ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO"

Transcript

1 ELEMENTI DI DIRITTO TRIBUTARIO 001 Entro quale data si effettuano i versamenti delle ritenute IRPEF? A 15 di ogni mese F B 16 di ogni mese V C 20 di ogni mese F D La fine di ogni mese F 002 Su chi grava l'iva? A Sul produttore F B Sul consumatore finale V C Sull'intermediario F D Sul rivenditore F 003 Quanti caratteri ha la partita IVA in Italia? A 8 F B 10 F C 11 V D 12 F 004 Il presupposto delle imposte dirette è: A l atto di vendita F B l atto di acquisto F C il possesso degli autoveicoli F D il possesso di redditi V 005 L IVA è: A a pagamento frazionato V B a rimborso sulla dichiarazione dei redditi F C a pagamento unico F D non esiste alcun pagamento F 006 Ai fini IVA per tutte le operazioni imponibili: A bisogna spedire una lettera raccomandata all ufficio IVA territorialmente competente F B vi è l obbligo di emettere fattura V C vi è l obbligo di emettere bolla di accompagnamento F D non esiste l obbligo di emettere fattura F 007 In relazione alle modalità di fatturazione e liquidazioni dell'iva gli autotrasportatori di cose per conto di terzi: A hanno degli aggravi fiscali in considerazione della specifica attività che svolgono F B hanno delle agevolazioni fiscali sono se svolgono la propria attività con un solo autoveicolo F C hanno particolari agevolazioni V D non sono soggetti d imposta ai fini IVA F 008 Le imprese di autotrasporto per conto di terzi iscritte all'albo degli autotrasportatori: A devono emettere un'unica fattura riepilogativa delle singole prestazioni di trasporto effettuate in F ciascun trimestre solare nei confronti di un committente B non possono emettere un'unica fattura riepilogativa delle singole prestazioni di trasporto F effettuate in ciascun trimestre solare nei confronti di un committente C possono emettere un'unica fattura riepilogativa delle singole prestazioni di trasporto effettuate in V ciascun trimestre solare nei confronti dello stesso committente D non sono soggetti d imposta ai fini IVA F 009 L'imposta di registro: A può essere stabilita in misura proporzionale al valore dell atto, ovvero in misura fissa V B può essere solo fissa F C può essere solo proporzionale al valore dell atto F D è un imposta a scaglioni di reddito F 010 Quali di questi imposte sono indirette? A IRAP F B IRPEF F C Imposta di successione V D IRES F

2 011 Le imposte dirette: A colpiscono i redditi prodotti V B colpiscono i consumi F C colpiscono i trasferimenti F D colpiscono gli affari F 012 Le imposte indirette: A colpiscono i redditi prodotti F B colpiscono i trasferimenti V C non colpiscono i consumi F D non colpiscono gli affari F 013 L'IRAP viene applicata: A sul reddito F B sul valore della produzione V C sul consumo F D sui trasferimenti F 014 Specificare l'aliquota dell'irap: A 4,52% F B 4,25% V C 4% F D 3,25% F 015 Il campo di applicazione dell'iva non comprende: A la cessioni di beni F B le importazioni F C le esportazioni V D le prestazioni di servizi F 016 Il momento di assoggettamento all'iva per le cessioni di beni mobili è: A la data della consegna V B il pagamento del corrispettivo F C il consenso F D la data del contratto F 017 Le cessioni all'esportazione sono operazioni: A non imponibili V B imponibili F C esenti F D escluse F 018 Le importazioni sono operazioni: A imponibili V B non imponibili F C esenti F D escluse F 019 Le operazioni di credito e finanziamento sono operazioni: A imponibili F B non imponibili F C esenti V D escluse F 020 In generale le imprese aventi per oggetto prestazioni di servizi con un volume di affari annuo non superiore a ,14 euro possono effettuare le liquidazioni l'iva: A mensili F B trimestrali V C annuali F D quadrimestrali F 021 In generale le imprese aventi per oggetto attività diverse dalle prestazioni di servizi con un volume di affari annuo non superiore a ,90 euro possono optare per le liquidazioni IVA: A mensili F B annuali F C trimestrali V D quadrimestrali F

3 022 Per i versamenti IVA mensili entro quale data deve essere effettuato il versamento? A Entro il giorno 16 di ciascun mese successivo a quello di riferimento V B Entro il giorno 20 di ciascun mese successivo a quello di riferimento F C Entro il giorno 16 del secondo mese successivo a ciascun trimestre F D Entro il 16 marzo di ogni anno F 023 Entro quale termine gli autotrasportatori conto terzi iscritti all'albo possono annotare nel registro IVA le fatture emesse per le prestazioni di servizio? A Entro il mese successivo a quello di emissione F B Entro 15 giorni successivi a quello di emissione F C Entro il trimestre solare successivo a quello di emissione V D Entro il mese successivo a quello di emissione F 024 Quali fatture sono soggette a bollo? A Quelle non imponibili di importo superiore a 77,47 euro V B Quelle escluse F C Quelle non imponibili F D Quelle imponibili F 025 L'imposta di registro colpisce: A gli affari V B il reddito F C il valore aggiunto F D il valore sulla produzione F 026 Come viene calcolata la tassa automobilistica dei trattori stradali? A In base alla portata F B In base alla massa rimorchiabile V C In base ai kw F D In base ai cv F 027 Come viene calcolata la tassa automobilistica degli autocarri superiore alle 12 tonnellate? A In base alla portata F B In base alla massa complessiva V C In base ai kw F D In base ai cv F 028 Che percentuale d'interesse si deve applicare per i versamenti trimestrali IVA delle imprese non iscritte all'albo degli Autotrasportatori? A Nessuna F B 1% V C Interesse legale F D 2% F 029 Dove è dovuta l'iva negli scambi di beni tra soggetti d'imposta che si realizzano con trasporto o spedizione da uno stato membro ad altro stato membro? A Nello stato di partenza F B Nello stato di destinazione V C Indifferentemente nello stato di partenza o di destinazione F D Nello stato di colui che ha concluso il contratto F 030 Che percentuale d'interesse si deve applicare per i versamenti trimestrali IVA delle imprese iscritte all'albo degli Autotrasportatori? A Nessuna V B 1,5% F C Interesse legale F D 2% F 031 Il soggetto passivo di imposta: A è ogni organo dell Amministrazione finanziaria dello Stato F B è colui il quale paga l imposta V C è ogni organo appositamente delegato ad imporre imposte F D è ogni organo a cui sono affidate funzioni di riscossione dell imposta F

4 032 L'IVA colpisce: A le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuati nel tempo libero F B solo le cessioni di beni e le prestazioni di attività artistiche F C le cessioni di beni e le prestazioni di servizi effettuati nell'esercizio dell'impresa, di arti o V professioni e le importazioni in generale D solo le importazioni in generale F 033 Quale di queste caratteristiche è attribuibile all imposta sul valore aggiunto? A Incide sul prestatore di servizi F B Colpisce il cedente di un bene F C È neutrale rispetto ai singoli contribuenti IVA, in quanto colpisce solo il consumatore finale V D È un imposta sui redditi F 034 Quali tra i seguenti servizi di trasporto sono operazioni non imponibili IVA? A Il trasporto a collettame F B Il trasporto intracomunitario, cioè nell ambito dell Unione Europea F C Il trasporto di rifiuti F D Il trasporto internazionale, cioè verso Paesi extra-comunitari V 035 Ai fini IVA sono assimilabili ai servizi internazionali: A i trasporti svolti tra due magazzini doganali F B i trasporti intracomunitari, cioè nell ambito dell Unione Europea F C la movimentazione delle merci frontalieri, cioè entro 25 km in linea d aria dalla linea di confine F D i trasporti di merci all interno dei porti, aeroporti e scali ferroviari di confine V 036 Quale importo deve versare periodicamente di IVA un contribuente ad essa soggetto? A Quello che ottiene dal proprio cliente F B La differenza tra quella avuta dai propri clienti e quella versata ai propri fornitori nello stesso V periodo d imposta C Quello che versa al proprio fornitore F D La differenza tra quella pagata e quella versata ai propri fornitori F 037 A quale ENTE competono le funzioni della riscossione, accertamento, recupero ed eventuale rimborso delle tasse automobilistiche? A Allo Stato, con il Ministero dell Economia e delle Finanze F B Alle Regioni a statuto ordinario, alle Province autonome di Trento e Bolzano e per il resto allo V Stato C Alle Province F D Alle Regioni F 038 Per quanto tempo vanno conservate le ricevute di pagamento delle tasse auto? A Per l anno di pagamento e per i tre anni successivi V B Per l anno di pagamento e per i cinque anni successivi F C Solo per l anno di pagamento F D Per dieci anni F 039 Come è quantificato l indennizzo di usura per la circolazione dei mezzi d opera? A È proporzionale rispetto ai chilogrammi di portata F B In base al numero di assi F C È di misura corrispondente alla tassa automobilistica V D In basa alla massa complessiva F 040 Quali veicoli non sono ammessi al passaggio del tunnel del Monte Bianco e quindi non pagano il relativo diritto di utenza? A I veicoli tipo euro 1 F B I veicoli tipo euro 0 V C I veicoli tipo euro 2 F D I veicoli tipo euro 3 F 041 I veicoli di imprese di autotrasporto comunitarie sono ammessi alla riduzione annuale dei pedaggi autostradali? A No F B Si, ma solo se pagano mediante sistemi automatici con fatturazione differita e se superano un V certo importo annuo C Si, sempre F D Solo gli autotreni e gli autoarticolati F

5 042 Quali sono le componenti attive del reddito di impresa? A Gli ammortamenti F B I ricavi F C Le plusvalenze F D I ricavi, le plusvalenze e le sopravvenienze attive V 043 Quali sono le componenti passive del reddito di impresa? A I costi F B I costi per acquisizione di beni e servizi, le spese per prestazioni di lavoro, gli interessi passivi, V le perdite e sopravvenienze passive e le minusvalenze patrimoniali C Costi e spese di tutti i tipi F D Perdite e spese per prestazioni di lavoro F 047 In quante fasi si applica l IVA? A Tre F B Due F C Quattro V D Cinque F 048 Quale imposta si deve corrispondere per immatricolare un autoveicolo adibito al trasporto di merci? A L IRT (Imposta regionale di trascrizione) F B L IVA al venditore F C L IPT (Imposta provinciale di trascrizione) V D Il dazio doganale di importazione F 049 Con quale modalità possono essere pagati i pedaggi per l uso delle autostrade in Italia, da parte dei veicoli utilizzati dalle imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi? A Solo in contanti F B Solo con sistemi di pagamento automatizzato con fatturazione differita (Viacard o telepass) F C Solo con il sistema telepass F D Con qualunque sistema di pagamento V 050 Ai fini dell ottenimento della riduzione annuale, con quale sistema vanno pagati i pedaggi autostradali? A Solo in contante F B Con qualunque sistema di pagamento F C Solo con bancomat o carta di credito F D Solo con sistemi automatizzati prevedenti fatturazione differita (ad esempio VIACARD o V telepass) 052 Sull acquisto degli autoveicoli per trasporto merci l IVA è dovuta: A con aliquota normale V B con l aliquota massima F C con l aliquota ridotta F D non è dovuta alcun IVA F 053 I diritti di utenza per l uso del traforo del Frejus sono dovuti: A da tutti i veicoli adibiti al trasporto di merci V B solo dai veicoli di massa complessiva superiore a 12 tonnellate F C solo dagli autotreni e dagli autoarticolati F D solo dagli autocarri F 054 I rimorchi pagano le tasse auto in base: A alla portata F B in base al numero di assi ed alla massa complessiva F C no. I rimorchi non pagano le tasse auto V D ai kw (kilowatt) delle loro motrici F 055 I semirimorchi: A pagano le tasse auto in base ai quintali di portata F B non pagano le tasse auto V C pagano le tasse auto solo in caso di circolazione F D pagano le tasse auto in base al numero di assi ed alla loro massa complessiva F

6 056 Al termine del modello unico per la dichiarazione dei redditi, quale alternativa è data al contribuente per ottenere il credito d imposta eventualmente risultante a proprio vantaggio? A L alternativa tra il rimborso diretto ed il credito in compensazione V B Il rimborso diretto da parte dell Agenzia delle entrate F C Il compenso con le imposte dovute a debito F D Il deposito della somma su un conto corrente fruttifero di interessi F 057 Un autotreno paga le tasse auto: A per la motrice ed un solo rimorchio F B solo per la motrice F C solo per la parte rimorchiabile F D per la motrice e la parte da questo rimorchiabile V 058 L autocarro di massa complessiva non superiore a 12 tonnellate paga le tasse auto: A per kw (kilowatt) di potenza del motore F B per quintali di portata V C in misura fissa F D per assi e massa complessiva F 059 La tassa auto degli autoveicoli adibiti al trasporto merci va: A pagata solo per periodi annuali F B non va pagata F C pagata per periodi quadrimestrali o annuali V D pagata a giorni F 060 In quali Uffici è possibile pagare la tassa auto per gli autoveicoli adibiti al trasporto di merci? A Solo negli Uffici postali F B Negli Uffici postali, ACI, Tabaccherie e Studi di consulenza automobilistica V C In banca F D Negli Uffici postali o all ACI F 061 A quale Ufficio va chiesto il rimborso della tassa auto pagata in più? A Al Comune di residenza F B Al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti F C All Ufficio Tributi della Regione di residenza V D All Ufficio Tecnico di Finanza delle Dogane F 062 Quali sono le fasi di applicazione del meccanismo dell IVA? A Fatturazione F B Fatturazione e versamento dell imposta F C Fatturazione, rivalsa, deduzione e versamento dell imposta V D Fatturazione, rivalsa, deduzione, dichiarazione e versamento dell imposta F 063 Quali sono gli elementi essenziali di una fattura ai fini IVA? A Dati sui soggetti tra cui è effettuata l operazione imponibile e natura, qualità e quantità della F stessa operazione B Data e numero progressivo; generalità dei soggetti tra cui è effettuata l operazione imponibile; V natura, qualità e quantità dei beni e dei servizi formanti oggetto dell operazione; corrispettivo; aliquota e ammontare dell imposta C Generalità dei soggetti tra cui è effettuata l operazione imponibile; natura, qualità e quantità dei F beni e dei servizi formanti oggetto dell operazione; corrispettivo; aliquota e ammontare dell imposta; termini di consegna dei beni o di effettuazione del servizio D Il prezzo netto, l aliquota ed il totale F 065 Quale dei seguenti servizi di trasporto non è imponibile ad IVA? A Il trasporto intracomunitario di merci (verso paesi dell Unione Europea) F B Il trasporto internazionale di merci diretto a Paesi extra-comunitari V C Il trasporto nazionale con destinazione San Marino o Città del Vaticano F D Il trasporto nazionale di prodotti alcolici F 066 Quale tra le seguenti imposte non è un imposta sui redditi? A IRPEF F B IRES F C IRAP F D ICI V

7 067 A chi va il gettito della tassa automobilistica? A Allo Stato F B Allo Stato e alla Regione F C Alla Regione V D Alla Provincia F 068 A chi va il gettito dell IPT? A Allo Stato F B Alla regione F C Allo Stato e alla Provincia F D Alla Provincia V 070 L IRAP colpisce l attività di trasporto internazionale di merci? A No, è esente F B Si, ma solo per le tratte nazionali F C Si, ma solo per le tratte della regione ove ha sede l impresa F D Si V 071 I pedaggi autostradali pagati dalle imprese di autotrasporto di cose per conto di terzi sono soggetti ad una riduzione annua? A Si, sempre F B Si, ma solo se corrisposti con un sistema automatico e differito di pagamento mediante V fatturazione, se d importo superiore ad un certo limite minimo e se effettivamente richiesti dall impresa C NO F D Si, ma solo alle imprese riunite in cooperative o consorzi F 072 Ai servizi di trasporto di merci su strada si applica: A solo l aliquota normale V B l aliquota ridotta del 4% F C l aliquota maggiorata del 33% F D l aliquota corrispondente alla compravendita della merce trasportata F 073 Come vengono classificati i redditi che compongono quello imponibile? A Fondiari, di capitale, di lavoro e diversi F B Di impresa, di lavoro o di capitale F C Fondiari, di capitale, di lavoro dipendente, di lavoro autonomo, di impresa e diversi V D Di impresa, di lavoro o di pensione F 074 Cos è il reddito d impresa? A Quello derivante dall esercizio di imprese commerciali V B Quello derivante dall esercizio di imprese commerciali, da associazioni o sindacati F C Quello relativo ad un attività volta alla produzione di beni o allo scambio di servizi F D Quello relativi ad un attività professionale F 075 Cos è il reddito fondiario? A Quello derivante dalla proprietà o altro diritto reale su terreni F B Quello derivante dalla proprietà o altro diritto reale su terreni o fabbricati V C Quello derivante dalla proprietà di edifici produttivi F D Quello derivante dalla titolarità di fondi comuni di investimento F 076 Come si pagano in Italia le imposte sui redditi? A Con il sistema della ritenuta alla fonte F B A seguito di una precisa richiesta dell Agenzia delle Entrate F C Con il sistema dell autotassazione (dichiarazione, liquidazione e versamento) o il sistema delle V ritenute alla fonte D Con il sistema delle ritenute alla fonte F 077 In quali mesi si paga l ICI? A Giugno e dicembre V B Maggio e dicembre F C Maggio e novembre F D Giugno e novembre F 078 In quali mesi si paga la tassa automobilistica quadrimestrale per i veicoli industriali? A Febbraio, giugno e ottobre V B Gennaio, maggio e settembre F C Gennaio, giugno e ottobre F D Febbraio, maggio e settembre F

8 079 Che tipo di imposta è l imposta di registro? A Un imposta sui redditi F B Un imposta locale F C Un imposta indiretta sugli affari V D Una tassa per un servizio F 080 Mediante quale modulo di pagamento si possono versare le imposte sui redditi? A Con il modello F24 V B Con il modello F23 F C Con il modello 101 F D Con il modello CUD F 081 A quale ufficio l impresa di autotrasporto può chiedere lo sgravio sulle accise sul gasolio? A All agenzia delle dogane V B All Ufficio IVA F C All agenzia delle entrate F D All agenzia per il territorio F

QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale

QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale QUESITI - Programma merci Serie MDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale MDN001 L'indennizzo di usura per la circolazione dei mezzi d'opera è quantificato A in proporzione alla portata utile F B

Dettagli

IL REGIME TRIBUTARIO 1) Le ricevute di pagamento delle tasse automobilistiche vanno conservate

IL REGIME TRIBUTARIO 1) Le ricevute di pagamento delle tasse automobilistiche vanno conservate IL REGIME TRIBUTARIO 1) Le ricevute di pagamento delle tasse automobilistiche vanno conservate 1) per quattro anni compreso l anno del pagamento V 2) per l anno di pagamento e per i cinque anni successivi

Dettagli

Cons. autom. Serie E REGIME TRIBUTARIO

Cons. autom. Serie E REGIME TRIBUTARIO Cons. autom. Serie E REGIME TRIBUTARIO E0003 E0004 E0005 E0007 E0008 E0010 E0011 Ai fini fiscali le diverse tipologie di reddito sono classificate in 1 reddito fondiario, reddito di capitale, reddito di

Dettagli

CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO

CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO CENNI I.V.A IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO L'I.V.A. è un'imposta indiretta sui consumi, in vigore in tutti i paesi dell'unione europea e la cui sigla significa imposta sul valore aggiunto. L imposta sul valore

Dettagli

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale

QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale QUESITI - Programma comune (merci e viaggiatori) Serie CDN- Elementi di diritto tributario - Nazionale CDN001 Ai fini della determinazione del reddito imponibile da lavoro dipendente, il valore dei servizi

Dettagli

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi.

La deduzione spetta una sola volta per ogni giorno di effettuazione del trasporto, indipendentemente dal numero di viaggi. AGEVOLAZIONI SETTORE AUTOTRASPORTO IMPOSTE SUI REDDITI Deduzione forfettarie (Art. 66 comma 5 TUIR) Alle imprese autorizzate all autotrasporto di merci per conto terzi spetta una deduzione forfettaria

Dettagli

Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1. Esercitazione n. 7. Emanuela Perucci SCELTA MULTIPLA

Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1. Esercitazione n. 7. Emanuela Perucci SCELTA MULTIPLA Esercitazioni svolte 2010 Scuola Duemila 1 Risultati attesi Sapere: gli aspetti principali relativi all Iva e alla fatturazione; gli obblighi connessi alla postfatturazione. Saper fare: effettuare i calcoli

Dettagli

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO

Regione Campania DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO Regione Campania COMMISSIONE D ESAME PER L ACCESSO ALL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO EX ART. 5 LEGGE 264/91 ANNO 2002 DISCIPLINA E REGIME TRIBUTARIO E01 Che cosa s intende

Dettagli

Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015

Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015 Scadenze fiscali: APRILE 2015 10 APRILE 2015 SOGGETTI PASSIVI IVA CHE EFFETTUANO LA LIQUIDAZIONE MENSILE AI FINI DELL'IMPOSTA SUL VALORE AGGIUNTO (CONTRIBUENTI IVA MENSILI) Esclusivamente in via telematica,

Dettagli

Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008

Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008 Provincia di Viterbo Esame 264/91 - Sessione anno 2008 Regime tributario In quale momento si considera effettuata una prestazione di servizi ai fini IVA? A Al momento del pagamento B Al momento della stipula

Dettagli

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012

CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 CIRCOLARE N. 30 2011/2012 DEL 10 GENNAIO 2012 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2012 dell Ufficio

Dettagli

Definizione di Stato

Definizione di Stato Lo Stato Definizione di Stato Lo Stato è un azienda no profit in quanto è un insieme di beni e di persone con un organizzazione e con lo scopo di soddisfare dei bisogni. I servizi offerti dallo Stato Lo

Dettagli

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012

SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012 SCADENZIARIO TRIBUTARIO Memorandum Gennaio 2012 2 Lunedì CALAMITÀ ED EVENTI ECCEZIONALI - Imposte e tasse - Termini di adempimento Sintesi delle disposizioni relative alla sospensione dei termini a favore

Dettagli

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5

S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 S C A D E N Z A R I O A P R I L E 2 0 1 5 01.04.15 SETTORI: TESSILE, ABBIGLIAMENTO, MODA, CALZATURE, PELLI E CUOIO (PICCOLA INDUSTRIA) AUMENTO MINIMI CONTRATTUALI: seguiranno apposite circolari con nuovi

Dettagli

L imposta sul valore aggiunto IVA. Prof. Sartirana

L imposta sul valore aggiunto IVA. Prof. Sartirana L imposta sul valore aggiunto IVA Prof. Sartirana L IVA è una imposta Indiretta (in quanto non colpisce il reddito ma una sua manifestazione mediata, ovvero il consumo o la produzione di ricchezza) Proporzionale

Dettagli

START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI

START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI START UP PROFESSIONALE PROFESSIONE PSICOLOGO ADEMPIMENTI AMMINISTRATIVI FISCALI E CONTABILI 1 APERTURA PARTITA I.V.A. Lo psicologo che svolge in modo abituale e senza vincolo di subordinazione la propria

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Modena, 07 aprile 2015 Fiscale Spazio aziende è destinato alle impresa dello Studio e contiene, con un linguaggio semplice e sintetico, un riepilogo delle ultime novità fiscali, alcuni commenti relativi

Dettagli

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013

CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 CIRCOLARE N. 25 2012/2013 DEL 17 GENNAIO 2013 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 1 2013 dell Ufficio

Dettagli

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014

CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 CIRCOLARE N. 33 2013/2014 DEL 29 GENNAIO 2014 Lega Italiana Calcio Professionistico Alle Società di 1 a e 2 a Divisione della Lega Italiana Calcio Professionistico LORO SEDI Circolare n. 2 2014 dell Ufficio

Dettagli

Scadenziario Febbraio 2015

Scadenziario Febbraio 2015 Studio Creanza & Partners Creanza rag. Flavio D Onofrio rag. Loredana Stramazzo dott.ssa Caterina Scadenziario Febbraio 2015 1 Domenica Soggetti con partita Termine iniziale per la presentazione telematica

Dettagli

Regime Iva per cassa: opportunità a criticità operative

Regime Iva per cassa: opportunità a criticità operative ART. 32-BIS 1. per le cessioni di beni e per le prestazioni di servizi effettuate da soggetti passivi con volume d'affari non superiore a 2 milioni di euro, nei confronti di cessionari o di committenti

Dettagli

ULTIME NOVITÀ FISCALI

ULTIME NOVITÀ FISCALI Circolare nr.03/2015 Ai sig.ri Clienti E loro sedi ULTIME NOVITÀ FISCALI Diritto CCIAA 2015 Decreto Ministero Sviluppo economico 8.1.2015 Tremonti-quater Circolare Agenzia Entrate 19.2.2015, n. 5/E È stato

Dettagli

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Studio 25/09/2013. Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini & Partners - Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi MODIFICHE ALLA DEDUCIBILITA DEI COSTI DELLE AUTOVETTURE DAL 01/01/2013 EX LEGGE 92/2012 - LEGGE 228/2012 (STABILITA 2013) : EFFETTI SUGLI ACQUISTI E SULLE VENDITE 1 Deducibilità costi autovetture art.

Dettagli

Mondo fiscale. ottobre 05. www.sidasrl.it

Mondo fiscale. ottobre 05. www.sidasrl.it CONCESSIONARI IMPORTI DOVUTI ALL AMMINISTRAZIONE MONOPOLI DI STATO D.M. 7 dicembre 2004 RECUPERO DI CREDITI TRIBUTARI ASSISTENZA RECIPROCA D.M. 22 luglio 2005, n. 179 VALUTE ESTERE ACCERTAMENTO CAMBIO

Dettagli

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali Circolare n. 7/14 Legnago, 15.07.2014 A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - OBBLIGO INSTALLAZIONE DEL POS AL 30.06.2014 Come già

Dettagli

SCADENZE FISCALI E TRIBUTARIE APRILE 2014

SCADENZE FISCALI E TRIBUTARIE APRILE 2014 SCADENZE FISCALI E TRIBUTARIE APRILE 2014 A cura di Dott. Francesco Zanato Confapi Padova Viale dell Industria, 23 35129 Padova Tel. 049 8072273 info@confapi.padova.it www.confapi.padova.it GIOVEDI 10

Dettagli

Quotidiano d'informazione giuridica - n.1849 del 06.08.2007 - Direttore Alessandro Buralli - Note legali - Pubblicità - Aiuto

Quotidiano d'informazione giuridica - n.1849 del 06.08.2007 - Direttore Alessandro Buralli - Note legali - Pubblicità - Aiuto Pagina 1 di 7 Quotidiano d'informazione giuridica - n.1849 del 06.08.2007 - Direttore Alessandro Buralli - Note legali - Pubblicità - Aiuto Manovra finanziaria 2007: le disposizioni fiscali per le auto

Dettagli

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013

PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 PRINCIPALI SCADENZE FISCALI DAL 1 OTTOBRE 2013 AL 31 OTTOBRE 2013 Martedì 15 ottobre Fatture e autofatture di importo inferiore a euro 300,00 Annotazione dell'eventuale documento cumulativo delle fatture

Dettagli

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le

Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942. Spett.le Roma 19 gennaio 2011 prot. n. 11.942 Spett.le LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE A LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI SERIE B LEGA PRO LEGA NAZIONALE DILETTANTI UFFICIO AMMINISTRAZIONE F.I.G.C. LORO SEDI Si

Dettagli

Cessione veicoli, trattamento IVA

Cessione veicoli, trattamento IVA Cessione veicoli, trattamento IVA Al fine di individuare il corretto trattamento IVA della cessione di un veicolo usato, è necessario individuare il regime di detraibilità applicato all atto di acquisto

Dettagli

Novità più rilevanti (1) parità di trattamento tra fattura cartacea e fattura elettronica libera scelta sull autenticità dell origine, l integrità del contenuto e la leggibilità della fatture (facilita

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO

STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO STUDIO ASSOCIATO RIPA BLANDINO Dottori Commercialisti e Consulenti del Lavoro SCADENZE APRILE 2015 Scadenza Adempimento Commento 10.4.2015 Comunicazione operazioni rilevanti IVA ( spesometro ) 10.4.2015

Dettagli

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto.

LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013. Esemplificando, le novità possono essere ricondotte alle seguenti fattispecie: Contenuto. LA NUOVA FATTURA DAL 01 GENNAIO 2013 La legge 24/12/2012 n. 228, pubblicata nella G.U. 29/12/2012 N. 312, supplemento ordinario n. 212 (legge di stabilità), ha recepito nell ordinamento nazionale le misure

Dettagli

La Nuova Tassa Automobilistica Regionale

La Nuova Tassa Automobilistica Regionale La Nuova Tassa Automobilistica Regionale Con l approvazione della Legge regionale 14 luglio 2003 n. 10 Riordino delle disposizioni legislative regionali in materia tributaria. Testo Unico della disciplina

Dettagli

INDICE GENERALE. Parte I Premesse. Parte IV Appendice. Indice analitico

INDICE GENERALE. Parte I Premesse. Parte IV Appendice. Indice analitico INDICE GENERALE Parte I Premesse 1. Note introduttive... pag. 14 2. Tavole di concordanza 2.1 DPR n. 633/1972 Dir. n. 2006/112 Reg. 282/2011/UE DL n. 331/93... pag. 16 2.2 DL n. 331/1993 DPR n. 633/1972...

Dettagli

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali

STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali STUDIO VENTURATO Commercialisti e Consulenti per le imprese e gli enti locali Circolare n. 1/13 Legnago, 15.01.2013 A TUTTI I CLIENTI - LORO SEDI - FATTURAZIONE NUOVE REGOLE DAL 2013 Dal 1 gennaio 2013

Dettagli

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie

ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE. Principali disposizioni fiscali e tributarie ASSOCIAZIONI E SOCIETA SPORTIVE DILETTANTISTICHE Principali disposizioni fiscali e tributarie OBBLIGHI FISCALI L Associazione è soggetta a specifiche norme fiscali, anche se svolge soltanto l attività

Dettagli

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011

Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Vicenza, Gennaio 2012 Oggetto:Raccolta dati e documentazione per Comunicazione e dichiarazione annuale IVA anno 2011 Gentile cliente, al fine di adempiere agli obblighi previsti dalle scadenze fiscali

Dettagli

Regime dei minimi e «nuovo» forfait

Regime dei minimi e «nuovo» forfait Regime dei minimi e «nuovo» forfait Elementi di criticità e profili Iva Nicola Forte Latina, 4 maggio 2015 1 I due regimi Il confronto Dal confronto effettuato tra il regime dei minimi ed il nuovo forfait

Dettagli

Versamento in modo virtuale dell'imposta di bollo relativa agli assegni circolari in circolazione alla fine del 1 trimestre 2008

Versamento in modo virtuale dell'imposta di bollo relativa agli assegni circolari in circolazione alla fine del 1 trimestre 2008 ENTRO IL CHI CHE COSA COME 12 Lunedì Banche ed Istituti di Credito autorizzati ad emettere assegni circolari Versamento in modo virtuale dell'imposta di bollo relativa agli assegni circolari in circolazione

Dettagli

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA

COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA CIRCOLARE n. 03/2010 Pesaro, 25 gennaio 2010 Spett.li Clienti Loro SEDI COMUNICAZIONE IVA 2010 E CHIARIMENTI UFFICIALI PER COMPENSAZIONI IVA 1 Chiarimenti compensazioni iva: 1.1 Compensazione verticale

Dettagli

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI

COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI COSTITUZIONE DI SOCIETA DI CAPITALI Esempio di costituzione di una S.r.l. Si costituisce il 31 ottobre la S.r.l. Beta, con un capitale sociale di 300.000 sottoscritto dai soci seguenti: - socio A: quota

Dettagli

Introduzione. veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti, ai collaboratori e agli amministratori;

Introduzione. veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti, ai collaboratori e agli amministratori; Introduzione In questa rubrica di aggiornamento si prosegue con la trattazione della disciplina relativa agli autoveicoli, affrontando, in particolare, le seguenti questioni e problematiche: - veicoli

Dettagli

SCELTA DEL REGIME FISCALE

SCELTA DEL REGIME FISCALE SCELTA DEL REGIME FISCALE a cura di Tommaso Valleri Disclaimer La presente guida ha un valore puramente indicativo. Non sostituisce in alcun modo la consulenza di un commercialista o di analogo professionista.

Dettagli

QUIZ DIRITTO TRIBUTARIO

QUIZ DIRITTO TRIBUTARIO QUIZ DIRITTO TRIBUTARIO 1) Da quanti caratteri è formato il codice fiscale? A [*] Da sedici caratteri alfanumerici; B [ ] Da quindici caratteri numerici; C [ ] Da dieci caratteri alfanumerici. 2) La tessera

Dettagli

La politica dell entrata

La politica dell entrata La politica dell entrata Le entrate dello Stato si classificano in: 1.Entrate tributarie: rappresentano la parte più consistente delle entrate statali e sono costituite da: Imposte=sono prelievi obbligatori

Dettagli

studio associato zaniboni

studio associato zaniboni N.protocollo: 04/200 gennaio 200 Oggetto: PRINCIPALI SCADENZE DAL 5 GENNAIO AL 5 FEBBRAIO 200 SCADENZE PARTICOLARI 4 5 Riduzione della misura dell interesse legale Aggiornato al ribasso con un decreto

Dettagli

CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013

CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013 SCHEDA INFORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA CHIUSURA IVA ANNO D'IMPOSTA 2013 DOCUMENTI DA ALLEGARE: CHIUSURA ANNUALE IVA ANNO 2013 COMPRENSIVA DI RIEPILOGHI (ACQUISTI, VENDITE, CORRISPETTIVI)

Dettagli

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE

OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE OPERAZIONI INTRACOMUNITARIE A seguito dell ingresso di Romania e Bulgaria nell Unione europea a decorrere dall 1.1.2007, le operazioni poste in essere con operatori residenti in tali Stati sono qualificate

Dettagli

SCADENZE Novembre 2008

SCADENZE Novembre 2008 SCADENZE Novembre 2008 Avvertenza - Gli adempimenti in generale (compresi quelli aventi di natura fiscale e previdenziale, nonché quelli che comportano versamenti) che risultano scadenti in giorno festivo,

Dettagli

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI

STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI STUDIO CASTELLI PROFESSIONISTI ASSOCIATI Varese, 17 Dicembre 2014 DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI Il Decreto Legislativo 21 novembre 2014 nr. 175, cosiddetto Semplificazione fiscale e dichiarazione dei

Dettagli

2. Vincoli alla compensazione dei crediti IVA e altre novità in materia di IVA

2. Vincoli alla compensazione dei crediti IVA e altre novità in materia di IVA Lissone, 21 luglio 2009 Circolare n 14 / 09 Ai signori clienti loro sedi Oggetto: LE NOVITA DELLA MANOVRA D ESTATE : La detassazione Tremonti/ter Le restrizioni in materia di crediti e compensazioni IVA

Dettagli

Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2015

Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2015 Periodico informativo n. 142/2015 Le principali scadenze Fiscali di Novembre 2015 Gentile Cliente, è nostra cura metterla al corrente, con il presente documento informativo, delle principali scadenze Fiscali

Dettagli

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010

CNA SERVIZI INFORMA MAGGIO 2010 CNA SERVIZI INFORMA 2010 ELENCO ARGOMENTI TRATTATI Detassazione degli investimenti per ricerca e sviluppo per la realizzazione dei campionari1 Presentazione modello unico dichiarazione ambientale (MUD)

Dettagli

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S

G P P N D R 7 1 P 1 4 L 7 2 7 S G P P N D R P L S MODELLO IVA 0 Periodo d imposta 0 QUADRO VE DETERMINAZIONE DEL VOLUME D AFFARI E DELLA IMPOSTA RELATIVA ALLE OPERAZIONI IMPONIBILI Sez. - Conferimenti di prodotti agricoli e cessioni

Dettagli

MAURO O. ANDRETTA DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE

MAURO O. ANDRETTA DOTTORE COMMERCIALISTA REVISORE CONTABILE LE AGEVOLAZIONI FISCALI A FAVORE DELL ATTIVITA SPORTIVA DILETTANTISTICA (II PARTE) Nel mondo dell associazionismo sportivo tutti i dirigenti sportivi affrontano con abnegazione e spirito di sacrificio

Dettagli

Consulenza amministrativa sulla normativa civilisticofiscale in ambito Formazione Professionale. Relatore: Ing. Federico Pendin

Consulenza amministrativa sulla normativa civilisticofiscale in ambito Formazione Professionale. Relatore: Ing. Federico Pendin Consulenza amministrativa sulla normativa civilisticofiscale in ambito Formazione Professionale Relatore: Ing. Federico Pendin 1 Premessa L incarico affidatomi dal direttivo del consorzio scuole lavoro

Dettagli

PROVINCIA DI SAVONA REGIME TRIBUTARIO

PROVINCIA DI SAVONA REGIME TRIBUTARIO PROVINI DI SVON REGIME TRIUTRIO ESME PER L ERTMENTO DELL IDONEIT PROFESSIONLE PER L ESERIZIO DELL TTIVITÀ DI ONSULENZ PER L IROLZIONE DEI MEZZI DI TRSPORTO 1 Se la merce viene spedita con un documento

Dettagli

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20

a cura dello Studio de Strobel - Forti (Consulenza Societaria e Tributaria) - Roma, Via Montello, 20 Scadenze fiscali Principali adempimenti di carattere fiscale e previdenziale per i Professionisti e le Società in genere in scadenza nel periodo compreso dal 1 gennaio al 31 febbraio 2013. a cura dello

Dettagli

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72

IVA. Liquidazioni Periodiche e Versamenti. Art. 27 del D.P.R. 633/72 IVA Liquidazioni Periodiche e Versamenti Art. 27 del D.P.R. 633/72 Periodicità delle liquidazioni Mensile Trimestrale per opzione Limiti Prestazioni di servizi: 309.874,14 Altre attività: 516.456,90 L

Dettagli

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n.

Regione Toscana I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. I veicoli ultraventennali per i quali non sono ancora trascorsi trent'anni dall'anno di fabbricazione, ai sensi della L.R. n. 37 del 27/03/2015, sono assoggettati alla tassa automobilistica ordinaria ridotta

Dettagli

Contributi alle imprese - Termine di presentazione della domanda on line per fruire degli incentivi Inail per la sicurezza sul lavoro.

Contributi alle imprese - Termine di presentazione della domanda on line per fruire degli incentivi Inail per la sicurezza sul lavoro. Sperando di farle cosa gradita, Le inviamo lo scadenzario di marzo 2012. Cordialmente. Lo Studio ADEMPIMENTI MESE DI MARZO 2012 Giovedì 1 marzo DOCUMENTI FISCALI Archiviazione informatica - Termine di

Dettagli

Servizio circolari per la clientela

Servizio circolari per la clientela Servizio circolari per la clientela Circolare n. 7 del 9 febbraio 2006 Responsabilità solidale ai fini IVA Regime IVA agricolo Proroga dell adozione delle misure minime di sicurezza per la privacy Agevolazioni

Dettagli

SOMMARIO OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003!

SOMMARIO OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003! Circolare n 6/2003 SOMMARIO A TUTTI I SIGNORI CLIENTI LORO SEDI Milano, 3 Aprile 2003 OCCHIO ALLE SCADENZE DI APRILE 2003!... 2 VERSAMENTI IVA... 2 VERSAMENTO DELLE RITENUTE E DEI CONTRIBUTI INPS... 2

Dettagli

SCADENZARIO GENNAIO 2015

SCADENZARIO GENNAIO 2015 SCADENZARIO GENNAIO 2015 Lunedì 5 Gennaio 2015 IVA - Provvigioni ai rivenditori autorizzati di documenti di viaggio relativi al trasporto pubblico urbano di persone - Emissione della fattura Per gli esercenti

Dettagli

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI

REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI REGIME DEI MINIMI O SUPERMINIMI Il regime dei contribuenti minimi (dal 2012 denominato superminimi) è riservato alle persone fisiche residenti nel territorio dello Stato che svolgono attività di impresa,

Dettagli

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 28 Ottobre 2013

STUDIO SERVIDIO VIA SANTO STEFANO, 11 40125 BOLOGNA ITALY TEL. (+39) 051 26.06.20 FAX (+39) 051 22.16.19. Bologna, 28 Ottobre 2013 DOTT. ANDREA ALBERGHINI DOTT. ALFREDO ODDONE DOTT. FEDERICO BENNI DOTT. DARIO CURTI DOTT. CLAUDIO MARCANTOGNINI DOTT. PIETRO BUFANO Bologna, 28 Ottobre 2013 Oggetto: Circolare n. 35/2013 del 28 Ottobre

Dettagli

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ

Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ Scadenzario fiscale FEBBRAIO 2009 Scadenza Tributo/Contributo Soggetti Descrizione 5 GIOVEDÌ 6 VENERDÌ IMPOSTE DIRETTE E Soggetti con partita e cessioni intra-ue relative all anno precedente > 40.000,00

Dettagli

CIRCOLARE N. 15 / 2015.

CIRCOLARE N. 15 / 2015. Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 4 dicembre 2015. CIRCOLARE N. 15 / 2015. L ACCONTO IVA 2015 Come noto, nel mese di dicembre scade il versamento dell acconto IVA, relativamente: al mese di dicembre,

Dettagli

CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE

CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO IVA TRIMESTRALE Egregi CLIENTI - Loro SEDI Treviso, 9 aprile 2015. CIRCOLARE N. 7 / 2015. IL RIMBORSO / COMPENSAZIONE DEL CREDITO TRIMESTRALE I contribuenti possono richiedere, al sussistere di specifiche condizioni,

Dettagli

Il finanziamento dei livelli inferiori di governo in Italia

Il finanziamento dei livelli inferiori di governo in Italia Lezione 6 Il finanziamento dei livelli inferiori di governo in Italia Rapporti tra Stato e - Regioni -Enti locali (Comuni, Province, Comunità montane, Università, Camere di Commercio) Rapporti finanziari

Dettagli

4XDOqORVWUXPHQWRGLLGHQWLILFD]LRQHGHLFRQWULEXHQWLQHLUDSSRUWLFRQLOILVFR"

4XDOqORVWUXPHQWRGLLGHQWLILFD]LRQHGHLFRQWULEXHQWLQHLUDSSRUWLFRQLOILVFR (±,/5(*,0(75,%87$5,2 4XDOqORVWUXPHQWRGLLGHQWLILFD]LRQHGHLFRQWULEXHQWLQHLUDSSRUWLFRQLOILVFR" a) il codice fiscale b) il certificato di nascita c) la partita I.V.A.,OSHULRGRG LPSRVWDSUHVRLQHVDPHDLILQL,53()q

Dettagli

SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI

SEZIONE 1 AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 2014 TERRITORIO DELLO STATO, DEGLI ACQUISTI INTRACOMUNITARI E DELLE IMPORTAZIONI Sezione Ammontare degli acquisti effettuati nel territorio dello Stato, degli acquisti intracomunitari e delle importazioni SEZIONE AMMONTARE DEGLI ACQUISTI EFFETTUATI MODELLO NEL IVA 0 Periodo d imposta

Dettagli

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità

IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità IL REGIME DEI NUOVI MINIMI regime fiscale di vantaggio per l imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità A cura del Dott. Michele Avesani A partire dal 1 gennaio 2012 è entrato in vigore il regime

Dettagli

?SOMMARIO SOMMARIO FISCO IN PRATICA VII

?SOMMARIO SOMMARIO FISCO IN PRATICA VII ?SOMMARIO SOMMARIO Capitolo 1 REDDITO DI IMPRESA: AUTOVEICOLI DEDUCIBILI AL 100% - IMPOSTE DIRETTE 1.1 Premessa... 3 1.2 L acquisto di veicoli deducibili al 100%... 3 1.2.1 Beni strumentali... 5 1.2.2

Dettagli

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI

IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI IL DECRETO SEMPLIFICAZIONI FISCALI DIVENTA LEGGE : ANALISI DEI PUNTI PRINCIPALI a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Il Consiglio dei ministri ha approvato in data 30 ottobre 2014 il Decreto delegato

Dettagli

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N.

SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. Allegato alla Delib.G.R. n. 63/2 del 15.12.2015 SCHEMA DI DECRETO LEGISLATIVO RECANTE NORME DI ATTUAZIONE ART. 8 DELLO STATUTO DELLA REGIONE SARDEGNA - LEGGE COSTITUZIONALE 26 FEBBRAIO 1948, N. 3 Articolo

Dettagli

Controllare la corrispondenza dei modelli INTRA con le operazioni registrate e compilare i seguenti campi: Prestaz. servizi non soggette.

Controllare la corrispondenza dei modelli INTRA con le operazioni registrate e compilare i seguenti campi: Prestaz. servizi non soggette. MOD. COGE10 19.01.2016 SOCIETA'/IMPRESA: RESPONSABILE INCARICATO DELLO STUDIO: ANNO N.PRATICA XBOOK IMPORTANTE Convalida x comp. Allegare al presente fascicolo o completare i dati richiesti Cliente Studio

Dettagli

Psicologo e libera professione

Psicologo e libera professione Psicologo e libera professione aspetti amministrativi, fiscali, previdenziali 04/12/08 a cura del dott. Andrea Tamanini Lavoro autonomo Definizione Modalità di svolgimento dell attività Adempimenti iniziali

Dettagli

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre

11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Primo Corso Base di Contabilità Bilancio e Diritto Tributario 2011 11 febbraio 2011 Le operazioni con l estero Le operazioni intracomunitarie Il reverse charge Dr. Michele La Torre Territorialità art.

Dettagli

Quale documentazione attesta la vendita on line

Quale documentazione attesta la vendita on line Conferenza organizzata dall Associazione ICT Dott.Com Quale documentazione attesta la vendita on line Direzione Regionale del Piemonte a cura di Sandra Migliaccio Ufficio Fiscalità Generale 1 22 novembre

Dettagli

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio

Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio CIRCOLARE A.F. N. 13 del 31 gennaio 2012 Ai gentili clienti Loro sedi Autotrasportatori: importi e modalità di rimborso del caro gasolio Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che con un

Dettagli

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014

SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Modena, 12 2014 SCADENZIARIO DAL 16 GIUGNO 2014 AL 15 LUGLIO 2014 Si segnala ai Signori clienti che tutti gli adempimenti sono stati inseriti, prudenzialmente, con le loro scadenze naturali, nonostante

Dettagli

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014

Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Comunicazione e dichiarazione IVA/2015 ANNO 2014 Raccolta dati e richiesta documentazione Oggetto: Richiesta dati e documentazione per la predisposizione della Comunicazione e dichiarazione annuale IVA/2015

Dettagli

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009

Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 PERIODICO INFORMATIVO N. 08/2010 Comunicazione Dati Iva relativa al 2009 Come di consueto entro la fine del mese di febbraio va presentata, esclusivamente in via telematica, la Comunicazione dati IVA.

Dettagli

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE

CIRCOLARE A) IVA E IMPOSTE INDIRETTE SULLA LOCAZIONE CIRCOLARE Padova, 1^ ottobre 2007 SPETT.LI CLIENTI LORO SEDI Oggetto: Locazione di immobili e altre problematiche fiscali. Con la presente Vi informiamo che è stata pubblicata la Legge 448/2006, che ha

Dettagli

SCADENZIARIO GENNAIO 2010 IMPRENDITORI, ARTIGIANI, COMMERCIANTI, AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO

SCADENZIARIO GENNAIO 2010 IMPRENDITORI, ARTIGIANI, COMMERCIANTI, AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO SCADENZIARIO GENNAIO 2010 IMPRENDITORI, ARTIGIANI, COMMERCIANTI, AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO Entro il: 27-01-2010 Chi: Contribuenti IVA mensili e trimestrali Che cosa: Ultimo giorno utile per

Dettagli

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce

Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce Aspetti fiscali del commercio elettronico o e-commerce 2014-01-02 19:54:35 Il presente lavoro è tratto dalle guide: Imprese ed e-commerce. Marketing, aspetti legali e fiscali. e Il commercio elettronico

Dettagli

La Regione Toscana ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta

La Regione Toscana ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta La ha definito i criteri concernenti il pagamento della tassa di possesso e/o di circolazione, un imposta regionale divenuta obbligatoria, anche per i mezzi che vantano oltre 20 anni dalla data di produzione/immatricolazione.

Dettagli

IVA Operazioni per le quali sono rilasciate le ricevute o gli scontrini fiscali Annotazione cumulativa nel registro dei corrispettivi

IVA Operazioni per le quali sono rilasciate le ricevute o gli scontrini fiscali Annotazione cumulativa nel registro dei corrispettivi IVA Fatturazione differita Emissione della fattura SOGGETTI OBBLIGATI: SOGGETTI CON PARTITA IVA Scade il termine per l emissione delle fatture relative alle cessioni di beni, comprovate da documenti di

Dettagli

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI

APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI APPUNTI DI SECONDA di FABIANA BOLOGNINI Economia aziendale è una disciplina che studia l azienda; è un insieme di persone e di beni con un organizzazione e uno scopo: SODDISFARE I BISOGNI. Le aziende si

Dettagli

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it

Via Guantai Nuovi, 25 80133 Napoli Tel. 081/5520148 Fax 081/5800322 E-mail: info@studioforlani.it Ultime novità fiscali Movimentazioni di c/c sospette e falsa fatturazione Sentenza Corte Cassazione 7.4.2009, n. 14933 La presenza sul c/c bancario di movimentazioni sospette, ossia non corrispondenti

Dettagli

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND

COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Circolare N. 51 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 10 luglio 2009 COSTITUZIONE ED UTILIZZO DEL PLAFOND Al sussistere di determinate condizioni, i soggetti che operano abitualmente con l estero

Dettagli

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI

I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I REGIMI FISCALI E CONTABILI IL REGIME DEI CONTRIBUENTI MINIMI I regimi contabili e fiscali per imprese e professionisti Regime ordinario artt. 14-16 DPR 600/73 Regime semplificato art. 18 DPR 600/73 Regime

Dettagli

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013

News di approfondimento. OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 News di approfondimento N. 25 16 Ottobre 13 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Lo spesometro: dati 2012 da inviare entro il 12/21 novembre 2013 Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA

NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA NUOVE REGOLE COMUNITARIE SULLA TERRITORIALITA DELL IVA Le risposte pubblicate dalla stampa specializzata Confindustria Genova - Martedì 4 maggio 2010 D Come deve comportarsi una società italiana che abbia

Dettagli

INDICE SOMMARIO PARTE GENERALE

INDICE SOMMARIO PARTE GENERALE PARTE GENERALE 1. Disposizioni fondamentali................................... 3 1.1. Costituzione della Repubblica Italiana.................... 3 1.2. Trattato sul funzionamento dell Unione europea (Artt.

Dettagli

IL FINANZIAMENTO DEI LIVELLI INFERIORI DI GOVERNO IN ITALIA

IL FINANZIAMENTO DEI LIVELLI INFERIORI DI GOVERNO IN ITALIA Capitolo V. IL FINANZIAMENTO DEI LIVELLI INFERIORI DI GOVERNO IN ITALIA Bosi (a cura di), Corso di scienza delle finanze, Il Mulino, 2012 1 Il decentramento in Italia Rapporti tra Stato e - Regioni - Enti

Dettagli

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015

Bologna, 30 marzo 2015. Circolare n. 06/2015. Oggetto: Spesometro 2015 Dott. Rag. Giorgio Palmeri Rag. Tiberio Frascari Dott. Fabio Ceroni Dott. Carlo Bacchetta Dott. Mariangela Frascari Dott. Marta Lambertucci Dott. Lorenzo Nadalini Dott. Simone Pizzi Rag. Marinella Quartieri

Dettagli

Commissione Tributaria

Commissione Tributaria Commissione Tributaria Provinciale/di 1 Grado di Nota di iscrizione a ruolo DA COMPILARE IN STAMPATELLO (art. 22, comma 1, D.Lgs. n. 546/92) PROPONENTE Contribuente Ente impositore/società di riscossione

Dettagli