Congressi di ordini professionali, convegni. Turismo congressuale: all italiana è meglio

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Congressi di ordini professionali, convegni. Turismo congressuale: all italiana è meglio"

Transcript

1 Oltre 111mila eventi, 20,8 milioni di congressisti ed un totale di 34,5 milioni di presenze: il turismo congressuale italiano, fotografato nell ultimo rapporto dell Osservatorio Congressuale Italiano redatto dall Università di Turismo congressuale: all italiana è meglio NUOVI BUSINESS di Viviana Vestrucci Bologna - Rimini Campus per il periodo dal 1 luglio 2007 al 30 giugno 2008, continua ad avere un posto importante nell industria dell ospitalità italiana. Il giro d affari complessivo stimato dagli esperti è di 22 miliardi di euro l anno Congressi di ordini professionali, convegni su temi scientifici o culturali, meeting di organizzazioni politiche, convention aziendali, forum e workshop internazionali oltre ad essere spazi di dibattito e confronto attirano masse di visitatori nelle grandi metropoli come nelle località turistiche più amene e nelle città d arte. Tra i congressisti che si spostano richiamati dagli appuntamenti nelle varie località c è anche una fetta di stranieri, che attraversano le frontiere portando introiti valutari e contribuendo così all attivo della bilancia dei pagamenti turistica, calcolato ogni mese dalla Banca d Italia tramite l indagine campionaria alle frontiere. A gennaio 2009 il saldo netto positivo della bilancia dei pagamento turistica ammontava a 71 milioni di euro, a fronte di 188 milioni di euro nello stesso mese dell anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia, per 1594 milioni di euro, sono diminuite del 6,2%; quelle dei viaggiatori italiani all estero, per 152

2 Corbis/Art on File 1523 milioni di euro, sono aumentate dello 0,8%, secondo le tabelle pubblicate sul sito della Banca d Italia nella sezione Statistiche sui rapporti con l estero, contenenti dati analitici sulla spesa turistica e sulle caratteristiche dei viaggi e dei viaggiatori L indagine sul turismo internazionale L Indagine campionaria sul turismo internazionale dell Italia, condotta dal 1996 al 2007 dall Ufficio Italiano dei Cambi (Uic), confluito nel gennaio 2008 nella Banca d Italia, offre informazioni aggiornate ogni mese sui flussi turistici monetari e fisici, in entrata (incoming) e in uscita (outgoing) in/dall Italia. Nell intero 2008 si è avuto un saldo netto positivo di milioni di euro, contro gli milioni di euro nell anno precedente. Le spese dei viaggiatori stranieri in Italia sono scese a milioni di euro da milioni di euro nel 2007, mentre le spese dei viaggiatori italiani oltre frontiera sono salite a milioni di euro da milioni di euro. In termini di numero di persone, i visitatori stranieri nel 2008 sono saliti a 71,7 milioni da 71,2 milioni nel 2007, mentre gli italiani espatriati per viaggi sono stati 57,4 milioni con un netto aumento da 52,5 milioni dell anno precedente. Quanto al numero di pernottamenti, per gli stranieri si registra un calo a 332 milioni circa nel 2008 contro i 351,2 milioni nel 2007; per gli italiani c è stato invece un aumento dei pernottamenti all estero a 245,3 milioni da 244,4 milioni nel I dati mostrano che la componente più importante dei viaggiatori stranieri, quella proveniente dai paesi dell Unione Europea, è scesa in termini numerici a 50,5 milioni nel 2008 da 50,6 milioni l anno precedente, ma ha speso di più con milioni di euro da milioni di euro. I viaggiatori provenienti dai paesi extra-ue invece sono aumentati di numero a 14,8 milioni da 13,6 milioni e hanno speso di più sborsando 3529 milioni di euro contro i 3364 milioni di euro del 2007, con un consistente apporto dai viaggiatori russi, saliti a 438mila da 305mila nel 2007, con una spesa cresciuta nel 2008 a 567 milioni di euro da 378 milioni di euro. Il grosso dei viaggiatori stranieri (58,3 milioni nel 2008) è venuto nel nostro Paese per motivi personali e soprattutto per vacanza (37,1 _Barcellona. International Convention Center milioni). Quelli arrivati per motivi di lavoro o affari sono stati 13,3 milioni e hanno speso 6839 milioni di euro. In questo gruppo quelli venuti per congressi sono stati 1,1 milioni lo scorso anno e hanno speso 597 milioni di euro, ben poco rispetto ai milioni di euro sborsati per le vacanze o ai 1224 milioni di euro per studi e corsi. Il turismo congressuale è tradizionalmente più ricco del turismo vacanziero, perché coinvolge persone con un potere d acquisto elevato. La spesa media per l alloggio del turista professionale è di euro contro i 55 del turista standard, quella per la ristorazione è di 50 euro contro 20, stando ai dati citati durante la XVII Convention mondiale delle Camere di Commercio italiane all estero tenutasi lo scorso ottobre a Rimini, e riportati dal sito specializzato Il turismo congressuale ha anche una funzione di traino per il settore in generale: chi ha avuto modo di apprezzare l ospitalità italiana durante una convention o un convegno di medicina, tenderà a ripetere l esperienza positiva tornando per le ferie. Il turismo congressuale ha quindi un elevato potenziale come fonte di ricavi, vista anche l attrazione che il patrimonio artistico e paesaggistico dell Italia esercita sui visitatori stranieri, ma ciò nonostante continua ad aver un peso ridotto rispetto a quanto succede in altri Paesi e soprattutto gli eventi internazionali hanno un ruolo modesto, visto che costituiscono solo il 5% del totale, contro il 30% della Spagna, come è stato sottolineato nel corso della Borsa del Turismo Congressuale organizzata a Roma in novembre. 153

3 _La nuova sede della Fiera di Milano Italia come sede di eventi internazionali Il ruolo ancora limitato del nostro Paese come sede di eventi internazionali è documentato dalle classifiche elaborate dall Icca (International Congress and Convention Association). L Icca, fondata nel 1963 quando il settore dei meeting e dei congressi cominciava a svilupparsi, oggi conta 850 membri in 83 Paesi ed è una delle principali organizzazioni di categoria a livello mondiale. Tra i suoi associati ci sono aziende ed organizzazioni specializzate nella gestione degli eventi. Dal 1972 Icca Data, divisione studi e ricerche dell associazione, raccoglie ed elabora i dati sui meeting organizzati da associazioni internazionali, frequentati da almeno 50 partecipanti, tenuti con cadenza regolare e che ruotano tra un minimo di tre diverse nazioni. Possono essere congressi sulla medicina (i più numerosi) o altre materie accademiche, riunioni di ordini professionali, assemblee promosse da movimenti sociali. Non rientrano nel raggio di Icca gli eventi del segmento corporate, cioè promossi dalle aziende, e quelli delle organizzazioni intergovernative. Dalla massa dei dati rilevati, Icca sforna un resoconto annuale del settore e le classifiche sulle 20 nazioni e città top dal punto di vista degli eventi internazionali. Lo scorso anno oltre al Rapporto Statistico 2007 The International Association Corbis_S. Amantini/Atlantide Phototravel Meetings Market 2007 è stato pubblicato anche quello decennale, The International Association Meetings Market Nello studio sul 2007 i ricercatori dell Icca hanno rilevato oltre 6500 eventi internazionali. La quota degli eventi tenuti in Europa è scesa al 55,7% nel 2007 dal 58,5% nel 2003, quella relativa al Nord America è calata all 11,5% dal14% circa alla fine degli anni Novanta, mentre per l Asia c è stato un aumento della quota di mercato al 18,8% dal 15% del Rispetto alle strutture scelte per i meeting, gli alberghi si sono confermati come la categoria più utilizzata, con il 41,4% degli eventi tenuti nel 2007, mentre i centri congressuali hanno perso qualche punto aggiudicandosi il 32,7% degli eventi dal 35,4% nel Le università hanno ospitato il 16,4% dei meeting e altre strutture, come castelli, navi ecc. il 9,5% degli eventi. La graduatoria in base al numero di eventi per Paese è guidata dagli Usa con 467 meeting, seguiti da Germania (430), Spagna (307), Gran Bretagna (282) e Francia (255), mentre l Italia si piazza al sesto posto con 250 meeting. Nella classifica in base al numero totale di partecipanti stimati in ciascun Paese, l Italia risulta invece seconda con persone, oltre 100mila in più rispetto al 2006, dopo gli Stati Uniti con In Italia quindi sono stati organizzati meno eventi ma di dimensioni più grandi che in altre nazioni. Analizzando la graduatoria delle città preferite in base al numero di incontri ospitati, Vienna, con 154 meeting, mantiene saldamente il primo posto come nei due anni precedenti, seguita da Berlino, salita di quattro posizioni, e Singapore, rimasta terza. Parigi e Barcellona sono rispettivamente al quarto e quinto posto, Budapest resta al sesto a pari merito con Lisbona. Pechino è una new entry tra le prime dieci e sale all ottava posizione dalla 13a nel Amsterdam è nona, guadagnando tre posti e Madrid, 19a nel 2006, chiude il gruppo delle top 10. La prima città italiana classificata è Roma, al 32 posto con 44 eventi, a pari merito con Buenos Aires e Ginevra. Le altre città italiane sono ulteriormente distaccate, con Firenze al 53 posto con 25 meeting internazionali ospitati nel 2007, Torino 93a con 14 eventi e Milano 108a con 13 eventi. Seguono in posizioni più basse della graduatoria Napoli e Venezia con 11 meeting, Pisa con 9, Catania 154

4 NUOVI BUSINESS L iniziativa Sicilia Convention Bureau Alla base del progetto c è la convinzione che il turismo congressuale sia un opportunità di sviluppo importante per la Sicilia, con un potenziale di milioni di euro di Pil addizionale e un indotto di nuovi posti di lavoro, come messo in luce dalla ricerca condotta da Boston Consulting Group, presentata lo scorso ottobre a Catania. Lo studio evidenzia la necessità per la Sicilia di colmare il divario rispetto a due agguerrite concorrenti in Europa, Vienna e la Catalogna, che possono contare sul supporto di Convention Bureau di grandissima professionalità ed efficacia. In Italia i Convention Bureau locali hanno spesso un operatività limitata e al Sud le strutture esistenti Olycom/Rex Features sono di recente costituzione e devono consolidarsi. Di qui la decisione di UniCredit, attraverso i Comitati Territoriali operanti nel Mezzogiorno, di avviare un progetto per creare efficienti Convention Bureau partendo dalla Sicilia, dove le bellezze naturali e artistiche e il buon livello dell offerta alberghiera, con 108mila posti letto e 125 sedi congressuali, consentono già di attrarre importanti flussi di turismo congressuale. Il primo atto concreto è stata la creazione di un Convention Bureau con sede a Catania, che opererà in collaborazione con le strutture e le istituzioni esistenti per lo sviluppo turistico delle aree di Messina (con Taormina), Catania, Siracusa e Ragusa e costituirà un esperienza pilota per estendere l iniziativa alle altre aree del Mezzogiorno. Sicilia Convention Bureau srl è il nome della nuova società, il cui capitale sarà aperto a nuovi soci scelti tra gli imprenditori locali, le associazioni degli operatori del settore e le istituzioni pubbliche. Direttore generale della società è Maja De' Simoni, che ha una ventennale esperienza nella pianificazione e nell'organizzazione di meeting e congressi. L obiettivo è un cambiamento di marcia nella gestione del turismo nell isola, introducendo metodi di lavoro adatti a soddisfare le esigenze del turismo congressuale, che richiede grande professionalità, una profonda conoscenza del mercato e capacità di programmare eventi con una pianificazione pluriennale. con 8, Genova con 7, Sorrento e Trieste con 6, Padova e Trento con 5 eventi. Se si analizzano i dati in base al numero totale stimato di partecipanti per città, Vienna è ancora prima con partecipanti nel 2007, seguita da Barcellona ( partecipanti) e Berlino (76.171). Cambia invece il posizionamento delle città italiane: Firenze si piazza al 23 posto con partecipanti, mentre Milano è al 28 con partecipanti. Quindi Firenze e Milano hanno ospitato meno eventi internazionali di Roma, ma frequentati da un pubblico molto più vasto. Nonostante l ingente patrimonio naturale, storico e artistico posseduto, l Italia non riesce insomma a competere con altre nazioni, come conferma anche la classifica elaborata dal World Economic Forum sulla competitività turistica di 133 Paesi, in cui l Italia si è piazzata al 21 posto in Europa e al 28 nella graduatoria mondiale, dominata da Svizzera, Austria, Germania e Francia. Nell edizione 2009 del Travel & Tourism Competitiveness Report per il 2009, gli esperti del World Economic Forum evidenziano per l Italia come punti di vantaggio competitivo le infrastrutture turistiche (terzo posto), le risorse culturali (quinto posto), la salute e l igiene e le infrastrutture per il trasporto aereo (27 posto per entrambi i parametri). Posizioni invece arretrate in fatto di competitività dei prezzi nel settore turistico (130 ), normative e regolamenti (71 ), sicurezza (82 ) e risorse naturali (90 ). L impatto della crisi economica sul settore Il mercato dei meeting internazionali in Italia rischia ora di non riuscire a decollare a causa della crisi economica e finanziaria generale, che si riflette negativamente su questo segmento più che su altri comparti del turismo. Il Rapporto dell Osservatorio Congressuale Italiano (Oci), realizzato dall Università di 155

5 TURISMO CONGRESSUALE: ALL ITALIANA E MEGLIO Bologna - Polo Scientifico-Didattico di Rimini e sostenuto dal Convention Bureau della Riviera di Rimini e dalla rivista «Meeting & Congressi», ha rilevato nell anno dal 30 giugno del 2007 al 1 luglio del 2008 un forte rallentamento della domanda di ospitalità congressuale in Italia con il progressivo peggioramento del ciclo economico. Il numero complessivo degli eventi è sceso dell 1,31% e le giornate di presenza sono calate dell 1,94%, solo il numero dei congressisti ha avuto un andamento ancora positivo e il trend discendente si è accentuato nel primo semestre del Secondo l Osservatorio, il settore congressuale italiano è caratterizzato da una permanenza media molto bassa, anche a causa della scarsa componente internazionale, che tende a ridursi progressivamente, mentre aumenta il peso degli eventi che coinvolgono congressisti provenienti dalla stessa regione. Stando ai dati raccolti, le giornate di presenza sono diminuite del 7,67% nel secondo semestre 2007 e del 3,64% nel primo semestre Quanto alla dimensione degli eventi, quelli con meno di 100 partecipanti mostrano un aumento del 35% nel secondo semestre 2007, che nel semestre successivo frena. Si evidenzia inoltre uno spostamento verso le classi dimensionali inferiori e nel 2008 anche il numero totale di incontri si riduce. Rispetto alla provenienza dei congressisti, il segmento più tartassato dalla crisi è quello internazionale: gli incontri internazionali registrano un calo del 63,57% nel primo semestre 2008 rispetto allo stesso periodo del 2007, secondo l Osservatorio, che ha previsto un ulteriore flessione del 61,31% nell ultimo semestre del 2008 rispetto al secondo semestre dell anno precedente. Gli incontri regionali sono gli unici che registrano performance positive in questa fase recessiva: crescono infatti nell ultima parte del 2007 in misura notevole e continuano a crescere anche nei due semestri successivi, quando anche il settore congressuale entra in recessione, dice il Rapporto dell Osservatorio.. Altro elemento tipico dell attività congressuale in Italia, la stagionalità, penalizza soprattutto il segmento dei congressi internazionali. Dai dati dell Osservatorio risultano eventi (congressi, convention, meeting, riunioni, incontri) nella seconda metà del 2007, mentre nel primo semestre 2008 il numero degli eventi resta poco sotto i 50mila non solo per il peggioramento del quadro economico generale, ma anche per il fattore stagionale. Le aziende operanti in alcune località tradizionalmente turistiche marine e montane privilegiano i clienti del segmento vacanze e accettano di ospitare eventi congressuali solo nella bassa stagione, limitando così il potenziale che la domanda legata a meeting, congressi, summit potrebbe offrire. Questa rigidità penalizza in particolare i promotori dei congressi internazionali, che non accettano limitazioni per la data di svolgimento degli eventi, dice lo studio. Analizzando i dati dal punto di vista dei promotori, le aziende sono gli unici committenti che, nonostante la congiuntura economica sfavorevole, registrano una dinamica positiva e si confermano come i principali clienti nel mercato congressuale italiano. Gli eventi promossi dalle aziende sono ancora in crescita nei due semestri analizzati dall Osservatorio (+55% e +22%), mentre diminuiscono quelli organizzati da partiti e associazioni. Nel trend generale ci sono però rilevanti differenze a seconda della tipologia di location. Le grandi e moderne strutture come i centri congressuali e i pala-congressi hanno registrato incrementi nel periodo considerato, sia in termini di numero di eventi che di partecipanti e di presenze, e il trend permane anche nelle previsioni formulate dall Osservatorio per la seconda metà del Le destinazioni congressuali La tendenza a spostarsi verso eventi sempre più piccoli e a carattere regionale favorisce i centri urbani minori a scapito delle grandi città e delle località marine; per le località non marine il numero di incontri varia di poco, ma la riduzione della dimensione media si traduce in una caduta del numero dei congressisti e delle presenze, sottolinea il Rapporto. Le città d arte risentono della recessione e registrano minori presenze congressuali, 156

6 NUOVI BUSINESS mentre nelle località turistiche si riduce solo il numero degli incontri, ma le presenze crescono grazie alla permanenza dei grandi eventi, che in alcune di queste località trovano strutture congressuali efficienti e tariffe alberghiere convenienti. Le località turistiche e le piccole città sembrano posizionate meglio per resistere alla crisi, con un offerta più conveniente e varia e dimensioni adatte anche a eventi più piccoli e brevi. L Osservatorio ha identificato le dieci destinazioni più rilevanti per tipi di location congressuali disponibili e per livello dell offerta, valutato in base al numero di aziende congressuali e alla loro capienza. Le città italiane top ten per livello dell offerta congressuale sono: GRADUATORIA PER NUMERO DI AZIENDE CONGRESSUALI Per saperne di più GRADUATORIA PER NUMERO DI POSTI A SEDERE IN STRUTTURE CONGRESSUALI 1 Roma 1 Milano 2 Napoli 2 Roma 3 Milano 3 Napoli 4 Perugia 4 Venezia 5 Rimini 5 Firenze 6 Venezia 6 Rimini 7 Firenze 7 Perugia 8 Brescia 8 Bologna 9 Torino 9 Bari 10 Bologna 10 Palermo statistiche sull industria turistica: statistiche sul turismo: ww.istat.it; statistiche Banca d Italia sul turismo internazionale: statistiche sul turismo internazionale: il sito dell International Congress and Convention Association (Icca): il sito dell Osservatorio Congressuale Italiano: ricerca/osservatorio+congressuale+italiano/default.htm Le due graduatorie non coincidono per il diverso peso dei centri-congressi presenti soprattutto a Milano, Roma, Rimini, Firenze e Bologna. Firenze è al primo posto per numero di residenze storiche seguita da Milano e poi da Roma, che è invece prima per numero di alberghi congressuali seguita da Napoli e Milano, secondo il Rapporto dell Oci. Scenario e possibili sviluppi Il quadro di previsione delineato dall Osservatorio sulla base delle indicazioni degli operatori non è roseo: un forte peggioramento per il periodo luglio-dicembre 2008, con un calo del 19,34% per la domanda di incontri, del 12,01% per le presenze e del 17,43% per il numero di partecipanti, a conferma della gravità della crisi, che comunque non incide nella stessa misura in tutti i segmenti. Le strutture maggiormente professionali, come alcuni pala-congressi vanno bene anche in fase di recessione, mentre le aziende marginali subiscono pesanti flessioni di attività. Di fronte a questo scenario gli addetti ai lavori, cioè le associazioni delle imprese del settore, i Convention Bureau delle varie località turistiche, gli organismi pubblici come l Enit, che coordina la promozione del congressuale italiano all estero, e il Dipartimento Sviluppo e Competitività del Turismo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno rilanciato la proposta della creazione di un Convention Bureau Nazionale, che coordinerà le attività congressuali in Italia e attuerà una politica nazionale del turismo. Ne hanno discusso all inizio di aprile a Genova, durante la II Convention Nazionale di Federcongressi, gli operatori del settore impegnati nel progetto. Il Convention Bureau Nazionale dovrà cercare di destagionalizzare e internazionalizzare l offerta turistica, per riuscire a compensare le flessioni della domanda proveniente dalle aree geografiche in crisi con la domanda proveniente dalle aree in sviluppo, superando la frammentazione attuale. In questa direzione si muove anche l iniziativa varata di recente in Sicilia da UniCredit Group per la costituzione di un Convention Bureau regionale, che promuova l immagine dell isola come meta del turismo organizzato per grandi eventi, per superare l attuale situazione in cui il turismo in questa regione, come nel resto del Mezzogiorno, è ancora fortemente concentrato nei mesi estivi. 157

OVERVIEW MEETING INDUSTRY

OVERVIEW MEETING INDUSTRY OVERVIEW MEETING INDUSTRY 2009/2010 LA MEETING INDUSTRY, parte del SISTEMA TURISMO è anche SISTEMA A SE LE SUE CARATTERISTICHE PRINCIPALI: Destagionalizzazione dei flussi Spesa pro capite maggiore rispetto

Dettagli

Università di Bologna Rimini Campus Branch. Osservatorio Congressuale della Provincia di Rimini

Università di Bologna Rimini Campus Branch. Osservatorio Congressuale della Provincia di Rimini Università di Bologna Rimini Campus Branch Osservatorio Congressuale della Provincia di Rimini Il sistema congressuale riminese nel 2011 Ricerca promossa e finanziata da: 1. L attività congressuale nell

Dettagli

A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A

A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A Ma g g i o 2 0 0 3 di G i u s e p p e A i e l l o 1. L andamento

Dettagli

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono

superiore verso gli esercizi complementari, le cui quote di mercato risultano comunque largamente inferiori a quelle degli alberghi, che raccolgono 13. Turismo Il turismo nel comune di Roma si conferma uno dei principali assi di sviluppo del territorio, costituendo, all interno del sistema economico e sociale, un elemento centrale di crescita, che

Dettagli

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale

Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA Il turismo internazionale nel mondo: trend di mercato e scenario previsionale Dossier Ottobre 2012 A cura di Panorama competitivo del turismo internazionale nel mondo

Dettagli

I Grandi Eventi come Attrattori di Turismo

I Grandi Eventi come Attrattori di Turismo I Grandi Eventi come Attrattori di Turismo I numeri con dati aggiornati al 31 dicembre 214 A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio I trend del turismo a Roma:

Dettagli

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Gennaio 2009 Ge nnai o 2009

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Gennaio 2009 Ge nnai o 2009 Ge nnai o 2009 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma L anno 2009 inizia con il segno negativo della domanda turistica rispetto all inizio dell anno precedente. Gli arrivi complessivi

Dettagli

Annuario Istat-Ice 2008

Annuario Istat-Ice 2008 Le informazioni statistiche sul Commercio estero e sulle Attività Internazionali delle imprese Luigi Biggeri 1 Struttura della presentazione 1. L Annuario e lo sviluppo delle informazioni statistiche sul

Dettagli

L attività congressuale del 2010

L attività congressuale del 2010 1 L attività congressuale del 2010 Per la città e la provincia di Firenze il turismo congressuale rappresenta uno dei segmenti di maggiore interesse, sia per la spesa media del turista congressuale che

Dettagli

Marzo 2009. 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma. 2. L'andamento generale negli alberghi di Roma

Marzo 2009. 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma. 2. L'andamento generale negli alberghi di Roma 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento generale negli alberghi di Roma Prosegue anche questo mese la flessione della domanda turistica rispetto allo stesso periodo

Dettagli

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO

OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO OSSERVATORIO CONGRESSUALE ITALIANO Il Sistema Congressuale Italiano nel primo semestre 2003 Copyright 2003 Convention Bureau della Riviera di Romagna Meeting e Congressi - Ediman Alma Mater Studiorum Università

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro

2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro 2.1.3 Inquadramento: numeri, sviluppo storico, previsioni per il futuro Nel 2004 (dopo 3 anni di crescita stagnante dovuta principalmente agli effetti degli attacchi terroristici dell 11 settembre e all

Dettagli

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Rapporto annuale 2012

IL TURISMO IN CIFRE negli esercizi alberghieri di Roma e Provincia Rapporto annuale 2012 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 2 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 2 1. L andamento

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA MARZO 2010 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2.

Dettagli

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA

ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA ANALISI DELLA DOMANDA TURISTICA NEGLI ESERCIZI ALBERGHIERI DI ROMA E PROVINCIA 1. L andamento generale negli alberghi della Provincia di Roma 2. L'andamento

Dettagli

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS

Congressi: il punto di vista dalle associazioni MEETINGCONSULTANTS Congressi: il punto di vista dalle associazioni Le associazioni protagoniste della meeting industry All interno della meeting industry internazionale le associazioni suscitano grande interesse in quanto

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Flussi Turistici in Piemonte 2015

Flussi Turistici in Piemonte 2015 Flussi Turistici in Piemonte 215 Consuntivo e andamento negli ultimi 1 anni Osservatorio Turistico Regionale Interviene Cristina Bergonzo Contesto internazionale Ifattidel 215 Il turismo internazionale

Dettagli

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0

R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 A N A L I S I D E L L A D O M A N D A T U R I S T I C A N E G L I E S E R C I Z I A L B E R G H I E R I D I R O M A E P R O V I N C I A A N N O 2 0 1 0 R A P P O R T O A N N U A L E 2 0 1 0 1. L andamento

Dettagli

Il mercato spagnolo del riciclaggio

Il mercato spagnolo del riciclaggio Nota settoriale Il mercato spagnolo del riciclaggio Agenzia ICE Ufficio di Madrid Data di realizzazione: aprile 2013 Agenzia ICE ufficio di Madrid Il settore del riciclaggio 1 CENNI SUL MERCATO SPAGNOLO

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2011/2012

Executive Summary Rapporto 2011/2012 Executive Summary Rapporto 2011/2012 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Dati macro Il settore del Management Consulting rappresenta un mercato molto frammentato, dove sono presenti circa

Dettagli

Censimento industria e servizi

Censimento industria e servizi Censimento industria e servizi Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Censimento Industria e Servizi Il Censimento generale dell industria

Dettagli

A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio - PhD

A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio - PhD A cura di: prof. Attilio Celant, prof. Giandomenico Celata, dott.ssa Rossella Gaudio - PhD INDICE I trend del turismo a Roma p. 3 Il vantaggio di Roma rispetto alle altre grandi mete turistiche italiane

Dettagli

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE

SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SINTESI PER LA STAMPA 14 settembre 2007 Si tratta di un rapporto riservato. Nessuna parte di esso può essere riprodotta, memorizzata in un

Dettagli

Popolazione. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014

Popolazione. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Popolazione Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Popolazione L'Istat calcola che al 31 dicembre 2012 risiedono in Italia 59.685.227 persone.

Dettagli

ITALIA TURISMO Luglio 2012

ITALIA TURISMO Luglio 2012 ITALIA TURISMO Luglio 2012 LE VACANZE DEGLI ITALIANI IN TEMPO DI CRISI Cancellati 41 milioni di viaggi e 195 milioni di giornate di vacanza in cinque anni Gli ultimi aggiornamenti sull andamento del turismo

Dettagli

Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007

Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007 Osservatorio sui dati contabili delle imprese del commercio e dei servizi di vicinato: dati relativi al IV trimestre 2007 a cura di Ascom e Confesercenti Ricerca effettuata da Paolo Vaglio (Ceris-Cnr)

Dettagli

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e

L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e 1 L indagine svolta da AlmaLaurea nel 2013 ha coinvolto quasi 450mila laureati di primo e secondo livello di tutti i 64 atenei aderenti al Consorzio, che rappresentano circa l 80% del complesso dei laureati

Dettagli

Le pillole di. TURISMO Come la crisi ha cambiato le vacanze degli italiani. (maggio 2014) Ufficio studi. Notizie, commenti, istruzioni ed altro

Le pillole di. TURISMO Come la crisi ha cambiato le vacanze degli italiani. (maggio 2014) Ufficio studi. Notizie, commenti, istruzioni ed altro Le pillole di Notizie, commenti, istruzioni ed altro TURISMO Come la crisi ha cambiato le vacanze degli italiani (maggio 2014) Ufficio studi a cura di : Luciano Sbraga Giulia R. Erba PREMESSA La rilevazione

Dettagli

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014

Regione Campania. 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 1 Regione Campania 1. Dati congiunturali del secondo trimestre 2014 Il saldo tra iscrizioni e cessazioni Il secondo trimestre del 2014 mostra un deciso rafforzamento numerico del sistema imprenditoriale

Dettagli

Executive Summary Rapporto 2013/2014

Executive Summary Rapporto 2013/2014 Executive Summary Rapporto 2013/2014 In collaborazione con Anticipazione dei risultati Il settore del management consulting presenta Un mercato molto frammentato, dove sono presenti 18.450 imprese di cui

Dettagli

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati

Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Euro P.A. Turismo cercasi dati L ANNUARIO del TURISMO e della CULTURA 2009 Principali risultati e criticità nella raccolta dei dati Fabrizio Lucci, Centro Studi Rimini, 2 aprile 2009 INDICE DELL ANNUARIO

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011

IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO. Modena, 4 aprile 2011 IL NUOVO PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA 2011-2020: EFFETTI SUL TERRITORIO EMILIANO-ROMAGNOLO Modena, 4 aprile 2011 1 PIANO NAZIONALE DELLA LOGISTICA Strumento per la Competitività del Paese In un paese

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 9 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 9 1. L andamento del mercato

Dettagli

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica

Il turismo nei primi 10 mesi del 2014. Servizio Turismo Ufficio Statistica Il turismo nei primi 10 mesi del 2014 Servizio Turismo Ufficio Statistica Presenze province Emilia-Romanga Serie storica Province 2012 2013 Var. % 2012-13 Piacenza 487.398 451.185-7,4 Parma 1.455.669 1.507.066

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IL TRASPORTO CAMIONISTICO DI MERCI IN INTERPORTO BOLOGNA

Dettagli

Trasporti. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014

Trasporti. Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Trasporti Pagine tratte dal sito http://statistica.comune.bologna.it/cittaconfronto/ aggiornato al 24 marzo 2014 Incidenti stradali Nel 2012, come comunicato dall'istat, si sono registrati in Italia 186.726

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

OSSERVATORIO PERMANENTE

OSSERVATORIO PERMANENTE DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE PAOLO FORTUNATI UNIVERSITÀ DI BOLOGNA ALMA MATER STUDIORUM OSSERVATORIO PERMANENTE SUL TRASPORTO CAMIONISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE CONGIUNTURALE - I SEMESTRE

Dettagli

1. Gli italiani in vacanza nel 2012

1. Gli italiani in vacanza nel 2012 1. Gli italiani in vacanza nel 2012 Nel 2012 nonostante l imperversare della crisi economica il 62,8% della popolazione ha trascorso almeno un periodo di vacanza, pari a 31,7 milioni di italiani. Un dato

Dettagli

ANALISI DELLE SPESE E DEGLI INVESTIMENTI SULLO SPORT DI 21 GRANDI COMUNI ITALIANI BOLOGNA NOVEMBRE 2010

ANALISI DELLE SPESE E DEGLI INVESTIMENTI SULLO SPORT DI 21 GRANDI COMUNI ITALIANI BOLOGNA NOVEMBRE 2010 ANALISI DELLE SPESE E DEGLI INVESTIMENTI SULLO SPORT DI 21 GRANDI COMUNI ITALIANI BOLOGNA NOVEMBRE 2010 Introduzione Lo studio elabora i dati, relativi ai bilanci 2008 della Fondazione Civicum, in relazione

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 2 LUGLIO 2015 Il momento del commercio mondiale segna un miglioramento ad aprile 2015, ma i volumi delle importazioni e delle esportazioni sembrano muoversi in direzioni

Dettagli

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1

VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 VALORI ECONOMICI DELL AGRICOLTURA 1 Secondo i dati forniti dall Eurostat, il valore della produzione dell industria agricola nell Unione Europea a 27 Stati Membri nel 2008 ammontava a circa 377 miliardi

Dettagli

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA

A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N A L IS I D E L L A D O M A N D A TU R IS TIC A N E G L I E S E R C IZI A L B E R G H IE R I D I R O M A E P R O V IN C IA A N N O 2 0 0 8 R A P P O R TO A N N U A L E 2 0 0 8 1. L andamento del mercato

Dettagli

Approfondimenti statistici

Approfondimenti statistici QUADERNO N 143 NOVEMBRE 2014 EXPO 2015: UN ASSAGGIO DEL BEL PAESE PER IL SUO RILANCIO TURISTICO NEL MONDO Figura 1 - Pernottamenti di turisti extra-ue in Italia, Spagna e Francia Approfondimenti statistici

Dettagli

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio

ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO. A cura dell Ufficio Studi Confcommercio ROADSHOW PMI ECONOMIA, MERCATO DEL LAVORO E IMPRESE NEL VENETO A cura dell Ufficio Studi Confcommercio LE DINAMICHE ECONOMICHE DEL VENETO Negli ultimi anni l economia del Veneto è risultata tra le più

Dettagli

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA

DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA DEPOSITI E PRESTITI BANCARI PROVINCIA DI BRESCIA Dal 31/12/2007 al 30/6/20 QUADERNI DI APPROFONDIMENTO N. 8/20 Ottobre 20 Fonte dati Banca d'italia Elaborazioni Ufficio Studi ed Informazione Statistica

Dettagli

La spesa turistica internazionale nell attuale fase congiunturale

La spesa turistica internazionale nell attuale fase congiunturale La spesa turistica internazionale nell attuale fase congiunturale Emanuele Breda XIII CONFERENZA CISET-BANCA D ITALIA L'ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE Risultati e tendenze per incoming e outgoing nel

Dettagli

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013

RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 RAPPORTO SPECIALE BIT 2013 OSSERVATORIO DEL SISTEMA TURISTICO LAGO DI COMO 1 L Osservatorio è una iniziativa al servizio di tutti gli operatori pubblici e privati del Sistema Turistico Lago di Como realizzata

Dettagli

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche

Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO. I risultati del comparto siderurgico. Apparecchi meccanici. Macchine elettriche Osservatorio24 def 27-02-2008 12:49 Pagina 7 Osservatorio 2. L INDUSTRIA METALMECCANICA E IL COMPARTO SIDERURGICO 2.1 La produzione industriale e i prezzi alla produzione Nel 2007 la produzione industriale

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 4 OTTOBRE 2015 Il commercio mondiale risente del rallentamento dei paesi emergenti, ma allo stesso tempo evidenzia una sostanziale tenuta delle sue dinamiche di fondo.

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO

ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO ENTE BILATERALE TURISMO Della Regione Lazio OSSERVATORIO DEL MERCATO DEL LAVORO NEL SETTORE TURISTICO 1 Rapporto 2007 sulla occupazione nelle imprese ricettive, di viaggi e di ristorazione della Provincia

Dettagli

Il sistema congressuale riminese nel 2010

Il sistema congressuale riminese nel 2010 UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Polo di Rimini OSSERVATORIO CONGRESSUALE DELLA PROVINCIA DI RIMINI Il sistema congressuale riminese nel 2010 Ricerca promossa e finanziata da: 1. LA DOMANDA CONGRESSUALE ATTRAVERSO

Dettagli

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE

MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE MUTUI CASA: SEPPUR IN CALO, I NOSTRI TASSI DI INTERESSE RIMANGONO PIU ALTI DELLA MEDIA UE Nel primo trimestre del 2015 il mercato della compravendita degli immobili residenziali non dà segni di ripresa.

Dettagli

LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA

LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA Direzione Affari Economici e Centro Studi LA QUESTIONE INFRASTRUTTURALE E L ANDAMENTO DELLA SPESA PUBBLICA Il ritardo infrastrutturale italiano è il frutto di scelte di politica economica che da anni continuano

Dettagli

delle Partecipate e dei fornitori

delle Partecipate e dei fornitori ... I pagamenti della Pubblica Amministrazione,......... L u g l i o 2 0 1 4 Debito PA: miglioramenti più contenuti nel primo trimestre... Sintesi dei risultati C ontinuano nei primi tre mesi del 2014

Dettagli

a cura del Centro Studi primo semestre 2013

a cura del Centro Studi primo semestre 2013 a cura del Centro Studi primo semestre 2013 INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA INDAGINE CONGIUNTURALE TRA LE IMPRESE EDILI DEL PIEMONTE E DELLA VALLE D AOSTA

Dettagli

Il mercato del credito

Il mercato del credito Il mercato del credito 1 Gli sportelli bancari In riferimento alla distribuzione del numero di istituti bancari per sede amministrativa e del numero di sportelli per localizzazione geografica, i dati statistici

Dettagli

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni

Febbraio 2016. market monitor. Analisi del settore edile: performance e previsioni Febbraio 2016 market monitor Analisi del settore edile: performance e previsioni Esonero di responsabilità I contenuti del presente documento sono forniti ad esclusivo scopo informativo. Ogni informazione

Dettagli

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di

La notizia presentata come sintesi dello studio è stata che gli italiani risparmiano di 1 di 5 11/09/2011 14:52 LA RICCHEZZA DELLE FAMIGLIE ITALIANE A cura di Roberto Praderi. Come nelle elaborazioni precedenti ci siamo basati su documenti ufficiali, in questa facciamo riferimento allo 2

Dettagli

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica Russia: alcuni dati statistici CAPITALE Mo sca SUPERFICIE (kmq) 17 075 200 POPOLAZIONE 143 500 000 P.I.L. 600 miliardi USD TASSO DI INFLAZIONE 11,7 MONETA

Dettagli

LE COMPETENZE CHE VALGONO UN LAVORO LE INDICAZIONI FORNITE DALLE IMPRESE ATTRAVERSO IL SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR

LE COMPETENZE CHE VALGONO UN LAVORO LE INDICAZIONI FORNITE DALLE IMPRESE ATTRAVERSO IL SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR Le sfide all'orizzonte 2020 e la domanda di competenze delle imprese LE COMPETENZE CHE VALGONO UN LAVORO LE INDICAZIONI FORNITE DALLE IMPRESE ATTRAVERSO IL SISTEMA INFORMATIVO EXCELSIOR Domenico Mauriello

Dettagli

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE

1. Il sistema imprenditoriale IL SISTEMA IMPRENDITORIALE IL SISTEMA IMPRENDITORIALE 1 1.1 Le imprese attive per settore e forma giuridica Nei primi tre mesi del 2015 risultano iscritte nel Registro Imprese della Camera di Commercio di Lodi 21.784 posizioni,

Dettagli

LE STATISTICHE DEL TURISMO, CHI? Una lettura attenta delle statistiche per una migliore conoscenza del fenomeno

LE STATISTICHE DEL TURISMO, CHI? Una lettura attenta delle statistiche per una migliore conoscenza del fenomeno LE STATISTICHE DEL TURISMO, CHI? Una lettura attenta delle statistiche per una migliore conoscenza del fenomeno Firenze, 3 dicembre 2015 Fortezza da Basso Alessandro Tortelli Centro Studi Turistici L arte

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG44U ATTIVITÀ 55.10.B ATTIVITÀ 55.23.6 ALBERGHI E MOTEL, CON RISTORANTE ALBERGHI E MOTEL, SENZA RISTORANTE

STUDIO DI SETTORE UG44U ATTIVITÀ 55.10.B ATTIVITÀ 55.23.6 ALBERGHI E MOTEL, CON RISTORANTE ALBERGHI E MOTEL, SENZA RISTORANTE STUDIO DI SETTORE UG44U ATTIVITÀ 55.10.A ALBERGHI E MOTEL, CON RISTORANTE ATTIVITÀ 55.10.B ALBERGHI E MOTEL, SENZA RISTORANTE ATTIVITÀ 55.23.4 AFFITTACAMERE PER BREVI SOGGIORNI, CASE ED APPARTAMENTI PER

Dettagli

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015)

Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) La Congiuntura (dati aggiornati al 2 ottobre 2015) 1 ECONOMIA IN ITALIA In Italia, dopo tre cali annuali consecutivi (2012-2,8%, 2013-1,7%, 2014-0,4%), il CSC prevede una crescita del PIL dell 1%. quest

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA

IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA IL TURISMO INTERNAZIONALE E L ITALIA CERNOBBIO 28 MARZO 2015 PREMESSA L esposizione universale, a due mesi dall avvio, è considerata come la grande occasione per il rilancio del turismo italiano. Non solo

Dettagli

Primo Osservatorio Congressuale Siciliano

Primo Osservatorio Congressuale Siciliano Rapporto sul Primo Osservatorio Congressuale Siciliano Taormina, 1 marzo 2012 In collaborazione con Perché un Osservatorio Siciliano? Punto di partenza per la definizione del mercato congressuale dell

Dettagli

LA DOMANDA TURISTICA NELLE IMPRESE RICETTIVE (ALBERGHIERE E COMPLEMENTARI)

LA DOMANDA TURISTICA NELLE IMPRESE RICETTIVE (ALBERGHIERE E COMPLEMENTARI) LA DOMANDA TURISTICA COMPLESSIVA Il complesso delle strutture ricettive (imprese e privati) che compongono l offerta turistica della provincia di Rimini, alla fine del 2005 ha registrato 2.870.726 arrivi

Dettagli

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO

IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO UBH MARKET REPORT IL MERCATO IMMOBILIARE RESIDENZIALE ITALIANO Primo Trimestre 2010 Aprile 2010 Sembra rallentare la tendenza alla discesa dei comuni non capoluogo, si rianima il mercato dei capoluoghi.

Dettagli

RAPPORTO CER Aggiornamenti

RAPPORTO CER Aggiornamenti RAPPORTO CER Aggiornamenti 11giugno 2014 Prime luci in fondo al tunnel I dati del mese di aprile mostrano un estensione dei segnali di miglioramento, con una graduale risalita degli impieghi dai valori

Dettagli

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale

Capitolo 2.3. La situazione internazionale. Relazione Annuale Capitolo 2.3 Il turismo in Piemonte Carlo Alberto Dondona Si ringraziano Cristina Bergonzo (Sviluppo Piemonte Turismo), Amedeo Mariano(Città Metropolitana di Torino Sistema Informativo Turistico) La situazione

Dettagli

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie CREDITO AL CONSUMO: GLI EFFETTI DELLA CRISI Da uno studio della Banca d Italia 1, che valuta gli effetti della crisi sul mercato del credito al consumo in Italia, emerge una situazione attuale diversa

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese

Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese Lo scenario socio-economico del Mezzogiorno: l effetto della crisi su famiglie, giovani e imprese Salvio CAPASSO Responsabile Ufficio Economia delle Imprese e del Territorio Napoli, 12 maggio 2015 Agenda

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

OSSERVATORIO STATISTICO

OSSERVATORIO STATISTICO OSSERVATORIO STATISTICO IN INTERPORTO BOLOGNA IL TRASPORTO CAMIONISTICO DI MERCI IN INTERPORTO BOLOGNA INDAGINE ANNUALE 2013 EXECUTIVE REPORT ES1. Il movimento merci dell Interporto di Bologna nel 2013

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

L inflazione nel 2004

L inflazione nel 2004 L inflazione nel 2004 Un quadro generale In Italia l inflazione media annua per l anno 2004 si è attestata intorno al 2,2%, un risultato di gran lunga migliore rispetto al 2003 quando il valore medio di

Dettagli

CONOSCERE LE CITTA METROPOLITANE: QUALI DATI, QUALI ANALISI. Firenze, 07 maggio 2015

CONOSCERE LE CITTA METROPOLITANE: QUALI DATI, QUALI ANALISI. Firenze, 07 maggio 2015 CONOSCERE LE CITTA METROPOLITANE: QUALI DATI, QUALI ANALISI Firenze, 07 maggio 2015 1 Le 14 città metropolitane italiane. Un primo sguardo Le città metropolitane coprono il 17% del territorio italiano

Dettagli

Il mercato del vino in Germania

Il mercato del vino in Germania Il mercato del vino in Germania Baccelle Enrico Aprile 212 milioni di euro milioni di litri Mercato del vino imbottigliato in Germania (GTI, Istituto Spagnolo Commercio Estero -ICEX-, Euromonitor, Aprile

Dettagli

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna

Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Il rapporto strutturale sul sistema economico produttivo della provincia di Bologna Gian Carlo Sangalli Presidente Camera di Commercio di Bologna IL SISTEMA ECONOMICO PRODUTTIVO BOLOGNESE E E IN UNA FASE

Dettagli

LE VACANZE DEGLI ITALIANI NEL 2006 11.288.000 0 5.000.000 10.000.000 15.000.000 20.000.000 25.000.000 30.000.000 35.000.000

LE VACANZE DEGLI ITALIANI NEL 2006 11.288.000 0 5.000.000 10.000.000 15.000.000 20.000.000 25.000.000 30.000.000 35.000.000 ABSTRACT LE VACANZE DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2006 Sono 17,8 milioni gli italiani che nel primo semestre 2006 hanno effettuato almeno un periodo di vacanza (35,9% della popolazione). Nel complesso,

Dettagli

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo

Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Consumer trend: atteggiamenti e giudizi sul credito al consumo Rapporto di ricerca Luglio 2010 (Rif. 1215v110) Indice 2 Capitolo I - L andamento dell economia e del credito al consumo oggi pag. 3 Capitolo

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2011 SCENARI IMMOBILIARI ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE COMUNICATO STAMPA CRESCE DEL 4,3 PER CENTO IL RISPARMIO GESTITO IN IMMOBILI TOTALE MONDIALE A 1.450 MILIARDI DI EURO OBIETTIVO 100 MILIARDI

Dettagli

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis

L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019. Direttore Generale SRM Massimo Deandreis L IMPATTO ECONOMICO POTENZIALE DI MATERA 2019 Direttore Generale SRM Massimo Deandreis MATERA 2019: POSSIBILI RICADUTE SULL ECONOMIA LOCALE 30 Giugno 2015 Agenda La struttura e le dinamiche dell economia

Dettagli

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013

terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 ! terziario friuli venezia giulia ottobre 2013 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca terzo trimestre 2013 trieste, 17 ottobre

Dettagli

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%)

BILANCIO ANNO 2014. MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) 01/2015 Mercato Mercati nazionali 5.1.11 di Cosmino Giovanni Basile BILANCIO ANNO 2014 MERCATO DI MODENA Prezzo medio categoria 156/176 kg: 1,469 /kg (-2,1%) Nel 2014, il prezzo medio dei suini da industria

Dettagli

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA.

Piano Territoriale Provinciale di Catania (ex art.12 L.R.9/86) RELAZIONE GENERALE DELLO SCHEMA DI MASSINA. 4.1.7. L ATTIVITÀ TURISTICA. Secondo le stime del World Travel and Tourism Council, l industria dei viaggi e del turismo diventerà, a breve termine, la prima industria mondiale sia in termini di fatturato

Dettagli

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza

Report trimestrale sull andamento dell economia reale e della finanza l andamento dell economia reale e della finanza PL e Credito Bancario Perché un report trimestrale? A partire dal mese di dicembre 2014 SE Consulting ha avviato un analisi che mette a disposizione delle

Dettagli

Il turismo e l immagine della Brianza

Il turismo e l immagine della Brianza Il turismo e l immagine della Brianza Sistema delle imprese, flussi turistici e percezione del territorio A cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza Luglio 2011 I numeri del

Dettagli

L internazionalizzazione del sistema economico milanese

L internazionalizzazione del sistema economico milanese L internazionalizzazione del sistema economico milanese Il grado di apertura di un sistema economico locale verso l estero rappresenta uno degli indicatori più convincenti per dimostrare la sua solidità

Dettagli

Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica

Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica 1 Il turismo incoming e outgoing nel 2011: la bilancia turistica Giovanni Giuseppe Ortolani L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE Venezia, 17 aprile 2012 http://www.bancaditalia.it indagineturismo@bancaditalia.it

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica

Coordinamento Centro Studi Ance Salerno - Area Informatica Centro Studi Il Report IL RECENTE STUDIO DELLA SVIMEZ CONFERMA NOTEVOLI DIFFERENZE TERRITORIALI ED EVIDENZIA SVANTAGGI COMPETITIVI ANCE SALERNO: CREDITO, CONFIDI A DUE VELOCITA Nel 2013 su oltre 22 miliardi

Dettagli