TAVOLO DI LAVORO REGIONALE SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI. E.S.CO E GRUPPI DI ACQUISTO Trieste, 12 APRILE 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "TAVOLO DI LAVORO REGIONALE SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI. E.S.CO E GRUPPI DI ACQUISTO Trieste, 12 APRILE 2013"

Transcript

1 TAVOLO DI LAVORO REGIONALE SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI E.S.CO E GRUPPI DI ACQUISTO Trieste, 12 APRILE 2013 SINTESI QUINTO INCONTRO

2 Partecipanti ARES Agenzia Regionale per l'edilizia Sostenibile: ANACI Associazione nazionale amministratori condominiali e immobiliari ATER - Trieste Banca Popolare Friuladria Cassa di Risparmio del FVG CCIAA Trieste Collegio Geometri Gorizia Collegio Periti Industriali FVG: Confartigianato Imprese FVG Comune di Pordenone Comune di Udine ENERGOCLUB ONLUS FEDERCONSUMATORI FVG Comune di Pordenone Ordine Architetti Pordenone: Ordine Architetti Udine: Ordine Architetti Trieste: Ordine Ingegneri Pordenone Ordine Ingegneri Udine: Ordine Ingegneri Trieste: Settimo Costruzioni Generali Solaromega S.r.l. Università degli studi di Trieste: WWF FVG Regione Friuli Venezia Giulia: Angela Sanchini Gaetano Oliva Alessandra Cechet Cristina Davi Stefano Pressi Roberto Congregalli Umberto Merlin Giorgio Bertoli Claudio Tarvis Walter Modonutti Giorgio Boz Carlo Fioritto Gianfranco Padovan Lambrosciano Davide Edo Billa Fabiana Cabrini Mario Liut Gianluca Fantuzzi Michele Gortan Lorenzo Verbanaz Ettore Durante Giandomenico Merlo Stefano Longhi Alessandro Settimo Paolo Della Negra Marco Manzan Paola Barban Oscar Abbondanza Paola Alzetta Andrea Carnelli AREA SCIENCE PARK: Coadiuvatore tecnico Fabio Morea Manuela Masutti Daniele Collenz Tania Cortazzo Pag.2

3 Il quinto incontro del Tavolo di Lavoro Regionale sull'efficienza Energetica, rientrante nel progetto Europeo MARIE, si è concentrato sul tema degli investimento di soggetti organizzati o collettivi, quali: gruppi di acquisto condomini E.S.co (Energy Service Company) servizio energia per piccoli edifici/condomini. Tramite l'analisi di esperienze positive nel territorio nazionale, è stato proposto ai partecipanti dell'incontro di dare riposte alle seguenti domande: - Quale supporto normativo e finanziario (contributi/fondo di rotazione, ecc...) potrebbe essere introdotto dalle regione FVG a supporto dei gruppi di acquisto o del servizio energia? - Un condominio può essere il soggetto giuridico che riceve e gestisce il finanziamento di un intervento di riqualificazione? E quale supporto potrebbe essere introdotto dalla regione FVG per ridurre i rischi e rendere il finanziamento bancabile? - E' possibile replicare l'esperienza positiva dei gruppi di acquisto del fotovoltaico nell'ambito della riqualificazione degli edifici, in particolare di condomini? Con quali supporti normativi o finanziari la Regione FVG potrebbe intervenire? - Qual è il ruolo della formazione/informazione dei proprietari per favorire la diffusione degli interventi di riqualificazione energetica? Quali sono le figure che potrebbero agevolare il processo? Quali sono le esperienze positive che posso essere replicate? Meccanismo dell'epc Energy Performance Contract ed E.S.CO Come già anticipato nel corso del GIR precedente sul tema dei finanziamenti, l'epc Energy Performance Contract è un meccanismo che si sta diffondendo in Europa grazie a campagne comunitarie di promozione (es. EPCC Energy Performance Contracting Campaign) e che permette di superare l'ostacolo dell'investimento iniziale da parte degli utenti, in quanto un'azienda di servizi energetici investe in un programma di riqualificazione completo in grado di ripagarsi attraverso i risparmi generati. Con il contratto di rendimento energetico il soggetto fornitore (generalmente una E.S.CO) si obbliga, con finanziamenti propri o tramite terzi, al compimento di interventi e servizi volti alla riqualificazione energetica e alla gestione di edifici di proprietà di un altro soggetto (beneficiario), che si impegna a pagare a rate un corrispettivo correlato all'entità dei risparmi energetici conseguiti e precedentemente individuati in fase di analisi di fattibilità. Nel corso del dibattito sull'epc, è stata presentata l'esperienza dell'acer Emilia Romagna, l'ente pubblico che gestisce il patrimonio di edilizia sociale analogo all ATER nella Regione FVG, pur non detenendo direttamente la proprietà dell'intero parco Pag.3

4 immobiliare. Questo comporta la mancanza di un ritorno economico diretto all'ente (di cui l'ater potrebbe invece beneficiare) e la presenza del Comune proprietario assieme agli altri soggetti da accordare (l'acer, gli utenti in affitto e l'e.s.co ). All'interno del progetto europeo FRESH, l'acer ha sperimentato un modello di EPC applicato ad un edificio di proprietà comunale, con l'obiettivo di dimostrare che il contratto di performance energetica può essere utilizzato per la riqualificazione energetica su larga scala dell'edilizia residenziale sociale e potenzialmente al patrimonio pubblico in generale, avviando una programmazione per blocchi di intervento. Il progetto è stato sviluppato nelle seguenti fasi principali: 1. censimento e rilievi del patrimonio edilizio esistente; 2. calcolo del fabbisogno energetico del parco edilizio tramite lo studio parametrico di un campione significativo per tipologia costruttiva, anno di costruzione e tipologia di impianto; 3. audit energetico dettagliato: diagnosi energetica e simulazione di più scenari di intervento per la selezione progettuale con relativa analisi economica; 4. selezione e definizione progettuale (sostituzione del generatore termico e contabilizzazione dei consumi, per ottenere un risparmio energetico certificato del 35% e un risparmio economico per gli inquilini di almeno il 7%); 5. uscita del bando di gara con la procedura del dialogo competitivo ai sensi dell'art. 58 D.Lgs 63/06 e s.m.i.; 6. stipula del contratto di Servizio Energia Plus (D.lgs 115/2008) tra ACER ed la E.S.CO appaltatrice con il seguente oggetto: rinnovamento tecnologico, servizi di manutenzione, gestione e conduzione degli impianti, compreso l'onere del combustibile per il riscaldamento invernale e monitoraggio dei consumi; 7. realizzazione delle opere, fidejussione dell'e.s.co pari al 10% dell'importo e verifica dell'acer in fase di esecuzione; 8. coinvolgimento degli utenti attraverso una campagna informativa; 9. monitoraggio dei risultati: ottimizzazione dei sistemi e correzione degli errori comportamentali, l'acer agisce da controllore a tutela degli inquilini. Immagine 1: Analisi dei flussi di cassa legati ai consumi situazione pre e post intervento di riqualificazione. Pag.4

5 Sulla base dell'esperienza acquisita, l'acer ha redatto delle Raccomandazioni rivolte alle Pubbliche Autorità, evidenziando i vantaggi e le criticità di tipo normativo, finanziario e tecnico riscontrate che sono la causa principale per la mancata diffusione del meccanismo dell'epc in Italia. Ostacoli normativi: - difficoltà nel definire la tipologia giuridica che identifica il contratto di EPC nell'ambito della contrattualistica pubblica (appalti di lavoro/concessione di servizi/appalto di servizi, ecc..); - difficoltà nella stesura della documentazione tecnica e giuridica al fine della gara di appalto, importanza del contratto, determinante perché il sistema funzioni. Ostacoli finanziari: - rigidità del sistema degli affitti dell'alloggio sociale che non consente di recuperare l'investimento in efficienza energetica: la Regione FVG potrebbe introdurre delle modifiche al contratto di affitto degli alloggi ATER prevedendo una quota relativa al risparmio energetico pagata dall'utente. - necessità di un fondo di garanzia a tutela dell'e.s.co in caso di morosità dell'inquilino o in caso di appartamenti sfitti; - necessità di un fondo pubblico per concorrere all'integrazione delle spese di investimento previste dall'epc (es. Fondo BEI, fondo di rotazione regionale, ecc...) causa la difficoltà di coinvolgimento degli istituti finanziari, attualmente impreparati a fornire strumenti idonei. Ostacoli tecnici: - difficoltà di reperire i dati storici di consumo energetico dei singoli alloggi: a tal proposito, la Regione potrebbe obbligare i fornitori di energia a trasmettere i dati di consumo e gestire un database (superando il problema della privacy); - incongruenza tra consumi teorici determinati attraverso modelli di calcolo e quelli reali (comportamenti diversi degli utenti e presenza di alloggi vuoti): necessità di una diagnosi energetica corretta che produca risultati attendibili, la Regione dovrebbe promuovere un lavoro di approfondimento sui dati climatici per renderli più attendibili rispetto a quelli attuali (disponibilità dei dati orari dei capoluoghi di provincia e di normative europee per sintetizzarli); - complessità di effettuare interventi tecnici in edifici abitati; - necessità di un controllo esterno sui consumi e le fatture per assicurare il rispetto delle garanzie prestazionali. Come nel caso dell'acer dell'emilia Romagna, durante il GIR è emersa la necessità della Regione FVG di predisporre una mappatura completa e generale degli edifici residenziali, commerciali ed industriali per valutare soluzioni ad hoc, che comprendano interventi per innalzare il livello di efficienza energetica e/o l'applicazione di fonti energetiche rinnovabili. Pag.5

6 Si sottolinea che per la maggioranza dei partecipanti al Tavolo di Lavoro, la Regione dovrebbe promuovere e finanziare interventi sull'involucro edilizio: gli interventi di isolamento termico delle facciate di condomini comportano tempi di ritorno più lunghi rispetto alla sostituzione di generatori di calore obsoleti (la sostituzione dei generatori di calore, specialmente quelli a gasolio, è così conveniente che può essere finanziata direttamente dalle E.S.CO). La Regione potrebbe intervenire finanziando i progetti meno bancabili e meno convenienti per gli investitori privati, ma che portano a risultati di efficienza energetica elevati: stabiliti gli obiettivi prestazionali, la diagnosi energetica con risultato garantito da un tecnico deve diventare la ratio per l'erogazione degli incentivi e la normativa regionale potrebbe proporre alcune tipologie di interventi raccomandati come linee guida per progettisti e cittadini. Il successivo monitoraggio dei consumi post intervento è inoltre necessario come verifica di efficacia, mantenendo la possibilità di obbligo di restituzione degli incentivi in caso di esito negativo. Gruppi di acquisto e Cooperative Nel corso dell'esposizione, EnergoClub Onlus ha presentato esperienze passate di gruppi di acquisto, legate soprattutto all'installazione di impianti fotovoltaici (es. a Brescia). Il gruppo di acquisto è un organizzazione che crea le condizioni per cui le famiglie interagiscono con i fornitori nell'ottica del chiavi in mano : ciò comporta una riduzione dei prezzi di fornitura (si agisce ad una scala più grande) ed annulla lo stress decisionale dell'utente senza competenze tecniche, che rischia di rinunciare all'intervento a causa del disorientamento tra la moltitudine di offerte. EnergoClub ha agito come ente terzo a supporto dei gruppi di acquisto: - selezionando i fornitori; - definendo una convenzione tra i fornitori e le famiglie; - contribuendo ad innalzare il livello di conoscenza e di consapevolezza del gruppo di acquisto, attraverso check up energetici per evidenziare gli interventi utili ed orientare la singola famiglia all'autoconsumo e alla gestione energetica; - assicurandosi che l'opera sia realizzata a regola d'arte attraverso verifiche nelle fasi di intervento; - monitorando gli interventi eseguiti e diffondendo i risultati con gli utenti, con la possibilità di ricevere un feedback utile al miglioramento del sistema. Il gruppo di acquisto può essere esteso agli interventi sull'involucro edile, ma ciò comporta una maggior complessità legata alla selezione dei fornitori, che deve essere basata su esperienze tecniche passate e su fattori economici (richiesta di preventivi su un caso tipo) ed evitando eventuali conflitti di interesse (rischio di truffe, con alcuni casi già verificatesi in Regione). Inoltre vi è una difficoltà nello scorporare l'acquisto dei materiali dalla lavorazione. Nel caso del condominio, il gruppo di acquisto si realizza da sé e la figura dell'agevolatore di condominio affiancata a quella dell'amministrazione potrebbe contribuire a creare informazione e consapevolezza tra gli utenti e spingere il condominio ad accordarsi e investire sugli interventi che comportino ritorni economici Pag.6

7 ed ambientali. La possibilità di escludere dalla spesa e dai conseguenti risparmi l'utente non favorevole all'intervento potrebbe facilitarne la realizzazione. L'ipotesi di formare gruppi di acquisto unendo più condomini è stata scartata a causa della difficoltà riscontrata già nella gestione del singolo condominio. I gruppi di acquisto legati al fotovoltaico hanno rappresentato una percentuale dell'1-3% sul mercato nazionale, ma la quota sale al 20% all'interno dei Comuni che hanno patrocinato il sistema con finanziamenti a parziale copertura dell'investimento iniziale. Alla Regione è già stata richiesta da Federconsumatori una legge di sostegno, legata non solo all'acquisto di energia, ma ampliata in più ambiti (si ricorda che la normativa regionale del 2005 sull'acquisto di energia non è mai stata attuata e che a livello nazionale la normativa regola i gruppi di acquisto equo solidale). L'istituzione di uno sportello unico e di procedure burocratiche semplificate (con Lead Time minore di una settimana) potrebbero essere di supporto. Non è stata condivisa dal GIR la proposta di sanzionare gli utenti con consumi energetici superiori ad una determinata soglia, a causa delle problematiche sociali e dell'entità delle bollette di utenti energivori che rappresentano già un peso economico.. In generale è condivisa l'idea di creare una cultura energetica puntando alla formazione dei cittadini, piuttosto che alla sanzione. Un'alternativa ai gruppi di acquisto, è la cooperativa ad azionariato popolare, che comporta la partecipazione di soci nella gestione di spazi e finanziamenti per l'esecuzione di impianti di fonti energetiche rinnovabili o di progetti ecosostenibili. Un esempio è Retenergie, nata a Cuneo nel 2008 per la volontà di realizzare impianti FER di taglia piccola (fotovoltaico, microidroelettrico, eolico, microgenerazione e biomassa) e di favorire la socialità, attraverso principi di partecipazione, l'autogestione e la solidarietà. La soglia di 4000 soci consente alla cooperativa di trasformarsi in società di distribuzione di energia. In generale, durante l'incontro si è ricordata la condizione di crisi economica e di inefficienza del sistema paese (legato al costo del lavoro, dell'energia, alla burocrazia, ecc...), che comporta una difficoltà economica da parte degli utenti nella realizzazione di interventi. La proposta condivisa dal Gruppo per avviare un ciclo virtuoso di rilancio del settore dell efficienza energetica è l attivazione di un meccanismo articolato, a regia regionale, che coinvolge diversi soggetti: - la Regione FVG che definisce le regole (ad esempio criteri di priorità per l accesso agli incentivi), gestisce un fondo di garanzia ed effettua il controllo degli interventi eseguiti; - le banche che finanziano gli interventi dei privati e sostengono la maggior parte del rischio finanziario; - i proprietari di immobili che commissionano interventi di riqualificazione (in questo gruppo sono inclusi i piccoli proprietari privati, i condomini e le ATER Pag.7

8 regionali); - i professionisti tecnici che gestiscono progettazione e cantieri; - le imprese del settore edile ed impiantistico regionale che trovano nuove opportunità di lavoro. Ciò darebbe alla Regione la possibilità di raggiungere gli obiettivi stabiliti dall'unione Europea e di sottrarsi alle possibili sanzioni per il mancato rispetto delle direttive europee in materia di efficienza energetica da parte dell Italia. Altre proposte condivise Anche nel corso di questo quinto incontro, i partecipanti hanno ribadito e sottolineato che i temi della comunicazione e dell'informazione dei cittadini sono elementi basilari per la diffusione degli interventi di efficienza energetica. Tutti i partecipanti hanno concordato sulla necessità di dare visibilità ad edifici modello, tra l altro già disponibili sul territorio regionale: superando gli ostacoli finanziari, ogni capoluogo di provincia della regione FVG potrebbe scegliere un edificio pilota già riqualificato, anziché scegliere di edificarne dei nuovi, diffondendo i tipi di intervento realizzati, le varie fasi di realizzazione, i costi, le tempistiche e i risultati del monitoraggio dei consumi (per le fonti rinnovabili uso di display con i dati di produzione), quantificando il risparmio ottenuto in termini monetari (più comprensibili dei kwh), di beneficio del confort interno e di eventuale aumento del fattore sicurezza (legato principalmente alla gestione degli impianti). Secondo un'altra proposta avanzata, la normativa regionale dovrebbe vietare alcuni interventi energivori, come lo stacco delle unità abitative dall'impianto centralizzato (su esempio della Regione Piemonte) e obbligare la diagnosi energetica della centrale condominiale come documento da allegare al libretto dell'impianto. Inoltre, gli incentivi sociali erogati dalla Regione (es. carta famiglia) dovrebbero essere riuniti favorendo utenti con fasce di ISEE basse e che dimostrano una virtuosità nella gestione dell'energia (presentazione dei consumi monitorati all'atto della richiesta degli incentivi). La realizzazione di un unico catasto degli impianti e delle certificazioni energetiche a livello regionale è inoltre risultata una priorità per il controllo e il monitoraggio del parco edilizio regionale. Attualmente più enti si stanno occupando indipendentemente della realizzazione di catasti, molti dei quali riportano le stesse informazioni: l'ares è impegnata con il catasto georeferenziato delle certificazioni degli edifici ed ambientali (che comprendono dati catastali, dati degli impianti tipologia, combustibile utilizzato, tipo di distribuzione, potenza, ecc. - presenza di impianti a fonti rinnovabili e caratteristiche, ecc...); INSIEL è stata incaricata di realizzare il catasto degli impianti; molti comuni (es. Udine e Pordenone) stanno registrando gli esiti delle verifiche degli impianti, nei quali si riportano i dati tecnici, la tipologia dei combustibili e l'ubicazione attraverso dati catastali. Tutti i catasti potrebbero quindi essere unificati attraverso il dato delle particelle catastali, verificando eventuali altri dati incongruenti. Pag.8

Un modello di contratto per la garanzia di prestazione. Responsabile Servizio Energia

Un modello di contratto per la garanzia di prestazione. Responsabile Servizio Energia PROGETTO FRESH Un modello di contratto per la garanzia di prestazione energetica (EPC) Ing. Luigi Guerra Responsabile Servizio Energia Progetto Europeo Fresh PROBLEMI GENERALI: Crescita dei costi dell

Dettagli

ENEA-UTEE-ERT e Tavolo EPBD2

ENEA-UTEE-ERT e Tavolo EPBD2 ENEA-UTEE-ERT e Tavolo EPBD2 Conto Termico:finanziabilità bancabilità degli interventi di qualificazione energetica in edilizia il contributo ai «10 cantieri» per il conto termico Strumenti e metodologie

Dettagli

Efficientamento energetico in edifici pubblici. Bologna, 20 giugno 2013

Efficientamento energetico in edifici pubblici. Bologna, 20 giugno 2013 Efficientamento energetico in edifici pubblici Bologna, 20 giugno 2013 ESEMPI CONCRETI P.R.U. QUARTIERE COMPAGNONI FENULLI: IL PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL V-VI Il processo di riqualificazione, la

Dettagli

IL PROGETTO EUROPEO FRESH

IL PROGETTO EUROPEO FRESH PROGETTO FRESH PREMIO BEST PRACTICE PATRIMONI PUBBLICI 2015 IL PROGETTO EUROPEO FRESH Strumenti per la riqualificazione energetica del patrimonio di edilizia residenziale sociale esistente EDIFICIO RESIDENZIALE

Dettagli

Presentazione progetto

Presentazione progetto Presentazione progetto Il tema della rigenerazione del patrimonio edilizio esistente si inserisce in un contesto globale di interesse alle tematiche ambientali ed alla qualità della vita, che affianca

Dettagli

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013 Queste note si rivolgono al Comune che, in assenza di risorse economiche, intende diminuire i costi delle

Dettagli

Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica

Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica Bologna, 4 marzo 2015 In collaborazione con: Nell ambito del Piano d Azione per l Energia Sostenibile (PAES) del Comune di

Dettagli

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale COMPANY PROFILE 2013 L idea Green to Green srl è una società di servizi energetici nata nel 2013 dalla volontà di 3 professionisti del settore che hanno voluto trasferire le competenze maturate in una

Dettagli

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015

L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015 31/03/2015 è una associazione no profit per lo sviluppo energetico sostenibile del

Dettagli

Marco Corradi Presidente Acer Reggio Emilia, Presidente gruppo di lavoro energia Cecodhas Houising Europe

Marco Corradi Presidente Acer Reggio Emilia, Presidente gruppo di lavoro energia Cecodhas Houising Europe Efficienza Energetica: la Direttiva Europea EPBD2 per edifici a consumo quasi zero Un progetto pilota, a sostegno Regionale,per l apertura di cantieri di efficientamento energetico a pieno edificio Marco

Dettagli

I CONTRATTI DI RENDIMENTO ENERGETICO:

I CONTRATTI DI RENDIMENTO ENERGETICO: SERVIZI I CONTRATTI DI RENDIMENTO ENERGETICO: OPPORTUNITÀ ED ESPERIENZA Maurizio Bottaini Federesco (Federazione Nazionale delle Esco) Federesco BEST PRACTICE ENERGY SERVICE COMPANY, quali operatori di

Dettagli

Rigenerazione Energetica del patrimonio residenziale pubblico gestito da A.C.E.R. Bologna

Rigenerazione Energetica del patrimonio residenziale pubblico gestito da A.C.E.R. Bologna Rigenerazione Energetica del patrimonio residenziale pubblico gestito da A.C.E.R. Bologna COSA Rigenerazione del patrimonio residenziale pubblico DOVE Comune di Bologna COME Energe:ca, ma non solo PROBLEMI

Dettagli

Aura Energy Srl Energy Service Company. Torino, 29 Ottobre 2013

Aura Energy Srl Energy Service Company. Torino, 29 Ottobre 2013 Aura Energy Srl Energy Service Company Torino, 29 Ottobre 2013 1 INDICE 1. CORE BUSINESS DI AURA ENERGY a. Attività principali b. Nuova Mission c. Ruolo della E.S.Co. 2. PROGETTI a. Principali voci di

Dettagli

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO GLOBAL POWER SERVICE Il Consorzio Cev per l attuazione del Progetto EDIFICI VIRTUOSI si avvale del supporto

Dettagli

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Gianluca Riu, Direttore Impianti Energia Gruppo Egea Energie a servizio del territorio 22-24 maggio 2015 mercoledì

Dettagli

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012 Arch. Rovena Xhaferi 16 ottobre 2015 Grosseto Comune di Grosseto La sfida energetica e Il parco immobiliare nazionale Trasporto Industria Edifici Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca,

Dettagli

LE INDICAZIONI EUROPEE SULL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO IN EDILIZIA AL CONFRONTO CON LA CRISI ECONOMICA-ENERGETICA AMBIENTALE

LE INDICAZIONI EUROPEE SULL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO IN EDILIZIA AL CONFRONTO CON LA CRISI ECONOMICA-ENERGETICA AMBIENTALE SLIDE 1 LE INDICAZIONI EUROPEE SULL EFFICIENTAMENTO ENERGETICO IN EDILIZIA AL CONFRONTO CON LA CRISI ECONOMICA-ENERGETICA AMBIENTALE L impegno di Regioni, Province, Comuni Operatività dal 2012, efficientamento

Dettagli

Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica

Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica Azioni del PAES del Comune di Bologna: CONDOMINI- Riqualificazione energetica Francesco Tutino, Comune di Bologna Seminario Rigenerazione Urbana e Riqualificazione Energetica Sala Biagi - Quartire Santo

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Recuperare e riqualificare il patrimonio edilizio GUIDA A CURA DELLA IQT CONSULTING AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2008 PERCHÉ RIQUALIFICARE IL PROPRIO PATRIMONIO EDILIZIO

Dettagli

COPIA IN VISIONE LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO

COPIA IN VISIONE LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO linea CONDOMINI LA NUOVA SOLUZIONE ENERGETICA PER IL CONDOMINIO: L INVESTIMENTO REDDITIZIO RISCALDAMENTO CLIMATIZZAZIONE ENERGIE ALTERNATIVE LO STATO SOSTIENE IL 55% DEI COSTI. L IMPORTO RESTANTE SI RIPAGA

Dettagli

finanziarie Anna Maria Pozzo Direttore Area Tecnica Federcasa Biella, 19 novembre 2009 che cos'è,, come funziona, adattamento all'alloggio sociale

finanziarie Anna Maria Pozzo Direttore Area Tecnica Federcasa Biella, 19 novembre 2009 che cos'è,, come funziona, adattamento all'alloggio sociale Il Finanziamento Tramite Terzi (FTT) che cos'è,, come funziona, adattamento all'alloggio sociale Anna Maria Pozzo Direttore Area Tecnica Federcasa Biella, 19 novembre 2009 Interventi di risparmio energetico

Dettagli

BANDO AMBIENTENERGIA 2015

BANDO AMBIENTENERGIA 2015 BANDO AMBIENTENERGIA 2015 Misura Formazione di Energy Manager Livello II Bando per la selezione dei Comuni interessati a beneficiare del servizio Pagina 1 di 8 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 OGGETTO... 5 SOGGETTI

Dettagli

Energetiqa srl PRESENTAZIONE SOCIETARIA

Energetiqa srl PRESENTAZIONE SOCIETARIA L energia è quella risorsa di cui ogni organismo ha bisogno per vivere e per svolgere qualsiasi attività. Per muoverci, come per pensare, utilizziamo infatti l energia immagazzinata nel nostro corpo. Anche

Dettagli

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY ENERGY + EFFICIENCY 1 2esco.it Il punto di riferimento per le imprese che puntano ad ottimizzare i propri consumi, attraverso il risparmio energetico. 2E Energy Efficiency è nata con lo scopo di assistere

Dettagli

mo sarà pur meglio che ci pensino loro.

mo sarà pur meglio che ci pensino loro. mo sarà pur meglio che ci pensino loro. GESTIONE CALORE Comfort, autonomia e risparmio energetico. Ideazione e progettazione grafica: Ufficio Comunicazione SGR Essential Foto campagna: Chico De Luigi Servizio

Dettagli

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale

Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Il risparmio energetico: priorità economica ed ambientale Ing Alessandro Fatini del Grande 20 febbraio 2007 Il risparmio energetico è diventata un esigenza importante sia a livello ambientale (riduzione

Dettagli

Politiche e strumenti finanziari per il recupero energetico del patrimonio edilizio pubblico IL PUNTO DI VISTA DELLE ESCO

Politiche e strumenti finanziari per il recupero energetico del patrimonio edilizio pubblico IL PUNTO DI VISTA DELLE ESCO Politiche e strumenti finanziari per il recupero energetico del patrimonio edilizio pubblico IL PUNTO DI VISTA DELLE ESCO 2 Il Gruppo Sernet Il Gruppo Sernet nasce come evoluzione di Sernet SpA Management

Dettagli

Villa Contarini, Piazzola sul Brenta 21 giugno 2013. Laura Bano, Galileia srl. Slide 1

Villa Contarini, Piazzola sul Brenta 21 giugno 2013. Laura Bano, Galileia srl. Slide 1 Normativa, vincoli e strategie per l efficienza energetica: la diagnosi energetica/audit energetico, strumento strategico per conseguire il potenziale di efficienza energetica Villa Contarini, Piazzola

Dettagli

I condomini intelligenti in provincia di Genova. Marco Castagna Direttore Fondazione Muvita

I condomini intelligenti in provincia di Genova. Marco Castagna Direttore Fondazione Muvita I condomini intelligenti in provincia di Genova. Marco Castagna Direttore Fondazione Muvita Il patrimonio edilizio in Italia Gli edifici del nostro paese sono stati costruiti prevalentemente con criteri

Dettagli

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA REGGIO EMILIA

AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA REGGIO EMILIA AZIENDA CASA EMILIA ROMAGNA REGGIO EMILIA Un modello integrato per l efficienza energetica degli edifici Roma 25 gennaio 2011 Azienda Casa Emilia-Romagna di Reggio Emilia IL CONTESTO: SISTEMA ABITATIVO

Dettagli

Green Energy Audit degli edifici quale strumento per conoscere i consumi energefco - ambientali e le priorità di intervento

Green Energy Audit degli edifici quale strumento per conoscere i consumi energefco - ambientali e le priorità di intervento Workshop Finanziare le riqualificazioni energetiche degli edifici pubblici superando il patto di stabilità attraverso i Fondi BEI e le E.S.Co.: casi pratici ed esperienze Trieste, 13 Febbraio 2014 Green

Dettagli

IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE. Patrimonio edilizio, reti e impianti tecnologici 1 sessione del Tavolo di lavoro 15_07_2015

IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE. Patrimonio edilizio, reti e impianti tecnologici 1 sessione del Tavolo di lavoro 15_07_2015 IL PIANO DI AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE Patrimonio edilizio, reti e impianti tecnologici 1 sessione del Tavolo di lavoro 15_07_2015 COS È IL PAES Impegno volontario e unilaterale per contribuire al

Dettagli

Ecocasa Energy 2015 L efficienza energetica e la sostenibilità: un opportunità per la filiera dell'edilizia

Ecocasa Energy 2015 L efficienza energetica e la sostenibilità: un opportunità per la filiera dell'edilizia Ecocasa Energy 2015 L efficienza energetica e la sostenibilità: un opportunità per la filiera dell'edilizia Data: 28-30 marzo 2015 Ubicazione: Fiera di Pordenone Temi di riferimento: La sostenibilità come

Dettagli

Contabilizzazione e ripartizione del calore Efficienza e sostenibilità economica

Contabilizzazione e ripartizione del calore Efficienza e sostenibilità economica Contabilizzazione e ripartizione del calore Efficienza e sostenibilità economica Rimini li 30 Marzo 2015 Perché contabilizzare i consumi termici? Perché oggi, sulla spinta delle mutate esigenze ambientali,

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI

LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI LE AGEVOLAZIONI FISCALI CONNESSE AL RISPARMIO ENERGETICO DI EDIFICI ESISTENTI a) Premessa L incentivo fiscale per il risparmio energetico introdotto con la Finanziaria 2007 è paragonabile per grandi linee

Dettagli

Avv. Marinella Baldi Consulente MUVITA

Avv. Marinella Baldi Consulente MUVITA Constatazione che un rilevante numero di condomini dispone di sistemi di produzione gestione del calore obsoleti e inefficienti con enorme spreco di energia e risorse economiche. I risparmi ottenibili

Dettagli

PROTOCOLLO R.e.p.i.e.

PROTOCOLLO R.e.p.i.e. PROTOCOLLO R.e.p.i.e. L innovazione per rilanciare il comparto dell edilizia WWW.R.E.P.I.E.IT 1. PARTE GENERALE 2. OPERATORI ECONOMICI 3. AFFIDAMENTO LAVORI 4. OPERATORI FINANZIARI 5. FORNITORI TECNOLOGIA

Dettagli

Bentornata efficienza energetica Le Aziende di Housing Sociale

Bentornata efficienza energetica Le Aziende di Housing Sociale Bentornata efficienza energetica Le Aziende di Housing Sociale Un sistema a sostegno della Green-Economy Marco Corradi Presidente ACER Reggio Emilia Presidente gruppo di lavoro Esperti Energia del Cecodhas

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP)

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP) PROGETTO NEUTRALITA CLIMATICA EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP) dott. Fabrizio Romanelli BACKGROUND Edifici pubblici esistenti: i costi energetici pesano

Dettagli

TACKLING OBSTACLES IN SOCIAL HOUSING (TACKOBST)

TACKLING OBSTACLES IN SOCIAL HOUSING (TACKOBST) TACKLING OBSTACLES IN SOCIAL HOUSING (TACKOBST) www.tackobst.eu 8 Partners e 5 organismi dell Alloggio sociale associati Francia Bulgaria 1. DELPHIS 2. USH* 3. HTC + FSM + FOYER REMOIS 6. BHA Italia 4.

Dettagli

Crescita sostenibile e intelligente

Crescita sostenibile e intelligente Crescita sostenibile e intelligente per lo sviluppo locale Per la realizzazione di questo documento sono state utilizzate immagini di: Archivio Parlamento europeo Avete un tesoro verde. Approfittatene.

Dettagli

Gli Investimenti ESCo in ambito residenziale Un modello per la ricostruzione/ristrutturazione energeticamente efficiente. Antonio Ciccarelli

Gli Investimenti ESCo in ambito residenziale Un modello per la ricostruzione/ristrutturazione energeticamente efficiente. Antonio Ciccarelli Gli Investimenti ESCo in ambito residenziale Un modello per la ricostruzione/ristrutturazione energeticamente efficiente Antonio Ciccarelli Chi siamo SEA Servizi Energia Ambiente S.r.l. E.S.Co. Energy

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Aiuti fiscali, finanziamento in conto terzi ed interventi integrati in Italia

Aiuti fiscali, finanziamento in conto terzi ed interventi integrati in Italia Aiuti fiscali, finanziamento in conto terzi ed interventi integrati in Italia Anna Maria Pozzo FEDERCASA Contenuti della comunicazione Action Plan UE 2011: obblighi del settore pubblico Situazione del

Dettagli

FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES. REPORT 14 marzo 2012 Atelier Urban Center

FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES. REPORT 14 marzo 2012 Atelier Urban Center FORUM PER LA CONCERTAZIONE DEL PAES REPORT 14 marzo 2012 Atelier Urban Center Incontro 1 Tavolo: Risparmio ed efficienza energetica negli edifici residenziali Report sintetico dell'incontro del 14 marzo

Dettagli

Workshop Risparmiare energia e ridurre i costi di esercizio A cura di CNA Urban Center, Sala Atelier 18 ottobre 2013

Workshop Risparmiare energia e ridurre i costi di esercizio A cura di CNA Urban Center, Sala Atelier 18 ottobre 2013 Conosciamo meglio i contratti di Servizio Energia, una soluzione per efficientare un immobile a basso impatto economico Workshop Risparmiare energia e ridurre i costi di esercizio A cura di CNA Urban Center,

Dettagli

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI

Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Convegno: Efficienza Energetica: opportunità e casi di eccellenza Venerdì 23 marzo 2012 IL CONTRATTO SERVIZIO ENERGIA UN OPPORTUNITA PER IMPRESE E CLIENTI Relatore: Ing. Maurizio Landolfi Consumi energetici

Dettagli

Il Partenariato Pubblico Privato e il ruolo delle ESCo per lo sviluppo degli investimenti per l efficienza energetica degli EELL.

Il Partenariato Pubblico Privato e il ruolo delle ESCo per lo sviluppo degli investimenti per l efficienza energetica degli EELL. + Il Partenariato Pubblico Privato e il ruolo delle ESCo per lo sviluppo degli investimenti per l efficienza energetica degli EELL Roberto Valcanover e Nicola Fruet Maurizio Roat Esperto in Diritto dell'energia

Dettagli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli

Audizione del. Direttore del Consorzio CEV. Gaetano Zoccatelli Disegno di Legge n. 1541 conversione in legge del Decreto Legge 24 giugno 2014, n.91 Disposizioni urgenti per il settore agricolo, la tutela ambientale e l efficientamento energetico dell edilizia scolastica

Dettagli

UN ESIGENZA IMPROCRASTINABILE

UN ESIGENZA IMPROCRASTINABILE Pagina 1 UN ESIGENZA IMPROCRASTINABILE L edilizia determina il quaranta per cento dei consumi totali di energia ed è tra i settori maggiormente responsabili delle emissioni di gas serra, della produzione

Dettagli

PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE 2014 MALCESINE ORIZZONTE 2020 LE SCHEDE AZIONE

PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE 2014 MALCESINE ORIZZONTE 2020 LE SCHEDE AZIONE PIANO D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE MALCESINE ORIZZONTE LE SCHEDE AZIONE PAES 2 3 4 INDICE SETTORE RESIDENZIALE... 6 CLASSIFICAZIONE TERMICA... 6 CALDAIE AD ALTA EFFICIENZA... 8 RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

Dettagli

IL VALORE DELL AFFIDABILITÀ DELLE MISURE, PROVE E

IL VALORE DELL AFFIDABILITÀ DELLE MISURE, PROVE E IL VALORE DELL AFFIDABILITÀ DELLE MISURE, PROVE E CERTIFICAZIONI NELLA DIAGNOSI ENERGETICA Esigenze delle imprese edili in ottica di garanzia delle performance energetiche degli edifici e miglioramento

Dettagli

Ascor International srl. Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015

Ascor International srl. Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015 Ascor International srl Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015 Ascor International > Ascor International è una società di intermediazione e consulenza

Dettagli

La procedura di accesso alle detrazioni richiede l'asseverazione del tecnico specializzato

La procedura di accesso alle detrazioni richiede l'asseverazione del tecnico specializzato La procedura di accesso alle detrazioni richiede l'asseverazione del tecnico specializzato Guida alle Novità Fiscali, Il Sole 24 Ore, n. 5, 1 giugno 2007, p. 43 a cura di Sandro Cerato, Fabio Balestra

Dettagli

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali

Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Dimezzare i consumi negli edifici condominiali Un incentivo per muovere interventi di riqualificazione edilizia e energetica nei complessi edilizi attraverso lo strumento delle Esco. PREMESSA Circa 24

Dettagli

Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti

Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti Consumo troppo? Cosa fare? L approccio del FM al tema dell energia negli immobili esistenti Relatori: Emilio Giacomini Responsabile Area Operativa Ceg Facility Raffaele Tardi Energy Manager Ceg Facility

Dettagli

Chi. Come. Dove. Quando

Chi. Come. Dove. Quando PORDENONE SPILIMBERGO LATISANA CODROIPO Come Chi Offrendo un servizio a 360 gradi, con competenza e qualità. I clienti ai quali ci rivolgiamo sono: aziende, negozi, condomini, enti pubblici, istituti scolastici,

Dettagli

Credito bancario: riqualificazione dei Condomini, riqualificazione del Territorio

Credito bancario: riqualificazione dei Condomini, riqualificazione del Territorio Credito bancario: riqualificazione dei Condomini, riqualificazione del Territorio Andrea Ceoletta Relazioni Esterne Harley&Dikkinson Firenze, 20 novembre 2015 Verso il cambiamento In Italia l inquinamento

Dettagli

BANDO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI O DI USO PUBBLICO

BANDO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI O DI USO PUBBLICO REGIONE LOMBARDIA BANDO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI O DI USO PUBBLICO 1 INDICE FINALITA... 3 1. RISORSE FINANZIARIE E

Dettagli

Osservazioni e Proposte degli Amici della Terra

Osservazioni e Proposte degli Amici della Terra Amici della Terra - ONLUS Via Ippolito Nievo 62, 00153 Roma Tel. +39 06 687 53 08 / Fax +39 06 683 08 610 www.amicidellaterra.it Osservazioni e Proposte degli Amici della Terra Consultazione sul documento

Dettagli

La normativa italiana sull efficienza energetica degli edifici e focus sugli edifici ad energia quasi zero (NZEBs)

La normativa italiana sull efficienza energetica degli edifici e focus sugli edifici ad energia quasi zero (NZEBs) La normativa italiana sull efficienza energetica degli edifici e focus sugli edifici ad energia quasi zero (NZEBs) ing. Antonio Visentin Fondazione Fenice Onlus FENICE Green Energy Park Perché la normativa

Dettagli

Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi

Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi Un modello per la riqualificazione energetica dell edilizia pubblica: opportunità, applicazioni e risultati attesi Marco Corradi Presidente ACER(Azienda Casa Emilia Romagna) di Reggio Emilia MISSION LA

Dettagli

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo

Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo Consumi Energetici nelle aziende: Conoscenza Razionalizzazione Interventi di Efficientamento Monitoraggio Continuo GREEN ENERGY PLUS S.R.L. Via della Ricerca Scientifica snc c/o Parco Scientifico Romano

Dettagli

I PRESUPPOSTI GIURIDICI DELL INIZIATIVA CON RIFERIMENTO AL CONDOMINIO. Marinella Baldi - A.E.R.E.

I PRESUPPOSTI GIURIDICI DELL INIZIATIVA CON RIFERIMENTO AL CONDOMINIO. Marinella Baldi - A.E.R.E. I PRESUPPOSTI GIURIDICI DELL INIZIATIVA CON RIFERIMENTO AL CONDOMINIO Marinella Baldi - A.E.R.E. 1 CONDOMINI INTELLIGENTI: LE QUESTIONI GIURIDICHE Le principali questioni giuridiche inerenti al progetto

Dettagli

1 RAPPORTO DI MONITORAGGIO. Piano d Azione Energia Sostenibile Comune di Teolo. -Marzo 2014-

1 RAPPORTO DI MONITORAGGIO. Piano d Azione Energia Sostenibile Comune di Teolo. -Marzo 2014- 1 RAPPORTO DI MONITORAGGIO Piano d Azione Energia Sostenibile Comune di Teolo -Marzo 2014- COMUNE DI TEOLO SUPPORTO TECNICO: CONSORZIO UNIVERSITARIO DI RICERCA APPLICATA C/O UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

Dettagli

BANCA POPOLARE ETICA La finanza etica per l efficienza energetica:

BANCA POPOLARE ETICA La finanza etica per l efficienza energetica: BANCA POPOLARE ETICA La finanza etica per l efficienza energetica: l esperienza di Banca Etica Alessandro Celoni Responsabile Commerciale Area Nordest Trieste 13.02.2014 Banca Popolare Etica è. I Nostri

Dettagli

Etexia: Ingegneria per l Energia

Etexia: Ingegneria per l Energia Etexia: Ingegneria per l Energia I PARTE: Company Profile II PARTE: E 2 MAP Etexia Energy Management Protocol BIOMASSA FOTOVOLTAICO/SOLARE EOLICO POMPE DI CALORE ILLUMINAZIONE ENERGIA DOMOTICA Pag.2 I

Dettagli

LE RISORSE ECONOMICHE PER RIQUALIFICARE TROVIAMOLE CON NUOVI STRUMENTI FINANZIARI ANCE REGGIO EMILIA

LE RISORSE ECONOMICHE PER RIQUALIFICARE TROVIAMOLE CON NUOVI STRUMENTI FINANZIARI ANCE REGGIO EMILIA LE RISORSE ECONOMICHE PER RIQUALIFICARE TROVIAMOLE CON NUOVI STRUMENTI FINANZIARI ANCE REGGIO EMILIA Andrea Ceoletta Reggio Emilia, 18 giugno 2014 Lo stato del costruito 98% 2% 1980 Il 98% degli

Dettagli

Settore Sviluppo Energetico Sostenibile

Settore Sviluppo Energetico Sostenibile ENERGY MANAGEMENT NEL SETTORE PUBBLICO Lo schema di Energy Performance Contracting della Regione Piemonte Torino, 26 novembre 2013 Sala Stemmi Provincia di Torino Regione Piemonte - Filippo BARETTI I CONTRATTI

Dettagli

PRIMA DI INIZIARE. Si ricorda che prima dell emanazione del Decreto Sviluppo, per l acquisto dei prodotti, esistevano due regimi di agevolazioni:

PRIMA DI INIZIARE. Si ricorda che prima dell emanazione del Decreto Sviluppo, per l acquisto dei prodotti, esistevano due regimi di agevolazioni: PRIMA DI INIZIARE Il presente documento vuole essere un aiuto per tutti i Clienti Daikin Italy, siano essi professionisti del settore oppure utenti finali, a comprendere meglio i meccanismi legati agli

Dettagli

CONTRATTI EPC E PROSSIMA ATTIVAZIONE DI INVESTIMENTI NELL AREA METROPOLITANA TORINESE: IL COINVOLGIMENTO DELLE ESCO

CONTRATTI EPC E PROSSIMA ATTIVAZIONE DI INVESTIMENTI NELL AREA METROPOLITANA TORINESE: IL COINVOLGIMENTO DELLE ESCO Programma di finanziamento: Mobilizing Local Energy Investments (bando EIE2013) Partner: Città Metropolitana di Torino capofila -, Regione Piemonte, Città di Torino, Environment Park, Investimenti previsti:

Dettagli

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA E IL DLgs 192/2005: UNO STRUMENTO PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA E IL DLgs 192/2005: UNO STRUMENTO PER L EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI ARCHinNOVA Efficienza Energetica nelle costruzioni leggere. Riflessioni e dibattito Bologna 28 aprile 2006 ASSOCIAZIONE CULTURALE LA CERTIFICAZIONE ENERGETICA E IL DLgs 192/2005: UNO STRUMENTO PER L EFFICIENZA

Dettagli

I contratti di rendimento energetico. Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Napoli 4 5 dicembre 2013

I contratti di rendimento energetico. Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Napoli 4 5 dicembre 2013 I contratti di rendimento energetico Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Napoli 4 5 dicembre 2013 Fonte normativa: Dlgs 115/2008 Art. 2. Definizioni l) «contratto di rendimento energetico»: accordo

Dettagli

1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono

1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono 1. Nuovi e già vecchi 2. In classe A si vive meglio 3. L edilizia da riqualificare 4. I vantaggi dei cappotti termici 5. Anche le archistar devono studiare 6. Ecoquartieri? «Tutti in classe A» è una campagna

Dettagli

Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza

Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza Programma Operativo Interregionale Energie rinnovabili e risparmio energetico 2007 2013 Green Communities nelle Regioni Obiettivo Convergenza Metodologia/procedura attività Linea 1 Premessa Le attività

Dettagli

Condomini Efficienti. Tavolo Tecnico del Protocollo d Intesa per il Patto dei Sindaci. Genova, 10 giugno 2015

Condomini Efficienti. Tavolo Tecnico del Protocollo d Intesa per il Patto dei Sindaci. Genova, 10 giugno 2015 Condomini Efficienti Tavolo Tecnico del Protocollo d Intesa per il Patto dei Sindaci Genova, 10 giugno 2015 Condomini Efficienti In Italia il 40% circa dei consumi energetici totali è attribuibile all

Dettagli

Sistema Edificio Edifici a Sistema

Sistema Edificio Edifici a Sistema Sistema Edificio Edifici a Sistema ROMA, 30 settembre 2014 Andrea Ceoletta Andrea Ceoletta Relazioni Esterne Harley&Dikkinson LE RISORSE ECONOMICHE per Riqualificare TROVIAMOLE con nuovi Strumenti Finanziari

Dettagli

IL SOLARE FOTOVOLTAICO: un opportunità per tutti!!!!

IL SOLARE FOTOVOLTAICO: un opportunità per tutti!!!! Taranto, 28 Maggio 2009 IL SOLARE FOTOVOLTAICO: un opportunità per tutti!!!! Dott. Ing. Carlo ZIZZI Dott.ssa Francesca MASELLA LE NOSTRE PRINCIPALI ATTIVITA INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO sostituzione

Dettagli

Cos è l efficienza energetica?

Cos è l efficienza energetica? Perugia 10 maggio 2013 Sostenibilità delle strutture ricettive: «dall auditing energetico alla produzione di energia da fonte rinnovabile» Ing. Cristiano Brugnoni - Socio Amministratore - Criadon S.r.l

Dettagli

aree di montagna europee

aree di montagna europee Workshop Finanziare le riqualificazioni energetiche degli edifici pubblici superando il patto di stabilità attraverso i Fondi BEI e le E.S.Co.: casi pratici ed esperienze Trieste, 13 Febbraio 2014 Il progetto

Dettagli

AMMINISTRARE Immobili

AMMINISTRARE Immobili periodico mensile - euro 4,00 anno XX - numero 196 - luglio/agosto 2015 AMMINISTRARE Immobili Rivista ufficiale dell Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari R ANACI in Europa p.32

Dettagli

Un approccio di sistema per dare concretezza al tema della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: il modello "Condomini Intelligenti"

Un approccio di sistema per dare concretezza al tema della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: il modello Condomini Intelligenti Un approccio di sistema per dare concretezza al tema della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio: il modello "Condomini Intelligenti" Fondazione Muvita per il Patto dei Sindaci: competenze,

Dettagli

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG

I PROMOTORI I DESTINATARI OBIETTIVI I SETTORI. Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG 3 I PROMOTORI Società di servizi energetici accreditate presso l Autorità Energia Elettrica e Gas AEGG I DESTINATARI - Sistema Produttivo - Pubblica Amministrazione - Cittadini OBIETTIVI Incentivare il

Dettagli

AUDIT ENERGETICO. I passi dell Audit

AUDIT ENERGETICO. I passi dell Audit GET Energy Srl Sede Operativa: Via G. Avolio, 14 10023 CHIERI (TO) P.IVA e C.F 10797930012 info@getenergy.it - www.getenergy.it AUDIT ENERGETICO I passi dell Audit 1 Definizione di Audit Un Audit Energetico

Dettagli

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI Workshop E.S.Co. ed efficientamento energetico degli edifici: un opportunità per gli operatori pubblici e privati Trieste, 13 febbraio 2014 AREA Science Park Campus di Padriciano Centro Congressi I contratti

Dettagli

DISPOSIZIONI PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA IN LOMBARDIA

DISPOSIZIONI PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA IN LOMBARDIA DISPOSIZIONI PER L EFFICIENZA ENERGETICA IN EDILIZIA IN LOMBARDIA Deliberazione di Giunta Regionale 22 dicembre 2008 N. VIII/8745 Valentina Sachero REGIONE LOMBARDIA DG Reti, Servizi di Pubblica Utilità

Dettagli

Legambiente presenta Tutti in classe A, la radiografia energetica del patrimonio edilizio italiano

Legambiente presenta Tutti in classe A, la radiografia energetica del patrimonio edilizio italiano Legambiente presenta Tutti in classe A, la radiografia energetica del patrimonio edilizio italiano Tutti in Classe A: 500 edifici analizzati da Bolzano a Catania. Le termografie bocciano edifici progettati

Dettagli

Roberto Del Bo. CAMERA di COMMERCIO di MILANO Palazzo Turati Via Meravigli 9/b (Sala Conferenze) Milano 9 maggio 2011.

Roberto Del Bo. CAMERA di COMMERCIO di MILANO Palazzo Turati Via Meravigli 9/b (Sala Conferenze) Milano 9 maggio 2011. CAMERA di COMMERCIO di MILANO Palazzo Turati Via Meravigli 9/b (Sala Conferenze) relazione di Roberto Del Bo (Presidente Commissione Energia Assopetroli/Assoenergia) 1 È possibile ridurre le spese di riscaldamento

Dettagli

Le esperienze di una ESCO nello sviluppo di impianti di bioenergia PRESENTAZIONE AZIENDALE 23.09.2011

Le esperienze di una ESCO nello sviluppo di impianti di bioenergia PRESENTAZIONE AZIENDALE 23.09.2011 Le esperienze di una ESCO nello sviluppo di impianti di bioenergia PRESENTAZIONE AZIENDALE 23.09.2011 Offerta: consulenza - progettazione - servizi Team interdisciplinare CONSULTING Team TECNICO Pianificazione

Dettagli

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA PERCORSI PER UN COMUNE ILLUMINATO L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PATTO DEI SINDACI, IL PROGETTO ENEA LUMIERE, LE ESCO, E TANTO ALTRO ANCORA Spendiamo

Dettagli

PALAZZINE - CONDOMINI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

PALAZZINE - CONDOMINI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA PALAZZINE - CONDOMINI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Gent.le Amministratore, l attenzione verso il risparmio energetico e il comfort domestico sono diventati prioritari per tutti noi e sono una presa di coscienza

Dettagli

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA

REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA REGOLAMENTO PROVINCIALE PER L'ESECUZIONE DELLE ISPEZIONI SUGLI IMPIANTI TERMICI E SUI SISTEMI DI CONDIZIONAMENTO D ARIA Art. 1 Oggetto 1. Il presente Regolamento disciplina le procedure per l'effettuazione

Dettagli

Le ESCO, l energy performance contracting e il finanziamento tramite terzi

Le ESCO, l energy performance contracting e il finanziamento tramite terzi Le ESCO, l energy performance contracting e il finanziamento tramite terzi Milano, 22 novembre 2005 Napoli, 30 novembre 2005 Dario Di Santo, FIRE Premessa La Federazione Italiana per l uso Razionale dell

Dettagli

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari Edo Ronchi Presidente della

Dettagli

PATROCINI: Dipartimento. BOLOGNA Consulta Tutela Ambiente Modena. www.fazzclub.org

PATROCINI: Dipartimento. BOLOGNA Consulta Tutela Ambiente Modena. www.fazzclub.org PATROCINI: Dipartimento ARCHITETTURA UNIVERSITA BOLOGNA Consulta Tutela Ambiente Modena CHI SIAMO Associazione di Promozione Sociale No Profit, Motto: educazione e cultura sono gli unici antidoti contro

Dettagli

BANCA POPOLARE ETICA

BANCA POPOLARE ETICA BANCA POPOLARE ETICA La finanza etica per l efficienza energetica: l esperienza di Banca Etica Marco Bianchi Area Innovazione - Banca Popolare Etica L efficienza energetica e le politiche di sviluppo degli

Dettagli

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI Workshop Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie. I contratti di rendimento energetico come strumenti/ opportunità di efficientamento energetico nelle strutture

Dettagli

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO

di Melkus Elisabeth CONTO TERMICO CONTO TERMICO DECRETO del MINISTRO DELLO SVILUPPO ECONOMICO 28/12/2012 e PUBBLICATO sulla GAZZETTA UFFICIALE n. 1 del 02/01/2013 Regole Attuative elaborate e pubblicate dal GSE Gestore Servizi Energetici

Dettagli

I vantaggi della riqualificazione energetica

I vantaggi della riqualificazione energetica www.arcoservizi.it I vantaggi della riqualificazione energetica Nel 2010, le famiglie europee hanno consumato quasi il 13% in più di energia rispetto al 1990, generando il 25% delle emissioni di gas a

Dettagli

Enti locali e politiche per la sostenibilità

Enti locali e politiche per la sostenibilità Enti locali e politiche per la sostenibilità Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento Un modello applicativo di Energy Performance Contract in corso di sperimentazione nella

Dettagli