Ambienti abitativi. Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ambienti abitativi. Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor"

Transcript

1 Ambienti abitativi Radon, Contaminanti indoor

2 Radon Cos è e da dove viene Il radon è un gas radioattivo di origine naturale proveniente dal sottosuolo che si può infiltrare e accumulare nelle abitazioni quando le condizioni strutturali dell abitazione e geologiche del sottosuolo lo permettono. Pericolo Alte concentrazioni di radon possono provocare gravi danni alla salute: in Svizzera il radon, inalato con la respirazione, è al secondo posto dopo il fumo tra le cause di cancro ai polmoni. Una casa differisce dall altra. Come misurare il radon Il radon lo conosci se lo misuri: in modo semplice ed economico mediante la posa di dosimetri (piccole scatolette in materiale plastico) durante tre mesi invernali. Nel caso di superamento del valore limite occorre procedere ad un risanamento dell abitazione. Semplici accorgimenti come la sigillatura dei possibili punti di penetrazione del radon possono essere eseguiti anche da soli. Lavori di risanamento più impegnativi devono essere eseguita da specialisti.

3 Aree ad elevata concentrazione di radon Aree a concentrazione normale di radon Aree a concentrazione di radon sconosciuta Distribuzione sul territorio svizzero Già dal 1992 ci si è occupati del problema del radon organizzando delle campagne volte alla ricerca delle aree ad elevata concentrazione di tale gas come stabilito dall Ordinanza federale sulla radioprotezione del 22 giugno 1994: il Ticino è risultato essere un area ad elevata concentrazione di radon (vedi cartina dell UFSP, 1999). 11% 2% Abitazioni < 400 Bq/m 3 Abitazioni comprese fra 400 e 1'000 Bq/m 3 Abitazioni > 1'000 Bq/m 3 87% Distribuzione sul territorio ticinese A tutt oggi sono state effettuate oltre 5'000 misure in altrettante abitazioni del Cantone. Da questi dati si evince che buona parte delle case controllate (87%) presentano una concentrazione di radon inferiore al valore operativo di 400 Bq/m 3 mentre circa il 2% supera il valore limite di 1'000 Bq/m 3 (per gli uffici 3'000 Bq/m 3 ). Per valore operativo si intende la concentrazione auspicabile, mentre il valore limite determina la soglia per interventi prescrittivi di risanamento. Per le case nuove fare riferimento alla specifica guida tecnica per progettisti (Ufficio tecnico comunale) per prevenire il problema. Per le case vecchie misurare il radon per verificarne l eventuale presenza. La misurazione va sempre fatta nei locali abitativi, se possibile al piano terreno. Per ulteriori informazioni:

4 Contaminanti indoor L uomo moderno si sofferma per oltre l 80% del suo tempo in locali chiusi. L atmosfera artificiale di questi locali può condizionare lo star bene e la capacità di concentrazione. Mal di testa, vertigini, stanchezza, insonnia, bruciore agli occhi e alla gola e reazioni allergiche sono sintomi associati alla cosiddetta Sickbuilding Syndrome. Oltre a sostanze chimiche come la formaldeide, solventi e biocidi, anche l umidità dell aria, la luce, il livello dei rumori e i cattivi odori ricoprono un ruolo importante in questa sintomatologia. Il clima degli spazi interni influisce inoltre sul diffondersi di acari della polvere, di muffe e di batteri. Muffe e acari sono i responsabili principali di reazioni allergiche. Molti di questi inconvenienti sono dovuti all applicazione non corretta di misure per il risparmio energetico, in particolare le isolazioni termiche a tenuta stagna. In assenza di ricambio d aria queste misure promuovono un peggioramento della salubrità degli interni. Anche la presenza del gas incolore e inodore radon rappresenta un potenziale pericolo per gli abitanti (vedi capitolo specifico). Cause della "Sickbuilding Syndrome" fattori psicologici fattori fisici fattori chimici fattori strutturali fattori biologici

5 Direttive per un clima abitativo sano Il clima abitativo è condizionato principalmente da questi 3 fattori: temperatura umidità dell aria qualità dell aria Un esempio di come i valori di temperatura, umidità e concentrazione di anidride carbonica possono variare nell arco della giornata. I valori compresi nella fascia gialla sono da considerarsi normali Temperatura C :00 4:00 8:00 12:00 16:00 20:00 24:00 Umidità relativa % :00 4:00 8:00 12:00 16:00 20:00 24:00 Anidride carbonica % :00 4:00 8:00 12:00 16:00 20:00 24:00 Di seguito sono elencati i valori e i provvedimenti da prendere per mantenere un clima abitativo sano. Questi valori si basano principalmente su studi dell ETH di Zurigo. Temperatura ambientale nel soggiorno C nella camera da letto C per lavori domestici (dipende dalle attività) C Umidità dell aria L umidità relativa deve trovarsi tra il 40 e il 60%. Valori inferiori al 30%, come ad esempio in locali riscaldati senza umidificatore, portano ad un irritazione delle mucose e ad una predisposizione alle malattie influenzali. Con valori superiori al 60% possono svilupparsi le muffe. Qualità dell aria Una regolare ventilazione è necessaria per un conveniente apporto di ossigeno e per l eliminazione dell anidride carbonica di provenienza umana. Una buona regola: aprire le finestre 3 volte al giorno per 3-5 minuti. Si consigliano i seguenti provvedimenti in caso di consumo di tabacco: fumare possibilmente solo all aperto arieggiare almeno 6 volte al giorno per 3-5 minuti, se il consumo di tabacco avviene in un interno Un altra fonte di contaminanti è l utilizzo di prodotti contenenti solventi, ad esempio per l hobby, la pulizia e per lavori di pittura. È raccomandabile una buona aerazione durante e dopo tali lavori. Una camera da letto tinteggiata di fresco con colori ai solventi non deve essere usata per almeno 3 giorni. Un contaminante diffuso nell aria di interni è il fumo di tabacco, per il quale l effetto cancerogeno sull uomo è documentato scientificamente. L incidenza di questo contaminante negli ambienti abitativi fa del fumo la causa principale del cancro ai polmoni. La concentrazione di contaminanti nel fumo di tabacco è così alta che altre fonti di contaminazione, come ad esempio tappeti, tavole di legno truciolato, colori e vernici, odori corporei ecc., diventano in confronto irrilevanti.

6 Intossicazione da monossido di carbonio Descrizione del caso Una famiglia valmaggese si rivolge ad un medico descrivendo una sintomatologia che coinvolge tutti i membri, specialmente i due bambini di 8 e 10 anni: sonnolenza, cefalea, nausea e vertigini. I sintomi si erano già presentati l anno prima durante l inverno, erano però spariti con l avvento della stagione calda. Dopo gli accertamenti di routine il medico fa intervenire il Laboratorio cantonale per effettuare delle misurazioni nell abitazione. L agente tossicologico Le misurazioni nell abitazione danno rapidamente un riscontro positivo: presenza di monossido di carbonio. Si tratta di un gas inodore, incolore e tossico per l organismo a causa della sua proprietà di inibire il trasporto di ossigeno nel sangue da parte dell emoglobina. Si forma in tutti i processi di combustione incompleta (che avvengono cioè in carenza di ossigeno o aria), situazione che si verifica in diversa misura nei motori degli autoveicoli e negli impianti di riscaldamento. Ad alte concentrazioni il monossido di carbonio può causare confusione mentale e perdita di coscienza che porta l intossicato alla cosiddetta morte rosa per asfissia. Causa dell intossicazione La causa dell intossicazione è stata individuata in una pigna malfunzionante. Dalla camera di combustione fuoriusciva infatti un quantitativo importante del gas tossico che si arricchiva nell abitazione insufficientemente arieggiata. L episodio si è verificato dopo il risanamento dell edificio in un ottica di risparmio energetico. L eliminazione degli spifferi associati ai serramenti ha avuto come effetto l aumento della concentrazione indoor dell agente tossico. Casistica locale Le cause più comuni di questo tipo di intossicazione accidentale sono gli impianti di riscaldamento difettosi e i camini e le stufe a legna posti in locali non sufficientemente ventilati. Questo spiega l aumento dei casi, comunque limitati, di intossicazione acuta nei mesi invernali. Misure di prevenzione A titolo preventivo si consiglia di far verificare da uno specialista: l accurato funzionamento degli impianti di riscaldamento il rispetto delle norme di sicurezza il sistema di areazione e del tiraggio dei camini L areazione dei locali abitativi (almeno 3 volte al giorno per 3-5 minuti) permette di prevenire anche l accumulo di altri contaminanti indoor e di migliorare la salubrità dell aria

www.enerline.it MANUTENZIONE PERIODICA DELLA COPERTURA Enerline S.r.l. Via F. Bocconi, 9 20136 Milano Tel. 02-58432143 email: info@enerline.

www.enerline.it MANUTENZIONE PERIODICA DELLA COPERTURA Enerline S.r.l. Via F. Bocconi, 9 20136 Milano Tel. 02-58432143 email: info@enerline. Enerline S.r.l. Via F. Bocconi, 9 20136 Milano Tel. 02-58432143 email: info@enerline.it www.enerline.it MANUTENZIONE PERIODICA DELLA COPERTURA MONOSSIDO DI CARBONIO Le cause Ventilazione Combustione Evacuazione

Dettagli

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: Sistemi di Rivelazione GAS in ambiente domestico. Tecnologie Normativa di riferimento Installazione.

Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: Sistemi di Rivelazione GAS in ambiente domestico. Tecnologie Normativa di riferimento Installazione. Norma CEI 64-8 e aggiornamenti: Sistemi di Rivelazione GAS in ambiente domestico Tecnologie Normativa di riferimento Installazione Enrico Zaccaria Membro Sgr. Rivelatori di gas ANIE CSI Associazione Componenti

Dettagli

La Qualità dellʼaria allʼinterno delle nostre abitazioni

La Qualità dellʼaria allʼinterno delle nostre abitazioni La Qualità dellʼaria allʼinterno delle nostre abitazioni La qualità dellʼaria negli ambienti confinati (indoor), comprese le abitazioni, può essere causa di una vasto numero di effetti indesiderati che

Dettagli

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi?

Che cos'è il radon? Il gas radon è rilevabile con i sensi? Che cos'è il radon? Il Radon è un gas inodore e incolore presente in natura. Il suo isotopo (atomo di uno stesso elemento chimico con numero di protoni fisso e numero di neutroni variabile) 222Rn è radioattivo

Dettagli

LA QUALITA DELL ARIA DENTRO LA NOSTRA CASA. arch. Luca Farinelli studio anguillametrica luca@anguillametrica.com

LA QUALITA DELL ARIA DENTRO LA NOSTRA CASA. arch. Luca Farinelli studio anguillametrica luca@anguillametrica.com LA QUALITA DELL ARIA DENTRO LA NOSTRA CASA arch. Luca Farinelli studio anguillametrica luca@anguillametrica.com NELLA CASA SI TRASCORRE L 80% DEL TEMPO DELLA NOSTRA VITA CHE ARIA RESPIRIAMO DENTRO LA NOSTRA

Dettagli

Research & Development. che peso ha. l aria che respiri?

Research & Development. che peso ha. l aria che respiri? che peso ha l aria che respiri? periso ti libera dagli aggressori dell aria QUALITÀ DELL ARIA E IONIZZAZIONE La qualità della vita riveste sempre maggiore interesse nei settori pubblici e privati. Fornire

Dettagli

Il fenomeno condensa

Il fenomeno condensa Il fenomeno condensa La condensa è un fenomeno naturale molto frequente e presente in vari tipi di abitazioni; è un fenomeno piuttosto fastidioso ed insidioso, anche perché comporta effetti negativi dannosi

Dettagli

www.vortice.com Perché è importante VENTILARE?

www.vortice.com Perché è importante VENTILARE? www.vortice.com Perché è importante VENTILARE? Ti riconosci in queste SITUAZIONI? L edificio malato Il problema dell inquinamento INDOOR è ormai un problema noto a tutti. La sindrome dell edificio malato

Dettagli

Inquinamento indoor: effetti della condensazione superficiale

Inquinamento indoor: effetti della condensazione superficiale 1) La Ventilazione meccanica applicazioni e normativa vigente 2) applicazione nella ristrutturazione 3) La classe A e la ventilazione meccanica i perchè della scelta. Umberto Buzzoni Inquinamento indoor:

Dettagli

Radon e salute. A cura di: Anita Cappello, Martina Greco, Marina Rampinini 20/11/2012. ASL di Milano. Dipartimento di Prevenzione

Radon e salute. A cura di: Anita Cappello, Martina Greco, Marina Rampinini 20/11/2012. ASL di Milano. Dipartimento di Prevenzione Radon e salute A cura di: Anita Cappello, Martina Greco, Marina Rampinini 20/11/2012 ASL di Milano Dipartimento di Prevenzione Struttura semplice dipartimentale Salute e Ambiente Via Statuto 5 20121 Milano

Dettagli

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola

Impianto di ventilazione: la casa respira da sola minergie Impianto di ventilazione: la casa respira da sola I moderni edifici provvisti di sistemi di aerazione garantiscono un clima abitativo o lavorativo confortevole, sano e aria sempre fresca nei locali;

Dettagli

INQUINAMENTO INDOOR IN AMBIENTI DI LAVORO E IN AMBITO DOMESTICO

INQUINAMENTO INDOOR IN AMBIENTI DI LAVORO E IN AMBITO DOMESTICO INQUINAMENTO INDOOR IN AMBIENTI DI LAVORO E IN AMBITO DOMESTICO 1 Legislazione di riferimento D.Lgs 277/91 D.Lgs 66/00 D.Lgs. 25/02 UNI EN 689/97 TLV - Threshold Limit Values della American Conference

Dettagli

Inquinamento indoor: definizione di una strategia di approccio al problema

Inquinamento indoor: definizione di una strategia di approccio al problema SEMINARIO Contaminazione indoor: sicurezza, ambiente e sostenibilità Inquinamento indoor: definizione di una strategia di approccio al problema BRUNO MARCHESINI 3 maggio 2011 S a l a B o l e r o Ambiente

Dettagli

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie

Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria

Dettagli

Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra

Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra Produzione del caldo e del freddo: energia dal sole e dalla terra Impianto fotovoltaico L impianto fotovoltaico, posto sulla copertura dell edificio, permette di trasformare l energia solare in energia

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Ventilazione Meccanica Controllata (VMC)

Ventilazione Meccanica Controllata (VMC) Ventilazione Meccanica Controllata (VMC) L aerazione negli edifici rappresenta un aspetto importante sia per il risparmio energetico sia per il comfort interno degli ambienti abitati. Il risparmio energetico

Dettagli

SUPERLAVABILE - ANTI-INQUINAMENTO

SUPERLAVABILE - ANTI-INQUINAMENTO SUPERLAVABILE - ANTI-INQUINAMENTO La salute passa anche attraverso le pareti di casa La qualità dell aria in interno L aria che respiriamo all interno degli edifici, contrariamente a quanto si può pensare,

Dettagli

IL RADON. Decadimento del Radon. protone Radon 222 neutrone. elettrone. radiazione alfa

IL RADON. Decadimento del Radon. protone Radon 222 neutrone. elettrone. radiazione alfa IL RADON Il Radon è un gas radioattivo presente nel suolo e nei materiali da costruzione. La presenza di Radon è legata all abbondanza di minerali radioattivi naturali nella crosta terrestre: le due forme

Dettagli

Radon. un problema per la salute negli ambienti confinati. Centro Regionale per le Radiazioni Ionizzanti e non Ionizzanti

Radon. un problema per la salute negli ambienti confinati. Centro Regionale per le Radiazioni Ionizzanti e non Ionizzanti Radon un problema per la salute negli ambienti confinati Centro Regionale per le Radiazioni Ionizzanti e non Ionizzanti 1 ARPA PIEMONTE Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Piemonte Realizzazione

Dettagli

La Qualità dell aria. Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl. Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D AnnunzioD.

La Qualità dell aria. Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl. Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D AnnunzioD. Corso di IMPIANTI TECNICI per l EDILIZIAl La Qualità dell aria Prof. Paolo ZAZZINI Dipartimento INGEO Università G. D AnnunzioD Annunzio Pescara www.lft.unich.it Secondo lo Standard 62/04 ASHRAE: «La qualità

Dettagli

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza

3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro. Guida ai rischi. Protezione Vie Respiratorie. Prendi. a cuore. la tua sicurezza 3M Prodotti per la Sicurezza sul Lavoro Protezione Vie Respiratorie Guida ai rischi Prendi a cuore la tua sicurezza A ogni respiro, possiamo inalare milioni di particelle. Le particelle nocive non sono

Dettagli

PROGETTO INDOOR SCHOOL

PROGETTO INDOOR SCHOOL Esposizione ad inquinanti indoor: linee guida per la valutazione dei fattori di rischio in ambiente scolastico e definizione delle misure per la tutela della salute respiratoria degli scolari e degli adolescenti

Dettagli

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc)

Inquinanti atmosferici. Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) Inquinanti atmosferici Ossidi di zolfo Ossidi di azoto Monossido di carbonio Particolato (polveri) Altri (metalli, VOC, etc) ZOLFO I composti dello zolfo di interesse ai fini dell inquinamento atmosferico

Dettagli

SCUOLA e CASA A MISURA DI RADON

SCUOLA e CASA A MISURA DI RADON I.I.S.S. "Alessandro Greppi" PROGETTO SCUOLA e CASA A MISURA DI RADON Responsabile: prof. Valter Giuliani 1. IL PROGETTO IN SINTESI Il radon, gas radioattivo naturale proveniente dal sottosuolo, che non

Dettagli

minergie TI-042 04-2011

minergie TI-042 04-2011 minergie TI-042 54 04-2011 Ammodernare secondo efficienza energetica e il valore dell immobile aumenta Approfittare dell ammodernamento dell immobile per ridurre della metà il suo fabbisogno energetico

Dettagli

Collana prodotta dalla Provincia Autonoma di Trento Agenzia Provinciale per le Risorse Idriche e l Energia Testi: a cura di ing.

Collana prodotta dalla Provincia Autonoma di Trento Agenzia Provinciale per le Risorse Idriche e l Energia Testi: a cura di ing. CANNE FUMARIE Collana prodotta dalla Provincia Autonoma di Trento Agenzia Provinciale per le Risorse Idriche e l Energia Testi: a cura di ing. Daniele Biasioni Edizione: settembre 2014 Progetto grafico:

Dettagli

Definizione di ambiente indoor

Definizione di ambiente indoor Definizione di ambiente indoor Ambienti confinati di vita e di lavoro non industriali quali abitazioni, uffici pubblici e privati, strutture comunitarie, locali destinati ad attività ricreative e mezzi

Dettagli

Scheda Dati di Sicurezza

Scheda Dati di Sicurezza Rev. 1 Novembre 2008 Pag.:1/5 1 Materiale / Processo e Società 1.1 Nome del prodotto: "URSA XPS" 1.2 Dati del fabbricante: 1.2.1 Distributore per l Italia: URSA ITALIA s.r.l. via Paracelso, 16 20041 Agrate

Dettagli

L'irradiazione di radon può essere eliminata al 95%

L'irradiazione di radon può essere eliminata al 95% PITTSBURGH CORNING (Svizzera) SA Servizio stampa Isolamento con FOAMGLAS di edifici nuovi o da ristrutturare L'irradiazione di radon può essere eliminata al 95% In molte parti della Svizzera, in modo particolare

Dettagli

QUALITÀ DELL ARIA INDOOR

QUALITÀ DELL ARIA INDOOR QUALITÀ DELL ARIA INDOOR Composizione dell aria atmosferica Inquinanti primari e secondari Altre sostanze Energia Attività umane Inquinanti primari Reazioni Inquinanti secondari Esempio... Radiazioni Ossigeno

Dettagli

SigmaCare. Pitture immunizzanti e antinquinamento per interni.

SigmaCare. Pitture immunizzanti e antinquinamento per interni. EDILIZIA PROFESSIONALE SigmaCare. Pitture immunizzanti e antinquinamento per interni. SigmaCare. La difesa della salute passa anche dalle pareti. Il problema della qualità dell aria è all ordine del giorno

Dettagli

Materiali da costruzione e inquinamento indoor

Materiali da costruzione e inquinamento indoor Materiali da costruzione e inquinamento indoor Sono moltissimi i fattori che condizionano la qualità dell'aria negli spazi che abitiamo. di Silvia Piardi Tratto da AMBIENTE COSTRUITO n.4/1998 I materiali

Dettagli

APPLICABILE DAL 1 GIUGNO 2015

APPLICABILE DAL 1 GIUGNO 2015 CLASSIFICAZIONE E CARATTERISTICHE DEI RIFIUTI A PARTIRE DAL 1 GIUGNO 2015 Guida alla classificazione dei rifiuti Se un rifiuto è classificato con codice CER pericoloso assoluto, esso è pericoloso senza

Dettagli

Pagina :1/5 1 IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETÀ FORNITRICE Scheda n 001 Nome commerciale Acetilene Nome chimico della sostanza Acetilene; etino Formula chimica C 2 H 2 Utilizzi della sostanza

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA DEI GRANULI DI GUSCI DI NOCE

SCHEDA DI SICUREZZA DEI GRANULI DI GUSCI DI NOCE 8 revisione del 20/10/2014 SCHEDA DI SICUREZZA DEI GRANULI DI GUSCI DI NOCE 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO 1.1. Nome commerciale: Granuli di noce. 1.2. Nome del prodotto: Granuli di gusci di noce. 1.3.

Dettagli

Che aria tira a Moie?

Che aria tira a Moie? Questo studio è stato realizzato da Daniele Campolucci ed Emanuela Piedimonte. Alcuni cittadini, anche se si sentivano rassicurati sulla presenza e sulla gestione della discarica dai risultati dei continui

Dettagli

Camini e canne fumarie, perché tutti questi incendi?

Camini e canne fumarie, perché tutti questi incendi? Via Repubblica 56-13900 Biella Tel: 015 351121 - Fax: 015 351426 - C. F.: 81067160028 Internet: www.biella.cna.it - email: mailbox@biella.cna.it Certificato n IT07/0030 Camini e canne fumarie, perché tutti

Dettagli

MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi

MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi MASSIMIZZARE L ACQUISTO come ottenere il meglio dai nuovi infissi IL CONFORT Il confort all interno degli edifici è dato dalla somma di diversi fattori: l isolamento termo-acustico, la luminosità, la temperatura

Dettagli

SCHEDA DEI DATI DI SICUREZZA ai sensi della Direttiva 91/155/EEC 1 1. Identificazione della sostanza/preparato e della società/impresa. 1.1 Identificazione della sostanza DOXORUBICINA CLORIDRATO 1.2 Identificazione

Dettagli

LA TERMOGRAFIA AD INFRAROSSI PER IL SETTORE DELL EDILIZIA

LA TERMOGRAFIA AD INFRAROSSI PER IL SETTORE DELL EDILIZIA Servizi di Termografia Impianti di Teletermografia Vendita e Noleggio Termocamere Corsi di formazione Normative ASNT ed EN473 LA TERMOGRAFIA AD INFRAROSSI PER IL SETTORE DELL EDILIZIA Qual è il vantaggio

Dettagli

Esposizione ad inquinanti indoor nelle scuole di Udine e hinterland

Esposizione ad inquinanti indoor nelle scuole di Udine e hinterland Esposizione ad inquinanti indoor nelle scuole di Udine e hinterland Marilena Mazzariol, Manuela Mazzariol, Alen Carli, Mario Canciani Servizio di Allergo-Pneumologia Clinica Pediatrica, Università di Udine

Dettagli

EFFETTI SULLA SALUTE DERIVANTI DALL INQUINAMENTO INDOOR. Dr. Riccardo Arduini Medico del Lavoro Azienda U.S.L. di Bologna

EFFETTI SULLA SALUTE DERIVANTI DALL INQUINAMENTO INDOOR. Dr. Riccardo Arduini Medico del Lavoro Azienda U.S.L. di Bologna EFFETTI SULLA SALUTE DERIVANTI DALL INQUINAMENTO INDOOR Dr. Riccardo Arduini Medico del Lavoro Azienda U.S.L. di Bologna Il comfort può essere definito come una condizione di benessere psicofisico dell

Dettagli

L attività di prevenzione dell A.S.L. nelle palestre e nelle piscine della Provincia di Bergamo

L attività di prevenzione dell A.S.L. nelle palestre e nelle piscine della Provincia di Bergamo L attività di prevenzione dell A.S.L. nelle palestre e nelle piscine della Provincia di Bergamo 7 novembre 2012 1 L aspetto benefico connesso alla pratica di attività sportive che si svolgono in spazi

Dettagli

Strumenti per la diagnosi in edilizia. Anche i muri parlano! www.testoitalia.it

Strumenti per la diagnosi in edilizia. Anche i muri parlano! www.testoitalia.it Strumenti per la diagnosi in edilizia Anche i muri parlano! www.testoitalia.it testo Mini Data logger - 174H / testo Data logger - 175H1 Monitoraggio temperatura e umidità Il risparmio energetico è un

Dettagli

La ventilazione meccanica controllata LA VENTILAZIONE DEI LOCALI

La ventilazione meccanica controllata LA VENTILAZIONE DEI LOCALI La ventilazione meccanica controllata LA VENTILAZIONE DEI LOCALI I Ricambi d aria in abitazioni residenziali devono essere di 0,5 vol/h secondo Normativa Per esempio una stanza di 16 m² ha un volume di

Dettagli

Sistema antimuffa per interni. Vivere bene in un ambiente sano

Sistema antimuffa per interni. Vivere bene in un ambiente sano Sistema antimuffa per interni Vivere bene in un ambiente sano Effetti negativi della muffa Muffa: cos è in realtà? Muffa è un termine generico per indicare tante diverse tipologie di funghi. La muffa consiste

Dettagli

Ermeticità all'aria a contrasto della qualità dell'aria. Ampack AG I VSSM I Fachanlässe 2013 Raumluftqualität und Luftfeuchtigkeit 1

Ermeticità all'aria a contrasto della qualità dell'aria. Ampack AG I VSSM I Fachanlässe 2013 Raumluftqualität und Luftfeuchtigkeit 1 Ermeticità all'aria a contrasto della qualità dell'aria 1 Il vostro consulente esterno Nedo Maestrani Cons. Tec. e vendita Ticino e Grigioni 2 State ascoltando e vedendo René Zangerl direttore vendite

Dettagli

Radon. Informazioni relative ad un argomento radiante

Radon. Informazioni relative ad un argomento radiante Radon Informazioni relative ad un argomento radiante 2 I Radon Informazioni relative ad un argomento radiante Indice Introduzione 5 Come si forma il radon? 6 Come si diffonde il radon? 7 Come penetra il

Dettagli

PROTEGGI TE STESSO E LA TUA FAMIGLIA DAL "KILLER SILENZIOSO" E TU, L'HAI INSTALLATO?

PROTEGGI TE STESSO E LA TUA FAMIGLIA DAL KILLER SILENZIOSO E TU, L'HAI INSTALLATO? PROTEGGI TE STESSO E LA TUA FAMIGLIA DAL "KILLER SILENZIOSO" E TU, L'HAI INSTALLATO? Negli ultimi anni la PROTEGGI Provincia dell'ontario ha registrato un aumento nel numero di avvelenamenti accidentali

Dettagli

SSP.010 Revisione 00 del 20-06-96 pagina 1 di 5.

SSP.010 Revisione 00 del 20-06-96 pagina 1 di 5. SSP.010 Revisione 00 del 20-06-96 pagina 1 di 5. 1. DENOMINAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETÀ Indicazioni sul prodotto(i) : Spaghetti (tubi piccoli a parete sottile), tubi lisci e corrugati ottenuti mediante

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRAMENTI SERPLAST

MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRAMENTI SERPLAST MANUALE D USO E MANUTENZIONE SERRAMENTI SERPLAST Gentile cliente, complimenti per avere scelto il nostro prodotto! Un serramento di qualità che resterà bello e inalterato nel tempo, anche grazie ad alcuni

Dettagli

Alle nostre latitudini la domanda di

Alle nostre latitudini la domanda di minergie Protezioni solari con lamelle, in parte fisse, e gronde Benessere ter edifici ed effi Nella società contemporanea trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi confinati, in particolare

Dettagli

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore

RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI E N E R G E T I C O. Vantaggi immediati per un futuro migliore COSTRUZIONI E RISTRUTTURAZIONI CON PARAMETRI CASA CLIMA A BASSOCONSUMO E N E R G E T I C O RISANAMENTO DEGLI EDIFICI ESISTENTI Vantaggi immediati per un futuro migliore Strada Comunale Gelati, 5 29025

Dettagli

Scheda di sicurezza Secondo regolamento nr. 1907/2006 (REACH) Secondo regolamento nr. 453/2010

Scheda di sicurezza Secondo regolamento nr. 1907/2006 (REACH) Secondo regolamento nr. 453/2010 Versione: 2.0.0 Data compilazione: 18.02.2013 Pagina:1/7 1. Identificazione della sostanza o della miscela e della società/impresa. 1.1 Identificatori del prodotto. Numero articolo (produttore):/ Nome

Dettagli

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA

AZIENDA ULSS 20 DI VERONA C.F. e P.I. 257926 DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE - SERVIZIO IGIENE E SANITÀ PUBBLICA Via S. D Acquisto, 7 - C.A.P. 722 Verona - tel 45/8759, fax 45/875 Oggetto: Osservatorio provinciale sulle intossicazioni

Dettagli

Uso dell acqua potabile Prevenzione nelle attività pubbliche e private

Uso dell acqua potabile Prevenzione nelle attività pubbliche e private Uso dell acqua potabile Prevenzione nelle attività pubbliche e private LA PREVENZIONE DALLA LEGIONELLOSI Acqua destinata al consumo umano Decreto legislativo 2 feb. 2001, n 31 Attuazione della direttiva

Dettagli

VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE

VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE VENTILAZIONE CONTROLLATA NEGLI EDIFICI AD ELEVATE PRESTAZIONI ENERGETICHE Arch. Valentina Raisa Assegnista di ricerca dell Università di Ferrara (finanziamento di AldesItalia) Qual è l edificio ad elevate

Dettagli

PRESENTAZIONE PRODOTTO

PRESENTAZIONE PRODOTTO PRESENTAZIONE PRODOTTO L'IDEA ECOPARED Ecological System è un sistema di pannelli ecologici che hanno la capacità di eliminare, ridurre, adsorbire umidità, cattivi odori, condensa, muffe e fumo e che permettono

Dettagli

"#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro

#$%&'()! *$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()! "*$!$*#+#!,)!$-%#.# Guida ad un impiego sicuro dei solventi sul lavoro "#$%&'()!"*$!$*#+#!,)!$-%#.# Cos é un solvente? Molte sostanze chimiche, usate per distruggere o diluire altre sostanze

Dettagli

Il ruolo dell igiene pubblica nella tutela dell aria

Il ruolo dell igiene pubblica nella tutela dell aria DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE SERVIZIO IGIENE E SANITA PUBBLICA Il ruolo dell igiene pubblica nella tutela dell aria Dott. Stefano Marzani Dott. Francesco Lisena Dott.ssa Michela Barni Aula Angelo Celli

Dettagli

Ogni persona è esposta alla radioattività naturale derivante da: Radiazioni di origine cosmica che arrivano sulla Terra;

Ogni persona è esposta alla radioattività naturale derivante da: Radiazioni di origine cosmica che arrivano sulla Terra; Ogni persona è esposta alla radioattività naturale derivante da: Radiazioni di origine cosmica che arrivano sulla Terra; Sostanze radioattive naturali presenti nell aria, nell acqua e nel cibo; Sostanze

Dettagli

CENTRO DI COMPETENZA RADON SUPSI (CCR)

CENTRO DI COMPETENZA RADON SUPSI (CCR) Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana Dipartimento Ambiente Costruzioni e Design Centro di Competenza Radon CENTRO DI COMPETENZA RADON SUPSI (CCR) Rapporto annuale Centro di Competenza

Dettagli

Oggetto: Campagna di rilevamento di inquinanti atmosferici mediante analizzatore LAVOISIER TM presso il casello di Beinasco (Torino).

Oggetto: Campagna di rilevamento di inquinanti atmosferici mediante analizzatore LAVOISIER TM presso il casello di Beinasco (Torino). Oggetto: Campagna di rilevamento di inquinanti atmosferici mediante analizzatore LAVOISIER TM presso il casello di Beinasco (Torino). La campagna di monitoraggio si è svolta presso il casello autostradale

Dettagli

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw

Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Istruzioni d uso e manutenzione degli impianti termici a gas con portata termica fino a 35 kw Allegati alla Dichiarazione di conformità n data Committente. Le presenti istruzioni d uso e manutenzione dell

Dettagli

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015

Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Disposizioni per l esercizio, il controllo e la manutenzione degli impianti termici. Incontro Asl 27 marzo 2015 Relatore : Teresa Mauri - Responsabile Servizio Energia RUOLO PROVINCIA La Provincia, mediante

Dettagli

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento.

CERVELLO. Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Gruppo 2 M. f. g. CERVELLO Perdita progressiva della memoria e del senso dell orientamento. Nervo ottico Diminuzione della vista e della sensibilità ai colori GOLA Cancro della laringe e della faringe

Dettagli

4 Standard Promuovere un posto di lavoro sano Ambienti di lavoro Microclima Illuminazione

4 Standard Promuovere un posto di lavoro sano Ambienti di lavoro Microclima Illuminazione 4 Standard Promuovere un posto di lavoro sano Ambienti di lavoro Microclima Illuminazione D.Lgs 81/08 - TITOLO II LUOGHI DI LAVORO Articolo 63- Requisiti di salute e sicurezza Allegato IV Luoghi di di

Dettagli

LA RADIOATTIVITA AMBIENTALE:

LA RADIOATTIVITA AMBIENTALE: LA RADIOATTIVITA AMBIENTALE: PRINCIPALI ASPETTI ED ELEMENTI DI CONOSCENZA TERRITORIALE Daniela de Bartolo Settore Aria ed Agenti Fisici U.O. Agenti Fisici ed Energia ARPA Lombardia Sede Centrale Viale

Dettagli

3ULQFLSLGHOODFRPEXVWLRQH,OFDPSRGLLQILDPPDELOLWj

3ULQFLSLGHOODFRPEXVWLRQH,OFDPSRGLLQILDPPDELOLWj 3ULQFLSLGHOODFRPEXVWLRQH,OFDPSRGLLQILDPPDELOLWj $77(1=,21( Un combustibile può bruciare solo se è miscelato con l aria entro limiti percentuali (in volume) ben precisi, compresi in un intervallo di valori

Dettagli

LA VITA DIETRO UNA FINESTRA! Informazioni sulla Sindrome da Sensibilità Chimica Multipla (MCS)

LA VITA DIETRO UNA FINESTRA! Informazioni sulla Sindrome da Sensibilità Chimica Multipla (MCS) LA VITA DIETRO UNA FINESTRA! Informazioni sulla Sindrome da Sensibilità Chimica Multipla (MCS) Progettato da Stocchi Donatella e disegnato da Mario Linari Realizzato con la collaborazione di Occhiali Fausto

Dettagli

Caratteristiche di una CasaClima

Caratteristiche di una CasaClima Caratteristiche di una CasaClima Il termine CasaClima non identifica uno stile architettonico o un sistema costruttivo ma uno standard energetico. Una CasaClima è innanzitutto un edificio in grado di assicurare

Dettagli

Il controllo dei gas di combustione degli impianti termici

Il controllo dei gas di combustione degli impianti termici AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIRO L Landesagentur für Umwelt PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE Agenzia provinciale per l ambiente Il controllo dei gas di combustione degli impianti termici Nel

Dettagli

Facciate esterne in mattone paramano grigio. Costruzione antisismica. Classe energetica A (i.p.e. di progetto minore 29,00 kwh/m 2 a)

Facciate esterne in mattone paramano grigio. Costruzione antisismica. Classe energetica A (i.p.e. di progetto minore 29,00 kwh/m 2 a) LA STRUTTURA: sicurezza, durata, risparmio Facciate esterne in mattone paramano grigio Fascino del materiale naturale, Garanzia di massima durabilità, Elevata resistenza meccanica Zero costi di manutenzione

Dettagli

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA

SCHEDA DI DATI DI SICUREZZA Data ultima revisione: 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/ PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA 1/5 K5331 Vial 2 HER2 FISH pharmdx Kit K5333 Vial 2 TOP2A FISH pharmdx Kit K5599 Vial 2 Histology FISH Accessory

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE

SCHEDA DI SICUREZZA 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E DELLA SOCIETA PRODUTTRICE AF SCHEDA DI SICUREZZA Preparato da: s.r.l. Data revisione: 03 giugno 2008 Numero revisione: 01 Revisione precedente: 03 settembre 2003 Stato del documento: Definitivo 1 IDENTIFICAZIONE DEL PREPARATO E

Dettagli

Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma

Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma Luigi Turrio Baldassarri Igiene degli ambienti di vita Istituto superiore di sanità, Roma L aria indoor è contaminata? L aria degli ambienti interni può essere contaminata sia da sostanze già presenti

Dettagli

Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo

Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo Progetto pilota Prevenzione giovanile al tabagismo Giorgio Merlani Ufficio del medico cantonale Servizio promozione e valutazione sanitaria & Fondazione idée:sport Principali sostanze contenute nel fumo

Dettagli

Sicurezza gas. Ecco i 10 buoni consigli: prova a seguirli, non te ne pentirai.

Sicurezza gas. Ecco i 10 buoni consigli: prova a seguirli, non te ne pentirai. Sicurezza gas. Ecco i 10 buoni consigli: prova a seguirli, non te ne pentirai. 1 No fai da te Il fai da te sull impianto del gas combustibile è vietato. Tutte le operazioni di manutenzione, ordinaria e

Dettagli

MANUALE D USO BA 1004/03 (Foglio 1 di 3) AI SENSI DEL 20 DEL REGOLAMENTO TEDESCO SULLE SOSTANZE PERICOLOSE (TRGS 555)

MANUALE D USO BA 1004/03 (Foglio 1 di 3) AI SENSI DEL 20 DEL REGOLAMENTO TEDESCO SULLE SOSTANZE PERICOLOSE (TRGS 555) Esafluoruro di zolfo MANUALE D USO BA 1004/03 (Foglio 1 di 3) AI SENSI DEL 20 DEL REGOLAMENTO TEDESCO SULLE SOSTANZE PERICOLOSE (TRGS 555) Il presente manuale può essere utilizzato dal gestore del quadro

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 1.00.02 del 31/05/2006 COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5

SCHEDA DI SICUREZZA. Revisione n 1.00.02 del 31/05/2006 COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5 SCHEDA DI SICUREZZA COD. OL.ES.11 Pag. 1 di 5 1. IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA' NOME COMMERCIALE: OLIO ESSENZIALE ARANCIO AMARO Codice commerciale: OL.ES.11 Tipo di prodotto ed impiego:

Dettagli

Presentazione risanamento in presenza di gas Radon

Presentazione risanamento in presenza di gas Radon Presentazione risanamento in presenza di gas Radon Abitazione i unifamiliare ili Atelier d Architettura e Consulenze Tecniche WULLSCHLEG GER sagl Vista generale edificio Atelier d Architettura e Consule

Dettagli

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE

DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE CAPITOLO 5_e 1 OBIETTIVI DEFINIRE LE PRINCIPALI PATOLOGIE MEDICHE RICONOSCERE I SEGNI CHE DIFFERENZIAMO LE VARIE PATOLOGIE MEDICHE IDENTIFICARE I SEGNI DI GRAVITÀ E LE MANOVRE DI SOSTEGNO 2 ALTRE PATOLOGIE

Dettagli

MISURE DI CONCENTRAZIONE DI GAS RADON IN AMBIENTI CONFINATI VALUTAZIONE DELLA CONCENTRAZIONE MEDIA ANNUALE

MISURE DI CONCENTRAZIONE DI GAS RADON IN AMBIENTI CONFINATI VALUTAZIONE DELLA CONCENTRAZIONE MEDIA ANNUALE MISURE DI CONCENTRAZIONE DI GAS RADON IN AMBIENTI CONFINATI VALUTAZIONE DELLA CONCENTRAZIONE MEDIA ANNUALE richiedente: COMUNE DI RODENGO SAIANO -- DICEMBRE 2014-- PREMESSA Il Radon 222 ( 222 Rn) è un

Dettagli

Casa Clima oro / Casa passiva / Casa attiva

Casa Clima oro / Casa passiva / Casa attiva Casa Clima oro / Casa passiva / Casa attiva Casa Clima oro / Casa passiva / Casa attiva Dispersione di calore attraverso l involucro Tetto 20% - 35% Finestre 20% + 20 C -5 C Parete 25% - 40% 1. Solaio

Dettagli

Istruzioni d uso, manutenzione e cura di finestre e porte in legno

Istruzioni d uso, manutenzione e cura di finestre e porte in legno Gentili Signore e Signori, ci complimentiamo con Voi per le Vostre nuove finestre e/o porte e Vi ringraziamo per la fiducia che ci avete accordato. Per rendere durevole la Vostra soddisfazione nel nuovo

Dettagli

RELAZIONE SULLA CAMPAGNA CALORE PULITO DEL COMUNE DI PARMA

RELAZIONE SULLA CAMPAGNA CALORE PULITO DEL COMUNE DI PARMA RELAZIONE SULLA CAMPAGNA CALORE PULITO DEL COMUNE DI PARMA Prodotta da AGENZIA PARMA ENERGIA: arch. Tommaso Caenaro Parma, 4-02-2014 Premessa La presente relazione ha l obiettivo,a distanza di 30 mesi

Dettagli

LA CASA PASSIVA: Cos è una casa passiva e come si realizza

LA CASA PASSIVA: Cos è una casa passiva e come si realizza LA CASA PASSIVA: Cos è una casa passiva e come si realizza Ing. Andrea fagioli Bar-Camp: Jam Session di buone pratiche e progetti innovativi Dal punto di vista del comfort termico la temperatura nelle

Dettagli

ENERBUILD WP 5.3 Killer Arguments and opportunities. Ventilazione. Paolo Baggio Univ. Di Trento

ENERBUILD WP 5.3 Killer Arguments and opportunities. Ventilazione. Paolo Baggio Univ. Di Trento ENERBUILD WP 5.3 Killer Arguments and opportunities Ventilazione Paolo Baggio Univ. Di Trento Overview dei problemi di ventilazione nelle residenze Gli edifici ad alte prestazioni sono edifici a tenuta

Dettagli

LA MISURAZIONE E IL CONTROLLO DEL MICROCLIMA

LA MISURAZIONE E IL CONTROLLO DEL MICROCLIMA LA MISURAZIONE E IL CONTROLLO DEL MICROCLIMA Premessa Per caratterizzare un ambiente da un punto di vista microclimatico è necessario definire i parametri oggettivi, che lo descrivono mediante alcune grandezze

Dettagli

informativa sul problema del radon nei luoghi di vita e di lavoro

informativa sul problema del radon nei luoghi di vita e di lavoro Spett. Impresa xxxx xxxx OGGETTO: informativa sul problema del radon nei luoghi di vita e di lavoro Il radon è un gas naturale inerte, cancerogeno certo per l uomo; l organo bersaglio è il polmone. Esso

Dettagli

prima volta il riscaldamento elettrico in un opzione conveniente.

prima volta il riscaldamento elettrico in un opzione conveniente. prima volta il riscaldamento elettrico in un opzione conveniente. *si veda la Legge dello spostamento di Wien La legge dello spostamento di Wien La legge di Wien afferma che se si riduce il numero di watt

Dettagli

RISTRUTTURAZIONE A BASSO CONSUMO ENERGETICO O STANDARD CASA PASSIVA?

RISTRUTTURAZIONE A BASSO CONSUMO ENERGETICO O STANDARD CASA PASSIVA? RISTRUTTURAZIONE A BASSO CONSUMO ENERGETICO O STANDARD CASA PASSIVA? ENERGIE TIROL DI Guido Wimmers Südtiroler Platz 4/3 6020 Innsbruck Centro scolastico di Virgen : scuola con QE (qualità energetica)

Dettagli

Amianto I rischi per la popolazione

Amianto I rischi per la popolazione Seminario per i giornalisti sul tema amianto Amianto I rischi per la popolazione Roger Waeber, dipl. sc. nat. PF/SIA Ufficio federale della sanità pubblica Unità di direzione Protezione dei consumatori

Dettagli

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE

I FATTORI DI RISCHIO. Ing. Guido SAULE I FATTORI DI RISCHIO Ing. Guido SAULE I PRINCIPALI FATTORI DI RISCHIO I rischi lavorativi presenti negli ambienti di lavoro, in conseguenza dello svolgimento delle attività lavorative in un determinato

Dettagli

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 2001/58/CE RTV12C 01P-Bottle (0.800 Lbs-0.363 Kg)

SCHEDA DI SICUREZZA secondo direttiva 2001/58/CE RTV12C 01P-Bottle (0.800 Lbs-0.363 Kg) 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETÀ/IMPRESA Informazioni sul prodotto Marchio : Società : GE Silicones 260 Hudson River Road 12188 Waterford Telefono : Telefax : +49 (0)214/3072397

Dettagli

ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI

ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI ALCUNE IMPORTANTI REGOLE COMPORTAMENTALI PER I GENITORI 1. Conducete vostro figlio alle visite di controllo programmate dal medico, anche quando il bambino apparentemente sta bene. 2. Accertatevi che i

Dettagli

VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità

VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità 1 VMC: comfort, gestione del calore e dell umidità Ing. Luca Barbieri Product manager Hoval 2 Definizione ventilazione meccanica controllata «I sistemi di ventilazione meccanica controllata (VMC) sono

Dettagli

attività lavorative sorgenti di radiazioni naturali

attività lavorative sorgenti di radiazioni naturali Per una presentazione più dettagliata della tematica del radon, presentiamo un contributo di Flavia Groppi, che incomincia con l attuale regolamentazione: La normativa Italiana di Radioprotezione, in attuazione

Dettagli

Gazzetta Ufficiale Supplemento Ordinario n. 276 del 27/11/2001.

Gazzetta Ufficiale Supplemento Ordinario n. 276 del 27/11/2001. Linee guida per la tutela e la promozione della salute negli ambienti confinati Accordo del 27/09/2001 tra il Ministro della salute, le regioni e le province autonome. Documento 601S27SE.000 emanato dalla

Dettagli