ROVIGNO GNO ROV. dentro APPUNTAMENTIPOLITICI MENSILE DEL COMUNE DI FIUME. PERIODICO INFORMATIVO DELLA CITTÀ DI ROVIGNO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ROVIGNO GNO ROV. dentro APPUNTAMENTIPOLITICI MENSILE DEL COMUNE DI FIUME. PERIODICO INFORMATIVO DELLA CITTÀ DI ROVIGNO www.rovinj."

Transcript

1 GUIDA AGLI APPUNTAMENTI DI SETTEMBRE-NOVEMBRE 2010 Anno I1 /n. 5 ROVIGNO ROV GNO dentro APPUNTAMENTIPOLITICI PERIODICO INFORMATIVO DELLA CITTÀ DI ROVIGNO MENSILE DEL COMUNE DI FIUME FONDI DI PREADESIONE EUROPEA GRANDI OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE CAMBIO AI VERTICI DEL MUSEO CIVICO I PROGETTI DELLA NUOVA DIRETTRICE MARIJA SMOLICA CONCLUSA LA RISTRUTTURAZIONE DELL EDIFICIO DEL GINNASIO RIPRENDONO LE LEZIONI IN ATTESA DELLA NUOVA PALESTRA UNA VITA DEDICATA ALLO SPORT GIANNI ROCCO E L UNIONE SPORTIVA ROVIGNESE CHI NON LASCIA EREDITÀ D AFFETTI, POCHE GIOIE HA SU QUESTA TERRA 110 ANNI DI ATTIVITÀ DELLA CASA PER ANZIANI E DISABILI «DOMENICO PERGOLIS»

2 2 I fondi di preadesione europei La responsabile del Settore amministrativo per le finanze, lo sviluppo e l economia di Rovigno, Martina Čekić Hek GRANDI OPPORTUNITÀ DA NON PERDERE Il parco di Punta Corrente in lizza per i fondi Europei Sandro Petruz amministrazione rovignese ha recentemente candidato due nuovi progetti ai fondi stanziati dall Unione Europea nell ambito del programma operativo IPA tra la Croazia e la Slovenia per il periodo L acronimo IPA indica lo strumento di assistenza preadesione che offre aiuto ai paesi impegnati nel processo di adesione all Unione europea (UE) per il periodo L IPA è quindi inteso a rendere l assistenza più efficace e coerente attraverso un unico quadro per il rafforzamento della capacità istituzionale, della cooperazione transfrontaliera, dello sviluppo economico e sociale e dello sviluppo rurale. Gli aiuti di preadesione sostengono il processo di stabilizzazione e di associazione dei paesi candidati effettivi e dei paesi candidati potenziali, nel rispetto delle loro specificità. L Con la Slovenia due progetti dedicati all ambiente e alla tradizione Il primo progetto candidato dalla Città di Rovigno nell ambito della collaborazione tra Slovenia e Croazia si chiama Boschi per le Città FORESITY che ha come obiettivo la manutenzione delle aree protette e il rispetto dell ecologia e della tradizione culturale di una specifica zona. Il progetto per il quale la città di Rovigno ha candidato il parco naturale Punta corrente ha un valore complessivo di 687mila euro Il responsabile del progetto è il Comune sloveno di Celje, mentre i partner nella realizzazione sono la Regione Istriana, la Città di Pola, l istituzione Natura Histrica, che si occupa della gestione delle aree protette dell Istria e il Mestni Gozd di Celje. Il progetto ha l intento di migliorare la funzione di punti d incontro sociale dei boschi di Celje, Pola e Rovigno, e prevede l installazione di nuovi parchi giochi per bambini, di nuove attrezzature e la semina di nuove piante e alberi. Inoltre saranno realizzati un sito web e delle brochure promozionali sulla fauna e la flora presenti nei parchi che partecipano al progetto, così come ci sarà uno scambio di visite ai parchi per gli alunni di tutte e tre le città. Il secondo progetto riguarda la valorizzazione della tradizione marinara, cantieristica e della pesca tipica dell Adriatico settentrionale. Il progetto dal nome Piccola barca è diretto dalla regione Litoraneo-montana con la partecipazione del Museo navale di Pirano, del Museo di Storia della Marineria di Fiume, della Facoltà di studi marittimi di Lubiana e della società per lo sviluppo regionale Porin. Il valore complessivo dell intervento è di 652mila euro di cui 56mila euro a favore della Città di Rovigno che intende utilizzare la somma per i progetti legati alla batana, la tipica imbarcazione di legno a fondo piatto, simbolo della Città di Santa Eufemia. tica ed è realizzato dalla Città di Pesaro con la partecipazione della Federazione italiana per il pentatlon moderno e il Corpo forestale italiano. Il budget per Rovigno è di ben 120mila euro è sarà utilizzato per la promozione turistica attraverso lo sport nell ottica dello sviluppo sostenibile. A seguire c è il programma di Pescara che riguarda lo sviluppo di una rete di comunicazione istituzionale per un finanziamento europeo complessivo pari a 1milione 800mila euro di cui 100mila euro destinati a Rovigno. L obiettivo della proposta è di ampliare l offerta dei servizi al cittadino attraverso lo sviluppo dei portali comunali destinati a diventare una sorta di uffici virtuali capaci di erogare prestazioni per via telematica. Oltre a Rovigno e Pescara al progetto partecipano diverse città italiane, croate e della Bosnia ed Erzegovina. Altri 190mila euro potrebbero arrivare dal progetto Adrimob volto a favorire lo sviluppo di un sistema di mobilità sostenibile centrato sullo sviluppo dei collegamenti marittimi passeggeri in tutta l area adriatica. Al progetto guidato dalla Città di Ravenna partecipano le Province di Rimini, Pescara, Brindisi e Pesaro-Urbino, Ancona, Bari e Venezia e il Comune di Cesenatico e per la Croazia, i rappresentanti del Ministero dei Trasporti, la Città e l autorità portuale di Rovigno e la Città di Arbe e la regione Litoraneo-montana. Inoltre hanno dimostrato interrese anche l autorità Grande interesse portuale della Città montenegrina di Bar, il Comune sloveno di Capodistria e i territori di Durazzo in Alper le collaborazioni con l Italia bania e di Igoumenitsa in Grecia. L ultimo progetto Oltre alle collaborazioni con la Slovenia, la Cit- in fase di candidatura si chiama Youth Networking tà di Rovigno ha presentato diversi progetti anche Organising Trainings ed è guidato dall IDA, la soper il programma operativo IPA previsto cietà istriana per lo sviluppo, con la collaborazione per i rapporti tra Italia e Croazia. Il primo progetto dell associazione dei giovani ZUM, della rete dei si chiama Turismo e Pentatlon nella regione Adria- giovani croati e delle Città di Albona e Rovigno. Con un budget di 140mila euro si lavorerà sullo sviluppo delle risorse umane attraverso viaggi di studio, conferenze e corsi per riqualificare professionalmente la popolazione più giovane dell Istria. Finora sono stati raccolti più di 200mila euro Il responsabile del Settore amministrativo per le finanze, lo sviluppo e l economia di Rovigno, Martina Čekić Hek ha spiegato che la Città di Rovigno ha ricevuto dai fondi di preadesione più di 200mila euro per i progetti finora approvati. Questi risultati sono frutto della lungimiranza dell amministrazione rovignese. Infatti Martina Čekić Hek prima della sua promozione a caposettore svolgeva la funzione di responsabile amministrativo per i fondi europei della Città di Rovigno. Il lavoro per le candidature è molto complesso e richiede un ottima preparazione dei progetti ha aggiunto la responsabile rovignese che non assicura sempre l accesso ai fondi, ma la Città di Rovigno ha dimostrato di saper massimizzare le opportunità messe a disposizione dall Unione Europea e continueremo su questa strada anche in futuro. Finora la Città di Rovigno ha partecipato al progetto Interregg 3a: si tratta di un fondo strutturale della Comunità Europa che ha lo scopo di sviluppare la collaborazione con i paesi confinanti all Unione per migliorare la situazione economica e sociale di tutto il continente europeo. Al primo concorso chiamato Programma Seenet 1 bandito della regione Toscana e dal Ministero degli Affari Esteri italiano, la Città di Rovigno ha candidato lo studio sull impatto del sistema di canalizzazione sul territorio rovignese. Il progetto è stato approvato ed è stato elargito un finanziamento non rimborsabile di 80mila euro. Dopo Grandi o

3 l ottimo esito del primo programma è seguita la partecipazione al Seenet 2, anch esso finanziato dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica d Italia e guidato dalla regione Toscana. In tre anni s intende creare un prodotto congiunto di turismo culturale collegando due regioni per molti versi simili ma anche complementari come l Istria e Varaždin. I progetti che saranno finanziati in parte dal programma Seenet2 includono diverse manifestazioni come il Festival della Malvasia istriana di Verteneglio, le Giornate di Giulio Verne di Pisino, la Serata del pescatore di Rovigno e lo Špancirfest di Varaždin. Un altro importante progetto ha visto la partecipazione dei quadri professionali della Città di Rovigno al centro di monitoraggio della provincia di Isernia. Il centro si occupa delle analisi del Polesine e al progetto parteciperanno il Consorzio per lo sviluppo del Polesine, nazionale italiana, la Provincia di Rovigo e la Città di Buie. Mentre il progetto Sto.ri.ca.tur. a cui partecipano l Agenzia Lunargento di Venezia, le Città di Venezia, di Trieste e di Ancona ha l obiettivo di puntare sulla tradizione marittima comune dell Adriatico. Rovigno anche in questo caso ha candidato il Museo Casa della batana ricevendo un finanziamento di 100mila euro. Al progetto ADRI.Fi.T, organizzato dall agenzia Progetto Verde di Padova, la Città di Rovigno ha richiesto dei fondi per la ristrutturazione CAMBIO DI DIREZIONE PER IL MUSEO CIVICO DI ROVIGNO Dal mese di luglio alla guida del Museo civico di Rovigno è stata nominata Marija Smolica, che nella suddetta istituzione ha svolto dal 1993 la funzione di bibliotecaria e pedagoga. Non si tratta della sua prima esperienza come direttrice del museo rovignese perché già nel 1995, per un periodo di un anno, aveva assunto questa funzione a titolo temporaneo. La nuova direttrice, laureata presso la Facoltà di filosofia di Zagabria in Pedagogia e con una specializzazione in Bibliografia, ha spiegato che la sua nomina è dovuta al programma che ha presentato al bando di concorso e che ha ricevuto il pieno appoggio dal Consiglio di amministrazione dell istituzione. Le direttive del mio programma per il prossimo mandato di 4 anni ha specificato la direttrice si racchiudono nell idea di evidenziare una delle funzioni principali che il nostro museo dovrebbe avere cioè la rappresentazione Marija Smolica, nuova direttrice del Museo civico di Rovigno dentrorovigno 3 del teatro Antonio Gandusio e per l organizzazione di gruppi folcloristici dedicati ai giovani. Il quinto progetto chiamato Nautur sempre a cura dell agenzia Progetto Verde di Padova, prevede la valorizzazione delle attività ricreative e sportive dedicate alla natura e la Città di Rovigno ha ottenuto la ristrutturazione e la costruzione di nuovi percorsi ciclistici. Infine è stato realizzato il progetto Regional centres for training guidato dall IDA in collaborazione con l associazione dei giovani ZUM e con gli uffici locali di collocamento di Pola, Buie, Pinguente, Albona, Cittanova, Pisino, Umago, e Dignano. L obiettivo del progetto è di promuovere la coesione sociale e economica dei gruppi più a rischio sul mercato del lavoro, attraverso la rieducazione e la formazione professionale e con misure attive per la politica occupazionale. Dai risultati dell analisi del centro di collocamento di Pola, due sono i gruppi sociali più a rischio nella regione istriana che da soli formano la metà dei disoccupati su tutto il territorio: si tratta dei giovani fino a 24 anni e delle donne con più di 40 anni d età. Nei giovani il problema riguarda la mancanza di esperienze lavorative, mentre nelle donne è stato riscontrato che mancano le conoscenze informatiche di base necessarie sul nuovo mercato del lavoro. Per risolvere il problema, il progetto ha finanziato l educazione di 15 tutor, che hanno avuto il compito di formare ed educare i disoccupati nelle città più grandi dell Istria. Infine la Città, il Servizio comunale, le scuole elementari e i giardini d infanzia di Rovigno hanno Alcuni degli armadi e dei vestiti regalati dagli abitanti di Rovigno per la collezione del Museo nato per la cura dei bambini affetti da scrofolosi e rachitismo e dove oggi è in funzione il Centro per la riabilitazione e l ortopedia Dr. Martin Horvat. Questo nuovo tipo di presentazione informale della storia della Città sarà una delle prerogative future del museo rovignese per riavvicinare i visitatori e i cittadini all istituzione. La casa rovignese Tra gli altri progetti in cantiere legati al suo programma, la direttrice ha annunciato l idea della Casa rovignese, che sarà realizzata assieme alla Città di Rovigno e alle istituzioni culturali della Città. Dopo l enorme successo ottenuto dal progetto legato alla batana, che ha ricevuto diversi riconoscimenti nazionali e internazionali diventando anche uno dei prodotti d intrattenimento turistico più caratteristici di Rovigno, con il giro del centro storico a bordo delle batane e con una serata a base di piatti tipici legati alla tradizione marina rovignese presso lo spaccio Matika, si intende continuare sulla stessa falsariga. Il progetto che si sta concordando con la supervisione del vicesindaco Marino Budicin, prevede la realizzazione di una casa arredata con mobili e suppellettili di un tempo, che completi la ricostruzione di quel periodo della storia rovignese mostrando anche le attività legate alla popolazione femminile e quelle legate alla campagna. L obiettivo finale è di realizzare diversi punti espositivi su tutto il territorio della Città che potranno essere visitati con l acquisto di un biglietto unico e che saranno in il cuore diretto dall Associazione per la comunicazione ambientale Put di Albona. Si tratta di un programma finanziato dai fondi Phare dell Unione Europea, con lo scopo di educare la popolazione più giovane di Rovigno sui principi dell ecologia e del rispetto dell ambiente. Per la realizzazione del programma sono stati stanziati 80mila euro di cui 76mila provenienti dal fondo e il resto a carico della Città di Rovigno. Con questa somma sono stati realizzati diversi materiali educativi come fumetti, diari, cd-rom interattivi e volantini informativi che sono stati distribuiti a tutti i bambini che frequentano gli asili e le prime 4 classi delle scuole elementari di Rovigno e sono state organizzate diverse visite al centro di riciclaggio rovignese e ai parchi della zona, mentre 7mila euro sono stati utilizzati per rimboscare i cortili delle scuole. di tutti gli aspetti della civiltà rovignese, dall età del bronzo fino ai giorni nostri, purtroppo negli anni questa funzione è stata messa in secondo piano a favore delle mostre artistiche, come dimostrano anche le diverse annotazioni iscritte nel libro degli ospiti del museo, che evidenziano una mancanza specifica del percorso storico di Rovigno all interno dello spazio espositivo. Scintille di storia rovignese La Smolica ha evidenziato la necessità di riportare all interno del museo gli aspetti della storia e della tradizione rovignese e in quest ottica, nella terza settimana di settembre, sono state realizzate tre serate speciali dal titolo Scintille di storia rovignese, dedicate a tre temi importanti della storia della città di Santa Eufemia. I tre incontri sono stati organizzati in modo informale con i partecipanti che potevano «DentroROVIGNO», guida agli eventi della Città di Rovigno, è un inserto gratuito che la Città di Rovigno pubblica periodicamente, in collaborazione con l Ente giornalistico - editoriale «EDIT» e con il quotidiano «La Voce del Popolo». Coeditori: Città di Rovigno ed Ente giornalistico - editoriale «EDIT» Progetto editoriale: Errol Superina Caporedattore responsabile: Errol Superina Coordinatori responsabili per la Città di Rovigno: Maria Črnac Rocco Redattore esecutivo: Sandro Petruz Art director: Daria Vlahov Horvat Realizzazione grafica: Annamaria Picco Collaboratori: Sandro Petruz, Eleonora Brezovečki e David Modrušan Indirizzo e mail: pportu intervenire a proprio piacere sugli argomenti di ogni serata. Si è iniziato lunedì, 13 settembre, con il tema del sito archeologico di Moncodogno, risalente all età del bronzo, diretto dall archeologo del museo Damir Matošević con la partecipazione degli esperti Darko Komšo e Kristina Mihovilović. Nei due giorni seguenti sono stati presentati da Katarina Marić i temi riguardanti la famiglia Hütterott e il sanatorio climatico marittimo Maria Teresa Seehospiz. La famiglia Huetterott gettò le basi del turismo rovignese mentre nella zona di San Pelagio, nel 1888 venne inaugurato il sanatorio che portava il nome della duchessa Maria Teresa, progetto, ha sottolineato la direttrice, sono necessari diversi investimenti per il lavoro di ricerca e per l acquisto degli oggetti da esposizione, anche se nel fondo del museo esistono già diversi elementi che saranno usati per questo programma, ma la sua realizzazione oltre ad avere una fondamentale importanza storico culturale sarà sicuramente un valore aggiunto all offerta turistica della Città. Inoltre sono in programma anche la ristrutturazione e l ampliamento dell edificio del museo che dovrebbe iniziare alla fine dell anno e che prevede l ampliamento dello spazio espositivo e la creazione di un nuovo laboratorio per il trattamento dei reperti storici. Le esposizioni in programma per il 2010 Nel mese di settembre sono state esposte due mostre molto particolari, la prima dedicata al viaggio in barca a vela realizzato da Elio Velan e Boris Vučković, sulla rotta che secondo la leggenda avrebbe portato le reliquie di Santa Eufemia dalla Calcedonia fino alle rive di Rovigno, e la seconda mostra dedicata ai libri illustrati per bambini della collezione personale della rovignese Tamara Teković e del museo scolastico di Zagabria. Il 2 novembre si terrà la mostra personale del connazionale Luka Nreka, giovane pittore accademico che ha vinto nel 2009 la colonia artistica di Rovigno. Entro la fine del 2010 ci sarà una mostra dedicata alle nuove acquisizioni del museo e alle donazioni ricevute negli ultimi 4 anni. Con questa mostra vogliamo ringraziare i nostri concittadini e i collezionisti innamorati della nostra città ha concluso la direttrice persone che hanno dimostrato tanta comprensione e si sono private di alcuni prezzi pregiati per favorire le attività del nostro museo.

4 unedì 4 ottobre, è stata inaugurata una nuova sezione nido del Giardino d infanzia italiano Naridola che è stata realizzata in tempi record grazie all intervento della Città di Rovigno. I lavori di ristrutturazione finanziati dalla Città hanno trasformato il refettorio dell istituzione in una nuova sezione adatta alla cura dei bambini di un età compresa tra 1 e 3 anni. L idea di questa ristrutturazione è nata dopo il bando di concorso per le iscrizioni di quest anno pedagogico per il quale erano a disposizione 10 posti per la sezione nido. Al Bando sono pervenute ben 36 domande di cui 22 da famiglie di nazionalità italiana che secondo lo statuto del giardino d infanzia hanno la precedenza di iscrizione. Data la grande richiesta, l istituzione ha proposto alla Città di Rovigno la ristrutturazione per l apertura di 15 nuovi posti. In tempi brevissimi è stato realizzato il pro- L 4 UNA NUOVA SEZIONE NIDO PER IL GIARDINO D INFANZIA ITALIANO getto ed è stato indetto il bando d appalto per i lavori che sono terminati nell arco di un mese. A vincere il bando appalto per la ristrutturazione è stata la società Vladimir Gortan di Pisino con un offerta di 180mila kune e la Città ha inoltre finanziato anche l acquisto degli arredamenti per una spesa aggiuntiva di 55mila kune. I nuovi iscritti al giardino hanno subito fatto familiarità con i nuovi ambienti che sono stati riempiti di giocattoli forniti dalla Comunità degli Italiani di Rovigno. Questo intervento si aggiunge all importante ristrutturazione del giardino che è terminata nel 2009 grazie ai fondi stanziati dall Università Popolare di Trieste, dall Unione italiana e dalla Città di Rovigno. Si è trattato di un investimento fondamentale per la minoranza italiana autoctona di Rovigno perché ha permesso l apertura della prima sezione nido che ha finalmente completato la verticale scolastica in lingua italiana sul territorio della Città. Conclusa la ristrutturazione dell edificio del ginnasio RIPRENDONO LE LEZIONI IN ATTE DELLA NUOVA PALESTRA Il laboratorio linguistico Sandro Petruz a scorsa settimana sono riprese le lezioni della Scuola media superiore italiana di Rovigno presso l edificio del ginnasio rovignese, chiuso per più di un anno a causa della ristrutturazione, avvenuta secondo il progetto dell ampliamento dell edificio e della costruzione della nuova palestra scolastica. Questo progetto, fortemente voluto dall amministrazione rovignese, è nato con l obiettivo di migliorare la qualità dell istruzione media superiore sul territorio cittadino. Questo intervento, assume un importanza ancora maggiore poiché la Città di Rovigno non ha nessun obbligo di legge per quanto riguarda un finanziamento di questo tipo, siccome la gestione delle scuole medie superiori è di competenza regionale. L idea di questo progetto nasce alla fine del 2003 con l approvazione del piano dettagliato della zona in cui si erge l edificio del ginnasio in cui operano la Scuola media superiore croata Zvane Črnja e la Scuola media superiore italiana di Rovigno. L anno successivo una commissione, formata dal sindaco Giovanni Sponza, dal vicesindaco Marino Budicin, dai membri dell associazione degli architetti istriani e dell associazione degli architetti croati e da un rappresentante del Ministero dell Istruzione croato, sceglie la proposta dello studio DVAPLUS di Zagabria come vincitrice del bando di concorso per la realizzazione del progetto di massima della palestra. Nel 2007, il parlamento croato approva la nuova legge statale sul finanziamento dell unità di autogoverno locale che fa perdere al bilancio rovignese circa 27 milioni di kune l anno, provenienti dall imposta sul profitto. Nonostante questo importante taglio alle entrate del bilancio, l amministrazione rovignese non desiste dal progetto della palestra e inizia una serie d incontri con il governo croato per ricevere un finanziamento ad hoc. Il contratto di cofinanziamento concernente la ristrutturazione e L l ampliamento dell edificio e la costruzione della palestra scolastica è stipulato il 6 giugno L accordo prevede che il Ministero della Scienza, dell Istruzione e dello Sport della Repubblica di Croazia finanzia metà dell importo complessivo per la realizzazione dei lavori fissato a 75,6 milioni di kune, mentre la Città di Rovigno si prende l onere di finanziare i lavori con 30 milioni di kune e la restante cifra va a carico dalla Regione Istriana. Per assicurare tale importo, durante l ultima seduta del 2008, il Consiglio municipale approva all unanimità l indebitamento della Città di Rovigno per i prossimi dieci anni con un apposito credito. Il permesso edile è ottenuto dall amministrazione cittadina il 28 settembre 2008 e il Ministero s incarica di bandire la gara d appalto per l esecuzione dei lavori, vinta dalla società MGA di Metković mentre la supervisione dei lavori è affidata alla società Unterkonzalting di Zagabria. Riprendon p in attesa de L inizio dei lavori In data 10 marzo 2009 viene dato il via ai lavori in presenza del Ministro delle Scienze, dell Istruzione e dello Sport, Dragan Primorac, del presidente della Regione istriana Ivan Jakovčić e del vescovo della Diocesi di Pola e Parenzo Ivan Milovan che benedice il terreno posto dietro all edificio del Ginnasio sul quale entro la primavera del 2011 verrà completata la palestra scolastica. I lavori all interno dell edificio scolastico iniziano a giugno 2009 e come in qualsiasi ristrutturazione iniziano i primi problemi e il progetto subisce delle modifiche. L edificio del ginnasio, che risale al 1913, necessita di una ristrutturazione più importante di quella pianificata. Inoltre la palestra viene spostata di qualche metro dalla posizione prevista dal progetto a causa del terreno troppo instabile e dei problemi di carattere burocratico patrimoniale con la società di telecomunicazioni croata che nella zona possiede un cavo portante. L installazione te- La nuova sala insegnanti con il corpo docenti lefonica rimane quella originaria e invece rispetto al progetto originale viene spostata la sala caldaie e le tubature del sistema idrico e di canalizzazione e per ridurre i costi i nuovi ascensori interni vengono portati a quota zero invece che a quota -2. Per ricevere il permesso di agibilità necessario per la ripresa delle lezioni nell edificio del ginnasio viene divisa la documentazione del progetto di ricostruzione dell edificio da quello della palestra e le nuove modifiche vengono inserite man mano che il tempo scorre. Si tratta di un lavoro complesso che dura tutta l estate con lo scopo di non ritardare la ripresa delle elezioni dato che entrambe le scuole hanno passato l intero anno scolastico 2009/2010 in altre istituzioni lavorando solo nelle ore pomeridiane. A fine agosto si svolge il controllo tecnico da parte degli ispettori edili che purtroppo rilevano alcune mancanze nella documentazione del progetto privo di alcuni test di qualità e con dei lavori di rifinitura non ancora completati. La commissione degli ispettori concede un termine di 30 giorni per sanare le mancanze. La scuola croata decide di iniziare l anno scolastico presso la scuola elementare Juraj Dobrila e la SMSI invece in partenza posticipa di una settimana

5 il Liceo - Ginnasio assorbe le classi superiori della scuola ottenale croata e si trasforma un Istituto misto con classi italiane e croate. Nel 1978 con l unione tra il Ginnasio e il Centro elettro-metallurgico viene istituito il Centro Scolastico dell Istruzione Indirizzata. L istituzione era organizzata in due organizzazioni del lavoro associato chiamate OBLA una per la lingua italiana e l altra per quella croata che ebbero vita fino al 1992, quando si divisero nelle tre attuali scuole autonome la Scuola media superiore italiana di Rovigno, la Scuola media superiore croata Zvane Črnja e la Scuola di formazione professionale Eugen Kumičić. L lamento coatto della popolazione rovignese a opera dell impero austro-ungarico. Dopo la fine della prima Guerra mondiale nell ala sinistra si svolsero le lezioni di una delle due scuole elementari rovignesi e in quella destra si fondò la Scuola tecnica commerciale, che nel 1923 diventa Istituto tecnico commerciale. Nel 1928 viene rinominato Armando Diaz e nel 1933 diventa Regio Istituto Tecnico Commerciale fino al Nel settembre di quell anno nasce il Liceo - Ginnasio Antonio Gramsci con l insegnamento nella sola lingua italiana. Al neo-costituito Istituto affluiscono gli alunni dell ex Liceo italiano di Pisino, che aveva cessato la sua attività e con tale trasferimento a Rovigno viene istituita la prima Casa dello Studente. Nel 1953, in seguito alla riorganizzazione della rete scolastica e dell ex distretto di Pola, 5 edificio del ginnasio di Rovigno su cui spicca la scritta latina Non scholae sed vitae discimus tratta dalle Lettere a Lucilio di Seneca, che significa non impariamo per la scuola, ma per la vita, è stato costruito nel Il ginnasio considerato da molti uno degli edifici più belli della Città, viene eretto nella zona tra la chiesetta della Madonna delle Grazie e la Casa di ricovero. Si tratta di un progetto voluto dal Comune di allora per adempiere agli obblighi derivanti dalla fondazione testamentaria del dott. Matteo Campitelli. L edificio viene costruito su progetto dell architetto triestino Ludovico Braidotti. Il Ginnasio, purtroppo, ebbe solamente la prima e la seconda classe in quanto venne chiuso il 24 maggio 1915 in seguito allo sfol- CENNI STORICI «NARIDOLA» ESA Il montascale per i disabili Il nuovo laboratorio di fisioterapia La palestra in costruzione l inizio delle lezioni previsto per il 6 settembre e successivamente realizza un programma educativo all aperto per poi spostarsi negli ambienti della Scuola elementare italiana Bernardo Benussi. La ripresa della lezioni cio ai ragazzi dell associazione dei portatori di handicap di Rovigno con la quale il gruppo di volontariato della scuola ha creato un sodalizio molto forte che è sbocciato in diverse attività di beneficienza. Oltre alle condizioni delle aule sono migliorati anche gli spazi utilizzati dal personale amministrativo e dal corpo insegnanti, con un nuovo ufficio per la contabilità e per il pedagogo, una sala professori più ampia e con degli uffici suddivisi per le varie materie scolastiche, come impongono le nuove norme ministeriali sull istruzione. Al momento la scuola ha a disposizione 10 aule e con la costruzione della nuova palestra verrà costruita anche una nuova ala che si prolungherà su un lato della palestra con ulteriori 3 aule e una sala lettura polivalente. Un altro dato importante e che la scuola è riuscita a mantenere lo stesso numero di iscrizioni dell anno scorso, con 67 alunni all attivo e con ben 13 ragazzi che hanno deciso di iscriversi al nuovo indirizzo per la qualifica di tecnico fisioterapista. Dei 13 nuovi alunni 3 sono pendolari provenienti da Umago, Gallesano e Dignano. Infine con la ripresa delle lezioni presso l edifico del ginnasio si è riaperto anche il corso di riqualifica per adulti in lingua italiana per la professione di commercialista di quarto grado. no le lezioni ella nuova Venerdì, 24 settembre l ufficio per il rilascio degli atti legati all edilizia della Città di Rovigno ha concesso il permesso di agibilità dopo aver ricevuto tutta la documentazione necessaria dagli ispettori edili che hanno confermato che tutte le mancanze rilevate durante il controllo tecnico sono state sanate. Il martedì successivo, la SMSI ha iniziato le lezioni presso l edificio e grazie alla ristrutturazione è stato aperto il nuovo laboratorio di fisioterapia per il primo indirizzo per la qualifica di tecnico fisioterapista in lingua italiana sul territorio croato. Questo nuovo indirizzo è nato con una lettera d intenti firmata dalla Città di Rovigno, dalla Regione Istriana, dall Unione Italiana, dall Ospedale per l ortopedia e la riabilitazione Martin Horvat e dall azienda turistica Maistra. Il progetto è stato avanzato dalla precedente direttrice della scuola, Viviana Benussi, che si è presa la cura di seguire tutto l iter burocratico per la sua realizzazione presso il Ministero della Scienza, dell Istruzione e dello Sport croato. Grazie ai finanziamenti del governo italiano provenienti dall UI-UPT è stato allestito il laboratorio che può vantare attrezzature di primissimo livello. Inoltre la scuola ha ricevuto anche un nuovo è attrezzatissimo laboratorio linguistico che migliorerà ancora la qualità dell insegnamento rovignese che si aggiunge ai già presenti laboratori di informatica e di chimica e biologia. L istituto è stato provvisto anche di un ascensore interno adatto ai portatori di handicap e di un montascale per facilitare l accesso alle persone costrette su una sedia rotelle: anche se al momento non ci sono alunni disabili, queste modifiche permetteranno di far visitare l edifi- L augurio del sindaco Il sindaco di Rovigno Giovanni Sponza ha spiegato l importanza di questo progetto commentando con soddisfazione la ripresa delle lezioni: Ogni inizio e in particolare ogni conclusione di un investimento che migliora lo standard di vita dei nostri cittadini ha un valore speciale; questo progetto che è stato realizzato in un momento di crisi economica ha un importanza ancora maggiore. Si tratta anche della prima opera a Rovigno che viene finanziata direttamente dal bilancio della stato croato e che è diventata realtà grazie a un costante coordinamento con tutti i rappresentanti delle istituzioni interessate, che voglio ringraziare per l impegno, la professionalità e la responsabilità dimostrata. Il sindaco ha aggiunto che investire nei giovani vuol dire investire nel futuro e con la realizzazione di questo progetto sarà costruita una nuova palestra scolastica per le esigenze di tutte e tre le scuole medie superiori e si creeranno le condizioni per l attività in un solo turno per la sezione croata. La nuova palestra sarà dotata di tutti i confort, ci saranno le tribune per gli spettatori, tre spogliatoi, l infermeria e una sala polivalente. Dietro la palestra sarà costruito un nuovo parcheggio con relativa entrata. I numeri di questo investimento sono impressionati si parla della ristrutturazione di metri quadrati dell edificio del ginnasio, e della costruzione di ulteriori metri quadrati di aule e con una palestra da metri quadrati e l assetto di ben metri quadrati di parco che circonderà le due costruzioni.

6 UNA VITA DEDICATA ALL Di David Modrušan Dopo un primo mandato con ottimi risultati, Gianni Rocco è stato riconfermato al ruolo di segretario dell Unione sportiva della Città di Rovigno. Personaggio ben noto sulla scena sportiva rovignese, Gianni, entra nel mondo dello sport nel 1968, quando s iscrive al Club di nuoto Delfino, che in quel momento aveva due sezioni, una dedicata al nuoto e l altra alla pallanuoto. Sin da giovane si fa notare come giocatore di talento, tanto da meritarsi, nel 1973, la convocazione nella Nazionale Jugoslava cadetta di pallanuoto. Da subito assume un ruolo di peso tra i pallanotisti rovignesi e le qualificazioni per la seconda lega, che il Delfino gioca e vince nel torneo di qualificazione a Vrnjačka Banja, lasciano nel giovane Rocco un segno indelebile; da quel momento il club rovignese non è mai sceso sotto quella catego- D di tutte le squadre rovignesi. Il segretario è stato anche il promotore delle manifestazioni sportive Da punta a punta via mare via terra e della Popolana, che sono entrambe arrivate alla quarta edizione di fila ottenendo un ottimo risultato di pubblico e di partecipazioni. Il primo evento è una maratona mista non competitiva che si organizza a settembre durante la giornata dedicata alla patrona di Rovigno Santa Eufemia. Alla maratona partecipano i ragazzi delle scuole del territorio assieme ad atleti professionisti e amatoriali che a nuoto, di corsa, o in sella a una bicicletta partono da diversi punti della costa rovignese per arrivare all unisono davanti al Centro multimediale dove ogni anno si svolge la seduta solenne del Consiglio municipale. La manifestazione sportivo-ricreativa Popolana che si svolge in primavera è realizzata in collaborazione con la Comunità Turistica, la Città di Rovigno e la società turistica Maistra. Questo progetto è nato con l intento di offrire al mercato turistico le risorse umane e or- TUTTE LE MANIFESTAZIONI CULTURALI, D EVASIONE E SPORTIVE APPUNTAMENTI DEL MESE 6 Gianni Rocco riconfermato alla guida dell Unione sportiva rovig 13/10 CENTRO MULTIMEDIALE ore Teorema musicale - La tradizione vive 14/10 ROVIGNO Festival del tango argentino 15/10-7/11 CENTRO MULTIMEDIALE Ivan Fijolić - sculture, oggetti, rilievi NOVEMBRE 2/11 MUSEO CIVICO DI ROVIGNO Mostra personale del pittore Luka Nreka 11/11-14/11 ROVIGNO Festival della musica corale 17/11-25/11 CENTRO MULTIMEDIALE Artisti che dipingono tramite bocca e piedi: laboratori, mostra collettiva e vendita delle opere ria di competizione. Negli Anni 80 diventa membro dell Unione sportiva per tre mandati e per due svolge anche il ruolo di membro della presidenza. Nel 1987 termina la carriera di giocatore per intraprendere quella di allenatore della prima squadra dando anche una mano nel settore giovanile. Diventa anche direttore sportivo, ereditando il posto di Longino Sošić alla guida del Club di nuoto Delfino. Le due sezioni si dividono nel 1994 in base alla nuova legge sullo sport della Croazia creando due nuovi club. La passione di Rocco per lo sport non si ferma solo alla pallanuoto, egli è anche membro attivo, sin dal giorno della sua fondazione, della squadra di calcetto Pino Budicin della Comunità degli italiani di Rovigno. Tutte le energie che Rocco impegna nel suo lavoro, con il fine di promuovere lo sport, gli sono riconosciute dalla Città di Rovigno nel 2000, quando gli viene conferito il Premio per il migliore operatore sportivo dell anno. ganizzative delle associazioni sportive che operano sul territorio rovignese con l obiettivo di aiutare di anno in anno le fasce meno agiate della cittadinanza, dato che durante ogni edizione viene organizzata una raccolta di beneficienza. Una v dedica Nel 2006 la nomina a segretario dell Unione sportiva L Unione sportiva della Città di Rovigno conta atleti raggruppati in 34 società dirette da 150 attivisti che si adoperano per il loro funzionamento quotidiano. Tra le prime novità introdotte dal nuovo segretario, eletto nel 2006, c è la trasmissione radiofonica sportiva di Radio Rovigno che settimanalmente informa la cittadinanza delle attività dei club rovignesi. Inoltre propone anche delle nuove pagine internet che sono aggiornate quotidianamente con le stesse informazioni. Grazie ad un accordo mediato dal segretario con la società di trasporti Autotrans, l Unione sportiva è riuscita a ricevere uno sconto per le trasferte Pet therapy e assistenza ai disabili Grazie alla collaborazione nata con la Popolana si è creato un forte rapporto tra l associazione delle persone portatori di handicap di Rovigno e l associazione degli insegnati di educazione fisica. Nel centro di equitazione della famiglia Haber i ragazzi hanno provato i principi dell ippoterapia e dalla Pet therapy, che trova la sua indicazione, oltre che nelle patologie classiche della paralisi cerebrale infantile, dell autismo o della sindrome di Down, anche nelle patologie acquisite in conseguenza di traumi correlati all infortunistica stradale o del lavoro. Affinché questo metodo di cura risulti efficace sotto tutti gli aspetti medici, tecnici e normativi, l ippoterapia deve essere esercitata da una équipe integrata da personale specificamente qualificato e tecnicamente preparato, nel caso rovignese i ragazzi sono stati seguiti dalla dottoressa Štengl Martinjak e dalle istruttrici di equitazione e sportive professioniste Mirjam e Suzana Haber e dalla fisioterapista Patrizia Poropat. Inoltre sono in programma anche delle lezioni di nuoto che si svolgono una volta alla settimana presso la piscina dell ospedale Dr. Martin Horvat, attività che viene curata dal professore Roberto Crevatin, e degli allenamenti di pallacanestro organizzati dal club maschile di Rovigno. Per il futuro si pensa di avvicinare i ragazzi portatori di handicap allo sport della vela, utilizzando le risorse umane del club locale e le imbarcazioni adatte alle necessità dei ragazzi, che sono già in possesso della regione istriana. Il segre-

7 nese O SPORT tario ha sottolineato come tutte queste attività sono realizzate da volontari che non percepiscono alcuna remunerazione. L archivio dello sport rovignese L Unione sportiva sta lavorando per la creazione di un archivio dello sport rovignese, dove saranno raccolte tutte le testimonianze delle attività sportive sul territorio della Città. Infatti, l unica commissione permanente che opera in seno all Unione è quella dedicata alla storia dello sport. Grazie all aiuto della Città di Rovigno è stato allestito un vano d affari al numero di 18 di Riva Aldo Rismondo, dove tutti gli interessati possono portare qualunque tipo di documento legato allo sport che sarà duplicato in forma digitale per divenire parte del suddetto archivio. Il segretario ha spiegato che tutto il materiale sarà catalogato e sarà reperibile sulle pagine online dell Unione sportiva. Al momento si sta lavorando al soft- «Chi non lascia eredità d affetti, poche gioie ha su questa terra» CELEBRATO IL 110.MO ANNIVERSARIO DELLA CASA PER ANZIANI E DISABILI DOMENICO PERGOLIS Eleonora Brezovečki «C hi non lascia eredità d affetti, poche gioie ha su questa terra»- queste sono le parole con cui Domenico Pergolis 110 anni fa celebrò l apertura della Casa per anziani e disabili da lui stesso finanziata e che rimane una tra le più grandi opere di bene che la storia rovignese ricordi. Rovigno nella pri- Ospitali e delle categorie più disagiate é più a rischio, le cui file andavano ad ingrossarsi a seguito dello sviluppo socio-demografico dovuto all ampliamento della produzione manifatturiera. Nella seconda metà degli anni Ottanta, Domenico divenne consigliere comunale, ricoprendo la carica di secondo Delegato del podestà Matteo Campitelli, quando iniziò con le sue opere di bene. Negli dentrorovigno 7 ware di catalogazione dell archivio e il progetto prevede anche la possibilità per le stesse associazioni sportive di caricare nella banca dati i video delle partite delle proprie squadre per avere anche un ausilio tecnico utile per l analisi tattica delle prestazioni. Un primo lavoro accurato di ricerca storico sportiva ha portato alla pubblicazione della monografia nella ricorrenza del centenario del club di canottaggio Arupinum, che ha ricevuto gli elogi di tutta la federazione croata di canottaggio. Infine durante le ultime due edizioni della premiazione del miglior sportivo dell anno per la Città di Rovigno, sono stati proiettati due video reperiti grazie a questo progetto di ricerca. I filmati riportano le immagini di una regata rovignese del 1975 e della corsa campestre delle scuole del 1985; questi filmati oltre ad essere una testimonianza storica hanno anche un grandissimo valore affettivo e sociale per tutti i cittadini di Rovigno. Un modello seguito in tutta la Croazia I progetti che sono stati realizzati nel corso del mandato trascorso e di quello attuale di Rocco non sono solo legati alle infrastrutture e all organizzazione delle società e delle manifestazioni sportive, bensì l accento è posto sulle risorse umane e sul perfezionamento professionale degli allenatori che sono la garanzia di buoni risultati sia a livello dilettantistico che agonistico. La Città di Rovigno è una delle municipalità croate che investe di più nello sport ha aggiunto il segretario - ma la sua particolarità è il modello di ridistribuzione ai vari club che è stato regolamentato dall Unione sportiva e si ma metà del XIX secolo, come pure nel periodo precedente, era il centro più popolato ed economicamente più importante dell Istria. Pesca, commercio di cabotaggio e squeri, erano le fonti del suo benessere. In questo contesto, il 29 ottobre 1829, nacque Domenico Pergolis, figlio di Giuseppe ed Eufemia Benussi, uno dei più grandi filantropi della storia rovignese a cui si deve la Casa per anziani e disabili che ancora oggi porta il suo nome. Come riporta lo storico rovignese Bernardo Benussi, le radici della famiglia di Domenico risalgono al 1570, quando vi giunse Francesco di Zuanne da Fiorenza, pittor. La famiglia Pergolis, come tante altre famiglie rovignesi, si diede al commercio marittimo, attività che attraverso le imbarcazioni Brazzera Maria Eufemia e Brazzera Sibilla esercitò lungo tutto l Adriatico. Fu grazie agli sforzi della famiglia che il piccolo Domenico Pergolis poté iscriversi all Università di Padova, che frequentò dal 1849 al 1856, laureandosi in medicina nell aprile del 1855 e in chirurgia nel novembre dello stesso anno. L anno anni Novanta entrò a far parte della Commissione sanitaria comunale. Al tempo le strutture sanitarie a Rovigno, nonché quelle a sostegno dei lavoratori più bisognosi funzionavano in modo discreto. Esistevano la società fra operai e operaie (1872), l Associazione operaia di mutuo soccorso tra operai, artieri e giornalieri (1884), la Federazione dei lavoratori e lavoratrici (1899) e la Cassa rurale di depositi e prestiti. Accanto a queste forme organizzative assicurative-assistenziali si affianca l attività di alcune cerchie politiche, rivolte alla numerosa classe operaia esistente a Rovigno e in particolare del gruppo cristiano-sociale e di quello socialista. Domenico Pergolis fu sempre vicino ai bisogni dei poveri, fino ad arrivare all idea di contribuire concretamente alla realizzazione di una nuova Casa di ricovero, com era nelle intenzioni della Congregazione di carità, di cui era socio. La Congregazione aveva acquistato i terreni dell ampio fondo originariamente di proprietà dei Califfi, attiguo alla chiesetta di Santa Maria delle Gra- questo edificio, ma questo nome durerà più a lungo assai di queste lettere, durerà quanto il ricordo dell atto munifico; il suo nome vivrà nel memore affetto della cittadinanza, vivrà fino a quando non sia smarrito il discernimento del bene. Tanti sono gli attestati di ringraziamento per quest opera di bene che continuano anche ai giorni nostri. Ne sono a testimonianza i festeggiamenti di quest anno per i 110.mo anni che ci separano da quell evento. La cerimonia ufficiale si è svolta il 4 agosto 2010, negli ambienti del Centro Multimediale di Rovigno, mentre quella conviviale si è tenuta nel parco che attornia il bellissimo edificio dell odierna Casa per anziani e disabili Domenico Pergolis (un tempo conosciuta come Casa di Ricovero). Inoltre l 11 settembre scorso nel Centro Multimediale della Città di Rovigno è stata presentata la monografia bilingue È la gente che fa la casa dedicata al 110. anniversario di attività della Casa per anziani e disabili Domenico Pergolis che è stata pubblicata dalla stessa isti- ita ta lo della competizione alla quale si partecipa e il numero di categorie giovanili. Questo sistema ha garantito l assenza di qualsiasi tipo di discriminazione tra gli sportivi rovignesi che indipendentemente dalla disciplina praticata ricevono gli stessi indennizzi per le trasferte e per i costi di vitto e alloggio ed è stato preso ad esempio anche da altre città per la sua riproducibilità, la sua equità e per la sua etica di fondo. Inoltre l Unione sportiva finanzia con dei contratti ad hoc l educazione dei nuovi allenatori in base alle esigenze di ogni singolo club sportivo che garantiscono un costante perfezionamento professionale. Scuole sportive universali La serietà impiegata nell organizzazione delle attività sportive nella Città di Rovigno ha dato risultati molto importanti, ed è un atto dovuto nominare i vari Volarević, Mišković, Šuran e tanti altri che nelle proprie discipline hanno raggiunto risultati sportivi di primissimo livello. Per continuare su questa strada, il lavoro con i giovani diventa una prerogativa assoluta ha aggiunto il segretario grazie alle scuole sportive universali i ragazzi delle prime 4 classi delle scuole elementari saranno seguiti da esperti di educazione fisica con l intento di far crescere i giovani in modo sano sia nel corpo che nella mente e di indirizzarli verso una disciplina sportiva più consona alle loro caratteristiche motorie, dando così ai club sportivi un ulteriore aiuto e migliorando le possibilità di successo nel mondo dello sport per i ragazzi. Il progetto prevede attraverso giochi adatti alla loro età di valutare le capacità dei ragazzi e di indirizzarli verso le discipline sportive più adatte, ma ovviamente non preclude a nessuno di poter intraprendere lo sport che più si ama, si tratta solo di avere un approccio scientifico per non permettere ai ragazzi di sciupare il proprio talento. dopo rientrò a casa per iniziare la sua vita professionale, sociale e politica. Rovigno nel frattempo aveva ottenuto lo status di città autonoma con un apposito statuto emanato il 30 dicembre 1869 secondo il quale la gestione cittadina veniva affidata al Consiglio municipale e al Podestà, coadiuvato da due Delegati e all ufficio del Magistrato civico. Rovigno disponeva al tempo di un Ufficio di sanità, di due Ospitali per i poveri (nei quali venivano curati i malati terminali, gli anziani e i trovatelli locali) e dal 1888 del Sanatorio marino per la cura dei bambini affetti da scrofolosi e rachitismo. Domenico Pergolis si accorse subito delle condizioni precarie degli costruzione della nuova Casa di Ricovero inaugurata solennemente il 4 agosto del All evento erano presenti autorità civili ed ecclesiastiche, tra le quali il podestà Matteo Bartoli e il parroco Francesco Rocco. Oltre alle famose parole che dichiarò all apertura, le cronache del tempo riferiscono che Pergolis si rammaricò per non essere ancora più ricco da poter erigere un ospedale per i suoi concittadini e per l occasione donò ulteriori corone in favore dei bisognosi. Il podestà di allora, Matteo Bartoli gli espresse la gratitudine di tutta la Città con queste significative e veritiere parole: Il vostro nome sta scritto sul fronte di La prensentazione della monografia bilingue È la gente che fa la casa con Gracijela Malčić Pirin, responsabile della pubblicazione, Mirijana Banko Filipaj, direttrice della Casa per anziani e disabili Domenico Pergolis, e Marino Budicin, vicesindaco della Città di Rovigno della Casa Gracijela Malčić Pirin, mentre i cenni storici sono opera del vicesindaco Marino Budicin, quale storico del Centro di ricerche storiche di Rovigno, e riguardano i 535 anni di storia della previdenza sociale rovignese, dal primo Ospitale (1475), alla Casa di Ricovero (1900) e un ampia biografia sulla vita del Pergolis. Una pubblicazione ricca di ricordi, testimonianze scritte e fotografiche che riproducono l importanza sociale e affettiva che questa istituzione ha avuto per la storia rovignese. La figura di Domenico Pergolis è stata più volte ricordata dalla Città di Rovigno non solo per le sue donazioni ma anche per il contributo offerto nell espletamento della sua professione di medico. Per queste motivazioni nel 1941 gli viene intitolata una strada e il 1 agosto 2000, nella ricorrenza del primo centenario dell apertura della Casa di Ricovero, è stata posta una lapide in sua memoria di fronte alla sua casa natia al n.28 di via Santa Croce. Domenico Pergolis si spense a Rovigno nell ottobre del 1901, ad un anno dalla realizzazione della sua grande opera, con un corteo funebre che mobilizzò l intera città per onorare la scomparsa di un personaggio unico per generosità, solidarietà e bontà d animo.

8 nese O SPORT tario ha sottolineato come tutte queste attività sono realizzate da volontari che non percepiscono alcuna remunerazione. L archivio dello sport rovignese L Unione sportiva sta lavorando per la creazione di un archivio dello sport rovignese, dove saranno raccolte tutte le testimonianze delle attività sportive sul territorio della Città. Infatti, l unica commissione permanente che opera in seno all Unione è quella dedicata alla storia dello sport. Grazie all aiuto della Città di Rovigno è stato allestito un vano d affari al numero di 18 di Riva Aldo Rismondo, dove tutti gli interessati possono portare qualunque tipo di documento legato allo sport che sarà duplicato in forma digitale per divenire parte del suddetto archivio. Il segretario ha spiegato che tutto il materiale sarà catalogato e sarà reperibile sulle pagine online dell Unione sportiva. Al momento si sta lavorando al soft- «Chi non lascia eredità d affetti, poche gioie ha su questa terra» CELEBRATO IL 110.MO ANNIVERSARIO DELLA CASA PER ANZIANI E DISABILI DOMENICO PERGOLIS Eleonora Brezovečki «C hi non lascia eredità d affetti, poche gioie ha su questa terra»- queste sono le parole con cui Domenico Pergolis 110 anni fa celebrò l apertura della Casa per anziani e disabili da lui stesso finanziata e che rimane una tra le più grandi opere di bene che la storia rovignese ricordi. Rovigno nella pri- Ospitali e delle categorie più disagiate é più a rischio, le cui file andavano ad ingrossarsi a seguito dello sviluppo socio-demografico dovuto all ampliamento della produzione manifatturiera. Nella seconda metà degli anni Ottanta, Domenico divenne consigliere comunale, ricoprendo la carica di secondo Delegato del podestà Matteo Campitelli, quando iniziò con le sue opere di bene. Negli dentrorovigno 7 ware di catalogazione dell archivio e il progetto prevede anche la possibilità per le stesse associazioni sportive di caricare nella banca dati i video delle partite delle proprie squadre per avere anche un ausilio tecnico utile per l analisi tattica delle prestazioni. Un primo lavoro accurato di ricerca storico sportiva ha portato alla pubblicazione della monografia nella ricorrenza del centenario del club di canottaggio Arupinum, che ha ricevuto gli elogi di tutta la federazione croata di canottaggio. Infine durante le ultime due edizioni della premiazione del miglior sportivo dell anno per la Città di Rovigno, sono stati proiettati due video reperiti grazie a questo progetto di ricerca. I filmati riportano le immagini di una regata rovignese del 1975 e della corsa campestre delle scuole del 1985; questi filmati oltre ad essere una testimonianza storica hanno anche un grandissimo valore affettivo e sociale per tutti i cittadini di Rovigno. Un modello seguito in tutta la Croazia I progetti che sono stati realizzati nel corso del mandato trascorso e di quello attuale di Rocco non sono solo legati alle infrastrutture e all organizzazione delle società e delle manifestazioni sportive, bensì l accento è posto sulle risorse umane e sul perfezionamento professionale degli allenatori che sono la garanzia di buoni risultati sia a livello dilettantistico che agonistico. La Città di Rovigno è una delle municipalità croate che investe di più nello sport ha aggiunto il segretario - ma la sua particolarità è il modello di ridistribuzione ai vari club che è stato regolamentato dall Unione sportiva e si ma metà del XIX secolo, come pure nel periodo precedente, era il centro più popolato ed economicamente più importante dell Istria. Pesca, commercio di cabotaggio e squeri, erano le fonti del suo benessere. In questo contesto, il 29 ottobre 1829, nacque Domenico Pergolis, figlio di Giuseppe ed Eufemia Benussi, uno dei più grandi filantropi della storia rovignese a cui si deve la Casa per anziani e disabili che ancora oggi porta il suo nome. Come riporta lo storico rovignese Bernardo Benussi, le radici della famiglia di Domenico risalgono al 1570, quando vi giunse Francesco di Zuanne da Fiorenza, pittor. La famiglia Pergolis, come tante altre famiglie rovignesi, si diede al commercio marittimo, attività che attraverso le imbarcazioni Brazzera Maria Eufemia e Brazzera Sibilla esercitò lungo tutto l Adriatico. Fu grazie agli sforzi della famiglia che il piccolo Domenico Pergolis poté iscriversi all Università di Padova, che frequentò dal 1849 al 1856, laureandosi in medicina nell aprile del 1855 e in chirurgia nel novembre dello stesso anno. L anno anni Novanta entrò a far parte della Commissione sanitaria comunale. Al tempo le strutture sanitarie a Rovigno, nonché quelle a sostegno dei lavoratori più bisognosi funzionavano in modo discreto. Esistevano la società fra operai e operaie (1872), l Associazione operaia di mutuo soccorso tra operai, artieri e giornalieri (1884), la Federazione dei lavoratori e lavoratrici (1899) e la Cassa rurale di depositi e prestiti. Accanto a queste forme organizzative assicurative-assistenziali si affianca l attività di alcune cerchie politiche, rivolte alla numerosa classe operaia esistente a Rovigno e in particolare del gruppo cristiano-sociale e di quello socialista. Domenico Pergolis fu sempre vicino ai bisogni dei poveri, fino ad arrivare all idea di contribuire concretamente alla realizzazione di una nuova Casa di ricovero, com era nelle intenzioni della Congregazione di carità, di cui era socio. La Congregazione aveva acquistato i terreni dell ampio fondo originariamente di proprietà dei Califfi, attiguo alla chiesetta di Santa Maria delle Gra- questo edificio, ma questo nome durerà più a lungo assai di queste lettere, durerà quanto il ricordo dell atto munifico; il suo nome vivrà nel memore affetto della cittadinanza, vivrà fino a quando non sia smarrito il discernimento del bene. Tanti sono gli attestati di ringraziamento per quest opera di bene che continuano anche ai giorni nostri. Ne sono a testimonianza i festeggiamenti di quest anno per i 110.mo anni che ci separano da quell evento. La cerimonia ufficiale si è svolta il 4 agosto 2010, negli ambienti del Centro Multimediale di Rovigno, mentre quella conviviale si è tenuta nel parco che attornia il bellissimo edificio dell odierna Casa per anziani e disabili Domenico Pergolis (un tempo conosciuta come Casa di Ricovero). Inoltre l 11 settembre scorso nel Centro Multimediale della Città di Rovigno è stata presentata la monografia bilingue È la gente che fa la casa dedicata al 110. anniversario di attività della Casa per anziani e disabili Domenico Pergolis che è stata pubblicata dalla stessa isti- ita ta lo della competizione alla quale si partecipa e il numero di categorie giovanili. Questo sistema ha garantito l assenza di qualsiasi tipo di discriminazione tra gli sportivi rovignesi che indipendentemente dalla disciplina praticata ricevono gli stessi indennizzi per le trasferte e per i costi di vitto e alloggio ed è stato preso ad esempio anche da altre città per la sua riproducibilità, la sua equità e per la sua etica di fondo. Inoltre l Unione sportiva finanzia con dei contratti ad hoc l educazione dei nuovi allenatori in base alle esigenze di ogni singolo club sportivo che garantiscono un costante perfezionamento professionale. Scuole sportive universali La serietà impiegata nell organizzazione delle attività sportive nella Città di Rovigno ha dato risultati molto importanti, ed è un atto dovuto nominare i vari Volarević, Mišković, Šuran e tanti altri che nelle proprie discipline hanno raggiunto risultati sportivi di primissimo livello. Per continuare su questa strada, il lavoro con i giovani diventa una prerogativa assoluta ha aggiunto il segretario grazie alle scuole sportive universali i ragazzi delle prime 4 classi delle scuole elementari saranno seguiti da esperti di educazione fisica con l intento di far crescere i giovani in modo sano sia nel corpo che nella mente e di indirizzarli verso una disciplina sportiva più consona alle loro caratteristiche motorie, dando così ai club sportivi un ulteriore aiuto e migliorando le possibilità di successo nel mondo dello sport per i ragazzi. Il progetto prevede attraverso giochi adatti alla loro età di valutare le capacità dei ragazzi e di indirizzarli verso le discipline sportive più adatte, ma ovviamente non preclude a nessuno di poter intraprendere lo sport che più si ama, si tratta solo di avere un approccio scientifico per non permettere ai ragazzi di sciupare il proprio talento. dopo rientrò a casa per iniziare la sua vita professionale, sociale e politica. Rovigno nel frattempo aveva ottenuto lo status di città autonoma con un apposito statuto emanato il 30 dicembre 1869 secondo il quale la gestione cittadina veniva affidata al Consiglio municipale e al Podestà, coadiuvato da due Delegati e all ufficio del Magistrato civico. Rovigno disponeva al tempo di un Ufficio di sanità, di due Ospitali per i poveri (nei quali venivano curati i malati terminali, gli anziani e i trovatelli locali) e dal 1888 del Sanatorio marino per la cura dei bambini affetti da scrofolosi e rachitismo. Domenico Pergolis si accorse subito delle condizioni precarie degli costruzione della nuova Casa di Ricovero inaugurata solennemente il 4 agosto del All evento erano presenti autorità civili ed ecclesiastiche, tra le quali il podestà Matteo Bartoli e il parroco Francesco Rocco. Oltre alle famose parole che dichiarò all apertura, le cronache del tempo riferiscono che Pergolis si rammaricò per non essere ancora più ricco da poter erigere un ospedale per i suoi concittadini e per l occasione donò ulteriori corone in favore dei bisognosi. Il podestà di allora, Matteo Bartoli gli espresse la gratitudine di tutta la Città con queste significative e veritiere parole: Il vostro nome sta scritto sul fronte di La prensentazione della monografia bilingue È la gente che fa la casa con Gracijela Malčić Pirin, responsabile della pubblicazione, Mirijana Banko Filipaj, direttrice della Casa per anziani e disabili Domenico Pergolis, e Marino Budicin, vicesindaco della Città di Rovigno della Casa Gracijela Malčić Pirin, mentre i cenni storici sono opera del vicesindaco Marino Budicin, quale storico del Centro di ricerche storiche di Rovigno, e riguardano i 535 anni di storia della previdenza sociale rovignese, dal primo Ospitale (1475), alla Casa di Ricovero (1900) e un ampia biografia sulla vita del Pergolis. Una pubblicazione ricca di ricordi, testimonianze scritte e fotografiche che riproducono l importanza sociale e affettiva che questa istituzione ha avuto per la storia rovignese. La figura di Domenico Pergolis è stata più volte ricordata dalla Città di Rovigno non solo per le sue donazioni ma anche per il contributo offerto nell espletamento della sua professione di medico. Per queste motivazioni nel 1941 gli viene intitolata una strada e il 1 agosto 2000, nella ricorrenza del primo centenario dell apertura della Casa di Ricovero, è stata posta una lapide in sua memoria di fronte alla sua casa natia al n.28 di via Santa Croce. Domenico Pergolis si spense a Rovigno nell ottobre del 1901, ad un anno dalla realizzazione della sua grande opera, con un corteo funebre che mobilizzò l intera città per onorare la scomparsa di un personaggio unico per generosità, solidarietà e bontà d animo.

9 dentrorovigno 8 INFORMAZIONI SERVIZI NUMERI DI SOCCORSO E URGENZE Polizia 92 Vigili del fuoco 93 Pronto soccorso 94 Autoclub Hak di Pola e Rovigno 052/ Soccorso in mare 9155 Servizio carro attrezzi 987 Stazione di polizia 052/ Centro regionale di allertamento 112 Indirizzo: via Flanatica 29, Pola Telefono: 052/ Indirizzo web: www. istria-istra.hr COMUNITÀ TURISTICA DELLA CITTÀ DI ROVIGNO Indirizzo: Via Pino Budicin 12, Rovigno-Rovinj Internet: Telefono 052/ , 052/ Fax 052/ ENTI E ISTITUZIONI DELLA MINORANZA ITALIANA UNIONE DEGLI ITALIANI Via delle pile 1/IV Fiume, Tel /Fax Indirizzo COMUNITÀ DEGLI ITALIANI Piazza Campitelli 1, Rovigno Tel. 052/ Indirizzo CITTÀ DI ROVIGNO Centralino Numero verde per i cittadini Indirizzo Piazza Matteotti 2, Indirizzo web: Orario di lavoro per le parti Lunedì e venerdì dalle 8.30 alle e dalle alle Martedì - le parti non si ricevono Mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle SINDACO Giovanni Sponza indirizzo mail: VICESINDACI Marino Budicin William Uljanić UFFICIO DEL CONSIGLIO CITTADINO DI ROVIGNO Capoufficio del Consiglio cittadino Darinka Iskra IndirizzoE- mail: Segretaria del Sindaco Sandra Sošić Pivac Indirizzo Segretaria amministrativa Jadranka Radetić Indirizzo Responsabile per la collaborazione internazionale e le relazioni pubbliche Maria Črnac Rocco Indirizzo Collaboratore specializzato per i rapporti con i cittadini e i comitati locali Fiorella Damjanić-Poznanović Indirizzo Traduttori Mirella Malusà Indirizzo Verena Sošić Cerin Indirizzo SETTORE AMMINISTRATIVO PER IL SISTEMA COMUNA- LE, I VANI ABITATIVI E D AFFARI Dragan Poropat Indirizzo Responsabile della Sezione per i vani abitativi e d affari Toni Cerin Indirizzo Addetto alle aree pubbliche Carmen Krančić Indirizzo Addetto alla riscossione delle entrate che non affluiscono dalle imposte Elvija Matohanca Indirizzo Addetto agli affari tecnici e ausiliari Valter Ružić Indirizzo Guardie comunali Indirizzo Squadra 1 SLAVKO POROPAT BORIS JURIČIĆ Squadra 2 ZLATKO BENAŽIĆ MARKO VIŠKOVIĆ Squadra 3 ZVJEZDAN DOBLANOVIĆ ROBERTO SAPAČ SETTORE AMMINISTRATIVO PER LE FINANZE, LO SVI- LUPPO E L ECONOMIA Martina Čekić Hek Indirizzo Segretaria amministrativa Ines Herak CITTÀ DI ROVIGNO Indirizzo Responsabile della Sezione per le finanze e il bilancio Milena Obrovac Indirizzo Responsabile del sistema informatico Randi Hrelja Indirizzo Collaboratore specializzato per le finanze Denis Puhar Patrizia Poretti Dean Cvitić Edina Revelante Collaboratore specializzato per l economia Ana Karlaš Ando Saina Collaboratore specializzato per i terreni agricoli Antonija Trojanović Indirizzo Addetto alla contabilità Vilma Janko Anuca Pastrovicchio SETTORE AMMINISTRATIVO PER GLI AFFARI SOCIALI E GENERALI Edita Sošić Blažević Indirizzo Responsabile della Sezione per gli affari sociali Nataša Poropat Indirizzo Responsabile del Centro multimediale Dubravka Svetličić Indirizzo Collaboratore specializzato per gli affari sociali Dilva Vujičić Loreta Rodinis Addetto agli affari sociali Natalia Martinčić Nasta Lambaša Sanja Radić Ostojić Tanja Etinger Šuligoj Addetto agli investimenti nel settore degli affari sociali Suzana Gjurić Indirizzo Addetto all amministrazione Rosanna Veggian Sanja Hrelja Addetto all amministrazione dattilografo Elda Črnac SETTORE AMMINISTRATIVO PER LA PIANIFICAZIONE URBANISTICO-AMBIENTALE E LA COSTRUZIONE DEGLI IMPIANTI Ivan Begić Indirizzo Segretaria amministrativa Slavica Benussi Responsabile della Sezione per la pianificazione urbanisticoambientale e la costruzione degli impianti Stanislava Martinis Indirizzo Responsabile della Sezione per la costruzione degli impianti Biserka Matacin Indirizzo Collaboratore specializzato per la pianificazione ambientale Galena Grohovac Indirizzo Collaboratore specializzato per gli affari legali Tanja Mačina Indirizzo Addetto ai terreni edificabili Feručo Kresina Addetto alla costruzione degli impianti dell infrastruttura comunale Senka Obšivač Addetto al traffico Elvis Prenc Indirizzo Addetto ai lavori tecnici e ausiliari Slavko Grbin Addetto alla manutenzione degli impianti Renata Maretić-Juran Indirizzo Collaboratore specializzato per la pianificazione ambientale Klaudija Kuhar Glavan Indirizzo SETTORE AMMINISTRATIVO PER IL RILASCIO DEGLI ATTI LEGATI ALLA COSTRUZIONE Ivan Begić Indirizzo Collaboratore specializzato Jasmina Orbanić Žufić Indirizzo Collaboratore specializzato per il rilascio degli atti legati all edilizia Senada Sejfo Indirizzo Collaboratore specializzato per gli affari legali Mihovil Modrić Indirizzo Addetto al rilascio degli atti legati all edilizia Katarina Miljanović Vera Brumnić DIPENDENTI DEL SERVIZIO PER LA REVISIONE INTERNA Capo del Servizio per la revisione interna Iva Vuljan Apollonio Indirizzo CENTRO DI RICERCHE STORICHE DI ROVIGNO Indirizzo: Piazza Matteotti 13, Rovigno Tel.: 052/ ; 052/ ; Fax: 052/ Indirizzo web: GIARDINO D INFANZIA ITALIANO NARIDOLA Indirizzo: Matteo Benussi 16, Rovigno Tel.: 052/ ; Fax: 052/ Indirizzo SCUOLA ELEMENTARE BERNARDO BENUSSI Indirizzo: Via della Gioventù 20, Rovigno Tel.: 052/ Indirizzo web: Indirizzo SCUOLA MEDIA SUPERIORE ITALIANA DI ROVIGNO Indirizzo: Via Carducci 16, Rovigno Tel.: 052/ ; Fax: 052/ Indirizzo OSPEDALI Casa della salute istriana Via dell istria, Rovigno Pronto soccorso 052/ Dott. Bjelajac Vlado 052/ Dott. Boljkovac Mladen 052/ Dott. Brajković-Buršić Mariella 052/ Dott. Đorđević Snežana 052/ Dott. Pavlović-Pokrajac Anka 052/ Dott. Peše-Vukotić Sanja 052/ Dott. Petrić Zdenka 052/ Dott. Šuput Tatjana 052/ Clinica ortopedica e per la riabilitazione Martin Horvat Via Luigi Monti 2 Tel. 052/ FARMACIE Farmacia Centrale Matteo Benussi, Rovigno Tel. 052/ Farmacie Blitva Valbruna, Rovigno 052/ Carera 22a, Rovigno 052/ Farmacia MM Via dell istria, Rovigno 052/ MUSEI Museo Civico, Piazza M. Tito / Centro arti visive Batana, Piazza degli squerri 052/ Eco-museo Casa della Batana, R. Pino Budicin 2 052/ CHIESE E ISTITUZIONI RELIGIOSE Ufficio Parrocchiale, Via Garibaldi 1 052/ Convento Francescano, Via E. De Amicis / Convento delle sorelle Ursuline, Via L. Adamović 3 052/ MESSE Giorni festivi e Domenica 8,00 S. Francesco Via De Amicis 36 9,00 Oratorio Via Švalbe 8 (in lingua italiana) 9,30 Ospedale 10,30 S. Eufemia 11,00 S. Francesco (in lingua italiana) 12,00 Majka Božja od Milosti, Via dell Istria 19,00 Sv. Franjo Giorni lavorativi 7,30 Oratorio Via Švalbe 8 (in lingua italiana) 18,00 S. Francesco (in lingua italiana) 19,00 S. Eufemia BANCHE Banco popolare, Riva Aldo Rismondo 9 062/ Erste & Steiermarkische, Piazza del ponte 2 062/ Hypo Alpe-Adria, Nello Quarantotto 052/ Istarska kreditna banka Umag, S. Radića 9 052/ OTP banka Hrvatska, S. Radića 062/ Privredna banka Zagreb, N. Quarantotto / Raiffeisenbank Austria, Piazza degli squeri 052/ Societe generale-splitska, P. M.Tito 7 052/ Zagrebačka banka, Carera / ATTIVITÀMUNICIPALE ALBERGHI Hotel Adriatic,Piazza M.Tito 5 052/ Hotel Eden, Via Luje Adamović 052/ Hotel Istra, Isola Rossa 052/ Hotel Katarina, Isola di Caterina 052/ Hotel Park, Ivana Matetić Ronjgov 052/ Hotel Rovinj, Via Santa Croce / Hotel Valdaliso, Monsena 052/ Hotel Vila Lili, Via Andrija Mohorovičić / Hotel Vila Valdibora, Via Chiurco Silvano 8 052/ Hotel Villa Angelo d oro,via V, Švalba 052/ STAZIONE DEGLI AUTOBUS Piazza sul laco, Rovigno 060/ TAXI Stazione dei taxi Piazza sul laco, Rovigno 052/ NOLEGGIO AUTOMOBILI Stop, Piazza sul laco 6, 098/ Dik, Via Pietro Ive, 052/ Lucky Way, Consiglio d Europa 052/ Ronicar, Monfiorenzo / Uniline, Via I. Gundulić 4 052/ DISTRIBUTORI DI BENZINA INA stazioni di servizio Gripole, Via Montona 2 052/ Istarska, Via dell istria 052/ Obala, Riva dei caduti 052/ STAZIONI VETERINARIE Stazione Veterinaria, Via Laste 9 052/ REX, Lacosercio 5 052/ POSTA HP-HRVATSKA POŠTA, Matteo Benussi 4 052/ SERVIZI NAUTICI Autorità Portuale, Riva Aldo Rismondo / ACI MARINA, Lungomare del Consiglio d Europa 052/ Capitaneria di Porto, Riva Pino Budicn 052/

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

1. Lo sport mens sana in corpore sano

1. Lo sport mens sana in corpore sano 1. Lo sport mens sana in corpore sano Mens sana in corpore sano è latino e vuol dire che lo sport non fa bene soltanto al corpo ma anche alla mente. E già ai tempi dei romani si apprezzavano le attività

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI Art. 1 Oggetto. Il Comune di Varedo, nell ottica di garantire una sempre maggiore attenzione alle politiche sportive e ricordando i principi ispiratori del

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S.

Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENSIMENTO C.A.S. Federazione Italiana Canottaggio Ufficio Comunicazione & Marketing QUESTIONARIO CENMENTO C.A.S. Ringraziamo per aver prontamente risposto al nostro questionario relativo ai Centri di Avviamento al Canottaggio

Dettagli

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE

Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE COMUNICATO STAMPA 17.10.2007 Con cortese preghiera di diffusione Mercoledì 24 ottobre: PORTE APERTE ALLE CELEBRAZIONI TRIESTINE PROGRAMMATE PER LA GIORNATA MONDIALE DELLE NAZIONI UNITE -Incontro pubblico

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI

1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI 1.4 LA PROVINCIA: IL RUOLO E LE COMPETENZE ISTITUZIONALI La Provincia è un istituzione pubblica territoriale; gli organi di governo sono eletti dalla popolazione residente nel territorio e hanno il compito

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ANNO RICCO MI CI FICCO SETTORE e Area di Intervento: Settore A: Assistenza Aree: A02 Minori voce 5 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI GENERALI

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12.

28.02.2012 08.03.2012 08.07.2014, 25.09.2014, 11.11.2014, 10.12.2014, 22.12.2014, 14.01.2015 10.02.2015) 12.11.2014, 02.12.2014 23.12. Disposizioni regolamentari relative agli Organi Ausiliari approvate dal Senato Accademico in data 28.02.2012 e dal Consiglio di Amministrazione in data 08.03.2012 e successivamente modificate dal Senato

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012

ATTIVITA 2012 L ORMA. Educazione e Promozione Sociale. Presentazione servizi e attività Anno 2012 ATTIVITA 2012 L ORMA Educazione e Promozione Sociale Presentazione servizi e attività Anno 2012 L Orma è una realtà che opera da più di 10 anni nel settore dell Educazione e della Promozione Sociale. Tutte

Dettagli

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato

Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato F.I.M.P. Federazione Italiana Medici Pediatri Regione Veneto Il certificato nelle attività fisico-sportive in ambito non agonistico, linee guida della F.I.M.P. ad uso del pediatra convenzionato Il Codice

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Istituto Comprensivo 1 F. GRAVA CONEGLIANO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012/ 2013 A pagina 2 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA MEDIA A pagina 9 PIANO OFFERTA FORMATIVA PER LA SCUOLA

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio IV - Ordinamenti scolastici -

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

CORSO ALLIEVO ALLENATORE

CORSO ALLIEVO ALLENATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE GUIDA DIDATTICA 2013 1. Introduzione La presente guida vuole essere uno strumento a disposizione del Formatore del Corso Allievo Allenatore. In particolare fornisce informazioni

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Attività con la fune

Attività con la fune lo sport a scuola Attività con la fune percorso n. 1 Attrezzatura: - uno spazio adatto (palestra, cortile) - una fune Scansione delle attività: 1. Fase motoria 2. Fase espressivo-analogica 3. Fase ludica

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6.

ORGANIZZA Corsa podistica non competitiva su strada di km. 6. ASSOCIAZIONE MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO REGOLAMENTO CORSA PODISTICA NON COMPETITIVA SU STRADA L Associazione MEZZAMARATONA DEL GIUDICATO DI ORISTANO, con il patrocinio del Comune e della Provincia

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Cultura Musei e City Branding DIRETTORE QUAGLIA dott.ssa MAURIZIA Numero di registro Data dell'atto 849 10/06/2015 Oggetto : "Acquedotte" - Festival Musicale

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli