L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L impatto delle liberalizzazioni sull economia delle famiglie"

Transcript

1 Consumatori in cifr L impatto dll libralizzazioni sull conomia dll famigli Michl Cavuoti Marco Pirani Uno dgli asptti pr i quali si è fino a ora cotraddistinto il scondo Govrno Prodi è qullo dl rilancio dll politich di libralizzazion. Il Ministro dllo Sviluppo Economico, in particolar, ha riprso il lavoro iniziato dal Ministro Brsani nl 1997 con la nuova disciplina rlativa al sttor dl commrcio. L azion è stata articolata in du fasi: prima il Dcrto Lgg convrtito in lgg nll agosto dl 2006, poi il Dcrto Lgg dl 31 gnnaio convrtito nlla Lgg 40/ abbinato al Disgno di Lgg approvato dal Consiglio di Ministri smpr nl gnnaio dl L insim di qusti intrvnti ha posto al cntro alcuni sttori conomici, carattrizzati in vario modo da form di protzion dalla concorrnza ch, da un lato, garantiscono agli opratori conomici rilvanti rndit di posizion, consntndo loro di oprar in condizioni di infficinza, dall altra, pnalizzano i consumatori sia dal punto di vista conomico sia sul front dlla qualità dl srvizio. Tra i sttori ch sono stati oggtto di intrvnto, in qusto articolo trattrrmo gli fftti dlla libralizzazion ni sttori di farmaci di taxi, succssivi all ntrata in vigor dl primo dcrto lgg, valutrmo i possibili fftti nl sttor di carburanti dlla tlfonia, drivanti dall applicazion dgli intrvnti prvisti dal scondo dcrto lgg dal disgno di lgg. Distribuzion di farmaci Nl corso dgli ultimi du anni, divrsi intrvnti normativi hanno inciso profondamnt sui mccanismi di dtrminazion dl przzo al pubblico di farmaci di fascia C sulla loro distribuzion. In prcdnza, il przzo di farmaci di fascia C ra dtrminato dal produttor potva ssr cambiato al massimo du volt in un anno. Gli intrvnti più significativi sono stati adottati in du fasi: il primo è insrito nl Dcrto Lgg dl Ministro dlla Salut Storac adottato nl maggio 2005 il scondo nl già citato Dcrto dl Ministro dllo Sviluppo Economico Brsani, convrtito in lgg il 4 agosto Michl Cavuoti Marco Pirani Altroconsumo Associazion Indipndnt di Consumatori Consumatori in cifr Mrcato 123

2 Dcrto Storac Il Dcrto Storac intrvin su un asptto fondamntal rlativo alla dtrminazion dl przzo. Il przzo fissato dai produttori sui mdicinali snza obbligo di prscrizion mdica (SOP) sui farmaci di automdicazion divnta il przzo massimo di vndita al pubblico su qullo l farmaci pubblich privat possono oprar uno sconto fino al 20%. Lo sconto può variar da mdicinal a mdicinal dv ssr applicato, snza discriminazioni, a tutti i clinti dlla farmacia. Dcrto Brsani Il primo Dcrto Brsani ha poi apportato una profonda modifica alla normativa riguardant la distribuzion di farmaci dispnsabili snza obbligo di prscrizion mdica. Infatti si consnt l attività di vndita al pubblico di farmaci da banco o di automdicazion di tutti i farmaci o prodotti non soggtti a prscrizion mdica anch al di fuori dll farmaci, prvia comunicazion al Ministro dlla Salut alla Rgion in cui ha sd l srcizio. La vndita è consntita durant l orario di aprtura dll srcizio commrcial dv ssr ffttuata nll ambito di un apposito rparto, alla prsnza con l assistnza prsonal dirtta al clint di uno o più farmacisti abilitati all srcizio dlla profssion iscritti al rlativo ordin. Inoltr, si stabilisc ch ogni distributor al dttaglio può dtrminar libramnt lo sconto sul przzo indicato dal produttor o dal distributor sulla confzion dl farmaco, purché lo sconto sia sposto in modo lggibil chiaro al consumator sia praticato a tutti gli acquirnti. In sintsi l novità rilvanti sono tr: la possibilità di vndr i farmaci di automdicazion-otc snza obbligo di prscrizion-sop anch in punti vndita divrsi dall farmaci; tal vndita va ffttuata alla prsnza con l assistnza di un farmacista iscritto all ordin; la dtrminazion dllo sconto praticabil risptto al przzo è libra, quindi, non più vincolata a un massimo dl 20%. L fftto sul livllo di przzi 124 Altroconsumo ha svolto un indagin sul campo a gnnaio dl 2006 pr vrificar la razion dll farmaci alla possibilità offrta dal Dcrto Storac di praticar sconti. Circa il 50% dll farmaci praticava sconti su tutti i farmaci OTC/SOP, il 40% su un part di ssi il 10% non applicava sconti. Tra l farmaci ch praticavano sconti, nl 95% di casi non rano supriori al 10%. Altroconsumo ha prosguito il monitoraggio anch dopo il Dcrto Brsani. In qusto caso l obittivo non ra solo qullo di valutar la rattività di soggtti coinvolti, ma anch di misurar l fftto sul przzo di farmaci, quindi, i van- Consumatori in cifr Mrcato

3 taggi pr il consumator. Il monitoraggio è stato ffttuato nl sttmbr 2006 in 80 farmaci di 10 città italian: Milano, Brscia, Roma, Torino, Napoli, Bologna, Firnz Pistoia, Bari Padova; ni cornr farmaci di 6 iprmrcati: Auchan di Roncadll (BS), Iprcoop di Roma Bari, Carrfour di Assago (MI), Panorama di Firnz, Parafarmacia Bnssr nll iprmrcato Emisfro in una sola parafarmacia a Torino, pr un total di 104 rivndit di farmaci di vari tipologi. In ogni punto vndita sono stati rilvati i przzi praticati sull 30 confzioni più vndut di farmaci OTC sull 30 confzioni più vndut di farmaci SOP. Nlla Tab. 1 mostriamo il livllo di sconto pr confzion: nll farmaci lo sconto può raggiungr anch il 30% com ngli iprmrcati, ma lo sconto mdio in farmacia si attsta all 8% contro il 22% dgli iprmrcati. S, nlla mdia dll farmaci, scludiamo i prodotti vnduti a przzo pino facciamo il confronto solo sui prodotti scontati, lo sconto mdio in farmacia sal all 11%. Qusto confronto ha tanto più snso quanto minor è il tasso di prsnza di farmaci nlla grand distribuzion. Tab. 1 Sconto mdio pr confzion Tipologia numro przzi rilvati min max mdia Iprmrcati % 30% 22% Farmaci (tutti i farmaci) % 30% 8% Farmaci (solo i farmaci scontati) % 30% 11% Nlla Tab. 2 vdiamo qual è la distribuzion dll 80 farmaci classificat in funzion dl livllo di sconto praticato, ottnuto com mdia su tutti 60 i farmaci. N mrg ch il 13% dll farmaci vuol comptr con la grand distribuzion, proponndo un livllo mdio dllo sconto ch va dal 15 al 20%. Circa la mtà dlla farmaci pratica uno sconto dl 10% o prossimo a qusto valor. Un gruppo di farmaci pratica uno sconto mdio contnuto a mno dl 5%: prcisiamo ch può trattarsi di farmaci ch ffttuano anch sconti lvati (20%), ma su un numro siguo di farmaci. Infin, una piccola pattuglia di rtroguardia, 9 farmaci pari all 11%, non pratica alcuno sconto. Tab. 2 Sconti in farmacia Prcntual numro frqunza 15%-20% 10 13% 11%-12% 2 3% 7-10% 41 51% 1-5% 18 23% 0% 9 11% Qual prima considrazion possiamo notar ch il dato rlativo alla prcntual di farmaci ch non pratica sconti rsta invariato risptto a qullo ch risultava dalla indagin succssiva al Dcrto Storac. Consumatori in cifr Mrcato 125

4 Inoltr, nlla prcdnt indagin il 95% dll farmaci ch applicavano sconti si attstava a livlli uguali o infriori al 10%, nlla indagin succssiva tal valor passa all 85%, una diminuzion non particolarmnt significativa s non foss prché un pur piccolo gruppo di farmaci (13%) è disposto ad accttar la comptizion con gli iprmrcati. Il dopo Brsani dnota, quindi, una razion da part dll farmaci ch ha la stssa diffusion dl dopo Storac, ma un intnsità maggior, anch s limitatamnt a una pattuglia d avanguardia di farmaci pr ora numricamnt limitata sbbn aggurrita. Tal maggior intnsità è da attribuirsi all ingrsso sul mrcato di nuovi soggtti d è, quindi, prsumibil ch all aumntar di tali soggtti il numro di farmaci dispost a praticar sconti supriori al 15% aumntrà snsibilmnt. Conclusioni La modifica dlla normativa su przzi distribuzion di farmaci può produrr una diminuzion di przzi ch sarà tanto maggior quanto più numrosa sarà la diffusion di punti vndita divrsi dalla farmaci. Infatti, qusta circostanza stimolrà anch l farmaci a comptr, com visto, sono in grado di farlo. S ipotizziamo ch la riduzion di przzi di farmaci dl 15% possa ssr gnralizzata a tutti i mdicinali da automdicazion applicando tal prcntual al valor complssivo dl mrcato, si ottin un risparmio mdio ch al massimo raggiungrà i 32 uro pr famiglia. Il srvizio taxi 126 Il srvizio taxi è stato oggtto dl primo Dcrto Brsani. Nlla formulazion approvata dal Consiglio di Ministri, il provvdimnto prvdva, tra l altro, una radical modifica dl sistma mdiant l liminazion dlla norma ch impdisc di possdr più di una licnza, il cosiddtto cumulo, consntndo anch la possibilità di far guidar l auto a prsonal dipndnt. Qusta modifica, ch si combinava con il bando di concorsi straordinari pr il rilascio di nuov licnz, avrbb aprto il mrcato a imprs opranti su una scala dimnsional maggior, quindi, anch a soggtti probabilmnt disposti a comptr praticando tariff infriori a qull fissat, allo scopo di guadagnar quot di mrcato. Il vrificarsi di qusta circostanza avrbb richisto un altra modifica fondamntal, ovvro la trasformazion dll tariff fiss in tariff massim. L liminazion dl divito di cumulo è stata, tuttavia, cancllata nl corso dlla convrsion in lgg dl dcrto, anch s la norma approvata dal Parlamnto prvd smpr la possibilità di bandir concorsi straordinari. In altrnativa alla liminazion dl divito di cumulo sono stati insriti altri strumnti finalizzati ad aumntar l offrta, in particolar la possibilità di turnazioni giornalir in- Consumatori in cifr Mrcato

5 tgrativ in aggiunta a qull ordinari, con assunzion di sostituti alla guida o collaboratori. Inoltr, nlla vrsion dfinitiva è rimasta invariata la possibilità di rilasciar titoli autorizzatori tmporani, non cdibili, pr vnti straordinari. Una misura dl rapporto domanda/offrta Altroconsumo ha condotto un inchista allo scopo di vrificar il ral impatto di qusto provvdimnto, ovvro la sua capacità di aumntar l offrta di taxi di rndrla adguata alla domanda. L inchista ha valutato il rapporto domanda/offrta in una situazion tipica in cui il consumator utilizza qusto srvizio, ovvro nll stazioni frroviari ngli aroporti dll grandi città. Tra il 27 novmbr il 6 dicmbr 2006 abbiamo monitorato il srvizio di taxi ni principali parchggi di 10 città abbiamo rgistrato con continuità il vrificarsi di una circostanza ch dimostrava l inadguatzza dll offrta in rapporto alla domanda: una o più prson rano in attsa di un taxi, ma nssuna vttura ra a disposizion dl primo dlla fila. I parchggi monitorati sono stati i sgunti: parchggio dlla stazion principal di ciascuna dll 10 città prs in considrazion. Pr Milano sono stati considrati contmporanamnt i du parchggi dlla Stazion Cntral; parchggio dll aroporto. A Milano siamo andati a Linat, a Roma a Fiumicino; solo pr Milano Roma: parchggio dlla stazion scondaria di supporto all aroporto. A Milano siamo andati a Cadorna, a Roma a Tiburtina. In ogni parchggio il monitoraggio è stato condotto in si or di punta: dall 7 all 10 di mattina dall 18 all 21 di sra. In ciascun parchggio si è vrificato pr quant volt pr quanto tmpo una o più prson rano in attsa di un taxi, ma nssun taxi ra disponibil al parchggio. In qusto modo, abbiamo potuto valutar il tmpo di attsa gnrato dalla carnza di taxi, ch si aggiung a qullo fisiologico dovuto all affollamnto in coda dll prson ch arrivano contmporanamnt all aroporto o alla stazion. I risultati sinttizzati in Tab. 3 individuano il numro di situazioni critich ch si sono prsntat nl corso dll si or di rilvazion in ciascun parchggio la loro durata complssiva. Com si può ossrvar l assnza di taxi nl momnto in cui c n sarbb bisogno è un fnomno più rilvant di quanto si potrbb pnsar: s, infatti, spsso il primo dlla fila asptta anch solo un minuto prché arrivi un taxi a caricarlo, la somma di qusti tmpi morti risulta aumntar di molto i tmpi di attsa in fila, già magari rilvanti a causa di un fisiologico affollamnto al parchggio (arrivo di un trno o di un aro). Qusto risulta vidnt, pr smpio, a Bologna Cntral (82 minuti di attsa causati da assnza di taxi al postggio), Firnz S. M. Novlla (78 minuti), Milano Cadorna Consumatori in cifr Mrcato 127

6 (70) Roma Trmini (60). In qust ultimo caso, pr smpio, l attsa mdia (ni momnti critici) dl primo dlla fila prché arrivi un taxi è infrior al minuto, ma nl complsso i tmpi morti ch gravano sull atts arrivano fino a un ora. Tab. 3 Taxi: rapporto domanda/offrta Città Numro situazioni critich Stazion principal Stazion scondaria (1) Aroporto (2) Durata complssiva situazioni critich (min.) Numro situazioni critich Durata complssiva situazioni critich (min.) Numro situazioni critich Durata complssiva situazioni critich (min.) Bari Bologna Cagliari Firnz Gnova Milano (3) Napoli Palrmo Roma Torino (1) Pr Milano è Cadorna pr Roma Tiburtina. (2) Pr Milano è Linat pr Roma Fiumicino. (3) Il dato di Stazion Cntral è la mdia dll rilvazioni ffttuat ni du parchggi ai lati dll ingrsso principal. I dati indicati dimostrano ch spsso laddov il consumator ncssita dl srvizio qusto è insufficint. Non è accttabil, infatti, ch nlla stazion di una grand città ci sia il parchggio taxi snza alcun taxi pronto a soddisfar la domanda. L tariff in 10 città Altroconsumo ha anch ffttuato un confronto tra l stss 10 grandi città italian, ch mtt in vidnza diffrnz rilvanti tra l tariff in vigor a gnnaio I risultati sono contnuti in Tab. 4, dov sono indicat l componnti di costo dll tariff (importo inizial, costo chilomtrico orario), l importo di principali supplmnti (bagagli, aroporto, notturno fstivo) dll ipotsi di spsa. L ipotsi di spsa riguardano i sgunti scnari: un tragitto di 5 chilomtri con tmpi di sosta pari a 5 minuti ffttuato da un passggro con valigia; lo scnario prcdnt, ma ffttuato in un giorno fstivo. 128 Pr ciascuno scnario è stata calcolata la spsa pr ogni città, laborando poi un indic ch attribuisc valor 100 alla città mno cara, risptto alla qual sono calcolati gli indici dll altr città. In qusto modo s una città ha indic 105 significa ch lì la spsa è dl 5% suprior alla città mno cara. Consumatori in cifr Mrcato

7 Tab. 4 Taxi: tariff Tariffa urbana Prcorso A (1) Prcorso B (2) Città scatto inizial costo km costo orario bagaglio aroporto Bari 2,40 0,70 17,30 0,60 4,20 2,90 1,60 7, , Bologna 3,15 0,85 21,00 0,50 1,80 2,60 1,70 7, , Cagliari 3,00 0,90 21,00 0,50 2,50 2,00 9, , Firnz 2,64 0,85 22,68 0,62 2,46 3,06 1,84 8, , Gnova 3,25 0,90 24,00 0,50 2,50 2,50 2,00 9, , Milano 3,00 3,10 2,10 8, , Napoli 2,60 0,71 12,00 0,50 2,60 2,10 1,60 7, , Palrmo 2,54 0,83 16,52 0,32 9,53 1,91 1,58 8, , Roma 2,33 0,78 20,66 1,04 2,58 1,03 9, , Torino 3,10 0,83 21,18 0,50 2,10 1,05 9, , (1) Prcorso A: frial, di 5 Km di tragitto 5 min. di sosta una valigia. (2) Prcorso B: fstivo, di 5 Km di tragitto 5 min. di sosta una valigia. notturno fstivo spsa Indic spsa Indic La spsa pr il primo scnario va dai 7,60 uro di Napoli ai 9,57 uro di Cagliari, pr il scondo dai 9,20 di Napoli agli 11,57 di Cagliari. La diffrnza prcntual è dl 26% in ntrambi i casi. Ecco i risultati: pr ntrambi gli scnari la città mno costosa è Napoli, con 7,60 uro 9,20 uro di spsa, sguita da Bari (103) Bologna (104); Cagliari è la più cara: sia nl primo sia nl scondo scnario si spnd il 26% in più risptto a Napoli. Anch Gnova è cara (124) sia pr il primo sia pr il scondo scnario. Torino Roma sono molto car ( ) nl primo scnario, ma nl scondo hanno livlli di spsa mdi ( ) grazi al supplmnto fstivo di bassa ntità; livlli intrmdi pr l tariff di Palrmo ( ), Milano ( ) Firnz (114 in tutti du). Conclusioni Il srvizio taxi dimostra di ssr ancora inadguato in rapporto alla domanda soprattutto ni punti, stazioni aroporti, in cui il consumator normalmnt lo richid. S gli intrvnti prvisti dalla nuova normativa daranno fftti su un priodo tmporal più lungo o s, invc, la nuova normativa non sia in s stssa in grado di produrr gli fftti sprati rsta una qustion aprta, ma crto è ch la libralizzazion oprata non ha prodotto pr ora i risultati auspicati. Consumatori in cifr Mrcato 129

8 Il dibattito in corso in molt città la rlativa ngoziazion tra Comuni associazioni di tassisti sullo scambio tra più licnz o più flssibilità di turni qual contropartita di un innalzamnto dll tariff dimostra ch si continua a ragionar nlla logica di un sttor snza concorrnza, in cui l imprs opranti non comptono tra loro, ma protggono la loro posizion di rndita, a scapito dlla adguatzza quantitativa dl srvizio dll quità dll tariff. Il sistma potrbb sanar i propri diftti solo s si accttass una logica divrsa ispirata all aprtura dl mrcato a imprs in condizion di comptr oprando sull tariff. Qusto andrbb a vantaggio di consumatori, ch utilizzrbbro maggiormnt il srvizio facndon aumntar i volumi di attività. Qusta tndnza produrrbb un aumnto dl fatturato pr auto, ma una diminuzion di margini dlla rmunrazion dl lavoro. Tal mccanismo potva ssr almno avviato sulla bas dlla originaria vrsion dl Dcrto, ma qusto ha trovato la lgittima prvdibil contrarità dll associazioni di catgoria di tassisti. Il fatto ch il Govrno abbia accttato la via dl compromsso non può ch spigarsi in un quadro politico più ampio, la cui analisi andrbb oltr i confini dl prsnt articolo. Ci limitiamo, tuttavia, a constatar ch la portata dll intrvnto ch, nlla sua vrsion originaria, avrbb cambiato il volto dl srvizio taxi avrbb dato un important contributo pr un divrsa mobilità nll città basata smpr mno sull uso dll auto privata, ovvro trasformandolo ralmnt in un srvizio pubblico, è stata radicalmnt modificata annacquata. Tlcomunicazioni Il contributo di ricarica 130 Tra gli intrvnti dl scondo Dcrto Lgg Brsani, indubbiamnt qullo ch ha avuto un impatto più immdiatamnt prcpibil da part di consumatori, è il provvdimnto rlativo all abolizion di costi di ricarica dll cart prpagat pr la tlfonia mobil. A novmbr dl 2006, l AGCOM l Antitrust hanno pubblicato un indagin conoscitiva sui contributi di ricarica ch bn vidnzia il loro impatto sui costi sostnuti dal consumator pr la tlfonia mobil. Scondo tal studio, in Italia nl 2005 su circa 67 milioni di SIM, di cui il 91% con traffico prpagato, i contributi di ricarica rapprsntavano il 12% di ricavi dlla tlfonia mobil, prcntual ch sal oltr il 15% considrando la sola utnza prpagata. Dai dati azindali sulla bas di quali l Autorità hanno svolto la loro analisi si vinc ch il ricavo mdio annuo ottnuto grazi al contributo di ricarica ra di 26,4 uro pr ciascuna lina. Inoltr si ossrvava ch i contributi di ricarica hanno un incidnza maggior sull ricarich di piccolo taglio: pr qull di mno di 10 uro l incidnza è Consumatori in cifr Mrcato

9 addirittura dl 30%, ma comunqu mai infrior al 15% pr l ricarich fino a 30 uro. Pr poi scndr a incidnz al di sotto dl 5% pr ricarich di oltr 100 uro. Evidntmnt l lvata incidnza pr tagli di ricarica bassi pnalizza giovanissimi fasc conomicamnt dboli. La Tab. 5 mostra, praltro, ch sull cart prpagat di basso taglio il contributo di ricarica ha subìto dal 2003 al 2005 un aumnto di quasi il 50%. Tab. 5 Incidnza di contributi di ricarica Contributo di ricarica Priodo fino a 20 uro da 20 a 50 uro oltr 50 uro Srvizi voc dati Total ,7 13,8 3, , ,8 2, , ,8 12,2 1,4 144,3 170,7 Diff.% ,80% -11,60% -54,60% -7,50% -6% La puntualità dll intrvnto, la sua rapida applicazion il suo immdiato riscontro da part dl consumator hanno trasformato qusto provvdimnto nl faro dl dcrto. Com si vidnzia più ampiamnt nll articolo di Battaggion t al. a pag. 102 su qusto stsso numro di Consumatori Diritti Mrcato, va prò anch ricrcata l anomalia dll intrvnto da part dl Govrno anziché dll AGCOM, ch avrbb dovuto potuto intrvnir in prcdnza proprio in virtù dll indagin conoscitiva svolta congiuntamnt con l Antitrust, ch contnva tutti gli lmnti pr avviar un azion ni confronti dgli opratori di tlfonia mobil anch sulla bas dlla normativa a tutla dlla concorrnza. I quattro opratori dl mrcato italiano dlla tlfonia mobil hanno ragito in modo divrso al provvdimnto dl Govrno ntrato in vigor lo scorso 5 marzo: 3 TIM hanno subito annullato i costi di ricarica non hanno cambiato il proprio parco tariffario; Vodafon ha annullato i costi di ricarica ha cambiato parzialmnt il proprio parco tariffario. L nuov tariff, scondo la nostra analisi, sono più car di qull vcchi; Wind avva inizialmnt dichiarato ch non avrbb liminato i costi di ricarica ai vcchi piani tariffari, ma soltanto ai nuovi piani, ch sulla bas dlla nostra analisi risultano molto più costosi di qulli vcchi. Tal comportamnto sarbb stato in pals violazion al Dcrto, in sguito all prssioni ricvut da più parti, Wind ha fatto rtromarcia, liminando tutti i costi di ricarica. Ni casi in cui sono stat introdott nuov tariff, qust ultim sono dunqu smpr più car di qull vcchi, com si vinc dalla Tab. 6, costruita sulla Consumatori in cifr Mrcato 131

10 bas dll tariff sistnti alla data dl 5 marzo, ipotizzando il caso di un utnt ch in una sttimana faccia 15 chiamat da 2 minuti invii 7 sms. Tab. 6 L compagni ch hanno introdotto nuov tariff dopo il Dcrto Brsani Tariffa Costo annuo in uro Indici Vodafon You&Vodafon (nuova) 622, Zro Limits (nuova) 492, Easy Day (attivabil) 444, Happy Ricarica (attivabil) 374, Simply (non attivabil) 434, Infinity (non attivabil) 461, Wind Wind 10 snza costo di ricarica 328, Wind 10 con costo di ricarica 411, Wind 12 (nuova tariffa) 390, Wind 5 snza costo di ricarica 281, Wind 5 con costo di ricarica 351, Wind 5 Nw (nuova tariffa) 296, Wind Snza Scatto snza costo di carica 332, Wind Snza Scatto con costo di ricarica 416, Wind Snza Scatto Nw (nuova tariffa) 429, Ma vi è di più. C è un oprator, Wind, ch pochi giorni dopo l ntrata in vigor dl dcrto ha già cominciato a modificar l vcchi tariff. S qusto dovss avvnir anch da part dgli altri opratori pr rcuprar qullo ch hanno dovuto lasciar sul trrno con l liminazion dll ricarich, ovviamnt l impatto dl provvdimnto a bnficio di consumatori risultrbb snsibilmnt annacquato. Nl caso citato di Wind, a partir dall 1 maggio 2007 a tutti gli utnti con piano tariffario Wind 10, vrrà applicato il nuovo piano Wind 12 con un aggravio di quasi il 20%. S, da una part, è lgittimo ch gli opratori possano modificar anch l loro vcchi tariff, smpr ch rispttino l art. 70 dl Codic dll Comunicazioni Elttronich (ovvro con 30 giorni di pravviso durant i quali l utnt può srcitar il rcsso con assnza di pnali o balzlli simili), dall altra bisogna tnr conto ch a qusto nuovo comportamnto - mai in passato gli opratori dlla tlfonia mobil avvano aumntato i loro vcchi piani tariffari - dovrbb far ora sguito da part dll AGCOM una maggior attnzion alla vigilanza al controllo dll rgol da ssa stssa stabilit pr garantir la mobilità dlla clintla da un oprator all altro: tmpi crti sulla portabilità, sistmatica rstituzion dl crdito rsiduo alla scadnza dlla SIM suo trasfrimnto in caso di portabilità dl numro mobil. Consumatori in cifr Mrcato

11 I contratti Il scondo Dcrto Brsani ha introdotto anch una norma scondo la qual i contratti pr adsion stipulati con opratori di tlfonia dvono prvdr la facoltà dl contrant di rcdr dal contratto snza vincoli tmporali o ritardi non giustificati da signz tcnich snza sps non giustificat da costi dll oprator. In virtù dlla nuova norma, il consumator potrà dunqu disdir il contratto quando lo ritin opportuno convnint purché dia un pravviso di 30 giorni. Qusto provvdimnto è molto important, prché facilitrà la mobilità dlla clintla, consntndo al consumator di approfittar di offrt più convninti rndrà dunqu il mrcato più concorrnzial. Pr avr un smpio si può considrar l offrta di srvizi Intrnt ADSL flat, in cui attualmnt i contratti sono quasi smpr annuali con una clausola ch prvd il rinnovo automatico di anno in anno. Qusto rapprsnta ralmnt un frno a coglir opportunità ch si prsntano sul mrcato. Sulla bas di oltr dumila profili insriti dai consumatori nlla banca dati di Altroconsumo possiamo valutar la distribuzion di contratti in funzion dlla loro vlocità dl loro costo mnsil. Tab. 7 Composizion di contratti in bas alla vlocità di download al costo mnsil Costo mnsil fino a 2mb 4mb 6mb o più total Infrior a 20 uro % 6% 47% Tra 28,95 uro 30 uro % 23% 5% 28% Tra 30 uro 36,95 uro % 11% 7% 25% Total % 39% 12% 100% La Tab. 7 vidnzia in rosso la quota di utnti ch hanno contratti a costi supriori a qulli più convninti disponibili sul mrcato a parità di vlocità. Pr smpio il 7% dgli utnti spnd oltr 30 uro pr srvizi ch potrbbro ricvr con una spsa mnsil infrior ai 20 uro. Nl complsso il 19% dgli utnti considrati ha una tariffa suprior alla miglior disponibil sul mrcato mdiamnt spnd 100 uro all anno in più risptto alla soluzion più convnint. Tal circostanza si vrifica nonostant qusta tipologia di srvizio abbia una tariffa molto facil da comparar poiché si tratta di una quota fissa mnsil. È, quindi, immaginabil ch il problma sia di portata maggior pr qui contratti il cui costo complssivo dipnd da numrosi lmnti connssi a quantità modalità di consumo dl srvizio. È, quindi, vidnt quanto sia important rimuovr tutti gli ostacoli contrattuali ch non consntono al consumator di cambiar oprator non appna dsi- Consumatori in cifr Mrcato 133

12 dri cssar il srvizio o abbia individuato un oprator più conomico pr il proprio profilo di consumo. A qusto scopo, appar fuori di dubbio anch l importanza di politich finalizzat a rndr l offrta trasparnt smplificata sul piano dll tariff con strumnti di comparazion indipndnti di facil consultazion. Carburanti Il sttor di carburanti è stato oggtto sia dl scondo Dcrto Brsani sia dl Disgno di Lgg approvato dal Consiglio di Ministri nl gnnaio In qust ultimo, si prvd l liminazion di vincoli all aprtur di nuovi punti vndita sia lgati a distanz minim sia a form di contingntamnto di carattr numrico. Non si potrà inoltr impdir agli imprnditori, con vincoli amministrativi, di vndr prodotti non oil srvizi ritnuti complmntari. Nl dcrto lgg si impon, invc, ai gstori di strad autostrad di fornir informazioni al consumator sui przzi praticati dai distributori prsnti sulla loro rt. Il dcrto prcisa ch tali informazioni dvono ssr fornit in forma comparata in modo ch il consumator possa trarn immdiato dirtto vantaggio. Il primo provvdimnto è finalizzato a rimuovr gli ostacoli all ingrsso di nuov imprs in un mrcato dominato dall compagni ptrolifr. Lo scarso livllo di concorrnza è stato oggtto di divrs sgnalazioni al Parlamnto da part dll Antitrust, l ultima in gnnaio, con la qual l Autorità richiamava in particolar l attnzion sull criticità dl sttor dlla distribuzion di carburanti ch n impdiscono un voluzion in snso concorrnzial. Smpr a gnnaio, praltro, l Antitrust ha avviato un istruttoria ni confronti dll socità ptrolifr allo scopo di vrificar l sistnza di un intsa sui przzi consigliati. Qusto è un punto ssnzial anch pr il fatto ch l compagni controllano dirttamnt la distribuzion di carburanti. Altroconsumo ha vrificato in un rcnt rilvamnto in tr città su 130 distributori ch solo il 21% di loro pratica un przzo infrior a qullo consigliato, quindi, qusto przzo tnd a configurarsi com un vro proprio przzo minimo. È vidnt ch la combinazion di accordi sui przzi consigliati il loro utilizzo com przzo minimo carattrizzrbbro qusto mrcato com fortmnt sgnato da limitazioni dlla concorrnza. Tab. 8 Przzi di carburanti 134 Città Min Max Mdia Diffrnza Indic Milano 1,169 1,231 1,212 5,3% 100 Napoli 1,228 1,290 1,265 5,0% 104 Roma 1,169 1,231 1,214 5,3% 100 Torino 1,168 1,239 1,218 6,1% 100 Total 1,168 1,239 1,214 6,1% 100 Consumatori in cifr Mrcato

13 I dati di Altroconsumo (19/02/2007) vidnziati nlla Tab. 8 mostrano anch com la diffrnza tra i przzi massimi minimi di carburanti in ciascuna città si aggiri intorno al 5%. S gli lmnti di concorrnzialità proposti dalla nuova normativa dovssro divntar lgg affrmarsi pinamnt con l ingrsso sul mrcato dlla grand distribuzion con un ampia trasparnt diffusion dll informazion in forma comparata, grazi agli strumnti di comunicazion tradizionali (pannlli, radio, tlvido) a qulli più innovativi (sms, Intrnt), i przzi potrbbro quantomno appiattirsi sui valori minimi di mrcato. Si dv prò rgistrar ch, s da una part l misur rlativ all informazion comparata insrit nl dcrto poi confrmat nlla lgg di convrsion non hanno dato ancora luogo ad alcuna ffttiva implmntazion dirttamnt prcpibil dal consumator, dall altra, pr quanto riguarda l aprtura dl mrcato dlla distribuzion di carburanti, l misur insrit nl disgno di lgg, quindi ancora soggtt alla discussion all approvazion dl Parlamnto, hanno già prodotto accs protst da part dll associazioni di bnzinai ritrat giornat di sciopro, oltr alla dichiarata avvrsion di alcun Rgioni. Qust rivndicano l propri comptnz costituzionalmnt garantit in matria, com nl caso dlla Rgion Lombardia, rivndicano anch il fatto ch un modllo storicamnt basato su accordi con gli opratori dl sttor sulla programmazion, ch ha dato a loro avviso risultati apprzzabili in trmini di una rt di distribuzion modrna di qualità, vrrbb scardinato dalla drastica abolizion dll distanz di paramtri numrici, consguntmnt, dall aprtura indiscriminata all ntrata dlla grand distribuzion. Conclusioni Gli intrvnti saminati in alcuni di sttori più importanti, oggtto dlla rvision normativa lgata all libralizzazioni, mostrano il grand impatto ch ssi hanno potnzialmnt sugli intrssi di consumatori tutt l volt ch si acctta di tnr alto il profilo dl cambiamnto, intrvnndo con norm ch abbattono con dcision l barrir strutturali alla concorrnza o liminano pratich commrciali lsiv dlla concorrnza stssa. Occorr, tuttavia, tnr anch nlla dovuta considrazion ch intrvnti di ffttiva libralizzazion su mrcati tradizionalmnt chiusi infficinti, com mostra l sprinza dl sttor taxi di qullo dlla distribuzion di carburanti, comportano invitabilmnt, qual dirtta consgunza, un impatto social non trascurabil difficoltà vidnti nll implmntazion a livllo local, dov l lobby hanno un fficacia di azion prpondrant. Bisognrbb, prtanto, valutar ogni volta con attnzion il fatto ch, ov si voglia libralizzar vramnt nll ottica di ottnr, nll intrss gnral, bnfici a mdio-lungo trmin, qusto rischia di non potr ssr fatto a costo zro nll immdiato. Consumatori in cifr Mrcato 135

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base

La Formazione in Bilancio delle Unità Previsionali di Base La Formazion in Bilancio dll Unità Prvisionali di Bas Con la Lgg 3 april 1997, n. 94 sono stat introdott l Unità Prvisionali di Bas (di sguito anch solo UPB), ch rapprsntano un di aggrgazion di capitoli

Dettagli

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale

Il punto sulla liberalizzazione del mercato postale Il punto sulla libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Il punto di vista di Post Italian sul procsso di libralizzazion l implicazioni concorrnziali; l carattristich dl srvizio univrsal nll ambito

Dettagli

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci

Tariffe delle prestazioni sanitarie nelle diverse regioni italiane. Laura Filippucci Consumatori in cifr Tariff dll prstazioni sanitari nll divrs rgioni italian Laura Filippucci La rcnt proposta dl Govrno di aggiornar il tariffario dll prstazioni sanitari di laboratorio ha sollvato un

Dettagli

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano?

Abolizione del contributo di ricarica nella telefonia mobile: i consumatori ci guadagnano? Argomnti Abolizion dl contributo di ricarica nlla tlfonia mobil: i consumatori ci guadagnano? Maria Rosa Battaggion, Nicoltta Corrochr, Lornzo Zirulia L liminazion dl contributo di ricarica sull cart prpagat

Dettagli

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie.

Regimi di cambio. In questa lezione: Studiamo l economia aperta nel breve e nel medio periodo. Studiamo le crisi valutarie. Rgimi di cambio In qusta lzion: Studiamo l conomia aprta nl brv nl mdio priodo. Studiamo l crisi valutari. Analizziamo brvmnt l Ar Valutari Ottimali. 279 Il mdio priodo Abbiamo visto ch gli fftti di politica

Dettagli

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano

Big Switch: prospettive nel mercato elettrico italiano Big Switch: prospttiv nl mrcato lttrico italiano Ottavio Slavio I mrcati lttrici libralizzati non smpr consntono ai consumatori finali di trarr vantaggio dalla concorrnza tra i produttori. Il caso ingls

Dettagli

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello

Concorrenza e scelte informate nel settore Rc auto 1. Paolo Martinello Concorrnza sclt informat nl sttor Rc auto 1 Paolo Martinllo I canali distributivi vincolati hanno limitato la concorrnza l informazioni a disposizion di consumatori nl mrcato dll polizz Rc auto. L rcnti

Dettagli

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB

le Segreterie degli Organi di Coordinamento delle rr.ss.aa. FABI DIRCREDITO SINFUB In rlazion a quanto prvisto dall art.2120 C.C., dall norm di lgg dagli accordi collttivi vignti, convngono ch, in aggiunta alla casistica sprssamnt prvista, il dipndnt possa chidr la anticipazion dl proprio

Dettagli

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno

TEMPI SOGGETTI AZIONI Gennaio- Docenti dei due ordini di scuola e Pianificazione del progetto ponte per gli Anno PROGETTO PONTE TRA ORDINI DI SCUOLA Pr favorir la continuità ducativo didattica nl momnto dl passaggio da un ordin di scuola ad un altro, si labora un pont, sul modllo di qullo sottolncato. TEMPI SOGGETTI

Dettagli

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici

Il mercato elettrico dopo la liberalizzazione per i clienti domestici Il mrcato lttrico dopo la libralizzazion pr i clinti domstici Paolo Cazzaniga Introduzion: struttura dl mrcato lttrico dlla tariffa Dal 1 luglio 2007 la libralizzazion dl mrcato lttrico è compltata: anch

Dettagli

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini

Liberalizzazione del commercio: forse ci siamo? Luca Pellegrini Libralizzazion dl commrcio: fors ci siamo? Luca Pllgrini Pr la gran part dlla attività commrciali la libralizzazion è finalmnt arrivata. Ma rsta ancora qualch ara di protzion ingiustificata in alcuni comparti

Dettagli

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...)

COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE. Progetto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE. del (...) COMMISSIONE DELLE COMUNITÀ EUROPEE Bruxlls, xxx COM (2001) yyy final Progtto di RACCOMANDAZIONE DELLA COMMISSIONE dl (...) modificando la raccomandazion 96/280/CE rlativa alla dfinizion dll piccol mdi

Dettagli

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna

La popolazione in età da 0 a 2 anni residente nel comune di Bologna Sttor Programmazion, Controlli La popolazion in tà da 0 a 2 anni rsidnt nl comun di Bologna Maggio 2007 La prsnt nota è stata ralizzata da un gruppo di dirignti funzionari dl Sttor Programmazion, Controlli

Dettagli

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering

EUCENTRE. European Centre for Training and Research in Earthquake Engineering Europan Cntr for Rsarch in Earthquak Enginring Parr sulla vntual obbligatorità di un intrvnto di adguamnto sismico nll ambito dll intrvnto di ristrutturazion, adguamnto ampliamnto dlla Casa Albrgo pr Anziani

Dettagli

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI

ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI ITALMOBILIARE SOCIETA PER AZIONI COMUNICATO STAMPA Informazioni rlativ ai piani di stock option di ITALMOBILIARE S.p.A. ITALCEMENTI S.p.A. già sottoposti alla dcision di rispttivi organi comptnti antcdntmnt

Dettagli

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO

13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO 132 13 - LA PROGRAMMAZIONE DELL'ALLENAMENTO La prparazion complta dl calciator si ralizza sottoponndo il suo organismo, la sua prsonalità la sua potnzialità motoria, ad una gran quantità di stimoli ch

Dettagli

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta

Procedura Operativa Standard. Internal Dealing. Rev. 0 In vigore dal 28 marzo 2012 COMITATO DI CONTROLLO INTERNO. Luogo Data Per ricevuta REDATTO: APPROVATO: APPROVATO: INTERNAL AUDITOR COMITATO DI CONTROLLO INTERNO C.D.A. Luogo Data Pr ricvuta INDICE 1.0 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE 2.0 RIFERIMENTI NORMATIVI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 RUOLI

Dettagli

Liberalizzazioni, consumatori e produttori

Liberalizzazioni, consumatori e produttori Argomnti Libralizzazioni, consumatori produttori Francsco Silva Pr una più fficint qualificata offrta di srvizi è ncssario libralizzar, ma l libralizzazioni sono fficaci solo s sono molto mirat non dmagogich.

Dettagli

Ulteriori esercizi svolti

Ulteriori esercizi svolti Ultriori srcizi svolti Effttuar uno studio qualitativo dll sgunti funzioni ) 4 f ( ) ) ( + ) f ( ) + 3) f ( ) con particolar rifrimnto ai sgunti asptti: a) trova il dominio di f b) indica quali sono gli

Dettagli

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina

Pubblicità ingannevole: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Pubblicità ingannvol: Autorità Antitrust vs Giurì di Autodisciplina Marco Di Toro Individuati tr sttori, la biglittria ara low cost, i viaggi il turismo, infin, il crdito al consumo, si è procduto alla

Dettagli

Il credito al consumo

Il credito al consumo Il crdito al consumo Anna Vizzari Scnario di rifrimnto I lttori di ricordranno ch abbiamo ddicato il focus dl numro 2/2006 proprio al crdito al consumo. Oggi, a distanza di circa du anni, aggiorniamo i

Dettagli

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio

emercato Telefonia e controversie: regolamento Agcom Argomenti Chiara Faracchio Argomnti Tlfonia controvrsi: rgolamnto Agcom Chiara Faracchio Controvrsi in matria di comunicazioni lttronich: l Autorità pr l garanzi nll comunicazioni ha introdotto nuovi critri di calcolo pr la dtrminazion

Dettagli

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n.

MATER NITÀ. La legge recentemente approvata non si limita ad emanare. eciale. congedi parentali. Legge sui congedi parentali. Legge 8 marzo2000 n. Lcco Sp ciale congdi parntali Lgg 8 marzo2000 n. 53 Lgg sui congdi parntali La lgg rcntmnt approvata non si limita ad manar disposizioni spcifich pr il sostgno dlla matrnità dlla patrnità, pr il diritto

Dettagli

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon

Il paradosso dei carburanti in Italia. Marco Bulfon Consumatori in cifr Il paradosso di carburanti in Italia Marco Bulfon I carburanti hanno un norm incidnza sull inflazion gnral. È pr qusta ragion ch la dinamica di loro przzi è così important. Nl momnto

Dettagli

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello

Assicurazioni: liberalizzazione mancata. Paolo Martinello Assicurazioni: libralizzazion mancata Paolo Martinllo Gli intrvnti nl sttor assicurativo auto costituiscono probabilmnt il capitolo mno convincnt dll misur di libralizzazion dl Govrno Monti. Il mrcato

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 17 Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 17 Lasing Lasing Finalità SOMMARIO Paragrafi 1 Ambito di applicazion 2-3 Dfinizioni 4-6 Classificazion dll oprazioni

Dettagli

I limiti della pubblicità televisiva

I limiti della pubblicità televisiva Consumatori in cifr I limiti dlla pubblicità tlvisiva Lucia Canzi Michl Cavuoti Prmssa 134 In Italia la rgolamntazion dlla pubblicità in tlvision è costituita da una sri di lggi, dcrti, rgolamnti codici

Dettagli

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione

ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Centro Regionale di Programmazione ASSESSORATO DELLA PROGRAMMAZIONE, BILANCIO, CREDITO E ASSETTO DEL TERRITORIO Cntro Rgional di Programmazion I n t r POR Sardgna FESR 2007/2013 - ASSE VI COMPETITIVITÀ Lina di attività 6.1.1.A Promozion

Dettagli

Documento tratto da La banca dati del Commercialista

Documento tratto da La banca dati del Commercialista Documnto tratto da La banca dati dl Commrcialista Intrnational Accounting Standards Board Intrnational Accounting Standards, n. 17 SCOPO E CONTENUTO DEL DOCUMENTO Lasing Il prsnt Principio sostituisc lo

Dettagli

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I

AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I AGE.AGEDREMR.REGISTRO UFFICIALE.0056784.20-12-2013-I Comun di Forlì COMUNE DI RAVENNA Convnzion pr la promozion dlla lgalità fiscal abitativa dgli studnti dll Univrsità di Bologna Poli Romagna pr il rilascio

Dettagli

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città

COMUNE DI BOLOGNA Dipartimento Economia e Promozione della Città COMUNE DI BOLOGNA Dipartimnto Economia Promozion dlla Città Allgato C all Avviso pubblico pr la prsntazion di progtti di sviluppo alla Agnda Digital di Bologna Modllo di dichiarazion sul posssso di rquisiti

Dettagli

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie

Fornitura di energia elettrica e clausole vessatorie Argomnti Fornitura di nrgia lttrica clausol vssatori Eliana Romano 1 La rcnt libralizzazion dl mrcato dll nrgia lttrica pr gli utnti domstici dl luglio 2007 impon all socità fornitrici dl srvizio particolar

Dettagli

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni

La politica degli incentivi al consumo: dimensioni, caratteristiche, valutazione, problemi 1. Augusto Ninni La politica dgli incntivi al consumo: dimnsioni, carattristich, valutazion, problmi 1 Augusto Ninni Nll articolo si discut la politica dgli incntivi al consumo, insriti nl Dcrto lgg n. 40 dl 25 marzo 2010.

Dettagli

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo

La liberalizzazione del mercato postale. Andrea Grillo La libralizzazion dl mrcato postal Andra Grillo Dal 1 o gnnaio 2011 è in vigor la dirttiva uropa pr la libralizzazion di srvizi postali. Già dal 1997 il lgislator uropo ha cominciato a dlinar un gradual

Dettagli

Le problematiche della consulenza finanziaria

Le problematiche della consulenza finanziaria L problmatich dlla consulnza finanziaria Anna Vizzari MIFID: una dirttiva a tutla di piccoli risparmiatori? MIFID è l acronimo di Markt in Financial Instrumnts Dirctiv. Individua una dirttiva dll Union

Dettagli

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi

Politica energetica e costi in bolletta. Giorgio Ragazzi Politica nrgtica costi in bolltta Giorgio Ragazzi Il przzo dll nrgia lttrica in Italia è uno di più alti d Europa. Tra i vari motivi, in qusto articolo ci si soffrma in particolar sugli Onri gnrali di

Dettagli

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida.

SCHEMA PER LA STESURA DEL PIANO DI MIGLIORAMENTO INTRODUZIONE. Per la predisposizione del piano, è necessario fare riferimento alle Linee Guida. INTRODUZIONE Pr la prdisposizion dl piano, è ncssario far rifrimnto all Lin Guida. Lo schma proposto di sguito è stato sviluppato nll ambito dl progtto Miglioramnto dll prformanc dll istituzioni scolastich

Dettagli

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione

04/11/2014. Coordinatore per la progettazione. Coordinatore per l esecuzione Committnt /o Rsponsabil di lavori Imprsa affidataria, Imprs scutrici Lavoratori autonomi 1 Committnt CHI E : soggtto pr conto dl qual l intra opra vin ralizzata, indipndntmnt da vntuali frazionamnti dlla

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Prefettura di Roma. Università di Roma La Sapienza. Università degli Studi di Roma Tor Vergata PROTOCOLLO D INTESA tra Prfttura di Roma Univrsità di Roma La Sapinza Univrsità dgli Studi di Roma Tor Vrgata Univrsità dgli Studi Roma Tr 1 PREMESSO ch con dcrto dl Prsidnt dl Consiglio di Ministri dl

Dettagli

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane

Accordo quadro-operativo. tra. ICE - Agenzia per la promozione all estero e l internazionalizzazione delle imprese italiane Accordo quadro-oprativo ICE - Agnzia pr la promozion all stro l intrnazionalizzazion dll imprs italian RtImprsa, Agnzia Confdral pr l Rti di Imprsa L ICE - Agnzia pr la promozion all stro intrnazionalizzazion

Dettagli

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali

Le Reti di Impresa: aspetti operativi e commerciali L Rti Imprsa: asptti oprativi commrciali Stfano COCCHIERI Had of Soft Loans Contributions & Subsis Prugia, 21 Novmbr 2012 IL CONTRATTO DI RETE ll Contratto rapprsnta una forma aggrgativa ibrida aggiuntiva

Dettagli

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione

Lezione 16 (BAG cap. 15) Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia. Schema Lezione Lzion 6 (BAG cap. 5) Mrcati finanziari aspttativ Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia Schma Lzion Ruolo dll aspttativ nl dtrminar ii przzi di azioni obbligazioni Sclta fra tanti

Dettagli

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE

ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE ALLEGATO N.3 STRATEGIE PER IL RECUPERO-POTENZIAMENTO E VALORIZZAZIONE ECCELLENZE a. STRATEGIE PER IL RECUPERO DESTINATARI Il Rcupro sarà rivolto agli alunni ch prsntano ancora difficoltà nll adozion di

Dettagli

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO

INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE. Estensore TENNENINI MASSIMO. Responsabile del procedimento TENNENINI MASSIMO REGIONE LAZIO Dirzion Rgional: Ara: SVILUPPO ECONOMICO E ATTIVITA PRODUTTIVE INTERNAZIONALIZZ. E MARKETING TERRITORIALE DETERMINAZIONE N. G09834 dl 08/07/2014 Proposta n. 11437 dl 01/07/2014 Oggtto: Attuazion

Dettagli

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità

SERVIZIO LUCE 3 - Criteri di sostenibilità SERVIZIO LUCE 3 - Critri sostnibilità 1. Oggtto dll iniziativa La Convnzion ha com oggtto l attività acquisto dll nrgia lttrica, srcizio manutnzion dgli impianti illuminazion pubblica, nonché gli intrvnti

Dettagli

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica

Casi clinici Una Esperienza di Trattamento ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Una Esprinza di Trattamnto ACUDETOX Antifumo in Fabbrica Rmo ANGELINO Dirttor SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO, Antonio POTOSNJAK I.P. SC Dipndnz Patologich - ASL 10 Pinrolo TO Prmssa La rlazion

Dettagli

Detrazione fiscale e risparmio energetico

Detrazione fiscale e risparmio energetico Consumatori in cifr Dtrazion fiscal risparmio nrgtico Giampaolo Valntini I risultati L dtrazioni fiscali dl 55%, 1 in vigor dal gnnaio 2007, hanno costituito il più gnroso sistma di incntivi mai msso in

Dettagli

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1

Impegni Telecom: una questione scottante sul tavolo di AGCOM 1 Argomnti Impgni Tlcom: una qustion scottant sul tavolo di AGCOM 1 Stfano Quintarlli Gli impgni procomptitivi prsntati da Tlcom Italia all AGCOM sono, snza alcun dubbio, da rspingr o prché già dovuti in

Dettagli

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese

Banda larga: su tecnologia e innovazione si gioca il futuro del Paese Banda larga: su tcnologia innovazion si gioca il futuro dl Pas Antonllo Bustto Quando facciamo rifrimnto alla cosiddtta crisi conomica è bn inquadrar chiaramnt il fnomno. S guardiamo la Fig. 1 possiamo

Dettagli

dossier a cura di Alessandro Massari

dossier a cura di Alessandro Massari I REFERENDUM REGIONALI ABROGATIVI, CONSULTIVI, PROPOSITIVI dossir a cura di Alssandro Massari PREMESSA... 2 1. RIMBORSI SPESE... 2 2. REFERENDUM PREVISTI NELLE DISPOSIZIONI STATUTARIE DELLE REGIONI A STATUTO

Dettagli

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione

Scopi e principali caratteristiche del mercato Valutazione delle azioni Regolamentazione MERCATO AZIONARIO A.A. 2015/2016 Prof. Albrto Drassi adrassi@units.it DEAMS Univrsità di Trist ARGOMENTI Scopi principali carattristich dl mrcato Valutazion dll azioni Rgolamntazion 2 1 Rapprsntano l intrss

Dettagli

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT

APPROFONDIMENTO MANAGEMENT APPROFONDIMENTO MANAGEMENT Iniziativa Comunitaria Equal II Fas IT G2 CAM - 017 Futuro Rmoto Approfondimnto LIQUIDAZIONI E VERSAMENTI IVA ORGANISMO BILATERALE PER LA FORMAZIONE IN CAMPANIA LIQUIDAZIONE

Dettagli

Aspettative, produzione e politica economica

Aspettative, produzione e politica economica Lzion 18 (BAG cap. 17) Aspttativ, produzion politica conomica Corso di Macroconomia Prof. Guido Ascari, Univrsità di Pavia 2 1 L aspttativ la curva IS Dividiamo il tmpo in du priodi: 1. un priodo corrnt

Dettagli

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa

Le evoluzioni del Corporate Banking interbancario in Italia e in Europa Convgno ABI Tavola rotonda L voluzioni dl Corporat Banking intrbancario in Italia in Europa 11 cmbr 2009 Luigi Prissich DG Confindustria Srvizi innovativi Tcnologici Il Progtto Italia Digital Costruir

Dettagli

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio

Sanità e federalismo fiscale. Maria Flavia Ambrosanio Sanità fdralismo fiscal Maria Flavia Ambrosanio Qusto contributo illustra l voluzion dlla spsa sanitaria a livllo rgional i principali fattori ch l hanno dtrminata, l diffrnz, talvolta anch profond, ch

Dettagli

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero

Mercato globale delle materie prime: il caso Ferrero Mrcato global dll matri prim: il caso Frrro Mauro Fontana In un priodo di fort crisi, com qullo ch attualmnt stiamo vivndo, il vincolo dl potr di acquisto di consumatori assum un importanza fondamntal

Dettagli

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO

Prot. n. AOODGEFID/7724 Roma, 12/05/2016. Al Dirigente Scolastico I.C. 1^ CASSINO VIA BELLINI, 1 03043 CASSINO FROSINONE LAZIO Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr la Programmazion la gstion dll risors uman, finanziari strumntali Dirzion Gnral pr intrvnti in matria di dilizia scolastica, pr la gstion

Dettagli

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014

Deliberazione n. 246 del 10 aprile 2014 Dlibrazion n. 246 dl 10 april Dirttor Gnral Dr. Robrto Bollina Coadiuvato da: Giancarlo Bortolotti Dirttor Amministrativo Carlo Albrto Trsalvi Dirttor Sanitario Giuspp Giorgio Inì Dirttor Social Il prsnt

Dettagli

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia

COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brescia COMUNE DI TORBOLE CASAGLIA Provincia di Brscia AREA DEMOGRAFICA, COMMERCIO, SPORTIVA E INFORMATICA DETERMINAZIONE N. 350 R.G. DEL 16-12-11 N. 41 Rg. Int. UFFICI COMUNALI, BIBLIOTECA COMUNALE, SCUOLA STATALE

Dettagli

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116

COMUNE DI CASLANO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 CANTON z j J COMUNE DI CASLANO CONFEDERAZIONE SVIZZERA - TICINO MESSAGGIO MUNICIPALE N. 1116 Modifica parzial dii art. 56 di Rgolamnto organico i dipndnti comunali (ROD) con l insrimnto di nuov funzioni

Dettagli

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo

Il Codice di deontologia in tema di crediti al consumo Il Codic di dontologia in tma di crditi al consumo Fabio Picciolini La rfrnza crditizia riguarda tutti i cittadini l imprs poiché, a front di ogni richista di aprtura di un rapporto crditizio, gli opratori

Dettagli

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO Rprtorio n. 712/2014 Prot. n. 39292/X/4 dl 19.12.2014 Oggtto: dtrminazioni in ordin al subntro dll Univrsità di Brgamo, mdiant la cssion dl contratto disciplinata dal cod.civ. artt. 1406 sgg., ni contratti

Dettagli

Le problematiche processuali dell azione collettiva. Giulio Cataldi

Le problematiche processuali dell azione collettiva. Giulio Cataldi L problmatich procssuali dll azion collttiva Giulio Cataldi Un lungo dibattito parlamntar ch ha attravrsato du lgislatur, intrssando a più riprs anch la dottrina, è stato alla fin bruscamnt intrrotto dalla

Dettagli

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015

Circolare n. 1 Prot. n. 758 Roma 29/01/2015 Ministro dll Istruzion, dll Univrsità dlla Ricrca Dipartimnto pr il sistma ducativo di istruzion formazion Dirzion Gnral pr gli ordinamnti scolastici la valutazion dl sistma nazional di istruzion Circolar

Dettagli

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale.

Teoria dell integrazione secondo Riemann per funzioni. reali di una variabile reale. Capitolo 2 Toria dll intgrazion scondo Rimann pr funzioni rali di una variabil ral Esistono vari tori dll intgrazion; tutt hanno com comun antnato il mtodo di saustion utilizzato dai Grci pr calcolar l

Dettagli

Class action e danno antitrust: il caso traghetti

Class action e danno antitrust: il caso traghetti Argomnti Class action danno antitrust: il caso traghtti Giorgio Affrni L azion di class promossa da Altroconsumo contro l compagni di traghtti pr il sosptto cartllo sull rott pr la Sardgna offr l occasion

Dettagli

730, Unico 2014 e Studi di settore

730, Unico 2014 e Studi di settore 730, Unico 2014 Stu sttor Pillol aggiornamnto N. 39 27.06.2014 Il prosptto Dati bilancio in Unico2014 ENC. La riconciliazion dati dllo Stato Patrimonial nl prosptto Dati bilancio. Catgoria: Dichiarazion

Dettagli

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW

IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW IL RUOLO DELLA SPENDING REVIEW PREMESSA 1. La spnding rviw, ch trova appoggio su numros sprinz intrnazionali, è una procdura di govrno lgata all dcisioni, alla gstion al controllo dlla spsa pubblica ch

Dettagli

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008

Il prezzo del petrolio e dei carburanti tra maggio e settembre 2008 Consumatori in cifr Il przzo dl ptrolio di carburanti tra maggio sttmbr 2008 Marco Bulfon Introduzion 142 Nl corso dll ultimo anno i przzi intrnazionali di molt matri prim hanno subìto un comportamnto

Dettagli

La legge italiana per la tutela dei non fumatori dal fumo passivo

La legge italiana per la tutela dei non fumatori dal fumo passivo La lgg italiana pr la tutla di non fumatori dal fumo passivo Prof. Girolamo Sirchia La limitazion al diritto di fumar è stata una dll poch battagli vint dal lgislator pr condizionar comportamnti privati

Dettagli

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto

Impresa sociale vs altre forme non profit: costi gestionali e amministrativi a confronto Gstion Imprsa social vs altr form non profit: costi gstionali amministrativi a confronto di Maurizio Stti Lo studio di un caso Tra imprsa social form giuridich concorrnti (ONLUS, associazioni di promozion

Dettagli

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane

La lunga crisi dei consumi delle famiglie italiane La lunga crisi di consumi dll famigli italian Fdl D Novllis La fas di bassa crscita di consumi in Italia ch si è prodotta dall inizio dl dcnnio dipnd dalla mancata crscita dl rddito dll famigli. Qusta

Dettagli

Politiche fiscali per la famiglia

Politiche fiscali per la famiglia Politich fiscali pr la famiglia Tatiana Onta Lo Stato social fonda l su radici nlla Costituzion: infatti, compito dllo Stato è il sostgno alla famiglia alla matrnità, 1 utilizzando l ntrat gnrat da un

Dettagli

In breve. Segnalazioni. Dall Italia. a cura di Luisa Crisigiovanni

In breve. Segnalazioni. Dall Italia. a cura di Luisa Crisigiovanni Sgnalazioni In brv a cura di Luisa Crisigiovanni Dall Italia Convrsion in lgg, con modificazioni, dl Dcrto Lgg 25 giugno 2008, n. 112, rcant disposizioni urgnti pr lo sviluppo conomico, la smplificazion,

Dettagli

Brevetti e concorrenza nel settore farmaceutico

Brevetti e concorrenza nel settore farmaceutico Brvtti concorrnza nl sttor farmacutico Ilaria Passarani I consumatori hanno il diritto ad avr farmaci sicuri, innovativi przzi accssibili. I risultati di una rcnt inchista dlla Commission uropa dimostrano

Dettagli

Multiproprietà: recepite le nuove regole

Multiproprietà: recepite le nuove regole Argomnti Multiproprità: rcpit l nuov rgol Valntina Apruzzi L introduzion di principi comunitari nl nostro ordinamnto mdiant il D.Lgs. n. 79/2011 mira a colmar l lacun dlla prcdnt normativa in matria di

Dettagli

Agcm: autorità garante dei consumatori e del mercato?

Agcm: autorità garante dei consumatori e del mercato? Agcm: autorità garant di consumatori dl mrcato? Francsco Silva Srgio Di Nola La lina d intrvnto dll Autorità Garant dlla Concorrnza dl è mutata ngli ultimi cinqu anni. L sanzioni pr abusi cartlli hanno

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo

Per tutte le condizioni economiche e contrattuali dei prodotti si rimanda al relativo Foglio Informativo Foglio Comparativo sull tipologi mutuo ipotcario/fonario pr l acquisto dll abitazion principal (sposizioni trasparnza ai snsi dll art. 2 comma 5 D.L. 29.11.2008 n. 185) Pr tutt l conzioni conomich contrattuali

Dettagli

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E

M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Ministro dlla Giustizia Dipartimnto Giustizia Minoril Cntro pr la Giustizia Minoril pr la Lombardia M G I U S T I Z I A N O R I L O M B A R D I A E Rapporto sulla Giustizia Minoril in Lombardia anno 2009

Dettagli

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico

Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nel mercato elettrico britannico Argomnti Big Switch: un nuovo gruppo d acquisto nl mrcato lttrico britannico Pt Moory Il Big Switch ralizzato da Which? - organizzazion di consumatori ingls - è la dimostrazion ch un gruppo d acquisto

Dettagli

Apprendistato alla tedesca: una semplificazione che complica

Apprendistato alla tedesca: una semplificazione che complica Apprndistato alla tdsca: una smplificazion ch complica di Umbrto Buratti, Lidia Ptruzzo, Michl Tiraboschi Giulia Tolv L apprndistato di tipo scolastico, qullo ch più si avvicina alla sprinza tdsca, è stato

Dettagli

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza

Sicurezza informativa: verso l integrazione dei sistemi di gestione per la sicurezza Sicurzza informativa: vrso l intgrazion di sistmi di gstion pr la sicurzza Convgno ABI Banch Sicurzza 2006 Roma, 7 Giugno 2006 Raoul Savastano, Rsponsabil Srvizi Sicurzza KPMG Irm Advisory Agnda Il problma

Dettagli

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti?

Le famiglie italiane: meno risparmio e più debiti? L famigli italian: mno risparmio più dbiti? Giorgio Gobbi Silvia Magri 1 Tra il 2000 il 2007 il crdito concsso da banch socità finanziari alla famigli italian è quasi raddoppiato, in prsnza dlla modsta

Dettagli

ISTRUZIONE OPERATIVA

ISTRUZIONE OPERATIVA Documnto: OPQTA20120001 ISTRUZIONE OPERATIVA Data: 19/03/2012 Prparato: Ufficio CPI Guida di rifrimnto rapido compilazion FORMAT COMAP pr PMI La prsnt guida dscriv l modalità di dtrminazion di costi orari

Dettagli

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO

PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO EUROSCUOLA ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI BIANCHI SCUOLE PARITARIE PROGRAMMA DI RIPASSO ESTIVO CLASSI MATERIA PROF. QUARTA TURISMO Matmatica Andra Brnsco Làvor ANNO SCOLASTICO

Dettagli

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012

Comitato Tecnico Scientifico. Attività 2012 e feedback sul 2011. Roma, 15 febbraio 2012 Comitato Tcnico Scintifico Attività 2012 fdback sul 2011 Roma, 15 fbbraio 2012 Fdback 2011 ITS national rports ITS Commit mting 15.12.2011 Stakholdrs platform ITSAdvisoryGroup Lgg comunitaria i 2011 2

Dettagli

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi

emercato Pendolari in ferrovia e danni esistenziali Argomenti La prima sentenza piacentina Umberto Fantigrossi Pndolari in frrovia danni sistnziali Umbrto Fantigrossi Il pndolar è un utnt particolar di srvizi frroviari subisc più dl viaggiator occasional l consgunz ngativ di dissrvizi cronici. Paradossalmnt, prò,

Dettagli

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori

Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO per consumatori Foglio Informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO pr consumatori * Offrta valida pr sottoscrizioni prvnut in Sd ntro il 31/12/2015

Dettagli

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente

Responsabilità del posteggiatore e diritti dell utente Rsponsabilità dl postggiator diritti dll utnt Danil Monsi Qusto articolo tratta dlla qualificazion giuridica dl contratto atipico di postggio dlla sua assimilabilità al contratto di dposito. La rsponsabilità

Dettagli

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino

Utenti e regionalizzazione dei trasporti. Marco Ponti e Antonio Laurino Utnti rgionalizzazion di trasporti Marco Ponti Antonio Laurino S si ccttua, in part, il sttor autostradal, la rgionalizzazion di trasporti pubblici locali è stata quasi insistnt, prché a tutti gli stakholdr,

Dettagli

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8

1 Il concetto di funzione 1. 2 Funzione composta 4. 3 Funzione inversa 6. 4 Restrizione e prolungamento di una funzione 8 UNIVR Facoltà di Economia Sd di Vicnza Corso di Matmatica 1 Funzioni Indic 1 Il conctto di funzion 1 Funzion composta 4 3 Funzion invrsa 6 4 Rstrizion prolungamnto di una funzion 8 5 Soluzioni dgli srcizi

Dettagli

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo

Oltre la Sepa: il futuro dei pagamenti al dettaglio 1. Daniela Russo Oltr la Spa: il futuro di pagamnti al dttaglio 1 Danila Russo Il progtto Spa (Singl uro paymnts ara) prsgu l obittivo di crar strumnti di pagamnto comuni, altrnativi al contant, nll ara dll uro, dstinati

Dettagli

Il costo di cittadinanza

Il costo di cittadinanza Il costo di cittadinanza Brnardo Pizztti La rinnovata attnzion di opinion pubblica Parlamnto al sttor di srvizi pubblici locali non può ssr limitata ai soli asptti di organizzazion di srvizi, ma dv ssr

Dettagli

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT

SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT 1 Prima Stsura Data: 14-08-2014 Rdattori: Gasbarri, Rizzo SIMT-POS 042 GESTIONE INDICATORI E MIGLIORAMENTO CONTINUO SIMT Indic 1 SCOPO... 2 2 CAMPO D APPLICAZIONE... 2 3 DOCUMENTI DI RIFERIMENTO... 2 4

Dettagli

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia

ORGANO GOLD PIANO COMPENSI. E Facile, E semplice. E caffè. Italia ORGANO GOLD PIANO COMPENSI E Facil, E smplic. E caffè. Italia INDICE Indic INTRODUZIONE...2 PIANO COMPENSI...3 DEFINIZIONI ED ACRONIMI.4 COME DIVENTARE UN INCARICATO ALLE VENDITE OG...5 I SETTE MODI PER

Dettagli

Dalla Tv analogica al digitale terrestre

Dalla Tv analogica al digitale terrestre Dalla Tv analogica al digital trrstr Marco Bulfon Il sistma di trasmission dl sgnal tlvisivo italiano sta volvndo da una tcnologia analogica a una digital. È un procsso ch coinvolgrà il nostro pas pr oltr

Dettagli

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE di SOLAROLO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE di SOLAROLO Vrbal Numro 8 OGGETTO: DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE CONVENZIONE FRA IL COMUNE DI SOLAROLO E L'ASSOCIAZIONE VOLONTARI SOLAROLO "MONS.G.BABINI". Priodo 1.1.2010-31.12.2014. MODIFICA

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.

Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75. Mod. B 101 / Foglio D/2 (Ed. n 1 dl 06/09/2013) Foglio informativo PRESTITO PERSONALE PER RISTRUTTURAZIONE MEDIOLANUM RIPARTI ITALIA PER CONSUMATORE DI IMPORTO SUPERIORE A 75.000 EURO * Offrta valida pr

Dettagli