N. 7 VERBALE DELLA SEDUTA DEL 14 APRILE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N. 7 VERBALE DELLA SEDUTA DEL 14 APRILE"

Transcript

1 N. 7 VERBALE DELLA SEDUTA DEL 14 APRILE 2014 L anno 2014, addì 14 mese di aprile, alle ore 10,00 si è riunito presso il Palazzo di Giustizia il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Ancona. Presenti: Paoli Avv. Giampiero Presidente Canonico Avv. Massimo Segretario Bachiocco Avv. Serenella Tesoriere Miranda Avv. Maurizio Vice Presidente Natalucci Avv. Giuliano Vice Presidente Carmenati Avv. Enrico Fanciulli Avv. Marco Flori Avv. Floro Fraticelli Avv. Gianni Illuminati Avv. Fabrizio Pancotti Avv. Luca Picozzi Avv. Romualdo Scaloni Avv. Francesco Terzoni Avv. Paola Assenti giustificati Crispiani Avv. Riccardo ORDINE DEL GIORNO 1) APPROVAZIONE VERBALE 24/03/2014 2) COMUNICAZIONI DEL PRESIDENTE 3) PROGETTO LAMPEDUSA 4) QUOTE AVVOCATI CANCELLATI 5) ISCRIZIONE ALBI E REGISTRI 6) ESPOSTI E PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 7) LIQUIDAZIONE PARCELLE 8) PATROCINIO A SPESE DELLO STATO 9) DIFESE D UFFICIO 10) AUTORIZZAZIONE AD AVVALERSI DELLE FACOLTA PREVISTE DALLA LEGGE N. 53/ ) VARIE ED EVENTUALI ******************************************** 1) APPROVAZIONE VERBALE 24/03/2014 Preliminarmente il Presidente legge il verbale relativo alla riunione del 24/03/2014 che viene approvato all unanimità unitamente all estratto, destinato alla pubblicazione sul sito. 2) COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE Il Presidente comunica: di aver ricevuto dal Tribunale per i Minorenni il chiarimento delle ragioni di invio delle copie delle liquidazioni effettuate a difensori di parti ammesse al gratuito patrocinio civile: solo per verificare la legittimità dell ammissione al gratuito patrocinio; chiede di essere autorizzato a scrivere al Tribunale dei Minorenni di non inviare tali copia che appesantiscono inutilmente il lavoro di segreteria; Il Consiglio autorizza.

2 il broker assicurativo ha inviato la bozza della polizza assicurativa per la mediazione e ne viene illustrato il contenuto; il Illuminati si riserva di esaminare il tutto e di riferire; l Ing. Calà chiede copia del verbale del consiglio dell Ordine della riunione del 24 marzo 2014 relativa alla decisione sul profilo della pretesa incompatibilità tra professione di avvocato, amministrazione di un condominio e difesa del condominio stesso da parte dell avvocato amministratore condominiale. Il Consiglio all unanimità accoglie la richiesta; di aver chiesto in data 26 marzo formalmente al Presidente del Tribunale l apertura del secondo sportello per gli adempimenti di competenza della cancelleria dibattimenti penale; il Presidente non ha ancora risposto formalmente anche se è propenso ad assegnare ad altro sportello del settore penale in giorni ed ore predeterminati gli adempimenti di cui alla richiesta 26 marzo u.s.. L avv. Liso segnala nuovamente i ritardi nelle attività dello sportello di dibattimento penale e sollecita un intervento; il Presidente riferisce di aver appreso che ci sarebbero forti resistenze nella cancelleria non solo per l apertura di un secondo sportello, ma anche per l utilizzo parziale in modo promiscuo di un altro sportello del penale dibattimento; Il Consiglio invita il Presidente ed i Consiglieri disponibili ad affrontare nuovamente questo aspetto con il Presidente D Aprile, nonché di rispondere all Avv. Liso; di aver indirizzato ai Presidente degli Ordini degli Avvocati delle Marche in data 26 marzo la richiesta di una disponibilità da parte di tali Ordini di partecipare alla convenzione proposta dal Presidente della Corte di appello finalizzata a consentire un sollecito adempimento della pubblicazione delle sentenze della Corte in materia civile in grave ritardo sui tempi della pubblicazione stessa. Il Consiglio incarica il Presidente di comunicare quanto sopra al Presidente della Corte D Appello e di segnalare la situazione a tutti gli iscritti. con riferimento alla bozza del decreto del Ministro di giustizia relativo al regolamento per l avvocato specialista chiede di sapere se vi sono osservazioni o contributi in merito. Il Consiglio non ha osservazioni da formulare; la segnalazione dell avvocata Daniela Giampieri in ordine ad una anomalia nel processo civile telematico dinanzi al Tribunale di Ancona nei giudizi di opposizione allo stato passivo dei fallimenti; Il Consiglio delega il Segretario a segnalare per iscritto e di persona il problema. o Esce l Avv. Scaloni ore 10:40 recentemente il consulente commercialista dell Ordine dott. Barbini ha fatto presente che in base al DPR n. 97/2003 il Consiglio dell Ordine dovrebbe adottare un formale servizio di cassa o di tesoreria; esiste un parere del consiglio nazionale dottori commercialisti del 5/9/2012 che prevede appunto la necessità dell adozione di un regolamento di cassa o di tesoreria per gli ordini territoriali dei dottori commercialisti; da indagini effettuate sui siti di diversi Ordini Forensi sono emersi i regolamenti per la formazione del bilancio ma non emergono regolamenti per il servizio di cassa o tesoreria; il prossimo anno è prevista anche la figura del revisore dei conti e si ritiene indispensabile acquisire certezza sulla necessità o non dell adozione formale di un servizio di cassa ovvero di tesoreria previo esperimento di apposita gara ad evidenza pubblica. Il Consiglio delega la Tesoriera di verificare l obbligatorietà di detto servizio. dietro segnalazione del consigliere Picozzi molti colleghi comunicano che gli onorari indicati nella procedure esecutive immobiliari, parametrandoli con le Procedure Esecutive Mobiliari presso terzi e alle Procedure Esecutive Mobiliari sono largamente inferiori. Ad avviso dell avv. Picozzi, non è stata inserita per errore una terza fase, rectius: fase conclusiva" che invece compare nella tariffa predisposta dal Consiglio Nazionale Forense e inviata, a suo tempo, in visione, a tutti gli Ordini italiani. La frase "de qua", e mancante

3 nel decreto pubblicato sulla gazzetta ufficiale; il Consiglio, esaminato il problema ritiene che purtroppo pur non essendovi un adeguata corrispettività per le attività nelle procedure esecutive immobiliari, ritiene che non vi siano errori nella redazione e pubblicazione del decreto; la Corte di appello ha trasmesso la proposta di variazione tabellare inviata dal presidente del Tribunale con la quale la dottoressa Miconi verrebbe assegnata alla presidenza della seconda sezione civile nell attuale posizione della dottoressa Ragaglia che lascia l ufficio entro il mese di aprile per essere destinata a collaborare a tempo pieno alla commissione parlamentare d inchiesta sul fenomeno delle mafie e delle altre associazioni criminali; il contenzioso civile della dottoressa Miconi rimane provvisoriamente assegnato alla stessa fino alla copertura di Presidente della prima sezione civile, quale ruolo aggiuntivo da gestire con il G.O.T. Mariotti; nel frattempo le udienze collegiali della prima sezione civile saranno presiedute dal dott. D Aprile che terrà anche le udienze di separazione consensuali nei giorno di giovedì mentre il collegio del Tribunale del riesame sarà presieduto dal dott. Pallucchini; Il Consiglio prende atto. l approvazione da parte della Camera dei Deputati in data 2 aprile della proposta di legge in materia di pene detentive non carcerarie e di riforma del sistema sanzionatorio; si pone ora la necessità di un evento formativo in proposito; il Consiglio approva dando mandato alla competente commissione di apprestare un evento; la segnalazione di una grave disfunzione della cancelleria civile che avrebbe comunicato il deposito di atti o provvedimenti a mezzo posta certificata anche alle parti non costituite; il Consiglio delega il Segretario di provvedere a risolvere la questione. è pervenuta dalla segreteria dell OUA l indicazione del numero dei delegati (6 compreso il Presidente) per il congresso nazionale che si terrà a Venezia il ottobre; la segreteria del congresso ha comunicato l importo dovuto per le iscrizioni che risulta pari a ,00 per il nostro Ordine ed ha invitato ad effettuare l iscrizione come anche la prenotazione alberghiera; il Consiglio delibera l iscrizione e relativo pagamento nonché la prenotazione alberghiera per numero cinque delegati visto che il Presidente di sua iniziativa e costo ha già effettuato la prenotazione alberghiera dando al mandato al Segretario ed alla Tesoriera di provvedere alle prenotazione dei Delegati. Per l elezione dei Delegati il Presidente è autorizzato a convocare l Assemblea degli iscritti nel rispetto dei termini prescritti e secondo le modalità previste. la contestazione effettuata all avv. Triggiani con riferimento alla restituzione dei fascicoli di parte. Il Consiglio ritiene di non essere competente non essendo l Avvocato Triggiani iscritto all Ordine. Il Consiglio dell Ordine di Messina ha adottato una delibera sulla governance dell avvocatura, in sostanza prospettando e proponendo la concentrazione di poteri di rappresentanza istituzionale e politica al CNF sottolineando testualmente l infelice esperienza dell OUA e della proposta viene fatta una sintesi; il Consiglio prende atto. o entra l Avv. Flori ore 11:10. l avv. Natalucci è invitato a riferire sui problemi sollevati in ordine alla gestione di alcuni profili presso il Tribunale dei Minorenni; sentita la relazione dell Avv. Natalucci il Consiglio prende atto ed incarica i Natalucci, Scaloni e Fanciulli di verificare le modalità di nomina dei difensori d ufficio. l avv. Venditti del Foro di Urbino segnala disservizi ovvero inurbanità di dipendenti del Tribunale d i Sorveglianza, ma non si vere peraltro come possa essere interessato il consiglio dell ordine se non considerando un mero sfogo il contenuto della lettera 2 aprile dell avv. Venditti; Il Consiglio invita il Collega a rivolgersi personalmente o tramite il suo Ordine di appartenenza direttamente al Tribunale di Sorveglianza.

4 è stato inviato ai Consiglieri il prospetto di bilancio e la tesoriera è invitata ad illustrarlo; la stessa provvede ed il Consiglio approva il progetto di bilancio e delibera di convocare l assemblea degli iscritti per la relativa approvazione per i giorni 30 aprile, ore 08:00, in prima convocazione ed il giorno 05 maggio 2014 in seconda convocazione. Viene data la parola al Carmenati per il profilo relativo all iscrizione dell avvocato quale piccolo imprenditore agricolo; in base a risoluzione n. 92 del 25 settembre 2013 del CNF l iscrizione e l attività sono compatibili con l esercizio professionale. 3) PROGETTO LAMPEDUSA Il Presidente illustra il progetto ideato dalla fondazione scuola superiore dell avvocatura del CNF e fa presente che hanno già aderito gli avvocati Elisabetta Simonetti ed Alessandro Amicarelli. Il Consiglio prende atto. 4) QUOTE AVVOCATI CANCELLATI il Consiglio con riferimento alla quota annuale dovuta delibera che sia corrisposto il rateo fino al momento della cancellazione o al rilascio del nulla osta. 5) ISCRIZIONE ALBI E REGISTRO ISCRIZIONE ALBO AVVOCATI ELENCO SPECIALE DEGLI AVVOCATI COMUNITARI STABILITI Cimino abogado Onofrio Augusto Grisolia abogado Gabriella Toccaceli abogado Micol Sisti abogado Giovanna. Il Consiglio, lette le domande degli abogado Onofrio Augusto Cimino, Gabriella Grisolia, Micol Toccaceli e Giovanna Sisti, intese ad ottenere l iscrizione nell albo degli avvocati comunitari stabiliti, visti i documenti allegati e ritenuto che i suddetti sono in possesso di tutti i requisiti voluti dalla legge professionale, delibera l iscrizione degli abogado Onofrio Augusto Cimino, Gabriella Grisolia, Micol Toccaceli e Giovanna Sisti nell Albo degli Avvocati comunitari stabiliti. CANCELLAZIONE ALBO AVVOCATI ELENCO SPECIALE A DOMANDA Fesce avv. Marco Maria. Il Consiglio vista la domanda in data 10/03/2014, con la quale l avv. Marco Maria Fesce chiede di essere cancellato dall Albo degli Avvocati, elenco speciale, visto l art. 37 n. 6 del R.D.L. 27/11/1933, n sull ordinamento delle professioni di Avvocato; delibera di disporre la cancellazione dall Albo degli Avvocati dell avv. Marco Maria Fesce nato in Ancona il 28/09/1954 e residente a Numana, Via Giacomo Leopardi, 54, ordina che copia della presente delibera venga notificata entro quindici giorni all interessato. CANCELLAZIONE ALBO AVVOCATI A DOMANDA Picardi avv. Valeria Il Consiglio vista la domanda in data 28/03/2014, con la quale l avv. Valeria Picardi chiede di essere cancellato dall Albo degli Avvocati visto l art. 37 n. 6 del R.D.L. 27/11/1933, n sull ordinamento delle professioni di Avvocato; delibera di disporre la cancellazione dall Albo degli Avvocati dell avv. Valeria Picardi nata a Chiaravalle il 14/03/1978 e residente in Ancona, Via Matteo Ricci, 17, ordina che copia della presente delibera venga notificata entro quindici giorni all interessato. Andrenacci avv. Barbara Il Consiglio vista la domanda in data 2014, con la quale l avv. Barbara Andrenacci chiede di essere cancellata dall Albo degli Avvocati visto l art. 37 n. 6 del R.D.L. 27/11/1933, n sull ordinamento delle professioni di Avvocato; delibera di disporre la cancellazione dall Albo degli Avvocati dell avv. Barbara Andrenacci nata a Fermo il 25/06/1965 e residente in Ancona, Via Trieste, 47, ordina che copia della presente delibera venga notificata entro quindici giorni all interessata presso lo studio dell avv. Patrizia Niccolaini in Ancona Via Goito, 3. Esce l Avv. Miranda ore 11:25 ISCRIZIONI REGISTRO PRATICANTI Marcelli Aurora - Scanzani Selene Sbaffi Enrico Ercoli Lucia Di Stefano Sebastiano Ricciardi Fabrizio Aniello - Raffaeli Maria Agnese Montesi Giulia Ramazzotti Giulia Giampieri Letizia. Il Consiglio, lette le domande di iscrizione nel Registro dei Praticanti Avvocati dei dottori Aurora Marcelli, Selene Scanzani, Enrico Sbaffi, Lucia Ercoli, Sebastiano Di Stefano,

5 Fabrizio Aniello Ricciardi, Maria Angese Raffaeli, Giulia Montesi, Giulia Ramazzotti e Letizia Giampieri ritenuto che i suddetti sono in possesso di tutti i requisiti voluti dalla legge professionale RDL 27/11/1933 n. 37, così come modificata dalla legge 24/7/1985 n. 406, decreta che i dottori Aurora Marcelli, Selene Scanzani, Enrico Sbaffi, Lucia Ercoli, Sebastiano Di Stefano, Fabrizio Aniello Ricciardi, Maria Angese Raffaeli, Giulia Montesi, Giulia Ramazzotti e Letizia Giampieri, siano iscritti a tutti gli effetti di legge nel Registro dei Praticanti Avvocati. CERTIFICATO DI COMPIUTA PRATICA Domenella Martina - Tonci Gaia Becci Eleonora Gara Silvia. Si rinvia alla prossima riunione. CANCELLAZIONE REGISTRO PRATICANTI - A DOMANDA Castellani dott. Lorenzo. Il Consiglio, vista la domanda in data 26/03/2014, con la quale il dott. Lorenzo Castellani chiede di essere cancellato con decorrenza dal 26/03/2014 dal Registro dei Praticanti; visto l art. 37 n. 6 del R.D.L. 27/11/1933, n sull ordinamento delle professioni di Avvocato; delibera di disporre la cancellazione con decorrenza dal 26/03/2014 dal Registro dei Praticanti del dott. Lorenzo Castellani nato a Fabriano il 09/04/1989 e residente a Fabriano, Via Don Ciccolini, 23; ordina che copia della presente delibera venga notificata entro quindici giorni all interessato ed al Pubblico Ministero presso il Tribunale di Ancona. Mortillo dott. Michele. Il Consiglio, vista la domanda in data 25/03/2014, con la quale il dott. Michele Mortillo chiede di essere cancellato dal Registro dei Praticanti; visto l art. 37 n. 6 del R.D.L. 27/11/1933, n sull ordinamento delle professioni di Avvocato; delibera di disporre la cancellazione dal Registro dei Praticanti del dott. Michele Mortillo nato ad Ancona il 26/08/1986 e residente in Ancona, Via Paterno, 83; ordina che copia della presente delibera venga notificata entro quindici giorni all interessato ed al Pubblico Ministero presso il Tribunale di Ancona. CANCELLAZIONE REGISTRO PRATICANTI Scortichini Dott. Giacomo. Si rinvia alla prossima riunione. PRATICA FORENSE E SCUOLA FORENSE Iobbi dott. Maria Clara. In merito all istanza di rilascio del certificato di compiuta pratica in assenza del diploma della scuola di specializzazione per le professioni legali, il Consiglio delibera di non rilasciare il predetto certificato in assenza del preventivo deposito del diploma della scuola di specializzazione frequentata dall istante. Guidarelli dott. Valerio. In relazione alla richiesta di esonero dalla scuola forense presentata, il Ciunci dott.ssa Maddalena. In relazione alla richiesta di esonero dalla scuola forense presentata, il Zanetti dott.ssa Ludovica. In relazione alla richiesta di esonero dalla scuola forense presentata, il Aringoli dott.ssa Sara. In relazione alla richiesta di esonero dalla scuola forense presentata, il Raffaeli dott.ssa Elena. In relazione alla richiesta di esonero dalla scuola forense presentata, il Pastore dott.ssa Irene. In relazione alla richiesta di esonero dalla scuola forense presentata, il Mancinelli dott.ssa Teresa. Si rinvia. Rascioni dott. Andrea. In relazione alla richiesta di esonero dalla scuola forense presentata, il 6) ESPOSTI E PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 7) LIQUIDAZIONE PARCELLE Approvazione parcelle:

6 8) PATROCINIO A SPESE DELLO STATO ELENCO AVVOCATI AMMESSI AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO. Checchini avv. Monica. Il Consiglio delibera l ammissione nell elenco degli avvocati ammesso al patrocinio a spese dello Stato nei seguenti settori: DIRITTO CIVILE diritto delle persone e della famiglia diritto delle successioni diritto della proprietà diritto delle obbligazioni DIRITTO PENALE penale ordinario esecuzione penale Mercuri avv. Anna. Il Consiglio delibera l ammissione nell elenco degli avvocati ammesso al patrocinio a spese dello Stato nel seguente settore: DIRITTO PENALE minorile Magnini avv. Monica. Il Consiglio delibera l ammissione nell elenco degli avvocati ammesso al patrocinio a spese dello Stato nel seguente settore: DIRITTO CIVILE diritto delle obbligazioni De Cimma avv. Laura. Il Consiglio delibera l ammissione nell elenco degli avvocati ammesso al patrocinio a spese dello Stato nei seguenti settori: DIRITTO CIVILE diritto delle obbligazioni DIRITTO PENALE penale ordinario 9) DIFESE DI UFFICIO Lonigro avv. Raffaella Crispiani avv. Riccardo. Il Consiglio delibera su richiesta degli stessi la cancellazione degli avvocati Raffaella Lonigro e Riccardo Crispiani dall elenco dei difensori di ufficio. 10) AUTORIZZAZIONE AD AVVALERSI DELLE FACOLTA PREVISTE DALLA LEGGE N. 53/1994. Ciambricco avv. Simona - Sturba avv. Maurizio Cosimi avv. Giampaolo. Il Consiglio, viste le istanze presentate dai sunnominati avvocati, per essere autorizzati ad avvalersi della facoltà di notificazione prevista dalla Legge n. 53/1994; visti la Legge 53/94 ed il regolamento approvato in data 19/4/2004; rilevato che non risultano procedimenti disciplinari pendenti a carico degli istanti, i quali non hanno mai riportato la sanzione disciplinare della sospensione dall esercizio professionale o sanzioni più gravi; preso atto del parere favorevole in data odierna del delegato avv. Massimo Canonico; autorizza i predetti avvocati, ai sensi dell art. 7 della Legge n. 53/1994, ad avvalersi della facoltà di notificazione previste dalla Legge 53/94; dispone che gli estremi della presente autorizzazione siano riportati nel primo foglio del registro cronologico dell istante di cui all art. 8 della citata legge. 11) VARIE ED EVENTUALI L Avv. Terzoni relaziona sul congresso delle FBE a Vienna dal 29 al 31 maggio p.v. e chiede di partecipare per conto del Consiglio, il Consiglio autorizza. La tesoriera relaziona su: o spese convegno Osservatorio sul Diritto di Famiglia del 28/03/2014 esponendo che i relatori e alcuni componenti dell osservatorio hanno partecipato ad una cena presso la Cantinetta del Conero con menù concordato di 35,00 chiede la ratifica

7 dell autorizzazione concessa e l autorizzazione al pagamento della fattura che perverrà. Il Consiglio ratifica ed autorizza. o spese convegno Camera Penale del 28/03/2014 esponendo che i relatori ed alcuni componenti della Camera Penale hanno partecipato ad una cena presso il ristorante La Moretta chiede la ratifica dell autorizzazione concessa rilevando che dal costo della cena verrà detratto il credito di 120,00 di cui al verbale 18/11/2013. o Tregi preventivo per fornitura di n. 5 poltrone con seduta MIX/O; chiedere altri preventivi. o Tregi preventivo di installazione sistema operativo Windows 7 Professional e potenziamento RAM per PC ufficio Procura. Il Consiglio autorizza. o OUA contributo anno 2013 delibera il pagamento della quota di ,00. o Quota + nolo armadietto Avv. Maurizio Sette il Consiglio ritiene di non procedere al recupero della somma. Il Presidente visto che il Comune non ha ancora provveduto al pagamento della tassa parere per la vidimazione delle parcelle dei legali che hanno difeso il Comune, malgrado le ripetute assicurazioni ricevute, propone al Consiglio di promuovere iniziative giudiziarie. Il Consiglio delibera di attendere fino a tutto il 05 maggio 2014 dopo di che il Presidente è fin d ora autorizzato a procedere in sede legale nei confronti del Comune. o L Avv. Fraticelli si astiene. FERIE Bracaccini Rossana 19 aprile Cerusico Raffaella 18 aprile Il Consiglio approva. Alle ore 12:20 la seduta è tolta. Il Presidente (Avv. Giampiero Paoli) Il Segretario (Avv. Massimo Canonico) Postilla nella riunione consiliare del 5 magio 2014 è stato integrato il verbale sopra trascritto in estratto, con la previsione della ratifica, nelle varie ed eventuali, delle spese sostenute per il convegno della Camera Penale del 28/03/2014

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20

LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 LEGGE 25 gennaio 1962, n. 20 Norme sui procedimenti e giudizi di accusa (Gazzetta Ufficiale 13 febbraio 1962, n. 39) Artt. 1-16 1 1 Articoli abrogati dall art. 9 della legge 10 maggio 1978, n. 170. Si

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario.

Art. 71 Nomina e funzioni dei magistrati onorari della procura della Repubblica presso il tribunale ordinario. REGIO DECRETO 30 gennaio 1941 n. 12 ( indice ) (modificato e aggiornato dalle seguenti leggi: R.D.L. n. 734/43, L. n. 72/46, L. n. 478/46, R.D.Lgs. n. 511/46, L. n. 1370/47, L. n. 1794/52, L. n. 1441/56,L.

Dettagli

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS...

hol~e; A--fç, ttgr (.. \ g.4 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA 1 7 FEB. 2015 È assente giustificato: sig. Domenico Di Simone. ... OMISSIS... SAPIENZA 1 7 FEB. 2015 Nell'anno duemilaquindici, addì 17 febbraio alle ore 16.00, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il, convocato con nota rettorale prot. n. 0009903 del 12.02.2015, per

Dettagli

LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO. (Gazzetta Ufficiale n.

LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO. (Gazzetta Ufficiale n. LEGGE 11 GENNAIO 1979, n. 12 NORME PER L ORDINAMENTO DELLA PROFESSIONE DI CONSULENTE DEL LAVORO (Gazzetta Ufficiale n. 20 del 20-1-1979) TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI Art. 1. Esercizio della professione

Dettagli

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO

ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL DIRITTO DI ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI D.P.R. 12 aprile 2006 n. 184 in relazione al capo V della L. 7 agosto 1990 n. 241 e successive modificazioni (Delibere del Consiglio dell

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie)

PRONTUARIO. DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle segreterie) Codice del processo amministrativo - Commissione per l esame dei profili organizzativi ed informatici - PRONTUARIO DELLE PRINCIPALI NOVITA IN MATERIA DI PROCEDIMENTI E TERMINI PROCESSUALI (ad uso delle

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017.

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 039 del Consiglio comunale. OGGETTO: nomina del Revisore dei Conti del Comune per il triennio 2014 2017. Comune di Folgaria Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA

RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Dipartimento di Studi Aziendali e Giusprivatistici RIUNIONE DEL COMITATO DIDATTICO TRANSITORIO PER LA CLASSE DI FORMATIVO ATTIVO A017 VERBALE DELLA SEDUTA Il giorno 23 del mese di aprile dell anno 2013,

Dettagli

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER PROCEDIMENTI CIVILI E AMMINISTRATIVI

ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER PROCEDIMENTI CIVILI E AMMINISTRATIVI ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER PROCEDIMENTI CIVILI E AMMINISTRATIVI D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115 T.U. delle disposizioni legislative regolamentari in materia di spese di

Dettagli

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO

FONDAZIONE FORENSE DI PESARO FONDAZIONE FORENSE DI PESARO Palazzo di Giustizia, Piazzale Carducci n. 12 GUIDA PRATICA ALL ACQUISTO DI IMMOBILI ALL ASTA Perché acquistare un immobile all asta? Acquistare all asta è spesso più conveniente.

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013

GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013 GUIDA AI PROCEDIMENTI DISCIPLINARI 2013 4 5 5 5 5 5 5 6 6 6 6 7 9 9 9 9 9 9 10 10 10 10 10 10 11 12 12 12 12 12 12 12 12 13 13 14 14 15 PREMESSA 1 Capitolo Procedimento disciplinare di competenza del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente"

LEGGE 27 LUGLIO, N.212. Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente LEGGE 27 LUGLIO, N.212 "Disposizioni in materia di statuto dei diritti del contribuente" pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 177 del 31 luglio 2000 Art. 1. (Princìpi generali) 1. Le disposizioni della

Dettagli

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.

Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Regolamento sulla disciplina del diritto di accesso agli atti ai sensi della legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni. Il DIRETTORE DELL AGENZIA DEL DEMANIO Vista la legge 7 agosto 1990, n.

Dettagli

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott.

COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI. Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca. Giovanardi Dott. COMMISSIONE PRECEDURE CONCORSUALI Gruppo di studio formato da: Malagoli Rag. Claudio (responsabile) Altomonte Dott. Luca Giovanardi Dott.ssa Enrica Luppi Dott.ssa Stefania Menetti Dott. Pietro Marco Pignatti

Dettagli

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013)

Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013. (Seduta del 28 Ottobre 2013) Municipio Roma V (ex VI e VII) Unità di Direzione Servizio di Assistenza agli Organi Istituzionali Ufficio Consiglio Municipio Roma V Prot. CG n.31261 del 5 Aprile 2013 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI

Dettagli

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI

ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI ISTRUZIONI PER LE NOTIFICHE IN PROPRIO DEGLI AVVOCATI LA LEGGE nr. 53/1994 La legge 53/1994 ha inserito nel nostro ordinamento la facoltà, per gli avvocati, di notificare gli atti giudiziari. Consentendo

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da:

sul ricorso numero di registro generale 6522 del 2007, proposto da: N. 00513/2015 REG.PROV.COLL. N. 06522/2007 REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente ORDINANZA sul ricorso

Dettagli

Istituzione della figura di Agente Ambientale.

Istituzione della figura di Agente Ambientale. Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 7 21 gennaio 2015 Oggetto : Istituzione della figura di Agente Ambientale. Il giorno 21 gennaio 2015 in Cremona, con

Dettagli

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O

COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O COMITATO PER LE PARI OPPORTUNITÀ DELL ORDINE DEGLI AVVOCATI DI.. R E G O L A M E N T O 1. Costituzione In applicazione della normativa nazionale ed europea al fine di: - Promuovere le politiche di pari

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995)

TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) TARIFFE FORENSI (in vigore dal 1 aprile 1995) Decreto del Ministro di Grazia e Giustizia 5 ottobre 1994, n. 585 - Deliberazioni del Consiglio Nazionale Forense 12 giugno 1993 e 29 settembre 1994, in G.U.

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia Anno CXXXVI - Numero 1 Roma, 15 gennaio 2015 Pubblicato il 15 gennaio 2015 BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia PUBBLICAZIONE QUINDICINALE SOMMARIO PARTE PRIMA CONCORSI E COMMISSIONI DIPARTIMENTO

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO

L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO L AVVOCATO NEL CONTESTO INTERNAZIONALE ED EUROPEO Firenze, 21 aprile, 12 e 26 maggio 2015 (15,00-18,30) Auditorium Adone Zoli dell Ordine degli Avvocati di Firenze c/o Nuovo Palazzo di Giustizia Viale

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

L'anno duemilaquattordici, il giorno ventidue del mese di agosto, nel proprio ufficio, IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO C O M U N E D I A L A N N O (PROVINCIA DI PESCARA) DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO AREA AFFARI GENERALI - UFFICIO PERSONALE N. 162 del Reg. Oggetto: PROCEDURA DI MOBILITA, PER TITOLI E COLLOQUIO

Dettagli

Consiglio Nazionale del Notariato

Consiglio Nazionale del Notariato Consiglio Nazionale del Notariato REGOLAMENTO DEL FONDO DI GARANZIA DI CUI AGLI ARTT. 21 E 22 DELLA LEGGE 16 FEBBRAIO 1913, N. 89 E SUCCESSIVE MODIFICAZIONI Capo I Istituzione e finalità del Fondo di garanzia

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI. Art. 1 - Fonti REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI Art. 1 - Fonti 1. Il presente Regolamento disciplina la composizione, la durata e le modalità di funzionamento del Collegio dei Revisori

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI

LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI LINEE DI RIFORMA DELL ORDINE DEI GIORNALISTI Deliberazione del Consiglio nazionale dell Ordine dei giornalisti 9 luglio 2014 1. Canale unico di accesso alla professione Per esercitare l attività professionale

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della

Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali. pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966. con le modifiche della Legge 15 luglio 1966 n. 604 Norme sui licenziamenti individuali pubblicata nella G.U. n. 195 del 6 agosto 1966 con le modifiche della legge 4 novembre 2010, n. 183 (c.d. Collegato Lavoro) Legge 28 giugno

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni;

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA. Visto l'articolo 20 della legge 15 marzo 1997, n. 59, allegato 1, numeri 94, 97 e 98, e successive modificazioni; D.P.R. 14-12-1999 n. 558 Regolamento recante norme per la semplificazione della disciplina in materia di registro delle imprese, nonché per la semplificazione dei procedimenti relativi alla denuncia di

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa

Fiscal News N. 206. Sospensione feriale dei termini processuali. La circolare di aggiornamento professionale 23.07.2013. Premessa Fiscal News La circolare di aggiornamento professionale N. 206 23.07.2013 Sospensione feriale dei termini processuali Categoria: Contenzioso Sottocategoria: Processo tributario Anche quest anno, come di

Dettagli

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C.

TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. TRIBUNALE DI TERMINI IMERESE VERBALE DI UDIENZA CON SENTENZA CONTESTUALE EX ART. 281 SEXIES C.P.C. Il giorno 17/09/2012, innanzi al Giudice dott. Angelo Piraino, viene chiamata la causa R.G. n. 234 dell

Dettagli

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO

Altri Servizi. Guida all uso. www.accessogiustizia.it SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Guida all uso www.accessogiustizia.it Altri Servizi SERVIZIO PROCURA TAR CONSIGLIO DI STATO Lextel SpA L informazione al lavoro. Lextel mette l informazione al lavoro attraverso proprie soluzioni telematiche,

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni

CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI. Articolo 1 Definizioni Regolamento in materia di procedure di risoluzione delle controversie tra operatori di comunicazioni elettroniche ed utenti, approvato con delibera n. 173/07/CONS. [Testo consolidato con le modifiche apportate

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE

TBLUE SAUNA MILANO ASSOCIAZIONE RICREATIVA CULTURALE STATUTO CIRCOLO TBLUE Art. 1 COSTITUZIONE - SEDE E costituito, come associazione culturale ricreativa non riconosciuta ai sensi dell art 36 e ss. Codice Civile ed art. 148 comma 3 D.P.R. 917/1986 (T.U.I.R.),

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1

Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Regolamento applicabile alla procedura seguita dinanzi al Consiglio costituzionale per il contenzioso dell elezione dei deputati e dei senatori 1 Modificato dalle decisioni del Consiglio costituzionale

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

REGISTRO DELLE IMPRESE

REGISTRO DELLE IMPRESE REGISTRO DELLE IMPRESE SCIOGLIMENTO, LIQUIDAZIONE e CANCELLAZIONE 1/2005 maggio 2005 www.an.camcom.it 1 PREMESSA... 3 SOCIETÀ DI CAPITALI... 3 DELIBERA DI SCIOGLIMENTO E NOMINA DEL LIQUIDATORE... 3 SCIOGLIMENTO

Dettagli

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE

1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE Protocollo PCT di Reggio Emilia 1 ESECUZIONI MOBILIARI TELEMATICHE 1.1 Premessa Per effetto dell art.16 bis, 3 comma, del D.L. n.179/2012, conv. con modifiche nella L. 24.12.2012, n. 228 e dell'art. 44

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg.

Provincia di Udine. Copia. N. 120 Reg. COMUNE DI PALMANOVA Provincia di Udine Verbale di deliberazione della Giunta Comunale Copia N. 120 Reg. OGGETTO: Integrazione del G.C. 34 dd. 11.04.2012 "Servizi pubblici a domanda individuale 2012 - determinazione

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI Art. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente documento regolamenta l esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA

STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA VERSIONE CONSOLIDATA DELLO STATUTO DELLA CORTE DI GIUSTIZIA DELL UNIONE EUROPEA Il presente testo contiene la versione consolidata del Protocollo (n. 3) sullo Statuto della Corte di giustizia dell Unione

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

Regolamento sul diritto di accesso agli atti e documenti amministrativi

Regolamento sul diritto di accesso agli atti e documenti amministrativi Comune di Lendinara Regolamento sul diritto di accesso agli atti e documenti amministrativi ALLEGATO ALLA DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 96 DEL 29.11.2007 ESECUTIVA A TERMINI DI LEGGE. Dopo l esecutività

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Allegato A alla delibera n. 129/15/CONS REGOLAMENTO IN MATERIA DI TITOLI ABILITATIVI PER L OFFERTA AL PUBBLICO DI SERVIZI POSTALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI Articolo 1 Definizioni 1. Ai fini del presente

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400

PROVINCIA DI TREVISO. Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 C OMUNE DI VOLPAGO DEL MONTELLO PROVINCIA DI TREVISO Piazza Ercole Bottani n.4 - C.A.P. 31040 - C.F./P.I. 00529220261 UFFICIO SEGRETERIA - Tel. 0423/873400 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Dettagli

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO ACCESSO AGLI ATTI AMMINISTRATIVI ISTITUTO di ISRUZIONE SUPERIORE - Luigi Einaudi Sede Legale ed Amministrativa Porto Sant Elpidio (FM) - Via Legnano C. F. 81012440442 E-mail: apis00200g@istruzione.it Pec: apis00200g@pec.istruzione.it

Dettagli

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative

OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147 Chiarimenti e istruzioni operative CIRCOLARE N. 1/E Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso Roma, 12 febbraio 2014 OGGETTO: Mediazione tributaria Modifiche apportate dall articolo 1, comma 611, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c.

Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. Le opposizioni ex artt. 615, 617 e 618 c.p.c. La riforma del processo esecutivo ha modificato sensibilmente la fase eventuale delle opposizioni siano esse all esecuzione, agli atti esecutivi o di terzi

Dettagli

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA

REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA REGOLAMENTO INTERNO DELL UFFICIO SEGRETERIA PREMESSA Le attività dell Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri di Ravenna sono regolate dal DLCPS 233/1946, dal DPR 221/1950 e dalla legge 409/1985

Dettagli

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi.

Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE n. 1 2 OGGETTO: Approvazione del nuovo Regolamento sull'accesso agli e documenti amministrativi. L anno 2012 (Duemiladodici) addì 27 (Ventisette) del mese

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE

COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE COMMISSIONE DI VIGILANZA SUI FONDI PENSIONE Deliberazione del 15 luglio 2010, modificata ed integrata con deliberazione del 7 maggio 2014 (Testo consolidato) 1. Regolamento sulle procedure relative all

Dettagli

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011

Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Corte di Cassazione, Sezioni Unite civili, sentenza n. 12898 del 13 giugno 2011 Presidente: dott. Paolo Vittoria; Relatore Consigliere: dott.ssa Roberta Vivaldi IL TERMINE BREVE PER IMPUGNARE DECORRE SOLO

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014)

ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) Protocollo RC n. 28105/14 ESTRATTO DAL VERBALE DELLE DELIBERAZIONI DELLA GIUNTA CAPITOLINA (SEDUTA DEL 30 DICEMBRE 2014) L anno duemilaquattordici, il giorno di martedì trenta del mese di dicembre, alle

Dettagli

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA

Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA Comune di Carpineto Romano PROVINCIA DI ROMA N. 37 del 16.12.2013 OGGETTO: Legge Regionale N. 1 Del 03/01/1986, Art. 8. Alienazione di terreni di proprietà collettiva di uso civico edificati o edificabili.

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Corte dei conti. Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo. formata dai magistrati Giovanni DATTOLA, Carlo CHIAPPINELLI,

Corte dei conti. Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo. formata dai magistrati Giovanni DATTOLA, Carlo CHIAPPINELLI, Delibera n. SCCLEG/16/2012/PREV REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo e delle Amministrazioni dello Stato presieduta dal Presidente

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92)

TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA. DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) TARIFFA PROFESSIONALE CONSULENTI DEL LAVORO MINISTERO DI GRAZIA E GIUSTIZIA DECRETO 15 LUGLIO 1992, n. 430 (G.U. n. 265 10/11/92) REGOLAMENTO RECANTE APPROVAZIONE DELLE DELIBERAZIONI IN DATA 16 MAGGIO

Dettagli

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi

Regolamento di Accesso agli atti amministrativi ISTITUTO COMPRENSIVO DANTE ALIGHIERI 20027 RESCALDINA (Milano) Via Matteotti, 2 - (0331) 57.61.34 - Fax (0331) 57.91.63 - E-MAIL ic.alighieri@libero.it - Sito Web : www.alighierirescaldina.it Regolamento

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO

DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO DELIBERA N. 23/13/CRL DEFINIZIONE DELLA CONTROVERSIA XXX MIGLIARUCCI/TELETU XXX IL CORECOM LAZIO NELLA riunione del Comitato Regionale per le Comunicazioni del Lazio (di seguito, per brevità, Corecom Lazio

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 317 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento - C.A.P. 38064 Via Roma, 60 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 VERBALE DI DELIBERAZIONE N.

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre

OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Informativa per la clientela di studio N. 131 del 05.09.2012 Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: Sospensione feriale: si riparte il 17 settembre Gentile Cliente, con la stesura del presente documento

Dettagli

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte

Corte Europea dei Diritti dell Uomo. Domande e Risposte Corte Europea dei Diritti dell Uomo Domande e Risposte Domande e Risposte COS È LA CORTE EUROPEA DEI DIRITTI DELL UOMO? Queste domande e le relative risposte sono state preparate dalla cancelleria e non

Dettagli

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa

COMUNE DI LARI Provincia di Pisa COMUNE DI LARI Provincia di Pisa DETERMINAZIONE N. 519 Numerazione servizio 201 Data di registrazione 17/12/2009 COPIA Oggetto : DECRETO DI ESPROPRIO RELATIVO A PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO PER PUBBLICA

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale

Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale Regolamento di arbitrato della Camera di Commercio Internazionale In vigore dal gennaio 0 Camera di Commercio Internazionale (ICC) Corte Internazionale di Arbitrato 8, Cours Albert er, 7008 Paris/Parigi,

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli