SPESOMETRO E REDDITOMETRO FIRENZE 19 FEBBRAIO 2013

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SPESOMETRO E REDDITOMETRO FIRENZE 19 FEBBRAIO 2013"

Transcript

1 SPESOMETRO E REDDITOMETRO FIRENZE 19 FEBBRAIO

2 2

3 Il redditometro: cos è? Viene chiamata redditometro la tassazione della persona fisica in base ad indici di ricchezza, la cui disponibilità è considerata indice di capacità contributiva. 3

4 La base normativa Articolo 38, commi da 4 a 8, del DPR 600/73; D.M. del 10/9/92: tabella dei beni aggiornata periodicamente (ultima il 12/02/09). 4

5 Redditometro: come E un accertamento, alternativo alla determinazione analitica, che rettifica in modo sintetico il reddito complessivo, se inferiore alla capacità di spesa del contribuente. 5

6 Redditometro: come Si basa su: Spese sostenute per consumi (aspetto gestionale); Investimenti patrimoniali (aspetto patrimoniale). 6

7 Aspetto patrimoniale La spesa (intesa come esborso finanziario) rileverà in quota nell anno di acquisto e nei quattro precedenti (come modificato dal DL 203/2005). 7

8 Aspetto gestionale Il costo di gestione (come da tabelle che affronteremo in seguito) rileverà a partire dall anno di acquisto e fino alla dismissione del bene. 8

9 Rapporto tra i due aspetti Esemplifichiamo: Acquisto di autovettura nel 2008 per ,00; Aspetto patrimoniale: rilevante per 2008 (10.000) e per i quattro anni precedenti (2004, 2005, 2006 e 2007 per ognuno); Aspetto gestionale: rilevante, come da tabella, per il 2008 (acquisto) e per gli anni successivi, fino alla dismissione. 9

10 Redditometro: quando? Si procede con l accertamento sintetico SOLO (articolo 38, quarto comma, DPR 600/73) se: Il reddito accertabile mediante indici è superiore di almeno ¼ (25%) di quello complessivo netto dichiarato dal contribuente; La congruità del reddito dichiarato non è presente per almeno due periodi d imposta. 10

11 Il contribuente: giustificazioni E possibile, per il contribuente, anche in un momento precedente l emissione dell avviso di accertamento, giustificare la capacità di spesa, come previsto dal sesto comma dell articolo 38, già prima citato. 11

12 Il contribuente: giustificazioni Le giustificazioni ammesse: Possesso di redditi esenti o soggetti a tassazione a titolo di imposta; Reddito di componenti del nucleo familiare; Disinvestimenti patrimoniali, anche di pertinenza di familiari; Sottoscrizione di finanziamenti (rata compatibile con il reddito). 12

13 Le giustificazioni: OCCHIO! Una spesa attribuibile ad un familiare SPOSTA l attenzione su quel familiare; Esempio: se il padre del contribuente regala l auto al figlio, la capacità di spesa DEVE trovare giustificazione nella congruità dei redditi dichiarati dal padre. 13

14 Redditometro: quali beni? Gli indici di ricchezza riguardano i seguenti beni: Autoveicoli, motocicli > 250cc., camper, autocaravan e roulottes; Residenze principali e secondarie a disposizione; Servizi di collaboratori familiari; Assicurazioni (non RC, furto e incendio veicoli, vita, infortuni e malattie); Imbarcazioni da diporto a vela o motore, navi; Cavalli da corsa o equitazione; Aerei ed elicotteri da turismo, alianti, ultraleggeri e deltaplani a motore. 14

15 REDDITOMETRO: ALTRI BENI? Esempio di beni ulteriori considerabili ai fini della ricostruzione del reddito: - Pagamento di consistenti rate di mutuo; - Leasing su beni vari; - Canoni per affitto posti barca ; - Spese di ristrutturazione immobili; - Spese per arredi di lusso; - Quote di iscrizione in circoli esclusivi; - Rette per scuole private costose; - Viaggi frequenti e costosi; - Hobbies costosi (rally, safari di caccia, aeronautica in genere, gare di motonautica, etc.). 15

16 Redditometro: il calcolo (spese gestionali) Si moltiplica, per ogni bene, l importo reddituale per il relativo coefficiente (il risultato è parametrato per un anno solare, si riduce proporzionalmente se il periodo di disponibilità è inferiore ai 12 mesi); Il risultato va ridotto della percentuale di spesa a carico di altri soggetti (NON dei familiari a carico, ovviamente); Si riduce anche la percentuale di utilizzo del bene per attività di impresa o lavoro autonomo (bene promiscuo). 16

17 Redditometro: il calcolo Gli importi ottenuti si sommano con il seguente criterio: L importo più elevato si considera al 100%; Il secondo importo si considera al 60%; Il terzo importo si considera al 50%; Il quarto importo si considera al 40%; Tutti gli importi successivi si considerano al 20%. 17

18 Redditometro: il calcolo N.B: la riduzione NON può essere inferiore al coefficiente base (quello cioè utilizzato per moltiplicare il coefficiente); La somma ottenuta è il reddito complessivo netto presunto ( a cui non si possono sottrarre gli oneri deducibili) a cui si aggiunge la quota annuale dell incremento patrimoniale (se presente) 18

19 Esempio di calcolo 19

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31 Esame degli elementi forniti In sede di esame della documentazione fornita dal contribuente, si valuteranno tutti gli elementi previsti dalla norma (redditi esenti, tassati a titolo di imposta e disinvestimenti) ma anche: Finanziamenti; Eredità, donazioni, vincite (documentate); Utilizzo di redditi tratti da categorie tassate convenzionalmente (tipicamente i redditi agrari); Presenza di risarcimenti patrimoniali. 31

32 REDDITOMETRO: NOVITA La Legge Finanziaria 2010, pubblicata sulla G.U. del 31/05/2010, interviene sull istituto del redditometro con l articolo 22, che novella i commi quattro, cinque, sei, sette e otto dell articolo 38 del DPR 600/73. La modifica interessa gli accertamenti a partire dall anno d imposta

33 Redditometro: art. 38 nuova versione quarto comma L ufficio, indipendentemente dalle disposizioni recate dai commi precedenti e dall articolo 39, può sempre determinare sinteticamente il reddito complessivo del contribuente sulla base delle spese di qualsiasi genere sostenute nel corso del periodo d imposta, salva la prova che il relativo finanziamento è avvenuto con redditi diversi da quelli posseduti nello stesso periodo d imposta, o con redditi esenti o soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d imposta o, comunque, legalmente esclusi dalla formazione della base imponibile. 33

34 Redditometro: art. 38 nuova versione quinto comma La determinazione sintetica può essere altresì fondata sul contenuto induttivo di elementi indicativi di capacità contributiva individuato mediante l analisi di campioni significativi di contribuenti, differenziati anche in funzione del nucleo familiare e dell area territoriale di appartenenza, con decreto del Ministero dell Economia e delle Finanze da pubblicare nella Gazzetta Ufficiale con periodicità biennale. In tale caso è fatta salva per il contribuente la prova contraria di cui al quarto comma. 34

35 Redditometro: art. 38 nuova versione sesto comma La determinazione sintetica del reddito complessivo di cui ai precedenti commi è ammessa a condizione che il reddito complessivo accertabile ecceda di almeno un quinto quello dichiarato. 35

36 Redditometro: art. 38 nuova versione settimo comma L ufficio che procede alla determinazione sintetica del reddito complessivo ha l obbligo di invitare il contribuente a comparire di persona o per mezzo di rappresentanti per fornire dati e notizie rilevanti ai fini dell accertamento e, successivamente, di avviare il procedimento di accertamento con adesione ai sensi dell articolo 5 del decreto legislativo 19 giugno 1997, n

37 Redditometro: art. 38 nuova versione ottavo comma Dal reddito complessivo determinato sinteticamente sono deducibili i soli oneri previsti dall articolo 10 del decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986 n. 917; competono, inoltre, per gli oneri sostenuti dal contribuente, le detrazioni dall imposta lorda previste dalla legge. 37

38 Redditometro: nuova versione -Obbligo, per l Agenzia, di convocazione del contribuente; - Abrogazione dell aspetto patrimoniale ; - Applicazione di un criterio di cassa rigido. 38

39 Redditometro e Spesometro: Strumenti alternativi Il cd. spesometro (comma 4) e il cd. redditometro (comma 5) assumono carattere di alternatività, non essendo possibile l utilizzo contemporaneo dei diversi strumenti. L Agenzia (forum del 14/01/2011) ha precisato che la scelta dello strumento da utilizzare non necessariamente deve essere effettuata a monte ma, in ragione della fattispecie concreta, potrà essere effettuata successivamente in base alle risultanze istruttorie. 39

40 Nuovo redditometro: Lo scostamento La determinazione sintetica del reddito è ammessa a condizione che il reddito complessivo accertabile ecceda di almeno un quinto il reddito dichiarato. Esempio: reddito accertabile = ,00 Accertamento possibile se il reddito dichiarato è inferiore a ,00 40

41 Redditometro: nuovo articolo 44 del DPR 600/73 La Legge Finanziaria, all articolo 18, ha provveduto a novellare anche l articolo 44 del DPR 600/73 che si occupa della partecipazioni dei comuni all accertamento. 41

42 Redditometro: nuovo articolo 44 del DPR 600/73 Il secondo comma è stato sostituito dal seguente: L Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei comuni le dichiarazioni di cui all articolo 2 dei contribuenti in essi residenti; Gli Uffici dell Agenzia delle Entrate, prima della emissione degli avvisi di accertamento, ai sensi dell articolo 38, quarto comma e seguenti, inviano una segnalazione ai comuni di domicilio fiscale dei soggetti passivi. 42

43 Redditometro: nuovo articolo 44 del DPR 600/73 Il quarto comma è stato sostituito dal seguente: Il comune di domicilio fiscale del contribuente, con riferimento agli accertamenti di cui al secondo comma, comunica entro sessanta giorni da quello del ricevimento della segnalazione ogni elemento in suo possesso utile alla determinazione del reddito complessivo. 43

44 Fonti: Redditometro: Gli elementi considerati (come da presentazione AE del 25/10/2011) -Elementi che ordinariamente affluiscono nel Sistema Informativo dell Anagrafe tributaria; -Elementi acquisiti tramite scambi di informazioni con le altre Agenzie fiscali, Enti ed Autorità Pubbliche (INPS, PRA, INAIL, SIAE, Comuni) in costante aumento; -Elementi acquisiti tramite specifiche e dedicate campagne di raccolta sul territorio anche in collaborazione con la Guardia di Finanza. 44

45 Redditometro: Gli elementi considerati La nuova versione del redditometro prende in considerazione, allo stato, oltre 100 voci, aggregate in 7 macro-categorie: -Abitazione -Mezzi di trasporto -Assicurazioni e contributi -Istruzione -Attività sportive e ricreative, cura della persona -Altre spese significative -Investimenti immobiliari e mobiliari netti 45

46 ABITAZIONE Abitazione principale Altre abitazioni Mutui Ristrutturazioni Intermediazioni immobiliari Collaboratori domestici Elettrodomestici Apparecchiature elettroniche Arredi Energia elettrica Telefonia fissa e mobile Gas 46

47 MEZZI DI TRASPORTO Automobili Minicar Caravan Moto Natanti ed Imbarcazioni Aeromobili Mezzi di trasporto in leasing o noleggio 47

48 ASSICURAZIONI Responsabilità civile Incendio e Furto Vita Danni Infortuni Malattia Altro 48

49 CONTRIBUTI PREVIDENZIALI Obbligatori Volontari Previdenza complementare 49

50 ISTRUZIONE Asili nido Scuola per l infanzia Scuola primaria Scuola secondaria Corsi di lingue straniere Soggiorni studio all estero Corsi universitari Tutoraggio, corsi di preparazione agli esami Scuole di specializzazione Master Canoni di locazione per studenti universitari 50

51 ATTIVITA SPORTIVE E RICREATIVE CURA DELLA PERSONA Attività sportive Circoli culturali Circoli ricreativi Cavalli Abbonamenti pay-tv Giochi on-line Abbonamenti eventi sportivi e culturali Viaggi organizzati Alberghi Centri benessere Altri servizi per la cura della persona 51

52 ALTRE SPESE SIGNIFICATIVE Oggetti d arte o antiquariato Gioielli e preziosi Spese veterinarie Donazioni in denaro a favore di ONLUS e simili Assegni periodici corrisposti al coniuge Donazioni effettuate 52

53 INVESTIMENTI IMMOBILIARI E MOBILIARI NETTI Fabbricati Terreni Natanti e imbarcazioni Autoveicoli Motoveicoli Caravan Minicar Aeromobili Azioni Obbligazioni Conferimenti Quote di partecipazione Fondi d investimento Derivati Certificati di deposito Pronti contro termine Buoni postali fruttiferi Conti di deposito vincolati Altri prodotti finanziari Valuta estera Oro numismatica 53

54 PARTECIPAZIONE DEI COMUNI ALL ATTIVITA DI ACCERTAMENTO Il provvedimento del Direttore dell Agenzia delle Entrate del 03/12/2007: Articolo 3.1: Le informazioni di cui al precedente punto 2 sono strutturate in termini di segnalazioni qualificate, intendendosi per tali le posizioni soggettive in relazione alle quali sono rilevati e segnalati atti, fatti e negozi che evidenziano, senza ulteriori elaborazioni logiche, comportamenti evasivi ed elusivi. Articolo 4.1: Nell attuale fase di avvio della collaborazione amministrativa sono individuati i seguenti ambiti d intervento rilevanti per le attività istituzionali dei comuni e per quelle di controllo fiscale dell Agenzia delle Entrate: a, b, c e d omissis; e: disponibilità di beni indicativi di capacità contributiva. 54

55 PARTECIPAZIONE DEI COMUNI ALL ATTIVITA DI ACCERTAMENTO Articolo 4.6: Nell ambito di cui alla lettera e) le segnalazioni qualificate di cui al punto 3.1 hanno riguardo ai soggetti persone fisiche che: Risultano avere la disponibilità, anche di fatto, di beni e servizi di cui alla tabella allegata al decreto ministeriale 10 settembre 1992, come sostituita dal decreto ministeriale 19 novembre 1992, ovvero altri beni e servizi di rilevante valore economico, in assenza di redditi dichiarati con riferimento a tutti i componenti del nucleo familiare del soggetto. 55

56 LA PARTECIPAZIONE DEI COMUNI In caso di controllo per: -Infrazioni stradali; -Incidenti; - pattugliamento. Si compila una scheda di rilevazione 56

57 LA PARTECIPAZIONE DEI COMUNI Conoscenza di possesso di abitazioni di lusso (non necessariamente classate in A/1 o A/8) Si controlleranno i redditi della famiglia residente 57

58 ESEMPIO DI SEGNALAZIONE Soggetto intestatario di varie utenze TARSU. Svolge attività artigianale commerciale (arredobagno) in un punto vendita situato in centro città di sua proprietà; Il reddito dichiarato è di circa euro; Dichiara quattro immobili nel quadro RB; Convive con coniuge e figlio entrambi a carico; Presenta dichiarazione ISEE per un totale di euro; Chiede le agevolazioni per la tariffa della mensa alla scuola primaria frequentata dal figlio 58

59 ESEMPIO DI SEGNALAZIONE Controlli ISEE. Si effettua un controllo sulle dichiarazioni ISEE presentate al fine di ottenere facilitazioni su tariffe comunali; Si estrapolano i soggetti intestatari di partita IVA; Si controllano i redditi dichiarati; Si controlla la residenza (tipo di immobile occupato e titolo di possesso); In presenza di incongruenze, si segnala il soggetto, integrando le informazioni con altri eventuali dati (auto, etc.). 59

60 Manovra (DL 138/2011) Approvata definitivamente in data 14/09/ bis. Al fine di incentivare la partecipazione dei comuni all attivita` di accertamento tributario, per gli anni 2012, 2013 e 2014, la quota di cui all articolo 2, comma 10, lettera b), del decreto legislativo 14 marzo 2011, n. 23, e` elevata al 100% (I Consigli Tributari sono stati soppressi) 60

61 Manovra (DL 138/2011) Approvata definitivamente in data 14/09/ septiesdecies. (a partire dall anno d imposta 2012) L Agenzia delle entrate procede a controllare sistematicamente la posizione delle persone fisiche che hanno utilizzato i beni concessi in godimento e ai fini della ricostruzione sintetica del reddito tiene conto, in particolare, di qualsiasi forma di finanziamento o capitalizzazione effettuata nei confronti della società. 61

62 Manovra (DL 138/2011) Approvata definitivamente in data 14/09/ undevicies. In deroga a quanto previsto dall articolo 7, undicesimo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605, l Agenzia delle entrate può procedere alla elaborazione di specifiche liste selettive di contribuenti da sottoporre a controllo basate su informazioni relative ai rapporti e operazioni di cui al citato articolo 7, sesto comma, sentite le associazioni di categoria degli operatori finanziari per le tipologie di informazioni da acquisire. 62

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 cosìcome modificato dal D.L. n. 78 del 2010

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 cosìcome modificato dal D.L. n. 78 del 2010 Il nuovo redditometro Strumento di controllo ma soprattutto di compliance Parma, 6 dicembre Dario Deotto NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 cosìcome modificato dal D.L. n. 78 del 2010 Il reddito

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO E IL REDDITEST D.L. del 24 dicembre 2012

IL NUOVO REDDITOMETRO E IL REDDITEST D.L. del 24 dicembre 2012 IL NUOVO REDDITOMETRO E IL REDDITEST D.L. del 24 dicembre 2012 TORINO 4-5 FEBBRAIO 2013 DOTTORI COMMERCIALISTI E CONSULENTI DEL LAVORO TORINO CORSO MATTEOTTI 44 TEL. 011 5623588 (3 LINEE R.A.) fax 011

Dettagli

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 così come modificato dal D.L. n. 78 del 2010

NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 così come modificato dal D.L. n. 78 del 2010 IL NUOVO REDDITOMETRO STRUMENTO DI CONTROLLO MA SOPRATTUTTO DI COMPLIANCE 1 NORMA DI RIFERIMENTO Articolo 38 DPR 600/1973 così come modificato dal D.L. n. 78 del 2010 Il reddito complessivo può essere

Dettagli

REDDITEST: cerchiamo di fare chiarezza

REDDITEST: cerchiamo di fare chiarezza Carlin Laurenti & associati STUDIO COMMERCIALISTI 45014 PORTO VIRO (RO) Via Mantovana n. 86 tel 0426.321062 fax 0426.323497 olga.circolari@studiocla.it Dott. Filippo CARLIN Rag. Daniele LAURENTI Dott.

Dettagli

SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA

SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA SCHEDA DI SINTESI A CURA DEL SUPPORTO NORMATIVO SVILUPPO SOFTWARE WOLTERS KLUWER ITALIA Redditometro 2012 Premessa La rettifica delle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche segue le regole dell

Dettagli

SCHEDA RACCOLTA DATI PER CONTEGGIO REDDITEST

SCHEDA RACCOLTA DATI PER CONTEGGIO REDDITEST SCHEDA RACCOLTA DATI PER CONTEGGIO REDDITEST I sigg.ri Clienti che fossero interessati alla elaborazione del conteggio del Redditest (strumento informatico che consente di valutare la coerenza del reddito

Dettagli

IL REDDITEST. Dott. Mauro Nicola

IL REDDITEST. Dott. Mauro Nicola IL REDDITEST Dott. Mauro Nicola IL NUCLEO FAMILIARE IL NUCLEO FAMILIARE SOLO 2011!!! 3 IL NUCLEO FAMILIARE SITUAZIONE AL 31 DICEMBRE 2011 4 IL NUCLEO FAMILIARE OGNI TIPOLOGIA DI REDDITO 5 IL NUCLEO FAMILIARE

Dettagli

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO

COME M E F U F NZI Z ONA A I L L «NUOVO» REDDITOMETRO COME FUNZIONA IL COME FUNZIONA IL «NUOVO» REDDITOMETRO PERCHE REDDITOMETRO OGGI BUDGET SU ACCERTAMENTI INVIO DELLE LISTE AGLI UFFICI Circolare 18/E/2012 Avvio controlli DA COSA PARTIAMO NORMA BASE DM 24

Dettagli

Scheda di raccolta dati redditometro www.studiocavallari.it

Scheda di raccolta dati redditometro www.studiocavallari.it Scheda di raccolta dati redditometro www.studiocavallari.it Nel 2009, rispetto all'anno precedente, gli accertamenti sintetici sono aumentati dell'81%, facendo registrare una maggiore imposta accertata

Dettagli

Oggetto: REDDITEST. Studio Sembenotti. Ai gentili Clienti Loro sedi

Oggetto: REDDITEST. Studio Sembenotti. Ai gentili Clienti Loro sedi Ai gentili Clienti Loro sedi Oggetto: REDDITEST In data 20 novembre l Agenzia delle Entrate ha reso disponibile sul proprio sito internet (www.agenziaentrate.gov.it) un nuovo software chiamato Redditest.

Dettagli

N. 10 del 10/04/2012

N. 10 del 10/04/2012 STUDIO DI CONSULENZA TRIBUTARIA LAI FRANCA Informativa per la clientela di studio N. 10 del 10/04/2012 Ai gentili Clienti Loro Sedi OGGETTO : REDDITOMETRO ANNO 2012 Gentile Cliente, con la stesura del

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Economia e delle Finanze Visti i commi quarto, quinto, sesto, settimo e ottavo dell articolo 38 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600, come sostituiti dall

Dettagli

Redditometro e dichiarazione dei redditi: riscontro e criticità operative.

Redditometro e dichiarazione dei redditi: riscontro e criticità operative. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO NOVITÀ FISCALI E FOCUS FINALE SU MODELLI UNICO 2013 Redditometro e dichiarazione dei redditi: riscontro e criticità operative. ALESSANDRO CERATI 25 settembre

Dettagli

REDDITOMETRO: le prime comunicazione dell Agenzia delle Entrate

REDDITOMETRO: le prime comunicazione dell Agenzia delle Entrate Invio 21 REDDITOMETRO: le prime comunicazione dell Agenzia delle Entrate In data 11 Novembre 2011, l aggiornamento fiscale n. 40, si era occupato del restyling dell istituto del Redditometro: metodo di

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO. a cura della dott.ssa Gabriella Liso

IL NUOVO REDDITOMETRO. a cura della dott.ssa Gabriella Liso IL NUOVO REDDITOMETRO a cura della dott.ssa Gabriella Liso Che cos è il redditometro? - Strumento che permette all Amministrazione Finanziaria di determinare, presumibilmente, il reddito complessivo attribuibile

Dettagli

ACCERTAMENTO SINTETICO. a cura di Francesco Barone

ACCERTAMENTO SINTETICO. a cura di Francesco Barone ACCERTAMENTO SINTETICO a cura di Francesco Barone LA NUOVA DISCIPLINA La nuova disciplina: 1. la determinazione sintetica del reddito avviene mediante la presunzione relativa che tutto quanto è stato speso

Dettagli

Accertamento sintetico e redditometro

Accertamento sintetico e redditometro Accertamento sintetico e redditometro di Leda Rita Corrado (*) L accertamento dei redditi delle persone fisiche: metodo analitico versus metodo sintetico. L accertamento dei redditi delle persone fisiche

Dettagli

MONTORO & PARTNERS. commercialisti. la presente per comunicarle che è stato pubblicato lo scorso 20 novembre 2012 il nuovo Redditest, strumento

MONTORO & PARTNERS. commercialisti. la presente per comunicarle che è stato pubblicato lo scorso 20 novembre 2012 il nuovo Redditest, strumento Montoro & MONTORO & PARTNERS commercialisti CIRCOLARE 02 /2013 News In questo numero: a) CHECK LIST REDDITEST Montoro & Partners News n 1 anno 2013 Salerno 18 Marzo 13 Ai Signori Clienti Loro Sedi Gentile

Dettagli

Circolare n. 17-2010. Milano, 21 Settembre 2010. Egregi Signori Clienti. Loro indirizzi. Il Fisco usa la diligenza del buon padre di famiglia.

Circolare n. 17-2010. Milano, 21 Settembre 2010. Egregi Signori Clienti. Loro indirizzi. Il Fisco usa la diligenza del buon padre di famiglia. Milano, 21 Settembre 2010 Egregi Signori Clienti Loro indirizzi Circolare n. 17-2010 Redditometro ed indagini finanziarie Il Fisco usa la diligenza del buon padre di famiglia. Per essere diligenti, non

Dettagli

Commissione Studi Imposte Dirette Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Monza e Brianza

Commissione Studi Imposte Dirette Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Monza e Brianza Commissione Studi Imposte Dirette Ordine Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Monza e Brianza VECCHIO e NUOVO REDDITOMETRO a CONFRONTO 1 LE FONTI NORMATIVE E DI PRASSI Norma primaria: art.38 DPR

Dettagli

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio. Carlo Nocera

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio. Carlo Nocera L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento Carlo Nocera IL CONFRONTO ACCERTAMENTO SINTETICO RILEVANZA VECCHIO STRUMENTO RILEVANZA NUOVO STRUMENTO DISPONIBILITA E POSSESSO BENI

Dettagli

Il nuovo accertamento sintetico

Il nuovo accertamento sintetico Il nuovo accertamento sintetico 1 Lo strumento di accertamento 2 La nuova norma Articolo 38, commi 4 e 5, del DPR n. 600/1973 come modificato dal Dl n. 78/2010. L ufficio può sempre determinare sinteticamente

Dettagli

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale

STUDIO GAMBINO Studio Legale ed Economico Aziendale OGGETTO: Check-list Redditest Il comportamento da tenere Per superare il Redditest il contribuente deve porre in essere un comportamento specifico: dovrà annotare, archiviare, conservare tutti i documenti

Dettagli

Redditest: il software di autodiagnosi per la congruità delle spese

Redditest: il software di autodiagnosi per la congruità delle spese Focus di pratica professionale di Lorenzo Pegorin Redditest: il software di autodiagnosi per la congruità delle spese Com è ormai noto, in data 20 novembre 2012, dopo averlo presentato nel corso di una

Dettagli

PERUGIA, 20 NOVEMBRE 2012

PERUGIA, 20 NOVEMBRE 2012 OGGETTO: REDDITEST PERUGIA, 20 NOVEMBRE 2012 GENTILE CLIENTE, CON LA STESURA DEL PRESENTE DOCUMENTO INFORMATIVO INTENDO METTERLA A CONOSCENZA CHE È STATO PUBBLICATO LO SCORSO 20 NOVEMBRE 2012 IL NUOVO

Dettagli

Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico

Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico Ufficio Stampa COMUNICATO STAMPA Parte il ReddiTest per misurare la coerenza tra reddito familiare e spese Si alza il sipario sul nuovo accertamento sintetico Tutti i contribuenti possono verificare la

Dettagli

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra il vecchio e il nuovo strumento prof. avv. Paola ROSSI Professore associato Università del Sannio Ricercatore area fiscale IRDCEC Diretta 15 novembre 2010 Diretta,

Dettagli

Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini

Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini Studio professionale ragionieri associati Migli Fedi Cinini Scali Olandesi n. 18 57125 LIVORNO Rag. Marco Migli - Commercialista Tel. 0586-891762 Rag. Michele Cinini - Commercialista Fax 0586-882512 Rag.

Dettagli

Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi

Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi Circolare n. 4/2013 del 14 Gennaio 2013 Ai gentili Clienti loro sedi OGGETTO: Redditometro: primi chiarimenti sulle modalità di applicazione Gentile Cliente, iniziano a pervenire i primi chiarimenti sull'applicazione

Dettagli

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI

GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI Servizio Politiche Territoriali Servizio Politiche Fiscali e Previdenziali GUIDA UIL IL CONTRASTO ALL EVASIONE E AL SOMMERSO DA PARTE DEI COMUNI 1 COMPARTECIPAZIONE DEI COMUNI AL CONTRASTO ALLA LOTTA ALL

Dettagli

Accertamenti e Controlli 2011

Accertamenti e Controlli 2011 Accertamenti e Controlli 2011 Manovra estiva 2010 D.L. n. 78/2010 Manovre estive 2011 D.L. n. 70/2011 D.L. n. 98/2011 D.L. n. 138/2011 28 SETTEMBRE 2011 Avv. Giampaolo Foresi ACCERTAMENTO SINTETICO (Art.

Dettagli

AI SIGNORI CLIENTI IL NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO

AI SIGNORI CLIENTI IL NUOVO ACCERTAMENTO SINTETICO E DA REDDITOMETRO Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Dott. Luisa Stritoni CIRCOLARE INFORMATIVA N. 14/2010 Padova, 27 dicembre 2010 AI SIGNORI CLIENTI

Dettagli

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. Data aggiornamento scheda 15 gennaio 2013. Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. Data aggiornamento scheda 15 gennaio 2013. Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012 SCHEDA MONOGRAFICA TMG REDDITOMETRO Data aggiornamento scheda 15 gennaio 2013 Redattore Davide David Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012 Con il DM 24.12.2012 (di seguito anche DM ) sono stati

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO

IL NUOVO REDDITOMETRO IL NUOVO REDDITOMETRO Dott. Fabrizio SCOSSA LODOVICO Modena, 10 maggio 2013 FONTI NORMATIVE Articolo 22 Decreto Legge 78/2010 Articolo 38 D.P.R. 600/73 (come modificato dal D.L. 78/2010) D.M. 24 dicembre

Dettagli

REDDITEST: simulatore di fedeltà fiscale

REDDITEST: simulatore di fedeltà fiscale REDDITEST: simulatore di fedeltà fiscale G. Manzana E. Iori REDDITEST: COS È?... 2 QUAL È IL RAPPORTO TRA REDDITOMETRO E REDDITEST?...3 IL SOFTWARE... 4 Dati relativi alla famiglia... 5 Famiglia fiscale...6

Dettagli

Il nuovo accertamento sintetico ed il redditometro. Valutazione delle possibili difese del contribuente. Data 24/10/2013

Il nuovo accertamento sintetico ed il redditometro. Valutazione delle possibili difese del contribuente. Data 24/10/2013 Il nuovo accertamento sintetico ed il redditometro. Valutazione delle possibili difese del contribuente. Data 24/10/2013 L accertamento sintetico del reddito delle persone fisiche, disciplinato principalmente

Dettagli

Redditometro: alcuni esempi applicativi

Redditometro: alcuni esempi applicativi Redditometro: alcuni esempi applicativi di Giovanni Peli Dottore commercialista e revisore contabile in Brescia in breve Argomento Il piano straordinario dei controlli fiscali per il triennio 2009/2011,

Dettagli

Redditometro: lo strumento rinnovato per la lotta contro l evasione fiscale

Redditometro: lo strumento rinnovato per la lotta contro l evasione fiscale Ai Gentili Clienti Redditometro: lo strumento rinnovato per la lotta contro l evasione fiscale Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che il nuovo redditometro ha visto la luce: nella

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio N. 21 del 1 Febbraio 2013 Ai gentili clienti Loro sedi Redditometro: un attacco all evasione ma solo quella spudorata Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla

Dettagli

Il nuovo redditometro

Il nuovo redditometro Il nuovo redditometro 1 NOVITA dal 01/01/2009 (SINTETICO ANALITICO PURO) Ricostruzione sintetica del reddito sulla base delle spese di qualsiasi genere sostenute nel corso del periodo d imposta IN ALTERNATIVA

Dettagli

LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO. Le regole sino al periodo d imposta 2008. dott. Mauro Nicola LE PREMESSE L ACCERTAMENTO SINTETICO"

LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO. Le regole sino al periodo d imposta 2008. dott. Mauro Nicola LE PREMESSE L ACCERTAMENTO SINTETICO LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO SINTETICO Le regole sino al periodo d imposta 2008 dott. Mauro Nicola Presidente dell Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Novara LE MODALITÀ DI ACCERTAMENTO

Dettagli

IL NUOVO REDDITOMETRO

IL NUOVO REDDITOMETRO IL NUOVO REDDITOMETRO È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4 gennaio 2013, il decreto 24 dicembre 2012 sul degli elementi indicativi di sulla base dei quali può essere fondata la determinazione

Dettagli

Redditometro: si intensificano gli indici per valutare il reddito presunto

Redditometro: si intensificano gli indici per valutare il reddito presunto Informativa per i clienti dello studio 16 Febbraio 2010 Ai gentili clienti Loro sedi Redditometro: si intensificano gli indici per valutare il reddito presunto Gentile cliente, con la presente desideriamo

Dettagli

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: AGGIORNATO IL REDDITOMETRO APPLICABILE DAL 2011 PAG. 2

SOMMARIO. Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: AGGIORNATO IL REDDITOMETRO APPLICABILE DAL 2011 PAG. 2 CIRCOLARE N. 23 DEL 16/12/2015 SOMMARIO Nella presente circolare tratteremo i seguenti argomenti: AGGIORNATO IL REDDITOMETRO APPLICABILE DAL 2011 PAG. 2 IN SINTESI: È stato recentemente pubblicato sulla

Dettagli

Informativa Fiscale del Comitato Regionale Toscano Geometri A cura di Maurizio Consonni. Redditometro:

Informativa Fiscale del Comitato Regionale Toscano Geometri A cura di Maurizio Consonni. Redditometro: COMITATO REGIONALE TOSCANO GEOMETRI Via Volturno 10/12/C - 50019 Osmannoro - Sesto Fiorentino - FIRENZE Tel. 055/5002380 - Fax 055/5522399 Cod. Fiscale 80011550482 E-mail - comtoscanogeometri @libero.it

Dettagli

Le nuove regole, come si dirà nel proseguo, si applicheranno a partire dai redditi prodotti nell esercizio 2009. Nuovo e vecchio testo a confronto

Le nuove regole, come si dirà nel proseguo, si applicheranno a partire dai redditi prodotti nell esercizio 2009. Nuovo e vecchio testo a confronto Gianluca Galatà e Pierluigi Rosano IL VECCHIO ED IL NUOVO REDDITOMETRO UN CONFRONTO Con il Decreto Legge 31 maggio 2010 numero 78, (di seguito D.L. 78/2010 ), convertito dalla Legge 30 Luglio 2010 numero

Dettagli

Informativa n. 33 INDICE. del 28 settembre 2010

Informativa n. 33 INDICE. del 28 settembre 2010 Informativa n. 33 del 28 settembre 2010 La manovra correttiva (DL 31.5.2010 n. 78 convertito nella L. 30.7.2010 n. 122) - Novità in materia di accertamento sintetico del reddito delle persone fisiche (c.d.

Dettagli

Studio Dottori Commercialisti e Consulenti del Lavoro

Studio Dottori Commercialisti e Consulenti del Lavoro Studio Dottori Commercialisti e Consulenti del Lavoro partners Renato Meneghini - dott. commercialista Luisa Moroso - consulente del lavoro Dott associati Enrico Povolo - dott. commercialista Marco Giaretta

Dettagli

OGGETTO: IL RILANCIO DEL REDDITOMETRO: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

OGGETTO: IL RILANCIO DEL REDDITOMETRO: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE OGGETTO: IL RILANCIO DEL REDDITOMETRO: LE INDICAZIONI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Nell ambito del sistema di accertamento nei confronti delle persone fisiche, trovano nuova linfa le disposizioni che definiscono

Dettagli

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento. di Carlo Nocera

L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento. di Carlo Nocera L ACCERTAMENTO SINTETICO Il confronto tra vecchio e nuovo strumento di Carlo Nocera IL CONFRONTO ACCERTAMENTO SINTETICO RILEVANZA VECCHIO STRUMENTO RILEVANZA NUOVO STRUMENTO DISPONIBILITA E POSSESSO BENI

Dettagli

Redditest: disponibile sul sito delle Entrate il programma per misurare la coerenza redditi/spese

Redditest: disponibile sul sito delle Entrate il programma per misurare la coerenza redditi/spese CIRCOLARE A.F. N. 165 del 23 Novembre 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Redditest: disponibile sul sito delle Entrate il programma per misurare la coerenza redditi/spese Premessa Sul sito www.agenziadelleentrate.gov.it

Dettagli

Circolare N.165 del 23 Novembre 2012

Circolare N.165 del 23 Novembre 2012 Circolare N.165 del 23 Novembre 2012 Redditest. Disponibile sul sito delle Entrate il programma per misurare la coerenza redditi-spese Redditest: disponibile sul sito delle Entrate il programma per misurare

Dettagli

PROFILI APPLICATIVI DELL ACCERTAMENTO SINTETICO: CASI PRATICI. a cura di Antonio Lofari Capo Area Accertamento Direzione Provinciale di Piacenza

PROFILI APPLICATIVI DELL ACCERTAMENTO SINTETICO: CASI PRATICI. a cura di Antonio Lofari Capo Area Accertamento Direzione Provinciale di Piacenza PROFILI APPLICATIVI DELL ACCERTAMENTO SINTETICO: CASI PRATICI a cura di Antonio Lofari Capo Area Accertamento Direzione Provinciale di Piacenza REDDITOMETRO I decreti ministeriali del 1992 individuano

Dettagli

REDDITEST : LO STRUMENTO PER CONTROLLARE LA COERENZA DEL REDDITO DICHIARATO

REDDITEST : LO STRUMENTO PER CONTROLLARE LA COERENZA DEL REDDITO DICHIARATO Dott. Francesco Ferri de Lazara Dott. Enrico Grigolin Avv. Filippo Lo Presti Avv. Vincenza Valeria Cicero Avv. Marianovella Gianfreda Dott. Francesca Parravicini Dott. Fabio Salvagno Padova, 23 Novembre

Dettagli

Contro l'accertamento sintetico: prova contraria a cura del contribuente Ipsoa.it

Contro l'accertamento sintetico: prova contraria a cura del contribuente Ipsoa.it Contro l'accertamento sintetico: prova contraria a cura del contribuente Ipsoa.it di Roberto Fanelli In presenza della determinazione sintetica del reddito, il contribuente può dimostrare, oltre al diverso

Dettagli

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola

Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario. l isee. che cos è e come si calcola Azienda Pubblica della Regione Campania per il diritto allo Studio Universitario l isee che cos è e come si calcola Che cos è l ISEE e come si calcola L ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente)

Dettagli

IL (NUOVO) REDDITOMETRO

IL (NUOVO) REDDITOMETRO Circolare n. 5/2014 Pagina 1 di 8 A tutti i Clienti Loro sedi Circolare n. 5/2014 del 20 maggio 2014 (tutte le circolari sono consultabili anche sul nostro sito all indirizzo www.bdassociati.it ) Riferimenti

Dettagli

Circolare n. 6. Del 31 marzo 2014. Nuovo redditometro Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE

Circolare n. 6. Del 31 marzo 2014. Nuovo redditometro Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE Circolare n. 6 Del 31 marzo 2014 Nuovo redditometro Ulteriori chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Procedimento... 2 2.1 Notifica dell invito a comparire... 3 2.2 Notifica dell

Dettagli

Come funzionano gli eventi live

Come funzionano gli eventi live Come funzionano gli eventi live 1) Se ti sei prenotato ad un evento live riceverai entro le ore 24,00 del giorno prima i materiali (slides ed eventuali tools) del corso. 2) Negli eventi interattivi con

Dettagli

REDDITEST. Circolare straordinaria n. 31 del 01/12/2012. Studio Legale Tributario

REDDITEST. Circolare straordinaria n. 31 del 01/12/2012. Studio Legale Tributario ASSOCIATI Dott. Comm. Vladimiro Boldi Cotti Dott. Comm. Gabriele Bacchiega Dott. Comm. Rosanna Cantoni Rag. Comm. Simona Rossi Dott. Comm. Maurizia Tarana CONSULENTI Dott. Comm. Nicolò Andrione Dott. Comm.

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il/la sottoscritto/a. nato a ( ) il

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il/la sottoscritto/a. nato a ( ) il DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL ATTO DI NOTORIETA (Art. 47 D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445) Il/la sottoscritto/a (cognome) (nome) nato a ( ) il (luogo) (prov.) residente a ( ) in Via (luogo) (prov.) (indirizzo)

Dettagli

(Per abitazione principale si intende quella nella quale il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro diritto reale, e i

(Per abitazione principale si intende quella nella quale il contribuente, che la possiede a titolo di proprietà, usufrutto o altro diritto reale, e i Alla ricerca di nuove sinergie? Residenze fittizie ed evasione fiscale : le situazioni più diffuse 1) Agevolazioni per l acquisto della prima casa 2) Abolizione dell ICI sulla prima casa adibita ad abitazione

Dettagli

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, Roma, 31 luglio 2013. Direzione Centrale Accertamento

CIRCOLARE N. 24/E. Roma, Roma, 31 luglio 2013. Direzione Centrale Accertamento CIRCOLARE N. 24/E Roma, Roma, 31 luglio 2013 Direzione Centrale Accertamento OGGETTO: Accertamento sintetico del reddito complessivo delle persone fisiche ai sensi dell articolo 38, commi dal quarto al

Dettagli

Newsletter 2013 20 del 23 Settembre 2013

Newsletter 2013 20 del 23 Settembre 2013 NUOVO REDDITOMETRO (art. 38 del DPR 600/73 e DM 24.12.2012) COME FUNZIONA? Newsletter 2013 20 del 23 Settembre 2013 Che cos è e quali sono i Riferimenti Normativi? L art. 38 del DPR 600/73 stabilisce che

Dettagli

Iscrizioni servizi scolastici comunali. Anno scolastico 2015/2016

Iscrizioni servizi scolastici comunali. Anno scolastico 2015/2016 Iscrizioni servizi scolastici comunali Anno scolastico 2015/2016 Quando si aprono le iscrizioni ai servizi scolastici? Le iscrizioni ai servizi scolastici sono aperte da lunedì 13 Aprile a venerdì 15 maggio

Dettagli

Dott. Roberto Azor Commercialista e Revisore Contabile

Dott. Roberto Azor Commercialista e Revisore Contabile Credaro (BG), 26/09/2013 Ai gentili Clienti Loro sedi Circ. 48/2013: NUOVO REDDITOMETRO PRIME INDICAZIONI OPERATIVE In questa Circolare 1. Vecchio e nuovo redditometro 2. Ricostruzione sintetica del reddito

Dettagli

Circolare settimanale di informazione fiscale

Circolare settimanale di informazione fiscale 17 ottobre 2012 OGGETTO: Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che con l approvazione

Dettagli

IL CATASTO COME FUNZIONE FONDAMENTALE DEI COMUNI

IL CATASTO COME FUNZIONE FONDAMENTALE DEI COMUNI IL CATASTO COME FUNZIONE FONDAMENTALE DEI COMUNI FABIO PETTERINI Funzionario del Comune di Milano GIANDOMENICO CASARINI Funzionario del Comune di Corsico Milano, 21 novembre 2012 DL DELLO SPENDING REVIEW

Dettagli

AUTO AZIENDALI E DETERMINAZIONE DEL REDDITO

AUTO AZIENDALI E DETERMINAZIONE DEL REDDITO AUTO AZIENDALI E DETERMINAZIONE DEL REDDITO Come è noto, l articolo 4, commi 72 e 73, della Legge 28-6-2012 n. 92, in vigore dal 12 agosto 2012, ha abbassato la soglia di deducibilità delle spese e degli

Dettagli

Redditometro e UNICO 2010

Redditometro e UNICO 2010 Redditometro e UNICO 2010 a cura di Antonio Gigliotti Fiscal Focus 1 INDICE 1. Nuovo strumento di accertamento per le persone fisiche pag. 3 2. Il funzionamento pag. 19 3. Caso operativo pag. 29 4. L incidenza

Dettagli

REDDITOMETRO. Introduzione

REDDITOMETRO. Introduzione REDDITOMETRO di Sonia Pucci - Dottore Commercialista - Studio CMNP Il D.L. 78/2010 ha modificato in modo significativo l art. 38 del D.P.R. 600/1973, introducendo una nuova modalità di accertamento sintetico,

Dettagli

COMUNICAZIONE DEI BENI AI SOCI E RIFLESSI NEL MODELLO UNICO

COMUNICAZIONE DEI BENI AI SOCI E RIFLESSI NEL MODELLO UNICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO SOCIETÀ DI COMODO E/O IN PERDITA SISTEMATICA: PRESUNZIONI DI NON OPERATIVITÀ E CONSEGUENTE TASSAZIONE COMUNICAZIONE DEI BENI AI SOCI E RIFLESSI NEL MODELLO

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E. COMUNE DI SANGIANO Provincia di Varese REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE IN ATTUAZIONE DELL I.S.E.E. (INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE) (Articolo

Dettagli

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. www.tmgcommercialisti.it. Data aggiornamento scheda 16 ottobre 2013

REDDITOMETRO SCHEDA MONOGRAFICA TMG. www.tmgcommercialisti.it. Data aggiornamento scheda 16 ottobre 2013 SCHEDA MONOGRAFICA TMG REDDITOMETRO Data aggiornamento scheda 16 ottobre 2013 Redattore Davide David Ultimi interventi normativi DM 24 dicembre 2012 Ultimi interventi di prassi Circ. 24/E del 31.07.2013

Dettagli

Periodico informativo n. 101/2012. Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni

Periodico informativo n. 101/2012. Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Periodico informativo n. 101/2012 Legge di Stabilità Come cambiano detrazioni e deduzioni Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza che con l approvazione

Dettagli

D.ssa Silvia Bresciani Dr Claudio Pedrazzani

D.ssa Silvia Bresciani Dr Claudio Pedrazzani Consulenza fiscale, amministrativa e societaria P.le Martesana, 10-20128 Milano - Tel. (02) 2552761 r.a. - Fax. (02) 2552692 E MAIL studio.professionale@apiesse.com www.apiesse.com Via Della Valle, 46B

Dettagli

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico

Nuova residenza anagrafica. Variazioni stato civile. Coniuge e figli fiscalmente a carico. Altri familiari fiscalmente a carico Pagina 1 DOCUMENTI ANAGRAFICI In via generale si ricorda che il contribuente deve esibire la documentazione necessaria per permettere la verifica della conformità dei dati esposti nella propria dichiarazione

Dettagli

NUOVO ISEE : AL VIA DAL 01 GENNAIO 2015. a cura di Celeste Vivenzi. Premessa generale

NUOVO ISEE : AL VIA DAL 01 GENNAIO 2015. a cura di Celeste Vivenzi. Premessa generale NUOVO ISEE : AL VIA DAL 01 GENNAIO 2015 a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto con il DM del 07-11-2014 è stato approvato il nuovo modello di Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) necessario

Dettagli

Il nuovo redditometro 2.0

Il nuovo redditometro 2.0 Numero 14/2013 Pagina 1 di 23 Il nuovo redditometro 2.0 Numero : 14/2013 Gruppo : Oggetto : Norme e prassi : ACCERTAMENTO REDDITOMETRO ART. 38, D.P.R. N. 600/1973; ART. 22, D.L. N. 78/2010; D.M. 24.12.2012,

Dettagli

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015

NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 COMUNE DI BAREGGIO Provincia di Milano NUOVO I.S.E.E. DAL 1^ GENNAIO 2015 Si informa che a seguito del Dpr 5 dicembre 2013, n.159 e del DM 7 novembre 2014 a partire dal 1^ gennaio 2015 entra in vigore

Dettagli

ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015

ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015 ALLEGATO A) alla d.g.r. n. 4154 del 8 ottobre 2015 Reddito di autonomia. Sostegno alle famiglie residenti nei Comuni ad elevata tensione abitativa (Delibera CIPE 87/2003 e PRERP 2014-2016) per il mantenimento

Dettagli

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale

Legge 21 novembre 2000, n. 342. Misure in materia fiscale Legge 21 novembre 2000, n. 342 Misure in materia fiscale Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 276 del 25 novembre 2000 - Supplemento Ordinario Capo I DISPOSIZIONI IN MATERIA DI IMPOSTE SUI REDDITI Art.

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE CONSEGUENTI A PROBLEMATICHE LAVORATIVE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE CONSEGUENTI A PROBLEMATICHE LAVORATIVE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI STRAORDINARI A NUCLEI FAMILIARI IN DIFFICOLTÀ ECONOMICHE CONSEGUENTI A PROBLEMATICHE LAVORATIVE Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 39

Dettagli

ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU)

ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) ISTRUZIONI Compilazione della Dichiarazione Unica Sostitutiva (DSU) La nuova dichiarazione Ise/Isee cambia sostanzialmente rispetto al passato. Dal 2015 il calcolo del parametro non viene più fatto dal

Dettagli

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento

REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Articolo 1 Oggetto del Regolamento REGOLAMENTO ISEE Regolamento per l applicazione dell Indicatore della Situazione Economica Equivalente Articolo 1 Oggetto del Regolamento Il presente Regolamento disciplina l applicazione dell ISEE (Indicatore

Dettagli

La manovra correttiva contemplata dal D.L. n. 78/2010 tra le altre disposizioni prevede la

La manovra correttiva contemplata dal D.L. n. 78/2010 tra le altre disposizioni prevede la CONVEGNO 7/5/2011 - RELAZIONE DR. CARLO PESSINA La manovra correttiva contemplata dal D.L. n. 78/2010 tra le altre disposizioni prevede la riformulazione, con decorrenza dal periodo d imposta 2009, delle

Dettagli

L'ACCERTAMENTO DEL FUTURO : I RIFLESSI COMBINATI DEL NUOVO REDDITOMETRO, DEGLI STUDI DI SETTORE E DELLE COMUNICAZIONI ALL'ANAGRAFE TRIBUTARIA

L'ACCERTAMENTO DEL FUTURO : I RIFLESSI COMBINATI DEL NUOVO REDDITOMETRO, DEGLI STUDI DI SETTORE E DELLE COMUNICAZIONI ALL'ANAGRAFE TRIBUTARIA L'ACCERTAMENTO DEL FUTURO : I RIFLESSI COMBINATI DEL NUOVO REDDITOMETRO, DEGLI STUDI DI SETTORE E DELLE COMUNICAZIONI ALL'ANAGRAFE TRIBUTARIA Premessa generale Dopo la presentazione del software Redditest

Dettagli

Loro sedi. Ritenendo di fare cosa gradita nell allegato prospetto si riepilogano i principali oneri detraibili e deducibili.

Loro sedi. Ritenendo di fare cosa gradita nell allegato prospetto si riepilogano i principali oneri detraibili e deducibili. Studio Associato di Consulenza Aziendale Dottori Commercialisti Dott. Gianpiero Perissinotto Dott.ssa Monica Lacedelli Via degli Agricoltori n. 11 32100 Belluno tel: 0437/932080 fax: 0437/932095 E-mail:

Dettagli

Dichiarazione dei redditi - Modello 730/2015

Dichiarazione dei redditi - Modello 730/2015 Dichiarazione dei redditi - Modello 730/2015 Cosa portare al Caf per la compilazione > Modello CUD 2015 redditi 2014 che il datore di lavoro o l Ente pensionistico consegnerà entro il 28 febbraio 2015.

Dettagli

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA

INDICE SOMMARIO. Premessa... TASSAZIONE DEI REDDITI PARTE PRIMA INDICE SOMMARIO Premessa... XVII PARTE PRIMA TASSAZIONE DEI REDDITI CAPITOLO 1 I REDDITI DELLE PERSONE FISICHE 1. Introduzione... 3 2. I soggetti passivi residenti in Italia: nozione di residenza delle

Dettagli

INDICAZIONI GENERALI RELATIVE AL NUOVO ISEE

INDICAZIONI GENERALI RELATIVE AL NUOVO ISEE INDICAZIONI GENERALI RELATIVE AL NUOVO ISEE Il DPCM 159/2013 e il Decreto Ministeriale 7/11/2014 hanno portato a compimento la revisione del ISEE, già prevista dall'art. 5 del decreto Salva Italia (d.l.

Dettagli

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi

Bologna, 25 marzo 2014. A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Bologna, 25 marzo 2014 A tutti i Clienti dello Studio Loro sedi Oggetto CIRCOLARE N. 5 DOCUMENTAZIONE PER IL MODELLO 730/2014 E MODELLO UNICO 2014. RICHIESTA DEL CUD ALL INPS A decorrere da quest anno,

Dettagli

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE

COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE COMUNE DI SONCINO REGOLAMENTO COMUNALE DEFINIZIONE DEI CRITERI DI VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA DEI SOGGETTI CHE RICHIEDONO PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE 1 ART. 1 - OGGETTO Il presente regolamento,

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N.

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. Allegato alla Delib.G.R. n. 63/2 del 15.12.2015 SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. 3 Articolo

Dettagli

IL REDDITOMETRO: DUBBI E CRITICITA

IL REDDITOMETRO: DUBBI E CRITICITA IL REDDITOMETRO: DUBBI E CRITICITA Relatore : Dott. Vincenzo Di Tella Collaboratori: Dott. Piero Capestrano Dott. Alessando Paglione Dott. Mario Di Bernardo Dott. Alessandro Tentoni IL NUOVO REDDITOMETRO

Dettagli

Fiscal News N. 79. Redditometro senza spese Istat. La circolare di aggiornamento professionale 17.03.2014

Fiscal News N. 79. Redditometro senza spese Istat. La circolare di aggiornamento professionale 17.03.2014 Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 79 17.03.2014 Redditometro senza spese Istat Categoria: Accertamento e riscossione Sottocategoria: Redditometro L Agenzia delle Entrate con la

Dettagli

Oggetto: documenti necessari per la presentazione del modello 730/2013

Oggetto: documenti necessari per la presentazione del modello 730/2013 Roma, 11 aprile 2013 Prot. n. 210/2013 Circolare n. 57 A tutti i CRP e ai loro sportelli Oggetto: documenti necessari per la presentazione del modello 730/2013 In allegato alla presente, pubblichiamo un

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ART. 3 DLGS 109/98) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ART. 3 DLGS 109/98) ARTICOLO 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO COMUNE DI CASTEL D ARIO Provincia di Mantova REGOLAMENTO ATTUATIVO DELL INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE (ISEE) REGOLAMENTO COMUNALE IN MATERIA DI INDICATORE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA

Dettagli

Città di Albino. Provincia di Bergamo

Città di Albino. Provincia di Bergamo Città di Albino (Albì) Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER L INDIVIDUAZIONE DELLA SITUAZIONE ECONOMICA PER L ACCESSO ALLE PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE. (Legge 27 dic. 1997 n. 449 e d.lgs. 31

Dettagli

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24

REDDITI DI LAVORO DIPENDENTE CORRISPOSTI NEL 2008...pag. 19. REDDITI ASSIMILATI A QUELLI DI LAVORO DIPENDENTE...pag. 24 INDICE Sezione Prima - INTRODUZIONE INTRODUZIONE...pag. 14 Lo schema del CUD 2009 - Certificazione Unica Dipendenti...» 14 Termini di consegna al dipendente...» 15 Il trattamento dei dati personali...»

Dettagli