max. 50 studenti maggiorenni (numero subordinato ai finanziamenti disponibili) selezionati da tutta Italia, assistiti da circa 20 tutors e docenti. 3

4 3.2: Preparazione Olimpiadi di Fisica Enti promotori: - Gruppo Olimpiadi dell Associazione per l Insegnamento della Fisica (prof.ssa Cavaggioni; Milotti, Comelli) 5 incontri da 3 ore l uno tra meta dicembre 2008 e meta febbraio Destinatari: Studenti (25) degli ultimi anni delle scuole secondarie delle province di Trieste e Gorizia ammessi alla gara regionale delle Olimpiadi di Fisica. LINEA 4 FORMAZIONE/SUPPORTO INSEGNANTI (Giorgio Pastore: 4.1 IL LABORATORIO DEL SAPERE SCIENTIFICO: Proposte per l innovazione della didattica della fisica a Trieste gruppo di lavoro con docenti di scuole del territorio- docenti UniTS- esperti esterni, finalizzato alla innovazione didattica nei curricula di Fisica delle scuole coinvolte e per delineare le competenze necessarie per l'accesso ai corsi universitari. (promosso da: Liceo Scientifico Galilei di Trieste, Associazione per la Didattica con le Tecnologie, UniTS) (Rambelli; Pastore, Peressi, Margagliotti, Budinich) 4.2 Minicorso di formazione su alcuni temi con approccio congiunto esperimento reale/simulazione numerica (Budinich, Milotti, Pastore, Peressi) Cicli di 3 x 2 ore per tema; Attivita seminariale e hands-on in laboratorio e aula informatica; iniziata marzo 2008 (tema: rifrazione in mezzi non omogenei); prosecuzione a.s. 2008/2009 su un altro tema (sinergia con il progetto Scuole Aperte) 4.3 Supporto on-site agli insegnanti per utilizzo materiale laboratori scolastici e preparazione esperienze didattiche (Budinich) LINEA 5 Progetto SCIENZA&SPORT (Anna Gregorio: Il Progetto SCIENZA&SPORT: Scienza per capire lo sport - sport per capire la scienza e un attività interdisciplinare in collaborazione tra le aree di Fisica, Chimica e Matematica di UniTS, destinata a docenti e studenti delle scuole della regione Friuli Venezia Giulia e delle scuole di lingua italiana della regione istriana. Questa attivita, dedicata come tutto il PLS2 all ultimo biennio delle scuole superiori, e in connessione con un piu ampio progetto di divulgazione, articolato e diversificato per un pubblico piu ampio, presentato da UniTS in risposta al Bando ex. Art. 4 legge 6/2000 (D.M. 08/02/2008 prot.n. 174/Ric/2008) e ora in fase di valutazione.. Scopo e la diffusione della cultura scientifica tra gli studenti prendendo come esempio un campo d interesse molto sentito dai giovani e sottolineando gli aspetti positivi e l utilità delle scienze (in particolare di chimica, fisica e matematica) in questo contesto. L attività si svolgerà in diverse fasi: Prima fase: seminari indirizzati agli insegnanti (ad es. su: modelli matematici e fisici per il nuoto, l atletica, il pattinaggio, lo sci, la vela; rilevanza della chimica nella scelta dei materiali quali tute per il nuoto, scioline e materiali per gli sci, vele e scafi delle barche, nella scelta dell alimentazione e nella descrizione delle molecole e macromolecole biologiche coinvolte nelle attività agonistiche) Seconda fase: gruppi di lavoro tra docenti universitari e insegnanti tutor (*) in cui verranno scelti particolari argomenti e si progetteranno le attività di laboratorio con gli studenti, comprendenti l uso di strumenti informatici e multimediali ((*) selezionati in seguito ad apposito bando). Terza fase: realizzazione dei laboratori nelle scuole, con programmi predefiniti e a gruppi di ragazzi che si impegnino per un numero di ore prefissato. Uscite sul campo con esperti dei vari sport. Quarta fase: incontri conclusivi tra tutti i partecipanti al progetto, aperti al pubblico. Quinta fase: raccolta ed organizzazione del materiale, in modo da garantire la replicabilità del progetto (presentazioni relative ai seminari; filmati; articoli di riflessione ed analisi didattica sui 4

5 laboratori ) In particolare, indipendentemente dall esito della valutazione del progetto Scienza&Sport come progetto di divulgazione scientifica, l attivita all interno del PLS comprendera sicuramente La Fisica della Vela e dello sci (Budinich, Gregorio): Seminari di un paio d'ore presso le scuole della Regione; stage e visite di studenti e docenti delle scuole presso laboratori in Universita. ALTRE AZIONI: PAGINA WEB del PLS-UniTS Nel Febbraio 2006 è stato attivato il sito WEB del Progetto Lauree Scientifiche di UniTS (http://www.laureescientifiche.units.it/) dove è illustrato lo scopo del progetto e sono riportate le iniziative intraprese nell ambito della Chimica, della Fisica e della Matematica (per questa ultima disciplina anche in collaborazione con UniUD). Il sito, costantemente aggiornato, continuerà a costituire un importante mezzo di comunicazione per le attività del progetto. CONTATTI: Le Scuole interessate sono invitate a prendere contatti con i responsabili delle varie linee d azione o con la responsabile dell intero progetto; indirizzi dei docenti indicati per le varie attivita si trovano sul sito dell Universita di Trieste: Per informazioni riguardanti il Corso di Studi in Fisica dell Universita di Trieste si rimanda a: 5

Progetto/Piano Lauree Scientifiche. Nicola Vittorio Università di Roma, Tor Vergata

Progetto/Piano Lauree Scientifiche. Nicola Vittorio Università di Roma, Tor Vergata Progetto/Piano Lauree Scientifiche Nicola Vittorio Università di Roma, Tor Vergata La crisi delle vocazioni scientifiche 10000 4500 8500 LS 3850 Chimica Fisica Matematica 3200 7000 2550 5500 1900 4000

Dettagli

liceo scienze applicate

liceo scienze applicate imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein liceo scienze applicate liceo scientifico SCIENZE APPLICATE LICEO SCIENTIFICO, PERCHè L ISTITUTO SOBRERO RAPPRESENTA UN POLO FORMATIVO

Dettagli

IL POLO DI BOLOGNA EMILIA ROMAGNA Progetto I lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale

IL POLO DI BOLOGNA EMILIA ROMAGNA Progetto I lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale IL POLO DI BOLOGNA EMILIA ROMAGNA Progetto I lincei per una nuova didattica nella scuola: una rete nazionale RISULTATI E PROSPETTIVE Antonio Danieli Direttore Generale Fondazione Golinelli GLI ATTORI Promotori

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. GENTILI. Liceo Linguistico - Liceo Scienze umane - San Ginesio Liceo Scientifico - Sarnano

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. GENTILI. Liceo Linguistico - Liceo Scienze umane - San Ginesio Liceo Scientifico - Sarnano ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. GENTILI L Istituto di Istruzione Superiore A. Gentili ha la sede centrale a San Ginesio Dove vi sono due indirizzi: Il Liceo Linguistico Il Liceo delle Scienze Umane

Dettagli

L Istituto di Istruzione Superiore A. Gentili ha la sede centrale a San Ginesio

L Istituto di Istruzione Superiore A. Gentili ha la sede centrale a San Ginesio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE A. GENTILI L Istituto di Istruzione Superiore A. Gentili ha la sede centrale a San Ginesio Liceo Linguistico - Liceo Scienze umane - San Ginesio Liceo Scientifico - Sarnano

Dettagli

I PROGETTI per la VALORIZZAZIONE delle ECCELLENZE

I PROGETTI per la VALORIZZAZIONE delle ECCELLENZE I PROGETTI per la VALORIZZAZIONE delle ECCELLENZE dall Albo d oro. Nell a.s. 2008-2009 il lavoro delle classi 4CL e 4DL Giustizia e Legalità sul tema della rieducazione dei detenuti e della loro reintegrazione

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Fisica Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...1 1. Obiettivi specifici del corso...1 2. Risultati di apprendimento

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA MECCANICA Classe di appartenenza: LM-33 - INGEGNERIA MECCANICA MECHANICAL ENGINEERING REGOLAMENTO DIDATTICO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ZANON

ISTITUTO TECNICO ZANON SCUOLA APERTA sabato 23 novembre 2013 sabato 7 dicembre 2013 sabato 25 gennaio 2014 ore 15.00 18.00 www.itzanon.gov.it ISTITUTO TECNICO ZANON DAL 1866 LA SCUOLA DELL INNOVAZIONE UDINE - P.le Cavedalis,

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea in Scienze Psicologiche. Classe di appartenenza: L - 24 Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea in Scienze Psicologiche Classe di appartenenza: L - 24 Psychological Studies REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Presentazione

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016

Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Fisica Manifesto degli Studi A.A. 2015/2016 Indice: Premessa, Borse di studio, Internazionalizzazione 1) Titoli accademici 2) Requisiti di ammissione 3) Periodo

Dettagli

liceo scientifico sportivo

liceo scientifico sportivo imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein liceo scientifico sportivo L ISTITUTO SOBRERO RAPPRESENTA UN POLO FORMATIVO TECNICO-SCIENTIFICO DOTATO DI 35 LABORATORI MODERNI E DI

Dettagli

ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE I.T.C.G. L. EINAUDI LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO ALLEGATO 2 PROGETTI. Anno scolastico 2014-2015

ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE I.T.C.G. L. EINAUDI LICEO SCIENTIFICO G. BRUNO ALLEGATO 2 PROGETTI. Anno scolastico 2014-2015 ISTITUTO D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE I.T.C.G. L. EINAUDI LICEO SCIENTIFICO G. BRU ALLEGATO 2 PROGETTI Anno scolastico 2014-2015 Approvato dal Collegio dei Docenti con delibera n. 3/2 del 10 Settembre

Dettagli

Curriculum Associazione McQuadro

Curriculum Associazione McQuadro 22 Aprile 2010. Curriculum Associazione McQuadro Si costituisce a Roma l Associazione Culturale McQuadro. L associazione non persegue fini di lucro e si pone come obiettivo la diffusione della cultura

Dettagli

Sez. LICEO SCIENTIFICO I.I.S. B F RUNO RANCHETTI

Sez. LICEO SCIENTIFICO I.I.S. B F RUNO RANCHETTI Sez. LICEO SCIENTIFICO I.I.S. B F RUNO RANCHETTI Il Liceo Scientifico G. Bruno, situato in centro a Mestre, vicino al Parco Albanese, è bene inserito nel ricco contesto culturale del Comune di Venezia,

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE

LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE LICEO SCIENTIFICO delle SCIENZE APPLICATE (Ex Liceo Scientifico Tecnologico) Liceo delle Scienze Applicate ovvero l evoluzione della più importante sperimentazione degli ultimi venti anni, quella del Liceo

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione ISTITUTO STATALE DI ISTRUZIONE SUPERIORE TECNICA E LICEALE GALILEO GALILEI LICEO DELLE SCIENZE UMANE TECNICO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING TECNICO SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI Ministero della Pubblica

Dettagli

Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F.

Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2014/15 3. PIANI DI STUDIO 3.1 Finalità e obiettivi

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA DIPARTIMENTO DI ARTE COREUTICA Indice TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI SULL ORGANIZZAZIONE E IL FUNZIONAMENTO DEI CORSI DI STUDIO CAPO I - Generalità,

Dettagli

L Istituto Galileo GALILEI di Crema

L Istituto Galileo GALILEI di Crema L Istituto Galileo GALILEI di Crema in continuità con la sua proposta formativa propone, a partire dall a.s. 2010/11, corsi quinquennali di: - ISTITUTO TECNOLOGICO, diurni e serali (ex ITIS) - LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

ORIENTAMENTO IN USCITA Prossimi appuntamenti Classi quarte e quinte

ORIENTAMENTO IN USCITA Prossimi appuntamenti Classi quarte e quinte ORIENTAMENTO IN USCITA Prossimi appuntamenti Classi quarte e quinte IN PRIMO PIANO A BREVE INCONTRO CON I GENITORI Solo per le classi quarte Incontro di presentazione delle attività di orientamento (prof.ssa

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Scienza dei Materiali. Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...2 1. Obiettivi specifici del corso...2 2.

Dettagli

Una scuola dove formazione significa ricerca

Una scuola dove formazione significa ricerca www.sissa.it SISSA via Bonomea, 265 34136 Trieste Italia tel +39 040 3787111 info@sissa.it Una scuola dove formazione significa ricerca La Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA), fondata

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali. Lauree magistrali. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX matematiche, fisiche e naturali Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246 Siamo

Dettagli

LS - OSA e gli esami di Stato

LS - OSA e gli esami di Stato LS - OSA e gli esami di Stato Prof. Settimio Mobilio Dipartimento di Scienze Università Roma Tre Progetto LS-OSA Progetto per accompagnare il nuovo indirizzo del Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate

Dettagli

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA

Università degli Studi di Firenze. Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA Università degli Studi di Firenze Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA D.M. 22/10/2004, n. 270 Regolamento didattico - anno accademico 2014/2015 1 Premessa Denominazione del corso Denominazione

Dettagli

POLO DI BOLOGNA/EMILIA ROMAGNA I LINCEI PER UNA NUOVA DIDATTICA NELLA SCUOLA: UNA RETE NAZIONALE

POLO DI BOLOGNA/EMILIA ROMAGNA I LINCEI PER UNA NUOVA DIDATTICA NELLA SCUOLA: UNA RETE NAZIONALE Polo di /Emilia Romagna I Lincei per una nuova didattica nella scuola: Una rete nazionale POLO DI BOLOGNA/EMILIA ROMAGNA I LINCEI PER UNA NUOVA DIDATTICA NELLA SCUOLA: UNA RETE NAZIONALE 1. OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

Progetto POF LAB 3 a.s. 2014-2015. Concorso CusMiBio Una settimana da ricercatore 2015

Progetto POF LAB 3 a.s. 2014-2015. Concorso CusMiBio Una settimana da ricercatore 2015 Progetto POF LAB 3 a.s. 2014-2015 Concorso CusMiBio Una settimana da ricercatore 2015 Nel precedente a.s. 2013-2014, alcuni studenti dell Istituto hanno partecipato all edizione 2014 del concorso Una settimana

Dettagli

Il Progetto di orientamento in uscita, realizzato nel corso dell A.S. 2014-15 e rivolto

Il Progetto di orientamento in uscita, realizzato nel corso dell A.S. 2014-15 e rivolto Pag. 1 di 6 Al Dirigente scolastico Al Collegio dei docenti PROGETTO ORIENTAMENTO IN USCITA Docente responsabile: prof.ssa Nicoletta De Caro Relazione finale Il Progetto di orientamento in uscita, realizzato

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Regolamento didattico del corso di studio per il conseguimento della laurea in Fisica dell Atmosfera e Meteorologia Art.1 - Norme generali...1 Art.2 - Obiettivi formativi...1 1. Obiettivi specifici del

Dettagli

Via Querini, 6-34147 TRIESTE C.F. e P.IVA 01037450325 Tel. +39 040 0640324 - Fax +39 040 829712 info@assoforma.org

Via Querini, 6-34147 TRIESTE C.F. e P.IVA 01037450325 Tel. +39 040 0640324 - Fax +39 040 829712 info@assoforma.org Via Querini, 6-34147 TRIESTE C.F. e P.IVA 01037450325 Tel. +39 040 0640324 - Fax +39 040 829712 info@assoforma.org CHI SIAMO L Associazione Assoforma è un associazione, nata per offrire dei percorsi formativi

Dettagli

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015

Programmazione didattica per Matematica. Primo Biennio. a.s. 2014-2015 Programmazione didattica per Matematica Primo Biennio a.s. 2014-2015 Obiettivi educativi e didattici. Lo studio della matematica, secondo le indicazioni nazionali, concorre con le altre discipline, alla

Dettagli

LICEO STATALE BERTRAND RUSSELL. Classico Scientifico Linguistico

LICEO STATALE BERTRAND RUSSELL. Classico Scientifico Linguistico LICEO STATALE BERTRAND RUSSELL Classico Scientifico Linguistico Via Tuscolana 208, 00182 Roma; Tel. 06/121123005 Fax 06/7023714 e-mail: rmpc48000p@istruzione.it Sito Internet: www.liceorussellroma.it Succursale:

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Classe di appartenenza: L-8 Ingegneria dell Informazione Computer Science and Engineering REGOLAMENTO DIDATTICO

Dettagli

Il Piano Lauree Scientifiche (PLS) 2010-2012

Il Piano Lauree Scientifiche (PLS) 2010-2012 Il Piano Lauree Scientifiche (PLS) 2010-2012 Come è già stato precisato nella relazione 2011 che figura nei documenti SIS, il PLS nella sua ultima edizione ha coinvolto la Statistica inserendola, insieme

Dettagli

BANDO di SELEZIONE della FONDAZIONE ITS PRIME per l ammissione ai Corsi di

BANDO di SELEZIONE della FONDAZIONE ITS PRIME per l ammissione ai Corsi di BANDO di SELEZIONE della FONDAZIONE ITS PRIME per l ammissione ai Corsi di TECNICO SUPERIORE PER L INNOVAZIONE DI PROCESSI E PRODOTTI MECCANICI Nuove Tecnologie per il Made in Italy Sistema Meccanica Toscana

Dettagli

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015

Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Piacenza Liceo Respighi 17 e 24 marzo 2015 Paolo Montagna, Paolo Vitulo Dipartimento di Fisica Università di Pavia INFN Sezione di Pavia paolo.montagna@unipv.it, it paolo.vitulo@unipv.it http://fisica.unipv.it/fisnucl/

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze Forestali e Ambientali Classe: LM73 Sede: Potenza Gruppo di Riesame:

Dettagli

PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID

PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID Documenti di base a cura di Anna Lepre, Isabella Marini, Silvia Zanetti e Anna Pascucci 1 PROGRAMMA Scientiam Inquirendo Discere SID Documenti di base INTRODUZIONE

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA BASILICATA Rapporto di Riesame Iniziale relativo all a.a. 2011/12 Denominazione del Corso di Studio: Scienze e Tecnologie Alimentari Classe: LM70 Sede: Potenza Indicare chi

Dettagli

LA NORMATIVA SULL ORIENTAMENTO 1/5

LA NORMATIVA SULL ORIENTAMENTO 1/5 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Friuli Venezia Giulia - Direzione Generale ORIENTARE AL LAVORO E ALLA FORMAZIONE POST-SECONDARIA Costruire

Dettagli

LINEE GUIDA TFA FISICA

LINEE GUIDA TFA FISICA LINEE GUIDA TFA FISICA PREMESSA La macchina dei TFA si è ormai messa in moto in molte Università italiane e la Commissione Didattica della SIF ha ritenuto opportuno individuare delle linee guida da proporre

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio

Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale In Ingegneria Informatica Facoltà di Ingegneria Università degli Studi del Sannio ART. 1 Definizioni 1. Ai sensi del presente Regolamento s intende:

Dettagli

[IDENTITÀ E ALTERITÀ]

[IDENTITÀ E ALTERITÀ] RETE REGIONALE PER LA FILOSOFIA E GLI STUDI UMANISTICI 3.A SUMMER SCHOOL DI FILOSOFIA E TEORIA CRITICA [IDENTITÀ E ALTERITÀ] [FILOSOFIA, ANTROPOLOGIA, CULTURA] GRADO, GRAND HOTEL ASTORIA, 21-26 SETTEMBRE

Dettagli

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA

ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA Indirizzo Produzioni industriali e artigianali Articolazione Artigianato ISTITUTO PROFESSIONALE GRAFICA CARATTERI E FINALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA I percorsi degli Istituti professionali si caratterizzano

Dettagli

SISSA, DOVE CRESCONO I TALENTI. I numeri della Sissa. 239 studenti iscritti. di cui. 78 stranieri. 85 donne

SISSA, DOVE CRESCONO I TALENTI. I numeri della Sissa. 239 studenti iscritti. di cui. 78 stranieri. 85 donne Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati via Beirut 4-34051 Trieste Phone: +39-040-378711 Fax:+39-040-3787528 Web: www.sissa.it SISSA, DOVE CRESCONO I TALENTI I numeri della Sissa 8 settori di

Dettagli

Presentazione+delle+prove+di+verifica+delle+conoscenze++ per+l ingresso+ai+corsi+di+laurea+scientifici+++

Presentazione+delle+prove+di+verifica+delle+conoscenze++ per+l ingresso+ai+corsi+di+laurea+scientifici+++ Conferenza Nazionale dei Presidenti e dei Direttori delle Strutture Universitarie di Scienze e Tecnologie Piano Nazionale Lauree Scientifiche Presentazione+delle+prove+di+verifica+delle+conoscenze++ per+l

Dettagli

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO

Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO Scuola ARCHITETTURA E DESIGN Eduardo Vittoria REGOLAMENTO del Corso di Laurea magistrale in DESIGN (Classe LM - 12 ) Anno Accademico di istituzione: 2009-2010 Art. 1. Organizzazione del corso di studio

Dettagli

Liceo Scientifico N. Copernico. Indirizzo Scienze Motorie e Sportive

Liceo Scientifico N. Copernico. Indirizzo Scienze Motorie e Sportive Liceo Scientifico N. Copernico Indirizzo Scienze Motorie e Sportive Perché candidarsi? Il liceo Copernico vanta un' ottima tradizione sportiva con eccellenti risultati raggiunti negli anni dalle rappresentative

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN FISICA SPERIMENTALE - CLASSE 20/S FISICA

REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN FISICA SPERIMENTALE - CLASSE 20/S FISICA REGOLAMENTO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN FISICA SPERIMENTALE - CLASSE 20/S FISICA Art. 1 Denominazione del Corso di Laurea e Classe d appartenenza 1. E istituito, presso l Università degli Studi

Dettagli

PROGETTO TANDEM DAI BANCHI DI SCUOLA ALLE AULE

PROGETTO TANDEM DAI BANCHI DI SCUOLA ALLE AULE PROGETTO TANDEM DAI BANCHI DI SCUOLA ALLE AULE UNIVERSITARIE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 http://tandem.univr.it/2014-15 Progetto Tandem UniVr L'idea del progetto è quella di mettere in contatto le Istituzioni

Dettagli

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO Alternanza scuola/lavoro l alternanza non è uno strumento formativo, ma si configura piuttosto come una metodologia formativa, una vera e propria modalità di apprendere PERCORSO INNOVATIVO DI ALTERNANZA

Dettagli

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in:

Percorso formativo in: Ingegneria gestionale. Corso di laurea triennale in: Corso di laurea magistrale in: Percorso formativo in: Ingegneria gestionale Corso di laurea triennale in: Ingegneria gestionale Corso di laurea magistrale in: Ingegneria gestionale CORSO DI LAUREA TRIENNALE IN INGEGNERIA GESTIONALE

Dettagli

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali

Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT. Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali Regolamento Didattico del Corso di laurea di II livello in: MANAGEMENT Classe delle lauree specialistiche 84/S Scienze economico-aziendali ART. 1 Istituzione del corso di laurea in Management (MGT) Presso

Dettagli

Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA

Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA Istituto di Istruzione Superiore CREMONA con sezioni associate L.S.S. L. CREMONA e ITE G. ZAPPA Liceo Scientifico Luigi Cremona Metro Il Liceo Scientifico Cremona è facilmente raggiungibile MM3 Zara Maciachini

Dettagli

Corso di laurea in Matematica (classe L-35) Manifesto degli studi per l a.a. 2015/2016

Corso di laurea in Matematica (classe L-35) Manifesto degli studi per l a.a. 2015/2016 Corso di laurea in Matematica (classe L-35) Manifesto degli studi per l a.a. 2015/2016 1. Scheda informativa Sede didattica Genova Via Dodecaneso 35 Dipartimento di riferimento Dipartimento di Matematica

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERFACOLTA IN INFORMAZIONE ED EDITORIA (CLASSE LM-19)

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERFACOLTA IN INFORMAZIONE ED EDITORIA (CLASSE LM-19) REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERFACOLTA IN INFORMAZIONE ED EDITORIA (CLASSE LM-19) Art. 1 Premessa ed ambito di competenza. Il presente Regolamento, in conformità allo Statuto

Dettagli

Il Master in Didattica delle Scienze per Insegnanti di Scuola Primaria dell Università di Torino

Il Master in Didattica delle Scienze per Insegnanti di Scuola Primaria dell Università di Torino La qualità nell'insegnamento delle scienze Convegno conclusivo del Master sulla Didattica delle scienze Università degli Studi di Milano-Bicocca, 9-10 novembre 2009 Il Master in Didattica delle Scienze

Dettagli

SESSIONE ANTICIPATA PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI. 17-31 marzo 2015. Informazioni e istruzioni. per gli Studenti

SESSIONE ANTICIPATA PER GLI STUDENTI DELLE SCUOLE SUPERIORI. 17-31 marzo 2015. Informazioni e istruzioni. per gli Studenti Conferenza Nazionale dei Presidenti e dei Direttori delle Strutture Universitarie di Scienze e Tecnologie Piano Nazionale Lauree Scientifiche VERIFICA DELLE CONOSCENZE PER L INGRESSO SESSIONE ANTICIPATA

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Regolamento didattico Corso di laurea magistrale LM12 - Design Navale e Nautico

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Regolamento didattico Corso di laurea magistrale LM12 - Design Navale e Nautico UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Regolamento didattico Corso di laurea magistrale LM12 - Design Navale e Nautico Art. 1 Premessa e ambito di competenza Il presente Regolamento, in conformità allo Statuto

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI

LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI LICEO SCIENTIFICO STATALE LEONARDO DA VINCI INFORMAZIONI PER GLI STUDENTI DI 3 a MEDIA Viale Europa, 32-31100 TREVISO - tel. 0422 23927 - fax 0422 432 362 e-mail : liceodavinci@tin.it sito web: www.liceodavincitv.it

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERCLASSE IN FINANZA E METODI QUANTITATIVI PER L ECONOMIA CLASSI DELLE LAUREE MAGISTRALI LM-1 e LM-83 AI SENSI DEL D.M. 270/2004 (FIN) (Sede

Dettagli

Cos è la Scuola Galileiana

Cos è la Scuola Galileiana Cos è la Scuola Galileiana Cos è la Scuola Galileiana Cinque anni di eccellenza È la Scuola d eccellenza dell Università di Padova. Un opportunità in più da cogliere per chi si iscrive per la prima volta

Dettagli

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE

Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE Corso di laurea in SCIENZE E TECNICHE PSICOLOGICHE A.A. 2014/2015 Anno Accademico 2014/2015 I ANNO II ANNO III ANNO E2401P - Scienze e tecniche psicologiche (Classe L-24 D.M. 270/2004) Attivato Attivato

Dettagli

Liceo Primo Levi Liceo Primo Levi Mont n e t belluna

Liceo Primo Levi Liceo Primo Levi Mont n e t belluna Liceo Primo Levi Liceo Primo Levi Montebelluna LICEO PRIMO LEVI MONTEBELLUNA I CORSI PRESENTI NELLA NOSTRA SCUOLA QUALCHE DATO SULLA SCUOLA ALCUNI DEI PROGETTI REALIZZATI IN ISTITUTO PROGETTO PILOTA (0000)

Dettagli

E un Progetto Didattico Nazionale promosso dal MIUR DG per gli ordinamenti scolastici e per l autonomia scolastica

E un Progetto Didattico Nazionale promosso dal MIUR DG per gli ordinamenti scolastici e per l autonomia scolastica E un Progetto Didattico Nazionale promosso dal MIUR DG per gli ordinamenti scolastici e per l autonomia scolastica Nato nel giugno del 2010 È stato, nel 2012, esteso ad altri tre Atenei: UNICAM UNICAL

Dettagli

Individuazione delle buone pratiche in atto nell Istituto

Individuazione delle buone pratiche in atto nell Istituto Liceo Scientifico G.Galilei Via Ceresina - Caselle di Selvazzano Dentro (PD) Individuazione delle buone pratiche in atto nell Istituto Attività facoltative e opzionali Il liceo G. Galilei offre agli studenti

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2015-2017

Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2015-2017 Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2015-2017 1 Introduzione: organizzazione e funzioni dell amministrazione Chi siamo: definizione,

Dettagli

A cura prof.ssa Brunella Pellegrini

A cura prof.ssa Brunella Pellegrini A cura prof.ssa Brunella Pellegrini 1 IMPOSTAZIONE METODOLOGICA L istituto da anni e orientato alla sperimentazione delle nuove tecnologie nella didattica curricolare ed extracurricolare. Il personale

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ISTITUTO TECNICO PER LE ATTIVITÀ SOCIALI «G. D Annunzio»

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ISTITUTO TECNICO PER LE ATTIVITÀ SOCIALI «G. D Annunzio» ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ISTITUTO TECNICO PER LE ATTIVITÀ SOCIALI «G. D Annunzio» Via I. Brass, 22 34170 Gorizia tel. 0481/535190 fax 0481/536601 ISTITUTO STATALE D ARTE «M. Fabiani»

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE. REGOLAMENTO DIDATTICO del. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERATENEO in FISICA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE. REGOLAMENTO DIDATTICO del. CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERATENEO in FISICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TRIESTE UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO del CORSO DI LAUREA MAGISTRALE INTERATENEO in FISICA Classe di Laurea Magistrale LM-17 DM 270/2004, art. 12 R.D.A.

Dettagli

Università degli Studi di Udine Decreto Rettorale

Università degli Studi di Udine Decreto Rettorale N. del Università degli Studi di Udine Prot. Tit. I cl. 7 Oggetto: attivazione Master universitario di II livello in Innovazione Didattica in Fisica e Orientamento - aa.aa. 2005/2006 2006/07. IL RETTORE

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA

CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI CORSO DI LAUREA IN INFORMATICA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I Finalità e Ordinamento didattico Art. 1 Premesse e Finalità

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI Master universitario di II livello in WEB INTELLIGENCE e DATA SCIENCE a.a. 2015/2016 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 È attivato per l'a.a. 2015/2016 presso l'università

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2014 2016

Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2014 2016 Programma triennale per la trasparenza e l integrità della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati 2014 2016 1 Introduzione: organizzazione e funzioni dell amministrazione Chi siamo: definizione,

Dettagli

Rapporto sintetico progetto locale. http://fisicavolta.unipv.it/didattica/ pls. Orientamento e formazione Fisica insegnanti

Rapporto sintetico progetto locale. http://fisicavolta.unipv.it/didattica/ pls. Orientamento e formazione Fisica insegnanti Orientamento e formazione Fisica insegnanti Rapporto sintetico progetto locale Pavia Responsabile Borghi Lidia E-Mail borghi@fisicavolta.unipv. it Sito web http://fisicavolta.unipv.it/didattica/ pls Progetto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO Università degli studi di Padova Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali CORSO DI LAUREA IN MATEMATICA REGOLAMENTO DIDATTICO TITOLO I Finalità e Ordinamento didattico Art. 1 Premesse e Finalità

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN FISICA

CORSO DI LAUREA IN FISICA Università degli Studi di Trieste MANIFESTO DEGLI STUDI CORSO DI LAUREA IN FISICA A.A. 2015-201 Classe L-30 Scienze e Tecnologie Fisiche (D.M. 270/04) INDICE: PREMESSA 1. TITOLI ACCADEMICI 2. PRESENTAZIONE

Dettagli

Z. Bauman, rielaborato da studenti di prima liceo

Z. Bauman, rielaborato da studenti di prima liceo Non esistono nè maestri nè allievi, o meglio, ognuno impara da se stesso, ma soprattutto dal mondo che lo circonda; lo stesso fa chi ci sta a fianco, che prenderà insegnamenti da noi e così il mondo è

Dettagli

FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale

FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale FACOLTA DI INGEGNERIA CLASSE DELLE LAUREE SPECIALISTICHE IN INGEGNERIA GESTIONALE (34/S) Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Gestionale Regolamento Didattico Art. 1 Attivazione del Corso di Studio

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE JACOPO NIZZOLA TREZZO SULL ADDA OFFERTA FORMATIVA

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE JACOPO NIZZOLA TREZZO SULL ADDA OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE JACOPO NIZZOLA TREZZO SULL ADDA OFFERTA FORMATIVA L Istituto Tecnico Commerciale Jacopo Nizzola, attivo nella sua attuale sede di Via P. Nenni 10 dal 1991, fornisce agli studenti

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea magistrale in Architettura. Classe di laurea magistrale LM 4

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA. Corso di laurea magistrale in Architettura. Classe di laurea magistrale LM 4 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI UDINE REGOLAMENTO DIDATTICO DI CORSO DI LAUREA Corso di laurea magistrale in Architettura Classe di laurea magistrale LM 4 DM 270/2004, art. 12 R.D.A. art. 5 RIDD Approvato dal

Dettagli

Bozza,NV 20 Settembre DOCUMENTO INTRODUTTIVO

Bozza,NV 20 Settembre DOCUMENTO INTRODUTTIVO Bozza,NV 20 Settembre DOCUMENTO INTRODUTTIVO Comitato per lo Sviluppo della Cultura Scientifica e Tecnologica Roma, 8 Ottobre 2010 Premessa Il problema dello sviluppo della cultura Scientifica e Tecnologica

Dettagli

Al sito web dell USR Puglia

Al sito web dell USR Puglia Prot. AOODRPU n. 1665/1 Bari, 19.02.2014 Il dirigente: dr.ssa Anna Cammalleri Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche di Istruzione secondaria di II grado della Puglia LORO SEDI Ai docenti di Matematica,

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA FACOLTÀ DI FARMACIA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO IN FARMACIA (CLASSE LM-13 FARMACIA E FARMACIA INDUSTRIALE) Art. 1

Dettagli

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015

Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015. Senato Accademico 21/07/2015. Comitato Esecutivo 23/07/2015 Consiglio della Facoltà Dipartimentale di Ingegneria 20/07/2015 Senato Accademico 21/07/2015 Comitato Esecutivo 23/07/2015 REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA INDUSTRIALE INDICE TITOLO

Dettagli

LICEO GIOLITTI-GANDINO BRA

LICEO GIOLITTI-GANDINO BRA INDIRIZZI SCIENTIFICO SCIENZE APPLICATE LINGUISTICO CLASSICO SCIENZE UMANE NUOVO INDIRIZZO Dirigente: SCARFÌ prof.ssa Francesca www.liceidibra.com segreteria@pec.liceidibra.com LE RADICI DEL TUO FUTURO

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE 2014-15

DIPARTIMENTO DI SCIENZE 2014-15 DIPARTIMENTO DI SCIENZE 2014-15 LICEO CLASSICO E DELLE SCIENZE UMANE PLAUTO PREMESSA L insegnamento delle Scienze naturali ha il fine di far acquisire allo studente conoscenze disciplinari e metodologie

Dettagli

Dal 1769 REGOLAMENTO DIDATTICO

Dal 1769 REGOLAMENTO DIDATTICO Dal 1769 REGOLAMENTO DIDATTICO Accademia di Belle Arti di Carrara Regolamento didattico Titolo I - Principi generali Art. 1 - Finalità Art. 2 - Corsi di studio e Titoli Art. 3 - Crediti Formativi Accademici

Dettagli

ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE

ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI LICEO SCIENTIFICO opzione SCIENZE APPLICATE L Istituto Italo Calvino affronta una duplice sfida: rinnovare i tradizionali processi di apprendimento

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di INGEGNERIA Università degli Studi di Bergamo Facoltà di INGEGNERIA Corso di Laurea Magistrale in INGEGNERIA INFORMATICA Classe di appartenenza: LM-32 INGEGNERIA INFORMATICA COMPUTER SCIENCE AND ENGINEERING REGOLAMENTO

Dettagli

IL CORSO DI LAUREA IN FISICA (testo rielaborato dal booklet della Fisica - Progetto Nazionale Lauree Scientifiche )

IL CORSO DI LAUREA IN FISICA (testo rielaborato dal booklet della Fisica - Progetto Nazionale Lauree Scientifiche ) IL CORSO DI LAUREA IN FISICA (testo rielaborato dal booklet della Fisica - Progetto Nazionale Lauree Scientifiche ) LA FISICA: cosa studia La Fisica studia la Natura e le sue leggi Il suo campo di indagine

Dettagli

Fabbricando 12. Scuole in azienda I documenti dell esperienza. Settima edizione 2011/2012. Acciaierie b CON L ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Fabbricando 12. Scuole in azienda I documenti dell esperienza. Settima edizione 2011/2012. Acciaierie b CON L ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CON L ADESIONE DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Fabbricando 12 Scuole in azienda I documenti dell esperienza Settima edizione 2011/2012 Acciaierie b Acciaierie Bertoli Safau Spa Danieli Group Con il sostegno

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BIOLOGIA MOLECOLARE

CORSO DI LAUREA IN BIOLOGIA MOLECOLARE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA DIPARTIMENTO DI BIOSCIENZE CORSO DI LAUREA IN BIOLOGIA MOLECOLARE LAUREA MAGISTRALE CLASSE LM-6 BIOLOGIA ANNO ACCADEMICO 2015-2016 OBIETTIVI FORMATIVI Obiettivi formativi

Dettagli

Le proposte dal 2010-2011. Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo Linguistico.

Le proposte dal 2010-2011. Liceo Scientifico, Liceo Classico, Liceo Linguistico. Le proposte dal 2010-2011 Il Liceo Galilei attua la Riforma Gelmini, varata il 4 febbraio 2010, avvalendosi di un esperienza didattica e formativa maturata negli anni e supportata da un attento piano di

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI GENOVA FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE FISICHE E NATURALI REGOLAMENTO DIDATTICA DEL CORSO DI LAUREA IN FISICA Parte Generale Università Università degli Studi di GENOVA Classe

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ISTITUZIONE E L ATTIVAZIONE DEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DEL D.M. 270/04 OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI

LINEE GUIDA PER L ISTITUZIONE E L ATTIVAZIONE DEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DEL D.M. 270/04 OBIETTIVI GENERALI OBIETTIVI SPECIFICI LINEE GUIDA PER L ISTITUZIONE E L ATTIVAZIONE DEI CORSI DI STUDIO AI SENSI DEL D.M. 270/04 primo livello: OBIETTIVI GENERALI - incrementare il numero dei laureati - ridurre gli abbandoni avvicinando la

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica

Università degli Studi di Bergamo. Facoltà di Scienze della Formazione. Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica Classe di appartenenza: LM - 51 Clinical Psychology REGOLAMENTO DIDATTICO Art. 1 Presentazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INGEGNERIA DEL FOTOVOLTAICO

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INGEGNERIA DEL FOTOVOLTAICO MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN INGEGNERIA DEL FOTOVOLTAICO STATUTO Art. 1 Istituzione È istituito presso il Dipartimento di Ingegneria Elettronica dell Università degli Studi di Roma Tor Vergata,

Dettagli