ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO RIMINI ANNO SCOLATICO 2013/2014. PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classe 5 B Ex-Brocca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO RIMINI ANNO SCOLATICO 2013/2014. PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classe 5 B Ex-Brocca"

Transcript

1 ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classe 5 B Ex-Brocca Promozione di una maggior consapevolezza dell importanza di un corretto stile di vita che comporta l'abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione. Stimolo delle grandi funzioni organiche (respirazione e circolazione) in forma generale e specifica (relativa agli sport individuali e di squadra trattati) attraverso corsa di resistenza e andature varie eseguite in forma aerobica. Quadro svedese: vari tipi di traslocazioni, entrate e uscite individuali e a coppie; combinazione a coppie. Combinazione individuale allo step accompagnata da musica. Potenziamento delle capacità condizionali, velocità, forza e resistenza e delle capacità coordinative in forma generale e attraverso esercizi specifici di pre-atletismo, di atletica o degli sport di squadra trattati con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi (panca, tappeti, coni, cerchi, funicella). Approfondimento degli aspetti tecnici individuali e di squadra del gioco della pallavolo: fondamentali individuali in situazione di gioco, schiacciata in terzo tempo, partita. Approfondimento della pratica dello stretching e degli esercizi di mobilità articolare. Esercizi di coordinazione e mobilità articolare a corpo libero e a coppie. Consolidamento delle capacità coordinative attraverso percorsi ginnici con piccoli e grandi attrezzi. Argomenti teorici trattati: BACK-SCHOOL Cause multifattoriali delle algie vertebrali Alcuni tipi di algie vertebrali: discopatie, ernia del disco, artrosi vertebrale e lombo sciatalgia Ginnastica preventiva SEDENTARIETA O VITA ATTIVA Sedentarietà come malattia; diffusione della sedentarietà; dati dell O.M.S. Effetti della sedentarietà sull apparato locomotore (articolare, osseo osteoporosi- e muscolare), apparato car dio-vascolare, apparato respiratorio, metabolismo (obesità e diabete di tipo 1 e 2), aspetti psicologici (serotonina, endorfine, dopamina). Benefici della vita attiva sui vari organi, apparati e sulla sfera psicologica. Alunni rappresentanti di classe

2 PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classi 3 A Amministrazione Finanze e Marketing Stimoli per l acquisizione di un corretto stile di vita che comporta abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione; ridefinizione delle norme di comportamento e relative all igiene personale, specifiche della disciplina; stimolo delle capacità condizionali (velocità generale e segmentaria; mobilità articolare; forza; resistenza) attraverso esercizi specifici, andature di pre-atletismo, variegata proposta di vari tipi di corsa con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi (panche, tappeti, cerchi, coni, funicella); consolidamento delle capacità coordinative (coordinazione generali e speciali, generali e intersegmentarie, di orientamento spazio-temporale) attraverso esercizi dinamici generali individuali ed esercizi specifici degli sport proposti con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi; sport individuali: lancio del peso con traslocazione laterale e corsa ad ostacoli; giochi di squadra finalizzati a stimolare le abilità tattiche trasversali ai principali sport di squadra; conoscenza e pratica della pallavolo: tecnica dei fondamentali, tecnica della schiacciata in terzo tempo, semplice tattica del gioco di squadra con un alzatore, schema di ricezione a W, regolamento); Esercizi di coordinazione globale e intersegmentaria attraverso andature varie anche di pre-atletismo; conoscenza e pratica dello stretching: finalità, modalità esecutiva e muscoli coinvolti in particolare quello rivolto agli arti inferiori; partecipazione al torneo sportivo scolastico di pallavolo e per diversi alunni alla fase provinciale dei campionati studenteschi di nuoto, di corsa campestre e di atletica leggera Parte teorica: - Le capacità motorie (condizionali e coordinative); le capacità coordinative generali e speciali; - Alimentazione: concetto di dieta e di fabbisogno calorico; i principi nutritivi; fibra alimentare; educazione alimentare (dieta equilibrata: LARN; suddivisione del fabbisogno calorico nei pasti della giornata; dieta mediterranea)

3 PROGRAMMA SVOLTO 3 C SERVIZ INFORMATICI AZIENDALI Stimoli volti a consolidare un corretto stile di vita che comporta abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione; richiamo e consolidamento delle norme di comportamento e relative all igiene personale, specifiche della disciplina; consolidamento delle capacità condizionali (velocità generale e segmentaria; mobilità articolare; forza; resistenza) con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi attraverso esercizi specifici a corpo libero, andature di preatletismo, elementi tecnici di sport individuali o di squadra; consolidamento delle capacità coordinative (coordinazione generali e speciali, generali e intersegmentarie, di orientamento spazio-temporale) con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi attraverso esercizi dinamici generali individuali, percorsi ginnici, esercizi specifici di sport individuali e di squadra; giochi di squadra finalizzati a stimolare le abilità tattiche trasversali ai principali sport di squadra; conoscenza e pratica della pallavolo (tecnica dei fondamentali, schiacciata in terzo tempo, semplice tattica del gioco di squadra con un alzatore, schema di ricezione a W, regolamento, esperienze di auto-arbitraggio); esercizi di mobilità e allungamento del rachide; getto del peso con tecnica a traslocazione laterale; esercizi di pre-acrobatica al tappeto e con panca: candela, vari tipi di capovolta avanti, anche a tuffo, propedeutica alla ruota, approccio alla verticale (più approfondito per le femmine) conoscenza e pratica dello stretching: finalità, modalità esecutiva e muscoli coinvolti in particolare quello rivolto agli arti inferiori; Parte teorica: - Alimentazione: concetto di dieta e di fabbisogno calorico; i principi nutritivi; fibra alimentare; educazione alimentare (dieta equilibrata: LARN; suddivisione del fabbisogno calorico nei pasti della giornata; dieta mediterranea); - I meccanismi muscolari di produzione di energia: ATP, il meccanismo anaerobico alattacido, il meccanismo anaerobico lattacido, il meccanismo aerobico.

4 PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classi 4 B AMMINISTRAZIONE FINANZE E MARKETING Stimoli volti a consolidare un corretto stile di vita che comporta abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione; richiamo e consolidamento delle norme di comportamento e relative all igiene personale, specifiche della disciplina; consolidamento delle capacità condizionali (velocità generale e segmentaria; mobilità articolare; forza; resistenza) con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi attraverso esercizi specifici a corpo libero, andature di preatletismo, elementi tecnici di sport individuali o di squadra; consolidamento delle capacità coordinative (coordinazione generali e speciali, generali e intersegmentarie, di orientamento spazio-temporale) con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi attraverso esercizi dinamici generali individuali, percorsi ginnici, esercizi specifici di sport individuali e di squadra; giochi di squadra finalizzati a stimolare le abilità tattiche trasversali ai principali sport di squadra; conoscenza e pratica della pallavolo (tecnica dei fondamentali, schiacciata in terzo tempo, semplice tattica del gioco di squadra con un alzatore, schema di ricezione a W, regolamento, esperienze di auto-arbitraggio); esercizi di mobilità e allungamento del rachide; getto del peso con tecnica a traslocazione laterale; esercizi di pre-acrobatica al tappeto e con panca: candela, vari tipi di capovolta avanti, anche a tuffo, propedeutica alla ruota, approccio alla verticale conoscenza e pratica dello stretching: finalità, modalità esecutiva e muscoli coinvolti in particolare quello rivolto agli arti inferiori; Parte teorica: Parte teorica: - Le capacità motorie (condizionali e coordinative); le capacità coordinative generali e speciali; - Alimentazione: concetto di dieta e di fabbisogno calorico; i principi nutritivi; fibra alimentare; educazione alimentare (dieta equilibrata: LARN; suddivisione del fabbisogno calorico nei pasti della giornata; dieta mediterranea)

5 PROGRAMMA SVOLTO - EDUCAZIONE FISICA Classi 1 A Stimoli per l'acquisizione di un corretto stile di vita che comporta l'abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione. Acquisizione di norme di comportamento e relative all igiene personale, specifiche della disciplina. Stimolo delle grandi funzioni fisiologiche (cardio-circolatorie e respiratorie), delle capacità condizionali (velocità generale e segmentaria; mobilità articolare; forza; resistenza) attraverso andature di pre-atletismo, esercizi a corpo libero e vari tipi di andature o di corsa. Stimolo delle capacità coordinative (coordinazione generale e speciali, globali o intersegmentarie, di orientamento spazio-temporale, di equilibrio) attraverso esercizi dinamici generali individuali, percorsi ginnici con piccoli e grandi attrezzi, esercizi specifici degli sport proposti. Rielaborazione degli schemi motori di base attraverso esercizi a corpo libero e percorsi con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi. Giochi di squadra finalizzati a stimolare le abilità tattiche trasversali ai principali sport di squadra e a favorire una maggior interazione di gruppo. Conoscenza e pratica in forma semplice della pallavolo (tecnica di base, gioco di squadra e regolamento). Gioco del calcio a cinque, del ping-pong e del badminton. Corsa veloce con esercizio di accelerazione, decelerazione e cambio di direzione. Percorsi ginnici con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi: cerchi, coni, piccoli ostacoli, funicella, panca. Esercizi al quadro svedese: vari tipi di traslocazioni, verticali, capovolte. Semplici combinazioni motorie con esercizi individuali con la funicella. Conoscenza e pratica dello stretching relativo soprattutto agli arti inferiori. partecipazione per alcuni alunni al torneo scolastico di pallavolo e alla fase provinciale dei campionati studenteschi di atletica leggera. Parte teorica, apparato locomotore: elementi anatomici e funzionali relativi al sistema muscolare e allo apparato osteo-articolare.

6 PROGRAMMA SVOLTO - EDUCAZIONE FISICA Classi 1 C Stimoli per l'acquisizione di un corretto stile di vita che comporta l'abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione; Acquisizione di norme di comportamento e relative all igiene personale, specifiche della disciplina; Stimolo delle grandi funzioni fisiologiche (cardio-circolatorie e respiratorie), delle capacità condizionali (velocità generale e segmentaria; mobilità articolare; forza; resistenza) attraverso andature di pre-atletismo, di esercizi a corpo libero e vari tipi di corsa ; Stimolo delle capacità coordinative (coordinazione generale e speciali, globali o intersegmentarie, di orientamento spazio-temporale, di equilibrio) attraverso esercizi dinamici generali individuali, percorsi ginnici con piccoli e grandi attrezzi (cerchi, coni, funicelle, piccoli ostacoli, panca tappeto), esercizi specifici degli sport proposti; Rielaborazione degli schemi motori di base attraverso esercizi a corpo libero e percorsi; Giochi di squadra finalizzati a stimolare le abilità tattiche trasversali ai principali sport di squadra e a favorire una maggior interazione di gruppo; Conoscenza e pratica in forma semplice della pallavolo (tecnica di base, gioco di squadra e regolamento); Gioco del calcio a cinque, del ping-pong, del badminton e dell ultimate; Corsa veloce e di resistenza; Semplici combinazioni motorie di esercizi individuali e a coppie con la funicella; Esercizi al tappeto: capovolte in avanti Conoscenza e pratica dello stretching relativo soprattutto agli arti inferiori; Progetto benessere in classe: attività di percezione corporea, di rilassamento, espressiva e comunicativa con linguaggio non verbale partecipazione al torneo sportivo scolastico di pallavolo, alla fase provinciale dei campionati studenteschi di pallavolo, di nuoto, di atletica leggera e al corso con al saggio finale di hip hop per alcuni alunni delle due classi. Parte teorica, apparato locomotore: elementi anatomici e funzionali relativi al sistema muscolare e allo apparato osteo-articolare.

7 PROGRAMMA SVOLTO - EDUCAZIONE FISICA Classe 2 A Stimoli per l'acquisizione di un corretto stile di vita che comporta l'abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione; Richiamo delle norme di comportamento e relative all igiene personale, specifiche della disciplina; Stimolo delle grandi funzioni fisiologiche (cardio-circolatorie e respiratorie), delle capacità condizionali (velocità generale e segmentaria; mobilità articolare; forza; resistenza) attraverso andature di pre-atletismo, esercizi al corpo libero e vari tipi di corsa ; Stimolo o consolidamento delle capacità coordinative (coordinazione generale e speciali, globali o intersegmentarie, di orientamento spazio-temporale, di equilibrio) attraverso esercizi dinamici generali individuali, percorsi ginnici con piccoli e grandi attrezzi, esercizi specifici degli sport proposti; Giochi di squadra finalizzati a stimolare le abilità tattiche trasversali ai principali sport di squadra e a favorire una maggior interazione di gruppo; Conoscenza e pratica in forma semplice della pallavolo (tecnica di base, gioco di squadra e regolamento); Gioco del calcio a cinque, del ping-pong, del badminton; Semplici combinazioni motorie; esercizi individuali e a coppie con la funicella; Conoscenza e pratica dello stretching relativo soprattutto agli arti inferiori; Esercizi di pre-acrobatica al tappeto e con panca: candela, vari tipi di capovolta avanti, anche a tuffo, propedeutica alla ruota, approccio alla verticale partecipazione al torneo sportivo scolastico di pallavolo e alla fase provinciale dei campionati studenteschi di pallavolo (per alcuni alunni). Parte teorica: - Apparato respiratorio: anatomia, meccanica respiratoria, il diaframma, i due tipi di respirazione (diaframmatica e addominale), i parametri respiratori, adattamenti fisiologici in seguito ad allenamenti ad alta quota. - Fumo: composizione del fumo di sigaretta ed effetti dannosi sulla salute. - Apparato cardio-vascolare: anatomia del cuore, ciclo cardiaco, piccola e grande circolazione, pressione arteriosa, parametri dell attività cardiaca e loro modificazioni o adattamenti durante ed in seguito ai vari tipi di attività motorie. - Alcool: etanolo e suo metabolismo; effetti dannosi alla salute; cenni legislativi (Codice della Strada: art. 186 bis)

8 PROGRAMMA SVOLTO - EDUCAZIONE FISICA Classe 2 C Stimoli per l'acquisizione di un corretto stile di vita che comporta l'abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione; Richiamo delle norme di comportamento e relative all igiene personale, specifiche della disciplina; Stimolo delle grandi funzioni fisiologiche (cardio-circolatorie e respiratorie), delle capacità condizionali (velocità generale e segmentaria; mobilità articolare; forza; resistenza) attraverso andature di pre-atletismo, esercizi al corpo libero e vari tipi di corsa ; Stimolo o consolidamento delle capacità coordinative (coordinazione generale e speciali, globali o intersegmentarie, di orientamento spazio-temporale, di equilibrio) attraverso esercizi dinamici generali individuali, percorsi ginnici con piccoli e grandi attrezzi, esercizi specifici degli sport proposti; Giochi di squadra finalizzati a stimolare le abilità tattiche trasversali ai principali sport di squadra e a favorire una maggior interazione di gruppo; Conoscenza e pratica in forma semplice della pallavolo (tecnica di base, gioco di squadra e regolamento); Gioco del calcio a cinque, del ping-pong, del badminton; Semplici combinazioni motorie; esercizi individuali e a coppie con la funicella; Conoscenza e pratica dello stretching relativo soprattutto agli arti inferiori; Esercizi di pre-acrobatica al tappeto e con panca: candela, vari tipi di capovolta avanti, anche a tuffo, propedeutica alla ruota, approccio alla verticale. Partecipazione al torneo sportivo scolastico di pallavolo, alla fase provinciale dei campionati studenteschi di nuoto, di pallavolo e di atletica(per alcuni alunni). Parte teorica: - Apparato respiratorio: anatomia, meccanica respiratoria, il diaframma, i due tipi di respirazione (diaframmatica e addominale), i parametri respiratori, adattamenti fisiologici in seguito ad allenamenti ad alta quota. - Fumo: composizione del fumo di sigaretta ed effetti dannosi sulla salute. - Apparato cardio-vascolare: anatomia del cuore, ciclo cardiaco, piccola e grande circolazione, pressione arteriosa, parametri dell attività cardiaca e loro modificazioni o adattamenti durante ed in seguito ai vari tipi di attività motorie. - Alcool: etanolo e suo metabolismo; effetti dannosi alla salute; cenni legislativi (Codice della Strada: art. 186 bis)

9 ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classe 5 G Mercurio PARTE PRATICA Promozione di una maggior consapevolezza dell importanza di un corretto stile di vita che comporta l'abitudine alla pratica sportiva intesa non solo come mezzo per il miglioramento o il mantenimento della salute psico-fisica ma anche come mezzo espressivo e di socializzazione; Stimolo delle grandi funzioni organiche (respirazione e circolazione) in forma generale e specifica (relativa agli sport individuali e di squadra trattati) attraverso corsa di resistenza ed attività aerobiche; Esercizi al tappeto individuali e a coppie di mobilità del rachide, di presa di coscienza di tensioni muscolari a carico del tratto cervico-sacrale, di rilassamento con utilizzo di semplici piccoli attrezzi, di respirazione; auto postura con assistenza reciproca di decompressione del rachide. Quadro svedese: in forma individuale e a coppie, vari tipi di traslocazioni, entrate e uscite, esercizi di flessibilità e o potenziamento di diverse articolazioni e fasci muscolari; composizione a coppie di una combinazione motoria. Potenziamento delle capacità condizionali, velocità, forza e resistenza e delle capacità coordinative in forma generale, esercizi specifici di pre-atletismo o degli sport di squadra trattati con utilizzo di piccoli e grandi attrezzi. Percorsi con utilizzo di piccoli attrezzi. Rielaborazione di alcuni fondamentali del gioco della pallavolo e della pallacanestro; partite. Approfondimento della pratica dello stretching e degli esercizi di mobilità articolare; Lancio del peso con palla medica; Corsa veloce con esercizio di accelerazione, decelerazione, arresto e ripartenza Esercizi a corpo libero: capovolte,verticali, ruote e ponte. Per alcuni alunni, partecipazione alle fasi provinciali dei campionati studenteschi di nuoto e di atletica leggera. PARTE TEORICA 1) SALUTE: - definizione O.M.S ; i fattori che la influenzano; stili di vita e prevenzione. - aspettativa di vita complessiva e aspettativa di vita in buona salute; riflessi sui costi della sanità pubblica. 2) SEDENTARIETA E MALATTIE IPOCINETICHE 2. a Sedentarietà e apparato locomotore: - effetti sui muscoli e sulle ossa/articolazioni - algie vertebrali: cenni su discopatia, ernia del disco, lombosciatalgia -osteoporosi: caratteristiche, cause, prevenzione, qualche dato epidemiologico 2. b Sedentarietà/attività fisica e apparato cardiovascolare (Di ogni patologia: caratteristiche, eziologia, prevenzione) - effetti positivi/ adattamenti del cuore - effetti sul sistema circolatorio

10 - effetti sul metabolismo basale/sovrappeso-obesità (IMC) - diabete tipo 2 - aterosclerosi - ipertensione - infarto miocardico acuto - ictus - rianimazione cardio-polmonare (Di ogni patologia: caratteristiche, eziologia, prevenzione) 2.c Attività fisica ed effetti psicologici - prevenzione e cura disturbi dell umore - effetti benefici fisiologici 3 STRESS: - Caratteristiche, stress positivo e negativo; effetti fisici e psicologiche; ruolo dell attività fisica 4 ENERGIA MUSCOLARE: - ATP: struttura e funzione - La fibra o cellula muscolare: elementi essenziali e funzione - Meccanismi di produzione energetica nella fibra muscolare e processi biochimici sottesi: mecc. anaerobico alattacido: CP-ATP;durata; mecc. anaerobico lattacido: a glicogeno/glucosio; glicolisi; mecc. aerobico: cenni al ciclo di krebs e alla respirazione cellulare. 5 ALIMENTAZIONE - Dieta, differenza tra alimento e nutriente - Nutrienti: tipi/categorie, funzioni - Fabbisogno Calorico Totale o Giornaliero: descrizione, Kcal, fattori che lo determinano, M.B L.a.f. Met; calcolo con uso di tabella - Carboidrati:funzioni e tipi ed esempi di alimenti; glucosio e glicemia: meccanismi ormonali di controllo. - Proteine: funzioni, aminoacidi essenziali (tipi) e non; proteine a basso e alto valore biologico, alimenti proteici, aminoacidi ramificati (tipi e funzioni). - Lipidi:funzioni, presenza negli alimenti;trigliceride: tipo di molecola; acidi grassi (tipi e caratteristiche); in particolare, ac. grassi polinsaturi (A.G.E.) Ω3 e Ω6 - Colesterolo: funzioni varie; livelli di assunzione giornaliera; colesterolemia e valori; LDL/HDL. - Fosfolipidi: caratteristiche; fosfatidilcolina e lecitina (funzione) Cenni di alcuni grassi usati in commercio: grassi idrogenati e non, grassi vegetali. - Acqua: percentuale corporea e funzioni; assunzione raccomandata - Vitamine: funzione, categorie (idrosolubili/liposolubili); A, C, E, D - Sali minerali:ca, P, Mg, K, Fe - Antiossidanti: funzione e tipi; radicali liberi: descrizione e meccanismo d azione. - Fibra alimentare. - EDUCAZIONE ALIMENTARE Alimentazione equilibrata dal punto di vista quantitativo e qualitativo; L.A.R.N.; suddivisione del F.C.T in pasti e spuntini. IMC (indice massa corporea):calcolo e utlizzo. DIETA MEDITERRANEA: cenni storici introduttivi; riconoscimento UNESCO;caratteristiche, alimenti tipici e benefici; piramide dieta mediterranea Alunni rappresentanti

11

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO RIMINI ANNO SCOLATICO 2014/2015

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO RIMINI ANNO SCOLATICO 2014/2015 ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classe 5 B Amministrazione Finanze e Marketing Promozione di una maggior consapevolezza dell importanza di un corretto

Dettagli

2010 / 2011 CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI

2010 / 2011 CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI PIANO DI LAVORO CLASSI PRIME SEZIONI A / C / D EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO 2010 / 2011 SEDE PASCOLI TEST DI VALUTAZIONE DELLE QUALITA FISICHE CONDIZIONALI Flessibilità in avanti. Flessibilità scapolo-omerale.

Dettagli

RIMINI ANNO SCOLATICO 2015/2016 PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA. Classi 3 A Amministrazione Finanze e Marketing

RIMINI ANNO SCOLATICO 2015/2016 PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA. Classi 3 A Amministrazione Finanze e Marketing ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO ISTITUTO TECNICO ECONOMICO STATALE R. VALTURIO PROGRAMMA SVOLTO EDUCAZIONE FISICA Classi 3 A Amministrazione Finanze e Marketing Stimoli per l acquisizione

Dettagli

Programmi a.s. 2014-15

Programmi a.s. 2014-15 Docente FURLAN DIANA Classi 2 sezione/i H PROGRAMMA SVOLTO DI SCIENZE MOTORIE INSEGNANTE : FURLAN DIANA ANNO SCOLASTICO 2014-15 CLASSE : 2 H ATTIVITA INDIVIDUALI -Esercizi a corpo libero a carico naturale

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO VALBOITE LICEO CLASSICO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSE SECONDA A.S.

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO VALBOITE LICEO CLASSICO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSE SECONDA A.S. ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO VALBOITE LICEO CLASSICO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSE SECONDA A.S.2014/2015 Insegnante: Cristina Nardini 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

PROF. TODINI MANUELA. MATERIA: Scienze Motorie e Sportive. CLASSE terza B

PROF. TODINI MANUELA. MATERIA: Scienze Motorie e Sportive. CLASSE terza B ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MONTE SAN PIETRO M.I.U.R. U.S.R. EMILIA ROMAGNA Ambito territoriale n.2 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. TODINI MANUELA MATERIA: Scienze Motorie

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA SVOLTO NELLA CLASSE 1 H

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA SVOLTO NELLA CLASSE 1 H PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA SVOLTO NELLA CLASSE 1 H - test motori di ingresso - - - attrezzi, es. preatletici generali comprendenti flessioni, torsioni, piegamenti ecc., esercizi di allungamento. -

Dettagli

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO VALBOITE LICEO CLASSICO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSE QUINTA A.S.

ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO VALBOITE LICEO CLASSICO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSE QUINTA A.S. ISTITUTO OMNICOMPRENSIVO VALBOITE LICEO CLASSICO SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE CLASSE QUINTA A.S. 2014/2015 Insegnante: Cristina Nardini 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO EDUCATIVA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE a.s.2015/16 PRIMO BIENNIO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICO EDUCATIVA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE a.s.2015/16 PRIMO BIENNIO PROGRAMMAZIONE DIDATTICO EDUCATIVA DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE a.s.201/1 PRIMO BIENNIO L'insegnamento delle scienze motorie nel primo biennio della scuola secondaria di secondo grado

Dettagli

MODULO MO 16.03 PROGRAMMA SVOLTO. Pagina 1 di 1. Rev. 01 Data 1-06-2014 MATERIA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE INSEGNANTE: MARILÙ REZZONICO

MODULO MO 16.03 PROGRAMMA SVOLTO. Pagina 1 di 1. Rev. 01 Data 1-06-2014 MATERIA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE INSEGNANTE: MARILÙ REZZONICO MATERIA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE INSEGNANTE: MARILÙ REZZONICO Classe: 1 INFO A Anno scolastico 2013-2014 Esercizi a corpo libero e con piccoli attrezzi per migliorare la mobilità articolare, l allungamento

Dettagli

PROGRAMMI SVOLTI A.S.2014/15- ED.FISICA - PROF. BORGNA LAURA

PROGRAMMI SVOLTI A.S.2014/15- ED.FISICA - PROF. BORGNA LAURA Classi 1^ B, C afm PROGRAMMI SVOLTI A.S.2014/15- ED.FISICA - OBIETTIVI DISCIPLINARI ATTIVITA SVOLTA MIGLIORAMENTO DELLE QUALITA FISICHE E CONSOLIDAMENTO DEGLI SCHEMI MOTORI DI BASE Corsa in regime aerobico

Dettagli

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME

Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012. PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di SCIENZE MOTORIE - CLASSI PRIME -Accoglienza: discussione sull importanza della materia Scienze Motorie -Questionario d ingresso sull attività motoria

Dettagli

PROGRAMMA SVOLTO. Per materia

PROGRAMMA SVOLTO. Per materia PROGRAMMA SVOLTO Per materia Mod.43 rev.00 DOCENTE: Sabrina Piastrellini CLASSE 3 MC ANNO SCOLASTICO 20157/2016 MATERIA Scienze Motorie e Sportive LIBRO DI TESTO GIULIANI MARIO EDUCAZIONE FISICA, IL CAMPO

Dettagli

IL DOCENTE VENEZIA 06/06/2015 ALUNNI:

IL DOCENTE VENEZIA 06/06/2015 ALUNNI: CLASSE E SEZIONE : 1^I blanda,veloce, a balzi allungati e saltellati, laterale a gambe incrociate, calciata, combinata ad esercizi, Esercizi di stretching, di potenziamento e flessibilità muscolare, di

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2013-14

ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. ZINI BARBARA Scienze Motorie e Sportive CLASSE 1 B Via IV Novembre, 4 40050 (BO) Tel. 051-6761483 Fax 051-6764245 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2010-11

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2010-11 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA a.s. 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA a.s. 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERESARA a.s. 2014/2015 PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE DI SCIENZE MOTORIE SPORTIVE CLASSI PRIME E SECONDE Consolidare le capacità coordinative Migliorare le capacità condizionali

Dettagli

PROF. TODINI MANUELA. MATERIA: Scienze Motorie e Sportive. CLASSE prima D

PROF. TODINI MANUELA. MATERIA: Scienze Motorie e Sportive. CLASSE prima D ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE MONTE SAN PIETRO M.I.U.R. U.S.R. EMILIA ROMAGNA Ambito territoriale n.2 PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. TODINI MANUELA MATERIA: Scienze Motorie

Dettagli

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi

SCIENZE MOTORIE. Competenze disciplinari Competenze di base Abilità/Capacità Contenuti Tempi Primo Anno SCIENZE MOTORIE a) Rielaborazione degli schemi motori propri di varie discipline a carattere sportivo e/o espressivo; b) Sviluppo della consapevolezza di sé; c) Sviluppo delle capacità coordinative

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO CIVEZZANO

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO CIVEZZANO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO CIVEZZANO SP/SSPG di ALBIANO PROGRAMMA DISCIPLINARE SVOLTO PSI IV BIENNIO ITALIANO Anno scolastico 2014-2015 COMPETENZE, ABILITÀ, CONOSCENZE

Dettagli

Programmi a.s. 2014-15

Programmi a.s. 2014-15 Docente FURLAN DIANA Classi 1 sezione/i F PROGRAMMA SVOLTO DI SCIENZE MOTORIE INSEGNANTE : FURLAN DIANA ANNO SCOLASTICO 2014-15 CLASSE : 1 F ATTIVITA INDIVIDUALI -Esercizi a corpo libero a carico naturale

Dettagli

CURRICOLO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ

CURRICOLO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ CURRICOLO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Scuola Primaria CLASSE 1^ (MONOENNIO) COMPETENZE CONOSCENZE ABILITÀ COMPETENZA 1 CONOSCERE E RICONOSCERE LE VARIE PARTI DEL CORPO, LA LORO FUNZIONALITÀ E POTENZIALITÀ

Dettagli

COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA OBIETTIVI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio corpo e la padronanza degli schemi motori e posturali nel continuo adattamento alle variabili

Dettagli

Programma svolto di Scienze Motorie e Sportive. Classe 4 F

Programma svolto di Scienze Motorie e Sportive. Classe 4 F Classe 4 F Irrobustimento generale e potenziamento specifico per settori muscolari (a carico naturale, utilizzo di macchine fitness con carichi addizionati di entità adeguata, attività formative a coppie

Dettagli

Programmazione dipartimento di Scienze Motorie anno scolastico 2015-2016.

Programmazione dipartimento di Scienze Motorie anno scolastico 2015-2016. Programmazione dipartimento di Scienze Motorie anno scolastico 2015-2016. 1) Individuazione coordinatore dipartimento: viene nominato il Prof. Alessandro Alessandrini Coordinatore di dipartimento. 2) Programmazione

Dettagli

Dipartimento sportivo. A.S. 2014/2015. Programmazione didattica annuale

Dipartimento sportivo. A.S. 2014/2015. Programmazione didattica annuale Dipartimento sportivo. A.S. 2014/2015 Programmazione didattica annuale La programmazione didattica annuale prevista dai docenti di Educazione Fisica può considerarsi suddivisa in tre fasi. La prima, all

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 CIVATI TIZIANA STRIZZI GIACOMO SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ZAPPA GIOVANNA BONAMORE PAOLA PASTORI SERENA A. Modigliani Giussano

Dettagli

LICEO A. MANZONI Caserta

LICEO A. MANZONI Caserta Pag.1 di 8 LICEO A. MANZONI Caserta ANNO SCOLASTICO 2014 /2015 PROGETTAZIONE DIDATTICA PRIMO BIENNIO INDIRIZZO : Classe ª SEZ. MATERIA : SCIENZE MOTORIE CLASSE DI CONCORSO A029 DOCENTE PRESENTAZIONE DELLA

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale

Istituto Comprensivo di Pralboino Curricolo Verticale IL CORPO e LA SUA RELAZIONE con LO SPAZIO e IL TEMPO Utilizza gli aspetti comunicativorelazionali del linguaggio motorio per Saper utilizzare e trasferire le abilità per la realizzazione dei gesti tecnici

Dettagli

PIANO di LAVORO e PROGRAMMA

PIANO di LAVORO e PROGRAMMA PIANO di LAVORO e PROGRAMMA Insegnante: Prof. SALIERI Anna Materia di insegnamento: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Anno scolastico: 2013 / 2014 Classi: 1 A - 1 C - 1 D Liceo Scientifico. Il presente piano

Dettagli

EDUCAZIONE MOTORIA INDICATORE (CATEGORIA) IL CORPO E LA SUA RELAZIONE

EDUCAZIONE MOTORIA INDICATORE (CATEGORIA) IL CORPO E LA SUA RELAZIONE EDUCAZIONE MOTORIA INDICATORE (CATEGORIA) IL CORPO E LA SUA RELAZIONE INFANZIA L alunno raggiunge una buona autonomia personale nell'alimentarsi e nel vestirsi, conosce il proprio corpo e le diverse parti

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DISCIPLINARE DIPARTIMENTO EDUCAZIONE FISICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 a. Obiettivi : Educativi generali: Favorire l armonico sviluppo psicofisico dell adolescente far prendere

Dettagli

Programma svolto Anna Ferreri Scienze Motorie!! Classe 1 F! Consolidamento capacità condizionali:! Resistenza Test di Cooper Corsa campestre!

Programma svolto Anna Ferreri Scienze Motorie!! Classe 1 F! Consolidamento capacità condizionali:! Resistenza Test di Cooper Corsa campestre! Programma svolto Anna Ferreri Scienze Motorie Classe 1 F Consolidamento capacità condizionali: Resistenza Test di Cooper Corsa campestre Velocità Coordinazione salti ed es di conduzione con la fune Potenziamento

Dettagli

PROGRAMMAZIONI ANNUALI DI SCIENZE MOTORIE

PROGRAMMAZIONI ANNUALI DI SCIENZE MOTORIE PROGRAMMAZIONI ANNUALI DI SCIENZE MOTORIE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA SIDOLI www.icviasidoli.it e-mail: toic88200x@istruzione.it SCIENZE MOTORIE CLASSI PRIME CONSOLIDAMENTO E COORDINAMENTO DEGLI SCHEMI MOTORI

Dettagli

Ratifica della programmazione di dipartimento, anno scolastico 2014-2015.

Ratifica della programmazione di dipartimento, anno scolastico 2014-2015. Ratifica della programmazione di dipartimento, anno scolastico 2014-2015. Il giorno 5 settembre 2014, si è riunito il dipartimento didattico di Scienze Motorie del Liceo Plauto di Roma nell'aula 06, con

Dettagli

PIANO DI LAVORO e PROGRAMMA

PIANO DI LAVORO e PROGRAMMA PIANO DI LAVORO e PROGRAMMA Insegnante: Prof. Anna SALIERI Materia di insegnamento: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Anno scolastico: 2011 / 2012 Classi: 1 D Liceo Scientifico. Il presente piano di lavoro fa

Dettagli

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMA DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE 1 BIENNIO OBIETTIVI DELLA DISCIPLINA Acquisire la consapevolezza della propria corporeità, intesa come conoscenza, padronanza,

Dettagli

MATERIA SCIENZE MOTORIE

MATERIA SCIENZE MOTORIE MATERIA SCIENZE MOTORIE PROGRAMMAZIONE FINALE ANNO SCOLASTICO: 2014_-2015 INSEGNANTE: TROMBONE MICHELE CLASSE: 1D SETTORE: SC INDIRIZZO: FINALITA DELLA DISCIPLINA (finalità formative generali cui tende

Dettagli

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI

LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e- mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.gov.it

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Cl. Terze Anno Scolastico 2009-10

PROGRAMMAZIONE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Cl. Terze Anno Scolastico 2009-10 PROGRAMMAZIONE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Cl. Terze Anno Scolastico 2009-10 RESISTENZA ORGANICA Miglioramento delle capacità aerobiche degli alunni. - Corsa in equilibrio di consumo di ossigeno - Corsa

Dettagli

LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO C. SYLOS BITONTO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ANNO SCOLASTICO 2014-15

LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO C. SYLOS BITONTO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ANNO SCOLASTICO 2014-15 LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO C. SYLOS BITONTO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ANNO SCOLASTICO 2014-15 CLASSE 2 ^ SEZIONE B L DISCIPLINA: SCIENZE MOTORIE DOCENTE MORAMARCO PASQUALE QUADRO

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CENTRO STUDI SUPERIORI s.r.l. BERGAMO VIA G.B. MORONI, 255 VIA DEI CANIANA 2B Tel. 035259090 Fax 035262335 Email: info@centrostudi.it I.P. OTTICI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE MATERIA: SCIENZE MOTORIE

Dettagli

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

LE COMPETENZE ESSENZIALI DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE LE ESSENZIALI DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE classe prima concentrarsi sull interiorizzazione e prendere coscienza del proprio corpo, anche in movimento svolgere attività a basso ritmo di lavoro seguire

Dettagli

LICEO CLASSICO STATALE R. FRANCHETTI VE-MESTRE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PERCORSO FORMATIVO PREVENTIVO. Materia: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

LICEO CLASSICO STATALE R. FRANCHETTI VE-MESTRE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PERCORSO FORMATIVO PREVENTIVO. Materia: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PROGRAMMAZIONE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 pagina 1 di 5 LICEO CLASSICO STATALE R. FRANCHETTI VE-MESTRE ANNO SCOLASTICO 2012/2013 PERCORSO FORMATIVO PREVENTIVO Materia: SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Insegnante:

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DI SCIENZE MOTORIE per le Classi PRIME e SECONDE

PROGRAMMAZIONE DI SCIENZE MOTORIE per le Classi PRIME e SECONDE ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA A. PREVER PINEROLO PROGRAMMAZIONE DI SCIENZE MOTORIE per le Classi PRIME e SECONDE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 INSEGNANTI: CINARDO VINCENZO, GARDIOL MARCO, RIVOIRA LUCA, SANTORO

Dettagli

Anno Scolastico 2010/11 Istituto d Istruzione Superiore Artusi Forlimpopoli. Programmazione Disciplina: Educazione Fisica

Anno Scolastico 2010/11 Istituto d Istruzione Superiore Artusi Forlimpopoli. Programmazione Disciplina: Educazione Fisica Anno Scolastico 2010/11 Istituto d Istruzione Superiore Artusi Forlimpopoli Programmazione Disciplina: Educazione Fisica Obiettivi essenziali per il biennio: Ciascun alunno, al termine del biennio, dovrà:

Dettagli

MAPPE DI SINTESI CAPACITÀ MOTORIE CONDIZIONALI: E COORDINATIVE FORZA RESISTENZA AEROBICA SPORT DI SQUADRA SPORT INDIVIDUALI IL GO-BACK

MAPPE DI SINTESI CAPACITÀ MOTORIE CONDIZIONALI: E COORDINATIVE FORZA RESISTENZA AEROBICA SPORT DI SQUADRA SPORT INDIVIDUALI IL GO-BACK MAPPE DI SINTESI CAPACITÀ MOTORIE CONDIZIONALI E COORDINATIVE CAPACITÀ MOTORIE CONDIZIONALI: FORZA CAPACITÀ MOTORIE CONDIZIONALI: RESISTENZA AEROBICA SPORT DI SQUADRA SPORT INDIVIDUALI IL GO-BACK STEP

Dettagli

DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA PROGRAMMA DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE BIENNIO

DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA PROGRAMMA DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE BIENNIO DIPARTIMENTO DI EDUCAZIONE FISICA PROGRAMMA DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE BIENNIO OBIETTIVI DELLA DISCIPLINA Acquisire la consapevolezza della propria corporeità, intesa come conoscenza, padronanza, rispetto

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA A.S. 2012/13

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA A.S. 2012/13 LICEO SCIENTIFICO STATALE E. BOGGIO LERA Via Vittorio Emanuele n 346 95124 Catania Tel. 095 320340 fax 095 327160 cod. mecc. CTPS02004 www.liceoboggiolera.it e-mail: ctps02004@istruzione.it PROGRAMMAZIONE

Dettagli

LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO C. SYLOS BITONTO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ANNO SCOLASTICO 2015-16 CLASSE 4 B L

LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO C. SYLOS BITONTO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ANNO SCOLASTICO 2015-16 CLASSE 4 B L LICEO CLASSICO E LICEO LINGUISTICO C. SYLOS BITONTO PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ANNO SCOLASTICO 2015-16 CLASSE 4 B L DISCIPLINA_ SCIENZE MOTORIE DOCENTE Moramarco Pasquale QUADRO ORARIO

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA CLASSE IV^ ISA

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA CLASSE IV^ ISA POLO VAL BOITE Anno scolastico 2007-2008 PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA CLASSE IV^ ISA FINALITA L insegnamento dell ed.fisica concorre alla formazione degli alunni e delle alunne attraverso la ricerca

Dettagli

2. Risultati di apprendimento attesi:

2. Risultati di apprendimento attesi: PIANO DI MATERIA 1. Dati generali Materia SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Classe BIENNIO Anno scolastico: 2014/2015 2. Risultati di apprendimento attesi: Competenze1 Gli alunni dovranno acquisire gradualmente

Dettagli

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ISTITUTO COMPRENSIVO RIVA 1 Piano di Studio di Istituto SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE PREMESSA Partendo dalle indicazioni delle Linee Guida per i Piani di Studio Provinciali del Primo ciclo di Istruzione,

Dettagli

Mod D2 Rev.0 del 2/2/2009 pag 2 di 2

Mod D2 Rev.0 del 2/2/2009 pag 2 di 2 Prof: Sergio Sbardellini Classe: 1E Materia: ED. FISICA Test di valutazione condizionale iniziale: salto in lungo da fermo, forza arti superiori a corpo libero, salto con funicella: andature varie. Esercizi

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE MAGGIO 2014. AREA DISCIPLINARE Materia Educazione fisica/scienze motorie COORDINATORE Borsato Donata

COORDINAMENTO PER MATERIE MAGGIO 2014. AREA DISCIPLINARE Materia Educazione fisica/scienze motorie COORDINATORE Borsato Donata Istituto Tecnico Industriale Statale C. Zuccante Venezia-Mestre VERBALE RIUNIONE COORDINAMENTO PER MATERIA DOCUMENTO DEL SGQ MOD P05.14 Rev. N. 0 Data 06/06/2005 Pagina 1 di 6 COORDINAMENTO PER MATERIE

Dettagli

Corso aggiornamento allenatori Comitato Provinciale di Modena

Corso aggiornamento allenatori Comitato Provinciale di Modena Corso aggiornamento allenatori Comitato Provinciale di Modena Aspetti metodologici e pratici del periodo preparatorio nella pallavolo. Organizzazione della seduta fisico tecnica. Utilizzo di attrezzi e

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO SCIENZE SPORTIVE. Proposta del dipartimento di sc. Motorie sul Progetto di Liceo di sc. Motorie per l anno scolastico 2015/2016

LICEO SCIENTIFICO SCIENZE SPORTIVE. Proposta del dipartimento di sc. Motorie sul Progetto di Liceo di sc. Motorie per l anno scolastico 2015/2016 LICEO SCIENTIFICO SCIENZE SPORTIVE Proposta del dipartimento di sc. Motorie sul Progetto di Liceo di sc. Motorie per l anno scolastico 2015/2016 Gli insegnanti coinvolti nel progetto proposti dal Dipartimento

Dettagli

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria

Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015. Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria Curricolo di Educazione fisica Istituto Comprensivo Gandhi Prato Istituto Comprensivo Gandhi a.s. 2014/2015 Curricolo di Educazione Fisica: Scuola Primaria TRAGUARDI DI COMPETENZA : COMPETENZA CHIAVE:

Dettagli

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

MODELLO DI PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE LICEO GINNASIO JACOPO STELLINI Piazza I Maggio, 26-33100 Udine Tel. 0432 504577 Fax. 0432 511490 Codice fiscale 80023240304 e-mail: info@liceostellini.it - Indirizzo Internet: www.stelliniudine.it - PEC:

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO "G. PIUMATI CRAVERI DALLA CHIESA" BRA. anno scolastico 2012/2013. Piano di lavoro di Scienze Motorie

SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO G. PIUMATI CRAVERI DALLA CHIESA BRA. anno scolastico 2012/2013. Piano di lavoro di Scienze Motorie SCUOLA SECONDARIA STATALE DI I GRADO "G. PIUMATI CRAVERI DALLA CHIESA" BRA anno scolastico 2012/2013 Piano di lavoro di Scienze Motorie Insegnanti: ENZO ROSANO FLAVIA GALLO SANTO ANNA-FILIPPONE GAETANO

Dettagli

PROGRAMMA a.s. 2015 2016

PROGRAMMA a.s. 2015 2016 CLASSE 1A N. ORE SVOLTE. Esercizi di orientamento spazio-temporale Giochi di squadra: Pallavolo Basket, Pallamano Atletica leggera: lancio del peso e partenza dai blocchi, staffetta 4x4 Ginnastica artistica:

Dettagli

Liceo Fogazzaro a.s. 2014 /2015 CLASSE 5BL MATERIA SCIENZE MOTORIE. Prof. Carletto Michela. Relazione finale del docente

Liceo Fogazzaro a.s. 2014 /2015 CLASSE 5BL MATERIA SCIENZE MOTORIE. Prof. Carletto Michela. Relazione finale del docente Liceo Fogazzaro a.s. 014 /015 CLASSE 5BL MATERIA SCIENZE MOTORIE Prof. Carletto Michela Relazione finale del docente 1. Premessa L a classe presenta due diversi livelli di autonomia e gestione del lavoro

Dettagli

Curricolo verticale di Ed. Fisica scuola primaria

Curricolo verticale di Ed. Fisica scuola primaria Curricolo verticale di Ed. Fisica scuola primaria Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria L alunno acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio

Dettagli

«UN CUORE CHE AMA LA BICI» Dr. Michele Rizzotti Dirigente Medico - Cardiologia Ospedale Civile di Vigevano Az. Ospedaliera Provincia di Pavia

«UN CUORE CHE AMA LA BICI» Dr. Michele Rizzotti Dirigente Medico - Cardiologia Ospedale Civile di Vigevano Az. Ospedaliera Provincia di Pavia «UN CUORE CHE AMA LA BC» Dr. Michele Rizzotti Dirigente Medico - Cardiologia Ospedale Civile di Vigevano Az. Ospedaliera Provincia di Pavia Perché parlare di cuore e bici? Educazione Prevenzione Cura BENEFC

Dettagli

Programmazione di dipartimento Biennio e triennio

Programmazione di dipartimento Biennio e triennio LICEO SCIENTIFICO F. SEVERI FROSINONE Programmazione di dipartimento Biennio e triennio DISCIPLINA: EDUCAZIONE FISICA Anno scolastico 2011-2012 BIENNIO: FINALITA Gli ultimi programmi confermano l evoluzione

Dettagli

LICEO SECCO SUARDO BERGAMO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO MUSICALE PROGRAMMAZIONE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

LICEO SECCO SUARDO BERGAMO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO MUSICALE PROGRAMMAZIONE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE LICEO SECCO SUARDO BERGAMO LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO MUSICALE PROGRAMMAZIONE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE ANNO SCOLASTICO 2015-2016 EPISTEMOLOGIA DELLA DISCIPLINA La materia si propone attraverso

Dettagli

Programmazione Scienze Motorie 2014/2015

Programmazione Scienze Motorie 2014/2015 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE "G. GALILEI" AREZZO Programmazione Scienze Motorie 2014/2015 Classi del Biennio FINALITÀ EDUCATIVE Concorrere alla formazione e allo sviluppo dell area corporea e motoria della

Dettagli

Prof. Marcello Cesaroni ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO

Prof. Marcello Cesaroni ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE POLO COMMERCIALE ARTISTICO GRAFICO MUSICALE A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO a.s.2011/2012 A CURA DEL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO Prof. Marcello Cesaroni L AMBITO DISCIPLINARE DI EDUCAZIONE FISICA STABILISCE CHE: 1. I docenti prevedono un congruo numero di ore per il recupero

Dettagli

CURRICULUM VERTICALE DI CORPO E MOVIMENTO nella SCUOLA DELL'INFANZIA

CURRICULUM VERTICALE DI CORPO E MOVIMENTO nella SCUOLA DELL'INFANZIA CURRICULUM VERTICALE DI CORPO E MOVIMENTO nella SCUOLA DELL'INFANZIA C. e M. 1 Il bambino raggiunge una buona autonomia personale nell alimentarsi e nel vestirsi, riconosce i segnali del corpo, sa cosa

Dettagli

Documento di Programmazione Dipartimento di Scienze Motorie

Documento di Programmazione Dipartimento di Scienze Motorie Documento di Programmazione Dipartimento di Scienze Motorie (biennio/triennio) Anno scolastico 2014/2015 Coordinatore Prof. Sorrentino Alfredo IL DIRIGENTE SCOLASTICO Dott.ssa Silvana Rocco 1 LICEO SCIENTIFICO

Dettagli

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2010/2011

PIANO DI LAVORO ANNUALE anno scolastico 2010/2011 Istituto di Istruzione Superiore ITALO CALVINO telefono: 0257500115 via Guido Rossa 20089 ROZZANO MI fax: 0257500163 Sezione Associata: telefono: 025300901 via Karl Marx 4 - Noverasco - 20090 OPERA MI

Dettagli

ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE Silvio Ceccato - sede I.T.C. di Montecchio Maggiore SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE

ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE Silvio Ceccato - sede I.T.C. di Montecchio Maggiore SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE ISTITUTO di ISTRUZIONE SUPERIORE Silvio Ceccato - sede I.T.C. di Montecchio Maggiore SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE Disciplina: Scienze Motorie e Sportive Classe: 3B - RIM

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTO SCIENZE MOTORIE LICEO CICERONE POLLIONE ANNO SCOLASTICO 2015-16 I BIENNIO (CLASSI 1^ E 2^) Competenze disciplinari Specifiche 1) Conoscere e utilizzare il proprio corpo

Dettagli

Istituto Superiore. G.V.Gravina

Istituto Superiore. G.V.Gravina Istituto Superiore G.V.Gravina Crotone Programmazione Anno scolastico 2013-2014. Disciplina: Scienze motorie e sportive Classi: 1^, 2^ e 3^, sez. A - Liceo Scienze Umane: Opzione economico-sociale Disciplina:

Dettagli

Liceo Classico Anco Marzio Roma Programmazione di Scienze Motorie per Obiettivi Minimi A.S. 2014/2015

Liceo Classico Anco Marzio Roma Programmazione di Scienze Motorie per Obiettivi Minimi A.S. 2014/2015 Liceo Classico Anco Marzio Roma Programmazione di Scienze Motorie per Obiettivi Minimi A.S. 2014/2015 FINALITÀ EDUCATIVE DELLA DISCIPLINA Concorrere alla formazione e allo sviluppo dell area corporea e

Dettagli

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA. Anno Scolastico 20112012 classe 1A

PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA. Anno Scolastico 20112012 classe 1A PROGRAMMA DI EDUCAZIONE FISICA Anno Scolastico 20112012 classe 1A OBIETTIVI DI CARATTERE GENERALE a) migliorare le conoscenze e le abilità rispetto alla situazione di partenza; b) favorire l armonico sviluppo

Dettagli

CURRICOLO DI ED.FISICA

CURRICOLO DI ED.FISICA ISTITUTO COMPRENSIVO PASSIRANO-PADERNO CURRICOLO DI ED.FISICA SCUOLA PRIMARIA/SECONDARIA DI PRIMO GRADO Revisione Curricolo di Istituto a.s. 2014-2015 Curricolo suddiviso in obiettivi didattici, nuclei

Dettagli

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015

Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 Istituto SuperioreD'istruzione-Liceo Sportivo C. Piaggia di Viareggio. Prof. Alessandro Guglielmo Cucurnia. Anno scolastico 2014/2015 MATERIA: Scienze Motorie classe : V A SIA dell'istituto Superiore D'istruzione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DIPARTIMENTALE LICEO CICERONE CLASSI Indirizzo di studio materia I BIENNIO Liceo Linguistico, delle Scienze Umane e delle Scienze Umane opz Economico Soc Scienze motorie e sportive

Dettagli

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012

PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 PROGRAMMA SCUOLA DI DIETETICA NUTRIRSI DI SALUTE ANNO SCOLASTICO 2012 DOCENTE: Madaschi Rossana Dietista e Docente di Scienza dell Alimentazione MATERIE: Dietologia - Scienza dell Alimentazione CLASSE:

Dettagli

SEZIONE A. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della Scuola Secondaria di Primo Grado

SEZIONE A. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della Scuola Secondaria di Primo Grado SEZIONE A Competenze Europee Competenza Chiave in Educazione Fisica Competenza Sociale e Civica Imparare ad Imparare Spirito d'iniziativa e imprenditorialità Competenza digitale Fonti di Legittimazione

Dettagli

CHE COSA SI INTENDE PER "ATTIVITÀ FISICA"?

CHE COSA SI INTENDE PER ATTIVITÀ FISICA? LA SALUTE La salute viene definita dall'o.m.s. come "uno stato di equilibrio bio-chimico, psico-fisico ed affettivo-relazionale". Quando tutte queste componenti sono in equilibrio, allora si può affermare

Dettagli

ETA 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Capacità di apprendimento motorio Capacità di differenziazione e

ETA 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 Capacità di apprendimento motorio Capacità di differenziazione e FINALITA I nuovi programmi Ministeriali ritengono l educazione motoria una componente essenziale dell unità educativa della persona per cui essa concorre alla realizzazione delle finalità proprie della

Dettagli

Scuola secondaria di primo grado Lana Fermi Brescia PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Classi prime e seconde OBIETTIVI FORMATIVI

Scuola secondaria di primo grado Lana Fermi Brescia PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Classi prime e seconde OBIETTIVI FORMATIVI Scuola secondaria di primo grado Lana Fermi Brescia PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Classi prime e seconde UDA 1) Revisione e consolidamento dello schema corporeo. Consolidamento e

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO DI SCIENZE MOTORIE

PERCORSO FORMATIVO DI SCIENZE MOTORIE Anno Scolastico 2015/16 PERCORSO FORMATIVO DI SCIENZE MOTORIE CLASSE 5 A LSU Docente: Miragoli Cristina Ore settimanali: 2 Ore annuali (previste in data 8-6-16) : 55 FINALITA' E OBIETTIVI FINALITA Acquisire

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni

LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA. Giorgio Pasetto. Mauro Bertoni LINEE GUIDA PER L ALIMENTAZIONE DEL GOLFISTA Giorgio Pasetto (dottore in scienze motorie e osteopata) Mauro Bertoni (preparatore atletico) Con la consulenza scientifica del Prof. Ottavio Bosello (docente

Dettagli

CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE

CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE CURRICULO VERTICALE SCIENZE MOTORIE Nei primi anni di vita dei bambini il movimento riveste un importanza fondamentale negli apprendimenti e nella socializzazione. Corpo e movimento costituiscono il nucleo

Dettagli

COORDINAMENTO PER MATERIE MAGGIO 2013. AREA DISCIPLINARE Materia Educazione fisica/scienze motorie COORDINATORE Borsato Donata

COORDINAMENTO PER MATERIE MAGGIO 2013. AREA DISCIPLINARE Materia Educazione fisica/scienze motorie COORDINATORE Borsato Donata Istituto Tecnico Industriale Statale C. Zuccante Venezia-Mestre VERBALE RIUNIONE COORDINAMENTO PER MATERIA (File scaricabile da www.zuccante.it Documenti Documenti da scaricare) DOCUMENTO DEL SGQ MOD P05.14

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Don L. Milani MASON VICENTINO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S. 2012/2013 PIANO DI LAVORO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Don L. Milani MASON VICENTINO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S. 2012/2013 PIANO DI LAVORO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Don L. Milani MASON VICENTINO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S. 2012/2013 PIANO DI LAVORO MATERIA: Scienze Motorie DOCENTE: Prof.: MURARO LORENZO PIANO DI LAVORO Classi

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 EDUCAZIONE FISICA

ANNO SCOLASTICO 2014/2015 EDUCAZIONE FISICA Ministero dell Istruzione, Università e della Ricerca ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE David Maria Turoldo www.istitutoturoldo.it - turoldo@istitutoturoldo.it Via Ronco n 11 24019 ZOGNO (BG) Tel. 0345/92210

Dettagli

Corso Nutrizione e Sport

Corso Nutrizione e Sport Corso Nutrizione e Sport 8 Giorni 4 Week end Docenti Qualificati Rilascio di crediti ECM Presso Medi Salus, Firenze Dal 19 Marzo al 30 Aprile 2016 Obiettivi del corso: Il corso, articolato in 4 fine settimana,

Dettagli

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti

BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello. Drssa Grazia Foti BELLI DI DENTRO Stili di vita e stili alimentari per mantenere giovani cuore e cervello Drssa Grazia Foti MALATTIE CARDIOVASCOLARI Più importante causa di morte nel mondo, (17.3 milioni di morti ogni anno)

Dettagli

CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014

CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 ICTORRIMPIETRA CORPO MOVIMENTO SPORT CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2013/2014 A. IL CORPO E LE FUNZIONI SENSO-PERCETTIVE L alunno/a acquisisce consapevolezza di sé attraverso l ascolto e l osservazione del

Dettagli

CURRICOLO DI COMPETENZE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE

CURRICOLO DI COMPETENZE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE CURRICOLO DI COMPETENZE DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE Competenze in uscita per la classe prima Nuclei fondanti ^Percezione e conoscenza del corpo ^ Gioco Obiettivi specifici di apprendimento - Le varie

Dettagli

Programmazione Scienze Motorie 2014/2015

Programmazione Scienze Motorie 2014/2015 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE "G. GALILEI" AREZZO Programmazione Scienze Motorie 2014/2015 Classi del Triennio Anno scolastico 2014/2015 FINALITÀ EDUCATIVE Concorrere alla formazione e allo sviluppo dell

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE EDUCAZIONE FISICA

CURRICOLO VERTICALE EDUCAZIONE FISICA CURRICOLO VERTICALE EDUCAZIONE FISICA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno acquisisce consapevolezza di sé attraverso la percezione del proprio

Dettagli

Moduli Titolo del modulo Ore. 14 Totale delle ore di attività 54

Moduli Titolo del modulo Ore. 14 Totale delle ore di attività 54 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Via Domizia Lucilla Programmazione annuale A.S. 2014 2015 Mod. 7.1.A

Dettagli

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO LINGUISTICO E MUSICALE REGINA MARGHERITA PALERMO. Programmazione annuale congiunta di Ed. fisica per il biennio.

LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO LINGUISTICO E MUSICALE REGINA MARGHERITA PALERMO. Programmazione annuale congiunta di Ed. fisica per il biennio. LICEO DELLE SCIENZE UMANE LICEO LINGUISTICO E MUSICALE REGINA MARGHERITA PALERMO Programmazione annuale congiunta di Ed. fisica per il biennio. Anno scolastico 2011/2012 L insegnamento dell Educazione

Dettagli

Ampliare le capacità coordinative e condizionali, realizzando schemi motori complessi utili ad affrontare attività motorie e sportive.

Ampliare le capacità coordinative e condizionali, realizzando schemi motori complessi utili ad affrontare attività motorie e sportive. PROGRAMMAZIONE ANNUALE DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE LICEO STATALE G.TARANTINO Gravina in Puglia (BA) A.S. 2014-2015 Il Dipartimento, approfondendo le tematiche che fanno riferimento alla

Dettagli

Istituto Istruzione Secondaria Superiore PEANO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE (Parte 1 a )

Istituto Istruzione Secondaria Superiore PEANO. PROGRAMMAZIONE DIDATTICA INDIVIDUALE (Parte 1 a ) Istituto Istruzione Secondaria Superiore PEANO Via Andrea del Sarto, 6/A 50135 FIRENZE É 055/661628 Ê 055/67.841 www.peano.gov.it FITD06000T@PEC.ISTRUZIONE.IT posta@peano.gov.it LICEO TECNICO ECONOMICO

Dettagli