AUSILI. Marisa Vicini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AUSILI. Marisa Vicini"

Transcript

1 AUSILI Marisa Vicini

2 Di che cosa parlerò A. Le fonti informative B. I concetti fondamentali ( terminologia) C. La normativa D. Gli ausili: esemplificazioni D 1. mobilità e cura personale D 2. attività sportiva D.3. comunicazione( limitazioni motorie e sensoriali) E. Procedure per la scelta degli ausili

3 A. LE FONTI INFORMATIVE 1. Il Portale SIVA è la principale fonte informativa attualmente esistente in Italia sulla materia E diviso in due sezioni: 1. Parte BANCHE DATI 2. Parte SERVIZI

4 Parte BANCHE DATI raccoglie in modo sistematico una vasta quantità di informazioni sulle tecnologie di ausilio 6 sezioni collegate tra loro : 1. Ausili esistenti sul mercato 2. Aziende produttrici, distributrici e rivenditrici 3. Centri di ricerca o di informazione nel campo delle tecnologie di ausilio 4. Idee su come risolvere vari problemi pratici della vita quotidiana 5. Esperienze personali di utilizzo di ausili 6. Biblioteca dio articoli, manuali, lezioni e strumenti di lavoro per chiunque desideri approfondire

5 2. Parte SERVIZI La sezione servizi mette a disposizione del navigatore una serie di strumenti di aiuto nel trovare risposta ai propri quesiti: problematiche specifiche approfondimenti su alcuni temi. Oltre al forum e alle news del portale, i servizi comprendono una guida agli ausili,, un telesportello ( che consente di inviare via mail quesiti specifici ad un esperto), incontro on line, un aula virtuale cui è possibile partecipare, le rubriche esprimi il tuo parere

6 Due principali possibilità di ricerca in banca dati Ricerca base: : si inserisce la parola generica,per es. comunicatore.e si ottengono i diversi tipi di ausilio Ricerca avanzata: : si inseriscono i codici specifici che identificano un preciso ausilio (esistono diversi codici che identificano livelli differenti dell informazione)

7 La classificazione degli ausili è basata sullo standard internazionale ISO 9999:2002 Ad es. una carrozzina è codificata nel seguente modo: 1 livello ( 12) CLASSE ausili per la mobilità personale 2 livello ( ) la SOTTOCLASSE carrozzine 3 livello ( ) LA DIVISIONE carrozzine elettriche 4 livello ( DDJ DDJ) indica la TIPOLOGIA MERCEOLOGICA SIVA carrozzine elettroniche

8 2. Il Portale Eastin EASTIN è il più completo network europeo di informazione Internet sulle tecnologie assistive utili alle persone con disabilità e alle persone anziane Consente ricerche di informazione trasversali sui principali sistemi informativi esteri in tema di tecnologia e disabilità

9 B. I concetti fondamentali ( terminologia) 1. Accessibilità 2. Assistenza protesica 3. Ausilio 4. Classificazione degli ausili 5. Autonomia 6. Barriere architettoniche 7. Disabilità 8. domotica

10 1.. Accessibilità fruibilità dell ambiente costruito, dei prodotti e dei servizi di uso generale, da parte della più ampia percentuale di popolazione,, incluse le persone anziane e le persone con disabilità Tratto da Piano di lavoro del programma TIDE:Commissione europea 1995

11 2. Assistenza protesica Servizio Sanitario Italiano (aziende ASL norme regionali agevolazioni fiscali Il documento principale di riferimento è il Nomenclatore Tariffario Italiano

12 Nomenclatore Tariffario italiano 1. Ausili che servono a compensare una menomazione restituendo o sostenendo la funzione lesa Esempi: -Una protesi acustica che restituisce l udito -Una protesi d arto che sostituisce l arto Pistorius -Un ortesi (strumento esterno utilizzato per aiutare il paziente in una sua funzione ): i collari cervicali, le cinture lombari steccate (o busti ortopedici), le ginocchiere, le cavigliere, ecc.

13 Nomenclatore Tariffario italiano 2. Ausili che servono a compensare una disabilità consentendo lo svolgimento di attività altrimenti impossibili Esempi: - Una carrozzina elettronica - Una posata ad impugnatura facilitata - Un telecomando per il controllo dell ambiente

14 Nomenclatore Tariffario italiano 3. Ausili che servono a rimuovere barriere che creerebbero handicap Esempi: - Un montascale per superare una scalinata in carrozzina - Un software che consente a un cieco di leggere le pagine del sullo schermo del proprio computer

15 Nomenclatore Tariffario italiano 4. Ausili che servono a rendere più sicuro e meno gravoso il compito della persona che assiste Esempi: - Un sollevatore che faciliti il trasferimento dalla carrozzina al letto

16 3. Ausilio Strumenti tecnologici che consentono di superare certe barriere all accessibilità o di compensare certe limitazioni funzionali ai fini di facilitare o rendere possibili determinate attività della vita quotidiana Tratto da Piano di lavoro del programma TIDE:Commissione europea 1995

17 3. Ausilio Gli ausili sono innanzitutto tecnologie: : oggetti fisici ( dispositivi,apparecchiature), prodotti, impianti organizzativi modi di fare le cose che si basano su principi o componenti tecnologici. Es. l accessibilità al trasporto pubblico si riferisce all intero sistema di trasporto

18 3. Ausilio Chiameremo una tecnologia ausilio quando questa è specificatamente utilizzata per compensare limitazioni funzionali, facilitare la vita indipendente e far sì che le persone anziane e quelle disabili, possano realizzare le loro piene potenzialità. Tale termine si estende, quindi, anche alle tecnologie di uso comune che organizzate in modo opportuno, possono diventare ausilio per le persone con particolari problemi

19 4. Classificazione internazionale ISO 9999/EN 2999 È la più diffusa classificazione degli Ausili Ad essa si rifanno le più importanti banche dati del settore, i cataloghi delle maggiori aziende, i nomenclatori di sistemi pubblici di fornitura degli ausili di vari paesi Ad es. il Nomenclatore Tariffario italiano DM 332/1999 che è il documento del Ministero della Sanità che stabilisce l elenco delle tipologie di protesi e ausili ammessi alla fornitura su prescrizione medica a carico del Servizio Sanitario Nazionale

20 4. Classificazione internazionale ISO 9999/EN Ausili per terapie Ausili per addestramento abilità Ausili per ortesi e protesi Ausili per cura e protezione personale Ausili per la mobilità personale Ausili per la cura della casa e degli altri edifici Ausili per la mobilia e gli adattamenti per la casa Ausili per la comunicazione Ausili per manovrare oggetti e dispositivi Ausili per l adattamento del ambiente Ausili per il tempo libero ( giochi) Si cfr portale Siva banche dati:ausili ricerca guidata. Navigare attraverso le 11 classi della classificazione ISO 9999:2002

21 5. Autonomia Capacità di progettare la propria vita,, di entrare in relazione con gli altri e sempre con gli altri partecipare alla costruzione della società Tratto da Andrich R. Porqueddu B. Educazione all autonomia:esperienze, strumenti, proposte metodologiche. Europa Medicophysica Vol 26 n. 3/1990 pp Torino Minerva Medica,1990

22 6. Barriere architettoniche ostacoli fisici che sono fonte di disagio per la mobilità di chiunque ed in particolare di coloro che hanno una capacità motoria ridotta..mancanza di accorgimenti o segnalazioni che permettono l orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti del pericolo per chiunque e in particolare per in on vedenti Esistono barriere fisiche e culturali. Questo concetto sta entrando nella cultura dei produttori di beni e servizi anche per effetto del numero delle persone con bisogni particolari ( anziane cfr definizione più recente di APA) Tratto dall art. 2 DM n. 236/89

23 7. Disabilità Per l evoluzione del concetto di disabilità si vedano le slides di M. Vicini sull attività fisica adattata APA

24 8. Domotica Neologismo derivato dal francese: domotique ( domos + informatique) Tra le tecnologie che concorrono all autonomia vi è la domotica nasce per le persone disabili ma si apre a tutti Disciplina che si occupa dell integrazione dei dispositivi elettronici,degli elettrodomestici e dei sistemi di comunicazione e di controllo che si trovano nelle nostre abitazioni

25 C. La normativa 1. D.M. n.236 del D.P. n. 503 del 1996

26 1. D.M. n. 236 del Contiene le prescrizioni tecniche necessarie a garantire l accessibilità a la visibilità degli edifici privati e pubblici e l eliminazione delle barriere architettoniche Art.1 indica luoghi e spazi a cui deve essere applicato il decreto Art. 2 2 definisce cosa sono le barriere architettoniche, accessibilità Art. 3 3 definisce i criteri generali di progettazione ( per es. il 5% degli alloggi deve essere accessibile )

27 2.D.P. n. 503 del Contiene le norme per l eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, negli spazi e nei servizi pubblici e privati Art 1 definisce cosa sono le barriere architettoniche Art 5 riguarda i marciapiedi (15 cm) Art 6 riguarda gli attraversamenti pedonali Art 8 riguarda i servizi igienici Art 13 riguarda gli edifici Art 23 riguarda gli edifici scolastici Art 24 riguarda i treni, le metropolitane Art 25 riguarda le stazioni

28 D. Gli ausili: esemplificazioni D1. Ausili per la mobilità e la cura personale D2. Ausili per l attività sportiva D3. Ausili per la comunicazione

29 D1. mobilità e cura personale Mobilità: bastoni, deambultaori, cicli, adattamenti di automobili, passeggini, sollevatori, carrozzine Cura della persona: organizzazione dell ambiente bagno per una migliore gestione delle operazioni di igiene personale

30 Carrozzine e sistemi di postura Componenti fondamentali della configurazione di una carrozzina ( manuale/elettrica) Criteri di scelta della carrozzina in relazione a: - Sistema di postura - Limitazioni funzionali - Esigenze di autonomia - Comfort

31 D2 Ausili per l attività sportiva Sport praticabili dalle persone disabili Ausili che rendono possibili le attività sportive

32 D3 Ausili per la comunicazione 1. Persone con limitazioni motorie 2. Persone non vedenti o ipovedenti 3. Persone ipoacusiche o non udenti 4. Persone limitate nell espressione verbale

33 1. Sistemi che consentono l uso autonomo del personal computer a persone con limitazioni motorie Tastiera: a. ritardo di ripetizione; b. velocità di ripetizione; c. intermittenza del cursore Mouse: a. impostazione mano destra e sinistra; b. velocità; v c. doppio clic Funzioni ingrandenti Tastiera sullo schermo

34 Le 5 funzioni di accesso facilitato di Windows 95 Pannello di controllo guida in linea di Windows 95 accesso facilitato per disabili motori / della vista/ dell udito/ cognitivi Per le disabilità motorie TASTIERA: è possibile sostituire una combinazione contemporanea dei tasti con la pressione sequenziale di più tasti: 1. Funzione tasti permanenti. La a funzione blocco dei tasti CTRL, ALT e MAIUSC avviene col tasto MAIUSC premuto per 5 volte consecutive 2. Funzione filtro tasti.. La funzione che consente di non tener conto della pressione continua dei tasti è il tasto MAIUSC destro tenuto premuto per 12 ( una segnalazione acustica interviene dopo 8 e un altra dopo 12 )

35 Le 5 funzioni di accesso facilitato di Windows 95 MOUSE. Si può controllare il mouse attraverso la tastiera, con l uso del tastierino numerico 3. Funzione controllo puntatore MAIUSC sinistro, ALT sinistro e BLOC NUM contemporaneamente. AUDIO. Disabilità uditiva il sistema può fornire segnalazioni visive per segnalare che l applicazione sta emettendo suoni e per sostituire i beep di sistema

36 Le 5 funzioni di accesso facilitato di Windows 95 SCHERMO. Disabilità visiva molti elementi standard dell interfaccia ( finestre barre del menu titoli delle finestre )possono essere regolati in dimensioni e colore 4 La funzione di scelta rapida che consente di accedere al pannello di controllo anche in caso di difficoltà della vista è: ALT sinistro,maiusc sinistro e STAMP premute simultaneamente

37 Le 5 funzioni di accesso facilitato di Windows 95 AUDIO. E possibile attivare una segnalazione acustica al cambiare dello stato dei tasti BLOC MAIUSC,BLOC NUM,BLOC SCORR corrispondente alle tre luci sul lato destro in alto della tastiera 5. Funzioni che consentono di attivare segnalazioni acustiche BLOC NUM premuto per 5 volte consecutivamente

38 2. Sistemi che consentono l uso autonomo del personal computer a persone con disabilità sensoriali: Non vedenti Screen readers ( lettore di schermo) sono programmi che usano i ciechi per accedere alle informazioni del PC : 1.Di tipo tattile, attraverso il display braille 2.Con modalità sonora, attraverso il sintetizzatore di voce ( che sostituisce il video) Stampanti braille Adattamenti al PC riordinare il desktop disponendo le icone più usate a sinistra Associare a collegamenti una combinazione di tasti di scelta rapida in modo da poterli lanciare velocemente addestramento specifico alla tastiera con tutte le 10 dita In ambito scolastico è fondamentale che ci sia una figura di riferimento per il coordinamento e i rapporti con il servizio tecnico ( cfr esperienza della maestra Alessandra)

39 2. Sistemi che consentono l uso autonomo del personal computer a persone con disabilità sensoriali: Ipovedenti Accorgimeti di impostazione dei parametri del video: 1. Ambiente ergonomicamente adeguato con attenzione alle luci e alle caratteristiche dei materiali utilizzati 2. Monitor più grande ( piatti) 3. Programmi ingranditori ( richiedono un buon addestramento) Modalità per ingrandire gli oggetti: 1. Ingrandimento punto per punto si aumentano le dimensioni dei punti pixel che formano l immagine) 2. Ingrandimento smoothing lo smussamento migliora l aspetto grafico 3. Ingrandimento vettoriale i font ei caratteri possono cambiare dimensioni senza perdere di qualità 4. Esistono anche dei sistemi ingranditori elettronici ( videoingranditori) che riprendono il documento e lo riportano sullo schermo.

40 3. Sistemi che consentono l uso autonomo del personal computer a persone con disabilità sensoriali: Ipo - udenti Adattamenti dell ambiente: 1. Disporre gli arredi in modo da favorire l alunno gli sguardi si devono poter incrociare 2. Ambiente illuminato 3. Parlare di fronte all alunno, ad una distanza ottimale 4. Utilizzare anche il linguaggio non verbale 5. Utilizzare lavagne luminose e computer collegati a videoproiettori

41 3. Sistemi che consentono l uso autonomo del personal computer a persone con disabilità sensoriali: Sordi Software per: 1. l apprendimento e la comprensione della lettura scrittura 2. Per il miglioramento delle competenze linguistiche 3. Software che consentono di fornire al soggetto un ritorno visivo sullo schermo del PC delle caratteristiche della propria voce catturata al microfono

42 4. Sistemi che consentono l uso autonomo del personal computer limitazioni nella comunicazione verbale Questi ausili vengono detti comunicatori perchè capaci di tradurre il pensiero in domande verbali Il soggetto può comunicare attraverso codici prestabiliti ( parole frasi pittogrammi, icone ) Esistono comunicatori portatili e/o collegabili al computer l emissione della richiesta avviene attraverso segnali sonori e/o visivi, per i messaggi vocali fanno in genere ricorso ad una voce registrata o ad una voce sintetizzata Tipi di comunicatori: 1. Pannelli di comunicazione fogli con lettere o simboli da indicare 2. Comunicatori alfabetici l emissione del messaggio avverrà su carta o display 3. Comunicatori simbolici icone che sostituiscono le frasi. Ad es. l icona del bagno

43 E. Procedure per la scelta degli ausili E.1. Mettere bene a fuoco il percorso che la persona disabile deve fare per la scelta dell ausilio: rete sussidiaria attenzione alla persona e ai suoi reali bisogni/aspettative E.2. Conoscere le facilitazioni previste dalla legge italiana per l ottenimento degli ausili e le procedure del SNS ( Nomenclatore)

44 E.1. Il percorso per ottenere un ausilio 1. Definire i bisogni e gli obiettivi: descrizione minuziosa delle attività quotidiane ( griglie) per evidenziare i problemi e quello che si vorrebbe migliorare Si tratta di trovare delle soluzioni che soddisfano i bisogni della persona e consentono di realizzare i suoi obiettivi

45 E.1. Il percorso per ottenere un ausilio 2. Avviare il progetto, contattando persone che lavorano nel settore degli ausili ( in centri di consulenza per gli ausili) per un aiuto nel trovare la giusta soluzione terapisti occupazionali che lavorano con psicologi, fisioterapisti, assistenti sociali Queste persone ( terapisti occupazionali) sono preparate sia per valutare le funzionalità motorie dei clienti, sia per suggerire gli ausili disponibili sul mercato, sia per seguire il cliente nella prova dell ausilio a casa

46 E.1. Il percorso per ottenere un ausilio 3. Valutare l efficacia dell ausilio Il cliente prova l ausilio e la sua funzionalità ( rispetto ai suoi obiettivi) - dopo 3 mesi dall acquisto si valuta l efficacia Si apportano eventuali adattamenti a volte è necessario l intervento di assistenti personali: persone qualificate ( familiari, amici o professionisti pagati o dal cliente o dal servizio locale o da assicurazioni)

47 E.2. Le facilitazioni previste dalla legge Art. 34. Il diritto alla salute è tutelato dalla costituzione: - Interesse della collettività - Diritto fondamentale dell individuo Servizio Sanitario Nazionale: : attua il principio costituzionale: mantenimento e recupero della salute) Le Asl sono le aziende deputate all attuazione delle politiche sanitarie: 1. Prevenzione 2. Cura 3. Riabilitazione

48 E.2. Le facilitazioni previste dalla legge Fra le prestazioni riabilitative sono comprese le erogazioni protesiche ( sostituiscono la funzione arto meccanico), ortesiche ( sostengono la funzione collarino), e ausili ( strumenti tecnologici ) Lo Stato, oltre all erogazione diretta di tali prodotti, prevede anche altre forme di agevolazione o supporto economico ( contributi, IVA, Irpef)

49 E.2. Le facilitazioni previste dalla legge Il regolamento attualmente i vigore è quello stabilito dal DM n. 332/99: Nomenclatore tariffario: regolamento recante norme per le prestazioni si assistenza protesica erogabili nell ambito del SSN :modalità di erogazione e servizi

50 Nomenclatore tariffario E costituito da 3 parti: Allegato 1. stabilisce tipologie e caratteristiche delle protesi,delle ortesi e degli ausili ammessi alla fornitura a carico del SSN Allegato 2. stabilisce le condizioni di rinnovo, i tempi della fornitura e la garanzia Allegato 3: prevede ausili molto particolari ( respiratori,montascale)

51 Nomenclatore tariffario I passaggi per la concessione: 1. Prescrizione medico specialista ( contiene diagnosi circostanziata e programma terapeutico) 2. Autorizzazione rilasciata rilasciata dall ASL ASL,, che verifica le condizioni di prescrivibilità e di diritto 3. Fornitura L utente chiede la fornitura i tempi sono regolamentati dall allegato 2 del nomenclatore 4. Collaudo entro 3 g. il forrnitore avvisa l Asl - accerta la corrispondenza con quanto richiesto e la congruenza clinica

52 Bibliografia: Portale Siva Ausili per la relazione e la comunicazione ncadati/biblioteca/schedabiblioteca.asp? IDBiblioteca=142 Procedure per l ottenimento degli ausili Il quadro legislativo e normativo: SchedaBiblioteca.asp?IDBiblioteca=114

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Scienze della Formazione Milano a.a 2005-2006

Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Scienze della Formazione Milano a.a 2005-2006 Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Scienze della Formazione Milano a.a 2005-2006 Laurea Specialistica in Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative Insegnamento Metodi

Dettagli

Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione

Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione Istituto Professionale Zenale e Buttinone" Treviglio (BG) Piano nazionale di formazione degli insegnanti nelle Tecnologie dell Informazione e della Comunicazione Modulo 7: INTEGRAZIONE DEI DISABILI E TIC

Dettagli

Quando parliamo di ambienti inclusivi per tutti non possiamo prescindere

Quando parliamo di ambienti inclusivi per tutti non possiamo prescindere 7. L aula digitale inclusiva: proposte operative Accezione larga del concetto di disabilità di Paola Angelucci e Piero Cecchini Quando parliamo di ambienti inclusivi per tutti non possiamo prescindere

Dettagli

E SE? DOMANDE E RISPOSTE PER

E SE? DOMANDE E RISPOSTE PER Sommario E SE? DOMANDE E RISPOSTE PER L ACCESSIBILITÀ 1. all improvviso non vedessi più? 2. all improvviso non sentissi più? 3. all improvviso non parlassi più? 4. all improvviso non mi muovessi più? 5.

Dettagli

Ausili per disabilità sensoriali

Ausili per disabilità sensoriali Ausili per disabilità sensoriali Sommario 1. Introduzione 2. Ausili informatici 3. Ausili per disabilità visive 4. Ausili per disabilità uditive Studio di Consulenza Stefano Persichino Consulenza, valutazione,

Dettagli

PANORAMICA DELLE FAMIGLIE DI STRUMENTI ELETTRONICI INFORMATICI

PANORAMICA DELLE FAMIGLIE DI STRUMENTI ELETTRONICI INFORMATICI DISABILINET Nuove tecnologie per l'educazione e l'inclusione sociale di adulti con disabilità mentale o relazionale Milano 22 novembre 2011 Formazione come elemento chiave Massimo Guerreschi Ass. la Nostra

Dettagli

Il lavoro condotto ha portato alla realizzazione di tre sistemi: - Ingranditore e Lettore di testi - Controller digitale - Comunicatore

Il lavoro condotto ha portato alla realizzazione di tre sistemi: - Ingranditore e Lettore di testi - Controller digitale - Comunicatore Il progetto Freedom è nato dalla volontà di applicare alcune moderne ed innovative tecnologie alle semplici attività giornaliere. L obiettivo del progetto è stato quello di fornire nuovi e semplici strumenti

Dettagli

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER.

STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. STRUMENTI PER L ACCESSIBILITÀ DEL COMPUTER. Windows 7 e 8 strumenti per l ipovisione. Windows Seven/8 offrono ottimi strumenti per personalizzare la visualizzazione in caso di ipovisione: - una lente di

Dettagli

La domotica per i diversamente abili: Una guida pratica per capire quali sono le agevolazioni usufruibili dalle persone diversamente abili

La domotica per i diversamente abili: Una guida pratica per capire quali sono le agevolazioni usufruibili dalle persone diversamente abili La domotica per i diversamente abili: Una guida pratica per capire quali sono le agevolazioni usufruibili dalle persone diversamente abili La domotica è una delle tecnologie che hanno come fine il miglioramento

Dettagli

Associazione Nazionale Subvedenti sede operativa L.go Volontari del Sangue, 1 - Milano tel/fax: 02 70 63 28 50 e-mail: info@subvedenti.

Associazione Nazionale Subvedenti sede operativa L.go Volontari del Sangue, 1 - Milano tel/fax: 02 70 63 28 50 e-mail: info@subvedenti. Associazione Nazionale Subvedenti sede operativa L.go Volontari del Sangue, 1 - Milano tel/fax: 02 70 63 28 50 e-mail: info@subvedenti.it Web: www.subvedenti.it Panoramica sulle tecnologie assistive e

Dettagli

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it

Crotone, maggio 2005. Windows. Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Crotone, maggio 2005 Windows Ing. Luigi Labonia E-mail luigi.lab@libero.it Sistema Operativo Le funzioni software di base che permettono al computer di funzionare formano il sistema operativo. Esso consente

Dettagli

DISABILITA MOTORIA E AUSILI

DISABILITA MOTORIA E AUSILI DISABILITA MOTORIA E AUSILI I.P.S.I.A. San Benedetto del Tronto 21 aprile 2008 Prof.ssa Olmo Serafina Il disturbo del movimento è la conseguenza di lesioni che possono interessare diverse strutture corporee

Dettagli

Tecnologie e didattica compensativa per disabili visivi

Tecnologie e didattica compensativa per disabili visivi Tecnologie e didattica compensativa per disabili visivi 1 Cecità Le informazioni contenute nello schermo vanno interamente adattate e fornite in modalità alternativa (braille e voce). La tecnologie di

Dettagli

Premessa. A cura dell ing. Carmelo Tomaselli.

Premessa. A cura dell ing. Carmelo Tomaselli. Report sugli adempimenti normativi riguardanti l abbattimento delle barriere architettoniche con particolare attenzione a quelle che impediscono l orientamento, la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti

Dettagli

Centro Studi Erickson C.T.S. Catanzaro

Centro Studi Erickson C.T.S. Catanzaro Centro Studi Erickson C.T.S. Catanzaro Corso di Formazione: Ausili informatici per la disabilità Catanzaro, 29 Maggio 2009 Dr.ssa M. Luisa Boninelli m.boninelli@unive.it www.unmomentostopensando.blogspot.com

Dettagli

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona

NORMALITA E la possibilità di partecipare alla VITA QUOTIDIANA, nel rispetto delle diversità, dei desideri e delle inclinazioni di ogni persona PROGRAMMA Ausili ortesi protesi (definizione e concetti generali) Nomenclatore tariffario (concetti generali) Ausili: per la deambulazione, antidecubito Carrozzina e sistemi di postura (componenti e criteri

Dettagli

Università degli Studi di Messina. Studenti diversamente abili e DSA

Università degli Studi di Messina. Studenti diversamente abili e DSA Università degli Studi di Messina Studenti diversamente abili e DSA Università degli Studi di Messina Servizio Disabilità e DSA Centro Supporto Ausili Tecnologici (CSAT) Delegato Rettorale Prof.ssa Alice

Dettagli

Ausili per disabilità sensoriali

Ausili per disabilità sensoriali ASPHI Fondazione Onlus Ausili per disabilità sensoriali Sommario 1. Introduzione 2. Ausili informatici 3. Ausili per disabilità visive 4. Ausili per disabilità uditive 2 Introduzione Ausili per disabilità

Dettagli

LABORATORIO 4 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà motorie degli studenti

LABORATORIO 4 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà motorie degli studenti LABORATORIO 4 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà motorie degli studenti A cura di Antonio Caracciolo, Fabio Brusa, Serenella Besio PREMESSA La scelta delle Tecnologie di Ausilio e delle TIC nel

Dettagli

Lesioni del SNC (emiparesi, emiplegia, paralisi cerebrali infantili)

Lesioni del SNC (emiparesi, emiplegia, paralisi cerebrali infantili) Disabilità motoria Lesioni del SNC (emiparesi, emiplegia, paralisi cerebrali infantili) Alterazione dei processi percettivi Alterazione dei processi di output Alterazione dell equilibrio dinamico tra agonisti

Dettagli

TIC ED ALUNNI CON DISABILITÀ VISIVE

TIC ED ALUNNI CON DISABILITÀ VISIVE Arezzo, 10 settembre 2011 Ass. la Nostra Famiglia Centro Regionale d Ipovisione dell Età Evolutiva TIC ED ALUNNI CON DISABILITÀ VISIVE Arezzo, 10 settembre 2011 www.emedea.it/centroausili UNA PREMESSA

Dettagli

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE URBINO 25-29 AGOSTO 2014. Viviana Fabbri

TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE URBINO 25-29 AGOSTO 2014. Viviana Fabbri TECNOLOGIE DELL INFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE URBINO 25-29 AGOSTO 2014 Viviana Fabbri LA DIDATTICA CON LE NUOVE TECNOLOGIE: PRESENTAZIONE DEL CORSO Quattro livelli di utilizzo: 1. Tecnologie come

Dettagli

Ausili informatici ed elettronici: PER SCRIVERE

Ausili informatici ed elettronici: PER SCRIVERE 1 2 ASSISTIVE TECHNOLOGY PER L AUTONOMIA PANORAMICA DELLE FAMIGLIE DI STRUMENTI ELETTRONICI INFORMATICI (NB vengono presentati alcuni prodotti commerciali a scopo puramente esemplificativo; ciò non comporta

Dettagli

E DEL PROGRAMMA TUTOREDATTILO PRO

E DEL PROGRAMMA TUTOREDATTILO PRO USO DEL MANUALE "SCRIVERE CON DIECI DITA" E DEL PROGRAMMA TUTOREDATTILO PRO PRIME LEZIONI Senza alcuna pretesa di volersi sostituire all abilità di ogni insegnante nel presentare l approccio alla scrittura

Dettagli

GLI AUSILI INFORMATICI ED ELETTRONICI Manifesta 2007. Ausili informatici ed elettronici:

GLI AUSILI INFORMATICI ED ELETTRONICI Manifesta 2007. Ausili informatici ed elettronici: Ausili informatici ed elettronici: PER SCRIVERE 1 Tastiere non standard TASTIERE RIDOTTE TASTIERE ESPANSE TASTIERE PROGRAMMABILI 2 Tastiere non standard ETICHETTE PER TASTIERE SCUDO PER TASTIERA 3 Tastiere

Dettagli

Ausili e applicazioni software per dispositivi mobili

Ausili e applicazioni software per dispositivi mobili 1 Ausili e applicazioni software per dispositivi mobili Valerio Gower 2 I dispositivi ICT mobili: tablet e smartphone 3 I principali sistemi operativi Android (Google) ios (Apple) Symbian (Nokia) Blackberry

Dettagli

RIABILITAZIONE DELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI

RIABILITAZIONE DELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI RIABILITAZIONE DELLE MALATTIE NEUROMUSCOLARI Riabilitazione comunicazionale Deficit dell eloquio eloquio Foniatra Logopedista Fisioterapista Tecnico degli ausili Psicologo Caregiver Quali competenze? Il

Dettagli

Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili. I principali sistemi operativi. Esempio di dispositivo Smartphone

Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili. I principali sistemi operativi. Esempio di dispositivo Smartphone 1 2 I dispositivi ICT mobili: tablet e smartphone Ausili e applicazioni software per dispositivi iti i mobili Valerio Gower 3 4 Android (Google) ios (Apple) Symbian (Nokia) Blackberry (RIM) Windows Phone

Dettagli

PredictiOnDemand Manuale Utente 1. Benvenuti nel mondo della previsione delle parole! Benvenuti in PredictiOnDemand!

PredictiOnDemand Manuale Utente 1. Benvenuti nel mondo della previsione delle parole! Benvenuti in PredictiOnDemand! PredictiOnDemand Manuale Utente 1 PredictiOn Demand for Windows La predizione quando serve! 1. Panoramica Benvenuti nel mondo della previsione delle parole! Benvenuti in PredictiOnDemand! PredictiOnDemand

Dettagli

Laboratorio: Tecnologie assistive per disabili motori

Laboratorio: Tecnologie assistive per disabili motori Laboratorio: Tecnologie assistive per disabili motori Andrea Mangiatordi - 29 marzo 2008 Tecnologia Funzionalità Vantaggi Svantaggi Può essere utile anche a Combinata con un chi ha problemi di qualunque

Dettagli

1. OBIETTIVI 2. BENEFICIARI

1. OBIETTIVI 2. BENEFICIARI Allegato 1 Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5 INDICAZIONI PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITA' O AL SINGOLO SOGGETTO DISABILE PER L ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 31/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi

Dettagli

Informatica 1 Lezione 1

Informatica 1 Lezione 1 Informatica 1 Lezione 1 Concetti base: Hardware È l insieme delle parti fisiche, elettroniche e meccaniche che compongono il computer, quali il chip, il mouse, il lettore CDROM, il monitor, le schede,

Dettagli

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera

Pratica guidata 2. Usare mouse e tastiera Pratica guidata 2 Usare mouse e tastiera Mouse: Clic sinistro, doppio clic, clic destro, Drag and drop, Forme del puntatore Tastiera: tasti principali e combinazioni Centro Servizi Regionale Pane e Internet

Dettagli

PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO

PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO PROGRAMMA DI MASTER DI I LIVELLO A.C.D.S. LA FORMAZIONE PER L ASSISTENTE ALLA COMUNICAZIONE E PER L AUTONOMIA PERSONALE DEGLI ALUNNI CON DISABILITÀ SENSORIALE a.a. 03-04 Titolo insegnamento SSD Modulo

Dettagli

IL MALATO ANZIANO E LE BARRIERE ARCHITETTONICHE. Patrizia Bianchetti Abano T.me 27/04/05 1

IL MALATO ANZIANO E LE BARRIERE ARCHITETTONICHE. Patrizia Bianchetti Abano T.me 27/04/05 1 IL MALATO ANZIANO E LE BARRIERE ARCHITETTONICHE Patrizia Bianchetti Abano T.me 27/04/05 1 Invecchiare è l unico modo per non morire giovani Woody Allen Patrizia Bianchetti Abano T.me 27/04/05 2 Un po di

Dettagli

7.4 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà motorie degli studenti. 7.4.1 I problemi degli studenti con disabilità motoria

7.4 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà motorie degli studenti. 7.4.1 I problemi degli studenti con disabilità motoria 7.4 Il ruolo delle TIC per superare difficoltà motorie degli studenti 7.4.1 I problemi degli studenti con disabilità motoria a cura di Caracciolo Antonio,Fabio Brusa e Serenella Besio Le persone con disabilità

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale - Provincia di Monza e Brianza

Azienda Sanitaria Locale - Provincia di Monza e Brianza Azienda Sanitaria Locale - Provincia di Monza e Brianza Bando per l assegnazione di contributo alle famiglie di persone con disabilità e al singolo soggetto disabile per l acquisto di strumenti tecnologicamente

Dettagli

Jay The Active Reader

Jay The Active Reader Jay The Active Reader Jay è un lettore di documenti che puoi controllare usando la tua voce in modo semplice e naturale. Jay è, infatti, il primo lettore di documenti che si avvale di un interfaccia multimodale

Dettagli

Capitolo 1 Introduzione

Capitolo 1 Introduzione Capitolo 1 Introduzione ZoomText 9.1 è una potente applicazione che favorisce l utilizzo del computer a individui con difficoltà visive. Utilizza due tecnologie versatili ingrandimento dello schermo e

Dettagli

1.4c: Hardware(Periferiche di Input 1)

1.4c: Hardware(Periferiche di Input 1) 1.4c: Hardware(Periferiche di Input 1) 2 28 nov 2011 Bibliografia Curtin, Foley, Sen, Morin Informatica di base, Mc Graw Hill Ediz. Fino alla III : cap. 4.1, 4.2, 4.6 IV ediz.: cap. 3.1, 3.2, 3.6 Questi

Dettagli

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1

Il team riabilitativo. www.ilfisiatra.it 1 Il team riabilitativo www.ilfisiatra.it 1 TEAM Riabilitativo Fisiatra Fisioterapista Altri medici Infermiere Bioingegnere Psicologo Paziente Terapista occupazionale Logopedista Assistente sociale Educatore

Dettagli

Quadro normativo. Art. 9 L.13/89. Finanziamenti e contributi

Quadro normativo. Art. 9 L.13/89. Finanziamenti e contributi Finanziamenti e contributi I contributi per abbattimento barriere architettoniche e acquisto di presidi e ausili Silvia Pellegrini (Comune di Parma) Rappresentano un opportunità per i cittadini che devono

Dettagli

La valutazione della sicurezza antincendio in presenza di persone disabili

La valutazione della sicurezza antincendio in presenza di persone disabili La valutazione della sicurezza antincendio in presenza di persone disabili In presenza di disabili quali ulteriori avvertenze si debbono adottare riguardo la sicurezza antincendio? Il Ministero dell Interno

Dettagli

Presenta. Cellulare: 389.0596888 (Tele)FAX: (+39)-178.600.3635

Presenta. Cellulare: 389.0596888 (Tele)FAX: (+39)-178.600.3635 Presenta Internet: www.aidalabs.com Posta elettronica: info@aidalabs.com Cellulare: 389.0596888 (Tele)FAX: (+39)-178.600.3635 1 INDICE INTRODUZIONE: Cos è VocalPC... 2 Utilizzo di Vocal PC... 3 Modalità

Dettagli

In ottemperanza al Decreto n. 12006 del 10 dicembre 2014, questa ASL pubblica il seguente BANDO

In ottemperanza al Decreto n. 12006 del 10 dicembre 2014, questa ASL pubblica il seguente BANDO Allegato A alla deliberazione n. 16 del 15 gennaio 2015 composto da n. 07 fogli In ottemperanza al Decreto n. 12006 del 10 dicembre 2014, questa ASL pubblica il seguente BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI

Dettagli

Lucia Pigini: Esempi di utilizzo dei Portali SIVA ed EASTIN nella valutazione e scelta degli ausili. 03/02/2015

Lucia Pigini: Esempi di utilizzo dei Portali SIVA ed EASTIN nella valutazione e scelta degli ausili. 03/02/2015 Obiettivi Competenza di base sull utilizzo dei Portale SIVA ed Eastin: Ausili per l autonomia: il Portale SIVA nel percorso dalla valutazione del problema individuale id alla prescrizione i della soluzione

Dettagli

Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop

Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop Scheda 1 Miglioramento della visualizzazione degli elementi del desktop 1A - USO DEL PROFILO UTENTI Quando si procede all adattamento di un pc per le esigenze di una persona ipovedente, è utile sfruttare

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

CENTRE FOR INNOVATION AND TECHNOLOGY TRANSFER FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI ONLUS

CENTRE FOR INNOVATION AND TECHNOLOGY TRANSFER FONDAZIONE DON CARLO GNOCCHI ONLUS I Portali Internet SIVA ed EASTIN: il mondo degli ausili in un click Una rete europea di informazione sugli ausili Il Portale SIVA (www.portale.siva.it) della Fondazione Don Carlo Gnocchi Onlus rappresenta

Dettagli

OBIETTIVI BENEFICIARI

OBIETTIVI BENEFICIARI ASL DI MILANO INFORMA CHE LA REGIONE LOMBARDIA AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE 23/99 CON DECRETO DEL D.G.F.C.I.S.S. N. 12252 DEL 18.12.2012, HA FORNITO INDICAZIONI PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE

Dettagli

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI

GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI GUIDA ALLE AGEVOLAZIONI FISCALI PER I DISABILI AGGIORNATA CON LA LEGGE FINANZIARIA 2007 Accertamento dello stato di non autosufficienza La non autosufficienza deve risultare da certificazione medica. La

Dettagli

Sistema di apprendimento e terapeutico Manuale

Sistema di apprendimento e terapeutico Manuale Sistema di apprendimento e terapeutico Manuale Platus Learning Systems GmbH Tutti i diritti riservati. È vietato fotocopiare o salvare in formato elettronico, anche solo parzialmente, il presente manuale

Dettagli

La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico?

La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico? Università Cattolica del Sacro Cuore Facoltà di Scienze della Formazione Milano Fondazione Don Carlo Gnocchi ONLUS Polo tecnologico Milano La prescrizione di ausili : momento terapeutico o momento burocratico?

Dettagli

Uso della tastiera per accedere a Windows

Uso della tastiera per accedere a Windows Usabilità e Accesso David Colven Uso della tastiera per accedere a Windows auxiliarisorse Aprile 2004 Traduzione e adattamento a cura di Auxilia Versione del testo originale: Ottobre 2002 Copyright: David

Dettagli

Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5

Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5 Allegato 1) Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5 INDICAZIONI PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITA' O AL SINGOLO SOGGETTO DISABILE PER L ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale Provincia di Milano n. 3 Monza

Azienda Sanitaria Locale Provincia di Milano n. 3 Monza Azienda Sanitaria Locale Provincia di Milano n. 3 Monza Bando per l assegnazione di contributi alle famiglie di persone con disabilità e al singolo soggetto disabile per l acquisto di strumenti tecnologicamente

Dettagli

TRUCCHI CON LA TASTIERA

TRUCCHI CON LA TASTIERA TRUCCHI CON LA TASTIERA Ecco qui di seguito molti trucchi che ho provato (e che funzionano!) utilizzando esclusivamente la tastiera (al posto del mouse!). Prima di tutto... avete davanti una tastiera grande

Dettagli

Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5

Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5 Allegato 1) Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5 INDICAZIONI PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITA' O AL SINGOLO SOGGETTO DISABILE PER L ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE

Dettagli

VIP PDF-Reader. Indice. (for Visually Impaired People)

VIP PDF-Reader. Indice. (for Visually Impaired People) VIP PDF-Reader (for Visually Impaired People) Indice 1. Introduzione... 2 1.1. Documenti PDF accessibili... 2 2. Guida all installazione/disinstallazione... 2 2.1. Requisiti del sistema... 2 2.2. Installazione...

Dettagli

L ausilio/strumento, individuato come necessario all interno del progetto sociale e/o educativo, deve prioritariamente:

L ausilio/strumento, individuato come necessario all interno del progetto sociale e/o educativo, deve prioritariamente: All.1 BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITA' O AL SINGOLO SOGGETTO DISABILE (Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5) PER L ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale Provincia di Monza e Brianza

Azienda Sanitaria Locale Provincia di Monza e Brianza Azienda Sanitaria Locale Provincia di Monza e Brianza Bando per l assegnazione di contributo alle famiglie di persone con disabilità e al singolo soggetto disabile per l acquisto di strumenti tecnologicamente

Dettagli

Contributi a disabili gravi per favorire la permanenza nella loro abitazione (art. 10 LR 29/97)

Contributi a disabili gravi per favorire la permanenza nella loro abitazione (art. 10 LR 29/97) Contributi a disabili gravi per favorire la permanenza nella loro abitazione (art. 10 LR 29/97) 1. Finalità La Legge regionale n.29/97, al fine di limitare le situazioni di dipendenza assistenziale e per

Dettagli

Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici

Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici Accessibilità / Usabilità dei sistemi informatici Bologna, Handimatica 2014 03/02/2015 E.Paiella - ASPHI 1 Alcuni numeri IBM Corporation - 2014 Accessibilità / Usabilità ICT Barriere Architettoniche Accesso

Dettagli

In ottemperanza al Decreto n. 12794 del 30 dicembre 2013, questa ASL pubblica il seguente BANDO

In ottemperanza al Decreto n. 12794 del 30 dicembre 2013, questa ASL pubblica il seguente BANDO In ottemperanza al Decreto n. 12794 del 30 dicembre 2013, questa ASL pubblica il seguente BANDO PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITA O AL SINGOLO SOGGETTO DISABILE PER

Dettagli

Indagine sull integrazione degli alunni con disabilità nella scuola primaria e secondaria di primo grado

Indagine sull integrazione degli alunni con disabilità nella scuola primaria e secondaria di primo grado Indagine sull integrazione degli alunni con disabilità nella scuola primaria e secondaria di primo grado Condizioni di salute Che tipo di problemi ha l'alunno? Cecità Ipovisione Sordità profonda o grave

Dettagli

Accessibilità dei siti Web delle biblioteche

Accessibilità dei siti Web delle biblioteche Le biblioteche offrono dei servizi pubblici Accessibilità dei siti Web delle biblioteche 1 Il loro patrimonio: informazioni conoscenza Requisito essenziale del servizio: Maurizio Vittoria - Biblioteca

Dettagli

L.I.M. Lavagna Interattiva Multimediale INTRODUZIONE

L.I.M. Lavagna Interattiva Multimediale INTRODUZIONE Liceo G. Cotta Corso L.I.M. a.s. 2011-12 Marco Bolzon L.I.M. Lavagna Interattiva Multimediale INTRODUZIONE 1 OPERAZIONI PRELIMINARI Prenotare l aula (registro vicino fotocopiatore 1 piano). Provare prima

Dettagli

Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5

Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5 Allegato 1) Legge regionale 23/99 - art. 4, commi 4 e 5 INDICAZIONI PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITA' O AL SINGOLO SOGGETTO DISABILE PER L ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE

Dettagli

allegato 1 PRESCRIZIONE DI STRUMENTI TECNOLOCICAMENTE AVANZATI RIVOLTI ALL'AUTONOMIA E ALL'INCLUSIONE SOCIALE

allegato 1 PRESCRIZIONE DI STRUMENTI TECNOLOCICAMENTE AVANZATI RIVOLTI ALL'AUTONOMIA E ALL'INCLUSIONE SOCIALE REGIONE PIEMONTE BU28 11/07/2013 Deliberazione della Giunta Regionale 17 giugno 2013, n. 18-5958 Modifiche ed integrazioni della D.G.R. n. 4-6467 del 23.07.2007 e s.m.i., recante contributi a persone con

Dettagli

Introduzione a PowerPoint

Introduzione a PowerPoint Office automation - Dispensa su PowerPoint Pagina 1 di 11 Introduzione a PowerPoint Premessa Uno strumento di presentazione abbastanza noto è la lavagna luminosa. Questo strumento, piuttosto semplice,

Dettagli

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice.

Per aprire Calcolatrice, fare clic sul pulsante Start, scegliere Tutti i programmi, Accessori e quindi Calcolatrice. LA CALCOLATRICE La Calcolatrice consente di eseguire addizioni, sottrazioni, moltiplicazioni e divisioni. Dispone inoltre delle funzionalità avanzate delle calcolatrici scientifiche e statistiche. È possibile

Dettagli

Comunikit Verbo. Comunikit Verbo 7. Comunikit Verbo 8. Comunikit Verbo 10. Comunikit Verbo 12

Comunikit Verbo. Comunikit Verbo 7. Comunikit Verbo 8. Comunikit Verbo 10. Comunikit Verbo 12 Comunikit Verbo La gamma dei comunicatori Comunikit Verbo è la soluzione perfetta per le persone che hanno bisogno di un dinamico per la CAA, da usare con il semplice tocco (touch screen) o con sensori

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

ME) sia la barra sia il pulsante [Start] sono grigi, ovviamente i colori possono essere diversi, ma chi riesce a cambiarli non necessita di questa

ME) sia la barra sia il pulsante [Start] sono grigi, ovviamente i colori possono essere diversi, ma chi riesce a cambiarli non necessita di questa Aiuti del computer Su questo documento non ci sono copyrights, sul documento ovviamente. Adobe Acrobat-reader ha i copyrights Ne è permessa, del documento, la distribuzione, modifica e copia purché non

Dettagli

LA TASTIERA DEL PERSONAL COMPUTER

LA TASTIERA DEL PERSONAL COMPUTER LA TASTIERA DEL PERSONAL COMPUTER La tastiera del Personal computer è composta da 102 o 105 tasti. Nelle nuove tastiere, ce ne sono anche di ergonomiche, si possono trovare anche tasti aggiuntivi, sulla

Dettagli

1.2 - Un archivio per il software didattico

1.2 - Un archivio per il software didattico 1.2 - Un archivio per il software didattico Valerio Mezzogori Il quadro di riferimento E difficile prescindere dall utilizzo degli ausili tecnologici nel trattamento delle situazioni di handicap. Pur con

Dettagli

DOMANDA. Tel./Cell/Fax: Indirizzo mail:

DOMANDA. Tel./Cell/Fax: Indirizzo mail: DOMANDA BANDO Legge regionale 23/99 art. 4, commi 4 e 5 EROGAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DI PERSONE CON DISABILITA O AL SINGOLO SOGGETTO DISABILE PER L ACQUISTO DI STRUMENTI TECNOLOGICAMENTE AVANZATI

Dettagli

AUSILI PER LA COMUNICAZIONE: PARAMETRI DI SCELTA CAPACITÀ RESIDUE VOCABOLARIO MODALITA EMISSIONE AUDIO TECNICHE DI SELEZIONE 4/03/2015

AUSILI PER LA COMUNICAZIONE: PARAMETRI DI SCELTA CAPACITÀ RESIDUE VOCABOLARIO MODALITA EMISSIONE AUDIO TECNICHE DI SELEZIONE 4/03/2015 AUSILI PER LA COMUNICAZIONE: PARAMETRI DI SCELTA Configurazione degli strumenti di comunicazione e accesso ed esempi di casi Capacità residue della persona con disturbo della comunicazione, età e partners

Dettagli

Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità

Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità S.It.I. Milano 8 febbraio 2012 Ruolo dei diversi attori e processi di erogazione: analisi normativa e criticità 16-02-2012 1 Nomenclatore Tariffario delle Protesi DECRETO MINISTERIALE n. 332. 27 agosto

Dettagli

Sistema operativo. Sommario. Sistema operativo...1 Browser...1. Convenzioni adottate

Sistema operativo. Sommario. Sistema operativo...1 Browser...1. Convenzioni adottate MODULO BASE Quanto segue deve essere rispettato se si vuole che le immagini presentate nei vari moduli corrispondano, con buona probabilità, a quanto apparirà nello schermo del proprio computer nel momento

Dettagli

Non avere paura del bastone bianco...!

Non avere paura del bastone bianco...! Non avere paura del bastone bianco...! A CURA DI G. CUSATI L Organizzazione Mondiale della Sanità stima che in Italia ci siano circa 1,2 milioni di persone ipovedenti. Le cifre sono destinate ad aumentare

Dettagli

Manuale NetSupport v.10.70.6 Liceo G. Cotta Marco Bolzon

Manuale NetSupport v.10.70.6 Liceo G. Cotta Marco Bolzon NOTE PRELIMINARI: 1. La versione analizzata è quella del laboratorio beta della sede S. Davide di Porto, ma il programma è presente anche nel laboratorio alfa (Porto) e nel laboratorio di informatica della

Dettagli

DM 332/1999 CHI HA DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DEL SSN E IN CHE MODO PUO RICHIEDERLE

DM 332/1999 CHI HA DIRITTO ALLE PRESTAZIONI DEL SSN E IN CHE MODO PUO RICHIEDERLE NOMENCLATORE TARIFFARIO DM 332/1999 Il Nomenclatore Tariffario è l'elenco delle Protesi e degli Ausili Tecnici (Dispositivi) diretti al recupero funzionale e sociale dei soggetti affetti da minorazioni

Dettagli

Usando lo strumento Magnifier, aprire il Portale Siva e cercare il file del Corso di Perfezionamento 2011 (scheda 113).

Usando lo strumento Magnifier, aprire il Portale Siva e cercare il file del Corso di Perfezionamento 2011 (scheda 113). Esercitazione n 1 Usando lo strumento Magnifier, aprire il Portale Siva e cercare il file del Corso di Perfezionamento 2011 (scheda 113). Provare le tre opzioni (Schermo Intero, Lente, Ancorato) Esercitazione

Dettagli

Teoria ed esperienza sull accessibilità digitale

Teoria ed esperienza sull accessibilità digitale Teoria ed esperienza sull accessibilità digitale Informazione e formazione. a cura di Stefania Leone abruzzo@disabilivisivi.it s.leone@almaviva.it 1 Mi presento Sono Socio e Consigliere direttivo dell

Dettagli

La LIM a proiezione frontale si serve di un proiettore che può essere posizionato su uno stativo. ... o fissato sul soffitto

La LIM a proiezione frontale si serve di un proiettore che può essere posizionato su uno stativo. ... o fissato sul soffitto La Lavagna Multimediale Interattiva è una periferica del computer. Allo stato dell arte della tecnologia disponibile sul mercato, la Lavagna Interattiva Multimediale è una periferica del personal computer.

Dettagli

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida

Sommario Indietro >> Aggiungi Rimuovi Lingua? Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Sommario Indietro >> Informazioni su questa Guida... Navigazione nella Guida Personalizzazione Apertura del pannello di controllo Funzioni del pannello di controllo Schede Elenchi del pannello di controllo

Dettagli

Configurazione degli strumenti di comunicazione e accesso informatico ed esempi di casi

Configurazione degli strumenti di comunicazione e accesso informatico ed esempi di casi Configurazione degli strumenti di comunicazione e accesso informatico ed esempi di casi AUSILI PER LA COMUNICAZIONE: PARAMETRI DI SCELTA Capacità residue della persona con disturbo della comunicazione,

Dettagli

Dal turismo per disabili al turismo per tutti Dal turismo per tutti al turismo di qualità

Dal turismo per disabili al turismo per tutti Dal turismo per tutti al turismo di qualità Dal turismo per disabili al turismo per tutti Dal turismo per tutti al turismo di qualità Eliminazione e superamento delle barriere nelle strutture ricettive (progettazione, esecuzione, gestione, accoglienza)

Dettagli

Capitolo 14 - Sostegno Scolastico

Capitolo 14 - Sostegno Scolastico Capitolo 14 - Sostegno Scolastico 14.1 Il diritto all istruzione Il diritto allo studio degli alunni con disabilità si realizza, secondo la normativa nazionale vigente, attraverso l integrazione scolastica,

Dettagli

TEST: Hardware e Software

TEST: Hardware e Software TEST: Hardware e Software 1. Che tipo di computer è il notebook? A. da tavolo B. generico C. non è un computer D. Portatile 2. Come è composto il computer? A. Software e Freeware B. Freeware e Antivirus

Dettagli

INTRODUZIONE A WINDOWS

INTRODUZIONE A WINDOWS INTRODUZIONE A WINDOWS Introduzione a Windows Il Desktop Desktop, icone e finestre Il desktop è una scrivania virtuale in cui si trovano: Icone: piccole immagini su cui cliccare per eseguire comandi o

Dettagli

EDILTEK Fiera dell edilizia

EDILTEK Fiera dell edilizia EDILTEK Fiera dell edilizia Materiali, servizi e tecnologie con particolare attenzione ai diversamente abili DEFINIZIONE DI DOMOTICA La domotica è la tecnologia che ha come fine il miglioramento della

Dettagli

PREMESSA 1) FINALITA DEL BANDO 2) SOGGETTI CHE POSSONO PRESENTARE DOMANDA

PREMESSA 1) FINALITA DEL BANDO 2) SOGGETTI CHE POSSONO PRESENTARE DOMANDA Bando per l assegnazione di contributo alle famiglie di persone con disabilità e al singolo soggetto disabile per l acquisto di strumenti tecnologicamente avanzati Legge Regionale 23/99 articolo 4 commi

Dettagli

Creare e formattare i documenti

Creare e formattare i documenti Università di L Aquila Facoltà di Biotecnologie Esame di INFORMATICA Elaborazione di testi Creare e formattare i documenti 1 IL WORD PROCESSOR I programmi per l elaborazione di testi ( detti anche di videoscrittura

Dettagli

Appropriatezza prescrittiva: Protesi ed ausili

Appropriatezza prescrittiva: Protesi ed ausili «Ripartiamo dal territorio 2015 Lavori in corso» Appropriatezza prescrittiva: Protesi ed ausili Dott. Giuseppe Coluzzi Azienda ASL LATINA DISTRETTO 2 ASSISTENZA RIABILITATIVA SONO UTILIZZATI, A SECONDA

Dettagli