GiocoCattedraB_GiocoNews 29/04/ Pagina 10 INCHIESTA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GiocoCattedraB_GiocoNews 29/04/11 10.37 Pagina 10 INCHIESTA"

Transcript

1 GiocoCattedraB_GiocoNews 29/04/ Pagina 10 Un prisma dalle mille facce. Il gioco è fenomeno sociale, culturale, storico, economico, psicologico. come tale, ed era ora, è entrato a far parte integrante del mondo accademico italiano. Da nord a sud, dalle facoltà umanistiche a quelle scientifiche, sono sempre più numerosi gli insegnamenti universitari che si occupano di un particolare aspetto del gioco, contribuendo a sdoganarlo da quella mera ludicità fine a se stessa, qualche volta guardata anche con sospetto e scetticismo, cui per lungo tempo è stato confinato. E se le università azzardano sul gioco, la risposta da parte degli studenti è eccellente. Tanto più che, come detto, il soggetto si presta a essere analizzato sotto molteplici punti di vista: economico, studiando per esempio le somiglianze di strategie e fini tra i giocatori di poker e gli amministratori delegati di importanti società; giuridico, con i tanti complicati meandri che interessano in particolare il gioco online; storico, calandolo in contesti assai differenti nel tempo e nello spazio, ma accomunati dalla presenza dell elemento del divertimento e del tempo libero; per proseguire con le competenze informatiche che servono per progettare un videogioco. In questa inchiesta di Gioco News, un viaggio negli atenei italiani, alla scoperta delle esperienze didattiche sull argomento più interessanti e innovative, raccontate dagli stessi protagonisti, i docenti che ogni giorno salgono in cattedra per parlare di gioco. di Anna Maria Rengo e Sara Michelucci 10 Maggio 2011

2 GiocoCattedraB_GiocoNews 29/04/ Pagina 11 Dall Aglio: Per pokeristi e amministratori delegati stessi modelli di gioco non cooperativo Il gioco, o meglio ancora, la teoria dei giochi cooperativi e non cooperativi è materia di studio anche alla facoltà di Economia dell Università Luiss Guido Carli di Roma. Ne è docente Marco Dall Aglio, professore associato di Metodi matematici dell'economia e delle scienze attuariali e finanziarie. Il nome della materia Teoria dei giochi spiega - deriva da un importantissimo libro The theory of games and economic behavior (La teoria dei giochi e dei comportamenti economici) scritto nel 1944 da un matematico, John Von Neumann e da un economista, Oskar Morgenstern. Il libro descriveva quei modelli nei quali le azioni di ciascuna persona avranno conseguenze sul proprio, ma anche sull'altrui benessere. Chiaramente è particolarmente naturale includere in questa modellistica i giochi, in particolare quei giochi di carte o di scacchiera con regole chiare e completamente definite, nei quali una carta giocata o una pedina mossa condizionerà il resto del gioco e quindi il suo esito finale, ma anche qualsiasi ambito delle scienze economiche e sociali nelle quali l'azione di un entità individuale (ad esempio la decisione di un'impresa di aprire un nuovo impianto) ha conseguenze ben definite sulle altre entità individuali, che potrebbero essere favorite o danneggiate dall'azione della prima. Naturalmente queste relazioni sono reciproche: anche ogni altra entità individuale influenzerà con la propria azione il benessere della prima entità (benessere inteso come ricchezza, vantaggio strategico o addirittura felicità se facciamo riferimento ad una persona) Ben presto dal titolo del libro è caduta la seconda e più significativa parte che faceva riferimento ai comportamenti economici ed è rimasto l'esclusivo riferimento ai giochi. L'aspetto ludico non mi dispiace e forse rende la materia più interessante, ma è opportuno notare che la teoria dei giochi è alla base di numerosi modelli economici, tanto che il premio Nobel per l'economia è stato finora insignito a ben 8 studiosi il cui interesse precipuo riguarda la teoria dei giochi e numerosi altri premi Nobel si sono serviti di questa disciplina per i loro risultati. Quale differenza c è dal punto di vista teorico e per ciò che riguarda le implicazioni economiche e statistiche tra i giochi cooperativi e quelli non cooperativi? I modelli della teoria dei giochi si distinguono fra non-cooperativi e cooperativi. A prima vista potrebbe sembrare che i partecipanti al primo tipo di gioco siano cattivi e i secondi buoni. In realtà la distinzione fa riferimento a situazioni diverse: nel primo tipo di gioco si è in presenza di interessi parzialmente o totalmente contrastanti fra i giocatori : ad esempio se analizziamo una partita a poker o le decisioni di amministratori delegati di aziende operanti nello stesso mercato; nel secondo tipo di gioco siamo di fronte a situazioni nelle quali la cooperazione fra i giocatori è vitale per la sopravvivenza dei giocatori stessi: basti pensare all'interazione fra un compratore ed un venditore, che pur avendo interessi contrapposti, debbono giungere a un accordo onorevole per entrambe le parti affinché avvenga lo scambio di merce contro danaro o al comportamento dei partiti politici che spesso debbono coalizzarsi fra di loro per esercitare qualsiasi tipo di potere. Naturalmente l'interesse dei singoli deve essere comunque salvaguardato anche in questo tipo di modello: nessun giocatore è in genere così altruista da sacrificarsi per il bene degli altri. Il gioco d azzardo è storicamente e scientificamente dipendente dal calcolo delle probabilità. Sulla base di questa considerazione come valuta l attuale sistema del gioco pubblico in Italia? Chiunque organizzi questo tipo di gioco dimostra di conoscere molto bene le regole matematiche sottostanti. Il gioco organizzato da qualsiasi stato non è equo e in questo l'italia non è un eccezione: basti pensare che ad ogni turno (estrazione dei numeri o emissione di biglietti) il banco restituisce ai giocatori una cifra ben inferiore alla somma raccolta (di solito la percentuale oscilla fra il 30% ed il 70%, a seconda del gioco considerato). Il gioco potrebbe diventare equo se il montepremi accumulato nei precedenti turni crescesse raggiungendo cifre elevatissime e questo avviene in circostanze rarissime: per esempio questo non è mai accaduto nel Superenalotto, neanche nel caso delle vincite multimilionarie che hanno riempito le prime pagine dei quotidiani nazionali negli ultimi anni. Detto questo bisogna bandire la schedina? Sicuramente bisogna evitare di spendere cifre significative che intacchino il benessere di una persona perché il gioco inteso come investimento finanziario è una pessima idea. Rimane il piacere del gioco, che è anche descritto e analizzato dalla moderna teoria economica. Se una persona percepisce un reddito regolare può essere giustificato spendere un euro alla settimana per fantasticare di tanto in tanto su una favolosa vincita, ma non bisognerebbe mai perdere il senso della realtà. Chiunque distolga percentuali significative del proprio reddito da altri consumi più necessari o dal risparmio non sta salvaguardando il proprio benessere. Lo dice il calcolo delle probabilità. Maggio

3 GiocoCattedraB_GiocoNews 29/04/ Pagina 12 Sbordoni (diritto dell Informatica Univ. della Tuscia Viterbo): Normalizzare il gioco vuol dire conoscerlo i r i tto d e l l i nfo r m a t i ca, co n u n o sguardo al gioco online. L avvocato Stefano Sbordoni, esperto internazionale di gaming, è titolare presso l'università della Tuscia di Viterbo della cattedra di diritto dell informatica presso la facoltà di Scienze Politiche. Il corso è diviso in due moduli e uno fa riferimento proprio al settore del gioco via web. Credo che sia l unico corso in Italia che si occupa di diritto dell informatica con un taglio sul gioco online. Oggetto di studio è l organizzazione pubblica del gioco. Il corso in realtà coinvolge tutte le branche del diritto, dato che il gioco ha un raggio d azione molto ampio. Diciamo che il mondo del gioco visto con l occhio del giurista è un microcosmo, da considerarsi una palestra utile a comprenderne i vari aspetti. Il gioco è infatti sempre più protagonista della vita degli italiani, tanto da diventare un importante fonte erariale oltre che un D vero e proprio settore industriale. E così anche all Università si pone attenzione al settore. Ci sono state già due tesi sul gioc o o n l i n e, e o ra è p r o n t a u n a t e r z a. L interesse dei ragazzi continua Sbordoni - è alto per una materia di questo tipo: soprattutto colpiscono quegli aspetti pub- blici e legali poco conosciuti di un comparto in costante evoluzione e di grande interesse per la società. Avere dei solidi riferimenti giuridici poi è importante, soprattutto per non incappare in qualunquismi e ovvietà quando si parla di questo settore. Troppo spesso si parla di gioco, mentre chi ha i fondamentali fa parte di una ristretta minoranza. L Università studia dunque il gioco come fenomeno da valutare sotto vari aspetti e punti di vista, verificandone gli effetti, e non solo gli aspetti patologici dunque - che sono assolutamente importanti -, ma fanno parte di un mondo fatto di differenti aspetti. Normalizzare il settore del gioco significa affrontarlo sulla base di conoscenze. Oggi il corso è una realtà consolidata che si propone di affrontare le tematiche legate allo sviluppo ed all'organizzazione della raccolta del gioco pubblico attraverso tecniche di comunicazione a distanza. (Sm) Fusiello (Dip. Informatica Univ. di Verona): Videogioco, interesse tecnologico per ingegneri e informatici econdo anno per il master in Computer Game Development promosso dall Università degli Studi di Verona. Il corso è diretto dal professore Andrea Fusiello. Si rivolge ai laureati in Informatica o Ingegneria e si propone di formare programmatori di applicazioni videoludiche e multimediali interattive. Il corso è progettato per rispondere alle esigenze del mercato ed è orientato a fornire le abilità legate alla realizzazione di video- S 12 Maggio giochi con un approccio pratico che include insegnamenti tenuti da professionisti provenienti dal settore industriale. Era un po di tempo che volevo realizzare un master di questo tipo afferma Fusiello e cercavo un azienda che credesse in questo progetto. Alla fine abbiamo trovato alcune aziend e p a r t n e r, c o m e l a I d o r u d i Pa o l o Giacomello e il progetto ha visto la luce. Il videogioco, per un informatico, è interessante dal punto di vista tecnologico dato che ha una complessità a livello di programmazione, è multidisciplinare ed è difficile perché l hardware a disposizione è limitato, cioè non è esattamente quello di ultima generazione. Quanti alunni hanno aderito al master? L anno scorso 18, quest anno sono 16 e se ci saranno nuove iscrizioni ci sarà anche un terzo anno. La componente maschile è prevalente, c è solo una ragazza che segue il master, ma comunque anche l altra metà del cielo è rappresentata, racconta. L Università ha accettato subito un master di questo tipo? Si, abbiamo un preside lungimirante che ha subito accolto bene questa iniziativa. Il master è autofinanziato con l iscrizione degli studenti e ha una partecipazione piuttosto variegata a livello regionale. Una caratteristica decisamente importante e che gli conferisce un peso maggiore. (Sm)

4 GiocoCattedraB_GiocoNews 29/04/ Pagina 14 Ortalli (Storia sociale europea, Univ. Ca Foscari Venezia):, Gioco componente della vita delle società arco non può stare sempre teso! Anche la mente ha bisogno di riposo e il gioco svolge un ruolo fondamentale in tal senso. È una componente, da sempre, della vita delle società, anche se ovviamente cambiano nel tempo e nei contesti le sue caratteristiche, e non occuparsene significherebbe tagliare fuori una parte importante della nostra storia e modo di essere. Il professor Gherardo Ortalli, docente alla facoltà di Lettere e Filosofia dell Università Ca Foscari di Venezia, spiega così la decisione di aprire un corso in Storia sociale del gioco e del tempo libero tra le materie del Corso di laurea specialistica in Storia sociale europea, dal Medioevo all età contemporanea : Avviato nell anno accademico lo hanno seguito una quarantina di studenti e, nonostante tratti di gioco, il livello scientifico scelto è stato senz altro pesante. Ci occupiamo di gioco, ma non per gioco!. Il gioco con vincita in denaro è solo una delle forme in cui la ludicità si manifesta: Partiamo dal presupposto che il gioco è una pulsione innata, incomprimibile. A seconda del quadro sociale e dei tempi può consistere nel semplice non far niente come pure, all estremo opposto, in attività assai articolate e costose. Per quanto poi riguarda quello d azzardo, nasce nei termini in cui lo conosciamo fra il secolo XIII e il XIV, quando decollano le nuove concezioni L 14 Maggio economiche ancora oggi correnti: si ragiona di giusto prezzo, di lucro cessante e danno emergente, di partecipazioni finanziarie, bancogiro, lettera di credito e così via. È allora che in tutt Europa le autorità pubbliche cominciano a mettere a profitto quello che prima era visto soltanto come un vizio gestendolo in via diretta o dandolo in appalto. I giudizi morali non si modificano ma lo Stato diventa maestro del gioco e biscazziere e nascono allora in sostanza le case da gioco ufficiali, pubbliche: gli antenati del casinò. Dalla storia alla contemporaneità: Oggi assistiamo a una svolta importantissima per ciò che riguarda la socialità del gioco: attraverso i sistemi informatici non è più necessaria la vicinanza fisica tra i giocatori, come sempre si è verificato per quelli che prevedono la partecipazione di più per- sone. I tempi che cambiano modificano i caratteri e i modi del giocare. La storia sociale del gioco è scandita anche da periodi in cui il fenomeno è stato soggetto a dure critiche: Penso per esempio al XIX secolo, quando le ragioni della politica e della fede (tanto l etica cattolica quanto quella socialista e quella liberale) aprono la fortissima polemica contro il lotto, dal quale occorreva difendere i ceti popolari che buttavano quattrini correndo dietro a un illusione. E questi sussulti continueranno a esserci anche in futuro contro il gioco o determinati giochi, specialmente se chi ne è responsabile (le autorità in primo luogo) non sapranno gestirlo nel quadro delle pratiche fondamentali della vita della società. (Amr)

5 GiocoCattedraB_GiocoNews 29/04/ Pagina 16, Videogioco, il linguaggio della modernità. Parola di Carlo Lucarelli di Sara Michelucci crivere una sceneggiatura per un videogioco non è cosa affatto facile. Per questo si è pensato di realizzare un corso in sceneggiatura per videogiochi che sarà attivato nel 2012 grazie alla collaborazione tra la 'Bottega Finzioni' di Carlo Lucarelli e l'archivio videoludico della Cineteca di Bologna. Carlo Lucarelli spiega a Gioco News come nasce l idea. L obiettivo della Bottega Finzioni - racconta - che abbiamo fondato a Bologna con Giampiero Rigosi e Michele Cogo, è quello di approfondire tutte le forme della narrazione e della scrittura di mestiere. Il videogioco, per come si è evoluto, è entrato prepotentemente tra i fenomeni culturali che necessitano di scrittori preparati e specifici. Abbiamo colto questa esigenza e abbiamo deciso di arricchire il 2012, secondo anno di attività della Bottega, di un progetto di scrittura per videogame, in collaborazione con l Archivio Videoludico della Cineteca di Bologna e con Piero Di Domenico, docente di tecnologie multimediali al Dams di Bologna. Applicheremo al progetto la formula già avviata in questo primo anno di attività della bottega di narrazione, ovvero offrire la possibilità agli iscritti di lavorare gomito a gomito con professionisti della scrittura di mestiere, con l obiettivo di confezionare progetti pronti per essere prodotti. Il linguaggio dei videogiochi è sempre più presente nella società contemporanea, coinvolgendo soprattutto le nuove generazioni. Qual è la sua forza? La forza continua Lucarelli sta nel mettere insieme tante cose: la multimedialità, la dimensione narrativa, il gioco, e anche l insegnamento, se pensiamo ai tanti videogame educativi in circolazione. Tutte queste cose insieme hanno creato un linguaggio che è un concentrato veloce, divertente, moderno. Direi che il linguaggio dei videogiochi potrebbe essere chiamato semplicemente il linguaggio della modernità. Quanto è importante che anche l accademia, la scuola aprano a linguaggi di questo tipo? Non è importante: è importantissimo. La scuola deve aprirsi a tutti i linguaggi. Una volta sui banchi si studiava solo la letteratura, era quello l unico lin- S 16 Maggio guaggio oggetto di approfondimento. Oggi non è più così, per fortuna, perché ritengo sia necessario che i ragazzi abbiano la possibilità di studiare tutti i modelli narrativi, e tutte le forme di scrittura. Compresa quella del videogioco. Si è mai appassionato a un videogioco o ha mai pensato di affidare a questo medium una storia? Se mi sono appassionato a un videogioco? Certo che sì. A volte ho attacchi quasi compulsivi e riesco a stare sveglio a giocare fino alle cinque di mattina. Invece quando scrivo, dopo tre-quattro ore devo alzarmi, distrarmi. Quando gioco riesco a stare incollato per ore. Però non ho mai pensato di affidare una storia a un videogioco, anche perché non capivo cosa volesse dire scrivere per i videogame, se fosse uguale a scrivere un romanzo. Poi però, mentre giocavo, ho iniziato a pensare a cosa sarebbe successo dopo, nel gioco, e lì ho capito l importanza della scrittura per un videogame. Quindi se prima non sapevo neanche come si facesse, ad affidare a questo strumento una storia, adesso forse potrebbe essere il momento giusto per farlo. Gli allievi lavoreranno a un progetto che possa avere uno sbocco produttivo, in questo caso quindi diventare la storia per un'avventura digitale. Piero Di Domenico, che insegna al Daams di Bologna Te c n o l o g i e m u l t i m e d i a l i e d è u n o d e i docenti del corso sottolinea: L idea nasce dall aver percepito un esigenza. Il linguaggio del videogioco ha subito delle modifiche, soprattutto a livello di narrazione in alcuni suoi generi. C è bisogno allora di nuove figure professionali di riferimento. Le sceneggiature dei videogame di solito sono state affidate a figure che appartengono al mondo del cinema, del fumetto, etc. il videogioco per il suo stesso dna ha delle caratteristiche peculiari e la nostra analisi è partita proprio da questo elemento: formare figure professionali specifiche che si muovono in questo mondo. Partire allora da analisi sul campo, entrando in ambito accademico. La novità è quella di far entrare a contatto il videogioco con lo studio umanistico, dato che solitamente sono più le facoltà tecniche ad approcciarsi ad esso. Il videogioco oggi costituisce uno dei motori più potenti di creazione dell immaginario collettivo e i fili che si annodano tra videogame e altri linguaggi sono sempre più intrecciati. Michele Cogo, tra i fondatori della Bottega afferma: Da sceneggiatore mi ha sempre incuriosito la struttura del videogioco. Scrivere una storia e giocarla è un rapporto molto interessante. Si approfondisce e si s co p re l a s t r u tt u ra d i u n v i d e o g i o co. Rispetto alla sceneggiatura di un film, quella del videogioco credo che abbia una struttura molto più ramificata, tipo quella di un libro game, con una storia in divenire. Un assaggio della novità si può avere partecipando al workshop dedicato alla sceneggiatura per videogiochi. Si tratta di tre incontri con professionisti del settore, aper ti ai 45 par tecipanti alla Bottega Finzioni di quest anno e a chiunque sia curioso di scoprire i dettagli di questa ennesima sfaccettatura del mestiere di raccontare. Tutte le informazioni su

Teoria dei Giochi. Anna Torre

Teoria dei Giochi. Anna Torre Teoria dei Giochi Anna Torre Almo Collegio Borromeo 3 marzo 2015 email: anna.torre@unipv.it sito web del corso:www-dimat.unipv.it/atorre/borromeo2015.html MODALITÀ DI ESAME È previsto un appello alla fine

Dettagli

Teoria dei Giochi. Anna Torre. Almo Collegio Borromeo 6 marzo 2012

Teoria dei Giochi. Anna Torre. Almo Collegio Borromeo 6 marzo 2012 Teoria dei Giochi Anna Torre Almo Collegio Borromeo 6 marzo 2012 UN PO DI STORIA UN PO DI STORIA Von Neumann, Morgenstern Theory of Games and Economic Behavior (Princeton, 1944); UN PO DI STORIA Von Neumann,

Dettagli

Educare ai videogiochi

Educare ai videogiochi Educare ai videogiochi Damiano Felini Università degli Studi di Parma Insegnare i videogiochi ai ragazzini, che li sanno già usare perfettamente, può sembrare un obiettivo strano: non lo è, se si pensa

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA Art.1 Premessa e ambito di competenza 1. Il presente Regolamento, in conformità allo Statuto e al Regolamento Didattico di Ateneo, disciplina gli aspetti organizzativi

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media

Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media Dipartimento di Studi Umanistici Corso di Laurea Magistrale in Linguaggi dello Spettacolo, del cinema e dei media (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) Manifesto degli Studi A.A. 2014/2015

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 2014

RASSEGNA STAMPA 2014 RASSEGNA STAMPA 2014 Indice: 10.01.2014 LegaCoop Fundraising strumento su misura per la cooperazione 3 06.02.2014 Tiscali Social Il fundraiser figura chiave del non profit e non solo 4 07.02.2014 Avvenire

Dettagli

Investire nel valore e nell identità del Liceo Economico-Sociale. Presentazione dei risultati dell indagine realizzata presso i LES

Investire nel valore e nell identità del Liceo Economico-Sociale. Presentazione dei risultati dell indagine realizzata presso i LES Investire nel valore e nell identità del Liceo Economico-Sociale Presentazione dei risultati dell indagine realizzata presso i LES 2 la fondazione rosselli Origini e attività La Fondazione Rosselli è un

Dettagli

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro

Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT. Dai il via al tuo futuro Master in innovazione di Reti e Servizi nel Settore ICT Dai il via al tuo futuro ACCENDI NUOVE OPPORTUNITÀ Il tuo futuro parte adesso. Perché il mondo delle telecomunicazioni è il futuro. E Telecom Italia

Dettagli

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI LICEO SCIENTIFICO MUSICALE MARCONI PESARO PROGETTO REALIZZATO DA: LETIZIA CARONI, THOMAS PARADISI, DENIS ESPOSITO

Dettagli

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GIORNALISTI IL VIDEOGIORNALISMO. Istitutito e patrocinato dell Ordine dei Giornalisti della Lombardia.

CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GIORNALISTI IL VIDEOGIORNALISMO. Istitutito e patrocinato dell Ordine dei Giornalisti della Lombardia. CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GIORNALISTI IL VIDEOGIORNALISMO METODI, TECNICHE, REGOLE Istitutito e patrocinato dell Ordine dei Giornalisti della Lombardia Realizzato da Istituto Cinematografico Michelangelo

Dettagli

PON I ciclo Educazione Linguistica Italiano

PON I ciclo Educazione Linguistica Italiano PON I ciclo Educazione Linguistica Italiano Titolo percorso Parole senza frontiere Autore Nicola De Laurentiis Unità teorica di riferimento Modulo 7 Lessico e dizionari dell italiano Nucleo tematico di

Dettagli

RISULTATI DELLA RICERCA

RISULTATI DELLA RICERCA RISULTATI DELLA RICERCA 2011 Ricerca nazionale sul gioco d'azzardo 2011- Ricerca nazionale sulle abitudini di gioco degli italiani - curata dall Associazione Centro Sociale Papa Giovanni XXIII, e coordinata

Dettagli

PROGETTO IO & IL VIDEOGIOCO CONCORSO PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI PRIMO E SECONDO GRADO

PROGETTO IO & IL VIDEOGIOCO CONCORSO PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI PRIMO E SECONDO GRADO PROGETTO IO & IL VIDEOGIOCO CONCORSO PER LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI PRIMO E SECONDO GRADO Oggetto: Proposta per la realizzazione di un concorso dal tema Io & il Videogioco - Anno scolastico 2007/2008

Dettagli

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali

Percorso Video Game. Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica. Obiettivi generali. Sbocchi professionali Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dr. Dario Maggiorini, Dr. Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Maria Teresa Serafini COME SI LEGGE (E SCRIVE) UN RACCONTO

Maria Teresa Serafini COME SI LEGGE (E SCRIVE) UN RACCONTO Maria Teresa Serafini COME SI LEGGE (E SCRIVE) UN RACCONTO STRUMENTI BOMPIANI 2009 RCS Libri S.p.A. Via Mecenate 91-20138 Milano I edizione Strumenti Bompiani maggio 2009 ISBN 978-88-452-5929-6 INDICE

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

SSAS Scuola superiore di studi avanzati

SSAS Scuola superiore di studi avanzati SSAS Scuola superiore di studi avanzati a.a. 2015/2016 1 Scuola Superiore di Studi Avanzati Ogni Allievo è seguito sia da un tutor che da un relatore specializzato per l approfondimento di un progetto

Dettagli

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana

Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Un progetto di formazione, nell ambito matematico-scientifico, promosso dalla Regione Toscana Il Progetto di Educazione Scientifica promosso dalla Regione Toscana ha coinvolto i docenti in un attività

Dettagli

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi):

È possibile caratterizzare un percorso formativo per gli studenti sulla base di due aree di specializzazione (indirizzi): Percorsi per la Laurea Magistrale in Informatica Percorso Video Game Docenti di riferimento: Dario Maggiorini, Laura Anna Ripamonti Sede di erogazione: Milano LIKE THIS! Obiettivi generali Il mercato dei

Dettagli

Istituto Universitario Privato - PoliSI Politecnico degli Studi Internazionali

Istituto Universitario Privato - PoliSI Politecnico degli Studi Internazionali AI Sig. PRESIDENTE del Collegio dei GeGL di alla c.a del Responsabile alla Formazione Oggetto: Comunicazione Egr. Presidente, Egr. Responsabile alla Formazione, Riabitalia srl, Società di Formazione, ha

Dettagli

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI

PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI UNA CASCATA DI LIBRI PROGETTO DENOMINAZIONE DESTINATARI PROGETTO LETTURA UNA CASCATA DI LIBRI Il progetto si prefigge di stimolare negli alunni la motivazione alla lettura e all ascolto, guidandoli a saper cogliere, insieme

Dettagli

In collaborazione con. MIUR - Dipartimento per l Istruzione, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica

In collaborazione con. MIUR - Dipartimento per l Istruzione, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica All. n. 1 In collaborazione con MIUR - Dipartimento per l Istruzione, Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l Autonomia Scolastica Progetto di accompagnamento alla riforma Investire nel

Dettagli

DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4

DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4 DATA: 05 Luglio 2014 PAGINA: 4 DATA: 05 Luglio 2014 pag. 22 DATA: 05 Luglio 2014 pag. 11 ANSA DATA: 04 Luglio (ANSA) - TREVISO, 4 LUG - E' stato presentato oggi, a Treviso, un progetto di formazione pilota

Dettagli

TEORIA DEL GIOCO E LINGUAGGI ESPRESSIVI

TEORIA DEL GIOCO E LINGUAGGI ESPRESSIVI UNIVERSITA' CA' FOSCARI DI VENEZIA SCUOLA DI SPECIALIZZAZIONE INTERATENEO PER LA FORMAZIONE DEGLI INSEGNANTI DELLA SCUOLA SECONDARIA DEL VENETO BANDO DI AMMISSIONE AL CORSO DI PERFEZIONAMENTO: TEORIA DEL

Dettagli

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette

OSSERVATORIO NORD EST. Il Nord Est che gioca e scommette OSSERVATORIO NORD EST Il Nord Est che gioca e scommette Il Gazzettino, 20.07.2010 NOTA METODOLOGICA I dati dell'osservatorio sul Nord Est, curato da Demos & Pi, sono stati rilevati attraverso un sondaggio

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. F al bando di ammissione pubblicato in data 18/10/2013 Art.1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013-2014, presso il Collegio Universitario S.Caterina da Siena, il master

Dettagli

Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione

Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione Heinrich Lintze - Brema Altes Gymnasium Il canale duale tedesco: forme organizzative e soggetti della progettazione 1 la struttura della pubblica istruzione in Germania e gli ultimi sviluppi 1.1 cultura

Dettagli

IL VIDEOGIORNALISMO METODI, TECNICHE, REGOLE

IL VIDEOGIORNALISMO METODI, TECNICHE, REGOLE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GIORNALISTI IL VIDEOGIORNALISMO METODI, TECNICHE, REGOLE Istitutito e patrocinato dell Ordine dei Giornalisti della Lombardia Realizzato da Istituto Cinematografico Michelangelo

Dettagli

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE

L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE L ARTE DELLA CREAZIONE CONSAPEVOLE GUIDA PRATICA IN 5 PASSI Sabrina Quattrini www.seichicrei.it Attenzione! Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale.

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

Le nuove frontiere della tecnologia: realizzare un Cartone Animato può parlare Inglese ed. Educare al Riciclo

Le nuove frontiere della tecnologia: realizzare un Cartone Animato può parlare Inglese ed. Educare al Riciclo Le nuove frontiere della tecnologia: realizzare un Cartone Animato può parlare Inglese ed Educare al Riciclo Mavi Ferramosca, Valeria Rizzello, Antonella Natale Scuola Primaria Gianni Rodari Via Caduti

Dettagli

Attività didattica Universitaria

Attività didattica Universitaria Attività didattica Universitaria Foto di Roberta Silva Laboratori e Insegnamenti presso l Università di Trieste, Facoltà di Scienze della Formazione a.a. 1994/1995, 1995/1996, 1996/1997 organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E COMMERCIO XXVIII Scienze economiche Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento disciplina l articolazione dei contenuti e le modalità

Dettagli

RISULTATO INDAGINE. LeggoDigitale 1. di Costanza Nosi e Carlo Alberto Pratesi, Dipartimento di Studi Aziendali, Università Roma Tre

RISULTATO INDAGINE. LeggoDigitale 1. di Costanza Nosi e Carlo Alberto Pratesi, Dipartimento di Studi Aziendali, Università Roma Tre RISULTATO INDAGINE LeggoDigitale 1 di Costanza Nosi e Carlo Alberto Pratesi, Dipartimento di Studi Aziendali, Università Roma Tre Prima edizione, Luglio 2013 STRUTTURA QUESTIONARIO E MODALITA SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome E-mail MAZZOCATO GRETA magreta27@gmail.com Nazionalità Italiana ESPERIENZA LAVORATIVA IN AMBITO ACCADEMICO

Dettagli

Master Double Degree in. Economia e Politiche Internazionali. Master 2008-2009

Master Double Degree in. Economia e Politiche Internazionali. Master 2008-2009 Master Double Degree in Economia e Politiche Internazionali Master 2008-2009 PERCHÉ SCEGLIERE UN MASTER I Master universitari rappresentano una concreta opportunità formativa per i giovani laureati che

Dettagli

Orientaonline: la scelta della professione orientata al mercato Job&Orienta Verona, 23 novembre 2012 http://orientaonline.isfol.it

Orientaonline: la scelta della professione orientata al mercato Job&Orienta Verona, 23 novembre 2012 http://orientaonline.isfol.it Orientaonline: la scelta della professione orientata al mercato Job&Orienta Verona, 23 novembre 2012 http://orientaonline.isfol.it La scelta del lavoro Ogni persona che abbia un occupazione trascorre la

Dettagli

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Comunicazione, Innovazione, Multimedialità (CIM) COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE CORSO DI LAUREA CIM - Comunicazione, innovazione,

Dettagli

Don t Repeat Yourself

Don t Repeat Yourself 1 Don t Repeat Yourself Knowledge can keep us warm and DRY di Giuseppe Vincenzi La sigla che cito nel titolo di questo articolo è uno dei principi della programmazione informatica: citarlo mi è sembrato

Dettagli

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie?

Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? Superiori: quale scuola scegliere dopo le medie? A cura dell I.I.S.S. di LERCARA FRIDDI A.S.2013-2014 Progetto P.O.F. UNA BUSSOLA PER ORIENTARSI! DOCENTE: Terrasi Francesca Nuovo impianto organizzativo

Dettagli

Cosa ci dicono le statistiche sull università

Cosa ci dicono le statistiche sull università Cosa ci dicono le statistiche sull università di Ruggero Paladini Una prima ricognizione sui dati dell Ufficio statistica del Ministero Università e Ricerca,che riguardano studenti, laureati, docenti di

Dettagli

Giudizio, decisione e violazione degli assiomi di razionalità

Giudizio, decisione e violazione degli assiomi di razionalità - DPSS - Università degli Studi di Padova http://decision.psy.unipd.it/ Giudizio, decisione e violazione degli assiomi di razionalità Corso di Psicologia del Rischio e della Decisione Facoltà di Scienze

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

IL VIDEOGIORNALISMO METODI, TECNICHE, REGOLE

IL VIDEOGIORNALISMO METODI, TECNICHE, REGOLE CORSO DI AGGIORNAMENTO PER GIORNALISTI IL VIDEOGIORNALISMO METODI, TECNICHE, REGOLE Istituito e patrocinato dell Ordine dei Giornalisti della Lombardia Realizzato da Istituto Cinematografico Michelangelo

Dettagli

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE

DIOCESI DI RIETI Ufficio per la Pastorale della Salute IL DIRETTORE Grazie a voi ragazzi, ai vostri Professori, ai vostri Presidi che vi hanno dato il permesso di partecipare al nostro incontro. Il nostro incontro formativo di oggi ha un titolo particolare: Facebook: Dalla

Dettagli

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II Presentazione Un Master per i mestieri della cultura Un anno dopo la triennale, con una forte componente professionale,

Dettagli

Master Annuale 2010/2011di Secondo Livello SICUREZZA DEL LAVORO E B E N ESS E R E N E L L E O R G A N I Z Z A Z I O N I

Master Annuale 2010/2011di Secondo Livello SICUREZZA DEL LAVORO E B E N ESS E R E N E L L E O R G A N I Z Z A Z I O N I Master Annuale 2010/2011di Secondo Livello SICUREZZA DEL LAVORO E B E N ESS E R E N E L L E O R G A N I Z Z A Z I O N I Il Master in Sicurezza del lavoro e benessere nelle organizzazioni è il primo Master

Dettagli

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi

LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi LA NORMATIVA ITALIANA PER L EDILIZIA SOCIALE a cura degli architetti Roberta Prampolini Daniela Rimondi Protocollo di intervista semi- strutturata Dati intervista Intervista n. 2 Data intervista: 16 maggio

Dettagli

COUNSELING PSICOLOGICO UNIVERSITARIO. Counseling psicologico universitario: dalla teoria alle buone pratiche

COUNSELING PSICOLOGICO UNIVERSITARIO. Counseling psicologico universitario: dalla teoria alle buone pratiche COUNSELING PSICOLOGICO UNIVERSITARIO Roma, 10 febbraio 2012 sede Fondazione CRUI Programma del seminario Counseling psicologico universitario: dalla teoria alle buone pratiche INTRODUZIONE AL SEMINARIO

Dettagli

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II

SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II SVILUPPO CREATIVO E GESTIONE DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO I - A.A. 2015-2016 EDIZIONE II Presentazione Un Master per i mestieri della cultura Un anno dopo la triennale, con una forte componente professionale,

Dettagli

Master di I livello LA SCUOLA NUOVA DELLA CONOSCENZA: FORMAZIONE, COMUNICAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE. a.a. 2014-2015.

Master di I livello LA SCUOLA NUOVA DELLA CONOSCENZA: FORMAZIONE, COMUNICAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE. a.a. 2014-2015. Master di I livello LA SCUOLA NUOVA DELLA CONOSCENZA: FORMAZIONE, COMUNICAZIONE E NUOVE TECNOLOGIE 60 CFU 1500 ore PRESENTAZIONE La scuola non può più essere vista come un luogo dominato da un modello

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in TEORIA DELLA COMUNICAZIONE E COMUNICAZIONE PUBBLICA (LM-92 - Teorie della comunicazione )

Corso di Laurea Magistrale in TEORIA DELLA COMUNICAZIONE E COMUNICAZIONE PUBBLICA (LM-92 - Teorie della comunicazione ) Dipartimento di Studi Umanistici Corso di Laurea Magistrale in TEORIA DELLA COMUNICAZIONE E COMUNICAZIONE PUBBLICA (LM-92 - Teorie della comunicazione ) Manifesto degli Studi A.A. 2014/2015 Presentazione

Dettagli

A SCUOLA DI MONDO. Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14

A SCUOLA DI MONDO. Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14 A SCUOLA DI MONDO Percorsi di educazione interculturale e di educazione allo sviluppo per la scuola primaria ANNO SCOLASTICO 2013-14 Il commercio non è né buono né cattivo [...] può sia contribuire al

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile. P sico lo g ia e

FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile. P sico lo g ia e FEDERAZIONE ITALIANA PALLACANESTRO Settore Giovanile Anna Fallco P sico lo g ia e B a sk et Presentazione La dottoressa Anna Falco è entrata a far parte dello staff della Squadra Nazionale A maschile nel

Dettagli

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE

IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE IL GIOVANE NELLA SCUOLA PER COSTRUIRE IL FUTURO QUESTIONARIO RIVOLTO AGLI STUDENTI DELLE CLASSI PRIMA E SECONDA SUPERIORE POLO LICEALE LICEO SCIENTIFICO DOMANDA 1 Che cosa ti ha portato a scegliere la

Dettagli

PROGRAMMA. Tematica: LA SCRITTURA, STRUMENTO INDISPENSABILE DI EVOLUZIONE E CIVILTA

PROGRAMMA. Tematica: LA SCRITTURA, STRUMENTO INDISPENSABILE DI EVOLUZIONE E CIVILTA PROGRAMMA Tematica: LA SCRITTURA, STRUMENTO INDISPENSABILE DI EVOLUZIONE E CIVILTA Durata: da ottobre 2011 a maggio 2012, per complessive n. 80 ore di formazione suddivise in tre sessioni (24 ore in presenza

Dettagli

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G)

I S T I T U T O S T A T A L E D I I S T R U Z I O N E S E CO N D A R I A S U P E R I O R E G. O B E R D A N T R E V I G L I O (B G) GLI INDIRIZZI DI STUDIO E I PROFILI PROFESSIONALI L Istituto, sempre attento alle esigenze formative del territorio nel quale opera, ha diversificato, nel corrente anno scolastico, la propria offerta formativa

Dettagli

MASTER FINANZA PER LO SVILUPPO

MASTER FINANZA PER LO SVILUPPO MASTER FINANZA PER LO SVILUPPO Per diventare professionisti del microcredito Perché un Master in Finanza per lo Sviluppo? Per offrire un percorso di specializzazione che mette insieme due mondi apparentemente

Dettagli

Anno scolastico 2012-2013

Anno scolastico 2012-2013 Anno scolastico 2012-2013 1 Premessa E sempre più frequente da parte di biblioteche, scuole ed enti culturali la preoccupazione e l interesse per una fascia d età tradizionalmente trascurata come quella

Dettagli

Master Double Degree in. Economia e Politiche Internazionali. Master 2010-2011

Master Double Degree in. Economia e Politiche Internazionali. Master 2010-2011 Master Double Degree in Economia e Politiche Internazionali Master 2010-2011 PERCHÉ SCEGLIERE UN MASTER I Master universitari rappresentano una concreta opportunità formativa per i giovani laureati che

Dettagli

Prestiti per studenti condizionati al reddito: Finanza pericolosa o gioco a somma positiva?

Prestiti per studenti condizionati al reddito: Finanza pericolosa o gioco a somma positiva? Prestiti per studenti condizionati al reddito: Finanza pericolosa o gioco a somma positiva? Andrea Ichino università di bologna Daniele Terlizzese eief e banca d italia 29 febbraio 2012 1 Gli obiettivi

Dettagli

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO

IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO 1 IL CERVELLO QUESTO SCONOSCIUTO Nonostante il progresso della conoscenza e delle tecnologie sappiamo ancora molto poco sul funzionamento del nostro cervello e sulle sue possibilità tanto che, fra gli

Dettagli

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009

Ufficio Statistica. NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Ufficio Statistica 8 OSSERVATORIO ISTRUZIONE UNIVERSITARIA NELLA PROVINCIA DI RIMINI Anno Accademico 2008 / 2009 Coordinamento: Dott.ssa Rossella Salvi Rilevazione ed elaborazione dati: Nicola Loda Fonte:

Dettagli

La scelta del giusto candidato

La scelta del giusto candidato efacile Come fare... La scelta del giusto candidato di Michela Merighi e Gabriele Garbucelli Forma del Tempo srl Chi cerco Dove lo trovo Come lo valuto Come lo inserisco QUESTO EBOOK È UN'ANTEPRIMA GRATUITA

Dettagli

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA

Tavola 5.1 Alunni iscritti nelle scuole statali, anno 2007/08 e 2006/07 Infanzia Primaria Sec. I grado Sec. II grado Totale PROVINCIA 5 ISTRUZIONE In questo capitolo sono presentati i dati sull istruzione scolastica ed universitaria, i dati provengono dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca, che ora accorpa il

Dettagli

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

GRAFICA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano GRAFICA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Le principali tecniche tradizionali della grafica d arte, nate al traino delle grandi invenzioni della carta e della stampa, si distinguono per la natura

Dettagli

LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE MATEMATICA

LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE MATEMATICA LE BOTTEGHE DELL INSEGNARE Report dei lavori svolti durante la Convention Protagonisti nella scuola per la crescita della società Bologna 13-14 ottobre 2012 MATEMATICA Matematici, mettiamoci in gioco Responsabile

Dettagli

Facoltà di Sociologia Sede di Monza CORSO DI LAUREA IN

Facoltà di Sociologia Sede di Monza CORSO DI LAUREA IN Facoltà di Sociologia Sede di Monza CORSO DI LAUREA IN SCIENZE DELL ORGANIZZAZIONE Università degli Studi di Milano Bicocca Facoltà di Sociologia via Bicocca degli Arcimboldi, 8 20126 Milano www.facolta.sociologia.unimib.it

Dettagli

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE

PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE PROFESSIONI NELL AMBITO DELLA PSICOLOGIA, PSICHIATRIA E ASSISTENZA SOCIALE L incontro si è tenuto Martedì 22 Aprile alle ore 14:00 presso il Liceo Galvani I relatori erano i seguenti: Andrea Biancardi,

Dettagli

ILMALLONEIT numero speciale della V B Casapapa

ILMALLONEIT numero speciale della V B Casapapa ILMALLONEIT numero speciale della V B Casapapa ILMALLONE e ILMALLONE.IT, Notiziario del I Circolo di Solofra RELAZIONE FINALE Dicembre 2008 A cura di Rosanna Mele Relazione finale Non è il primo anno che

Dettagli

MODELO DE CORRECCIÓN

MODELO DE CORRECCIÓN ESCUELAS OFICIALES DE IDIOMAS DEL PRINCIPADO DE ASTURIAS PRUEBA ESPECÍFICA DE CERTIFICACIÓN DE NIVEL INTERMEDIO DE ITALIANO SEPTIEMBRE 2013 COMPRENSIÓN ORAL MODELO DE CORRECCIÓN HOJA DE RESPUESTAS EJERCICIO

Dettagli

Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete

Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete Bloggiornalismo. Dal web publishing alle comunità di blog per la classe in rete Giulia Caminada Professoressa di Materie Letterarie Scuola Media G. Segantini di Asso giulia.caminada@tiscali.it - www.bloggiornalismo.it

Dettagli

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011)

Corso di Laurea in Informatica. Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013 (Regolamento didattico 2011) Università degli Studi di Perugia Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali Corso di Laurea in Informatica CLASSE L-31 (Lauree in Scienze e Tecnologie Informatiche) Manifesto degli Studi A.A. 2012-2013

Dettagli

Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Corso FARE CINEMA: L ATTORE CREARE FUTURO Nuove competenze culturali e creative per lo sviluppo delle imprese e dei territori dell Emilia-Romagna colpiti dal sisma Attività formativa COLTIVARE IMMAGINARI Corso FARE CINEMA: L ATTORE

Dettagli

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011)

ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) 1 ESITI QUESTIONARIO DI GRADIMENTO (01.10.2011) Per favore, rispondi a tutte le domande. Totale Questionari pervenuti 128 1. Le informazioni che hai ricevuto nella giornata di oggi ti hanno permesso di

Dettagli

Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale)

Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-65 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) 1 Corso di Laurea magistrale in Scienze dello spettacolo (LM-5 Scienze dello spettacolo e produzione multimediale) Regolamento didattico Il presente regolamento è consultabile sul sito web della Facoltà.

Dettagli

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali

La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali La carriera universitaria e l inserimento nel mondo del lavoro dei laureati in Ingegneria dei Materiali Studenti che hanno conseguito la laurea specialistica nell anno solare 2009 Questa indagine statistica

Dettagli

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso

Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Traccia per la scuola secondaria di primo grado: materiali e proposte di percorso Titolo: Confronto tra fiabe: Pinocchio e le fiabe di paesi lontani Possibili discipline coinvolte - Italiano, Lingua2 (inglese,

Dettagli

Diritto penale dell impresa

Diritto penale dell impresa Diritto penale dell impresa MiDPI Ma ste rcattolica f a C o L T à D I g I u r I s p r u D e n z a a. a. 2 0 1 5 / 2 0 1 6 - I V e d i z i o n e Milano, dicembre 2015 - novembre 2016 Master universitario

Dettagli

Corso di aggiornamento in counseling Corso breve e strategico per Operatore del Benessere Autogeno (OBA) Ente formativo erogante il Corso

Corso di aggiornamento in counseling Corso breve e strategico per Operatore del Benessere Autogeno (OBA) Ente formativo erogante il Corso Ente formativo erogante il Corso Lo Studio di Counseling & Training Autogeno Pontremoli [www.pontremoli.info] svolge da anni attività di supporto e formazione a livello individuale e gruppale in sinergia

Dettagli

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI

E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI E-BOOK CREARE UN VIDEO DIDATTICO EFFICACE FRANCESCO VALERIANI 1 CREARE UN VIDEO DIDATTICO GRATIS Esistono moltissime tipologie di video didattici, essi si possono distinguere in base al tempo: di breve,

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123

SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 SCUOLA DELL INFANZIA AGAZZI SORBOLO (PR) Via Beethoven n 5 Telefono: 0521690123 Fax: 0521690123 ORGANIZZAZIONE La scuola accoglie i bambini da 3 a 6 anni. E aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30

Dettagli

Il fumetto tra i banchi di scuola

Il fumetto tra i banchi di scuola Il fumetto tra i banchi di scuola Claudio Masciopinto IL FUMETTO TRA I BANCHI DI SCUOLA saggio A Pupa e Angelo Tutte le immagini sono Copyright dei loro autori, dei loro rappresentanti o di chi comunque

Dettagli

Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile.

Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile. Gioco Responsabile Uno dei cardini, delle mission aziendali di Flashbet, è quello di garantire un gioco legale e soprattutto responsabile. Partendo dalle regole, sempre chiare e precise, attraverso la

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

Offerta Didattica 2015/2016. Arese - Milano October 16th, 2015

Offerta Didattica 2015/2016. Arese - Milano October 16th, 2015 Offerta Didattica 2015/2016 Arese - Milano October 16th, 2015 Index Benvenuti Il Museo: sicurezza, flessibilità, cultura Offerta Formativa Personale Docente La tua visita Contatti ed informazioni 2 BENVENUTI

Dettagli

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt.

FOTO. Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere. Laurea magistrale. Servizio orientamento. Brescia a.a. 2014-2015. www.unicatt. Percorsi Formativi Facoltà di Scienze XXXXX linguistiche e Letterature straniere Servizio orientamento FOTO Brescia - Via Trieste, 17 Scrivi a orientamento-bs@unicatt.it Telefona al numero 030 2406 246

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO

REGOLAMENTO DIDATTICO REGOLAMENTO DIDATTICO Laurea triennale in Classe Facoltà ECONOMIA E MANAGEMENT DELLE IMPRESE DI SERVIZI XVII Scienze dell economia e della gestione aziendale Economia Art. 1. Finalità Il presente regolamento

Dettagli

NUOVI ORIZZONTI FORMATIVI PER LA SCUOLA CONTEMPORANEA

NUOVI ORIZZONTI FORMATIVI PER LA SCUOLA CONTEMPORANEA Master Universitario annuale di I livello in NUOVI ORIZZONTI FORMATIVI PER LA SCUOLA CONTEMPORANEA (1.500 ore 60 Crediti Formativi Universitari) Anno Accademico 2014/2015 Art. 1 FINALITA E OBIETTIVI DEL

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. C al bando di ammissione pubblicato in data 22/10/2014 ART.1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. l a.a. 2014/2015, presso il Collegio Universitario S.Caterina da Siena,

Dettagli

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON-LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI

REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON-LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI REPEATPLEASE.IT : RIPETIZIONI ON-LINE PER STUDENTI UNIVERSITARI E DELLE SCUOLE SUPERIORI LICEO SCIENTIFICO GUGLIELMO MARCONI PESARO PROGETTO REALIZZATO DA: LETIZIA CARONI, THOMAS PARADISI, DENIS ESPOSITO

Dettagli

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosof iche Corso di Laurea Magistrale in Scienze Filosofiche Preside della Facoltà di Filosofia: Prof. Roberto Mordacci PRESENTAZIONE La Laurea Magistrale in Scienze

Dettagli

La matematica del gioco. Il gioco della matematica

La matematica del gioco. Il gioco della matematica . Il gioco della matematica Viterbo 2 Maggio 2015 May 16, 2015 Sommario Giochi matematici Il gioco dell intelligenza Il gioco della matematica La matematica è un gioco Giochi matematici Teoria matematica

Dettagli

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder

La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani. Simone Feder La diffusione del gioco d azzardo tra i giovani Simone Feder 2004: Fabio Fabio, un ragazzo di 15 anni chiedeva un consiglio per aiutare suo padre, caduto da alcuni mesi in una rete sconosciuta che catturava

Dettagli

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL ARTE Accademia di Belle Arti di Brera - Milano La Scuola di Didattica dell arte dell Accademia di Brera risponde ad un vuoto formativo sulle culture del contemporaneo e dei

Dettagli

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze del linguaggio (SL)

Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze del linguaggio (SL) Regolamento didattico del Corso di Laurea Magistrale in Scienze del linguaggio (SL) Classe: LM-39 Linguistica Codice del corso: LM5 Il presente regolamento disciplina gli aspetti organizzativi del corso

Dettagli

Con il contributo di

Con il contributo di Con il contributo di Bando di selezione per il conferimento di una borsa di studio per il progetto di ricerca Prima guerra mondiale: la grande trasformazione Ambito della ricerca: Didattica della storia

Dettagli

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione

Analisi della comunicazione del gioco nella sua evoluzione Nel nostro Paese il gioco ha sempre avuto radici profonde - Caratteristiche degli italiani in genere - Fattori difficilmente riconducibili a valutazioni precise (dal momento che propensione al guadagno

Dettagli

DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE LIVELLO I - EDIZIONE XIV A.A. 2016-2017

DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE LIVELLO I - EDIZIONE XIV A.A. 2016-2017 DIRITTO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE LIVELLO I - EDIZIONE XIV A.A. 2016-2017 Presentazione Il Master si propone la formazione di esperti in diritto del lavoro, con competenze di carattere giuridico,

Dettagli