Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni"

Transcript

1 Fabrizia Scorzoni Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni 3 Reti e protocolli Per periti informatici Seconda Edizione EDUCAZIONE TECNICA SUPERIORE

2 Fabrizia Scorzoni Sistemi Elaborazione e trasmissione delle informazioni Per Periti Informatici 3 Reti e protocolli Seconda Edizionei LOESCHER EDITORE

3 Loescher I diritti di traduzione, di memorizzazione elettronica, di riproduzione e di adattamento totale o parziale con qualsiasi mezzo (compresi i microfilm e le copie fotostatiche) sono riservati per tutti i paesi. Fotocopie per uso personale (cioè privato e individuale) nei limiti del 15% di ciascun volume possono essere effettuate negli esercizi che aderiscono all'accordo tra SIAE - AIE - SNS e CNA - Confartigianato - CASA - Confcommercio del 18 dicembre 2000, dietro pagamento del compenso previsto in tale accordo. Per riproduzioni ad uso non personale l'editore potrà concedere a pagamento l autorizzazione a riprodurre un numero di pagine non superiore al 15% delle pagine del presente volume. Le richieste per tale tipo di riproduzione vanno inoltrate a: Associazione Italiana per i Diritti di Riproduzione delle Opere dell Ingegno (AIDRO) L editore, per quanto di propria spettanza, considera rare le opere fuori del proprio catalogo editoriale. La riproduzione a mezzo fotocopia degli esemplari di tali opere esistenti nelle biblioteche è consentita, non essendo concorrenziale all opera. Non possono considerarsi rare le opere di cui esiste, nel catalogo dell editore, una successiva edizione, le opere presenti in cataloghi di altri editori o le opere antologiche. Nel contratto di cessione è esclusa, per biblioteche, istituti di istruzione, musei ed archivi, la facoltà di cui all'art ter legge diritto d'autore. Maggiori informazioni sul nostro sito: Ristampe N Loescher Editore S.r.l. opera con sistema qualità certificato CERMET n 1679-A secondo la norma UNI EN ISO Impaginazione: Fabrizia Scorzoni Copertina: Elio Vigna Design - Torino Stampa: Sograte - Città di Castello (PG)

4 INDICE INTRODUZIONE... XVI MODULO 1 - I PRIMI ELEMENTI SULLE RETI E I MEZZI DI TRASMISSIONE...1 CAPITOLO 1 - LE RETI Introduzione al concetto di rete Classificazioni Applicazioni di rete Software di rete OSI e TCP/IP... 9 Il modello OSI... 9 Il TCP/IP Storia del TCP/IP Confronto tra modello OSI e TCP/IP Lab 1.1 Analizzatore di rete Analizzatore di rete Network Monitor in Windows Analizzatore di rete tcpdump in Linux Autorità per gli Standard Standard per Internet Organismi per gli standard per Internet RFC Lab 1.2 Ricerca di RFC Esempi di architetture proprietarie IPX/SPX DNA Reti IBM CAPITOLO 2 - MEZZI DI TRASMISSIONE Introduzione Mezzi elettrici Cavo coassiale Doppino telefonico... 22

5 IV Indice 2.3 Fibre ottiche Wireless Onde radio Microonde Infrarossi Laser MODULO 2 - I LIVELLI INFERIORI DEL MODELLO OSI...29 CAPITOLO 3 - LIVELLO FISICO Il livello fisico I segnali Banda di frequenza del segnale Ampiezza di banda del mezzo di trasmissione Trasmissione del segnale Teoremi di Nyquist e di Shannon Trasmissione in banda base e in banda larga Codifica del segnale CAPITOLO 4 - LIVELLO DI DATA LINK Compiti del livello di data link Trasmissione sincrona e asincrona Framing Controllo degli errori Codice di Hamming CRC Controllo di flusso Stop and wait Sliding windows Nack Comunicazione bidirezionale Piggybacking Protocolli di linea Protocollo HDLC (High Level Data Link Control) SLIP e PPP Allocazione del canale multiaccesso Aloha CSMA Prenotazione della trasmissione Token ring MODULO 3 - RETI LOCALI E RETI GEOGRAFICHE...57 CAPITOLO 5 - RETI LOCALI Introduzione alle reti locali Topologie di rete per le reti locali... 59

6 Indice V 5.3 Standard IEEE Osservazioni sui livello fisico e MAC per gli standard da in poi Standard IEEE Reti a 10 Mbps Reti a 100 Mbps (Fast Ethernet) Gigabit Ethernet GE Lab 5.1 Realizzazione di un cavo con connettori RJ45 per rete 10BaseT e 100BaseT Tra stazione e hub Tra hub e hub VLAN Standard IEEE Livello fisico MAC Active monitor FDDI Livello fisico MAC Reti wireless Access Point Livello fisico Livello MAC di Servizi Uso della modulazione SS Lab 5.2 Configurazione dell interfaccia wireless Configurazione dell access point Configurazione del client Bluetooth HomePlug Bridge Trasparent bridge Bridge source routing Il cablaggio strutturato Topologia Altre norme relative al cablaggio strutturato Amministrazione di una rete locale Reti paritetiche e client/server Amministrazione di rete Sistemi operativi di rete CAPITOLO 6 - SERVIZI TELEFONICI La rete telefonica Rete telefonica PSTN Commutazione PCM Multiplexing Standard per le trasmissioni digitali Sistemi T-Carrier e E-Carrier Sistemi SONET e SDH...111

7 VI Indice 6.6 Telefonia mobile Telefoni cellulari analogici GSM GPRS UMTS CDMA HSPDA CAPITOLO 7 - RETI GEOGRAFICHE Introduzione alle reti geografiche Trasmissione dati su linea telefonica analogica Il modem Standard RS Lab 7.1 Collegamento a Internet con Windows Lab 7.2 Collegamento a Internet con Linux Lab 7.3 Programmazione della porta seriale Inizializzazione Trasmissione e ricezione Gestione delle interruzioni ISDN ADSL Lab 7.4 Configurazione della connessione ADSL in Windows Lab 7.5 Configurazione della connessione ADSL in Linux RAS Lab 7.6 RAS di Windows Client RAS di Windows XP Server RAS di Windows 2000 Server Linee dedicate Reti di trasmissione dati a commutazione di pacchetto X Frame Relay ATM Modello ATM Livello fisico Livello ATM Formato delle celle Creazione della connessione Livello AAL Reti wireless Reti satellitari VPN Lab 7.7 VPN con Windows MODULO 4 - GLI ALTRI LIVELLI DEL MODELLO OSI CAPITOLO 8 - LIVELLO DI RETE Funzioni del livello di rete

8 Indice VII Introduzione Protocolli di rete Servizi connessi e non connessi Commutazione di etichetta Algoritmi di routing Algoritmi non adattativi Algoritmi adattativi Routing gerarchico Routing broadcast Routing multicast Routing per host mobili Ricerca del nodo nel modello peer to peer Lab 8.1 L algoritmo di Dijkstra Controllo della congestione Controllo della congestione nella rete ATM Qualità del servizio Tecniche per garantire la qualità di servizio Servizi integrati e servizi differenziati MPLS (MultiProtocol Label Switching) Traffic Policing Parametri per la determinazione della qualità del servizio nelle reti ATM. 170 Classi di traffico di ATM Internetworking CAPITOLO 9 - LIVELLO DI TRASPORTO Funzioni del livello di trasporto Indirizzamento (TSAP) Gestione delle connessioni Primitive del livello di trasporto Creazione di una connessione Chiusura della connessione Controllo di flusso Multiplexing CAPITOLO 10 - I LIVELLI SUPERIORI DEL MODELLO OSI Funzioni dei livelli superiori Livello di sessione Livello di presentazione Livello di applicazione Trascodifica ASN Compressione Metodo a lunghezza di sequenza o RLE Metodi a lunghezza variabile Metodo a dizionari di codifica Servizi di directory X

9 VIII Indice MODULO 5 - IL TCP/IP CAPITOLO 11 - LIVELLO DI RETE DEL MODELLO TCP/IP Protocolli del livello di rete Indirizzi Indirizzi IP Sottoreti CIDR Indirizzi IPv Protocollo IP Protocollo IPv DHCP RARP e BOOTP UPnP ARP ATMARP ICMP Multicasting IPSec Routing Protocolli di routing tra gateway interni Protocolli di routing tra gateway esterni CAPITOLO 12 - LIVELLO DI TRASPORTO DEL MODELLO TCP/IP Protocolli di trasporto Porte e socket UDP TCP Segmenti TCP Creazione delle connessioni Chiusura della connessione Controllo di flusso Controllo della congestione CAPITOLO 13 - RETI TCP/IP Reti TCP/IP File di configurazione e comandi TCP/IP File di configurazione Comandi DNS Nomi di dominio Client e server DNS Server Server Web Server FTP, di newsgroup, SMTP, POP3, Telnet Collegamento a Internet di una rete locale NAT/PAT SNAT

10 Indice IX DNAT Firewall Firewall a filtro di pacchetti Firewall personali Proxy server Lab 13.1 Configurazione del browser per usare un proxy server Server Web accessibile dall esterno DMZ MODULO 6 - RETI WINDOWS E LINUX CAPITOLO 14 - RETI WINDOWS Introduzione alle reti Windows Lab 14.1 Accesso a una rete Windows Installazione di una rete client/server con Windows Installazione del server Installazione dei client IntelliMirror Lab 14.2 Configurazione del TCP/IP Lab 14.3 Risorse di rete Accesso a risorse di rete Nomi delle risorse condivise Servizio Computer Browser I servizi Redirector/Server Protocolli per la condivisione di risorse Sistema di sicurezza in domini Accesso Account Gruppi Diritti Lab 14.4 Gestione di utenti, gruppi e diritti Condivisioni Lab 14.5 Condivisione di risorse in Windows 2000, 2003 e XP Gestione delle stampanti di rete Lab 14.6 Installazione di una stampante di rete Stampanti di rete IPP Utilità a riga di comando DFS Lab 14.7 Configurazione del DFS Active Directory Lab 14.8 Installazione di Active Directory Lab 14.9 File di configurazione TCP/IP Lmhosts Lab Comandi TCP/IP Ipconfig Arp Ping Route Tracert

11 X Indice Netstat Nslookup Lab Controllo delle prestazioni della rete Lab DHCP e APIPA Lab Configurazione del DNS Server DNS di Windows Lab Configurazione dei server IIS (Internet Information Server) Configurazione del Server Web Configurazione del Server FTP Configurazione del Server news Lab Server Telnet Lab Condivisione di una connessione Internet su una rete locale Lab Personal Firewall di Windows CAPITOLO 15 - RETI LINUX Interfacce di rete Lab 15.1 Il comando ifconfig RPC Il supervisore dei servizi di rete NFS Lab 15.2 Configurazione di NFS Lato server Lato client NIS Lab 15.3 Configurazione del servizio NIS Lato server Lato client Samba Lab 15.4 Configurazione del server Samba Sezione global Sezione homes Sezione printers Sezioni generiche di condivisione Definizione degli utenti Samba Smbstatus SWAT Lab 15.5 Uso del Client Samba Print Server CUPS Lab 15.6 Configurazione delle stampanti LDAP Lab 15.7 Configurazione di LDAP Lato server Lato client PAM NSS Lab 15.8 Comandi e file di configurazione TCP/IP Il comando arp Il comando ping Il comando route Il comando traceroute File di configurazione del TCP/IP

12 Indice XI Informazioni sulla rete con il file system /proc Lab 15.9 Configurazione del DHCP Lab Configurazione del DNS Lab Configurazione di Apache Autenticazione Lab Iptables Flag del protocollo TCP Stato delle connessioni Regole per il protocollo ICMP Limiti NAT/PAT Lab Configurazione del proxy Squid MODULO 7 - SICUREZZA DELLE RETI CAPITOLO 16 - LA SICUREZZA La sicurezza dei sistemi informatici Analisi del rischio Tutela dei dati personali Backup Lab 16.1 Backup in Windows Fault tolerance Virus Tipi di virus Virus dei documenti Il virus Kournikova Attacchi Sniffing Richiesta di informazioni agli utenti Reconaissance Abuso dell identità elettronica Spoofing Exploit Criteri di valutazione della garanzia del software Negazione del servizio (Denial of service) Attacchi a siti Web CERT Criminalità informatica Intrusion Detection System Hardening dei sistemi Chroot CAPITOLO 17 - CRITTOGRAFIA E ALGORITMI CRITTOGRAFICI Introduzione Crittografia Algoritmi a chiave segreta Algoritmi a chiave pubblica Lab 17.1 EFS Steganografia

13 XII Indice 17.3 Autenticazione Autenticazione basata su chiave segreta condivisa Autenticazione mediante crittografia a chiave pubblica Autenticazione mediante Kerberos di Windows Affidabilità dei documenti Firma digitale Sintesi dei messaggi Time Stamping Authority Smart card Distribuzione delle chiavi pubbliche Certificati digitali Certificati in Windows Lab 17.2 Firma digitale e crittografia con Outlook Express Ottenere un ID digitale Firma di messaggi Crittografia dei messaggi Lab 17.3 Gestione dei certificati in Internet Explorer PGP Lab 17.4 Uso di gpg Valore giuridico della firma elettronica Scambio sicuro di informazioni via Web Lab 17.5 Accesso a un sito protetto con Internet Explorer Lab 17.6 Protezione di un sito con IIS SET MODULO 8 - APPLICAZIONI DI RETE CAPITOLO 18 - PROTOCOLLI DI APPLICAZIONE Protocolli di applicazione Il servizio di posta elettronica Formato dei messaggi Protocollo SMTP Protocollo POP Mailing list Lab 18.1 Formato originale dei messaggi di posta con Outlook Express Lab 18.2 Finger Lab 18.3 Il comando mail di Linux Il servizio Web e il protocollo HTTP Funzionamento del servizio Gli URL URN Il protocollo HTTP WAP I-mode I newsgroup Il protocollo NNTP Il servizio FTP Il protocollo FTP Lab 18.4 Client FTP con interfaccia a caratteri

14 Indice XIII 18.6 IRC Il servizio Telnet Lab 18.5 Uso di Telnet Invio di un messaggio di posta Partecipazione a una chat SSH Lab 18.6 Generazione delle chiavi per ssh in Linux SNMP Voice over IP Digitalizzazione della voce L architettura SIP Video a richiesta MBone Commercio elettronico B2C Tutela del consumatore: diritto di recesso B2B C2C Forme di pagamento online Pagamenti con carta di credito La moneta elettronica Moneta elettronica Micropagamenti online Sistemi di pagamento a mezzo telefonia mobile CAPITOLO 19 - APPLICAZIONI DISTRIBUITE Elaborazione distribuita Applicazioni client/server Socket Lab 19.1 Creazione di applicazioni con i socket in Java Creazione di una applicazione client/server che usa TCP come protocollo di comunicazione Creazione di un server che accetta connessioni multiple Lab 19.2 Creazione di applicazioni con i socket in Visual Basic Creazione di una applicazione client/server che usa TCP come protocollo di comunicazione Creazione di un server che accetta connessioni multiple Altri meccanismi per la realizzazione di applicazioni distribuite RPC DCOM CORBA RMI XML Web services NET SOAP Lab 19.3 Creazione di Web services in Java CAPITOLO 20 - PAGINE WEB L interfaccia CGI Le applicazioni server side e l interfaccia CGI

15 XIV Indice Richiesta di un applicazione server side con un modulo Interfaccia CGI per la richiesta Richiesta di un applicazione server side con un collegamento ipertestuale o un indirizzo nella barra indirizzi del browser Interfaccia CGI per la risposta Le applicazioni CGI Struttura delle applicazioni CGI Script CGI con la shell bash di Linux Applicazioni server side Tecnologie server side Cookie Sessioni Architettura 3-tier Driver per database ODBC (Open DataBase Connectivity) PHP Configurazione Primi elementi Variabili Costanti Operatori Istruzioni di controllo Funzioni Array indicizzati numericamente Array associativi Stringhe Gestione dei dati inviati dal browser Cookie Sessioni Gestione di database in PHP (con MySQL) Collegamento al server Visualizzazione di dati Inserimento di dati Modifica di dati Creazione del database in MySQL Gestione database via ODBC ASP Oggetti predefiniti Response Request Cookie Sessioni Gestione di database in ASP con ADO Creazione di record Modifica di record JSP e servlet Richiesta di pagine JSP La prima pagina JSP Un esempio di servlet generato dal JSPContainer a partire da una pagina JSP Primi elementi

16 XV Indice Oggetti predefiniti Request Response Cookie Sessioni Gestione degli errori nelle pagine JSP Gestione di database con JDBC Driver per database JDBC e ODBC Caricamento del driver e creazione della connessione Operazioni sul database Interrogazioni Aggiornamenti Uso di parametri Pubblicazione di un sito Registrazione di un nome di dominio Registrazione nei motori di ricerca APPENDICI APPENDICE A - PROGETTAZIONE DI RETI A.1 Introduzione A.2 Analisi dei componenti A.3 Architettura della rete Indirizzamento/routing Sicurezza Prestazioni Gestione della rete Modelli per il progetto dell architettura A.4 Progettazione Architetture di sicurezza APPENDICE B - ESEMPI DI BASE B.1 Collegamento di computer in rete B.2 Collegamento a Internet di un computer B.3 Amministrazione di una rete locale B.4 Collegamento di reti tramite router B.5 Collegamento a Internet di una rete B.6 Pubblicazione di un sito Web B.7 Collegamento a distanza B.8 Sviluppo di applicazioni di rete APPENDICE C - PROGETTI INDICE ANALITICO...486

17 INTRODUZIONE Nei testi che costituiscono la collana SISTEMI: elaborazione e trasmissione delle informazioni si è cercato di reinterpretare i programmi ministeriali in modo attuale, non soltanto dal punto di vista teorico ma anche con riferimenti concreti agli strumenti che si usano abitualmente. Reti e protocolli tratta tutti gli argomenti relativi alle reti di computer; vengono discusse le problematiche relative al funzionamento delle reti sia locali che geografiche, con particolare riguardo ai protocolli del TCP/IP. Per l amministrazione di reti si fa riferimento a Linux e a Windows 2000/2003 Server. Notevole spazio è dato alla sicurezza delle reti e alla progettazione di reti. Vengono inoltre affrontate le problematiche relative allo sviluppo di applicazioni distribuite e viene spiegata la realizzazione di applicazioni con i socket, la realizzazione di Web services e l utilizzo delle tecnologie server side PHP, ASP e JSP. Questo volume si rivolge alla classe quinta. Questa nuova edizione, riveduta e corretta, con vari aggiornamenti e una nuova scansione dei capitoli, si propone in particolare di trattare allo stesso livello l ambiente Windows e l ambiente Linux (come già avveniva nel volume Sistemi operativi ). Sono stati introdotti vari paragrafi e sezioni di laboratorio su argomenti relativi a Linux e in particolare un intero capitolo relativo alle reti Linux. In particolare inoltre sono stati apportati notevoli aggiornamenti ai capitoli sulle reti locali, sulle reti geografiche e sulla sicurezza; sono stati aggiunti ex-novo capitoli riguardanti la creazione di pagine Web con tecnologie server side e la progettazione di reti e sono state inserite alcune appendici utili per la preparazione della prova scritta di Sistemi dell Esame di Stato (semplici esempi svolti e progetti da sviluppare). Il libro è suddiviso in moduli, a loro volta suddivisi in capitoli. Modulo 1 - I primi elementi sulle reti e i mezzi di trasmissione Modulo 2 - I livelli inferiori del modello OSI Modulo 3 - Reti locali e reti geografiche Modulo 4 - Gli altri livelli del modello OSI Modulo 5 - Il TCP/IP Modulo 6 - Reti Windows e Linux Modulo 7 - Sicurezza delle reti Modulo 8 - Applicazioni di rete Per consentire un utilizzo più agevole del testo ogni capitolo comprende una sezione di teoria corredata di numerosi esempi e una sezione di verifica con domande, test, esercizi e proposte di lavoro. Gli argomenti che prima venivano trattati in sezioni separate di laboratorio sono stati integrati più strettamente nel testo. L autrice

18 MODULO 1 Modulo 3 I PRIMI ELEMENTI SULLE RETI E I MEZZI DI TRASMISSIONE 1 LE RETI 2 MEZZI DI TRASMISSIONE

19 1 LE RETI PREREQUISITI Struttura del computer Uso di Windows e Linux Uso dei servizi di Internet OBIETTIVI CONOSCENZE Concetto di rete Classificazioni delle reti Struttura del software di rete Livelli dei modelli OSI e TCP/IP COMPETENZE E CAPACITÀ Utilizzo di un analizzatore di rete Ricerca degli RFC relativi a un certo protocollo

20 Capitolo 1: Le reti INTRODUZIONE AL CONCETTO DI RETE Il termine rete è nato per indicare in modo generico un collegamento tra due apparecchiature (sorgente e destinazione) attraverso un mezzo trasmissivo, per effettuare una trasmissione di informazioni. All inizio le reti erano costituite essenzialmente da terminali remoti collegati a unità centrali (mainframe) mediante linee telefoniche o telegrafiche; l uso di terminali remoti per l elaborazione era noto come teleprocessing; la potenza di elaborazione era concentrata in un punto (architettura centralizzata o master/slave). La realizzazione di questo tipo di reti era legata a soluzioni proprietarie; una soluzione si dice proprietaria quando la realizzazione dipende dal costruttore ed è incompatibile con scelte di costruttori diversi; le specifiche non sono pubbliche. Attualmente per rete di calcolatori si intende un insieme di computer indipendenti, cioè che possono lavorare autonomamente, ma collegati tra loro in modo da potersi scambiare informazioni (architettura distribuita). Inoltre si è sentita la necessità di realizzare sistemi aperti che consentano di collegare e utilizzare prodotti di costruttori diversi; ciò rende necessario lo sviluppo di standard comuni. Il collegamento di computer in rete offre maggiore affidabilità e minor costo rispetto all uso di mainframe e terminali; un fattore importante è la scalabilità, cioè la possibilità di aumentare le risorse della rete in base alle necessità. Le reti permettono tra l altro: di condividere risorse (per esempio file o stampanti), di comunicare tra persone lontane (usando posta elettronica, videoconferenze ecc.), di utilizzare servizi di vario tipo come consultazione di informazioni, commercio elettronico, applicazioni di tele-medicina e così via; i servizi a cui si può accedere in rete vengono detti anche servizi telematici; la telematica è una disciplina che nasce dai rapporti tra scienza delle telecomunicazioni e informatica e si occupa dell elaborazione a distanza delle informazioni. Di solito si usano sistemi di tipo client/server. I server sono computer su cui girano applicazioni che mettono a disposizione delle risorse o dei servizi. I client chiedono ai server di accedere a una risorsa o di eseguire un certo lavoro. Il server esegue il lavoro e restituisce la risposta. In una rete in genere ci sono pochi server, più potenti, e molti client, poco potenti e meno costosi. Comunque il ruolo non è così netto; uno stesso computer può fungere da client o da server in situazioni diverse, o anche da server e da client contemporaneamente. Ogni computer della rete può essere usato in modo autonomo e deve avere un proprio sistema operativo. Per il collegamento in rete deve inoltre utilizzare un opportuno software di rete. Attualmente i sistemi operativi sono dotati delle funzioni necessarie per il collegamento in rete, cioè integrano il software di rete necessario per la comunicazione tra computer. Un ulteriore evoluzione delle reti sono i sistemi distribuiti; un sistema distribuito è una rete che usa un sistema operativo in grado di rendere trasparente all utente l esistenza di molteplici computer autonomi. Con una rete gli utenti devono esplicitamente collegarsi a un certo computer per usarne i file o richiedere elaborazioni e occuparsi della gestione della rete; in un sistema distribuito è tutto fatto automaticamente dal sistema operativo: l utente utilizza il sistema distribuito in modo trasparente, cioè non sa dove si trovi in esecuzione il programma o dove si trovino i file utilizzati. Un sistema distribuito può essere dotato di un sistema operativo distribuito; il sistema operativo in questo caso è un unico programma distribuito, cioè disperso ed eseguito sui vari computer.

21 4 Modulo 1: I primi elementi sulle reti e i mezzi di trasmissione 1.2 CLASSIFICAZIONI Le reti si possono classificare secondo la tecnologia di trasmissione e la dimensione. In base alla tecnologia di trasmissione le reti possono essere di tipo broadcast o di tipo point to point. Le reti con tecnologia broadcast hanno unico canale di comunicazione condiviso da tutte le stazioni; quando una stazione deve comunicare con un altra, invia un messaggio che viene ricevuto da tutte le altre. Un campo indirizzo all interno del messaggio indica a chi è diretto. Ogni stazione controlla il campo indirizzo ed elabora il messaggio solo se è diretto a lei. Le reti con tecnologia point to point usano collegamenti individuali tra coppie di stazioni; per andare dal mittente al destinatario il messaggio può dover attraversare più stazioni intermedie. MESSAGGI POINT TO POINT, BROADCAST E MULTICAST Indipendentemente dalla tecnologia di trasmissione, l invio di un messaggio può essere rivolto: a una stazione ben precisa (point to point), a tutte le stazioni (broadcasting), ad un gruppo di stazioni (multicasting). Le reti con tecnologia broadcast per la loro natura permettono facilmente il broadcasting. Il multicast può essere usato per esempio per trasmettere un programma televisivo a molti ricevitori. Nota In base alla dimensione le reti si possono dividere in locali (LAN - Local Area Network), metropolitane (MAN - Metropolitan Area Network) e geografiche (WAN - Wide Area Network). Dimensioni e tecnologia di trasmissione sono in relazione tra loro: in generale reti piccole usano la tecnologia broadcast e reti geografiche la tecnologia point to point. Le reti locali sono reti private all interno di un singolo edificio o edifici vicini, di dimensione al più di qualche chilometro; non possono attraversare suolo pubblico. Per la maggior parte usano la tecnologia di trasmissione broadcast, anche se alcune usano collegamenti point to point. Hanno velocità tra 10 Mbps e 1000 Mbps, basso ritardo (decine di microsecondi) e basso tasso di errore. Le reti metropolitane possono coprire un gruppo di uffici o una città e possono essere private o pubbliche. Le reti geografiche coprono una grande area geografica, una nazione, un continente o l intero pianeta. I computer che eseguono programmi per gli utenti (host) sono collegati da una sottorete di comunicazione costituita da linee di trasmissione ed elementi di commutazione noti come router. Quando un computer vuole comunicare con un altro, bisogna individuare un percorso per raggiungere il destinatario (routing o instradamento); i router collegano due o più linee di trasmissione; quando i dati arrivano su una linea di ingresso il router deve scegliere una linea di uscita per farli proseguire. Reti locali o metropolitane possono collegarsi a reti più ampie mediante un router. Il collegamento di due o più reti si chiama internet. La comunicazione tra reti di tipo diverso è un problema noto come internetworking. La forma che assume la sottorete di comunicazione tra le varie stazioni viene detta topologia di rete.

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 Classe 5^ PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2013-2014 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE DI LAVORO I primi elementi sulle reti e i mezzi di

Dettagli

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer.

Conoscere la terminologia di base attraverso la presentazione delle principali componenti hardware di un computer. Classe 3^ Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI Sistemi e Reti Articolazione: Informatica Anno scolastico 2012-2013 MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Programmazione modulare 2015-2016

Programmazione modulare 2015-2016 Programmazione modulare 05-06 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 4 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore ( teoria + ) Totale ore previste: 4 ore per 33 settimane

Dettagli

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello

Lezioni frontali. Riprendere i concetti basilari del processore utilizzato e la programmazione a basso livello Istituto Istruzione Superiore di Baronissi ind. tecnico PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI SISTEMI Indirizzo: Informatica Progetto Abacus Anno scolastico 2012-2013 Classe 4^ MODULI CONTENUTI OBIETTIVI METODOLOGIE

Dettagli

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1

NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 NETWORKING: SEMINARIO DI STUDIO 1 Obiettivi: 1. Fornire una panoramica sulle reti di calcolatori, tecnologie, potenzialità, limiti, servizi, internet. 2. Fornire una panoramica sulle capacità di base per

Dettagli

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA

PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016. Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA PROGRAMMAZIONE MODULARE 2015-2016 Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: QUINTA A INF SERALE Indirizzo: INFORMATICA Docenti: Gualdi (teoria), Travaglioni (laboratorio) Ore settimanali previste: 2 TEORIA +

Dettagli

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di Calcolatori 1. Introduzione 2. Storia 3. Topologia delle reti 4. Livelli della rete protocolli e servizi 5. Progetto dei livelli 6. Modello ISO OSI 7. Internet Protocol suite / / Modello TCP IP

Dettagli

LAN MAN WAN. Una internet è l'insieme di più reti reti distinte collegate tramite gateway/router

LAN MAN WAN. Una internet è l'insieme di più reti reti distinte collegate tramite gateway/router Rete di reti (interrete, internet) 2 Prof. Roberto De Prisco TEORIA - Lezione 8 Rete di reti e Internet Università degli studi di Salerno Laurea e Diploma in Informatica Una rete di comunicazione è un

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

Introduzione a Internet

Introduzione a Internet Contenuti Architettura di Internet Principi di interconnessione e trasmissione World Wide Web Posta elettronica Motori di ricerca Tecnologie delle reti di calcolatori Servizi Internet (come funzionano

Dettagli

Reti di calcolatori. Lezione del 18 maggio

Reti di calcolatori. Lezione del 18 maggio Reti di calcolatori Lezione del 18 maggio Riepilogo concetti Il software di rete La gestione della rete non può essere lasciata alle applicazioni-utente Necessità di un software specifico dedicato a gestire

Dettagli

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1

Indice. Indice V INTRODUZIONE... XIII PARTE PRIMA... 1 Indice V Indice INTRODUZIONE................................................ XIII PARTE PRIMA...................................................... 1 1 Il business delle reti di computer.........................................

Dettagli

Prefazione all edizione italiana

Prefazione all edizione italiana Sommario Prefazione all edizione italiana XIII Capitolo 1 Introduzione 1.1 Applicazioni delle reti di calcolatori 2 1.1.1 Applicazioni aziendali 3 1.1.2 Applicazioni domestiche 5 1.1.3 Utenti mobili 8

Dettagli

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE

RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE RETI DI CALCOLATORI E APPLICAZIONI TELEMATICHE Prof. PIER LUCA MONTESSORO Facoltà di Ingegneria Università degli Studi di Udine 1999 Pier Luca Montessoro (si veda la nota a pagina 2) 1 Nota di Copyright

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di Calcolatori Claudio Marrocco Componenti delle reti Una qualunque forma di comunicazione avviene: a livello hardware tramite un mezzo fisico che

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE A INTERNET - 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host

Dettagli

Reti. Reti e interconnessione di reti - Internetwork WAN 1 WAN 1. Router multiprotocollo (gateway) Terminologia

Reti. Reti e interconnessione di reti - Internetwork WAN 1 WAN 1. Router multiprotocollo (gateway) Terminologia Reti Reti e interconnessione di reti - Internetwork WAN WAN Router multiprotocollo (gateway) Terminologia internet - internetwork :interconnessione di più reti generiche Internet - la specifica internetwork,

Dettagli

Programmazione modulare 2014-2015

Programmazione modulare 2014-2015 Programmazione modulare 2014-2015 Indirizzo: Informatica Disciplina: SISTEMI E RETI Classe: 5 A e 5 B Docente: Buscemi Letizia Ore settimanali previste: 4 ore (2 teoria + 2 laboratorio) Totale ore previste:

Dettagli

Reti di Calcolatori. Lezione 2

Reti di Calcolatori. Lezione 2 Reti di Calcolatori Lezione 2 Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come: UN INSIEME INTERCONNESSO DI CALCOLATORI AUTONOMI Tipi di Rete Le reti vengono classificate

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet AA 2004-2005 Reti e Sistemi Telematici 1 Internet: nomenclatura Host: calcolatore collegato a Internet ogni host può essere client e/o server a livello applicazione Router:

Dettagli

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP

Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Reti basate sulla stack di protocolli TCP/IP Classe V sez. E ITC Pacioli Catanzaro lido 1 Stack TCP/IP Modello TCP/IP e modello OSI Il livello internet corrisponde al livello rete del modello OSI, il suo

Dettagli

La nascita di Internet

La nascita di Internet La nascita di Nel 1969 la DARPA (Defence Advanced Research Project Agency) studia e realizza la prima rete per la comunicazione tra computer (ARPAnet) fra 3 università americane ed 1 istituto di ricerca.

Dettagli

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 2 SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 2 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

Modello OSI e architettura TCP/IP

Modello OSI e architettura TCP/IP Modello OSI e architettura TCP/IP Differenza tra modello e architettura - Modello: è puramente teorico, definisce relazioni e caratteristiche dei livelli ma non i protocolli effettivi - Architettura: è

Dettagli

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1

Introduzione. Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete. Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio 2-1 Introduzione Stack protocollare Gerarchia di protocolli Servizi e primitive di servizio Livello applicativo Principi delle applicazioni di rete 2-1 Pila di protocolli Internet Software applicazione: di

Dettagli

ITIS G. Fauser. Classe 4^ BI. Materia: Sistemi. Anno Scolastico 2013-2014. Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo

ITIS G. Fauser. Classe 4^ BI. Materia: Sistemi. Anno Scolastico 2013-2014. Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo ITIS G. Fauser Classe 4^ BI Materia: Sistemi Anno Scolastico 2013-2014 Docenti: prof.ssa Manuela Cesa, prof. Pasquale Pietrangelo Numero ore di lezione settimanali: 4 Testi adottati: - Materiale didattico

Dettagli

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima

Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011. Paola Zamperlin. Internet. Parte prima Laboratorio di Informatica Corso di laurea in Lingue e Studi interculturali. AA 2010-2011 Paola Zamperlin Internet. Parte prima 1 Definizioni-1 Una rete di calcolatori è costituita da computer e altri

Dettagli

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8 Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8 Livelli di rete e architettura Client-Server Lez 12 architettura client-server 1 Scorsa lezione: comunicazione Gli utenti chiedono comunicazione

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Copyright Quest opera è protetta dalla licenza Creative Commons

Dettagli

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette:

Reti di Calcolatori. una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi che possono interagire tra di loro una rete permette: condivisione di risorse (dati aziendali, stampanti, ) maggiore

Dettagli

Reti di calcolatori: Introduzione

Reti di calcolatori: Introduzione Reti di calcolatori: Introduzione Vittorio Maniezzo Università di Bologna Reti di computer e Internet Rete: sistema di collegamento di più computer mediante una singola tecnologia di trasmissione Internet:

Dettagli

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone

Mod. 4: L architettura TCP/ IP Classe 5 I ITIS G. Ferraris a.s. 2011 / 2012 Marcianise (CE) Prof. M. Simone Paragrafo 1 Prerequisiti Definizione di applicazione server Essa è un servizio che è in esecuzione su un server 1 al fine di essere disponibile per tutti gli host che lo richiedono. Esempi sono: il servizio

Dettagli

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet

Laboratorio di Informatica. Le reti telematiche e Internet Le reti telematiche e Internet Lezione 6 1 Insieme di cavi, protocolli, apparati di rete che collegano tra loro computer distinti i cavi trasportano fisicamente le informazioni opportunamente codificate

Dettagli

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software.

Reti locati e reti globali. Tecnologie: Reti e Protocolli. Topologia reti. Server e client di rete. Server hardware e server software. Reti locati e reti globali Tecnologie: Reti e Protocolli Reti locali (LAN, Local Area Networks) Nodi su aree limitate (ufficio, piano, dipartimento) Reti globali (reti metropolitane, reti geografiche,

Dettagli

La rete è una componente fondamentale della

La rete è una componente fondamentale della automazioneoggi Attenti alle reti La telematica si basa prevalentemente sulle reti come mezzo di comunicazione per cui è indispensabile adottare strategie di sicurezza per difendere i sistemi di supervisione

Dettagli

Le reti. Introduzione al concetto di rete. Classificazioni in base a

Le reti. Introduzione al concetto di rete. Classificazioni in base a Le reti Introduzione al concetto di rete Classificazioni in base a Software di rete OSI e TCP/IP Definizione di rete Vantaggi delle reti Reti ad architettura centralizzata e distribuita Sistemi aperti

Dettagli

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP

MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 1 Reti di Calcolatori MODELLI ISO/OSI e TCP/IP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 2 Reti di Calcolatori Livelli e Servizi Il modello OSI Il modello TCP/IP Un confronto

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI

CLASSIFICAZIONE DELLE RETI CLASSIFICAZIONE DELLE RETI A seconda dei ruoli dei computer le reti si classificano in: Reti Client Server in cui sono presenti computer con ruoli diversi, alcuni funzionano da client e uno o più da server

Dettagli

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI

INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI PARTE 1 INTRODUZIONE A RETI E PROTOCOLLI Parte 1 Modulo 1: Introduzione alle reti Perché le reti tra computer? Collegamenti remoti a mainframe (< anni 70) Informatica distribuita vs informatica monolitica

Dettagli

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer

Reti di Calcolatori. Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di Calcolatori 1. Introduzione Telematica: Si occupa della trasmissione di informazioni a distanza tra sistemi informatici, attraverso reti di computer Reti di calcolatori : Un certo numero di elaboratori

Dettagli

Sommario. Prefazione all edizione italiana Prefazione

Sommario. Prefazione all edizione italiana Prefazione Kurose_0_Kurose_0 14/03/13 11:49 Pagina V Prefazione all edizione italiana Prefazione XIII XV Capitolo 1 Reti di calcolatori e Internet 1 1.1 Che cos è Internet? 2 1.1.1 Gli ingranaggi di Internet 2 1.1.2

Dettagli

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso

Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso Reti di Telecomunicazioni LB Introduzione al corso A.A. 2005/2006 Walter Cerroni Il corso Seguito di Reti di Telecomunicazioni LA Approfondimento sui protocolli di Internet TCP/IP, protocolli di routing,

Dettagli

Indice. Prefazione XIII

Indice. Prefazione XIII Indice Prefazione XIII 1 Introduzione 1 1.1 Breve storia della rete Internet 1 1.2 Protocolli e standard 6 1.3 Le organizzazioni che definiscono gli standard 7 1.4 Gli standard Internet 10 1.5 Amministrazione

Dettagli

PARTE 1 richiami. SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet )

PARTE 1 richiami. SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) PARTE 1 richiami SUITE PROTOCOLLI TCP/IP ( I protocolli di Internet ) Parte 1 Modulo 1: Stack TCP/IP TCP/IP Protocol Stack (standard de facto) Basato su 5 livelli invece che sui 7 dello stack ISO/OSI Application

Dettagli

TCP/IP. Principali caratteristiche

TCP/IP. Principali caratteristiche TCP/IP Principali caratteristiche 1 TCP/IP Caratteristiche del modello TCP/IP Struttura generale della rete Internet IL MONDO INTERNET Reti nazionali e internazionali ROUTER Rete Azienade ROUTER ROUTER

Dettagli

Capitolo 16 I servizi Internet

Capitolo 16 I servizi Internet Capitolo 16 I servizi Internet Storia di Internet Il protocollo TCP/IP Indirizzi IP Intranet e indirizzi privati Nomi di dominio World Wide Web Ipertesti URL e HTTP Motori di ricerca Posta elettronica

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

Reti di Calcolatori. Corso di Informatica. Reti di Calcolatori. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali

Reti di Calcolatori. Corso di Informatica. Reti di Calcolatori. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Informatica Gianluca Torta Dipartimento di Informatica Tel: 011 670 6782 Mail: torta@di.unito.it Reti di Calcolatori una rete di

Dettagli

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet

Reti standard. Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Reti standard Si trattano i modelli di rete su cui è basata Internet Rete globale Internet è una rete globale di calcolatori Le connessioni fisiche (link) sono fatte in vari modi: Connessioni elettriche

Dettagli

Introduzione (parte I)

Introduzione (parte I) Introduzione (parte I) Argomenti della lezione Argomenti trattati in questo corso Libri di testo e materiale didattico Ripasso degli argomenti del primo corso: reti locali Contenuti del corso La progettazione

Dettagli

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6. Riassunto: reti IP

Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria. Applicazioni Internet B. Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6. Riassunto: reti IP Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria Applicazioni Internet B Paolo Salvaneschi A1_1 V1.6 Riassunto: reti IP Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti, per studio personale

Dettagli

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client

Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL ADSL2+ Browser Un browser Client Un client Glossario ADSL Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL2+ Asymmetric Digital Subscriber Line ADSL è una tecnica di trasmissione dati che permette l accesso a Internet fino a 8 Mbps in downstream ed 1 Mbps

Dettagli

Una Tassonomia delle Reti

Una Tassonomia delle Reti Una Tassonomia delle Reti La tabella riporta una classificazione dei vari tipi di rete, in funzione dell ambito operativo e delle distanze coperte. AMBITO DISTANZA RETE COPERTA Edificio 100 m Reti Locali

Dettagli

I modelli di riferimento ISO OSI e TCP-IP

I modelli di riferimento ISO OSI e TCP-IP Gli Standards I modelli di riferimento ISO OSI e TCP-IP Dipartimento ICT Istituto e Liceo tecnico statale di Chiavari 2004 prof. Roberto Bisceglia ISO: International Standards Organization. ANSI: American

Dettagli

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet

Informatica Generale Andrea Corradini. 10 - Le reti di calcolatori e Internet Informatica Generale Andrea Corradini 10 - Le reti di calcolatori e Internet Cos è una rete di calcolatori? Rete : È un insieme di calcolatori e dispositivi collegati fra loro in modo tale da permettere

Dettagli

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella

Reti, Protocolli e Indirizzi. DIMENSIONE della RETE. Arpanet e Internetworking. Topologia a Stella Premessa breve Reti, Protocolli e Indirizzi Lo sviluppo delle telecomunicazioni ha avuto due fattori determinanti : L esistenza di una rete esistente (quella telefonica) La disponibilita di HW e SW adeguati

Dettagli

Laboratorio di Informatica (Chimica)

Laboratorio di Informatica (Chimica) Laboratorio di Informatica (Chimica) Lezione 03: Le Reti. Walter Cazzola Dipartimento di Informatica e Comunicazione Università à degli Studi di Milano. e-mail: cazzola@dico.unimi.it Walter Cazzola Lezione

Dettagli

I canali di comunicazione

I canali di comunicazione I canali di comunicazione tipo velocità min velocità max doppino telefonico 300bps 10 mbps micro onde 256kbps 100 mbps satellite 256kbps 100 mbps cavo coassiale 56 kbps 200 mbps fibra ottica 500 kbps 10

Dettagli

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale Reti di Calcolatori e Internet Luca Pulina Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Sassari A.A. 2015/2016 Luca Pulina (UNISS)

Dettagli

Protocolli di rete. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 2/30

Protocolli di rete. Vittorio Maniezzo Università di Bologna. Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 2/30 Protocolli di rete Vittorio Maniezzo Università di Bologna Vittorio Maniezzo Università di Bologna 02 Protocolli - 1/30 Strati di protocolli (Protocol Layers) Le reti sono complesse Molti elementi: host

Dettagli

A cura di: Dott. Ing. Elisabetta Visciotti. e.visciotti@gmail.com

A cura di: Dott. Ing. Elisabetta Visciotti. e.visciotti@gmail.com A cura di: Dott. Ing. Elisabetta Visciotti e.visciotti@gmail.com Il termine generico rete (network) definisce un insieme di entità (oggetti, persone, ecc.) interconnesse le une alle altre. Una rete permette

Dettagli

www.lug-govonis.net LINUX e le reti

www.lug-govonis.net LINUX e le reti LINUX e le reti Ci troviamo di fronte ad una rete quando 2 o più computer sono in grado di comunicare tra di loro; esistono molti tipi di connessioni di rete divisi per protocollo di trasporto e per tipo

Dettagli

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1

Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato. Traccia n 1 Simulazione prova scritta di sistemi Abacus per l Esame di Stato Traccia n 1 La condivisione delle informazioni e lo sviluppo delle risorse informatiche tramite cui esse possono venire memorizzate e scambiate

Dettagli

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: Reti di computer ed Internet nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Reti di computer ed Internet

Reti di computer ed Internet Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli

Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Reti di Calcolatori: nozioni generali il modello a livelli Percorso di Preparazione agli Studi di Ingegneria Università degli Studi di Brescia Docente: Massimiliano Giacomin Elementi di Informatica e Programmazione

Dettagli

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella

Capitolo 1 - parte 1. Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Capitolo 1 - parte 1 Corso Reti ed Applicazioni Mauro Campanella Precisazione Noi ci occuperemo solo della trasmissione di informazione in formato digitale. Un segnale analogico è basato su una variazione

Dettagli

Reti di calcolatori: Internet

Reti di calcolatori: Internet Reti di calcolatori: Internet Sommario Introduzione Le reti reti locali: LAN La rete geografica Internet protocollo TCP-IP i servizi della rete Rete di calcolatori Interconnessione di computer e accessori

Dettagli

Lavorare in Rete Esercitazione

Lavorare in Rete Esercitazione Alfonso Miola Lavorare in Rete Esercitazione Dispensa C-01-02-E Settembre 2005 1 2 Contenuti Reti di calcolatori I vantaggi della comunicazione lavorare in rete con Windows Internet indirizzi IP client/server

Dettagli

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella

Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni. Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Corso di Sistemi di Elaborazione delle informazioni Reti di calcolatori 2 a lezione a.a. 2009/2010 Francesco Fontanella Una definizione di Rete Una moderna rete di calcolatori può essere definita come:

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

Reti e Internet: introduzione

Reti e Internet: introduzione Facoltà di Medicina UNIFG Corso di Informatica Prof. Crescenzio Gallo Reti e Internet: introduzione c.gallo@unifg.it Reti e Internet: argomenti Tipologie di reti Rete INTERNET: Cenni storici e architettura

Dettagli

Modulo 9 Insieme di protocolli TCP/IP e indirizzi IP

Modulo 9 Insieme di protocolli TCP/IP e indirizzi IP Modulo 9 Insieme di protocolli TCP/IP e indirizzi IP 9.1 Introduzione a TCP/IP 9.1.1 Storia e futuro di TCP/IP Il ministero della difesa americana (DoD) creò il modello TCP/IP perché voleva una rete che

Dettagli

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Reti di computer- Internet- Web Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti n n n Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello timesharing,

Dettagli

La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento Indice

La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento. La rete: modelli di riferimento Indice Indice 1. Definizioni essenziali 2. Modelli di rete 3. Reti fisiche 4. Protocolli di rete 5. Modelli di riferimento 6. Raffronto tra modelli Architettura degli Elaboratori 2 - T. Vardanega Pagina 275 Definizioni

Dettagli

Reti di calcolatori e Internet

Reti di calcolatori e Internet Corso di Laboratorio di Tecnologie dell'informazione Reti di calcolatori e Internet Copyright Università degli Studi di Firenze - Disponibile per usi didattici Cos è Internet: visione dei componenti Milioni

Dettagli

Reti informatiche 08/03/2005

Reti informatiche 08/03/2005 Reti informatiche LAN, WAN Le reti per la trasmissione dei dati RETI LOCALI LAN - LOCAL AREA NETWORK RETI GEOGRAFICHE WAN - WIDE AREA NETWORK MAN (Metropolitan Area Network) Le reti per la trasmissione

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2013-14 Pietro Frasca Parte II Lezione 1 Martedì 4-03-2014 1 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET)

Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Tratte da (18. TECNICHE DI ACCESSO AI DATABASE IN AMBIENTE INTERNET) Ipotesi di partenza: concetti di base del networking Le ipotesi di partenza indispensabili per poter parlare di tecniche di accesso

Dettagli

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete

Anno Accademico 2013-2014. Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale. Introduzione ( parte II) Topologie di rete INFORMATICA e COMUNICAZIONE DIGITALE Anno Accademico 2013-2014 Lucidi del corso di Reti di Calcolatori e Comunicazione Digitale Introduzione ( parte II) Prof. Sebastiano Pizzutilo Dipartimento di Informatica

Dettagli

Reti locali LAN (Local Area Networks)

Reti locali LAN (Local Area Networks) Reti locali LAN (Local Area Networks) Una LAN è un sistema di comunicazione che permette ad apparecchiature indipendenti di comunicare tra di loro, entro un'area delimitata, utilizzando un canale fisico

Dettagli

Concetti di base delle tecnologie ICT

Concetti di base delle tecnologie ICT Concetti di base delle tecnologie ICT Parte 2 Reti Informatiche Servono a collegare in modo remoto, i terminali ai sistemi di elaborazione e alle banche dati Per dialogare fra loro (terminali e sistemi)

Dettagli

Tecnologie di Sviluppo per il Web

Tecnologie di Sviluppo per il Web Tecnologie di Sviluppo per il Web Introduzione alle Reti di Calcolatori versione 1.0 del 11/03/2003 G. Mecca mecca@unibas.it Università della Basilicata Reti >> Sommario Sommario dei Concetti Elab. Client-Server

Dettagli

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1

Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15. Pietro Frasca. Parte II Lezione 1 Università di Roma Tor Vergata Corso di Laurea triennale in Informatica Sistemi operativi e reti A.A. 2014-15 Parte II Lezione 1 Giovedì 5-03-2015 TESTO DI RIFERIMENTO RETI DI CALCOLATORI E INTERNET un

Dettagli

Internet Protocol Versione 4: aspetti generali

Internet Protocol Versione 4: aspetti generali Internet Protocol Versione 4: aspetti generali L architettura di base del protocollo IP versione 4 e una panoramica sulle regole fondamentali del mondo TCP/IP 1 Cenni storici Introduzione della tecnologia

Dettagli

Indice. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione 1. Capitolo 2 Livello applicazione 30

Indice. Prefazione. Capitolo 1 Introduzione 1. Capitolo 2 Livello applicazione 30 Prefazione XI Capitolo 1 Introduzione 1 1.1 Internet: una panoramica 2 1.1.1 Le reti 2 1.1.2 Commutazione (switching) 4 1.1.3 Internet 6 1.1.4 L accesso a Internet 6 1.1.5 Capacità e prestazioni delle

Dettagli

Appunti del corso di PROF. G. BONGIOVANNI

Appunti del corso di PROF. G. BONGIOVANNI Appunti del corso di PROF. G. BONGIOVANNI Premessa... 2 1) INTRODUZIONE...3 1.1) Usi delle reti di elaboratori... 4 1.2) Aspetti hardware delle reti... 5 1.2.1) Tecnologia trasmissiva... 5 1.2.2) Scala

Dettagli

STRUMENTI DIGITALI PER LA COMUNICAZIONE- RETI ED INTERNET. Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Paola Vocca

STRUMENTI DIGITALI PER LA COMUNICAZIONE- RETI ED INTERNET. Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Paola Vocca STRUMENTI DIGITALI PER LA COMUNICAZIONE- RETI ED INTERNET Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Paola Vocca PERCHÉ IMPLEMENTARE UNA RETE? Per permettere lo scambio di informazioni tra i calcolatori

Dettagli

Indice. Indice V. Introduzione... XI

Indice. Indice V. Introduzione... XI V Introduzione........................................................ XI PARTE I Installazione di Linux come Server.............................. 1 1 Riepilogo tecnico delle distribuzioni Linux e di Windows

Dettagli

offerti da Internet Calendario incontri

offerti da Internet Calendario incontri Introduzione ai principali servizi Come funziona Internet (9/6/ 97 - ore 16-19) offerti da Internet Calendario incontri Navigazione e motori di ricerca (11/6/ 97 - ore 16-19) Comunicazione con gli altri

Dettagli

L Evoluzione dell Informatica. La Rivoluzione Telematica. Le Reti di Calcolatori. Introduzione e Classificazione delle Reti di Calcolatori

L Evoluzione dell Informatica. La Rivoluzione Telematica. Le Reti di Calcolatori. Introduzione e Classificazione delle Reti di Calcolatori I semestre 02/03 L Evoluzione dell Informatica Introduzione e Classificazione delle Reti di Calcolatori Prof. Vincenzo Auletta auletta@dia.unisa.it http://www.dia.unisa.it/~auletta/ Università degli studi

Dettagli

Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria

Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria Università Magna Graecia di Catanzaro Facoltà di Medicina e Chirurgia Corso di Laurea in Scienze Infermieristiche Polo Didattico di Reggio Calabria Corso Integrato di Scienze Fisiche, Informatiche e Statistiche

Dettagli

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address

Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31. 0 net id host id. 1 0 net id host id. 1 1 0 net id host id. 1 1 1 0 multicast address CAPITOLO 11. INDIRIZZI E DOMAIN NAME SYSTEM 76 Classe bit: 0 1 2 3 4 8 16 24 31 A B C D E 0 net id host id 1 0 net id host id 1 1 0 net id host id 1 1 1 0 multicast address 1 1 1 1 0 riservato per usi

Dettagli

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia

Informatica. Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia Informatica Prof. M. Colajanni Università di Modena Reggio Emilia PARTE 3 - COMUNICAZIONI INFORMATICHE (Internet) Importanza delle comunicazioni Tutti vogliono comunicare Oggi un computer che non è in

Dettagli