DONARE PER DARE UN FUTURO ALLA COMUNITA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DONARE PER DARE UN FUTURO ALLA COMUNITA"

Transcript

1 FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI LODI ONLUS DONARE PER DARE UN FUTURO ALLA COMUNITA Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il Lodigiano

2 LETTERA DEL PRESIDENTE Cari amici, Domenico Vitaloni, Presidente della Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi Onlus Cari amici, l anno 2011 si è concluso molto positivamente per la nostra Fondazione seppur in un contesto di crisi economica e sociale. Ci apprestiamo ora ad affrontare un altro traguardo particolarmente importante per tutti noi: il decimo anniversario di vita della Fondazione Comunitaria di Lodi, nata il 2 agosto Durante questo decennio sono stati ottenuti risultati rilevanti sia per l entità delle erogazioni effettuate e il loro impatto sul territorio lodigiano, sia per la vincita della sfida lanciata a suo tempo da Fondazione Cariplo. Tale vincita ci ha consentito di raggiungere un patrimonio complessivo superiore a 15 milioni di euro, i cui frutti saranno perennemente destinati al finanziamento di progetti di utilità sociale sul nostro territorio. Si è trattato di un traguardo concreto e fondamentale per la continuità della Fondazione stessa, traguardo che abbiamo voluto festeggiare con il Tributo a Ennio Morricone dell Ensamble Strumentale Fermano diretto dal Maestro Angelo Bolciaghi, concerto che ha riscosso un successo notevole. La nostra attività è proseguita anche nel corso del 2011 con la modalità dei bandi a raccolta che ci permette da un lato trasparenza ed efficacia nell erogazione, e dall altro di proseguire nella nostra missione di promozione della cultura del dono. Abbiamo deciso inoltre di introdurre una importante novità con rilevanti benefici per i destinatari dei nostri contributi. Abbiamo infatti modificato la destinazione dei fondi raccolti in occasione dell emissione dei bandi, erogandoli totalmente a favore dei beneficiari dei progetti anziché destinarli ad incremento del patrimonio come avvenuto negli anni scorsi. Questo ci ha consentito, unitamente al contributo della fondazione, di finanziare i progetti selezionati in modo più rilevante, contribuendo così più efficacemente alla loro realizzazione. Purtroppo anche il nostro territorio sta risentendo della grave crisi economica che da un lato ha aumentato le difficoltà ed i bisogni delle fasce più deboli della nostra società, e dall altro ha visto diminuire ulteriormente le risorse pubbliche ad esse destinate. Non abbiamo potuto e non abbiamo voluto sottrarci allo sforzo comune di contrastare i devastanti effetti della crisi, ed è per questo che abbiamo deciso di concentrare i nostri sforzi dando priorità al sostegno di progetti con rilevanza sociale, riducendo di conseguenza gli interventi a tutela del patrimonio storico ed artistico che pure avevano caratterizzato il nostro impegno negli anni scorsi. Guardando con fiducia al futuro desidero salutarvi, esprimendo Il mio sentito ringraziamento a tutti coloro che permettono il successo della nostra Fondazione: ai donatori, alle organizzazioni no profit, ai Consiglieri ed ai Revisori. In particolare colgo l occasione per ringraziare il nostro Ufficio e il Segretario Generale: grazie al loro impegno costante e appassionato, riusciamo a gestire con efficienza, ma soprattutto con cuore gli interessi della nostra comunità lodigiana. Il Presidente Domenico Vitaloni 2

3 IL TESTIMONIAL Paolo Marcarini Nato a Lodi, ha compiuto presso il conservatorio G.Verdi di Milano gli studi di pianoforte e composizione, diplomandosi sotto la guida del maestro Carlo Vidusso. Si è poi diplomato in clavicembalo presso il conservatorio G.Nicolini di Piacenza. Vanta, come pianista e clavicembalista, un intensa attività concertistica a livello europeo, sia come accompagnatore sia come solista, ed ha collaborato con noti complessi cameristici suonando nelle più importanti sale concertistiche d Italia e d Europa. In veste d accompagnatore si è esibito con famosi cantanti quali Carlo Tagliabue, Giuseppe Di Stefano, Raina Kabaiwanska, Mariella Devia, Simon Estes, Cecilia Bartoli, Katia Ricciarelli, Daniela Dessì, Renato Bruson e principalmente Leo Nucci con il quale collabora attivamente fin dall inizio della sua carriera. In qualità di arrangiatore ha avuto vastissimi consensi di critica a livello mondiale per gli arrangiamenti del disco Decca Parlami d amore (romanze e canzoni italiane e napoletane) interpretato da Leo Nucci. Ha firmato degli arrangiamenti per l Orchestra Filarmonica di Israele ottenendo un personale successo al Concerto per la Pace tenuto a Tel Aviv davanti a persone. Con Salotto 800 e Leo Nucci ha tenuto memorabili concerti in Italia (dal Bellini di Catania al S.Carlo di Napoli, dall Opera di Roma al Comunale di Bologna, dal Regio di Parma al Grande di Brescia, alla Scala di Milano), in Francia (Teatro di Lille, Salle Gaveau di Montecarlo, Théâtre de l Athénée a Parigi), Germania (Herculessaal di Monaco di Baviera, Teatro di Bonn), Svizzera (Radio Svizzera Italiana, Festival di Solothurn, Victoria Hall di Ginevra, Casino di Berna e Basilea, Tonhalle di Zurigo), Jugoslavia (Sala del Conservatorio di Zagabria), Cile (Teatro Municipal di Santiago, Valparaiso). Il concerto a Valparaiso ha ottenuto dalla critica il riconoscimento come migliore concerto dell anno. Come compositore ha al suo attivo un C.D. di musiche per pianoforte Hommage à giunto alla seconda ristampa, e l opera lirica Serata di gala al Circolo Lirico su libretto di Leo Nucci rappresentata già varie volte in Italia e all estero con grande successo di pubblico e di critica. Le sue riduzioni strumentali di opere liriche (che gli sono richieste ed eseguite in gran parte del mondo) fanno parte del Proietto Marcarini presentato dal Teatro Municipal di Santiago del Cile, approvato e sostenuto dal governo cileno, con lo scopo di portare, con costi molto contenuti, l opera lirica in tutto il Cile. Da oltre un trentennio è Direttore Artistico dell Associazione Amici della Musica di Lodi. La sua breve testimonianza Condivido l obiettivo della Fondazione di coinvolgere attivamente la comunità trasmettendo valori importanti che riescono a stimolare e promuovere una cultura filantropica incentrata sul senso di responsabilità e solidarietà sociale. La Fondazione Comunitaria, con l aiuto che ha dato e che certamente continuerà a dare al mondo no profit, ha svolto un importante ruolo nel nostro territorio per migliorare l esistenza di quei cittadini disagiati o sfortunati che in questo particolare momento storico hanno bisogno di sentirsi sostenuti. 3

4 FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI LODI ONLUS Comitato di NOMINA Prefetto della Provincia di Lodi Presidente della Provincia di Lodi Vescovo di Lodi Presidente della Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura della Provincia di Lodi Sindaco di Lodi Sindaco di Codogno Sindaco di Casalpusterlengo Sindaco di Sant Angelo Lodigiano Rappresentante della Fondazione Cariplo Consiglio di Amministrazione Vitaloni Domenico, Presidente Costa Paolo, Vice Presidente Aiolfi Barbara Bottani Giorgio Buttarelli Ottorino Daccò Carlo Devecchi Mariarosa Ferrari Laura Fugazza Emilio Landi Paolo Mattea Piercarlo Migliorini Giuseppe Monteverdi Francesco Moro Maisano Maria Emilia Orlandi Mario Palermo Antonio Parazzi Mauro Ronsivalle Luigi Stefanelli Claudio Membri del Comitato Esecutivo Collegio dei Revisori Carabelli Pierluigi, Presidente Bosoni Giuseppe Marcobelli Roberto Il nostro C.d.A. è costituito da persone provenienti da settori professionali diversi, ampiamente inserite nella realtà locale in cui lavorano e riflettono la Comunità intera nei suoi vari aspetti e bisogni. I componenti del Cda, del Collegio dei Revisori e il Segretario Generale, operano esclusivamente in maniera volontaria e gratuita, contribuendo costantemente alla crescita della Fondazione. Lo Staff Francesco Grisi, Segretario Generale Cristina Baroni, Ref.Segreteria Tina Signoroni, Ref.Segreteria 4

5 Il Consiglio di Amministrazione 5

6 SABATO 24 SETTEMBRE 2011 AUDITORIUM BPL LODI CONCERTO TRIBUTO A ENNIO MORRICONE La musica per il cinema Ensemble Strumentale Fermano organizzato per celebrare la vincita della sfida con Fondazione Cariplo Hanno contribuito al successo della serata i rappresentanti di tutti gli enti no profit che nel corso degli anni sono stati protagonisti con noi nella realizzazione di progetti di utilità sociale sul nostro territorio. Alla presenza dell avv.guzzetti, del vescovo di Lodi Mons. Giuseppe Merisi e delle autorità civili e militari, sono stati consegnati attestati di riconoscenza a quanti hanno concorso al raggiungimento dell importante obiettivo. Grazie a tutti!

7

8 LE NOSTRE ATTIVITA Attività svolte: risultati 2011 L attività svolta nel 2011 dimostra ancora una volta che la Fondazione è stata in grado di dare risposte positive alle esigenze manifestatesi nel settore sociale del nostro territorio. Nei 10 anni trascorsi dalla costituzione ha consolidato il suo ruolo promuovendo costantemente la cultura del dono e mettendo a disposizione la propria struttura per quanti volessero perseguire finalità filantropiche permettendo loro di fare un gesto concreto per la propria comunità. In questo particolare momento di difficoltà economica e quindi anche sociale, la mancanza di risorse da parte delle amministrazioni locali ha fatto sì che il nostro ruolo assuma particolare importanza. Nel selezionare Attività i progetti svolte: risultati presentati 2011 a seguito dell emissione dei tradizionali 2 bandi, il Consiglio di Amministrazione ha privilegiato quelli che hanno riguardato il settore socio-assistenziale: la loro bontà è stata confermata anche dal successo che hanno ottenuto presso privati, imprese ed enti del territorio che hanno donato a favore dei progetti stessi oltre 450 mila euro. Questi importi, unitamente al contributo della Fondazione pari al 50% del costo e derivante soprattutto dai fondi territoriali che Fondazione Cariplo ci riconosce annualmente, hanno reso più facilmente possibile la realizzazione dei progetti. Il Consiglio della Fondazione assicura la massima attenzione affinchè venga rispettata la volontà dei dona- tori che possono verificare come ogni importo donato, anche modesto, è stato utilizzato. 1. Il patrimonio netto L esercizio è stato caratterizzato dall incasso del Fondo Sfida di Fondazione Cariplo dell importo di euro ,97; il nostro patrimonio contabile pertanto assommava al 31 dicembre 2011 a euro , , , , , , , , ,00 0, , , , , , , , , , , Fondi Patrimoniali Fondo Sfida Cariplo

9 LE NOSTRE ATTIVITA Tuttavia è da rilevare che in bilancio è stato appostato l importo di euro ,65 sotto la voce Riserva negativa che è pari all importo delle minusvalenze rilevate al rispetto ai valori di bilancio precedenti, rettificato dalla Riserva da valutazione titoli. Si è ritenuto pertanto di non ridurre direttamente il patrimonio ma di considerare la Minusvalenza temporanea per la ragionevole certezza di poter ripristinare il valore originario degli investimenti in tempi relativamente brevi. L andamento positivo dei primi mesi del 2012 conferma la correttezza della nostra impostazione. 2. Tipologia degli investimenti patrimoniali L incasso della ragguardevole cifra del Fondo Sfida Cariplo di circa 10 milioni di euro, ha indotto il Consiglio di Amministrazione a investirla in Gestioni patrimoniali presso Banca Aletti e Intesa Private Banking, affidandosi così alla professionalità dei Gestori per ottenere nel medio termine i risultati migliori possibili nell ambito di investimenti a rischio contenuto. Per quanto riguarda il residuo patrimonio di oltre 5 milioni di euro è stato da noi investito sempre attuando un attenta valutazione dei rischi. La tipologia degli investimenti al è la seguente: 16,27% 10,68% 0,82% 61,34% Titoli di Stato Perpetual Polizze Assicurative Gestioni patrimoniali 5,49% 4,70% 0,71% Obbligazioni Fondi Comuni di Investimento Disponibilità liquide La nota integrativa al Bilancio al evidenzia dettagliatamente il risultato economico della gestione finanziaria e patrimoniale. 8 9

10 LE NOSTRE ATTIVITA 3. Le erogazioni L attività erogativa nel corso dell anno è stata pari ad euro ,36 di cui euro ,00 per erogazioni su bandi a favore di 42 progetti ed euro ,36 per erogazioni fuori bando, comprensivo di euro ,00 di microerogazioni che sono state deliberate dal Consiglio di Amministrazione a favore di 134 piccoli progetti di utilità sociale per un importo massimo di 500,00 euro cadauno. L importo erogato nel corso dell esercizio è superiore a quello del 2010 di circa ,00 euro in quanto il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto, raggiunto l obiettivo sfida, di modificare la destinazione dei fondi raccolti dal territorio assegnandoli a sostegno dei progetti anziché al patrimonio come fatto in precedenza, Associazioni sempre perseguendo 33% l obiettivo della 7% diffusione della cultura 1% del dono. 37% Siamo stati così in grado di fronteggiare la gran parte delle richieste pervenuteci; riteniamo quindi che Cooperative sociali la nostra attività nel corso dell esercizio abbia efficacemente fronteggiato le necessità del territorio in particolare Enti nel pubblici settore di assistenza sociale. Bisogna comunque Fondazioni tenere sempre presente come i mezzi finanziari messi a disposizione annualmente dalla Fondazione Cariplo sono determinanti per il raggiungimento dell obiettivo che la nostra fondazione si è proposta Parrocchie di soddisfare il maggior numero possibile di richieste. Tali mezzi Altri vengono enti ecclesiastici incrementati con fondi propri della Fondazione derivanti dal flusso cedolare che è stato costante anche nel corso di questo esercizio. Comitati 6% 14% 2% Distribuzione territoriale Dall esame della suddivisione territoriale delle nostre erogazioni rileviamo che i progetti finanziati hanno interessato in modo adeguatamente proporzionale i diversi territori di riferimento. 15% 7% 10% 21% Casalpusterlengo Codogno Lodi S.Angelo Lodigiano 47% Zelo Buon Persico 10

11 LE NOSTRE ATTIVITA Tipologia di enti Il prossimo grafico evidenzia la tipologia di enti che hanno 16,27% presentato i progetti finanziati nel ,68% Associazioni Cooperative sociali Enti pubblici 33% 7% 1% 0,82% 37% Fondazioni 61,34% Parrocchie 5,49% Altri enti ecclesiastici 4,70% 0,71% Comitati Titoli di Stato 6% 14% 2% Obbligazioni Perpetual Fondi Comuni di Investimento Polizze Assicurative Disponibilità liquide Distribuzione settoriale Gestioni patrimoniali Il settore dell assistenza sociale e socio sanitaria con i suoi 132 progetti supera i due terzi del totale erogato, in quanto ritenuto meritevole di particolare riguardo e sostegno, in relazione alla crescita delle necessità emergenti in questo periodo. Si è avuta poi anche particolare attenzione per i progetti riguardanti la tutela dei beni di interesse artistico, storico e culturale. Per il settore di tutela e valorizzazione della natura 15% e dell ambiente sono 7% stati approvati solo otto progetti. 10% Casalpusterlengo 21% 8 Codogno 49 47% Lodi S.Angelo Lodigiano 132 Zelo Buon Persico Assistenza sociale e socio-sanitaria Tutela beni culturali Tutela Ambiente , , ,00 Contributo F.Cariplo 11

12 LE NOSTRE ATTIVITA 4. I progetti conclusi nel 2011 Nel 2011 si sono conclusi 38 progetti relativi a bandi pubblicati negli anni dal 2008 al 2011; ciò ha comportato il pagamento di contributi per euro ,88 che hanno consentito la realizzazione di progetti per un valore complessivo di euro ,42. PROGETTO BENEFICIARIO CONTRIBUTO euro Offrire un tetto è il segno distintivo della solidarietà Associazione Progetto Insieme - Lodi 9.241,53 Automezzo per la solidarietà e l ambiente Africa Chiama Onlus - S.Angelo Lod ,00 Un oasi nel verde Coop.Soc.Agricola Mar.Si.Ma.Soc.Coop. a r.l.-codogno ,00 Più spazio ai giovani e alle famiglie Parr.S.Antonio A. e S.Francesca Cabrini S.Angelo L ,00 Una rete per le mamme sole Associazione Comunità Famiglia Nuova - Lodi ,00 Potenziamento del servizio di trasporto disabili Croce Lodigiana O.N.L.U.S. S.Stefano Lodigiano ,00 Calendario Fanfulla 2011 A.S. Ginnastica Fanfulla Lodi 3.420,00 Saint Claire café: l Alzheimer caffè a Santa Chiara Azienda servizi alla persona S.Chiara - A.S.P. - Lodi 6.557,40 La prova del cuoco Amicizia Soc. Coop. Sociale di Solidarietà - Codogno 6.395,10 Pensieri di carta A.L.A.H. Ass.Lodig.Amici degli Handicappati - Lodi 8.030,00 Pallavolando Parr.SS Nazzaro e Celso M. in Cassino d Alberi -Mulazzano ,85 Gioca con noi Parrocchia S.Stefano Protomartire Mulazzano ,00 Non giocare, vinci! Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Lodi - Lodi ,00 Ristrutturazione di animazione e palestra Fondazione Vigoni della Somaglia Onlus Somaglia ,00 Manutenzione, risanamento e recupero sacrestia Parr.Assunzione della B.V. Maria in Villavesco - Tavazzano ,50 Profeti di fraternità, divertendosi Parrocchia Maria Madre del Salvatore - Casalpusterlengo ,00 Restauro delle vetrate della Chiesa parrocchiale Parrocchia S.Biagio Vescovo e Martire Corno Giovine 7.370,00 Puntiamo i riflettori Un affresco dimenticato Comitato FAI di Lodi-Melegnano 5.000,00 Un nido più sicuro e accogliente Famiglia Nuova Società Cooperativa Sociale - Lodi 2.800,00 Il lavoro prende una buona piega San Nabore Coop.Soc.a r.l. Onlus Ossago Lodigiano ,50 In volo con la diversità Associazione Comunita Il Gabbiano Onlus Pieve Fissiraga 5.000,00 Un tetto per una Chiesa Parrocchia S.Maria della Clemenza e S.Bernardo - Lodi ,00 Educazione cantiere aperto Parrocchia SS.Simone, Giuda e Callisto Cornegliano Laud ,00 Ristrutturazione archivio storico diocesano Diocesi di Lodi ,00 Miglioriamo le nostre strutture e l ambiente Parrocchia S.Alessandro Martire Cervignano d Adda 3.900,00 Mi chiamano oro blu... Movim.Lotta contro la Fame nel Mondo - MLFM Onlus - Lodi ,00 Manutenzione facciate esterne Chiesa Parrocchiale Parrocchia S.Giorgio Martire - Maccastorna ,00 Per un ascensore sicuro, capace e adeguato alla normativa Fondazione Madre Cabrini onlus S.Angelo Lodigiano ,00 Risparmiare per avere più mezzi per aiuti umanitari Associazione Progetto Insieme - Lodi ,00 Potenziamento defibrillatori semi-automatici (D.A.E.) Croce Lodigiana O.N.L.U.S. S.Stefano Lodigiano 6.250,00 In oratorio senza aprire l ombrello Parrocchia Assunzione B.V.Maria Caselle Landi ,00 Restauro torre campanaria Parrocchia S.Apollinare V. e M. in Mairano Casaletto Lod ,00 Restauro Santuario Madonna della Costa Parrocchia S.Pietro Apostolo Cavenago d Adda ,00 Uno sguardo sul futuro Parrocchia S.Michele Arcangelo Castiraga Vidardo ,00 Il mondo viene a Lodi Gruppo Fotografico Progetto Immagine Lodi ,00 Rifacimento parziale copertura tetto oratorio Parr. SS.Nazario e Celso m. in Zorlesco - Casalpusterlengo ,00 Manutenzione straordinaria torre campanaria Chiesa Parr. Parrocchia S.Biagio e B.V.Immacolata - Codogno ,00 Giocare insieme per crescere Isti. Suore Missionarie S.Cuore di Gesù S.Angelo Lodig ,00 12

13 LE NOSTRE ATTIVITA Associazioni Cooperative sociali 33% 7% 1% 37% Enti pubblici 5. I donatori Rileviamo come, Parrocchie ancora una volta, la nostra fondazione ha dimostrato anche quest anno una soddisfacente capacità di raccolta, coinvolgendo oltre 400 donatori. Altri enti ecclesiastici Nel corso di questi anni l interesse nei confronti della nostra attività da parte di privati ed aziende, si è Comitati 6% 14% sempre incrementato tanto da superare alla fine del % i 3100 donatori. Fondazioni 15% 7% 10% Spese di gestione Le spese di gestione hanno subito un incremento rispetto all esercizio precedente Zelo Buon in quanto Persiconel corso del 2011 sono stati organizzati 47% eventi e incontri per celebrare degnamente la vincita della sfida con Fondazione Cariplo e ringraziare così anche tutti coloro che hanno contribuito al raggiungimento di questo risultato. Le spese che riguardano invece l attività ordinaria della Fondazione sono rimaste pressoché invariate; il grafico sottostante rappresenta come siano stati reperiti i fondi necessari per coprire l intero importo delle spese sostenute. Lodi S.Angelo Lodigiano , , , , ,00 Contributo F.Cariplo ,00 Contributo F.Cariplo Donazioni e sponsor Donazioni e sponsor Rendite 5 per Rendite mille 21% Casalpusterlengo Codogno ,00 5 per mille L incidenza delle spese di gestione sul totale delle erogazioni è invariata rispetto all esercizio precedente ed è del 7% circa ,00 13

14 LE NOSTRE ATTIVITA I nostri fondi Fondo Don Leandro Rossi: Data di costituzione: 17 dicembre Importo: euro ,00. Fondatore: Fondazione Don Rossi. Rendita anno 2011: euro 1.418,81 Fondo San Bassiano: Data di costituzione: 13 dicembre 2004 Importo: euro ,33 Incremento nel 2011: euro 7.417,03 Fondatore: Diocesi di Lodi Rendita anno 2011: euro 4.085,16 Fondo Gino e Clorinda Polenghi: Data di costituzione: 1 marzo 2006 Importo: euro ,02 Fondatore: Fondazione Gino e Clorinda e Polenghi Rendita anno 2011: euro ,85 Fondo Provincia di Lodi Data di costituzione: 14 febbraio 2006 Importo: euro ,87 Fondatore: Provincia di Lodi Rendita anno 2011: euro 2.405,33 Fondo Lino Tollini Data di costituzione: 27 marzo 2006 Importo: euro ,00 Incremento nel 2011: euro ,00 Fondatore: Lucia Galerati Rendita anno 2011: euro 2.826,95 Fondo Comune di Sant Angelo Lod. Data di costituzione: 27 marzo 2008 Importo: euro ,00 Fondatore: Comune di Sant Angelo Lod. Rendita anno 2011: euro 705,00 14

15 ce tti le i è». 1) lie lati- e le di de e-». si i a: ti) DI i) «Le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce degli uomini d oggi, dei poveri soprattutto e di tutti coloro che soffrono, sono pure le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce dei discepoli di Cristo, e nulla Vi è di genuinamente umano che non trovi eco nel loro cuore». (Gaudium et Spes, 1) «Tutta la Chiesa si dispone ad aiutare le famiglie colpite nelle difficoltà economiche per motivi di lavoro e di occupazione, nel rispetto di ogni positiva iniziativa delle istituzioni politiche, sindacali ed economiche. La nostra diocesi di Lodi, con molte diocesi lombarde e italiane, ha costituito un Fondo di Solidarietà per le Famiglie in difficoltà per motivi di lavoro, lo ha dotato di una iniziale somma tratta dal fondo per la carità, e tende la mano perché questo fondo venga aumentato dalla generosità dei fedeli, cittadini, famiglie, realtà finanziarie». + Giuseppe Merisi Vescovo di Lodi «L attenzione al tema del lavoro, specie per chi lo Puoi ha fare perduto, la tua ha indotto donazione: anche noi della Fondazione Comunitaria a sostenere con un adeguato stanziamento A) l iniziativa Mediante promossa bonifico su dalla conto Diocesi, corrente a divulgare bancario intestato e promuovere DIOCESI lo spirito DI LODI solidaristico che la anima e a porci quali a: c/c intermediari presso Banco per Popolare raccolta (sede delle di Lodi donazioni, - Via Cavour) agevolando, Codice in quanto IBAN: Onlus, IT 09 i donatori. P oppure Domenico Vitaloni c/c presso BCC Centropadana Presidente della (Sede Fondazione di Guardamiglio) Comunitaria Codice IBAN: IT 02 K Puoi L attenzione effettuare una al donazione: tema del lavoro, specie per chi lo (per le imprese è prevista la detraibilità dei contributi versati) A) ha Mediante perduto, bonifico ha indotto su conto anche corrente noi della bancario Fondazione intestato a: FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI DIOCESI Comunitaria DI LODI a sostenere con un adeguato stanziamento presso l iniziativa Banco Popolare promossa (sede dalla di Diocesi, Lodi - Via a divul- Cavour) - Codice IBAN: c/c IT presso 09 P Banco Popolare (Ag Piazza della Vittoria - Lodi) LODI - ONLUS c/c oppure gare c/c e promuovere presso BCC lo Centropadana spirito solidaristico (Sede che di Guardamiglio) la - Codice Codice IBAN: IBAN: IT IT 0228 K F FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI LODI - (donazioni ONLUS detraibili secondo le normative fiscali vigenti) anima e a porci quali intermediari per la raccolta c/c presso Banco Popolare (Ag.1 Piazza della Vittoria - Lodi) - Codice IBAN: IT 28 F Indicando delle donazioni, come causale agevolando, Fondo in di quanto Solidarietà Onlus, per i le donatori. Indicando come causale Famiglie - Diocesi di Lodi Fondo di Solidarietà per le Famiglie - Diocesi di Lodi B) Presso l Ufficio della CARITAS Domenico DIOCESANA Vitaloni c/o Diocesi di Lodi - Via Cavour, 31 - Lodi B) Presso l Ufficio della Caritas Lodigiana Presidente c/o Diocesi di Lodi - Via Cavour, 31 - Lodi della Fondazione Comunitaria 15 Aperto dal martedì al sabato dalle 9,00 alle 12,30 Tel Fax L at ha p Com ment gare anim delle tori.

16 A servizio del territorio

17 LE NOSTRE ATTIVITA Nel corso dell anno sono stati emessi i 2 tradizionali bandi. A partire dal primo, il contributo della Fondazione, pari al massimo al 50% del costo del progetto, è stato integrato con le donazioni raccolte sul territorio a favore del progetto stesso. BANDO 2011/1 PARROCCHIA S.APOLLINARE VESCOVO E MARTIRE Casaletto Lodigiano Fraz.Mairano Restauro torre campanaria Costo euro ,00 Contributo euro ,00 Donazioni euro La Chiesa di Mairano è datata La precedente e primitiva, era nei pressi del fiume Lambro, fatiscente e piccola. L attuale più capiente e in posizione più elevata, fu progettata dall architetto Veronesi (che a Lodi ha progettato la chiesa della Maddalena, di S.Filippo e il Palazzo Vescovile). La chiesa ancora oggi mantiene intatte le sue linee originali. Il restauro conservativo costituito da: lavaggio e pulizia di malte cementizie; riparazione e sostituzione di mattoni ammalorati; ristrutturazione cella campanaria e tetto relativo, ha ridato splendore alla chiesa che è uno dei più belli esempi di architettura sacra lodigiana del PARROCCHIA ASSUNZIONE DELLA B.V. MARIA Abbadia Cerreto Restauro del crocifisso ligneo policromo dell Abbazia Costo euro 5.352,00 Contributo euro 2.600,00 Donazioni euro 1.410,00 La chiesa abbaziale, risalente alla seconda metà del XII secolo, è opera dei monaci benedettini cistercensi dei quali rispecchia in tutto lo stile rituale basato su una architettura, nelle linee e nei materiali, sobria, semplice ed essenziale, così da ispirare povertà e austerità di vita, favorire la preghiera e l ascetismo, non ostacolati da splendore e bellezza terrena. Il crocifisso, risalente al XVIII sec., versava in pessime condizioni di conservazione. Per portarlo al suo splendore originario sono stati necessari lavori di: consolidamento delle parti degradate, pulitura, risanamento strutturale e reintegrazione della parti lacunose, più reintegrazione pittorica e finitura di protezione. 17

18 LE NOSTRE ATTIVITA PARROCCHIA S.GIORGIO MARTIRE Maccastorna Manutenzione facciate esterne Chiesa Parrocchiale Costo euro ,00 Contributo euro ,00 Donazioni euro 5.100,00 La Chiesa, dedicata a San Giorgio martire fin dal 1250 quando i Ghibellini Cremonesi si rifugiarono a Maccastorna, allora chiamata Villaggio Bel Pavone, era formata da tre campate e da un solo altare maggiore. Nel corso degli anni subì notevoli trasformazioni, fu costruita un altra campata e rifatta la fronte in stile neogotico. Con il progetto, aventi caratteristiche innovative, si è provveduto allo scrostamento e al rifacimento dell intonaco delle facciate della Chiesa con malte macroporose per evitare che l intonaco esistente in malta di cemento potesse provocare fenomeni di umidità in risalita. Si è provveduto anche all esecuzione della dipintura come da indicazione della Soprintendenza. PARROCCHIA SANTI GERVASIO E PROTASIO MARTIRI Maleo Restauro organo Chiesa S.Maria Annunciata Costo euro ,00 Contributo euro ,00 Donazioni euro ,00 La costruzione della Chiesa risale al XVI secolo. La stessa è adiacente al parco ed alla villa Trecchi. L interno della Chiesa ha una pianta molto singolare. Sul lato destro è collocato l organo settecentesco con cantoria intagliata e decorata. La Chiesa è un luogo adatto sia alla grande preghiera comunitaria, sia a favorire il raccoglimento dei fedeli e ad accogliere visite culturali e storiche. L intervento di restauro volto a recuperare le caratteristiche tecniche, funzionali e foniche dell organo non più funzionante si è reso necessario considerato anche il valore storico dello strumento. PARROCCHIA S.BERNARDINO DA SIENA Senna Lodigiana-fraz.Mirabello Un tetto per tutti Costo euro ,00 Contributo euro ,00 Donazioni euro 8.365,00 La Chiesa parrocchiale costruita nel 1952 è stata abbellita con gli affreschi del Vanelli, diventando anche attrazione turistica. Inoltre è in una posizione strategica in quanto trovasi sulla via Francigena. La pastorale parrocchiale punta molto sulla famiglia come nucleo di adulti e ragazzi. Il progetto, con la messa in sicurezza dell edificio dell oratorio mediante smaltimento dell attuale copertura in amianto e posa di nuova copertura, ha permesso la fruizione dei locali sottostanti per momenti formativi e ricreativi. 18

19 LE NOSTRE ATTIVITA FONDAZIONE MADRE CABRINI ONLUS S.Angelo Lodigiano Per un ascensore sicuro, capace e adeguato alla normativa Costo euro ,00 Contributo euro ,00 Donazioni euro ,00 La Casa di Riposo, che esiste da oltre un secolo, è in via di miglioramento, sia come struttura, sia come organizzazione dei servizi. L attuale sede è stata edificata nel decennio Dal 1986 al 1991 è stata realizzata una importante ristrutturazione. Negli ultimi anni sono stati eseguiti lavori di ampliamento e di messa in sicurezza richiesti dalla regione Lombardia. Si è resa necessaria l installazione di un nuovo ascensore per rispondere all esigenza di un impianto adatto al trasporto delle barelle degli ospiti allettati e dei carrelli e conforme alle nuove norme di sicurezza. ASSOCIAZIONE PROGETTO INSIEME Lodi Risparmiare sulla gestione significa avere più mezzi per aiuti umanitari Costo euro ,00 Contributo euro ,00 Donazioni euro ,00 Fondata nel 1991, l Associazione nasce dalla presa di coscienza dell urgenza di intervento che richiedono le nuove povertà presenti nel territorio lodigiano e si propone il reperimento di alloggi per i senza tetto e la promozione di centri di servizi alle persone. Dal 2011 è gestore dello SPRAR (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) finanziato dal Ministero dell Interno e dal Comune di Lodi. Con la realizzazione di solare termico per riscaldamento e acqua calda alla Social housing di Caviaga si raggiunge l obiettivo di ottenere, oltre alla riduzione dell inquinamento ambientale, anche un risparmio sui costi, che consentirà di incrementare le disponibilità per la realizzazione di nuove unità abitative. CROCE LODIGIANA ONLUS S.Stefano Lodigiano Potenziamento defibrillatori semi-automatici (D.A.E.) Costo euro 8.448,00 Contributo euro 4.000,00 Donazioni euro 2.250,00 L associazione opera dal 2006 sul territorio Lodigiano, su quello nazionale e, per quanto riguarda i servizi di lunga percorrenza, su quello Europeo, grazie alla collaborazione di volontari cittadini di S.Stefano Lodigiano e dei comuni limitrofi e si prefigge obiettivi di solidarietà sociale nel campo della mobilità e dell assistenza socio-sanitaria. Risponde in modo particolare ai bisogni delle persone in situazioni di disagio psico-fisico che non possono disporre di un trasporto. Il progetto ha permesso di dotare le ambulanze dell Associazione di quattro nuovi defibrillatori, come da nuova normativa, e di offrire così una ulteriore sicurezza per i trasportati. 19

20 LE NOSTRE ATTIVITA PARROCCHIA ASSUNZIONE B.V.MARIA Caselle Landi Finalmente le porte si chiudono Costo euro 3.740,00 Contributo euro 1.800,00 Donazioni euro 1.340,00 Caselle Landi, piccolo centro rurale sulle sponde del fiume Po, conta ben cinque frazioni. Una di queste è la frazione di Bruzzelle dove è ubicata la cappella religiosa, dedicata alla Madonna di Lourdes, edificata intorno al 1936 ed in seguito restaurata ed ampliata. All interno si trova la statua della Madonna di pregevole fattura, eseguita in cartone romano. Con questo intervento indispensabile si è provveduto alla sostituzione del portone principale e della porta laterale della cappella in quanto l obsoleto sistema di chiusura creava un eccessivo pericolo per le persone che frequentano la Cappella. PARROCCHIA ASSUNZIONE B.V.MARIA Caselle Landi In oratorio senza aprire l ombrello Costo euro ,00 Contributo euro 8.000,00 Donazioni euro 8.060,00 Caselle Landi conta una popolazione di circa 1700 abitanti. La chiesa parrocchiale, dedicata alla Madonna Assunta, fu costruita nel 1750 ca. Ha un imponente navata e profonde cappelle laterali; vanta anche un notevole organo risalente al Alla parrocchiale si affianca un edificio adibito ad oratorio; luogo di aggregazione di giovani e anziani e dove si svolgono feste parrocchiali nonché il Grest estivo. L urgente intervento di rifacimento del tetto dell oratorio, a causa di abbondanti infiltrazioni di acqua piovana, ha evitato il totale decadimento della struttura ed al contempo ha permesso di tornare ad utilizzare le aule già esistenti. DIOCESI DI LODI Lodi Ristrutturazione archivio storico diocesano Costo euro ,40 Contributo euro ,00 Donazioni euro ,00 La Chiesa di Lodi ha un antica origine, l attestazione delle prime comunità cristiane risale infatti al IV secolo d.c. La Diocesi si estende per circa 890 kmq e confina con le Diocesi di Pavia, Milano, Cremona, Crema e Piacenza. Le chiese sono circa 200 ed un centinaio gli oratori; numerosi i luoghi di culto, anche piccoli, meta di pellegrinaggi. L installazione di impianti di rilevazione fumi, antincendio, antintrusione e rifacimento dell intero impianto elettrico, garantisce all archivio diocesano spazi idonei per la conservazione dei documenti (anteriori agli ultimi 70 anni) prodotti e ricevuti dal Vescovo e dagli uffici di curia nell esercizio delle loro funzioni. 20

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda

La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda La vecchia chiesa parrocchiale dei Santi Simone e Giuda Nel corso dei secoli, la vecchia parrocchiale di Sovico, subì notevoli trasformazioni. Dalle notizie esistenti, sappiamo che già nel XII secolo,

Dettagli

a favore Un testamento dei poveri

a favore Un testamento dei poveri a favore Un testamento dei poveri Un segno concreto per tutti i poveri Un testamento, perché? Un testamento sono le ultime parole, quelle decisive di una vita, quelle che fanno la differenza, quelle che

Dettagli

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224

C O M U N E DI C A I V A N O. Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 C O M U N E DI C A I V A N O Provincia di Napoli SETTORE POLITICHE SOCIALI CORSO UMBERTO N. 413 80023 CAIVANO (NA) TEL. 0818800812/13 FAX 0818305224 GUIDA AI SERVIZI 2011 Comune di Caivano - Guida ai Servizi

Dettagli

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015

Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 Bando Educare con gli Oratori n 5 Anno 2015 100.000 per l individuazione di progetti di utilità sociale Finalità della Fondazione La Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus opera nella provincia di

Dettagli

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2

Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Legge Regionale Marche 2 marzo 1998, n. 2 Interventi a sostegno dei diritti degli immigrati pubblicata su B.U.R. MARCHE n. 23 del 12 marzo 1998 Capo I Principi generali Art. 1 (Finalità) 1. La Regione,

Dettagli

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA ORGANIZZAZIONE OPERA DI PADRE MARELLA Fondo straordinario di solidarietà da destinare al servizio mensa ANTONIANO DEI FRATI MINORI Fondo straordinario di solidarietà

Dettagli

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA

REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA REGOLAMENTO INTERVENTI DI MUTUALITA E SOLIDARIETA Principi Ispiratori e Obiettivi Gli interventi di mutualità e solidarietà rientrano nella missione della Cassa Rurale che, come realtà radicata sul territorio,

Dettagli

CENSIMENTO ENTI NON PROFIT

CENSIMENTO ENTI NON PROFIT CENSIMENTO ENTI NON PROFIT Entro il 20 dicembre 2012 le parrocchie che hanno ricevuto il questionario ISTAT per il 9 censimento dell Industria e dei Servizi 2011 inerente le istituzioni non profit, dovranno

Dettagli

Un sogno per la nostra Comunità

Un sogno per la nostra Comunità Un sogno per la nostra Comunità In attesa del 2014 50 anni della nostra chiesa Aiutiamoci perchè il sogno possa diventare realtà! Non c è tempo da perdere Il 7 giugno 1964, grazie a don Silvio Bronsino

Dettagli

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII

Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Diocesi di Bergamo Presentazione delle iniziative per la Canonizzazione di Papa Giovanni XXIII Lo scorso 30 settembre Papa Francesco ha annunciato l evento straordinario della Canonizzazione di Papa Giovanni

Dettagli

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti

ISCRIZIONE CATECHESI Cammini di educazione e formazione cristiana per bambini, ragazzi e adolescenti DOMENICA 27 SETTEMBRE Parrocchia SS. Nazario e Celso MM. - Urgnano Oratorio S. Giovanni Bosco FESTA DI INIZIO ANNO PASTORALE Ore 10.30 S. MESSA di apertura del nuovo ANNO PASTORALE In questa occasione

Dettagli

Una finestra sul mondo

Una finestra sul mondo Domus Coop Una finestra sul mondo LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi è uno strumento che noi della Cooperativa Sociale Domus Coop mettiamo a disposizione di chi vuole conoscerci per orientarsi al

Dettagli

LA BENEFICENZA NEL 2014

LA BENEFICENZA NEL 2014 L esercizio 2014 è stato ancora una volta complicato e difficile da gestire per l operatività della Fondazione Banca San Paolo di Brescia, sia per la progressiva e graduale contrazione delle risorse a

Dettagli

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM

cfr. Resilienza Il Pozzo dei Desideri scritto da Gabriella Ferraro Bologna, edito dalla biblioteca di VIVARIUM Associazione FA.T.A. Onlus FA.T.A. FAmiglie Temporanea Accoglienza (www.fataonlus.org) ospita e sostiene bambini e adolescenti che il Tribunale dei Minori allontana dalla famiglia per disagio. L Associazione

Dettagli

NISIDA società cooperativa sociale ONLUS

NISIDA società cooperativa sociale ONLUS NISIDA società cooperativa sociale ONLUS Percorsi individualizzati di socializzazione e autonomizzazione Non dimenticate l'ospitalità; alcuni, praticandola, hanno accolto degli angeli senza saperlo. [Lettera

Dettagli

PERIFERIA chiama! MILANO risponde?

PERIFERIA chiama! MILANO risponde? PERIFERIA chiama! MILANO risponde? CONSULTA PERIFERIE MILANO Associazione culturale San Materno-Figino PERIFERIA chiama! MILANO risponde? Martedì 25 gennaio 2011 Periferie: come stiamo? La parola agli

Dettagli

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat

Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione di Barlassina (2008) Fonte: Istat Capitolo 4 Politiche sociali Servizi alla persona e alla famiglia Il contesto di Barlassina Composizione della popolazione per fasce di età Grafico 1 Suddivisione percentuale per fasce di età della popolazione

Dettagli

Cartella stampa. Indice. Uno sguardo sul Gruppo C.S.A...Pag. 2. C.S.A. Cooperativa Servizi Assistenziali... Pag. 3

Cartella stampa. Indice. Uno sguardo sul Gruppo C.S.A...Pag. 2. C.S.A. Cooperativa Servizi Assistenziali... Pag. 3 Cartella stampa Indice Uno sguardo sul Gruppo C.S.A...Pag. 2 C.S.A. Cooperativa Servizi Assistenziali... Pag. 3 C.S.A. Cooperativa Servizi Ambiente...Pag. 6 C.S.A. Cooperativa Sant Anselmo...Pag. 7 Le

Dettagli

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI

PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI PROGRAMMA 06 POLITICHE SOCIALI Responsabile: sotto il profilo gestionale Aldini Laura Sotto il profilo di indirizzo amministrativo politico Grioni Mario Linee Programmatiche 2010-2015 SEGRATE AIUTA I PIU

Dettagli

Comune di Novellara. Istituzione Servizi Sociali ed Educativi

Comune di Novellara. Istituzione Servizi Sociali ed Educativi Comune di Novellara Istituzione Servizi Sociali ed Educativi Istituzione I MILLEFIORI è lo strumento del Comune di Novellara per la gestione dei Servizi Sociali ed Educativi. Persegue l obiettivo di salvaguardare

Dettagli

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013

Oratorio, passione educativa e talenti. Siena, 19 gennaio 2013 + Oratorio, passione educativa e talenti Siena, 19 gennaio 2013 I suoi strumenti e il suo linguaggio sono quelli dell esperienza quotidiana dei più giovani: aggregazione, sport, musica, teatro, gioco,

Dettagli

Centro Culturale Vita e Pace. Quaderno del volontariato culturale

Centro Culturale Vita e Pace. Quaderno del volontariato culturale Centro Culturale Vita e Pace 97 98 Quindicesimo anniversario della fondazione (1999-2014) Domenica 19 ottobre 2014 nella Chiesa di Santa Maria Maggiore in Borgo Vecchio di Avigliana è stato celebrato il

Dettagli

DONARE PER DARE UN FUTURO ALLA COMUNITA

DONARE PER DARE UN FUTURO ALLA COMUNITA FONDAZIONE COMUNITARIA DELLA PROVINCIA DI LODI ONLUS DONARE PER DARE UN FUTURO ALLA COMUNITA Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il giano Domenico Vitaloni, Presidente della Fondazione Comunitaria

Dettagli

SOS VILLAGGI DEI BAMBINI ONLUS. Il calore di una casa per ogni bambino

SOS VILLAGGI DEI BAMBINI ONLUS. Il calore di una casa per ogni bambino SOS VILLAGGI DEI BAMBINI ONLUS Il calore di una casa per ogni bambino La nostra storia L Associazione SOS Villaggi dei Bambini fu fondata in Austria da Hermann Gmeiner nel 1949 al fine di aiutare i bambini

Dettagli

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan

Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan Famiglie in salita Rapporto 2009 su povertà ed esclusione sociale in Italia a cura di Caritas Italiana - Fondazione Zancan LOMBARDIA: sintesi di alcuni dati 1. IL PUNTO DI PARTENZA: UNO SGUARDO STORICO

Dettagli

Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS

Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Via Milano, 5/c 26100 Cremona Tel. 0372 20751/34402 Fax 0372-1960388 Codice fiscale 80011480193 Partita Iva 01273220192 mail: segreteria@ucipemcremona.it

Dettagli

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011

Pro r p o ost s e past s or o a r li l per l'anno 2010/2011 Proposte pastorali per l'anno 2010/2011 LITURGIA A - Settimana Eucaristica: 10-17 ottobre 2010 per tutta la Comunità Pastorale: tema Eucarestia e vita. B - Celebrazioni Comunitarie alle ore 21.00: 1 settembre,

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA Ente proponente il progetto: CONGREGAZIONE SUORE ORSOLINE DEL SACRO CUORE DI MARIA Codice di accreditamento: NZ00039 Albo e classe

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA (Allegato 1) SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: ARCI NAPOLI 2) Codice di accreditamento: NZ05738 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l.

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. onlus IL PUNTO DI PARTENZA Società Cooperativa sociale a.r.l. ONLUS

Dettagli

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO

OBIETTIVI GENERALI DEL PROGETTO Piccoli PA.S.S.I.- Parrocchia di San Prospero Sostegno Scolastico Integrato di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici dell Apprendimento e Bisogni Educativi Speciali PREMESSA In ambito scolastico e,

Dettagli

INDICE 2. SCHEDE DESCRITTIVE DEI SERVIZI E DELLE RELATIVE MODALITA'DI ACCESSO 3. ORGANIZZAZIONE DELL AMBITO SOCIALE

INDICE 2. SCHEDE DESCRITTIVE DEI SERVIZI E DELLE RELATIVE MODALITA'DI ACCESSO 3. ORGANIZZAZIONE DELL AMBITO SOCIALE Edizione : 02 Data : 15/11/2004 Pag. 1 di 40 INDICE 1. ELENCO DEI SERVIZI DISPONIBILI 1.1 Il sistema integrato dei Servizi Sociali 1.2 Gli interventi erogati dall'ente di Ambito Sociale 2. SCHEDE DESCRITTIVE

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

Verso le periferie esistenziali proposta di caritativa per gruppi parrocchiali gv, adulti, msac, acr (14enni)

Verso le periferie esistenziali proposta di caritativa per gruppi parrocchiali gv, adulti, msac, acr (14enni) Verso le periferie esistenziali proposta di caritativa per gruppi parrocchiali gv, adulti, msac, acr (14enni) La Chiesa deve uscire da se stessa. Dove? Verso le periferie esistenziali, qualsiasi esse siano,

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA ARTICOLO - 4 - FINALITÀ * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * -

DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA ARTICOLO - 4 - FINALITÀ * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * - DIOCESI DI ROMA XVI^ PREFETTURA * ORGANISMO PASTORALE PER LA CARITA' * - * - CARITAS PARROCCHIALE S. MARIA REGINA MUNDI ARTICOLO - 1 - ISTITUZIONE 1. E istituita nella Parrocchia di S. Maria Regina Mundi,

Dettagli

Lo sviluppo comunicativo da Acri in India

Lo sviluppo comunicativo da Acri in India Lo sviluppo comunicativo da Acri in India Già dal 1985, un gruppo di giovani ragazze indiane fecero domanda di entrare tra le suore Piccole Operaie dei Sacri Cuori e vennero accolte nella casa di formazione

Dettagli

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO POZZO DI GIACOBBE - ONLUS STATUTO SOCIALE

ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO POZZO DI GIACOBBE - ONLUS STATUTO SOCIALE ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO POZZO DI GIACOBBE - ONLUS STATUTO SOCIALE 1 Titolo I - L Associazione e i suoi scopi Art. 1 - Denominazione e sede 1.1 Continuando l attività in precedenza svolta si è costituita

Dettagli

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani

In Breve. n. 8/2011. I servizi alla persona: le unità di offerta sociali e socio sanitarie in Lombardia. Informativa Breve. I servizi per gli anziani Servizio Studi e Valutazione Politiche regionali Ufficio Analisi Leggi e Politiche regionali Dicembre 2011 Informativa Breve In Breve 8/2011 I servizi per gli anziani I servizi per la disabilità I servizi

Dettagli

Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus

Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus Circolo Culturale Giovanile di Porta Romana Onlus OSTELLO INTEGRATO VITA AUTONOMA CURATA PER PERSONE CON SINDROME DI DOWN L OSTELLO Totale 380 mq I NOSTRI tot. 8 camere PARTNER da letto tot. 22-24 posti

Dettagli

Fondo Famiglia. L intenzione progettuale. Lo scenario

Fondo Famiglia. L intenzione progettuale. Lo scenario Fondo Famiglia L intenzione progettuale Il Fondo Famiglia è un progetto socio-pastorale della Diocesi di Roma affidato per la gestione, l amministrazione ed il coordinamento operativo alla Caritas diocesana

Dettagli

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore

Preghiera per la beatificazione della Venerabile Serva di Dio. ISABELLA de ROSIS Fondatrice delle Suore Riparatrici del S. Cuore Cenni Biografici Madre Isabella de Rosis appartiene a quella schiera di anime elette, che, nel secolo scorso, mentre si diffondevano tante teorie contrarie alla fede, diedero vita a non pochi Istituti

Dettagli

Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia

Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia comunità Sostegno alla Genitorialità: Scuole dell Infanzia 01 Il Servizio prevede incontri di formazione rivolti ad insegnanti e genitori delle Scuole dell Infanzia di Caselle, Sommacampagna e Custoza.

Dettagli

Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza

Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza Piano di azione Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma Bando senza scadenza SOSTENERE IL DOPO DI NOI DURANTE NOI IL PROBLEMA La famiglia non riesce a

Dettagli

Art. 2 Finalità. LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31. Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione

Art. 2 Finalità. LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31. Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 196 del 7-12-2009 25631 LEGGE REGIONALE 4 dicembre 2009, n. 31 Norme regionali per l esercizio del diritto all istruzione e alla formazione. La seguente legge:

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 SOMMARIO 1 - CONTESTO DI RIFERIMENTO...2 DATI DEMOGRAFICI...2 2 - OBIETTIVI GENERALI...6 3 - I COMPITI

Dettagli

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2

SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 COMUNE DI PALERMO Settore Servizi Socio-Assistenziali U.O. Attuazione e Gestione Piano Infanzia e Adolescenza SCHEDA TECNICA INT. 22 All. A/2 Titolo intervento Centro Aggregativo sovra circoscrizionale

Dettagli

PROGETTO: Con-TE-Sto

PROGETTO: Con-TE-Sto ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: Con-TE-Sto TITOLO DEL PROGETTO: Con-TE-Sto SETTORE e Area di Intervento: Settore: Educazione e Promozione culturale Area d'intervento: Centri di aggregazione

Dettagli

Benvenuti nella CITTA DI BELGIOIOSO

Benvenuti nella CITTA DI BELGIOIOSO Benvenuti nella CITTA DI BELGIOIOSO 17 marzo 2011, in occasione dei festeggiamenti per il 150 anniversario dell Unità d Italia, Belgioioso diventa CITTA. Belgioioso è riconosciuta città per la complessa

Dettagli

BATTISTERO DI SAN GIOVANNI BATTISTA IN VARESE. Restauro conservativo a Varese

BATTISTERO DI SAN GIOVANNI BATTISTA IN VARESE. Restauro conservativo a Varese BATTISTERO DI SAN GIOVANNI BATTISTA IN VARESE OGGETTO COMMITTENTE CLIENTE FUNZIONARIO SOPRINTENDENZA TIPO DI INCARICO TIPO DI PRESTAZIONE PRESTAZIONI ENTITA DELL OPERA ANNO Restauro conservativo a Varese

Dettagli

UNA DONAZIONE CHE VALE DOPPIO Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il Lodigiano. foto A.F.

UNA DONAZIONE CHE VALE DOPPIO Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il Lodigiano. foto A.F. UNA DONAZIONE CHE VALE DOPPIO Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il Lodigiano foto A.F. PRESENTAZIONE Cari amici Domenico Vitaloni, presidente della Fondazione Comunitaria della Provincia

Dettagli

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita»

PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI. UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI PASTORALE DEI PELLEGRINAGGI UFFICIO DIOCESANO PELLEGRINAGGI «In cammino per conoscere Gesù e la Chiesa nella nostra vita» IL PELLEGRINAGGIO Il pellegrinaggio metafora della

Dettagli

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO

4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE LE NUOVE MAPPE DEL DISAGIO: POTENZIARE IL MONITORAGGIO 4 UNA COMUNITÀ SOLIDALE APERTA E ACCOGLIENTE Il contesto di riferimento (1999-2004): Nel quinquennio precedente la spesa sociale è stata raddoppiata mettendo in campo risorse per la parte più debole e

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILII FINANZIARI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILII FINANZIARI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI ED AUSILII FINANZIARI Delib. C.C. n. 22 in data 08.04.1991 e ss.mm.ii. Il presente regolamento, a mente del disposto del 1 comma dell

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Regionale per la Lombardia Ufficio XV Lodi

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Regionale per la Lombardia Ufficio XV Lodi Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Regionale per la Lombardia Ufficio XV Lodi Rilevazione iniziative 150 anniversario Unità d'italia DDS LODI 3 IV A - B sc.primaria Arcobaleno

Dettagli

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA

PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA PROGETTO CATECHISTICO PARROCCHIALE DI PONTE NUOVO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA Che cos è l iniziazione cristiana? È l introduzione e l accompagnamento di ogni persona all incontro personale con Cristo all

Dettagli

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica

CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica CASA DELLE CULTURE Relazione Tecnica Premessa Il progetto della Casa delle Culture a Modena nasce dall esigenza delle Associazioni degli immigrati presenti nel territorio di usufruire di spazi per costituire

Dettagli

(1822) (1843) (1889) (1916)

(1822) (1843) (1889) (1916) Una chiamata per tutti La consapevolezza che il Vangelo è un dono da condividere con il mondo intero e che la missione riguarda tutti, nessuno escluso, è all origine delle Pontificie Opere Missionarie

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. La risposta al bisogno è una realtà educativa. chi siamo. mission

CARTA DEI SERVIZI. La risposta al bisogno è una realtà educativa. chi siamo. mission CARTA DEI SERVIZI ASILO NIDO IL RITROVO Lecco - Pescarenico Via Corti, 20 Tel. / Fax 0341 363601 0341 373216 e-mail - ass.ritrovo@tiscalinet.it Soc. coop. sociale Il Ritrovo Onlus www.nidoilritrovo.it

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

ore Sala Consiliare del Comune di Bellano

ore Sala Consiliare del Comune di Bellano ore Sala Consiliare del Comune di Bellano IL PERCORSO Valutazione del Piano di Zona 2009/2011 Definizione regole di partecipazione del Terzo Settore Definizione della nuova governance Definizione delle

Dettagli

UNA DONAZIONE CHE VALE DOPPIO Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il Lodigiano

UNA DONAZIONE CHE VALE DOPPIO Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il Lodigiano UNA DONAZIONE CHE VALE DOPPIO Contribuisci anche tu a realizzare progetti per il Lodigiano LETTERA DEL PRESIDENTE Cari amici, Domenico Vitaloni, presidente della Fondazione Comunitaria della Provincia

Dettagli

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio "Informanascita"- linea telefonica

1A - Attività dell Associazione Differenza Maternità. Associazione Differenza Maternità. Ampliamento del servizio Informanascita- linea telefonica 1A - Attività Differenza Maternità 1 Associazione responsabile e collaborazioni. Rete/Partners coinvolti Associazione Differenza Maternità Descrizione intervento / prodotto 2 Denominazione Informamamma:

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: Istituto Figlie della Misericordia e della Croce L'Istituto delle Figlie della Misericordia

Dettagli

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët

Comune di SCANDICCI. Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi BROSHURË XHEPI E SCANDICCI-T. Udhëzues shërbimesh për qytetarët Progetto cofinanziato da 1 UNIONE EUROPEA Comune di SCANDICCI Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi SCANDICCI IN TASCA Guida ai servizi per i cittadini SCANDICCI IN YOUR POCKET Guide

Dettagli

offrire un abitazione migliore a chi già abita nell immobile da decenni e che costituisce la memoria storica del luogo.

offrire un abitazione migliore a chi già abita nell immobile da decenni e che costituisce la memoria storica del luogo. IL PROGETTO Il progetto Maison du monde è realizzato grazie al Fondo Immobiliare di Lombardia e si propone di recuperare e valorizzare un edificio collocato in Via Padova 36, realizzando e offrendo alloggi

Dettagli

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2014 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITA SOCIALE

BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2014 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITA SOCIALE 1 BANDO CON RACCOLTA N. 3 ANNO 2014 PER L INDIVIDUAZIONE DI PROGETTI DI UTILITA SOCIALE SETTORI DI INTERVENTO: TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO E ARTISTICO BUDGET COMPLESSIVO : Euro 150.000,00

Dettagli

Un nuovo anno pastorale è iniziato

Un nuovo anno pastorale è iniziato Un nuovo anno pastorale è iniziato Nella lettera pastorale consegnata alla Diocesi all inizio dell anno pastorale il nostro Vescovo Enrico ci ha indicato alcune priorità che concretizzano il tema proposto

Dettagli

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO

Vorrei avere mille lingue. Settimana di Animazione Missionaria. 10-18 ottobre 2015 PARROCCHIA SAN GASPARE DEL BUFALO Settimana di Animazione Missionaria in occasione dei festeggiamenti in onore di San Gaspare del Bufalo e del Bicentenario di fondazione di Missionari del Preziosissimo Sangue Vorrei avere mille lingue

Dettagli

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V.

L incontro con i cresimandi. 31 marzo, sabato pomeriggio in San Pio V. Tre giorni di festa, dal 30 marzo al 1 aprile, hanno animato la Parrocchia di San Pio V che ha vissuto intensamente la propria Missione Cittadina. Una missione che, partendo dall interno della comunità

Dettagli

Un progetto per l inclusione sociale della disabilità

Un progetto per l inclusione sociale della disabilità Un progetto per l inclusione sociale della disabilità In collaborazione con: Gruppo Primavera persone con disabilità Professionisti qualificati e un area specificatamente attrezzata per dare una risposta

Dettagli

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013

DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013 DOCUMENTO PROGRAMMATICO PREVISIONALE 2013 II Documento programmatico previsionale annuale determina le finalità, le priorità, le risorse disponibili e le modalità operative della Fondazione nello svolgimento

Dettagli

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO CONTATTI Inseri re q ui il m essag gio. N on su per are le d ue o tr e fr asi. Scuola dell Infanzia Monumento ai caduti Via Trento Trieste 16 31059 ZERO BRANCO tel e fax 0422.97032 e-mail: scuolainfanziazero@libero.it

Dettagli

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ

BUON ANNO PASTORALE A TUTTA LA COMUNITÀ All inizio del nuovo anno pastorale 2014-2015 viene distribuito alla comunità il Calendario Pastorale, segno del cammino comunitario e strumento utile per la programmazione delle diverse attività della

Dettagli

PROGETTO CASCINA MONLUE

PROGETTO CASCINA MONLUE Associazione "La Nostra Comunità" TEL. e FAX +39 02 71 55 35 www.lanostracomunita.it E-mail: info@lanostracomunita.it Codice Fiscale n. 97026250155 PROGETTO CASCINA MONLUE non un nostro sogno ma un sogno

Dettagli

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI

ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI ITINERARIO PER L INIZIAZIONE CRISTIANA DEI FANCIULLI GIÀ BATTEZZATI 1 Ti ringraziamo, Signore, perché ci permetti di entrare in questo itinerario di formazione e di comunione con tutti i fratelli. Guidaci

Dettagli

Pollicino nella rete (Relazione attività progettuale anno 2006-2009)

Pollicino nella rete (Relazione attività progettuale anno 2006-2009) Casa di pronta accoglienza per bambini e bambine da 0 a 6 anni di età Suor Francesca Giannetto. (cliccare QUI per la galleria fotografica) Progetto: Pollicino nella rete (Relazione attività progettuale

Dettagli

I COLORI della CARITÀ

I COLORI della CARITÀ CARITAS DIOCESANA DI PALESTRINA I COLORI della CARITÀ Storia della Caritas Sostegno e Formazione Servizi alla persona Promozione Sociale Caritas Parrocchiali Caritas Diocesana STORIA DELLA CARITAS CARITAS

Dettagli

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste

31 dicembre 2010. 14 marzo 2010. Non è stabilita alcuna scadenza per la presentazione delle richieste Soggetti finanziatori Progetto Scadenza ALLEANZA ASSICURAZIONI Iniziative che hanno come scopo: 1. progetti di formazione e/o inserimento professionale dei giovani finalizzati all'uscita da situazioni

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

CODICE ETICO CSS IL SORRISO

CODICE ETICO CSS IL SORRISO CODICE ETICO PREMESSA La Comunità Socio sanitaria Il Sorriso è una struttura residenziale, che accoglie persone disabili, impossibilitate a restare nel proprio nucleo familiare o prive dello stesso, fornendo

Dettagli

sabato 7 settembre 2013 alle ore 16

sabato 7 settembre 2013 alle ore 16 ASSOCIAZIONE ZASTAVA BRESCIA PER LA SOLIDARIETA INTERNAZIONALE ONLUS Via F.lli Folonari, 20 25126 BRESCIA (c/o Camera del Lavoro ) TEL. 347.3224436-347.2259942 http://digilander.iol.it/zastavabrescia/

Dettagli

Contro la crisi accanto alle famiglie

Contro la crisi accanto alle famiglie Contro la crisi accanto alle famiglie Coesione sociale Servizi educativi Sicurezze Coesione sociale e sostegno alle persone in difficoltà Misure anticrisi e sostegno alle famiglie Protocollo d intesa fra

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GOFFREDO PARISE Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di I grado Sede associata CPIA (VI) - Centro Provinciale Istruzione Adulti Via IV Martiri, 71-36071 ARZIGNANO (VI)

Dettagli

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/_55

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/_55 SCHEDA PROGETTO _55 PROMOTORE Persona Comunità Ente/Istituto X Associazione cognome, nome denominazione (ente / associazione) posta elettronica sito web Breve presentazione (mission, identità, attività,

Dettagli

FONDO GAETANO SESSA CRA BCC DI FISCIANO PRESSO LA FONDAZIONE DELLA COMUNITA SALERNITANA ONLUS

FONDO GAETANO SESSA CRA BCC DI FISCIANO PRESSO LA FONDAZIONE DELLA COMUNITA SALERNITANA ONLUS Art. 1 - Promotore FONDO GAETANO SESSA CRA BCC DI FISCIANO PRESSO LA FONDAZIONE DELLA COMUNITA SALERNITANA ONLUS 1 AVVISO ANNO 2015 Scuole aperte e promozione della cittadinanza attiva La Fondazione della

Dettagli

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014

PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 PROGRAMMAZIONE GENERALE DI AZIONE CATTOLICA PARROCCHIA IMMACOLATA - ADELFIA ANNO 2013/2014 Introduzione unitaria: «Ecco ora il momento favorevole» (2Cor 6,2) Santi nel quotidiano Orientamenti per il triennio

Dettagli

IL GEMELLAGGIO, ESPERIENZA DI CHIESA CHE SI FA PROSSIMA

IL GEMELLAGGIO, ESPERIENZA DI CHIESA CHE SI FA PROSSIMA IL GEMELLAGGIO, ESPERIENZA DI CHIESA CHE SI FA PROSSIMA «Penso che forse gemellaggi tra città, tra famiglie, tra parrocchie, potrebbero aiutare. Noi abbiamo in Europa, adesso, una rete di gemellaggi, ma

Dettagli

SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO

SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO BANDO PER L ASSEGNAZINE DI UNA BORSA DI STUDIO anno pastorale 2013-2014 Presentazione Nell ambito della formazione degli educatori per l animazione oratoriale

Dettagli

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ

IL CALENDARIO DELLA COMUNITÀ Carissimi, A TUTTE LE FAMIGLIE DI POGGIO - GAIANA e SANTUARIO SETTEMBRE - OTTOBRE 2015 tutte le nostre feste comunitarie in questo tempo ci invitano a innalzare lo sguardo alla Madonna: al Santuario per

Dettagli

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova

Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova Una rete che cresce. Al centro la persona Guida ai servizi di Sol.Co. Mantova solidar Chi siamo La mission Sol.Co. Mantova (Solidarietà e Cooperazione) è un consorzio di cooperative sociali impegnate nella

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA

QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA QUESTIONARIO SULLA RIQUALIFICAZIONE DELL AREA S.ANNA LEGENDA: ogni risposta ha a fianco un numero tra parentesi quando ci sono più risposte accorpate e si vuole indicare quante preferenze ha avuto ciascuna

Dettagli

BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI

BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO PER PROGETTI EMBLEMATICI MINORI BANDO ANNO 2015 FINALITÀ Gli interventi emblematici provinciali si riferiscono a progetti diretti a perseguire obiettivi coerenti con quelli dei piani di azione di

Dettagli

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VIGODARZERE E GLI ENTI MORALI PARROCCHIE DI SALETTO, TAVO, TERRAGLIONE E

CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VIGODARZERE E GLI ENTI MORALI PARROCCHIE DI SALETTO, TAVO, TERRAGLIONE E N. 200 S. 1 del 27.02.2014 CONVENZIONE TRA IL COMUNE DI VIGODARZERE E GLI ENTI MORALI PARROCCHIE DI SALETTO, TAVO, TERRAGLIONE E VIGODARZERE PER IL SERVIZIO DI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA - TRIENNIO

Dettagli

XXIII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ. Sydney (Australia), 15 20 luglio 2008 NOTA INFORMATIVA

XXIII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ. Sydney (Australia), 15 20 luglio 2008 NOTA INFORMATIVA Pontificio Consiglio per i Laici Sezione Giovani 00120 Città del Vaticano Tel. +39 06 698.87.244 Fax + 39 06 698.87.112 E mail XXIII GIORNATA MONDIALE DELLA GIOVENTÙ Sydney (Australia),

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. Centro di Assistenza La Famiglia Ambrosiana Onlus. Consultorio Familiare. Tel. 02.58.39.13.61 Fax. 02.58.39.14.

CARTA DEI SERVIZI. Centro di Assistenza La Famiglia Ambrosiana Onlus. Consultorio Familiare. Tel. 02.58.39.13.61 Fax. 02.58.39.14. 12 SIAMO APERTI Dal Lunedì al Venerdì 9.00-12.30 e 14.00-18.00 Milano - Via S. Antonio, 5 Tel. 02.58.39.13.61 Fax. 02.58.39.14.43 COME RAGGIUNGERCI La pace e l avvenire dell umanità passano attraverso

Dettagli

RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA

RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA Il terremoto del 20 e del 29 maggio ha danneggiato in modo significativo la sede della comunità. Si è rimediato con una sistemazione provvisoria di una tenda e due roulotte

Dettagli

convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1

convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 1 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 2 convitti 2011_Layout 1 10/05/11 07.01 Pagina 3 il Welfare inpdap i convitti dal collegio al social campus scuola,

Dettagli