(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Belotti, Lanzani, Malinverni, Sabbadini e Trussardi; sono presenti n. 33 consiglieri).

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Belotti, Lanzani, Malinverni, Sabbadini e Trussardi; sono presenti n. 33 consiglieri)."

Transcript

1 Il presidente propone la trattazione degli ordini del giorno collegati al bilancio contraddistinti con il n. O.D.G. BIL.7, O.D.G. BIL.8, O.D.G. BIL.9, O.D.G. BIL.10. (Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Belotti, Lanzani, Malinverni, Sabbadini e Trussardi; sono presenti n. 33 consiglieri). Nella seduta scorsa avevamo sospeso la discussione degli O.d.G. sul bilancio. Procediamo quindi con l Od.G. BIL 7, presentato dai gruppi consiliari del centro-sinistra. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Nel bilancio 2001 era stata destinata la quota aggiuntiva ICI sugli immobili sfitti alle spese per l assistenza domiciliare e i centri diurni integrati. Questa quota è stata riconfermata anche nel bilancio 2002, però l anno scorso è successo che le somme non erano state destinate al relativo capitolo di spesa, per cui con questo O.d.G. si vuole di fatto destinare la quota aggiuntiva ICI al capitolo di spesa dell assessorato alle politiche sociali, finalizzato a incrementare ulteriormente l assistenza domiciliare ed i centri diurni integrati, quindi con l O.d.G. si chiede di vincolare queste somme. ASSESSORE DOTT. TENTORIO: Faccio una breve premessa tecnica e poi passo la parola al collega Bonassi. Ricordo che, in seguito ad apposito emendamento al bilancio dello scorso anno, era stato possibile, attraverso l aumento dell aliquota ICI sugli immobili sfitti, procurare una disponibilità di 400 milioni che era stata assegnata all assessorato ai servizi sociali. Quest anno le somme assegnate all assessorato ai servizi sociali saranno superiori di qualche milione rispetto a quelle dello scorso anno, quindi la disponibilità dell assessorato è sostanzialmente identica. L utilizzo, nell ambito del PEG, sarà oggetto di risposta da parte del collega Bonassi. 1

2 ASSESSORE DOTT. BONASSI: Per quanto riguarda il bilancio 2002 ha già detto l assessore Tentorio. Il capitolo di spesa dell anno scorso era quello generico degli Affitti che poi è stato scorporato durante l anno e le somme sono state messe di qua e di là. Non è vero che non furono realizzate quelle iniziative per cui il consiglio comunale si era impegnato, anche perché proprio a fine anno, in virtù degli accordi che si erano presi, ad esempio, con le unioni sindacali, avevamo mandato una lettera nella quale era stato esplicitato in modo esatto come erano stati utilizzati quei soldi. Quest anno la somma di 400 milioni è stata già considerata e prevista nelle diverse voci dei capitoli corrispondenti, quindi di fatto esiste già nel bilancio. CONSIGLIERE SIG.RA CARNEVALI: Innanzitutto devo dirle, assessore Bonassi, che non ho capito questa somma di 400 milioni cosa prevede di finanziare per il bilancio Provi magari, vista la mia difficoltà, a spiegarlo in modo più semplice, così riusciamo a capire tutti dove vanno a finire i soldi. Questo O.d.G. voleva proprio incrementare il capitolo dell assistenza domiciliare e dei centri diurni integrati. Come sapete, per quanto riguarda Bergamo, abbiamo un incremento importante della domanda di assistenza domiciliare e purtroppo le disponibilità, per quanto ci si arrovelli, sono sempre le stesse. Così, per quanto riguarda i centri diurni integrati, so della disponibilità da parte dell assessore di collaborare con una cooperativa per la costituzione di un centro diurno integrato, però di fatto la quantità degli stessi a Bergamo è alla soglia della povertà. Questo per dire che mi aspetto dall assessore Bonassi che mi dica se le indicazioni contenute in questo O.d.G. corrispondono alle sue intenzioni e mi aspetto che mi spieghi in modo dettagliato dove sono andati a finire i 400 milioni dell anno scorso e come pensa di utilizzare quelli di quest anno. ASSESSORE DOTT. BONASSI: Rispetto alla destinazione dei 400 milioni vi farò una copia della lettera che abbiamo mandato l anno scorso, firmata da me e dall assessore Tentorio, così vedrete dove sono finiti i soldi. Sull assistenza domiciliare non so quali dati abbiano in mano i consiglieri intervenuti. Dico solo che, con l appalto in corso, assistiamo tra i 400 e i 450 anziani; ovviamente il numero degli assistiti durante l anno varia e quindi sono molte di più le persone che usufruiscono dell assistenza domiciliare. Non ci risulta che ci siano molte liste di attesa, o meglio in alcune circoscrizioni non ci sono affatto, in altre sì. Per quanto riguarda i centri diurni integrati, a Bergamo attualmente c è il centro diurno del Gleno, sta per partire il centro diurno dell Istituto delle Opere Pie Botta e poi è in programma un centro diurno da parte di una cooperativa no profit che vuole investire sul territorio. Noi avevamo detto che i centri diurni erano una 2

3 cosa importante, però abbiamo anche detto che era nostra intenzione favorire soprattutto quanti sul territorio operano e vogliono intervenire. Poiché questi ci sono e, tra l altro, ci risulta che alcuni operatori privati stiano costruendo o vogliono costruire delle residenze assistite, delle specie di centri diurni per anziani, noi li favoriamo. Dico anche che, rispetto alla politica degli anziani, i centri diurni saranno una priorità dei prossimi anni; questo è stato ribadito anche in recenti incontri con altri comuni e con l ASL, e per essi ci sarà una riflessione particolare e molto approfondita nell ambito dei gruppi di lavoro, di cui alla legge n. 238, che sono in via di attuazione. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Ho ascoltato l assessore, però non ho ancora capito come verranno utilizzati questi 400 milioni, francamente non ho ancora capito. Poiché nessun altro chiede la parola, il presidente mette in votazione palese l ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari del centro-sinistra, contrassegnato con il n. ODG BIL 7. Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 3 consiglieri astenuti (Belotti, Lanzani, Redondi) n. 9 voti favorevoli, n. 21 voti contrari (Albanese, Beretta, Bonomo, Brozzoni, Cagnoni, Cappuccio, Carrara, Ceci, Chiorazzi, D'Avanzo, De Canio, Ferraro, Magri, Malagnini, Milesi, Moro, Personeni, Potenza, Sisto, Tomasini, Veneziani). Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il preindicato ordine del giorno è stato respinto a maggioranza dei votanti. 3

4 Procediamo adesso con la discussione degli ODG BIL n. 8, 9 e 10, avendo tutti per oggetto la ridistribuzione dei fondi previsti per gli ammortamenti. Cominciamo con l O.d.G. BIL n. 8 presentato dal centro-sinistra. (Durante la discussione entrano in aula gli assessori Buzzanca, Nappo e Piccinelli e i consiglieri Bordogna, Mazzoleni, Scotti, Turconi e Vertova; sono presenti n. 38 consiglieri). CONSIGLIERE SIG.RA CARNEVALI: Su questo O.d.G. presumo che dovremo cercare di trovare un accordo tra maggioranza e minoranza, perché mi sembra di capire che praticamente tutti abbiamo individuato che la voce degli ammortamenti non è più una voce obbligatoria del bilancio ma è diventata una voce facoltativa, per cui sia la maggioranza, con un O.d.G. che verrà discusso successivamente, sia la minoranza, avevano pensato di utilizzare questo fondo per cercare di colmare le carenze che erano state da noi evidenziate anche durante la discussione del bilancio del In sostanza l operazione mi sembra abbastanza semplice. Noi abbiamo detto, credo in modo abbastanza duro e anche propositivo, quali sono le lacune e abbiamo pensato di distribuire il fondo di 500 mila euro in questo modo: 150 mila euro per la realizzazione di alcune proposte della Consulta delle politiche familiari e del Consiglio delle Donne e, a tal proposito, sottolineo l impegno assunto, anche dalla giunta, nell ultimo consiglio comunale, in cui era presente anche il Consiglio delle Donne, e quindi chiediamo che sia proprio la Consulta delle politiche familiari a individuare quali possono essere le priorità di spesa; poi abbiamo pensato di utilizzare150 mila euro per contributi per progetti educativi ed integrativi delle scuole dell obbligo cittadine, questo perché se è vero, come spesso ci ha spiegato l assessore Gallone, che si cerca di mantenere l esistente, non possiamo certo dire che le scuole pubbliche non si lamentino perché molto spesso qualsiasi progetto in più si può introdurre solo con la sovvenzione da parte dei genitori. Poi avremmo destinato 100 mila euro ai servizi della cooperazione internazionale, un tema per noi importante, visto che comunque la politica cittadina è fatta anche di politiche di integrazione; infine 100 mila euro li prevediamo per i contributi in conto rette delle mense e degli asili nido. Vorrei a tal proposito sottolineare la risposta dell assessore Bonassi in merito ad una nostra sollecitazione, avvenuta attraverso una conferenza stampa, quando ha sostenuto: abbiamo tolto questi 200 milioni perché non tutte le famiglie erano veramente bisognose. Questa è pura reticenza da parte del comune perché i contributi venivano dati su indicazione dei servizi sociali, quindi non si davano a chi non ne aveva bisogno, pertanto chi ne ha bisogno deve continuare ad avere il contributo. Poi c è la solita storiella del bonus, ma vorrei sapere dall assessore dove va a tirarli fuori i soldi per il bonus. Comunque l O.d.G. chiede semplicemente di ridistribuire questo fondo di ammortamento; abbiamo 4

5 trovato quattro voci secondo noi significative e ci aspettiamo, da parte della maggioranza, un atteggiamento diverso da quello tenuto con l ordine del giorno precedente. Procediamo con l O.d.G. n. 9 presentato dalla maggioranza. CONSIGLIERE AVV. MAGRI: Come è noto, l O.d.G. adesso in discussione, a firma di Forza Italia, AN, CCD e DC, trae origine da questa possibilità di utilizzare una parte del fondo di ammortamento e noi abbiamo pensato ad una destinazione che fosse di sollievo ai ceti più bisognosi, a fronte di quel modestissimo incremento dell addizionale IRPEF, in un ambito di oggettivo ridimensionamento e diminuzione globale della pressione fiscale nel territorio del nostro stato. Anticipo subito che l O.d.G. che abbiamo predisposto, prevedendo una destinazione parziale dell intero ammontare a disposizione, ha una ragione precisa ed è una ragione di prudenza contabile, nel senso che intendiamo che sia corretto destinare in maniera vincolata una parte di questa somma, ma riteniamo forse non prudente destinare in maniera totalizzante il residuo di cassa di 500 mila euro. Vorrei sentire anche l opinione dell assessore, dopo di che potremo aprire una discussione più completa e articolata. Come voi sapete, l O.d.G. che vi è stato distribuito prevede la restituzione, a coloro che sono sotto la soglia dei 20 milioni di reddito annuo, dell equivalente dell aumento della pressione fiscale per l addizionale IRPEF. Ove ciò non fosse possibile, per questioni assolutamente tecniche, proponiamo - e chiediamo che anche su questo vi sia la pronuncia del consiglio - che la stessa somma venga destinata agli assessorati che più naturalmente sono destinatari di quelle operazioni a favore dei ceti meno fortunati, in modo tale che non venga vanificato il risultato di questa destinazione di somme e trovi, nell ambito delle attività di istituto, una logica e razionale collocazione. 5

6 CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Volevo semplicemente sapere come procede la discussione e la votazione di questi O.d.G. Avendo lo stesso argomento, come prassi di questo consiglio, vengono discussi nel merito congiuntamente, nel senso che dopo la presentazione separata, verranno discussi insieme. Le votazioni e le dichiarazioni di voto saranno comunque separate. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Però siccome questo O.d.G. impegna somme diverse con finalità diverse, prelevandole dallo stesso fondo Se viene accolto il primo, non si darà più luogo a votazione dei restanti; se viene respinto il primo, si passa al secondo e così via. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Io volevo chiedere se era possibile, dopo la presentazione e la discussione, un breve incontro dei capigruppo per trovare una soluzione insieme. Certo, consigliere Cattaneo. Procediamo con la presentazione dell O.d.G. n. 10, presentato dal centrosinistra. CONSIGLIERE SIG.RA CARNEVALI: Sia chiaro che obiettivo della minoranza non è creare una guerra tra poveri. Se tutti abbiamo individuato - e mi piacerebbe sentire anche le indicazioni dell assessore al bilancio questa possibilità e ognuno 6

7 giustamente pensa, sia la maggioranza che la minoranza, che gli obiettivi siano quelli di cercare di integrare il settore dei servizi sociali piuttosto che dell istruzione, dovremmo trovare un accordo - e la riunione dei capigruppo è il mezzo più idoneo - che accontenti le parti e insieme, dando un esempio anche di responsabilità, potremmo individuare quali sono le emergenze che riteniamo più forti per non andare a litigare sui 200, i 150 piuttosto che i 100 mila euro. Quindi mi aspetto da parte dell assessore al bilancio un indicazione e mi auguro veramente che maggioranza e minoranza diano un esempio alla cittadinanza trovando un accordo per il bene dei cittadini. ASSESSORE DOTT. TENTORIO: Nel rispetto dell autonomia del consiglio comunale riguardo agli O.d.G., esprimo le valutazioni del sindaco e della giunta riguardo al loro contenuto generale. Come premessa, ricordo che l unico aumento di imposte verificatosi nell anno 2002 è il passaggio dell addizionale IRPEF dallo 0,4% allo 0,5%. La preoccupazione che anche noi abbiamo è che questo incremento di tassazione colpisca le categorie economicamente più deboli o comunque auspichiamo che ne vengano azzerati gli effetti nei confronti delle stesse. Riteniamo invece che sia politicamente accettabile, e che rientri nel nostro programma elettorale, chiedere agli altri cittadini bergamaschi un contributo proporzionale ai servizi e alle opere pubbliche che vengono realizzati. Per quanto riguarda, in particolare, l utilizzo del fondo di ammortamento, che è stato un gradito regalo della finanziaria, io raccomanderei al consiglio di fare un utilizzo parziale di questa somma, in quanto un bilancio che ha spese ed entrate per circa 230 miliardi e che dura 365 giorni, a mio avviso, necessita di un minimo di possibilità di fronteggiare eventuali sopravvenienze passive; questo in mancanza dei dati relativi agli auspicati avanzi di bilancio. Quindi un vincolo di somme considerevoli, in assenza di dati certi su eventuali avanzi, ci preoccupa non poco. Fra due mesi, cioè quando saranno noti questi dati, penso che un ragionamento concreto e con minor rischio possa essere compiuto. Esaurite le presentazioni, possiamo entrare nel merito dei singoli O.d.G. CONSIGLIERE RAG. REDONDI: Ha ben detto l assessore Tentorio che è stato un regalo gradito di questo governo il fatto di avere dato la facoltà ai comuni di prevedere o meno in bilancio gli ammortamenti. Io sono andato a verificare, però la procedura per poter eventualmente gestire queste somme rientra in quella degli avanzi di amministrazione, cioè non si possono fare adesso degli impegni di spesa, si possono dare eventualmente solo delle indicazioni di spesa per il futuro; perciò destinare somme a settori ben precisi secondo noi è impossibile. 7

8 L unica cosa sarebbe dare eventualmente delle indicazioni all amministrazione comunale affinché gli avanzi vengano destinati al settore sociale o ad altri settori. Penso che sia la procedura più corretta. Oggi non è possibile votare un O.d.G. che indichi certi capitoli di spesa. Sono favorevole all O.d.G. della maggioranza, il quale dà la possibilità a coloro che hanno redditi più bassi di non essere gravati dall aumento dell addizionale IRPEF. Questo potrebbe essere attuato subito e perciò do il mio appoggio. Grazie. CONSIGLIERE AVV. MAGRI: Condivido quanto ha riferito l assessore Tentorio e condivido altresì il pensiero del consigliere Redondi. Io credo che la soluzione del problema potrebbe essere quella di trasformare l O.d.G. presentato dall opposizione in una raccomandazione, e cioè fare in modo che dal consiglio comunale arrivi un segnale forte e diretto all amministrazione, perché con le somme residuali si provveda a sostenere quelle iniziative che vanno appunto nella direzione del sollievo della sofferenza ai meno fortunati, ai più deboli, incrementando ulteriormente le attività degli assessorati competenti. Credo quindi che Redondi abbia perfettamente ragione e non sia proponibile un O.d.G. di siffatta natura e pertanto invito gli amici dell opposizione a voler ipotizzare, insieme a noi, un O.d.G. che sia una raccomandazione in questa direzione per le residuali somme. CONSIGLIERE SIG.RA CARNEVALI: Innanzitutto bisogna che ci spieghiate come tecnicamente potrà avvenire questa restituzione, tra virgolette, a 20 mila cittadini. Sia ben chiara una cosa. Tutti i cittadini devono pagare l IRPEF perché i comuni non possono prevedere nessun tipo di esenzione. Quindi questa è la prima cosa che i cittadini devono sapere. Pur comprendendo ed approvando le buone intenzioni della giunta e dei consiglieri di maggioranza, dobbiamo riuscire a capire come potrà avvenire questa cosa. I casi sono due: o il Ministero delle Finanze vi manda l elenco dei 20 mila cittadini che hanno un reddito inferiore a 20 milioni, e quindi vuol dire che noi mandiamo un assegno di 20 mila lire ad ogni cittadino e gli restituiamo la somma per compensare l incremento dell IRPEF, oppure diciamo ai cittadini - sperando che non avvenga quello che è avvenuto recentemente per altri leggi nazionali - di dimostrarci di avere un reddito inferiore a 20 milioni. Quindi c è un problema tecnico non indifferente anche perchè il comune spenderebbe di più in spese postali; dovremmo trovare un modo che sia funzionale all operazione. Se l assessore Tentorio mi viene a dire di non utilizzare tutto il fondo di ammortamento, io non accetto, caro Magri, che le nostre debbano essere solo raccomandazioni; io voglio che, se non tutto l O.d.G., almeno una parte di esso venga presa in considerazione, considerando che l assessore ci dà l indicazione di non utilizzare tutto il fondo. Mi sembra veramente non solo inopportuno ma anche sgradevole sentirsi dire dal consigliere Magri: Il nostro lo facciamo funzionare e facciamo in modo che sia operativo, il vostro facciamo 8

9 in modo che diventi una raccomandazione. Mi auguro, senza polemica, che troviamo un accordo, una soluzione intelligente, tenendo in considerazione anche l indicazione di Redondi e dell assessore Tentorio. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Volevo entrare nel merito dell O.d.G. n. 8. Questo O.d.G. chiede di destinare il fondo di ammortamento a interventi specifici. Noi possiamo dare delle priorità a questi interventi, innanzitutto per reintegrare quei contributi in conto rette per le mense e i nidi. Quando noi discutiamo di bilancio, lo facciamo sempre su grandi cifre e forse non ci accorgiamo che sotto le grandi cifre ci sono quelle piccole che creano dei grossi problemi a certe famiglie. È già stata inviata alle famiglie che usufruivano del contributo comunale la richiesta di pagamento delle rette, quindi ci sono famiglie, in genere famiglie monogenitoriali con redditi molto bassi, che si trovano a dover pagare la retta della mensa, degli asili nido e delle varie scuole, con decorrenza dai mesi di gennaio/febbraio. Sarebbe stato più opportuno e corretto informare prima le famiglie per non metterle in difficoltà; poi è veramente assurdo pensare di non dare nessun contributo a quelle famiglie che hanno bisogno. Quindi questa per noi è una priorità essenziale, sulla quale non medieremo, nel senso che è importantissimo che questo contributo venga di nuovo previsto. La seconda priorità riguarda la realizzazione di alcune proposte della Consulta delle politiche familiari e del Consiglio delle Donne, in modo particolare il prestito sull onore. Già nella precedente variazione di bilancio era stata prevista una somma di 100 milioni proprio per questo ma non si è visto niente, vorremmo sapere che fine ha fatto. La terza priorità riguarda i progetti educativi integrativi per le scuole dell obbligo cittadine di cui ha già parlato la collega Carnevali e di cui parlerà poi il consigliere Vertova. Questo è un intervento estremamente importante per l autonomia, il funzionamento e il miglioramento del progetto formativo delle scuole. Infine, ma non è l ultima priorità, si chiede l incremento dei servizi per la cooperazione internazionale che in questo bilancio ha subito diversi tagli. CONSIGLIERE PROF. VERTOVA: Per quanto riguarda la questione sollevata dal capogruppo di Forza Italia, rispetto all ipotesi di trovare un accordo, e rispetto alle preoccupazioni, come responsabile finanziario, del vicesindaco Tentorio, noi, rendendoci conto dei possibili problemi, siamo anche disponibili a modificare l O.d.G., nel senso di inserire una clausola nella quale si dice che, a seconda degli effettivi residui di bilancio, si impegnano le somme in un certo ordine di priorità, in modo che non sia un vincolo, che adesso non riusciamo a prevedere, ma sia un indicazione politica. Siamo anche disponibili, se il problema sono le somme eccessive rispetto al fondo di ammortamento, a rivedere in qualche modo il testo. 9

10 Entrando però nel merito, io credo che le cose che noi diciamo siano perfettamente compatibili con il programma dell amministrazione, perché per quanto riguarda il discorso della Consulta delle politiche familiari e per quanto riguarda i contributi per i progetti educativi e integrativi delle scuole faccio riferimento all impegno assunto con due ordini del giorno già approvati dal consiglio comunale. Quindi, questa altro non è che un indicazione ulteriore di impegno perché il consiglio comunale nella scorsa seduta ha già votato, senza indicare la somma, di dedicare delle risorse aggiuntive, se non sbaglio, alla scuola e ai contributi per le scuole. Questo ordine del giorno non fa altro che mettere nero su bianco questo impegno precedentemente decretato. Il quarto punto dell ordine del giorno, cioè i contributi in conto rette per le mense e gli asili nido, è per noi una priorità. Per la verità ho letto le dichiarazioni fatte dall assessore Bonassi, che ritengo gravi per un assessore ai servizi sociali, ma lo scuso perché so per esperienza che qualche volta anche agli assessori può capitare di avere la testa in qualcosa d altro e, quando vengono improvvisamente intercettati telefonicamente da un giornalista, rispondono in qualche modo per cui l opposizione si basa poi su queste dichiarazione per metterli in croce. La questione del contributo in conto rette per mense e asili nido non riguarda assolutamente la questione del bonus scolastico, assessore Bonassi, e Lei lo sa benissimo. Il bonus scolastico è legato al diritto allo studio, non c entra con la questione mensa e tanto più la questione asili nido non c entra con la legge regionale sul bonus scolastico. Quindi Lei ha parlato di una cosa che non c entra nulla. Poi ha detto anche una grande sciocchezza. Capisco che Lei deve sempre fare propaganda a favore della parità scolastica, ma al di là di questo dice: Ci siamo accorti che in alcuni casi non c era un vero e proprio bisogno dell intervento pubblico. Assessore Bonassi, se è così dica agli assistenti sociali di riferire a queste persone che non hanno diritto ad avere il contributo, non lo tolga a tutti, anche a quelli che ne hanno bisogno! Mi sembra che la sua risposta sia odiosa come questo provvedimento. È vergognoso, perché alle persone che effettivamente fanno fatica Lei risponde che c è stato qualcuno che ne ha approfittato. Ma spetta a Lei e agli assistenti sociali verificare chi non ha diritto, non si toglie il contributo a tutti per questo tipo di ragionamento! C è poco da ridere, assessore, si vergogni! Signori consiglieri, la critica politica non deve mai sfociare in attacchi diretti e, anche sulla terminologia, vi chiedo di usare dei termini e delle parole che non sfocino poi in minacce, calunnie o ingiurie. Questo vale per tutti. CONSIGLIERE AVV. TRUSSARDI: Intervengo sull O.d.G. n. 8, in particolare su questa vicenda dell eliminazione del contributo in conto rette per le mense e gli asili nido, le scuole elementari, le scuole materne e le scuole medie. 10

11 Io non so se tutti i consiglieri hanno capito, in particolare mi riferisco in questo momento ai consiglieri di AN che forse qualche sensibilità in merito possono averla più di altri: in sostanza, mediante la cancellazione di questa contribuzione, che a bilancio era di 200 milioni circa, vengono tolti i contributi per il pagamento dei pasti alle famiglie indigenti all interno delle mense delle scuole. Significa che quelli che non potevano pagare i euro mensili - tanto costa la mensa - con effetto dal 1 gennaio dovranno pagare e già il comune ha mandato delle intimazioni, che sono arrivate a marzo, con cui si chiede di pagare entro febbraio. A parte questa cosa ridicola del fatto che si chiede a marzo di pagare entro febbraio, effettivamente si tratta di una decisione odiosa, e il termine che veniva usato prima dal consigliere Vertova non è un termine troppo forte in un caso di questo genere, è una cosa che ci riporta ai tempi di Dickens, all 800, e che sarebbe stata assolutamente impensabile 30 anni fa, in pieno regime democristiano. Invece questa giunta, che come ho già definito una volta è nociva socialmente, fa proprio della nocività la sua bandiera, anche attraverso questo tipo di azioni che sono odiose socialmente, operazioni di killeraggio sociale, perché altrimenti non si possono definire. È stato presentato anche un O.d.G. urgente, connesso a questo, che non è stato ancora discusso, e credo che un minimo di riparazione in questo senso debba essere fatta e possa essere fatta, cioè il consiglio comunale, indipendentemente dagli schieramenti politici, deve avere comprensione e deve mettere una pezza, approvando questo O.d.G. con quelle priorità che prima Vertova ricordava, e cioè questo 4 punto dell O.d.G. n. 8 deve diventare il 1 punto nelle priorità, perché altrimenti ci rendiamo tutti quanti complici di un operazione veramente scandalosa, portata avanti anche con una superficialità che lascia veramente stupefatti, così come superficiali possono definirsi le dichiarazioni rilasciate da Bonassi a L eco di Bergamo in riferimento a questa questione. Quindi vi chiedo di prestare attenzione a questo argomento, perché anche se la somma non è particolarmente rilevante - stiamo parlando soltanto di 200 milioni - gli effetti sono particolarmente rilevanti, e anche a livello d immagine credo che non sia una buona presentazione e una buona operazione quella che sta conducendo la giunta. CONSIGLIERE SIG.RA SORTI: Sinceramente io pensavo che l assessore Bonassi, anziché togliere, aumentasse questo stanziamento, perché siamo in un periodo in cui la famiglia - ed è stato sottolineato più volte - ha sempre più difficoltà, soprattutto in campo economico, per le tasse che aumentano, per le tariffe che aumentano, e quindi si fa in fretta a dire che bisogna far nascere più bambini, ma i bambini costano e se non si va incontro alle famiglie dopo non disperiamoci. Non so come definire quanto ha dichiarato l assessore Bonassi al quotidiano cittadino. Probabilmente potrei considerarlo incompetente nel senso che, non avendo famiglia, non riesce a capire le necessità della stessa. Duecento milioni non erano molti e dire che tante famiglie prendevano dei contributi senza che ne avessero realmente bisogno non è una cosa bella nei confronti delle famiglie e degli assistenti sociali. In questo caso, se fossi un assistente, penserei: Vuol dire che non faccio bene il mio lavoro e l assessore 11

12 non ha fiducia in quello che faccio. Rispetto poi al fatto di dare contributi anche alle scuole private, credo che nessuno dica niente, però faccio un ragionamento. Se una famiglia si trova in difficoltà e ha dei figli che vanno a una scuola pubblica, dove sappiamo che non c è una retta mensile da pagare, vuol dire che davvero questa famiglia economicamente sta male. Quindi anch io mi unisco agli altri che già sono intervenuti, chiedendo di rivedere la vostra scelta. Sono d accordo con il consigliere Vertova quando propone di fare una scaletta delle priorità. Vediamo e poi, per carità, su alcune cose io personalmente sono disposta anche ad aspettare gli avanzi di bilancio, però voglio un impegno preciso. 12

13 ASSESSORE DOTT. BONASSI: Di fronte a certe affermazioni vale proprio la pena di intervenire per dire un po come stanno le cose. Innanzitutto, se mi consentite, una precisazione politica: io non capisco più quali siano i ruoli, cioè quali siano i conservatori e quali siano i cosiddetti riformisti. A me sembra che oggi i veri conservatori in questa assise siano i partiti della sinistra, che non vogliono modificare niente in questa città, vogliono mantenere la situazione come è, e non appena qualcuno cambia le cose, magari anche in meglio, alzano la voce, ti danno dell odioso e via di seguito. Questa è la prima considerazione. La questione è che avevamo un capitolo di bilancio vecchio e che era stato creato in un momento storico che non è più quello attuale. Non si discute la finalità del capitolo di bilancio, tanto è vero che anche oggi le famiglie che hanno veramente bisogno stanno ricevendo i soldi sotto forma di buono, e lo stanno ricevendo dal mese di gennaio. Per cui informatevi prima di intervenire e di criticare qualsiasi cosa, non è colpa mia se non siete informati. Io le cose le so, le ho fatte, e mi sembra che siano state fatte in modo adeguato. Prima venivano dati dei contributi non solo per le rette delle mense degli asili nido, ma anche per le mense delle scuole materne e per le mense delle scuole elementari: un capitolo riservato solo ed esclusivamente alle scuole pubbliche. Ci tengo a dirlo perché non posso dimenticare che in questa città quasi il 50% dei bambini frequenta scuole materne autonome e le famiglie pagano una retta che è quasi identica a quella delle scuole pubbliche. Quindi si tratta di un esonero dal pagamento rispetto a una difficoltà familiare, per cui spiegatemi perché io non devo intervenire per le famiglie che pagano la stessa retta nelle scuole autonome e lo posso fare solo per quelli che hanno bambini che frequentano le scuole pubbliche. Questa è un ingiustizia sociale che qualcuno, prima di noi, ha creato in questo comune e che si è protratta per anni. In più c è una questione amministrativa, nel senso che tecnicamente viene attuato un esonero totale di una retta, per cui si crea un buco in un assessorato che poi un altro assessorato va a coprire. Amministrativamente questa cosa non ha senso, quindi andava corretta. L altra questione è che l esonero era totale, per cui anche quando una famiglia aveva bisogno semplicemente solo per 3-4 mesi, glielo si concedeva per tutto l anno. Per cui sono intervenuto per modificare questo metodo. Quando io parlo di buoni non è che ne parli a vanvera, nel senso che questi buoni sono dei pezzetti di carta con i quali la persona interessata va a riscuotere i soldi all economato e con questi paga il servizio che vuole. Chi ha bisogno va dall assistente sociale, la quale sulla base della situazione della famiglia redige una relazione con la quale si stabilisce se dare o meno questo buono. Per cui non è cambiato niente, semmai parte delle eventuali integrazioni di bilancio che riguarderanno il mio assessorato e quello alla pubblica istruzione, andranno a rimpinguare il capitolo dei contributi, proprio per venire incontro a tutte le famiglie realmente bisognose, e sottolineo realmente bisognose. Alle ore il Presidente sospende la seduta. 13

14 Il Presidente, dopo aver accertato che si trova in aula, oltre ai 38 consiglieri presenti al momento della sospensione dell'adunanza, anche il consigliere Scanzi, e che, pertanto, risultano presenti n. 39 consiglieri, riprende la seduta alle ore Procediamo con le dichiarazioni di voto e con le votazioni. CONSIGLIERE RAG. REDONDI: Chiedo la votazione per punti separati. C è qualche opposizione? CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Volevo presentare formalmente gli emendamenti al nostro O.d.G. di cui abbiamo discusso nella riunione dei capigruppo di poco fa. Praticamente vengono invertite le priorità e vengono eliminati gli importi, quindi il dispositivo viene modificato in tal senso: Il consiglio comunale impegna la giunta, in occasione della prima variazione di bilancio, a destinare i fondi, ora previsti per gli ammortamenti, al rifinanziamento dei seguenti settori: 1) contributi in conto rette per le mense e gli asili nido cittadini; 2) realizzazione di alcune proposte della Consulta delle politiche familiari e del Consiglio delle Donne; 3) contributi ai progetti educativi e integrativi delle scuole dell obbligo cittadine; 4) servizi della cooperazione internazionale. Quindi viene modificato l ordine dei punti e gli importi vengono eliminati. Stessa cosa anche per l O.d.G. della maggioranza per quanto riguarda gli importi. Sull O.d.G. della maggioranza non ci sono richieste di votazione per punti separati, perché è un punto solo, quindi io passerei alle dichiarazioni di voto e alla votazione dell O.d.G. della maggioranza. 14

15 CONSIGLIERE AVV. MAGRI: Io chiedevo se il terzo O.d.G. veniva ritirato. Giustissimo. Io davo per scontato che, in base all accordo raggiunto in conferenza dei capigruppo, l O.d.G. n. 10 venisse ritirato. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Ovviamente sì, se l accordo viene rispettato. Avrà modo di stabilirlo dall esito delle votazioni. Poiché nessun altro chiede la parola, il presidente mette in votazione palese l ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari Forza Italia, Alleanza Nazionale, Libertas D.C., C.C.D. Segni contrassegnato con il n. ODG BIL. 9, come modificato su proposta del presidente. Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 39 voti favorevoli. Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il preindicato ordine del giorno è stato approvato all'unanimità. IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso - che è in discussione l approvazione del bilancio preventivo del Comune di Bergamo per l anno 2002; - che è necessario, per l amministrazione comunale di Bergamo, conformemente a quanto sta avvenendo nell ambito di altre amministrazioni comunali, procedere all aumento dell addizionale IRPEF nella misura dello 0,1% rispetto al precedente periodo di imposta; - che tale manovra, comunque, si inscrive in una complessiva diminuzione della pressione fiscale; - che l aumento si è reso necessario onde poter incrementare e migliorare tanto i servizi ai cittadini quanto le opere pubbliche; - che, in ossequio al principio di proporzionalità è tuttavia doveroso tutelare i ceti economicamente più deboli, 15

16 tanto premesso IMPEGNA Il Sindaco e la Giunta Municipale, nell ottica delle premesse, a neutralizzare l aumento dell addizionale comunale IRPEF nell indicata misura dello 0,1% per i cittadini aventi un reddito imponibile inferiore o uguale a ,00, pari a L con le opportune modalità individuate dalla Giunta. A tale scopo viene istituito nella parte spesa del bilancio di previsione un fondo, mediante storno di parte della voce fondo ammortamento. Qualora non fosse tecnicamente fattibile realizzare quanto sopra, il fondo istituito sarà portato ad incremento degli stanziamenti del settore dei servizi sociali con specifica finalizzazione agli anziani non abbienti. 16

17 Per quanto riguarda l O.d.G. n. 8, c è innanzitutto una richiesta di votazione per punti separati, e poi c è un emendamento della Lega Nord sull ultimo punto, relativamente alla cooperazione internazionale, con cui si chiede di sostituire servizi alla cooperazione internazionale con per l insegnamento e la valorizzazione della cultura locale. Al di là della votazione per punti separati va comunque votato questo emendamento al testo. CONSIGLIERE DOTT. POTENZA: In linea di principio preferiamo il testo dell emendamento rispetto a quello originario. CONSIGLIERE GEOM. BREMBILLA: Innanzitutto invito la maggioranza al rispetto degli accordi, perché se facciamo un accordo e poi si cambia totalmente idea non mi sta bene, perché una cosa è la cooperazione internazionale, un altra è la valorizzazione della cultura locale, entrambi importanti, però non scherziamo! Se abbiamo preso un accordo sulla cooperazione internazionale, non possiamo adesso parlare della cultura locale, che è importante, però non sviliamo il ruolo della cooperazione internazionale, altrimenti intendiamoci su cosa significa aiutare chi è veramente nel bisogno. Questa gente non la vogliamo qui, i soldi non glieli mandiamo, qualcuno mi spieghi come fanno queste persone a uscire dalla situazione in cui sono. Per quanto mi riguarda, se salta l accordo preso nell ufficio di presidenza, salta tutto l O.d.G. CONSIGLIERE AVV. MAGRI: In conferenza dei capigruppo si era raggiunto un unanime consenso sull O.d.G. presentato dalla maggioranza e su quello presentato dalle minoranze con l eliminazione degli importi e il ridisegno delle priorità. Forza Italia si attiene rigorosamente all accordo preso e propone, poiché il problema della cultura locale è certamente un problema altrettanto interessante, che diventi la quinta priorità dell O.d.G. 17

18 Allora da emendamento modificativo diventa emendamento aggiuntivo. CONSIGLIERE AVV. BORDOGNA: Il consigliere Redondi, che ha partecipato alla conferenza dei capigruppo, mi dice che lui non ha espresso una valutazione come quella della maggioranza e del gruppo di centro-sinistra, quindi per noi non c è stato un accordo unanime in conferenza dei capigruppo, non siamo mai stati favorevoli a questo tipo di soluzione. Però, come ho già anticipato poco fa al collega Magri, per rispetto della conferenza dei capigruppo siamo disponibili a porlo come punto aggiuntivo, risolvendo così il problema degli impegni assunti ancorché non da noi. In ogni caso crediamo che sia necessaria la votazione per punti separati. CONSIGLIERE PROF. VERTOVA: Non stiamo facendo l elenco delle cose che sarebbero auspicabili. Per cercare di tenere conto seriamente delle preoccupazioni espresse dal vicesindaco in ordine ai problemi pratici e alle previsioni di bilancio che non si possono fare adesso, abbiamo accettato di eliminare gli importi. Se si modificano anche le priorità e se ne aggiungono delle altre, vuol dire che l ordine del giorno diventa una petizione di principi, ma allora a me verrebbero in mente altre dieci cose importanti sulle quali, se avessimo i soldi, sarebbe opportuno investire. Questa è la ragione per cui noi chiediamo di mantenere l ordine del giorno come era. Volevo fare poi un altra osservazione. Esprimo il dispiacere per il fatto che diversi O.d.G. che sono stati presentati in passato dalla Lega Nord sul problema della cultura locale non hanno ancora trovato modo di essere sufficientemente e ampiamente discussi, perché sarebbe anche opportuno fare un approfondimento. Io siccome tifo un po per l assessorato alla cultura, mi va anche bene se gli vengono assegnati 100 milioni in più per fare determinate attività che riguardano la promozione della cultura locale, perché se si potenzia l attività dell Accademia Carrara sfido chiunque a dirmi che non è legata alla tradizione locale, così come l attività del Museo Archeologico, degli istituti cittadini o anche le attività di promozione da parte del ducato di piazza Pontida, che ogni anno organizza un meritevole festival internazionale del folclore per il quale abbiamo qualche volta difficoltà nel dare quello che loro vorrebbero. Altre connotazioni della cultura locale, contro le quali non ho pregiudizi, andrebbero comunque discusse, perché poste così mi sembrano rivendicazioni di carattere propagandistico. Mi sembra che questo sia un discorso, tutto sommato, onesto. Poi se nelle variazioni di bilancio si riusciranno a trovare altri quattrini per degli interventi, sono il primo io a dire che vanno bene perché mi farebbe piacere che il settore delle cultura avesse più soldi. Però in questo caso mi sembra che quanto viene chiesto dalla Lega non sia effettivamente tra le priorità. 18

19 CONSIGLIERE DOTT. POTENZA: La mia valutazione era solamente sul contenuto dell emendamento, e quindi non volevo disattendere null altro di quanto era già stabilito; avevo chiesto la parola per esprimere una valutazione sull emendamento che, in quanto proposta, mi stava bene, ma non per questo volevo invalidare l accordo. La proposta del consigliere Magri di mantenere quanto era già stato stabilito nella conferenza dei capigruppo e di mettere in coda all ordine del giorno la proposta della Lega ci trova d accordo, l avremmo proposto anche noi. CONSIGLIERE RAG. REDONDI: Siccome noi rispettiamo quanto deciso dalla conferenza dei capigruppo, chiedo che gli altri schieramenti politici rispettino anche la nostra proposta, perché effettivamente noi siamo disposti ad accettare tutto ma chiediamo di aggiungere un quinto punto. Ricordo che le tradizioni e la cultura locale non sono cose da prendere tanto alla leggera come qualcuno ha fatto in precedenza. Ritengo giusto che ogni iniziativa in questo senso sia da portare sempre avanti, tanto è vero che è stato costituito anche a Como un istituto per il dialetto e le tradizioni, cosa che vorremmo che avvenisse anche a Bergamo. Questo istituto sarebbe un centro di studi della tradizione locale ad ampio livello, con eventuali convegni, dibattiti, come si è fatto in altre realtà locali. Non chiediamo cose impossibili e un approfondimento maggiore su questi temi mi sembra doveroso e rispettabile e non deve diventare oggetto di derisione, come qualcuno in precedenza aveva fatto. Procediamo allora alla votazione dell emendamento aggiuntivo. 19

20 CONSIGLIERE DOTT. SABBADINI: Io vorrei solo sottolineare che, una volta stabilito in conferenza dei capigruppo che gli importi andavano eliminati, questa lista non deve diventare una bellissima lista della spesa perché allora sembrerebbe strano che il capogruppo dei Verdi non inserisca anche il PUT. Richiamando a un minimo di responsabilità e nel rispetto degli accordi presi, invito a soprassedere su questo nuovo emendamento, altrimenti apriamo il vaso di Pandora. (Esce dall'aula il consigliere Mazzoleni; al momento della votazione sono presenti n. 38 consiglieri). Poiché nessun altro chiede la parola, il presidente mette in votazione palese l emendamento presentato dal gruppo consiliare Lega Nord - Lega Lombarda all O.D.G. BIL. N. 8, che così recita: - aggiungere alla fine del dispositivo il seguente quinto punto: per l insegnamento e la valorizzazione della cultura locale. Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 27 voti favorevoli, n. 11 voti contrari (Brembilla, Carnevali, Cattaneo, D'Andrea, Malinverni, Paganoni, Sabbadini, Scanzi, Sorti, Trussardi, Vertova). Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il preindicato emendamento è stato approvato a maggioranza di voti. Poiché nessuno chiede la parola, il presidente mette in votazione palese il punto del dispositivo dell ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari del centro-sinistra e contrassegnato con il n. O.D.G. BIL. 8, che così recita: - contributi in conto rette per le mense e gli asili nido cittadini. Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 38 voti favorevoli. Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il punto del dispositivo dell ordine del giorno è stato approvato all'unanimità. 20

21 Poiché nessuno chiede la parola, il presidente mette in votazione palese il punto del dispositivo dell ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari del centro-sinistra contrassegnato con il n. O.D.G. BIL. 8 che così recita: - realizzazione di alcune proposte della Consulta delle politiche familiari e del Consiglio delle Donne Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 3 consiglieri astenuti (Belotti, Bordogna, Lanzani) n. 34 voti favorevoli, n. 1 consigliere contrario (Scotti). Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il punto del dispositivo dell ordine del giorno è stato approvato a maggioranza dei votanti. CONSIGLIERE SIG.RA SCOTTI: Non mi ero accorta di avere sbagliato a votare. Volevo astenermi. Poiché nessuno chiede la parola, il presidente mette in votazione palese il punto del dispositivo dell ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari del centro-sinistra contrassegnato con il n. O.D.G. BIL. 8 che recita: - contributi ai progetti educativi ed integrativi delle scuole dell obbligo cittadine. Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 38 voti favorevoli. Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il punto del dispositivo dell ordine del giorno è stato approvato all'unanimità. (Esce dall'aula il consigliere Belotti; al momento della votazione sono presenti n. 37 consiglieri). Poiché nessuno chiede la parola, il presidente mette in votazione palese il punto del dispositivo dell ordine del giorno presentato dai gruppi consiliari del centro-sinistra contrassegnato con il n. O.D.G. BIL. 8, che così recita: - servizi della cooperazione internazionale 21

22 Eseguita la votazione, attraverso espressione elettronica del voto, si ha il seguente risultato: n. 4 consiglieri astenuti (Bordogna, Lanzani, Redondi, Scotti) n. 33 voti favorevoli. Il presidente proclama l esito della suddetta votazione, riconosciuto dai presenti, e dichiara che il punto del dispositivo dell ordine del giorno è stato approvato all'unanimità dei votanti. (Entrano in aula i consiglieri Belotti, Mazzoleni ed escono l'assessore Marabini e il consigliere Magri; sono presenti n. 38 consiglieri). 22

23 Il presidente dà quindi atto che l'o.d.g. contrassegnato con il n. O.D.G. BIL. 8 è del seguente tenore: IL CONSIGLIO COMUNALE Premesso che: - Ci sono alcuni settori importanti dei servizi alla persona e dell istruzione che presentano un insufficiente stanziamento nel bilancio preventivo; - La legge finanziaria dello Stato, recentemente approvata, lascia facoltà agli Enti Locali di iscrivere a bilancio le quote di ammortamento, che nel bilancio preventivo del 2002 ammontano a euro (art. 27, comma 7, lettera b, della legge n. 448/2001) IMPEGNA LA GIUNTA in occasione della prima variazione di bilancio, a destinare i fondi, ora previsti per gli ammortamenti, al rifinanziamento dei seguenti settori: 1) contributi in conto rette per le mense e gli asili nido cittadini; 2) realizzazione di alcune proposte della Consulta delle politiche familiari e del Consiglio delle Donne; 3) contributi ai progetti educativi ed integrativi delle scuole dell obbligo cittadine; 4) servizi della cooperazione internazionale; 5) insegnamento e valorizzazione della cultura locale. 23

24 A questo punto passiamo all O.d.G. BIL n. 10. Chiedo la conferma del ritiro dell O.d.G. a coloro che l hanno presentato. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Lo ritiriamo. 24

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI:

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI: Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 106 avente per oggetto: programma triennale dei lavori pubblici 2008-2010. Variazione all'elenco annuale per l'anno 2008. (Durante la discussione

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Gestione del servizio di segreteria comunale in forma associata tra i comuni di Orbassano e Villar Dora. Costituzione ed approvazione

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI.

OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. N. 21 in data 21 aprile 2009 OGGETTO: APPROVAZIONE O.D.G. PER RICHIEDERE IL RIPRISTINO DELL ASSISTENZA GRATUITA AI CITTADINI DIVERSAMENTE ABILI. Introduce l argomento il Sindaco, evidenziando che all O.D.G.

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Magri e Paganoni ed esce il sindaco; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula i consiglieri Magri e Paganoni ed esce il sindaco; sono presenti n. 35 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 58 avente per oggetto: Bilancio di previsione 2002. Variazione di assestamento generale. (Durante la discussione entrano in aula i consiglieri

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla legge al 30 di novembre, questi assestamenti al bilancio previsionale che abbiamo

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci

LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci LA FATTURA ELETTRONICA di Giuliano Marrucci FUORI CAMPO Luca Richelli insegna informatica musicale al conservatorio di Verona. E siccome di informatica ci capisce, quando a fine corso ha dovuto fare la

Dettagli

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di

Sulla disoccupazione, tuttavia, ci sarebbe qualcosa da aggiungere. In questi giorni sentiamo ripetere, dai giornali e dalle tv, che il tasso di ECONOMIA Disoccupazione mai così alta nella storia d Italia La serie storica dell Istat si ferma al 1977, ma guardando i dati del collocamento e i vecchi censimenti si scopre che nella crisi del 1929 e

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

Camera dei Deputati 17 Audizione 8

Camera dei Deputati 17 Audizione 8 Camera dei Deputati 17 Audizione 8 XVI LEGISLATURA COMMISSIONI RIUNITE V-XIV SEDUTA DEL 27 SETTEMBRE 2011 a partire dal 2018 andrà avanti il nuovo sistema di finanziamento al bilancio comunitario, con

Dettagli

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO

ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO ASILI NIDO QUELLO CHE IL COMUNE NON DICE CONFERENZA STAMPA FP CGIL ROMA E LAZIO 31 agosto 2010 Investire sui servizi all infanzia non è questione che riguarda le politiche familiari, e neppure èsolo questione

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 12 AL NEGOZIO A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 AL NEGOZIO DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Posso aiutarla? B- Ma,

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile!

Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! PENSIONI blog. Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! Pagina 1 di 6 Search PENSIONI blog Europa Informazioni Notizie Ultimo aggiornamento: 29 marzo 2014-08:24 RSS In Notizie Pensioni: Bomba Nori, il contributivo per tutti è fattibile! 29 marzo 2014-08:24

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa

Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Benvenuto/a o bentornato/a Non ho idea se è la prima volta che vedi un mio prodotto oppure se in passato le nostre strade si sono già incrociate, poco importa Non pensare di trovare 250 pagine da leggere,

Dettagli

PRESIDENTE: La parola al presidente del Consiglio delle Donne. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO:

PRESIDENTE: La parola al presidente del Consiglio delle Donne. CONSIGLIERE SIG.RA CATTANEO: Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal Consiglio delle Donne relativo alla promozione di iniziative a sostegno delle famiglie e delle donne. (Durante la discussione

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

QUESTIONARIO PER LA RILEVAZIONE DELLE OPINIONI DEI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO PARTECIPATO AL CENTRO ESTIVO A. ANALISI DI SFONDO: STRUTTURA FAMILIARE a) Da quante persone è composta la sua famiglia?

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati. A tutti i componenti del CIG. A tutti i componenti del CdA

A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati. A tutti i componenti del CIG. A tutti i componenti del CdA PROT.81790/U/31.07.2012 A tutti i Presidenti dei Collegi dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati A tutti i componenti del CIG A tutti i componenti del CdA Roma, martedì 31 luglio 2012

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 4 GLI UFFICI COMUNALI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 GLI UFFICI COMUNALI DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno. A- Scusi

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

DELIBERA C.C. N. 15 DEL 29.07.2014 OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTA ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF - ANNO 2014.

DELIBERA C.C. N. 15 DEL 29.07.2014 OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTA ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF - ANNO 2014. DELIBERA C.C. N. 15 DEL 29.07.2014 OGGETTO: CONFERMA ALIQUOTA ADDIZIONALE COMUNALE IRPEF - ANNO 2014. Il Sindaco- Presidente introduce l argomento in oggetto sottolineando che, trovandosi l Amministrazione

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)?

RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI. 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? RISPOSTE A DOMANDE FREQUENTI 1 = Sono un vecchio pensionato: devo comunicarvi la mia PEC (Posta Elettronica Certificata)? Secondo il testo recentemente aggiornato dell art.207 Legge Fall. richiamato dall

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento

Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Il Piano Finanziario Parte 2: Equilibrio e Investimento Non aspettare, il tempo non potrà mai essere " quello giusto". Inizia da dove ti trovi, e lavora con qualsiasi strumento di cui disponi, troverai

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe

GIANLUIGI BALLARANI. I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe GIANLUIGI BALLARANI I 10 Errori di Chi Non Riesce a Rendere Negli Esami Come Vorrebbe Individuarli e correggerli VOLUME 3 1 GIANLUIGI BALLARANI Autore di Esami No Problem Esami No Problem Tecniche per

Dettagli

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per

Cina pubblicizzare il nostro territorio è troppo difficile perché quel territorio è troppo vasto, io, facendo una battuta, senza volerla prendere per Verbale di Consiglio del 25 gennaio 2012 INTERPELLANZA DEI CONSIGLIERI PERNIGOTTI E OLIVERI IN MERITO AGLI STRUMENTI DA ADOTTARE PER COMUNICARE CON I PAESI EMERGENTI ED ECONOMICAMENTE FORTI COME LA CINA

Dettagli

il tuo servizio di web marketing costa troppo

il tuo servizio di web marketing costa troppo il tuo servizio di web marketing costa troppo LE 20 TECNICHE PIù POTENTI per demolire QUESTA obiezione > Nota del Curatore della collana Prima di tutto voglio ringraziarti. So che ha inserito la tua mail

Dettagli

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora

Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Parteciperò all evento: Sì No Forse Ignora Febbraio 2008 La nazionale egiziana è in finale: domenica si giocherà la Coppa d Africa. Non serve certo che io mi registri all evento su facebook, per ricordarmi

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE

I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE I TAGLI AI FONDI PER LE POLITICHE SOCIALI E AI SERVIZI DI WELFARE LOCALE La politica di riduzione delle risorse per il welfare e per i servizi sociali locali si sta realizzando attraverso la combinazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI TORRI DEL BENACO Provincia di Verona Viale F.lli Lavanda, 3 - Cap. 37010 0456205888 - fax 0456205800 P.IVA 00661030239 sito internet: www.comune.torridelbenaco.vr.it e-mail: comune@torridelbenaco.vr.it

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali

Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Alberto Gagliardi Sottosegretario agli Affari Regionali Verso la conferenza nazionale per la casa Torino 19 novembre 2004 1 Intervento del Sottosegretario di Stato Alberto Gagliardi Presidente, autorità,

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Viene sottoposta al Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione. IL CONSIGLIO COMUNALE In continuazione di seduta Vista la delibera di G.M. n. 104 del 20/11/2015 con la quale è stato approvato

Dettagli

La storia di Victoria Lourdes

La storia di Victoria Lourdes Mauro Ferraro La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale La storia di Victoria Lourdes Diario di un adozione internazionale Dedicato a Monica e Victoria «La vuoi sentire la storia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE TARIFFE NEI SERVIZI PER L'INFANZIA E SCOLASTICI

REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE TARIFFE NEI SERVIZI PER L'INFANZIA E SCOLASTICI REGOLAMENTO PER L APPLICAZIONE DELLE TARIFFE NEI SERVIZI PER L'INFANZIA E SCOLASTICI Articolo 1 - Premessa I servizi rivolti all'infanzia e scolastici sono erogati dal Comune che individua in tale ambito

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100%

SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% SEGRETO N.2 Come usare l'effetto leva per ritorni del 100% Risparmiare in acquisto è sicuramente una regola fondamentale da rispettare in tutti i casi e ci consente di ottenere un ritorno del 22,1% all

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

Indovinelli Algebrici

Indovinelli Algebrici OpenLab - Università degli Studi di Firenze - Alcuni semplici problemi 1. L EURO MANCANTE Tre amici vanno a cena in un ristorante. Mangiano le stesse portate e il conto è, in tutto, 25 Euro. Ciascuno di

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo

I.S.P. Istituto Stenodattilo Professional, società a responsabilità limitata Via G. Galilei, 206 - Giulianova Teramo CONSIGLIO COMUNALE DEL 01 OTTOBRE 2015 APERTURA LAVORI APERTURA LAVORI QUINDI COSI PROSEGUE: Buona sera a tutti. Signor Segretario, Iniziamo facendo l appello nominale, per favore. Sono presenti n 11 Consiglieri:

Dettagli

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea

Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Amministrazione federale delle dogane (AFD), Basilea Enzo De Maio, datore di lavoro Nella mia funzione di case manager e consulente HR della Direzione generale delle dogane, ho ricevuto una comunicazione

Dettagli

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile

Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Manifesto TIDE per un Educazione allo Sviluppo accessibile Pagina 2 Contenuto Il progetto TIDE...4 Il manifesto TIDE...6 La nostra Dichiarazione...8 Conclusioni...12 Pagina 3 Il progetto TIDE Verso un

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991)

REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) REGOLAMENTO CONSIGLIO NAZIONALE CONSULENTI LAVORO (In vigore dal 1 febbraio 1991) CAPO I DELLA COSTITUZIONE E DEL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO NAZIONALE ART. 1 Insediamento del Consiglio - Entrata in carica

Dettagli

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa

Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa A ACQUISIZIONE INCARICO PRESENTAZIONE DA 1 MINUTO Buongiorno vi ringrazio nuovamente per avermi invitato sono molto lieto di assistervi nella vendita della vostra casa Posso dare un occhiata veloce alla

Dettagli

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013

Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Come Creare un Guadagno Extra nel 2013 Tempo di lettura: 5 minuti Marco Zamboni 1 Chi sono e cos è questo Report Mi presento, mi chiamo Marco Zamboni e sono un imprenditore di Verona, nel mio lavoro principale

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Manuale Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Premessa Gestione Biblioteca scolastica è un software che permette di gestire in maniera sufficientemente

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 122 OGGETTO: Illecito amministrativo n. 42/05/RD del 14 febbraio 2005 (obiettivo % di raccolta differenziata rifiuti

Dettagli

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO

COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO COMITATO GENITORI MONTE OLIMPINO DEL PLESSO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI COMO-MONTE OLIMPINO STATUTO ART. 1 - COSTITUZIONE E FINALITA Il COMITATO GENITORI MONTEOLIMPINO dei PLESSI

Dettagli

S.O.S. famiglia. ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente)

S.O.S. famiglia. ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) S.O.S. famiglia Città di Avigliana - Assessorato Politiche Sociali ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) Manuale riservato ai cittadini di Avigliana per usufruire di esenzioni e sconti

Dettagli

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna

Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Helsana Assicurazioni SA, Lucerna Il datore di lavoro Sandra Meier La signora F. è impiegata nella nostra azienda al servizio clienti. Lavora alla Helsana da oltre 20 anni. L ho conosciuta nel 2006 al

Dettagli

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo

Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Esercito della salvezza, filiale di Zurigo Karin Wüthrich, pedagoga sociale, Esercito della salvezza Quando, nell autunno 2008, il signor K. è stato messo in malattia, il responsabile dell Esercito della

Dettagli

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE

Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE Classi 1 A 1B 1C Scuola Aurelio Saffi di Siena LA POSTA DEL CUORE All inizio del mese di Febbraio abbiamo chiesto ai bambini di procurarsi delle buste da lettera nuove. Quando tutti le hanno portate a

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio

SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio Via Mauro Macchi, 61 20124 MILANO Public Affairs S.r.l. SONDAGGIO IPSOS Acri Responsabilità individuali e collettive rispetto al risparmio NOTA INFORMATIVA da allegare al sondaggio (in ottemperanza al

Dettagli

Maschere a Venezia VERO O FALSO

Maschere a Venezia VERO O FALSO 45 VERO O FALSO CAP I 1) Altiero Ranelli è il direttore de Il Gazzettino di Venezia 2) Altiero Ranelli ha trovato delle lettere su MONDO-NET 3) Colombina è la sorella di Pantalone 4) La sera di carnevale,

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona

Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Intervento dell Avv. Nicolino De Cantis - Componente della Commissione Giuridica Provinciale dell Automobile Club di Verona Congresso Commissioni giuridiche ACI- Napoli - Riflessioni su : Patente di guida

Dettagli