L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/2015"

Transcript

1 L analisi dei dati energetici come nuova declinazione dell approccio BigData. Piergabriele Andreoli, Modena 24/03/ /03/2015

2 è una associazione no profit per lo sviluppo energetico sostenibile del territorio 15 anni AESS è nata nel 1999 come agenzia territoriale per l energia all interno del programma EC SAVE II è composta da 13 esperti nel settore dell energia all associazione aderiscono solamente enti pubblici, attualmente i soci sono 31 la principale area di attività è la Provincia di Modena, ma opera anche a livello regionale e nazionale.

3 Il coinvolgimento dei Comuni della Provincia di Modena nell iniziativa Patto dei Sindaci La Provincia di Modena, a Maggio 2010, è diventata struttura di supporto; E stato predisposto dalla Provincia di Modena e dell AESS un Protocollo d Intesa per promuovere l adesione dei Comuni al Patto dei Sindaci; E stata portata avanti una campagna di comunicazione per diffondere l iniziativa.

4 Promuovere la riqualificazione energetica degli edifici pubblici L impossibilità dei Comuni a realizzare investimenti sul proprio patrimonio (patto di stabilità) ha portato alla diffusione di contratti EPC per la riqualificazione energetica degli edifici; L Energy Performance Contract è invece un tipo di contratto che prevede l identificazione da parte del committente (di solito un Ente Pubblico) di uno o più edifici esistenti sui quali individua delle possibilità generiche di risparmio. Quindi si invitano tutte le ESCO interessate, tramite gara, a fare offerte per interventi che possono essere di diverso tipo e natura ma che devono portare ad una percentuale di risparmio rispetto al livello di consumo fornito dall Ente (su dati certi) da considerare come base (baseline).

5 Il contratto di rendimento energetico All Articolo 2 della recente Direttiva Europea 2012/27/UE si definiscono i contratti di rendimento energetico come: «accordi contrattuali tra il beneficiario e il fornitore di una misura di miglioramento dell'efficienza energetica, verificata e monitorata durante l'intera durata del contratto, laddove siano erogati investimenti (lavori, forniture o servizi) nell'ambito della misura in funzione del livello di miglioramento dell'efficienza energetica stabilito contrattualmente o di altri criteri di prestazione energetica concordati, quali i risparmi finanziari».

6 Il contratto di rendimento energetico In altre parole, il soggetto fornitore (normalmente un Energy Service Company, o ESCo) provvede al compimento, con mezzi finanziari propri o di soggetti terzi, di un servizio integrato volto alla riqualificazione e al miglioramento dell efficienza di un impianto o un edificio di proprietà del beneficiario, a fronte di un corrispettivo correlato all entità dei risparmi energetici ottenuti.

7 Il contratto di rendimento energetico All Articolo 5 della Direttiva Europea 2012/27/UE si raccomanda agli Stati membri di incoraggiare «gli enti pubblici, anche a livello regionale e locale, e gli organismi di diritto pubblico competenti per l'edilizia sociale, a [...] c) ricorrere, se del caso, alle società di servizi energetici e ai contratti di rendimento energetico per finanziare le ristrutturazioni e attuare piani volti a mantenere o migliorare l'efficienza energetica a lungo termine».

8 Il contratto di rendimento energetico All Articolo 6 «gli stati membri incoraggiano gli enti pubblici, in caso di bandi di gara per appalti di servizi con contenuto energetico significativo, a valutare la possibilità di concludere contratti di rendimento energetico a lungo termine che consentano risparmi energetici a lungo termine».

9 La ESCo per la normativa Italiana La prima definizione di ESCo è stata data nel Decreto legislativo 115/2008 in cui la ESco è definita come "persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici ovvero altre misure di miglioramento dell'efficienza energetica nelle installazioni o nei locali dell'utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa, totalmente o parzialmente, sul miglioramento dell'efficienza energetica conseguito e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti.

10 La ESCo per la normativa Italiana In Italia il DM Ambiente 7 marzo 2012 ha definito i criteri ambientali minimi che le pubbliche amministrazioni devono inserire nei bandi di gara per l acquisto dei seguenti servizi energetici degli edifici, affinché i relativi contratti d appalto possano essere definiti verdi: Oltre a quanto previsto dalle leggi vigenti, i candidati per essere ammessi alla gara d appalto debbono avere capacità organizzativa, diagnostica, progettuale, gestionale, economica e finanziaria almeno pari a quelle previste dalla norma UNI cei sulle società che forniscono servizi energetici e disporre di personale con le competenze tecniche necessarie a realizzare correttamente il servizio, riducendone gli impatti ambientali.

11 Il modello ESCo e il Dlgs 115/2008 Le società di servizi energetici (Energy Service Companies o ESCo) offrono: reperimento degli investimenti e richiesta di incentivi assunzione del rischio tecnico gestione degli aspetti tecnici, legali, amministrativi UNI CEI criteri per certificazione ESCo

12 Promuovere la riqualificazione energetica degli edifici pubblici: il progetto ELENA Modena È uno strumento finanziario per l assistenza tecnica agli investimenti energetici destinata ad aiutare le Autorità Locali a raggiungere gli obiettivi del , come sottoscritto dal Patto dei Sindaci e presentato nel PAES È gestito dalla BEI (European Investment Bank) e finanziato per il 90% da budget europeo (programma CIP/EIE) e per il restante 10% dalla Provincia di Modena. Copre i costi dell assistenza tecnica necessaria a preparare i progetti e la pubblicazione di Bandi di Gara per l assegnazione di lavori e servizi.

13 Promuovere la riqualificazione energetica degli edifici pubblici: il progetto ELENA Modena 3 anni Investimenti stimati per l efficienza energetica: , di cui per gli edifici per il fotovoltaico per la pubblica illuminazione Budget di sviluppo del servizio (finanziato da ELENA): , di cui per gli edifici per il fotovoltaico per la pubblica illuminazione per consulenza legale Fattore di leva previsto: 25 (rapporto minimo tra investimenti ed assistenza tecnica fornita)

14 Promuovere la riqualificazione energetica degli edifici pubblici: il progetto ELENA Modena N. Pubbliche Amministrazione nel territorio modenese: 47 N. PA che hanno adottato ELENA: 23 Suddivisione adesioni ELENA per ambiti: 38% 33% 29% PI FV ED

15 Monitoraggio elettrico ed EPC Senza dati certi sui consumi elettrici degli edifici al momento è impossibile impostare un EPC correttamente Il contatore contabilizza l energia elettrica utilizzata all intero di un edificio, senza distinguere tra illuminazione interna, raffrescamento, forza motrice e apparecchiature elettriche Per i consumi termici il monitoraggio costituisce un valido supporto alla stesura dell audit energetico e permette di definire in maniera puntuale i consumi effettivi senza dover ricorre ai dati forniti dalle bollette di difficile lettura a causa di problemi di conguagli, doppie fatturazioni ecc.

16 SCHEMA APPLICATO EPC -AESS

17 Punto 4.7 nella norma UNI CEI/TR A) Richiedere tempi di ritorno attualizzati con tasso definito (rif. schema punto 11); B) Fissare la durata massima del tempo di ritorno considerando che il primo anno dalla firma del contratto sarà utilizzato per l esecuzione dei lavori e quindi non deve essere considerato(rif. schema punto 11); C) Richiedere la verifica della reale realizzabilità degli interventi (rif. schema punto 10), in particolare: - Assenza di vincoli; - Disponibilità degli spazi per l esecuzione delle opere; - Autorizzazioni necessarie; D) Richiedere un computo metrico di massima degli interventi con aggiunta di una percentuale di imprevisti (il totale con imprevisti deve essere considerato per il calcolo del tempo di ritorno), rif. schema punto 10. E) Fissare il valore minimo della prestazione obiettivo richiesta su consumo di energia termica/elettrica (rif. schema punto 8); F) Indicare anche gli interventi con tempo di ritorno più lungo di quello identificato per l equilibrio del progetto, per la valutazione sull opportunità di inserimento nella gara EPC come interventi facoltativi.

18 Grazie per l attenzione! Piergabriele Andreoli

Le opportunità dei fondi europei per l efficienza energetica

Le opportunità dei fondi europei per l efficienza energetica LA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014 2020 Le opportunità dei fondi europei per l efficienza energetica ing. Piergabriele Andreoli Alessandria, 25 Maggio 2015 1 AESS è una associazione no profit per lo sviluppo

Dettagli

Supporto di AESS per lo sviluppo dei SEAP (PIANI D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE)

Supporto di AESS per lo sviluppo dei SEAP (PIANI D AZIONE PER L ENERGIA SOSTENIBILE) I CONTRATTI DI RENDIMENTO ENERGETICO MEDIANTE IL FINANZIAMENTO TRAMITE TERZI PROGETTO ELENA - MODENA ing. Piergabriele Andreoli Bologna, 13 Novembre 2014 1 Supporto di AESS per lo sviluppo dei SEAP (PIANI

Dettagli

Lo strumento «ELENA» per l assistenza tecnica agli investimenti energetici della Pubblica Amministrazione

Lo strumento «ELENA» per l assistenza tecnica agli investimenti energetici della Pubblica Amministrazione Lo strumento «ELENA» per l assistenza tecnica agli investimenti energetici della Pubblica Amministrazione Ing. Piergabriele Andreoli Trieste, 14 febbraio 2014 1 INDICE Introduzione al risparmio nella Pubblica

Dettagli

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici. Ing. G. Andreoli Torino, 07/11/2012

Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici. Ing. G. Andreoli Torino, 07/11/2012 Lo strumento ELENA per l assistenza tecnica agli investimenti energetici Ing. G. Andreoli Torino, 07/11/2012 1 INDICE: 1. Progetto europeo ELENA-Modena ad ambiti di intervento: - Global Service negli edifici

Dettagli

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO

IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO IL PROGETTO EDIFICI VIRTUOSI PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PATRIMONIO EDILIZIO PUBBLICO GLOBAL POWER SERVICE Il Consorzio Cev per l attuazione del Progetto EDIFICI VIRTUOSI si avvale del supporto

Dettagli

Uniamo le energie generiamo efficienza

Uniamo le energie generiamo efficienza Uniamo le energie generiamo efficienza Il mondo dell efficienza energetica e le Energy Service Company (E.S.Co.) Università degli Studi di Bergamo Facoltà di Ingegneria Claudio G. Ferrari Presidente Federesco

Dettagli

Efficienza Energetica nell edilizia pubblica, esperienze e procedure. Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Workshop Sassari 9-10 Maggio 2013

Efficienza Energetica nell edilizia pubblica, esperienze e procedure. Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Workshop Sassari 9-10 Maggio 2013 Efficienza Energetica nell edilizia pubblica, esperienze e procedure Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Workshop Sassari 9-10 Maggio 2013 Fonte normativa: Dlgs 115/2008 Art. 2. Definizioni l) «contratto

Dettagli

Efficienza energetica: guida normativa su ESCo, Esperti, contratti, diagnosi energetiche e TEE

Efficienza energetica: guida normativa su ESCo, Esperti, contratti, diagnosi energetiche e TEE Febbraio 2014 Efficienza energetica: guida normativa su ESCo, Esperti, contratti, diagnosi energetiche e TEE Nell era del risparmio energetico, le politiche e le più svariate forme di incentivo per l utilizzo

Dettagli

I CONTRATTI DI RENDIMENTO ENERGETICO:

I CONTRATTI DI RENDIMENTO ENERGETICO: SERVIZI I CONTRATTI DI RENDIMENTO ENERGETICO: OPPORTUNITÀ ED ESPERIENZA Maurizio Bottaini Federesco (Federazione Nazionale delle Esco) Federesco BEST PRACTICE ENERGY SERVICE COMPANY, quali operatori di

Dettagli

Il Partenariato Pubblico Privato e il ruolo delle ESCo per lo sviluppo degli investimenti per l efficienza energetica degli EELL.

Il Partenariato Pubblico Privato e il ruolo delle ESCo per lo sviluppo degli investimenti per l efficienza energetica degli EELL. + Il Partenariato Pubblico Privato e il ruolo delle ESCo per lo sviluppo degli investimenti per l efficienza energetica degli EELL Roberto Valcanover e Nicola Fruet Maurizio Roat Esperto in Diritto dell'energia

Dettagli

L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo. Comuni per la predisposizione dei bandi di gara

L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo. Comuni per la predisposizione dei bandi di gara L esperienza dell Agenzia per l Energia e lo Sviluppo Sostenibile della Provincia i di Modena nell assistenza ai Comuni per la predisposizione dei bandi di gara (Marcello Antinucci - AESS) Il Patto dei

Dettagli

Il ruolo delle ESCo: Energy Service Company.

Il ruolo delle ESCo: Energy Service Company. S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO EFFICIENZA ENERGETICA. OPPURTUNITÀ PER IMPRESE E PROFESSIONISTI. Il ruolo delle ESCo: Energy Service Company. Claudio G. Ferrari Presidente Federesco 9 GIUGNO

Dettagli

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY

ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY EFFICIENCY ENERGY SERVICE COMPANY ENERGY + EFFICIENCY ENERGY + EFFICIENCY 1 2esco.it Il punto di riferimento per le imprese che puntano ad ottimizzare i propri consumi, attraverso il risparmio energetico. 2E Energy Efficiency è nata con lo scopo di assistere

Dettagli

Competenze delle Esco per l efficienza energetica nella PA

Competenze delle Esco per l efficienza energetica nella PA Competenze delle Esco per l efficienza energetica nella PA Forum Banche e PA Roma, 30 ottobre 2014 Alessandro Pascucci - Segretario PANORAMICA Obiettivo Il contesto Cosa sono le Esco Il ruolo delle Esco

Dettagli

I contratti di rendimento. Marcello Antinucci ECUBA srl CBW Bologna 19-20 marzo 2013

I contratti di rendimento. Marcello Antinucci ECUBA srl CBW Bologna 19-20 marzo 2013 I contratti di rendimento energetico Marcello Antinucci ECUBA srl CBW Bologna 19-20 marzo 2013 Fonte normativa: Dlgs 115/2008 Art. 2. Definizioni l) «contratto di rendimento energetico»: accordo contrattuale

Dettagli

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI

Regione Piemonte Settore Sviluppo Energetico Sostenibile - Filippo BARETTI Workshop Efficientamento energetico nelle strutture ospedaliere e residenziali sanitarie. I contratti di rendimento energetico come strumenti/ opportunità di efficientamento energetico nelle strutture

Dettagli

I contratti di rendimento energetico. Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Napoli 4 5 dicembre 2013

I contratti di rendimento energetico. Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Napoli 4 5 dicembre 2013 I contratti di rendimento energetico Marcello Antinucci ECUBA srl ManagEnergy Napoli 4 5 dicembre 2013 Fonte normativa: Dlgs 115/2008 Art. 2. Definizioni l) «contratto di rendimento energetico»: accordo

Dettagli

Ascor International srl. Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015

Ascor International srl. Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015 Ascor International srl Assicurare i rendimenti degli interventi di Efficienza Energetica Firenze 16 Luglio 2015 Ascor International > Ascor International è una società di intermediazione e consulenza

Dettagli

PAES: Il finanziamento delle azioni.

PAES: Il finanziamento delle azioni. PAES: Il finanziamento delle azioni. Marcello ANTINUCCI, Ecuba Srl, WORKSHOP ManagEnergy Napoli 4-5 Dicembre 2013 + Che fare dopo l approvazione del PAES? 1. Il Comune dovrebbe dare il buon esempio. 2.

Dettagli

SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE. Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica

SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE. Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica SISTEMATIZZAZIONE DEGLI APPALTI PUBBLICI DI INNOVAZIONE Equilibrio tra innovazione e obiettivi di razionalizzazione della spesa pubblica Torino, 20 Gennaio 2015 OPEN INCET Gruppo IREN al vertice del settore

Dettagli

CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO

CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Introduzione CENNI ALLA NORMATIVA DI RIFERIMENTO Direttiva 2012/07/UE EFFICIENZA ENERGETICA D. Lgs 115/2008 EFFICIENZA USI FINALI ENERGIA E SSE D. Lgs 192/2005 RENDIMENTO

Dettagli

Efficienza energetica nella PA: Conto Termico, Cogenerazione ad Alto Rendimento, Contrato Servizio Energia. Criticità e opportunità

Efficienza energetica nella PA: Conto Termico, Cogenerazione ad Alto Rendimento, Contrato Servizio Energia. Criticità e opportunità Efficienza energetica nella PA: Conto Termico, Cogenerazione ad Alto Rendimento, Contrato Servizio Energia Criticità e opportunità Luca Bertoni, Consigliere, Assoege www.assoege.it CHI E ASSOEGE ASSOEGE

Dettagli

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012

Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca, e altri usi Fonte: DG Energy 2012 Arch. Rovena Xhaferi 16 ottobre 2015 Grosseto Comune di Grosseto La sfida energetica e Il parco immobiliare nazionale Trasporto Industria Edifici Nota: 3% sono i consumi energetici in Agricultura, Pesca,

Dettagli

I Bandi Regionali Por Fesr Asse IV istruzioni per l uso. Ing. Piergabriele Andreoli

I Bandi Regionali Por Fesr Asse IV istruzioni per l uso. Ing. Piergabriele Andreoli I Bandi Regionali Por Fesr Asse IV istruzioni per l uso Ing. Piergabriele Andreoli Chi siamo siamo un associazione no profit per lo sviluppo energetico sostenibile del nostro territorio contiamo sul sostegno

Dettagli

Settore Sviluppo Energetico Sostenibile

Settore Sviluppo Energetico Sostenibile ENERGY MANAGEMENT NEL SETTORE PUBBLICO Lo schema di Energy Performance Contracting della Regione Piemonte Torino, 26 novembre 2013 Sala Stemmi Provincia di Torino Regione Piemonte - Filippo BARETTI I CONTRATTI

Dettagli

PROGETTI PER L EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE STRADALE PROVINCIALE. Mestre, Auditorium del Centro Servizi 1 della Provincia di Venezia

PROGETTI PER L EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE STRADALE PROVINCIALE. Mestre, Auditorium del Centro Servizi 1 della Provincia di Venezia PROGETTI PER L EFFICIENTAMENTO DELL ILLUMINAZIONE STRADALE PROVINCIALE 29 giugno 2012 29 giugno 2012 Mestre, Auditorium del Centro Servizi 1 della Provincia di Venezia INDICE DELLA PRESENTAZIONE La Provincia

Dettagli

Linee Guida Efficienza Energetica

Linee Guida Efficienza Energetica Linee Guida Efficienza Energetica SOGGETTI NORMATIVE CONTRATTI - INCENTIVI domusblog.com IL BLOG DELL ENERGIA VERDE E.S.Co. o E.S.P.Co.? Il D. Lgs. 30 Maggio 2008 n.115 Attuazione della direttiva 2006/32/CE

Dettagli

ELENA e l attuazione dei PAES della Provincia di Chieti

ELENA e l attuazione dei PAES della Provincia di Chieti ELENA e l attuazione dei PAES della Provincia di Chieti NAPOLI 12 settembre 2014 Antonio Di Nunzio Direttore Generale A.L.E.S.A. Srl antoniodinunzio@virgilio.it BACKGROUND IL CASO ABRUZZO POR FESR 2007-2013

Dettagli

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale

L idea. Sostenibilità. Sostenibilità economica. ambientale. Sostenibilità. sociale COMPANY PROFILE 2013 L idea Green to Green srl è una società di servizi energetici nata nel 2013 dalla volontà di 3 professionisti del settore che hanno voluto trasferire le competenze maturate in una

Dettagli

Modulo Formativo I. EPC Basi e Fondamenti. Project Transparense. www.transparense.eu

Modulo Formativo I. EPC Basi e Fondamenti. Project Transparense. www.transparense.eu Modulo Formativo I. EPC Basi e Fondamenti Project Transparense SOMMARIO I. EPC Basi e Fondamenti II. EPC Dall identificazione del progetto al Procurement III. EPC Dal Contratto ai Risparmi Garantiti IV.

Dettagli

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità

Diagnosi Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Energetica: da obbligo normativo ad opportunità Risparmi OBBLIGO NORMATIVO Il Decreto Legislativo 102/2014 obbliga le Grandi Imprese e le Imprese Energivore a svolgere una Energetica a norma entro il 5

Dettagli

Efficienza energetica: le ESCo e il contratto di rendimento

Efficienza energetica: le ESCo e il contratto di rendimento Efficienza energetica: le ESCo e il contratto di rendimento energetico Avv. Luca Tiberi Mondini Rusconi Studio Legale Efficienza energetica Il valore dell efficienza energetica si sta affermando sempre

Dettagli

Efficienza energetica: i servizi di illuminazione

Efficienza energetica: i servizi di illuminazione Efficienza energetica: i servizi di illuminazione Aprile 2013 1Beghelli Servizi Srl Quadro normativo Nel 2007 la Commissione Europea ha introdotto degli obiettivi quantitativi in materia di efficienza

Dettagli

Il decreto in sintesi

Il decreto in sintesi Sulla G.U. serie generale 165 del 18-07-2014, è stato pubblicato il decreto legislativo nr. 102 del 4 luglio 2014, attuativo della direttiva 2012/27/UE sull efficienza energetica. Il decreto è in vigore

Dettagli

Progetto MARTE/IEE/13/465 Trieste 29 Aprile 2015 Workshop EMILIE

Progetto MARTE/IEE/13/465 Trieste 29 Aprile 2015 Workshop EMILIE Modelli di finanziamento innovativi per investimenti nell efficienza energetica nelle strutture sanitarie Claudia Carani AGENZIA PER L ENERGIA E LO SVILUPPO SOSTENIBILE di Modena Progetto MARTE/IEE/13/465

Dettagli

Contratti per finanziare investimenti energetici sul patrimonio comunale

Contratti per finanziare investimenti energetici sul patrimonio comunale Contratti per finanziare investimenti energetici sul patrimonio comunale L esperienza di Modena Piergabriele Andreoli gandreoli@aess-modena.it Roma, 7 8 / 07 / 2011 Provincia di Modena - 2004 Ispirazione

Dettagli

I servizi offerti dalle ESCO

I servizi offerti dalle ESCO I servizi offerti dalle ESCO Uni 11352 Aziende di Servizi Energetici Sergio LA MURA Direttore Tecnico R&I Napoli, 10 Aprile 2015 2 3 Da Norma 11352 e DLgs 115/08 art 2 e dal recente DECRETO LEGISLATIVO

Dettagli

CONVENZIONE EX ART. 30 DEL D. LGS. 18 AGOSTO 2000, N. 267

CONVENZIONE EX ART. 30 DEL D. LGS. 18 AGOSTO 2000, N. 267 CONVENZIONE EX ART. 30 DEL D. LGS. 18 AGOSTO 2000, N. 267 L'anno 2014, il giorno [ ] del mese di [ ] Tra La Provincia di Padova, C.F. [ ], con sede in Padova, Via., n, rappresentata da [ ], nato il [ ],

Dettagli

Sintesi n.11: i contratti di prestazione energetica

Sintesi n.11: i contratti di prestazione energetica Sintesi n.11: i contratti di prestazione energetica La normativa europea e nazionale pone in capo alla Pubblica Amministrazione (PA) numerosi obblighi in termini di risparmio energetico: Pacchetto Clima

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013

EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013 EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEL PATRIMONIO EDILIZIO COMUNALE: UN PROMEMORIA IN 10 STEP Giugno 2013 Queste note si rivolgono al Comune che, in assenza di risorse economiche, intende diminuire i costi delle

Dettagli

Marcello Antinucci ECUBA srl. Capacity Building Workshop MANAGENERGY Bologna, 19-20 Marzo 2013

Marcello Antinucci ECUBA srl. Capacity Building Workshop MANAGENERGY Bologna, 19-20 Marzo 2013 Marcello Antinucci ECUBA srl Capacity Building Workshop MANAGENERGY Bologna, 19-20 Marzo 2013 ELENA -SCHEMA SINTETICO ELENA (Servizi per lo sviluppo di progetti) Supporto ai Beneficiari Finali mediante:

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica e del monitoraggio attraverso il meccanismo del Finanziamento Tramite Terzi

Le opportunità economiche dell efficienza energetica e del monitoraggio attraverso il meccanismo del Finanziamento Tramite Terzi Le opportunità economiche dell efficienza energetica e del monitoraggio attraverso il meccanismo del Finanziamento Tramite Terzi Workshop Finanziare le riqualificazioni energetiche degli edifici pubblici

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

Efficienza e certificazione energetica in edifici tradizionali. Il ruolo del Comune II parte

Efficienza e certificazione energetica in edifici tradizionali. Il ruolo del Comune II parte Corso di formazione per tecnici comunali Efficienza e certificazione energetica in edifici tradizionali. Il ruolo del Comune II parte Strumenti normativi per la gestione energetica dei Comuni Ing. Andrea

Dettagli

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA Recuperare e riqualificare il patrimonio edilizio GUIDA A CURA DELLA IQT CONSULTING AZIENDA CERTIFICATA UNI EN ISO 9001:2008 PERCHÉ RIQUALIFICARE IL PROPRIO PATRIMONIO EDILIZIO

Dettagli

Enti locali e politiche per la sostenibilità

Enti locali e politiche per la sostenibilità Enti locali e politiche per la sostenibilità Enti locali e politiche per la sostenibilità 29 novembre 2011 Trento Un modello applicativo di Energy Performance Contract in corso di sperimentazione nella

Dettagli

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari Edo Ronchi Presidente della

Dettagli

Meccanismi di finanziamento pubblico per l efficientamentol energetico: il caso BEI

Meccanismi di finanziamento pubblico per l efficientamentol energetico: il caso BEI Meccanismi di finanziamento pubblico per l efficientamentol energetico: il caso BEI Sergio Zabot Dirigente del Settore Energia, Provincia di Milano Sponsor Con il patrocinio di Comune di Casella Il Patto

Dettagli

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010

Info day Le Province italiane incontrano la BEI Roma, venerdì 30 aprile 2010 Info day Le Province italiane incontrano la BEI Cinzia Secchi Direttore Centrale Risorse Ambientali Provincia di Milano Roma, venerdì 30 aprile 2010 Gli Obiettivi Il Programma Provinciale di Efficienza

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI e L ENERGIA SOSTENIBILE

IL PATTO DEI SINDACI e L ENERGIA SOSTENIBILE IL PATTO DEI SINDACI e L ENERGIA SOSTENIBILE Politiche e Interventi di Efficienza Energetica nei Comuni del Milanese Sergio Zabot Direttore Settore Energia Provincia di Milano Verona 11, Maggio 2012 Il

Dettagli

ESCo Energy Service Company

ESCo Energy Service Company ESCo Energy Service Company Chi sono le ESCo. Le ESCo. (Energy Service Company) sono Società di Servizi Energetici (SSE) che realizzano progetti di ristrutturazione energetica finalizzati a ridurre al

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI: UN IMPEGNO IN EUROPA VERSO IL 2020

IL PATTO DEI SINDACI: UN IMPEGNO IN EUROPA VERSO IL 2020 IL PATTO DEI SINDACI: UN IMPEGNO IN EUROPA VERSO IL 2020 Il fondo ELENA della Banca Europea per gli Investimenti L esperienza della Provincia di Milano Sergio Zabot Direttore Settore Energia Provincia

Dettagli

L EPC PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Il modello di Habitech. Thomas Miorin Direttore Habitech thomas.miorin@dttn.

L EPC PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Il modello di Habitech. Thomas Miorin Direttore Habitech thomas.miorin@dttn. L EPC PER LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEGLI EDIFICI Il modello di Habitech Thomas Miorin Direttore Habitech thomas.miorin@dttn.it Chi siamo Habitech, il Distretto Tecnologico Trentino, è il polo di

Dettagli

Decreto legislativo 4 luglio 2014 n 102 attuazione della direttiva 2012/27/UE sull Efficienza Energetica

Decreto legislativo 4 luglio 2014 n 102 attuazione della direttiva 2012/27/UE sull Efficienza Energetica Decreto legislativo 4 luglio 2014 n 102 attuazione della direttiva 2012/27/UE sull Efficienza Energetica Decreto legislativo 4 luglio 2014 n 102 Il provvedimento stabilisce un quadro di misure per la promozione

Dettagli

Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Provincia di Torino VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE Provincia di Torino Città di Orbassano VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 59 OGGETTO: CONVENZIONE PER LA REGOLAMENTAZIONE DEI RAPPORTI RECIPROCI TRA LA PROVINCIA DI TORINO E IL

Dettagli

Strumenti operativi per la realizzazione delle politiche energetiche

Strumenti operativi per la realizzazione delle politiche energetiche LA PROGRAMMAZIONE EUROPEA 2014 2020 Strumenti operativi per la realizzazione delle politiche energetiche ing. Piergabriele Andreoli Ferrara, 02 Luglio 2015 1 AESS è una associazione no profit per lo sviluppo

Dettagli

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari

L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari La riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico L importanza strategica dell efficienza energetica, le politiche europee e una introduzione agli strumenti finanziari Edo Ronchi Presidente

Dettagli

IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE

IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE IL RUOLO DELLE ESCO NEGLI INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA PRESSO LE IMPRESE Dott. Ing. Andrea Papageorgiou, Direttore Generale Bryo S.p.A Giovedì 2 Ottobre 2014 AEPI Industrie Srl Imola In collaborazione

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA Il quadro di riferimento normativo alla luce della Direttiva 2012/27/UE

EFFICIENZA ENERGETICA Il quadro di riferimento normativo alla luce della Direttiva 2012/27/UE EFFICIENZA ENERGETICA Il quadro di riferimento normativo alla luce della IL CONTESTO EUROPEO Usi e consumi energetici EUROPA 28 (2012) Gross inland consumption of primary energy 1.683 MToe Final energy

Dettagli

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi

PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi PATTO DEI SINDACI Cosa e Quali obiettivi Le procedure - Gli strumenti Quali finanziamenti e contributi A21 -- Ambiente nel 21 secolo Tel. 030 7995986 - Cell. 335 8130355 mail: info@a21.it - www.a21.it

Dettagli

BACHECA DELLE OPPORTUNITA RENAEL. Proposte AESS Modena

BACHECA DELLE OPPORTUNITA RENAEL. Proposte AESS Modena BACHECA DELLE OPPORTUNITA RENAEL Proposte AESS Modena Gare d appalto per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici (FTT) Attività proposta Esecuzione di analisi energetiche sugli edifici, rilievi

Dettagli

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali

Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali ALLEGATO INCENTIVI E STRUMENTI DI FINANZIAMENTO Incentivi e strumenti di finanziamento Quadro riassuntivo delle principali iniziative europee, nazionali e regionali Programmi UE: ELENA (European Local

Dettagli

COME INTERVENIRE SUGLI IMPIANTI IN UNA VISIONE GLOBALE DELLA CITTÀ:

COME INTERVENIRE SUGLI IMPIANTI IN UNA VISIONE GLOBALE DELLA CITTÀ: COME INTERVENIRE SUGLI IMPIANTI IN UNA VISIONE GLOBALE DELLA CITTÀ: DAL DESIGN AL RISPARMIO ENERGETICO, DALLA DEFINIZIONE DELLA STRATEGIA DI GARA ALLA GESTIONE DELLA PROCEDURA Filippo Corradini SCS Consulting

Dettagli

BANDO AMBIENTENERGIA 2015

BANDO AMBIENTENERGIA 2015 BANDO AMBIENTENERGIA 2015 Misura Formazione di Energy Manager Livello II Bando per la selezione dei Comuni interessati a beneficiare del servizio Pagina 1 di 8 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 OGGETTO... 5 SOGGETTI

Dettagli

PAES: Il finanziamento delle azioni.

PAES: Il finanziamento delle azioni. Paving the way for self sufficient regional Energy supply based on sustainable concepts and renewable energy sources PAES: Il finanziamento delle azioni. Marcello ANTINUCCI,, Ecuba Srl, LOCAL OPEN DAY

Dettagli

Energetiqa srl PRESENTAZIONE SOCIETARIA

Energetiqa srl PRESENTAZIONE SOCIETARIA L energia è quella risorsa di cui ogni organismo ha bisogno per vivere e per svolgere qualsiasi attività. Per muoverci, come per pensare, utilizziamo infatti l energia immagazzinata nel nostro corpo. Anche

Dettagli

Sostenibilità ambientale, efficienza energetica e certificazione green degli immobili

Sostenibilità ambientale, efficienza energetica e certificazione green degli immobili Sostenibilità ambientale, efficienza energetica e certificazione green degli immobili Problematiche e nuovi ambiti di consulenza legale Maria Deledda 25 giugno 2013 Aree di specializzazione in Real Estate:

Dettagli

Il Progetto Europeo FRESH

Il Progetto Europeo FRESH Il Progetto Europeo FRESH L APPLICAZIONE DEI CONTRATTI EPC PER L EFFICIENZA ENERGETICA NELL EDILIZIA RESIDENZIALE Reggio Emilia, 29 gennaio 2013 ore 9.30 Ing. Luigi Guerra Responsabile Servizio Energia

Dettagli

Un modello di contratto per la garanzia di prestazione. Responsabile Servizio Energia

Un modello di contratto per la garanzia di prestazione. Responsabile Servizio Energia PROGETTO FRESH Un modello di contratto per la garanzia di prestazione energetica (EPC) Ing. Luigi Guerra Responsabile Servizio Energia Progetto Europeo Fresh PROBLEMI GENERALI: Crescita dei costi dell

Dettagli

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per Enti Locali

Federesco. Le Energy Service Company. La situazione a livello nazionale e opportunità per Enti Locali Federesco Le Energy Service Company La situazione a livello nazionale e opportunità per Enti Locali Seminario Efficienza energetica del patrimonio pubblico: impegni e opportunità per gli enti locali Reggio

Dettagli

- 20 % Emissioni di Gas serra 20 % La nuova pianificazione regionale. Consumi di energia primaria. Energia da Fonti Rinnovabili

- 20 % Emissioni di Gas serra 20 % La nuova pianificazione regionale. Consumi di energia primaria. Energia da Fonti Rinnovabili ALBA AUDITORIUM FONDAZIONE FERRERO IL RUOLO DEGLI ENTI LOCALI NEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI DEL PIANO 20/20/20 Agostino Ghiglia Assessore all energia La nuova pianificazione regionale Nel dicembre

Dettagli

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi Strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell efficienza energetica Convegno Energie rinnovabili ed efficienza energetica Scenari e opportunità Milano -

Dettagli

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica

Le Esco e il Finanziamento Tramite Terzi: strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica : strumenti strategici per lo sviluppo del settore dell'efficienza energetica Claudio G. Ferrari Presidente Esco Italia Erba, 04 dicembre 2009 FINANZIA ENERGIA 3-4 dicembre 2009 Lariofiere, Erba AGENDA

Dettagli

L applicazione nel settore pubblico

L applicazione nel settore pubblico L applicazione nel settore pubblico Gli obiettivi di efficienza energetica nel settore pubblico sono individuati dal capo IV del Decreto Legislativo 115/2208 che all art.12 individua nella persona del

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP)

EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP) PROGETTO NEUTRALITA CLIMATICA EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI PUBBLICI in Private-Public Partnership (PPP) dott. Fabrizio Romanelli BACKGROUND Edifici pubblici esistenti: i costi energetici pesano

Dettagli

Insieme per crescere. Avv. Anna Maria Desiderà Rödl & Partner

Insieme per crescere. Avv. Anna Maria Desiderà Rödl & Partner Insieme per crescere Gli strumenti contrattuali idonei ad un equilibrata allocazione dei rischi Smart Hotel L efficienza energetica entra nel settore del turismo Avv. Anna Maria Desiderà Rödl & Partner

Dettagli

La Direttiva 2012/27/UE sull efficienza energetica

La Direttiva 2012/27/UE sull efficienza energetica Indipendenza Energetica e Decarbonizzazione Il ruolo della Cogenerazione nel raggiungimento degli obiettivi 2020 per l Italia Opportunità ed ostacoli La Direttiva 2012/27/UE sull efficienza energetica

Dettagli

ENERGIA e Normativa: innovazione e potenzialità di mercato. arch. Gaetano Fasano Unità Tecnica Efficienza Energetica -UTEE

ENERGIA e Normativa: innovazione e potenzialità di mercato. arch. Gaetano Fasano Unità Tecnica Efficienza Energetica -UTEE ENERGIA e Normativa: innovazione e potenzialità di mercato arch. Gaetano Fasano Unità Tecnica Efficienza Energetica -UTEE Modena 17 novembre 2014 400 350 Il margine di risparmio potenziale per settore

Dettagli

La predisposizione dei Contratti EPC nella Certificazione UNI CEI 11352. Roma 03/12/2015 Relatore: Ing. Andrea D Innocenzo

La predisposizione dei Contratti EPC nella Certificazione UNI CEI 11352. Roma 03/12/2015 Relatore: Ing. Andrea D Innocenzo La predisposizione dei Contratti EPC nella Roma 03/12/2015 Relatore: Ing. Andrea D Innocenzo SOMMARIO DEGLI ARGOMENTI: PRESENTAZIONE SYSTEMA CONSULTING LA NORMA UNI CEI 11352:2014 I CONTRATTI EPC LE CLAUSOLE

Dettagli

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager

Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Incentivi e fondi per l'efficientamento energetico della PA: ESCO, FTT ed energy manager Enrico Biele, FIRE Procedure per realizzare progetti di efficientamento nella Pubblica Amministrazione: FTT, EPC

Dettagli

IL SUPPORTO FINANZIARIO AGLI INTERVENTI IN EFFICIENZA ENERGETICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

IL SUPPORTO FINANZIARIO AGLI INTERVENTI IN EFFICIENZA ENERGETICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE IL SUPPORTO FINANZIARIO AGLI INTERVENTI IN EFFICIENZA ENERGETICA NELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Giuseppe Dasti Coordinatore Desk Energia Mediocredito Italiano - Gruppo Intesa Sanpaolo Forum Banche e PA

Dettagli

Assolombarda Via Chiaravalle 8 - Milano Sala Falck. Sandro Picchiolutto. Comitato Termotecnico Italiano, CTI

Assolombarda Via Chiaravalle 8 - Milano Sala Falck. Sandro Picchiolutto. Comitato Termotecnico Italiano, CTI L efficienza energetica nell industria: una leva per il rilancio competitivo delle imprese Assolombarda Via Chiaravalle 8 - Milano Sala Falck La normativa tecnica come strumento Sandro Picchiolutto Comitato

Dettagli

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA

IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA PERCORSI PER UN COMUNE ILLUMINATO L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PIANO D AZIONE ITALIANO PER L EFFICIENZA ENERGETICA, IL PATTO DEI SINDACI, IL PROGETTO ENEA LUMIERE, LE ESCO, E TANTO ALTRO ANCORA Spendiamo

Dettagli

L applicazione della Direttiva 2012/27/UE. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012

L applicazione della Direttiva 2012/27/UE. Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012 L applicazione della Direttiva 2012/27/UE Silvia Zinetti Comitato Economico e Sociale Europeo Verona, 09 Ottobre 2012 Indice Il contesto La normativa di riferimento Programmi Europei Programmi Nazionali

Dettagli

Le logiche di azione delle Esco nel settore

Le logiche di azione delle Esco nel settore Seminario Il risparmio energetico per il trasporto ADR: l opportunità dei certificati bianchi Le logiche di azione delle Esco nel settore Claudio G. Ferrari Presidente Roma, 29 ottobre 2015 1 (1) FEDERESCO

Dettagli

INCENTIVI PER INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE

INCENTIVI PER INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE 16 ottobre 2014 - Unione dei Comuni Colline di Langa e del Barolo INCENTIVI PER INTERVENTI DI EFFICIENZA ENERGETICA E FONTI DI ENERGIA RINNOVABILE Relatore: Geom. Fabio Girolametti NOVITÀ INTRODOTTE DALLA

Dettagli

Elementi per operazioni di successo in Italia. Avv. Velia M. Leone AREA Science Park Trieste, 13 febbraio 2014

Elementi per operazioni di successo in Italia. Avv. Velia M. Leone AREA Science Park Trieste, 13 febbraio 2014 Elementi per operazioni di successo in Italia Avv. Velia M. Leone AREA Science Park Trieste, 13 febbraio 2014 Interventi di EE negli edifici pubblici: il caso della Provincia di Milano Programma Provinciale

Dettagli

ENERGY EFFICIENCY PERFORMANCE IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DAVIDE VITALI ALESSANDRO LAZZARI

ENERGY EFFICIENCY PERFORMANCE IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DAVIDE VITALI ALESSANDRO LAZZARI ENERGY EFFICIENCY PERFORMANCE IL MIGLIORAMENTO DELL EFFICIENZA EFFICIENZA ENERGETICA NELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE DAVIDE VITALI ALESSANDRO LAZZARI CHI E ASSOEGE? (..E CHI SONO GLI EGE) Associazione degli

Dettagli

La riqualificazione e l efficientamento energetico del patrimonio edilizio: qualità degli interventi, equità dei costi, sostenibilità ambientale

La riqualificazione e l efficientamento energetico del patrimonio edilizio: qualità degli interventi, equità dei costi, sostenibilità ambientale Progetti di efficienza energetica nella Pubblica Amministrazione: azioni e strategie per superare gli ostacoli La riqualificazione e l efficientamento energetico del patrimonio edilizio: qualità degli

Dettagli

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese

Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Decreto Efficienza Energetica (102/14) Implicazioni e nuove prospettive per le imprese Gianluca Riu, Direttore Impianti Energia Gruppo Egea Energie a servizio del territorio 22-24 maggio 2015 mercoledì

Dettagli