Introduzione al mercato dei capitali. Econofisica AA 2008/2009

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Introduzione al mercato dei capitali. Econofisica AA 2008/2009"

Transcript

1 Introduzione al mercato dei capitali Econofisica AA 2008/2009

2 Obiettivi del corso Presentare le ipotesi su cui si regge il mercato finanziario; Definire alcuni strumenti che compongono il mercato finanziario; Introdurre alla valutazione e alla gestione di questi strumenti.

3 Argomenti del corso Introduzione al mercato dei capitali La modellizzazione dei dati finanziari Opzioni su azioni ed indici I tassi d interesse e ( derivati sui tassi?) Frontiera efficiente e risk management

4 Esami Gli esami avranno una parte scritta da fare a casa che si ispira agli esercizi svolti in classe DOMANDA: volete portare il vostro portatile o preferite usare l'aula informatica? una parte orale di discussione per verificare la comprensione

5 Testi Le trasparenze NON bastano. Testi consigliati sono: J.C. Hull Options, Futures, and Other Derivatives R. N. Mantegna, H. E. Stanley An Introduction to Econophysics J.-P. Bouchard, M. Potters Theory of Finantial Risks

6 Link utili Wilmott forum Nuclearphinance

7 Programmi utili Octave (clone open source di matlab) R (clone open source di S) Openoffice (clone open source di Office)

8 Introduzione all econofisica Cosa accomuna l economia alla fisica (I)? Grande numero di individui organizzati in sistemi dinamici, volatili, complessi sensibili a vincoli ambientali esterni che evolvono secondo una struttura interna generata dalle relazioni tra individui membri del sistema

9 Introduzione all econofisica Cosa accomuna l economia alla fisica (II)? L approccio sintetico microanalitico. La comprensione del sistema nella sua globalità e dell effetto sul comportamento globale delle singole parti costituenti e delle loro interrelazioni

10 Introduzione all econofisica Alcuni concetti portati dalla fisica all economia Le leggi della natura governano i mercati I valori relativi dei beni materiali sono governati da una legge di equilibrio

11 Introduzione all'econofisica CAVEAT EMPTOR! Un allibratore chiede ad un'ingegnere, ad un fisico ed ad un matematico una formula per calcolare quale cavallo vincerà una corsa. Dopo un pò di tempo i tre tornano indietro coi risultati. L'ingegnere dice Il problema è troppo complesso, non si può risolvere. Il matematico dice ho dimostrato che la soluzione è unica. Il fisico dice ho risolto tutto nell'approssimazione di cavallo sferico

12 Orientarsi nel mondo della finanza Perché il sistema finanziario? Come è fatto il sistema? Quali sono gli strumenti? Quali sono le possibili posizioni?

13 Il ruolo del sistema finanziario Motivazione (I) Permettere lo scambio di contratti e servizi con lo scopo di desincronizzare i flussi in entrata e i flussi in uscita degli agenti finanziari 7 Income Consumption 0 Row 5 Row 6 Row 7 Row 8 Row 9 Row 10 Row 11 Row 12 Row 13 Row 14

14 Il ruolo del sistema finanziario Motivazione (II) Perchè desincronizzare? I flussi in entrata sono discreti (es. stipendio) I flussi in uscita sono continui (es. alimentazione) I flussi in uscita devono garantire uno standard della qualità di vita verosimilmente costante anche quando i flussi in uscita sono scarsi e/o nulli

15 Il ruolo del sistema finanziario Le dimensioni (I) Dimensione tempo Gli strumenti del sistema finanziario per desincronizzare i flussi di un agente devono far coincidere quelli dei diversi agenti in termini di Quantità Scadenze Liquidità Domanda = Offerta

16 Il ruolo del sistema finanziario Le dimensioni (II) Dimensione rischio Incertezza del futuro Desiderio di garantirsi un livello di consumption costante Gli strumenti del sistema finanziario devono garantire Diversificazione per ridurre il rischio Assicurazione, fornendo strumenti di copertura dai rischi impliciti in altri strumenti Domanda = Offerta & Completezza del mercato

17 Gli strumenti (1) : il denaro Il denaro sostituisce i vari beni e servizi sottostanti in uno scambio (sistema dei prezzi), facilitando gli scambi immediati Il denaro facilita la gestione delle promesse nel tempo: pagare oggi per avere poi, avere oggi per pagare poi, accordarsi oggi su un prezzo futuro per uno scambio futuro C e un prezzo per il tempo che passa: un uovo oggi (certo) vale più di un uovo domani (inutilizzabile oggi e a volte incerto)

18 I flussi di denaro nel mondo della finanza Banche commerciali e di investimento prestiti Mercati finanziari tasso ufficiale di sconto, moneta, obbligazioni statali Tesoro, Banca Centrale (BCE, FED) depositi Famiglie e Imprese (Società) Assicurazioni obbligazioni di società azioni

19 Le sorgenti di finanziamento per le famiglie Una famiglia chiede denaro a: Prestiti Personali (individui) Banche commerciali (e società di credito personale) Es.: una famiglia vuole una casa nuova che costa 100, che non ha. Può però contare su un reddito costante di 10 all anno, che in parte consuma. Chiede ad altre persone (parenti, amici) Chiede ad una banca un mutuo: un prestito di 100 al 5% annuo (composto), dopo 20 anni ripaga prestito e interessi (usando come garanzia sul debito un ipoteca sulla stessa casa) Es.: un individuo vuole un oggetto che costa 10, che ora non ha. Può usare una carta di credito e pagare a fine mese con gli interessi

20 Le sorgenti di finanziamento per le imprese Una impresa chiede denaro a: Banche commerciali Mercato obbligazionario Mercato azionario Es.: un impresa vuole uno stabilimento che costa 100 e rende 20 all anno, ma non ha 100. Senza il prestito non potrebbe crescere. Chiede ad una banca un prestito di 100 al 5% annuo (non composto), dopo 20 anni ripaga prestito e interessi ( ) e va in utile Emette un obbligazione: valore 100, cedola 10, scadenza 10 anni Divide il suo capitale in azioni (appartenenti ai proprietari), poi aumenta il capitale emettendo altre azioni sul mercato

21 Le assicurazioni e l incertezza (rischio) Garantirsi da una spesa incerta futura con una spesa certa immediata Assicurazioni Es.: un individuo vuole garantirsi dalla possibilità di subire un danno Stipula con un assicurazione una polizza danni pagando subito un premio. Se il danno non si verifica, perde il premio. Se il danno si verifica, perde il premio ma non paga il danno Es.: un individuo vuole garantirsi una pensione certa tra 20 anni Stipula con un assicurazione una polizza vita (caso vita). Paga subito un premio e tra 20 anni comincerà a ricevere pagamenti periodici fino alla sua morte. L assicurazione investe il premio nel mercato obbligazionario La più grossa struttura assicurativa in Italia e l INPS:

22 Le banche commerciali Hanno come clienti famiglie e imprese Raccolgono capitali sotto forma di depositi Distribuiscono capitali sotto forma di prestiti Lucrano sulla differenza di interessi tra depositi e prestiti Lucrano sulle commissioni e sui servizi (tenuta conto corrente e conto titoli, Bancomat, cambi, bonifici, distribuzioni prodotti finanziari) Nel dopoguerra in Italia è stata creata una banca industriale, Mediobanca, per il finanzamento a medio termine alle sole imprese. Le altre banche dovevano essere solo commerciali.

23 Le banche di investimento (o d affari o merchant bank ) (2007/8) Non hanno sportelli, non si basano su depositi/prestiti assistono le società nella quotazione in borsa allocano le obbligazioni per una società (underwriting) seguono le procedure di fusione e acquisizione (M&A) organizzano transazioni OTC di obbligazioni e derivati fanno compravendita di titoli (azioni) per proprio conto progettano nuovi strumenti finanziari (derivati) I giganti storici americani: Merril Lynch, Morgan Stanley, Salomon Brothers, Goldman Sachs, Lehman. Negli USA le banche commerciali e di investimento erano separate (Glass-Steagall). In Italia, Mediobanca aveva anche funzioni di merchant bank. Ora le banche di investimento sono molte.

24 Le banche di investimento (o d affari o merchant bank ) (2009) Non hanno sportelli, non si basano su depositi/prestiti assistono le società nella quotazione in borsa allocano le obbligazioni per una società (underwriting) seguono le procedure di fusione e acquisizione (M&A) organizzano transazioni OTC di obbligazioni e derivati fanno compravendita di titoli (azioni) per proprio conto progettano nuovi strumenti finanziari (derivati) I giganti storici americani: Merril Lynch ( in BoA), Morgan Stanley (traditional), Goldman Sachs (traditional), Lehman (fallita 600G$). In Italia, Mediobanca aveva anche funzioni di merchant bank. Ora le banche di investimento sono molte.

25 Le banche centrali (1) Immettono o distruggono moneta Prestano alle altre banche (tasso ufficiale di sconto) Emettono (e ricomprano) obbligazioni statali a varie scadenze per conto del governo, definendo la struttura del debito pubblico Nei sistemi occidentali sono indipendenti dal governo ma non possono rifiutare l emissione di obbligazioni (debito pubblico)

26 Le banche centrali (2) Strumenti monetari delle banche centrali Tassi bassi a breve (o immissione di moneta) facilità di credito, espansione e riduzione della disoccupazione Tassi alti a breve: contrazione e riduzione dell inflazione Come fanno? Main refinancing rate (federal fund rate): Marginal lending rate Deposit rate Prezzi delle obbligazioni a scadenze lunghe (cedole): controllo sul costo dei mutui per le famiglie e su parte dei debiti delle imprese con Open Market Operations

27 Banche centrali (3) Sistema europeo (BCE +Banche Centrali Nazionali) Obiettivo: stabilità dei prezzi.

28 Banche centrali (4) Sistema americano FED (Board of Governors + 12 Federal Reserve Banks) Obiettivi: stabilità dei prezzi, crescita

29 Gli strumenti (1) Alcuni esempi Comparto Equity Azioni Indici azionari Fondi azionari ed ETF Futures su Opzioni su

30 Gli strumenti (2) Alcuni esempi Comparto Interest (obbligazione governative) Zero Coupon Obbligazioni a tasso fisso (Fixed Income) Obbligazioni a tasso variabile (Floating) Titoli indicizzati semplici Titoli indicizzati complessi Futures su Opzioni su Interest rate swap

31 Gli strumenti (3) Alcuni esempi Comparto Credit Obbligazioni corporate Credit linked notes Derivati sul credito Credit Default Swap

32 Gli strumenti (4) Comparto Currency Futures su Opzioni su Currency swap Comparto commodity Commodity fisica Futures su Opzioni su Commodity swap ETC

33 Lo strumento finanziario del prestito: l obbligazione La forma più semplice niente cedole= =zero coupon bond Comprare un obbligazione significa: prestare C 0 all interesse istantaneo r per un tempo T per ottenere alla fine C T =C 0 e r T C 0 Es.: i BOT al 10%: si presta 90.5 per 1Y riavere 100 a scadenza

34 Lo strumento finanziario della proprietà: l azione (1) Un azione (stock) conferisce un diritto di proprietà su di una società (condiviso con gli altri azionisti) Si può partecipare alla gestione dell impresa, durante le assemblee dei soci

35 Lo strumento finanziario della proprietà: l azione (2) Se l impresa fallisce per debiti, non si risponde con il proprio capitale: un azione non può avere valore negativo Sono un contratto anonimo (indicato solo il nome della società emittente ed il valore nominale)

36 Lo strumento finanziario della proprietà: l azione (3) I soci di una società versano un capitale ed emettono titoli di proprietà (azioni) che rappresentano frazioni di capitale (valore nominale) La società investe il capitale e fa utili L assemblea dei soci decide quale parte di questi utili è reinvestita e quale parte è distribuita ai soci come dividendo sull azione

37 Lo strumento finanziario della proprietà: l azione (4) I dividendi ed il valore di un azione Le azioni sono come obbligazioni con cedole incerte Le azioni hanno anche un valore intrinseco: il prezzo di un azione riflette le aspettative sugli utili futuri. Anche non distribuendo dividendi una società in crescita può remunerare i soci col valore crescente delle sue azioni.

38 Gli indici azionari (1) Esempio: In un mercato ci sono 2 diverse azioni scambiate, S 1 e S 2. S 1 ha valore nominale 10 e ce ne sono 15, solo 8 sono però mediamente comprabili S 2 ha valore nominale 20 e ce ne sono 25, solo 10 sono mediamente comprabili Nel mercato c è quindi un valore nominale di 15*10+25*20=650

39 Gli indici azionari (2) Il valore di mercato di S 1 e S 2 cambia nel tempo t Si può formare degli indici media pesata dei prezzi del mercato capitalization-weighed o market valueweighed come NASDAQ e CAC40 I(t)=(150/650) S 1 (t)+(500/650) S 2 (t) price-weigthed come DJIA I t =S 1 t S 2 t Nota: non tengono conto di split, merge,delisting

40 Gli indici azionari (3) Esempi il MIB30 è l indice azionario della Borsa Italiana costruito con i 30 titoli a maggiore capitalizzazione S&P MIB è l'indice dei principali 40 titoli dal 20/09/2003 che è circa market-value La loro composizione viene periodicamente aggiornata. Gli indici possono essere a volte scambiati come azioni (ETF)

41 Formazione dei mercati finanziari (1) Un obbligazione (bond) comprata direttamente da una società (corporate bond) o dal Governo (government bond) può essere rivenduta a terzi. Si crea così un mercato obbligazionario. L obbligazione potrà passare di mano fino al suo rimborso.

42 Formazione dei mercati finanziari (2) Un azione (stock) comprata direttamente da una società può essere rivenduta a terzi. Si crea così un mercato azionario. L azione potrà passare di mano fino allo scioglimento dell impresa o al ritiro dell azione stessa.

43 Formazione dei mercati finanziari (3) Un obbligazione, come un azione, oltre al suo valore ha quindi un prezzo di mercato, che varia continuamente Esistono per le obbligazioni e le azioni dei mercati regolamentati: le borse valori. Obbligazioni e azioni scambiate fuori da questi mercati sono dette essere scambiate over the counter (OTC), cioè sul banco

44 Le borse azionarie (stock exchange) Una borsa valori è di solito una società privata Opera come intermediario negli scambi di azioni o obbligazioni (ma anche contratti su beni o contratti derivati). Cerca di trovare compratori per ogni offerta e venditori per ogni richiesta. Una compravendita in borsa non è in realtà fatta tra un compratore ed un venditore, ma tra compratore e borsa e tra venditore e borsa Forma i prezzi da domanda e offerta e li rende pubblici. Fa in modo che tutti gli scambi avvengano in maniera regolare, garantendo che i contratti siano onorati La Borsa di Milano è controllata da banche italiane: tratta azioni, obbligazioni, future e opzioni

45 Il forward L archetipo del contratto derivato moderno E un contratto finanziario basato sullo scambio di un bene sottostante che è anche oggetto di trattazione su un mercato. E quindi un contratto derivato. E' trattato OTC. Al tempo t=0 ci si scambia una promessa. Al tempo t=t si scambia del denaro per il bene. E quindi un contratto a termine.

46 Future, Opzioni e Swap Trattati in un mercato regolamentato Future: è l'obbligo di comprare/vendere un certo asset ad un certo prezzo in un certa data Opzione: è la possibilità di comprare/vendere un certo asset ad un certo prezzo in un certa data Swap: è l'obbligo di scambiare due flussi di cassa in una certa data

47 Altri mercati finanziari Mercati per le obbligazioni Le borse merci (CME) Le borse future (CBOT, LIFFE) Le borse per le opzioni (CBOE) Chicago Board of Trade Chicago Board Option Exchange In italia i derivati vengono trattati all'idem

48 Trattative: la formazione dei prezzi Quali sono i modi per determinare un prezzo? Quali sono i modi per attribuire il costo di ingresso in un contratto? 1. Mano invisibile: sporchi, maledetti e subito. 2. Aspettazione: entra in gioco un futuro incerto. 3. Arbitraggio: il mare è pieno di squali.

49 La mano invisibile Un bene è scambiato in un mercato, dove è trattato in denaro. Domande ed offerte si incontrano, e formano un prezzo. Questo prezzo può variare nel tempo, ma in ogni istante è il miglior prezzo possibile (per es. perché tutte le informazioni sul bene ottenibili in quell istante sono contenute nel prezzo: ipotesi del mercato efficiente di E.Fama). E come se una mano invisibile regolasse il mercato, che nonostante fluttui, trova istante per istante il prezzo più corretto Il mercato sceglie anche i tassi di interesse per le varie scadenze

50 Aspettazione (1) Alice propone a Bob di lanciare una moneta. Se viene testa Alice dà 1 a Bob Se viene croce non gli dà nulla Alice non vuole né perdere né vincere con B (gioco equo). Quanto deve far pagare Alice una puntata a Bob nell incertezza del futuro?

51 Aspettazione (2) Soluzione: Alice e Bob si aspettano che in media Bob vinca la metà delle volte (dopo 1000 turni Bob avrà vinto circa 500). trovano giusto che B paghi 1/2 per ogni turno (dopo 1000 turni avrà Alice avuto 500 ed avrà pagato circa 500). Se non si usa questo prezzo, alla lunga uno dei due si arricchirà a spese dell altro.

52 Aspettazione (3) E il ragionamento che usano le assicurazioni per trovare il premio da far pagare all assicurato. E un ragionamento che funziona in un rapporto uno a molti, o per transazioni tra A e B ripetute molte volte

53 L arbitraggio (1) vendere quello che costa troppo (anche se non lo si ha), comprare quello che costa troppo poco (anche se si devono prendere a prestito i soldi), (senza mai metterci soldi propri). e mettersi ad aspettare sul bordo del fiume. SENZA RISCHIO

54 L arbitraggio (2) vendere oggi a tanto (anche quello che non si ha, ossia vendere allo scoperto) incassando oggi consegnando il bene domani a meno l operatore assume oggi una posizione corta (short) è un operazioni a pronti

55 L arbitraggio (3) comprare a poco pagando oggi ricevendo il bene oggi vendeno domani a tanto l operatore assume oggi una posizione lunga (long). è un operazioni a pronti.

56 Prezzare un forward (1) Contratto di vendita: Alice si accorda con Bob per vendere 1 tonnellata di grano, tra 1 anno da oggi. Il prezzo del grano è deciso oggi a t=0, lo scambio denaro-grano avviene tra 1 anno a T=1Y. Problema: qual'è il giusto prezzo P del forward?

57 Prezzare un forward (2) Il costo attuale del grano è S 0 =100. Se il prezzo forward è 100 le possibili posizioni fra un anno sono: prezzo grano stipulato oggi prezzo grano tra 1 anno posizione di Alice posizione di Bob

58 Prezzare un forward (3) Le due parti sono incerte nella stessa maniera circa il prezzo del grano nel futuro. Ognuna delle due parti vuole difendersi (coprirsi) dal rischio di variazioni sfavorevoli a se stessa del prezzo del grano. Entrando nel contratto di acquisto o vendita, ognuna delle due parti accetta lo stesso rischio dell altra, in maniera simmetrica.

59 Prezzare un forward (4) Il contratto è una compravendita di merce L ingresso nel forward (=la promessa) costa zero Il prezzo del grano ad un anno (S T prezzo forward) non è zero ma non è conosciuto mentre il prezzo attuale è (S 0 prezzo spot) conosciuto

60 Prezzare un forward (5) Soluzione al problema del forward. niente costi S 0 è il prezzo del grano ora a t=0 r è il tasso d interesse (comune a tutti) T è il tempo alla scadenza il prezzo forward del grano è F =S 0 e r T Cosa succederebbe con altri valori?

61 Prezzare un forward (6) Strategie di arbitraggio: troppo Se l'aquirente Bob quota il forward a F+E, allora il venditore Alice vende a Bob un forward al prezzo F+E (va short), prende in prestito S 0 al tasso r (dovrà rendere S 0 e rt ), compra con S 0 subito il grano (va long). Dopo un anno Alice consegna a Bob il grano, riceve S 0 e rt +E da Bob, rimborsa con S 0 e rt il prestito ricevuto, lucra E.

62 Prezzare un forward (7) Strategie di arbitraggio: poco Se l'aquirente Bob quota il forward a F-E, allora il venditore Alice diventa aquirente compra da Bob un forward al prezzo F-E, vende subito il grano a S 0 con consegna fra 1 anno, (sempre possibile?) investe S 0 al tasso r. Dopo un anno Alice riceve S 0 e rt, compra da Bob a F-E=S 0 e rt -E il grano, consegna il grano, lucra E.

63 Prezzare un forward (8) Note sull'arbitraggio Deve essere possibile la vendita allo scoperto. Altrimenti si può prendere in prestito del grano o magari lo si ha già: questo non è legato ad un tasso di interesse (es.: azioni)

64 Prezzare un forward (9) Note sull'arbitraggio Se non è possibile la vendita allo scoperto basta che il sottostante asset sia considerato da molti come oggetto di investimento e che quindi ci siano delle persone che lo abbiano e lo possano vendere e poi vogliano ricomprarlo. Se non vale neanche ciò F S 0 e r T

65 Prezzare un forward (9) Note sull'arbitraggio Se è Alice a fare la quotazione sbagliata, Bob può seguire le stesse strategie. Se esistono dei prezzi sbagliati, gli arbitraggisti le sfrutteranno: porteranno così i prezzi alla condizione ottimale di assenza di possibiltà di arbitraggio. L arbitraggio è senza rischio

66 Prezzare un future (1) Il future è un forward che può essere comprato e venduto in un mercato regolamentato, con maggiore sicurezza del forward (sistema dei margini e leva finanziaria) E scambiato dal 1848 al Chicago Board of Trade.

67 Prezzare un future (2) copertura dal rischio e speculazione Inventato durante la guerra civile americana, per bloccare il prezzo delle provvigioni all esercito (copertura) Verso la fine della guerra, si svilupparono delle scommesse direzionali (speculazione) Corner e contromisure Margini

68 Prezzare un future (3) Il sottostante può essere merce o bene finanziario Future su grano, metalli Future su obbligazioni (BTP, T-bond, Bund) Future su indici di borsa (FIB30,miniFIB) Future su valute Future sui tassi di interesse (eurodollari) Si vedranno derivati su derivati: opzioni su future su btp

69 Prezzare un future (4) Il margine Compriamo 1 future su oro (100 once) per l'acquisto a 400 $/oncia il valore del contratto è $ dobbiamo depositare 2000$ di margine (initial margin), una specie di deposito cauzionale

70 Prezzare un future (5) Il margine il prezzo del'oro scende a 397 $/oncia abbiamo perso 3*100$ il margine è ora 1700$ (marking to market) poiché i 300$ vengono dati a chi è short analogamente se l'oro sale

71 Prezzare un future (6) Qual'è il prezzo di un future alla sua creazione? Approsimativamente quello di un forward ma se il sottostante è fortemente correlato con il tasso r che varia nel tempo allora chi è long guadagna due volte se il prezzo sale: guadagna dal margine che gli viene dato guadagna dagli interessi sul margine Più attrattivo del forward => più caro

72 Prezzare un future (7) Qual'è il prezzo di un future dopo la sua creazione? Dall'esempio fatto sui margini si vede che approsimativamente vale la differenza fra il prezzo attuale ed il prezzo concordato all'atto della sua creazione.

73 Derivati e Risk Management (1) Tre tipi di uso del future Copertura (hedging) contro le oscillazioni in salita o discesa del sottostante: copertura avversione al rischio Sfruttare le possibilità di arbitraggio (arbitrage) sul disallineamento dei prezzi nel tempo: indifferenza al rischio Scommesse (speculate) direzionali con leva finanziaria (leverage). Si può speculare su grandi quantità di sottostante senza possederlo: assunzione di rischio

74 Swap (1) Vediamo un Interest Rate Swap (IRS). Alice (propenso al rischio) vuole indebitarsi a tasso variabile. Gli fanno 12% fisso o Libor+1% variabile. Bob (contrario al rischio) vuole indebitarsi a tasso fisso. Gli fanno 14% fisso o Libor+2% variabile ( ergo meno affidabile di Alice!). Vogliono tutti e due lo stesso prestito P. LIBOR= London Interbank Offered Rate

75 Swap (2) Entrando nello swap, Alice prende a prestito sul mercato P al 12% che presta a Bob al 13%, prende a prestito da Bob P a Libor+1.5%. Bob prende a prestito P sul mercato a Libor+2%, riceve in prestito da Alice P al 13% e presta P ad Alice a Libor+1.5%. Alla scadenza Alice ottiene P a Libor+0.5 (-12%+13%-Libor-1.5%) e Bob ottiene P al 13.50% (-Libor-2%-13%+Libor+1.5%)

76 Swap (3) Si scambia solo l interesse da pagare su un debito, non il capitale. Chi paga a tasso fisso pagherà a tasso variabile e viceversa. Tutt e due le parti ricavano vantaggio. Costo d ingresso zero, tasso fisso detto swap rate. Problema: qual'è il prezzo di un contratto IRS dopo che è stato firmato?

77 Prezzare un opzione.. (1) Vendita di una CALL europea: Alice si accorda con Bob per avere il diritto di comprare 1 azione che oggi vale S tra T=1 anno da oggi ad un prezzo K (strike) (anche molto diverso da S) Alice compra un diritto, non una merce: potrà comprare ma, se vuole, potrà anche non comprare. Paga un prezzo per questo diritto il premio C dell opzione.

78 Prezzare un opzione.. (2) Vendita di una CALL europea: Alice si accorda con Bob per avere il diritto di comprare 1 azione che oggi vale S tra T=1 anno da oggi ad un prezzo K (strike) Problema: qual'è il giusto prezzo c della CALL?

79 Prezzare un'opzione.. (3) Il costo attuale del'azione è S 0 =100. Lo strike K=120. Le possibili posizioni fra un anno sono: prezzo oggi prezzo fra un anno posizione di Alice posizione di Bob c -c c-30 c

80 Prezzare un opzione.. (4) Le due parti sono incerte nella stessa maniera circa il prezzo dell'azione. Entrando nel contratto di acquisto o vendita, le due parti non hanno lo stesso rischio, la posizione è asimmetrica: il possibile guadagno di Alice è illimitato mentre la perdita è limitata (per Bob è l'opposto). Per questo il prezzo è più difficile da ottenere però...

81 Prezzare un'opzione.. (5) Strategie di arbitraggio: troppo Se il venditore Bob quota l'opzione a c > S 0, allora Alice diventa venditore compra un'azione a S 0, vende una call a c ottenendo c-s 0. Dopo un anno Alice se S T > K, consegna l'azione e guadagna K+(c- S 0 )>K se S T < K, vende l'azione a S T e guadagna S T +(c-s 0 )>0

82 Prezzare un'opzione.. (6) Strategie di arbitraggio: poco Se l'opzione quota a c < S 0 -K exp(- r T), allora l'aquirente Alice compra da Bob una call a c, vende subito l'azione a S 0 con consegna fra 1 anno, investe S 0 -c al tasso r. Dopo un anno Alice riceve (S 0 -c) e rt, se S T <K il portafoglio vale (S 0 -c) e rt -S T >K-S T >0 se S T >K il portafoglio vale (S 0 -c) e rt +(S T -K)-S T >0

83 Prezzare un'opzione.. (7) Poco in un altro modo Compariamo i due portafogli A) 1 call e contanti per K exp(-rt), B) 1 azione Dopo un'anno B) vale S T, il valore del'azione a T A) vale max( S T,K) perché i contanti investiti sono diventati K se S T <K il portafoglio vale solo K se S T >K il portafoglio vale S T >K Quindi c+k exp(-r T) S 0

84 Prezzare un opzione.. (8) Vendita di una PUT europea: Alice si accorda con Bob per avere il diritto di vendere 1 azione che oggi vale S tra T=1 anno da oggi ad un prezzo K (strike) Problema: qual'è il giusto prezzo p della PUT?

85 Prezzare un'opzione.. (9) Poco di una PUT Compariamo i due portafogli C) 1 put e lunghi di 1 azione, D) contanti per K exp(-rt) Dopo un'anno D) vale K C) vale max( S T,K) perché se S T <K esercito la put ed il portafoglio vale K se S T >K non esercito la put ed il portafoglio vale S T >K Quindi p+s 0 K exp(-r T)

86 Prezzare un'opzione.. (10) Esercizio: prezzo minimo di una PUT Mostrare che p K exp(-r T)

87 Prezzare un'opzione.. (11) PUT-CALL parity I due portafogli A) 1 call e contanti per K exp(-rt), C) 1 put e lunghi di 1 azione, Dopo un'anno valgono max( S T,K) Quindi p+s 0 = c+ K exp(-r T) ESEMPIO FONDAMENTALE DELLA TECNICA DEL PORTAFOGLIO DI REPLICA!

88 Prezzare altri derivati (1) Esempio fondamentale per il portafoglio di replica Nel 1986 la Standard Oil emise dei bond strutturato: alla scadenza ripagava il capitale senza intersessi più 0,17 *min( max( 0, P -25$), 15$) dove P è il Prezzo del barile alla scadenza. Domanda: qual'e' il prezzo?

89 Prezzare altri derivati (2) Esempio fondamentale per il portafoglio di replica Il prezzo? Usiamo il portafoglio di replica Il payoff dell'obbligazione si può replicare con 1) zero coupon bond con r=0 2) lungo su 0.17 call sul barile con strike a K=25$ 3) corto su 0,17 call sul barile con strike a K=40$

90 Prezzare altri derivati (3) Esempio interessante GEITHNER PUT (2009) Step 1: If a bank has a pool of residential mortgages with $100 face value that it is seeking to divest, the bank would approach the FDIC (Federal Deposit Insurance Corporation) Step 2: The FDIC would determine, according to the above process, that they would be willing to leverage the pool at a 6-to-1 debt-to-equity ratio (non recourse loan). Step 3: The pool would then be auctioned by the FDIC. The highest bid K from the private sector would be the winner and would form a Public-Private Investment Fund to purchase the pool of mortgages.

91 Prezzare altri derivati (4) Esempio interessante GEITHNER PUT (2009) Step 4: Of this K purchase price, the FDIC would provide guarantees for 6/7*K of financing, leaving K/7 of equity. Step 5: The Treasury would then provide 50% of the equity funding required on a side-by-side basis with the investor. Step 6: The private investor would then manage the servicing of the asset pool and the timing of its disposition on an ongoing basis using asset managers approved and subject to oversight by the FDIC.

92 Prezzare altri derivati (5) Esempio interessante GEITHNER PUT (2009) Le parole chiavi sono non recourse loan ossia non ripagabile... Il precedente processo è equivalente per l'investitore privato ad un guadagno di E= S K S K 1 K S K S 7 E=S K 6 K S K S =S K 6 Put K 7 7 se si assume per semplicita' che nel caso di perdite queste vengano divise equamente fra presito ed investimento.

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo

I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo I Futures: copertura del rischio finanziario e strumento speculativo Luca Cappellina GRETA, Venezia Che cosa sono i futures. Il futures è un contratto che impegna ad acquistare o vendere, ad una data futura,

Dettagli

FORWARD RATE AGREEMENT

FORWARD RATE AGREEMENT FORWARD RATE AGREEMENT FLAVIO ANGELINI. Definizioni In generale, un contratto a termine o forward permette una compravendita di una certa quantità di un bene differita a una data futura a un prezzo fissato

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

I principali prodotti derivati. Elementi informativi di base. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore I principali prodotti derivati Elementi informativi di base Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice I - Premessa 3 II - Cosa sono i prodotti derivati 4 III - I principali prodotti

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni

Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Modelli Binomiali per la valutazione di opzioni Rosa Maria Mininni a.a. 2014-2015 1 Introduzione ai modelli binomiali La valutazione degli strumenti finanziari derivati e, in particolare, la valutazione

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati

INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI. 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati INFORMAZIONI SULLA NATURA E SUI RISCHI DEGLI STRUMENTI E DEI PRODOTTI FINANZIARI 1.1. Le tipologie di prodotti e strumenti finanziari trattati 1.1.1. I titoli di capitale Acquistando titoli di capitale

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Corso di Matematica finanziaria

Corso di Matematica finanziaria Corso di Matematica finanziaria modulo "Fondamenti della valutazione finanziaria" Eserciziario di Matematica finanziaria Università degli studi Roma Tre 2 Esercizi dal corso di Matematica finanziaria,

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Edizione 20141015 Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

DOCUMENTI INFORMATIVI

DOCUMENTI INFORMATIVI Sede sociale: Cortona, Via Guelfa, 4 Iscritta all albo delle Banche al n. matr. 506.6.0 Capitale sociale e riserve al 31/12/2013 32.044.372,37 i.v. Numero di iscrizione al Registro delle Imprese di AREZZO

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA ECONOMIA E FINANZA IL TRADING DI STRUMENTI DERIVATI. RELAZIONE DI STAGE PRESSO LA T4T. RELATORE: CH.MO PROF.

Dettagli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli

Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari. Operativitàin derivati. Marialaura Napoli Master Regolazione dell attività e dei mercati finanziari Operativitàin derivati Marialaura Napoli 2 Agenda I contratti derivati nell attuale quadro normativo Novità introdotte dalla Dir. 2004/39 Le sedi

Dettagli

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE

IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE IMPOSTA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (STRUMENTI DERIVATI ED ALTRI VALORI MOBILIARI) Ove non espressamente specificato i riferimenti normativi si intendono fatti al decreto del Ministro dell economia e

Dettagli

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini

Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Policy esterna di esecuzione / trasmissione degli ordini Pagina 1 di 16 INDICE 1 PREMESSE... 3 1.1 INTRODUZIONE... 3 1.2 CURA DELL'INTERESSE DEL CLIENTE... 3 1.2.1 Determinazione del prezzo... 4 1.2.2

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE

10 ESEMPIO DI VALUTAZIONE IN BILANCIO DI UN OPZIONE SOMMARIO 1 INTRODUZIONE ALLE OPZIONI 1.1 Teoria delle opzioni 1.2 Specifiche contrattuali delle opzioni su azioni 2 FORMALIZZAZIONI 3 PROPRIETA FONDAMENTALI DELLE OPZIONI SU AZIONI 3.1 Put-Call Parity

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio.

Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. Provvedimento 20 settembre 1999 Regolamento recante disposizioni per le società di gestione del risparmio. IL GOVERNATORE DELLA BANCA D ITALIA Visto il decreto legislativo del 24 febbraio 1998, n. 58 (testo

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3

GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 GUIDA ALLE OPZIONI SU AZIONI SU T3 SERVIZIO SULLE OPZIONI SU AZIONI (ISOALPHA) 1. INTRODUZIONE Con la piattaforma T3 di Webank possono essere negoziate le Opzioni su Azioni (Isoalpha), contratti di opzione

Dettagli

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014)

SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) SINTESI BEST EXECUTION - TRANSMISSION POLICY. (versione 2014) 1. LA NORMATVA DI RIFERIMENTO. La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento europeo nel 2004

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

Economia monetaria e creditizia. Slide 3

Economia monetaria e creditizia. Slide 3 Economia monetaria e creditizia Slide 3 Ancora sul CDS Vincolo prestatore Vincolo debitore rendimenti rendimenti-costi (rendimenti-costi)/2 Ancora sul CDS dove fissare il limite? l investitore conosce

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U)

Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Offerta pubblica di sottoscrizione di UNIT LINKED FONDI VITTORIA prodotto finanziario-assicurativo di tipo unit linked (Codice Prodotto 640U) Il presente prodotto è distribuito dalle Agenzie Vittoria Assicurazioni

Dettagli

Tipologie di strumenti finanziari

Tipologie di strumenti finanziari Tipologie di strumenti finanziari PRINCIPALI TIPOLOGIE DI STRUMENTI FINANZIARI: Azioni Obbligazioni ETF Opzioni 1 Azioni: definizione L azione è un titolo nominativo rappresentativo di una quota della

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy

Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy Banca Popolare di Spoleto S.p.A. Transmission Policy 1. INTRODUZIONE Il presente documento definisce e formalizza le modalità ed i criteri adottati da Banca Popolare di Spoleto S.p.A. (di seguito, la Banca

Dettagli

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12

Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Finanza Aziendale Decisioni di finanziamento e mercati finanziari efficienti BMAS Capitolo 12 Copyright 2003 - The McGraw-Hill Companies, srl 1 Argomenti Decisioni di finanziamento e VAN Informazioni e

Dettagli

Politica economica e finanziaria applicata

Politica economica e finanziaria applicata Politica economica e finanziaria applicata Appunti delle lezioni A cura di Alessio Brunelli AFC 2011/12 1 Punto sulla situazione finanziaria corrente: home page di banca carige e in basso a sinistra c

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati

Luglio 2007. Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Luglio 2007 Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Direttive sulle informazioni agli investitori relative ai prodotti strutturati Indice Preambolo... 3 1. Campo

Dettagli

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI

INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI INFORMATIVA CIRCA LA STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DI ORDINI 1) GENERALITA In conformità a quanto previsto dalla Direttiva 2004/39/CE (cd Direttiva Mifid), la Banca ha adottato tutte le misure

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Capitale raccomandato

Capitale raccomandato Aggiornato in data 1/9/212 Advanced 1-212 Capitale raccomandato da 43.8 a 6.298 Descrizioni e specifiche: 1. E' una combinazione composta da 3 Trading System automatici 2. Viene consigliata per diversificare

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C.

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BCC DI CASSANO DELLE MURGE E TOLVE S.C. LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di

2) una strategia di portafoglio che prevede la selezione di titoli (solitamente in base a una metodologia di pag. 0 1 In un piano di rimborso di un mutuo a tasso fisso, basato su uno schema di ammortamento alla francese: la rata è costante la quota capitale è costante la quota interessi è costante la rata è decrescente

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD

RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Salvatore Gaziano & Francesco Pilotti I 3 PASSI PER GUADAGNARE AL RIALZO E AL RIBASSO CON FUTURE, ETF E CFD Le basi, le strategie e la psicologia giusta per affrontare con successo il trading online sui

Dettagli

Scelta sotto incertezza

Scelta sotto incertezza Scelta sotto incertezza 1. Introduzione Nei capitoli 1 e 2 della microeconomia standard si studia la scelta dei consumatori e dei produttori, che hanno un informazione perfetta sulle circostanze che caratterizzano

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Il Project Financing. Introduzione

Il Project Financing. Introduzione Il Project Financing Introduzione Il Project Financing nasce nei paesi anglosassoni come tecnica finanziaria innovativa volta a rendere possibile il finanziamento di iniziative economiche sulla base della

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011

STRATEGIA SINTETICA. Versione n. 4 del 24/05/2011 STRATEGIA SINTETICA Versione n. 4 del 24/05/2011 Revisione del 24/05/2011 a seguito circolare ICCREA 62/2010 (Execution Policy di Iccrea Banca aggiornamento della Strategia di esecuzione e trasmissione

Dettagli

Un ordine su misura per ogni taglia

Un ordine su misura per ogni taglia Un ordine su misura per ogni taglia Le funzionalità Cross Order e Block Trade Facilities sui mercati cash Cross Order e BTF Introduzione I Cross Order e la Block Trade Facilities (BTF) sono due nuove tipologie

Dettagli

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario

I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario I mercati finanziari: classificazione e realtà italiana. Il mercato monetario 13 maggio 2009 Agenda Criteri di classificazione dei mercati Efficienza dei mercati finanziari Assetto dei mercati mobiliari

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short

ETF su indici daily short: investire nei mercati orso. db x-trackers su indici daily short db x-trackers su indici daily short ETF su indici daily short: investire nei mercati orso L investimento in un ETF db x-trackers correlato ad indice daily short è destinato unicamente ad investitori sofisticati

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944

001-818- 728-0421. (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Perfavore inviare al numero di fax: 001-818- 728-0421 Per ulteriori domande la prego di contattarci al numero: (800) 98 42 41 or 001-818- 530-0944 Nome del titolare del conto Nome del broker Apertura del

Dettagli

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI ESECUZIONE E DI TRASMISSIONE DEGLI ORDINI BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini SpA Sede Legale : Piazza Ferrari n. 15 47921 RIMINI ITALY Tel.: 0541-701111 Fax 0541-701337 Indirizzo Internet: www.bancacarim.it Capitale Sociale 246.145.545,00

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE / TRASMISSIONE DEGLI ORDINI ALLE CONDIZIONI PIU FAVOREVOLI PER IL CLIENTE EDIZIONE GENNAIO 2015 CODICE DOCUMENTO REG044/I/BIM (Allegato 1) SOCIETA BANCA INTERMOBILIARE

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

Fondazione Culturale Responsabilità Etica Onlus CAPIRE LA FINANZA. I Derivati

Fondazione Culturale Responsabilità Etica Onlus CAPIRE LA FINANZA. I Derivati CAPIRE LA FINANZA I Derivati Indice Introduzione 1. Cosa sono i derivati 1.1 Tipi di strumenti derivati 2. Il mercato dei derivati 2.1 Le dimensioni e i trend internazionali 2.2 I derivati scambiati nei

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932

OFFERTA DI OBBLIGAZIONI BLPR S.P.A. 4,60% 2011-2016 54MA ISIN IT0004734932 Banca del Lavoro e del Piccolo Risparmio S.p.A. - Sede legale e amministrativa in Benevento, Contrada Roseto - 82100 Aderente al Fondo Interbancario di tutela dei depositi Capitale sociale e Riserve al

Dettagli

Il conto corrente in parole semplici

Il conto corrente in parole semplici LE GUIDE DELLA BANCA D ITALIA Il conto corrente in parole semplici La SCELTA e i COSTI I DIRITTI del cliente I CONTATTI utili Il conto corrente dalla A alla Z conto corrente Il conto corrente bancario

Dettagli

Perché esistono gli intermediari finanziari

Perché esistono gli intermediari finanziari Perché esistono gli intermediari finanziari Nella teoria economica, l esistenza degli intermediari finanziari è ricondotta alle seguenti principali ragioni: esigenza di conciliare le preferenze di portafoglio

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca San Giorgio Quinto Valle Agno (delibera CdA 17 Dicembre 2012) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive

Dettagli

GUIDA OPZIONI BINARIE

GUIDA OPZIONI BINARIE GUIDA OPZIONI BINARIE Cosa sono le opzioni binarie e come funziona il trading binario. Breve guida pratica: conviene fare trading online con le opzioni binarie o è una truffa? Quali sono i guadagni e quali

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Il presente Documento Informativo (di seguito anche Documento ) rivolto ai Clienti o potenziali Clienti della Investire Immobiliare SGR S.p.A è redatto in conformità a quanto prescritto

Dettagli

con il patrocinio di in collaborazione con

con il patrocinio di in collaborazione con con il patrocinio di in collaborazione con La Traders Cup, organizzata dalla rivista TRADERS Magazine Italia punto di riferimento per il mondo del trading e dell investimento professionale, è l unica competizione

Dettagli

V1pc Internet Banking

V1pc Internet Banking 2.6 Area Portafoglio In questa area è possibile ottenere informazioni sull'andamento del portafoglio titoli relativa al dossier selezionato tenendo così costantemente aggiornati l utente sul valore degli

Dettagli

Consulenza Finanziaria Indipendente

Consulenza Finanziaria Indipendente Consulenza Finanziaria Indipendente Investire per il lungo periodo GROUP Via Traversa Pistoiese 83-59100 Prato Tel: +39 0574 613447 email: info@kcapitalgroup.com www.kcapitalgroup.com L industria del risparmio

Dettagli

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA

ANTICIPO IMPORT / EXPORT FINANZIAMENTI IN DIVISA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare Etica Società Cooperativa per Azioni Via Niccolò Tommaseo, 7 35131 Padova Tel. 049 8771111 Fax 049 7399799 E-mail: posta@bancaetica.it Sito Web: www.bancaetica.it

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Valutazione di intangibili e impairment

Valutazione di intangibili e impairment IMPAIRMENT EVIDENZE DAI MEDIA ITALIANI Valutazione di intangibili e impairment -Valutazione di attività immateriali in aziende editoriali -Valutazioni per impairment test 1 La valutazione di asset si ha

Dettagli