REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE"

Transcript

1 INDAGINE: COME I MANAGER VIVONO LA CRISI REAGISCO E MI RIMBOCCO LE MANICHE Il sondaggio effettuato a fine anno da Astra Ricerche per Manageritalia parla chiaro: i manager sentono la crisi sulla propria pelle e non hanno dubbi sulle sue cause. Aumentano tensioni e insicurezze, il reddito è colpito e i consumi sono in calo. Eppure, in azienda si reagisce e potrebbero nascere nuove opportunità Enrico Pedretti Ebbene sì, i manager sono toccati nel vivo dalla crisi. Tirano la cinghia e perdono il posto e allo stesso tempo mostrano una forte voglia di reagire. La crisi li colpisce e sono purtroppo parecchi quelli che hanno perso o perderanno il lavoro nei prossimi mesi. Anche da altre indagini abbiamo un quadro di estrema difficoltà: aziende e interi settori che tagliano spese e personale, cali del fatturato e dei profitti. Ma non c è solo l aspetto negativo. Tantissime aziende lavorano guardando al futuro e quindi progettano nuovi prodotti e servizi, l entrata in nuovi business e mercati. Proprio per questo tra i manager emergono aspetti positivi per la loro professione: dinamismo, nuove opportunità professionali fuori o dentro l attuale azienda. I manager, proprio nelle estreme difficoltà del momento, sono e saranno sempre più in prima linea per affrontare al meglio la crisi e buttare le basi per cogliere la futura ripresa. Anzi, è proprio in frangenti come questi che diventano sempre più necessari e indispensabili. Per fare questo devono oggi mettere in campo più concretezza, tempestività, capacità di competere e aggredire i mercati, dialogo e interazione con i vari stakeholder, chiarezza e responsabilità. 6 DIRIGENTE

2 LA PERCEZIONE DELLA CRISI Partiamo dalla percezione dell impatto della crisi, che è giudicato (con un voto da 1 minimo a 10 massimo) più forte a livello generale che personale: i consumi degli italiani (7,4 voto medio), l economia italiana (7,4), il settore della mia azienda (7,0), i risparmi degli italiani (6,8), la mia azienda (6,7%), la mia famiglia (5,9). Una crisi che colpisce e preoccupa perché ha cause e risvolti pesanti. Infatti, non sono pochi quelli molto d accordo sul fatto che la crisi mostra che chi doveva controllare il sistema non l ha fatto (60,2%), è la peggiore che si sia mai vista (52,3%), mette in discussione molte certezze a livello economico, politico e sociale (46,7), è etica prima che economica e finanziaria (37,2%). Tant è che, a ribadire che si è esagerato, metà dei rispondenti spera che serva da lezione per il futuro. I manager intravedono soprattutto più protezionismo e meno libero scambio e una profonda riforma della governance della finanza mondiale. Mentre molto meno seguito trova l eventuale maggior peso dello Stato nel regolare l economia e il mercato e nell entrare temporaneamente o meno in settori economici strategici. LA CRISI IN AZIENDA E NEL PROPRIO SETTORE Tra i fenomeni in atto prevalgono tagli generalizzati dei costi (78,9% in azienda e 82,2% nel settore), calo delle vendite (66,3% e 71,8%), ripensamento delle strategie (64,9% e 60,9%), programmazione di ANCHE PER I MANAGER CONSUMI RIDOTTI TAGLI SU ABBIGLIAMENTO, VACANZE E AUTO Nell ultimo anno, il 59% dei manager ha diminuito i consumi e soprattutto sono tantissimi (58%) quelli che cercano sconti e offerte speciali. Tagli per le spese legate ad abbigliamento e calzature, pasti fuori casa, tempo libero, vacanze brevi e weekend, arredamento, telecomunicazioni e trasporto (carburanti auto/moto). Ma c è di più: oltre al 58% che cerca sconti e offerte speciali, c è chi rinuncia ai prodotti di marca, ha rinegoziato il mutuo per la casa, ha diminuito le spese alimentari, ridotto o rinviato le spese sanitarie, acquistato più a rate e chiesto un prestito alla banca. Per quanto riguarda le vacanze invernali, quasi metà dei manager non c è andato, di questi tre quarti (32% del totale) come già avvenuto nel 2007, ma un quarto contrariamente a quanto avvenuto due anni fa. Tra la maggioranza che è andata in vacanza prevale chi ha fatto gli stessi giorni del 2007 su chi ne ha fatti meno, mentre solo il 5% ha fatto più vacanze. CAMPIONE DELL INDAGINE Il sondaggio di Manageritalia in collaborazione con Astra Ricerche è stato proposto via internet tra il 12 e il 15 dicembre scorso gli intervistati, un campione ben rappresentativo dell universo dei dirigenti e quadri del terziario in attività. L indagine è rimasta attiva quasi solo nel fine settimana. DIRIGENTE

3 Tabella 1 - LA CRISI IN AZIENDA CONSIDERA SOLO LA TUA AZIENDA (%) Quali conseguenze la crisi ha in questo momento e/o avrà nel 2009? Contrazione del fatturato 66,1 Calo dei profitti 63,0 Abolizione o riduzione di gratifiche, bonus ecc. 49,6 Allungamento dei tempi di pagamento da parte dei clienti 49,2 Peggioramento del clima interno all azienda 47,9 Emergere di nuove opportunità 39,0 Rinuncia a lavoratori precari, a collaboratori non assunti 36,0 Positiva ristrutturazione aziendale 31,5 Riduzione degli investimenti in comunicazione 29,4 Riduzione degli investimenti in formazione 27,8 Rinvio di progetti di sviluppo 27,6 Allungamento dei tempi di pagamenti dei fornitori 27,2 Licenziamenti 26,7 Positiva revisione dello stile di management 25,7 Perdita di quote di mercato 23,4 Rinuncia a società di consulenza, di certificazione ecc. 21,2 Difficoltà di accesso a finanziamenti 18,5 Forti perdite 17,7 Nuova governance dell azienda 16,4 Riduzione degli investimenti in R&D 13,0 Probabilità di cessione dell azienda 8,9 Rinvio di lanci di nuovi prodotti 8,7 Inedito o maggior ricorso alla cassa integrazione 7,2 Rischio/probabilità di chiusura dell azienda 6,0 EFFETTI NEGATIVI Licenziamenti e cassa integrazione Il 44,4% pensa sia molto forte anche l impatto sulle risorse umane: accanto ai tagli del personale basati sui costi e non sull utilità e la professionalità, licenziamenti dei lavoratori, dei manager e cassa integrazione. In azienda: tagli dei costi, calo delle vendite Tagli generalizzati dei costi, calo delle vendite. A rimetterci saranno soprattutto comunicazione e formazione. Ritardi anche nei pagamenti dei fornitori e ritiro da alcuni mercati e/o business. Emerge il problema etico Su un punto si è tutti d accordo: le cause della crisi sono chiare. Chi aveva delle responsabilità nella gestione finanziaria ha fatto speculazioni arbitrarie e non ha osservato un comportamento responsabile. La crisi mostra un problema etico. Aumenta tensione e stress A livello personale i manager sono angosciati. Aumentano infatti tensione e stress (74%) e si diffonde un clima di incertezza e di insicurezza. La preoccupazione è soprattutto legata al futuro professionale, con la paura di perdere il proprio lavoro o di avere difficoltà a trovarne uno nuovo. LE REAZIONI IN VISTA DELLA RIPRESA Nella stragrande maggioranza delle aziende (89,7%) nelle quali lavorano i nostri manager si sta operando con progettazione di nuovi prodotti/servizi, forti investimenti sulla rete di vendita, mantenimento delle spese di promozione e pubblicità, programmazione dell entrata in nuovi mercati nazionali, studio di nuove acquisiperiodi di ferie obbligati (36,3% e 38,3%), tagli nelle spese di comunicazione (33,2% e 36,1) e formazione (29,4% e 36%), ritardi nei pagamenti dei fornitori (29,2% e 49,8%) e ritiro da alcuni mercati e/o business in Italia o all estero (12,7% e 25,6%). Forte anche l impatto sulle risorse umane: tagli del personale basati sui costi e non sull utilità e sulla professionalità delle risorse umane (29% e 44,4%), licenziamenti dei lavoratori (24% e 47,2%), licenziamenti dei manager (20,3% e 38,5%) e cassa integrazione (7,7% e 24,4%). Soffermandoci ora solo su quanto sta succedendo in azienda, prevalgono conseguenze di carattere economico-finanziario (contrazione fatturato 66,1%, calo dei profitti 63%, abolizione di gratifiche e bonus 49,6%, al- LA PEGGIORE CHE SI SIA MAI VISTA Più della metà degli intervistati (52%) pensa che questa crisi economica e finanziaria sia la peggiore che si sia mai vista. Molte certezze a livello economico, politico e sociale sono messe in discussione. lungamento dei tempi di pagamento da parte dei clienti 49,2%, allungamento dei tempi di pagamento dei fonitori 27,2%, difficoltà di accesso a finanziamenti 18,5% e forti perdite 17,7%). Anche il vissuto delle persone si fa pesante, con peggioramento del clima interno (47,9%), rinuncia a lavoratori precari e a collaboratori non assunti (36%), licenziamenti (26,7%), rinuncia a società di consulenza (21,2%), inedito maggior ricorso alla cassa integrazione (7,2%), rischio/probabilità di chiusura dell azienda (6%). Non mancano però alcuni aspetti positivi: l emergere di nuove opportunità (39%), la positiva ristrutturazione aziendale (31,5%) e revisione dello stile di management (25,7%), una nuova governance dell azienda (16,4%). 8 DIRIGENTE

4 POSSIBILI EFFETTI POSITIVI Riforma della governance della finanza mondiale Una delle principali conseguenze della crisi secondo i manager sarà un maggiore protezionismo e meno libero scambio (86,4%) e una profonda riforma della governance della finanza mondiale (78,4%). Cambiamenti nella conduzione aziendale Emerge la necessità di rivedere e riorganizzare l attività aziendale, che potrebbe portare con sé anche una positiva revisione dello stile di management (25,7%) e una nuova governance aziendale (16,4%). Aspetti positivi a livello professionale La crisi può essere anche un momento di nuovo slancio/dinamismo (24%) e di nuove opportunità professionali da cogliere nella propria azienda (17%) o muovendosi sul mercato per cambiare azienda (14%). zioni, aumento delle posizioni nel mercato italiano e programmazione dell entrata in nuovi mercati esteri. Pochissime le aziende che non stanno facendo niente di tutto questo o si stanno limitando solo ad abbassare i prezzi (vedi tabella 2). LE CONSEGUENZE A LIVELLO PERSONALE Su tutto prevalgono l aumento di tensione/stress (74%) e di incertezza/insicurezza (63%). A seguire, dopo la riduzione dei consumi personali e familiari, troviamo la riduzione del reddito, la forte contrazione del valore dei risparmi/investimenti, l aumento delle ore lavorate, le maggiori tensioni familiari, la perdita del lavoro e il peggioramento della salute fisica. Le preoccupazioni maggiori conseguenti alla crisi riassumono e riguardano invece l impatto sull economia reale, il futuro dei figli, la perdita del posto di lavoro e il crollo del valore dei risparmi (vedi tabella 3). Ma, come dicevamo, c è anche un lato positivo e quasi la metà degli intervistati vede in questa crisi anche un momento di nuovo slancio/dinamismo (23,7%) e di nuove opportunità professionali da cogliere in azienda (17,4%) o in altra sede lavorativa (17,3%). IL FUTURO PROFESSIONALE Rispetto al proprio futuro professionale, i manager sono moderatamente positivi, con estremi tra moderato ottimismo e forte preoccupazione (vedi tabella 4). Discriminando i nostri manager sulla base dell atteggiamento che hanno verso il futuro professionale e raggruppandoli in cluster possiamo definire 5 gruppi (vedi grafico): i tracollati disperati (8,7%), gli angosciati incerti (41,9%), i positivi allarmatissimi (10,5%), i positivi incerti (12,8%), i positivi sereni (26,1%). Emerge chia- Si colgono nuove opportunità Nella stragrande maggioranza delle aziende (89,7%) si stanno sviluppando azioni positive: investimento sulle reti di vendita (32,4%), si progettano nuovi prodotti e servizi (49,3%), si programma l entrata in mercati nazionali (21,4%), si studiano acquisizioni (21,2%) e l entrata in mercati esteri (19,3%). Efficaci ristrutturazioni aziendali Secondo il 39% dei manager intervistati ci saranno utili ristrutturazioni aziendali. La riorganizzazione del modo di fare business servirà a migliorare l efficienza, a ridurre i costi e allo stesso tempo a contenere le perdite. Tabella 2 - COME SI REAGISCE IN AZIENDA RISTRUTTURAZIONE E REVISIONE DELLO STILE DI MANAGEMENT (%) Come state affrontando la crisi nella tua azienda, in vista della futura ripresa? Stiamo progettando nuovi prodotti/servizi 49,3 Stiamo investendo fortemente sulla rete di vendita 32,4 Stiamo abbassando i prezzi 28,9 Stiamo mantenendo invariate le spese di promozione e pubblicità 22,6 Stiamo pensando di entrare in nuovi mercati nazionali 21,4 Stiamo studiando nuove acquisizioni 21,2 Stiamo incrementando le posizioni nel mercato italiano 20,4 Stiamo pensando di entrare in nuovi mercati esteri 19,3 Niente di tutto questo o stiamo solo abbassando i prezzi 10,3 Niente di tutto questo 1,6 Tabella 3 - LE CONSEGUENZE A LIVELLO PERSONALE (%) A livello personale, quali conseguenze delle seguenti la crisi ha in questo momento e/o avrà nel 2009? Maggiore tensione/stress 74,2 Maggiore incertezza, insicurezza 63,0 Riduzione dei consumi personali/familiari 58,6 Riduzione di reddito (anche per minori gratifiche, stock options, ecc.) 55,7 Forte contrazione del valore dei propri risparmi/investimenti 41,7 Aumento del numero delle ore lavorate 37,0 Nuovo slancio, dinamismo 23,7 Nuove opportunità professionali in azienda 17,4 Maggiori tensioni familiari 17,4 Nuove opportunità professionali cambiando azienda 17,3 Perdita del lavoro per licenziamento o per chiusura dell azienda 14,4 Peggioramento della salute fisica 13,0 Perdita di autostima 6,6 Entrata in depressione o suo aggravamento 4,1 Diminuzione del numero delle ore lavorate 2,7 DIRIGENTE

5 DISPERATI, ALLARMATI O FIDUCIOSI? ramente come l atteggiamento verso il futuro professionale impatti e venga influenzato dalle ipotesi di cosa succederebbe in caso di perdita del lavoro. I più allarmati la vedono un poco più nera, ma tutti sono consci che le difficoltà nel ricollocarsi sono in aumento (vedi tabella 5). Positivi sereni 26,1% Tracollati disperati 8,7% UNA LEZIONE PER IL FUTURO La crisi è più forte a livello generale che personale: i manager pensano che tocchi i consumi degli italiani e l economia un po più che la propria azienda e famiglia. Nonostante ciò, la maggioranza pensa che questa crisi è la peggiore che si sia mai vista e preoccupa perché ha cause e risvolti pesanti: mostra che chi doveva controllare il sistema non l ha fatto. I manager prevedono un maggiore protezionismo e meno libero scambio, in sostanza una profonda riforma della governance della finanza mondiale. Molte certezze a livello economico, politico e sociale sono messe in discussione. Si tratta di una crisi etica, prima che economica e finanziaria. Metà degli intervistati osserva che servirà da lezione per il futuro. Positivi incerti 12,8% Positivi allarmatissimi 10,5% Angosciati incerti 41,9% Discriminando i nostri manager sulla base dell atteggiamento che hanno verso il futuro professionale possiamo raggrupparli in 5 cluster. LO STATO D ANIMO DEI MANAGER (%) TOTALE Tracollati Angosciati Positivi Positivi Positivi disperati incerti allarmatissimi incerti sereni 100 8,7 41,9 10,5 12,8 26,1 Tabella 4 - In generale qual è oggi il tuo atteggiamento rispetto al tuo futuro professionale? Sono angosciato: non ho più un lavoro e credoche non ne troverò un altro in poco tempo 1,6 18,0 Sono preoccupato: ho un lavoro e temo di perderlo 8,7 82,0 3,7 Sono sereno solo in parte, ho un lavoro e sono meno sicuro che in passato di mantenerlo 46,3 96,3 22,9 Sono speranzoso: non ho più un lavoro ma credo che ne troverò un altro in poco tempo 2,4 9,3 3,8 3,4 Sono del tutto sereno: ho un lavoro e sono certo di mantenerlo 24,9 40,2 64,9 47,4 Sono aperto al cambiamento: sarò io a cercare una nuova occupazione 16,2 50,5 31,3 26,3 TOTALE 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 Tabella 5 - Se tu dovessi perdere il lavoro pensi che oggi... Non ne troveresti più uno 2,7 10,1 2,6 2,8 2,3 0,8 Ne troveresti un altro ma con ruolo e reddito più bassi 32,2 46,1 40,3 30,8 27,5 17,3 Ne troveresti uno nuovo ma non in poco tempo 34,6 18,0 33,5 36,4 32,1 42,5 Non cercheresti né un altro lavoro fisso né consulenze 1,7 1,6 0,9 2,3 2,3 Non ne cercheresti un altro fisso ma cercheresti delle consulenze 9,0 9,0 6,8 12,1 13,7 9,0 Non ne troveresti un altro fisso ma avresti delle consulenze 12,1 16,9 14,1 10,3 12,2 7,9 Ne troveresti uno nuovo in poco tempo 7,7 1,2 6,5 9,9 20,3 TOTALE 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 100,0 I manager sono preoccupati ma nella maggioranza dei casi non sono vittime della disperazione. L atteggiamento prevalente è quello dell incertezza. I manager sono meno sicuri che in passato di mantenere il proprio lavoro. In caso di brutte sorprese, il 66,8% degli intervistati è convinto di trovare un nuovo lavoro, sebbene con un inquadramento/reddito inferiore e/o non in tempi brevi. 10 DIRIGENTE

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013

C E N S I S OUTLOOK ITALIA. Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 C E N S I S OUTLOOK ITALIA Clima di fiducia e aspettative delle famiglie italiane nel 2 semestre 2013 Roma, 16 ottobre 2013 - Sono sempre più numerose le famiglie che non riescono a far fronte alle spese

Dettagli

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010

Italia: Imprese e Futuro Giugno 2010 Giugno 2010 Premessa L obiettivo dell indagine è stato quello di registrare il sentire delle Aziende Italiane rispetto alla situazione economica attuale e soprattutto quali sono le aspettative per gli

Dettagli

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi. BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Gli italiani hanno smesso di chiedere prestiti: -3,3% nei primi nove mesi dell anno rispetto al 2012 ma -24% rispetto agli anni pre crisi.

Dettagli

INDAGINE APRILE 2016

INDAGINE APRILE 2016 INDAGINE APRILE 2016 COMUNICATO STAMPA MILANO, 1 APRILE 2016 La crisi è passata anzi no, italiani confusi rispetto alla crisi e alla sua durata: il 33% degli intervistati ritiene che sia in atto una debole

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

IL LAVORO CHE CAMBIA? ITALIANI DIVISI A METÀ!

IL LAVORO CHE CAMBIA? ITALIANI DIVISI A METÀ! IL LAVORO CHE CAMBIA? ITALIANI DIVISI A METÀ! Indagine AstraRicerche e Manageritalia (aprile 2015) Enrico Pedretti direttore marketing Manageritalia MILANO 24 NOVEMBRE 2015 L INDAGINE Manageritalia, con

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Osservatorio sui consumatori : la crisi finanziaria e la percezione. secondo la distribuzione. III edizione 2008-2009

Osservatorio sui consumatori : la crisi finanziaria e la percezione. secondo la distribuzione. III edizione 2008-2009 Osservatorio sui consumatori : la crisi finanziaria e la percezione dell andamento d del mercato e dei consumi secondo la distribuzione italiana III edizione 2008-2009 Marzo 2009 La ricerca 2 Obiettivi:

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Nel 2012 l 80% delle famiglie colpite direttamente dalla crisi, quasi il 90% dei nostri concittadini ha ridotto le spese

COMUNICATO STAMPA. Nel 2012 l 80% delle famiglie colpite direttamente dalla crisi, quasi il 90% dei nostri concittadini ha ridotto le spese Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA PROSPETTIVE 2013, SONDAGGIO CONFESERCENTI SWG: CRISI DI FIDUCIA, QUASI NOVE SU DIECI NON CREDONO IN UN MIGLIORAMENTO DELLA SITUAZIONE ECONOMICA ITALIANA. SEI SU DIECI VOGLIONO

Dettagli

La crisi economica nel Veneto: il punto di vista delle piccole imprese

La crisi economica nel Veneto: il punto di vista delle piccole imprese FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) Tel: 041-23.86.700 - Fax: 041-98.45.01 Email: info@fondazioneleonemoressa.org Web: www.fondazioneleonemoressa.org La crisi economica

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire

RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013. Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire RAPPORTO AMWAY SULL IMPRENDITORIALITA ANNO 2013 Incoraggiare l imprenditorialità in Italia e in Europa eliminando la paura di fallire 1 Anche nel 2013, per il quarto anno consecutivo, Amway l azienda pioniere

Dettagli

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it

Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali. Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Conflittualità relazionali fra impegni familiari e impegni professionali Rosa Maria Nicotera www.consorziomediana.it Gli interventi a sostegno dei legami familiari e alla conciliazione positiva dei conflitti

Dettagli

Indicazioni per la conduzione delle interviste

Indicazioni per la conduzione delle interviste Indicazioni per la conduzione delle interviste Condurre almeno due interviste sul tema della Relazione di coppia utilizzando lo schema di massima riportato di seguito. Dopo aver condotto le interviste

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013

MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 MERCATO IMMOBILIARE E IMPRESE ITALIANE 2013 Sono 383.883 le imprese nate nel 2012 (il valore più basso degli ultimi otto anni e 7.427 in meno rispetto al 2011), a fronte delle quali 364.972 - mille ogni

Dettagli

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ

NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ NON PIÙ SOGNO, LA CASA È UNA NECESSITÀ I RISULTATI DI UN SONDAGGIO CONDOTTO DA CASA.IT IN COLLABORAZIONE CON L'ISTITUTO INDIPENDENTE DI STUDI E RICERCHE SCENARI IMMOBILIARI Luglio 2013 La crisi ha tolto

Dettagli

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: ITALIA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010,

Dettagli

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE:

SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: PICCOLE E MEDIE IMPRESE: PICCOLE E MEDIE IMPRESE SCHEDA PAESE: CINA PICCOLE E MEDIE IMPRESE: RICOST RUIRE LE PREMESSE PER UNA NUOVA CRESCITA IN COLLABORAZIONE CON: IN COLLABORAZIONE CON: L indagine Nel mese di ottobre 2010, Forbes

Dettagli

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese

LA CRISI ECONOMICA NEL NORDEST: il punto di vista delle imprese FONDAZIONE LEONE MORESSA Via Torre Belfredo 81/d 30171 Mestre (Venezia) Tel: 041-23.86.700 - Fax: 041-98.45.01 Email: info@fondazioneleonemoressa.org Web: www.fondazioneleonemoressa.org LA CRISI ECONOMICA

Dettagli

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo

Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Il settore arredamenti tradizionali ed il credito al consumo Rapporto di ricerca Ottobre 2011 (Rif. 1810v111) Indice 2 Capitolo I - La situazione attuale dei dealer e le previsioni per il prossimo futuro

Dettagli

REAL ESTATE Profit warning e rischi di bancarotta

REAL ESTATE Profit warning e rischi di bancarotta REAL ESTATE Profit warning e rischi di bancarotta hanno fatto crollare fino all 85% il valore delle quotate Capitalizzazioni ridotte a un decimo rispetto a inizio anno, progetti fermi, profit warning,

Dettagli

Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE

Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE Dicembre 2009 presentazione Monitor Marca 2009 Si avvertono i segnali della fine della fase critica ABSTRATC INDAGINE Il quadro economico provinciale: le prospettive E ritiene che nel futuro la situazione

Dettagli

Una ricerca sulla Menopausa Precoce

Una ricerca sulla Menopausa Precoce Una ricerca sulla Menopausa Precoce PREMESSA Le D.sse Ann Bises (psicoterapeuta) e Giovanna Testa (ginecologa specialista in endocrinologia ginecologica) del sito www.menopausaprecoce.it e l Associazione

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS)

Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Casa di cura e di riposo per anziani di Gundeldingen, Basilea (BS) Werner Wassermann, datore di lavoro La signora L. lavora da noi da tanto tempo. È stata capo reparto e noi, ma anche gli altri collaboratori

Dettagli

BAOBAB ACADEMY AMICUS ONLUS PROJECT. Scheda dello studente Humphrey Pieteisen Nana Okoh Corso: Business Studies Diploma: 2015 Borsa di studio: 150,00

BAOBAB ACADEMY AMICUS ONLUS PROJECT. Scheda dello studente Humphrey Pieteisen Nana Okoh Corso: Business Studies Diploma: 2015 Borsa di studio: 150,00 Humphrey Pieteisen Nana Okoh Ho terminato la scuola superiore ad Accra. Poichè il mio sogno è quello di diventare un professionista nel campo dell informatica mi sono iscritto presso l Istituto Nazionale

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione

INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione INTERVENTO DEL DR. SAMMARCO AL SEMINARIO DAL TITOLO: Orientamento ai risultati: costruire la cultura della misurazione Forum P.A. - ROMA, 6 Maggio 2003 Vorrei utilizzare questo tempo a mia disposizione

Dettagli

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro-

Economia debole, profitti deboli. -Il 2012 si prospetta ancora più duro- NOTIZIE n 42 Economia debole, profitti deboli -Il 2012 si prospetta ancora più duro- 20 settembre 2011 (Singapore) - La IATA (l Associazione internazionale del trasporto aereo) ha annunciato un aggiornamento

Dettagli

Sezione A: indicatori di scenario

Sezione A: indicatori di scenario Public Affairs S.r.l. Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO SONDAGGIO IPSOS ACRI 84ª Giornata Mondiale del Risparmio PRODUTTIVITA, RISPARMIO, SVILUPPO Risultati diffusi nell ambito della conferenza stampa

Dettagli

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI

BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI BORTOLUSSI: DETASSARE LE TREDICESIME AI CASSAINTEGRATI Il costo per le casse pubbliche non dovrebbe superare i 150 milioni di euro. Secondo un sondaggio della CGIA, negli ultimi 10 anni la quota di spesa

Dettagli

Osservatorio ISTUD - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo

Osservatorio ISTUD - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo - seconda Survey: Aziende italiane e mercato unico europeo Quesito 1 In linea generale ritieni positiva la tendenza di molti paesi europei a cercare di proteggere alcuni settori ritenuti strategici per

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 16 DICEMBRE 2010 Microimprese ancora in affanno ma emergono i primi timidi segnali di miglioramento negli investimenti Calano

Dettagli

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti

Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Un manifesto di Cna per dare più forza e più voce ai nuovi professionisti Sono circa 10.000 in provincia di Bologna Sondaggio tra gli iscritti Cna: sono laureati e soddisfatti della loro autonomia Rivendicano

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

APPENDICE METODOLOGICA

APPENDICE METODOLOGICA APPENDICE METODOLOGICA Le indagini sul campo alla base del Rapporto su Torino di quest anno consistono in un ampia ricognizione e nell analisi di studi e ricerche prodotti di recente: sull area torinese,

Dettagli

OLTRE LA CRISI? NON ANCORA

OLTRE LA CRISI? NON ANCORA OLTRE LA CRISI? NON ANCORA Le PMI dell Emilia Romagna nella doppia morsa della stretta creditizia e del ritardo dei pagamenti Allarme occupazione: a rischio la sua tenuta Bologna, 17 Novembre 2009 Ricerche

Dettagli

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE

BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE BAROMETRO CRIF DELLA DOMANDA DI PRESTITI DA PARTE DELLE FAMIGLIE Ad aprile continua la flessione della domanda di credito da parte di famiglie e imprese: -3% i prestiti, -9% i mutui richiesti dalle famiglie;

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Nuovi orizzonti per la tutela del risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al regolamento dell Autorità

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Modena NetConsulting 2012 1

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info

La crisi del sistema. Dicembre 2008 www.quattrogatti.info La crisi del sistema Dicembre 2008 www.quattrogatti.info Credevo avessimo solo comprato una casa! Stiamo vivendo la più grande crisi finanziaria dopo quella degli anni 30 La crisi finanziaria si sta trasformando

Dettagli

La gestione delle ristrutturazioni e delle crisi aziendali

La gestione delle ristrutturazioni e delle crisi aziendali La gestione delle ristrutturazioni e delle crisi aziendali Ermanno Dalla Libera Istituto Poster www.performancemonitor.eu 1 Introduzione Che cos è la ristrutturazione? La ristrutturazione, nell ampia accezione

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est non riesce più a risparmiare

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est non riesce più a risparmiare OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est non riesce più a risparmiare Il Gazzettino, 7.11.01 NOTA INFORMATIVA L'Osservatorio sul Nord Est è curato da Demos & Pi per Il Gazzettino. Il sondaggio è stato condotto

Dettagli

ITALIA TURISMO Luglio 2012

ITALIA TURISMO Luglio 2012 ITALIA TURISMO Luglio 2012 LE VACANZE DEGLI ITALIANI IN TEMPO DI CRISI Cancellati 41 milioni di viaggi e 195 milioni di giornate di vacanza in cinque anni Gli ultimi aggiornamenti sull andamento del turismo

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati

Lexis Ricerche per Faschim. FASCHIM Indagine Associati Lexis Ricerche per Faschim FASCHIM Indagine Associati 1 Metodo e campione Ricerca quantitativa sul target iscritti Faschim. Disegno campionario: 1000 interviste telefoniche a iscritti al fondo Faschim;

Dettagli

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO

LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Associazione Nazionale Demolitori Italiani LA DEMOLIZIONE ITALIANA A CONVEGNO Parma, 26 novembre 2005 Trascrizione dell intervento dal titolo: IL MERCATO DELLE DEMOLIZIONI ANNI 2000: DAL RECUPERO ALLA

Dettagli

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro.

Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Henry Hansmann Voglio concentrare il mio intervento sul ruolo delle cooperative nell economia moderna, riassumendo alcuni dei punti centrali trattati nel libro. Prima di tutto è bene iniziare da una distinzione

Dettagli

Principali risultati della ricerca

Principali risultati della ricerca 1 Gli italiani e la crisi: disposti ad investire nel miglioramento della casa? Principali risultati della ricerca Milano, Maggio 2011 (Rif. 1412v111) 2 Capitolo 1 Gli italiani e la crisi La quasi totalità

Dettagli

Aspettative, consumo e investimento

Aspettative, consumo e investimento Aspettative, consumo e investimento In questa lezione: Studiamo come le aspettative di reddito e ricchezza futuro determinano le decisioni di consumo e investimento degli individui. Studiamo cosa determina

Dettagli

L economia italiana 169

L economia italiana 169 L economia italiana 169 3.8 Debito pubblico: perché no?! il rapporto tra il disavanzo pubblico e il prodotto interno lordo non deve essere superiore al 3%;! il rapporto tra il debito pubblico e il prodotto

Dettagli

Outlook finanziario dell agricoltura europea

Outlook finanziario dell agricoltura europea Gian Luca Bagnara Outlook finanziario dell agricoltura europea I prezzi agricoli hanno colpito i titoli dei giornali negli ultimi cinque anni a causa della loro volatilità. Tuttavia, questa volatilità

Dettagli

IL CONTESTO Dove Siamo

IL CONTESTO Dove Siamo IL CONTESTO Dove Siamo INFLAZIONE MEDIA IN ITALIA NEGLI ULTIMI 60 ANNI Inflazione ai minimi storici oggi non è più un problema. Tassi reali a: breve termine (1-3 anni) vicini allo 0 tassi reali a medio

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO

ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO ANIE ENERGIA: 2015 ANNO DEL RILANCIO PER IL SETTORE ELETTRICO Un indagine di ANIE Energia analizza le possibili evoluzioni del mercato interno di inverter, sistemi di accumulo e colonnine di ricarica.

Dettagli

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi

Studiare I consumi: Imparare dalla crisi MATCHING 24 / 11 /2009 Seminario Studiare I consumi: Imparare dalla crisi Quanto più la ripresa sarà lenta, tanto più la selezione delle aziende sul mercato sarà rapida. È fondamentale uscire dalle sabbie

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015

CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 CONFINDUSTRIA-CERVED: RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2015 Duro l impatto della crisi, ma anche dalle PMI del Sud arrivano primi segnali di ripartenza. Servono più imprese gazzelle per trainare ripresa. Più di

Dettagli

La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale. Bologna 31 marzo 2015

La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale. Bologna 31 marzo 2015 1 La quotazione delle PMI su AIM Italia e gli investitori istituzionali nel capitale Bologna 1 marzo 2015 2 L'AIM Italia (Alternative Investment Market) è il mercato di Borsa Italiana dedicato alle piccole

Dettagli

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa

Soggetto committente: Acri Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio Spa NOTA INFORMATIVA (in ottemperanza al regolamento dell Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni in materia di pubblicazione e diffusione dei sondaggi sui mezzi di comunicazione di massa: delibera 153/02/CSP,

Dettagli

Tasso fisso o tasso variabile?

Tasso fisso o tasso variabile? Tasso fisso o tasso variabile? Questa guida ti spiega perché è una decisione importante e ti suggerisce le domande da farti per scegliere al meglio LOGO BANCA 2 Tasso fisso o tasso variabile? CARO CLIENTE,

Dettagli

- Investimenti nell innovazione di prodotto - Immagine: prodotto di rottura, avventuroso, stile americano

- Investimenti nell innovazione di prodotto - Immagine: prodotto di rottura, avventuroso, stile americano 1918: primo costruttore di motociclette del mondo - Investimenti nell innovazione di prodotto - Immagine: prodotto di rottura, avventuroso, stile americano Anni 50: quota di mercato del 60% Ingresso dei

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

R S U E S S E L U N G A CORBETTA

R S U E S S E L U N G A CORBETTA Analisi questionario Questa relazione nasce dalla necessità di sintetizzare ed analizzare il risultato del questionario proposto ai lavoratori Esselunga di Corbetta. Il sondaggio (anonimo) ideato e realizzato

Dettagli

IL RENDICONTO FINANZIARIO

IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO IL RENDICONTO FINANZIARIO INDICE IL RENDICONTO FINANZIARIO,... 2 LA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA,... 3 IL RENDICONTO FINANZIARIO DELLA POSIZIONE FINANZIARIA NETTA,... 6 PRIMO PASSO:

Dettagli

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009

Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Nota Congiunturale Numero 2 Giugno 2009 Comitato per la qualificazione della spesa pubblica Comitato per lo sviluppo provinciale Sandro Trento Enrico Zaninotto Quadro internazionale: 2010 migliore, ma

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Novembre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Novembre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Verona NetConsulting 2012 1

Dettagli

La nota integrativa 2009. fatturati e margini in diminuzione e banche più guardinghe

La nota integrativa 2009. fatturati e margini in diminuzione e banche più guardinghe La nota integrativa 2009 tra fatturati e margini in diminuzione e banche più guardinghe Relazione del dr. Mario Venturini Magenta 7 aprile 2009 1 Indice dell intervento Il contesto economico e le attese

Dettagli

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012

L Azienda Digitale. Viaggio nell'italia che compete. Executive Summary. Ottobre 2012 L Azienda Digitale Viaggio nell'italia che compete Executive Summary Ottobre 2012 Realizzato da NetConsulting per Repubblica Affari&Finanza e Samsung Evento Territoriale di Perugia NetConsulting 2012 1

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

terziario friuli venezia giulia maggio 2015

terziario friuli venezia giulia maggio 2015 terziario friuli venezia giulia maggio 2015 osservatorio trimestrale sull andamento delle imprese del terziario del friuli venezia giulia rapporto di ricerca primo trimestre 2015 udine, 18 maggio 2015

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma

NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca. Intervento fuori programma NICOLETTA MARASCHIO Presidente dell Accademia della Crusca Intervento fuori programma Buona sera. Grazie a Giovanni Puglisi che mi ha dato la parola. La mia è una voce diversa da tutte quelle che mi hanno

Dettagli

CAPITOLO 18 L investimento

CAPITOLO 18 L investimento CAPITOLO 18 L investimento Domande di ripasso 1. Nel modello neoclassico dell investimento, le imprese traggono vantaggio dall aumentare la propria dotazione di capitale se la rendita reale del capitale

Dettagli

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio

Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio C E N S I S Monitoraggio congiunturale sul sistema produttivo del Lazio III Quadrimestre 2008 Monitor Lazio è promosso dall Unione Regionale delle Camere di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING!

I PRIMI PASSI NEL NETWORK! MARKETING! I PRIMI PASSI NEL NETWORK MARKETING Ciao mi chiamo Fabio Marchione abito in brianza e sono un normale padre di famiglia, vengo dal mondo della ristorazione nel quale ho lavorato per parecchi anni. Nel

Dettagli

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA

L IMMAGINE DEL MEZZOGIORNO D ITALIA Presso la Business Community e presso la popolazione di Brasile Ricerca di mercato condotta da: GPF&A e Ispo Ltd Per conto di: Ministero dell Economia e delle Finanze Dipartimento per le Politiche di Sviluppo

Dettagli

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright 2014 ricerca cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti 1 Cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti, 2014 La pubblicazione riporta i risultati di una ricerca condotta via internet

Dettagli

Supronto Back AG, Egolzwil (LU)

Supronto Back AG, Egolzwil (LU) Supronto Back AG, Egolzwil (LU) La Supronto Back AG Il datore di lavoro Willi Suter: «Siamo una tradizionale panetteria-pasticceria industriale. Io e mia moglie abbiamo iniziato 25 anni fa con un apprendista

Dettagli

PMI, finanza e assicurazione Indice

PMI, finanza e assicurazione Indice . PMI, finanza e assicurazione Indice Indagine internazionale AXA IPSOS 2013 su PMI e autonomi Focus Italia Una luce in fondo al tunnel ma persistono alcuni ostacoli alla crescita Stretta del credito:

Dettagli

ANTONELLO VANNI FIGLI NELLA TEMPESTA LA LORO SOFFERENZA NELLA SEPARAZIONE E NEL DIVORZIO SAN PAOLO EDIZIONI, 2015

ANTONELLO VANNI FIGLI NELLA TEMPESTA LA LORO SOFFERENZA NELLA SEPARAZIONE E NEL DIVORZIO SAN PAOLO EDIZIONI, 2015 ANTONELLO VANNI FIGLI NELLA TEMPESTA LA LORO SOFFERENZA NELLA SEPARAZIONE E NEL DIVORZIO SAN PAOLO EDIZIONI, 2015 INDICE Prefazione I La famiglia nella tempesta Family Breakdown: perché la famiglia è in

Dettagli

La crescita che quadra

La crescita che quadra storia di copertina GENERAL COUNSEL AGENDA 2014 La crescita che quadra Il lavoro delle direzioni legali continua ad aumentare. Il numero di risorse interne e il budget registrano, invece, un sostanziale

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 03/07/2014 Emilianet 03/07/2014 Emilianet DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Venerdì, 04 luglio 2014 Dossier Confcommercio Modena Consumi a 0,7%, la speranza

Dettagli

Due scommesse per il decollo della previdenza integrativa

Due scommesse per il decollo della previdenza integrativa SILENZIO/ASSENSO E TFR ALL INPS Due scommesse per il decollo della previdenza integrativa di Giovanni Maggiorano Risorse Umane >> Fondi pensione Sommario Introduzione...3 Tre le ipotesi percorribili...4

Dettagli

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA

IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA IL QUADRO DEL CREDITO IN UMBRIA Perugia, 24 ottobre 2014 In collaborazione con Impieghi: il quadro al 30/06/2014 (dati in mln di e composizione %) IMPIEGHI (in milioni di euro) 1 - IMPRESE 2 - FAMIGLIE

Dettagli

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI

COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI SPECIAL REPORT COME FARE SOLDI E CARRIERA RA NEGLI ANNI DELLA CRISI Scopri i Segreti della Professione più richiesta in Italia nei prossimi anni. www.tagliabollette.com Complimenti! Se stai leggendo questo

Dettagli

Sintesi dei principali risultati 1

Sintesi dei principali risultati 1 Sintesi dei principali risultati 1 In quest indagine sul settore dei servizi per le imprese, sono state studiate imprese che svolgono servizi di ricerca, selezione e fornitura di personale; imprese di

Dettagli

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito

Vivere il Sogno. Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito Vivere il Sogno Vivere è bello, vivere bene è meglio!!! Diventa fan su Facebook: Tutte le novità da subito VIVERE IL SOGNO!!! 4 semplici passi per la TUA indipendenza finanziaria (Il Network Marketing)

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono

Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono 1 Questa presentazione fornisce informazioni su quali sono gli sbocchi occupazionali dei laureati del 2009 che hanno terminato gli studi e si sono presentati sul mercato del lavoro. Tali informazioni provengono

Dettagli