Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli"

Transcript

1 Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento Dott. Andrea Piccin Lezione n.6 : Strumenti topografici per la misura di distanze e angoli Breve storia degli strumenti topografici Gli strumenti moderni: il distanziometro laser, il teodolite, il livello ottico, la stazione totale La prova pratica

2 I primi strumenti per la misura degli angoli (1) Le prime misure angolari venivano eseguite utilizzando aste in legno (gnomone), sfruttando la loro ombra (Eratostene) o associandole a cerchi disegnati a terra (determinazione del cardo romano) Successivamente si passò a strumenti costituiti da due aste montate ad angolo retto (squadra o baculo) con cui venivano stimate distanze di oggetti lontani sfruttando l angolo di parallasse.

3 I primi strumenti per la misura degli angoli (2) Vere e proprie misure angolari venivano eseguite utilizzando il quadrato geometrico, costituito da un telaio con i lati graduati e da un asta girevole dotata di mirino (alidada, dall arabo al idat) che permetteva di collimare gli oggetti da rilevare. Il quadrato comparve già nel primo secolo A.C., si sviluppò in Mesopotamia durante il Medio Evo europeo e fu reintrodotto in Europa intorno al Il termine arabo al idat, tradotto dagli Inglesi in the alidat si traformò presto in theodolite e diede il nome al moderno strumento.

4 I primi strumenti per la misura degli angoli (3) Sempre nel XVI secolo furono realizzati strumenti in grado di misurare sia angoli orizzontali che verticali (Polimetrum), utilizzati soprattutto in Germania per rilevare le prime carte topografiche moderne La successiva evoluzione di questi strumenti portò nel XVIII secolo a dotarli di cannocchiali per la collimazione e di sistemi meccanici od ottici per la lettura dei cerchi di misura. L ultima significativa evoluzione (anni 70) è quella dell utilizzo dell elettronica per la misura delle direzioni

5 I primi strumenti per la misura delle distanze Per la misura diretta delle distanze vennero dapprima impiegate le più disparate unità di misura naturali (antropomorfe), quali il braccio, il piede, il passo: erano unità soggettive, in quanto dipendevano dalle caratteristiche delle diverse persone. Ad esse si affiancarono unità di misura convenzionali, costituite da regoli in legno o in metallo, da funi, catene e nastri. Furono sviluppati già in epoca romana strumenti autoregistratori (odometri) basati sulla ruota ed utilizzati per misurare grandi distanze: questi strumenti scomparvero poi nel Medio Evo per ricomparire intorno al XVI secolo. Alla misura diretta si è però sempre affiancata la misura indiretta delle distanze, più complessa concettualmente in quanto basata sulla trigonometria, ma di più semplice e precisa esecuzione (misura di angoli).

6 I primi strumenti per la misura dei dislivelli La misura dei dislivelli ebbe grande importanza fin dall antichità, legata alla necessità di addurre l acqua per via naturale per l irrigazione e l uso potabile. Proprio l acqua fu alla base dei primi strumenti (livelli), tra cui il corobate romano, dotato di una canaletta sommitale e di fili a piombo per mettere in stazione lo strumento I Romani utilizzavano anche i traguardi (Lychnia), predecessori dei livelli ottici a bolla, sviluppati nel XVIII secolo e arrivati fino alla metà del XX secolo, soppiantati dai livelli ad orizzontamento automatico

7 Gli strumenti moderni: il distanziometro La misura diretta delle distanze viene oggi effettuata con distanziometri elettronici: questi strumenti emettono un fascio di onde elettromagnetiche, generalmente microonde (laser) e misurano con grande precisione il tempo che intercorre per registrare il raggio riflesso dal bersaglio. Lavorando sullo sfasamento dell onda riflessa, che è proporzionale alla distanza, è possibile raggiungere accuratezze dell ordine del mm a distanza di centinaia di m. Con queste modalità lavorano sia gli strumenti portatili per piccoli rilievi (ad esempio per il rilievo di interni) sia i distanziometri di precisione integrati negli strumenti topografici. Quelli di ultima generazione sono in grado di misurare distanze dell ordine del centinaio di metri senza bisogno di un prisma riflettente posto sul bersaglio (ideali per rilievi con problemi di accessibilità).

8 Gli strumenti moderni: il teodolite Il teodolite è uno strumento ottico ed elettronico in grado di misurare con grande precisione angoli sul piano orizzontale (azimutali) e sul piano verticale (zenitali). La collimazione viene effettuata tramite un cannocchiale dotato di mirino a reticolo, che consente di puntare il bersaglio con accuratezza di 10-4 g a distanze di diverse centinaia di metri. La lettura e restituzione degli angoli misurati viene effettuata elettronicamente, consentendo anche la registrazione automatica dei dati rilevati.

9 Gli strumenti moderni: il livello ottico Il livello ottico è uno strumento che consente di misurare con grande precisione il dislivello tra aste graduate(stadie) posizionate da parti opposte rispetto allo strumento, reso perfettamente orizzontale manualmente o automaticamente. Attraverso il cannocchiale di collimazione, anch esso dotato di un mirino a reticolo (fili distanziometrici), si leggono i valori sulle due stadie, posizionate sui punti di battuta. Dalla relazione H1 + L1 = H2 + L2 si ottiene H = H2 H1 = L2 L1. La misura del dislivello può raggiungere accuratezze del decimo di mm con battuta di 100 m.

10 Gli strumenti moderni: la stazione totale La stazione totale è uno strumento ottico ed elettronico che integra le funzioni del teodolite, del livello e del distanziometro, consentendo di effettuare praticamente tutti i tipi di misure topografiche con uno stesso strumento. Le operazioni che si effettuano con una stazione totale si possono suddividere in tre fasi: 1) messa in stazione dello strumento (centratura e livellamento). 2) collimazione del bersaglio da rilevare 3) lettura e registrazione dei valori angolari e di distanza

11 la stazione totale: indicazioni operative 1) La messa in stazione è certamente l operazione più delicata e laboriosa: occorre centrare con precisione lo strumento sul punto di stazione e allineare accuratamente il suo asse primario con la verticale. Per centrare lo strumento sul punto di stazione, materializzato sul terreno da un picchetto, centrino o altro riferimento, si dispone innanzitutto il treppiede sopra al centrino, regolando apertura e allungamento delle gambe in modo che il basamento dello strumento, su cui in genere è montata una livella sferica, sia in posizione stabile, il più possibile vicina all orizzontale, all altezza adatta per l operatore e con il centro del basamento il più possibile corrispondente al punto di riferimento. Per far questo ci si aiuta con la livella sferica e con il filo a piombo, appeso sotto al centro del basamento, e che dovrà essere portato in corrispondenza con il centrino, avendo cura di osservare il relativo allineamento da due direzioni ortogonali tra loro. A questo punto si monta lo strumento sul basamento e si controlla la centratura con il mirino ottico, eventualmente traslando lo strumento sul basamento fino a portare il centrino in corrispondenza del mirino. Si fissa lo strumento sul basamento e si ruota l alidada fino a disporre la livella torica, montata alla base dello strumento, parallela ad una coppia delle tre viti di regolazione (viti calanti).

12 la stazione totale: indicazioni operative Agendo sulle due viti si centra la bolla della livella torica. Si ruota quindi l alidada di 90 e si agisce sulla terza vite di regolazione per centrare la bolla anche in questa posizione. Si controlla poi l allineamento ruotando l alidada di 180 sempre verificando la centratura della livella. Ultimate queste operazioni si verifica, attraverso il mirino ottico, che il centrino sia ancora in corrispondenza del mirino. Se così non fosse, occorrerà ripetere le operazioni di allineamento. 2) A questo punto si può accendere lo strumento ed effettuare le operazioni preliminari e propedeutiche alla misura come ad es. ruotare il cannocchiale (tilt telescope) per inizializzare il sistema o eventualmente variare le impostazioni di default. La collimazione avviene puntando dapprima il cannocchiale a mano libera verso il bersaglio costituito dal prisma riflettore montato su palina oppure da un punto notevole dell oggetto da rilevare in grado di riflettere il segnale del distaziometro. Una volta puntato il bersaglio si collima, agendo sulle manopole di regolazione dei movimenti orizzontale e verticale (per ciascuno c è una manopola per i grandi movimenti e una per i piccoli movimenti), fino a portare il bersaglio al centro del reticolo. Agendo sulla ghiera di messa a fuoco ed eventualmente sulla regolazione diottrica dell oculare, si rende nitida l immagine del bersaglio.

13 la stazione totale: indicazioni operative Il cannocchiale può lavorare avendo il cerchio di lettura verticale posizionato sia a sinistra dell oculare (osservazioni cerchio a sinistra ), sia a destra (osservazioni cerchio a destra ). Per eliminare errori sistematici legati alla meccanica dello strumento, è opportuno eseguire le osservazioni in entrambe le posizioni descritte e mediarne i valori. Le misure degli angoli orizzontale, verticale e della distanza, possono essere registrate nella memoria dello strumento e successivamente scaricate su PC, oppure utilizzate da software di rilevamento caricati sullo strumento, che simulano il libretto di campagna e consentono di effettuare alcune operazioni sulle misure, dalle operazioni statistiche al calcolo delle coordinate dei punti rilevati.

14 La prova pratica: area del Campus Bovisa

15 La prova pratica: area del Campus Bovisa

16 Poligonale con stazione totale, punti di riferimento battuti con GPS e rilievo di dettaglio di punti di un edificio

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli

Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento Livellazione Geometrica Strumenti per la misura dei dislivelli Nota bene: Questo documento rappresenta unicamente

Dettagli

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica).

AUTOLIVELLI (orizzontalità ottenuta in maniera automatica); LIVELLI DIGITALI (orizzontalità e lettura alla stadia ottenute in maniera automatica). 3.4. I LIVELLI I livelli sono strumenti a cannocchiale orizzontale, con i quali si realizza una linea di mira orizzontale. Vengono utilizzati per misurare dislivelli con la tecnica di livellazione geometrica

Dettagli

Stazione totale. TheoDist FTD 05. Powered by

Stazione totale. TheoDist FTD 05. Powered by Stazione totale TheoDist FTD 05 Powered by geo-fennel TheoDist Il geo-fennel TheoDist costruito in collaborazione con TECNIX è una nuova Stazione Totale da cantiere semplice e facile da usare. Il TheoDist

Dettagli

La misura in topografia

La misura in topografia La misura in topografia In questa dispensa di fornisce un cenno agli strumenti e alle tecniche di misura impiegate in topografia. Vengono descritti gli strumenti per misurare le lunghezze, quali il flessometro,

Dettagli

Il rilievo topografico di dettaglio

Il rilievo topografico di dettaglio Il rilievo topografico di dettaglio Gli strumenti e le operazioni elementari In qualsiasi tipo di rilievo, per prima cosa, si deve procedere ad un accurato sopralluogo e redigere a vista un accurato schizzo

Dettagli

Breve storia degli strumenti di misura Il Rilievo diretto

Breve storia degli strumenti di misura Il Rilievo diretto Laboratorio NO La Groma La groma, serviva all'agrimensore per tracciare linee rette sul terreno. Lo strumento è costituito da due bracci fissati con un perno a sostegno verticale. All'estremità

Dettagli

STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici

STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici STRUMENTI STORICI PER LA MISURA DI ANGOLI, DISTANZE E DISLIVELLI Ottico-meccanici STRUMENTI MODERNI PER TRACCIARE ALLINEAMENTI E PER LA MISURA DI ANGOLI E DISTANZE Squadri Ottico-meccanici Combinati ottico-elettronici

Dettagli

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI

PROGETTO FORMAZIONE OPERATORI GEOMATICI La Topografia è sempre stata una materia di primaria importanza per i Geometri. Adesso che la materia si evolve verso la Geomatica, le esigenze formative si fanno ancora più evidenti e pressanti, infatti

Dettagli

Stazionamento di una montatura equatoriale

Stazionamento di una montatura equatoriale Stazionamento di una montatura equatoriale Autore: Focosi Stefano Strumentazione: Celestron SCT C8 su Vixen SP (Super Polaris) Sistema di puntamento: Vixen SkySensor 2000 Sito osservativo: Loc. Molin Nuovo,

Dettagli

Stazioni Totali serie RTS700

Stazioni Totali serie RTS700 Stazioni Totali serie RTS700 Comunicazione dati tramite porta USB oppure RS232 L ampio doppio display grafico da 3,8 con touch screen ed il CAD grafico ad aggiornamento in tempo reale del lavoro in svolgimento

Dettagli

Hilti POS 15 / POS 18. Tacheometri. Estremamente semplice: misurare e tracciare. Hilti. Passione. Performance.

Hilti POS 15 / POS 18. Tacheometri. Estremamente semplice: misurare e tracciare. Hilti. Passione. Performance. Estremamente semplice: misurare e tracciare. Hilti. Passione. Performance. Applicazioni Tracciamento orizzontale per sterri, armature e punti di fissaggio su pavimento e soffitto, trasmissione di assi

Dettagli

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza

Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento. La misura della distanza Università degli studi di Brescia Facoltà di Ingegneria Corso di Topografia A Nuovo Ordinamento La misura della distanza Metodi di misura indiretta della distanza Stadia verticale angolo parallattico costante

Dettagli

MATERIA: GENIO RURALE PROGRAMMAZIONE CLASSI TERZE: INDIRIZZO GESTIONE

MATERIA: GENIO RURALE PROGRAMMAZIONE CLASSI TERZE: INDIRIZZO GESTIONE MATERIA: GENIO RURALE PROGRAMMAZIONE CLASSI TERZE: INDIRIZZO GESTIONE 1. OBIETTIVI 1.1 COMPETENZE CHIAVE DI CITTADINANZA: Si tratta di competenze che la reciproca integrazione e interdipendenza fra i saperi

Dettagli

Punti inaccessibili e artifici

Punti inaccessibili e artifici Appunti di Topografia Volume 1 Goso Massimiliano Punti inaccessibili e artifici Punti inaccessibili e Artifici. Revisione 1-06/11/2009 Autore : Massimiliano Goso Email: Copyright (c) 2009 Massimiliano

Dettagli

Stazione Totale e Laser Scanner. nella ricostruzione dei sinistri stradali

Stazione Totale e Laser Scanner. nella ricostruzione dei sinistri stradali Stazione Totale e Laser Scanner nella ricostruzione dei sinistri stradali Sommario Il rilievo ai fini della ricostruzione Uso e caratteristiche della Stazione Totale Uso e caratteristiche del Laser Scanner

Dettagli

Martina Agazzi. Corso di Tecniche plastiche contemporanee. Prof. Carlo Lanzi

Martina Agazzi. Corso di Tecniche plastiche contemporanee. Prof. Carlo Lanzi Martina Agazzi Corso di Tecniche plastiche contemporanee Prof. Carlo Lanzi RILEVAMENTO 3D DI UN OGGETTO ARTISTICO (SCULTURA) Luce strutturata Dispositivo portatile, facilmente trasportabile digitalizzazione

Dettagli

-Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A. Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori

-Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A. Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori -Rilievo diretto Laboratori -Rilievo Aula 9 edificio A Alessio Tirapelle Mirko Mondini Daniel Colombelli Irene Gregori Operazioni di misura a diretto contatto con l oggetto da rilevare; è possibile il

Dettagli

Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2. 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10

Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2. 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10 REL D Rilievi topografici e studio di inserimento urbanistico Pag 1 Sommario PREMESSA... 2 1 RILIEVO LASER SCANNING... 2 1.1 La tecnica... 2 1.2 La campagna... 6 1.3 Elaborazione dei dati... 10 REL D Rilievi

Dettagli

Laboratorio di Fisica 3 Ottica 2. Studenti: Buoni - Giambastiani - Leidi Gruppo: G09

Laboratorio di Fisica 3 Ottica 2. Studenti: Buoni - Giambastiani - Leidi Gruppo: G09 Laboratorio di Fisica 3 Ottica 2 Studenti: Buoni - Giambastiani - Leidi Gruppo: G09 24 febbraio 2015 1 Lunghezza d onda di un laser He-Ne 1.1 Scopo dell esperienza Lo scopo dell esperienza è quello di

Dettagli

ELEMENTI DI TOPOGRAFIA - ESERCIZI

ELEMENTI DI TOPOGRAFIA - ESERCIZI ELEMENTI I TOPOGRFI ESERIZI 1. ato il quadrilatero, i cui vertici si seguono in senso antiorario, di cui si conoscono le coordinate dei vertici e rispetto a un sistema di assi ortogonali: E = 23,55 m N

Dettagli

Semplificare il Rilievo

Semplificare il Rilievo Semplificare il Rilievo Introduzione Cari studenti, insegnanti e tecnici interessati nel rilievo, negli ultimi anni, lo sviluppo di strumenti sempre più moderni e facili da utilizzare ha permesso a sempre

Dettagli

PERCORSO ESTIVO PER STUDENTI CON DEBITO FORMATIVO IN TOPOPGRAFIA

PERCORSO ESTIVO PER STUDENTI CON DEBITO FORMATIVO IN TOPOPGRAFIA I. I. S."MOREA-VIVARELLI" ----- FABRIANO ********************************************************* sez. COSTRUZIONI AMBIENTE TERRITORIO - a.s.2013/2014 corso di TOPOGRAFIA prof. FABIO ANDERLINI nella classe

Dettagli

RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXX

RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXX RILIEVO LASER SCANNER PARETE MARMOREA XXXXXXXXXXXXXXXXXX PROVA n. 3651/XX Committente: Relatore: XXXXXXXXXXXXX ing. Georg Schiner Vista della parete di intarsio marmoreo XX/88/09/mt Bolzano, 9 Settembre

Dettagli

Rilievi topografici. Si definisce TOPOGRAFIA

Rilievi topografici. Si definisce TOPOGRAFIA Rilievi topografici Si definisce TOPOGRAFIA la scienza che studia i mezzi e i procedimenti operativi per il rilevamento e la rappresentazione grafica, su una superficie piana, di una porzione limitata

Dettagli

Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn. Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico

Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn. Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico Università degli studi di Messina facoltà di Scienze mm ff nn Progetto Lauree Scientifiche (FISICA) Prisma ottico Parte teorica Fenomenologia di base La luce che attraversa una finestra, un foro, una fenditura,

Dettagli

1 MISURA DI ANGOLI 1.1. DEFINIZIONE DEGLI ANGOLI UTILIZZATI IN TOPOGRAFIA

1 MISURA DI ANGOLI 1.1. DEFINIZIONE DEGLI ANGOLI UTILIZZATI IN TOPOGRAFIA 1 MISURA DI ANGOLI 1.1. DEFINIZIONE DEGLI ANGOLI UTILIZZATI IN TOPOGRAFIA ANGOLO AZIMUTALE Si definisce angolo azimutale αasb la sezione retta dell angolo diedro compreso tra i due piani contenenti la

Dettagli

Leica TPS400 Series Facile da usare, rapido, resistente e robusto. PinPoint Technology

Leica TPS400 Series Facile da usare, rapido, resistente e robusto. PinPoint Technology Leica TPS400 Series Facile da usare, rapido, resistente e robusto PinPoint Technology Leica TPS400 Series La soluzione ideale per ogni cantiere Misurare con le nuove Stazioni Totali della serie TPS400

Dettagli

KIT PER LA VALUTAZIONE FOTOGRAFICA E POSTURALE

KIT PER LA VALUTAZIONE FOTOGRAFICA E POSTURALE microlab KIT PER LA VALUTAZIONE FOTOGRAFICA E POSTURALE Microlab di A. Vannella Via Pierino Colombo, 3 20871 Vimercate (MB) Tel. 039 6080924 039 6851488 segreteria@avmicrolab.it - www.avmicrolab.it Tappetino

Dettagli

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro

Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro INDICE Dalle tecniche di misurazione di Delambre e Méchain alla attuale definizione di metro...1 LA TRIANGOLAZIONE...1

Dettagli

Verifica Geometrica Macchine Utensili

Verifica Geometrica Macchine Utensili OPTODYNE OPTODYNE Laser Metrology S.r.l. Via Veneto, 5 20044 Bernareggio (MI) ITALY TEL ++ 39-039 60 93 618 Email OPTODYNE@tin.it FAX ++ 39-039 6800 147 WWW.OPTODYNE.COM WWW.HAMARLASER.IT P. IVA - C.F.

Dettagli

Il rilievo architettonico degli edifici

Il rilievo architettonico degli edifici Il rilievo architettonico degli edifici 1 Premessa Distinguiamo il rilievo planimetrico diretto che viene effettuato, in genere, per punti, con lo scopo di definire la pianta di un edificio, oppure una

Dettagli

-

- STAZIONE TOTALE E costituita dal sistema basetta-base, che viene fissato sulla testa rettificata del treppiede di supporto, dall alidada, un dispositivo a U che si innesta sulla base tramite un perno (attorno

Dettagli

L elemento fondamentale è l obiettivo, ovvero la lente o lo specchio che forniscono l immagine dell oggetto.

L elemento fondamentale è l obiettivo, ovvero la lente o lo specchio che forniscono l immagine dell oggetto. Il telescopio, è lo strumento ottico impiegato in astronomia, per osservare e studiare gli oggetti celesti. È generalmente separato in due componenti principali: una parte ottica (costituita dal tubo delle

Dettagli

MISURA DELLA DISTANZA DIRETTA ED INDIRETTA

MISURA DELLA DISTANZA DIRETTA ED INDIRETTA Capitolo 6 MISUR ELL ISTNZ IRETT E INIRETT 6. 1 MISUR ELL ISTNZ Si definisce distanza, tra due punti e della superficie fisica della terra, la linea di minima lunghezza delle proiezioni dei due punti sopra

Dettagli

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG

Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW. Tratto dal sito web WWW.IT9UMH.ALTERVISTA.ORG Principi costruttivi e progettazione di Gioacchino Minafò IW9 DQW Le antenne a quadro (o telaio) Il principio di funzionamento di un'antenna a quadro è differente da quello delle comuni antenne filari

Dettagli

Misura di e/m. Marilena Teri, Valerio Toso & Ettore Zaffaroni (gruppo Lu4)

Misura di e/m. Marilena Teri, Valerio Toso & Ettore Zaffaroni (gruppo Lu4) Misura di e/m Marilena Teri, Valerio Toso & Ettore Zaffaroni (gruppo Lu4) 1 Introduzione 1.1 Introduzione ai fenomeni in esame Un elettrone all interno di un campo elettrico risente della forza elettrica

Dettagli

DIFFRAZIONE, INTERFERENZA E POLARIZZAZIONE DELLA LUCE

DIFFRAZIONE, INTERFERENZA E POLARIZZAZIONE DELLA LUCE DIFFRAZIONE, INTERFERENZA E POLARIZZAZIONE DELLA LUCE Introduzione Il modello geometrico della luce, vale a dire il modello di raggio che si propaga in linea retta, permette di descrivere un ampia gamma

Dettagli

SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA

SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA SCAN & GO IL NUOVO MODO DI FARE TOPOGRAFIA Scan&Go è una nuova metodologia per il rilievo topografico del territorio che utilizza strumentazione laser scanner abbinata a ricevitori GPS. Il sistema, installato

Dettagli

GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1. Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2

GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1. Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2 GIUSEPPE PERRUCCI VINCENZO MARTIMUCCI 1 Grotta di Lamalunga: rilievo topografico e restituzione tridimensionale 2 Premessa Nell ambito della realizzazione del progetto SARASTRO (Sistema teleoperato integrato

Dettagli

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n. 4 : elementi di fotogrammetria

Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento. Lezione n. 4 : elementi di fotogrammetria Laboratorio di restauro Topografia e rilevamento Dott. Andrea Piccin andrea_piccin@regione.lombardia.it Lezione n. 4 : elementi di fotogrammetria principi della fotografia metrica la fotogrammetria aerea

Dettagli

APPUNTI DI TOPOGRAFIA

APPUNTI DI TOPOGRAFIA APPUNTI DI TOPOGRAFIA IDONEITA ALLA CLASSE 5 a PROF. SPADARO EMANUELE GENERALITÀ SUL CAMPO OPERATIVO Il termine Topografia deriva dal greco e significa descrizione dei luoghi (topos = luogo e grafia =

Dettagli

ESPERIENZA 5 OTTICA FISICA INTERFERENZA E DIFFRAZIONE

ESPERIENZA 5 OTTICA FISICA INTERFERENZA E DIFFRAZIONE ESPERIENZA 5 OTTICA FISICA INTERFERENZA E DIFFRAZIONE Lo scopo di quest esperimento è osservare la natura ondulatoria della luce, nei fenomeni della diffrazione e dell interferenza propri delle onde. In

Dettagli

LA LUCE CHE PROVIENE DAL SOLE

LA LUCE CHE PROVIENE DAL SOLE LA LUCE CHE PROVIENE DAL SOLE Forma del fascio di luce e distanza Quesiti per un indagine sulle idee spontanee 1. Quale forma attribuiresti al fascio di luce solare che illumina un area circolare a livello

Dettagli

Velocissimo. Precisissimo. Autolivellante. Manovrabile con una mano sola.

Velocissimo. Precisissimo. Autolivellante. Manovrabile con una mano sola. NOVITÀ Puntatore a 4 raggi laser LA-4P Velocissimo. Precisissimo. Autolivellante. Manovrabile con una mano sola. 1 Un pulsante Premere una volta 3 laser e partire Qui si accende lo STABILA LA-4P. Il laser

Dettagli

Banco a microonde Introduzione

Banco a microonde Introduzione Banco a microonde Introduzione Il sistema e costituito (vedi figura 1) da una sorgente direzionale di onde elettromagnetiche polarizzate di frequenza di 9.5 GHz ( = 3.16 cm) e da un rivelatore direzionale

Dettagli

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO

RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO Corsi di Laurea in: - Gestione tecnica del territorio agroforestale e Sviluppo rurale - Scienze forestali e ambientali - Costruzioni rurali e Topografia RILIEVO E RAPPRESENTAZIONE DEL TERRITORIO STRUMENTI

Dettagli

Laser rotante LAR 120 G

Laser rotante LAR 120 G Laser verde per una visibilità ottimale. Ideale per le rifiniture d interni. P R E C I S I O N E. R O B U S T E Z Z A. A F F I D A B I L I T À. F A C I L I T À D U S O. : Green Power il primo laser verde

Dettagli

RELAZIONE DESCRITTIVA Organizzazione lavoro e strumentazione impiegata

RELAZIONE DESCRITTIVA Organizzazione lavoro e strumentazione impiegata Al Comune di Borgo San Lorenzo Settore Gestione del Territorio Piazza Dante, 2 50032 Borgo San Lorenzo (FI) OGGETTO: Incarico per l esecuzione di rilievi topografici finalizzati all approfondimento del

Dettagli

Condizioni, prezzi e configurazioni modificabili senza preavviso. Le tariffe e le foto sono puramente indicative e soggette a variazioni.

Condizioni, prezzi e configurazioni modificabili senza preavviso. Le tariffe e le foto sono puramente indicative e soggette a variazioni. Condizioni, prezzi e configurazioni modificabili senza preavviso. Le tariffe e le foto sono puramente indicative e soggette a variazioni. LIVELLO OTTICO CODICE PRODOTTO: AL 228 PFB TEODOLITE DIGITALE CODICE

Dettagli

Dati utili. Corso di TOPOGRAFIA

Dati utili. Corso di TOPOGRAFIA Dati utili Corso di Laurea in Ingegneria Civile, dell Ambiente e del Territorio Facoltà di Ingegneria Corso di TOPOGRAFIA Docente: E-mail: Andrea PIEMONTE andrea.piemonte @ dic.unipi.it Sito WEB: http:

Dettagli

TEODOLITE. a.a ABILITA' INFORMATICHE - RILIEVO DIGITALE INTEGRATO PROF. ARCH. ORNELLA ZERLENGA / ARCH. VINCENZO CIRILLO

TEODOLITE. a.a ABILITA' INFORMATICHE - RILIEVO DIGITALE INTEGRATO PROF. ARCH. ORNELLA ZERLENGA / ARCH. VINCENZO CIRILLO O Il TEODOLITE è uno strumento ottico a cannocchiale che permette di misurare angoli azimutali e zenitali. Le parti principali del teodolite sono il cannocchiale, collegato mediante due perni all alidada,

Dettagli

Serie GPT-3000. 1200m senza prisma STAZIONE TOTALE LASER

Serie GPT-3000. 1200m senza prisma STAZIONE TOTALE LASER Serie GPT-3000 1200m senza prisma STAZIONE TOTALE LASER GPT-3000 Nel nuovo millennio, per emergere, sono sempre più richieste maggiore professionalità, estrema competitività e alta redditività. Per raggiungere

Dettagli

Geodimeter 400 500 600 Trimble 3600 5600 & Scarico dati con Transfer

Geodimeter 400 500 600 Trimble 3600 5600 & Scarico dati con Transfer www.agea.info www.ageasrl.eu SISTEMI PER LA TOPOGRAFIA info@agea.info ferraro@agea.info Geodimeter 400 500 600 Trimble 3600 5600 & Scarico dati con Transfer Edizione 20/03/2002 Tel. 0823.469333 0823.495055;

Dettagli

IL RILIEVO TOPOGRAFICO

IL RILIEVO TOPOGRAFICO Capitolo 4 Il rilievo topografico 1 IL RILIEVO TOPOGRAFICO Il rilievo topografico viene incluso in diverse classificazioni in base ad alcune sue caratteristiche. Molti autori lo definiscono anche rilievo

Dettagli

CAPITOLO VII. Cenni elementari di Topografia

CAPITOLO VII. Cenni elementari di Topografia Dispense di Fotogrammetria per il Corso di Laurea in Ingegneria dile-rchitettura CPITOLO VII Cenni elementari di Topografia Premessa. Quanto esposto in questo Capitolo ha lo scopo di dare, in un ristrettissimo

Dettagli

TECNOLOGIE DIGITALI PER IL RILEVAMENTO ARCHITETTONICO

TECNOLOGIE DIGITALI PER IL RILEVAMENTO ARCHITETTONICO Università degli Studi dell Aquila Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura U.E. Corso di Informatica Grafica a.a. 2009-2010 Docente: Ing. Stefano Brusaporci

Dettagli

Stazione di ricarica per il robot Tobor

Stazione di ricarica per il robot Tobor UNIVERSITÀ DI BRESCIA FACOLTÀ DI INGEGNERIA Dipartimento di Ingegneria dellʼinformazione Laboratorio di Robotica Avanzata Advanced Robotics Laboratory Corso di Robotica Mobile (Prof. Riccardo Cassinis)

Dettagli

r x P fig.1 coordinate cartesiane e polari nel piano

r x P fig.1 coordinate cartesiane e polari nel piano Posizione di un punto su un piano Come è noto, per definire la posizione di un punto su un piano, si usa introdurre una coppia di assi cartesiani ortogonali. Ognuno dei assi è messo in corrispondenza biunivoca

Dettagli

Leica TPS800 Series Potente, efficiente, affidabile e intuitivo. PinPoint Technology

Leica TPS800 Series Potente, efficiente, affidabile e intuitivo. PinPoint Technology Leica TPS800 Series Potente, efficiente, affidabile e intuitivo PinPoint Technology potente Leica TPS800 Performance Series... con molte funzionalità in più Tre classi di precisione Le stazioni totali

Dettagli

Orologio solare attribuito a Oronce Finé

Orologio solare attribuito a Oronce Finé 28 Guido Dresti 12 Orologi solari d'altezza 29 Orologio solare attribuito a Oronce Finé L orologio è costruito per la declinazione di 46. Per leggere l ora, lo si tiene sospeso per l anello, in modo che

Dettagli

Il taccuino dell esploratore

Il taccuino dell esploratore Il taccuino dell esploratore a cura di ORESTE GALLO (per gli scout: Lupo Tenace) SETTIMA CHIACCHIERATA L ORIENTAMENTO (terza parte) Acquisire dimestichezza con bussola e cartina topografica, significa

Dettagli

APPARECCHIO PER LA MISURAZIONE DI GRANDI DIAMETRI MANUALE D USO MOD. HR

APPARECCHIO PER LA MISURAZIONE DI GRANDI DIAMETRI MANUALE D USO MOD. HR APPARECCHIO PER LA MISURAZIONE DI GRANDI DIAMETRI MANUALE D USO MOD. HR www.micropla NOMENCLATURA COMPONENTI ARCHIMEDE HR 11 9 13 10 1 14 7 4 8 1 Braccio sinistro in titanio 2 Braccio destro in titanio

Dettagli

geometriche. Parte Sesta Trasformazioni isometriche

geometriche. Parte Sesta Trasformazioni isometriche Parte Sesta Trasformazioni isometriche In questa sezione di programma di matematica parliamo della geometria delle trasformazioni che studia le figure geometriche soggette a movimenti. Tali movimenti,

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Michele BUNIVA

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE Michele BUNIVA DIPARTIMENTO DI DISCIPLINE TECNICHE AREA CAT Programma di TOPOGRAFIA E FOTOGRAMMETRIA Classe 3 C.A.T. COSTRUZIONI AMBIENTE E TERRITORIO Anno scolastico 0 / 03 Docente TINELLI PASQUALE VENTURA ANGELO CRISAFI

Dettagli

TECNICHE DI RILEVAMENTO INTEGRATO TRIMBLE

TECNICHE DI RILEVAMENTO INTEGRATO TRIMBLE TECNICHE DI RILEVAMENTO INTEGRATO TRIMBLE T. LEMMON & L. WETHERBEE TRIMBLE SURVEY, WESTMINSTER, COLORADO, USA SINTESI La soluzione di rilevamento integrato Trimble fu introdotta nel 1998 con un controller

Dettagli

ovvero angolo azimutale = lettura punto avanti lettura punto indietro si può notare che in casi come questo risulta (lb - la) > 0

ovvero angolo azimutale = lettura punto avanti lettura punto indietro si può notare che in casi come questo risulta (lb - la) > 0 1.4. MISURA DEGLI ANGOLI AZIMUTALI Con il teodolite in stazione nel punto S, si collimano il punto indietro A e il punto avanti B, e si eseguono le rispettive letture al cerchio azimutale la e lb. La graduazione

Dettagli

Lenti di precisione. Serie MicroMet. Dischi reticolari (solo per lente 7x)

Lenti di precisione. Serie MicroMet. Dischi reticolari (solo per lente 7x) Serie MicroMet Lenti di precisione Codice 4010026 Codice 4010028 Codice 4010039 Lente di ingrandimento con illuminatore Campo visivo 30 mm Con astuccio Fornita senza batterie (sono necessarie 2 pile mezza

Dettagli

COMPETENZE DISCIPLINARI DI BASE:

COMPETENZE DISCIPLINARI DI BASE: ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE G. CENA - IVREA SEZIONE TECNICA ANNO SCOLASTICO 2015 2016 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI TOPOGRAFIA DOCENTE: GARAVANI MARINA CLASSE IV A CAT Il docente di Topografia concorre

Dettagli

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO

RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO RILIEVO LASER SCANNER RILIEVO DEGLI EDIFICI STORICI AMBIENTE E TERRITORIO Il laser a scansione terrestre opera in modalità totalmente automatica ed è in grado di acquisire centinaia o migliaia di punti

Dettagli

Stazione Totale Geomax Serie Zoom30

Stazione Totale Geomax Serie Zoom30 Stazione Totale Geomax Serie Zoom30 Geomax Profilo aziendale GeoMax è una società internazionale del gruppo Hexagon che progetta, sviluppa e distribuisce soluzioni integrate di alta qualità per cantiere

Dettagli

CARRELLO ITALIANO Il carrello sterzante detto Italiano è nato a seguito di una esigenza prettamente italiana dovuta alla situazione in cui versavano le linee ferroviarie agli inizi del 1900. I tracciati

Dettagli

STAZIONE TOTALE LASER

STAZIONE TOTALE LASER Serie GPT-3000 STAZIONE TOTALE LASER Stazione Totale affidabile e performante Fino a 1.200 metri senza prisma Scocca resistente ed impermeabile Tastiera alfanumerica Laser classe 1 Memoria dati interna

Dettagli

CNC a 3 assi La domanda che mi sono subito fatto era questa: In che modo fare un incisore spendendo veramente poco ma avendo una macchina con una buona precisione? La risposta mi è subito venuta in mente

Dettagli

La stazione totale Trimble 5600 Riflesso Diretto (DR) consente di impiegare per ogni applicazione i metodi di misurazione migliori e più produttivi.

La stazione totale Trimble 5600 Riflesso Diretto (DR) consente di impiegare per ogni applicazione i metodi di misurazione migliori e più produttivi. SCHEDA TECNICA STAZIONE TOTALE TRIMBLE SERIE 5600 CARATTERISTICHE PRINCIPALI Disponibili 3 opzioni Riflesso Diretto Disponibile DR Standard EDM ad alta precisione, con accuratezza di ±(1 mm + 1 ppm) Aggiornabile

Dettagli

Fate tutto quello che volete. Con questo laser potete.

Fate tutto quello che volete. Con questo laser potete. Completamente sporco e polveroso? Basta lavarlo ed è pulito. Estremamente robusto Il set di STABILA per uso interno ed esterno: Laser rotante LAR 250 con ricevitore REC 300 Digital. Fate tutto quello che

Dettagli

oggetto Tradizionale APPARECCHIATURE

oggetto Tradizionale APPARECCHIATURE Tubo a raggi X oggetto Schermi di rinforzo Scintillatori Radiologia Radioscopia Tradizionale APPARECCHIATURE Stativo a colonna E il più comune accessorio porta tubo radiogeno. E costituito da una struttura

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUTENZIONE ED USO. INDICE: AVVERTENZE GENERALI PER LA SICUREZZA...PAG. 2 INSTALLAZIONE GUIDE VERTICALI...PAG. 2 INSTALLAZIONE GRUPPO MOLLE...PAG. 2 INSTALLAZIONE CON VELETTA

Dettagli

ZOOM20. Stazione Totale GeoMax Serie Zoom20

ZOOM20. Stazione Totale GeoMax Serie Zoom20 ZOOM20 Stazione Totale GeoMax Serie Zoom20 GeoMax Profilo aziendale GeoMax è una società interna- allo stato dell arte delle tecno- zionale del gruppo Hexagon che logia e degli impianti produttivi progetta,

Dettagli

Laser compatto STABILA: Per tutti i professionisti. Per tutti i lavori di finitura.

Laser compatto STABILA: Per tutti i professionisti. Per tutti i lavori di finitura. Laser a croce con funzione piombo LAX 300 NOVITÀ NOVITÀ Laser a 5 punti visibili LA-5P Laser compatto STABILA: Per tutti i professionisti. Per tutti i lavori di finitura. P R E C I S I O N E. R O B U S

Dettagli

Metodi di realizzazione di una stazione radio base compatibile con i limiti di esposizione Vallone Laura

Metodi di realizzazione di una stazione radio base compatibile con i limiti di esposizione Vallone Laura Metodi di realizzazione di una stazione radio base compatibile con i limiti di esposizione Vallone Laura 01/06/2007 dei Campi Elettromagnetici 1 Normativa tecnica di riferimento Guida CEI 211-10: Guida

Dettagli

Anas SpA. Anas SpA. Direzione Centrale Progettazione. Camera di Commercio Como. Ministero Infrastrutture e Trasporti. Direzione Centrale Progettazione

Anas SpA. Anas SpA. Direzione Centrale Progettazione. Camera di Commercio Como. Ministero Infrastrutture e Trasporti. Direzione Centrale Progettazione Anas SpA Direzione Centrale Progettazione Ministero Infrastrutture e Trasporti RegioneLombardia Provincia di Como Camera di Commercio Como Anas SpA Direzione Centrale Progettazione INDICE 1. INTRODUZIONE...

Dettagli

MANUALE D'USO. Grazie per aver acquistato un laser cross line LEO 5. Prima di utilizzare lo strumento, leggere il presente manuale d'uso.

MANUALE D'USO. Grazie per aver acquistato un laser cross line LEO 5. Prima di utilizzare lo strumento, leggere il presente manuale d'uso. MANUALE D'USO Grazie per aver acquistato un laser cross line LEO 5. Prima di utilizzare lo strumento, leggere il presente manuale d'uso. Indice 1. Funzione... 3 2. Sicurezza... 3 3. Caratteristiche...

Dettagli

GPS CATERINA CHIEFARI

GPS CATERINA CHIEFARI GPS CATERINA CHIEFARI CNR-ITABC Autore (Arial 14 punti, corsivo) 1 Indice 1. Applicazione GPS in modalità statico 2. Applicazione GPS in modalità RTK 3. Applicazione GPS in modalità cinematico Autore (Arial

Dettagli

TachyCAD 8.0 Anno 2010

TachyCAD 8.0 Anno 2010 TachyCAD 8.0 Anno 2010 TachyCAD 8.0 contiene molte nuove novità! Le più importanti sono: Nuova struttura del software: nuove soluzioni verticali al posto dell estensione modulare Compatibilità con AutoCAD

Dettagli

rilievo classificazione e metodologie arch. Paola Condoleo, arch. Francesco Guerini arch. Francesco Guerini

rilievo classificazione e metodologie arch. Paola Condoleo, arch. Francesco Guerini arch. Francesco Guerini rilievo classificazione e metodologie testi a cura di arch. Paola Condoleo, arch. Francesco Guerini arch. Francesco Guerini Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura e Società Laboratorio di Rappresentazione

Dettagli

SISTEMI ANGOLARI. Il sistema sessagesimale ha per unità il grado sessagesimale (1 ) che è la 90 a parte dell angolo retto.

SISTEMI ANGOLARI. Il sistema sessagesimale ha per unità il grado sessagesimale (1 ) che è la 90 a parte dell angolo retto. SISTEMI ANGOLARI I sistemi angolari di cui ci occuperemo sono: 1) Sistema sessagesimale; 2) Sistema centesimale; 3) Sistema sessadecimale; 4) Sistema analitico Il sistema sessagesimale ha per unità il

Dettagli

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE

CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE CORPO GIREVOLE ATTORNO AD UN ASSE E MOMENTI. TORNA ALL'INDICE Consideriamo adesso un corpo esteso, formato da più punti, e che abbia un asse fisso, attorno a cui il corpo può ruotare. In questo caso l

Dettagli

SENSORI E RETI: SENSORI PUNTUALI. Docente: Ing. M. Perrelli Referente: Prof. G. Artese

SENSORI E RETI: SENSORI PUNTUALI. Docente: Ing. M. Perrelli Referente: Prof. G. Artese SENSORI E RETI: SENSORI PUNTUALI Docente: Ing. M. Perrelli Referente: Prof. G. Artese 18/07/2013 CONTENUTI DELLA LEZIONE Evoluzione dei sensori Metodologie di misura Reti Puntuali Implementazione di attività

Dettagli

Istruzioni di montaggio per i Modelli:

Istruzioni di montaggio per i Modelli: Istruzioni di montaggio per i Modelli: 968999306/iZC Equipaggiati con: 96899934 TRD48 Gruppo di taglio a tunnel Tunnel Ram oppure 968999347 CD48 Gruppo di taglio Combi Montaggio Disimballare la macchina.

Dettagli

GPT-7000 STAZIONE TOTALE WINDOWS CE

GPT-7000 STAZIONE TOTALE WINDOWS CE GPT-7000 STAZIONE TOTALE WINDOWS CE GPT-7000 La Topcon, leader mondiale nella produzione di strumenti di precisione, è fiera di presentare la nuova serie GPT-7000 con Sistema Operativo Windows CE.NET.

Dettagli

Annunzio Chieti Corso di Laurea in TSRM

Annunzio Chieti Corso di Laurea in TSRM Università G. D AnnunzioD Annunzio Chieti Corso di Laurea in TSRM Apparecchiature di Radioterapia: IL SIMULATORE Dr. Domenico Genovesi Chieti, 14 Marzo 2006 Simulatore Apparecchio radiologico dotato di:

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE 25 APRILE di Cuorgnè

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE 25 APRILE di Cuorgnè ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUERIORE 25 RILE di Cuorgnè NNO SCOLSTICO 2013-2014 CLSSE 3G TTIVIT ESTIV ER LLUNNI CON GIUDIZIO SOSESO MTERI: TOOGRFI DOCENTE: rof. TONIOLO Serena Dopo aver rivisto i contenuti

Dettagli

RILIEVO TRIDIMENSIONALE DEL «CONVENTO ROSSO», SOHAG (EGITTO)

RILIEVO TRIDIMENSIONALE DEL «CONVENTO ROSSO», SOHAG (EGITTO) 1 RILIEVO TRIDIMENSIONALE DEL «CONVENTO ROSSO», SOHAG (EGITTO) DI MASSIMO SABATINI Lo studio finalizzato ad un interesse di carattere statico e conservativo eseguito sulle volumetrie degli oggetti, ha

Dettagli

ATTIVITA ESTIVA PER ALLUNNI CON GIUDIZIO SOSPESO MATERIA: TOPOGRAFIA E FOTOGRAMMETRIA DOCENTE: Prof. TONIOLO Serena

ATTIVITA ESTIVA PER ALLUNNI CON GIUDIZIO SOSPESO MATERIA: TOPOGRAFIA E FOTOGRAMMETRIA DOCENTE: Prof. TONIOLO Serena NNO SCOLSTICO 2013-2014 CLSSE 4G 4H TTIVIT ESTIV PER LLUNNI CON GIUDIZIO SOSPESO MTERI: TOPOGRFI E FOTOGRMMETRI DOCENTE: Prof. TONIOLO Serena Dopo aver rivisto i contenuti degli argomenti trattati durante

Dettagli

LEZIONI DI TOPOGRAFIA

LEZIONI DI TOPOGRAFIA Prof. Ing. Paolo Saija LEZIONI DI TOPOGRAFIA (Appunti per l esame di abilitazione alla professione di Geometra) Anno 2006 II a Edizione 1 SOMMARIO LA TOPOGRAFIA Grandezze geometriche e unità di misura

Dettagli

Gli oggetti 3D di base

Gli oggetti 3D di base Gli oggetti 3D di base 04 Attraverso gli oggetti 3D di base, AutoCAD dispiega la sua capacità di modellazione per volumi e per superfici per quei modelli che si possono pensare come composizioni di oggetti

Dettagli

Tracciamento di fabbricati

Tracciamento di fabbricati Standard di qualità ai fini della qualificazione professionale della categoria dei geometri Specifica T10 Geomatica e attività catastali Tracciamento di fabbricati Sommario Il presente documento specifica

Dettagli

RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER

RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER RILIEVO CON TECNOLOGIA LASER SCANNER LA SCANSIONE LASER 3D CONSENTE DI PENSARE IN UN MODO NUOVO ALLE ATTIVITA DI ACQUISIZIONE, ANALISI ED ARCHIVIAZIONE DATI, INDIPENDENTEMENTE DAL SETTORE APPLICATIVO IN

Dettagli

Forze come grandezze vettoriali

Forze come grandezze vettoriali Forze come grandezze vettoriali L. Paolucci 23 novembre 2010 Sommario Esercizi e problemi risolti. Per la classe prima. Anno Scolastico 2010/11 Parte 1 / versione 2 Si ricordi che la risultante di due

Dettagli

LA LEGGE DI GRAVITAZIONE UNIVERSALE

LA LEGGE DI GRAVITAZIONE UNIVERSALE GRAVIMETRIA LA LEGGE DI GRAVITAZIONE UNIVERSALE r La legge di gravitazione universale, formulata da Isaac Newton nel 1666 e pubblicata nel 1684, afferma che l'attrazione gravitazionale tra due corpi è

Dettagli