Ediz. num. 01- Emesso in data: rev. 00 Rif. UNI EN ISO 9001:2000 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO CONSULENZA GARANTITA FAC SIMILE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ediz. num. 01- Emesso in data: 04.04.2006 rev. 00 Rif. UNI EN ISO 9001:2000 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO CONSULENZA GARANTITA FAC SIMILE"

Transcript

1 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO CONSULENZA GARANTITA INDICE IL PRESENTE REGOLAMENTO, SE NON AUTENTICATO DAL CONSORZIO GAMMA SERVIZI, NON COSTITUISCE ATTO DI CONFERIMENTO DEL MARCHIO CONSULENZA GARANTITA E NON RAPPRESENTA UNA COPIA CONTROLLATA. OGNI ABUSO SARA PERSEGUITO NEI TERMINI DI LEGGE. 1.0 SCOPO 2.0 DEFINIZIONI 3.0 MARCHIO CONSULENZA GARANTITA CONSORZIO GAMMA SERVIZI 3.1 Caratteristiche del marchio 3.2 Valore del marchio 3.3 Garanzie del marchio 3.4 Modalità di utilizzo e riproduzione del marchio 3.5 Restrizioni alle modalità di utilizzo del marchio 4.0 CONTROLLO DEL CORRETTO USO DEL MARCHIO CONSULENZA GARANTITA CONSORZIO GAMMA SERVIZI 5.0 VALIDITÀ, SOSPENSIONE E REVOCA DEL PERMESSO DI UTILIZZO DEL MARCHIO 6.0 RISERVATEZZA 7.0 SANZIONI

2 1.0 SCOPO Il presente Regolamento evidenzia il significato del Marchio di Consulenza Garantita definendo le regole stabilite dal Consorzio Gamma Servizi per l utilizzo. 2.0 DEFINIZIONI Marchio Consulenza Garantita: il mezzo attraverso il quale il Consorzio Gamma Servizi attesta la garanzia dell efficace implementazione dei sistemi di gestione nel rispetto della specifica normativa di riferimento e dell incarico di consulenza conferito al consorzio dall organizzazione cliente. Organizzazione cliente: ente che ha conferito l incarico formale (contratto/ordine) al Consorzio Gamma Servizi per l implementazione del sistema di gestione rispetto a cui il Consorzio potrà conferire il diritto di utilizzo del marchio Consulenza Garantita. Stakeholders: portatore di interessi, a vario titolo collegato con l organizzazione cliente del Consorzio Gamma Servizi (fornitore, concorrente, cliente, committente, azionista, ) che desideri avere informazioni in merito al sistema di gestione implementato di cui è stato conferito il diritto all utilizzo del marchio Consulenza Garantita. 3.0 MARCHIO CONSULENZA GARANTITA CONSORZIO GAMMA SERVIZI Il Marchio Consorzio Gamma Servizi, riportato in figura 1, è di proprietà esclusiva del Consorzio Gamma Servizi ed è, in quanto tale, depositato come marchio d impresa presso l Ufficio Italiano Brevetti e Marchi di Torino. Può essere riprodotto solo con le modalità descritte dal presente regolamento e solo successivamente alla sottoscrizione dello stesso, con l allegata relazione del/i consulente/i intervenuto/i per l implementazione del sistema di gestione. La relazione sarà rinnovata annualmente dal consulente intervenuto. 3.1 CARATTERISTICHE DEL MARCHIO Il marchio Consulenza Garantita è costituito da una componente grafica e da un iscrizione sovrapposta. Il simbolo grafico rappresenta la lettera greca GAMMA MINUSCOLA, racchiusa in una CIRCONFERENZA. Colore: Blu, scala RGB: R 17 - G 64 - B 108 Il testo sovrapposto al disegno riporta l iscrizione CONSULENZA GARANTITA. Colore scritta: Bianco, scala RGB: R G B 255; colore bordo scritta: Blu, scala RGB: R 17 - G 64 - B 108. Alle Organizzazioni clienti sono consentiti scostamenti dai colori base del marchio per esigenze di riproduzione monocromatica, purché disegno e diciture risultino comunque chiaramente distinguibili. Sono inoltre ammessi ingrandimenti o riduzioni del marchio purché vengano mantenute le proporzioni originali e ne sia assicurata la perfetta leggibilità. 3.2 VALORE DEL MARCHIO Il Consorzio Gamma Servizi s impegna in merito all efficacia dell implementazione del sistema realizzato per il cliente, conferendo alle parti interessate (gli stakeholders dell organizzazione: clienti, fornitori, collaboratori, azionisti, ecc...) la possibilità di interloquire direttamente con i professionisti intervenuti per le scelte organizzative studiate nell implementazione del sistema oggetto della consulenza. Il conferimento del diritto all uso del marchio permetterà all organizzazione di utilizzare il logo di garanzia per attestare la tipologia di sistema implementato. Il marchio Consulenza Garantita è rilasciato dal Consorzio Gamma Servizi successivamente all intervento consulenziale che abbia portato l organizzazione all implementazione di un sistema di gestione aziendale per la qualità, l ambiente, la sicurezza (dei lavoratori/ dei dati aziendali) o responsabilità sociale. Il marchio viene rilasciato limitatamente all ambito del lavoro svolto dai consulenti del Consorzio Gamma Servizi come da contratto e da relazione finale dell intervento rilasciata dal consulente. Tale relazione dovrà essere firmata per accettazione dall organizzazione cliente prima del conferimento del diritto all utilizzo al marchio Consulenza Garantita. Ogni consulente coinvolto è stato selezionato dal Consorzio in base alle competenze definite come necessarie dallo stesso o dagli organi competenti. Tutti i professionisti sono sottoposti al monitoraggio del Consorzio come prescritto dalle formulazioni contrattuali che li legano allo stesso. L organizzazione cliente conviene che, nel caso di danni a terzi arrecati dalla propria attività, o dai propri prodotti / servizi nessuna responsabilità possa essere attribuita al Consorzio.

3 L organizzazione cliente è, comunque, tenuta ad informare il Consorzio nel caso in cui sia coinvolta in processi conseguenti alle leggi sulla responsabilità da prodotto. Il marchio Consulenza Garantita, al di fuori dei requisiti previsti dalle norme di riferimento, non fornisce alcuna garanzia di conformità o qualità per quanto concerne l attività svolta dall azienda cliente, sia essa fornitrice di prodotti o servizi. Il Consorzio Gamma si esime da ogni responsabilità civile o penale per fatti illeciti o violazione delle normative di riferimento compiuti dall organizzazione all insaputa del consulente. Il Consorzio Gamma Servizi declina ogni responsabilità derivante da un utilizzo del marchio diverso da quanto previsto nel presente regolamento. La concessione dell utilizzo del marchio è sottoposta, inderogabilmente, al Consorzio Gamma Servizi che può deliberarne la revoca, anche senza preavviso. 3.3 GARANZIE DEL MARCHIO Il marchio garantisce all organizzazione l efficacia del sistema implementato in merito all ottemperamento dei requisiti richiesti dalle norme di riferimento, il dovuto adattamento dei requisiti normativi alla realtà organizzativa esistente e la disponibilità dei consulenti del Consorzio a supportare l organizzazione nell interfaccia con i propri stakeholders. Il marchio attesta la professionalità e l impegno dei consulenti del Consorzio Gamma Servizi a svolgere con perizia e solerzia gli incarichi conferiti dalle aziende clienti. Il Consorzio Gamma Servizi, quando consentito dall ente di certificazione, garantisce la presenza di un proprio consulente a supporto dell organizzazione durante le verifiche dei requisiti oggetto del marchio, operate dagli enti di certificazione nazionali/internazionali (esempio: verifica ispettiva da parte di organismo accreditato Sincert per attestare la conformità del sistema di gestione alla normativa UNI EN ISO 9001:2000). Il Consorzio Gamma Servizi pubblicherà in una sezione apposita del proprio spazio web il nome delle organizzazioni insignite del Marchio, con il collegamento al sito internet delle stesse. 3.4 MODALITÀ DI UTILIZZO E RIPRODUZIONE DEL MARCHIO Il marchio Consulenza Garantita può essere riprodotto ed utilizzato solo unitamente: 1. al nome/logo dell azienda cliente 2. all iscrizione della normativa di riferimento per il quale è rilasciato 3. al n di registrazione del marchio presso il Consorzio Gamma Servizi (figura 2). 4. l eventuale presenza di un organismo di collaborazione del consorzio carattere Arial, inclinato, NERO 5. deve essere altresì chiaramente leggibile la scritta CONSORZIO GAMMA SERVIZI al di sopra del logo carattere Arial, inclinato, BLU SCURO Il marchio Consulenza Garantita può essere riprodotto dall organizzazione autorizzata su qualunque supporto e con qualunque mezzo a scopo informativo, pubblicitario o promozionale limitatamente alla/e unità produttiva/e e ai prodotti/servizi oggetto della consulenza svolta da parte del Consorzio Gamma Servizi e fatti salvi i casi esplicitati al successivo punto 3.5. Il Marchio garanzia di implementazione deve essere sempre impiegato in modo da non essere interpretato come conseguente a certificazioni di prodotto o di sistema qualità rilasciate da enti di certificazione accreditati, o comunque, in modo tale da indurre in errore. Le spese per la riproduzione e l utilizzo del marchio del Consorzio Gamma Servizi sono a carico dell azienda che ne acquisisce il diritto all utilizzo. 3.5 RESTRIZIONI ALLE MODALITÀ DI UTILIZZO DEL MARCHIO Il marchio Consulenza Garantita, anche in forma parziale, non può essere associato a comunicazioni aventi scopo illecito. Ogni abuso sarà perseguito dal Consorzio Gamma Servizi con i mezzi consentiti dalla Legge. È altresì vietato utilizzare il marchio in modo difforme dalle sue caratteristiche grafiche. Ne è vietata la riproduzione parziale, la traduzione, l'adattamento, ogni modifica o diversa disposizione, nonché qualsiasi forma di distribuzione al pubblico di copie, qualsiasi presentazione, dimostrazione o comunicazione in pubblico caratterizzate da un uso improprio del marchio.

4 4.0 CONTROLLO DEL CORRETTO USO DEL MARCHIO CONSULENZA GARANTITA CONSORZIO GAMMA SERVIZI Il Consorzio Gamma Servizi, con l'attività di consulenza per il mantenimento del sistema implementato, effettua un costante controllo sia del rispetto della normativa di riferimento, sia dell osservanza di quanto previsto nel presente regolamento. Al proprio interno il Consorzio ha attivato dal 2004 un ambito di raccolta reclami in cui le parti interagenti con le organizzazioni a cui è stato conferito il diritto all uso del marchio Consulenza Garantita, potranno rendere noto la presenza di eventuali condizioni oggetto di eventuali NON CONFORMITÀ dei sistemi di gestione a cui fa riferimento il marchio. È giudicato scorretto l uso del marchio qualora esso possa trarre in inganno i destinatari dell informazione. In particolare, è da considerarsi scorretto l uso quando il marchio Consulenza Garantita Consorzio Gamma Servizi: - non sia ancora stato concesso; - siano stato revocato o sospeso; - venga utilizzato o pubblicizzato in modo conforme alle modalità descritte al punto 3.4, 3.5; - sia stato fatto decadere dall azienda cliente per il mancato rinnovo della consulenza di mantenimento del sistema o per il mancato rispetto delle condizioni economiche concordate per la consulenza; - sia divulgato in modo da essere interpretato come certificazione o marchio di conformità di prodotto o servizio La mancata osservanza dei requisiti del presente Regolamento comporta la sospensione/revoca del diritto per l utilizzo del marchio e le sanzioni prescritte nell articolo 7 del presente regolamento. 5.0 VALIDITÀ, SOSPENSIONE E REVOCA DEL PERMESSO DI UTILIZZO DEL MARCHIO Il marchio Consulenza Garantita viene rilasciato al termine di un intervento consulenziale erogato da parte del Consorzio Gamma Servizi. Ogni intervento è preceduto da una fase progettuale, formalizzata nell offerta firmata per accettazione dal cliente. Al momento del conferimento del marchio viene consegnata la relazione di fine intervento redatta dal consulente intervenuto in nome e per conto del Consorzio. Il diritto all utilizzo del marchio ha validità annuale, ma non copre eventi accaduti successivamente alla scadenza del contratto di consulenza con il Consorzio Gamma Servizi. Col contratto di consulenza di mantenimento del sistema il diritto viene prorogato, ad esclusione dei casi in cui, a fronte di cambiamenti organizzativi, il consulente evidenzia la necessità di attivare eventuali modifiche al sistema e queste non vengano messe in atto nei tempi e nei modi programmati dal consulente con la direzione dell azienda. L azienda che per qualunque ragione (ved. Punto 3.4, 3.5, 4) sia privata della concessione del marchio da parte del Consorzio Gamma Servizi, dovrà provvedere all immediata sospensione dell uso del marchio e al ritiro di tutto il materiale informativo o pubblicitario circolante che reca il marchio Consulenza Garantita. Il Consorzio potrà anche disporre la sospensione temporanea di utilizzo del marchio, fino alla risoluzione delle cause di tale provvedimento. Se le cause non saranno risolte il Consorzio revocherà permanentemente il permesso di utilizzo del marchio all organizzazione. La sospensione o la revoca del diritto dell utilizzo del marchio viene notificata per iscritto all organizzazione, con l indicazione dei motivi e le condizioni per il ripristino. L organizzazione cliente si impegna ad informare per iscritto il Consorzio in merito ad eventuali cambiamenti programmati del proprio sistema di gestione. Le conseguenti decisioni del Consorzio in merito all utilizzo del marchio dovranno essere accettate dall organizzazione cliente. 6.0 RISERVATEZZA Il Consorzio Gamma Servizi, attraverso il proprio sistema organizzativo, assicura la salvaguardia della riservatezza delle informazioni dei clienti. In caso di richieste di confronto da parte degli stakeholders del cliente rivolte ai consulenti del Consorzio, in merito alle scelte organizzative operate per l implementazione del sistema, questi ultimi dovranno rendersi disponibili a rispondere, tenendo informata la direzione per le informazioni conferite, sempre nel rispetto del principio di riservatezza. Tutti i professionisti qualificati dal Consorzio Gamma Servizi sono informati del presente regolamento.

5 7.0 SANZIONI Il Consorzio Gamma Servizi perseguirà con ogni metodo concesso dalla legge i trasgressori del presente regolamento, richiedendo il risarcimento per eventuali danni causati all immagine del Consorzio o a quella del marchio stesso. FIG. 1 MARCHIO CONSULENZA GARANTITA FIG. 2 MARCHIO CONSULENZA GARANTITA CON ISCRIZIONI ACCESSORIE OBBLIGATORIE ALLEGATO 1: RELAZIONE CONSULENTE NOME COGNOME del / / Data / / per il Consorzio Gamma Servizi dr.ssa Sandra Balestra per accettazione dell azienda cliente:

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO DI CONFORMITA ICIM DA PARTE DELLE AZIENDE CON CERTIFICAZIONE ICIM DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO DI CONFORMITA ICIM DA PARTE DELLE AZIENDE CON CERTIFICAZIONE ICIM DEL SISTEMA DI GESTIONE PER LA QUALITA Identificazione rev. 6 pag. 2 di 9 INDICE 1.0 SCOPO 2.0 RIFERIMENTI 3.0 DEFINIZIONI 4.0 MARCHIO ICIM 5.0 MARCHIO DI CONFORMITA ICIM 6.0 DISPOSIZIONI PER L USO DEL MARCHIO DI CONFORMITA ICIM 7.0 MARCHI

Dettagli

Regolamento Uso del Marchio OCE. RE-03 rev.1.3 del 01.03.2011. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE.

Regolamento Uso del Marchio OCE. RE-03 rev.1.3 del 01.03.2011. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE. Certificazione dei Sistemi di Gestione USO DEL MARCHIO OCE Pagina 1 di 8 Indice Pag. 3 1.0 SCOPO Pag. 3 2.0 RIFERIMENTI Pag. 3 3.0 DEFINIZIONI Pag. 3 Pag. 5 Pag. 8 4.0 USO DEL MARCHIO 5.0 USO DEL MARCHIO

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE ENTE ITALIANO DI CERTIFICAZIONE S.R.L. www.enteitalianocertificazione.it info@enteitalianocertificazione.it REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE/QUALIFICAZIONE Il presente Regolamento è stato

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO Castro La Perla del Salento

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO Castro La Perla del Salento Comune di Castro Provincia di Lecce REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO Castro La Perla del Salento (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n.45 del 30.10.2013) Sommario Art. 1 Titolarità, denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE

REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE REGOLAMENTO GENERALE PER LA CERTIFICAZIONE DI PERSONE Approvato dalla Direzione Generale in data 04.11.2014 INDICE Articolo 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO... 2 Articolo 2 - CONDIZIONI GENERALI... 2 Articolo

Dettagli

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO EL CAPEL DE NAPOLEON DI SAN MARTINO BUON ALBERGO

Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO EL CAPEL DE NAPOLEON DI SAN MARTINO BUON ALBERGO Comune di San Martino Buon Albergo Provincia di Verona REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO EL CAPEL DE NAPOLEON DI SAN MARTINO BUON ALBERGO Sommario Art. 1 Titolarità, denominazione ed uso del marchio Art. 2

Dettagli

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Procedura: Titolo Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Sigla Revisione 02 Data 02-01-2014 Redazione Approvazione Entrata in vigore DIRETTORE OdC AMMINISTRATORE UNICO 02-01-2014 Il presente

Dettagli

COMUNE DI SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA Provincia di Pordenone REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI TERRITORIO. Le Radici del Vino

COMUNE DI SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA Provincia di Pordenone REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI TERRITORIO. Le Radici del Vino COMUNE DI SAN GIORGIO DELLA RICHINVELDA Provincia di Pordenone REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO DI TERRITORIO Le Radici del Vino Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n.88 del 08/10/2014 e modificato

Dettagli

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato

Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Procedura: Titolo Modalità di utilizzo del Marchio e del Certificato Sigla Revisione 01 Data 28-05-2013 Redazione Approvazione Entrata in vigore DIRETTORE OdC AMMINISTRATORE UNICO 28-05-2013 Il presente

Dettagli

Pagina 1 di 8 REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO DI CERTIFICAZIONE Emissione Oggetto Redatto Verificato Approvato Data Em. 00 Prima emissione RAQ RT DG. 14.03.2008 Em. 01 Adeguamento al Regolamento Accredia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE

REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE Pag.1 di 5 REGOLAMENTO PER L USO DEI MARCHI DI CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI DI GESTIONE 6 01/2011 Aggiornamento marchio Accredia Responsabile Schema Certificazione Sistemi di Gestione Rappresentante della

Dettagli

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing

Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing Regolamento Generale per la Certificazione volontaria delle competenze degli Ingegneri Cert-Ing 1 Premessa Nel processo di armonizzazione dell Ingegneria Europea, il Consiglio Nazionale degli Ingegneri,

Dettagli

PSC 05A - SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMI DI GESTIONE ISO 9001 - REQUISITI ESSENZIALI -

PSC 05A - SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMI DI GESTIONE ISO 9001 - REQUISITI ESSENZIALI - INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. REQUISITI ESSENZIALI RISPETTO AI QUALI È RICHIESTA LA VALUTAZIONE... 2 3. REQUISITI ESSENZIALI RELATIVI AL PROCESSO DI VALUTAZIONE... 2 4. SOSPENSIONE, REVOCA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO (Direttiva 2006/42/CE Allegato IX punto 16 e 17) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI 3. NORME TECNICHE 4. GENERALITÀ 5.

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO NOTO Filiera Controllata e Certificata prodotti tipici della Val di Noto

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO NOTO Filiera Controllata e Certificata prodotti tipici della Val di Noto Rev. 0 del 18/03/2014 Pag. 1 di 5 STATO DI REVISIONE E MODIFICHE N Data Descrizione Elaborazione 0 18/03/14 Prima emissione Responsabile Schema Verifica/ Validazione Esperto Tecnico Approvazione RD Copia

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO (Direttiva 95/16/CE Allegato V lettera B e Direttiva 2006/42/CE Allegato IX punto 16 e 17) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI

Dettagli

CCAS 013 IT - TERMINI E CONDIZIONI PER LA CERTIFICAZIONE

CCAS 013 IT - TERMINI E CONDIZIONI PER LA CERTIFICAZIONE CCAS 013 IT - TERMINI E CONDIZIONI PER LA CERTIFICAZIONE Questi Termini e condizioni costituiscono l'accordo tra ACSQ/CCAS e la Società/Cliente richiedente 1. INTRODUZIONE ACSQ/CCAS segue i criteri specificati

Dettagli

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra

ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1. Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra ACCORDO TIPO DI SEGRETEZZA 1 Con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, tra XY, società di diritto italiano, con sede in via n iscritta al Registro delle Imprese di n Partita

Dettagli

REGOLAMENTO SIA/CERSOI

REGOLAMENTO SIA/CERSOI REGOLAMENTO SIA/CERSOI per l Attestazione degli Studi Medici di Andrologia I N D I C E Articolo 1) - Oggetto Articolo 2) - Condizioni generali Articolo 3) - Attivazione iter certificativo, istruzione della

Dettagli

Revisione 00 del 30/12/2010 REGOLAMENTO. Documento: SG 11 Totale Pagine: 14. Revisione 00 Data: 30 dicembre 2010 Redatto da: Approvato:

Revisione 00 del 30/12/2010 REGOLAMENTO. Documento: SG 11 Totale Pagine: 14. Revisione 00 Data: 30 dicembre 2010 Redatto da: Approvato: REGOLAMENTO per la pubblicità e l'uso del Marchio CNIM Documento: SG 11 Totale Pagine: 14 Revisione 00 Data: 30 dicembre 2010 Redatto da: Approvato: ing. Massimo CONCETTI ing. Lorenzo FEDELE ing. Giampiero

Dettagli

APPALTO N. 358 DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE

APPALTO N. 358 DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE APPALTO N. 358 DISCIPLINARE DI QUALIFICAZIONE Con riferimento al sistema di qualificazione relativo al servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti speciali, pericolosi e non, prodotti nei

Dettagli

revisione data verifica approvazione Pagina 1 29/06/2012 RQ LTM 1 di 8

revisione data verifica approvazione Pagina 1 29/06/2012 RQ LTM 1 di 8 PROCEDURA OPERATIVA REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE PROCESSI DI SALDATURA, IN ACCORDO ALLE NORME: EN 15085-2 ed EN 15085-2 in accordo alle Linee Guida ANSF 1 29/06/2012 RQ LTM 1 di 8 INDICE 1. GENERALITA...

Dettagli

PSC 05L - SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMA DI GESTIONE ISO 27001 REQUISITI ESSENZIALI

PSC 05L - SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMA DI GESTIONE ISO 27001 REQUISITI ESSENZIALI INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2 2. RISPETTO AI QUALI È RICHIESTA LA VALUTAZIONE 2 3. RELATIVI AL PROCESSO DI VALUTAZIONE 2 4. SOSPENSIONE, REVOCA O RIDUZIONE DELLA CERTIFICAZIONE 4 5. USO DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX REGOLAMENTO (UE) N. 333/2011

REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX REGOLAMENTO (UE) N. 333/2011 REGOLAMENTO (UE) N. PROCEDURA GENERALE GP01 333 REGOLAMENTO PER L ATTESTAZIONE EX 0 15/09/2011 LTM CSI 1 di 8 INDICE 1. SCOPO... 3 2. GENERALITA... 3 2.1. REQUISITI AGGIUNTIVI PER... 3 3. RIFERIMENTI...

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Questo Manuale d uso dà le indicazioni necessarie sull uso del Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione:

Dettagli

OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO

OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO OGGETTO: AVVISO PRESELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO PROFESSIONALE AVVISO PUBBLICO Si rende noto che il Comune di Castagneto Carducci intende procedere all affidamento dell incarico relativo

Dettagli

SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMA DI GESTIONE ISO 13485 REQUISITI ESSENZIALI - PSC 05M

SERVIZIO DI VALUTAZIONE DELLA CONFORMITÀ: CERTIFICAZIONE SISTEMA DI GESTIONE ISO 13485 REQUISITI ESSENZIALI - PSC 05M INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. REQUISITI ESSENZIALI RISPETTO AI QUALI E' RICHIESTA LA VALUTAZIONE 3. REQUISITI ESSENZIALI RELATIVI AL PROCESSO DI VALUTAZIONE 4. SOSPENSIONE, REVOCA O RIDUZIONE

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO AZIENDALE E PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO. PA Rev. 0 del 10.04.

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO AZIENDALE E PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO. PA Rev. 0 del 10.04. REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL MARCHIO AZIENDALE E PER LA CONCESSIONE DEL PATROCINIO PA Certificato N 9122 AOLS Data applicazione Redazione Verifica Approvazione 1/04/2013 Ida Mannelli Ida Mannelli Direzione

Dettagli

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento

1) Obiettivi. 2) Destinatari del contributo. 3) Priorità dei progetti ammessi a finanziamento ALLEGATO B Modalità per la concessione di contributi e indicazioni per la presentazione dei Progetti Sociali- artt. 7 e 8 l.r. 26/93 Interventi a favore della popolazione zingara 1) Obiettivi La Giunta

Dettagli

Pagina 1 di 5. Codice fiscale 04334860485 > Partita IVA 02926170230 > C.C.I.A.A. VR-1999-04334860485 > R.E.A. 296199 > Cap. Soc. 10.

Pagina 1 di 5. Codice fiscale 04334860485 > Partita IVA 02926170230 > C.C.I.A.A. VR-1999-04334860485 > R.E.A. 296199 > Cap. Soc. 10. CONTRATTO DI LICENZA D USO DI SOFTWARE ddaattaa Hyphen-Italia srl sede legale ed amministrativa: Verona > Via Marconi, 14 > 37010 Affi > Tel. +39 045.62.03.200 > Fax +39 045 62.03.250 Codice fiscale 04334860485

Dettagli

Regolamento per la concessione del patrocinio e l uso dello stemma e dei marchi del Comune di Anzola dell Emilia

Regolamento per la concessione del patrocinio e l uso dello stemma e dei marchi del Comune di Anzola dell Emilia Regolamento per la concessione del patrocinio e l uso dello stemma e dei marchi del Comune di Anzola dell Emilia Approvato con deliberazione di C.C. n. 33 del 29.04.2010 INDICE TITOLO I - PATROCINIO...2

Dettagli

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO

AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO AZIENDA DI SERVIZI ALLA PERSONA VALSASINO (Ente di diritto pubblico ai sensi del D.Lgs. n. 207/2001 e Legge Regione Lombardia n. 1/2003) Prot. n. 1653/2015 SCADENZA PRESENTAZIONE DOMANDE: ORE 12,00 DEL

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO 05 04 03 02 01 04 00 Variazione sede operativa dell OdC 01.12.2009 Ed. Rev. Motivo dell emissione/revisione del documento Data emissione (AD) [ ] Copia

Dettagli

Regolamento per l uso del Marchio

Regolamento per l uso del Marchio Regolamento per l uso del Marchio REVISIONE DATA DESCRIZIONE REDATTO RGQ APPROVATO DIR 4 14/02/14 Revisione RG 09 Accredia R.L. De Angelis Flavio Nigro 3 17/02/12 Inserimento Marchio SGA R.L. De Angelis

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ARCHIVIO

CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ARCHIVIO CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ARCHIVIO Le presenti Condizioni Generali di Servizio (di seguito CGS o Contratto ) disciplinano il servizio Archivio erogato da Poste Italiane S.p.A., facente parte integrante

Dettagli

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO

REGOLAMENTO per i CLIENTI. sull USO del MARCHIO Questo documento, in formato cartaceo, NON deve essere considerato un documento ufficiale del Sistema di Gestione. La versione ufficiale, nel corrente stato di revisione, è unicamente quella disponibile

Dettagli

Allegato alla deliberazione Prot. n. 10537 N. 167 del 27/02/2013

Allegato alla deliberazione Prot. n. 10537 N. 167 del 27/02/2013 Allegato alla deliberazione Prot. n. 10537 N. 167 del 27/02/2013 Brescia, 28/02/2013 AVVISO PUBBLICO PER INCARICO LIBERO PROFESSIONALE A LAUREATO IN SCIENZE MOTORIE PRESSO IL CENTRO DI MEDICINA DELLO SPORT

Dettagli

CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV.

CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV. CLAUSOLE CONTRATTUALI PER L APPROVVIGIONAMENTO DI BENI E SERVIZI NELL AMBITO DI ATTIVITÀ SOGGETTE AD UNBUNDLING REV. 00 FEBBRAIO 2010 Il presente documento è pubblicato sul sito: www.edison.it - Area Fornitori

Dettagli

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città

Allegato B. Spett. le. Via Cap - Città Prot. n. Cagliari, Spett. le Via Cap - Città OGGETTO: Procedura di affidamento diretto del servizio in economia inerente all imputazione sul SIL Sardegna dei dati relativi allo stato di attuazione degli

Dettagli

Certificazioni & Collaudi S.r.l.

Certificazioni & Collaudi S.r.l. Il presente documento è stato emesso dalla Direzione Generale il 08/05/2015. L originale firmato è conservato presso l ufficio del Responsabile Gestione Qualità INDICE GENERALE 1. SCOPO, CAMPO DI APPLICAZIONE

Dettagli

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio http://www.tuv.it/tuvitalia/guidamarchi.asp L'organizzazione deve predisporre e - dopo essere stata certificata mettere in

Dettagli

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO SAPORE DI CAMPANIA

REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO SAPORE DI CAMPANIA REGOLAMENTO D USO DEL MARCHIO COLLETTIVO SAPORE DI CAMPANIA Articolo 1 La Regione Campania istituisce e gestisce il marchio collettivo di qualità denominato Sapore di Campania, con le seguenti finalità:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 DIRETTIVA 2000/14/CE REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 INDICE 1 - Generalità...2 2 - Applicabilità...2

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA.

DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. DISCIPLINARE PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA DEGLI SPECCHI E DELLA SALA CONSILIARE DEL PALAZZO DI CITTA. Art. 1 Oggetto del Disciplinare Il presente disciplinare regola l uso dei locali di proprietà

Dettagli

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori

Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori Criteri e Regole per l istituzione e la gestione dell Elenco Fornitori 1. Premessa L Istituto per il Credito Sportivo (di seguito anche Istituto o ICS ) intende istituire e disciplinare un Elenco di operatori

Dettagli

REGOLAMENTO per i CLIENTI sull USO del MARCHIO

REGOLAMENTO per i CLIENTI sull USO del MARCHIO Questo documento è un documento di Made in Quality. La versione ufficiale, nel suo ultimo stato di revisione, è unicamente quella disponibile in forma elettronica sul sito web www.madeinquality.it. Pag.

Dettagli

Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A.

Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A. Regolamento per lo svolgimento di attività di ispezione in qualità di Organismo di Ispezione di Tipo A. In vigore dal 06. 07. 2011 RINA Via Corsica 12 16128 Genova - Italia tel +39 010 53851 fax +39 010

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E LA GESTIONE DELL ELENCO TELEMATICO DI OPERATORI ECONOMICI DI CUI ALL ART. 125 DEL D.LGS. 163/2006 1. OGGETTO E FINALITA Ai sensi e per gli effetti dell art. 125, comma 11,

Dettagli

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più

Procedura di gara e criteri di aggiudicazione: procedura aperta con il criterio del prezzo più PROVINCIA DI PISTOIA Piazza S. Leone n. 1, Pistoia Tel. 0573/374249, Fax 0573/374543: DISCIPLINARE DI GARA PROCEDURA APERTA PER PROVVISTA DI FONDI TRIENNIO 2006/2008 PER IL FINANZIAMENTO DI OPERE PUBBLICHE

Dettagli

Clausole Contrattuali per l Approvvigionamento di Beni e Servizi nell Ambito di Attività Soggette ad Unbundling

Clausole Contrattuali per l Approvvigionamento di Beni e Servizi nell Ambito di Attività Soggette ad Unbundling Pag.: 1 di 7 Clausole Contrattuali per Il presente documento è pubblicato sul sito www.edison.it e www.infrastrutturedg.it REV. DESCRIZIONE DATA 1 Aggiornamento conseguente al cambio denominazione sociale

Dettagli

OFFERTA POSTEMAILBOX CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ARCHIVIO

OFFERTA POSTEMAILBOX CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ARCHIVIO OFFERTA POSTEMAILBOX CONDIZIONI GENERALI DEL SERVIZIO ARCHIVIO Le presenti Condizioni Generali di Servizio (di seguito CGS o Contratto ) disciplinano il servizio Archivio erogato da Poste Italiane S.p.A.

Dettagli

Rev. Data Descrizione Redatto Verificato Approvato IDENTIFICAZIONE: 0020CR_00_IT

Rev. Data Descrizione Redatto Verificato Approvato IDENTIFICAZIONE: 0020CR_00_IT Regolamento per la gestione delle attività di ispezione di materiali, prodotti e servizi nel settore industriale per l impiantistica, le opere e le costruzioni 00 24/04/2013 Annulla e sostituisce il documento

Dettagli

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. per eventi formativi organizzati dall Università degli Studi Milano. Bicocca TRA. La Società, con sede legale

CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE. per eventi formativi organizzati dall Università degli Studi Milano. Bicocca TRA. La Società, con sede legale marca da bollo da 14,62 CONTRATTO DI SPONSORIZZAZIONE per eventi formativi organizzati dall Università degli Studi Milano Bicocca (A5_ECM_FC_contrattosponsor02-Rev.1-18/06/2009) Con la presente scrittura

Dettagli

ZAPPULLA Servizi Assicurativi

ZAPPULLA Servizi Assicurativi ZAPPULLA Servizi Assicurativi CONTRATTO D INCARICO RILASCIATO A Il Sig....nato il... a...(...) e residente a... in Via......n... Codice Fiscale... Partita Iva... riconosciuto con Carta Identità N... rilasciata

Dettagli

CONVENZIONE TRA PREMESSO CHE

CONVENZIONE TRA PREMESSO CHE CONVENZIONE TRA LA FEDERAZIONE MEDICO SPORTIVA ITALIANA, con sede in Roma, Viale Tiziano, n.70 (di seguito indicata FMSI ), Codice Fiscale 97015300581, in persona del Presidente pro-tempore Dott. Maurizio

Dettagli

REGOLAMENTO USO DEL LOGO

REGOLAMENTO USO DEL LOGO REGOLAMENTO Pag.1 di 9 REGOLAMENTO USO DEL LOGO MATRICE DELLE REVISIONI Rev. Data DESCRIZIONE delle MODIFICHE VERIFICATO da APPROVATO da 00 30/01/07 Riedizione e modifica Logo RAQ COM 01/07 01 20/06/08

Dettagli

SI DICHIARA. E inoltre requisito essenziale la piena ed incondizionata idoneità fisica all'incarico.

SI DICHIARA. E inoltre requisito essenziale la piena ed incondizionata idoneità fisica all'incarico. Allegato alla deliberazione Prot. n. 0035194 N. 591 del 05/08/2015 Brescia, 10 agosto 2015 AVVISO PUBBLICO PER INCARICO LIBERO-PROFESSIONALE DELLA DURATA DI QUATTRO MESI A N. 1 MEDICO SPECIALISTA IN NEFROLOGIA

Dettagli

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019

CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 CAPITOLATO PRESTAZIONALE GENERALE D APPALTO PER LA FORNITURA DI SERVIZI ASSICURATIVI TRIENNIO 2016-2019 LOTTO 1 CIG. 634030378C Responsabilità civile terzi Responsabilità civile verso prestatori d opera

Dettagli

IL SISTEMA SANZIONATORIO

IL SISTEMA SANZIONATORIO IL SISTEMA SANZIONATORIO EX D. LGS. 231/2001 1 L introduzione di un sistema disciplinare volto a sanzionare il mancato rispetto delle misure contenute nel Modello 231/2001, aggiornato alla L. 190/2012,

Dettagli

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola

progettazione e realizzazione di un programma di formazione dal titolo Scuola N. di Raccolta SCRITTURA PRIVATA PER L ESECUZIONE DEL SERVIZIO DI PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PROGRAMMA DI FORMAZIONE DAL TITOLO SCUOLA PER L AUTOIMPRENDITORIALITÀ SIPAVIA TRA La Provincia di Pavia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO

REGOLAMENTO PER L USO DEL MARCHIO E DEL CERTIFICATO REGOLAMENTO PER L USO DEL 05 04 Adeguamento alla ISO IEC 17021 1:2015 02.05.2016 03 02 Aggiornamento del marchio CERTITALIA unicamente nella versione corrispondente allo schema certificato (Edizione 2015

Dettagli

ANNEX SETTORE EA 28. personalemediamente presente in ciascun cantiere (compreso personale in subappalto e/o outsourcing).

ANNEX SETTORE EA 28. personalemediamente presente in ciascun cantiere (compreso personale in subappalto e/o outsourcing). ANNEX SETTORE EA 28 1. FORMULAZIONE OFFERTA Esclusivamente per il settore EA 28 l offerta viene formulata sulla base dei dati forniti dall organizzazione relativamente ai cantieri dichiarati nella richiesta

Dettagli

REGOLAMENTO E MANUALE D USO DEL LOGO/MARCHIO LEGNOLEGNO

REGOLAMENTO E MANUALE D USO DEL LOGO/MARCHIO LEGNOLEGNO REGOLAMENTO E MANUALE D USO DEL LOGO/MARCHIO LEGNOLEGNO Il Manuale d uso Questo Manuale d uso dà le indicazioni necessarie sull uso del Marchio LEGNOLEGNO SC in tutte le sue versioni. Il marchio LL SC

Dettagli

Tutto ciò premesso, le associazioni dei consumatori sopra elencate ed UniAcque Spa, di seguito

Tutto ciò premesso, le associazioni dei consumatori sopra elencate ed UniAcque Spa, di seguito PROTOCOLLO DI INTESA TRA UNIACQUE SPA E FEDERCONSUMATORI BERGAMO, FEDERCONSUMATORI SEBINO, ADICONSUM BERGAMO SEBINO, ADOC PER ATTIVITÀ DI PROMOZIONE DELLA CONCILIAZIONE E DI ATTIVAZIONE DI UNA PROCEDURA

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUTIVO

REGOLAMENTO ISTITUTIVO REGOLAMENTO ISTITUTIVO Art. 1 lstituzione del Sistema di qualificazione dei Cataloghi formativi 1.1 Il presente Regolamento disciplina il procedimento di qualificazione e di aggiornamento dei Cataloghi

Dettagli

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018

CAPITOLATO D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. periodo dal 01/03/2016 al 31/12/2018 SEUS SICILIA EMERGENZA-URGENZA SANITARIA SCpA Sede Legale: Via Villagrazia, 46 Edificio B - 90124 Palermo Registro delle Imprese di Palermo Codice Fiscale e Partita Iva. 05871320825 CAPITOLATO D APPALTO

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO DI FORNITURA

CAPITOLATO TECNICO DI FORNITURA CAPITOLATO TECNICO DI FORNITURA ultimo aggiornamento: luglio 2012 1 GENERALITA...2 2 CAMPO DI APPLICAZIONE...2 3 CONDIZIONI DI FORNITURA...2 3.1 ACCETTAZIONE ORDINI...2 3.2 IDENTIFICAZIONE E RINTRACCIABILITA...3

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI

REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI AREA INNOVAZIONE TECNOLOGICA SETTORE SISTEMI INFORMATIVI REGOLAMENTO PER LA PROCEDURA DI CONCESSIONE E NORME DI UTILIZZO DEI TELEFONI CELLULARI AZIENDALI Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DEL MARCHIO MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DEL MARCHIO MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE E L USO DEL MARCHIO MADE IN PROVINCIA DI BRESCIA Approvato con deliberazione del Consiglio Provinciale n. 20 RV del 30 maggio 2011 1 - EPIGRAFE - Premessa Art. 1 - Istituzione

Dettagli

REGOLAMENTO ISTITUZIONE ED UTILIZZO DEL MARCHIO DI FORNITORE DI QUALITA AMBIENTALE DEL PARCO REGIONALE ALTO APPENNINO MODENESE (PARCO DEL FRIGNANO).

REGOLAMENTO ISTITUZIONE ED UTILIZZO DEL MARCHIO DI FORNITORE DI QUALITA AMBIENTALE DEL PARCO REGIONALE ALTO APPENNINO MODENESE (PARCO DEL FRIGNANO). REGOLAMENTO ISTITUZIONE ED UTILIZZO DEL MARCHIO DI FORNITORE DI QUALITA AMBIENTALE DEL PARCO REGIONALE ALTO APPENNINO MODENESE (PARCO DEL FRIGNANO). Articolo 1 (Denominazione ed emblema) 1. Il Consorzio

Dettagli

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede

In data odierna. tra. Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede Contratto di affidamento di incarico In data odierna tra Società Entrate Pisa S.E.Pi. S.p.A. - (P.IVA 01724200504) con sede in Pisa, Piazza dei Facchini n. 16, nella persona del Direttore Generale, Dott.

Dettagli

Sviluppo Sistemi Qualit à nella Cooperazione di Abitazione

Sviluppo Sistemi Qualit à nella Cooperazione di Abitazione Sviluppo Sistemi Qualit à nella Cooperazione di Abitazione 1. OBIETTIVI DEL PROGETTO Il presente Progetto è essenzialmente finalizzato a: diffondere i principi e i concetti della Qualità come strategia

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI COMUNE DI ROCCAVIONE Provincia di Cuneo REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI COMUNALI PER LO SVOLGIMENTO E L ORGANIZZAZIONE DELLE ATTIVITA SPORTIVE, RICREATIVE E CULTURALI VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO

Dettagli

C o m u n e d i B a r i

C o m u n e d i B a r i C o m u n e d i B a r i DISCIPLINARE DI GARA Servizi assicurativi polizze rischi: incendio, furto, rca/ard/infortuni, responsabilità civile patrimoniale dell ente, tutela legale, dal 1 gennaio 2012 al

Dettagli

PROTOCOLLO D INDIRIZZO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE

PROTOCOLLO D INDIRIZZO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE PROTOCOLLO D INDIRIZZO PER L EROGAZIONE DEL BUONO SOCIALE PREMESSA Il presente bando disciplina l erogazione di buoni sociali finanziati attraverso Fondo Non Autosufficienze (FNA). Il Buono Sociale si

Dettagli

Progect Management. Management. Project. 2004 MC TEAM - Riproduzione vietata 1/1

Progect Management. Management. Project. 2004 MC TEAM - Riproduzione vietata 1/1 Project Management nell'information Technology 2004 MC TEAM - Riproduzione vietata 1/1 Obiettivi Il corso si pone l obiettivo di rendere i discenti in grado di applicare un modello di riferimento a tutte

Dettagli

fieremilia s.r.l. a socio unico Corso Garibaldi, 59 REGGIO EMILIA

fieremilia s.r.l. a socio unico Corso Garibaldi, 59 REGGIO EMILIA fieremilia s.r.l. a socio unico Corso Garibaldi, 59 REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE, STUDIO, RICERCA, CONSULENZA E PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE. 1. Premessa

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA

AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA REGIONE DEL VENETO AZIENDA OSPEDALIERA DI PADOVA DELIBERAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE n. 98 del 29/01/2015 OGGETTO: Approvazione Regolamento per la gestione delle bacheche aziendali. Il Direttore della

Dettagli

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA procedura: art. 3, comma 37 e art. 55, comma 5, Decreto Legislativo n. 163 del 2006 e ss.mm.ii. criterio: offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell art.

Dettagli

PON FSE-2013-2014. Bando per la fornitura di materiale e servizi relativi all azione di pubblicità e sensibilizzazione in ambito PON-FSE

PON FSE-2013-2014. Bando per la fornitura di materiale e servizi relativi all azione di pubblicità e sensibilizzazione in ambito PON-FSE Prot. n _2044/PON2 del 29/10/2013 CIG: ZD90C20E0D PON FSE-2013-2014 Bando per la fornitura di materiale e servizi relativi all azione di pubblicità e sensibilizzazione in ambito PON-FSE Il Dirigente Scolastico

Dettagli

CICPND SERVIZI S.R.L. SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA CON UNICO SOCIO. Doc. 175 Rev. 5 Febbraio 2015 Pag. 1 di 9 CICPND SERVIZI SRL

CICPND SERVIZI S.R.L. SOCIETA A RESPONSABILITA LIMITATA CON UNICO SOCIO. Doc. 175 Rev. 5 Febbraio 2015 Pag. 1 di 9 CICPND SERVIZI SRL S.R.L. Via C. Pisacane, 46 20025 Legnano MI Tel. +39 0331 545600 Fax +39 0331 543030 Web: www.cicpndservizi.com E-mail: info@cicpndservizi.com; amm@cicpndservizi.com; cert@cicpndservizi.com Casella PEC:

Dettagli

SERVIZI AI CITTADINI E ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AVVISO PUBBLICO SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI, COLLOQUIO E PROVA PRATICA

SERVIZI AI CITTADINI E ALLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI AVVISO PUBBLICO SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI, COLLOQUIO E PROVA PRATICA AVVISO PUBBLICO SELEZIONE PUBBLICA PER TITOLI, COLLOQUIO E PROVA PRATICA FINALIZZATA ALL ASSUNZIONE DI PERSONALE DIPENDENTE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO E A TEMPO PARZIALE La S.T.S. Società Tuscolana

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo

CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO. Art.1 Oggetto dell accordo CONDIZIONI GENERALI E TERMINI DI UTILIZZO Art.1 Oggetto dell accordo a- Le parti stipulano alle condizioni descritte un contratto della durata di un anno per i servizi espressamente scelti dal CLIENTE,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA COMUNE DI MARCIGNAGO Prov. Pavia REGOLAMENTO PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 7 del 13.03.2006 INDICE ART.1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO

Dettagli

ABRUZZO SVILUPPO SPA AVVISO PUBBLICO

ABRUZZO SVILUPPO SPA AVVISO PUBBLICO ABRUZZO SVILUPPO SPA Sede Legale e Amministrativa: Piazza Ettore Troilo, 27 65127 Pescara Tel + 39 085.67078 - Fax + 39 085.68556-7992231 E-mail: info@abruzzosviluppo.it - Sito web: www.abruzzosviluppo.it

Dettagli

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010) COMUNE DI CASTELLINA MARITTIMA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI LOCALI E DELLE STRUTTURE COMUNALI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DEGLI INCARICHI 1/8 Sommario Art.1 Principi generali 2 Art.2 Il Piano delle assunzioni e delle collaborazioni 3 Art.3 Reclutamento e

Dettagli

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia

Atto di indirizzo. Sostegno alla realizzazione di centri di custodia oraria e di nidi in famiglia ALLEGATO A CONVENZIONE DEL 23/12/2010 TRA IL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITA E LA REGIONE PIEMONTE IN ATTUAZIONE DELL INTESA DEL 29 APRILE 2010 RELATIVA AI CRITERI DI RIPARTIZIONE DELLE RISORSE, LE

Dettagli

PUBBLICATO ALL ALBO AZIENDALE E SUL SITO WEB IL 23.04.2014 PROT. N. 24381 DEL 23.04.2014 SCADENZA 07 MAGGIO 2014

PUBBLICATO ALL ALBO AZIENDALE E SUL SITO WEB IL 23.04.2014 PROT. N. 24381 DEL 23.04.2014 SCADENZA 07 MAGGIO 2014 PUBBLICATO ALL ALBO AZIENDALE E SUL SITO WEB IL 23.04.2014 PROT. N. 24381 DEL 23.04.2014 SCADENZA 07 MAGGIO 2014 AVVISO PUBBLICO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI MEDICO PER L'ASSISTENZA SANITARIA NOTTURNA

Dettagli

ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD

ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD ACCREDITAMENTO PROVIDER FAD Domande Risposte I provider che hanno già presentato richiesta di accreditamento degli eventi formativi residenziali devono necessariamente presentare domanda di accreditamento

Dettagli

PER LA DISTRIBUZIONE E VENDITA DEL MATERIALE PROMOZIONALE E PUBBLICITARIO PRODOTTO DALL ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO

PER LA DISTRIBUZIONE E VENDITA DEL MATERIALE PROMOZIONALE E PUBBLICITARIO PRODOTTO DALL ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO REGOLAMENTO Delibera Commissariale n. 2 del 16 febbraio 2011 PER LA DISTRIBUZIONE E VENDITA DEL MATERIALE PROMOZIONALE E PUBBLICITARIO PRODOTTO DALL ENTE PARCO NAZIONALE DEL GARGANO Art. 1 Finalità Il

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT SYSTEMS) AUDITOR/RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT

SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT SYSTEMS) AUDITOR/RESPONSABILI GRUPPO DI AUDIT srl Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: esami@cepas.it Sito internet: www.cepas.it Pag. 1 di 5 SCHEDA REQUISITI PER LA CERTIFICAZIONE DEGLI ITSMS (IT SERVICE MANAGEMENT

Dettagli

BANDO DI GARA Progetto ENTER

BANDO DI GARA Progetto ENTER Municipio Roma 6 U.O.S.E.C.S. BANDO DI GARA Progetto ENTER ALLEGATO A A. Premessa Il Municipio Roma 6 intende esperire una procedura aperta per affidare il progetto ENTER inserito nel Piano Regolatore

Dettagli

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE ATTIVITÀ RELATIVE AI SERVIZI TERRITORIALI ED ALLE POLITICHE SOCIO-SANITARIE A FAVORE DELLA POPOLAZIONE STRANIERA IMMIGRATA. ANNO 2007 Art. 1 Finalità e oggetto dell intervento

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE Di RESPONSABILE DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

AVVISO PUBBLICO PER AFFIDAMENTO DI INCARICO PROFESSIONALE Di RESPONSABILE DEI SERVIZI DI PREVENZIONE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO ISTITUTO SUPERIORE ISTRUZIONE SECONDARIA G. TASSINARI COD. NAIS09100C VIA FASANO,13 POZZUOLI 80078 TEL 081 5265754 FAX 081 5266762 E-MAIL NAIS09100C@istruzione.it SITO WEB www.itispozzuoli.it Prot. 3145/c14

Dettagli

CIRPU Consorzio Irpino per la Promozione della Cultura, della Ricerca e degli Studi Universitari Avellino

CIRPU Consorzio Irpino per la Promozione della Cultura, della Ricerca e degli Studi Universitari Avellino AVVISO PUBBLICO di SELEZIONE per DOCENTI CORSO DI PREPARAZIONE PER I TEST DI AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA ad accesso programmato SEDE: Bagnoli Irpino (AV) IL PRESIDENTE VISTO lo Statuto del Consorzio

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari Tel.080/5548739 Fax 080/5548742 E-Mail: baps060001@istruzione.it - C.F.80016760722 PREMESSO Che l art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLE VERIFICHE PERIODICHE E STRAORDINARIE DEGLI ASCENSORI E MONTACARICHI

REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLE VERIFICHE PERIODICHE E STRAORDINARIE DEGLI ASCENSORI E MONTACARICHI Pagina 1 REGOLAMENTO PER L ESECUZIONE DELLE VERIFICHE PERIODICHE E STRAORDINARIE DEGLI ASCENSORI E MONTACARICHI TABELLA DELLE REVISIONI 2 18/08/2014 1 18/03/2014 0 01/01/2013 NUOVA EDIZIONE RESPONSABILE

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI Il presente Regolamento definisce i criteri, le modalità e le procedure cui i soggetti abilitati ad operare con MCC S.p.A. (di seguito MCC) devono attenersi per la concessione delle agevolazioni previste

Dettagli

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI

VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI VALUTARE, QUALIFICARE E MONITORARE I FORNITORI Rev. Data Causale Redazione Verifica Approvazione 00 Xx/xx/xxxx Prima emissione INDICE SCOPO DELLA PROCEDURA RESPONSABILITÀ CAMPO DI APPLICAZIONE MODALITÀ

Dettagli