Il percorso formativo è organizzato in OTTO AREE TEMATICHE che corrispondono agli standard ELA:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il percorso formativo è organizzato in OTTO AREE TEMATICHE che corrispondono agli standard ELA:"

Transcript

1

2 INTRODUZIONE La Formazione AILOG fornisce i più alti standard qualitativi in linea con le direttive della European Logistics Association (ELA), la federazione delle associazioni europee di logistica. Gli standard ELA sulla competenza dei logistici, infatti, riflettono le aspettative del sistema economico europeo e sono stati sviluppati in accordo con i principali settori industriali. I percorsi formativi di AILOG sono stati studiati perciò in linea con l'european Certification Board of Logistics (ECBL) e sono in grado di sviluppare le conoscenze, le capacità e le competenze necessarie ad affrontare il ruolo del Logistico a qualsiasi livello dell'organizzazione aziendale, da quello operativo a quello strategico. A chi ha responsabilità operative, i corsi forniscono gli strumenti per misurare e valutare i processi aziendali, garantendo la capacità di gestire al meglio e di ottimizzare le attività all'interno della propria area di competenza. A chi deve dirigere o progettare le operazioni logistiche, i corsi permettono di approfondire la comprensione delle strategie e dei processi in essere, di mappare le relazioni all'interno delle reti logistiche e di definire e ottimizzare le nuove strategie logistiche nell'ambito della propria area di responsabilità. Il percorso formativo è organizzato in OTTO AREE TEMATICHE che corrispondono agli standard ELA: BASIC SUPPLY CHAIN CONCEPTS CORE MANAGEMENT SKILLS SUPPLY CHAIN FLOW AND NETWORK MANAGEMENT INVENTORY MANAGEMENT SOURCING & PROCUREMENT TRANSPORT MANAGEMENT PRODUCTION PLANNING WAREHOUSE MANAGEMENT All interno di ciascuna area sono previsti corsi che coprono le competenze di base, altri che presentano le competenze e le tecniche più avanzate ed alcuni corsi monografici su specifiche tematiche verticali. Quasi tutti i corsi sono organizzati in modo che, a seconda del grado di conoscenze e competenze, si possa partecipare ad uno solo corso o ad entrambi i livelli formativi. AILOG inoltre organizza corsi di formazione per singole aziende o enti. Le caratteristiche dei CORSI IN HOUSE vengono calibrate sulle esigenze dell organizzazione committente, realizzando la totale personalizzazione del percorso formativo in termini di obiettivi, contenuti didattici, articolazione delle sessioni. La creazione del corso viene realizzata in collaborazione con le Direzioni committenti e preceduta da un preassessment, attraverso il quale AILOG valuta il livello delle conoscenze dei partecipanti e definisce gli obiettivi formativi. Viene così progettato un intervento che ha come riferimento l allineamento qualitativo dei partecipanti agli obiettivi operativi della loro azienda. La Formazione AILOG è progettata e realizzata per conto di AILOG da AILOG Servizi Srl. Il sistema di Formazione AILOG è certificato ISO 9001:2008 (EA 37). 2

3 AREA BASIC SUPPLY CHAIN CONCEPTS Una introduzione ai problemi della logistica, questa funzione aziendale ben nota da oltre venti anni per quanto riguarda le aziende di maggiori o anche di medie dimensioni, ma tuttora da implementare in molte aziende di minore dimensione. Per il corso base la discussione di questi problemi può essere utile anche per gli addetti ad altre funzioni aziendali, che possono così ritrovare le logiche della gestione operativa integrata e verificare i differenti ruoli giocati dalle funzioni Per il corso avanzato è importante considerare il ruolo della nostra funzione in rapporto alle altre funzioni aziendali, dal Marketing alla Produzione, mentre è anche opportuno approfondire i problemi operativi e finanziari connessi con l operatività della funzione stessa. DESTINATARI Livello Base L Area si rivolge a tutti coloro che avvicinano per la prima volta la logistica, con lo scopo di prendere conoscenza della materia, apprendendone le logiche di base e il linguaggio specialistico. Livello Avanzato L Area si rivolge a tutti coloro che desiderano realizzare una visione a 360 dei problemi logistici, entrando nel vivo dei problemi della gestione operativa delle aziende e verificando numerosi casi pratici. COMPETENZE SVILUPPATE Livello Operativo Modulo Base & Livello Senior Modulo Avanzato Spiegare le funzione ed il ruolo delle attività all interno della S.C. Mappare una catena logistica ed identificare le attività componenti Identificare le fonti e le caratteristiche di domanda ed offerta Spiegare come la catena logistica contribuisca al vantaggio competitivo Identificare come le attività della catena logistica siano sostenibili Determinare l impatto sui risultati economico finanziari della gestione della catena logistica Spiegare come funzionano le configurazioni MTS,ATO,MTO, ETO Spiegare il significato di lead time nella catena logistica Identificare l ampiezza dell amplificazione della domanda ed il suo impatto Identificare le barriere funzionali che esistono all interno della catena logistica Capire come si impattino sui costi del servizio i cambiamenti nella offerta e nella domanda Identificare i trade off che esistono all interno della catena logistica Individuare le funzioni della IT nella gestione della catena logistica I CORSI DELL'AREA SUPPLY CHAIN MANAGEMENT I fondamenti Livello Avanzato 1 giornata SUPPLY CHAIN MANAGEMENT La gestione operativa 3

4 AREA CORE MANAGEMENT SKILLS Una buona gestione logistica ha bisogno anche della conoscenza di molti principi della gestione organizzativa, dalla gestione del personale a quella delle informazioni, dalla definizione del Business Plan alla adozione di particolari metodi di gestione. Anche queste competenze sono utili per la gestione logistica e permettono al logistico di migliorare le prestazioni della funzione. DESTINATARI L'area si rivolge a junior controller delle aree Logistica, Operations, Supply Chain Management e Produzione come pure a quei manager della Logistica che intendono acquisire nuove competenze sulle tecniche di Management Accounting moderne. COMPETENZE SVILUPPATE Implementare un processo per controllare i costi effettivi rispetto al budget Elaborare analisi costi/benefici e budget per una definita area operativa Sviluppare un reporting economico allineato e confrontabile con la struttura del budget Confrontare valori pianificati e risultati effettivi Interpretare i report economici dell azienda Saper riconoscere dai bilanci i punti di forza e di debolezza, le opportunità e le minacce Identificare visioni a breve ed a lungo termine per l Azienda Separare I rischi associati al capitale circolante da quelli non legati al circolante Contribuire alla preparazione del budget e controllare i costi effettivi rispetto a quelli pianificati Costruire un modello dei principali processi dell area Operations e dimensionare il modello per differenti scenari ed alternative Calcolare un flusso finanziario Elaborare analisi costi/benefici e budget completi Sviluppare un reporting economico allineato e confrontabile con la struttura del budget Confrontare valori pianificati e risultati effettivi Impostare e interpretare gli indicatori per valutare le performance aziendali Identificare gli obiettivi della funzione logistica risalendo andando a ritroso, dagli obiettivi dell impresa agli obiettivi dettagliati di funzione o di processo Identificare gli indicatori economici (e non) di performance e di qualità Individuare dove reperire i dati necessari al controllo di gestione Interpretare i risultati I CORSI DELL'AREA CORE MANAGEMENT SKILLS Livello Avanzato 1 giornata IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA 4

5 AREA SUPPLY CHAIN FLOW AND NETWORK MANAGEMENT I principi della logistica sono sempre gli stessi, ma la loro applicazione ai vari tipi di aziende, industriali e commerciali, avviene secondo modalità differenti e porta a differenti sistemi di gestione. In molti settori industriali e commerciali si arriva poi alla gestione integrata della supply chain, coinvolgendo sia i fornitori a monte, sia a valle i clienti: si vengono così a formare estese reti logistiche, molte volte comprendenti aziende ubicate in più continenti, dove la complessità è accresciuta dalle distanze e della criticità dei trasporti. Il contributo dei fornitori di servizi logistici può aiutare molto in questi tipi di gestione. I compiti del logistico si ampliano e sono necessarie più larghe competenze; tra l altro occorre anche un preciso e puntuale controllo della situazione, ottenuto mediante un efficace controllo di gestione, che permetterà tra l altro di evidenziare le situazioni critiche. DESTINATARI L area si rivolge a operatori della logistica che desiderano approfondire i problemi operativi oltre che i metodi e i sistemi organizzativi COMPETENZE SVILUPPATE Identificare le possibilità di utilizzare un sistema IT per integrare e migliorare i flussi della catena logistica Identificare le possibilità di usare un sistema ERP o di nuovi sistemi per migliorare i flussi della catena logistica Valutare la possibilità di migliorare la gestione di flussi attraverso l integrazione dei fornitori e la collaborazione con i clienti Creare un modello della rete logistica inteso come un sistema solistico orientato ai flussi Sviluppare dei piani per l uso tattico dei trasporti, del magazzino, delle scorte,degli acquisti della produzione nella gestione della rete logistica Mappare i processi collegati con le attività della catena logistica Fare audit della catena logistica ed estrapolarne delle conclusioni operative Contribuire alla definizione di obiettivi di catena logistica integrata Sviluppare e documentare i processi e le procedure della catena logistica Definire e migliorare i sistemi manageriali adottati per la catena logistica Applicare tecniche e metodologie appropriate per pianificare e modellare la catena logistica Applicare tecniche appropriate per scegliere dove posizionare le scorte nella rete logistica Dare supporto tecnico e professionale nella preparazione di programmi e progetti di sviluppo di strategie per la catena logistica I CORSI DELL'AREA Livello Avanzato 2 giornate SUPPLY CHAIN FLOW AND NETWORK MANAGEMENT LEAN MANAGEMENT Livello Avanzato 1 giornata OUTSOURCING LOGISTICO E GESTIONE DEL CAMBIAMENTO 5

6 AREA INVENTORY MANAGEMENT Negli anni '80 e '90 parlare di scorte significava parlare di qualcosa da eliminare o comunque ridurre al minimo. Erano gli anni in cui si cercava di implementare i modelli giapponesi del Just in time e si centralizzavano i magazzini. I trasporti, in particolare i nuovi network di trasporto espresso, hanno favorito l'implementazione di queste gestioni. Adesso parlare di scorte non è più un tabù. Il mercato, sempre più ampio e differenziato, chiede alti livelli di servizio e di personalizzazione, e le catene di fornitura sono sempre più lunghe e complesse. Una corretta gestione delle scorte diventa quindi l'elemento determinante per la competitività aziendale, mantenendone comunque sempre uno stretto controllo: gli immobilizzi costano meno, ma i rischi di obsolescenza sono più elevati. DESTINATARI Livello Base L Area si rivolge a 0peratori della logistica e degli acquisti, altre figure professionali nell ambito della gestione delle scorte e della pianificazione logistica che hanno interesse ad approfondire la tematica delle scorte. Livello Avanzato L Area si rivolge a responsabili logistica, responsabili acquisti, altre figure manageriali nell ambito della gestione delle scorte e della pianificazione logistica che hanno interesse ad approfondire la tematica delle scorte. COMPETENZE SVILUPPATE Livello Operativo Modulo Base Contribuire alla valutazione dell entità delle scorte di magazzino Concordare obiettivi di prestazione delle scorte Classificare i codici sulla base delle caratteristiche della loro domanda Identificare i principali raggruppamenti delle scorte utilizzando l analisi ABC Misurare la variabilità della domanda e l errore statistico Prevedere la domanda usando le tecniche appropriate in base alle caratteristiche della domanda stessa Definire i livelli della scorta di sicurezza Determinare le quantità da ordinare Utilizzare diverse metodologie di gestione delle scorte Migliorare le prestazioni di fornitura Verificare costantemente i livelli degli stock e identificare le opportunità di miglioramento Gestire lo stock grazie all utilizzo di supporti tecnologici Aggiornare, analizzare e verificare i dati degli inventari Misurare gli andamenti degli inventari utilizzando misure appropriate Contribuire all approvvigionamento delle risorse dell inventario Verificare la qualità dell inventario e delle operazioni ad esso collegate Contribuire alla stesura di piani e procedure per la logistica di ritorno ( reverse logistic) Contribuire allo sviluppo ed uso delle procedure e del processo d inventario 6

7 Livello Senior Modulo Avanzato Analizzare il posizionamento delle scorte all interno di una rete logistica Analizzare la qualità ed il posizionamento delle scorte Analizzare le necessità del business in termini di scorte Valutare l impatto dei fattori ambientali sulle attività di gestione scorte Formulare degli action plan per reagire alle condizioni ambientali Controllare i livelli delle scorte dei materiali di produzione e non di produzione Selezionare e sviluppare sistemi di forecasting Gestire i livelli di scorte associati ai nuovi prodotti Gestire i livelli di scorte associati alle attività promozionali Selezionare ed implementare sistemi di controllo e gestione delle scorte Gestire le scorte di un sistema Preparare un piano delle risorse legate alle scorte non trascurando elementi di valutazione finanziaria Verificare i trade off tra la gestione delle scorte ed altre attività della catena logistica Sviluppare un piano delle scorte e proposte che tengano conto di costi e benefici Sviluppare piani e procedure per la reverse logistic Gestire le scorte tenendo presente le richieste di legge, gli adempimenti ad essa collegate ed i principi di responsabilità sociale Selezionare, e favorire l uso dei sistemi IT per la gestione delle scorte Sviluppare, mantenere sistemi manageriali di controllo e gestione delle scorte Sviluppare processi di inventario Identificare e selezionare dei terzisti in grado di gestire le scorte I CORSI DELL'AREA INVENTORY MANAGEMENT I Livello Avanzato 1 giornata INVENTORY MANAGEMENT II 7

8 AREA SOURCING & PROCUREMENT Nell ambito di un economia sempre più globale la rete di fornitura si estende e diviene complessa. Le aziende si trovano di conseguenza a dovere interagire con soggetti internazionali e con problematiche nuove quali il rischio Paese, le differenze culturali e tempi e flussi di approvvigionamento più lunghi e composti da differenti operatori. Nasce in questo contesto l esigenza di una figura professionale in grado di ricercare, selezionare, mantenere e controllare i rapporti con i fornitori. A livello direzionale i corsi puntano alla costruzione di supply chain efficienti dove è fondamentale il ruolo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione. DESTINATARI Livello Base L area si rivolge a operatori della logistica, responsabili di magazzino, imprenditori Livello Avanzato L area si rivolge a buyer, responsabili degli acquisti, imprenditori COMPETENZE SVILUPPATE Livello Operativo Modulo Base Contribuire alla comprensione ed allo sviluppo del contesto di approvvigionamento Definire obiettivi di performance per gli acquisti Definire i bisogni e le caratteristiche dei fabbisogni dei materiali Identificare le fonti di approvvigionamento Preparare i timing di consegna ed emettere gli ordini ai fornitori Gestire la qualità in entrata e le attività di ispezione sui materiali Monitorare l entrata delle merci Verificare e migliorare le prestazioni dei fornitori Favorire l uso dei sistemi IT per la gestione degli acquisti e degli approvvigionamenti Monitorare la qualità delle prestazioni degli acquisti e degli approvvigionamenti con misure appropriate Contribuire all acquisizione di risorse negli Acquisti e negli Approvvigionamenti Contribuire a migliorare la prestazione ed il controllo della qualità delle attività di approvvigionamento ed acquisto Contribuire allo sviluppo di piani e procedure per la logistica di ritorno Contribuire allo sviluppo ed utilizzo di corrette procedure e processi nella gestione degli acquisti e degli approvvigionamenti 8

9 Livello Senior Modulo Avanzato Analizzare il contesto del mercato di approvvigionamento Analizzare le richieste del business in termini di Acquisto ed Approvvigionamento Valutare l impatto dei fattori ambientali sulle attività di approvvigionamento Formulare degli Action Plan per rispondere agli stimoli ambientali Preparare i piani di acquisto e di approvvigionamento Identificare e valutare le diverse opzioni di approvvigionamento Verificare e selezionare nuovi fornitori Verificare e migliorare le prestazioni dei fornitori esistenti Creare contratti d acquisto Selezionare ed implementare sistemi di approvvigionamento Gestire relazioni collaborative con i fornitori Costruire e gestire un sistema gestionale di controllo degli approvvigionamenti Preparare una pianificazione delle risorse che tenga conto di diverse opzioni finanziarie Sviluppare piani di approvvigionamento ed acquisto Sviluppare il piano di approvvigionamento tenendo conto di costi e benefici nelle diverse opzioni Sviluppare piani e procedure per la reverse logistic Gestire gli acquisti e gli approvvigionamenti tenendo presente le richieste di legge, gli adempimenti ad essa collegate ed i principi di responsabilità sociale Selezionare, e favorire l uso dei sistemi IT per la pianificazione degli acquisti e degli approvvigionamenti Sviluppare processi di pianificazione degli acquisti Identificare e selezionare dei fornitori in grado di rendere un servizio di providers in termini di approvvigionamento I CORSI DELL'AREA SOURCING & PROCUREMENT I Livello Avanzato 1 giornata SOURCING & PROCUREMENT II 9

10 AREA TRANSPORT MANAGEMENT I Trasporti e la Distribuzione fisica delle merci sono uno snodo centrale del Sistema logistico e della Supply Chain che, anno dopo anno, diventano sempre più importanti; non solo come incidenza sul totale del costo Logistico, ma soprattutto come fattori determinanti per il servizio e la soddisfazione dei clienti. Ne consegue l importanza di considerare i Trasporti e la Distribuzione non solo come voci di costo, ma come opportunità per creare valore aggiunto, per mantenere o incrementare un vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza. DESTINATARI L Area si rivolge a persone che intendono o stanno entrando nella responsabilità della gestione trasporti (livello base) nonché a responsabili di P.M.I., dirigenti e quadri impegnati nella gestione delle operazioni logistiche industriali o commerciali, che desiderino ampliare le loro conoscenze sugli sviluppi più recenti della gestione logistica in genere e della distribuzione e trasporti in particolare (livello avanzato) COMPETENZE SVILUPPATE Livello Operativo Modulo Base Inquadrare le attività di trasporto e distribuzione nel contesto più generale della logistica Inquadrare la funzione dei trasporti nella catena logistica e conoscere le sue principali determinanti Analizzare il trasporto delle merci oggi in Europa: macrotrends, politiche e attori Valutare e selezionare le alternative modali: operare il confronto competitivo tra i modi finalizzato al raggiungimento degli obiettivi aziendali Conoscere il trasporto stradale: valutarne le caratteristiche, gli economics, punti di forza e di debolezza rispetto agli obiettivi, il quadro normativo ed i flussi esistenti Conoscere il trasporto ferroviario: valutarne le caratteristiche, gli economics, punti di forza e di debolezza rispetto agli obiettivi, il quadro normativo ed i flussi esistenti Conoscere il trasporto navale ed il sistema dei porti, il trasporto fluviale ed aereo: le caratteristiche, gli economics, punti di forza e di debolezza rispetto agli obiettivi, il quadro normativo ed i flussi esistenti Il trasporto intermodale e soluzioni di logistica integrata: conoscere le caratteristiche, gli economics, punti di forza e di debolezza rispetto agli obiettivi, il quadro normativo ed i flussi esistenti Progettare le più efficaci soluzioni di trasporto e distribuzione finalizzate al raggiungimento degli obiettivi Contribuire a migliorare la qualità e le prestazioni dei trasporti con misure appropriate Adeguare mezzi, attrezzature e procedure di trasporto alle evoluzioni del quadro normativo europeo ed a criteri di sostenibilità ambientale Livello Senior Modulo Avanzato Analizzare la domanda e l offerta di risorse di trasporto Analizzare le performance e la qualità richiesta dei servizi di trasporto Valutare l impatto dei fattori ambientali sulle attività di trasporto Formulare degli Action Plan per rispondere agli stimoli ambientali Pianificare trasporti nazionali ed internazionali Pianificare e coordinare i trasporti intermodali Preparare un piano delle risorse per la movimentazione dei beni includendovi considerazioni di natura 10

11 finanziaria Verificare i trade off tra la gestione dei trasporti ed altre attività della catena logistica Sviluppare il piano di trasporto tenendo conto di costi e benefici nelle diverse opzioni Sviluppare piani e procedure per la reverse logistic Gestire i trasporti tenendo presente le richieste di legge, gli adempimenti ad essa collegate ed i principi di responsabilità sociale Selezionare e favorire l uso dei sistemi IT per la pianificazione dei trasporti Sviluppare, mantenere sistemi manageriali di controllo e gestione della pianificazione dei trasporti Sviluppare processi e procedure di pianificazione dei trasporti Selezionare le attrezzature di trasporto Identificare e selezionare dei fornitori in grado di rendere un servizio di providers in termini di trasporto I CORSI DELL'AREA TRANSPORT MANAGEMENT I Livello Avanzato 1 giornata TRANSPORT MANAGEMENT II Livello Avanzato 1 giornata LA RESPONSABILITA CONDIVISA TRA COMMITTENTI E VETTORI Livello Avanzato 1 giornata IL CONTRATTO DI TRASPORTO: I COSTI MINIMI DI ESERCIZIO Livello Avanzato 1 giornata IL TRASPORTO DELLE MERCI PERICOLOSE Livello Avanzato 1 giornata GLI INCOTERMS 2010 DELLA ICC/CCI Livello Avanzato 1 giornata COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI INTERNAZIONALI Livello Avanzato 1 giornata GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE 11

12 AREA PRODUCTION PLANNING I processi di pianificazione della supply chain forniscono le informazioni determinanti per il governo delle operations; gli stessi processi sono anche l ambito dove più spesso si realizza il confronto fra le diverse funzioni aziendali; La corretta comprensione dei meccanismi dei processi di pianificazione e la capacità di gestirli efficacemente risulta critica e di fondamentale importanza non solo per chi è responsabile di gestire la supply chain, ma anche per le altre funzioni aziendali, al fine della corretta pianificazione tattica, operativa e strategica di un impresa. Per l area commerciale, la previsione della domanda è uno strumento mediante il quale è possibile migliorare il livello di servizio al cliente, inteso come disponibilità di materiale a scorta e dunque consegne in tempi rapidi; il Marketing ha un determinante ruolo contributivo nel processo di previsione della domanda sia per quanto riguarda le attività promozionali, sia per il lancio di un nuovi prodotti; per i manager dell area finance, è necessaria per poter sviluppare e verificare i risultati dei piani economici; infine, per i responsabili della supply chain, la previsione è fondamentale per programmare le scorte e gli approvvigionamenti. Inoltre la corretta impostazione e gestione dei processi di pianificazione e programmazione conduce, di fatto, a significativi miglioramenti in termini di riduzione degli stock, di miglioramento del livello di servizio al cliente finale e di miglioramento della produttività. DESTINATARI L Area è dedicata a sviluppare le competenze di quanti si occupano o si accingono ad occuparsi o coordinare operazioni di pianificazione in ambito industriale. Si rivolge particolarmente a coloro che sono in procinto di ricoprire ruoli di Direttore delle Operations, Responsabile di Stabilimento o a giovani Responsabili di Produzione. COMPETENZE SVILUPPATE Livello Operativo Modulo Base Contribuire alla valutazione dell ambiente di Produzione Contribuire agli obiettivi prestazionali della Pianificazione della Produzione Identificare ed aggregare la domanda Creare, correggere e controllare il Piano di Produzione Redigere il Piano Principale di Produzione Definire e manutenere le Distinte Base dei prodotti Creare ed aggiornare I Piani di Capacità Calcolare il fabbisogno di materiali ed emettere ordini ai fornitori Analizzare e migliorare la performance dei fornitori Verificare I livelli inventariali ed identificare le opportunità di riduzione degli stock Saper utilizzare i supporti IT per le attività di Pianificazione della Produzione Aggiornare, analizzare, verificare e riconciliare le anagrafiche materiali Monitorare la performance dei processi di pianificazione della produzione usando misure adeguate Contribuire a fornire risorse per la pianificazione della produzione Contribuire al controllo della qualità e delle prestazioni delle attività di pianificazione della produzione Contribuire allo sviluppo dei piani e delle procedure per la reverse logistics Contribuire allo sviluppo e all uso dei processi e delle procedure di pianificazione della produzione 12

13 Livello Senior Modulo Avanzato Identificare ed eliminare e fonti di spreco nel sistema produttivo Analizzare I requisiti di qualità e prestazione per il sistema di pianificazione Analizzare I requisiti di business per la pianificazione della produzione Valutare l impatto dei fattori ambientali sull attività di produzione Formulare piani per rispondere ai fattori ambientali Avviare la pianificazione della produzione nel contesto organizzativo aziendale Avviare e gestire un sistema per il Demand Planning Contribuire al processo di Sales and Operations Planning Gestire la pianificazione della Capacità, sviluppare un Capacity Requirement Plan Calcolare il fabbisogno di risorse di produzione, comprese le opzioni finanziarie Identificare le opportunità di trade off con le altre attività della supply chain Sviluppare e proporre piani di produzione valutando costi e valore aggiunto Sviluppare piani e procedure per la reverse logistics Gestire le operazioni produttive seguendo i criteri di responsabilità sociale dell impresa Selezionare, implementare e supportare i sistemi IT per la pianificazione della produzione Implementare, mantenere e migliorare I sistemi di misura della performance relative alle attività di pianificazione Sviluppare procedure e processi di pianificazione Identificare e selezionare fornitori di servizi per la pianificazione I CORSI DELL'AREA PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT Livello Avanzato 1 giornata PIANIFICAZIONE DELLA SUPPLY CHAIN Livello Avanzato 1 giornata DEMAND PLANNING 13

14 AREA WAREHOUSE MANAGEMENT I magazzini stanno progressivamente diventando un elemento della supply chain sempre più importante in quanto incidono direttamente sul livello di soddisfazione del cliente. A questo si aggiunge il fatto che una progressiva delocalizzazione ha spostato i siti produttivi in altri paesi facendo emergere la necessità di un maggiore coordinamento e una maggiore controllo del materiale stoccato. Nasce in questo contesto l esigenza di creare delle figure professionali che sia a livello operativo che a livello direzionale siano in grado di coordinare al meglio i flussi controllando i metodi e i modelli di stoccaggio. I moduli di Warehouse Management sono in grado di trasferire le competenze necessarie per una completa riorganizzazione dei magazzini. DESTINATARI Livello Base L Area si rivolge a operatori della logistica, magazzinieri, imprenditori, responsabili della logistica, addetti al magazzino, responsabili di magazzino Livello Avanzato L Area si rivolge a operatori della logistica, responsabili di magazzino, imprenditori COMPETENZE SVILUPPATE Livello Operativo Modulo Base Analizzare il profilo di attività di magazzino Contribuire alla valutazione dell ambiente operative di magazzino Comprendere gli obiettivi prestazionali delle operazioni di magazzino Gestire le operazioni di ricevimento Gestire le operazioni di stoccaggio Gestire le operazioni di preparazione dell ordine Gestire le operazioni di spedizione dal magazzino Gestire le operazioni di controllo delle scorte di magazzino Gestire le attrezzature di magazzino Gestire I sistemi informativi di supporto alle operazioni di magazzino Comprendere ed utilizzare i sistemi di misura adeguati a misurare le prestazioni delle operazioni di magazzino Contribuire alla definizione del budget ed al dimensionamento delle risorse necessarie al magazzino Contribuire al controllo delle prestazioni e della qualità del magazzino Contribuire ad assicurare il rispetto della normativa Contribuire allo sviluppo dei piani e delle procedure per la reverse logistics Comprendere i processi ed i flussi di magazzino e contribuire al loro sviluppo 14

15 Livello Senior Modulo Avanzato Analizzare il profilo di attività di magazzino Analizzare I requisiti prestazionali e di qualità per le operazioni di magazzino Analizzare il contesto di business in cui si inseriscono le operazioni di magazzino Valutare l impatto dei fattori ambientali sulle operazioni di magazzino Elaborare piani d azione per rispondere ai fattori ambientali Determinare il fabbisogno di spazi Selezionare le metodologie di lavoro in magazzino Selezionare le attrezzature di stoccaggio e movimentazione interna Selezionare attrezzature e materiali di confezionamento Progettare il layout di magazzino Preparare budget e dimensionamento delle risorse per il magazzino compresa l identificazione delle opzioni di finanziamento Identificare le opportunità di trade offs con le altre attività della supply chain Sviluppare e presentare progetti di magazzino comprensivi dei costi e del valore aggiunto Sviluppare piani e procedure per la reverse logistics Gestire le operazioni di magazzino in conformità alla responsabilità sociale dell impresa Selezionare, coordinare l implementazione ed il supporto dei sistemi IT per le attività di magazzino Realizzare, gestire e migliorare i sistemi per la gestione della performance di magazzino Sviluppare processi e procedure di magazzino Identificare e selezionare fornitori di servizi logistici (warehouse service providers) I CORSI DELL'AREA WAREHOUSE MANAGEMENT I Livello Avanzato 1 giornata WAREHOUSE MANAGEMENT II Livello Base 1 giornata LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO Livello Base 1 giornata LEAN WAREHOUSING 15

16 INFORMAZIONI SUI CORSI La Formazione AILOG è progettata e realizzata da AILOG Servizi Srl. Il sistema di Formazione AILOG è certificato ISO 9001:2008 (EA 37) SEDE La sede dei corsi verrà comunicata all indirizzo e mail specificato nella scheda d iscrizione. ORARIO DELLE LEZIONI Le lezioni si svolgono nei seguenti orari: e MATERIALE DIDATTICO Ad ogni partecipante verrà distribuita la documentazione utilizzata nei corsi. QUOTE DI ISCRIZIONE Il costo dei corsi di una giornata è di 750 euro più IVA. AGEVOLAZIONI I SOCI AILOG hanno diritto ad uno sconto del 25% sulla quota di iscrizione, per un costo a giornata di 550 euro più IVA. Sono inoltre previste tariffe scontate a scalare per partecipazioni multiple a più corsi o di più persone allo stesso corso: AZIENDA NON ASSOCIATA SOCIO ORDINARIO SOCIO COLLETTIVO 1 corso / singolo partecipante 750 euro più IVA 550 euro più IVA 550 euro più IVA 2 corso / 2 collega partecipante allo stesso corso 3 corso / 3 collega partecipante allo stesso corso 4 corso / 4 collega partecipante allo stesso corso e successivi 550 euro più IVA 450 euro più IVA 450 euro più IVA 450 euro più IVA 300 euro più IVA 300 euro più IVA 300 euro più IVA 300 euro più IVA 100 euro più IVA MODALITÀ DI ISCRIZIONE Per iscriversi, inviare la scheda di iscrizione, compilata in ogni sua parte alla Segreteria a mezzo fax ( ) o e mail Le iscrizioni verranno accettate in ordine cronologico e si intendono perfezionate al ricevimento della scheda di iscrizione. Si ricorda che per ottimizzare i risultati didattici il numero degli allievi di ogni corso sarà contenuto entro limiti ottimali. PAGAMENTO Il pagamento dovrà essere anticipato, previa segnalazione da parte della Segreteria. Pagamento intestato a: AILOG SERVIZI Srl Via Cornalia 19, Milano o o assegno bancario o circolare intestato a AILOG SERVIZI Srl bonifico bancario: C/C n INTESA SANPAOLO IBAN: IT26E ABI: CAB: CIN: E MODALITÀ DI DISDETTA A seguito della conferma di avvenuta iscrizione da parte della Segreteria, ogni eventuale disdetta dovrà essere comunicata per iscritto a mezzo fax ( ) o e mail Qualora la comunicazione delle decisione di recesso avvenga di fatto con la mancata presenza al corso, sarà dovuto l intero importo del corso. AILOG si riserva la facoltà di annullare l iniziativa o di modificarne il programma dandone tempestiva notizia agli interessati. 16

17 17

INVENTORY MANAGEMENT II

INVENTORY MANAGEMENT II INVENTORY MANAGEMENT II AREA Inventory Management Modulo Avanzato INVENTORY MANAGEMENT - II Il corso ha la finalità di fornire i metodi e gli strumenti necessari per una corretta organizzazione della catena

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA LA MISURA DELLA PERFORMANCE AREA Core Management Skills Modulo Avanzato IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance Il corso si focalizza

Dettagli

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT

STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT AREA Production Planning Modulo Base STRUMENTI OPERATIVI PER IL LEAN MANAGEMENT Il corso mira a fornire gli strumenti operativi per implementare alcune attività

Dettagli

DEMAND PLANNING. AREA Production Planning. Modulo Avanzato

DEMAND PLANNING. AREA Production Planning. Modulo Avanzato DEMAND PLANNING AREA Production Planning Modulo Avanzato DEMAND PLANNING Il corso Demand Planning ha l obiettivo di fornire un quadro completo degli elementi che concorrono alla definizione di un corretto

Dettagli

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE AREA Production Planning Modulo Base PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE Il modulo Pianificazione e Programmazione della Produzione ha l obiettivo

Dettagli

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance

IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance IL CONTROLLO DI GESTIONE DELLA LOGISTICA La misura della performance Il corso si focalizza sulle tecniche di Management Accounting più

Dettagli

INVENTORY MANAGEMENT. Case studies

INVENTORY MANAGEMENT. Case studies INVENTORY MANAGEMENT INVENTORY MANAGEMENT Il corso ha la finalità di fornire i metodi e gli strumenti necessari per una corretta pianificazione delle scorte nel sistema produttivo e distributivo e per

Dettagli

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE

PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE PIANIFICAZIONE E PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE Il modulo Pianificazione e Programmazione della Produzione ha l obiettivo di illustrare gli strumenti più

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT SUPPLY CHAIN MANAGEMENT La Gestione Operativa AREA BASIC SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Modulo Avanzato SUPPLY CHAIN MANAGEMENT La Gestione Operativa Il corso approfondisce i temi fondamentali della logistica,

Dettagli

LEAN MANAGEMENT. AREA Area Supply Chain Flow & Network Management. Modulo Avanzato

LEAN MANAGEMENT. AREA Area Supply Chain Flow & Network Management. Modulo Avanzato LEAN MANAGEMENT AREA Area Supply Chain Flow & Network Management Modulo Avanzato LEAN MANAGEMENT Il corso mira a fornire le pratiche organizzative necessarie per creare, gestire e coordinare sia i team

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT i fondamenti

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT i fondamenti SUPPLY CHAIN MANAGEMENT i fondamenti SUPPLY CHAIN MANAGEMENT i fondamenti Il corso fornisce gli elementi base della logistica. Chi partecipa al corso sarà in grado di conoscere le logiche generali della

Dettagli

WAREHOUSE MANAGEMENT DESTINATARI CONTENUTI DOCENTE Andrea Payaro

WAREHOUSE MANAGEMENT DESTINATARI CONTENUTI DOCENTE Andrea Payaro WAREHOUSE MANAGEMENT WAREHOUSE MANAGEMENT Il corso mira a creare le abilità di base necessarie a progettare e svolgere lo stoccaggio e il prelievo corretto delle merci. Inoltre si vuole delineare un quadro

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO AREA Warehouse Management LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO Il corso mira a fornire le conoscenze necessarie in merito ad una corretta gestione in materia

Dettagli

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO

LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO AREA Warehouse Management LA GESTIONE DELLA SICUREZZA IN MAGAZZINO Il corso mira a fornire le conoscenze necessarie in merito ad una corretta gestione in materia

Dettagli

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT

RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base RISK MANAGEMENT ON ROAD TRANSIT Mercoledì 23 maggio 2012 Il corso si pone come obiettivo l approfondimento delle principali tematiche

Dettagli

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING

LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 2010 www.ailog.it LEAN MANUFACTURING AND WAREHOUSING La produzione snella: eliminare gli sprechi aziendali 18 gennaio

Dettagli

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI

COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI COME RIDURRE I COSTI ED I RISCHI NEI TRASPORTI E NELLE SPEDIZIONI INTERNAZIONALI Recuperare efficacia ed efficienza nelle vendite e negli acquisti AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico COME

Dettagli

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WORLD CLASS MANUFACTURING NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WORLD CLASS MANUFACTURING NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WORLD CLASS MANUFACTURING NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Brescia AREA Production Planning LEAN MANUFACTURING

Dettagli

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico

GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE AREA TRANSPORT MANAGEMENT Seminario Specialistico GLI ASPETTI DOGANALI E FISCALI NEL COMMERCIO INTERNAZIONALE L approfondimento intende presentare

Dettagli

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO. Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Suzzara

LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO. Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Suzzara LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM NELL INDUSTRIA AUTOMOTIVE IL CASO IVECO Workshop organizzato presso il Plant IVECO di Suzzara AREA Production Planning LEAN MANUFACTURING E APPLICAZIONI DEL WCM

Dettagli

LOGISTICA E INTERMODALITÀ Gli ingredienti per una ricetta perfetta

LOGISTICA E INTERMODALITÀ Gli ingredienti per una ricetta perfetta LOGISTICA E INTERMODALITÀ Gli ingredienti per una ricetta perfetta LOGISTICA E INTERMODALITÀ Gli ingredienti per una ricetta perfetta OBIETTIVI E CONTENUTI Quali sono le principali caratteristiche del

Dettagli

IL CONTRATTO DI TRASPORTO FRA IMPRESE COMMITTENTI, VETTORI E SUBVETTORI

IL CONTRATTO DI TRASPORTO FRA IMPRESE COMMITTENTI, VETTORI E SUBVETTORI IL CONTRATTO DI TRASPORTO FRA IMPRESE COMMITTENTI, VETTORI E SUBVETTORI I COSTI MINIMI DI ESERCIZIO AREA TRANSPORT MANAGEMENT IL CONTRATTO DI TRASPORTO FRA IMPRESE COMMITTENTI, VETTORI E SUBVETTORI Il

Dettagli

CITY LOGISTICS. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base

CITY LOGISTICS. AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base CITY LOGISTICS AREA TRANSPORT MANAGEMENT Modulo Base CITY LOGISTICS Attraverso un inquadramento metodologico generale ed esperienze avvenute, il corso fornisce gli elementi chiave per affrontare la tematica,

Dettagli

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML

Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Proposte formative offerte da Trevi S.p.A. in collaborazione con Fraunhofer IML Corsi internazionali, corsi in house, master e convegni: la qualità dell insegnamento è sempre garantita da docenti selezionati,

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE NELLA LOGISTICA

INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE NELLA LOGISTICA INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE NELLA LOGISTICA 2010 www.ailog.it INTRODUZIONE ALLA SIMULAZIONE NELLA LOGISTICA 19 marzo 2010 DOCENTI Ing. R. Maccioni (ACT Solutions) Ing. D. Ravazzolo (ACT Solutions) OBIETTIVO

Dettagli

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica

ECCELLERE NELLA LOGISTICA. Generare opportunità con la logistica ECCELLERE NELLA LOGISTICA Generare opportunità con la logistica INTRODUZIONE Il settore della logistica rappresenta una risorsa strategica per la competitività delle imprese e del territorio ed è attualmente

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLA LOGISTICA INTEGRATA

Dettagli

ACCELERARE LO SVILUPPO

ACCELERARE LO SVILUPPO ACCELERARE LO SVILUPPO Metodi e strumenti operativi per il sostegno e lo sviluppo d impresa Novembre - Dicembre 2012 Il percorso si pone l obiettivo di fornire una formazione tecnica di alto livello, di

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il programma si propone di fornire alle aziende indicazioni che possano essere di supporto al miglioramento delle prestazioni del loro processo

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO

TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L APPROVVIGIONAMENTO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende

UMIQ. Il metodo UMIQ. Unindustria Bologna. Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende QUALITA UNINDUSTRIA INNOVAZIONE METODO UMIQ Il metodo UMIQ Unindustria Bologna Corso rivolto a consulenti e auditor per conoscere e saper applicare il Metodo UMIQ nelle aziende Obiettivi del corso Fornire

Dettagli

La riorganizzazione della Supply Chain secondo i principi lean :

La riorganizzazione della Supply Chain secondo i principi lean : Consulenza di Direzione Management Consulting Formazione Manageriale HR & Training Esperienza e Innovazione La riorganizzazione della Supply Chain secondo i principi lean : un passo chiave nel percorso

Dettagli

CORSO EXECUTIVE. LOGISTICA INTEGRATA E SISTEMA DOGANALE Il commercio internazionale dalla gestione del fornitore al trasporto

CORSO EXECUTIVE. LOGISTICA INTEGRATA E SISTEMA DOGANALE Il commercio internazionale dalla gestione del fornitore al trasporto CORSO EXECUTIVE LOGISTICA INTEGRATA E SISTEMA DOGANALE Il commercio internazionale dalla gestione del fornitore al trasporto Formula intensiva Milano, 10-11 e 12 Dicembre 2015 LOGISTICA INTEGRATA E SISTEMA

Dettagli

MODELLI E STRUMENTI PER OTTIMIZZARE I FLUSSI LOGISTICI MILANO, 15-16 GIUGNO 2016

MODELLI E STRUMENTI PER OTTIMIZZARE I FLUSSI LOGISTICI MILANO, 15-16 GIUGNO 2016 AREA FORMAZIONE LA SUPPLY CHAIN NELLE AZIENDE SANITARIE: MODELLI E STRUMENTI PER OTTIMIZZARE I FLUSSI LOGISTICI MILANO, 15-16 GIUGNO 2016 Telefono: 02-72.34.39.07 - Fax: 02-72.34.38.28 - E-mail: cerismas@unicatt.it

Dettagli

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers

L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers L ECCELLENZA NEGLI ACQUISTI Sei moduli efficaci per migliorare il processo di acquisto e accrescere le competenze dei buyers MODULO 2 MODULO 1 L'organizzazione degli acquisti e il ruolo del Buyer Firenze,

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione

Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta. Quadri sulla gestione 6 Il catalogo MANAGEMENT Si rivolge a: Imprenditori con responsabilità diretta Quadri sulla gestione Impiegati con responsabilità direttive Dirigenti di imprese private e organizzazioni pubbliche, interessati

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN GESTIONE E OTTIMIZZAZIONE DEI TRASPORTI www.mip.polimi.it/scm/trasporti OBIETTIVI Fornire un quadro d insieme delle

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA

TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE E LA LOGISTICA STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK relators: Marcello

Dettagli

Parte I Strategie di Supply Chain Management, Processi e Prestazioni 1. 1 Supply Chain Management: definizioni e concetti introduttivi

Parte I Strategie di Supply Chain Management, Processi e Prestazioni 1. 1 Supply Chain Management: definizioni e concetti introduttivi Indice Prefazione Premessa Introduzione XI XV XIX Parte I Strategie di Supply Chain Management, Processi e Prestazioni 1 1 Supply Chain Management: definizioni e concetti introduttivi 5 1.1 L evoluzione

Dettagli

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione. Master -

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione. Master - Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione Master - Premessa Il Master affronta tematiche relative alla gestione dei sistemi informativi aziendali, con particolare riferimento

Dettagli

La Certificazione ELA in Italia con AILOG

La Certificazione ELA in Italia con AILOG La Certificazione ELA in Italia con AILOG 1 La Certificazione ELA è un attestato delle capacità professionali riconosciuto a livello europeo è basata su STANDARD DI COMPETENZA stabiliti centralmente dall

Dettagli

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo.

Master. Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt. Un master full immersion per certificarsi sul campo. Master Lean Six Sigma Certificazioni Lean Yellow Belt Lean Green Belt Lean Black Belt Un master full immersion per certificarsi sul campo. Bonfiglioli Consulting Consulenza e competenza per favorire lo

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE CORSO DI SPECIALIZZAZIONE Esperto in Lean Manufacturing luglio/novembre 2011 CONFINDUSTRIA VENEZIA CONFINDUSTRIA PADOVA CONFINDUSTRIA VENEZIA Obiettivi L obiettivo formativo è di accompagnare i partecipanti

Dettagli

Master Bancario in Area Commerciale

Master Bancario in Area Commerciale Master Bancario in Area Commerciale Premessa Il mondo del credito è in costante evoluzione e le innovazioni si susseguono con sempre maggior frequenza nel campo legislativo, gestionale, organizzativo e

Dettagli

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN

GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN OPERATIONS & SUPPLY CHAIN CORSI BREVI IN GESTIONE DEGLI ACQUISTI E DELLA SUPPLY CHAIN EXECUTIVE OPEN PROGRAMS La Divisione Executive Open Programs di MIP disegna ed eroga Programmi a catalogo, ovvero percorsi

Dettagli

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale

La soluzione erp PeR La gestione integrata della PRoduzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione integrata della produzione industriale J-Mit La soluzione ERP per la gestione e il controllo della produzione J-Mit di Revorg è la soluzione gestionale flessibile

Dettagli

Executive Master in Logistica e Supply Chain

Executive Master in Logistica e Supply Chain Executive Master in Logistica e Supply Chain Management Governa l'insieme delle attività organizzative, gestionali e strategiche che governano nell'azienda i flussi di materiali e delle relative informazioni

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT POLITECNICO DI MILANO SCHOOL OF MANAGEMENT PERCORSI EXECUTIVE SUPPLY CHAIN MANAGEMENT Gestione Strategica degli Acquisti / Logistica Distributiva 11 EDIZIONE NOVEMBRE 2013 OTTOBRE 2014 PERCORSI EXECUTIVE

Dettagli

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche

MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche MARKETING VENDITE Confindustria Servizi Srl Ente di formazione accreditato dalla Regione Marche legale: Corso Mazzini 151, Ascoli Piceno operativa: C.da S. Giovanni Scafa, San Benedetto del Tronto (centro

Dettagli

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti

Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Come gestire supply chain complesse nel mondo del fashion: prassi adottate e risultati conseguiti Raffaele Secchi Operations & Technology Management Unit Agenda Il progetto di ricerca Fashion e SCM: gli

Dettagli

Il sistema logistico integrato

Il sistema logistico integrato Il sistema logistico integrato Che cos è la logistica? Il concetto di logistica è spesso poco chiaro Per logistica, spesso, s intendono soltanto le attività di distribuzione fisica dei prodotti (trasporto

Dettagli

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING 2015 Amministrazione finanza e controllo Z6054 IV Edizione / Formula weekend 2 OTTOBRE 13 NOVEMBRE 2015 REFERENTE SCIENTIFICO DELL'INIZIATIVA Giovanni Fiori, Professore

Dettagli

Training sulla Finanza per l Azienda

Training sulla Finanza per l Azienda Training sulla Finanza per l Azienda Identificare le fonti di finanziamento alternative A tendere si osserverà nei mercati una riduzione del credito concesso dalle banche, a causa degli shock endogeni

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

MASTER IN OPERATIONS MANAGEMENT PER PMI

MASTER IN OPERATIONS MANAGEMENT PER PMI MASTER IN OPERATIONS MANAGEMENT PER PMI Innovation in Operations Management Un master dedicato alla piccola e media impresa, per consentire un approccio pratico ma nello stesso tempo metodico e strutturato,

Dettagli

Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione

Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione Le ICT a supporto dei processi di fornitura e collaborazione Docente di Gestione dei Processi e dei Progetti La Sapienza Università di Roma Agenda Perché le ICT a supporto dei processi di gestione della

Dettagli

Indice. pagina 2 di 8

Indice. pagina 2 di 8 LEZIONE SOURCING, PROCUREMENT E METODOLOGIE PER L'OTTIMIZZAZIONE DELLA CATENA DEL VALORE DOTT.SSA ROSAMARIA D AMORE Indice 1 Catena del valore e creazione del valore --------------------------------------------------------------

Dettagli

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni

Sales Management: Tecniche di vendita e di relazioni Tecniche di vendita In collaborazione con Confindustria Messina Destinatari e Obiettivi del corso Il corso è rivolto a Imprenditori, Manager di PMI, Venditori e Gestori di attività di vendita che vogliono

Dettagli

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing

CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing CORSO A CATALOGO - 2009 - Corso ID: 6084 - Project management con specializzazione in project financing Regione di Presentazione: ID Corso: Organismo di formazione: Tipo organismo: Data invio telematico:

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO

TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO INTEGRATO ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TURISMO TECNICO SUPERIORE PER L ORGANIZZAZIONE E IL MARKETING DEL TURISMO STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

Il Piano Industriale

Il Piano Industriale LE CARATTERISTICHE DEL PIANO INDUSTRIALE 1.1. Definizione e obiettivi del piano industriale 1.2. Requisiti del piano industriale 1.3. I contenuti del piano industriale 1.3.1. La strategia realizzata e

Dettagli

Corso di Specializzazione PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE E DEGLI ACQUISTI

Corso di Specializzazione PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE E DEGLI ACQUISTI Corso di Specializzazione PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DELLA PRODUZIONE E DEGLI ACQUISTI OBIETTIVI Il tema della pianificazione e controllo della produzione, unitamente alla gestione degli approvvigionamenti,

Dettagli

MODULO 1: Definizione del CONTESTO Interno ed Esterno dell Organizzazione dell Azienda alla luce Data

MODULO 1: Definizione del CONTESTO Interno ed Esterno dell Organizzazione dell Azienda alla luce Data Aicq Tosco Ligure, in collaborazione con AICQ Formazione, AICQ Sicev e Accredia, è lieta di presentare il corso di formazione per l aggiornamento sulla nuova ISO 9001-2015 al quale potranno partecipare

Dettagli

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore)

INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) INTERVENTI FORMATIVI DI BREVE DURATA (da 4 a 16 ore) FOCUS: IL POSSIBILE CO-MARKETING Il focus intende coinvolgere i presidenti delle cooperative nell analisi di un possibile co-marketing. Raccogliere

Dettagli

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza

I Sistemi di Gestione per la Sicurezza I Sistemi di Gestione per la Sicurezza OHSAS 18001, Rischi Rilevanti, Antincendio, Sistemi di Gestione Integrati Luca Fiorentini TECSA Sommario Presentazione... 9 1. INTRODUZIONE 15 2. SCOPO E CAMPO DI

Dettagli

CATALOGO CORSI FORMAZIONE ICT - TECNOLOGIE SOSTENIBILI

CATALOGO CORSI FORMAZIONE ICT - TECNOLOGIE SOSTENIBILI CATALOGO CORSI FORMAZIONE ICT - TECNOLOGIE SOSTENIBILI Chi siamo TransTec Services è una società operante nel settore ICT, il cui modello di business è fondato sull innovazione tecnologica, la professionalità

Dettagli

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature)

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Modello A (traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Ragione sociale dell impresa o Titolo del progetto imprenditoriale BUSINESS PLAN per l accesso

Dettagli

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING

COST ACCOUNTING, BUDGETING & REPORTING - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA AMMINISTRAZIONE FINANZA E CONTROLLO

Dettagli

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1

Indice. La strategia nel sistema impresa. 1 Il sistema impresa e l ambiente competitivo Matteo Caroli 1 00Pr_pag_CAROLI_2012 16/07/12 06.44 Pagina VII Prefazione alla quarta edizione Autori Ringraziamenti dell Editore In questo volume... XVII XXI XXIII XXV Parte I La strategia nel sistema impresa 1 Il sistema

Dettagli

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione Corso di Alta Formazione 27a Edizione Milano, 14/09/2015 23/10/2015

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione Corso di Alta Formazione 27a Edizione Milano, 14/09/2015 23/10/2015 Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione Corso di Alta Formazione 27a Edizione Milano, 14/09/2015 23/10/2015 In collaborazione con : Premessa Il Corso di Alta Formazione

Dettagli

I processi aziendali e l industria della cornice di legno.

I processi aziendali e l industria della cornice di legno. I processi aziendali e l industria della cornice di legno. Productio Flow può essere classificato come un sistema software progettato ad hoc sulle esigenze gestionali dell industria della cornice di legno

Dettagli

TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA

TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA TECNICO DI SPEDIZIONE, TRASPORTI E LOGISTICA Corso GRATUITO per giovani e adulti disoccupati, già in possesso di conoscenze e capacità nel settore Rif. PA n 2015-4134/RER Finanziato dalla Regione Emilia

Dettagli

QUALITA' NELLA SUPPLY CHAIN

QUALITA' NELLA SUPPLY CHAIN QUALITA' NELLA SUPPLY CHAIN Bologna 6, 7, 10, 11, 12 Giugno 2013 (orario: 9.00-18.00) Sede del corso: Via Francesco Todaro, 8 - Bologna PRESENTAZIONE 2 Edizione II corso si propone di approfondire gli

Dettagli

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI

METODOLOGIA DIDATTICA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO OBIETTIVI FORMATIVI PERCORSO FORMATIVO DESTINATARI OPEN YOUR MIND 2.0 Programma di formazione per lo sviluppo delle capacità manageriali e della competitività aziendale delle Piccole e Medie Imprese della Regione Autonoma della Sardegna PRESENTAZIONE DEL

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

Sistemi Informativi Aziendali I

Sistemi Informativi Aziendali I Modulo 6 Sistemi Informativi Aziendali I 1 Corso Sistemi Informativi Aziendali I - Modulo 6 Modulo 6 Integrare verso l alto e supportare Managers e Dirigenti nell Impresa: Decisioni più informate; Decisioni

Dettagli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli

Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini. Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Gestione dell Informazione Aziendale prof. Stefano Pedrini Sistemi integrati ERP Addendum 2 Giorgio Cocci, Alberto Gelmi, Stefano Martinelli I sistemi informativi Il processo

Dettagli

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff

Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff Il catalogo MANUFACTURING Si rivolge a: Responsabili Produzione e loro staff Imprenditori con responsabilità diretta sul Responsabili Logistica e loro staff processo produttivo Responsabili Manutenzione

Dettagli

Management della Logistica Distributiva

Management della Logistica Distributiva Bologna - da Ottobre 2006 Il Master Gli Obiettivi I Destinatari Obiettivi: Formare figure professionali capaci di gestire la distribuzione ed il trasporto delle merci secondo criteri di integrazione, con

Dettagli

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore. " U. Foscolo " Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale

Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore.  U. Foscolo  Teano - Sparanise. Disciplina : Economia Aziendale Istituto Statale d'istruzione Secondaria Superiore " U. Foscolo " Teano - Sparanise Disciplina : Economia Aziendale ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Classe quinta/sez. A A.F.M. Il Docente Prof. Montanaro Raffaele

Dettagli

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE

MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE OFFERTA FORMATIVA Titolo: MASTER SPECIALISTICO IN PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Padova, Roma e Bologna. Destinatari: Il Master si rivolge a laureati, preferibilmente in discipline economiche,

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. Sviluppare e Integrare. basate sul CLOUD ROMA 11-12 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA. Sviluppare e Integrare. basate sul CLOUD ROMA 11-12 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA GERHARD BAYER Sviluppare e Integrare le Business Applications basate sul CLOUD ROMA 11-12 NOVEMBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI

COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI I COSTI LOGISTICI COME INDIVIDUARLI E RAZIONALIZZARLI di Andrea Moneta Produzione e logistica >> Logistica DEFINIZIONE E AREE DI COMPETENZA Quando si parla di costi logistici generalmente si tende ad associare

Dettagli

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA

RESPONSABILE DELLA LOGISTICA CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Certificazione Sistemi di Gestione Qualità ISO 9001 53 CORSO PER RESPONSABILE DELLA LOGISTICA Materiale propedeutico (studio a casa) + 48 ore di lezioni frontali

Dettagli

Project Management in Sanità

Project Management in Sanità - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare

Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare Competere con la logistica Esperienze innovative nella Supply Chain alimentare M. Bettucci R. Secchi V. Veronesi Unit Produzione e Tecnologia Il libro è frutto del lavoro di ricerca svolto con il Gruppo

Dettagli

Percorso Executive Migliorare le Performance Produttive

Percorso Executive Migliorare le Performance Produttive Percorso Executive Migliorare le Performance Produttive Ridurre gli sprechi e contenere i costi FINANZIABILE DA: Nell ambito delle opportunità formative messe a disposizione da Fondirigenti e Fondimpresa,

Dettagli

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti

executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 2014 Sempre un passo avanti executive master course www.cspmi.it Production Manager Modena, aprile - dicembre 20 Sempre un passo avanti EXECUTIVE MASTER COURSE Production Manager OBIETTIVI Il corso mette in condizione i partecipanti

Dettagli

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione

Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione Gestione dei processi aziendali attraverso le tecnologie dell informazione Corso di Alta Formazione - 1a Edizione Febbraio Marzo 2012 In collaborazione con : Premessa Il Corso di Alta Formazione affronta

Dettagli

Corso di Alta Formazione RETAIL AND STORE MANAGEMENT: strumenti e metodologie operative orientate alla gestione e sviluppo della rete di punti vendita Obiettivi Il corso di Alta Formazione in Retail e

Dettagli

Confini del business e supply chain management

Confini del business e supply chain management Confini del business e supply chain management Roberta Bocconcelli a.a. 2011/2012 DESP Dipartimento di Eonomia, Società, Politica 1/27 La soddisfazione del cliente e la qualità totale Il cliente e la sua

Dettagli

CONSORZIO IMPRESE CANAVESANE

CONSORZIO IMPRESE CANAVESANE IMPRESE CANAVESANE Sistema Qualità Certificato ISO 9001 (N. 50 100 1910) Ivrea, 18 giugno 2009 Alle Aziende aderenti a Confindustria Canavese IMPORTANTE alla c.a. del Titolare o Legale Rappresentante Oggetto:

Dettagli

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI

TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI TECNICA E TECNICO DEGLI ACQUISTI 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie?... 6 Conoscenze... 9

Dettagli

MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE

MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE C O N S O R Z I O P E R I L L A V O R O E L E A T T I V I T A I N N O V A T I V E E F O R M A T I V E MASTER in ORGANIZZAZIONE AZIENDALE e CONTROLLO di GESTIONE D I R E T T O R E S C I E N T I F I C O

Dettagli