LineaDiretta. Tesori nascosti a Magnago e a Bienate. In questo numero di LineaDiretta

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LineaDiretta. Tesori nascosti a Magnago e a Bienate. In questo numero di LineaDiretta"

Transcript

1 LineaDiretta PERIODICO A CURA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE ANNO X - N. 3 (NUOVA SERIE) - OTTOBRE/NOVEMBRE 2009 Tesori nascosti a Magnago e a Bienate In questo numero di LineaDiretta EDITORIALE 3 LAVORI IN CORSO: ASFALTATURE, SCUOLE, CIMITERO, ECC. 4 UN PGT RAGIONATO E RAGIONEVOLE 5 MAGNAGO SEMPRE RICICLONE 6 RACCOLTA DIFFERENZIATA: IL CALENDARIO E LA PLASTICA 7 AVVIATA LA VERIFICA DELLA TARSU 8 È IN FUNZIONE IL SERVIZIO GRATUITO SMS-MAGNAGO 8 RITORNA IL BUS GRATUITO AL MARTEDÌ MATTINA 9 NELLE NOSTRE CHIESE DUE TELE DEL PROCACCINI 10 UN ESAME GRATUITO CONTRO L ICTUS 14 FESTEGGIATI I 15 ANNI DELLA PROTEZIONE CIVILE 15 L IMPEGNO DEL COMUNE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO 16 IL COMUNE ASSICURA GLI OVER 70 CONTRO FURTI E TRUFFE 17 UN LABORATORIO INFORMATICO PER IL CENTRO ANZIANI 19 DAI GRUPPI CONSILIARI 20 MAGNAGO E BIENATE SULLE PAGINE DEI GIORNALI 22 I NUOVI NATI 23

2 Le iniziative di Aspm per la comunità Da tempo Aspm ha deciso di utilizzare una parte degli utili dell attività della farmacia di Bienate per iniziative di carattere sociale che siano di utilità per i cittadini di Magnago e Bienate. La più recente riguarda la sponsorizzazione, con un adeguato impegno economico, della campagna di prevenzione contro stenosi carotidea e ictus, tramite esame ecodoppler, lanciata dal Comune di Magnago in collaborazione, oltre che con Aspm, con l Associazione Altomilanese di Diagnostica Vascolare Adiva Onlus. Si tratta di un iniziativa importante, rivolta ai cittadini dai 55 agli 80 anni, per prevenire una patologia che ogni anno causa, anche in Italia, migliaia di morti e di invalidi; una campagna che venne già realizzata nel 2005 coinvolgendo circa 800 persone. Quest anno si prevede un risultato ancora più importante. Aspm ha poi garantito la consegna gratuita dei materiali di primo soccorso alle scuole materne, elementari e medie di Magnago e Bienate. Il mese di novembre è particolarmente ricco di iniziative per Aspm e la farmacia di via Sardegna 1 a Bienate. Viene tra l altro riproposta la campagna di prevenzione contro il colesterolo, che ha già ottenuto una buona risposta da parte degli utenti nel recente passato: per tutto il mese di novembre, e fino al 15 dicembre, sarà possibile effettuare, presso la farmacia, il controllo della propria situazione per quanto riguarda colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL e trigliceridi, ad un costo particolarmente contenuto, in pochi minuti e senza code. Dal 12 al 21 novembre, in occasione della Giornata mondiale del diabete del 14 novembre, si potrà effettuare, sempre presso la farmacia, una prova gratuita della glicemia. Lunedì 16 novembre vi sarà poi la giornata dedicata alla pelle e al trucco. In dicembre sarà la volta del mese del giocattolo (vedi box a fianco). Tra gli altri servizi disponibili presso la farmacia di Bienate: la possibilità di ordinare prodotti per celiaci inviando una mail agli indirizzi o effettuare il test per individuare intolleranze alimentari, prenotare visite specialistiche. Informazione pubblicitaria ORARI ASPM E PRENOTAZIONI Sono stati molto apprezzati dagli utenti i nuovi orari della farmacia di Aspm, in via Sardegna 1 a Bienate, in particolare l apertura garantita tutti i sabati pomeriggio e il fatto che la farmacia sia rimasta aperta in tutto il mese di agosto. Ricordiamo gli attuali orari di apertura: dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13 e dalle 15 alle 19.30; sabato dalle 8,30 alle 13 e dalle 15 alle 18,30. A.S.P.M. Farmacia Comunale, via Sardegna 1, Bienate di Magnago, tel NUOVA INFLUENZA CINQUE SEMPLICI CONSIGLI PER I PIÙ PICCOLI 1) LAVATI SPESSO LE MANI CON ACQUA E SAPONE 2) COPRITI LA BOCCA E IL NASO CON UN FAZZOLETTO QUANDO TOSSISCI O STARNUTISCI 3) NON SCAMBIARE GLI OGGETTI E IL CIBO CON I TUOI AMICI 4) NON TOCCARTI GLI OCCHI, IL NASO O LA BOCCA CON LE MANI NON LAVATE 5) NON STARE TROPPO VICINO A CHI HA I SINTOMI

3 L EDITORIALE Tra luci ed ombre qualche iniziativa per rendere il Patto di stabilità meno paralizzante Strade e scuole, riprendono i lavori Nel numero scorso di Linea Diretta avevo descritto le difficoltà che si incontrano oggi nell amministrare un Comune, a causa dei vincoli imposti dal cosiddetto Patto di stabilità. È uno strumento, questo, necessario, ma che con il passare degli anni è stato reso sempre più vincolante nei confronti degli enti locali, che quest anno si trovano in grave difficoltà. Tanto che numerosi Comuni hanno già fatto sapere che non riusciranno a rispettare il Patto, malgrado le gravi penalizzazioni che dovranno affrontare, in conseguenza di questo, nel di FERRUCCIO BINAGHI il vostro sindaco Il Comune di Magnago, come e più di altri, si trova in una situazione paradossale: ha un fondo cassa di euro, ma non può spendere per fare investimenti che sarebbero e sono necessari per la comunità. Di fatto ormai è diventato impossibile realizzare opere importanti: il Patto di stabilità, in sostanza, permette solo gli interventi di manutenzione straordinaria. Bastano poche cifre per dare un quadro della situazione: nel quinquennio la spesa media per opere pubbliche è stata di euro all anno; nel periodo è precipitata a euro all anno. E questo malgrado l impegno degli uffici comunali per far quadrare i conti e trovare il modo per realizzare i pochi investimenti possibili; e malgrado il Comune di Magnago abbia un indebitamento medio sostenibile per la collettività, che negli ultimi due anni si è ulteriormente ridotto. Non torno su questo argomento per annoiarvi, ma perché rispetto alla situazione di luglio ci sono state delle novità, alcune positive, altre preoccupanti, che mi pare il caso di sottolineare. Innanzitutto, grazie ad un decreto legge del Governo dello scorso agosto, abbiamo potuto sbloccare euro, destinati in parte (circa euro) ad interventi di asfaltatura che erano decisamente improrogabili e in parte ( euro) a lavori di manutenzione degli edifici scolastici. Questi interventi sono già stati avviati, anche se con le difficoltà legate al fatto che le condizioni climatiche non sono certo propizie. In ogni caso, sono in tutto otto le vie, parte a Magnago e parte a Bienate, che verranno riasfaltate (i dettagli li trovate a pagina 4). In più, come detto, verranno eseguite alcune manutenzioni necessarie agli edifici scolastici. Inoltre, il Ministero delle infrastrutture e trasporti, dopo pressanti richieste da parte del Comune di Magnago, ha deciso di stanziare una somma di euro per finanziare la realizzazione di un ascensore, per l abbattimento delle barriere architettoniche presso il plesso scolastico di via Don Milani. Non è, questa, l unica buona notizia per quanto riguarda finanziamenti provenienti da enti superiori e da fondazioni, grazie al lavoro degli assessorati e degli uffici comunali, che sanno presentare progetti e richieste di finanziamento ben studiati e motivati. Così, in tema di viabilità, sarà la Regione a farsi carico della spesa di ben euro per la prosecuzione della circonvallazione sud, che si svilupperà dal cimitero di Bienate alla zona Accam e che dovrà risolvere l impatto che si potrà verificare con l apertura del nuovo centro intermodale ferroviario di Sacconago. Inoltre, di recente, il supporto degli uffici comunali ha permesso al Centro anziani di Bienate di ottenere dalla Provincia euro per realizzare un laboratorio informatico per i suoi soci. Altri finanziamenti a fondo perduto, questa volta dalla Fondazione Ticino Olona, sempre grazie alla collaborazione degli uffici comunali, sono stati assegnati alla Parrocchia di San Michele ( euro per la ristrutturazione del cinema parrocchiale) e alla Croce Azzurra: euro per l acquisto di un automezzo. Visto che pongono limiti all utilizzo delle nostre risorse, è positivo poter almeno utilizzare questi finanziamenti! Le buone notizie, per le casse comunali, non finiscono qui: va infatti sottolineato che nella prima parte dell anno la spesa corrente è stata inferiore di euro rispetto alle previsioni: il lavoro di razionalizzazione compiuto da assessorati e uffici continua a dare i suoi frutti. Se queste sono le luci, non mancano però le ombre. E la prima è un effetto diretto della crisi economica: sempre nella prima parte dell anno gli introiti del Comune per gli oneri di urbanizzazione per nuove costruzioni si sono praticamente dimezzati rispetto alla previsione. Una volta l utilizzo degli oneri di urbanizzazione era legato alla realizzazione di servizi necessari per nuovi edifici, ma la drastica diminuzione delle risorse che arrivano ai Comuni dallo Stato e il progressivo irrigidimento del Patto di stabilità hanno fatto sì che per quasi tutti i Comuni siano diventati di fatto una delle fonti di finanziamento anche per la spesa corrente. Dunque, malgrado le buone notizie che ho prima riferito, l orizzonte, per Magnago come per gli altri Comuni, continua ad essere piuttosto grigio. Né a livello centrale pare esserci, attualmente, disponibilità ad accogliere le richieste di ammorbidire il Patto di stabilità almeno per i Comuni, come Magnago, che hanno una situazione economica decisamente sana. TRE SICUREZZA GARANTITA Si sono fatte molte chiacchiere e si sono letti tanti articoli sul cosiddetto rave party che nella notte tra il 3 e il 4 ottobre ha richiamato centinaia di giovani nei boschi al confine tra Bienate e Buscate. Direi che, per come sono andate le cose, quell episodio ha in realtà confermato come il controllo sul territorio esista e come la collaborazione dei cittadini sia fondamentale per rafforzarlo. I giovani in questione si sono dati appuntamento presumibilmente via internet, come accade in queste vicende, certo senza chiedere autorizzazioni al Comune (lo ricordo a chi fa polemiche inutili), ma poco tempo dopo che la festa - e un gran frastuono - erano iniziati, la situazione è stata segnalata da alcuni cittadini ai carabinieri che sono prontamente intervenuti. Le 255 denunce seguite all intervento sono la conferma che i militi hanno fatto il loro dovere e tutto quanto era necessario per risolvere la questione, senza problemi per l incolumità di chiunque. Approfitto comunque per ricordare quanto il Comune di Magnago fa per il controllo del territorio: la Polizia locale che, è il caso di ricordarlo, conta su 7 unità, ha rafforzato ulteriormente il pattugliamento, non solo nel periodo estivo, prolungandolo in alcune giornate anche con un terzo turno serale (sino alle 24), il tutto, naturalmente, senza andare ad interferire, anzi coordinandosi con il lavoro dei Carabinieri, che intervengono in casi come quello ricordato. La Protezione civile, per parte sua, in coordinamento e collaborazione con la Polizia locale, prosegue e intensifica il controllo del territorio dal punto di vista ambientale, contro scarichi abusivi di rifiuti, a tutela dei parchi, verifica e segnala l eventuale presenza di buche nelle strade, ecc. Ricordo che sia la Polizia locale che la Protezione civile hanno messo a disposizione un numero di pronto intervento per segnalazioni ed emergenze (l importanza di questa collaborazione da parte dei cittadini si è vista, come detto, anche in occasione del rave party ). I numeri sono (attivo dalle 9,30 alle 19,15) per la Polizia locale; (24 ore al giorno) per la Protezione civile.

4 Anche se quello dei Lavori pubblici è sicuramente il settore più penalizzato dal blocco degli investimenti causato dall applicazione - obbligata - del cosiddetto Patto di stabilità, l assessorato e gli uffici sono pronti ad utilizzare ogni spazio che si apre sul fronte economico per realizzare lavori importanti e necessari andando al di là di quella che è la pura e semplice manutenzione. Così in questo periodo, tra lavori iniziati, lavori conclusi e progetti definiti, le novità positive non sono poche. Vediamo nel dettaglio le principali. LAVORI PUBBLICI Nuove asfaltature, un ascensore per la scuola illuminazione a led, chiusura lavori al cimitero ASFALTATURE Lo sblocco di circa euro, conseguente ad un decreto legge del Governo, ha permesso di programmare ed iniziare - tenendo peraltro conto delle problematiche legate al periodo non favorevole dal punto di vista climatico - lavori di asfaltatura che riguardano otto vie, scelte valutando sia l urgenza degli interventi necessari, sia la collocazione delle vie rispetto alla presenza o vicinanza di strutture pubbliche o di uso pubblico. Le vie in questione sono: via Montanari, via Virgilio, via Canova, via P.F. Calvi, via Tommaseo - nel tratto tra via Nobili della Croce e via Trieste -, via Don Milani, via Toti e via Manin, nel tratto tra via Fratelli Cervi e via Cristoforo Colombo. I lavori previsti in queste vie, per una spesa complessiva di euro, riguardano il rifacimento del manto stradale con tappetino di usura, la realizzazione della segnaletica stradale orizzontale. EDIFICI SCOLASTICI dei euro di cui si parlava verranno invece utilizzati soprattutto per lavori di manutenzione ad edifici scolastici. In particolare sono previsti: la sistemazione esterna alla Scuola dell infanzia di Battesimo - Comunione - Cresima - Laurea Lista Nozze - Matrimonio - Anniversario lo Scrigno snc di Feudo Emilia e Giana Alessandra Piazza Mazzini Castano Primo (MI) - Tel./Fax via Mameli (costo euro), piccoli interventi di manutenzione in vari edifici (7.000 euro), lavori di tinteggiatura in vari edifici (per un importo di euro). Infine euro sono stati stanziati per l impianto elettrico del cimitero di Bienate. Ma sul fronte delle scuole una notizia importante arriva dal Ministero delle infrastrutture e trasporti, che ha accolto la richiesta del Settore lavori pubblici del Comune di Magnago di finanziare i lavori per l installazione di un impianto ascensore, ad uso anche di disabili, per la realizzazione di un impianto antincendio esterno per la Scuola media di via Don Milani (foto a sinistra), nonché di un impianto montascale, ad uso dei disabili, per la palestra dello stesso plesso scolastico. L intervento, che rientra nell ambito di quelli finalizzati all abbattimento delle barriere architettoniche, verrà progettato, realizzato e finanziato a cura del Ministero, naturalmente tenendo conto delle esigenze di funzionamento della scuola durante l anno scolastico. PUNTI LUCE A LED Ultimamente si è parlato molto delle scelte dell Unione Europea che porteranno al graduale abbandono delle lampade ad incandescenza, sostituite da quelle fluorescenti, a basso consumo. Ma l opinione generale è che non tra non molto tempo queste ultime verranno a loro volta soppiantate dalla tecnologia di illuminazione a led, ritenuta migliore in termini di consumi, ulteriormente ridotti, e di durata. Anche il Comune di Magnago ha deciso di iniziare a muoversi in questa direzione, accogliendo la proposta di Enel Sole srl, la società che gestisce gli impianti di illuminazione pubblica sul territorio di Magnago e Bienate, di sostituire nelle vie Trieste e Vespucci i 38 apparecchi di illuminazione stradale a vapori di mercurio con apparecchi di illuminazione a led. L operazione non avrà alcun costo per il Comune, se non l aumento del canone di manutenzione annuo, a fronte del quale vi saranno comunque un risparmio del consumo energetico (calcolato attorno al 40%) e una maggior durata dei led rispetto ai vari tipi di lampade, senza dimenticare la notevole riduzione dell inquinamento luminoso, il maggior comfort visivo e il diminuito rilascio di anidride carbonica. CIMITERO DI MAGNAGO È stato raggiunto l obiettivo di realizzare, prima della ricorrenza dei defunti, buona parte dei lavori di completamento dell ampliamento del cimitero di Magnago, ad iniziare dal collegamento diretto tra il cimitero esistente e la parte nuova (si veda la foto in alto). I lavori di completamento, per una spesa complessiva di euro + Iva, sono stati affidati alla ditta Edil CO.RE.MA srl, dopo che è stato rescisso il contratto con la ditta Coop Cogen, che non era stata in grado di completare l intervento. I lavori appaltati alla Edil CO.RE.MA srl comprendono, tra l altro, la sistemazione definitiva dell ingresso degli utenti da via Manzoni, il ricordato collegamento tra le due zone del cimitero, il completamento della posa di lapidi in marmo, il completamento dell impianto elettrico e di illuminazione esterna, la sistemazione a verde all interno e all esterno del muro di cinta dell ampliamento. QUATTRO

5 URBANISTICA Il 19 novembre conferenza finale per la Valutazione ambientale strategica Un PGT ragionato e ragionevole C. EL. B. S.R.L. Centro elaborazione dati Contabilità aziendale e fiscale Paghe e contributi Tel Fax Via Peschiera MAGNAGO (MI) CINQUE sione per lo sviluppo di attività economiche secondo specifiche tipologie di aziende: le attività ad alto valore tecnologico, per le quali si punta alla costituzione di un vero e proprio polo; le attività industriali/artigianali oltre alle aziende che decideranno di spostarsi dalle localizzazioni attuali, spesso nei centri abitati, prevedendo anche delle incentivazioni; e le attività commerciali, per le quali è stata prevista un grande area a ridosso della tangenziale sud, confermando anche la zona industriale alla periferia di Bienate, vicino all inceneritore Accam. Approvato il Piano casa L Un altro passaggio importante dell iter per l adozione del Piano di Governo del Territorio - il PGT, che andrà a prendere il posto dell ormai vecchio PRG - è alle porte. Giovedì 19 novembre, presso la sala conferenze di via Lambruschini, con inizio alle 10, ci sarà la conferenza finale di valutazione per la VAS, Valutazione Ambientale Strategica del Documento di piano del PGT. Si tratta di un passaggio importante, si diceva, di una procedura, quella di Valutazione ambientale strategica - parte fondamentale dell elaborazione del PGT - che ha preso il via nel novembre del Alla conferenza prenderanno parte gli enti sovracomunali Regione e Provincia -, i Comuni confinanti, enti come l Asl, l Arpa, Tutela Ambientale del Magentino spa, Amiacque srl, la Soprintendenza ai beni architettonici e al paesaggio della Provincia di Milano, ecc., oltre naturalmente ai rappresentanti dell Amministrazione comunale, ad iniziare dal sindaco Ferruccio Binaghi e dall assessore al Pgt Elia Piero Peroni, ai professionisti incaricati dell elaborazione degli strumenti urbanistici, oltre a tutti i soggetti, in primis i cittadini, interessati a partecipare. La conferenza prenderà in esame quanto finora redatto per ciò che riguarda la Valutazione ambientale strategica, che è, in sostanza, uno strumento di indirizzo, sviluppo e controllo, che permette di integrare la dimensione ambientale nel piano urbanistico, identificando le problematiche relative all impatto sull ambiente che possono derivare dallo sviluppo urbanistico previsto dal PGT. La conferenza dovrà naturalmente tener conto anche delle osservazioni avanzate da enti, aziende e cittadini sulla base della documentazione che è stata a disposizione presso gli uffici comunali, in visione per chi ne era interessato, dal 26 agosto al 25 settembre scorsi (va peraltro ricordato che la Valutazione ambientale strategica non fa riferimento alla possibilità edificatoria dei terreni, che sarà invece esposta con il Piano delle Regole). Si avvicina dunque il momento del passaggio in Consiglio comunale per l adozione del PGT, Piano di governo del territorio il cui lungo iter, sottolinea l assessore Elia Piero Peroni, non è stato dovuto a inutili lungaggini e a perdite di tempo, ma alla volontà di arrivare alla definizione di un lavoro fatto bene, approfondendo i vari aspetti ad esso collegati, arrivare alla stesura del PGT giusto per lo sviluppo di Magnago e Bienate nei prossimi anni. In particolare, il Piano che sta nascendo da questo lavoro - indubbiamente favorito dalla presenza, tra i professionisti impegnati nella preparazione del PGT, di un avvocato esperto in urbanistica, Brunello De Rosa - punta su linee guida ben precise: uno sviluppo sostenibile, senza sprechi di territorio né aumenti eccessivi della popolazione, con la ricerca di una maggiore integrazione fra Magnago e Bienate, sia in termini di polarizzazione dei servizi che attraverso il miglioramento dei collegamenti viabilistici, anche e soprattutto con collegamenti ciclopedonali.. Non sono mancati gli incontri per conoscere meglio le esigenze della cittadinanza, in particolare con le categorie produttive, anche per verificare l eventuale volontà delle aziende esistenti di ampliare l attività, cosa che favorirebbe l occupazione, naturalmente tenendo conto delle problematiche dal punto di vista urbanistico ed ambientale. In particolare sono state individuate tre macroaree di espano scorso 13 ottobre il Consiglio comunale di Magnago ha approvato il cosiddetto Piano casa, decidendo gli aspetti di sua competenza nell ambito della legge regionale relativa alle azioni straordinarie per lo sviluppo e la riqualificazione del patrimonio edilizio ed urbanistico. In particolare il Consiglio comunale, recependo quanto proposto dalla Giunta, ha deciso: una riduzione del 10% degli oneri per interventi che rientrano nell ambito di applicazione della legge regionale; di permettere l applicazione di parametri di ampliamento su tutto il territorio comunale; di stabilire che in caso di ampliamento di edifici residenziali i proprietari degli stessi debbano reperire o avere già in disponibilità parcheggi di pertinenza degli edifici in questione nella proporzione di 1 mq di parcheggio ogni 10 mc di ampliamento; nel caso di aumento di unità abitative, alla proporzione sopra riportata va aggiunto che per ogni unità immobiliare ci debbano essere almeno 2 posti auto. LineaDiretta Bollettino informatore comunale Anno X - Numero 3 (nuova serie) - Ottobre/Novembre 2009 DIRETTORE RESPONSABILE: Marco Cattaneo COORDINAMENTO REDAZIONALE, PROGETTO GRAFICO, REALIZZAZIONE, PUBBLICITÀ E STAMPA SO.G.EDI. srl, via Seneca Busto Arsizio (Va) telefono , fax Registrazione Tribunale di Milano numero 215 del 27/3/1991

6 Magnago è sempre Comune Riciclone I dati, relativi al 2008, hanno parlato da soli: con il 59,5% di raccolta differenziata, un indice di buona gestione di 54,30 e un conseguente risparmio pro capite di anidride carbonica di 111 kg all anno, il Comune di Magnago si è collocato ancora una volta in ottima posizione tra quelli che ogni anno vengono riconosciuti come Comuni Ricicloni nell ambito del premio nazionale promosso da Legambiente e patrocinato dal Ministero per l Ambiente. Va detto che se il dato relativo alla raccolta differenziata, nella sua eccellenza, si commenta da sé, l indice di buona gestione, anch esso decisamente positivo per quanto riguarda Magnago, è quello che assegna un voto complessivo alla gestione dei rifiuti urbani nei suoi molteplici aspetti, tenendo conto, oltre che della percentuale di raccolta, di altri elementi importanti come la riduzione della quantità totale di rifiuti prodotti, la sicurezza dello smaltimento, l efficacia del servizio. Molto interessante pure il dato relativo al risparmio di anidride carbonica, dovuto appunto alla gestione differenziata della raccolta: si pensi che il Comune di Cessalto, un paese di abitanti in provincia di Treviso, che si segnala come il migliore in assoluto in tutta Italia con una percentuale di raccolta del 77,8% e un indice di buona gestione di 87,60, ha un risparmio pro capite di anidride carbonica di 110,1 kg all anno. Onore al merito dei cittadini di Magnago e Bienate, dunque, che collaborano fattivamente al funzionamento di que- AMBIENTE E TERRITORIO LA RACCOLTA DEI RIFIUTI A MAGNAGO E BIENATE NEL PRIMO SEMESTRE 2009 SEI

7 AMBIENTE E TERRITORIO sto servizio, e del personale dell Amga di Legnano, che gestisce il servizio dal 2007, facendo capo al Settore ambiente e territorio del Comune. E soddisfazione per una progressione che ha portato la percentuale di raccolta differenziata dei rifiuti, a Magnago e Bienate, dal 48% del 2005 al 59,5% dello scorso anno. Ma si può fare ancora meglio - come ci ricorda il dato di Cessalto, o anche quello di Verbania, primo fra i Comuni capoluogo, in tutta Italia, con il 72,8% -, superando quelle piccole criticità che ogni tanto si possono manifestare. Nel primo semestre di quest anno, ad esempio, la percentuale di raccolta differenziata è leggermente calata, passando al 58,05%, come si può vedere nella tabella pubblicata nella pagina precedente. Un dato che, pur non risultando allarmante, richiama comunque l attenzione e la necessità di un impegno ancora maggiore, per far sì che la percentuale di raccolta differenziata torni a crescere, in particolare in segmenti come l umido (che rappresenta il 12,12% del totale dei rifiuti raccolti a Magnago e Bienate), la carta e il cartone (13%, tra raccolta a domicilio e presso la piattaforma), il vetro (11,78%), la plastica (3,88%). Raccolta della plastica S i ricorda che gli oggetti in plastica vanno raccolti, da tutte le utenze, comprese quelle condominiali, nei sacchetti trasparenti gialli, ed esposti fuori casa, sul fronte stradale, dopo le 18 del giorno che precede quello previsto per la raccolta. Fanno parte dei prodotti in plastica bottiglie d acqua e bibite, flaconi di detergenti, detersivi e shampoo, confezioni e contenitori in plastica di alimenti, vasetti dello yogurt, vaschette sagomate in plastica e polistirolo per uova, alimenti ed oggetti vari, involucri per confezioni di bibite o riviste, film e pellicole, reti per frutta e verdura, sacchi per il confezionamento degli abiti, borse e sacchetti per la spesa, vasi per vivaisti, cassette per la frutta in plastica. Insieme alla plastica vanno raccolti tutti gli imballaggi in plastica, cioè tutti quegli oggetti in plastica che hanno una funzione di protezione e contenimento. Vanno invece nel sacco viola (indifferenziato) gli altri oggetti in plastica come tubetti, giocattoli, patti e posate usa e getta, pennarelli, biro, accessori e arredi in plastica. Gli imballaggi in plastica vanno consegnati vuoti e privi di residui; per quanto possibile è opportuno schiacciare i contenitori per ridurli di volume prima di depositarli nel sacchetto. I flaconi T/F, che hanno contenuto sostanze tossiche ed infiammabili, possono essere conferiti con la plastica solo se sono stati ben risciacquati. Raccolta differenziata il calendario ZONA 1 (GIALLA - vedi cartina) Rifiuti solidi indifferenziati (sacco VIOLA) Martedì Umido organico (sacchi biodegradabili, nel mastello MARRONE) Martedì Vetro e lattine (nel mastello VERDE) Martedì Imballaggi in plastica (sacchi GIALLI) Mercoledì Carta e cartone (legati in pacchi) Giovedì Umido organico (sacchi biodegradabili, nel mastello MARRONE) Venerdì ZONA 2 (AZZURRA - vedi cartina) Umido organico (sacchi biodegradabili, nel mastello MARRONE) Martedì Imballaggi in plastica (sacchi GIALLI) Mercoledì Carta e cartone (legati in pacchi) Giovedì Rifiuti solidi indifferenziati (sacco VIOLA) Venerdì Umido organico (sacchi biodegradabili, nel mastello MARRONE) Venerdì Vetro e lattine (nel mastello VERDE) Venerdì NB: I rifiuti vanno posizionati negli appositi contenitori dopo le 18 del giorno che precede quello previsto per la raccolta. Il ritiro avverrà dalle 6 del mattino. In caso di festività o sciopero, il servizio verrà effettuato il primo giorno utile successivo. SETTE

8 SETTORE AMMINISTRATIVO-FINANZIARIO In relazione alla norma statale e sulla base dei dati catastali Avviata la verifica della Tarsu In questi mesi l Ufficio tributi sta provvedendo ad una verifica straordinaria della tassa raccolta rifiuti (Tarsu), in relazione ad una norma statale che prevede di assoggettare a tale tassa non meno dell 80% della superficie catastale di ogni abitazione. A partire dalla fine del mese di agosto è stata inviata una comunicazione interlocutoria, di verifica dei metri quadrati su cui viene applicata la tassa, ai contribuenti sui quali si rilevavano difformità tra i dati catastali che ci sono stati messi a disposizione dall Ufficio del territorio dall inizio di quest anno e i dati rilevati dall archivio del Comune. L attività finora esercitata ha permesso di rilevare, in proiezione al 31 dicembre di quest anno, metri quadrati che non venivano assoggettati alla Tarsu, per un importo di e circa di mancato gettito annuale per il Bilancio comunale, somma che si andrà a recuperare con avvisi di pagamento da emettere nel Il recupero di questa evasione parziale permetterà sicuramente al Comune di contenere i ritocchi alla tassa raccolta rifiuti, applicando il principio di pagare tutti per pagare meno. A questo proposito va peraltro sottolineato che, nonostante gli aumenti che hanno subito i costi del servizio di raccolta dei rifiuti (dal 2004 al 2009 l incremento è stato del 12,10%), soprattutto in relazione agli adeguamenti contrattuali del personale delle aziende che gestiscono il settore dell igiene ambientale ed ai rincari del costo del petrolio, l ultimo aumento della tassa raccolta rifiuti è stato effettuato nel 2004, e questo grazie ad una politica da un lato di razionalizzazione dei costi e dall altro di lotta all evasione. Allo stato attuale la copertura del costo del servizio è pari al 90,35%, il che significa che nel 2009, a fronte di costi di gestione, per raccolta e smaltimento rifiuti, spazzamento strade e piazze, svuotamento cestini, ecc., pari ad e , l utenza, sia civile che relativa alle attività produttive, contribuisce per e È in funzione il servizio gratuito Sms Magnago Èstato attivato il nuovo servizio gratuito Sms-Magnago, tramite il quale coloro che sono interessati possono ricevere le notizie che riguardano Magnago e Bienate sul loro cellulare o all indirizzo di posta elettronica. Le notizie sono suddivise nelle seguenti aree tematiche: comunicazioni di pubblica utilità, appuntamenti sul territorio, viabilità - trasporti, servizi scolastici. Finora gli iscritti sono stati più di 200. Chi volesse iscriversi al servizio può sempre farlo, recandosi all Urp, in piazza Italia 1, e compilando l apposito modulo, oppure via internet, cliccando sul link servizio SMS Magnago del sito www. comune.magnago.mi.it, oppure ancora mandando un Sms al numero con il testo composto dalle parole chiave MAGNAGO ATTIVARE RIPARAZIONE ASSISTENZA anche a domicilio VENDITA Personal Computer - Componenti Accessori e Telefonia Mobile CENTRO STAMPA ESPRESSA DIGITALE Biglietti da Visita - Carta Intestata - Buste Timbri preinchiostrati - Badge - Plastic Card Depliants - Brochure - Volantini - Tessere Cataloghi - Striscioni in PVC Rilegature - Plastificazione Piazza San Michele, Magnago MI Tel.. Fax. Compro ORO PAGAMENTO IN CONTANTI ORO ARGENTO PLATINO DIAMANTI OROLOGI DI PRESTIGIO ORARIO dal lunedì al venerdì sabato chiuso Via Martiri Patrioti, 87 Castano Primo Tel OTTO

9 TRASPORTI - TERRITORIO Ogni martedì mattina cinque corse per raggiungere i punti principali di Magnago e Bienate Ritorna il bus gratuito del martedì S iamo in autunno inoltrato, la temperatura scende, andare a piedi o in bicicletta diventa meno piacevole. È giunto dunque il momento, per il Comune di Magnago, di riproporre Magnago & Bienate... in bus, il servizio di trasporto gratuito che viene effettuato ogni martedì mattina per chi non ha la possibilità di utilizzare veicoli privati o che, in ogni caso, preferisce servirsi del mezzo pubblico. Il servizio, gratuito per tutti,offerto già lo scorso anno e nei primi mesi del 2009, ha ottenuto notevoli consensi; viene dunque riproposto, dal 3 novembre al 26 gennaio - ma non è esclusa la possibilità di prorogarlo anche nei mesi successivi - con la medesima formula, in collaborazione con Atinom, utilizzando un bus di una trentina di posti. Le corse sono sempre 5, dalle 9 alle 12,17, con la frequenza di una corsa ogni 40 minuti, partenza e capolinea al piazzale del cimitero di Bienate e 20 fermate, una in più dello scorso anno, su un percorso un po ampliato, sulla base delle richieste dei cittadini. Il bus segue dunque un percorso che tocca i punti di maggior interesse per i cittadini, sia a Magnago che a Bienate, dagli ambulatori al Municipio, dalle Poste ai cimiteri, al mercato - che si tiene appunto al martedì mattina -, fino alla Biblioteca comunale - facilmente raggiungibile da piazza Italia -, anch essa aperta al martedì mattina. Sono stati mantenuti anche i tre punti di sosta prolungata (tre minuti) in via Manciatelli (vicino al mercato), in piazza Italia (vicino al Municipio) e in via Manzoni, nei pressi del cimitero di Magnago, per consentire anche ai ritardatari di usufruire del servizio. QUESTE LE FERMATE E GLI ORARI DEL SERVIZIO 1) Bienate - p.le Cimitero ) Via Sicilia ang. via Veneto ) Via Sicilia ang. via Goito ) Via Marco Polo ang. via Sardegna ) Via Leopardi (piazzale mercato - ambulatori) ) Via Colombo ang. via Pascoli ) Via Colombo ang. via Diaz (cooperativa) ) Via Diaz ang. via della Chiesa ) Via Cadorna ang. via Rossini ) Via Manciatelli (Mercato) - sosta 3 minuti ) Via Calvi ang. via Modigliani ) Via San Martino ang. piazza De Gasperi ) Piazza Italia ang. via C. Croce - sosta di 3 minuti ) Via Marconi ang. via Crespi ) Via Marconi parcheggio nuovo supermercato ) Via Carroccio ang. via Marconi ) Via don Mazzolari ang. via Carroccio ) Via Manzoni (cimit. Magnago) - sosta di 3 minuti ) Via Fogazzaro ang. via S. Francesco ) Via Vespucci ang. via Tommaseo (Cooperativa) Capolinea - Bienate - P.le cimitero - sosta di 3 minuti NOVE

10 ell ambito di questa nuova rubrica si è scelto di portare a conoscenza dei lettori due opere d arte molto pregevoli, custodite l una nella chiesa parrocchiale di San Michele a Magnago e l altra in quella di San Bartolomeo a Bienate. Le opere sono due dipinti su tela realizzati agli inizi del 1600 MAGNAGO, CHIESA DI SAN MICHELE Camillo Procaccini San Giacinto guarisce i due gemelli ciechi (1615 circa) Olio su tela cm 270 x 180 circa La grande tela, che si trova presso la chiesa parrocchiale di San Michele a Magnago, sembra in buone condizioni generali e conserva probabilmente anche la cornice originale. Come risulta dall esame visivo, l opera spetta senza dubbio a Camillo Procaccini (Bologna, 1555 circa - Milano 1629) e come tale è stata riconosciuta anche nel recente inventario curato dalla Curia Arcivescovile milanese nel 1994 (la documentazione relativa è conservata nell Archivio Parrocchiale di Magnago: si ringrazia il parroco per averla resa accessibile). L identificazione dell autore permette di formulare un ipotesi riguardo alla provenienza del dipinto e di chiarirne il soggetto. Varie guide milanesi fra 600 e 700 ricordano alcune tele del Procaccini che si trovavano nella chiesa milanese di S. Maria della Vettabbia (talvolta chiamata anche Vecchiabbia), annessa a un monastero femminile domenicano. Uno di questi dipinti raffigurava il miracolo della guarigione dei due bambini ciechi ad opera di san Giacinto. L opera è citata, con maggiore o minore precisione, dalla guida del Torre (1674), dal Latuada (1737), dal Bartoli (1776). L antico monastero sorgeva a Milano nella zona dell attuale Corso Italia, all altezza di via Cosimo del fante, e fu soppresso nel Gli arredi della chiesa vennero in seguito dispersi mentre il chiosco cinquecentesco sopravvisse fino alla Prima guerra mondiale (alcuni resti sono tuttora visibili sul luogo). La tela del Procaccini era considerata perduta già nel 1818 dal Bossi e riappare invece qui. Date l identità del pittore e la presenza sulla tela di Magnago di due bambini evidentemente ciechi e di vari Domenicani - uno dei quali con l aureola -, TESORI NASCOSTI Nelle nostre chiese due tele del Procaccini Si trovano nelle due parrocchiali di San Michele e San Bartolomeo N DIECI dal famoso pittore Camillo Procaccini, di origini emiliane ma vissuto a Milano. Si tratta di un patrimonio artistico e culturale di grande valore per la nostra Comunità e certamente tutti coloro che avranno modo di recarsi nelle due chiese parrocchiali potranno apprezzarle nel loro pieno significato. l identificazione appare infatti quasi certa, vista anche la rarità del soggetto raffigurato (un altra tela di identico soggetto, ma di autore non precisato, si conserva comunque a Milano nella chiesa domenicana di Santa Maria della Rosa). Sembra quindi opportuno spendere qualche parola proprio su questo argomento. Nato in Polonia nel XIII secolo, Giacinto Odrowac entrò nell Ordine dei Domenicani nel 1220 e fu attivo, oltre che in patria, in Boemia e a Kiev. Morì a Cracovia nel Nella sua terra d origine fu oggetto di diffusa venerazione, in particolare come guaritore, ed il processo di canonizzazione si aprì già pochi anni dopo la morte, per concludersi, però, soltanto nel Negli anni immediatamente successivi san Giacinto fu ripetutamente raffigurato in dipinti di Ludovico Carracci (Parigi, Louvre), Ottavio Leoni (Roma, S. Maria sopra Minerva), Lavinia Fontana (Roma, S. Sabina), Ventura Salimbeni e Francesco Vanni (ciclo sui miracoli del santo, comprendente anche quello dei due gemelli, a Siena, in S. Spirito). Tornando quindi al dipinto, giova ricordare che la chiesa della Vettabbia fu profondamente rinnovata a partire dal 1595 e fin verso il 1620, immediatamente a ridosso della canonizzazione di Giacinto di Polonia. La decisione di dedicargli un dipinto, che per le sue imponenti dimensioni si può immaginare destinato a fungere da pala di un nuovo altare o comunque ad occupare una posizione eminente in una cappella, fu quindi assai tempestiva. Il livello medio della pittura - con qualche caduta per esempio nei due bambini, riscattata in parte dal bel paesaggio di fondo, dove alcuni edifici turriti stanno ad evocare l ambientazione polacca - non può far dubitare della complessiva autografia dell opera, anche se non è naturalmente possibile escludere del tutto che nella bottega qualche aiutante di Camillo vi abbia messo mano. Momenti di maggiore o minore tensione espressiva, legati anche al diverso grado di prestigio delle commissioni, non sono infrequenti nella carriera avanzata del Procaccini. Più difficile fornire un indicazione precisa sulla data di esecuzione, vista anche la relativa ripetitività del pittore ed i suoi frequenti recuperi di figure o soluzioni già utilizzate in altre opere. Il dipinto, della maturità piena e dai toni abbastanza pacati, dovrebbe comunque risalire agli anni compresi fra il 1615 e il 1625 circa. Una certa rigidezza nei panneggi della figura femminile a sinistra e l impostazione generale della composizione suggeriscono di paragonare questa tela alla Veronica che si conserva su un altare della Certosa di Pavia, opera solitamente datata 1605, per la quale risulta tuttavia un pagamento nel Il recupero a Magnago di una notevole testimonianza artistica proveniente da una chiesa milanese distrutta non è affatto un caso isolato e sottolinea fra l altro l utilità di proseguire nelle capillari ricerche sul territorio.

11 BIENATE, CHIESA DI SAN BARTOLOMEO Camillo Procaccini San Francesco stigmatizzato (1610 circa) Olio su tela cm 240 x 120 circa La bella tela, che si conserva nella seconda cappella a destra della moderna parrocchiale di Bienate, risale senza dubbio alla prima metà del XVII secolo. L opera riproduce il tema seguendo una tradizione iconografica al tempo ormai consolidata: il santo è inginocchiato in adorazione, le braccia aperte, lo sguardo rivolto verso uno squarcio di cielo immensamente luminoso fra nubi grigie, dal quale si dipartono i raggi di sole rossi che lo raggiungono al petto e alle mani. Fronde di alberi e rocce affilate creano un ambientazione selvaggia, aperta su lontananze azzurrine, mentre, un po discosto e quasi ignaro di ciò che sta accadendo, fra Leone appare assorto nella lettura. La tela è nel complesso in buone condizioni. La superficie è ossidata e fortemente offuscata dalla sporcizia, ma è probabile che al di sotto della vernice si conservino ancora quasi tutta la materia pittorica e la cromia originale (piccoli brani di azzurro sono visibili a contorno del profilo di San Francesco, forse pulito in qualche occasione). Anche in questo caso, come per la grande tela di Magnago dedicata a San Giacinto, l esame visivo rivela quasi senza incertezze che si tratta di un opera importante di Camillo Procaccini fin qui sfuggita a quanto pare agli studiosi e agli appassionati d arte. TESORI NASCOSTI Tipologia facciale del santo, posa e impaginazione, descrizione del paesaggio, tipo di panneggio: tutti gli elementi concordano nel sostenere l attribuzione, confortata anche dal confronto con altre opere del pittore di soggetto identico o simile (soltanto il viso di fra Leone si discosta dai riconoscibili e spesso ripetitivi tipi procaccineschi). Si vedano in particolare il San Francesco stigmatizzato inciso da Camillo nel 1593, quello dipinto nella chiesa milanese di Santa Maria presso San Celso, la Madonna col Bambino e i santi Francesco e Chiara della Colleggiata di Busseto e, soprattutto, il Perdono di Assisi, bella tela conservata in Santa Maria di Campagna a Piacenza. Qui la figura principale è molto vicina benché in controparte, e condivide con l opera di Bienate (oltre all evidente debito con la più famosa interpretazione baroccesca del tema) perfino il forte gioco di luce e ombra creato sulla veste del santo dal braccio sollevato. Quest ultima opera venne eseguita nel circa e ciò potrebbe fornire un indicazione cronologica utile anche per la tela di Bienate. Mancano oggi all appello alcune interpretazioni di questo tema uscite dal pennello di Camillo Procaccini, delle quali riferiscono le fonti: un quadro dedicato a San Francesco stigmatizzato si trovava nella chiesa milanese dei Cappuccini di Porta Orientale (ma doveva essere molto più piccolo di questo), un altro nella chiesa milanese di Santa Maria della Consolazione, un altro ancora a Genova, nel palazzo di Giovanni Carlo Doria. Non c è comunque ragione di escludere a priori che il dipinto oggi a Bienate sia stato eseguito fin dall origine per questa sede. Nei primi decenni del XVII secolo soggiornava infatti in paese un personaggio come Gerolama Sansona Della Croce, presso la cui abitazione era stato realizzato un oratorio dedicato proprio a San Francesco d Assisi (eretto in beneficio presso la parrocchia dalla stessa nobildonna con lascito del 1618). Ciò potrebbe forse spiegare l arrivo di un opera di questo livello, commissionata ad uno dei pittori che godevano di maggiore fama a Milano nel primo quarto del Seicento. ALBERTO FERRARIO & FIGLI s.n.c. di Ferrario Giuseppe, Carlo & C MAGNAGO (MI) - Via Manciatelli, 1 Tel Fax UNDICI

12

rifiuti come, dove, quando

rifiuti come, dove, quando rifiuti come, dove, quando 71% del totale dei rifiuti domestici prodotti a Rovereto viene differenziato grazie all impegno di tutti i cittadini.* Solo con la collaborazione di ognuno si può aumentare ancora

Dettagli

Comune di. Canegrate

Comune di. Canegrate Comune di Canegrate UMIDO ORGANICO Nei sacchetti in Mater-Bi dentro l apposito cestino aerato. Per la raccolta il sacchetto va spostato nel MASTELLO MARRONE da mettere fuori casa. Grandi quantità di verde

Dettagli

Più differenzi, più riduci, più risparmi.

Più differenzi, più riduci, più risparmi. Più differenzi, più riduci, più risparmi. Da luglio 2014 la tassa sui rifiuti diventa su misura Comune di Medesano Più differenzi, più riduci, più risparmi La raccolta differenziata a Medesano è diventata

Dettagli

Più differenzi, più riduci, più risparmi.

Più differenzi, più riduci, più risparmi. Più differenzi, più riduci, più risparmi. Nel 2013 la tassa sui rifiuti diventa su misura Comune di Colorno Tariffa puntuale Colorno.indd 1 22/04/2013 8.04.09 Più differenzi, più riduci, più risparmi La

Dettagli

CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO

CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO CALENDARI E SONDAGGI PER L ANNO NUOVO È iniziata la distribuzione dei calendari per l anno nuovo realizzati dall Ufficio Ecologia del Comune di Saronno in collaborazione con Econord. L importante appuntamento

Dettagli

rifiuti come, dove, quando Imballaggi leggeri: la nuova raccolta opua5-rovereto.indd 1 2-09-2011 11:51:10

rifiuti come, dove, quando Imballaggi leggeri: la nuova raccolta opua5-rovereto.indd 1 2-09-2011 11:51:10 rifiuti come, dove, quando Imballaggi leggeri: la nuova raccolta opua5-rovereto.indd 1 2-09-2011 11:51:10 NuOVI SERVIZI PER MIGLIORARE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA dopo qualche anno dalla partenza a rovereto

Dettagli

La Raccolta Differenziata

La Raccolta Differenziata La Raccolta Differenziata Le norme principali Le istruzioni per l uso Le norme principali Il Regolamento comunale è un insieme di norme utili a salvaguardare il decoro di Roma e a garantire una corretta

Dettagli

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie

La Raccolta Differenziata a casa tua. guida per le famiglie La Raccolta Differenziata a casa tua istruzioni per l uso guida per le famiglie Raccolta Differenziata Le novità Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve

Dettagli

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta

Trinitapoli Raccolta differenziata porta a porta 1 Porta a Porta: che cosa cambia? Scompaiono definitivamente i cassonetti stradali 1: Raccolta differenziata Porta a Porta Una grande idea per un mondo libero dai rifiuti il Comune di Trinitapoli attiva

Dettagli

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO.

COMUNE DI. Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. COMUNE DI Raccolta differenziata dei rifiuti SEMPLICE COME UN GIOCO. RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI PER RENDERE EFFICIENTE UN SERVIZIO AL CITTADINO NEL RISPETTO DELLE REGOLE DETTATE DALLA COMUNITA

Dettagli

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale

Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale Prima di chiedersi come si puliscono le città, bisognerebbe chiedersi come si sporcano. Guido Viale fare la raccolta differenziata non è solo un obbligo di legge è un segno di rispetto e di grande civiltà!

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16

RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16 RACCOLTA DIFFERENZIATA a Porta ECOCALENDARIO2015/16 SACCHETTO AVORIO (biodegradabile e compostabile) NEL CONTENITORE MARRONE > ORGANICO COSA: briciole, bucce di frutta e verdura, lettiera per animali,

Dettagli

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio

Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Mini guida relativa al funzionamento del centro di raccolta rifiuti sito nel Comune di Ardesio Il Centro di Raccolta Differenziata dei rifiuti è un area presidiata ove si svolge l attività di raccolta

Dettagli

Raccolta differenziata (RD) per materiale

Raccolta differenziata (RD) per materiale Raccolta differenziata (RD) per materiale I servizi di raccolta differenziata sono effettuati con il sistema porta a porta con: - frequenza di raccolta settimanale di carta, cartone; - frequenza di raccolta

Dettagli

raccolta differenziata porta a porta San Pietro in Palazzi da lunedì 10 novembre 2008 www.reaspa.it

raccolta differenziata porta a porta San Pietro in Palazzi da lunedì 10 novembre 2008 www.reaspa.it raccolta differenziata porta a porta San Pietro in Palazzi da lunedì 10 novembre 2008 www.reaspa.it L Amministrazione Comunale, in collaborazione con REA, avvierà, nel mese di novembre, nel quartiere di

Dettagli

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI

FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI FAI LA DIFFERENZA: DIFFERENZ A! GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI COMUNE DI CESANO BOSCONE La raccolta differenziata a Cesano Boscone Raccogliere separatamente i rifiuti è un gesto di rispetto

Dettagli

LA RACCOLTA DEGLI ABITI USATI A FIRENZE

LA RACCOLTA DEGLI ABITI USATI A FIRENZE LA RACCOLTA DEGLI ABITI USATI A FIRENZE Abiti usati : un rifiuto prezioso. Anche i vestiti smessi possono essere riciclati, al pari di altri rifiuti preziosi come carta, plastica, vetro e alluminio. Il

Dettagli

Comune di Spilimbergo ANNO 2008

Comune di Spilimbergo ANNO 2008 Comune di Spilimbergo ANNO 2008 RICICLABILE 39,1% NON RICICLABILE 60,9% SITUAZIONE ATTUALE! "# INDUSTRIALI 13% CARTA 9% PLASTICA 6% VETRO 8% INGOMBRANTI 7% VERDE 11% UMIDO 9% INERTI 10% SECCO 26% OBIETTIVI

Dettagli

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI GE.S.IDR.A. S.p.A. Gestione Servizi Idrici Ambientali Via Lazio sn 24055 Cologno al Serio (Bg) Tel. 035 4872331 - Fax 035 4819691 e-mail: protocollo@gesidra.it SERVIZIO DI IGIENE URBANA PER I COMUNI SOCI

Dettagli

Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA

Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA www.provincia.roma.it Anche a Cave arriva la raccolta differenziata PORTA a PORTA Comune di Cave Ufficio Informazioni RD, Tel. 06 950 008 28 - www.comune.cave.rm.it La raccolta differenziata Necessità

Dettagli

Raccolta domiciliare porta a porta

Raccolta domiciliare porta a porta Città di Sasso Marconi Raccolta domiciliare porta a porta Sasso Marconi, novembre 2007 Il continuo aumento della quantità di rifiuti prodotti ci sta ponendo urgenti problemi di gestione e di smaltimento

Dettagli

Un sacco. di differenza

Un sacco. di differenza Un sacco di differenza Utenze commerciali - Q.re Porto Un sacco di differenza Buongiorno, il Comune ed Hera hanno una buona notizia da darvi: nel quartiere Porto, dove avete la vostra attività commerciale,

Dettagli

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro.

LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. LA NUOVA TARIFFA DEI RIFIUTI. Guida al passaggio da tassa a tariffa nel Comune di Castel San Pietro. Poste Italiane - tassa pagata - invii senza indirizzo auto./dc/er/bo/isi/3627/2003 del 20/06/2003. Alla

Dettagli

M' ILLUMINO DI LED. Un progetto del MOVIMENTO 5 STELLE PIEGARO

M' ILLUMINO DI LED. Un progetto del MOVIMENTO 5 STELLE PIEGARO M' ILLUMINO DI LED Un progetto del MOVIMENTO 5 STELLE di PIEGARO COMUNE DI PIEGARO RICOGNIZIONE IMPIANTI DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE TABELLA RIEPILOGATIVA DI TIPO LAMPADE E PUNTI LUCE AGGIORNATA AL 02/05/2013

Dettagli

LE TEMPISTICHE DEL PROGETTO

LE TEMPISTICHE DEL PROGETTO Il progetto BiciScuola, l iniziativa correlata al Giro d Italia è rivolta in esclusiva alle scuole Primarie di tutta Italia. Il progetto, giunto alla quindicesima edizione, promosso da RCS Sport-La Gazzetta

Dettagli

Non più rifiuti ma risorse.

Non più rifiuti ma risorse. Non più rifiuti ma risorse. La raccolta differenziata porta a porta nel Comune di Bibbiano. GUIDA PER LE ATTIVITÀ COMMERCIALI, PRODUTTIVE E PER GLI UFFICI. Comune di Bibbiano Opuscolo PAP UND Bibbiano.indd

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Calendario Raccolta. Porta a Porta. ECOman. La nuova guida per la raccolta differenziata. porta a porta. Modalità e giorni di raccolta.

Calendario Raccolta. Porta a Porta. ECOman. La nuova guida per la raccolta differenziata. porta a porta. Modalità e giorni di raccolta. Comune di San Zeno di Montagna Com San Zeno Comune di San Giovanni Ilarione Provincia di Verona Provincia di Verona Calendario Raccolta Porta a Porta ECOman Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta

Dettagli

1 GIUGNO 2012 PARTE LA NUOVA GESTIONE SPECIALE RIFIUTI. Raccolta dei rifiuti a Sale Marasino: COMUNE DI SALE MARASINO

1 GIUGNO 2012 PARTE LA NUOVA GESTIONE SPECIALE RIFIUTI. Raccolta dei rifiuti a Sale Marasino: COMUNE DI SALE MARASINO COMUNE DI SALE MARASINO L obiettivo delle norme italiane, conforme alle indicazioni dell Unione Europea, è il 65% di Raccolta Differenziata entro il 31 dicembre 2012 per garantire una migliore qualità

Dettagli

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI)

RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI VALERA FRATTA (LODI) COMUNE DI VALERA FRATTA PROVINCIA DI LODI P.zza Vittoria, 6 Tel. 0371.99000 Fax 0371.99348 c.a.p. 26859 E-mail: comunevalerafratta@virgilio.it RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE ANNO 2010 DEL COMUNE DI

Dettagli

Rifiuti, nuovi calendari

Rifiuti, nuovi calendari ilcentro Extra - Il giornale in edicola http://quotidianiespresso.extra.kataweb.it/finegil/ilcentro/checksecurity.chk?action=... Page 1 of 1 04/01/2012 Elenco Titoli Stampa questo articolo MERCOLEDÌ, 04

Dettagli

Progetto ecoschool: raccolta differenziata

Progetto ecoschool: raccolta differenziata Progetto ecoschool: raccolta differenziata Chi semina. raccoglie? 23/06/2010 progetto raccolta differenziata 1 Introduzione Conoscere le diverse tipologie di rifiuti Cosa fare per migliorare la raccolta?

Dettagli

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO Ordinanza Sindacale n 97 del 13 luglio 2010 IL SINDACO VISTE e RICHIAMATE integralmente le proprie Ordinanza Sindacali n 213 del 13 novembre 2009 disciplinante il servizio di raccolta dei rifiuti urbani

Dettagli

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro

Carta dei servizi. Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana. Comune di Pradalunga. Comune di Ranica. Comune di Nembro Carta dei servizi Raccolta e smaltimento dei rifiuti e igiene urbana Comune di Nembro Comune di Ranica Comune di Pradalunga Comune di Alzano Lombardo che cos è la carta dei servizi La Carta dei Servizi

Dettagli

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto!

La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! La Raccolta differenziata: Ogni cosa al suo posto! Umido Plastica e Lattine Carta e Cartone Secco non riciclabile Vetro (bianco e colorato) Farmaci scaduti Pile Legno Umido I rifiuti umidi vanno conferiti

Dettagli

TABELLE DEGLI STANDARD

TABELLE DEGLI STANDARD TABELLE DEGLI STANDARD Accessibilità ai servizi capillarità 106 Uffici Territoriali, oltre 5500 sportelli telematici collegati al PRA Utilizzo effettivo Accessibilità virtuale ed interattività Con l adozione

Dettagli

Un sacco. di differenza

Un sacco. di differenza Un sacco di differenza Utenze domestiche - Q.re Porto Un sacco di differenza Buongiorno, il Comune ed Hera ti danno una buona notizia: inizia la nuova stagione dei rifiuti nel centro storico. Da oggi nel

Dettagli

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia)

COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) COMUNE DI SAN MARTINO SICCOMARIO (Provincia di Pavia) PROGRAMMA INTEGRATO DI INTERVENTO RELATIVO ALL AREA RICOMPRESA TRA LE VIE GRAMSCI, MAZZINI, BANFI, ED IL CONFINE COL TERRITORIO COMUNALE DI CAVA MANARA

Dettagli

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00

Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami. Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Relazione Presidente Carlo Paolo Beltrami Assemblea Annuale di venerdì 9 ottobre ore 18.00 Gentili ospiti Signore e Signori, Autorità e colleghi Costruttori, vi ringrazio della vostra presenza oggi alla

Dettagli

Comune di Montefortino

Comune di Montefortino Comune di Montefortino Provincia di Fermo RACCOLTA DIFFERENZIATA DEI RIFIUTI RACCOLTA UMIDO Utilizza il cassonetto marrone per la raccolta dell UMIDO SI COSA INSERIRE: Avanzi freddi di cibo, scarti di

Dettagli

(FAQ) - DOMANDE FREQUENTI

(FAQ) - DOMANDE FREQUENTI (FAQ) - DOMANDE FREQUENTI 1. PERCHÉ SI E SCELTO DI INTRODURRE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA PORTA A PORTA? Il servizio di raccolta porta a porta si propone di responsabilizzare gli utenti rispetto ai problemi

Dettagli

Derichebourg San Germano. Comune di Bonorva. I nuovi servizi di raccolta differenziata

Derichebourg San Germano. Comune di Bonorva. I nuovi servizi di raccolta differenziata Derichebourg San Germano Comune di Bonorva I nuovi servizi di raccolta differenziata La composizione dei nostri rifiuti: Raccolte : Servizi previsti - raccolta domiciliare: Rifiuto solido frazione residuale

Dettagli

VILLA FARALDI Differenziamoci. Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future.

VILLA FARALDI Differenziamoci. Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future. VILLA FARALDI Differenziamoci Con il porta a porta per liberarci dei rifiuti in modo intelligente, per noi e per le generazioni future. !!!!! SIAMO IMPEGNATI NEL MIGLIORAMENTO CONTINUO, AIUTATECI A RISPETTARE

Dettagli

IL CASO DI MISANO GERA D ADDA. venerdì 25 ottobre 13

IL CASO DI MISANO GERA D ADDA. venerdì 25 ottobre 13 IL CASO DI MISANO GERA D ADDA CHE COS E IL BILANCIO COMUNALE Strumento di pianificazione e gestione economica e finanziaria dei Comuni. In esso vengono dettagliate tutte le entrate e le spese dell'ente

Dettagli

CALENDARIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

CALENDARIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CALENDARIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA ANNO 2015 COMUNE DI BOLLATE (MI) GAIA SERVIZI, PER MIGLIORARE LA QUALITA DELLA VITA A BOLLATE IMBALLAGGI IN PLASTICA Per capire cosa si può conferire basta domandarsi

Dettagli

Calendario Raccolta Rifiuti

Calendario Raccolta Rifiuti P Comune di San Zeno di Montagna Provincia di Verona Calendario Raccolta Rifiuti Modalità e giorni di raccolta ECOman presenta La nuova guida per la raccolta differenziata porta a porta. Più vicino a te,

Dettagli

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO

Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013. Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Prot. 0004217/ep Brivio, 15/03/2013 Gentile famiglia Oggetto: PROMUOVERE LA SOSTENIBILITA ENERGETICA NEL COMUNE DI BRIVIO Il Comune di Brivio ha sottoscritto il Patto dei Sindaci, iniziativa Europea nata

Dettagli

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della

differenza i colori fanno la RACCOLTA DIFFERENZIATA campagna per la promozione della Comune di Spotorno i colori fanno la differenza campagna per la promozione della RACCOLTA DIFFERENZIATA per gli utenti di Via alla Rocca, Via alla Torre, Via Magiarda, Via Puccini, Via Coreallo Via Verdi

Dettagli

COMUNE DI CREDARO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CREDARO Provincia di Bergamo PIANO DEI SERVIZI: SCHEDA DI SINTESI SERVIZI DI COLLETTIVO: VALUTAZIONE DELLO STATO DI FATTO Studio Dott. Arch. Piergiorgio Tosetti via Paglia 22/A - Bergamo Tipologie di attrezzature valutate: MUNICIPIO

Dettagli

Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane.

Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane. Sostenibilità ambientale e comportamenti virtuosi nella gestione dei rifiuti. Il caso Poste Italiane. Amedeo Urbano De Marco, Responsabile di Commessa, CNS Consorzio Nazionale Servizi Poste Italiane: un

Dettagli

RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI ROBBIO

RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL COMUNE DI ROBBIO RACCOLTA PORTA A PORTA DEI RIFIUTI URBANI NEL PARTE LE RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA DIRETTAMENTE A CASA TUA State comodi, veniamo noi! 2 C.L.I.R. è lieta di presentarvi il suo TESTIMONIAL... 3

Dettagli

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA Comune di Montemarciano GUIDA E CALENDARIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA 2015 Valido dal 01.02.2015 al 31.05.2015 LE MODALITÀ DI RACCOLTA LUNEDÌ MARTEDÌ MERCOLEDÌ GIOVEDÌ VENERDÌ SABATO Frazione organica Da

Dettagli

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA

CITTÀ DI SPINEA PROVINCIA DI VENEZIA SETTORE LAVORI PUBBLICI - VIABILITA' E MOBILITA' Protocollo n. 0032126/2013 Spinea, lì 24/10/2013 OGGETTO: AVVISO PUBBLICO DI PREINFORMAZIONE PER L'AFFIDAMENTO IN CONCESSIONE DEL SERVIZIO DI GESTIONE DELLA

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A

A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A A R E A P I A N I F I C A Z I O N E E G E S T I O N E D E L T E R R I T O R I O S E R V I Z I O A M B I E N T E E D E C O L O G I A COMUNE DI OPERA SERVIZIO AMBIENTE ED ECOLOGIA Campagna informativa

Dettagli

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche

La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche La Raccolta Differenziata Utenze non domestiche istruzioni per l uso Raccolta Differenziata Una soluzione alla portata di tutti La produzione di rifiuti è in continuo aumento e deve essere gestita in modo

Dettagli

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21

ATTI, NON PAROLE AGENDA21. Agenda 21 a cura di Roberto Catania L istituzione di nella Provincia di Lecco ha avuto inizio nel 2003 seguendo un percorso che si potrebbe definire tradizionale. Dall istituzione del Forum generale si è passati

Dettagli

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune

LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI. Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI Il rendiconto della gestione Gli indicatori Il patrimonio del Comune LE RISORSE FINANZIARIE E PATRIMONIALI L elevata varietà e complessità di servizi e funzioni come

Dettagli

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale fe r ma t a S. R it a via ma ssaren ti Nella zona intorno a via Scandellara (tra via del Terrapieno, la ferrovia Sfm Veneta e la

Dettagli

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno

Prefettura Ufficio territoriale del Governo di Ascoli Piceno PATTO PER LA SICUREZZA TRA LA PREFETTURA - UFFICIO TERRITORIALE DEL GOVERNO DI ASCOLI PICENO E IL COMUNE DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO finalizzato alla realizzazione di iniziative per un governo complessivo

Dettagli

Come faccio a riconoscere se un prodotto elettrico ed elettronico deve essere raccolto in maniera differenziata?

Come faccio a riconoscere se un prodotto elettrico ed elettronico deve essere raccolto in maniera differenziata? FAQ Che cosa sono i RAEE? RAEE è l acronimo di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. I RAEE sono i rifiuti che derivano da tutte le apparecchiature che dipendono, per un corretto funzionamento,

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA

EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA ZONA ARANCIO ZONA VERDE EVOLUZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA NEL CENTRO DI PADOVA I cambiamenti di orari e modalità di conferimento per un servizio ancora più puntuale ed efficiente. Per un centro cittadino

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI COMUNE DI CASIER (Provincia di Treviso) REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA SULLA PUBBLICITA E PER L EFFETTUAZIONE DEL SERVIZIO DELLE PUBBLICHE AFFISSIONI Approvato con deliberazione di

Dettagli

ARREDO INURBANO CAMPIONARIO MONZESE 2008 (LA CITTÀ DEL DISORDINE E DEL DEGRADO) www.hqmonza.it - hqmonza.info@gmail.com. Comitato San Fruttuoso 2000

ARREDO INURBANO CAMPIONARIO MONZESE 2008 (LA CITTÀ DEL DISORDINE E DEL DEGRADO) www.hqmonza.it - hqmonza.info@gmail.com. Comitato San Fruttuoso 2000 ARREDO INURBANO (LA CITTÀ DEL DISORDINE E DEL DEGRADO) CAMPIONARIO MONZESE 2008 I TOTEM DI TELECOM Sono le postazioni telefoniche pubbliche abbandonate, ormai da tempo senza apparecchio e tutte in condizioni

Dettagli

Caratteristiche di una CasaClima

Caratteristiche di una CasaClima Caratteristiche di una CasaClima Il termine CasaClima non identifica uno stile architettonico o un sistema costruttivo ma uno standard energetico. Una CasaClima è innanzitutto un edificio in grado di assicurare

Dettagli

COMUNE DI SERDIANA PRESENTAZIONE BILANCIO PREVISIONALE 2013

COMUNE DI SERDIANA PRESENTAZIONE BILANCIO PREVISIONALE 2013 PRESENTAZIONE PRESENTA IL SINDACO ROBERTO MELONI Il bilancio di previsione annuale, è il più importante strumento di pianificazione annuale dell attività dell Ente, che attua la programmazione definita

Dettagli

La Carta dei Servizi

La Carta dei Servizi La Carta dei Servizi - Allegato B - DETTAGLIO SULLE STRUTTURE E I SERVIZI FORNITI Le principali attività garantite da ACEA sono: la raccolta stradale per eco-punti; le raccolte domiciliari; il lavaggio

Dettagli

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA

TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA TABELLA A : SANZIONI IN MATERIA DI RACCOLTA RIFIUTI Allegato a D.G.C. 1/2011 ZONA AL DI FUORI DEL PERIMETRO PORTA A PORTA ARTICOLO DI RIFERIMENTO FATTISPECIE VIOLAZIONE SANZIONE MINIMO EDITTALE 1.1 Nelle

Dettagli

Città di Ariccia. Tariffazione Puntuale

Città di Ariccia. Tariffazione Puntuale Città di Ariccia Tariffazione Puntuale Ariccia a Tariffa Puntuale Cos è la Tariffa Puntuale? Breve excursus storico 1997: d.lgs 22/1997 la TIA, Tariffa d Igiene Urbana, destinata a sostituire progressivamente

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

OBIETTIVO: RAGGIUNGERE IL 65%

OBIETTIVO: RAGGIUNGERE IL 65% COMUNE DI MONDOLFO PROVINCIA di PESARO e URBI OBIETTIVO: RAGGIUNGERE IL 65% Questa Guida ti aiuta a risolvere i più comuni dubbi su come fare una buona raccolta differenziata, per raggiungere insieme l

Dettagli

GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE

GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE COMUNE DI VIGO RENDENA PROVINCIA DI TRENTO N. 153 REP. ATTI PRIVATI OGGETTO: CONVENZIONE TRA I COMUNI DI VIGO RENDENA E DI DARE PER LA GESTIONE DELLE STRUTTURE CIMITERIALI, DELLA CASA SOCIALE E DELLE AREE

Dettagli

LA RELAZIONE CONTABILE

LA RELAZIONE CONTABILE LA RELAZIONE CONTABILE Struttura del Bilancio di Previsione Il bilancio di previsione comunale è il documento di indirizzo politicofinanziario con il quale il Consiglio Comunale, su proposta della Giunta,

Dettagli

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO

COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Comunicato stampa COMUNI SPRECONI? SERVONO CIRCA 120 MILIONI DI EURO PER IL RISPARMIO ENERGETICO Servono tra i 110 e i 120 milioni di euro per ridurre gli sprechi in campo energetico dei Comuni con meno

Dettagli

Scarica l App! COMUNE DI

Scarica l App! COMUNE DI Scarica l App! COMUNE DI rognano COMUNE DI ROGNANO Il comune al servizio del cittadino ORARI E NUMERI UTILI BANCA POPOLARE COMMERCIO E INDUSTRIA TEL. 0382.925512 FILIALE DI MARCIGNAGO DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ

Dettagli

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA GUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA CALENDARIO RACCOLTA RIFIUTI A DOMICILIO Il nuovo sistema di raccolta prevede un cambiamento del calendario settimanale di raccolta così organizzato: MARTEDI' 1 e 3 martedì

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva

ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva ECO-CONCORSO QUESTIONE DI STILE Relazione conclusiva La campagna, la mostra, la festa, l eco questionario Lo scorso marzo Comune AcegasAps e Legambiente hanno lanciato una nuova campagna di sensibilizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE

REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE COMUNE DI SPELLO Provincia di Perugia REGOLAMENTO DI GESTIONE DELLE STAZIONI ECOLOGICHE Approvato con deliberazione consiliare n. 9 del 14 marzo 2005 Modificato ed integrato con deliberazione consiliare

Dettagli

Carissimi concittadini,

Carissimi concittadini, Carissimi concittadini, a distanza di un anno dall avvio della raccolta porta a porta nel centro urbano, torniamo nelle Vostre case a presentarvi un nuovo modello adattato alle reali esigenze del paese,

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE

UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE UNA RETE DI SOSTEGNO PER I BAMBINI AMMALATI E PER LE LORO FAMIGLIE Casina dei bimbi conta su di me Mi chiamo Claudia e sono la mamma di Federico, che oggi avrebbe l età per un simpatico profilo su Facebook.

Dettagli

Mini Guida. Le assicurazioni online

Mini Guida. Le assicurazioni online Mini Guida Le assicurazioni online Guida realizzata da Con il patrocinio ed il contributo finanziario del LE ASSICURAZIONI ONLINE In questa guida parleremo delle assicurazioni auto online, le più diffuse

Dettagli

Il/ La sottoscritto/a nato/a a. il, residente a. in Via/Piazza n. cap.

Il/ La sottoscritto/a nato/a a. il, residente a. in Via/Piazza n. cap. Comune di Novara RELAZIONE TECNICA ASSEVERATA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) (ai sensi dell art. 19 Legge 241/1990 come modificato e integrato dall art. 49 della Legge 122/2010)

Dettagli

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE

SERVIZIO EDILIZIA PRIVATA E AMBIENTE Ordinanza n. 755 del 12 novembre 2013 Oggetto: DIVIETO DI ABBANDONO RIFIUTI E MATERIALI IL SINDACO VISTO D.Lgs 03/04/06 n. 152 e s.m.i. Norme in materia ambientale ed in particolare: - l articolo 178 ove

Dettagli

RACCOLTA DIFFERENZIATA UTENZE DOMESTICHE Abiti a COMMENDA? Questa è la tua settimana LUNEDI MARTEDI MERCOLEDI GIOVEDI VENERDI SABATO

RACCOLTA DIFFERENZIATA UTENZE DOMESTICHE Abiti a COMMENDA? Questa è la tua settimana LUNEDI MARTEDI MERCOLEDI GIOVEDI VENERDI SABATO Assessorato Igiene Urbana Abiti a COMMENDA? Questa è la tua settimana L va conferito nei contenitori stradali MARRONI tutti i giorni dalle 19 alle 23 L va conferito nei contenitori stradali VERDI tutti

Dettagli

A 16 anni dall approvazione del decreto Ronchi è in corso una rivoluzione della gestione dei rifiuti: - che sta cambiando gli stili di vita

A 16 anni dall approvazione del decreto Ronchi è in corso una rivoluzione della gestione dei rifiuti: - che sta cambiando gli stili di vita A 16 anni dall approvazione del decreto Ronchi è in corso una rivoluzione della gestione dei rifiuti: - che sta cambiando gli stili di vita (battaglia vinta contro i sacchetti di plastica non compostabile);

Dettagli

1. PERCHE SI E SCELTO DI INTRODURRE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA PORTA A PORTA?

1. PERCHE SI E SCELTO DI INTRODURRE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA PORTA A PORTA? 1. PERCHE SI E SCELTO DI INTRODURRE IL NUOVO SERVIZIO DI RACCOLTA PORTA A PORTA? Il servizio di raccolta porta a porta si propone di responsabilizzare gli utenti rispetto ai problemi di smaltimento dei

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

BUONI VACANZA ITALIA. Buoni Vacanze Italia

BUONI VACANZA ITALIA. Buoni Vacanze Italia BUONI VACANZA ITALIA 1 DEFINIZIONE Il buono vacanza si configura come un documento di legittimazione, ovvero un documento che serve ad identificare l avente diritto alla prestazione di un servizio, presso

Dettagli

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE

COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE COMUNE DI VENEGONO SUPERIORE PROVINCIA DI VARESE POLIZIA LOCALE ORDINANZA N 103 Venegono Superiore, 20 novembre 2009 Oggetto: Disposizioni in materia di conferimento dei rifiuti. IL SINDACO Visto l art.

Dettagli

COMUNE DI NOGARA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE. Approvato con delibera n

COMUNE DI NOGARA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE. Approvato con delibera n COMUNE DI NOGARA Provincia di Verona REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE Approvato con delibera n del REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE INDICE ART 1 - PRINCIPI E FINALITA GENERALI Principi fondativi e valori etici

Dettagli

COMUNE DI CAPENA. (Provincia di Roma) ORDINANZA SINDACO. Numero 26 del 21-06-2012 Numero Registro Generale 44

COMUNE DI CAPENA. (Provincia di Roma) ORDINANZA SINDACO. Numero 26 del 21-06-2012 Numero Registro Generale 44 COMUNE DI CAPENA (Provincia di Roma) ORDINANZA SINDACO Numero 26 del 21-06-2012 Numero Registro Generale 44 OGGETTO: DISCIPLINA PER IL CONFERIMENTO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA. IL SINDACO

Dettagli

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI

DETRAZIONI FISCALI DEL 50% INCENTIVI FISCALI INCENTIVI FISCALI RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE AGEVOLAZIONI FISCALI IN TERMINI DI DETRAZIONI IRPEF DEL 50% IN COSA CONSISTE? Limitatamente al settore della climatizzazione, l agevolazione consiste nel riconoscimento

Dettagli

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. Stabilimenti balneari Guida alla raccolta differenziata dei rifiuti urbani. lo sapevate che: Per fare una tonnellata di carta ci vogliono 15 alberi, mentre per fare una tonnellata di carta riciclata neanche

Dettagli

3. Il rapporto tra il Piano triennale delle opere pubbliche e il Piano dei servizi. 3.1. Qualche considerazione di carattere normativo e programmatico

3. Il rapporto tra il Piano triennale delle opere pubbliche e il Piano dei servizi. 3.1. Qualche considerazione di carattere normativo e programmatico 3. Il rapporto tra il Piano triennale delle opere pubbliche e il Piano dei servizi 3.1. Qualche considerazione di carattere normativo e programmatico La Lr. 12/2005 per il governo del territorio individua

Dettagli

RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015

RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015 RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015 RASSEGNA STAMPA CREDITO SPORTIVO Domenica, 13 settembre 2015 13/09/2015 Gazzetta del Sud (ed. Catanzaro) Pagina 43 Dopo sedici anni di stop

Dettagli

CARTA, CARTONCINO, CARTONE

CARTA, CARTONCINO, CARTONE CARTA, CARTONCINO, CARTONE QUALI SI: giornali e riviste, tabulati di fotocopie, carta da pacchi, imballaggi di carta e cartoncini in genere, sacchetti di carta, scatole e scatoloni anche ondulato, cartoni

Dettagli

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile.

Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. di Pier Francesco Piccolomini 1 Che cos è, dove si trova, e a cosa serve Internet? Possono sembrare domande banali, ma a pensarci bene la risposta non è tanto facile. Oggi attraverso questa gigantesca

Dettagli