/ Perfect Welding / Solar Energy / Perfect Charging IL FOTOVOLTAICO CONVIENE 2.0. / Risparmio energetico e autoconsumo per un fabbisogno su misura

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "/ Perfect Welding / Solar Energy / Perfect Charging IL FOTOVOLTAICO CONVIENE 2.0. / Risparmio energetico e autoconsumo per un fabbisogno su misura"

Transcript

1 / Perfect Welding / Solar Energy / Perfect Charging IL FOTOVOLTAICO CONVIENE 2.0 / Risparmio e autoconsumo per un fabbisogno su misura

2 2 IL FOTOVOLTAICO CONVIENE 2.0: CAMBIARE MENTALITÀ PER RISPARMIARE LA BOLLETTA ELETTRICA IN ITALIA, QUESTA SCONOSCIUTA / Oggi l impianto fotovoltaico deve essere proposto partendo da un attenta analisi dei consumi effettivi del cliente. I consumi possono essere individuati nella bolletta elettrica. Ma spesso la lettura e l analisi della bolletta sono affare complesso. / Sul mercato dell energia elettrica sono presenti fornitori diversi, ognuno dei quali si rivolge al consumatore potenziale presentando le proprie innumerevoli tariffe ed offerte. Nonostante questo, la bolletta elettrica ha una struttura ben definita, indipendente dal fornitore di energia che l ha emessa: è infatti un organismo unico, l Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas (A.E.E.G.), a definire le regole in materia. A TOTALE SERVIZI DI VENDITA (A) B TOTALE SERVIZI DI RETE (B) C TOTALE IMPOSTE (C)

3 3 PER RISPARMIARE SULLA BOLLETTA, BISOGNA SAPERLA LEGGERE! / Quali sono le cose da sapere per poter risparmiare sui propri consumi energetici? Ecco le voci che compongono la spesa sostenuta dal consumatore per l energia elettrica: A) SERVIZI DI VENDITA / Rappresentano la voce di costo più ampia (oltre il 50%) della bolletta. Comprendono i servizi e le attività che il fornitore sostiene per acquistare e rivendere l energia al cliente. È su questa voce che si registrano le principali differenze tra le offerte dei fornitori e di conseguenza la possiblità di risparmiare per il consumatore. Si suddividono a loro volta in: (A1) PREZZO DELL ENERGIA: è il costo per l acquisto dell energia elettrica, molto variabile da cliente a cliente in base all offerta commerciale scelta. (A2) PREZZO DI COMMERCIALIZZAZIONE E VENDITA: è la spesa che il fornitore sostiene per rifornire il proprio cliente. (A3) PREZZO DI DISPACCIAMENTO: comprende la spesa per le attività di mantenimento in costante equilibrio del sistema elettrico, che assicurano che ad ogni quantitativo di elettricità prelevato dalla rete corrisponda un uguale quantitativo di immissione dagli impianti produttivi (tra cui gli impianti fotovoltaici). B) SERVIZI DI RETE / Sono le tariffe di trasporto e di distribuzione locale dell energia elettrica, e comprendono anche la gestione dei contatori. La tariffa per i servizi di rete viene fissata dall A.E.E.G. in maniera uniforme su tutta Italia. All interno dei servizi di rete una delle voci principali è: ONERI GENERALI DI SISTEMA: dettagliati in bolletta una sola volta l anno, servono per pagare oneri introdotti da leggi e decreti diversi. Gli oneri generali di sistema sono: / componente A2: smantellamento delle centrali elettronucleari dismesse; / componente A3: incentivazione della produzione di energia elettrica degli impianti da fonti rinnovabili e assimilate (cogenerazione, calore recuperabile dai fumi di scarico e da impianti termici, elettrici o da processi industriali, impianti che usano gli scarti di lavorazione del petrolio); / componente A4: regimi tariffari speciali (di cui beneficiano anche le Ferrovie dello Stato); / componente A5: attività di ricerca e sviluppo finalizzata all innovazione tecnologica di interesse generale del sistema elettrico; / componente AS: adozione di misure di tutela tariffaria per i clienti del settore elettrico in stato di disagio; / componente UC4: integrazioni tariffarie alle imprese elettriche minori; / componente UC7: misure ed interventi per la promozione dell efficienza energetica negli usi finali; / componente MCT: misure di compensazione territoriale a favore dei siti che ospitano centrali nucleari e impianti del ciclo del combustibile nucleare, fino al definitivo smantellamento degli impianti. (C) IMPOSTE Si dividono in: ACCISA: applicata alla quantità di energia consumata (indipendentemente dal fornitore scelto) IVA: applicata sul totale della bolletta (servizi di vendita + servizi di rete + accise). È pari al 10% per i clienti con uso domestico, al 22% per usi diversi. Fonte: Autorità per l Energia Elettrica ed il Gas

4 4 I CONSUMI INDICATI IN BOLLETTA / Il costo totale della bolletta è quindi una somma in cui le singole voci incidono in maniera diversa. I consumi vengono rilevati differenziandoli su tre diverse fasce orarie. Questo perché la domanda di energia elettrica è diversa a seconda dell ora e del giorno. / Le ore in cui la domanda è più alta sono denominate ore di punta o F1, e sono le ore in cui acquistare energia costa mediamente di più. Sia i consumi del periodo di riferimento della bolletta sia i consumi annuali (effettivi o stimati) sono pubblicati nella bolletta in base alla suddivisione per fascia oraria: F1, F2 o F3. Alcuni fornitori di energia applicano invece tariffe biorarie, raggruppando i consumi di fascia F2 e F3. / Questa suddivisione per fasce dei consumi dell utente consente di analizzare con precisione le abitudini d uso del cliente che quindi può: / Valutare sistemi di risparmio sulla base delle proprie abitudini di utilizzo dell energia elettrica. / Se possibile, valutare la possibilità di allocare in maniera più efficiente i propri consumi, ad esempio utilizzando i carichi (elettrodomestici, macchinari e dispositivi elettrici in genere) negli orari in cui è in grado di produrre in maniera autonoma l energia con il proprio impianto fotovoltaico, senza necessità di acquistarla. L IMPIANTO FOTOVOLTAICO GARANTISCE IL MASSIMO RISPARMIO SULL INTERO COSTO DELLA BOLLETTA / Il Fotovoltaico conviene perchè consente di ridurre globalmente la propria bolletta energetica! Oltre a far diminuire l incidenza della voce di costo dell energia, l impianto fotovoltaico ha effetto positivo sull intera bolletta in quanto tutte le altre voci sono calcolate percentualmente sulla quota energia. / Come è possibile avere un impianto fotovoltaico che sia realmente tarato sul proprio fabbisogno? Ecco i passi da fare: / Familiarizzare con la bolletta dell energia elettrica; / Profilare un identikit dell utente con bolletta alla mano sulla base dei suoi consumi di energia annuali e divisi sulle tre fasce orarie; / Creare la taglia di impianto fotovoltaico ideale, ovvero quella realmente necessaria per contribuire il più possibile alla riduzione dei consumi. FASCE ORARIE DI CONSUMO La rilevazione delle lettura del contatore viene differenziata su tre diverse fasce orarie: lunedì - venerdì F3 F2 sabato F3 domenica F1 (ORE DI PUNTA): / Dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore F2 (ORE INTERMEDIE): / Dal lunedì al venerdì dalle ore 7.00 alle ore 8.00 e dalle ore alle ore / Il sabato dalle ore 7.00 alle ore F1 F2 F3 F2 F3 F3 F3 (ORE FUORI PUNTA): / Dal lunedì al sabato dalle ore alle ore 7.00 e dalle ore alle ore / Tutte le ore della domenica e dei giorni festivi

5 / RISPARMIO E AUTOCONSUMO / / AGEVOLAZIONI FISCALI CERTIFICATI BIANCHI / / SCAMBIO SUL POSTO / / IL FOTOVOLTAICO CONVIENE 2.0 / / / EFFICIENZA ENERGETICA

6 6 I BENEFICI DEL FOTOVOLTAICO NELL ERA POST-INCENTIVI RISPARMIO E AUTOCONSUMO / Per «autoconsumo» si intende l utilizzo dell energia elettrica generata dal proprio impianto fotovoltaico nell istante in cui viene prodotta. È fondamentale che l impianto fotovoltaico sia progettato in modo da ottimizzare il proprio autoconsumo. AGEVOLAZIONI FISCALI / Detrazione fiscale 50% per le persone fisiche e ammortamento come bene immobile per le persone giuridiche sono le agevolazioni che permettono di recuperare una buona parte della spesa sostenuta per la realizzazione dell impianto FV sotto forma di riduzione dalle tasse. SCAMBIO SUL POSTO / L energia prodotta ma non consumata non è persa, ma ha un valore che viene ripagato. Lo «scambio sul posto» è il meccanismo di compensazione tra il valore dell energia acquistata e il valore di quella prodotta ed immessa in rete. EFFICIENZA ENERGETICA / Partendo da un attenta analisi della bolletta un impianto fotovoltaico può contribuire ad una concreta e tangibile riduzione dell intero costo della bolletta energetica. Il fotovoltaico è prerogativa fondamentale di un sistema efficiente che possa limitare l acquisto di energia elettrica dalla rete. CERTIFICATI BIANCHI / Per impianti fino a 20 kw per il settore residenziale, agricolo e terziario, c è la possibilità di usufruire dei Certificati Bianchi. Si tratta di un meccanismo di incentivazione per interventi di efficienza energetica che consentono la riduzione dei consumi di energia primaria.

7 7 OTTIMIZZARE L AUTOCONSUMO PER GARANTIRE IL MASSIMO RISPARMIO / L autoconsumo è l utilizzo dell energia elettrica generata dal proprio impianto fotovoltaico nell istante in cui viene prodotta. La quota di autoconsumo varia a seconda della tipologia di utente: residenziale, commerciale o industriale. / L energia elettrica prodotta dall impianto fotovoltaico durante il giorno può essere utilizzata in due modi: / Autoconsumo, ovvero energia consumata nel momento stesso della sua produzione. In questo caso il momento di produzione dell energia coincide con la richiesta di corrente da parte dei dispositivi presenti nell abitazione, nell ufficio, nell azienda su cui è presente l impianto FV. / Immissione in rete: nel caso in cui non ci sia richiesta di energia quando l impianto fotovoltaico sta producendo, l energia in eccesso viene ceduta al gestore di rete rendendola così disponibile per altri utenti. / Aumentare l autoconsumo significa ottenere un risparmio perché in questo modo si riduce la quantità di energia acquistata dalla rete elettrica al prezzo imposto dal fornitore (prezzo gravato dai costi di distribuzione e dispacciamento, dalle imposte, ecc.). L autoconsumo dell energia prodotta con il proprio impianto fotovoltaico permette quindi di ridurre il costo sostenuto per la bolletta energetica! Come ottimizzare il proprio autoconsumo: / Gestendo in modo più efficiente i dispositivi elettrici (lavatrice, lavastoviglie, ecc.), slittando i propri consumi nelle fasce temporali in cui l impianto produce: di giorno anziché di notte. / Integrando il fotovoltaico con nuove tecnologie, come le pompe di calore. / Utilizzando sistemi di immagazzinamento dell energia prodotta e non consumata all istante. COME FUNZIONA L AUTOCONSUMO IL PROPRIETARIO DELL IMPIANTO FV OTTIMIZZA I PROPRI CONSUMI NELLE FASCE ORARIE IN CUI L IMPIANTO È IN FUNZIONE L ENERGIA PRODOTTA A COSTO ZERO CON L IMPIANTO FV VIENE UTILIZZATA PER I PROPRI CONSUMI QUANDO VIENE PRODOTTA SUFFICIENTE ENERGIA ELETTRICA DALL IMPIANTO FV NON C È PRELIEVO DI ENERGIA DALLA RETE. QUINDI NON SI PAGA NULLA AL FORNITORE

8 8 LE AGEVOLAZIONI FISCALI RIDUCONO SIGNIFICATIVAMENTE I COSTI DELL IMPIANTO FOTOVOLTAICO / L Agenzia delle Entrate prevede delle agevolazioni per le persone fisiche (privati) che effettuano interventi di ristrutturazione edilizia. Questi interventi comprendono l installazione di impianti FV. Per le persone giuridiche (aziende) l impianto FV costituisce un bene immobile all attività d impresa e come tale può essere oggetto di ammortamento. Detrazione fiscale 50% per le persone fisiche. / Può essere richiesta per tutti gli impianti: / Con una potenza massima pari a 20 kw, che soddisfino bisogni energetici per uso domestico. / Le cui spese di realizzazione siano pari al massimo a per unità immobiliare / La legge 90/2013 in vigore dal 4 agosto, che ha convertito Il DL 63/2013, ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale al 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia, che comprendono la realizzazione di impianti fotovoltaici. Nell art.15 della legge si esplicita l impegno del governo a trasformare questi incentivi selettivi in incentivi a carattere strutturale. / Sarà necessario effettuare il pagamento per l intervento tramite bonifico bancario o postale con un apposita causale. Per usufruire della detrazione, sarà poi sufficiente indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali dell immobile. La detrazione sarà ripartita in 10 quote annuali di pari importo. Ammortamento come bene immobile per le persone giuriche. / La Circolare 46/E di luglio 2007 dell Agenzia delle Entrate chiarisce che le aziende che acquistano un impianto fotovoltaico hanno il diritto di ammortizzare il costo totale sostenuto per la realizzazione dell impianto FV, in quanto si tratta di un bene immobile all attività svolta. / Nel piano di investimento aziendale l impianto fotovoltaico va quindi in ammortamento come tutti gli altri beni strumentali all attività. Ciò che si recupera è pari al 31,4% della spesa sostenuta per l impianto (IRES 27,5% + IRAP 3,9%). / Il coefficiente di ammortamento applicabile è del 4%, pertanto la spesa dell impianto si può ammortizzare in 25 anni. COME FUNZIONANO I BENEFICI FISCALI PERSONE FISICHE. GLI IMPIANTI FV CON POTENZA FINO A 20 KW, RIENTRANO NEL REGIME DI DETRAZIONE FISCALE 50% PREVISTO PER GLI INTERVENTI DI RISTRUTTURAZIONE EDILIZIA. IL 50% DELLA SPESA SOSTENUTA PER LA REALIZZAZIONE DELL IMPIANTO FV VIENE RESO IN 10 QUOTE ANNUALI DI PARI IMPORTO, SOTTO FORMA DI DETRAZIONE DALLE TASSE PERSONE GIURIDICHE. L IMPIANTO FV UTILIZZATO COSTITUISCE BENE IMMOBILE ALL ATTIVITÀ SVOLTA. L IMPRESA PUÒ QUINDI DEDURRE LE QUOTE DI AMMORTAMENTO COMMISURATE AL COSTO DI ACQUISTO/REALIZZAZIONE, PER UN COEFFICIENTE DI AMMORTAMENTO PARI AL 4% ANNUO. LA SPESA SI AMMORTIZZA IN 25 ANNI Per informazioni e procedure da rispettare si rimanda all Agenzia delle Entrate.

9 9 LO SCAMBIO SUL POSTO: LA VALORIZZAZIONE DELL ENERGIA CHE NON VIENE AUTOCONSUMATA / Lo scambio sul posto è il meccanismo (regolato dal GSE*) di compensazione economica tra il valore dell energia acquistata dalla rete (per esempio la sera o la notte, quando l impianto FV non produce) e il valore di tutta l energia prodotta dall impianto FV, non autoconsumata ed immessa in rete. / Maggiore è la quota di autoconsumo, maggiori saranno i risparmi. Ma che fine fa l energia che non si autoconsuma? / Tutta l energia prodotta, ma non autoconsumata, viene immessa nella rete elettrica. L energia elettrica ceduta alla rete viene così resa disponibile per le altre utenze che necessitano di energia in quel momento. / Attenzione: lo scambio tra energia immessa e energia prelevata non è alla pari. Il valore economico dell energia ceduta alla rete viene definito sulla base di una formula matematica che dipende da fattori quali la zona di mercato, la fascia oraria di vendita o immissione, ecc. In poche parole, l energia che viene acquistata dal fornitore ha un determinato valore economico, mentre l energia che viene immessa in rete ne ha uno inferiore. Ma la cosa importante è che viene comunque riconosciuto un valore all energia non autoconsumata, ma immessa in rete. / L utente pagherà tutte le bollette per il totale dell energia prelevata e riceverà dal GSE* un contributo in conto scambio (CS) sotto forma di liquidazione delle eccedenze o di sconto sulla bolletta. *Il G.S.E., o Gestore dei Servizi Energetici, è la società che si occupa dell erogazione degli incentivi economici per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili; svolge attività di informazione per promuovere la cultura dell uso dell energia sostenibile. COSÌ FUNZIONA LO SCAMBIO SUL POSTO L ENERGIA PRODOTTA DALL IMPIANTO FV MA NON AUTOCONSUMATA VIENE IMMESSA IN RETE E MISURATA DAL CONTATORE L UTENTE PRELEVA DALLA RETE L ENERGIA DI CUI HA BISOGNO QUANDO L IMPIANTO NON PRODUCE O NON PRODUCE ABBASTANZA: QUESTA ENERGIA VIENE PAGATA IN BOLLETTA IL GSE RIMBORSA ALL UTENTE L ENERGIA PRELEVATA DALLA RETE NEI LIMITI DELL ENERGIA IMMESSA IN RETE. SE, NELL ANNO SOLARE, L ENERGIA IMMESSA È MAGGIORE DI QUELLA PRELEVATA, IL GSE LIQUIDA LE ECCEDENZE Il contributo in conto scambio viene riconosciuto per impianti di potenza fino a 200 kw.

10 10 IL FOTOVOLTAICO, TECNOLOGIA A SERVIZIO DELL EFFICIENZA ENERGETICA / Un miglioramento a livello di efficienza energetica avviene quando si consuma meno energia per ottenere uno stesso risultato. Per fare questo, è necessario utilizzare tecnologie sempre più avanzate e sistemi di ottimizzazione dei consumi. L utente che esegua interventi di miglioramento dell efficienza energetica avrà un vantaggio economico concreto, che si manifesta attraverso il risparmio per le spese energetiche. / L ottimizzazione dell autoconsumo è la premessa fondamentale per diminuire la quantità di energia utilizzata. Il fotovoltaico convive perfettamente all interno di un sistema di maggior efficienza energetica degli edifici, esigenza primaria a livello ambientale, sociale e aziendale. / Il fotovoltaico è una parte necessaria per il completamento dell intero sistema dell edificio o dell unità abitativa, in quanto può essere combinato con diversi componenti tecnologicamente efficienti. / Un esempio concreto: il fotovoltaico garantisce efficienza energetica in combinazione con sistemi che utilizzano l energia, quali: pompa di calore, piastre ad induzione, pannelli radianti e caldaie ibride. L energia elettrica prodotta con l impianto FV può essere utilizzata per il riscaldamento/raffrescamento mediante pompe di calore. Il funzionamento della pompa di calore può essere programmato e gestito in maniera intelligente, coordinandolo con i momenti di produzione dell impianto FV. / In futuro, si potrà integrare il proprio impianto fotovoltaico con soluzioni di accumulo nel breve periodo. I sistemi di accumulo offrono la possibilità di stoccare l energia che non viene autoconsumata. Quest energia verrà poi resa disponibile quando c è richiesta da parte dei dispositivi elettrici ma non c è la massima potenza generata dall impianto. IL FV PER L EFFICIENZA ENERGETICA IL FOTOVOLTAICO FORNISCE ENERGIA PULITA E A COSTO ZERO, DA UTILIZZARE IN COMBINAZIONE CON NUOVE TECNOLOGIE EFFICIENTI DAL PUNTO DI VISTA ENERGETICO GRAZIE A SISTEMI DI GESTIONE ENERGETICA, COME ENERGY MANAGER ED ENERGY MANAGEMENT RELAY, È POSSIBILE ATTIVARE I DISPOSITIVI ELETTRONICI QUANDO LA PRODUZIONE DALL IMPIANTO FOTOVOLTAICO È ELEVATA INCREMENTARE L EFFICIENZA ENERGETICA AUMENTANDO L AUTOCONSUMO PER UN RISPARMIO ELEVATO

11 11 TEE TITOLI DI EFFICIENZA ENERGETICA O CERTIFICATI BIANCHI / Il meccanismo dei TEE prevede l incentivazione di tutti gli interventi di efficienza energetica che consentono la riduzione dei consumi di energia primaria (combustibili fossili), senza limitazione al settore di intervento. / Cos è il meccanismo dei TEE o Certificati Bianchi È ancora, di fatto, una forma di incentivo, previsto anche per impianti FV fino a 20 kw. Dato che si tratta di un meccanismo piuttosto complesso, si rimanda alla normativa prevista. Per semplificarlo, di seguito spieghiamo le fasi necessarie per l ottenimento dei TEE: / Certificati Bianchi =TEE=Incentivo per efficienza energetica / A chi è rivolto. A persone fisiche e giuridiche (famiglie e imprese) per impianto FV - residenziale/agricolo/terziario - inferiore a 20 Kw. / Come si ottiene: un azienda o un privato richiede la realizzazione di un impianto fino a 20 kw. Contestualmente chiede anche l ottenimento dei Certificati Bianchi o TEE. Tale richiesta può essere fatta da una ESCO*. Quindi, viene richiesto il Certificato Bianco alla AEEG** e al GSE***. Il Certificato Bianco viene autorizzato dal GSE e trasferito alla ESCO: la ESCO provvede a negoziare il Certificato Bianco presso il GME e lo trasforma in denaro. La ESCO provvede a riconoscere all azienda/privato quando è stato riconosciuto. / Quanto: i Certificati Bianchi variano a seconda della Provincia di realizzazione dell impianto. Le Province sono suddivise in 5 diverse fasce. I Certificati Bianchi sono incentivi annuali riconosciuti per 5 anni totali. Per fare un esempio che permette di capirne la portata, una fascia media x un impianto da 19,5 kw gode di un contributo annuale di circa che, in cinque anni, diventano / ESCO chi è, cosa fa: Energy Service Company è una società di servizi che, tra l altro, permette ad aziende e privati, di trasformare i Certificati Bianchi/TEE in denaro. Alcune di esse sono anche in grado di anticipare tutti i CB in un unica rata al momento dell ottenimento del GSE**** al richiedente. / Contributi e fiscalità / I Certificati Bianchi si possono cumulare con altri incentivi regionali, locali e comunitari per intervento di efficientamento. / Le detrazioni fiscali per efficientamento (ECOBONUS) e/o ristrutturazioni non si possono cumulare con i C.B. e con finanziamenti statali in conto capitale. / I TEE non possono essere richiesti se l impianto FV ha ottenuto incentivazione con i diversi Conti Energia. / È invece consentito accedere al meccanismo dei certificati qualora si intendono stipulare con il GSE le convenzioni per lo Scambio Sul Posto o per il Ritiro dedicato. *Energy Service Company **Autorità Energia Elettrica e Gas ***Gestore Servizi Elettrici ****Gestore Mercato Elettrico COME FUNZIONANO I CERTIFICATI BIANCHI È UN INCENTIVAZIONE A TUTTI GLI EFFETTI DI UN IMPIANTO FV LA RICHIESTA VIENE FATTA DALL INSTALLATORE AL GSE TRAMITE UN ENTE ACCREDITATO (AD ESEMPIO UNA ESCO) IL CERTIFICATO BIANCO EMESSO VIENE VENDUTO AL GESTORE DEI MERCATI ENERGETICI IL CORRISPETTIVO VIENE PAGATO AL TITOLARE DELL IMPIANTO IN 5 ANNI (ES. PER 10 E 20 KW) POSSONO ESSERE RICHIESTI PER IMPIANTI FINO A 20KW

12 12 IL SIMULATORE DI FRONIUS, LO STRUMENTO PIÙ ADATTO PER CALCOLARE LA TAGLIA IDEALE DI UN IMPIANTO FV / Il simulatore di Fronius permette di calcolare la taglia ideale di un impianto FV partendo dai reali consumi energetici del cliente nelle singole fascie orarie (F1, F2, F3). Il calcolatore sviluppa in automatico i flussi di cassa tenendo conto dei benefici derivanti da un impianto fotovoltaico (risparmio in bolletta, contributo in conto scambio, agevolazione fiscale) e delle uscite (costo dell impianto, spese varie). / il simulatore è disponibile per il download su sito di Fronius

13 13 IL SIMULATORE NEL DETTAGLIO Il simulatore è un file Excel composto da tre fogli, elaborato da Fronius e verificato da ingegneri ed esperti finanziari: / Inserimento dati, è dedicato all installatore per l inserimento dei dati del cliente al quale vuol sottoporre l offerta di un impianto FV. I campi in giallo sono quelli a cura dell installatore, da compilare in base alle caratteristiche del cliente. I primi dati fondamentali che l installatore deve inserire sono: / Producibilità annua, ovvero quanti kwh/kwp può produrre l impianto fotovoltaico nella zona di installazione / Privato o Azienda Parte I / Analisi dei consumi. Con bolletta del cliente alla mano, si inseriscono i suoi consumi nelle tre fasce F1, F2 ed F3. Nella casella seguente il simulatore mostra la taglia più adatta dell impianto per l ottimizzazione dell autoconsumo. Parte II / Dati dell impianto da realizzare. I dati obbligatori da inserire in questa sezione sono: taglia dell impianto da realizzare, il costo /kwh del gestore di energia elettrica della sua zona (es. Enel), indicazione in % sul degrado dei pannelli FV. Parte III / Autoconsumo stimato per fasce. In questa parte viene visualizzata la produzione di energia elettrica dell impianto FV: viene chiesto di stimare l autoconsumo per fasce in base al profilo del cliente, il simulatore indica dei valori medi di autoconsumo. N.B. Ruolo dell installatore è di educare il cliente ad utilizzare l energia prodotta dall impianto sfruttando al meglio i dispositivi che migliorano l autoconsumo (Fronius Energy Management Relè, Fronius Datamanager). Parte IV / Risparmio. Vengono visualizzati i benefici dell impianto FV da realizzare: Risparmio in bolletta + contributo per scambio sul posto. Parte V / I costi di impianto. L installatore deve indicare in questa sezione il costo al kwp dell impianto FV oltre alle spese varie annuali per gestione pratiche, manutenzione, etc. (a discrezione dell installatore). Parte VI / Finanziamento. In caso si voglia finanziare l impianto (al 100%), in questa sezione si inserisce il tasso di interesse e la durata del finanziamento. Parte VII / Benefici fiscali. Il simulatore calcola i benefici fiscali di cui gode l impianto FV a seconda che il cliente sia un PRIVATO o un AZIENDA. Parte VIII /Flussi di cassa. Questa sezione illustra nel dettaglio i flussi di cassa generati dall impianto FV, comprendendo tutti gli scenari possibili. / Report per cliente no finanziamento, riassume i dati della simulazione in cifre e grafici per dare in un unico colpo d occhio il rientro dell investimento al cliente finale. / Report per cliente con finanziamento, riassume i dati della simulazione in cifre e grafici qualora il cliente scelga di ricorrere ad un finanziamento. Es. di caso non finanziato. Compilati tutti i dati sopra indicati, il simulatore prevede due fogli nei quali sviluppa, in base alle informazioni inserite, un report che l installatore può direttamente mostrare al suo cliente finale. Il simulatore calcola il beneficio economico generato dall installazione dell impianto FV, enfatizzando in cifre la spesa di energia che il cliente sosterrebbe senza impianto FV.

14 14 UNA PANORAMICA - ATTRAVERSO ESEMPI CONCRETI / Per avere una rapida panoramica di quale potrebbe essere la taglia ideale dell impianto fotovoltaico sulla base dei propri consumi energetici, abbiamo stilato tre esempi concreti di impianti FV utilizzati in diversi contesti: residenziale, piccola impresa, medio-grande impresa. IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI TIPO RESIDENZIALE (3 KW): / Superficie coperta da moduli FV: 25 m² / Consumo annuale: kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Principali dispositivi: Elettrodomestici (compresi climatizzatore, pompa di calore...) 3 KW Profilo di consumo e produzione dell impianto FV in una giornata tipo Rendimento [kw] 3 ESTATE INVERNO rendimento 1,5 0 fabbisogno rendimento fabbisogno Ore [h] / Potenza fotovoltaica installata: 1 Galvo / Quota di autoconsumo: il 60% del fabbisogno totale viene coperto dall energia prodotta dall impianto FV Anche in inverno, l impianto fotovoltaico produce abbastanza energia per garantire un alta percentuale di autoconsumo. DOPO 6 ANNI L IMPIANTO FOTOVOLTAICO È STATO COMPLETAMENTE AMMORTIZZATO.* * per calcolare la durata di ammortamento dell impianto FV, sono stati calcolati dei costi medi di acquisto ed installazione dell impianto pari a /kw in regime di detrazione fiscale Fattori aritmetici aggiuntivi: / Costo /kwh 0,28 / Aumento potenziale costo dell energia pari al 3% / Degrado dei moduli pari allo 0,8% annuo / Producibilità annua: 1300 kwh/kwp Per simulazioni dettagliate di impianti di altre taglie di potenza, è possibile scaricare il simulatore Fronius dal sito

15 15 ESEMPIO CONFIGURAZIONE SULLA BASE DEI CONSUMI ENERGETICI DEL CLIENTE: UN IMPIANTO RESIDENZIALE DA 3 KW / Flusso di cassa con impianto fotovoltaico senza finanziamento / Il grafico mostra che, realizzando l impianto fotovoltaico da 3 kw, il rientro dell investimento avviene già al 6 anno. / Flusso di cassa con impianto fotovoltaico con finanziamento / Se l impianto viene finanziato al 100% con un tasso del 6% il flusso di cassa è positivo già dal primo anno. / Risparmio effettivo / Il grafico mostra la differenza tra il costo senza impianto fotovoltaico e il risparmio ottenuto grazie alla sua realizzazione.

16 16 IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI TIPO RESIDENZIALE (4,5 KW): / Superficie coperta da moduli FV: 32 m² / Consumo annuale: kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Principali dispositivi: Elettrodomestici (compresi climatizzatore, pompa di calore...) 4,5 KW Profilo di consumo e produzione dell impianto FV in una giornata tipo Rendimento [kw] 3 ESTATE INVERNO rendimento 1,5 0 fabbisogno rendimento fabbisogno Ore [h] / Potenza fotovoltaica installata: 1 IG Plus 50 V-1 monofase oppure 1 Fronius Symo M trifase / Quota di autoconsumo: il 60% del fabbisogno totale viene coperto dall energia prodotta dall impianto FV Anche in inverno, l impianto fotovoltaico produce abbastanza energia per garantire un alta percentuale di autoconsumo. DOPO 5 ANNI L IMPIANTO FOTOVOLTAICO È STATO COMPLETAMENTE AMMORTIZZATO.* * per calcolare la durata di ammortamento dell impianto FV, sono stati calcolati dei costi medi di acquisto ed installazione dell impianto pari a /kw in regime di detrazione fiscale Fattori aritmetici aggiuntivi: / Costo /kwh 0,30 / Aumento potenziale costo dell energia pari al 3% / Degrado dei moduli pari allo 0,7% annuo / Producibilità annua: kwh/kwp Per simulazioni dettagliate di impianti di altre taglie di potenza, è possibile scaricare il simulatore Fronius dal sito

17 17 ESEMPIO CONFIGURAZIONE SULLA BASE DEI CONSUMI ENERGETICI DEL CLIENTE: UN IMPIANTO RESIDENZIALE DA 4,5 KW / Flusso di cassa con impianto fotovoltaico senza finanziamento / Il grafico mostra che, realizzando l impianto fotovoltaico da 4,5 kw, il rientro dell investimento avviene già al 5 anno. / Flusso di cassa con impianto fotovoltaico con finanziamento / Se l impianto viene finanziato al 100% con un tasso del 6% il flusso di cassa è positivo già dal primo anno. / Risparmio effettivo / Il grafico mostra la differenza tra il costo senza impianto fotovoltaico e il risparmio ottenuto grazie alla sua realizzazione.

18 18 IMPIANTO FOTOVOLTAICO DI TIPO RESIDENZIALE (6 KW): / Superficie coperta da moduli FV: 40 m² / Consumo annuale: kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Principali dispositivi: Elettrodomestici (compresi climatizzatore, pompa di calore...) 6 KW Profilo di consumo e produzione dell impianto FV in una giornata tipo Rendimento [kw] 6 ESTATE INVERNO 5 rendimento fabbisogno rendimento fabbisogno Ore [h] / Potenza fotovoltaica installata: 1 IG Plus 60 V-1 monofase oppure 1 Symo M trifase / Quota di autoconsumo: il 60% del fabbisogno totale viene coperto dall energia prodotta dall impianto FV Anche in inverno, l impianto fotovoltaico produce abbastanza energia per garantire un alta percentuale di autoconsumo. DOPO 5 ANNI L IMPIANTO FOTOVOLTAICO È STATO COMPLETAMENTE AMMORTIZZATO.* * per calcolare la durata di ammortamento dell impianto FV, sono stati calcolati dei costi medi di acquisto ed installazione dell impianto pari a /kw in regime di detrazione fiscale Fattori aritmetici aggiuntivi: / Costo /kwh 0,28 / Aumento potenziale costo dell energia pari al 3% / Degrado dei moduli pari allo 0,8% annuo / Producibilità annua: 1300 kwh/kwp Per simulazioni dettagliate di impianti di altre taglie di potenza, è possibile scaricare il simulatore Fronius dal sito

19 19 ESEMPIO CONFIGURAZIONE SULLA BASE DEI CONSUMI ENERGETICI DEL CLIENTE: UN IMPIANTO RESIDENZIALE DA 6 KW / Flusso di cassa con impianto fotovoltaico senza finanziamento / Il grafico mostra che, realizzando l impianto fotovoltaico da 6 kw, il rientro dell investimento avviene già al 5 anno. / Flusso di cassa con impianto fotovoltaico con finanziamento / Se l impianto viene finanziato al 100% con un tasso del 6% il flusso di cassa è positivo già dal primo anno. / Risparmio effettivo / Il grafico mostra la differenza tra il costo senza impianto fotovoltaico e il risparmio ottenuto grazie alla sua realizzazione.

20 20 IMPIANTI PICCOLI DI TIPO COMMERCIALE (20 KW): / Superficie coperta da moduli FV: 150 m² / Consumo annuale: kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Consumo in F kwh / Principali dispositivi: Elettrodomestici (compresi climatizzatore, pompa di calore...) SIMULAZIONE CON CERTIFICATI BIANCHI 20 KW Profilo di consumo e produzione dell impianto FV in una giornata tipo Rendimento [kw] 6 ESTATE INVERNO 5 rendimento fabbisogno rendimento fabbisogno Ore [h] / Potenza fotovoltaica installata: 1 Fronius Symo M / Quota di autoconsumo: il 70% del fabbisogno totale viene coperto dall energia prodotta dall impianto FV Anche in inverno, l impianto fotovoltaico produce abbastanza energia per garantire un alta percentuale di autoconsumo. DOPO 4 ANNI L IMPIANTO FOTOVOLTAICO È STATO COMPLETAMENTE AMMORTIZZATO.* * per calcolare la durata di ammortamento dell impianto FV, sono stati calcolati dei costi medi di acquisto ed installazione dell impianto pari a /kw con TEE Fattori aritmetici aggiuntivi: / Costo /kwh 0,23 / Aumento potenziale costo dell energia pari al 3% / Degrado dei moduli pari allo 0,7% annuo / Producibilità annua: 1300 kwh/kwp Per simulazioni dettagliate di impianti di altre taglie di potenza, è possibile scaricare il simulatore Fronius dal sito

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA

TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA TARIFFE DI RIFERIMENTO PER LA FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA A CLIENTI NON DOMESTICI IN REGIME DI MAGGIOR TUTELA Nell ambito del processo di completa liberalizzazione del mercato dell energia elettrica

Dettagli

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com

y e Lo scambio sul posto cos è, come funziona e come viene calcolato. ire co www.vic-energy.com y e Lo scambio sul posto Guida per capire ire co cos è, come funziona e come viene calcolato. 1 Lo scambio sul posto fotovoltaico. Per capire cosa è e come funziona, lo scambio sul posto è necessario capire

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA

IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA IMPIANTI FOTOVOLTAICI IN CONTO ENERGIA Un impianto solare fotovoltaico consente di trasformare l energia solare in energia elettrica. Non va confuso con un impianto solare termico, che è sostanzialmente

Dettagli

Impianti fotovoltaici

Impianti fotovoltaici saeg Impianti fotovoltaici che manda calore e luce che giungono ai nostri sensi e ne risplendono le terre - Inno al SOLE FONTE DI TUTTA L ENERGIA SULLA TERRA calor lumenque profusum perveniunt nostros

Dettagli

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa

I testi sono così divisi: HOME. PRODUZIONE DI ENERGIA VERDE o Energia eolica o Energia fotovoltaica o Energia a biomassa Testi informativi sugli interventi e gli incentivi statali in materia di eco-efficienza industriale per la pubblicazione sul sito web di Unioncamere Campania. I testi sono così divisi: HOME EFFICIENTAMENTO

Dettagli

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO

RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO RELAZIONE TECNICA MODALITÀ E CONDIZIONI TECNICO ECONOMICHE PER L EROGAZIONE DEL SERVIZIO DI SCAMBIO SUL POSTO Relazione tecnica alla deliberazione 20 dicembre 2012, 570/2012/R/efr Mercato di incidenza:

Dettagli

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA

LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA LO SCAMBIO SUL POSTO E IL RITIRO DEDICATO DELL ENERGIA ENERGIA ELETTRICA GESTORE DEI SERVIZI ELETTRICI GSE SPA Direzione Operativa www.gse.it www.gsel.it 2 Commercializzazione dell energia energia elettrica

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

Impianti Solari Fotovoltaici

Impianti Solari Fotovoltaici Impianti Solari Fotovoltaici Sono da considerarsi energie rinnovabili quelle forme di energia generate da fonti che per loro caratteristica intrinseca si rigenerano o non sono "esauribili" nella scala

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO

IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO IMPIANTI OFF GRID E SISTEMI DI ACCUMULO VIDEO SMA : I SISTEMI OFF GRID LE SOLUZIONI PER LA GESTIONE DELL ENERGIA Sistema per impianti off grid: La soluzione per impianti non connessi alla rete Sistema

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro.

Camera di combustione Struttura chiusa dentro cui un combustibile viene bruciato per riscaldare aria o altro. C Caldaia L'unità centrale scambiatore termico-bruciatore destinata a trasmettere all'acqua il calore prodotto dalla combustione. v. Camera di combustione, Centrali termiche, Efficienza di un impianto

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM NET V: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009

RISOLUZIONE N. 13/E. Roma, 20 gennaio 2009 RISOLUZIONE N. 13/E Roma, 20 gennaio 2009 Direzione Centrale Normativa e Contenzioso OGGETTO: Istanza di interpello Art. 11 Legge 27 luglio 2000, n. 212 Gestore dei Servizi Elettrici, SPA Dpr 26 ottobre

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico trifase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che lavora con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici

SOFTWARE PV*SOL. Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici SOFTWARE PV*SOL Programma di simulazione dinamica per calcolare dimensionamento e rendimento di impianti fotovoltaici Introduzione PV*SOL è un software per il dimensionamento e la simulazione dinamica,

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE

TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE TARIFFE LUCE E GAS: CONFRONTO INTERNAZIONALE Italiani Energia elettrica e metano costano poco, rispetto al resto d Europa, solo per livelli bassi di consumo. Man mano che l utilizzo aumenta, diventiamo

Dettagli

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager

L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena: le motivazioni delle scelte progettuali dal punto di vista dell Energy Manager Workshop Tecnico Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie Area Science Park Padriciano, Trieste 29 aprile 2015 L impianto di trigenerazione del Policlinico di Modena:

Dettagli

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI Gli aggiornamenti più recenti Proroga dell agevolazione al 31 dicembre 2015 I quesiti più frequenti aggiornamento aprile 2015 ACQUISTI AGEVOLATI IMPORTO DETRAIBILE MODALITA

Dettagli

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo.

< 3-4 metri/secondo. 3-4 metri/secondo. 4-5 metri/secondo. 5-6 metri/secondo. 6-7 metri/secondo. 7-8 metri/secondo. Chi abita in una zona ventosa può decidere di sfruttare il vento per produrre energia elettrica per gli usi domestici. In modo simile al fotovoltaico godrà di incentivi per la realizzazione, ma prima è

Dettagli

Allegato A TESTO INTEGRATO

Allegato A TESTO INTEGRATO TESTO INTEGRATO DELLE DISPOSIZIONI DELL AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS PER L EROGAZIONE DEI SERVIZI DI TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE E MISURA DELL ENERGIA ELETTRICA Periodo di regolazione 2008-2011

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA

LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA LE IMPOSTE SULL ENERGIA ELETTRICA Guida pratica agli adempimenti fiscali degli impianti di produzione A cura di Marco Dal Prà www.marcodalpra.it Premessa Questo documento si occupa delle normative fiscali

Dettagli

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015

Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 Energia Elettrica e Gas Prontuario 2015 BARI ENERGIA Srl Via Junipero Serra, 19 - CAP 70125 Bari (BA) C.F./P.I. 07383800724 2 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS 2015 PRONTUARIO ENERGIA ELETTRICA & GAS

Dettagli

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA VINCERE LA SFIDA DEL CLIMA E DARE SICUREZZA ENERGETICA AL PAESE RISPARMIARE ENERGIA E PUNTARE SULLE RINNOVABILI DUE NECESSITA CHE SI TRASFORMANO IN OCCASIONE DI SVILUPPO INDUSTRIALE e CRESCITA PER L ITALIA

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri

EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO. Efficienza energetica e Certificati Bianchi. Maurizio Fauri Mercoledì 22 gennaio 2014 Sala Rosa del palazzo della Regione Piazza Dante - Trento EFFICIENZA ENERGETICA E CONTO TERMICO Maurizio Fauri Efficienza energetica e Certificati Bianchi Introduzione Anomalie

Dettagli

Cos è una. pompa di calore?

Cos è una. pompa di calore? Cos è una pompa di calore? !? La pompa di calore aria/acqua La pompa di calore (PDC) aria-acqua è una macchina in grado di trasferire energia termica (calore) dall aria esterna all acqua dell impianto

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Dal kw risorse per la competitività

Dal kw risorse per la competitività Dal kw risorse per la competitività Soluzioni di efficienza e ottimizzazione energetica dalla PMI alla grande impresa Salvatore Pinto AD Presidente Axpo Italia SpA Axpo Italia SpA Da fornitore a partner

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile

Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile POR FESR LAZIO 2007-2013 Avviso pubblico Fondo di promozione dell efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile FAQ Quesito n. 1 Il Bando PSOR al punto n delle premesse definisce impianti

Dettagli

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE IN ITALIA Prof. Federico Rossi UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PERUGIA Polo Scientifico Didattico di Terni PRINCIPALI RIFERIMENTI NORMATIVI DLgs 16 marzo 1999 n. 79 (Decreto Bersani):

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici

Guida. alla detrazione fiscale del. 65% per la. riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Guida alla detrazione fiscale del 65% per la riqualificazione energetica e l adeguamento antisismico degli edifici Aggiornata al 20 dicembre 2013 Sommario 1. IL QUADRO NORMATIVO.... pag. 3 2. EDIFICI INTERESSATI.....

Dettagli

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014

AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager. Novembre 2014 AzzeroCO2 : Servizi informatici, gestionali e consulenziali a servizio degli Asset Manager Novembre 2014 AZZEROCO 2 AzzeroCO 2 è una società di consulenza energetico-ambientale creata da Legambiente, Kyoto

Dettagli

Scaglioni di potenza (kw) 1

1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1

Scaglioni di potenza (kw) 1<P 3 3<P 6 6<P 20 20<P 200 200<P 1.000 P>1.000. /kw /kw /kw /kw /kw /kw - 2,2 2 1,8 1,4 1,2. Tabella 1 Tariffe per la copertura degli oneri sostenuti dal GSE per lo svolgimento delle attività di gestione, di verifica e di controllo, inerenti i meccanismi di incentivazione e di sostegno, a carico dei beneficiari

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it

Scambio sul posto. www.gse.it. www.gsel.it Scambio sul posto www.gse.it www.gsel.it 2 Lo scambio sul posto: ammissione al contributo La Deliberazione ARG/elt n. 74/08 (TISP) prevede che lo scambio sul posto sia erogato dal GSE su istanza degli

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

Art.5 Piani regionali.

Art.5 Piani regionali. Norme per l attuazione del Piano energetico nazionale in materia di uso razionale dell energia, di risparmio energetico e di sviluppo delle fonti rinnovabili di energia (legge 9/1/1991 n 10) TITOLO I Norme

Dettagli

European Energy Manager

European Energy Manager Diventare Energy Manager in Europa oggi EUREM V e VI: programma di formazione e specializzazione per European Energy Manager Durata del corso: 110 ore in 14 giorni, di cui 38 ore di workshop ed esame di

Dettagli

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Informativa ONB Nuova detrazione IRPEF del 50% per l acquisto di mobili ed elettrodomestici - Chiarimenti dell Agenzia delle Entrate INDICE 1 Premessa... 2 2 Soggetti beneficiari... 2 3 Ambito oggettivo

Dettagli

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative

Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Roma, aprile 2013 INDICE Conto Termico (DM 28/12/12) Regole applicative Esempi di interventi incentivabili -2- Il Conto Termico: DM 28 12 12 Il Conto Termico

Dettagli

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR

Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Guida alla Cogenerazione ad Alto Rendimento CAR Edizione n.1 Marzo 2012 - 1 - INDICE GENERALE 1 Premessa... - 7-2 Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR)... - 8-2.1 Principi generali della... - 8 - Box:

Dettagli

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA

AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA Axpo Italia AFFIDABILE, SOSTENIBILE & INNOVATIVA UN GRUPPO A DIMENSIONE EUROPEA Axpo opera direttamente in oltre 20 paesi europei L Italia è uno dei mercati principali del gruppo Axpo in Italia Alla presenza

Dettagli

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti

IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici. Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti IL TRATTAMENTO DELL ACQUA per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Cillichemie Italiana Srl Stefano Bonfanti gli utilizzi tecnici dell acqua in un edificio ACQUA FREDDA SANITARIA

Dettagli

Relazione specialistica

Relazione specialistica Relazione specialistica Dipl.-Ing. Hardy Ernst Dipl.-Wirtschaftsing. (FH), Dipl.-Informationswirt (FH) Markus Tuffner, Bosch Industriekessel GmbH Basi di progettazione per una generazione ottimale di vapore

Dettagli

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO

LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO LE AGEVOLAZIONI FISCALI PER IL RISPARMIO ENERGETICO Gli aggiornamenti più recenti proroga detrazione del 65% estensione dell agevolazione ad altri interventi aumento della ritenuta d acconto sui bonifici

Dettagli

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI

REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI REL. 5/2015 Italiano GUIDA ALLE DETRAZIONI E AI CONTRIBUTI Agevolazioni all acquisto L acquisto di un montascale a poltroncina, a piattaforma e di una piattaforma elevatrice per l utilizzo in abitazioni

Dettagli

Mod. Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore

Mod. Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore Mod Il rivoluzionario ammodernamento per il tuo Ascensore DIAMO VALORE AL VOSTRO EDIFICIO u v x OTIS presenta l ammodernamento con una tecnologia innovativa ad alta efficienza energetica u w v Azionamento

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO

In collaborazione con. Sistema FAR Echo. Sistema FAR ECHO In collaborazione con Sistema FAR ECHO 1 Sistema FAR ECHO Gestione intelligente delle informazioni energetiche di un edificio Tecnologie innovative e metodi di misura, contabilizzazione, monitoraggio e

Dettagli

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa

Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa Guida all utilizzo del Portaltermico per i privati che installano un sistema di riscaldamento a biomassa (intervento 2.B - art. 4, comma 2, lettera b) D.M. 28 dicembre 2012 Agosto 2013 AIEL Annalisa Paniz

Dettagli

Solare Pannelli solari termici

Solare Pannelli solari termici Solare Pannelli solari termici Il Sole: fonte inesauribile... e gratuita Il sole, fonte energetica primaria e origine di tutti gli elementi naturali, fonte indiscussa dell energia pulita, libera, eterna,

Dettagli

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS

L AUTORITÀ PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS DELIBERAZIONE 12 DICEMBRE 2013 578/2013/R/EEL REGOLAZIONE DEI SERVIZI DI CONNESSIONE, MISURA, TRASMISSIONE, DISTRIBUZIONE, DISPACCIAMENTO E VENDITA NEL CASO DI SISTEMI SEMPLICI DI PRODUZIONE E CONSUMO

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Documento per la consultazione. (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015) CRITERI GENERALI PER LA DEFINIZIONE DI REGOLE PER IL MANTENIMENTO DEGLI INCENTIVI IN CONTO ENERGIA Documento tecnico di riferimento Documento per la consultazione (invio osservazioni entro: 6 marzo 2015)

Dettagli

Cos è il fotovoltaico?

Cos è il fotovoltaico? Cos è il fotovoltaico? Il termine fotovoltaico si spiega (quasi) da solo: è composto dalla parola greca phos (=luce) e Volt (=unitá di misura della tensione elettrica). Si tratta dunque della trasformazione

Dettagli

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico

Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. La nuova generazione di sistemi solari compatti con un design unico Acqua. Calda. Gratis. Questa è la visione di Solcrafte per il futuro. La tendenza in aumento ininterrotto, dei

Dettagli

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici

Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici Il trattamento dell acqua per il miglioramento dell efficienza energetica negli impianti termici 12 Giugno 2014 Stefano Bonfanti Product Manager - Cillichemie Italiana S.r.l. L azienda n.2 Sedi n.47 Agenti

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10)

NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN. Costruire il futuro. Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) NUOVA DIRETTIVA ECODESIGN Costruire il futuro Per climatizzatori per uso domestico fino a 12kW (Lotto 10) 1 indice Obiettivi dell Unione Europea 04 La direttiva nel contesto della certificazione CE 05

Dettagli

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI

CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI CODICE DI CONDOTTA COMMERCIALE PER LA VENDITA DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE AI CLIENTI FINALI Allegato A alla deliberazione ARG/com 104/10 versione integrata e modificata dalle deliberazioni ARG/com

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

Consigli per la compilazione del questionario

Consigli per la compilazione del questionario Istruzioni per l accesso al SIAD e la compilazione della scheda Normativa Il Decreto Ministeriale del 14 gennaio 2012 ha definito che il GSE si occupi della rilevazione degli impianti con potenza fino

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche

Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche Energie rinnovabili - energie di fonti energetiche inesauribili - sono un importante alternativa rispetto allo sfruttamento delle fonti energetiche tradizionali. Il principo dell uso è di deviare energie

Dettagli

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo:

La ricetta italiana. Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: AMICI DELLA TERRA ITALIA www.amicidellaterra.it La ricetta italiana Le proposte degli Amici della Terra in occasione dell iniziativa del Governo: Verso Parigi 2015. Gli Stati generali dei cambiamenti climatici

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2

CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 CORSO DI CONTABILITA E BILANCIO 2 La valutazione delle IMMOBILIZZAZIONI MATERIALI Prima lezione di Alberto Bertoni 1 IMMOBILIZZAZIONI Definizione Cod. Civ. art. 2424-bis, 1 c. Le immobilizzazioni sono

Dettagli

Come leggere la bolletta dell acqua

Come leggere la bolletta dell acqua LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS Come leggere la bolletta dell acqua Guida alla bolletta dell acqua a contatore per uso domestico LE GUIDE DI IREN ACQUA GAS La tariffa dell acqua per uso domestico Da quando

Dettagli

4 - Dati generali e climatici

4 - Dati generali e climatici 4 - Dati generali e climatici 88 Sommario 4.1 Dati catasto energetico... 91 4.1.1 Edificio... 91 4.1.2 Proprietario e responsabile dell impianto... 92 4.2 Dati generali... 96 4.2.1 Richiesta... 96 4.2.2

Dettagli

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive.

L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. L efficienza energetica dei condizionatori d aria da quest anno ha nuove direttive. Un testo della redazione di Electro Online, il tuo esperto online. Data: 19/03/2013 Nuove regole per i condizionatori

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine

Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Regolamento sul consumo proprio e garanzie di origine Informazioni sull'applicazione della regolamentazione sul consumo proprio in relazione al sistema svizzero delle garanzie di origine 2 Introduzione

Dettagli

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO

REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO REGOLE TECNICHE PER L ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI RELATIVE ALL INTEGRAZIONE DI SISTEMI DI ACCUMULO DI ENERGIA ELETTRICA NEL SISTEMA ELETTRICO NAZIONALE ai sensi della deliberazione 574/2014/R/EEL Roma,

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per le imprese Seminario Strumenti, opportunità e potenzialità dell efficienza energetica a supporto del sistema locale

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss

24/7. Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro. www.danfoss.it/solar. Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss MAKING MODERN LIVING POSSIBLE Monitoraggio da remoto Semplice, intelligente e sicuro Soluzioni per il monitoraggio di impianti FV con inverter Danfoss 24/7 monitoraggio in tempo reale con tecnologia ConnectSmart

Dettagli

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti.

I CONTROLLI, pertanto, sono OBBLIGATORI, così come le procedure secondo le quali devono essere svolti. INDICE Informazioni per i cittadini - 3 Campagna di controllo degli impianti termici - 3 Responsabile dell impianto termico - 4 La manutenzione degli impianti: frequenze temporali delle operazioni - 4

Dettagli

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con

Il Ministro dell Economia e delle Finanze. Il Ministro dello Sviluppo Economico. di concerto con Il Ministro dell Economia e delle Finanze di concerto con Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, recante legge finanziaria per il 2007 (di seguito:

Dettagli

Life-cycle cost analysis

Life-cycle cost analysis Valutazione economica del progetto Clamarch a.a. 2013/14 Life-cycle cost analysis con esempi applicativi Docenti Collaboratori Lezione di prof. Stefano Stanghellini prof. Sergio Copiello arch. Valeria

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico ERETO 11 marzo 2008 coordinato con ecreto 26 gennaio 2010 (modifiche in rosso, in vigore dal 14 marzo 2010; attenzione: le modifiche sono riportate al solo scopo di facilitare la lettura del decreto; in

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE

HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE. GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE HO SCELTO IL SOFTWARE GESTIONALE CHE SI ADATTA A TUTTE LE MIE ESIGENZE GRUPPO BUFFETTI S.p.A. - DIVISIONE RISTORAZIONE FACILITÀ TECNOLOGIA DISPONIBILITÀ ASSISTENZA D USO WI-FI IN 8 LINGUE TECNICA Collegamento

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA

SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA SVILUPPO SOSTENIBILE L ETICHETTA ENERGETICA 24 2 Sommario Perché questo opuscolo 3 Il benessere sostenibile e i consumi delle famiglie italiane 4 Le etichette energetiche 5 La scheda di prodotto 9 L etichetta

Dettagli

Parc Hotel Villa Immacolata

Parc Hotel Villa Immacolata SEMINARIO di presentazione del corso: USO EFFICIENTE DELLE RISORSE ENERGETICHE: L AZIENDA E L ENERGY MANAGEMENT Pescara, 13 Marzo 2009 Segreteria organizzativa Centro Congressi Strada Comunale San Silvestro,

Dettagli