CONSULENZA COSTO FUNDING

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONSULENZA COSTO FUNDING"

Transcript

1 CONSULENZA COSTO FUNDING (compresa nell abbonamento ad entrambe le membership Tassi Imprese & Professionisti e Plus Tesorerie aziendali ). Il Cliente ha a disposizione il servizio di consulenza denominato CONSULENZA COSTO FUNDING ovvero la possibilità di dialogare con gli analisti e consulenti ARITMA IF in merito all andamento dei mercati, anche con finalità operative e con riferimento a specifiche problematiche di finanza aziendali. La consulenza potrà riguardare tematiche inerenti l ottimizzazione delle fonti di finanziamento e di impiego della liquidità, la gestione del rischio tassi di interesse e del rischio di cambio. Nell ambito del servizio è possibile contattarci per un analisi delle condizioni (proposte dagli intermediari bancari o finanziari) in relazione a: Finanziamenti a breve forme commerciali (SBF, A/F, etc.): tassi, costi, condizioni collaterali, calcoli di convenienza, etc. forme finanziarie: tassi di mercato (Euribor), spread applicati, scelte operative, segnalazione della durata ottimale delle operazioni, etc. Finanziamenti a medio-lungo termine: condizioni, costi, tassi effettivi, piani di ammortamento, conteggi, individuazione di alternative operative, esame bozze contrattuali, etc. Leasing: costi, tassi effettivi, calcolo canoni, piano di ammortamento, ottimizzazione scelte operative, esame bozze contrattuali, etc. Spread: indicazioni sugli spread applicabili a tutte le principali forme di finanziamento in relazione alla fascia di rating del cliente. Scelta tasso fisso o variabile: analisi di convenienza su specifiche operazioni di finanziamento, leasing o Irs con confronto scenari tassi forward (tassi attesi dal mercato) e scenari di break-even. Strumenti derivati su tassi di interesse: indicazioni operative sugli strumenti utilizzabili, controllo pricing su operazioni effettuate o in trattativa, calcolo fair value e mark up della banca, mark to market corrente, consulenza indipendente su proposte ricevute. Forme di impiego della liquidità: confronto sull andamento dei mercati, strutture dei rendimenti, indicazioni di carattere generale. Cambi: indicazioni operative per la gestione del rischio di cambio. Più in generale l oggetto del servizio di Consulenza denominato CONSULENZA COSTO FUNDING potrà riguardare qualsiasi tematica di competenza del Direttore finanziario aziendale in ordine alla gestione della tesoreria (debiti e liquidità, gestione valutaria) e del Professionista in relazione a proprie esigenze o quelle dei propri clienti. Il costo è compreso nel canone di abbonamento alle membership TASSI IMPRESE & PROFESSIONISTI e PLUS TESORERIE AZIENDALI ; in relazione alla particolare complessità di determinate richieste, Aritma I.F. si riserva di richiedere al cliente un corrispettivo supplementare per la consulenza specifica. Tale corrispettivo potrà essere addebitato solo previo preventivo accordo del cliente. C.so Galileo Ferraris Torino -Tel Fax www.aritma.it - C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V.

2 CONSULENZA OPERATIVA SUL RISCHIO TASSI Aritma I.F. Srl, grazie alla sua ultraventennale esperienza, propone un innovativo servizio di consulenza operativa personalizzata per ottimizzare l utilizzo e la gestione degli strumenti derivati per la copertura del rischio tassi di interesse. Obiettivi: Scelta ottimale dello strumento, con specifico riferimento al debito sottostante: simulazione preliminare delle diverse alternative possibili. Quantificazione dei costi/benefici attuali e prospettici, sulla base dei tassi impliciti (attese del mercato) e sulla base di scenari previsionali alternativi. Valutazione comparata di strumenti alternativi, con quantificazione dei relativi effetti, come da punto precedente. Controllo del pricing : attraverso il confronto tra operazione proposta e rilevazione del best price di mercato, siamo in grado di stimare il margine di guadagno applicato dalla Banca, con riferimento a tutte le possibili strutture. Analisi su strumenti derivati già in essere: analisi di convenienza ex post e quantificazione del mark up applicato dalla Banca. Attività proposte: Analisi del rischio tassi riferito alla situazione debitoria complessiva e identificazione delle operazioni di finanziamento oggetto di possibile copertura. Analisi di convenienza tra strumenti alternativi e assistenza nella scelta dello strumento più adeguato. Elaborazione matematiche, con simulazioni comparate (confronto strumenti e valutazione differenti scenari). Valutazione del pricing e assistenza nella trattativa. Analisi della documentazione contrattuale (in eventuale collaborazione con gli assistenti legali dell azienda). Monitoraggio operazioni già in essere: report di analisi ex post, analisi delle condizioni applicate, calcolo fair value e mark up iniziale, mark to market corrente, assistenza nella valutazione di eventuali proposte di ristrutturazione. Le attività effettivamente realizzate dipenderanno ovviamente dalle specifiche esigenze e richieste del cliente. C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V.

3 Strumenti analizzati: Tutti i principali strumenti disponibili per la copertura del rischio tassi di interesse, ovvero: Interest rate swap Cap & Floor Collar Fra e Future Euribor 3 mesi Valutiamo il pricing secondo tutte le possibili strutture; con o senza piani di ammortamento; con decorrenza immediata o differita; con differenti basi di parametro (es. Euribor 3 mesi, piuttosto che 6 mesi), oppure diverse modalità/periodicità di liquidazione dei differenziali (mensile, trimestrale, semestrale,ecc). Per ogni struttura, indichiamo il best price indicativo di mercato e siamo quindi in grado di stimare il margine di guadagno della banca. Vantaggi per il cliente: Poter disporre di un interlocutore qualificato e indipendente; guadagniamo sulla consulenza e non siamo interessati al fatto che l azienda effettui o meno l operazione, quale tipo di operazione concluda o con chi la perfezioni. Assumere decisioni su operazioni di natura aleatoria, sulla base di valutazioni numeriche oggettive. Controllare il pricing sulle stesse basi e con gli stessi strumenti della controparte, stimare quindi il margine di guadagno della Banca, ottimizzare la negoziazione e minimizzare i costi. Modalità di intervento, costi: Da personalizzare in funzione delle caratteristiche, dell entità e della frequenza delle operazioni prese in esame. Su richiesta dialoghiamo direttamente con la Banca, lasciando ovviamente sempre all azienda la decisione di intervento. C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V.

4 CONSULENZA OPERATIVA SUL RISCHIO CAMBI Aritma I.F. Srl, grazie alla sua ultraventennale esperienza, propone un servizio di consulenza operativa personalizzata per ottimizzare l utilizzo e la gestione degli strumenti per la copertura del cambi. Attività e obiettivi: Scelta della strategia per esportatori e importatori. Scelta ottimale dello strumento da utilizzare: simulazione preliminare delle alternative possibili. Valutazione comparata di strumenti alternativi. Controllo del pricing : attraverso il confronto tra operazione proposta e rilevazione del best price di mercato. Assistenza nella trattativa con la controparte finanziaria. Analisi dell eventuale documentazione contrattuale. Le attività effettivamente realizzate dipenderanno ovviamente dalle specifiche esigenze e richieste del cliente. Strumenti analizzati: I principali strumenti disponibili per la copertura del rischio cambi, ovvero: Vendite/acquisti a termine Vendite/acquisti opzioni Plan Vanilla Strategie con opzioni Vantaggi per il cliente: Poter disporre di un interlocutore qualificato e indipendente; guadagniamo sulla consulenza e non siamo interessati al fatto che l azienda effettui o meno l operazione, quale tipo di operazione concluda o con chi la perfezioni. Assumere decisioni su operazioni di natura aleatoria, sulla base di valutazioni numeriche oggettive. Controllare il pricing sulle stesse basi e con gli stessi strumenti della controparte, stimare quindi il margine di guadagno della Banca, ottimizzare la negoziazione e minimizzare i costi. Modalità di intervento, costi: Da personalizzare in funzione delle caratteristiche, dell entità e della frequenza delle operazioni prese in esame. Su richiesta dialoghiamo direttamente con la Banca, lasciando ovviamente sempre all azienda la decisione di intervento. C.so Galileo Ferraris Torino -Tel Fax www.aritma.it - C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V.

5 ARITMA RATING l servizio consiste in un report di Analisi del merito creditizio sulla base dei dati di bilancio, con analisi dei principali indici, giudizio complessivo di valutazione del merito creditizio e suggerimenti in ottica di miglioramento del rating. E disponibile inoltre un servizio di Pianificazione finanziaria, con sviluppo, sulla base dei dati messi a disposizione dal cliente, degli stati patrimoniali previsionali (triennio) e della posizione finanziaria netta prospettica per facilitare una corretta pianificazione del passivo di bilancio. Verranno analizzate altresì le dinamiche prospettiche dei più importanti indicatori di bilancio nell ottica del rating creditizio e sarà formulato un giudizio complessivo sulle manovre finanziarie più opportune da adottare. Il costo di tale servizio sarà soggetto a specifica quantificazione e sarà comunque proposto a condizioni particolarmente favorevoli per gli abbonati al Servizio di informazione finanziaria. C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V

6 ADVISOR FINANZIARIO PER LA PIANIFICAZIONE DEL PASSIVO Nell ambito della propria attività di consulenza in Finanza di impresa Aritma I.F. propone i seguenti servizi: Redazione piani economici e patrimoniali Consulenza Direzionale sulla sostenibilità dei progetti di sviluppo Consulenza Finanziaria sulla corretta pianificazione delle fonti Assistenza nelle trattative con il sistema bancario Progetti di risanamento aziendale o ristrutturazione del debito. Il nostro motto è la gestione preventiva della posizione finanziaria netta, che consente di ottimizzare le scelte operative strategiche e di prevenire possibili situazioni di tensione. Determinante, ai fini di tale attività, è la redazione di un Piano industriale corredato di proiezioni economiche e finanziarie su 3 o 5 anni, documento che peraltro, in modo più o meno strutturato, dovrebbe costituire una base di lavoro imprescindibile per l impresa. Inoltre la disponibilità di un Piano economico - finanziario ( Business plan ) coerente e credibile sempre più spesso diventa una condizione necessaria per la negoziazione di nuovi affidamenti bancari, oppure per accedere ad operazioni di funding di una certa rilevanza. L adozione di un attendibile Business plan da parte dell azienda risponde alle più svariate necessità, potendo risultare utile, se non indispensabile, sia in situazioni virtuose (esempio espansione, progetti di crescita e conseguente necessità di adeguata pianificazione finanziaria), sia nelle situazioni di crisi, risanamento o di ristrutturazione aziendale, o anche più semplicemente situazione di possibili tensioni finanziarie da monitorare e correggere preventivamente. Il punto di forza del report Aritma è lo stato patrimoniale previsionale, con la quantificazione della posizione finanziaria, ovvero dell indebitamento bancario nel corso degli anni. Il nostro ruolo è quello di condividere le strategie industriali e le previsioni economiche con l imprenditore, di simulare l impatto degli scenari alternativi da lui proposti, di pianificare correttamente gli stati patrimoniali e i rendiconti finanziari previsionali, di formulare la manovra finanziaria più opportuna e infine fornire giudizi indipendenti sull opportunità di dar corso a progetti di investimento o più genericamente su come affrontare piani di sviluppo o, in casi di difficoltà, piani di ristrutturazione. C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V

7 Il business plan può inoltre essere utilizzato, oltre che per un costante raffronto fra i dati di budget e i valori numerici delle situazioni infrannuali per controllare e agire su eventuali scostamenti, anche come strumento informativo per gli Istituti di credito e tutti quegli Enti in qualche modo coinvolti in relazioni finanziarie con l azienda. Gli ambiti di intervento in cui Aritma si propone come Advisor per la pianificazione finanziaria, sono i seguenti: A) Programmi di sviluppo Valutiamo l impatto a livello patrimoniale dei programmi di investimento o di sviluppo dell impresa. Può trattarsi di programmi di investimento produttivi, acquisizioni, semplice crescita del fatturato e del circolante. L obiettivo è quello di valutare correttamente nel tempo l evoluzione della posizione finanziaria, la congruità dei principali indici finanziari e il suggerimento di eventuali strategie da adottare, in merito alle fonti di finanziamento. Esprimiamo un opinione sulla sostenibilità delle iniziative. B) Monitoraggio dell indebitamento bancario L elaborazione del piano economico finanziario è indispensabile strumento di pianificazione per monitorare una situazione finanziaria di possibile futura tensione. Misuriamo l evoluzione della posizione finanziaria, secondo gli scenari proposti dall imprenditore, e ne valutiamo la congruità e la sostenibilità. Forniamo indicazioni operative sulle scelte strategiche da adottare, quali ad esempio ripristino di liquidità in seguito ad investimenti finanziati con il breve, razionalizzazione della posizione finanziaria con un unico finanziamento, eventuale consolidamento di posizioni a breve, rinegoziazione con banche o società di leasing delle posizioni debitorie con riscadenziamento del debito. Monitoriamo la massimizzazione dell utilizzo del Fondo centrale di garanzia (legge 662/96) per garantire a basso costo nuove operazioni di finanziamento, controlliamo e monitoriamo a preventivo il rispetto degli indici di bilancio ai fini dello scoring richiesto dal Fondo e più in generale dei rating Basilea. Forniamo a tal fine consulenza in prossimità delle chiusure di bilancio, in collaborazione con il commercialista dell impresa. C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V

8 C) Assistenza in situazioni e procedure di crisi Occorre precisare che nel caso di situazioni di difficoltà e di crisi aziendale il Piano economico finanziario da strumento utile diventa un requisito indispensabile richiesto dalla normativa. In questo ambito ARITMA ha maturato esperienze importanti di Advisor finanziario con la responsabilità di redigere ai fini della successiva asseverazione: - Piani di risanamento a valere su art comma lettera d) L.F.; - Piani di ristrutturazione a valere su art. 182 bis L.F.; - Piani di concordato preventivo a valere su art. 33 L.F. Si segnala che, con la recente entrata in vigore del Decreto Sviluppo, la suddetta normativa si è arricchita di nuovi strumenti e modalità per consentire la prosecuzione delle attività imprenditoriali in crisi bloccando eventuali azioni aggressive dei creditori, permettendo eventualmente l ottenimento di nuova finanza in prededuzione rispetto ad eventuali azioni revocatorie. L attività viene svolta in stretta cooperazione con i consulenti legali e fiscali dell impresa. In alternativa, Aritma propone un team qualificato composto da: Advisor Finanziario (Aritma) Professionista attestatore Studio legale Società di revisione, se necessaria. Per approfondimenti operativi sulla materia potete contattare: Marco Guglielmotto Luciano Barbero Luigi Fasciano C.F./P. IVA Registro Imprese Torino n R.E.A. Torino n Capitale Sociale I.V

9 FONDO CENTRALE DI GARANZIA: LEGGE 662/96 (aprile 2013) Nell ambito della propria attività di consulenza in Finanza di impresa ed in affiancamento alla classica operatività riguardante Nuove operazioni di Finanza a medio/lungo, leasing e credito agevolato Aritma propone alle imprese una consulenza sulle possibilità di accesso alla garanzia diretta del Fondo Centrale. I SERVIZI PROPOSTI SONO I SEGUENTI SCORING SERVICE CHECK UP COMPLETO - Calcolo dello scoring sui bilanci e monitoraggio preconsuntivi (utilizzabile anche mediante modello interattivo disponibile sul sito Commento sui margini di miglioramento degli indicatori e del relativo punteggio. - Calcolo dello scoring sui bilanci e monitoraggio preconsuntivi. Commento sui margini di miglioramento degli indicatori e del relativo punteggio. - Compatibilità con i requisiti normativi: dimensioni PMI; cumulo con altre agevolazioni e rispetto de minimis; settori ammessi ed esclusi; finalità dell intervento. - Assistenza per la verifica presso MCC degli spazi di garanzia disponibili. - Analisi procedura attivabile per le possibili richieste: semplificata, ordinaria. - Analisi delle diverse operazioni attivabili con la Garanzia del Fondo: entità e tipologia, anche in relazione all iter previsto: procedura semplificata o ordinaria. - Relazione riepilogativa personalizzata sulle possibilità di accesso da parte dell impresa. N.B: lo scoring di bilancio è fondamentale per determinare le modalità di accesso al Fondo Centrale. ARITMA S.r.l. Via Exilles, 76 Torino Tel

10 GARANZIA DIRETTA DEL FONDO CENTRALE DI GARANZIA - LEGGE 662/96 - SCHEDA SINTETICA SOGGETTI BENEFICIARI PMI su tutto il territorio nazionale, con esclusione delle imprese con sede in Toscana e Lazio. Finanziamenti a m/l termine per qualsiasi finalità. Leasing finanziario. TIPOLOGIA OPERAZIONI Operazioni di liquidità. Rinegoziazione di debiti a m/l termine. Linee di credito a scadenza fissa, compreso smobilizzo di crediti commerciali, esempio anticipo fatture. Fideiussioni. Copertura del 70% del finanziamento erogato, elevabile all 80% per: Imprese con sede in Mezzogiorno PERCENTUALE COPERTURA GARANZIA Imprese a partecipazione femminile Imprese colpite da eventi sismici del maggio 2012 Piccole imprese dell indotto di imprese in amministrazione straordinaria La copertura è ridotta al 60% per le operazioni di durata non superiore a 36 mesi. IMPORTO MASSIMO AGEVOLAZIONE L importo massimo della garanzia è pari a euro (ovvero circa di finanziamento nel caso di copertura al 70%). Il massimale è ridotto a euro per le operazioni di durata non superiore a 36 mesi. ARITMA S.r.l. Via Exilles, 76 Torino Tel

11 Commissione una tantum calcolata sull importo garantito secondo le seguenti percentuali: COSTO DELLA GARANZIA Microimpresa: 0,25% Piccola impresa: 0,50% Media impresa: 1,00% Imprese femminili: zero Imprese ubicate nel mezzogiorno: zero. In allegato troverete copia dei recenti articoli pubblicati a nostra cura sul quotidiano Eutekne info che descrivono più nel dettaglio le caratteristiche dello strumento del Fondo di Garanzia. Contatti per approfondimenti operativi 011/ ARITMA S.r.l. Via Exilles, 76 Torino Tel

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

Pianificazione finanziaria

Pianificazione finanziaria Pianificazione finanziaria La rappresentazione della dinamica finanziaria prospettica capitolo 7 La dinamica finanziaria prospettica Il capitolo 7 approfondisce il tema della proiezione della dinamica

Dettagli

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg.

NUOVA FINANZA PER PMI. Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo Tel: 035 271974 Fax: 035 224607 www.pafinberg.com info@pafinberg. NUOVA FINANZA PER PMI Credito Adesso La migliore soluzione per anticipare i contratti e finanziare il fabbisogno di capitale circolante CREDITO ADESSO Caratteristiche dell intervento A chi si rivolge?

Dettagli

PFCONSULT Financial & Business Service

PFCONSULT Financial & Business Service Business Solutions Rapporto Banca-Impresa Miglioramento della propria posizione finanziaria e maggior accesso al credito PFCONSULT Financial & Business Service Pafinberg S.r.l Via Taramelli, 50 24121 Bergamo

Dettagli

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004

BASILEA II. Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa. Milano, 12 maggio 2004 BASILEA II Il ruolo del Dottore Commercialista consulente d impresa Relatore: Aldo Camagni Presidente commissione finanza, controllo di gestione e contabilità d impresa dell Ordine dei Dottori Commercialisti

Dettagli

PROFILO SOCIETARIO - Giugno 2014

PROFILO SOCIETARIO - Giugno 2014 PROFILO SOCIETARIO - Giugno 2014 ADVISORY Pafinberg Srl predispone e fornisce soluzioni finanziarie personalizzate su specifiche esigenze del cliente, che richiedono il concorso di molteplici competenze

Dettagli

Con addebito su c/c acceso presso la BNL secondo il piano di ammortamento

Con addebito su c/c acceso presso la BNL secondo il piano di ammortamento Allegato d Patrimonializzazione - Corporate Banca Operatività Beneficiari Aziende appartenenti BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Intero territorio nazionale Piccole e medie imprese, associate a Cooperfidi Italia,

Dettagli

CONVEGNO La finanza a sostegno delle PMI: strumenti alternativi e complementari al credito bancario. Il Business Plan

CONVEGNO La finanza a sostegno delle PMI: strumenti alternativi e complementari al credito bancario. Il Business Plan CONVEGNO La finanza a sostegno delle PMI: strumenti alternativi e complementari al credito bancario Il Business Plan Roma, 15 maggio 2014 1 Definizione, obiettivi e requisiti [1/2] OBIETTIVI DEL BUSINESS

Dettagli

Fee Only Corporate Finance

Fee Only Corporate Finance Master Fee Only Corporate Finance DALL ANALISI DEGLI EQUILIBRI FINANZIARI DELL IMPRESA ALLA DETERMINAZIONE DEL RATING Nuove opportunità nella consulenza finanziaria d impresa Basilea 2: miglioramento e

Dettagli

CORSO DI FINANZA AZIENDALE

CORSO DI FINANZA AZIENDALE CORSO DI FINANZA AZIENDALE presso UNINDUSTRIA TREVISO SERVIZI & FORMAZIONE, Piazza delle Istituzioni 12-31100 Treviso PERCHÉ PARTECIPARE? L obiettivo principale del percorso è formare professionalità in

Dettagli

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006

Forum APB Milano, 4 Aprile 2006 Contenuti, logiche ed effetti di Basilea 2 sulle PMI Le informazioni qualitative rilevanti ai fini del rating qualitativo: il controllo di gestione aziendale come elemento importante dei dati qualitativi

Dettagli

Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità sul merito creditizio

Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità sul merito creditizio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Rating Advisory e reporting finanziario del rischio d impresa Il ruolo del Dottore Commercialista nell attività di rating advisory ed il visto di conformità

Dettagli

www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15

www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15 www.adadvisory.it AD ADVISORY & FdG Servizi per la valorizzazione delle opportunità offerte dal Fondo di Garanzia (FdG) Roma, maggio 15 Indice 1. AD Advisory (AD) La società 2. Situazione del credito alle

Dettagli

Agevolazioni & Incentivi Srl

Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Srl Agevolazioni & Incentivi Agevolazioni & Incentivi svolge attività di consulenza e assistenza a favore delle aziende nell ambito della finanza d impresa. I nostri esperti sono

Dettagli

L Innovazione Finanziaria negli Enti Locali. Gestione del debito tra efficienza e sostenibilità

L Innovazione Finanziaria negli Enti Locali. Gestione del debito tra efficienza e sostenibilità L Innovazione Finanziaria negli Enti Locali Gestione del debito tra efficienza e sostenibilità Intervento nell ambito del Ciclo di Seminari Glocus - FareFuturo L Innovazione nei Territori Roma, 23 ottobre

Dettagli

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE FONDO DI GARANZIA PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle piccole e medie imprese mediante la concessione di una garanzia pubblica. Riferimenti

Dettagli

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION

UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA MISSION PROFILO E MISSION UNA RETE DI PROFESSIONISTI PER DARE AD OGNI PROBLEMA LA GIUSTA SOLUZIONE IN UN MONDO CHE CAMBIA M.C.& Partners consulenze integrate aziendali - srl è una società di consulenza e servizi

Dettagli

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING

Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Basilea 2: Assistenza per il Credito e la Finanza. Vincere la sfida del RATING Il Comitato di Basilea Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi

Dettagli

ConCredito Consulenti del Credito

ConCredito Consulenti del Credito ConCredito Consulenti del Credito Studio Antognoli Dott. Michele Antognoli Viareggio, Febbraio 2012 Lo scenario di riferimento per le PMI Elementi principali Difficoltà di accesso al credito Le PMI Italiane

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili

LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili LA PIANIFICAZIONE FINANZIARIA flussi mensili Non può mancare in una azienda, anche se di piccole dimensioni, una pianificazione finanziaria. La pianificazione finanziaria è indispensabile per tenere sotto

Dettagli

SERVIZI PER LE AZIENDE

SERVIZI PER LE AZIENDE CHI SIAMO Consultique SIM è una società di analisi e consulenza finanziaria indipendente sotto il controllo di Consob e Banca d Italia, che eroga servizi a investitori privati (family office), aziende,

Dettagli

Fee Only Corporate Finance

Fee Only Corporate Finance Master 2007 Fee Only Corporate Finance Corso di 9 giornate: 16-17-18 maggio 6-7-8-19-20-21 giugno Formazione operativa per la consulenza finanziaria indipendente alle imprese www.consultique.com Master

Dettagli

Assolombarda e Mediocredito Italiano

Assolombarda e Mediocredito Italiano AGGIORNATO AL 8 LUGLIO 2010 Assolombarda e Mediocredito Italiano Pag. 1. Riequilibrio Finanziario Finanziamento a medio termine finalizzato al sostegno di programmi di riequilibrio finanziario delle imprese,

Dettagli

Indice. Convenzioni in essere e in fase di attivazione. Chi siamo. Il processo di espansione. Opportunità create da Basilea 2

Indice. Convenzioni in essere e in fase di attivazione. Chi siamo. Il processo di espansione. Opportunità create da Basilea 2 Company Profile 1 Indice Chi siamo Il processo di espansione Opportunità create da Basilea 2 Modalità operative: approccio utilizzato I Servizi offerti Convenzioni in essere e in fase di attivazione 2

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Vers 3/2014 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione

Dettagli

INTRODUZIONE PARTE I LA PREVENZIONE E LA DIAGNOSI

INTRODUZIONE PARTE I LA PREVENZIONE E LA DIAGNOSI INTRODUZIONE 1. CRISI D IMPRESA 1.1. Crisi e risanamento pag. 5 1.2. Le cause della crisi pag. 7 1.3. Gli indicatori della crisi pag. 12 1.4. Gli eventi scatenanti pag. 18 1.5. I modelli di intervento

Dettagli

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97

Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 Fondo di Garanzia per le piccole e medie imprese L. 662/96 L. 266/97 GARANZIA DIRETTA (Banca) Oggetto e finalità Favorire l accesso alle fonti finanziarie delle PMI mediante la concessione di una garanzia

Dettagli

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved

Indici di Bilancio. Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo. Milano-Bicocca University All rights reserved Indici di Bilancio Prof. Fabio Corno Dott. Stefano Colombo Milano-Bicocca University All rights reserved Milano, marzo 2012 Gli indici di bilancio I dati desumibili dal bilancio possono essere trasformati

Dettagli

Finanziamento ordinario a medio/lungo termine

Finanziamento ordinario a medio/lungo termine Finanziamento ordinario a medio/lungo termine Descrizione Finanziamento classico a medio/lungo termine, di durata compresa tra 5 e 10 anni, che consente di programmare l'esborso attraverso rate, normalmente

Dettagli

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di

TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA. La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di TENUTA DELLA CONTABILITÀ ORDINARIA E SEMPLIFICATA La contabilità attiene alla predisposizione degli strumenti opportuni, soprattutto di carattere informatico, per poter rilevare i fatti aziendali e quindi

Dettagli

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI

I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI I MINIBOND NUOVI STRUMENTI FINANZIARI PER LO SVILUPPO DELLE PMI Indice Premessa situazione del mercato creditizio Contesto Normativo Minibond Cosa sono Vantaggi svantaggi Il mercato dei minibond Processo

Dettagli

Come deve essere condotto il rapporto con le banche. a cura del Prof.Maurizio Berruti

Come deve essere condotto il rapporto con le banche. a cura del Prof.Maurizio Berruti Come deve essere condotto il rapporto con le banche a cura del Prof.Maurizio Berruti 1 Criteri per la valutazione del merito creditizio Ai fini della assegnazione del RATING le banche dovranno tener conto

Dettagli

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO

AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO 23.12.2104 ORDINE DI SERVIZIO n. 33/14 AMMINISTRAZIONE, FINANZA E CONTROLLO Con riferimento all Ordine di Servizio n. 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione AMMINISTRAZIONE,

Dettagli

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA?

Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? Roberto Ciompi VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE FINANZIARIA DELLA TUA IMPRESA? 7+1 suggerimenti per preparare una richiesta di ristrutturazione finanziaria dell impresa. 1 CIOMPI ROBERTO VUOI FARE LA RISTRUTTURAZIONE

Dettagli

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086

24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 24.12.2008 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 54 DELIBERAZIONE 15 dicembre 2008, n. 1086 Approvazione delle modalità di attuazione degli Interventi di garanzia per gli investimenti POR CreO

Dettagli

Le operazioni di indebitamento strutturate con derivati. Nota informativa.

Le operazioni di indebitamento strutturate con derivati. Nota informativa. (si prega di citare il presente protocollo nella risposta) spazio per l etichetta Oggetto: Allegato al Bilancio di Previsione 2014: Le operazioni di indebitamento strutturate con derivati. Nota informativa.

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO 2 CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore - MCC per la presentazione delle

Dettagli

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50%

Anticipo export. 80% del valore della fattura al netto IVA. Può essere in euro o in moneta estera. Fascia A (RT 1-3) 1,50% Anticipo export L anticipo all esportazione rende disponibili all azienda i mezzi finanziari necessari per la predisposizione della fornitura da vendere all estero, oppure reintegrare i mezzi finanziari

Dettagli

BUDGET FINANZA E CONTROLLO

BUDGET FINANZA E CONTROLLO CONTROLLO DI GESTIONE AVANZATO IL BILANCIO: APPROFONDIMENTI E STRUMENTI PRATICI PER NON SPECIALISTI IL CREDITO COMMERCIALE: GESTIONE, SOLLECITO, RECUPERO COME AVVIARE LA CONTABILITÀ INDUSTRIALE CALCOLARE

Dettagli

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi

Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi 1 Agevolazioni finanziarie per le imprese del settore Autotrasporto merci per conto terzi Relatore: Cristiano Vincenzi (cristiano.vincenzi@bancopopolare.it) Responsabile Funzione Finanziamenti Agevolati

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento La carta dei servizi dedicati La carta dei prodotti Gli interventi

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

Programma Cash flow Versione Associazione. [CASH FLOW EASY 5.0 - ]

Programma Cash flow Versione Associazione. [CASH FLOW EASY 5.0 - ] Programma Cash flow Versione Associazione. [CASH FLOW EASY 5.0 - ] Il programma che ti aiuta a pianificare i flussi finanziari in modo semplice, veloce ed intuitivo. La flessibilità di MS Excel senza il

Dettagli

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL

REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALL INTERVENTO DEL FONDO DI GARANZIA A SOSTEGNO E PER LO SVILUPPO DELLE IMPRESE BENEFICIARIE DELLE AGEVOLAZIONI GESTITE DA SVILUPPO ITALIA SPA PAG. PARTE I DEFINIZIONI 2 PARTE

Dettagli

Il Fondo di Garanzia per le PMI

Il Fondo di Garanzia per le PMI Il Fondo di Garanzia per le PMI Sezione Speciale Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per le Pari Opportunità L assistenza alla Sezione Speciale per le Imprese Femminili Silvia Lorenzini

Dettagli

La gestione e la ristrutturazione del debito. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

La gestione e la ristrutturazione del debito. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano La gestione e la ristrutturazione del debito 1 Evoluzione nella gestione del debito: Dalla semplice amministrazione del rimborso del debito, stabilendo piano ammortamento, quote capitale, interessi passivi,

Dettagli

Sulla base dei valori di riferimento indicati sono assegnati alle imprese i seguenti punteggi: A 100% 3 75% < A < 100% 2 0 < A 75% 1

Sulla base dei valori di riferimento indicati sono assegnati alle imprese i seguenti punteggi: A 100% 3 75% < A < 100% 2 0 < A 75% 1 A. Procedura Ordinaria - Modello di valutazione per le imprese in contabilità ordinaria operanti nei settori: industria manifatturiera, edilizia, alberghi (società alberghiere proprietarie dell immobile),

Dettagli

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Legge 662/1996 Il FONDO DI GARANZIA PER LE PMI L intervento pubblico di garanzia sul credito alle piccole e medie imprese LA NORMATIVA IN SINTESI Gestore unico MCC SpA Customer Relations Unit Fondo di

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE A cura di Leopoldo Noventa 1 Che cosa sono? I finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese operanti nella Regione Veneto sono finanziamenti erogati

Dettagli

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature)

(traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Modello A (traccia di business plan da allegare alla domanda in duplice copia e possibilmente senza spillature) Ragione sociale dell impresa o Titolo del progetto imprenditoriale BUSINESS PLAN per l accesso

Dettagli

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING

Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Basilea 2: Vincere insieme la sfida del RATING Il Comitato di Basilea viene istituito nel 1974 dai Governatori delle Banche Centrali dei 10 paesi più industrializzati. Il Comitato non legifera, formula

Dettagli

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese

L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese L intervento pubblico di garanzia per il credito alle piccole e medie imprese Gruppo di Lavoro Fondi Strutturali Torino, 22 Novembre 2013 FOCUS GARANZIA DIRETTA prestata dal Fondo direttamente a favore

Dettagli

CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL

CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI SEGMENTO SMALL 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa La carta dei servizi dedicati I progetti speciali La carta dei prodotti Gli interventi di garanzia

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI FABRIANO E CUPRAMONTANA

CASSA DI RISPARMIO DI FABRIANO E CUPRAMONTANA CASSA DI RISPARMIO DI FABRIANO E CUPRAMONTANA LINEE DI CREDITO * CONTI CORRENTI * PORTAFOGLIO E CONTO ANTICIPI * MUTUO CHIROGRAFARIO * MUTUO FONDIARIO - IPOTECARIO condizioni con decorrenza 01 / 3 / 2015

Dettagli

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo

ReFIMED. Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo ReFIMED Ricerca e finanza d impresa nel Mediterraneo Finanza agevolata Finanza ordinaria e servizi finanziari alle PMI Comunicazione e Sviluppo Commerciale Formazione Sistemi per la Qualità ReFIMED è vicina

Dettagli

STUDIO MARNATI. Commercialisti Revisori legali www.studiomarnati.net STUDIO MARNATI

STUDIO MARNATI. Commercialisti Revisori legali www.studiomarnati.net STUDIO MARNATI Consulenza tributaria, societaria e crisi d impresa Commercialisti Revisori legali www.studiomarnati.net 1 Premesse A partire dal 2008 le mutate condizioni economico finanziarie, che hanno prodotto una

Dettagli

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Segmento Corporate : condizioni indicativamente praticabili per il mese di Novembre 2011 Segmento Retail : condizioni valide dal 01.04.2012 sino al 30.06.2012 SEGMENTO CORPORATE

Dettagli

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari

Chi Siamo. Il nostro obiettivo. www.obiettivamente.eu Obiettivamente S. C. StradaCancelloRotto, 3 70125 Bari Chi Siamo Il progetto Obiettivamente nasce con lo scopo di offrire una pronta risposta alle mutevoli richieste di credito da parte delle imprese, garantendo un servizio di consulenza sempre attento, innovativo

Dettagli

apertura di conto corrente (anche on-line); prestiti personali e aziendali; mutui; POS; fatturazione elettronica; servizi di private banking.

apertura di conto corrente (anche on-line); prestiti personali e aziendali; mutui; POS; fatturazione elettronica; servizi di private banking. Cassa Forense ha sottoscritto con il Gruppo Banca Popolare dell'emilia Romagna, cui fanno parte, oltre a Banca Popolare dell'emilia Romagna, Banca di Ravenna, Banca del Mezzogiorno, Banca della Campania,

Dettagli

Convenzione Confidi Lazio - Banca Popolare del Lazio ALLEGATO FIDI E CONDIZIONI

Convenzione Confidi Lazio - Banca Popolare del Lazio ALLEGATO FIDI E CONDIZIONI Convenzione Confidi Lazio - Banca Popolare del Lazio ALLEGATO FIDI E CONDIZIONI AFFIDAMENTI A REVOCA IMPORT MAX TASSO DI INTERESSE INDICIZZATO Apertura di credito in c/c 100.000,00 Euribor 3 mesi + 5,75

Dettagli

La finanza e l intraprendere

La finanza e l intraprendere Istituto G. Sommeiller La finanza e l intraprendere Torino, 17 aprile 2015 Intervento: Dr. Giancarlo Somà L origine del fabbisogno finanziario Sfasamento del ciclo economico e del ciclo monetario 17 aprile

Dettagli

PMI BASILEA. autodiagnosi aziendale e corso di formazione

PMI BASILEA. autodiagnosi aziendale e corso di formazione PMI BASILEA autodiagnosi aziendale e corso di formazione L attuale contesto di mercato Situazione di scarsa liquidità per le banche commerciali italiane Obbligo per le banche di monitoraggio e di misurazione

Dettagli

legge 6 rinegoziazione mutui

legge 6 rinegoziazione mutui legge 6 rinegoziazione mutui ASSEMBLEA PROVINCIALE GIOVANI ALBERGATORI DEL TRENTINO Comano Terme, 22 aprile 2009 Andrea Corona Responsabile Area Marketing e Relazioni Esterne Confidimpresa Trentino Responsabile

Dettagli

Business Plan Budget & Scostamenti. Analisi di Bilancio Rating Creditizio. Valutazione Aziendale SUITE DI SOFTWARE PROFESSIONALI

Business Plan Budget & Scostamenti. Analisi di Bilancio Rating Creditizio. Valutazione Aziendale SUITE DI SOFTWARE PROFESSIONALI SUITE DI SOFTWARE PROFESSIONALI Business Plan Budget & Scostamenti Analisi di Bilancio Rating Creditizio Valutazione Aziendale adatti anche per la redazione di Piani relativi a: Concordati preventivi Ristrutturazione

Dettagli

SCHEMA DI SINTESI. Rapporto fiduciario

SCHEMA DI SINTESI. Rapporto fiduciario GESTIONED IMPRESA ACCESSO AL CREDITO SOMMARIO SCHEMA DI SINTESI APPROFONDIMENTI ESEMPI FASCICOLO BANCHE COME NUOVO STRUMENTO DI COMUNICAZIONE FINANZIARIA (valutazione del merito creditizio) La crescente

Dettagli

MORATORIA SUL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Sospensione dei debiti verso le banche

MORATORIA SUL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Sospensione dei debiti verso le banche A cura di: Dott. Antonio Fortarezza MORATORIA SUL CREDITO DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Sospensione dei debiti verso le banche Il 3 agosto 2009 il Ministro dell'economia e delle finanze, il Presidente

Dettagli

Regione Liguria. Vademecum BASILEA 2. In collaborazione con

Regione Liguria. Vademecum BASILEA 2. In collaborazione con Regione Liguria Vademecum BASILEA 2 In collaborazione con BASILEA2: RISCHIO O OPPORTUNITÀ IL NUOVO ACCORDO DI BASILEA SUL CAPITALE A GARANZIA DELLA SOLVIBILITÀ DEL SISTEMA BANCARIO INTERNAZIONALE I TRE

Dettagli

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE

IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Agenzia nazionale per l attrazione degli investimenti e lo sviluppo d impresa SpA IL BUSINESS PLAN UNO STRUMENTO PER PIANIFICARE LA PROPRIA IDEA IMPRENDITORIALE Autoimpiego: le misure agevolative e i territori

Dettagli

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI

DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI DIREZIONE CORPORATE CATALOGO PRODOTTI E SERVIZI 1 CREDITAGRI ITALIA AGENDA Presentazione di CreditAgri Italia scpa I Settori d Intervento; La carta dei servizi dedicati; La carta dei prodotti; Gli interventi

Dettagli

RETI DI IMPRESE Il rating e il Bond di Rete. Vincenzo BOLDRINI Direzione Network Emilia Romagna di UniCredit

RETI DI IMPRESE Il rating e il Bond di Rete. Vincenzo BOLDRINI Direzione Network Emilia Romagna di UniCredit RETI DI IMPRESE Il rating e il Bond di Rete Vincenzo BOLDRINI Direzione Network Emilia Romagna di UniCredit Bologna, 3 Aprile 2012 Logiche e contesto La crisi finanziaria dei mercati, evoluta in crisi

Dettagli

Chi siamo. Curriculum

Chi siamo. Curriculum S t u d i o B o c c a s s i n i - C i o c c a Chi siamo EURO-FINANCE Studio Boccassini-Ciocca è una struttura operativa da oltre un decennio ed è composta da Dottori Commercialisti, Avvocati e Consulenti

Dettagli

La nuova Circolare CDP n. 1280 del 27 giugno 2013. Roadshow settembre-novembre 2013

La nuova Circolare CDP n. 1280 del 27 giugno 2013. Roadshow settembre-novembre 2013 La nuova Circolare CDP n. 1280 del 27 giugno 2013 Roadshow settembre-novembre 2013 1 Indice Pag. Scenario di riferimento Enti Locali 3 La nuova Circolare CDP n. 1280 4 Le nuove schede istruttorie 6 Cassa

Dettagli

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,(

*(67,21(,03$77,25*$1,==$7,9,( 3,1,),=,21((21752//2, *(67,21(,0377,25*1,==7,9,( 68//(5,6256(801( 7HVWLPRQLDQ]DGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGD *=DQRQL 0LODQRJLXJQR Struttura del Gruppo Banca Lombarda 6WUXWWXUDGHO*UXSSR%DQFD/RPEDUGDH3LHPRQWHVH

Dettagli

Informativa al pubblico

Informativa al pubblico Informativa al pubblico Terzo pilastro di Basilea 2 al 31 dicembre 2009 Le disposizioni emanate dalla Banca d Italia in applicazione della normativa europea in materia di Convergenza internazionale della

Dettagli

IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa

IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa IL FACTORING: UN PRODOTTO BANCARIO ANTICICLICO Utilità per le imprese e per le banche in un periodo di congiuntura economica negativa Le operazioni di factoring rappresentano un prodotto anticiclico utile

Dettagli

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011. 15 giugno 2011

LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011. 15 giugno 2011 LE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL ACCESSO AL CREDITO DELLE PMI MILANESI EDIZIONE 2011 15 giugno 2011 FINALITA E STANZIAMENTO 2011 Finalità: Agevolare l accesso al credito delle pmi milanesi attraverso l erogazione

Dettagli

Assessorato allo Sviluppo Economico Direzione Cultura Turismo e Sport Servizio Promozione Economica e Turistica

Assessorato allo Sviluppo Economico Direzione Cultura Turismo e Sport Servizio Promozione Economica e Turistica Assessorato allo Sviluppo Economico Direzione Cultura Turismo e Sport Servizio Promozione Economica e Turistica ALLEGATO D.1 BANDO PUBBLICO APERTO RIVOLTO AD IMPRESE OPERANTI NEI SETTORI DELLE TECNOLOGIE

Dettagli

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione.

PEOPLE CARE. Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. La Compagnia Della Rinascita PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si prendono cura dello sviluppo delle RISORSE UMANE della vostra organizzazione. PEOPLE CARE Un equipe di professionisti che si

Dettagli

FINANZA D IMPRESA. G E N O S s.r.l. CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE

FINANZA D IMPRESA. G E N O S s.r.l. CONSULENZA FINANZIARIA INDIPENDENTE Le attività che presiedono al controllo e alla gestione la finanza aziendale richiedono una preparazione approfondita, una attenzione costante al variare le normativa bancarie poste in essere, un continuo

Dettagli

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO FVG Liberi Professionisti OPERATIVITA A BREVE TERMINE I finanziamenti a breve termine sono regolati a tasso variabile, pari all Euribor maggiorato dei seguenti spread: Spread

Dettagli

Fondo di garanzia per le Pmi: le ultime modifiche

Fondo di garanzia per le Pmi: le ultime modifiche Agevolazioni Finanziarie 21 di Pietro Gioja Gioja e associati Fondi di garanzia Fondo di garanzia per le Pmi: le ultime modifiche Numerose le novità introdotte dal Mise e da Banca del Mezzogiorno Mediocredito

Dettagli

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano

Il piano economico-finanziario. Luca Buccoliero Marco Meneguzzo Università Bocconi Milano Il piano economico-finanziario Ruolo e inquadramento dello strumento Il piano economico-finanziario (PEF) costituisce una parte di un più ampio strumento di formalizzazione di un idea imprenditoriale :

Dettagli

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE.

I NOSTRI PRODOTTI E SERVIZI IN CONVENZIONE CON LA CASSA FORENSE. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per tutte le condizioni contrattuali si rinvia ai fogli informativi a disposizione della clientela presso ogni filiale della Banca o sul sito bper.it.

Dettagli

Prestiti Ordinari: La Gestione dei Residui

Prestiti Ordinari: La Gestione dei Residui Prestiti Ordinari: La Gestione dei Residui Roadshow aprile-maggio 2012 Indice CDP e la gestione del debito degli Enti Locali 3 Pag. La gestione dei residui non erogati 8 La trasformazione in prestito flessibile

Dettagli

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria

Pianificazione economico-finanziaria Prof. Ettore Cinque. Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Modelli e tecniche di simulazione economico-finanziaria Bilanci preventivi e piani finanziari perché utilizzarli? Simulazione di scenari e valutazione impatto variabili di business Analisi compatibilità

Dettagli

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI

CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI CONVENZIONE CONFESERCENTI/BNL SCHEDE PRODOTTO E CONDIZIONI Si riportano di seguito le schede prodotto con le relative condizioni economiche dedicate a tutte le Aziende associate a Confesercenti con fatturato

Dettagli

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa

I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA. Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I FINANZIAMENTI PER AVVIARE L IMPRESA Strumenti didattici per l orientamento alla creazione d impresa I finanziamenti per avviare l impresa il sistema bancario L avvio di un attività imprenditoriale richiede

Dettagli

IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE

IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE IL RATING BANCARIO PUÒ MIGLIORARE Un decalogo per l impresa ODCEC Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Macerata e Camerino Confidi Macerata Società Cooperativa per Azioni Possiamo

Dettagli

Imparare è un esperienza, tutto il resto è solo informazione Albert Einstein

Imparare è un esperienza, tutto il resto è solo informazione Albert Einstein Imparare è un esperienza, tutto il resto è solo informazione Albert Einstein! CAPITAL GROUP CAPITAL INSURANCE AGENCY CAPITAL BROKER kartilia Engineering Systems and Solutions LA REALE MISSIONE E VISIONE

Dettagli

servizi finanziari schede di prodotto

servizi finanziari schede di prodotto servizi finanziari schede di prodotto aumento di capitale sociale p. 03 socio sovventore p. 05 consolidamento indebitamento a breve termine p. 07 liquidità p. 09 sostegno agli investimenti p. 15 finanziamento

Dettagli

Dato il consolidato rapporto tra le due Associazioni, ai Soci ANDAF verrà applicata una tariffa agevolata (-10%).

Dato il consolidato rapporto tra le due Associazioni, ai Soci ANDAF verrà applicata una tariffa agevolata (-10%). Associazione Nazionale Direttori Amministrativi e Finanziari IL SEGRETARIO GENERALE A TUTTI I SOCI Milano, 14 settembre 2011 MM/dg Caro Socio, Le allego la brochure dei due Corsi di Formazione in Finanza

Dettagli

L impatto in bilancio delle operazioni di ristrutturazione

L impatto in bilancio delle operazioni di ristrutturazione L impatto in bilancio delle operazioni di ristrutturazione Alberto Tron Presidente Comitato Financial Reporting Standards ANDAF Crisi di impresa e informazione finanziaria: scenario di riferimento In questi

Dettagli

Principali indici di bilancio

Principali indici di bilancio Principali indici di bilancio Descrizione Il processo di valutazione del merito creditizio tiene conto di una serie di indici economici e patrimoniali. L analisi deve sempre essere effettuata su un arco

Dettagli

SOLUZIONI FINANZIARIE SERVIZI E STRUMENTI FINANZIARI PER I TUOI CLIENTI

SOLUZIONI FINANZIARIE SERVIZI E STRUMENTI FINANZIARI PER I TUOI CLIENTI SOLUZIONI FINANZIARIE PER L IMPRESA SERVIZI E STRUMENTI FINANZIARI PER I TUOI CLIENTI Chi siamo CREAFIN è una Società di Consulenza per la Finanza d Impresa e servizi di Mediazione Creditizia. Nasce dall

Dettagli

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO

BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO OPERATIVITÀ A MEDIO/LUNGO TERMINE FINANZIAMENTI PER CONSOLIDAMENTO DI PASSIVITÀ A BREVE TERMINE Finalità: favorire il rafforzamento della struttura finanziaria aziendale attraverso la concessione di finanziamenti

Dettagli

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI E GLI STRUMENTI DERIVATI

LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI E GLI STRUMENTI DERIVATI LA GESTIONE DEI RISCHI FINANZIARI E GLI STRUMENTI DERIVATI Eurco S.p.A. Milano, 01 Aprile 2008 Agenda Coperture Strumenti Derivati: utilizzo improprio e problematiche diffuse Eurco e il mercato dei derivati

Dettagli

LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE DA PARTE DELLE BANCHE

LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE DA PARTE DELLE BANCHE LA VALUTAZIONE DELLE AZIENDE DA PARTE DELLE BANCHE Il controllo del rischio di credito da parte della banca si realizza, in primo luogo, in un opportuna strutturazione della procedura di indagine da seguire

Dettagli

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio

Rendimento del capitale investito e costo delle risorse finanziarie. Cenni funzionali sui principi legislativi e ragionieristici del bilancio Le Novità del Credito: corso di aggiornamento Obiettivi Fornire una visione sistematica e completa dell'operatività creditizia, aggiornata alle piu recenti novita (I.A.S., riforma societaria, riforma diritto

Dettagli

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI

PARTE VI CRITERI DI VALUTAZIONE ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI ALLEGATO PARTE VI ECONOMICO-FINANZIARIA DELLE IMPRESE PER L AMMISSIONE DELLE OPERAZIONI Si esplicitano i criteri adottati, in via generale, dal Gestore per la presentazione delle proposte di delibera al

Dettagli