Il progetto EnergyNetwork:

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il progetto EnergyNetwork:"

Transcript

1 Il progetto EnergyNetwork: Il kit a supporto delle Agenzie per l Energie di Renael 1

2 KIT DELLE AGENZIE ANEA: Coordinamento, ottenimento TEE e vendita presso il GME Agenzia Partner: Promozione sul territorio Impresa/Ente locale aderente: Realizzazione degli interventi di efficienza energetica riconosciuti da AEEG 2

3 KIT DELLE AGENZIE A) Rapporti tra ANEA e Agenzia Partner B) Rapporti tra Agenzia Partner e Aderente C) Informazioni di base tecnico-economiche relative agli interventi standard D) Comunicazione e marketing nazionale e locale Tempistica 3

4 A) Rapporti tra ANEA e Agenzia Partner A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: - Premesse - Scopo dell Accordo - Ruoli delle Parti (ANEA e Agenzia Partner) - Ripartizione dei ricavi - Durata dell Accordo A1. Procedura monitoraggio degli interventi A2. Cartella con fogli excel per la catalogazione dei singoli interventi: - 1 file complessivo e riepilogativo - 9 file per singole schede di intervento 4 I file della cartella A2 vanno periodicamente trasferiti ad ANEA (entro fine marzo - giugno - ottobre)

5 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: Premesse: l ANEA è titolare con marchio registrato del progetto, denominato EnergyNetwork, finalizzato ad attività di informazione, formazione, assistenza tecnica per imprese, tecnici ed Enti locali, pubblicizzazione, realizzazione e censimento di interventi di risparmio energetico e di utilizzo delle fonti rinnovabili rivolto a tutti i tipi di utenze (pubbliche e private); tale progetto, già riconosciuto da AEEG, consente di aggregare interventi realizzati da più soggetti per raggiungere la soglia di 20 TEP l ANEA, ai sensi della deliberazione 18 settembre 2003, n. 103/03 dell Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas (nel seguito AEEG), è operatore accreditato come "Società di servizi energetici - Esco" ed è abilitata ad operare sulla borsa del GME con provvedimento PB del 09/03/2012 P ; 5

6 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: Scopo dell Accordo: Lo scopo è quello di promuovere, nel territorio di competenza dell Agenzia Partner, il progetto EnergyNetwork e di realizzare interventi di risparmio energetico negli usi finali, coinvolgendo tecnici, imprese ed Enti Locali (Aderenti) per l ottenimento dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE) o certificati bianchi. Gli introiti derivanti dai TEE sono finalizzati al sostentamento dei costi di gestione e di sviluppo del Progetto da parte di ANEA e dell Agenzia Partner. Con la sottoscrizione del presente Accordo ANEA riconosce l Agenzia Partner co-titolare del Progetto, in esclusività per la provincia in cui ha sede legale, e quindi avente la facoltà di utilizzare il logo del Progetto e i servizi messi a disposizione, così come il materiale informativo, eventualmente personalizzabile con proprio logo. L Agenzia Partner potrà operare anche nei territori provinciali limitrofi, purché in questi non siano già presenti altri Partner del Progetto. In base all esclusiva concessa, ANEA non potrà stabilire accordi diretti con possibili aderenti operanti 6 sul territorio di competenza dell Agenzia Partner.

7 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: Ruolo delle Parti ANEA (1/2): Coordinare le attività tecnico-amministrative necessarie alla promozione del Progetto; Mettere a disposizione dell Agenzia Partner, tutte le informazioni, la modulistica e le procedure necessarie per l attuazione del progetto nel proprio territorio; Pubblicizzare l Agenzia Partner riportando il logo istituzionale sul sito internet Avvalersi dei veicoli di informazione (newsletter, sito web, circolari ecc.) sia come strumento di marketing del Progetto, così da favorire nuove adesioni, che per fornire un servizio di aggiornamento agli Aderenti; Comunicare all Agenzia Partner eventuali nuovi contatti di imprese ed Enti Locali operanti sul loro territorio; Verificare e catalogare la documentazione degli interventi realizzati dagli Aderenti del territorio provinciale dell Agenzia Partner in vista di possibili controlli 7 dell AEEG e chiedere all Agenzia stessa eventuali integrazioni;

8 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: Ruolo delle Parti ANEA (2/2): Presentare all AEEG gli interventi realizzati nell ambito del progetto, cumulandoli ove consentito, per l ottenimento dei TEE; Vendere i TEE nella Borsa del Gestore Mercati Energetici (GME) ed incassare il relativo valore; Distribuire i proventi tra i Partner e gli Aderenti; Monitorare il buon andamento del Progetto proponendo eventuali migliorie e correttivi; Comunicare all Agenzia Partner il referente dell ANEA che si occuperà in prima persona della gestione ed attuazione del presente Accordo. 8

9 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: Ruolo delle Parti AGENZIA PARTNER: Promuovere il Progetto, attraverso i propri strumenti di comunicazione, informando le Imprese e gli Enti Locali dei servizi e dei benefici economici offerti, al fine di favorire l adesione e la realizzazione degli interventi; l Agenzia Partner è responsabile della promozione a livello locale; Sottoporre agli Aderenti specifiche convenzioni/protocolli che definiscono il ruolo dei firmatari e la ripartizione dei ricavi tra Agenzia Partner e Aderente; Inserire sul proprio sito web il logo EnergyNetwork linkabile a Sollecitare la comunicazione degli interventi (contatto telefonico, visita in loco) realizzati nell ambito del Progetto, raccogliendone la documentazione indispensabile (sia essa di natura tecnica o amministrativa contabile) per la quantificazione dei risparmi energetici; Trasferire gli importi agli Aderenti, firmatari delle convenzioni/protocolli, che abbiano realizzato interventi approvati dall AEEG; Comunicare ad ANEA eventuali notizie su iniziative/workshop, norme e bandi di interesse nel proprio territorio sulle tematiche del Progetto al fine di pubblicizzarle tramite i canali informativi del Progetto; Comunicare ad ANEA un referente, che si occuperà in prima persona della gestione ed attuazione del presente Accordo. 9

10 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: RIPARTIZIONE DEI RICAVI (1/2): I proventi del Progetto derivanti dalla vendita dei TEE riconosciuti dall AEGG saranno così ripartiti tra le Parti: - 25% ANEA, - 75% Agenzia Partner In base poi alla convenzione tra Agenzia Partner ed Aderente, la suddetta quota del 75% verrà suddivisa per il 25% all Agenzia Partner e il 50% all Aderente. Tale distribuzione dei ricavi, che assegna ben il 50% all Aderente, è finalizzata ad incentivare quest ultimo ad aderire al Progetto comunicando tutti gli interventi realizzati. In definitiva ANEA e l Agenzia Partner riceveranno quote uguali pari al 25% dei ricavi. Qualora i TEP risparmiati, nell arco della durata del presente accordo, siano inferiori a 1, gli eventuali contributi ottenuti, vista l esiguità degli stessi, saranno destinati da ANEA al sostentamento dei servizi offerti dal Progetto. 10

11 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: RIPARTIZIONE DEI RICAVI (2/2): I TEE vengono riconosciuti dall AEEG nel corso degli anni, in genere 5 e 8 anni, in funzione della tipologia degli interventi. I tempi e i modi di vendita dei TEE così riconosciuti, vengono stabiliti dall ANEA a suo insindacabile giudizio, al fine di massimizzare l introito sulla base dei valori di mercato. L ANEA trasferisce all Agenzia Partner la quota di introiti dovuta, entro 60 GG f.m., dall emissione della fattura. La documentazione attestante l ottenimento dei TEE e la relativa vendita sarà sempre consultabile per l Agenzia Partner. Sarà cura dell Agenzia Partner corrispondere la quota di introiti dovuta all Aderente. L ANEA rimane estranea ad ogni contenzioso derivante da inadempienze dell Agenzia Partner nei confronti dell Aderente. 11

12 A0. Accordo tra ANEA e Agenzia Partner: DURATA DELL ACCORDO: L Accordo ha durata pari a 24 mesi dalla data della sua sottoscrizione ed è tacitamente rinnovabile. Nei 120 gg. precedenti la scadenza le parti potranno rinegoziare eventuali nuove condizioni operative anche sulla base dei risultati ottenuti. L eventuale recesso potrà essere comunicato dalle Parti, a mezzo lettera A/R, entro 30 gg. dalla scadenza. Per la durata del presente Accordo l Agenzia Partner non assumerà con terzi iniziative aventi lo stesso oggetto del presente Accordo. Le Parti concordano che i ricavi, derivanti dalla vendita dei TEE riconosciuti dall AEEG nel periodo di validità del presente Accordo, saranno ripartiti anche se ottenuti temporalmente oltre la scadenza dello stesso. 12

13 KIT DELLE AGENZIE A) Rapporti tra ANEA e Agenzia Partner B) Rapporti tra Agenzia Partner e Aderente C) Informazioni di base tecnico-economiche relative agli interventi standard D) Comunicazione e marketing nazionale e locale Tempistica 13

14 B) Rapporti tra Agenzia Partner e Aderente B1. Protocollo di intenti tra Agenzia Partner e Aderente ad EnergyNetwork - Premesse - Oggetto del protocollo - Ruoli delle Parti (Agenzia Partner e Imprese/Ente aderente ad EnergyNetwork) - Suddivisione dei ricavi - Durata dell Accordo B2. Dichiarazione di Intervento di Risparmio Energetico da parte dell Aderente (a disposizione nell area riservata del sito vedremo dopo un esempio 14

15 B1) Protocollo di intenti tra Agenzia Partner e Aderente ad EnergyNetwork Ruolo delle Parti AGENZIA PARTNER: Fornire un aggiornamento periodico tramite newsletter sulle novità del settore, sulla normativa vigente e sui finanziamenti locali, nazionali ed europei esistenti; Rendere disponibile il sito web con informazioni utili per gli aderenti al Progetto; Organizzare seminari e incontri specifici di informazione e formazione con esperti del settore ed enti coinvolti sulle tematiche oggetto del Protocollo; Fornire un servizio di assistenza tecnica riguardante le problematiche connesse alla realizzazione di interventi di risparmio energetico; Pubblicizzare l Impresa/Ente locale tramite la scheda aderente sul sito Internet del Progetto; Comunicare all Impresa/Ente locale un referente per l invio delle comunicazioni e per concordare le attività previste; 15

16 B1) Protocollo di intenti tra Agenzia Partner e Aderente ad EnergyNetwork Ruolo delle Parti IMPRESA/ENTE LOCALE ADERENTE: Promuovere e realizzare interventi di risparmio energetico nell ambito del Progetto. Comunicare all AGENZIA gli interventi di risparmio energetico realizzati nell ambito della propria attività e del Progetto. Inserire sul proprio sito web un logo/banner, fornito dall AGENZIA, che identifica l Impresa/Enti locale come aderente al Progetto. In caso di Impresa, comunicare ai clienti finali che le proprie attività sono effettuate nell ambito del Progetto che può usufruire degli incentivi connessi al meccanismo dei TEE. (Esiste una liberatoria dell utente finale, ma non è obbligatoria) 16

17 B1) Protocollo di intenti tra Agenzia Partner e Aderente ad EnergyNetwork Suddivisione dei Ricavi (1/2): 50% per Impresa e 50% per AGENZIA (che sarà poi suddiviso al 50% con l ANEA) L AGENZIA verserà all Impresa/Ente Locale la quota dell importo annuale spettante: - all effettivo trasferimento da parte del GME e di ANEA (o di altro ente accreditato - per es. distributori energia elettrica e gas, esco ecc.) dell importo complessivo all AGENZIA; - a seguito dell emissione di un documento contabile dell Impresa/Ente Locale; - al raggiungimento della soglia minima di 20 TEP ottenuti cumulando, eventualmente, gli interventi degli altri aderenti al Progetto; - se l Impresa/Ente Locale, nell arco di un anno solare (1 gennaio-31 dicembre), realizza e comunica all Agenzia interventi di risparmio energetico per un ammontare pari o superiore a 1 TEP; in caso contrario i ricavi ottenuti, vista l esiguità degli stessi, saranno destinati al sostentamento dei servizi offerti dal Progetto L Agenzia e l Impresa/Ente Locale possono stabilire che la quota di ricavo spettante a quest ultima possa essere fornita sotto forma di servizi (formazione, assistenza tecnica ecc.) equivalenti dal punto di vista del valore economico. 17

18 B1) Protocollo di intenti tra Agenzia Partner e Aderente ad EnergyNetwork Suddivisione dei Ricavi (2/2) Per progetti analitici o a consuntivo la ripartizione sarà stabilita dalle Parti caso per caso. Qualora i TEP risparmiati, nell arco della durata del presente accordo, siano inferiori a 1, gli eventuali contributi ottenuti, vista l esiguità degli stessi, saranno destinati al sostentamento dei servizi offerti dal Progetto. Le modalità di pagamento tengono conto che i TEE vengono rilasciati dall'aeeg a partire dall anno successivo alla presentazione dei dati sugli intereventi realizzati e per 5/8 anni consecutivi (a seconda della tipologia di intervento); il valore economico dei TEE può variare ogni anno in funzione delle quotazioni di mercato. 18

19 B1) Protocollo di intenti tra Agenzia Partner e Aderente ad EnergyNetwork Durata del Protocollo Il protocollo avrà durata di 24 mesi dalla data della sua sottoscrizione. Entro la scadenza del protocollo le Parti potranno definire eventuali nuove condizioni operative anche sulla base dei risultati, in termini di TEP, ottenuti dall impresa. Per la durata del presente protocollo l Impresa non assumerà con terzi, iniziative aventi lo stesso oggetto del protocollo. Le Parti concordano che i ricavi ottenuti nel periodo di validità del presente protocollo, di cui al paragrafo Suddivisione dei ricavi, saranno assegnati all Impresa/Ente Locale fino alla scadenza degli stessi anche in caso di mancato rinnovo del protocollo. 19

20 KIT DELLE AGENZIE A) Rapporti tra ANEA e Agenzia Partner B) Rapporti tra Agenzia Partner e Aderente C) Informazioni di base tecnico-economiche relative agli interventi standard D) Comunicazione e marketing nazionale e locale Tempistica 20

21 C) Informazioni di base tecnico-economiche relative agli interventi standard C1 e C2 Modalità di calcolo dei TEP risparmiati e relativi proventi: rappresenta uno strumento utile per dare risposte agli aderenti in termini di quantità di interventi e relativi introiti (C1 è per uso interno e C2 per uso esterno) C3. Legenda zone climatiche 21

22 KIT DELLE AGENZIE A) Rapporti tra ANEA e Agenzia Partner B) Rapporti tra Agenzia Partner e Aderente C) Informazioni di base tecnico-economiche relative agli interventi standard D) Comunicazione e marketing nazionale e locale Tempistica 22

23 D1) Comunicazione nazionale e locale L ANEA è responsabile della comunicazione a livello nazionale che potrà essere rivolta anche a quegli Aderenti i cui riferimenti siano stati forniti dall Agenzia Partner; nel seguito esempio di comunicazione web trasmessa a tutti i contatti di ANEA prima del direct marketing (personalizzabile) L Agenzia Partner è responsabile della promozione a livello locale; Logo Agenzia Partner 23

24 D2) Suggerimenti per il direct marketing I numeri: circa 300 aderenti, certificati ottenuti, per un valore di circa euro in tre anni di attività I vantaggi: - solo le Esco possono ottenere i certificati bianchi, quindi tramite l Agenzia e EnergyNetwork valorizziamo gli interventi di risparmio energetico realizzati dagli aderenti non-esco trasformandoli in contributi economici - Gli interventi vengono cumulati con quelli degli altri aderenti per presentare un unico progetto di dimensioni accettabili per l AEEG - A tali risparmi corrisponde un valore economico che viene erogato quando i certificati/titoli sono venduti in borsa La semplicità: - nessun costo, solo benefici economici - Vengono richiesti solo 10 minuti da parte dell aderente per compilare la dichiarazione di intervento e fare due fotocopie! 24

25 KIT DELLE AGENZIE A) Rapporti tra ANEA e Agenzia Partner B) Rapporti tra Agenzia Partner e Aderente C) Informazioni di base tecnico-economiche relative agli interventi standard D) Comunicazione e marketing nazionale e locale Iter e Tempistica 25

26 ITER 1. L Agenzia Partner parte la promozione sul territorio (per esempio invio della comunicazione web e subito dopo inizia il direct marketing) 2. L impresa/ente locale contattato aderisce gratuitamente ad EnergyNetwork ed eventualmente firma il protocollo con l Agenzia (per la ripartizione dei ricavi) 3. L Aderente virtuoso invia la dichiarazione di intervento con i relativi allegati (la documentazione è disponibile nell area riservata del sito) - vediamo esempio 4. L Agenzia Partner protocolla l intervento nella cartella A2 - vediamo esempio 5. L Agenzia invia all ANEA i file della cartella A2 e copia della Dichiarazione Interventi con gli allegati 6. L ANEA, se necessario, cumula gli interventi, li presenta all AEEG; i TEE ottenuti vengono venduti sulla borsa del GME e i ricavi ripartiti tra le parti. 26

27 Tempistica - Firma dell Accordo tra ANEA e Agenzia Partner - Aggiornamento del sito EnergyNetwork e della comunicazione web - Invio ad ANEA degli interventi degli aderenti da parte dell Agenzia Partner (secondo i file della cartella A2) - Presentazione dei progetti all AEEG da parte di ANEA - Certificazione dei TEE da parte dell AEEG - Vendita dei TEE da parte di ANEA sulla borsa del GME - Pagamenti da ANEA all Agenzia Partner e da questa all Aderente Entro fine novembre Entro i primi 15 gg di dicembre Marzo Giugno Ottobre (entro fine mese) Aprile Luglio Novembre (entro fine mese) Circa 3 mesi dopo la presentazione dei progetti 2 volte all anno: maggio e ottobre (fine mese) Entro 60 gg dalla vendita 27

CERTIFICATI BIANCHI - TEE (Titoli di Efficienza Energetica)

CERTIFICATI BIANCHI - TEE (Titoli di Efficienza Energetica) Energia: istruzioni per l uso Mezzacorona (TN), 13 dicembre 2005 Certificati bianchi, verdi e neri Polo Tecnologico per l Energia l srl - Trento CERTIFICATI BIANCHI - TEE (Titoli di Efficienza Energetica)

Dettagli

I Certificati Bianchi. Consulenze energetiche www.studiobaldini.net 1

I Certificati Bianchi. Consulenze energetiche www.studiobaldini.net 1 I Certificati Bianchi Consulenze energetiche www.studiobaldini.net 1 I due Decreti 20 Luglio 2004 del MAP hanno introdotto il meccanismo dei Certificati Bianchi (Titoli di Efficienza Energetica o TEE)

Dettagli

35(0(662. C:\Documents and Settings\melotti.l\Desktop\SITO WEB PROVINCIA\pedrazzi\incentivi gas metano e GPL\protocollo d intesa.

35(0(662. C:\Documents and Settings\melotti.l\Desktop\SITO WEB PROVINCIA\pedrazzi\incentivi gas metano e GPL\protocollo d intesa. 35272&2//2',17(6$ 75$/$3529,1&,$',02'(1$(/($662&,$=,21,',&$7(*25,$3(5/$35202=,21( '(// 862'(,02725,$*3/(0(7$123(5$87275$=,21( La PROVINCIA DI MODENA, rappresentata da, autorizzato alla firma del presente

Dettagli

Le opportunità dei Certificati Bianchi per gli installatori

Le opportunità dei Certificati Bianchi per gli installatori Applicazione delle Direttive europee in materia di efficienza degli impianti termici Adempimenti e opportunità per gli installatori Lunedì 14 settembre 2015, Modena Le opportunità dei Certificati Bianchi

Dettagli

L attuazione del Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 a tre mesi dalla partenza: alcune considerazioni preliminari

L attuazione del Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 a tre mesi dalla partenza: alcune considerazioni preliminari L attuazione del Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 a tre mesi dalla partenza: alcune considerazioni preliminari Convegno FIRE EnergyMed 2005 15 aprile 2005 Marcella Pavan Unità Gestione e Controllo della

Dettagli

La gestione dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE)

La gestione dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE) La gestione dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE) CAMPAGNA COMUNE EFFICIENTE www.carolloimpianti.it/teecomune Molte domande, una sola risposta: Energy Service Company noi siamo ESCo La società F.lli

Dettagli

Certificati Bianchi Titoli di Efficienza Energetica

Certificati Bianchi Titoli di Efficienza Energetica Certificati Bianchi Titoli di Efficienza Energetica Dott.ssa Valeria Paoletti I certificati bianchi sono stati istituiti per raggiungere gli OBIETTIVI NAZIONALI di risparmio energetico, finalizzati all

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE PROTOCOLLO D INTESA TRA LA PROVINCIA DI MODENA E LE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA PER LA PROMOZIONE DELL USO DEI MOTORI A GPL E METANO PER AUTOTRAZIONE 2006 / 2008 - La PROVINCIA DI MODENA, rappresentata da,

Dettagli

Introdotto dai DD.MM. 20 luglio 2004 e ss. mm. (gas e energia elettrica) Ha come obbiettivo il risparmio energetico presso gli usi finali dell energia

Introdotto dai DD.MM. 20 luglio 2004 e ss. mm. (gas e energia elettrica) Ha come obbiettivo il risparmio energetico presso gli usi finali dell energia Introdotto dai DD.MM. 20 luglio 2004 e ss. mm. (gas e energia elettrica) Ha come obbiettivo il risparmio energetico presso gli usi finali dell energia I soggetti obbligati al raggiungimento degli obbiettivi

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. di seguito definite congiuntamente Parti

PROTOCOLLO D INTESA. di seguito definite congiuntamente Parti 9.10.2013 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 41 23 PROTOCOLLO D INTESA Tra il Gestore dei Servizi Energetici S.p.A. (di seguito, GSE) con sede legale in Roma, Viale Maresciallo Pilsudski

Dettagli

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA

REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Allegato C) REGOLAMENTO-TIPO DELLA COMUNITÀ SOLARE DI MEDICINA Art. 1 Scopo ed oggetto del Regolamento Il presente regolamento ha lo scopo di disciplinare talune norme di funzionamento e di organizzare

Dettagli

Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione

Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione Il certificati bianchi quale nuovo sistema di incentivazione dell innovazione Pasquale Monti Responsabile Efficienza Energetica Rozzano(MI) 21 Febbraio 2013 Enel.si srl Unità Sviluppo ed Efficienza Energetica

Dettagli

ALLEGATO 2 ACCORDO VOLONTARIO PER LA DIFFUSIONE DI MOTOCICLI E CICLOMOTORI ELETTRICI A DUE E TRE RUOTE

ALLEGATO 2 ACCORDO VOLONTARIO PER LA DIFFUSIONE DI MOTOCICLI E CICLOMOTORI ELETTRICI A DUE E TRE RUOTE ALLEATO 2 ACCORDO VOLONTARIO PER LA DIFFUSIONE DI MOTOCICLI E CICLOMOTORI ELETTRICI A DUE E TRE RUOTE PREMESSO CHE - il territorio lombardo è soggetto a frequenti episodi di superamento degli standard

Dettagli

ABB SACE. Titoli di Efficienza Energetica (TEE)

ABB SACE. Titoli di Efficienza Energetica (TEE) ABB SACE Titoli di Efficienza Energetica (TEE) Motivazioni per l introduzione dei TEE Dipendenza energetica dai paesi esportatori di energia Impegni assunti con la ratifica del protocollo di Kyoto Aumento

Dettagli

PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni

PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni PUNTO ENERGIA _ Industrie o terziario di grandi dimensioni Incentivazione del risparmio energetico nell industria tramite i Certificati Bianchi Linea Guida per accedere al contributo PREMESSA La legislazione

Dettagli

2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE

2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE 2 BANDO 2016 TUTELA PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E AMBIENTALE A RACCOLTA EROGAZIONE Per il finanziamento di progetti di utilità sociale nel settore della Tutela, promozione

Dettagli

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE AVVISO PUBBLICO

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE AVVISO PUBBLICO Settore Lavoro, Istruzione, Politiche Sociali PIANO PROVINCIALE PER IL SOSTEGNO E L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI ANNUALITA 2011-2012 DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE AVVISO PUBBLICO

Dettagli

IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DELL EFFICIENZA ENERGETICA: RISULTATI E PROSPETTIVE

IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DELL EFFICIENZA ENERGETICA: RISULTATI E PROSPETTIVE IL FUNZIONAMENTO DEL MERCATO DELL EFFICIENZA ENERGETICA: RISULTATI E PROSPETTIVE Roberto Malaman Direttore Area consumatori e qualità del servizio Questa presentazione non è un documento ufficiale dell

Dettagli

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali ALLEGATO INCENTIVI E STRUMENTI DI FINANZIAMENTO Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali Programmi UE: ELENA (European Local

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI Conto Energia

IMPIANTI FOTOVOLTAICI Conto Energia IMPIANTI FOTOVOLTAICI Conto Energia Bergamo 8 novembre 2007 INCENTIVI E LA CONNESSIONE ALLA RETE a cura di Raul Ruggeri ARGOMENTI FORMA DI INCENTIVAZIONE CONNESSIONE ALLA RETE RICONOSCIMENTO INCENTIVO

Dettagli

Delibera 281/2012/R/efr Revisione del servizio di dispacciamento per le unità di produzione a fonti rinnovabili non programmabili

Delibera 281/2012/R/efr Revisione del servizio di dispacciamento per le unità di produzione a fonti rinnovabili non programmabili Delibera 281/2012/R/efr Revisione del servizio di dispacciamento per le unità di produzione a fonti rinnovabili non programmabili Direzione Gestione Energia Roma, 25 luglio 2012 Contenuti Normativa di

Dettagli

LINEE GUIDA ICBI 2012

LINEE GUIDA ICBI 2012 Allegato al Regolamento per la costituzione ed il funzionamento dell Ufficio operativo della Convenzione di Comuni Iniziativa Carburanti a Basso Impatto REQUISITI E MODALITA OPERATIVE PER L EROGAZIONE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

Perché gli Enti pubblici dovrebbero scegliere di installare impianti fotovoltaici?

Perché gli Enti pubblici dovrebbero scegliere di installare impianti fotovoltaici? Seminario Impianti fotovoltaici su immobili pubblici e risparmio energetico nella P.A. Un opportunità per il riequilibrio dei conti. Il leasing in costruendo applicato agli impianti fotovoltaici Bari,

Dettagli

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2010

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2010 COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2010 Approvato con Delibera della Giunta Comunale n del EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L ACQUISTO DI BICICLETTE

Dettagli

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl

Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme. Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Efficienza energetica e condomini Una visione di insieme Ing. Emanuele Bulgherini Project Manager EfficiencyKNow srl Il quadro normativo sull efficienza energetica e gli strumenti incentivanti o Legge

Dettagli

Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica

Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica Rapporto di monitoraggio semestrale II semestre 2015 Pubblicato in data 3 febbraio 2016 1 INDICE 1. Introduzione... 3 2. Situazione Operatori... 3 3. TEE emessi...

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA COMMISSIONE ENERGIA CORSO: TEE- TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA DATA: 08 LUGLIO 2015 DOCENTI: ING. BELOTTI GIORGIO ING. BERARDI MARA ING. GAGLIOTTI GIOVANNA

Dettagli

Efficienza energetica e TEE

Efficienza energetica e TEE Efficienza energetica e TEE Le opportunità offerte da Enel Distribuzione Donata Susca Responsabile Eccellenza Operativa e Efficienza Energetica Enel Distribuzione Roma, 7 marzo 2012 Agenda Il punto di

Dettagli

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende

il fotovoltaico quanto costa e quanto rende il fotovoltaico quanto costa e quanto rende gli incentivi /1 In Italia, da settembre 2005, è attivo un meccanismo di incentivazione, definito Conto Energia, per la produzione di energia elettrica mediante

Dettagli

Efficienza energetica: ruolo e funzioni dell ENEA, la nuova Agenzia nazionale

Efficienza energetica: ruolo e funzioni dell ENEA, la nuova Agenzia nazionale L Agenzia nazionale per l efficienza energetica IlD.Lgs.30maggio2008,n.115,attuandoa livello nazionale la direttiva comunitaria 2006/32, ha istituito l Agenzia nazionale per l efficienza energetica affidandone

Dettagli

LINEE GUIDA ICBI 2012

LINEE GUIDA ICBI 2012 Allegato al Regolamento per la costituzione ed il funzionamento dell Ufficio operativo della Convenzione di Comuni Iniziativa Carburanti a Basso Impatto REQUISITI E MODALITA OPERATIVE PER L EROGAZIONE

Dettagli

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2009/1

COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2009/1 COMUNE di CARRARA Settore Ambiente U.O. Qualità dell Aria D I S C I P L I N A R E T E C N I C O BANDO 2009/1 Approvato con Delibera della Giunta Comunale n. 144 del 08/04/2009 EROGAZIONE DI INCENTIVI PER

Dettagli

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a)

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) deliberazione ARG/elt 104/11 1 Indice Premessa... 3 Definizioni e acronimi... 3 Riferimenti normativi e procedure tecniche richiamati nel documento...

Dettagli

Testo risultante dalle modifiche ed integrazioni apportate con deliberazione 11 febbraio 2009, EEN 1/09

Testo risultante dalle modifiche ed integrazioni apportate con deliberazione 11 febbraio 2009, EEN 1/09 Testo risultante dalle modifiche ed integrazioni apportate con deliberazione 11 febbraio 2009, EEN 1/09 Deliberazione 16 dicembre 2004 Determinazione del contributo tariffario da erogarsi ai sensi dell

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale.

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale. DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica Bilaterale e Multilaterale d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

Dettagli

Allegato A. 1. Oggetto

Allegato A. 1. Oggetto Criteri per il finanziamento di attività di formazione e aggiornamento finalizzate all'attuazione di protocolli di intesa in materia di procedure conciliative tra imprese e clienti finali dei servizi elettrico

Dettagli

,1&(17,9, (&2120,&, $/ 5,63$50,2 (1(5*(7,&2 7 ( ( 2 &(57,),&$7, %,$1&+, iing. GIULIA BENATTI STEA PROGETTO srll

,1&(17,9, (&2120,&, $/ 5,63$50,2 (1(5*(7,&2 7 ( ( 2 &(57,),&$7, %,$1&+, iing. GIULIA BENATTI STEA PROGETTO srll ,1&(17,9, (&2120,&, $/ 5,63$50,2 (1(5*(7,&2 7 ( ( 2 &(57,),&$7, %,$1&+, R Relatrice: l ti iing. GIULIA BENATTI STEA PROGETTO srll POLITICA ENERGETICA E CRESCITA SOCIALE DAL PROTOCOLLO DI KYOTO ALLA POLITICA

Dettagli

Insieme per crescere

Insieme per crescere Insieme per crescere La gestione dei TEE. Aspetti contrattuali e criticità per ESCO ed Energy Manager Alessandra Mari Rödl & Partner Smart Energy Expo - Verona, 9.10.2014 Rödl & Partner 11.03.2013 1 I

Dettagli

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali

bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali bando per progetti di ricerca nell ambito delle scienze umanistiche, giuridiche e sociali budget complessivo del bando 450.000 euro termine per la presentazione dei progetti 31 agosto 2011 contenuti: 1.

Dettagli

LA GIUNTA PROVINCIALE

LA GIUNTA PROVINCIALE LA GIUNTA PROVINCIALE Premesso che: con Legge n. 64 del 06/03/2001 è stato istituito il Servizio Civile Volontario Nazionale, le cui finalità contemplano: il concorso al dovere di difendere la Patria con

Dettagli

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma Risparmio energetico ed efficienza energetica perché l'energia più economica è quella che non si consuma L importanza dell Efficienza Energetica e del Risparmio Energetico Importazioni energetiche 2012

Dettagli

Accordo. tra. Premesso che

Accordo. tra. Premesso che Accordo tra AzzeroCO 2 s.r.l. con sede legale in Roma, Via Genova 23, Codice fiscale/p.iva. 04445650965, legalmente rappresentato dall Amministratore Delegato Ing. Mario Gamberale, nato a Roma, il 13/06/1971,

Dettagli

in collaborazione con PROGETTO

in collaborazione con PROGETTO in collaborazione con PROGETTO Edizione 2015-2016 Introduzione La Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo (di seguito abbreviata in Fondazione), persona giuridica privata senza fini di lucro con piena autonomia

Dettagli

COMUNE DI CISTERNINO (Provincia di Brindisi) AVVISO PUBBLICO

COMUNE DI CISTERNINO (Provincia di Brindisi) AVVISO PUBBLICO COMUNE DI CISTERNINO (Provincia di Brindisi) AVVISO PUBBLICO Oggetto: Selezione società specializzata per stipula di un Accordo Quadro ai sensi dell art. 59 del D. Lgs. 163/2006 della durata di anni quattro,

Dettagli

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO

DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO Settore Lavoro, Istruzione, Politiche Sociali PIANO PROVINCIALE PER IL SOSTEGNO E L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI ANNUALITA 2011-2012 DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI

Dettagli

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale

bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale bando per progetti di inserimento lavorativo in campo sociale programmati e realizzati con logiche di rete e di collaborazione tra più realtà per fronteggiare situazioni di disagio o esclusione sociale

Dettagli

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti

Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA IL MINISTERO

Dettagli

Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel)

Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel) Palazzo delle Stelline Milano 26 novembre ore 10.00 13.00 ATTI DEL SEMINARIO Il sistema di gestione delle agevolazioni delle tariffe elettriche (a cura di Ancitel) Con la liberalizzazione del mercato dell

Dettagli

COSA SONO I TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA

COSA SONO I TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA 1 COSA SONO I TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA Il meccanismo dei TEE è stato introdotto con i Decreti Ministeriali 20 luglio 2004 e recentemente modificato con il Decreto Ministeriale 28 dicembre 2012 che

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E MERCATO DEI CERTIFICATI BIANCHI

EFFICIENZA ENERGETICA E MERCATO DEI CERTIFICATI BIANCHI EFFICIENZA ENERGETICA E MERCATO DEI CERTIFICATI BIANCHI Roberto Malaman Direttore Direzione Consumatori e qualità del servizio Questa presentazione non è un documento ufficiale dell AEEG GESTIONE DELLA

Dettagli

Presentazione Progetto Fotovoltaico

Presentazione Progetto Fotovoltaico Presentazione Progetto Fotovoltaico IGV INGEGNERIA S.r.l. Sede Legale: Via Giustino Fortunato, 116 87021 Belvedere Marittimo (CS) Sede Operativa: Gioacchino da Fiore, 74 87021 Belvedere Marittimo (CS)

Dettagli

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa.

Dote Sport. Le risorse finanziarie destinate alla Dote Junior non potranno andare a compensare fabbisogni relativi alla Dote Teen e viceversa. Dote Sport Con D.G.R. X/3731 del 19 giugno 2015 sono stati approvati i criteri e le modalità per l assegnazione della Dote Sport, misura prevista dall art. 5 della l.r. 1 ottobre 2014, n. 26 che intende

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA

EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA BIOENERGY ITALY - 05 MARZO 2014 - CREMONA EFFICIENZA ENERGETICA LA MIGLIORE OPPORTUNITA D INVESTIMENTO IN AZIENDA Fiorenzo Rainone Romano CHI SIAMO Elettrogreen Power Fondata a Genova nel 2006; qualificata

Dettagli

Accordo di Programma tra ANCI, ORGANIZZAZIONI DELLA DISTRIBUZIONE e CENTRO di COORDINAMENTO RAEE

Accordo di Programma tra ANCI, ORGANIZZAZIONI DELLA DISTRIBUZIONE e CENTRO di COORDINAMENTO RAEE ACCORDO DI PROGRAMMA TRA ANCI, LE ORGANIZZAZIONI NAZIONALI DI CATEGORIA DELLA DISTRIBUZIONE E IL CENTRO DI COORDINAMENTO RAEE PER LA RACCOLTA E LA GESTIONE DEI RIFIUTI DA APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED

Dettagli

I TEE come strumento di promozione dell efficienza energetica

I TEE come strumento di promozione dell efficienza energetica I TEE come strumento di promozione dell efficienza energetica 10 anni di esperienze DAVIDE MARIANI CHI E ASSOEGE? (..E CHI SONO GLI EGE) Associazione degli Esperti Gestione Energia certificati ai sensi

Dettagli

ELETTROGREEN POWER S.r.l.

ELETTROGREEN POWER S.r.l. PRESENTAZIONE ATTIVITA Latina, 18 settembre 2012 PRESENTAZIONE ATTIVITA Elettrogreen Power fondata a Genova nel 2006; qualificata come E.S.Co. dal 2006; costituita da un team di ingegneri e dottori in

Dettagli

BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA

BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA BANDO DI SELEZIONE INCUBATORE D IMPRESA Premessa Bergamo Sviluppo - Azienda Speciale della Camera di Commercio di Bergamo - nell intento di supportare aspiranti e nuovi imprenditori nella progettazione

Dettagli

L andamento del valore dei titoli

L andamento del valore dei titoli L andamento del valore dei titoli Anna Autore Gestione Mercati per l Ambiente FIRE Roma, 10 aprile 2014 Dal progetto ai TEE Definizione del progetto 0 1 2 3 4 5 Approvazione del progetto da parte di GSE*

Dettagli

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007.

Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. ALLEGATO 1 Schema di CONTRATTO DI SERVIZIO tra REGIONE ed A.T.E.R. in attuazione dell art. 50 della Lr n. 27/2006 come modificato dalla Lr n. 11/2007. L anno il giorno del mese di in Roma, con la presente

Dettagli

COMUNE DI CUNEO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale. Seduta del 20 Novembre 2013

COMUNE DI CUNEO. Verbale di deliberazione della Giunta Comunale. Seduta del 20 Novembre 2013 COMUNE DI CUNEO N.295 registro deliberazione Settore Lavori Pubblici Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Seduta del 20 Novembre 2013 OGGETTO: AFFIDAMENTO ALLA SOCIETA DI SERVIZI ENERGETICI AJA

Dettagli

- Servizio Industria, Artigianato e Commercio. Allegato n. 1 alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. BOZZA

- Servizio Industria, Artigianato e Commercio. Allegato n. 1 alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. BOZZA Progressivo n. - Servizio Industria, Artigianato e Commercio Allegato n. 1 alla Deliberazione della Giunta Provinciale n. del BOZZA Accordo di collaborazione tra la Provincia di Bologna e I.S.E.A., Istituto

Dettagli

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5

Gentile Cliente, Sinergica 3 s.r.l. Pag. 1 di 5 Gentile Cliente, la presente comunicazione ha lo scopo di illustrare i servizi compresi nel contratto che prevede la fornitura di aggiornamenti e assistenza sui prodotti software distribuiti da Sinergica

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 08/DCOU/2012 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE CONSUMATORI E UTENTI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

DETERMINAZIONE N. 08/DCOU/2012 IL DIRETTORE DELLA DIREZIONE CONSUMATORI E UTENTI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DETERMINAZIONE N. 08/DCOU/2012 PROCEDURE E MODALITÀ OPERATIVE PER CONSENTIRE ALLA SOCIETÀ GESTORE DEI SERVIZI ENERGETICI S.P.A. L ACCESSO ALLE INFORMAZIONI NECESSARIE PER LE VERIFICHE DEL DIVIETO DI CUMULO

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL FATTORE DI CONVERSIONE DEI KWH IN TEP CONNESSO AL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA

AGGIORNAMENTO DEL FATTORE DI CONVERSIONE DEI KWH IN TEP CONNESSO AL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA DCO 2/08 AGGIORNAMENTO DEL FATTORE DI CONVERSIONE DEI KWH IN TEP CONNESSO AL MECCANISMO DEI TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA (Articolo 2, comma 3, dei decreti ministeriali 20 luglio 2004) Documento per

Dettagli

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA

COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA COMUNE DI PALAZZOLO DELLO STELLA PROVINCIA DI UDINE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ORIGINALE ANNO 2013 N. 136 del Registro Delibere OGGETTO: Recupero dei titoli di efficienza energetica

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA FRA IL COMUNE DI NAPOLI E LE DITTE PRODUTTRICI E FORNITRICI DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA

PROTOCOLLO D'INTESA FRA IL COMUNE DI NAPOLI E LE DITTE PRODUTTRICI E FORNITRICI DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA PROTOCOLLO D'INTESA FRA IL COMUNE DI NAPOLI E LE DITTE PRODUTTRICI E FORNITRICI DI BICICLETTE A PEDALATA ASSISTITA Premesso che: - Le problematiche relative alla mobilità urbana hanno implicazioni sia

Dettagli

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma

Risparmio energetico ed efficienza energetica. perché l'energia più economica è quella che non si consuma Risparmio energetico ed efficienza energetica perché l'energia più economica è quella che non si consuma L importanza dell Efficienza Energetica e del Risparmio Energetico Importazioni energetiche 2012

Dettagli

BANDO DEL 19 NOVEMBRE 2015 per la presentazione di proposte per l ammissione e la selezione dei Centri di Raccolta beneficiari del Programma

BANDO DEL 19 NOVEMBRE 2015 per la presentazione di proposte per l ammissione e la selezione dei Centri di Raccolta beneficiari del Programma per l erogazione di contributi per il potenziamento e Quali sono i possibili motivi che possono determinare l esclusione della domanda di ammissione presentata per il Bando? I possibili motivi che possono

Dettagli

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia

Da Energy Manager a Esperto in Gestione dell Energia Argomenti trattati Evoluzione delle figura professionale: da EM a EGE L Esperto in Gestione dell Energia Requisiti, compiti e competenze secondo UNI CEI 11339 Opportunità Schema di certificazione L Energy

Dettagli

Comune di Cavezzo Provincia di Modena

Comune di Cavezzo Provincia di Modena OGGETTO Provvedimenti per il contenimento dell'inquinamento dell'aria - Convenzione con la per incentivare la conversione di autoveicoli all'impiego di combustibili meno inquinanti-approvazione LA GIUNTA

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

AEIT. sez. Trentino Alto Adige Sudtirol. Marco De Min direzione Mercati Elettricità e Gas Autorità per l Energia Elettrica il Gas ed i Sistemi Idrici

AEIT. sez. Trentino Alto Adige Sudtirol. Marco De Min direzione Mercati Elettricità e Gas Autorità per l Energia Elettrica il Gas ed i Sistemi Idrici AEIT sez. Trentino Alto Adige Sudtirol Efficienza energetica e Conto Termico nuovi obiettivi per i certificati bianchi il DCO dell AEEG sul rimborso in tariffa Marco De Min direzione Mercati Elettricità

Dettagli

FEDERESCO. Roma, 19 luglio 2010. Audizioni periodiche AEEG del 19-20 luglio 2010

FEDERESCO. Roma, 19 luglio 2010. Audizioni periodiche AEEG del 19-20 luglio 2010 Roma, 19 luglio 2010 Audizioni periodiche AEEG del 19-20 luglio 2010 Illustrissima Autorità, in primo luogo, siamo a ringraziarvi per l opportunità che ogni anno ci viene offerta nel poter contribuire

Dettagli

Programma di risparmio energetico

Programma di risparmio energetico Programma di risparmio energetico Ridurre gli sprechi per ottenere risparmi CO2save per T.E.E. (certificati bianchi) Energy MAnagement COmpany Chi siamo Siamo Energia&Progetti Srl una Energy MAnagement

Dettagli

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione)

Articolo 1 (Finalità ed ambito di applicazione) Regolamento relativo alle modalità di finanziamento da parte della Provincia dei programmi di attività elaborati dagli organismi associativi tra apicoltori per promuovere la produzione di prodotti apistici

Dettagli

D4 -DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO

D4 -DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL OCCUPAZIONE DI DISABILI PSICHICI IN COOPERATIVE SOCIALI DI TIPO B AVVISO PUBBLICO Settore Lavoro, Istruzione, Politiche Sociali PIANO PROVINCIALE PER IL SOSTEGNO E L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE PERSONE DISABILI 2014-2016 ANNUALITA 2014 Periodo transitorio D4 -DOTE LAVORO SOSTEGNO ALL

Dettagli

Finalità dello sportello:

Finalità dello sportello: OGGETTO: Bando per la selezione di soggetti idonei alla partecipazione al progetto PU TOSIE ERGIA, per la promozione e lo sviluppo delle energie rinnovabili e del risparmio energetico nel territorio del

Dettagli

Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia

Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia COMUNE DI BRESCIA Bando 2014 per Organizzazioni di Volontariato del Comune di Brescia OBIETTIVI DEL BANDO La Fondazione della Comunità Bresciana ed il Comune di Brescia intendono congiuntamente continuare

Dettagli

PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO

PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO PROGETTO A VANTAGGIO DEI CONSUMATORI DI ENERGIA ELETTRICA E GAS E DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO 1. Sintesi della proposta Assicurare continuità, per l anno 2015, alle attività di qualificazione di punti

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario

Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Comuni di Airuno, Brivio Incontro con le aziende del settore industriale e terziario Brivio, 25 giugno 2015 Sportello Energia Dal mese di maggio 2015 è aperto lo sportello energia : lo Sportello Energia

Dettagli

COMUNE DI VIGONOVO - PROVINCIA DI VENEZIA

COMUNE DI VIGONOVO - PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI VIGONOVO - PROVINCIA DI VENEZIA Area LL.PP.-Ambiente-P.M. - Via Veneto 2 - C.A.P. 30030 - Vigonovo (VE) Tel.: 049.9834903 fax: 049.9831911 area.tecnica@comune.vigonovo.ve.it - www.comune.vigonovo.ve.it

Dettagli

Un programma esclusivo per lo sviluppo della cultura aziendale orientata al servizio (dedicato in esclusiva ai soci aderenti ad Angaisa)

Un programma esclusivo per lo sviluppo della cultura aziendale orientata al servizio (dedicato in esclusiva ai soci aderenti ad Angaisa) Un programma esclusivo per lo sviluppo della cultura aziendale orientata al servizio (dedicato in esclusiva ai soci aderenti ad Angaisa) Premessa Il mercato idrotermosanitario odierno è connotato da forti

Dettagli

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L'ACQUISTO DI ELETTRODOMESTICI A BASSO CONSUMO ENERGETICO DI CLASSE A+

REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L'ACQUISTO DI ELETTRODOMESTICI A BASSO CONSUMO ENERGETICO DI CLASSE A+ Provincia di Reggio Calabria Settore Ambiente, Energia - Demanio Idrico e Fluviale Servizio Risparmio Energetico REGOLAMENTO ATTUATIVO PER L'EROGAZIONE DI INCENTIVI PER L'ACQUISTO DI ELETTRODOMESTICI A

Dettagli

PoCN Regolamento del Progetto PROOF OF CONCEPT NETWORK REGOLAMENTO DEL PROGETTO

PoCN Regolamento del Progetto PROOF OF CONCEPT NETWORK REGOLAMENTO DEL PROGETTO PROOF OF CONCEPT NETWORK REGOLAMENTO DEL PROGETTO REGOLAMENTO PoCN Articolo 1 - Definizione del Progetto Proof of Concept Network (PoCN) è un progetto finalizzato a favorire la valorizzazione commerciale

Dettagli

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA

CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO. Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA CENTRALI FRIGORIFERE NUOVE TECNOLOGIE E RISPARMIO ENERGETICO Museo del Patrimonio Industriale 7 marzo 2014 - BOLOGNA Ottenere e valorizzare i Certificati Bianchi per i propri progetti di Efficienza Energetica

Dettagli

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica

DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica DIREZIONE GENERALE PER LA PROMOZIONE DEL SISTEMA PAESE Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica d intesa con MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DIREZIONE GENERALE PER

Dettagli

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti

Allegato A) Premessa. 1) Iter procedurale e obblighi dei soggetti coinvolti Allegato A) DISPOSIZIONI ATTUATIVE PER L EROGAZIONE DELL OFFERTA FORMATIVA PUBBLICA NEI CONTRATTI DI APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE (All. B DELLA DGR 609 DEL 12.7.2012). Premessa Al fine di regolare

Dettagli

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO

C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Allegato C PIU RISPARMIO ENERGETICO INCENTIVANDO LA COGENERAZIONE AD ALTO RENDIMENTO Il decreto legislativo approvato il 7 febbraio 2007 in via definitiva dal Consiglio dei ministri in attuazione della

Dettagli

Determinazione 4 marzo 2014 n. 4/2014

Determinazione 4 marzo 2014 n. 4/2014 Determinazione 4 marzo 2014 n. 4/2014 Definizione, in attuazione di quanto previsto dall articolo 4, comma 1, della deliberazione 26 settembre 2013, 405/2013/R/com, delle modalità e tempistiche delle dichiarazioni

Dettagli

Workshop Industria. Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria. Donata Susca Enel Distribuzione SpA

Workshop Industria. Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria. Donata Susca Enel Distribuzione SpA Workshop Industria Le iniziative per diffondere l efficienza energetica nell industria Donata Susca Enel Distribuzione SpA Agenda Titoli di efficienza energetica: contesto normativo Indagine Fire-Enel

Dettagli

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a)

PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) PROCEDURA TECNICA articolo 6, comma 1, lettera a) deliberazione ARG/elt 104/11 1 Indice Premessa... 3 Definizioni e acronimi... 3 Riferimenti normativi e procedure tecniche richiamati nel documento...

Dettagli

workshop: GSE Corrente incontra le imprese italiane

workshop: GSE Corrente incontra le imprese italiane Milan, 9 May 2014 workshop: GSE Corrente incontra le imprese italiane il GSE con Corrente aggrega e promuove la filiera italiana delle tecnologie sostenibili Il Supporto alla filiera Alla luce degli impegni

Dettagli

Roma, 27 maggio 2008 CIRCOLARE N. 68 / 2008 Prot. 352

Roma, 27 maggio 2008 CIRCOLARE N. 68 / 2008 Prot. 352 (mod_09_i_ed_02_rev_01 / Documento1 / 27/05/08) Roma, 27 maggio 2008 CIRCOLARE N. 68 / 2008 Prot. 352 AGLI ENTI ASSOCIATI AP/sc LAVORI PUBBLICI ENERGIA ENTI PUBBLICI ECONOMICI ENTI PUBBLICI NON ECONOMICI

Dettagli

Efficienza energetica, online il Piano d'azione 2014 (PAEE). IL TESTO

Efficienza energetica, online il Piano d'azione 2014 (PAEE). IL TESTO casaeclima.com http://www.casaeclima.com/ar_18985 ITALIA-Ultime-notizie-paee-efficienza-energetica-Efficienza-energetica-online-il-Pianodazione-2014-PAEE.-IL-TESTO-.html Efficienza energetica, online il

Dettagli

Facile Fisso 12! F0 0,0618. Id. E100172-1 0,0648 0,0562. Id. E100173-1 F1 F2 F3 0,0649 0,0646 0,0523

Facile Fisso 12! F0 0,0618. Id. E100172-1 0,0648 0,0562. Id. E100173-1 F1 F2 F3 0,0649 0,0646 0,0523 Facile Il prezzo della fornitura di energia elettrica, al netto delle imposte e di quanto espressamente previsto nelle condizioni generali di fornitura (CGF) per tutti i punti di prelievo indicati nell

Dettagli

MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI

MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI MANUALE OPERATIVO GESTIONE INCENTIVI AUTO A GAS MSE 2008 IN USO ESCLUSIVO DEI CONCESSIONARI UCRI 1. PROCEDURA ON-LINE DI ACCESSO AGLI INCENTIVI Il sito per accedere alla procedura è raggiungibile attraverso

Dettagli

Progettare un mondo migliore

Progettare un mondo migliore La Energy Service Company soci del sole srl è una società di servizi energetici operante su tutto il territorio nazionale. Grazie alla collaborazione di ingegneri esperti nel settore, la E.S.Co. soci del

Dettagli

I certificati bianchi: aspetti generali e attori coinvolti

I certificati bianchi: aspetti generali e attori coinvolti I certificati bianchi: aspetti generali e attori coinvolti Enrico Biele, FIRE Convegno Efficienza energetica: normative ed opportunità per P.A. ed imprese 27 giugno 2013, Lomazzo (CO) Cos è la FIRE La

Dettagli