Confindustria Vicenza Assemblea generale, lunedì 20 aprile 2009 Parte pubblica. Intervento del presidente Roberto Zuccato

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Confindustria Vicenza Assemblea generale, lunedì 20 aprile 2009 Parte pubblica. Intervento del presidente Roberto Zuccato"

Transcript

1 Confindustria Vicenza Assemblea generale, lunedì 20 aprile 2009 Parte pubblica Intervento del presidente Roberto Zuccato Signor Ministro, Autorità, Presidente Marcegaglia, Presidente Tomat, care colleghe, colleghi, amiche, amici, a tutti voi il mio più caloroso benvenuto. Un affettuoso benvenuto anche ai colleghi presidenti delle territoriali che mi onorano oggi con la loro presenza compatta, a dimostrazione di quanto le associazioni del nostro territorio siano in questo momento unite e vicine. «E' dalla crisi che nasce l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie. Chi la supera, supera se stesso senza essere superato. Senza crisi non ci sono sfide, e senza sfida la vita è una routine, una lenta agonia. Senza crisi non ci sono meriti. E' dalla crisi che affiora il meglio di ciascuno, poiché senza crisi ogni vento è una carezza». Sono parole di Albert Einstein, scritte nel 1955 e trovo che siano le parole più adatte a spiegare il titolo della nostra assemblea: Prepariamoci al meglio. E passato un anno da quando ho assunto la presidenza ed è cambiato il mondo. Non per merito mio. E neppure per mia colpa. Non avrei mai pensato - e non sono certo l'unico - che in pochi mesi il mondo sarebbe cambiato così profondamente. Avvenimenti di portata globale hanno coinvolto e in molti casi sconvolto l economia, la finanza e la politica, modificando i comportamenti delle imprese, dei consumatori, ma anche i modi di vita delle persone. Ci troviamo in mezzo alla crisi più difficile del dopoguerra. Difficile perché ha minato le basi del sistema economico e finanziario, ma anche la fiducia delle persone. Difficile perché noi stessi siamo diversi dai tempi della ricostruzione, dagli anni Settanta, dai primi 1

2 anni Novanta, dalle altre crisi che abbiamo attraversato nel dopoguerra. Allora, soprattutto fino agli anni Settanta, venivamo da condizioni difficili. Eravamo abituati alla parsimonia, alla fatica. Ma dopo aver conosciuto il benessere e lo sviluppo, le crisi fanno più paura e, soprattutto, si è meno abituati ad affrontarle, per ragioni pratiche, perché abbiamo cambiato modi di vita, ma anche di pensare. Perché abbiamo cambiato mentalità. A differenza del passato, da qualche tempo, non riusciamo più a immaginare un futuro. Per la prima volta, nel dopoguerra, la maggior parte di noi pensa che i propri figli, nel corso della loro vita, non riusciranno a migliorare e neppure a eguagliare la condizione di vita e la posizione sociale degli adulti. È come se l ascensore sociale si fosse bloccato. Dobbiamo però reagire! Dobbiamo tornare a dirci con chiarezza che le nostre difficoltà presenti non sono la fine della storia e neppure dello sviluppo. Anzi, proprio in una situazione difficile come questa, noi, imprenditori vicentini, abbiamo maggiori possibilità e capacità degli altri per reagire. Per riprenderci. Perché non abbiamo dimenticato le nostre radici, perché siamo imprenditori e siamo vicentini. Perché siamo quelli che partendo da un laboratorio artigianale e una vecchia macchina da cucire hanno costruito un marchio del made in Italy. Siamo quelli che, ricchi solo di queste idee, hanno lasciato il posto fisso e investito i soldi della liquidazione per mettersi in proprio. In fondo, altre volte prima di oggi si è detto che eravamo destinati a restare indietro oppure a retrocedere. Per le nostre stesse caratteristiche e specificità. Perché siamo imprenditori vicentini. Perché siamo legati alla comunità locale, alla famiglia, alle tradizioni; perché siamo troppo manifatturieri; un economia legata al fare, poco proiettati verso la finanza. Come vedete, la storia non solo non finisce, ma al contrario si ripete. E le nostre debolezze, come in passato, potrebbero tornarci utili. Elementi di forza, che ci rendono in grado di adattarci meglio alle difficoltà, di reagire ai cambiamenti. 2

3 Timidi segnali di ottimismo ci giungono proprio in questi giorni dall opinion panel della Fondazione Nordest, piuttosto che dalla Banca d Italia o dall Ocse. Dal mercato immobiliare degli Stati Uniti giungono i primi segnali di stabilizzazione. In Cina le componenti di produzione e ordinativi sono in decisa espansione. Sono timidi ma incoraggianti segnali soprattutto per noi che più di ogni altro sistema economico locale in Italia siamo proiettati nel mondo. Con le nostre imprese, i nostri prodotti, le nostre idee. E come in passato abbiamo dato prova, tante volte, di saper reagire, così, ne sono certo, avverrà anche questa volta. Proprio per le nostre caratteristiche. Per i nostri vizi che, una volta di più, si possono rivelare virtù. 1. Anzitutto perché siamo un sistema di imprese medie, ma soprattutto piccole e piccolissime. Ma non per questo prive di innovazione, come dimostrano molte ricerche ultima quella di Demos per Confindustria, presentata a Palermo il mese scorso. Siamo capaci di innovare, di adeguarci alle trasformazioni. Più di altri: capaci di fare sacrifici, come i nostri lavoratori, insieme ai nostri lavoratori. 2. Poi perché siamo un sistema produttivo manifatturiero, dove il terziario è cresciuto al servizio della produzione. Ci accusavano di non sfruttare appieno la finanza, di fidarci più dei prodotti visibili che di quelli invisibili. Oggi molti la pensano diversamente. La nostra debolezza per i prodotti manifatturieri si è rivelata una forza. Così come la nostra diversificazione di settore e sui mercati. Siamo piccoli e grandi al tempo stesso. 3. In terzo luogo perché siamo proiettati nel mondo, siamo globalizzati. E non abbiamo un solo sbocco. I nostri mercati sono diversi. Siamo aperti al mondo ma, al tempo stesso, abbiamo i piedi ben piantati per terra. Nella nostra terra, nella nostra comunità. E per questo riusciamo a muoverci nel mondo meglio di altri che non hanno radici. Noi sappiamo affrontare le crisi perché siamo circondati da una società imprenditoriale. 4. Perché siamo un sistema di imprese fatte di persone, da persone. Ci hanno spesso criticato e noi stessi l abbiamo fatto 3

4 per questa eccessiva personalizzazione. Peggio: per la caratteristica familiare di tante nostre aziende. Oggi si rivela una risorsa, perché gli imprenditori sanno affrontare meglio il rischio di impresa, quando l impresa è loro, della loro famiglia, quando ci mettono i soldi, la faccia. La loro stessa vita. 5. Perché siamo vicentini, siamo veneti. Anche quelli che vengono da altrove lo diventano. Diventano come noi molto in fretta. Anche i lavoratori immigrati. Imparano il dialetto, mentre i nostri figli lo ignorano. Per cui riusciamo ad integrare gli stranieri meglio di altre aree, anche se non ce ne accorgiamo o non lo vogliamo ammettere. Ma gli stranieri da noi lavorano nelle nostre imprese. E da noi chi lavora e chi fatica è uno di noi. 6. Perché noi vicentini sappiamo lavorare, faticare, in modo flessibile e inflessibile. Anni fa Giorgio Lago prese spunto da un articolo di Ilvo Diamanti che denunciava come ormai anche i veneti fossero stanchi. Logorati da tanto lavoro, ma anche dall insoddisfazione per l ambiente e i modi di vita. Lago gli replicò: «Se i veneti sono stanchi allora si riposino. E poi riprendano a lavorare». Perché siamo destinati, anzi, condannati alla fatica. Il nostro successo dipende tutto da lì. Dal lavoro duro, concreto. Dalla fatica. 7. Perché noi abbiamo fatto le nostre mille e mille imprese per necessità. Ci siamo messi in proprio perché l impiego pubblico ha un posto limitato da noi, perché il passaggio da lavoro dipendente a indipendente è sempre stato il principale canale di mobilità e di promozione sociale. Noi imprenditori vicentini, abbiamo innovato per necessità. Per reggere la competizione sui mercati internazionali, per non venire respinti. La crisi, tanto dura, così ampia, ci preoccupa e ci deve preoccupare. Ma per i motivi che ho detto non ci può spaventare. Noi più di altri abbiamo risorse che derivano dalla nostra società, dalla nostra tradizione, dalla nostra storia, dalla nostra specifica struttura produttiva. Tuttavia, i nostri vizi e le nostre virtù non ci immunizzano. Perché le cause e le fonti della crisi sono tante e sono lontane. In molti casi sfuggono al nostro controllo. Nel nuovo contesto internazionale 4

5 dobbiamo cambiare anche noi. La crisi, proprio per questo, è un opportunità da non perdere. Pochi giorni fa un autorevole osservatore delle economie occidentali, Richard Florida, ha detto al Festival delle Città Impresa: «La crisi attuale non è una nuova depressione. Il mondo si è fermato. Ha capito che non può continuare a correre verso prodotti e città che sprecano risorse. La globalizzazione si ferma da sola a 147 dollari al barile! Reset. Cambiamo direzione per poter crescere ancora». Siamo un sistema manifatturiero forte, ma nella green economy, che è senza dubbio la nuova fase dello sviluppo mondiale, dobbiamo ristrutturarci verso attività che sappiano incorporare efficienza energetica e ambientale. Perché c è una domanda crescente di questa conoscenza, nella manifattura, nei servizi e nel settore delle costruzioni. Vicenza è, e continuerà ad essere, una capitale mondiale del manifatturiero e della piccola impresa. Ma deve oggi passare a modelli avanzati di organizzazione industriale. Lo ripeto spesso, perché ne sono fermamente convinto: abbiamo bisogno di unire le forze. E in questo le aggregazioni possono essere lo strumento più efficace per affrontare le nuove dinamiche della globalizzazione, in maniera strutturata, sia dal punto di vista finanziario che da quello delle risorse umane. In questo senso le merchant banks ci possono davvero essere di grande aiuto. Verso quali mercati e quali territori conviene puntare l attenzione? L Europa e gli Stati Uniti sono un partner essenziale per noi. Se vogliamo pensare città sostenibili, se vogliamo sviluppare la meccanica intelligente, cioè la meccatronica, se vogliamo innovare nelle tecnologie della comunicazione e creare il mercato delle tecnologie green, allora dobbiamo dialogare con questi territori. L Occidente non è solo un mercato rilevante, è il territorio nel quale sperimentiamo le innovazioni più avanzate. Non dobbiamo limitarci ad essere fornitori di prodotti e componenti, ma progettisti di soluzioni innovative. Se siamo autorevoli sul mercato europeo possiamo e dobbiamo diventare un ponte verso i paesi emergenti, aree che secondo il 5

6 Fondo Monetario Internazionale possiedono un elevato potenziale di sviluppo. In primo luogo verso quei territori ricchi di materie prime e con risorse finanziare in eccesso rispetto agli impieghi interni: mi riferisco al BRICX (Brasile, Russia, India, Cina, Messico), ovviamente ai paesi del Medio Oriente e in secondo luogo ai paesi dell Est Europa e del Nord Africa. La nostra università e il CUOA devono diventare un sistema formativo integrato e aperto a studenti e imprenditori di tutte le nazioni. Già oggi il CUOA, l unica vera business school del Nordest, è un polo di eccellenza nazionale e internazionale sul tema della Lean Production. E l università, oltre ai corsi esistenti, già molto ben tarati sulle esigenze del nostro territorio, ha attivato quest anno un nuovo corso di ingegneria, dedicato all innovazione del prodotto, e si appresta a partire con un nuovo corso di economia specializzato sulla direzione d impresa. Proprio per questo Vicenza deve puntare a diventare una sorta di Harvard della piccola impresa a cui possano rivolgersi imprese e istituzioni interessate al nostro modello di organizzazione dell industria e della società. E non è un caso se uno dei primi impegni del mio mandato è stato proprio quello di valorizzare e rilanciare il patrimonio della formazione tecnica e scientifica, vera linfa vitale dell industria vicentina. Gli istituti tecnici, di cui è ricca la nostra provincia, già oggi, grazie alla collaborazione tra mondo della scuola e imprenditori, hanno visto aumentare in maniera consistente gli iscritti, con punte del 46% all Istituto Tecnico Alessandro Rossi di Vicenza, istituto da cui sono usciti nomi illustri, uno su tutti quello di Federico Faggin, padre del microprocessore. Abbiamo visto quanto l apertura del Passante di Mestre abbia contribuito alla definizione di un orizzonte metropolitano nel Veneto. Dobbiamo proseguire su questa strada con il completamento della Valdastico a Sud, che è già in corso, ma soprattutto con il prolungamento a Nord. Farla diventare una vera e propria 6

7 infrastruttura dell economia sostenibile e attorno ad essa riorganizzare gli insediamenti industriali. Oltre a questo servono alternative al traffico su gomma, come l alta velocità e la metropolitana di superficie. Infrastrutture in grado di migliorare l accessibilità e le condizioni insediative del nostro territorio. Sul tema Alta Velocità, lasciatemelo dire, si è perso fin troppo tempo, e soprattutto trovo insufficienti le risorse che sono state finora dedicate ad un opera essenziale per un territorio che tanto ha dato e continua a dare allo sviluppo del Paese. Forse che collegare Sicilia e Calabria è più importante che collegare il Nordest alle reti dello sviluppo europeo? Insomma, se è dal nostro sistema produttivo che può venire un contributo determinante per uscire dalla crisi, è altrettanto vero che tutto questo sarà più difficile e faticoso se la politica non sarà in grado di fare la sua parte. Qualcosa è stato fatto sul fronte del credito alle Pmi. Penso al potenziamento del fondo di garanzia ottenuto grazie all infaticabile opera di pressing della nostra Presidente Emma Marcegaglia. Penso all introduzione dei Tremonti Bond e agli altri interventi previsti nel decreto legge per gli incentivi alle aziende. Ma molto resta ancora da fare: va risolto l annoso problema dei ritardi nei pagamenti della Pubblica Amministrazione. Va ripristinata in toto la deducibilità degli interessi passivi. Deve essere introdotta la detassazione degli utili reinvestiti e dei capitali portati in azienda. In apertura ho citato alcune frasi di Einstein: «E dalla crisi che nasce l'inventiva, le scoperte e le grandi strategie». Nell agenda del nostro Paese ci sono cose da fare, senza perdere tempo e senza indugi: Primo: una seria e profonda riforma del mercato del lavoro che semplifichi l accesso e migliori i sistemi di protezione sociale. 7

8 La settimana scorsa è stata firmata un intesa sulla riforma dei contratti di lavoro, che aggiorna accordi vecchi di 15 anni. Con le nuove norme si favorisce la contrattazione di secondo livello e il legame tra salario e produttività. E un passo avanti. E proprio per questo spiace che una parte importante del sindacato italiano non abbia voluto condividerlo. Si esce dalla burrasca tutti insieme, lavoratori e imprenditori. Secondo: riformare lo Stato. Il federalismo fiscale va bene, ma non è sufficiente decentrare responsabilità decisionali in periferia, se poi i nostri sindaci non hanno risorse per asfaltare le strade perché strangolati da un patto di stabilità che, e non capisco per quale motivo, vale solo per i comuni virtuosi del nostro territorio. Dobbiamo premiare l efficienza e l imprenditorialità nella Pubblica Amministrazione, semplificare, snellire, incentivare lo sviluppo competitivo delle utilities. In una parola dobbiamo avvicinare la politica alle esigenze delle imprese e dello sviluppo. Perché è evidente che la pressione fiscale è a livelli insopportabili tanto da deprimere la competitività delle nostre imprese. E per ridurla bisogna innanzitutto eliminare gli sprechi e avviare le riforme del sistema pensionistico e della sanità. La riforma del sistema dell istruzione e della ricerca. Sull analisi dei ritardi italiani, non manca mai un capitolo sulla necessità di migliorare il sistema educativo e in particolare l istruzione universitaria. La crisi, e il taglio dei finanziamenti, obbligano i nostri atenei a fare uno sforzo di fantasia e innovazione. Anche questa è un occasione imperdibile per provare a immaginare un rapporto diverso tra mondo dell Università e imprese. Proviamo allora a pensare a come finanziare l università attraverso risorse aggiuntive (sia pubbliche che private), ma soprattutto cerchiamo strade nuove per orientare i progetti di ricerca e la didattica avanzata come avviene, ad esempio, nella Silicon Valley. La crisi, insisto, è un occasione per rimettersi in gioco. Ciò che non dobbiamo fare è lasciarci intimidire. Dobbiamo sfuggire alla tentazione di fare da soli. Ci sono dei modi di dire che in alcuni momenti suonano come slogan, efficaci, utili a tirare su il morale, a galvanizzare. In altri 8

9 diventano invece dei programmi. Penso alla fortunata formula di Montezemolo: Fare squadra. Sicuramente giusta ieri. Ma oggi ancora di più perché diventa progettuale. Perché noi imprenditori vicentini, laboriosi, innovativi, creativi, disposti al sacrificio, attaccati alla tradizione e proiettati nel mondo, dalla crisi, da questa crisi, possiamo uscire migliori solo facendo squadra. Per la stessa ragione, penso che oggi assuma un significato maggiore anche la chiave di lettura che ho usato un anno fa: l apertura. Penso cioè che oggi più che mai sia pericolosa per noi la tentazione di chiuderci. Nella nostra azienda, nel nostro piccolo mondo locale, nella nostra associazione. In famiglia. Noi, l economia locale più globalizzata d Europa, dobbiamo aprirci: ai mercati e alle altre economie; alla società. Non siamo i paroni. Siamo vicentini tra i vicentini, lavoratori fra i lavoratori. Il nostro lavoro favorisce tutta la società. E le nostre difficoltà si rovesciano sulla vita di tutta la società. Perché noi ne siamo parte, una parte importante. Per questo dobbiamo aprirci. Abbiamo già fatto molto, ma non basta. Dobbiamo continuare su questa strada consapevoli che i risultati fin qui ottenuti non possono essere considerati che un punto di partenza. E pur tuttavia mi fa molto piacere evidenziare che, tra le categorie economiche della provincia, è iniziata una nuova stagione di condivisione e di collaborazione e che oggi, più che mai, la Camera di Commercio, grazie al suo Presidente Mincato, è un punto di riferimento per tutte le rappresentanze del mondo del lavoro vicentino. E sui temi che riguardano la difesa dell occupazione, le relazioni industriali e sindacali, tra le parti sociali esiste un forte patto di collaborazione e condivisione degli obiettivi. Ne è un esempio la proposta, lanciata assieme alla Cisl, e condivisa dalle altre sigle sindacali, di utilizzare le ore di cassa integrazione per fare formazione all interno delle imprese, eventualmente 9

10 utilizzando come docenti i manager stessi dell azienda e come risorse finanziarie quelle del Fondimpresa. Siamo convinti che le nostre imprese siano ideali centri di eccellenza per la formazione. In chiusura, lasciatemi aprire una parentesi per ricordare e mandare un affettuoso abbraccio ai nostri colleghi imprenditori e soprattutto alla popolazione abruzzese, così duramente colpita dal terremoto. A loro dico: vi siamo vicini e statene certi non ci dimenticheremo di voi. Come i nostri volontari sono con voi adesso così ci saremo anche dopo nella fase della ricostruzione. Si è detto che noi italiani sappiamo dare il meglio nelle situazioni più drammatiche. E sicuramente vero. La reazione che ha saputo offrire il Paese di fronte all emergenza, ha fatto emergere oltre al dolore e alla paura anche la forza, l orgoglio e lo spirito di partecipazione degli italiani. Dobbiamo imparare da queste virtù per comprendere come affrontare e superare la crisi economica che stiamo attraversando. L apertura, la parola d ordine che ho usato l anno scorso, oggi mi sembra ancora valida. Una via efficace per sfruttare la crisi e preparare un futuro migliore. Un anno dopo, cari colleghi, anch io mi sento cambiato. Non so se migliore. Sicuramente più responsabile. Grazie a questa esperienza, grazie a voi. E di certo non mi rassegnerò alla rassegnazione perché oggi, di fronte alle sfide che ci attendono, io, voi, noi tutti dobbiamo prepararci al meglio. Grazie. 10

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO

MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO MANIFATTURIERO LOMBARDO: RITORNO AL FUTURO Intervento Roberto Albonetti direttore Attività Produttive Regione Lombardia Il mondo delle imprese ha subito negli ultimi anni un accelerazione impressionante:

Dettagli

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem

Relazione del Presidente Dino Piacentini. Assemblea Generale Aniem Relazione del Presidente Dino Piacentini Assemblea Generale Aniem 26 giugno 2015 Cari amici e colleghi, anzitutto grazie. Per aver condiviso un percorso in un periodo non certo facile per le nostre imprese,

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015

Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014. Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Cerimonia di Consegna dei Premi Leonardo 2014 Roma, Palazzo del Quirinale - 27 Aprile 2015 Discorso del Vice Ministro allo Sviluppo Economico, Carlo CALENDA Signor Presidente della Repubblica, Autorità

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005 CONVEGNO NAZIONALE SCUOLA E VOLONTARIATO Palermo, 16-18 gennaio 2005 "Non so quale sarà il vostro destino, ma una cosa la so: gli unici tra voi che saranno felici davvero saranno coloro che avranno cercato

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro. Milano, 15 gennaio 2013

Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro. Milano, 15 gennaio 2013 Seminario "La qualità della scuola: che cosa fa il mondo, che cosa può fare l'italia" Valentina Aprea Assessore all istruzione, formazione e cultura Assessore all occupazione e politiche del lavoro Milano,

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro

Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Intervento Raffaella Crinelli Liberare la fantasia e dare accesso al futuro Grazie mille. sono io la violenza, scusatemi tanto, spero che sia una bella violenza in realtà. Mi piaceva molto il titolo della

Dettagli

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012

INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 INTERVENTO DEL DR. FABIO CERCHIAI, PRESIDENTE FeBAF XLIV GIORNATA DEL CREDITO ROMA, 3 OTTOBRE 2012 Si può essere quotati in Borsa e avere un ottica di lungo periodo? E come recuperare un merito creditizio

Dettagli

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene:

1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: 1. Il rinnovo del CCNL delle Imprese di Assicurazione avviene: SUL PIANO GENERALE. in una fase storica mondiale di grandi cambiamenti e grandi tragedie. Pensiamo solo alla rapida evoluzione tecnologica,

Dettagli

Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html

Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html E se l'innovazione passasse dall'università? Intervista al nuovo rettore dell'università di Torino Intervistatrice: Flavia Marzano Wired: http://blog.wired.it/codiceaperto/2013/06/30/e-se-linnovazione-passasse-dalluniversita.html

Dettagli

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano Tre storie che ci raccontano 1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, 2 3 un graphic designer di esperienza racconta l incontro con Botticelli La Stampa. La nostra azienda

Dettagli

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin

Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin Comunicato stampa Conferenza internazionale Global Connectivity with the Mediterranean Basin La sfida del regime di free zone per i punti franchi di Trieste lanciata dal presidente Marina Monassi. Il messaggio

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA

PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA FIAT PANDA Intervento dell Amministratore Delegato della Fiat, Sergio Marchionne Pomigliano d Arco (NA) - 14 dicembre 2011 h 9:00 Signore e signori, buongiorno a tutti. E un piacere

Dettagli

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI

SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI SOCIAL SUMMIT CONSULTAZIONE CON LE PARTI SOCIALI E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI Domenica 29 marzo 2009 Sala delle Conferenze Internazionali Ministero degli Affari Esteri Intervento del Vice Presidente

Dettagli

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri

La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Alberto Majocchi La cooperazione per lo sviluppo sociale e economico sostenibile delle comunità locali nei Paesi poveri Dato che sono del tutto incompetente sul tema oggetto dell incontro odierno, sono

Dettagli

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative

Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Lanfranco Massari Presidente Federcultura Turismo e Sport - Confcooperative III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1

Dettagli

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 slide 1 Introduzione Lo scopo di questo intervento è di presentare un iniziativa che sta muovendo i primi passi in queste settimane e che mira

Dettagli

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini

Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Intervento del Ministro dell Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare, Corrado Clini Grazie, vi ringrazio molto di avermi invitato. Come Ministro dell Ambiente ho tratto più di uno stimolo dalla

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino

Mario Albertini. Tutti gli scritti IV. 1962-1964. a cura di Nicoletta Mosconi. Società editrice il Mulino Mario Albertini Tutti gli scritti IV. 1962-1964 a cura di Nicoletta Mosconi Società editrice il Mulino 822 Anno 1964 A Bernard Lesfargues Caro Bernard, Pavia, 28 novembre 1964 dato che non verrò a Lione

Dettagli

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico

Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Commencement Speech Master SPRINT Progetto PONa3_00370 Buongiorno a tutti. Innanzitutto, a nome di tutti i formandi del Master SPRINT, porgo i saluti al Magnifico Rettore che questa mattina ci ha onorato

Dettagli

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi

Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Camera dei Deputati X Commissione (Attività Produttive, Commercio e Turismo) Audizione del Presidente di RetImpresa Aldo Bonomi Risoluzione in commissione n. 7/00574 in tema di reti di impresa Roma, 7

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità

LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità LEAN scuola Oltre il Progetto Qualità Convegno rivolto a dirigenti e personale docente della scuola Fondazione CUOA Altavilla Vicentina, 21 maggio 2008 15.00 18.00 1 Il 21 maggio scorso, la Fondazione

Dettagli

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno?

ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano. Perché le aziende fanno fatica a trovare i talenti professionali di cui hanno bisogno? Lo sviluppo dei Talenti per la crescita. Un confronto tra aziende e istituzioni ExpoTraining 2013-17 ottobre 2013 - Milano L Italia cerca talenti. Sembra incredibile, ma in uno scenario di crisi del mercato

Dettagli

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministero dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico L Associazione Bancaria Italiana (ABI) Il Presidente dell ABI La CONFINDUSTRIA Il Presidente di CONFINDUSTRIA La Conferenza dei

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G.

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS. Maria Luisa Cosso. Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007. Via G. UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO LECTIO DOCTORALIS Maria Luisa Cosso Aula Magna del Rettorato 24 luglio 2007 Via G. Verdi, 8 - Torino Magnifico Rettore, Signor Preside, Professor Conti, Signore e Signori,

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE

ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE ASSEMBLEA GENERALE ANNUALE 26 OTTOBRE 2015 RELAZIONE PRESIDENTE ing. Filippo Pontiggia E da poco più di un anno che ricopro la carica di Presidente del Gruppo Giovani, un anno trascorso velocemente, ricco

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl

IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl IN PIAZZA PER COSTRUIRE IL FUTURO Roma, 3 marzo 2012 Intervento di Domenico Pesenti, segretario generale Filca-Cisl Grazie a tutti Voi per essere qui dalle fabbriche del Legno, del Cemento, dei materiali

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace

Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Spunti per l intervento dell On. Sandro Gozi alla Conferenza Internazionale Servizio civile in Europa: Cittadini di Pace Padova, 15 giugno 2007 1 Il servizio civile come celebrazione del 50 dei trattati

Dettagli

I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email.

I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email. I colloqui scuola-famiglia: le basi per una comunicazione efficace Dott.ssa Claudia Trombetta Psicologa e psicoterapeuta claudia.trombetta@email.it CTI Monza, 20 Novembre 2015 Prima parte: comprendere

Dettagli

Le Donne: il motore della vita

Le Donne: il motore della vita Le Donne: il motore della vita Il team di questo progetto è composto da me stessa. Sono una giovane laureata in Giurisprudenza e praticante avvocato, molto sensibile e attenta al tema riguardante la violenza

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013

I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013 I fattori della competitività: presentazione del Rapporto Doing Business Subnational in Italy 2013 Intervento di Fabrizio Saccomanni Direttore Generale della Banca d Italia Roma, 14 novembre Sono molto

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

Programma di attività Linee Guida

Programma di attività Linee Guida Programma di attività Linee Guida SEZIONE INFORMATION TECHNOLOGY Augusto Coriglioni Il Lazio e Roma : Il nostro contesto Nel Lazio Industria significa in larga misura Manifatturiero; a Roma, Servizi; Complementarietà

Dettagli

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e

l edilizia privata abitativa bloccata a causa della crisi, l edilizia pubblica ferma al palo per le carenze delle casse statali, non utilizzare e Palermo. Giovani imprenditori edili del Mezzogiorno impegnati nella seconda edizione dell annuale convegno che si svolgerà a Palermo venerdì mattina e che si colloca nella fase di avvio della programmazione

Dettagli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli

- Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli - Incontro tra il Ministro Corrado Passera e le Associazioni dei Giovani Imprenditori - PROPOSTA Associazione Giovani Imprenditori Agricoli Roma 04 Dicembre 2012 1 Signor Ministro Passera, a nome mio e

Dettagli

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi

Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Focus group di settore Fase di ascolto-confronto Formazione / Saperi Incontro 29 luglio 2010 - Fiorano Valutazione contesto esistente 1. Quali sono in generale i 3 punti di debolezza attuali del distretto

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA

IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA IL PERCHE DI UN CONGRESSO STRAORDINARIO DELL AEDE EUROPEA L AEDE E LA CRISI DELL UNIONE EUROPEA Silvano MARSEGLIA E per me un grande piacere ed un onore aprire i lavori di questo nostro Congresso Straordinario

Dettagli

PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO

PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO PRESENTAZIONE DELL EVENTO E INVITO Il panorama che stiamo osservando in questi ultimi anni aumenta la diseguaglianza sociale ed allarga la forbice delle povertà. Le azioni del non profit stanno diventando

Dettagli

Chi siamo In cosa crediamo In chi crediamo

Chi siamo In cosa crediamo In chi crediamo Le priorità per il 2014-2019 Chi siamo Siamo la più grande famiglia politica europea, ispirata da una visione politica di centrodestra. Siamo il Gruppo del Partito Popolare Europeo al Parlamento europeo.

Dettagli

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO

UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO MC n 68 I protagonisti LUCA SCOLARI UN AZIENDA E TRE FRATELLI: UN «MECCANISMO» PERFETTO di Simona Calvi Insieme a Fabio e Marco è alla guida della società creata dal padre negli anni Cinquanta, specializzata

Dettagli

"Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te?

Gli Elementi del Successo non sono per Tutti. Sono per te? "Gli Elementi del Successo" non sono per Tutti. Sono per te? Stiamo cercando persone che possano avere successo nel MLM. Come abbiamo fatto noi. E come vogliamo fare ancora quando c'è il "business perfetto

Dettagli

BOZZA DISCORSO PRESIDENTE MARINI PER FORUM COESIONE: GOVERNANCE MULTILIVELLO DEI FONDI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE

BOZZA DISCORSO PRESIDENTE MARINI PER FORUM COESIONE: GOVERNANCE MULTILIVELLO DEI FONDI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE BOZZA DISCORSO PRESIDENTE MARINI PER FORUM COESIONE: GOVERNANCE MULTILIVELLO DEI FONDI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE Molti obbiettivi non possono essere conseguiti con un azione individuale: la loro realizzazione

Dettagli

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA

IL FACTORING COME SOLUZIONE AD ALCUNE PROBLEMATICHE FINANZIARIE LEGATE AL SETTORE DELLA VENDITA Factoring tour: Brescia - Il factoring: la gestione professionale dei crediti al servizio dell impresa (10 ottobre 2006 ) Giuseppe Masserdotti - Stefana S.p.A. Il factoring come soluzione ad alcune problematiche

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due

A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due Donato ROTUNDO A mio avviso, più che parlare di riforma degli incentivi per le agro-energie io parlerei di miglioramento. Vorrei ricordare a tutti che fino a due anni fa se ci fossimo trovati in questa

Dettagli

Da dove nasce l idea dei video

Da dove nasce l idea dei video Da dove nasce l idea dei video Per anni abbiamo incontrato i potenziali clienti presso le loro sedi, come la tradizione commerciale vuole. L incontro nasce con una telefonata che il consulente fa a chi

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

LAB. Dalle startup la spinta alla crescita IL TEMA DEL MESE I SETTORI DI ATTIVITÀ PREVALENTI IL FATTURATO DEL 2014. A piccoli passi verso il successo

LAB. Dalle startup la spinta alla crescita IL TEMA DEL MESE I SETTORI DI ATTIVITÀ PREVALENTI IL FATTURATO DEL 2014. A piccoli passi verso il successo IL TEMA DEL MESE I SETTORI DI ATTIVITÀ PREVALENTI IL FATTURATO DEL 2014 Dalle startup la spinta alla crescita Dall informatica alla ricerca scientifica A piccoli passi verso il successo 2 4 5 Imprese che

Dettagli

Èuna situazione complessa e per

Èuna situazione complessa e per LE RISORSE PER IL VOLONTARIATO NELLA CRISI: COME QUADRARE IL CERCHIO? Investire nella qualità della progettazione, ricerca di nuovi potenziali finanziatori, ricorso a campagne di sottoscrizione popolare.

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio

COMUNICATO STAMPA. ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio COMUNICATO STAMPA ABI: al via la Fondazione per l Educazione Finanziaria e al Risparmio Il nuovo organismo creato per sviluppare la cultura al risparmio e alla legalità economica in Italia è stato presentato

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

Pelletteria Almax: una tradizione di oltre 50 anni

Pelletteria Almax: una tradizione di oltre 50 anni Pelletteria Almax: una tradizione di oltre 50 anni 1957 1972 1986 2003 Oggi Mauro Guerrini, inizia la sua carriera di pellettiere in una delle più importanti valigerie fiorentine del tempo Insieme ad altri

Dettagli

1. Introduzione al corso

1. Introduzione al corso E107 WEB SYSTEM Corso on line di progettazione siti dinamici: livello base R E A L I Z Z A Z I O N E D I 1. Introduzione al corso By e107 Italian Team Sito web:http://www.e107italia.org Contatto: admin@e107italia.org

Dettagli

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI

SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI SALUTO CONSIGLIO NAZIONALE DEL CONI Milano Expo Padiglione Italia Giovedì 2 luglio 2015 La città di Roma, con la votazione favorevole dell Assemblea Capitolina il 25 giugno scorso, ha detto sì alla candidatura

Dettagli

La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti

La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti La provincia di Bergamo tra presente e futuro secondo i residenti UNA RICERCA QUANTITATIVA SVOLTA DA ASTRARICERCHE PER CONFINDUSTRIA BERGAMO (gennaio 2011) Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE

Dettagli

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI

SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO SERVIZIO CIVILE: GIOVANI PER UN ITALIA SOLIDALE ROMA 2 GIUGNO 2015 - CAMERA DEI DEPUTATI INTERVENTO ON.LE BOBBA On. Presidente Boldrini, signori Ministri e membri del Governo,

Dettagli

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro

Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro Investire in Cina, India, Brasile e Turchia Il costo e la normativa del lavoro A cura di Centro Studi Assolombarda Ufficio Studi Unione Industriale di Torino Argomenti della Presentazione Condizioni alla

Dettagli

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna

A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia di Bologna A r e a F o r m a z i o n e U n a p r o p o s t a f o r m a t i v a p e r i l t e r z o s e t t o r e C o m e f a r e p r o g e t t a z i o n e A cura di: AREA FORMAZIONE Istituzione G.F.Minguzzi Provincia

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA. Sono diversi anni che la nostra economia attraversa una fase di grande e diffusa difficoltà. CONVEGNO IL FUTURO DEL LAVORO SI CHIAMA FORMAZIONE Roma, 19 aprile, Auditorium Parco della Musica RELAZIONE DEL PRESIDENTE FONDIMPRESA, GIORGIO FOSSA Sono diversi anni che la nostra economia attraversa

Dettagli

La gestione dei reclami

La gestione dei reclami La gestione dei reclami - Dispensa del partecipante - Olympos Group srl - Vietata ogni riproduzione anche in forma parziale V. 01/2007 GG OLYMPOS Group srl - Via Madonna della Neve, 2/1 24021 Albino (BG)

Dettagli

Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa

Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa Avvicinare i giovani allo Sport fa bene all Impresa Un progetto socialmente responsabile in collaborazione tra Assolombarda Coni Lombardia Fondazione Sodalitas Impresa & Sport è un progetto che nasce da

Dettagli

L Area Nord: rispetto a 5 anni fa

L Area Nord: rispetto a 5 anni fa Conclusioni 1 L Area Nord: rispetto a 5 anni fa L Area Nord, nonostante la crisi del 2009 che ha peggiorato le condizioni rispetto al 2008, è comunque cresciuta in termini di ricavi del 25% rispetto al

Dettagli

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze

RETI D IMPRESA. Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo la propria individualità e le proprie competenze 110 BUSINESS & IMPRESE Maurizio Bottaro Maurizio Bottaro è family business consultant di Weissman Italia RETI D IMPRESA Un alternativa a società e consorzi per integrare e valorizzare in modo innovativo

Dettagli

Semplificati la vita. manuale d uso

Semplificati la vita. manuale d uso Semplificati la vita manuale d uso Introduzione. Nel mondo del lavoro rendere le cose semplici è uno degli obiettivi più complicati da perseguire. La complessità dei problemi è una costante che scoraggia

Dettagli

Provincia Autonoma TRENTO

Provincia Autonoma TRENTO Provincia Autonoma TRENTO 1 INDICE :::::::::::::: 1. Introduzione a. processo di ascolto 2. Principali temi emersi 3. Le buone pratiche regionali 2 Introduzione 1La Provincia Autonoma di Trento ha attivato

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO

CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO CONFINDUSTRIA-CERVED: II RAPPORTO PMI MEZZOGIORNO 2016 PMI DEL SUD RIALZANO LA TESTA, MA IL CONTO DELLA CRISI RESTA SALATO Si rafforzano i segnali positivi dalle PMI del Sud: i livelli pre-crisi sono ancora

Dettagli

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr

Verona Innovazione 19/06/2015. Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi. Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr Verona Innovazione Chiara Remundos Responsabile Servizio Orientamento Verona Innovazione CCIAA Vr 19/06/2015 Giovani e Imprese Valorizziamo i saperi La parola ai nostri protagonisti Diario descrittivo

Dettagli

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali

ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali ECONOMIA DI COMUNIONE: UNA NUOVA FORMA DI IMPRESA Ivan Vitali Cremona, 23 febbraio 2013 Agenda-1 Introduzione e presentazione Impresa e imprenditore Imprenditore e innovazione Competizione vs cooperazione?

Dettagli

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica

Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Sezione Elettronica ed Elettrotecnica Assemblea 17 giugno, ore 11.30 Date: 2011-06-17 1 (11) Ericsson Internal Premessa La Sezione Elettronica ed Elettrotecnica intende rappresentare un importante elemento

Dettagli

MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO.

MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO. MIO FIGLIO OGGI FESTEGGIA 3 ANNI. DI MATRIMONIO. Il tuo domani è più vicino di quello che pensi. Progettalo già da oggi risparmiando passo dopo passo. L importanza di pianificare già da oggi per essere

Dettagli

LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE

LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE LE PROPOSTE PER L INNOVAZIONE Ricerca e innovazione in Italia. Le proposte della politica Italianieuropei intervista Maria Chiara Carrozza I ricercatori appartengono alla schiera dei potenziali innovatori.

Dettagli

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI

ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI ACCORDO CONFINDUSTRIA CRUI OTTO AZIONI MISURABILI PER L UNIVERSITA, LA RICERCA E L INNOVAZIONE Premessa Nella comune convinzione che Università, Ricerca e Innovazione costituiscano una priorità per il

Dettagli

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana.

Come italiani, salviamo esseri umani, perché crediamo nei valori umani e nel rispetto della vita umana. signore e signori, è un grande onore per il mio Paese, per l Italia, essere qui oggi. Vorrei ringraziare la Repubblica Federale Democratica d Etiopia e il Presidente dell Assemblea Generale, Sam Kutesa,

Dettagli

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com

Tecnologie e sistemi per la business integration. www.xdatanet.com Tecnologie e sistemi per la business integration www.xdatanet.com X DataNet, X costruttori DataNet, costruttori di softwaredi software Costruiamo Costruiamo soluzioni tecnologiche soluzioni tecnologiche

Dettagli

Per l e-learning nelle università italiane

Per l e-learning nelle università italiane Politiche Per l e-learning nelle università italiane di Giovanni Ragone Il nostro paese è in ritardo, ma possiamo e dobbiamo recuperare, e stiamo costruendo le condizioni istituzionali perché questo possa

Dettagli

FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE. ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di

FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE. ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di FACTORING E PROBLEMATICHE RELATIVE AL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE Gentili Signore, Egregi Signori, ringrazio gli organizzatori di questo convegno per avermi dato l opportunità di esprimere, come imprenditore

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli