I. CLASSI PRIME DELL A.S MODELLI DI FUNZIONAMENTO E OFFERTA FORMATIVA (Dpr 89/2009)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I. CLASSI PRIME DELL A.S. 2014-15 MODELLI DI FUNZIONAMENTO E OFFERTA FORMATIVA (Dpr 89/2009)"

Transcript

1 M i n i s t e r o d e l l i s t r u z i o n e, d e l l u n i v e r s i t à e d e l l a r i c e r c a Istituto Comprensivo Como Prestino Breccia Via Picchi Como - Tel: Fax: e mail: PEC: DELIBERA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO N. 49 DEL IL CONSIGLIO D ISTITUTO ALLO SCOPO DI - definire l offerta formativa per l a.s , nonché i modelli di funzionamento didattico e organizzativo delle scuole d infanzia, primaria e secondaria di I grado dell Istituto; - fissare dei criteri il più possibile oggettivi per procedere all accoglimento delle domande di iscrizione qualora risultassero esuberi rispetto alle capienze; VISTI - Circolare MIUR n. 28 del 10 gennaio 2014 relativa alle iscrizioni per l a.s Nota MIUR prot. n. 3 del 7/01/ Circolare MIUR n. 2 del 08/01/ Indicazioni e raccomandazioni per l integrazione di alunni con cittadinanza non italiana, - D.P.R. n. 89 del 20 marzo Revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione, - D.P.R. n. 81 del 20 marzo Regolamento sulla riorganizzazione della rete scolastica, - D.M. 26 agosto Norme di prevenzione incendi per l edilizia scolastica circa l affollamento delle aule scolastiche, - D.M. 18 dicembre Norme tecniche aggiornate relative all edilizia scolastica, - D.P.R. 8 marzo 1999, n Regolamento recante norme in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche, - La Delibera del Collegio dei Docenti del 16 dicembre 2013 circa il Piano dell Offerta Formativa dell Istituto per l a.s , - Considerata la capienza delle aule delle scuole d infanzia, primarie e secondaria di I grado - Nel rinviare, per quanto di seguito non specificato, al DPR 89/2009, al DPR 81/2009, alla CM 28/2014 DELIBERA l adozione del POF , con riferimento, in particolare, alle seguenti materie: I. CLASSI PRIME DELL A.S MODELLI DI FUNZIONAMENTO E OFFERTA FORMATIVA (Dpr 81 e 89/2009) II. CRITERI PER L ACCOGLIMENTO DELLE ISCRIZIONI, A.S III. ORARI DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE PER L A.S I. CLASSI PRIME DELL A.S MODELLI DI FUNZIONAMENTO E OFFERTA FORMATIVA (Dpr 89/2009) 1. DISTRIBUZIONE ORARIA SETTIMANALE Il monte ore settimanale delle attività didattiche viene distribuito - da lunedì a venerdì (settimana corta) per le scuole d infanzia e primarie; - da lunedì a sabato per la scuola secondaria di I grado. 2. SCUOLA D INFANZIA Le famiglie sono invitate a scegliere tra i seguenti orari di funzionamento: o 40 ore settimanali o 25 ore settimanali, solo al mattino Pag. 1 di 9

2 o fino a 50 ore settimanali, compatibilmente con l organico. Viene assicurato il servizio di refezione scolastica a cura del Comune. Su richiesta dei genitori, se in numero sufficiente, il Comune assicura anche il pre- e/o postscuola. I bambini di una medesima sezione seguono tutti lo stesso orario settimanale. Per la composizione delle sezioni vale quindi il criterio delle prevalenti opzioni delle famiglie, cioè della maggioranza. 3. SCUOLA PRIMARIA Le famiglie sono invitate a scegliere tra i seguenti orari di funzionamento: o 24 ore settimanali, da lunedì a venerdì, con 2 rientri pomeridiani o 27 ore settimanali, da lunedì a venerdì, con 3 rientri pomeridiani o fino a 30 ore settimanali, compatibilmente con l organico assegnato o 40 ore settimanali (tempo pieno), da lunedì a venerdì, comprensive della mensa, compatibilmente con l organico. Gli alunni di una medesima classe seguono tutti lo stesso orario settimanale. Per la composizione delle classi vale quindi il criterio delle prevalenti opzioni delle famiglie, cioè della maggioranza. Il Consiglio d Istituto, anche sulla base della delibera del Collegio dei Docenti, consiglia la scelta dell opzione fino a 30 ore settimanali (che, nelle nostre scuole, è quella delle 28 ore ). La vigilanza durante la mensa viene effettuata da personale statale. Per il tempo PIENO è vincolante l iscrizione alla refezione scolastica. 4. SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Le famiglie sono invitate a scegliere tra i seguenti orari di funzionamento: o 30 ore settimanali, senza rientri pomeridiani o 36 ore settimanali (tempo prolungato), con due rientri pomeridiani (lunedì e mercoledì, dalle ore 14,00 alle ore 16,00, se l organico è sufficiente) Per il solo tempo prolungato la vigilanza durante la mensa è assicurata da personale statale. Le classi a tempo prolungato, come pure il monte ore settimanale, saranno autorizzate dall Ufficio Scolastico Territoriale compatibilmente con l organico provinciale e con le dotazioni logistiche assicurate dai Comuni per il triennio. Gli alunni di una medesima classe seguono tutti lo stesso orario settimanale. Per la composizione delle classi vale quindi il criterio delle prevalenti opzioni delle famiglie, cioè della maggioranza. La scelta del tempo prolungato obbliga alla frequenza delle 36 ore per il triennio. 5. QUADRI ORARIO E DISCIPLINE DELLE CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINE (Regolamento ) 24 ore 27 ore 28 ore 30 ore RELIGIONE CATTOLICA INGLESE ITALIANO STORIA GEOGRAFIA MATEMATICA SCIENZE TECNOLOGIA MUSICA ARTE E IMMAGINE EDUCAZIONE FISICA MONTE ORE SETTIMANALE Pag. 2 di 9

3 SCUOLA SECONDARIA I GRADO DISCIPLINE 30 ORE 36 ore Italiano, storia e geografia mns Approfondimento in lettere 1 2 Approfondimento in matematica \ / Matematica e scienze mns Tecnologia 2 2 Inglese 3 3 Seconda lingua comunitaria 2 2 Arte e immagine 2 2 Educazione Fisica 2 2 Musica 2 2 Religione cattolica 1 1 MONTE ORE SETTIMANALE mensa 6. QUADRI ORARIO E DISCIPLINE DELLE CLASSI II-III-IV-V SCUOLA PRIMARIA CLASSI II III IV V RELIGIONE CATTOLICA INGLESE ITALIANO STORIA GEOGRAFIA MATEMATICA SCIENZE TECNOLOGIA MUSICA ARTE E IMMAGINE EDUCAZIONE FISICA MONTE ORE SETTIMANALE II. CRITERI PER L ACCOGLIMENTO DELLE ISCRIZIONI SCUOLA D INFANZIA Le iscrizioni alla scuola d infanzia avvengono tramite domanda in formato cartaceo. A) NORME GENERALI Le norme generali che fissano i limiti per la costituzione delle sezioni sono stabilite dal DPR , n. 81, art. 9. In sintesi ogni classe iniziale può comprendere: Minimo: 18 alunni Massimo: 26 alunni; fino a 29 se vi sono resti, ripartiti tra le sezioni, ad esclusione di quelle contenenti alunni disabili; Max: 20 con alunni disabili (di norma, a particolari condizioni e nei limiti dell organico assegnato; art. 5, comma 2 e 3) Per i bambini anticipatari sono richieste: condizioni logistiche opportune; personale specializzato; esaurimento delle liste di attesa; delibera del Collegio dei docenti. B) LIMITAZIONI Queste norme generali vanno poi calate nella realtà delle singole scuole. Nel formare le classi prime occorre tener conto della capienza delle aule e dei limiti di affollamento delle stesse. In particolare: Rispetto del parametro di 1,8 m 2 per alunno (Decreto sull edilizia scolastica del 1975) Rispetto del limite di affollamento di 26 persone per aula (Decreto Interni 1992), con le eccezioni ivi previste. Pag. 3 di 9

4 Il numero di bambini per sezione può scendere a 20 se lo richiede la particolarità dell handicap e se l organico lo consente. In base al punto A), nelle nuove sezioni delle scuole d infanzia nell a.s può essere accolto il seguente numero di bambini, divisi per plesso: Plessi Infanzia Infanzia Totale Prestino Breccia Scuole Infanzia N. Alunni iscritti N. alunni in uscita Disponibilità In presenza di liste di attesa, i bambini verranno distribuiti tra le sezioni prive di alunni diversamente abili fino a 29 per sezione, tenendo conto del punto B). Qualora le domande di iscrizione superassero le possibilità di accoglimento delle stesse da parte della scuola, verranno applicati i criteri di accettazione di seguito riportati. C) CRITERI PER L ACCETTAZIONE DELLE ISCRIZIONI Le domande di iscrizione presentate dopo il termine delle iscrizioni fissato dal MIUR verranno considerate come esuberi e quindi poste in lista di attesa. In generale, verranno accolte prioritariamente le domande d iscrizione - dei residenti nel Comune o nella Circoscrizione non anticipatari - dei non residenti non anticipatari - dei residenti nel Comune o nella Circoscrizione anticipatari - dei non residenti anticipatari. Nel rispetto dei limiti massimi di bambini per sezione, hanno la precedenza i residenti, nell ordine: 1. Alunni che risiedono nella Circoscrizione o nei Comuni di San Fermo e Cavallasca 2. Alunni diversamente abili 3. Fratelli frequentanti il plesso 4. Alunni con genitori che lavorano a tempo pieno 5. Alunni i cui genitori lavorano nel bacino d utenza 6. Numero di fratelli minorenni 7. Alunni i cui parenti abitano nel bacino d utenza 8. Alunni i cui fratelli hanno già frequentato il plesso 9. Alunni i cui fratelli hanno già frequentato l Istituto 10. Alunni stranieri provenienti da altre scuole in esubero del 30% Si precisa che per bacino d utenza si intende il territorio della Circoscrizione e dei Comuni di San Fermo e Cavallasca. Successivamente si prendono in considerazione, nell ordine, le domande di iscrizione a) Dei bambini non residenti non anticipatari b) Dei bambini anticipatari residenti e non residenti (3 anni entro il 30 aprile 2015), I bambini anticipatari verranno collocati in una lista di attesa apposita. D) ALUNNI CON CITTADINANZA NON ITALIANA La Circolare Ministeriale n. 2 dell 8 gennaio 2010, fissa un tetto massimo del 30% per la presenza di bambini stranieri nelle sezioni; ciò per facilitare i processi di integrazione. La stessa Circolare afferma che tale tetto può essere innalzato su decisione dell Ufficio Scolastico Regionale. A questi alunni si applicano gli stessi criteri di cui sopra. In caso di superamento del tetto fissato, si dà la precedenza, nell ordine, a: 1. Alunni stranieri con fratelli/sorelle già frequentanti la scuola richiesta 2. Alunni stranieri nati in Italia 3. Alunni stranieri con maggior numero di anni/mesi di residenza in Italia 4. Maggiore età anagrafica. Pag. 4 di 9

5 E) COMPOSIZIONE DELLE SEZIONI I nuovi iscritti saranno inseriti nelle sezioni esistenti in modo che esse risultino il più possibile OMOGENEE TRA LORO ED ETEROGENEE AL PROPRIO INTERNO, tenendo conto di: 1. Età e sesso dei bambini 2. Numero di bambini non italiani 3. Divisione tra fratelli gemelli (salvo casi particolari) 4. Indicazioni dei genitori. F) GESTIONE DELLE LISTE DI ATTESA 1. Le liste di attesa sono riferite al singolo plesso 2. Bambini iscritti anche in altre scuole, statali o private (paritarie e non), verranno depennati dalle liste di attesa 3. Bambini in lista di attesa verranno assegnati prioritariamente alle sezioni non frequentate da bambini diversamente abili 4. Le liste di attesa conservano validità fino al mese di febbraio dell a.s. di riferimento 5. Gli alunni iscritti che non abbiano mai frequentato entro il 31 ottobre, salvo casi particolari previsti dalla norma, sentite le famiglie, verranno depennati dagli elenchi. 6. Trasferimenti tra le scuole d infanzia dell Istituto Comprensivo verranno concessi entro e non oltre il 31 dicembre 2014 se e solo se risultino posti vacanti e siano esaurite le liste di attesa nella scuola di destinazione. SCUOLA PRIMARIA Le iscrizioni alla classe I della scuola primaria avvengono esclusivamente on line, con l eventuale supporto della Segreteria. A) NORME GENERALI Le norme generali che fissano i limiti per la costituzione delle classi sono stabilite dal DPR , n. 81, art. 10. In sintesi ogni classe iniziale può comprendere: Minimo: 15 alunni Massimo: 26 alunni; fino a 27 se vi sono resti; Max: 20 con alunni pdh (di norma e nei limiti di organico; art. 5, c. 2) B) LIMITAZIONI Queste norme generali vanno poi calate nella realtà delle singole scuole. Nel formare le classi prime occorre tener conto della capienza delle aule e dei limiti di affollamento delle stesse. In particolare: Rispetto del parametro di 1,8 m 2 per alunno (Decreto sull edilizia scolastica del 1975) Rispetto del limite di affollamento di 26 persone per aula (Decreto Interni 1992), con le eccezioni ivi previste. In concreto, tenendo conto dell eventuale presenza dell insegnante di sostegno, potranno essere accolti 25 o 24 alunni, compatibilmente con il rispetto del parametro di 1,8 m 2 per alunno. Il numero può scendere a 20 se si tiene conto della particolarità dell handicap. In base a questi due criteri, nelle classi I dell a.s può essere accolto il seguente numero massimo di alunni, divisi per plesso: Plessi SP Prestino SP Breccia SP San Fermo SP Cavallasca Totale Istituto N. Alunni 48 se con pdh/50 48 se con pdh/50 48 se con pdh/50 48 se con pdh/50 192/200 L entità degli alunni accolti potrà variare qualora vi siano casi di alunni con disabilità. Qualora le domande di iscrizione superassero le possibilità di accoglimento delle stesse da parte della scuola, verranno applicati i criteri di seguito esposti. Pag. 5 di 9

6 C) CRITERI PER L ACCETTAZIONE DELLE ISCRIZIONI In generale, verranno accolte prioritariamente le domande d iscrizione - dei residenti nei Comuni o nella Circoscrizione non anticipatari - dei residenti nei Comuni o nella Circoscrizione anticipatari - dei non residenti non anticipatari - dei non residenti anticipatari. Nel rispetto dei limiti massimi di alunni per classe, hanno la precedenza: 1. Alunni che risiedono nella Circoscrizione o nei Comuni di San Fermo e Cavallasca 2. Alunni diversamente abili 3. Fratelli provenienti dalle scuole d infanzia dell Istituto 4. Alunni con genitori che lavorano a tempo pieno 5. Alunni i cui genitori lavorano nel bacino d utenza 6. Numero di fratelli minorenni 7. Alunni i cui parenti abitano nel bacino d utenza 8. Alunni i cui fratelli hanno già frequentato il plesso 9. Alunni i cui fratelli hanno già frequentato l Istituto 10. Alunni stranieri provenienti da altre scuole in esubero del 30% Si precisa che per bacino d utenza si intende il territorio della Circoscrizione e dei Comuni di San Fermo e Cavallasca. Esauriti gli alunni di cui al punto 1, si prendono in considerazione, con gli stessi criteri, le domande di iscrizione degli alunni anticipatari (6 anni entro il 30 aprile 2015). Si dà comunque la precedenza ai residenti nel bacino d utenza. D) ALUNNI CON CITTADINANZA NON ITALIANA La Circolare Ministeriale n. 2 dell 8 gennaio 2010, fissa un tetto massimo del 30% per la presenza di alunni stranieri nelle classi I; ciò per facilitare i processi di integrazione. La stessa Circolare però afferma che tale tetto può essere innalzato su decisione dell Ufficio Scolastico Regionale. A questi alunni si applicano gli stessi criteri di cui sopra. In caso di superamento del tetto fissato, si dà la precedenza a: 1. Alunni stranieri con fratelli/sorelle già frequentanti la scuola richiesta 2. Alunni stranieri provenienti da scuole d infanzia dell Istituto 3. Alunni stranieri nati in Italia 4. Alunni stranieri con maggior numero di anni/mesi di residenza in Italia 5. Maggiore età anagrafica. E) COMPOSIZIONE DELLE CLASSI Qualora nello stesso plesso si formino più classi prime, si farà in modo che risultino il più possibile OMOGENEE TRA LORO ED ETEROGENEE AL PROPRIO INTERNO, tenendo conto di: 1. Segnalazioni dei docenti della scuola d infanzia 2. Segnalazioni dei genitori 3. Osservazioni dei docenti nella fase iniziale dell anno scolastico (a discrezione dei docenti del plesso). SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO L iscrizione alla classe I della scuola secondaria di I grado avviene, come per le iscrizioni alla classe I della scuola primaria, esclusivamente on line, con l eventuale supporto della Segreteria. Non è più possibile l iscrizione d ufficio. A) NORME GENERALI Le norme generali che fissano i limiti per la costituzione delle classi sono stabilite dal DPR , n. 81, art. 11. In sintesi ogni classe iniziale può comprendere: Pag. 6 di 9

7 Minimo: 18 alunni Massimo: 27 alunni; fino a 28 se vi sono resti; Max: 20 con alunni pdh (di norma e nei limiti di organico; art. 5, c. 2). B) LIMITAZIONI Queste norme generali vanno poi calate nella realtà delle singole scuole. Nel formare le classi prime occorre tener conto del numero di aule disponibili, della loro capienza e dei limiti di affollamento delle stesse. In particolare: E possibile formare 3 classi I a San Fermo e 3 classi I a Prestino, per un totale di 162 alunni Rispetto del parametro di 1,8 m 2 per alunno (Decreto sull edilizia scolastica del 1975) Rispetto del limite di affollamento di 26 persone per aula (Decreto Interni 1992), con le eccezioni ivi previste Minore numero di iscritti in classi con alunni diversamente abili o con alunni con BES. In concreto, tenendo conto dell eventuale presenza dell insegnante di sostegno, potranno essere accolti 25 o 24 alunni per classe, compatibilmente con il rispetto del parametro di 1,8 m 2 per alunno. Il numero può scendere a 20 se si tiene conto della particolarità dell handicap. In base a questi criteri, nelle classi I dell a.s possono essere accolti in via teorica 162 alunni, compatibilmente con le classi autorizzate dall Amministrazione. Qualora le domande di iscrizione superassero le possibilità di accoglimento delle stesse da parte della scuola, verranno applicati i seguenti criteri, fissati dal Consiglio d Istituto anche su proposta del Collegio dei Docenti. C) CRITERI PER L ACCETTAZIONE DELLE ISCRIZIONI C.1) CLASSI A TEMPO NORMALE, 30H Nel rispetto delle norme generali (punto A) e dei limiti massimi di alunni per classe (B), si applicano i criteri: 1. Alunni che risiedono nella Circoscrizione o nei Comuni di San Fermo e Cavallasca 2. Alunni diversamente abili 3. Fratelli frequentanti le scuole dell Istituto 4. Alunni con genitori che lavorano a tempo pieno 5. Alunni i cui genitori lavorano nel bacino d utenza 6. Numero di fratelli minorenni 7. Alunni i cui parenti abitano nel bacino d utenza 8. Alunni i cui fratelli hanno già frequentato il plesso 9. Alunni i cui fratelli hanno già frequentato l Istituto 10. Alunni stranieri provenienti da altre scuole in esubero del 30% Si precisa che per bacino d utenza si intende il territorio della Circoscrizione e dei Comuni di San Fermo e Cavallasca. C.2) CLASSI A TEMPO PROLUNGATO Nel rispetto delle norme generali (punto A) e dei limiti massimi di alunni per classe, qualora fosse impossibile incrementare il numero delle classi, si applicheranno gli stessi criteri di cui al punto C.1), col 2 riferito alla frequenza di classi a tempo prolungato. D) ALUNNI CON CITTADINANZA NON ITALIANA La Circolare Ministeriale n. 2 dell 8 gennaio 2010, fissa un tetto massimo del 30% per la presenza di alunni stranieri nelle classi I; ciò per facilitare i processi di integrazione. La stessa Circolare però afferma che tale tetto può essere innalzato su decisione dell Ufficio Scolastico Regionale. A questi alunni si applicano gli stessi criteri di cui al punto C) o D). In caso di superamento del tetto del 30%, si dà la precedenza a: 1. Alunni stranieri con fratelli/sorelle già frequentanti la scuola richiesta 2. Alunni stranieri provenienti da scuole primarie dell Istituto 3. Alunni stranieri nati in Italia 4. Alunni stranieri con maggior numero di anni/mesi di residenza in Italia Pag. 7 di 9

8 5. Maggiore età anagrafica. E) COMPOSIZIONE DELLE CLASSI Si farà in modo che le classi I risultino il più possibile omogenee tra loro ed eterogenee al proprio interno, tenendo conto di: 1. Equilibrio nel numero di alunni maschi/femmine 2. Equilibrio nella distribuzione degli alunni disabili e degli alunni con DSA 3. Equilibrio nella distribuzione degli alunni stranieri 4. Profitto 5. Comportamento 6. Provenienza dai plessi di scuola primaria 7. Segnalazioni dei docenti della scuola primaria. I genitori possono dare indicazioni, condivise, fino a 2 compagni di classe; la scuola si riserva di tenerne conto o no. III. ORARI DI FUNZIONAMENTO DELLE SCUOLE PER L A.S SCUOLE D INFANZIA INFANZIA SI Breccia SI Prestino Inizio attività ore INGRESSO INGRESSO Refezione Termine attività Dalle 7,45 alle 9,00 Dalle 7,45 alle 9,00 12,00 13,00 12,00 13,00 15,45 15,45 Prescuola A richiesta A richiesta Postscuola A richiesta A richiesta Entrate Uscite Dalle 7,45 alle 9,00 Dalle 7,45 alle 9,00 11,30-11,45 11,30-11,45 13,00 13,30 13,00 13,30 15,30 15,45 15,30 15,45 Scuolabus No No 1. Le scuole osservano il Calendario scolastico regionale. 2. E attivo il servizio mensa. 3. Vengono depennati dalle liste di attesa i bambini che risultano iscritti anche ad altre scuole, statali o private (paritarie e non paritarie). 4. Trasferimenti tra scuole d infanzia verranno concessi entro e non oltre il 31 dicembre 2014, qualora nella scuola di destinazione risultino posti vacanti e siano esaurite le liste di attesa. SCUOLE PRIMARIE SCUOLE PRIMARIE SP BRECCIA SP PRESTINO SP SAN FERMO SP CAVALLASCA MONTE ORE SETTIMANALE 28 ORE 28 ORE 28 ORE 28 ORE Ingresso alunni 8,10 8,10 8,10 8,15 Inizio lezioni mattino 8,15 8,15 8,15 8,20 Intervallo 10,35 10,50 10,35 10,50 10,35 10,50 10,35 10,50 Fine lezioni mattino DA LUNEDI A GIOVEDI 12,45 12,45 12,45 12,50 Pag. 8 di 9

9 VENERDI 12,15 12,15 12,15 12,20 Refezione Turni (*) 12,45 14, ,45 14, ,45 14, ,50 14,05 1 Lezioni pomeriggio 14,00 16,00 14,00 16,00 14,00 16,00 14,05 16,05 Prescuola NO NO Postscuola NO NO 7,30 8,10 LUN-VEN 14,00 16,00 GIO e VEN NO 14,05 16,00 GIO 14,05 15,30 VEN Tempo mensa 1 H 15 M 1 H 15 M 1 H 15 M 1 H 15 M (*) Qualora le capienze non siano adeguate, verranno effettuati i doppi turni per ridurre l affollamento SCUOLA SECONDARIA I GRADO A. MORO COMO PRESTINO A) Settimana lunedì sabato, per 30 ore, nessun rientro pomeridiano Ingresso a scuola: ore 8,00 Inizio delle lezioni: ore 8,05 Intervallo: ore 11,05 11,15 Termine delle lezioni: ore 13,05 B) Tempo prolungato: da lunedì a sabato, con rientri pomeridiani al lunedì e al mercoledì Ingresso a scuola: ore 8,00 Inizio delle lezioni: ore 8,05 Intervallo: ore 11,05 11,15 Termine delle lezioni mattino: 13,05 Refezione: 13,05 14,05 Inizio pomeriggio: 14,05 Intervallo: // Termine: ore 16,05 Trasporti // SCUOLA SECONDARIA I GRADO M. CURIE SAN FERMO C) Settimana lunedì sabato, per 30 ore, nessun rientro pomeridiano Ingresso a scuola: ore 8,00 Inizio delle lezioni: ore 8,05 Intervallo: ore 11,05 11,15 Termine delle lezioni: ore 13,05 D) Tempo prolungato: da lunedì a sabato, con rientri pomeridiani al lunedì e al mercoledì Ingresso a scuola: ore 8,00 Inizio delle lezioni: ore 8,05 Intervallo: ore 11,05 11,15 Termine delle lezioni mattino: 13,05 Refezione: 13,05 14,05 Inizio pomeriggio: 14,05 Intervallo: // Termine: ore 16,05 Trasporti: arrivo all ingresso e partenza all uscita, secondo gli orari estremi della scuola. LA PRESENTE DELIBERA E STATA APPROVATA ALL UNANIMITA NELLA SEDUTA DEL CONSIGLIO D ISTITUTO DEL Pag. 9 di 9

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINO MORNASCO Scuola Infanzia Primaria Secondaria I Via Leonardo da Vinci - 22073 Fino Mornasco (CO)

ISTITUTO COMPRENSIVO DI FINO MORNASCO Scuola Infanzia Primaria Secondaria I Via Leonardo da Vinci - 22073 Fino Mornasco (CO) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO a.s. 2015/16 n. 199 L'anno DUEMILAQUINDICI, giorno TRENTA del mese di NOVEMBRE alle ore 18,00 si è riunito il Consiglio di Istituto con convocazione ordinaria di cui

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione ai sensi dell'articolo 64 del decreto legge 25 giugno

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Revisione dell assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell infanzia e del primo ciclo di istruzione ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto

Dettagli

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016 Brescia 2015-2016 LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE definiscono nel POF le articolazioni del tempo-scuola le Famiglie potranno RICHIEDERE Uno dei modelli a richiesta Tempo 30 ore Tempo Pieno 40 ore Scuola primaria

Dettagli

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola)

Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014. AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) Prot. n 440/B19 Ragusa, 03/02/2014 AVVISO AI GENITORI (tramite affissione all Albo e pubblicazione sul Sito Web della scuola) ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2014-15 Si comunica che il termine ultimo per la

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca N. 37 IL MINISTRO VISTO il testo unico delle leggi in materia di istruzione approvato con decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297; VISTO il decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni;

Dettagli

da 3 febbraio ed entro 28 febbraio 2014 Indicazioni dal PIANO dell Offerta Formativa dell IC di Villa d Almè per l a.s. 2014-15

da 3 febbraio ed entro 28 febbraio 2014 Indicazioni dal PIANO dell Offerta Formativa dell IC di Villa d Almè per l a.s. 2014-15 Istituto Comprensivo di Villa d Almè ISCRIZIONI a.s 2014-1515 I ciclo: SCUOLA PRIMARIA da 3 febbraio ed entro 28 febbraio 2014 Indicazioni dal PIANO dell Offerta Formativa dell IC di Villa d Almè per l

Dettagli

REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI PRIME E L ASSEGNAZIONE DEGLI ALUNNI ALLE CLASSI

REGOLAMENTO DI ISTITUTO PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI PRIME E L ASSEGNAZIONE DEGLI ALUNNI ALLE CLASSI Istituto Comprensivo GIORGIO GABER Scuola Infanzia Scuola Primaria Scuola Secondaria I grado Via Trieste, 85 55041 Lido di Camaiore (LU) Tel. 0584 67563 Fax 0584 67047 e-mail: luic83200q@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089

ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 0434520104 0434520089 ISTITUTO COMPRENSIVO PORDENONE CENTRO PORDENONE 33170 PORDENONE - Via Gaspare Gozzi, 4 SEGRETERIA - PRESIDENZA: 04345204 0434520089 PROT. n. 199/B19 Pordenone, 15 gennaio 2014 Ai Sigg. Genitori Oggetto:

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Grantorto. Presentazione Scuola Secondaria I grado di Grantorto

Istituto Comprensivo Statale di Grantorto. Presentazione Scuola Secondaria I grado di Grantorto Istituto Comprensivo Statale di Grantorto Presentazione Scuola Secondaria I grado di Grantorto 20 gennaio 2016 La Scuola Secondaria di I grado completa il primo ciclo di istruzione Scuola dell educazione

Dettagli

degli alunni delle classi 3^ Sc I grado Lorenzo Viani I.C. Marco Polo Viani

degli alunni delle classi 3^ Sc I grado Lorenzo Viani I.C. Marco Polo Viani ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "MARCO POLO - VIANI" SCUOLA INFANZIA, PRIMARIA E MEDIA Via Pistoia 68-55049 - Viareggio (LU) Tel.0584/51302 Fax 0584/53865 e-mail luic819009@istruzione.it C.F. 91022950462

Dettagli

A relazione dell'assessore Pentenero:

A relazione dell'assessore Pentenero: REGIONE PIEMONTE BU12S1 26/03/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 23 marzo 2015, n. 19-1217 DPR 20 marzo 2009, n. 81, DPR 20 marzo 2009, n. 89, DCR n. 10-35899 del 4 novembre 2014. Programmazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE. ISCRIZIONI a. s. 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 1

ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE. ISCRIZIONI a. s. 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE ISCRIZIONI a. s. 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI ZOCCA E MONTESE PRESENTA POF 2013 / 2014 31/01/2013 UFFICIO DI DIRIGENZA 2

Dettagli

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016

Istituto Comprensivo Kennedy Ovest 3 Brescia 2015-2016 Brescia 2015-2016 LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE definiscono nel POF le articolazioni del tempo-scuola le Famiglie potranno RICHIEDERE Uno dei modelli a richiesta IL TEMPO SCUOLA ORDINARIO 30 ORE SETTIMANALI

Dettagli

A. MORO CERRO AL LAMBRO

A. MORO CERRO AL LAMBRO ISTITUTO COMPRENSIVO P. FRISI MELEGNANO SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO A. MORO CERRO AL LAMBRO Iscrizioni a.s. 2015/2016 1 La proposta didattica e formativa della Scuola Secondaria di Primo Grado per le

Dettagli

I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - C.F. 80006380929 - C.M. CAEE033002

I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - C.F. 80006380929 - C.M. CAEE033002 I Circolo Didattico S. G. Bosco Sestu Via Repubblica, 6 09028 Sestu Tel.070/260146 - C.F. 80006380929 - C.M. CAEE033002 e-mail: caee033002@istruzione.it pec: caee033002@pec.istruzione.it www.primocircolosestu.gov.it

Dettagli

LA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO AI TEMPI DELLA GELMINI

LA SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO AI TEMPI DELLA GELMINI immagine, Educazione fisica. Passando a 2 corsi completi a tempo prolungato e 4 corsi completi a tempo normale si risolve il problema delle 9 ore residue in Inglese e in Matematica; per garantire 38 ore

Dettagli

Utilizzo del personale e tempo scuola

Utilizzo del personale e tempo scuola Il primo ciclo Il primo ciclo Utilizzo del personale e tempo scuola Tutti i modelli di orario introdotti saranno assicurati sempre e comunque dai docenti dell istituto, secondo modalità organizzative definite

Dettagli

Criteri per l ammissione alle scuole primarie

Criteri per l ammissione alle scuole primarie ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di CASTELLARANO Via Fuori Ponte 23 42014 Castellarano (RE) - ITALY Tel 0536 850113 Fax 0536 075506 www.iccastellarano.gov.it Il Consiglio di Istituto con delibera del 8 gennaio

Dettagli

ISCRIZIONI a.s. 2015/16. Istituto Comprensivo Statale di Poppi www.poppi-scuola.it

ISCRIZIONI a.s. 2015/16. Istituto Comprensivo Statale di Poppi www.poppi-scuola.it ISCRIZIONI a.s. 2015/16 Istituto Comprensivo Statale di Poppi www.poppi-scuola.it UGUAGLIANZA INCLUSIONE-ACCOGLIENZA BISOGNI EDUCATIVI STAR BENE CON SE E GLI ALTRI Il nostro istituto unisce infanzia, primaria

Dettagli

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita.

I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. I VOSTRI FIGLI (adatt. da Kahlil Gibran) I vostri figli non sono figli vostri: sono i figli e le figlie della forza stessa della Vita. Nascono per mezzo di voi, ma non da voi. Stanno con voi ma non vi

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Ogni docente è libero di attuare le pratiche educative che ritiene più efficaci. Le lezioni si svolgono alternando metodologie didattiche tradizionali come lezione frontale, a

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Schema di regolamento recante Norme per la riorganizzazione della rete scolastica e il razionale ed efficace utilizzo delle risorse umane della scuola, ai sensi dell'articolo 64, comma 4, del decreto-legge

Dettagli

LUNEDI 07 SETTEMBRE 2015

LUNEDI 07 SETTEMBRE 2015 Prot. n 2390/A34 Nembro, 03 giugno 2015 A tutti i genitori dei bambini frequentanti la SCUOLA STATALE dell INFANZIA di NEMBRO OGGETTO: INIZIO LEZIONI ANNO SCOLASTICO E CALENDARIO SCOLASTICO 2015-16. Si

Dettagli

Scuola Secondaria di 1 grado J. e R. Kennedy Inzago

Scuola Secondaria di 1 grado J. e R. Kennedy Inzago Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Scuola Secondaria di 1 grado J. e R. Kennedy Inzago anno scolastico 2015-2016 Iscrizioni PER L ANNO SCOLASTICO 2015/2016 LA SCADENZA È FISSATA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI LUCIO MUGGIA OFFERTA FORMATIVA A. S. 2015/16 SEZ. SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI LUCIO MUGGIA OFFERTA FORMATIVA A. S. 2015/16 SEZ. SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI LUCIO MUGGIA OFFERTA FORMATIVA A. S. 2015/16 SEZ. SCUOLA PRIMARIA PLESSI SCOLASTICI La sezione primaria dell I.C. G. LUCIO è composta dalle seguenti scuole: DE AMICIS LORETI

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre

SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre SCUOLA PRIMARIA A. MANZONI Via IV novembre 11 classi 40 ore settimanali INSEGNANTI: n 20 per il tempo pieno n 1 specialista per religione cattolica n 1 specialista di lingua inglese n 2 di sostegno PERSONALE

Dettagli

IL SISTEMA. Rielaborazione del materiale contenuti nei testi L italiano di prossimità e Tappe di integrazione A cura di Silvia Balabio

IL SISTEMA. Rielaborazione del materiale contenuti nei testi L italiano di prossimità e Tappe di integrazione A cura di Silvia Balabio IL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO Rielaborazione del materiale contenuti nei testi L italiano di prossimità e Tappe di integrazione A cura di Silvia Balabio La scuola dell infanzia o scuola materna Questa

Dettagli

ISCRIZIONI A. S. 2015/2016. Scuola secondaria di primo grado. Italo Calvino. Modena. Istituto Comprensivo 2 Modena

ISCRIZIONI A. S. 2015/2016. Scuola secondaria di primo grado. Italo Calvino. Modena. Istituto Comprensivo 2 Modena ISCRIZIONI A. S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado Italo Calvino Modena Istituto Comprensivo 2 Modena gennaio 2015 1 1 gennaio 2015 Istituto Comprensivo 2 Modena 2 Circolare Ministeriale n 51

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Cod. Mec. RMIC8BU00G Cod. Fis. 92016780584 Tel. 06/9454091 ~ FAX 06/945409370 www.icsannilo.it info@icsannilo.it rmic8bu00g@pec.istruzione.

Cod. Mec. RMIC8BU00G Cod. Fis. 92016780584 Tel. 06/9454091 ~ FAX 06/945409370 www.icsannilo.it info@icsannilo.it rmic8bu00g@pec.istruzione. C R IT E R I P E R L A F O R M A Z IO N E D E L L E C L A S S I/S E Z IO N I E P E R L I N S E R I M E N T O D E G L I ALUNNI Cod. Mec. RMIC8BU00G Cod. Fis. 9016780584 La formazione delle classi è ispirata

Dettagli

Prot. n. 8274 Torino, 14 Maggio 2015. il d.lgs. 16 aprile 1994, n. 297 recante il Testo unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione;

Prot. n. 8274 Torino, 14 Maggio 2015. il d.lgs. 16 aprile 1994, n. 297 recante il Testo unico delle disposizioni legislative in materia di istruzione; Ufficio IV Funzionamento e reclutamento personale docente - Scuola secondaria di primo grado - ----------------------------------------- Via Coazze, 18-10138 Torino - @ uspto@postacert.istruzione.it c.f.80089530010

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

La Uil informa sulla riforma

La Uil informa sulla riforma LE INIZIATIVE UIL Confronto con il Governo per discutere tutte le ricadute sul lavoro degli insegnanti. Se il Governo non attiva un confronto occorrerà definire forme di lotta, dallo sciopero ad altre

Dettagli

ORARIO SCOLASTICO. 1 GIORNO 16.09.2015 ingresso ore 9.00 / uscita ore 12.00 senza mensa.

ORARIO SCOLASTICO. 1 GIORNO 16.09.2015 ingresso ore 9.00 / uscita ore 12.00 senza mensa. ISCRITTI ALLE CLASSI 1^ DELLE SCUOLE PRIMARIE DELL ISTITUTO Per opportuna conoscenza, al fine di favorire l accoglienza degli alunni si comunica il calendario relativo all inizio dell anno scolastico 2015/2016.

Dettagli

ISCRIZIONI PER L A.S. 2014/15 ESTRATTO DAL REGOLAMENTO DI CIRCOLO

ISCRIZIONI PER L A.S. 2014/15 ESTRATTO DAL REGOLAMENTO DI CIRCOLO DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO BRA ISCRIZIONI PER L A.S. 2014/15 ESTRATTO DAL REGOLAMENTO DI CIRCOLO ART. 8 ISCRIZIONE DEGLI ALUNNI ALLA SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA 1. Le iscrizioni dei bambini alla

Dettagli

ISCRIZIONE alla 1 a CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA/SECONDARIA DI PRIMO GRADO

ISCRIZIONE alla 1 a CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA/SECONDARIA DI PRIMO GRADO Prot. n. 66/C27 Bologna, 08/01/2016 ISCRIZIONE alla 1 a CLASSE DELLA SCUOLA PRIMARIA/SECONDARIA DI PRIMO GRADO Anno scolastico 2016/2017 MODALITÀ E CRITERI Ai GENITORI dei BAMBINI e delle BAMBINE nati

Dettagli

MIUR.AOODRVEUff.4/ n. 16710_C27a Venezia, 29 dicembre 2014

MIUR.AOODRVEUff.4/ n. 16710_C27a Venezia, 29 dicembre 2014 MIUR.AOODRVEUff.4/ n. 16710_C27a Venezia, 29 dicembre 2014 Ai Dirigenti delle Scuole statali e paritarie di ogni ordine e grado del Veneto e p.c. Ai Dirigenti Amministrativi e tecnici della Direzione Generale

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA

SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA DELL INFANZIA L ACCESSO Accoglie le bambine e i bambini di età compresa tra i 3 e i 5 anni compiuti entro il 31 dicembre dell anno scolastico di riferimento Possono chiedere l iscrizione le bambine

Dettagli

OGGETTO: Iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado. per l a.s. 2013/2014.

OGGETTO: Iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado. per l a.s. 2013/2014. Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Istituto Statale d Istruzione Superiore V.Floriani OGGETTO: Iscrizioni alle scuole di ogni ordine e grado per l a.s. 2013/2014. Termine di scadenza 28 febbraio

Dettagli

Anno scolastico 2013/2014

Anno scolastico 2013/2014 L Istituto Comprensivo ha la sua sede in AZZANO SAN PAOLO Via Don Gonella, 4 Tel.: 035/530078 Fax: 035/530791 e-mail: BGIC82300D@istruzione.it sito internet : www.azzanoscuole.it I. C. - AZZANO S. PAOLO

Dettagli

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA. Al Dirigente scolastico dell I.C. VIA T. MOMMSEN, 20 Roma

DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA DELL INFANZIA. Al Dirigente scolastico dell I.C. VIA T. MOMMSEN, 20 Roma MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIA T. MOMMSEN, 20 00179 Roma Via T. Mommsen n.20 fax-tel.06 787849 tel. 06 7839807

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SACILE Scuola secondaria di 1 grado

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SACILE Scuola secondaria di 1 grado ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SACILE Scuola secondaria di 1 grado M. e P. Balliana I. Nievo Sacile, 14 gennaio 2015 ISCRIZIONI a.s. 2015/2016 INCONTRO INFORMATIVO INFORMAZIONI GENERALI Il primo ciclo

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale di Grantorto

Istituto Comprensivo Statale di Grantorto Istituto Comprensivo Statale di Grantorto 22 gennaio 2016 Alla SCUOLA PRIMARIA tutti i bambini proseguono nel loro percorso di crescita, cominciato alla Scuola dell Infanzia e raggiungono obiettivi: cognitivi

Dettagli

Protocollo per l accoglienza alle scuole dell infanzia dell I.C. di Bariano ( Criteri e punteggi per la compilazione delle liste d attesa )

Protocollo per l accoglienza alle scuole dell infanzia dell I.C. di Bariano ( Criteri e punteggi per la compilazione delle liste d attesa ) APPENDICE E Protocollo per l accoglienza alle scuole dell infanzia dell I.C. di Bariano ( Criteri e punteggi per la compilazione delle liste d attesa ) NORME GENERALI Le iscrizioni alle scuole dell infanzia

Dettagli

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 -

CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - CAPO IV MODALITÀ DI UTILIZZO DEL PERSONALE DOCENTE IN RAPPORTO AL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ED ARTICOLAZIONE DELL ORARIO. - 1 - ART. 19 Orario 1. All inizio dell anno scolastico vene definito l orario

Dettagli

Formazione delle classi e assegnazione docenti A.S. 2015/16

Formazione delle classi e assegnazione docenti A.S. 2015/16 Formazione delle classi e assegnazione docenti A.S. 2015/16 1. Obiettivo primario Criteri generali di assegnazione degli insegnanti alle classi L assegnazione dei docenti alle classi è finalizzata alla

Dettagli

UNA SCUOLA CHE PARLA ALLE INTELLIGENZE DI CIASCUNO

UNA SCUOLA CHE PARLA ALLE INTELLIGENZE DI CIASCUNO Istituto Comprensivo Statale Villasanta Scuola Secondaria di Primo Grado E.Fermi UNA SCUOLA CHE PARLA ALLE INTELLIGENZE DI CIASCUNO A.S. 2015/2016 1 TRADIZIONE Contenuti, abilità, competenze irrinunciabili

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ARNALDO FUSINATO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ARNALDO FUSINATO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE ARNALDO FUSINATO A. MANZONI V. DA FELTRE SCUOLA SECONDARIA I G. SAN VITO DI L. SCUOLA SECONDARIA I G. A. FUSINATO DON GNOCCHI IL NOSTRO ISTITUTO 5 PLESSI 3 SCUOLE PRIMARIE

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 2 ARNALDO FUSINATO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 2 ARNALDO FUSINATO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE 2 ARNALDO FUSINATO SCUOLA DELL INFANZIA ALESSANDRO ROSSI SCUOLE PRIMARIE VITTORINO DA FELTRE DON CARLO GNOCCHI GUGLIELMO MARCONI ANTONIO ROSMINI IL NOSTRO ISTITUTO SECONDARIA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPRAIA E LIMITE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPRAIA E LIMITE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPRAIA E LIMITE Via F.lli Cervi, 38 50050 Limite sull Arno tel. 0571/577811 Si comunica che sono aperte le iscrizioni per l a.s. 2016/2017 per la scuola dell infanzia, primaria

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA TRIONFALE

MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA TRIONFALE MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO VIA TRIONFALE Via Trionfale n 7333-00135 ROMA 063054188 fax 0635073104 rmic8gt00n@istruzione.it PEC rmic8gt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

A SCUOLA PER CRESCERE. La persona dell alunno è al centro. dell iniziativa pedagogica e didattica. A scuola l'alunno è chiamato ad assumere

A SCUOLA PER CRESCERE. La persona dell alunno è al centro. dell iniziativa pedagogica e didattica. A scuola l'alunno è chiamato ad assumere ISTITUTO COMPRENSIVO don Rinaldo Beretta" 20030 PAINA DI GIUSSANO - VIA A. MANZONI, 50 TEL. 0362/861126 - FAX 0362/335775 miic83400e@istruzione.it SITO www.icdonberettagiussano.it ISTITUTO COMPRENSIVO

Dettagli

Visto il D.lgs 297/94 Acquisito il parere favorevole del Collegio dei docenti in data 4/12/2015. Il ConsIglIo d IstItuto Nella seduta del 9/12/2015

Visto il D.lgs 297/94 Acquisito il parere favorevole del Collegio dei docenti in data 4/12/2015. Il ConsIglIo d IstItuto Nella seduta del 9/12/2015 Codice Istituto: CEEE01100G - 0818120056-0818120949 Visto il D.lgs 297/94 Acquisito il parere favorevole del Collegio dei docenti in data 4/12/2015 Il ConsIglIo d IstItuto Nella seduta del 9/12/2015 emana

Dettagli

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2013/14

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2013/14 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE VEGA V.LE VEGA, 91-00122 ROMA (RM) tel. 0656304550 Codice Fiscale: 97199630589

Dettagli

AVVISO AI GENITORI DEGLI ALUNNI DI SCUOLA PRIMARIA PLESSO VIA OLCESE

AVVISO AI GENITORI DEGLI ALUNNI DI SCUOLA PRIMARIA PLESSO VIA OLCESE AVVISO AI GENITORI DEGLI ALUNNI DI SCUOLA PRIMARIA PLESSO VIA OLCESE ORARIO DELLE LEZIONI A.S. 2014-2015 CLASSI A TEMPO PIENO: 8.30-16.30, DAL LUNEDÌ AL VENERDÌ (40 ORE SETTIMANALI COMPRENSIVE DELLA REFEZIONE

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Statale MILANO SPIGA DOMANDA DI ISCRIZIONE Scuola Primaria a.s. 2012/2013

Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo Statale MILANO SPIGA DOMANDA DI ISCRIZIONE Scuola Primaria a.s. 2012/2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca I.C.S. Milano-Spiga C.M. MIIC8BD00X - C.F. 80128510155 Via Santo Spirito 21-20121 MILANO Tel: 0288446233/1 Fax: 02 76005180 email: miic8bd00x@istruzione.it

Dettagli

a.s. 2012/2013 Collegio dei Docenti 20 maggio 2013

a.s. 2012/2013 Collegio dei Docenti 20 maggio 2013 a.s. 2012/2013 Collegio dei Docenti 20 maggio 2013 Ordine del Giorno 20-05-13 1. lettura per l approvazione del verbale della seduta precedente 2. adozione libri di testo a.s. 2013/2014 3. valutazione

Dettagli

Tel.: 06/77392571 C.F.: 97248840585. Roma, 06/03/2015. Ai Dirigenti gli Uffici Territoriali dell U.S.R. per il Lazio LORO SEDI

Tel.: 06/77392571 C.F.: 97248840585. Roma, 06/03/2015. Ai Dirigenti gli Uffici Territoriali dell U.S.R. per il Lazio LORO SEDI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Ufficio V I Unità Operativa Via Pianciani, 32 00185 Roma Indirizzo PEC: drla@postacert.istruzione.it

Dettagli

art. 28, comma 4, CCNL/(2007)

art. 28, comma 4, CCNL/(2007) PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA'' DELL ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE N.. INGANNAMORTE art. 28, comma 4, CCNL/(2007) Il Dirigente Scolastico, prima dell'inizio delle lezioni, ha sottoposto all approvazione

Dettagli

1 0 Fino a 7.580,00 10,00 1,50 40 2 7.580,01 12.000,00 25.00 2,50 75 3 12.000,01 15.457,99 55,00 2.50 105 4 15.458,00 20.000,00 65,00 2,50 115

1 0 Fino a 7.580,00 10,00 1,50 40 2 7.580,01 12.000,00 25.00 2,50 75 3 12.000,01 15.457,99 55,00 2.50 105 4 15.458,00 20.000,00 65,00 2,50 115 Servizio Prescuola scuola Primaria E. de Amicis. Il servizio riservato agli alunni della scuola Primaria E. De Amicis (per minimo di 15 iscritti), è in funzione dalle ore 07:15 fino all ora di apertura

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO "ALVARO - GEBBIONE" 89100 REGGIO CALABRIA Via Botteghelle, 29. Tel. 0965/621049 - Fax 0965/591683 e-mail rcic870003@istruzione.

ISTITUTO COMPRENSIVO ALVARO - GEBBIONE 89100 REGGIO CALABRIA Via Botteghelle, 29. Tel. 0965/621049 - Fax 0965/591683 e-mail rcic870003@istruzione. ISTITUTO COMPRENSIVO "ALVARO - GEBBIONE" 89100 REGGIO CALABRIA Via Botteghelle, 29 C.F. 92031140806 C.M.RCIC870003 Tel. 0965/621049 - Fax 0965/591683 e-mail rcic870003@istruzione.it Allegato al POF I CRITERI

Dettagli

I.C. Carchidio- Strocchi I.C. Europa I.C. D. Matteucci I.C. Faenza S. Rocco

I.C. Carchidio- Strocchi I.C. Europa I.C. D. Matteucci I.C. Faenza S. Rocco I.C. Carchidio- Strocchi I.C. Europa I.C. D. Matteucci I.C. Faenza S. Rocco REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALLE SEZIONI DELLE SCUOLE DELL INFANZIA STATALI NEL COMUNE DI FAENZA Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Codice scuola: R M M M 8 B T 0 1 R

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Codice scuola: R M M M 8 B T 0 1 R Istituto Comprensivo G. FALCONE Via Garibaldi, 19 GROTTAFERRATA Tel. 06/945.41.01 SITO: www.icgfalcone.it SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Codice scuola: R M M M 8 B T 0 1 R OFFERTA FORMATIVA FINALITÀ

Dettagli

OGGETTO: NOTA INFORMATIVA SULLE SCUOLE DELL INFANZIA DI RUBANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016

OGGETTO: NOTA INFORMATIVA SULLE SCUOLE DELL INFANZIA DI RUBANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Prot. 26351 All. 2 Lì 22/12/2014 OGGETTO: NOTA INFORMATIVA SULLE SCUOLE DELL INFANZIA DI RUBANO ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Ai sigg. genitori dei bambini nati tra il 1 gennaio 2012 e il 31 dicembre 2012

Dettagli

Prot. n. /A 20 Cernusco L., 3 luglio 2015

Prot. n. /A 20 Cernusco L., 3 luglio 2015 Prot. n. /A 20 Cernusco L., 3 luglio 2015 Ai Comuni di: Cernusco L.ne Lomagna Montevecchia Osnago All albo dell Istituto OGGETTO: Calendario scolastico e orari a.s. 2015-2016. Si inviano in allegato il

Dettagli

(1) Ingresso in Italia prima del compimento del 6 anno di età sì no

(1) Ingresso in Italia prima del compimento del 6 anno di età sì no Via del Casalino 55012 CAPANNORI (LU) Tel. 0583 935233 - Fax 0583 935194 - e-mail: luic836003@istruzione.it DOMANDA DI ISCRIZIONE ALLA SCUOLA PRIMARIA Al Dirigente Scolastico dell Istituto Comprensivo

Dettagli

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it

Via Tornura, C.F. 85007440184 27023 Cassolnovo - PV - E-mail: pvic80300l@istruzione.it Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CARLO DEL PRETE Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 Grado (CON SEDI IN CASSOLNOVO MOLINO DEL CONTE -

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Regolamento per le iscrizioni e la frequenza alle Scuole dell Infanzia Approvato con Delibera n.4/9 del Consiglio di Circolo del 09/01/15

Regolamento per le iscrizioni e la frequenza alle Scuole dell Infanzia Approvato con Delibera n.4/9 del Consiglio di Circolo del 09/01/15 DIREZIONE DIDATTICA STATALE VII CIRCOLO G.CARDUCCI Piazza Sforzini, 8 5728 - Livorno CF:80008560494 Tel. 0586/50256 Fax. 0586/50979 www.scuolecarducci.livorno.it e-mail: scuole.carducci@tin.it LIEE0000B@PEC.ISTRUZIONE.IT

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI GENZANO DI ROMA

ISTITUTO COMPRENSIVO GIUSEPPE GARIBALDI GENZANO DI ROMA Formazione delle classi, numero di alunni, criteri per l accoglimento delle domande di iscrizione Le classi di scuola media, di scuola primaria e le sezioni di scuola dell infanzia sono costituite, in

Dettagli

ISCRIZIONI. Anno scolastico 2014/2015

ISCRIZIONI. Anno scolastico 2014/2015 ISCRIZIONI CLASSI PRIME Anno scolastico 2014/2015 SCOPO DELLA SCUOLA PRIMARIA La scuola primaria mira all acquisizione degli apprendimenti di base [ ]. Ai bambini e alle bambine che la frequentano offre

Dettagli

1) Attività funzionali all insegnamento (art. 27 C.C.N.L. 2003) a) Attività individuali (comma 2) preparazione lezioni

1) Attività funzionali all insegnamento (art. 27 C.C.N.L. 2003) a) Attività individuali (comma 2) preparazione lezioni PIANO ANNUALE DELLE ATTIVITA E DEGLI IMPEGNI DEL PERSONALE DOCENTE A.S. 2014/2015 ART. 26 COMMA 4 C.C.N.L. 2003 Approvato dal Collegio dei Docenti nella seduta del 2.9.2014 1) Attività funzionali all insegnamento

Dettagli

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2015/16

ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2015/16 Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE VEGA V.LE VEGA, 91-001 ROMA (RM) tel. 0656304550 Codice Fiscale: 97199630589

Dettagli

Istituto Comprensivo «G. Carducci» Dalmine. Benvenuti alla Scuola secondaria OPEN DAY

Istituto Comprensivo «G. Carducci» Dalmine. Benvenuti alla Scuola secondaria OPEN DAY Istituto Comprensivo «G. Carducci» Dalmine Benvenuti alla Scuola secondaria OPEN DAY Scuola secondaria di primo grado «Camozzi», plesso di Dalmine Scuola secondaria di primo grado plesso di Sabbio La scuola

Dettagli

LICEO ARTISTICO DI VERONA CORSO SERALE

LICEO ARTISTICO DI VERONA CORSO SERALE LICEO ARTISTICO DI VERONA CORSO SERALE Premessa Il CORSO SERALE del Liceo Artistico statale di Verona Nani Boccioni, che prende avvio nell a.s. 2014/15, intende rispondere ai bisogni di un utenza particolare,

Dettagli

Al Dirigente scolastico dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI S. ANTONINO DI SUSA

Al Dirigente scolastico dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI S. ANTONINO DI SUSA Al Dirigente scolastico dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI S. ANTONINO DI SUSA _l_ sottoscritt in qualità di padre madre tutore CHIEDE L iscrizione dell alunn alla classe di codesta scuola, per l anno scolastico

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini

ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini www.icsaldomorobuccinasco.gov.it ISTITUTO COMPRENSIVO VIA A. MORO BUCCINASCO SCUOLA PRIMARIA ROBBIOLO via A.Moro SCUOLA PRIMARIA ROBARELLO via degli Alpini Anno Scolastico 2015-2016 Iscrizioni 2016-2017

Dettagli

DATE ASSEMBLEE ORDINE SCUOLA PLESSO DATA ORARIO SEDE. venerdì SCARPERIA 29/01/2016 17,30 / 18,30. sabato. SAN PIERO 30/01/2016 10,00 / 11,00 San Piero

DATE ASSEMBLEE ORDINE SCUOLA PLESSO DATA ORARIO SEDE. venerdì SCARPERIA 29/01/2016 17,30 / 18,30. sabato. SAN PIERO 30/01/2016 10,00 / 11,00 San Piero MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA TOSCANA ISTITUTO COMPRENSIVO SCARPERIA-SAN PIERO A SIEVE SCUOLA DELL'INFANZIA - PRIMARIA E SECONDARIA DI 1^

Dettagli

CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII. CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA MENSA Presso Scuola Primaria

CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII. CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA MENSA Presso Scuola Primaria CITTA DI SOTTO IL MONTE GIOVANNI XXIII PROVINCIA DI BERGAMO SCRITTURA PRIVATA CONVENZIONE PER IL SERVIZIO DI ASSISTENZA MENSA Presso Scuola Primaria ORIGINALE REG. N. (Per l attuazione delle iniziative

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 PIANO ANNUALE. SETTEMBRE 2011 data Attività O. d. g.

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 PIANO ANNUALE. SETTEMBRE 2011 data Attività O. d. g. Prot. n. 10394/C 10 del 26/09/2011 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ANNO SCOLASTICO 2011/2012 PIANO ANNUALE SETTEMBRE 2011 Giovedì 1 ORE 10,30-12,00 : Collegio Docenti integrato 1. lettura e approvazione

Dettagli

Regolamento Iscrizioni a. s. 2015 / 2016 (Delibera C.I. del 07/01/2015) Scuola dell Infanzia. Classi prime scuola Primaria

Regolamento Iscrizioni a. s. 2015 / 2016 (Delibera C.I. del 07/01/2015) Scuola dell Infanzia. Classi prime scuola Primaria Regolamento Iscrizioni a. s. 2015 / 2016 (Delibera C.I. del 07/01/2015) Scuola dell Infanzia Classi prime scuola Primaria Classi prime scuola Secondaria di I Grado Istituto Comprensivo G. Montelucci Via

Dettagli

Una buona organizzazione è un indicatore prezioso di un buon curricolo;

Una buona organizzazione è un indicatore prezioso di un buon curricolo; PREMESSA Spazi di autonomia organizzativa Una buona organizzazione è un indicatore prezioso di un buon curricolo; - Il regolamento dell autonomia (Dpr 275/1999) offre spazi normativi e gestionali per sperimentare

Dettagli

MIUR/AOODRVE/UFF.III/ 3493/C21 Venezia, 20 marzo 2015

MIUR/AOODRVE/UFF.III/ 3493/C21 Venezia, 20 marzo 2015 MIUR/AOODRVE/UFF.III/ 3493/C21 Venezia, 20 marzo 2015 Ai Ai All Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali per le province di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Vicenza, Verona e Venezia Loro Sedi Dirigenti

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO

SCUOLE DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI I GRADO MINISTERO ISTRUZIONE UNIVERSITÀ RICERCA DIREZIONE REGIONALE TOSCANA UFFICIO TERRITORIALE DI AREZZO ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MATERNA ELEMENTARE MEDIA DI CIVITELLA IN VAL DI CHIANA INFORMAZIONI ESSENZIALI

Dettagli

2. QUALE ORARIO SETTIMANALE OFFRE L ISTITUTO?

2. QUALE ORARIO SETTIMANALE OFFRE L ISTITUTO? SCUOLA MEDIA STATALE NIEVO-MATTEOTTI SEDE CENTRALE Via Mentana, 14-10133 TORINO Tel. 011/66.0.003 fax 011/66.0.077 e.mail: segreteria@scuolanievomatteotti.to.it Cod. ministeriale: TOMM5900N Cod. Fiscale

Dettagli

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011.

Oggetto: Iscrizioni alle scuole di istruzione secondaria di secondo grado relative all'anno scolastico 2010 2011. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e per l'autonomia Scolastica Ufficio VI C.M. n.17 MIURAOODGOS

Dettagli

ISCRIZIONI A.S. 2015/2016 RMMM83501X 24 gennaio 2015

ISCRIZIONI A.S. 2015/2016 RMMM83501X 24 gennaio 2015 ISCRIZIONI A.S. 2015/2016 SCUOLA SECONDARIA 24 gennaio 2015 ORARI E ORGANIZZAZIONE Dati generali : circa 400 alunni, 50 docenti, 6 sezioni Curricolo: ORDINARIO - 30 ore settimanali - Lunedì/Venerdì 8.00-14.00

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna

COMUNE DI SAN GIORGIO DI PIANO Provincia di Bologna COMUNE DI PIANO Provincia di Bologna ALLEGATO 7 SPECIFICHE TECNICHE PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI INTEGRAZIONE SCOLASTICA DEI BAMBINI ED ALUNNI DISABILI, DEI SERVIZI INTEGRATIVI E DELL

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI

AI GENITORI STRANIERI AI GENITORI STRANIERI Come funziona la scuola primaria in Italia 12 prime informazioni per l accoglienza dei vostri bambini 2 BENVENUTI nel nostro paese e nelle nostre scuole Prima di tutto diciamo a voi

Dettagli

Presentazione. Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA a.s. 2014/2015

Presentazione. Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA a.s. 2014/2015 Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA a.s. 2014/2015 Presentazione Il personale della scuola ha la possibilità di partecipare alla mobilità annuale, cioè di poter

Dettagli

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro

Informativa relativa all organizzazione degli uffici e alla gestione dei rapporti di lavoro MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ISTITUTO COMPRENSIVO G. GAVAZZENI Via Combattenti e Reduci 70 TALAMONA (Sondrio) Tel. e Fax 0342/670755 - e.mail: segreteria@ictalamona.it Anno

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA R M E E 8 B T 0 1 T

SCUOLA PRIMARIA R M E E 8 B T 0 1 T SCUOLA PRIMARIA R M E E 8 B T 0 1 T 1 Tempo Scuola 27 ore settimanali con sabato libero (= 28 ore comprensive delle mense) due giorni 8.30-16.30 tre giorni 8.30-12.30 30 ore settimanali con sabato libero

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.)

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI GARDONE V.T. PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA (P.O.F.) ANNO SCOLASTICO 2014-2015 Il Piano dell Offerta Formativa è il documento fondamentale costitutivo dell identità culturale

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli