IL GIOCO DELLE PERLE DI VETRO : VEDERE OLTRE IL MONDO VISIBILE CON ALBERTO SPADOLINI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL GIOCO DELLE PERLE DI VETRO : VEDERE OLTRE IL MONDO VISIBILE CON ALBERTO SPADOLINI"

Transcript

1 IL GIOCO DELLE PERLE DI VETRO : VEDERE OLTRE IL MONDO VISIBILE CON ALBERTO SPADOLINI Lo storico dell arte Philippe Daverio ricorda che Alberto Spadolini è stato uno degli artisti più amati nella Parigi anni 30. Nuove scoperte hanno accertato che Spadò, come era soprannominato dagli amici, è stato anche agente segreto, terziario francescano, maestro di meditazione, pittore esoterico che offre un affascinante rappresentazione del capolavoro di Hermann Hesse. Un caso di sincronicità Per me è una grande festa quando zio Alberto, lasciato il suo atelier di pittore a Parigi, ci viene a trovare. Ascolto i suoi entusiasmanti racconti riguardo a principi e divi dell epoca suoi amici e le avvincenti descrizioni di capitali europee vicinissime e tangibili, che mi fanno sentire partecipe di quell universo lontano e favoloso. Nel settembre 1972, per festeggiare i miei 20 anni, lo vado a trovare nel suo appartamento sugli Champs-Elysées a Parigi. Lui vorrebbe farmi visitare musei, cattedrali e teatri, ma all epoca io penso solo ai tanti giovanili divertimenti. E così rimango alquanto perplesso quando mi sgrida severamente perché non mi interesso di arte e di letteratura. Cerca di vedere oltre la superficie delle cose!, mi ripete. Mentre prepara la cena mi metto a curiosare nella sua libreria, la mia attenzione cade su di una foto in cui lo zio è ritratto accanto ad un amico, sullo sfondo le vette alpine. Organizzi mostre in montagna?, gli chiedo. Spadolini prende in mano la fotografia e non fa in tempo a sistemare gli occhiali che squilla il telefono. E proprio l amico che appare con lui nella foto; dopo anni di silenzio, gli propone di decorare il suo albergo a Chamonix. Questo sarà anche il suo ultimo lavoro: poche settimane dopo zio Alberto accusa un grave malore; ricoverato all Ospedale di Chamonix viene trasportato d urgenza all Ospedale Saint-Antoine di Parigi. Sappiamo del decesso con due giorni di ritardo e quando il fratello Michele giunge per il funerale si accorge che il suo appartamento è stato svaligiato di mobili, libri, documenti un intera esistenza cancellata. 1

2 Il mistero dell archivio ritrovato Nell autunno 1978 mia zia Giorgia mi chiede di aiutarla a traslocare dalla sua casa-sartoria. Carico su di un camion mobili e con particolare cura alcuni dipinti di Alberto Spadolini. Spadolini: Campagna marchigiana (1954) - Etoiles de l Opéra de Paris (anni 50) - Paesaggio marchigiano (anni 50) Infine salgo in soffitta e, fra ritagli di stoffa, giornali di moda e vecchi manichini, uno scatolone con la scritta Spadolini cattura la mia attenzione. All interno sono stipati un centinaio di fotografie, manifesti, libri, articoli, spartiti musicali, brochure degli spettacoli di danza e delle esposizioni di pittura in tutto il mondo. Spadolini: Danzatore, Cantante, anni 30 - Attore nel film Le jour se lève, 1939 Grazie a questo ritrovamento scopro che Spadolini è stato scenografo al Teatro degli Indipendenti accanto a De Chirico e Marinetti; danzatore con Serge Lifar e Joséphine Baker; coreografo stimato da Maurice Ravel e Marléne Dietrich; attore con Jean Gabin e Jean Marais; cantante di musica melodica; giornalista ironico; pittore apprezzato da Max Jacob e Jean Cocteau; restauratore di antichi dipinti; sceneggiatore e regista di documentari con Django Reinhardt e Suzy Solidor; adattatore dei dialoghi per la London Film; illustratore di poesie; scultore dallo stile michelangiolesco Inizio ad interessarmi di arte, letteratura, psicologia, e all inizio degli anni 80, insieme all amico Antonio Bortolotti, fondiamo il Centro Carl Gustav Jung di Riccione. Fra le prime iniziative uno studio su Spadolini. 2

3 Sulla tomba di Spadò Ho quasi dimenticato questa storia finché nell estate del 2004 torno con la mia famiglia a Parigi. Mi reco sulla tomba di zio Alberto nel cimitero parigino di Saint- Ouen e, con enorme sorpresa, mi avvedo che a distanza di trent anni dalla sua morte qualcuno gli porta ancora fiori freschi; inoltre alcune pietre allineate sulla tomba testimoniano il ricordo degli amici ebrei. Infatti, come mi aveva raccontato il nobile russo Alex Wolfson, nel corso dell occupazione nazista di Parigi mio zio aveva nascosto nel suo appartamento diversi ebrei salvandoli dalla deportazione in Germania. Tomba Spadolini, Cimitero di Saint-Ouen Nella speranza di rintracciare gli sconosciuti amici dello zio lascio sotto il vaso un bigliettino con il mio recapito. Dopo qualche mese squilla il telefono un accento francese e, come per incanto, entro nel magico mondo di Spadò. Spadolini: Articolo Vedettes Costume di scena del Bolero - Articolo Notre Cœur Coreografia per Arena di Verona 1972 Ritrovo alcuni dei suoi più cari amici; scopro che ha fatto parte della Resistenza antinazista e nel dopoguerra dei servizi segreti occidentali; entro in possesso di lettere rimaste sepolte per 70 anni in una cantina; recupero centinaia di documenti nelle biblioteche di Parigi, Londra, Stoccolma e New York; rintraccio una trentina dei suoi dipinti fra cui uno nella collezione dell ex primo Ministro Giovanni Spadolini, suo lontano parente; ricevo in regalo il costume di scena da lui indossato migliaia di volte per danzare il Bolero di Ravel. E mi arrendo all evidenza dei fatti: ho conosciuto solo la punta dell iceberg! 3

4 Una vita leggendaria A trovare il mio biglietto sulla tomba è Carmelo Petix, amico di Spadolini. Mi sorprende dicendo che mio zio è stato amico di Gabriele D Annunzio. Solo nel 2007 ne ho la conferma nelle pagine del libro D Annunzio, scritto da Philippe Jullian, scoprendo che il giovane Alberto ha trascorso lunghi periodi al Vittoriale. Gabriele d Annunzio - Il giovane Spadolini, anni 20 Spadolini si reca a Gardone nel 1924 in qualità di aiuto-decoratore incaricato di metter in scena un opera nel primo teatro all aperto. Rimasto quasi cieco a seguito della caduta da una finestra, D Annunzio sarebbe stato attirato dalla voce di Alberto che canta una canzone. Nasce così un amicizia. Grazie a D Annunzio, che gli consegna due lettere di raccomandazione e una busta contenente una grossa somma di denaro, Spadolini inizia la sua attività artistica in Francia, entrando in qualità di decoratore nell atelier di Paul Colin. Alcuni articoli raccontano che all inizio del 1932, nel corso di un allestimento scenico a Villefranche-sur-mer, presente il pittore Francis Picabia, il giovane Alberto depone i pennelli e si mette a ballare rapito dalla musica degli orchestrali. La fortuna vuole che sia visto dal direttore dell Eldorado di Nizza, e dal poeta Paul Valery che lo consacra: Mitologico, mistico, faunesco. Visione di Spadolini. Senza aver mai studiato danza Spadolini debutta nei Balletti Russi di Monte-Carlo, si esibisce al Bœuf sur le Toit di Jean Cocteau, è al Casino de Paris con Joséphine Baker con cui ha una burrascosa love story diventa il danzatore preferito da Marlene Dietrich, si esibisce con Mistinguett e Cécile Sorel poi arriva il cinema. Parigi anni 30 : Joséphine Baker - Marlene Dietrich Mistinguett 4

5 Pittore esoterico Nel corso di un intervista Alex Wolfson racconta che Spadolini, allievo di Jules Boucher, ha fatto parte dei Rosa-Croce di Marsiglia con il segreto nome di Magno Albert. Così, quando nel 2007 giunge dalla Norvegia l immagine fotografica del dipinto Tau, l ultima colonna del Tempio mi rendo conto che Spadolini è stato un pittore esoterico. Spadolini : «Tau, l ultima colonna del Tempio» Con la collaborazione dell amico Antonio Bortolotti approfondisco le ricerche su Jules Boucher, uno dei massimi studiosi di simbologia esoterica, discepolo del celebre alchimista Fulcanelli. Spadolini: Menestrello su pavimento a scacchiera - Cassapanca con Tempio orientale, 1954 Di grande interesse Menestrello su pavimento a scacchiera, dipinto degli anni 40, con una cornice a forma di Tempio realizzata dallo stesso Spadolini,. Al rientro da un lungo soggiorno in Viet-Nam, nel periodo della battaglia di Diem- Biem-Fu, l artista decora una cassapanca con un antico Tempio orientale. 5

6 Costruttore di Cattedrali Nei dipinti Porta Pia e in lontananza San Ciriaco, Fontana di Piazza San Pietro e Notre-Dame de Paris, l artista ripercorre i momenti più importanti della sua esistenza: l infanzia anconetana, la giovinezza romana, la maturità parigina. Spadolini: Porta Pia e in lontananza San Ciriaco (1956), Fontana di Piazza San Pietro (anni 40), Notre-Dame de Paris (anni 40) Le Cattedrali sono legate dalla presenza dei Fratelli di Heliopolis, alcuni evidenziati in rosso, colore che indica il predominio dello spirito sulla materia. Li ritroviamo: rivolti verso la Cattedrale di San Ciriaco, assetati di verità diretti verso la Fontana di San Pietro, in attesa di entrare in quel meraviglioso tempio gotico che è Notre-Dame. Scrive Fulcanelli: Notre-Dame de Paris, chiesa filosofale, è, senza possibilità di smentita, uno dei più perfetti prototipi del genere, come ha scritto Victor Hugo, il più soddisfacente compendio di scienza ermetica E qui, nello splendore delle ogive dipinte e decorate, dei costoloni delle volte, dei timpani dalle figure multicolori, ognuno illustrava il risultato dei suoi lavori, spiegava l indirizzo delle sue ricerche. Si esprimevano delle probabilità; si discutevano le possibilità, si studiavano sul posto le allegorie del bel libro e la parte più animata di queste riunioni era certo l astrusa esegesi dei simboli misteriosi. J. Boucher: La Symbolique Maçonnique 6

7 Meditazione Riflessiva Amici e parenti ricordano Alberto Spadolini seduto ad occhi chiusi, mentre si allena a far affiorare dal proprio inconscio particolari visioni che dipingerà sulla tela, versi poetici che scriverà su di un foglio di carta, nuove coreografie che rappresenterà nel corso dei suoi spettacoli di danza. L amico Jean-François Crance racconta: Pur non avendo mai ballato, improvvisamente si lancia, colpito da non si sa cosa, per eseguire una danza meglio di chiunque altro. Crea composizioni pittoriche strane e sontuose dopo lunghe meditazioni in poltrona mentre la sua mente viaggia verso le sue coreografie... tutto sembra conferirgli un aurea magica... Spadolini: Fuori della grotta (anni 40) - Il volto dell amore (anni 40) - L Asceta (1947) Fra le opere esoteriche Fuori dalla grotta, Il volto dell amore, L Asceta, Spadò, Talismano portafortuna. Spadolini: Spadò (anni 60) Talismano portafortuna (anni 50) 7

8 Nel novembre 1943 la rivista parigina La Semaine rivela: Per preparare il suo prossimo recital, Alberto non è mai uscito di casa per delle settimane. I suoi attrezzi da lavoro sono una poltrona o un divano, un grammofono, dei dischi e delle partiture. Instancabilmente, egli ascolta la Fuga in re minore di Bach o la Danza del Fuoco. E sulla partitura musicale che egli studia a fondo, poco a poco disegna la sua futura interpretazione coreografica. Non fa un gesto finché non è completamente impregnato nell opera. Spadolini si rifiuta di essere un ballerino. E anzitutto un eccellente musicista, un appassionato della musica. Quando prepara il suo repertorio non ripete la danza, non segue la partitura; egli la studia, la decompone, l analizza nota per nota delle ore intere. Quando la possiede infine, è pronto a ballare. Spadolini: Danza su di una Sfera, Manifesto, Ermes (anni 30) In una serie di interviste concesse nel dopoguerra Spadolini confessa la sua venerazione nei confronti di Giacomo Leopardi e L Infinito perché questa poesia cela la mappa che lo conduce verso la propria interiorità: - la poltrona diventa l ermo colle, luogo solitario dove scoprire il silenzio; - la siepe è innalzata chiudendo gli occhi; - sedendo è la comoda posizione assunta dal corpo; - e mirando egli osserva con attenzione il proprio corpo, prende coscienza del respiro profondo, calmo e regolare... - e raggiunge quei sovrumani silenzi e profondissima quiete. A questo punto Spadolini inserisce una personale meditazione, ossia è pronto ad approfondire una particolare idea o un emozione. Come un bambino che si impadronisce di un gioco, utilizza tutti i sensi, ossia lo tocca, lo mette in bocca, lo sbatte, lo rompe per cercare di scoprire cosa c è dentro, allo stesso modo egli esplora a 360 un determinato concetto, sviscerandolo in tutti i vari aspetti. 8

9 Se ad esempio vuol meditare sul concetto di amore, l artista visualizza, percepisce, incarna, tutto l amore ricevuto in passato dalla madre, dal fratello, dalle sorelle da tutti coloro che gli hanno voluto bene; quindi sposta l attenzione sull amore nel presente, verso gli amici, la fidanzata l umanità intera la Natura Colui che ci ha Creato L intuizione potrà venire attraverso una particolare visione o mediante un sogno e finirà dipinta su di una tela, o diventerà la coreografia per uno spettacolo di danze. L inconscio ha i suoi tempi! L amore secondo Spadolini: con Tatiana Riabouchinska, Josephine Baker, Yvette Bouland Negli anni 50, in un epoca dominata dalla guerra fredda e dal pericolo di un conflitto nucleare, meditando sul rapporto Uomo Natura, Spadolini crea la seguente illustrazione: Un uomo in equilibrio instabile su una bilancia tiene sollevato l intero pianeta Terra. Riuscirà la Terra a sopravvivere? Dipende dall equilibrio interiore raggiunto da ogni uomo! 9

10 Il Gioco delle Perle di Vetro Spadolini: Ombres, 1947 L ultimo giocatore di Perle Ora è rimasto solo, vecchio, stanco, non un allievo implora il suo favore, né un maestro lo invita a disputare; tutto è sparito, e templi e libri e scuole di Castalia Il vegliardo si riposa sulle macerie con in mano le perle, geroglifici un dì molto eloquenti, ora solo vetrucci colorati, che dalle vecchie mani scivolando silenziosi si perdon nella rena Herman Hesse Il Gioco delle Perle di Vetro,

11 In diverse opere di Spadolini troviamo il simbolo della sfera: nel dipinto Tau, l ultima colonna del Tempio (anni 60), Ombres (1947), Il giocoliere (anni 40), e nell artistica foto eseguita negli anni 30 da Dora Maar, compagna di Pablo Picasso. Tau, l ultima colonna del Tempio Foto Dora Maar Il giocoliere Il dipinto Tau è una rappresentazione de Il Gioco delle Perle di Vetro, romanzo pubblicato nel 1943 dal Premio Nobel per la Letteratura Hermann Hesse. Ambientato in un utopica Castalia del 2200 d. C., l opera è dedicata ai Pellegrini d Oriente, ossia a coloro che identificano la meta dell uomo non in un entità geografica, ma nella patria e nella giovinezza dell anima, raggiungibile mediante la Via della purezza e della spiritualità. Vi troviamo molti temi cari a Hesse: la vita contemplativa contrapposta alla vita mondana; il rapporto tra Maestro e discepolo; l orrore per il pericolo della guerra e il desiderio di pace; la cultura umanistica contrapposta alla cultura ironicamente definita dell Era Appendicistica. Ma quest opera costituisce un ideale ponte tra Occidente ed Oriente, tra Platone, il Cristianesimo e l Illuminismo da una parte e la filosofia Yoga e Zen dall altra. Edizioni italiane de Il Gioco delle Perle di Vetro di H. Hesse 11

12 Il protagonista del Gioco, Maestro Josef Knecht, lo definisce come Scienza, venerazione del bello e meditazione ; per altri è un fantascientifico gioco nel corso del quale i partecipanti operano una sintesi del sapere umano; non esiste uno scopo ben definito se non quello di immergersi sacralmente in contemplazione della scienza, della cultura e della musica. Spadolini: Tau, l ultima colonna del Tempio Nell antico tempio in rovina dipinto da Spadolini appaiono cinque personaggi che vivificano la tela: il giovane nudo nell ombra, fuori dal tempio, malinconicamente appoggiato ad una chitarra (Spadolini in gioventù è definito le danseur nu ); la donna patinata d oro nella semioscurità tiene sollevato un pappagallo, metafora del pavoneggiarsi e dell apparire; il danzatore di spalle, tolta la maschera troppo a lungo indossata, si dirige a passi di danza verso la luce con l ardente desiderio di diventare semplicemente se stesso; l uomo nudo, proveniente da Oriente, scostato il velo di Maya, che rende distorta ogni realtà, scopre la sfera, simbolo della perfezione e della completa trasmutazione dell anima. la donna spogliata da ogni ornamento di facciata danza felice, al centro del Tempio, pienamente illuminata dalla Luce, sulle mani protese verso l alto è adagiata la sfera, i capelli si muovono al vento nel segno della completa libertà raggiunta. Tutti questi personaggi sono sovrastati dalla grande colonna del Tempio che forma la lettera Tau. Questa lettera prefigura la croce ed è stata utilizzata nel Medioevo dai seguaci di Antonio Abate e dallo stesso San Francesco. Come scrive Bonaventura da Bagnoregio nella Vita di San Francesco : e in realtà il Santo nutriva grande venerazione ed affetto per il segno del Tau, lo raccomandava spesso nel parlare e lo scriveva di propria mano sotto le lettere che inviava, come se la sua missione consistesse, secondo il detto del profeta, nel segnare il Tau sulla fronte degli uomini che gemono e piangono, convertendosi sinceramente a Cristo. 12

13 San Francesco Nella sua opera giovanile Francesco d Assisi (1904) Hermann Hesse manifesta tutto il suo affetto per il Poverello : Quando era stanco di parlare con gli uomini andava nei prati e nei boschi, scendeva nelle valli, perché nelle sorgenti e nei venti e nel canto degli uccelli percepiva il dolce, potente linguaggio del paradiso. Anche Spadò è autore in gioventù di un pregevole dipinto del Santo. Nel corso di un intervista rilasciata nel dopoguerra afferma: Francesco mi ha insegnato a dare per la gioia di dare, a sentirmi felice di quanto possiedo, a considerare i ricchi come i veri poveri perché spesso sono poveri nello spirito e nell anima. A credere che il dolore è un dono perché con il dolore si acquista la felicità e la comprensione della felicità; a capire che la felicità non può scaturire che da noi stessi, dal profondo del nostro essere e che il mondo esterno non può turbare l equilibrio e la serenità della nostra anima. Non mi creda un poseur, sento veramente ciò che dico e sento veramente l esempio di San Francesco. Certo debbo vivere nel mondo e mostrarmi superficiale, ma questo è il volto che presento agli estranei, a coloro che non possono comprendermi, come una difesa ed una barriera sul segreto mondo della mia vita più intima. Crede lei che tutti potrebbero capirmi quando dico che i miei sentimenti li so esprimere solo danzando e che molte volte mi vergogno di ricevere del denaro come compenso delle mie danze, perché queste sono un mio modo di pensare, naturale per me come il respiro? Con la danza voglio esprimere il mio amore per il sole, la bellezza, la vita in tutti i suoi aspetti ed anche un senso religioso che sento come guida e come sostegno. Spadolini: San Francesco, 1925 Satyricon, anni 60 Intervista a Spadolini, 1946 Il dipinto Satyricon è una personale meditazione sul rapporto dell uomo con il divino che si incarna nella vita: - a sinistra un uomo porge un fiore (ossia dona all altro il suo amore); - a destra un uomo offre un frutto (ossia compie un azione buona, gratuita, disinteressata); - infine al centro del dipinto un uomo che sembra deposto dalla Croce, dona la sua sofferenza e indica la Luce ( con il dolore si acquista la felicità e la comprensione della felicità ). 13

14 Il Gioco della duplice percezione In appendice a Il Gioco delle Perle di Vetro troviamo il racconto Una vita indiana, storia di un principe costretto all esilio che conosce un asceta yogi e ne chiede l aiuto dopo avergli raccontato le sue sventure. L asceta lo ascolta e al termine scoppia in una fragorosa risata: Maya! Maya! sono le sue uniche parole. Con questo termine si esprime l illusorietà della vita presente, del mondo che ci circonda, dei falsi valori rincorsi dall uomo come oggetti, denaro, prestigio sociale. Al fine di spiegare questo concetto, nell India dei Veda si ricorreva al Gioco della duplice percezione : - con i polpastrelli dell indice e del medio percepiamo la superficie di una bilia di vetro, la sua forma sferica, la sua dimensione... - ora, con gli occhi chiusi, sovrapponiamo il dito medio accavallandolo sull indice e con i polpastrelli tocchiamo la bilia. - Si percepiscono due bilie! Il gioco della duplice percezione Nel volume Fisiologia dell uomo (1913), il prof. Luigi Luciani, ricorda che: Quando s incrocia il dito indice col medio e s interpone tra i polpastrelli delle due dita una pallina posata sul tavolo, si ha l illusione di toccare due distinte palline. L illusione è tanto forte che non si dilegua neanche col controllo del senso visivo e si accresce perfino se interveniamo col senso muscolare, facendo muovere la pallina fra le due dita. Il fatto di aver percepito due sfere anziché una, solo per aver sovrapposto le dita, ci insegna quanto la realtà possa essere distorta dalla nostra mente. La percezione è soggettiva, limitata dai sensi, dalle esperienze passate, dalle interpretazioni fuorvianti, dalla pseudo-cultura. Questo gioco, riproposto dal prof. Eriberto Hlawaty Delfo, lo yogi che nel 1951 conquistò il record mondiale di digiuno, ci insegna che L uomo non è schiavo del destino! E anche l estremo messaggio di Alberto Spadolini: l uomo è libero di cambiare, attraverso la tenacia, l amicizia, l amore, la sofferenza, può modificare continuamente se stesso, abbattendo i luoghi comuni del determinismo che lo vogliono schiavo della sua fisiologia ed eredità genetica. a cura di Marco Travaglini 14

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2015/2016 IO HO DIRITTO Premessa La Scuola Cattolica si differenzia da ogni altra scuola che si limita a formare l uomo, mentre essa si propone

Dettagli

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo

IL CUBISMO. Immagine esempio visi da Les demoiselles d Avignon. Ritratto di Dora Maar visto di fronte e di profilo IL CUBISMO Nei primi anni del 1900 i pittori cubisti (Pablo Picasso, George Braque) dipingono in un modo completamente nuovo. I pittori cubisti rappresentano gli oggetti in modo che l oggetto appare fermo,

Dettagli

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità

INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità Programmazione IRC 2014-2015 1 INSIEME CON GESÚ è il percorso IRC che vogliamo abbracciare quest anno. Il filo conduttore del percorso è il CORPO, sia perché specchio dell unità della Chiesa, sia perché

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43)

La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) La ritirata di Russia. Dal fiume Don a Varsavia (1942-43) Riccardo Di Raimondo LA RITIRATA DI RUSSIA. DAL FIUME DON A VARSAVIA (1942-43) Memorie di un soldato italiano www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA

L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA L ATTO CREATIVO DELLA SCRITTURA QUADRI D AUTORE Gianna Campigli, Anna Castellacci, Seminario nazionale, Cidi Firenze, 8 maggio 2011 Dal percorso per la terza classe L autobiografia Il percorso sull autobiografia

Dettagli

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011

Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 Cresco.. con Gesù!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Percorso di educazione alla religione cattolica Anno 2010/2011 1 Unità di apprendimento: La creazione del mondo Motivazione Aiutare

Dettagli

stelle, perle e mistero

stelle, perle e mistero C A P I T O L O 01 In questo capitolo si parla di un piccolo paese sul mare. Elenca una serie di parole che hanno relazione con il mare. Elencate una serie di parole che hanno relazione con il mare. Poi,

Dettagli

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del

Giuseppe Ungaretti. Studiò a Parigi alla Sorbonne e collaborò con gli intellettuali d avanguardia del Giuseppe Ungaretti Giuseppe Ungaretti nacque nel 1888 ad Alessandria d Egitto, dove i suoi genitori, che erano originari di Lucca, si erano trasferiti in quanto il padre lavorava alla realizzazione del

Dettagli

Le donne fatali di Spadolini

Le donne fatali di Spadolini Le donne fatali di Spadolini Joséphine Baker, Mistinguett, Marléne Dietrich, Dora Maar, Suzy Solidor In quel palcoscenico straordinario che è Parigi l eclettico artista Alberto Spadolini, allievo di Gabriele

Dettagli

QUANTE EMOZIONI GESU

QUANTE EMOZIONI GESU SCUOLA DELL INFANZIA SACRA FAMIGLIA La Spezia PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA A.S. 2014-2015 QUANTE EMOZIONI GESU Al centro di qualsiasi programmazione nella scuola dell Infanzia ci deve

Dettagli

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!!

Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Progetto di educazione didattica religiosa IL SOLE ESISTE PER TUTTI! Cammino con Gesù, vera Luce!!! Anno Scolastico 2011/2012 Progetto Educativo Didattico

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Intervista telematica a Sonia Grineva

Intervista telematica a Sonia Grineva BTA Bollettino Telematico dell'arte ISSN 1127-4883 Fondato nel 1994 Plurisettimanale Reg. Trib. di Roma n. 300/2000 dell'11 Luglio 2000 1 Gennaio 2010, n. 549 http://www.bta.it/txt/a0/05/bta00549.html

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 IL MIO MONDO L alunno riflette su Dio Padre e si confronta con l esperienza religiosa. Cogliere nel proprio nome un mondo di potenzialità, dono di Dio Padre. Prendere coscienza

Dettagli

PICCOLI ARTISTI CRESCONO

PICCOLI ARTISTI CRESCONO SCUOLA DELL' INFANZIA PARITARIA LEONARDO ZANNIER FOSSALTA DI PORTOGRUARO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA: PICCOLI ARTISTI CRESCONO Anno scolastico 2014/2015 PREMESSA La scelta di lavorare con il colore è motivata

Dettagli

MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA

MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA MANDALA PER BAMBINI COLORARE INCOLLARE DISEGNARE SCIENZA E NATURA PROGETTO MANDALA PER BAMBINI CONOSCERSI, GIOCANDO CON IL MANDALA E possibile imparare la geometria, le scienze, un metodo di studio e rappresentare

Dettagli

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità

INTRODUZIONE. motivazioni e finalità Un mondo di bellissimi colori: io e l'ambiente. Tanti bambini tutti colorati: io e gli altri. Un bambino dai colori speciali: io e la famiglia. Avvento e Natale. Io e Gesù, una giornata insieme a Gesù.

Dettagli

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI

UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere. FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) IL TESTO, I TESTI UDA 1 Presentare, presentarsi, descrivere FAD: PRESENTAZIONE IN PRIMA E TERZA PERSONA (h 5) PER COMINCIARE: IL TESTO, I TESTI Es, Misto (Verbale/Non verbale) Fumetto Verbale Non verbale (Visivo/Acustico)

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Riccione Parigi Stoccolma:

Riccione Parigi Stoccolma: Riccione Parigi Stoccolma: LE TERRE DEL BOLERO-SPADO La danza vista da Spadolini Negli anni 60 l eclettico artista Alberto Spadolini (1907 1972) trascorre spesso le sue vacanze a Riccione dove risiede

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME

PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME PIANO DI LAVORO ANNUALE SCUOLA DELL'INFANZIA PROGETTO IRC A.S. 2014/2015 UN MONDO CREATO PER ME Premessa In riferimento al Progetto Educativo e alle Indicazioni Nazionali, l'insegnamento della Religione

Dettagli

IL MISTERO DEL BOLERO-SPADO Alberto Spadolini, artista venuto dal futuro

IL MISTERO DEL BOLERO-SPADO Alberto Spadolini, artista venuto dal futuro IL MISTERO DEL BOLERO-SPADO Alberto Spadolini, artista venuto dal futuro LA SCOPERTA DELL ARCHIVIO Quella dell eclettico artista Alberto Spadolini (Ancona 1907 Parigi 1972) è una storia piena di misteri.

Dettagli

IO, CITTADINO DEL MONDO

IO, CITTADINO DEL MONDO Scuola dell Infanzia S.Giuseppe via Emaldi13, Lugo (RA) IO, CITTADINO DEL MONDO VIAGGIARE E UN AVVENTURA FANTASTICA A.S. 2013 / 2014 INTRODUZIONE Quest anno si parte per un viaggio di gruppo tra le culture

Dettagli

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston Il gabbiano Jonathan Livingston è un gabbiano fuori dal comune: non segue mai lo stormo e va ad esercitarsi da solo per migliorare la tecnica del volo ad alta quota. Questo

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete

Nonni si diventa. Il racconto di tutto quello che non sapete Nonni si diventa Il racconto di tutto quello che non sapete Introduzione Cari nipoti miei, quando tra qualche anno potrete leggere e comprendere fino in fondo queste pagine, forse vi chiederete perché

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA

ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 INSEGNANTE: VIALE ELVIRA DOPO LE OSSERVAZIONI FATTE DALLE MAESTRE DURANTE I NOSTRI GIOCHI CON IL MATERIALE DESTRUTTURATO SI SONO FORMATI QUATTRO GRUPPI PER INTERESSE DI GIOCO.

Dettagli

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese

Canti per i funerali. Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese Canti per i funerali Ciclostilato in proprio Parrocchia di Castiglione Torinese SYMBOLUM 77 (84) 1. Tu sei la mia vita, altro io non ho Tu sei la mia strada, la mia verità Nella tua parola io camminerò

Dettagli

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL

NIZZA. MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL NIZZA MUSEO NAZIONALE del MESSAGGIO BIBLICO di CHAGALL MARC CHAGALL Figlio di una modesta famiglia ebraica russa, Marc Chagall nasce a Vitebsk il 7 luglio 1887. Inizia subito a frequentare corsi di pittura

Dettagli

Associazione Messianica d'italia

Associazione Messianica d'italia Associazione Messianica d'italia PRATICA DEL SONEN Testo esplicativo Il gabinetto della Presidenza della Chiesa Messianica Mondiale del Brasile ha ricevuto molti e-mails da membri che chiedevano il testo

Dettagli

S. DOMENICO di Guzman

S. DOMENICO di Guzman Carissimi bambini, abbiamo pensato di farvi una sorpresa... sapete che questo è il giornalino del rosario, ma vi siete mai domandati chi ha inventato il rosario? Nooooo?! E allora, bambini e bambine, in

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

20 Novembre 2014 INSIEME PER I DIRITTI DEI BAMBINI

20 Novembre 2014 INSIEME PER I DIRITTI DEI BAMBINI 20 Novembre 2014 INSIEME PER I DIRITTI DEI BAMBINI Era il 1989, quando i capi delle nazioni, hanno sottoscritto la Carta dei Diritti dei Bambini, affidando a ciascuno di noi la responsabilità di portare

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ

Scuola Mater Gratiae. Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ Scuola Mater Gratiae Anno Scolastico 2010/2011 EDUCAZIONE ALLA RELIGIOSITÀ ASCOLTIAMO INSIEME GESÙ MOTIVAZIONE Una delle priorità importanti nel nostro progetto educativo didattico della scuola dell infanzia

Dettagli

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO

SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO SAMI MODIANO PER QUESTO HO VISSUTO La mia vita ad Auschwitz-Birkenau e altri esili a cura di Marcello Pezzetti e Umberto Gentiloni Silveri Il volume è frutto della collaborazione della Provincia di Roma

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Progetto intercultura relazione finale anno scolastico 2011-2012

Progetto intercultura relazione finale anno scolastico 2011-2012 Progetto intercultura relazione finale anno scolastico 2011-2012 Scuola dell infanzia Pariani Malcesine Responsabile del progetto insegnante De Santis Maria Pia Premessa La scuola è un laboratorio di vita

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE

LE NOSTRE CANZONI DI NATALE CANZONE: LE NOSTRE CANZONI DI NATALE VIENI BAMBINO TRA I BAMBINI Quando la notte è buia E buio è anche il giorno, non credi che il domani potrà mai fare ritorno. Quando la notte è fredda C è il gelo nel

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

Dilecti amici Carissimi giovani

Dilecti amici Carissimi giovani 5 INDICE Dilecti amici 1. Auguri per l anno della gioventù 9 2. Cristo parla con i giovani 12 3. La giovinezza è una ricchezza singolare 15 4. Dio è amore 19 5. La domanda sulla vita eterna... 22 6....

Dettagli

TITOLO. memoria collettiva, tramite la stampa del volume Ulisse es toccheddande. intensi e caratterizzanti dell intera terra di Sardegna.

TITOLO. memoria collettiva, tramite la stampa del volume Ulisse es toccheddande. intensi e caratterizzanti dell intera terra di Sardegna. Roma, 13 dicembre 2011 TITOLO Ulisse es toccheddande Le porte del vento Pietro Sotgia poeta dorgalese ESIGENZE CHE SI INTENDE AFFRONTARE: Rendere omaggio e consegnare alla memoria collettiva, tramite la

Dettagli

Mariantò cronaca di una vita!

Mariantò cronaca di una vita! Mariantò cronaca di una vita! Maria Antonietta Di Falco MARIANTÒ CRONACA DI UNA VITA! www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Maria Antonietta Di Falco Tutti i diritti riservati Dedicato alla mia meravigliosa

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE FRATELLI CASETTI CREVOLADOSSOLA (VB) WWW.iccasetti.gov.it PROGRAMMAZIONE ANNUALE a. s. 2014-2015 RELIGIONE CATTOLICA COMPETENZE CHIAVE - competenze sociali

Dettagli

Kathak. Irene Piccolo

Kathak. Irene Piccolo Kathak Letteralmente significa l arte di raccontare una storia. Trae origine dalle danze devozionali del nord dell India con le quali i cantastorie narravano gesta epiche e sacre della mitologia hindu.

Dettagli

Gianni e Antonio. Una terra da abitare

Gianni e Antonio. Una terra da abitare Gianni e Antonio Una terra da abitare 2003 Queste foto non hanno nulla di originale. Sono la memoria quotidiana di un viaggiatore qualsiasi, che si è trovato, per un tempo né breve né lungo, a essere,

Dettagli

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip

http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Scarica questo libretto Ascolta le canzoni in MP3 http://www.veronicaetony.com/download/accordivet.pdf http://www.veronicaetony.com/download/ascoltamp3.zip Canti con accordi 1 Lo spirito e la sposa z do

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

Intervista ad Anke Merzbach

Intervista ad Anke Merzbach Intervista ad Anke Merzbach a cura di Giorgio Tani Seravezza Fotografia, iniziata da alcuni anni, si è affermata, per le proposte che vengono fatte, come una delle più interessanti manifestazioni nazionali.

Dettagli

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza.

Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza. Perché gli Angeli sono tornati? E un dato di fatto gli Angeli siano oggi tornati nel mondo, dopo almeno 500 anni di latitanza Statistiche alla mano, si può affermare che il 60% della popolazione mondiale

Dettagli

Gesù bambino scrive ai bambini

Gesù bambino scrive ai bambini Gesù bambino scrive ai bambini Leonardo Boff scrive a Gesù Bambino sul materialismo del Natale Il materialismo di Babbo Natale e la spiritualità di Gesù Bambino Un bel giorno, il Figlio di Dio volle sapere

Dettagli

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo

MONASTERO INVISIBILE. CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo MONASTERO INVISIBILE Diocesi di Treviso Centro Diocesano Vocazioni Aprile 2015 CONSACRATI A DIO... In una donazione totale di sé in risposta ad una chiamata a vivere alla sequela di Cristo Introduzione

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

incontro bambini-anziani

incontro bambini-anziani Progetto di integrazione sociale: incontro bambini-anziani Tirocinante Scanderebech Roberta 1 La Fondazione Edoardo Filograna è un centro polivalente per la Terza Età che ospita attualmente circa 120 anziani

Dettagli

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita)

LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) LAURA, IN CINA TRA KUNG FU E CANTI TRADIZIONALI (Come un estate in 中 国 ha cambiato la mia vita) Credevo di essere pronta a questa esperienza. Credevo di essere pronta a passare un intero mese dall altra

Dettagli

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI

Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Basilica Parrocchiale di S. Francesco Viterbo P. Agostino Mallucci DIO AMORE SOFFERENZA E CHIARA DI ASSISI Dio e il dolore Può Dio soffrire? Particolare risalto nell imminenza del Pasqua. Un vero problema

Dettagli

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA

RELIGIONE SCUOLA PRIMARIA RELIGIONE CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA 1 - IO NELLA CLASSE 1. Presentarsi nella propria particolarità 2. Capire che ognuno ha un posto 3. Comprendere che in classe non si è soli Presentazione degli insegnanti

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Essere "con" - Essere "per" Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008

Essere con - Essere per Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008 Essere "con" - Essere "per" Omelia nella festa degli anniversari di matrimonio e solennità della SS. Trinità, maggio 2008 Bellissima la coincidenza odierna, qui al Suffragio, che celebra insieme la festa

Dettagli

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE

VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE VALLAURIS MUSEO NAZIONALE PICASSO LA GUERRA E LA PACE 18 PABLO PICASSO Nasce a Malaga in Spagna nel 1881. figlio di un professore di disegno. Dopo aver brillantemente compiuto gli studi presso l accademia

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

I giardini sensibili alla Casa Masaccio Compagnia TPO-Teatro Fabbrichino. Compagnia TPO. Comune di San Giovanni Valdarno Alla c.

I giardini sensibili alla Casa Masaccio Compagnia TPO-Teatro Fabbrichino. Compagnia TPO. Comune di San Giovanni Valdarno Alla c. Comune di San Giovanni Valdarno Alla c.a di Fausto Forte I giardini sensibili alla Casa Masaccio Compagnia TPO-Teatro Fabbrichino Compagnia TPO associazione culturale via targetti 10/8 59100 Prato (PO)

Dettagli

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici

Progetto Guggenheim: Arte segni e parole. I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Progetto Guggenheim: Arte segni e parole I.C. Spinea 1 Scuola Vivaldi classe seconda a.s. 2012-2013 ins. N.Paterno S. Salici Composizione di segni Prove di scrittura Disegnare parole e frasi Coltivare

Dettagli

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE

PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE PROGETTI DI EDUCAZIONE MUSICALE INTRODUZIONE I progetti di educazione musicale da me proposti si articolano in differenti approcci che variano a seconda dell età dei bambini. La differenziazione avviene

Dettagli

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA

LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA LABORATORIO TEATRALE PER LA SCUOLA ELEMENTARE E SCUOLA DELL INFANZIA PROGETTO: LA FIABA L obbiettivo di questo laboratorio è quello di rielaborare ed interpretare un antica fiaba usando i significati profondi

Dettagli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli

MUSICA E IMMAGINE. musica e cinema. musica e cinema. musica e TV. musica e pubblicità. Copyright Mirco Riccò Panciroli MUSICA E IMMAGINE musica e cinema musica e TV musica e pubblicità Copyright Mirco Riccò Panciroli musica e cinema musica e cinema La colonna sonora colonna sonora Parlato inciso in varie lingue nelle sale

Dettagli

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada

La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada La tua Parola, Signore, è Luce alla mia strada Che cos è la Lectio divina La Lectio Divina è l esercizio ordinato dell ascolto personale della Parola. ESERCIZIO: è qualcosa di attivo e, per questo, è importante.

Dettagli

I colori dell autunno

I colori dell autunno I quaderni di Classe II A Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi Castrezzato (BS) I colori dell autunno Haiku Poëtica Novembre 2009 Poëtica Classe II A - Scuola Secondaria di I Grado A. Zammarchi -

Dettagli

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane

Maggio 2014 San Vito. Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane Maggio 2014 San Vito Laboratorio di narrazione con mamme straniere e italiane PRIMO INCONTRO In cerchio. Presentazione dell attività e delle regole Presentazione (sedute in cerchio). Mi chiamo.la favola/fiaba

Dettagli

Scuola dell infanzia Piazza Garibaldi A.S 2014/15

Scuola dell infanzia Piazza Garibaldi A.S 2014/15 Scuola dell infanzia Piazza Garibaldi A.S 2014/15 Anche quest anno nel nostro plesso si è attuato il progetto teatro che ha coinvolto i bambini in due momenti particolarmente significativi dell anno scolastico.:

Dettagli

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA

CON GESU A SCUOLA DI FELICITA PROGETTAZIONE FORMATIVA RELATIVA ALLE ATTIVITA DI INSEGNAMENTO DELLA RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA CON GESU A SCUOLA DI FELICITA Insegnanti: Sonia Colarullo scuola

Dettagli

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio

EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio EPIFANIA DEL SIGNORE Liturgia del 5 e 6 gennaio Grado della Celebrazione: Solennità' Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE (solo giorno 6) L Epifania è la manifestazione del Cristo nella carne dell uomo

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA

L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA L ATELIER DEL MUSEO IN ERBA CHE ARTISTA MATISSE! Programma 26 settembre 2015 24 gennaio 2016 Piazza Giuseppe Buffi 8 6500 Bellinzona (Svizzera) Prenotazioni (consigliate!): tel. + 41 91 835 52 54 ATTIVITÀ

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014. Scuola Primaria Classe 1^ - sez. B PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA-DISCIPLINARE Anno Scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Classe 1^ - sez. A Disciplina Religione Cattolica Ins. STRIKA LUCIANA Presentazione della classe Livello cognitivo

Dettagli

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo.

I nostri sogni e desideri cambiano il mondo. PRESENTAZIONE Giornalino sul FATTO DA I BAMBINI DELLA 4^B CON L AIUTO DELL INS.TE (PISCHEDDA ELISABETTA) DELLA SCUOLA ELEMENTARE ITALO CALVINO DELL ISTITUTO COMPRENSIVO DI BEINASCO ANNO SCOLASTICO 2005/2006

Dettagli

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna

33 poesie. una dedicata al calcio e una alla donna 33 poesie una dedicata al calcio e una alla donna Salvatore Giuseppe Truglio 33 POESIE una dedicata al calcio e una alla donna www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Salvatore Giuseppe Truglio Tutti

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE

INTERVISTA ALLA SCRITTRICE Tratto da: M. Cecconi, La morte raccontata ai bambini: il ciclo della vita. Intervista ad Angela Nanetti, Il Pepeverde n. 10, 2001, pp. 10 11. Copyright INTERVISTA ALLA SCRITTRICE ANGELA NANETTI LA MORTE

Dettagli

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU'

Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' Home INCONTRO ESTIVO CON UN AMICO DI CEFALU' 4 Agosto 2008, 08:24 Giuseppe Tornatore, dopo vent anni torna a Cefalù come un semplice ospite a passare una serata con amici, una sera d estate. Una serata

Dettagli

Il Libro dei Sopravvissuti

Il Libro dei Sopravvissuti Il Libro dei Sopravvissuti Cathy Freeman: una GRANDE atleta Nel 2000 ha partecipato alle Olimpiadi di Sydney: è stata la porta bandiera e ha acceso la fiamma olimpica Ha vinto la gara dei 400 metri da

Dettagli

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson

Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola. Pagine di diario di chi ci crede ancora. Erickson Tullio De Mauro e Dario Ianes (a cura di) Giorni di scuola Pagine di diario di chi ci crede ancora Erickson Lo sguardo dei bambini 39 Capitolo quinto Lo sguardo dei bambini di Camillo Bortolato Quando

Dettagli

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio

N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio N. e N. 45 anni nella grazia del matrimonio Celebrare un anniversario non significa rievocare un avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento di grazie una realtà presente che ha

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

La Fontana del villaggio

La Fontana del villaggio La Fontana del villaggio Anch io posso attingere alla sorgente! Scuola dell'infanzia Maria Immacolata Monteortone Abano Terme PD PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO RELIGIOSO Anno Scolastico 2013/2014 Premessa

Dettagli

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere

Luigi Broggini. In fondo al Corso. poesie. Le Lettere Luigi Broggini In fondo al Corso poesie Le Lettere Paesaggio romano con leone di pietra, 1932. Se qualcuno chiede di me digli che abito sul Corso dove i giorni sono ugualmente felici e le ragazze più belle.

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

2MOSTRA INTERNAZIONALE DEL TEATRO PER LE SCUOLE LA MOSTRA 4 GRANDI SPETTACOLI. direzione artistica di GINO LANDI IN SCENA TUTTE LE MATTINE

2MOSTRA INTERNAZIONALE DEL TEATRO PER LE SCUOLE LA MOSTRA 4 GRANDI SPETTACOLI. direzione artistica di GINO LANDI IN SCENA TUTTE LE MATTINE 2MOSTRA Dall 8 Novembre al 27 Gennaio 4 GRANDI SPETTACOLI IN SCENA TUTTE LE MATTINE ALL AUDITORIUM DEL MASSIMO via Massimiliano Massimo, 1 - EUR SCOPRI IL CALENDARIO SU: www.mostradelteatro.it www.auditorium.it

Dettagli

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007

RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 ATTORI: 3B RECITA MUSICALE DELLA PACE 4 ottobre 2007 CANTANTI: 4B Narratrice Valentina Massimo Re sì Re no Orsetto Farfalla Uccellino Cerbiatto Lepre Popolo del paese sì Popolo del paese no Sophie Dana

Dettagli

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2

Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Una parola per te Proprietà letteraria riservata 2015 RCS Libri S.p.A., Milano Originariamente pubblicato da Casa Editrice San Rafaele nel 2010. ISBN 978-88-915-1545-2 Prima edizione Fabbri Editori: aprile

Dettagli

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA

MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA Comitato Regionale per le Celebrazioni del 1 Centenario della morte di Aristide Naccari Fondazione Santi Felice e Fortunato Diocesi di Chioggia (VE) MUSEO DIOCESANO D ARTE SACRA DI CHIOGGIA (2014-2015)

Dettagli

La spiaggia di fiori

La spiaggia di fiori 37 La spiaggia di fiori U na nuova alba stava nascendo e qualcosa di nuovo anche in me. Remai per un po in direzione di quella luce all orizzonte, fino a che l oceano di acqua iniziò pian piano a ritirarsi

Dettagli