2. IL CONTESTO EUROPEO PER LA IFP INIZIALE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "2. IL CONTESTO EUROPEO PER LA IFP INIZIALE"

Transcript

1 2. IL CONTESTO EUROPEO DELLA IFP INIZIALE

2 2.1. I BENEFICI DELLA FORMAZIONE PROFESSIONALE EUROPEA L'istruzione e la formazione hanno un ruolo centrale nella Strategia di Lisbona per la crescita e l occupazione, e sono un elemento chiave per il raggiungimento degli obbiettivi stabiliti dalla Commissione Europea per il L'8 luglio 2009 la Commissione Europea pubblicò un Libro Verde intitolato Promuovere la mobilità dei giovani per l'apprendimento, una consultazione aperta e pubblica per sostenere la mobilità dei giovani in Europa. L'importanza della mobilità dei giovani è evidenziata in questo libro verde: "La mobilità per l'apprendimento, ovvero la mobilità transnazionale volta all'acquisizione di nuove competenze, è uno dei mezzi fondamentali attraverso i quali una persona, soprattutto se giovane, può incrementare le proprie possibilità di occupazione e potenziare il proprio sviluppo personale. Inoltre i datori di lavoro riconoscono e apprezzano tali vantaggi. Gli Europei che sperimentano la mobilità da giovani studenti hanno maggiori possibilità di essere mobili anche più tardi nella vita, sul mercato del lavoro. La mobilità per l'apprendimento ha svolto un ruolo importante nell'aprire ulteriormente i sistemi di istruzione e formazione, rendendoli più europei e più internazionali, più accessibili e più efficienti. La mobilità può anche rafforzare la competitività dell'europa contribuendo alla costruzione di una società ad alto contenuto di conoscenza, e quindi al raggiungimento degli obiettivi della strategia di Lisbona a favore della crescita e dell'occupazione. 2 "Nel contesto dell'attuale crisi economica la Commissione ha sottolineato l'estrema importanza degli investimenti nell'istruzione e nella formazione. La Commissione ha inoltre precisato che, sebbene in tali circostanze si possa essere tentati a sottrarre risorse destinate a tali attività per assegnarle ad altre, è proprio in un periodo di difficoltà economica che vanno salvaguardati gli investimenti nella conoscenza e nelle competenze." 3 "La mobilità per l'apprendimento presenta anche altri vantaggi. Essa può, ad esempio, contribuire a combattere i rischi di isolamento, protezionismo e xenofobia che emergono in tempi di crisi economica. Può inoltre contribuire a promuovere un senso più profondo di identità e cittadinanza europea tra i giovani. La mobilità stimola anche la circolazione della conoscenza, fondamentale per il futuro dell'europa della conoscenza." 4 La UE ha da molto tempo sostenuto la mobilità per l'apprendimento attraverso vari programmi ed iniziative, in particolar modo con il Programma per l'apprendimento Permanente per il periodo Gli obbiettivi principali del programma sono la contribuzione allo sviluppo della comunità europea come società basata sulla conoscenza, con uno sviluppo economico sostenibile, più (e migliori) opportunità di occupazione e più coesione sociale, migliorando nello stesso tempo la protezione dell'ambiente per le generazioni future. 2 Libro Verde, Promuovere la mobilità dei giovani per l'apprendimento. 3 Idem 4 Idem

3 Il Programma per l'apprendimento Permanente offre alle persone in ogni fase della vita la possibilità di cogliere opportunità stimolanti di apprendimento in tutta l'europa. Ci sono quattro sotto-programmi che interessano diversi stadi di istruzione e formazione, in continuazione con i programmi implementati in precedenza: Comenius 5 : "mira a sviluppare la conoscenza e la comprensione della diversità culturale e linguistica europea e del suo valore tra i giovani e gli insegnanti. Aiuta i giovani ad acquisire le competenze di base necessarie per la vita e le competenze necessarie ai fini dello sviluppo personale, dell'occupazione e della cittadinanza europea attiva". Erasmus 6 : "è diventato il motore trainante della modernizzazione dell'istruzione superiore europea ed ha ispirato la creazione del processo di Bologna. L'obiettivo generale del programma è di creare un'area europea dell'istruzione superiore e perseguire l'innovazione attraverso l'europa. Il Programma mira ad allargare ulteriormente l'esperienza nei prossimi anni, puntando a 3 milioni di studenti entro 2012". Leonardo da Vinci 7 : "il programma finanzia una vasta gamma di interventi, in particolare delle iniziative di mobilità transfrontaliera; progetti di cooperazione per sviluppare e disseminare l'innovazione; e reti tematiche. I beneficiari potenziali sono ugualmente vasti - da studenti in formazione professionale iniziale a persone già inserite nel mercato di lavoro, nonché professionisti dell IFP ed organizzazioni pubbliche e private che operano in questo settore." Grundtvig 8 : "mira a fornire agli adulti mezzi e percorsi per migliorare le loro conoscenze e competenze personali, per mantenerli mentalmente in forma e potenzialmente più occupabili. Serve non solo i discenti nell'istruzione adulta ma anche gli insegnanti, educatori, personale educativo e le strutture che forniscono questi servizi. Questi includono delle associazioni, organizzazioni di counselling, servizi informativi, enti politici ed altri coinvolti nell'apprendimento permanente come le ONG, le imprese, gruppi di volontari e centri di ricerca." La mobilità per l'apprendimento è inoltre sostenuta dai Fondi Strutturali in alcuni paesi dell'ue. Inoltre la Commissione europea ha contribuito allo sviluppo di una serie di strumenti volti ad agevolare la mobilità, quali l'europass, il sistema ECTS per l'istruzione superiore (Sistema europeo di trasferimento e di accumulo dei crediti), il supplemento al diploma, il quadro europeo delle qualifiche per l'apprendimento permanente, il sistema europeo dei crediti per l'istruzione e la formazione professionale (ECVET), lo "Youthpass", EURAXESS, la direttiva sui visti per gli allievi ed il pacchetto sui visti scientifici". 9 5 Programma per l'apprendimento Permanente: 6 Programma per l'apprendimento Permanente: 7 Programma per l'apprendimento Permanente: 8 Programma per l'apprendimento Permanente: 9 Libro Verde, Promuovere la mobilità dei giovani per l'apprendimento.

4 "Considerati globalmente, gli attuali programmi, strumenti ed iniziative sulla mobilità si rivolgono ai vari strati della popolazione giovanile europea. Tuttavia la mobilità continua a restare un'eccezione anziché diventare la regola ed è più accessibile a determinati gruppi, ad esempio gli allievi, rispetto ad altri, ad esempio chi segue una formazione professionale e gli apprendisti, per i quali restano molti ostacoli di carattere concreto." 10 Le sfide che vengono con i cambiamenti demografici, nonché la necessità di aggiornare e sviluppare le competenze personali e tenere testa alle circostanze economiche e sociali che mutano richiedono l'adozione dell'approccio dell'apprendimento permanente nonché di sistemi di istruzione e formazione che si adattino più facilmente a questi cambiamenti e siano più aperti a tutto il mondo. La mobilità per l'apprendimento è ancora un eccezione, mentre deve diventare una caratteristica naturale dell'identità europea ed un'opportunità da sfruttare da parte di tutti i giovani europei. In questo modo può diventare un fattore importante per garantire la competitività e la solidarietà futura dell'unione Europea. La mobilità in un contesto di istruzione e formazione si differenzia sostanzialmente da altri tipi di mobilità in quanto è prima di tutto un esercizio pedagogico: è uno strumento utilizzato per produrre certi tipi di apprendimento di natura affettiva e/o cognitiva con il partecipante. Gli stage all estero possono rappresentare un mezzo per realizzare la comprensione interculturale, capire come vivere in pace insieme in Europa e nel mondo e sviluppare un senso di "cittadinanza europea". I benefici della mobilità sono dettagliati molto bene per ogni attore nell'indagine MoVE-iT della Commissione Europea: Per i datori di lavoro, gli stage transnazionali nella IFP iniziale possono servire come strumento per sviluppare le abilità e le competenze dei futuri lavoratori nonché strumenti per stimolare l'internazionalizzazione. Gli stage transnazionali possono aiutare a sviluppare le competenze (internazionali) di futuri dipendenti che sono importanti per operare con successo nel mercato internazionale e per lo sviluppo economico in Europa. Tra le altre, queste competenze riguardano: apprendere ad imparare, elaborazione di informazioni, competenze decisionali, comunicazione e lingue straniere, pensiero creativo e risoluzione di problemi, autogestione, auto-sviluppo e flessibilità". 11 "I benefici degli stage transnazionali per i datori di lavoro non si riferiscono esclusivamente allo sviluppo delle competenze dei futuri lavoratori, anche se (dai datori di lavoro) questo è visto come il beneficio più importante. Altri benefici per i datori di lavoro includono: esperienze multi-culturali di valore ed una forza lavoro potenzialmente più internazionalizzante; introduzione di un tono internazionale nell'azienda; nuovi stimoli, idee e conoscenza di nuovi mercati; possibilità di apporto di nuovi approcci e metodi di lavoro da parte degli allievi; migliori conoscenze linguistiche del personale; maggiore consapevolezza culturale e comprensione tecnica; miglior profilo ed attrattiva del settore specifico." Idem 11 "Studio sugli ostacoli alla mobilità transazionale per apprendisti ed altri giovani in formazione professionale iniziale e sui modi per superarli", conosciuto anche come il progetto MoVE-iT. aprile 2007: 12 Idem

5 I benefici della mobilità internazionale nella IFP iniziale dalla prospettiva delle istituti di formazione professionale iniziale: La mobilità transnazionale può contribuire a migliorare l'attrattiva della formazione professionale iniziale e dell'apprendistato, sia al livello del sistema di IFP che al livello degli enti di IFP e di programmi di IFP individuali. Offrire la possibilità di stage transnazionali può promuovere il profilo sia delle istituzioni di IFP iniziale in sé che di alcuni particolari programmi, rendendoli più invitanti. Inoltre, offrire l'opportunità di stage transnazionali significa valorizzare i programmi di IFP. Le strategie e politiche proattive di internazionalizzazione Molti enti di IFP iniziale creano dei partenariati con istituzioni simili all'estero per poter implementare dei progetti di mobilità. Se le prime esperienze sono positive, spesso la collaborazione continua. Per gli enti di IFP iniziale questo è spesso il primo passo verso l'internazionalizzazione, in cui la direzione si convince dell'importanza della cooperazione internazionale, che a sua volta è il primo passo verso lo sviluppo da parte dell ente di politiche e strategie generali di internazionalizzazione." 13 Per gli insegnanti e formatori, nonché per i tutor nelle aziende ospitanti, la mobilità passiva rappresenta una sfida per lo sviluppo di competenze linguistiche ed interculturali. I benefici di queste esperienze possono essere duplici: più coinvolgimento con gli aspetti legati all invio nella mobilità - motivare e preparare i partecipanti ad intraprendere uno stage transnazionale; diventare essi stessi più mobili, utilizzando le opportunità di programmi come Leonardo da Vinci per passare un periodo all'estero. 14 I benefici della mobilità internazionale nella IFP iniziale dalla prospettiva dei partecipanti alla IFP iniziale: "Sviluppo di competenze su tre livelli: il valore della mobilità internazionale sta prima di tutto nello sviluppo della cittadinanza europea da parte dei partecipanti alla IFP iniziale e nella loro acquisizione di competenze professionali, internazionali e personali. Più precisamente, riguarda le competenze professionali concrete, competenze internazionali e competenze ed abilità personali. 13 Idem 14 Idem

6 I benefici secondo i partecipanti alla IFP iniziale: Più sensibilità culturale; Migliori conoscenze linguistiche; Più autostima; Volontà di ripetere l'esperienza; Conoscenza di altri paesi europei; Migliore capacità di comunicazione; Relazioni di lavoro; Relazioni interpersonali; Più motivazione a completare gli studi; Più interesse in altre persone; Impatto positivo atteso per il lavoro futuro; Migliori conoscenze professionali." 15 La mobilità internazionale degli allievi può anche offrire numerosi benefici per la società in generale. La mobilità e la possibilità per i cittadini europei di spostarsi tra Paesi è vista positivamente, come un grande vantaggio e beneficio per l'unione Europea, eppure la mobilità e lo stage all estero continuano ad impattare su una percentuale minima di lavoratori e studenti della IFP iniziale. L aumento della mobilità contribuisce a valorizzare e sostenere la comprensione ed il rispetto tra cittadini UE e, in un secondo momento, contribuirebbe a più mobilità per i lavoratori, con un conseguente aumento della flessibilità del mercato di lavoro europeo. L'aumento del coinvolgimento di studenti nella mobilità nella IFP iniziale contribuirebbe alla coesione sociale ed alla comprensione reciproca in una società caratterizzata da una composizione più multiculturale e multietnica. La mobilità finalizzata all'apprendimento gioca un ruolo importante nel rendere i sistemi di istruzione e formazione e le istituzioni più aperti, europei ed internazionali, nonché più accessibili ed efficienti. Può anche rafforzare la competitività dell'europa, aiutando a costruire una società basata sulla conoscenza, contribuendo di fatto a raggiungere gli obbiettivi definiti dalla strategia di Lisbona sulla crescita e l'occupazione LA NECESSITA DI UNO STAGE EUROPEO PER ALLIEVI IN ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE INIZIALE Lo stage è un elemento di base della formazione professionale perché rappresenta un modello strutturato per l'acquisizione di conoscenze all'interno di un ambiente di lavoro. La mobilità per l'apprendimento valorizza non solo le possibilità di trovare un lavoro ma anche la capacità di adattarsi. Le esperienze acquisite in un ambiente culturale diverso incoraggiano gli allievi e li rendono più flessibili, li aiutano ad adattarsi meglio al lavoro. Inoltre li aiutano a diventare più indipendenti e maturi. A loro volta, le imprese devono far fronte al bisogno di una forza lavoro con competenze diversificate che impattano su prestazioni, funzioni e attività economiche dell'organizzazione: sviluppo tecnologico, internazionalizzazione e nuove tecnologie. 15 Idem

7 Il diritto di essere mobili attraverso le frontiere nazionali è una delle libertà fondamentale che la UE conferisce ai suoi cittadini. 16 La mobilità aiuta l'acquisizione di lingue straniere e contribuisce a rompere le barriere tra le persone di nazionalità diverse. La mobilità è anche strumentale alla predisposizione allo scambio di esperienze e conoscenze tra centri di formazione e imprese, rendendo le imprese più competitive e innovative. Promuovere la volontà di essere mobili è il focus specifico delle azioni di mobilità dell'ue, in particolare ma non esclusivamente quelle del Programma per l'apprendimento Permanente (LLP) e di altri programmi della DG Istruzione e Formazione PROGETTI EUROPEI DI RIFERIMENTO L'economia globale richiede sempre più industrie competitive che hanno bisogno di lavoratori innovativi con competenze ed esperienze internazionali. Il Lifelong Learning Programme definisce quindi una priorità per il : espandere la mobilità per l'apprendimento in Europa e nel mondo. Occorre migliorare la mobilità in Europa in termini sia di quantità che di qualità, e di conseguenza le istituzioni europee prestano molta attenzione al raggiungimento di questo obbiettivo. La UE pubblica dei documenti, delle indagini e delle raccomandazioni in questo senso, e sostiene alcuni progetti dove gli attori della mobilità stanno facendo del loro meglio per migliorare la mobilità europea. In questo senso, il progetto Q-Placements, un progetto "Leonardo da Vinci Transfer of Innovation", sta producendo informazioni sulla Mobilità Europea che potrebbero essere di aiuto ai lettori del manuale Q-Placements. Come riporta il Libro Verde della Commissione, Promuovere la mobilità dei giovani per l'apprendimento : nel gennaio 2008 la Commissione europea ha istituito un forum di esperti di alto livello al fine di individuare le possibilità di estendere la mobilità, non solo in ambito universitario, ma tra i giovani in generale. La relazione del forum è stata presentata nel giugno 2008 e ha chiesto che la mobilità finalizzata all'apprendimento diventi la regola e non resti un'eccezione tra i giovani europei. Nel luglio 2008 nell' "Agenda sociale rinnovata: opportunità, accesso e solidarietà nell'europa del 21 secolo" si afferma che la Commissione intende elaborare una "quinta libertà fondamentale", eliminando gli ostacoli alla libera circolazione della conoscenza e promuovendo la mobilità di gruppi specifici quali i giovani. Su quest'ultima tematica viene annunciata la programmazione di un Libro verde per il 2009." 17 Come descritto nelle conclusioni del Consiglio dei rappresentanti dei governi degli Stati Membri, riuniti in sede di Consiglio il 21 novembre 2008 sulla mobilità dei giovani, il Consiglio 16 Rapporto dal forum di expertise di alto livello sulla mobilità: "Fare della mobilità per l'apprendimento un'opportunità per tutti" 17 Libro Verde, Promuovere la mobilità dei giovani per l'apprendimento.

8 invita gli Stati Membri e la Commissione ad introdurre alcune misure per migliorare la mobilità. 18 Inoltre, negli ultimi anni il Parlamento Europeo ha stabilito una linea di bilancio specifica per promuovere la mobilità. Al fine di cercare soluzioni innovative per aumentare la mobilità transnazionale nella Formazione Professionale iniziale in termini sia quantitativi che qualitativi nel 2005 il Parlamento Europeo creò una linea di bilancio specifica e la rese disponibile alla Commissione Europea per finanziare delle azioni innovative in questa direzione. Una delle iniziative che seguirono, fu il finanziamento nel di dodici progetti pilota da parte della Commissione Europea, finalizzati a identificare e sviluppare soluzioni innovative; in particolare per promuovere la mobilità a lungo termine individuale di apprendisti e giovani in IFP iniziale. 19 A seguito di questa iniziativa del Parlamento Europeo, sono stati realizzati 12 progetti e 3 studi, che forniscono informazioni utili sulla mobilità europea. Ulteriori informazioni su questi 12 progetti si trovano all indirizzo web I tre studi sono: MoVE-iT: Uno studio sul superamento degli ostacoli alla mobilità per apprendisti e giovani in istruzione e formazione professionale iniziale; lo stato dell'arte negli Stati Membri e le soluzioni agli ostacoli. Reflector: Si focalizza sulla relazione tra il sistema europeo di crediti per l'istruzione e la formazione professionale (ECVET) ed altri sistemi di certificazione negli Stati Membri. Connexion: Si focalizza sulle relazioni tra ECVET e l'offerta di IFP iniziale, incluso l'apprendistato, e la fattibilità dell'utilizzo degli strumenti ECVET. 18 Conclusioni del Consiglio dei rappresentanti dei governi degli Stati Membri, riuniti in sede di Consiglio il 21 novembre 2008 sulla mobilità dei giovani, 19 Tools and good examples of practice for organising transnational mobility in IVET ("Strumenti ed esempi di buone pratiche per l'organizzazione di mobilità transnazionale nella Istruzione e FP iniziale"), EAC/44/06 Support for Mobility, novembre

9 Il manuale Q-Placements evidenzia inoltre alcune delle buone pratiche più interessanti ed utili per gli attori della mobilità che possono essere una fonte di informazione, nonché dei modelli da utilizzare per la gestione di mobilità. Euronaver Network: La piattaforma Euronaver sostiene gli enti intermediari ad agire da strutture di supporto per le PMI, fornendo informazioni e strumenti in nove lingue. La piattaforma fornisce accesso a conoscenze ed esperienze di primo livello agli organizzatori di mobilità, introducendoli ad una vasta rete e banca dati di altri attori di mobilità in tutta Europa. 20 Ulteriori informazioni: Il Placement Contract Customizer (personalizzatore di contratti di tirocinio): Questo strumento on-line genera contratti personalizzati per i tirocini esteri, ed è stato sviluppato con il lavoro congiunto di esperti legali e professionisti della mobilità. Gli utenti compilano delle informazioni sullo stage (es. natura del tirocinio, paese mittente e paese ospitante, durata, età del partecipante, settore di attività), e quindi lo strumento genera una bozza di accordo di stage che copre tutti gli aspetti più importanti in riferimento alle leggi nazionali ed internazionali. 21 Ulteriori informazioni: i2i: Internship to Industry: Nel progetto i2i si sono sviluppati dei manuali on-line utili per assicurare tutto il processo di stagedalla preparazione al punto di ammissione al tirocinio. I manuali offrono sostegno a scuole, imprese, organizzazioni di scambio e partecipanti. Fornisce anche un elenco di moduli, modelli e siti utili. Ulteriori informazioni: Ap n go: Ap n go è un piattaforma dove studenti ed apprendisti possono registrare una richiesta per uno stage all'estero, e dove le imprese interessate ad ospitare i giovani in stage possono descrivere i loro fabbisogni. Il sito funziona da facilitatore per l'abbinamento dei due. 22 Ulteriori informazioni: APIK (Auslandpraktika-interkulturelle kompetenz): APIK aiuta le aziende tedesche a mandare i loro dipendenti ed apprendisti in altri paesi per aprire i loro orizzonti riguardo ai metodi di lavoro, nonché alle loro competenze trasversali ed interculturali. Ulteriori informazioni: 20 Tools and good examples of practice for organising transnational mobility in IVET ("Strumenti ed esempi di buone pratiche per l'organizzazione di mobilità transnazionale in IFPI"), EAC/44/06 Support for Mobility, novembre Idem. 22 Idem.

10 Training without borders: Una rete di tutor della mobilità nelle camere di commercio tedesche per motivare le piccole e medie imprese e i loro apprendisti e per valorizzare le loro esperienze professionali all'estero. Ulteriori informazioni: EPTE 6 Placements for live entertainment 6: Progetto promosso dalla Escola Superior de Tècniques de les Arts de l Espectacle all'institut del Teatre gestito dal Consiglio Provinciale di Barcellona in Spagna per promuovere 4 settimane di stage nei teatri di altri Paesi europei. Ulteriori informazioni: TACTIC: Questo consorzio europeo per la realizzazione di stage internazionali ha prodotto una guida che può essere scaricata dagli utenti registrati in alcune lingue. Stabilisce la metodologia e i requisiti minimi di qualità per la pianificazione, preparazione, implementazione e conclusione di progetti di mobilità internazionale. Ulteriori informazioni:

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia

Roma, 8 novembre 2010. Silvia Vaccaro Centro Nazionale Europass Italia La mobilità europea dei giovani per motivi di studio e di lavoro: risorsa per lo sviluppo delle competenze, l'inserimento nel mercato del lavoro e l'integrazione sociale Roma, 8 novembre 2010 Silvia Vaccaro

Dettagli

Il Programma per la formazione permanente.

Il Programma per la formazione permanente. Anno VII 15 dicembre 2008 Numero speciale a cura di Giuseppe Anzaldi NUMERO SPECIALE: IL PROGRAMMA PER LA FORMAZIONE PERMANENTE Introduzione Obiettivi e struttura I quattro pilastri Comenius Erasmus Leonardo

Dettagli

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento

LIFELONG LEARNING PROGRAMME. Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento LIFELONG LEARNING PROGRAMME Il Programma d'azione comunitaria nel campo dell'apprendimento permanente, o Lifelong Learning Programme (LLP), è stato istituito con decisione del Parlamento europeo e del

Dettagli

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva

LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva LEONARDO DA VINCI Formazione professionale Scheda riassuntiva Descrizione generale Il Programma Leonardo da Vinci si propone di collegare le politiche alle pratiche nel campo dell istruzione e formazione

Dettagli

Programma di apprendimento permanente 2007-2013

Programma di apprendimento permanente 2007-2013 Programma di apprendimento permanente 2007-2013 Invito a presentare candidature in vista della predisposizione di un elenco di esperti per le attività di valutazione nel contesto del Programma di apprendimento

Dettagli

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione

Il contributo del Programma Leonardo da Vinci al Lifelong Learning e le prospettive per la nuova fase di programmazione From the Lifelong Learnig Programme to Erasmus for All Investing in high quality education and training Istituto di Istruzione Superiore Crescenzi Pacinotti di Bologna 24 maggio 2013 Il contributo del

Dettagli

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO

PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO 30.12.2006 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 394/5 II (Atti per i quali la pubblicazione non è una condizione di applicabilità) PARLAMENTO EUROPEO E CONSIGLIO RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

Dettagli

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport.

newsletter N.4 Dicembre 2013 Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. newsletter N.4 Dicembre 2013 Questo numero è stato realizzato da: Franca Fiacco ISFOL Agenzia Nazionale LLP Programma settoriale Leonardo da Vinci Erasmus+ il nuovo programma integrato per l istruzione,

Dettagli

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico

PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico PROGRAMMA ERASMUS + INFORMAZIONI GENERALI SUL PROGRAMMA ERASMUS + Key Action 1 - Mobilità del personale scolastico Erasmus plus è il nuovo programma varato dall'unione europea per il periodo 2014-2020

Dettagli

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013

PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 PROGRAMMA PER L APPRENDIMENTO PERMANENTE 2007-2013 Il Background del Programma LLP Dichiarazione di Bologna (1999): costruzione di uno spazio europeo dell istruzione superiore Consiglio di Lisbona (2000):

Dettagli

ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale

ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale ERASMUS+ Un Programma unico per l'istruzione, la Formazione, la Gioventù e lo Sport (2014-2020) Focus sulla Formazione tecnica-professionale Anna Barbieri B2 Luglio 2014 1 Le nuove sfide Europa 2020 investire

Dettagli

Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione

Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione Roma 18 19 settembre 2014 Open Day Lab: avvio Laboratori di Co-progettazione 2 ERASMUS + Programma dell UE per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014-2020) Come nasce? Erasmus+ è il

Dettagli

Click toeditmaster titlestyle

Click toeditmaster titlestyle LifelongLearningProgramme: opportunità per vivere l Europa Servizio istruzione, università e ricerca Centro risorse per l istruzione e l orientamento Punto di diffusione per il FVG delle rete Euroguidance

Dettagli

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO

Gazzetta ufficiale dell'unione europea. (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO 20.9.2008 C 241/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RISOLUZIONI CONSIGLIO Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 16 maggio

Dettagli

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+

Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Al servizio di gente unica Le opportunità comunitarie nella futura Programmazione 2014-2020: i fondi a gestione diretta per la cultura ERASMUS+ Erasmus+: obiettivi generali Il programma Erasmus+ contribuisce

Dettagli

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA

STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA STUDIARE IN EUROPA: I PROGRAMMI PER LA MOBILITA Quali sono gli obiettivi dell Unione nel realizzare i programmi per la mobilità? Questi programmi rientrano all interno della politica di istruzione, formazione

Dettagli

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA

CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA CAMBIARE VITA, APRIRE LA MENTE VOLONTARIATO E CSV IN MOVIMENTO CON L EUROPA Bologna, 30 gennaio 2014 Relatore: Laura Borlone ERASMUS! UN NUOVO PROGRAMMA EUROPEO NEL CAMPO DELL ISTRUZIONE DELLA FORMAZIONE

Dettagli

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro.

Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Anche noi, con l Europa, investiamo nel vostro futuro. Il nuovo programma dell'ue per l'istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport. 2014-2020 Obiettivi Azione chiave 1 dell'apprendimento: - mobilità

Dettagli

LA STRATEGIA DELL UNIONE EUROPEA A FAVORE DELLA GIOVENTÙ: Investire nei giovani e conferire loro maggiori responsabilità

LA STRATEGIA DELL UNIONE EUROPEA A FAVORE DELLA GIOVENTÙ: Investire nei giovani e conferire loro maggiori responsabilità LA STRATEGIA DELL UNIONE EUROPEA A FAVORE DELLA GIOVENTÙ: Investire nei giovani e conferire loro maggiori responsabilità Roma, 2 dicembre 2010 Vittorio Calaprice della Commissione europea Dal 2009 al 2010

Dettagli

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento

Erasmus + 2014-2020 Azioni: tre tipi di azioni La mobilità individuale ai fini di apprendimento Erasmus + 2014-2020 Azioni: Prevede tre tipi di azioni fondamentali: La mobilità individuale ai fini di apprendimento: la mobilità rappresenta una quota significativa del bilancio complessivo. Tale incremento,

Dettagli

Politiche europee per i giovani

Politiche europee per i giovani Politiche europee per i giovani Roma, 25 maggio 2011 Natalja Montefusco della Commissione europea Base giuridica: Trattato di Lisbona Articolo 165 (ex articolo 149 del TCE) L'azione dell'unione è intesa

Dettagli

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità

3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità 3.6 La mobilità transnazionale e la cooperazione a supporto dell istruzione, della formazione e dell'occupabilità Obiettivo globale 6 - Promuovere politiche di mobilità transnazionale e di cooperazione

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! I programmi comunitari 2014-2020 Modalità Strumenti Programmi UE Gestione diretta a finanziamento diretto 4 Strumenti geografici IPA ENI PI DCI Assistenza

Dettagli

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente

Lifelong Learning Programme - Programma di apprendimento permanente Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Il trattato UE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Articolo 149 Contribuire allo sviluppo della qualità dell istruzione

Dettagli

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO

(Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO 7.7.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea C 199/1 I (Risoluzioni, raccomandazioni e pareri) RACCOMANDAZIONI CONSIGLIO RACCOMANDAZIONE DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2011 Youth on the Move Promuovere

Dettagli

PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2013-2014

PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2013-2014 PERCORSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE 2013-2014 Archivio Antico 21 Gennaio 2014 Erasmus+ (2014-2020): Azioni di supporto alla collaborazione internazionale (Key Action 2); progetti di sostegno alla riforma

Dettagli

Elisa Lavagnino Gabriele Giampieri TIA FORMAZIONE INTERNAZIONALE

Elisa Lavagnino Gabriele Giampieri TIA FORMAZIONE INTERNAZIONALE Elisa Lavagnino Gabriele Giampieri TIA FORMAZIONE INTERNAZIONALE DI COSA PARLEREMO? ERASMUS PLUS Il passaggio dalla vecchia programmazione ad Erasmus Plus I Paesi Eligibili Gli obiettivi generali del bando

Dettagli

Studio pilota sull'attuazione, a livello nazionale, delle politiche dell'ue a favore dell'occupazione giovanile Il punto di vista della società civile

Studio pilota sull'attuazione, a livello nazionale, delle politiche dell'ue a favore dell'occupazione giovanile Il punto di vista della società civile Comitato economico e sociale europeo Sezione specializzata Occupazione, affari sociali, cittadinanza Osservatorio del mercato del lavoro Studio pilota sull'attuazione, a livello nazionale, delle politiche

Dettagli

Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398)

Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398) MEMO/11/818 Bruxelles, 23 novembre 2011 Erasmus per tutti Domande ricorrenti (cfr. anche IP/11/1398) Cos'è Erasmus per tutti? Erasmus per tutti è il nuovo programma proposto dalla Commissione europea nel

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA. Bruxelles, 14 maggio 2014 (15.05) (OR. en) 9516/1/14 REV 1 EDUC 137 SOC 336

CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA. Bruxelles, 14 maggio 2014 (15.05) (OR. en) 9516/1/14 REV 1 EDUC 137 SOC 336 CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA Bruxelles, 14 maggio 2014 (15.05) (OR. en) 9516/1/14 REV 1 EDUC 137 SOC 336 NOTA RIVEDUTA del: Comitato dei rappresentanti permanenti (parte prima) al: Consiglio n. doc. prec.:

Dettagli

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte

Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education. Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte Seoul Agenda: Goals for Development of Arts Education Agenda Seoul: obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte La Agenda Seoul, obiettivi per lo sviluppo dell educazione all arte è uno dei maggiori

Dettagli

OGGETTO: programmazione fondi europei: periodo 2014-2020.

OGGETTO: programmazione fondi europei: periodo 2014-2020. Assessorat de l éducation et de la culture Assessorato istruzione e cultura Ai Dirigenti delle Istituzioni scolastiche comprensive della scuola secondaria di secondo grado comprese le paritarie Réf. n

Dettagli

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco

Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Il Programma LLP - Leonardo da vinci e il nuovo Programma Erasmus for All (2014 2020) Relatore: Franca Fiacco Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico

Dettagli

CO SIGLIO DELL'U IO E EUROPEA. Bruxelles, 21 novembre 2008 (28.11) (OR. en) 16206/08 EDUC 272 JEU 111 SOC 717 MI 483

CO SIGLIO DELL'U IO E EUROPEA. Bruxelles, 21 novembre 2008 (28.11) (OR. en) 16206/08 EDUC 272 JEU 111 SOC 717 MI 483 CO SIGLIO DELL'U IO E EUROPEA Bruxelles, 21 novembre 2008 (28.11) (OR. en) 16206/08 EDUC 272 JEU 111 SOC 717 MI 483 RISULTATI DEI LAVORI del: Consiglio "Istruzione, gioventù e cultura" n. doc. prec.: 14857/08

Dettagli

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte

EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura. Invito a presentare proposte EUROPA CREATIVA (2014-2020) Sottoprogramma Cultura Invito a presentare proposte EACEA 29/2015 : Sostegno a favore di progetti di cooperazione europei Attuazione del regime del sottoprogramma Cultura Europa

Dettagli

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste

Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 1 Il Programma settoriale LEONARDO DA VINCI Principi generali e Azioni previste Slide 2 Obiettivi specifici A. Sostenere coloro che partecipano ad attività di formazione e formazione continua nell

Dettagli

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1

5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 5 Orientamento all Europa Marina Silverii 1 Idocumenti ufficiali della Commissione Europea relativi all istruzione e alla formazione a partire dal 1996 (anno europeo del lifelong learning), ribadiscono

Dettagli

Il programma ERASMUS PLUS

Il programma ERASMUS PLUS Il programma ERASMUS PLUS Nel Gennaio 2014 avrà inizio Erasmus +, il nuovo programma europeo per l'educazione, la formazione, i giovani e lo sport per gli anni 2014-2020. Il programma è stato adottato

Dettagli

U Linee per un Progetto: Erasmus Placement for students coming to Sardinia

U Linee per un Progetto: Erasmus Placement for students coming to Sardinia Università degli Studi di Sassari Ufficio Relazioni Internazionali Camera di Commercio Del Nord Sardegna Provincia di Sassari U Linee per un Progetto: Erasmus Placement for students coming to Sardinia

Dettagli

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI

Il programma settoriale LEONARDO DA VINCI Il Programma settoriale Leonardo da Vinci: indicazioni per la progettazione di nuove iniziative a partire dalla presentazione di alcune esperienze di successo Seminario di informazione generale Roma, 27

Dettagli

ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ. Erasmus+

ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ. Erasmus+ ATTIVITÀ CHIAVE 1: MOBILITÀ INDIVIDUALE A FINI DI APPRENDIMENTO - CAPITOLO GIOVENTÙ Erasmus+ KA1 Obiettivi Generali Migliorare le competenze chiave e le capacità dei giovani, inclusi quelli con minori

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Prof.ssa Mariella Straziota I.C. Torrione Alto - Salerno. Salerno 27 Febbraio 2014

Cambiare vita, aprire la mente. Prof.ssa Mariella Straziota I.C. Torrione Alto - Salerno. Salerno 27 Febbraio 2014 Cambiare vita, aprire la mente. Prof.ssa Mariella Straziota I.C. Torrione Alto - Salerno Salerno 27 Febbraio 2014 3 Azioni chiave che si completano e si rafforzano a vicenda Azione chiave 1 Mobilità individuale

Dettagli

Traduzione non ufficiale

Traduzione non ufficiale Traduzione non ufficiale Proposta di RACCOMANDAZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO sulla costituzione del Quadro europeo delle Qualifiche per l apprendimento permanente (testo con attinenza all

Dettagli

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea Percorsi di educazione non formale all Europa: - Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea - Progettazione e realizzazione di uno

Dettagli

IL PORTFOLIO EUROPEO DELLE LINGUE. Mónica Sandra Lista Rodríguez

IL PORTFOLIO EUROPEO DELLE LINGUE. Mónica Sandra Lista Rodríguez IL PORTFOLIO EUROPEO DELLE LINGUE Mónica Sandra Lista Rodríguez COME NASCE E SI SVILUPPA IL PEL Nel contesto europeo, l insegnamento/apprendimento delle lingue straniere ha lo scopo di far acquisire agli

Dettagli

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE

PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE PROGRAMMI PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI NEL SETTORE DELL ISTRUZIONE Pubblicato il Bando per la presentazione di proposte relativo al Programma Socrates a sostegno del settore dell'istruzione Obiettivi

Dettagli

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato

Dettagli

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) FORUM DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 2013 Un Programma unico per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al

Dettagli

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE:

RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: RICERCA, ISTRUZIONE E FORMAZIONE: VALORI PER SOCIETÀ SICURE ED INTERCULTURALI di Giovanna Spagnuolo Ci manca la comunità perché ci manca la sicurezza Z. Bauman (Voglia di comunità, Laterza, Bari-Roma,

Dettagli

SPORTELLO EUROPA COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO

SPORTELLO EUROPA COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO SPORTELLO EUROPA Comune di Fonte Nuova COMUNE DI FONTE NUOVA PRESENTAZIONE DEL SERVIZIO I nostri uffici si trovano in via Palombarese 225 presso la delegazione del Comune di Fonte Nuova e sede del Centro

Dettagli

Investire efficacemente su Istruzione e Formazione: un imperativo per l'europa Gennaio 2003 - Comunicazione della Commissione

Investire efficacemente su Istruzione e Formazione: un imperativo per l'europa Gennaio 2003 - Comunicazione della Commissione 1.2 Il quadro di riferimento europeo: obiettivi, strategie, raccomandazioni La scelta di inserire un breve approfondimento che estenda l analisi di contesto alla dimensione europea è stata dettata da più

Dettagli

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno Progetto dall'iter alle reti: Implementazione Sportello Unico Rassegna delle principali possibilità di finanziamento a disposizione

Dettagli

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo

Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Giornata di Formazione per referenti delle Scuole Polo Milano, 18 gennaio 2013 1 NORMATIVA RELATIVA ALLA SOLIDARIETA, AL BENESSERE DEGLI STUDENTI E ALL AUTONOMIA DEGLI ISTITUTI SCOLASTICI L. 285/97 relativa

Dettagli

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014

Le tipologie di finanziamento UE dal 2014 LA NUOVA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2014-2020 2020 Le opportunità di mobilità e cooperazione per l istruzione scolastica e per la mobilità dei giovani Fiorenzuola 07 maggio 2014 Programmi a gestione diretta

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente. Cristina Persechino Agenzia Nazionale Erasmus+ ISFOL Istruzione Formazione Professionale

Cambiare vita, aprire la mente. Cristina Persechino Agenzia Nazionale Erasmus+ ISFOL Istruzione Formazione Professionale Cambiare vita, aprire la mente Le opportunità per le scuole con la programmazione Europea 2014-2020: 2020: Erasmus+ le nuove attività di mobilità e cooperazione Cristina Persechino Agenzia Nazionale Erasmus+

Dettagli

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning

La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning I. Fortunato. MIUR 1 La risposta del sistema educativo e formativo al lifelong learning Camerino 18.12. 2008 Il ruolo del Sistema istruzione e della scuola nelle politiche di lifelong learning Considerazioni

Dettagli

Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative

Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative Comenius Regio perché? Le opportunità di un partenariato europeo legato al territorio per il miglioramento delle politiche educative Elena Bettini Seminario di informazione sulla gestione dei partenariati

Dettagli

ROMA, 14-15 LUGLIO 2014

ROMA, 14-15 LUGLIO 2014 CORSO DI FORMAZIONE OBIETTIVO EUROPA srl ERASMUS+, EUROPA PER I CITTADINI, PROGRESS: I FONDI EUROPEI 2014-2020 PER GLI ENTI NO PROFIT Linee guida e strumenti operativi per presentare proposte vincenti

Dettagli

Youth Europe Service

Youth Europe Service Socrates Grundtvig Autonomous citizens in United Europe Opuscolo realizzato da: Youth Europe Service nell ambito del programma SOCRATES GRUNDTVIG 2 Azione n. 06-ITA01-S2G01-00306-1 L'Europa è a portata

Dettagli

Glossario ANG. Apprendimento non formale: Youthpass:

Glossario ANG. Apprendimento non formale: Youthpass: Glossario ANG Apprendimento non formale: è l'apprendimento connesso ad attività pianificate ma non esplicitamente progettate come apprendimento (quello che non è erogato da una istituzione formativa e

Dettagli

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità

Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità COMMISSIONE EUROPEA COMUNICATO STAMPA Strasburgo/Bruxelles, 19 novembre 2013 Semaforo verde per Erasmus+: più di 4 milioni di persone riceveranno borse unionali per le competenze e l'occupabilità Erasmus+,

Dettagli

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali

Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Make it work! Guida rapida per integrare la mobilità virtuale nei tirocini internazionali Cosa? I tirocini internazionali in azienda o stage, così come sono generalmente conosciuti, stanno acquisendo una

Dettagli

Europass strumento di trasparenza e mobilità nei percorsi di certificazione delle competenze linguistiche

Europass strumento di trasparenza e mobilità nei percorsi di certificazione delle competenze linguistiche Europass strumento di trasparenza e mobilità nei percorsi di certificazione delle competenze linguistiche Bologna, 22 ottobre 2009 Alessandra Biancolini Centro Nazionale Europass Italia 1 Muoversi in Europa

Dettagli

Il Programma EU per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Il Programma EU per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Il Programma EU per l istruzione, la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) KA1 - Mobilità degli individui per l apprendimento Agenzia Nazionale LLP Seminario on line 12 14 Febbraio 2014 Scrivere

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

ISMENE TRAMONTANO Le iniziative per la diffusione della qualità

ISMENE TRAMONTANO Le iniziative per la diffusione della qualità ISMENE TRAMONTANO Le iniziative per la diffusione della qualità Il Reference Point italiano sulla qualità dei Sistemi di Istruzione e Formazione professionale A cura di Ismene Tramontano Ricercatrice Isfol

Dettagli

Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti

Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti Comune di Roma Dipartimento XIV Politiche del Lavoro e dei Piani di Formazione per Adulti - 4 Scuole Serali - Educazione degli Adulti - 10 Centri di Formazione Professionale - Obbligo d istruzione - 20

Dettagli

da una parte dall altra

da una parte dall altra Area Generale di Coordinamento 17 - Istruzione, Educazione, Formazione Professionale, Osservatorio Regionale Settore 03 - Politiche Giovanili e del Forum Regionale della Gioventù Agenzia Nazionale per

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L UNIVERSITA, L ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE E PER LA RICERCA Direzione Generale per l Università, lo Studente ed il Diritto allo Studio Ufficio IV Il Processo di Bologna Lo Spazio

Dettagli

Un nuovo approccio. Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile

Un nuovo approccio. Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile Un nuovo approccio Grave crisi economica e alto livello di disoccupazione giovanile Le occasioni lavorative esistono ma si rileva un gap fra competenze e loro impiegabilità nel mondo del lavoro Requisiti

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

Progetto L Europrogettazione a Scuola: opportunità di studio, lavoro e formazione nell U.E.

Progetto L Europrogettazione a Scuola: opportunità di studio, lavoro e formazione nell U.E. Progetto L Europrogettazione a Scuola: opportunità di studio, lavoro e formazione nell U.E. SPERIMENTAZIONE IN MATERIA DI ORIENTAMENTO AL LAVORO, FORMAZIONE PROFESSIONALE, ISTRUZIONE IN AMBITO EUROPEO

Dettagli

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani

Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani INNOVARE Gioventù in movimento: l Europa sostiene i giovani STUDIARE TIROCINIO LAVORARE PARTECIPARE I TUOI DIRITTI APPRENDERE SPOSTARSI VOLONTARIO CREARE in EUROPA Né la Commissione europea né alcuna persona

Dettagli

con la collaborazione tecnica e la facilitazione non formale a cura di L'UE per i giovani

con la collaborazione tecnica e la facilitazione non formale a cura di L'UE per i giovani con la collaborazione tecnica e la facilitazione non formale a cura di L'UE per i giovani Un nuovo scenario di programmi e opportunità verso l'europa 2020 Incontri formativi e di networking per giovani

Dettagli

Comunica con l'europa. Centri e reti di informazione sull'unione europea a sostegno dei cittadini e delle imprese

Comunica con l'europa. Centri e reti di informazione sull'unione europea a sostegno dei cittadini e delle imprese Comunica con l'europa Centri e reti di informazione sull'unione europea a sostegno dei cittadini e delle imprese Centri e reti di informazione sull'unione europea a sostegno dei cittadini e delle imprese

Dettagli

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE

Investire nell azione per il clima, investire in LIFE Investire nell azione per il clima, investire in LIFE UNA PANORAMICA DEL NUOVO SOTTOPROGRAMMA LIFE AZIONE PER IL CLIMA 2014-2020 istock Azione per il clima Cos è il nuovo sottoprogramma LIFE Azione per

Dettagli

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA.

CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA. CONCLUSIONI CONFERENZA LIBERARE IL POTENZIALE DELL ECONOMIA SOCIALE PER LA CRESCITA EUROPEA: LA STRATEGIA DI ROMA 18 Novembre, 2014 In occasione della Presidenza di turno del Consiglio dell Unione Europea,

Dettagli

Giornate romane della francofonia «Franco+: Innovazione!» Tavola rotonda Comunicare in francese: un valore aggiunto per le imprese

Giornate romane della francofonia «Franco+: Innovazione!» Tavola rotonda Comunicare in francese: un valore aggiunto per le imprese Giornate romane della francofonia «Franco+: Innovazione!» Tavola rotonda Comunicare in francese: un valore aggiunto per le imprese Competenze linguistiche i i e formazione professionale Roma Palazzo Farnese,

Dettagli

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE

IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA E I RAPPRESENTANTI DEI GOVERNI DEGLI STATI MEMBRI, I. INTRODUZIONE 14.6.2014 IT Gazzetta ufficiale dell'unione europea C 183/5 Risoluzione del Consiglio e dei rappresentanti dei governi degli Stati membri, riuniti in sede di Consiglio, del 20 maggio 2014, su un piano

Dettagli

AMNESTY INTERNATIONAL E L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI

AMNESTY INTERNATIONAL E L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI AMNESTY INTERNATIONAL E L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI Prof.ssa Marilina Marrone COS È L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI (EDU)? «L EDU è una pratica intenzionale e partecipativa vòlta a favorire la presa di

Dettagli

CARTA DI LECCE. Direttive della Rete Reforme 2012-2016

CARTA DI LECCE. Direttive della Rete Reforme 2012-2016 RETE PER L ISTRUZIONE E LA FORMAZIONE PROFESSIONALE NEL SETTORE DELL EDILIZIA IN EUROPA Il FORMEDIL fa parte della rete europea REFORME costituita nel 1986 per promuovere rapporti più stretti tra giovani,

Dettagli

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015

Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Seminario interprovinciale Siracusa - Ragusa Cambiare il punto di vista Nuove candidature Erasmus + Siracusa 10 Febbraio 2015 Come migliorare le proposte progettuali Da un lavoro individuale ad un lavoro

Dettagli

MODULI FORMAZIONE A DISTANZA 2004 Area Comunicazione e Promozione della Salute Modulo Educazione Sanitaria e Promozione della Salute Unità 1

MODULI FORMAZIONE A DISTANZA 2004 Area Comunicazione e Promozione della Salute Modulo Educazione Sanitaria e Promozione della Salute Unità 1 La dichiarazione di Jakarta sulla promozione della salute nel 21secolo, 4 a Conferenza Internazionale sulla Promozione della Salute, nuovi attori per una nuova era: introdurre la promozione della salute

Dettagli

Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento.

Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento. Unità Formativa 2.2: Definizione degli obiettivi dell intervento. Una volta realizzata l analisi del contesto di riferimento e dei fabbisogni formativi che esso esprime (vedi UF 2.1), il progettista dispone

Dettagli

Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino

Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino Esperienze e prospettive di cooperazione territoriale nell arco alpino UDINE ITALY 15 Settembre 2015 La Strategia Macroregionale Alpina (EUSALP) Roberta Negriolli REGIONE LOMBARDIA Delegazione di Bruxelles

Dettagli

KA2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche. Seminario di formazione Torino 11/12 giugno 2014

KA2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche. Seminario di formazione Torino 11/12 giugno 2014 KA2 Cooperazione per l innovazione e lo scambio di buone pratiche Seminario di formazione Torino 11/12 giugno 2014 Partenariati strategici Rafforzamento delle capacità Alleanze della conoscenza Alleanze

Dettagli

Incontro per Assistenti Comenius

Incontro per Assistenti Comenius Incontro per Assistenti Comenius anno scolastico 2011/2012 Firenze, 9 settembre 2011 Lifelong Learning Programme Il Lifelong Learning Programme è il programma di azione comunitaria di apprendimento permanente

Dettagli

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015

Piano scolastico di orientamento a.s. 2014/2015 I S T I T U T O O M N I C O M P R E N S I V O SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA, SECONDARIA DI 1 GRADO E LICEO SCIENTIFICO Via Cupello n.2-86047 Santa Croce di Magliano (CB) Tel 0874728014 Fax 0874729822

Dettagli

Cambiare vita, aprire la mente ERASMUS+ 2014-2020: LA MOBILITÀ TRANSNAZIONALE PER L'APPRENDIMENTO AMBITO IFP. Agenzia Erasmus+ ISFOL

Cambiare vita, aprire la mente ERASMUS+ 2014-2020: LA MOBILITÀ TRANSNAZIONALE PER L'APPRENDIMENTO AMBITO IFP. Agenzia Erasmus+ ISFOL Cambiare vita, aprire la mente ERASMUS+ 2014-2020: LA MOBILITÀ TRANSNAZIONALE PER L'APPRENDIMENTO AMBITO IFP Livorno, 16 maggio 2014 Relatore: Laura Borlone Agenzia Erasmus+ ISFOL TOSCANA Progetti di mobilità

Dettagli

newsletter Il Label europeo delle lingue 2009 Un viaggio lungo un anno N 2 - Dicembre 2009

newsletter Il Label europeo delle lingue 2009 Un viaggio lungo un anno N 2 - Dicembre 2009 newsletter N 2 - Dicembre 2009 Il Label europeo delle lingue 2009 Un viaggio lungo un anno Come ogni anno, nel mese di dicembre, ha luogo a Roma la Cerimonia di Premiazione dei progetti vincitori del Label

Dettagli

EQAVET: Quadro di riferimento europeo per la garanzia di qualità dell istruzione e formazione professionale

EQAVET: Quadro di riferimento europeo per la garanzia di qualità dell istruzione e formazione professionale EQAVET: Quadro di riferimento europeo per la garanzia di qualità dell istruzione e formazione professionale In riferimento all obiettivo qualità, nel Documento del Consiglio dell'unione europea del maggio

Dettagli

Un Programma unico per l istruzione, l formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020)

Un Programma unico per l istruzione, l formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Un Programma unico per l istruzione, l la formazione, la gioventù e lo sport (2014 2020) Fonte: Comunicazione Commissione europea al Parlamento, al Consiglio, al Comitato economico e sociale e al Comitato

Dettagli

Quadro di Riferimento delle Competenze per l'alfabetizzazione alla Cittadinanza Europea

Quadro di Riferimento delle Competenze per l'alfabetizzazione alla Cittadinanza Europea Prof.ssa Luias Marci Corona AEDE internazionale Traduzione lavori Cordoba 3 febbraio 2012 Quadro di Riferimento delle Competenze per l'alfabetizzazione alla Cittadinanza Europea Questo Quadro di Riferimento

Dettagli

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA FORMATIVE PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI (PROGETTO H ).

PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA FORMATIVE PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI (PROGETTO H ). A I S T I T U T O M A G I S T R A L E S T A T A L E T O M M A S O S T I G L I A N I con Indirizzi: LICEO SCIENZE UMANE - LICEO SCIENZE UMANE opzione ECONOMICO SOCIALE LICEO LINGUISTICO LICEO MUSICALE Via

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica

2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica 2.5. Educazione alla Cittadinanza Democratica L educazione alla cittadinanza democratica (EDC) è il risultato di un dibattito che nasce da diverse problematiche: il basso livello di partecipazione alle

Dettagli

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011

(PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 RETE LOMBARDA DELLE SCUOLE CHE PROMUOVONO SALUTE CORNICE METODOLOGICA (PRIMA BOZZA) Milano, 15 Aprile, 2011 PREMESSA Il presente documento è il frutto di un percorso di elaborazione a cui hanno partecipato

Dettagli

DOSSIER PER LA STAMPA

DOSSIER PER LA STAMPA DOSSIER PER LA STAMPA INDICE ERASMUS GIOVANI IMPRENDITORI : UN NUOVO PROGRAMMA DI SCAMBIO...3 CHI PUO' PARTECIPARE?... 5 QUALI BENEFICI E PER CHI?...6 COME FUNZIONA? STRUTTURA E IMPLEMENTAZIONE...7 CHI

Dettagli

ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016

ISTITUTO TECNICO LEONARDO DA VINCI AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO. Anno Scolastico 2015 2016 ISTITUTO TECNICO "LEONARDO DA VINCI" AD INDIRIZZO TECNOLOGICO ED ECONOMICO BORGOMANERO (NO) PIANO DI LAVORO Anno Scolastico 2015 2016 Materia: DISCIPLINE TURISTICHE AZIENDALI Classe: V C - TURISMO Data

Dettagli