Il supporto della banca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il supporto della banca"

Transcript

1 Il supporto della banca Il Gruppo Intesa Sanpaolo si è affermato in questi anni come uno dei principali finanziatori delle famiglie e delle imprese che investono nel settore dell energia pulita e del controllo delle emissioni, che si conferma tra quelli trainanti per il superamento della crisi in atto. Gli obiettivi fissati a livello di Paese richiedono investimenti considerevoli, che la banca sta sostenendo a tutto campo, fornendo anche consulenza per accedere alle fonti di finanziamento pubblico e stipulando accordi di collaborazione con i principali operatori del settore e con le più importanti associazioni (APER, GIFI e ASSOSOLARE), anche al fine di promuovere la diffusione delle energie rinnovabili ed assistere la comune clientela in tutte le fasi dell investimento, dalla progettazione alla copertura finanziaria ed assicurativa. Il nostro Paese ha goduto di una situazione privilegiata, con gli incentivi più interessanti a livello europeo per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili: il conto energia per il fotovoltaico offre la sostenibilità degli investimenti, garantendo una buona redditività per gli investitori e la tariffa unica omnicomprensiva per le altre tipologia di impianti (fino a 1MW) apre nuove opportunità per le biomasse, l idroelettrico e l eolico, facilitando anche l accesso al credito per gli imprenditori. Il Gruppo Intesa Sanpaolo offre una vasta gamma di finanziamenti a supporto di investimenti nel settore dell energia e dell ambiente, a partire dalle famiglie sino ai grandi progetti industriali. Per le piccole e medie imprese Intesa Sanpaolo ha messo a punto specifiche soluzioni di finanziamento che, grazie agli accordi quadro con il Gestore Servizi Elettrici (GSE), possono essere garantiti direttamente dalla cessione dei crediti derivanti dagli incentivi (conto energia e tariffa unica omnicom pren - siva). Oltre ai finanziamenti a medio lungo termine un rilevante numero di impianti per la produzione di energia rinnovabile è stato sostenuto attraverso operazioni di leasing, tramite Leasint, che mette a disposizione delle imprese soluzioni su misura. L offerta di finanziamenti si rivolge anche alle ESCO ( Energy Service Company ), società che assumono il rischio finanziario dell intervento in ambito energetico e partecipano a una parte dei benefici economici prodotti nel tempo dall intervento stesso. Intesa Sanpaolo e il Ministero dell Ambiente hanno avviato un percorso di collaborazione relativo al sostegno del Patto dei Sindaci (progetto lanciato dalla Commissione Europea per coinvolgere attivamente le città nel percorso verso la sostenibilità energetica ed ambientale), al fine di promuovere l iniziativa presso i Comuni che non vi hanno ancora aderito e supportare quelli che hanno già aderito nella redazione dei PAES (Piani di Azione per l energia sostenibile). Gli interventi possono essere di diverse tipologie, tra cui fotovoltaico, solare termico, cogenerazione da biomasse o biogas, illuminazione pubblica (ad es. la sostituzione di lampade a sodio con lampade a led), isolamento termico di edifici e molte altre. Il Gruppo interviene considerevolmente nel settore anche attraverso operazioni di project finance in Italia ed all estero nei comparti del fotovoltaico, dell eolico, dell idroelettrico e delle biomasse. L offerta, in particolare per il fotovoltaico,è completata dalle attività di private equity e dal comparto dei fondi chiusi Equiter, società del Gruppo che investe capitali di rischio per sviluppare le infrastrutture, valorizzare il territorio e promuovere il partenariato pubblico privato in Italia e all estero. Particolare rilevanza strategica in questa fase rivestono gli investimenti nella ricerca e nell innovazione tecnologica, indispensabili per ridurre i costi di realizzazione degli impianti e garantire uno sviluppo futuro, anche nel momento in cui il sistema incentivante verrà ridimensionato, in linea con quanto avvenuto nel resto dell Europa. Anche in questo campo, il Gruppo Intesa Sanpaolo affianca gli imprenditori con competenze e strumenti finanziari adeguati al sostegno dei costi di ricerca e di sviluppo. Le competenze del Gruppo al servizio del cliente. Intesa Sanpaolo ha investito molto nella formazione del personale. I gestori della banca assistono la clientela sia nella fase di valutazione preliminare del progetto, sia nell iter di concessione del credito. In questo contesto ad esempio, tutte le filiali del Gruppo dispongono di un applicativo che consente di valutare la produttività di un impianto fotovoltaico, in base alla localizzazione, alle caratteristiche ed all esposizione dell impianto stesso. La rete Filiali si avvale inoltre di un desk specialistico interamente dedicato al settore Energy, che fa capo a Mediocredito Italiano, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo al servizio delle PMI per le attività di credito a medio lungo termine, dal credito ordinario e agevolato agli incentivi alla ricerca & sviluppo. 1

2 IL SUPPORTO Il Desk Energy è in grado di valutare progetti relativi a impianti energetici di diverse dimensioni e tipologie e di mettere a punto soluzioni su misura per le esigenze più complesse e articolate. Esso dispone delle competenze che si sono storicamente create nel Gruppo e che hanno visto lo sviluppo di prodotti specifici di sostegno dell ambiente con l obiettivo di aiutare le imprese a diventare sempre più efficienti e indipendenti dal punto di vista energetico. Per quanto riguarda invece il leasing, la rete delle Filiali fa riferimento a Leasint, la società del Gruppo Intesa Sanpaolo che detiene la leadership del leasing italiano per l energia da fonti rinnovabili ed ha finanziato impianti per oltre 1 Gjgawatt di potenza complessiva. La vasta esperienza del team dedicato a tali prodotti permette a Leasint di valutare, finanziare e seguire la realizzazione di ogni tipo di impianto, fornendo implicitamente consulenza alla clientela in tutte le fasi del progetto. Una particolare attenzione viene poi dedicata alle imprese del settore agricolo, agroalimentare ed agroenergetico, attraverso Agriventure - centro di competenza del Gruppo che fornisce consulenza per le imprese del settore - e agli enti religiosi e terzo settore, attraverso Banca Prossima. Nelle pagine seguenti vengono illustrate le specifiche soluzioni di finanziamento a medio lungo termine per un importo compreso, in linea di massima, tra euro e di euro. Per investimenti di importo superiore, o che comunque necessitino di forme di finanziamento con caratteristiche diverse da quelle indicate nelle successive schede, sono previste soluzioni personalizzate o di project financing, realizzabili attraverso i nostri consulenti specializzati. Un focus particolare è dedicato inoltre ai finanziamenti a sostegno della ricerca e innovazione e ai servizi per accedere ai programmi di finanziamento dell Unione Europea. AVVERTENZA. Questa sezione ha la finalità di illustrare - per scopo pubblicitario e promozionale - le caratteristiche essenziali dei prodotti di finanziamento dedicati indicando alcune delle relative principali caratteristiche. Per un informazione completa circa le condizioni contrattuali dei prodotti, si invita a consultare i relativi FOGLI INFORMATIVI della Banca e di terzi disponibili in Filiale e sul sito internet della Banca. La Banca può modificare in qualsiasi momento le caratteristiche e le condizioni contrattuali dei prodotti offerti. La concessione del finanziamento è subordinata alla valutazione della Banca. Prima della sottoscrizione di una polizza assicurativa leggere attentamente il Fascicolo Informativo disponibile sul sito della Compagnia e presso le Filiali della Banca. FINANZIAMENTO FOTOVOLTAICO Finanziamento Fotovoltaico Imprese è un finanziamento a medio - lungo termine per l acquisto o la realizzazione di impianti solari fotovoltaici. Il Finanziamento Fotovoltaico è specificatamente dedicato a tutte le Imprese, di qualsiasi settore merceologico, che intendono effettuare investimenti per la realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica da pannelli fotovoltaici. Cosa finanzia. Finanziamento destinato a sostenere la progettazione, realizzazione e installazione di impianti di produzione di energia elettrica da pannelli fotovoltaici. Il Finanziamento Fotovoltaico è sempre assistito dalla cessione del credito derivante dalla concessione da parte del GSE (Gestore dei Servizi Elettrici S.p.A.) delle tariffe incentivanti previste dalla normativa di riferimento. I progetti, di norma, devono avere una durata non superiore ai 24 mesi a partire dalla data di presentazione della richiesta di finanziamento. Il finanziamento può essere concesso fino al 100% degli investimenti documentati (IVA esclusa), per un importo massimo di ,00. Il finanziamento può essere richiesto anche in presenza di agevolazioni pubbliche, purché l ammontare complessivo non superi il 100% del controvalore del progetto. Caratteristiche specifiche. Durata. Il finanziamento è erogabile con una durata compresa tra un minimo di 3 anni e fino ad un massimo di 15 anni compreso: 2

3 un periodo destinato alle anticipazioni in conto finanziamento, non superiore a 24 mesi, da erogarsi in base allo stato di avanzamento degli investimenti, nel caso in cui il finanziamento venga erogato in più soluzioni; un periodo di pre-ammortamento compreso tra 6 e 12 mesi, nel caso di erogazione in un unica soluzione. IL SUPPORTO Tasso. Il finanziamento può essere regolato a Tasso Fisso o a Tasso variabile: Finanziamento a tasso variabile: prevede che il tasso di interesse possa variare a scadenze prestabilite rispetto al tasso di partenza secondo le oscillazioni del parametro di riferimento (Euribor base 360 a 3 mesi rilevato il penultimo giorno lavorativo bancario del mese precedente la decorrenza di ciascuna rata). Il tasso variabile è consigliabile alle imprese che vogliono un tasso sempre in linea con l andamento del mercato e possono sostenere eventuali aumenti dell importo delle rate. Il rischio principale è legato alla possibilità di variazione del tasso di interesse in aumento rispetto al tasso iniziale con conseguente aumento dell importo delle rate. Finanziamento a tasso fisso: prevede che il tasso di interesse rimanga fisso per tutta la durata del finanziamento. Lo svantaggio è non poter sfruttare eventuali riduzioni dei tassi di mercato. Il tasso fisso è consigliabile alle imprese che vogliono essere certe, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso, degli importi delle singole rate e dell ammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalle variazioni delle condizioni di mercato. In caso di finanziamento con erogazioni a stato avanzamento lavori (s.a.l.): l erogazione avviene di norma in tre quote in funzione degli impegni di spesa e dello stato di avanzamento del programma di investimento. Con l erogazione a saldo, che avviene al completamento dei lavori, il finanziamento viene messo in ammortamento. Nel periodo di erogazioni a stato avanzamento vengono corrisposti solo interessi; il tasso applicato è sempre variabile in funzione dell Euribor base 360 a 6 mesi (aggiornato mensilmente rilevando il valore dell Euribor il penultimo giorno lavorativo del mese precedente) più lo spread. Gli interessi vengono liquidati semestralmente alle scadenze fisse del 30/6 e 31/12. Nel periodo di ammortamento il tasso può essere fisso o variabile, come descritto ai punti precedenti. Modalità di rimborso. Il rimborso del finanziamento può avvenire mediante: in caso di finanziamento regolato a tasso fisso, un piano di ammortamento a rate costanti, comprensive di capitale e interessi (piano francese); in caso di finanziamento regolato a tasso variabile un piano di ammortamento a quote costanti di capitale (piano italiano). Le rate sono composte da una quota a rimborso del capitale ed una quota a rimborso di interessi. Le rate sono posticipate e decorrono dal giorno di stipula del contratto. La periodicità delle rate è semestrale nella fase di anticipazioni in conto finanziamento, trimestrale nella fase di ammortamento. Garanzie. Il finanziamento deve sempre essere assistito dalla cessione integrale del credito GSE (Gestore dei Servizi Elettrici S.p.A.), derivante dalla concessione alla parte mutuataria delle tariffe incentivanti previste dalla normativa di riferimento. L atto deve essere stipulato tramite atto pubblico o scrittura privata autenticata da notaio. Alla scadenza finale del finanziamento o in caso di sua estinzione anticipata, si dovrà stipulare un atto di cessione inverso. (definito dal GSE.Atto di retrocessione) con il quale la Banca retrocederà all impresa il credito di cui era divenuta beneficiaria. Con questa modalità di erogazione, la cessione del credito GSE è materialmente acquisibile solo successivamente all entrata in esercizio dell impianto fotovoltaico ed all erogazione del mutuo; nel contratto di finanziamento è pertanto indicato un termine entro il quale l impresa si impegna a provvedere alla cessione del credito e a presentare la polizza assicurativa all risk, pena la facoltà della Banca di risolvere il contratto. L Impresa è sempre tenuta a stipulare un assicurazione all risk (vincolata a favore della Banca e depositata presso la medesima per tutta la durata dell operazione) sull impianto fotovoltaico contro i danni diretti (fulmine, incendi, furto, ecc.) e indiretti (fermo impianti per danni assicurati). La Banca può inoltre richiedere, in funzione a valutazioni di merito creditizio, garanzie reali o personali nonché vincoli o specifiche cautele. I vantaggi del finanziamento Fotovoltaico. Il finanziamento Fotovoltaico può finanziare fino al 100% del costo dell investimento e prevede la possibilità di erogazione a stato avanzamento lavori (s.a.l.), di norma in tre quote in funzione degli impegni di spesa assunti dall impresa e della documentazione dell avanzamento del programma di investimento. Con l erogazione a saldo, che avviene al completamento dei lavori, il finanziamento viene messo in ammortamento. 3

4 IL SUPPORTO Foglio Informativo n. 145 = Finanziamento Fotovoltaico. FINANZIAMENTO ENERGIA IMPRESE Finanziamento Energia Imprese è destinato a sostenere i piani di investimento delle imprese finalizzati a realizzare impianti efficienti di produzione di energia, a diversificare le fonti energetiche e/o razionalizzare i consumi. Il finanziamento è specificatamente dedicato a tutte le imprese, di qualsiasi settore, che intendono effettuare investimenti di efficientamento e diversificazione energetica. Cosa finanzia. Il finanziamento Energia Imprese consente di finanziare fino all 80% degli investimenti documentati (IVA esclusa) relativi. I progetti di norma devono avere una durata non superiore ai 24 mesi a partire dalla data di presentazione della richiesta di finanziamento e in particolare: investimenti finalizzati alla realizzazione/ampliamento di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili e assimilate, all ammodernamento/riconversione di quelli convenzionali, al risparmio energetico nei processi produttivi ad alta intensità energetica (compresi i costi di progettazione, terreni, opere civili, macchine, cavidotti, trasformatori, quadri elettrici, allacciamenti ecc.). L importo del finanziamento è compreso, di norma, tra un minimo di ,00 e un massimo di ,00. Possono essere finanziate anche spese sostenute nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda. I programmi devono essere compatibili con le normative ambientali previste. Il finanziamento può essere richiesto anche in presenza di agevolazioni pubbliche, purché l ammontare complessivo non superi il 100% del controvalore del progetto. Le caratteristiche. Durata. Il finanziamento è erogabile con una durata compresa tra un minimo di 5 anni e fino a un massimo di 10 anni, comprensivo di un periodo destinato alle anticipazioni in conto finanziamento, non superiore a 30 mesi, da erogarsi in base allo stato di avanzamento degli investimenti. Tasso. Il finanziamento è disponibile con l applicazione di un tasso variabile: è previsto che il tasso di interesse possa variare a scadenze prestabilite rispetto al tasso di partenza secondo le oscillazioni del parametro di riferimento (Euribor base 360 a 3 mesi rilevato il penultimo giorno lavorativo bancario del mese precedente la decorrenza di ciascuna rata). Il tasso variabile è consigliabile alle imprese che vogliono un tasso sempre in linea con l andamento del mercato e possono sostenere eventuali aumenti dell importo delle rate. Il rischio principale è legato alla possibilità di variazione del tasso di interesse in aumento rispetto al tasso iniziale con conseguente aumento dell importo delle rate. Nel caso di Finanziamenti a Stato Avanzamento lavori, nel periodo di erogazioni vengono corrisposti solo interessi; il tasso applicato è sempre variabile in funzione dell Euribor base 360 a 6 mesi (aggiornato mensilmente rilevando il valore dell Euribor il penultimo giorno lavorativo bancario del mese precedente) più lo spread. Gli interessi vengono liquidati semestralmente alle scadenze fisse del 30/6 e 31/12. Nel periodo di ammortamento il tasso è variabile ed il rimborso avviene mediante pagamento posticipato di rate comprensive di capitale ed interesse a decorrere dal 1 giorno del mese successivo a quello della stipula dell atto di erogazione finale con messa in ammortamento. Modalità di rimborso. Il rimborso del prestito avviene in base al Piano di ammortamento Italiano con il pagamento di rate composte da una quota a rimborso del capitale ed una quota a rimborso di interessi e con periodicità trimestrale. Garanzie. La Banca può richiedere, in funzione a valutazioni di merito creditizio, garanzie reali o personali nonché vincoli o specifiche cautele. 4

5 I vantaggi del finanziamento Energia Imprese. Energia Imprese prevede la possibilità di erogazione a stato avanzamento lavori (s.a.l.), di norma in tre quote in funzione degli impegni di spesa assunti dall impresa e della documentazione dell avanzamento del programma di investimento. Con l erogazione a saldo, che avviene al completamento dei lavori, il finanziamento viene messo in ammortamento. IL SUPPORTO Foglio Informativo n. 103 = Finanziamenti Energia Imprese. FINANZIAMENTO ENERGIA BUSINESS Il Finanziamento Energia Business dà la possibilità di affrontare i costi iniziali dell impianto e di sostenere il costo dell investimento anche grazie alla vendita di energia alle tariffe agevolate previste dal sistema di incentivazione pubblica. Si rivolge ai professionisti e alle piccole imprese con fatturato di gruppo inferiore a 2,5 milioni di euro e accordato di gruppo inferiore a 1 milione di euro (c.d. Small Business) che appartengono ai settori industria, agroindustria, agricoltura, artigianato, commercio, servizi e turismo. Cosa finanzia. Finanziamento Energia Business è il finanziamento a medio lungo termine finalizzato alla realizzazione e all acquisto di impianti fotovoltaici destinati alla produzione/vendita di energia elettrica. Il finanziamento Energia Business può coprire fino ad un massimo del 100% dell'investimento (al netto di IVA) sulla base della spesa documentata. L importo finanziabile va da euro fino a un massimo di euro. Il finanziamento è cumulabile con eventuali interventi pubblici, purché l ammontare complessivo non superi il 100% delle spese previste. Le caratteristiche. Il Finanziamento Energia Business si caratterizza per: Durata: variabile da 2 a 15 anni; non è previsto preammortamento. Prefinanziamento: è previsto fino al 60% dell importo del finanziamento eventualmente aumentabile all'80% in presenza della documentazione relativa all'avvenuto allacciamento alla rete e del contratto di connessione rilasciati dal gestore della Rete per la durata massima di 9 mesi (12 mesi in presenza di garanzia consortile). È utilizzabile anche in più soluzioni, alla presentazione delle singole fatture relative alla realizzazione dell impianto, con contestuale disposizione di bonifico per il pagamento. Tasso del Finanziamento: fisso o variabile. Periodicità rate: mensili, trimestrali o semestrali. Garanzie e cautele. Per accedere al finanziamento sono richieste le seguenti garanzie obbligatorie: cessione del credito pro solvendo, formalizzata tramite atto pubblico o scrittura privata autenticata da notaio ed inviata a GSE a mezzo raccomandata A.R. a valere su assegnazione della tariffa incentivante; polizza assicurativa all risk, vincolata a favore della banca, contro i rischi diretti (eventi atmosferici, fulmine, incendio, furto) e indiretti (fermo impianto per danni assicurati) con durata pari alla vita del finanziamento. La Banca può inoltre richiedere, in funzione a valutazioni di merito creditizio, garanzie pignoratizie o personali nonché vincoli o specifiche cautele. I vantaggi di Finanziamento Energia Business. Il Finanziamento Energia Business offre quindi: Convenienza, perché il tasso d interesse è competitivo e l opzione tasso fisso è prevista anche per le durate più lunghe. Flessibilità per la restituzione del debito, perchè il finanziamento ha una durata prevista fino a 15 anni, in modo da allineare l investimento effettuato ai ricavi o agli incentivi derivanti dalla vendita dell energia prodotta. Semplicità, perchè oltre alle garanzie obbligatorie per accedere al prefinanziamento basterà presentare le fatture e la relativa disposizione di pagamento. Riferimenti: Foglio Informativo n. 128 = Finanziamento Energia Business. Foglio Informativo n. 309 = Finanziamento Energia Business con polizza. 5

6 IL SUPPORTO LEASENERGY Leasenergy è il leasing volto a promuovere ed a finanziare le moderne tecnologie a supporto della generazione di energia da fonti rinnovabili. Centrali ed impianti fotovoltaici; Centrali ed impianti eolici; Centrali ed impianti a biomasse e di cogenerazione; Centrali ed impianti idroelettrici; Centrali ed impianti geotermici. Leasenergy si rivolge alle imprese di qualsiasi dimensione. Le caratteristiche. I vantaggi: Possibilità di accedere alle incentivazioni previste dal Conto Energia ; Realizzazione degli investimenti previsti, senza utilizzare la propria liquidità; Frazionamento dell IVA con il pagamento dei canoni periodici; Possibilità di finanziamento dell impianto anche in costruzione, con fornitori diversi e pagamenti a stato avanzamento lavori; Possibilità di fruire di polizza assicurativa di Compagnia del Gruppo che prevede coperture coerenti con il prodotto (solo per impianti fotovoltaici). Le condizioni economiche. Caratteristiche del piano finanziario se Leasing immobiliare: Durata Anticipo Riscatto Preammortamento Canoni periodici Manutenzione Assicurazione 216 mesi Dal 10% al 30% del valore del bene. Su deroga Leasint possibilità di canone costante 1% del valore del bene Solo per impianti in costruzione e se richiesta, possibilità di posticipare la decorrenza sino a 6 mesi Mensili e su richiesta bimestrali o trimestrali. Decorrenza: posticipata Obbligatoria per tutta la durata del contratto Obbligatoria a carico dell utilizzatore (in convenzione o diretta) con garanzia fermo impianto. La polizza può essere sottoscritta presso una primaria Compagnia di Assicurazione Caratteristiche del piano finanziario se Leasing strumentale: Durata Anticipo Riscatto Preammortamento Canoni periodici Manutenzione Assicurazione Minimo 89 mesi. Massimo 180 mesi Dal 10% al 30% del valore del bene. Su deroga Leasint possibilità di canone costante 1% del valore del bene Solo per impianti in costruzione e se richiesta, possibilità di posticipare la decorrenza sino a 6 mesi Mensili e su richiesta bimestrali o trimestrali. Decorrenza: posticipata Obbligatoria per tutta la durata del contratto Obbligatoria a carico dell utilizzatore (in convenzione o diretta) con garanzia fermo impianto. La polizza può essere sottoscritta presso una primaria Compagnia di Assicurazione Per le condizioni economiche e contrattuali di Leasenergy fare riferimento al Foglio Informativo n. 005 della Società Leasint S.p.A. 6

7 AEDIFICA BIOEDILIZIA IL SUPPORTO Aedifica è la linea di finanziamenti a medio/lungo termine che il Gruppo Intesa Sanpaolo dedica alle imprese che operano nel settore delle costruzioni edilizie. Aedifica Bioedilizia è un finanziamento per le Imprese edili che costruiscono o ristrutturano immobili con i criteri dell edilizia Bioedilizia e Biosostenibilità. Aedifica si rivolge a: imprese (individuali e società) e cooperative edilizie; soggetti con esigenze di vendita frazionata degli immobili. Cosa finanzia. Aedifica consente di finanziare: l acquisto, la costruzione, la ristrutturazione e l ammodernamento di immobili a uso abitativo e non abitativo; la vendita frazionata di edifici a uso abitativo e non abitativo già ultimati. Le caratteristiche. Aedifica prevede erogazioni, a favore dell impresa, correlate allo stato di avanzamento dei lavori rilevato dalla banca, fino alla concorrenza dell importo concesso per la costruzione o la ristrutturazione degli immobili. In sede di erogazione finale del finanziamento e ripartizione in lotti (unità immobiliari) da accollare agli acquirenti (tramite uno o più atti di ripartizione con messa in ammortamento del mutuo), le caratteristiche dei singoli mutui variano in funzione della destinazione degli immobili e delle esigenze degli acquirenti. Immobili a destinazione abitativa: se l acquirente finale è una persona fisica, la durata e le condizioni di tasso che regolano i singoli mutui rispecchiano, di norma, quelli della linea Domus (la specifica linea di mutui per Privati della banca); se l acquirente finale è un impresa, la durata del mutuo varia, di norma, da 5 a 20 anni ed è regolato sia a tasso fisso sia a tasso variabile. Il rimborso è previsto mediante rate mensili o semestrali. Per le unità immobiliari invendute, i cui lotti restano in capo all impresa costruttrice, si praticheranno le condizioni economiche previste per i mutui con destinazione non abitativa. Immobili a destinazione non abitativa: la durata del mutuo varia, di norma, da 5 a 15 anni; il tasso può essere fisso o variabile. Il rimborso è previsto mediante rate mensili o semestrali. Il rimborso del finanziamento può avvenire mediante: un piano di ammortamento a rate costanti, comprensive di capitale e interessi (piano francese) in caso di finanziamento regolato a tasso fisso; un piano di ammortamento che prevede quote di capitale rideterminate per ciascuna rata, in caso di finanziamento regolato a tasso variabile. In pratica a ogni rata si determina la quota di capitale da rimborsare con la tecnica del piano francese per la durata residua risultante al momento del calcolo, ovviamente utilizzando il tasso variabile previsto contrattualmente (in caso di marginali variazioni del parametro di tasso la rata resta sostanzialmente costante). Nel periodo in cui sussistono anticipazioni correlate allo stato di avanzamento dei lavori, gli interessi sono determinati a tasso variabile con pagamento al e di ogni anno. Garanzie e cautele. Il finanziamento deve essere garantito da ipoteca di I grado economico sull immobile oggetto dell intervento (o altro immobile) e deve possedere i requisiti del credito fondiario. I vantaggi di Aedifica Bioedilizia. Intesa Sanpaolo premia con le condizioni particolari di Aedifica Bioedilizia le iniziative edilizie che intendano certificare la biosostenibilità dell edificio, un fattore di valorizzazione degli edifici anche in tempi di saturazione del mercato immobiliare, nonché attestazione di qualità edilizia. Ai fini dell applicazione di tali condizioni, l impresa dovrà produrre, prima della stipula del contratto di mutuo, la documentazione idonea alla predetta certificazione (c.d. Protocollo ITACA ) che dovrà prevedere il raggiungimento di determinati obiettivi minimi. Foglio Informativo n. 033 = Linea Aedifica. 7

8 IL SUPPORTO NOVA+ Finanziamenti a medio termine per investimenti in ricerca e innovazione Nova+ è una specifica linea di finanziamento di Mediocredito Italiano, Banca del Gruppo Intesa Sanpaolo, destinata a supportare, attraverso soluzioni finanziarie mirate e servizi di assistenza specialistica, le imprese che investono in progetti di ricerca, sviluppo e innovazione. Una gamma di prodotti in grado di finanziare anche l immaterialità delle idee e dei progetti degli imprenditori che vogliono innovare per mantenersi competitivi. Alle imprese di qualsiasi settore e dimensione, escluse quelle operanti nel settore degli armamenti. Le caratteristiche. Modalità di valutazione dei progetti. I finanziamenti Nova+ prevedono di affiancare alla tradizionale analisi del merito di credito una valutazione tecnico-industriale del progetto di innovazione. Ciò consente alla Banca di comprendere le ricadute industriali derivanti dagli investimenti e quindi di valorizzare le strategie di sviluppo delineate dagli imprenditori. Importo finanziato. L ammontare del finanziamento, che di norma non prevede il ricorso a garanzie reali, può raggiungere anche il 100% dell investimento. È possibile accedere al finanziamento anche se l investimento dovesse beneficiare di altre agevolazioni pubbliche già accordate, purché gestite da soggetti non appartenenti al Gruppo Intesa Sanpaolo. Durata. La durata è di 5 anni, incluso un pre-ammortamento di 18 mesi, estendibile, nel caso di progetti di ricerca e sviluppo, a 7 anni, incluso un pre-ammortamento di massimo 30 mesi. Modalità di erogazione. L erogazione, sempre in anticipo rispetto al momento dell investimento, può avvenire in un unica o in più soluzioni, in funzione delle esigenze del piano di investimento. Accesso a provvista BEI. È prevista la possibilità di utilizzare, fino ad esaurimento, fondi messi a disposizione da BEI (Banca Europea per gli Investimenti). I vantaggi per le imprese consistono nell esenzione dall imposta sostitutiva (0,25% dell importo erogato) e nella riduzione dello spread. Le soluzioni di Nova+ Nova+ è un prodotto flessibile e si articola in 4 soluzioni, a seconda della strategia scelta dall impresa per migliorare il proprio livello tecnologico e/o la propria struttura aziendale: Nova+ Ricerca Per progetti di ricerca e sviluppo svolti dall impresa attraverso competenze interne e destinati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi e servizi tecnologicamente innovativi per il cliente. Nova+ Acquisto Per l acquisizione dal mercato di sistemi e conoscenze utili all arricchimento del contenuto tecnologico di prodotti, processi e servizi dell impresa e al miglioramento della propria organizzazione. Nova+ Infocom Per la realizzazione di un piano organico di investimenti volto ad innovare i Sistemi Informativi Aziendali dell impresa, sia attraverso l utilizzo di competenze interne sia attraverso l acquisizione di innovazione dal mercato. Nova+ Università Per commesse finalizzate alla realizzazione di studi, sviluppi e trasferimenti di tecnologia da parte di Università italiane e di Centri di Ricerca Pubblici e Privati destinati a innovare organizzazione, processi e prodotti dell impresa richiedente. 8

9 Le competenze di Mediocredito Italiano. Mediocredito Italiano, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nello sviluppo delle piccole e medie imprese, offre competenze distintive e consulenze tecnologico-industriale a tutte le imprese che vogliono investire nella ricerca e sviluppo. IL SUPPORTO L esperienza nella gestione delle agevolazioni ministeriali consente inoltre di offrire alle imprese una consulenza specializzata per il conseguimento dei contributi pubblici alla ricerca e all innovazione. Il team dedicato alle imprese che innovano. Mediocredito Italiano mette a disposizione delle imprese una struttura specialistica dedicata agli investimenti in ricerca e sviluppo, composta da un pool di ingegneri specializzati nei diversi settori merceologici e accreditati come esperti UE, un team di legali, costantemente aggiornato in merito alle opportunità di agevolazione del credito, ed esperti di contabilità industriale. Si tratta di una squadra in grado di fornire un servizio di consulenza tecnologica e industriale a tutto tondo per supportare concretamente le decisioni di investimento degli imprenditori ed affiancarli nel rapporto con le Università. I partner scientifici. Nell ambito dei progetti di ricerca, grazie alla collaborazione con prestigiose Università convenzionate, Mediocredito Italiano potrà, su richiesta, affiancare gli imprenditori nel dialogo con gli Atenei favorendo un accesso diretto e mirato alle più avanzate strutture di ricerca e sviluppo tecnologico attive in Italia. Contatti. Per approfondimenti, assistenza e altre informazioni è possibile rivolgersi alla Filiale Imprese o al centro Corporate di riferimento (elenco disponibile sul sito oppure direttamente a Mediocredito Italiano (sito scrivendo a 9

10 IL SUPPORTO INTESA SANPAOLO EURODESK: supporto alle imprese nell accesso alle opportunità di finanziamento offerte dall Unione europea Il Gruppo Intesa Sanpaolo, attraverso Intesa Sanpaolo Eurodesk, offre un assistenza a 360 gradi per accompagnare le imprese italiane passo passo nella partecipazione ai programmi di finanziamento europei. Le opportunità di crescita offerte dai Programmi della Commissione Europea sono una risorsa sempre più importante per il mondo imprenditoriale, ma le procedure d accesso ai bandi europei restano complesse e spesso poco conosciute. È per questo che le imprese hanno bisogno di essere informate e assistite professionalmente. Intesa Sanpaolo Eurodesk è la società del Gruppo Intesa Sanpaolo con sede a Bruxelles che offre una risposta concreta ed efficace alla necessità delle imprese italiane di accedere in misura maggiore ai finanziamenti a fondo perduto erogati dalla Commissione Europea. Intesa Sanpaolo Eurodesk promuove inoltre le attività di ricerca e sviluppo tecnologico e di innovazione incoraggiando la cooperazione tra il mondo accademico, industriale e finanziario e intervenendo come partner di progetti internazionali finanziati dalla Comunità europea. I vostri programmi di sviluppo hanno trovato nuove risorse Square de Meeûs, Brussels, Belgium Tel Fax I servizi di Intesa Sanpaolo Eurodesk. Consulenza personalizzata. Sulla base del settore di interesse dell impresa cliente, sono disponibili piani personalizzati di assistenza che includono: Servizi informativi e di monitoraggio sulle politiche comunitarie e le principali opportunità di finanziamento che ne derivano. Mappatura dei bandi europei di potenziale interesse e fornitura della relativa documentazione. Analisi preliminare del progetto del cliente. Consulenza per la strutturazione di partenariati internazionali. Consulenza strategica nei contatti con le Istituzioni europee. Supporto nella redazione e presentazione dei progetti. Segnalazione quotidiana dei bandi di gara comunitari per la fornitura di beni, servizi e lavori. Formazione. Intesa Sanpaolo Eurodesk promuove programmi di formazione sulle politiche e i programmi di finanziamento dell Unione europea, personalizzati in base alle esigenze dell impresa cliente. Obiettivo della formazione è di illustrare i meccanismi d accesso e le caratteristiche dei principali finanziamenti concessi dall Unione europea, con un focus su quelli per la ricerca e l innovazione tecnologica. Informazione. Il sito web di Intesa Sanpaolo Eurodesk (www.intesasanpaoloeurodesk.com) fornisce notizie aggiornate su eventi, politiche e pubblicazione dei bandi europei per la ricerca e l innovazione tecnologica. La registrazione è gratuita e consente di accedere a quattro desk settoriali: Agrifood / Energia e Ambiente / ICT / Salute. È possibile seguire gli ultimi aggiornamenti di Intesa Sanpaolo Eurodesk anche su Twitter e su 10

11 FINANZIAMENTI ALLE ESCO IL SUPPORTO Le E.S.Co. acronimo di Energy Service Company sono società che assumono il rischio finanziario dell intervento in ambito energetico e partecipano a una parte dei benefici economici prodotti nel tempo dall intervento stesso. Gli interventi possono essere di diverse tipologie, tra cui il fotovoltaico, il solare termico, la cogenerazione da biomasse o biogas, l illuminazione pubblica (ad es. la sostituzione di lampade a sodio con lampade a led), l isolamento termico di edifici e molte altre. Le ESCO rivestono un ruolo importante, poiché possono essere un elemento propulsore di grande valore per lo sviluppo del risparmio energetico in Italia, soprattutto in ambito pubblico. Per questo motivo, Intesa Sanpaolo e il Ministero dell Ambiente hanno avviato un percorso di collaborazione relativo al sostegno del Patto dei Sindaci (l iniziativa lanciata dalla Commissione Europea per coinvolgere attivamente le città nel percorso verso la sostenibilità energetica ed ambientale), al fine di promuovere l iniziativa presso i Comuni che non vi hanno ancora aderito e supportare quelli che hanno già aderito nella redazione dei PAES (Piani di Azione per l energia sostenibile). Le ESCO devono saper abbinare competenze tecniche, relazioni commerciali sul territorio, una struttura finanziaria solida e la capacità di allargare in futuro la propria base di capitale al crescere dell attività. Intesa Sanpaolo ha sperimentato con successo le prime soluzioni finalizzate a finanziare le Esco su interventi destinati ad Enti Pubblici sia per impianti a fonti rinnovabili, sia per realizzazioni in ambito di efficienza energetica. Le valutazioni necessarie per l istruttoria di un finanziamento ad una ESCO sono: Solidità della Esco dal punto di vista patrimoniale/reddituale. Grande rilevanza assume il profilo professionale e bancario di soci e amministratori. Il capitale di rischio investito nel progetto. La banca molto difficilmente finanzia con debito il 100% dell investimento: è necessario che una quota indicativamente pari al 30% dell investimento complessivo sia rappresentato da mezzi propri della Esco investiti nel progetto come capitale di rischio. In alcuni casi è possibile che una parte del capitale di rischio sia rappresentato da fondi pubblici destinati alla tipologia di intervento o da garanzie fidejussorie rilasciate dall Ente Pubblico beneficiario del progetto. Una volta definita la struttura equity/debito del progetto, in funzione della tipologia di intervento, è possibile individuare specifici flussi reddituali che possono fungere da garanzia del finanziamento, come ad esempio la cessione del credito della tariffa incentivante GSE nel caso di impianti foto voltaici. Le ESCO vengono finanziate utilizzando i prodotti standard previsti dalla Banca per il finanziamento alle aziende in ambito energetico (Energia Business, Finanziamento Fotovoltaico per investimenti in ambito fotovoltaico, Investimenti Business/Energia Business per altre tipologie di investimenti, o dalla Leasint con operazioni di leasing immobiliare o strumentale). FINANZIAMENTO SOSTENIBILITÀ BUSINESS Il Finanziamento Sostenibilità Business ti dà la possibilità di affrontare i costi degli interventi finalizzati allo sviluppo sostenibile del territorio, alla tutela dell ambiente e al miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro. Si rivolge ai professionisti e alle imprese Small Business che appartengono ai settori industria, agroindustria, agricoltura, artigianato, commercio, servizi e turismo. Cosa finanzia. Finanziamento Sostenibilità Business è il finanziamento a medio termine finalizzato: alla rimozione e allo smaltimento di manufatti contenenti cemento amianto dagli edifici; alla coibentazione e ad altre finalità collegate alla riduzione dell impatto ambientale; al miglioramento della sicurezza sui luoghi di lavoro (anche attraverso iniziative formative). Il Finanziamento Sostenibilità Business copre fino al 100% dell investimento (al netto di Iva), sulla base della spesa documentata. L importo finanziabile va fino a un massimo di euro. Il finanziamento è cumulabile con eventuali interventi pubblici, purché l ammontare complessivo non superi il 100% delle spese previste. 11

12 IL SUPPORTO Le caratteristiche. Il Finanziamento Sostenibilità Business si caratterizza per: Durata: variabile da 2 a 5 anni; è ammesso un periodo di preammortamento di 6 mesi. Tasso del Finanziamento: fisso o variabile. Periodicità rate: mensili, trimestrali o semestrali. Garanzie e cautele. Per la rimozione e smaltimento dell amianto, l Impresa dovrà rilasciare la documentazione attestante il trattamento/smaltimento eseguito da parte di nominativo qualificato ed autorizzato secondo quanto previsto dalla normativa vigente in tema di rifiuti pericolosi (i soggetti che provvedono alla rimozione e trattamento di amianto devono essere registrati presso le ASL ed iscritti all apposito Albo Nazionale Smaltitori nonchè possedere i certificati di sicurezza e specializzazione rilasciati dal Ministero dell Ambiente. Le tecniche di smaltimento sono regolamentate dal D.M. 6/9/1994) e successivo rilascio di certificazioni di restituibilità degli ambienti bonificati. La Banca può richiedere, in funzione a valutazioni di merito creditizio, garanzie personali o pignoratizie nonché vincoli o specifiche cautele. I vantaggi di Finanziamento Sostenibilità Business. Il Finanziamento Sostenibilità Business a Medio Termine offre quindi: Flessibilità nella definizione del piano di rimborso, perché il finanziamento ha una durata prevista fino a 5 anni, e nella scelta della periodicità delle rate. Semplicità, perché per accedere al finanziamento basterà presentare le fatture e la relativa documentazione prodotta obbligatoriamente dall impresa che si occupa della rimozione e smaltimento. Foglio informativo n. 147 Finanziamento Investimenti Business FINANZIAMENTO SOSTENIBILITÀ BREVE TERMINE PER LE IMPRESE CON PIANO DI RIENTRO Finanziamento Sostenibilità Breve Termine è il finanziamento a breve termine per le Imprese che investono in ambiente e sicurezza. Il Finanziamento Sostenibilità BT è specificatamente dedicato a tutte le Imprese, (individuali e società) che investono nel campo della sostenibilità ambientale e sicurezza sul lavoro. Cosa finanzia. Il finanziamento viene concesso a fronte di esigenze finanziarie direttamente finalizzate a tutte le attività inerenti la sostenibilità ambientale, alla formazione e alla sicurezza e salubrità dell ambiente di lavoro e può coprire fino al 100% dell importo degli investimenti documentati (IVA esclusa) riferibili a: Tutela Ambientale - Eco-Turismo; smaltimento rifiuti; trattamento delle acque; gestione degli imballaggi; utilizzo di materie prime eco sostenibili. Eco-sharing - Cicli, ciclomotori, auto elettriche ad uso aziendale e condiviso; realizzazione di parcheggi attrezzati, colonnine di ricarica, impianti ad energia rinnovabile a supporto; acquisto dei mezzi. Efficienza energetica - Impiego di macchinari o impianti più efficienti o ecologici (anche con certificazioni/diagnosi energetiche). Certificazioni ambientali - Ecolabel e altri marchi di qualità ecologica. Sicurezza sul lavoro - Formazione; incremento del livello di sicurezza; qualità degli ambienti. Caratteristiche specifiche. Durata. Il finanziamento è erogabile con una durata correlata all investimento, con un massimo di 18 mesi meno un giorno. Tasso. Gli interessi vengono conteggiati, per tutta la durata del finanziamento, utilizzando un tasso variabile o 12

13 un tasso fisso in funzione di quanto previsto dal contratto. La tipologia di tasso prefissata (fisso/variabile) non può variare nel corso della durata del finanziamento. tasso variabile: sono variabili sia il tasso di interesse sia l importo delle singole rate (rata variabile). Il tasso variabile è consigliabile a chi vuole un tasso sempre in linea con l andamento del mercato e può sostenere eventuali aumenti dell importo delle rate. Il rischio principale è legato alla possibilità di variazione del tasso di interesse in aumento rispetto al tasso iniziale con conseguente aumento dell'importo delle rate. tasso fisso: rimangono fissi per tutta la durata del prestito sia il tasso di interesse sia l importo delle singole rate (rata costante). Il tasso fisso è consigliabile a chi vuole essere certo, sin dal momento della firma del contratto, della misura del tasso, degli importi delle singole rate e dell ammontare complessivo del debito da restituire, indipendentemente dalle variazioni delle condizioni di mercato. Lo svantaggio è non poter sfruttare eventuali riduzioni di tassi di mercato. IL SUPPORTO Modalità di rimborso. Il rimborso del finanziamento avviene mediante pagamento posticipato di rate comprensive di capitale ed interesse. Fanno eccezione i finanziamenti che prevedono la restituzione del capitale in una unica soluzione sull ultima rata (finanziamento.bullet.). Le rate possono avere periodicità mensile, bimestrale, trimestrale e semestrale con scadenza ad ogni giorno del mese, determinata dal giorno di stipula del contratto unico. Gli interessi decorrono dal giorno successivo a quello di stipula del contratto. Nell eventuale periodo iniziale di preammortamento le rate sono costituite dalla sola quota interessi. Garanzie. A insindacabile giudizio della Banca a scelta tra quelle in uso per operazioni della specie, comprese le garanzie rilasciate dalle Cooperative e dai Consorzi di Garanzia. I vantaggi del finanziamento Sostenibilità BT. Gestione Liquidità: possibilità di ottenere un finanziamento per esigenze di liquidità connesse ai temi inerenti la sostenibilità ambientale. Convenienza: possibilità di fruire delle condizioni previste per il prodotto a fronte della destinazione specifica del finanziamento. Flessibilità: scelta della modalità del piano di ammortamento e della periodicità rateale, sulla scorta delle esigenze specifiche. Foglio Informativo n. 056 = Finanziamento Sostenibilità Breve Termine per le imprese con piano di rientro. LA PROMOZIONE DELLE TECNOLOGIE PIÙ INNOVATIVE L innovazione tecnologica gioca un ruolo fondamentale nel settore dell energia sostenibile:nuove fonti energetiche, sistemi di produzione di energia sempre più efficienti ed economici, dispositivi e processi mirati a ridurre i consumi degli usi finali sono solo alcuni esempi che indicano quanto il settore sia profondamente caratterizzato da una continua evoluzione. Intesa Sanpaolo ha fra i suoi obiettivi principali il supporto dell innovazione, e con questo proposito la Divisione Corporate Investment Banking ha predisposto un offerta integrata di iniziative per promuovere la diffusione delle tecnologie più innovative. START-UP INITIATIVE La Intesa Sanpaolo Start-Up Initiative è un programma per la formazione e la promozione di aziende in fase di start-up ad alto contenuto tecnologico. Alle aziende in fase di start-up in cerca di investitori, che offrano prodotti o servizi con tecnologie innovative. 13

14 IL SUPPORTO Ad investitori istituzionali, business angels, aziende o private investors in cerca di opportunità di investimento. Cosa propone. Il processo prevede un periodo formativo per le start-up finalizzato a costruire una presentazione efficace del business plan e l organizzazione di eventi dedicati, sia in Italia che presso le nostre sedi estere in cui le aziende selezionate incontrano investitori in capitale di rischio. La StartUp Initiative si articola in più edizioni nel corso dell anno, dedicate a settori tecnologici differenti tra cui quello del Cleantech (energie rinnovabili, efficienza energetica, acqua e ambiente). T.O.P. - TECHNOLOGICAL OPPORTUNITY PROPOSAL L iniziativa T.O.P. (Technological Opportunity Proposal) è un servizio dedicato mirato ad offrire opportunità di investimento in tecnologie innovative prossime allo sviluppo industriale o già mature, con un approccio di open innovation. Imprese Corporate interessate a valutare acquisizione di tecnologie offerte da aziende in fase di crescita (come quelle presenti nei portafogli dei Venture Capitals). Cosa propone. Intesa Sanpaolo si propone di offrire un servizio dedicato specifico per ciascun Cliente: Raccolta di indicazioni sulle specifiche tecnologiche obiettivo di innovazione del Cliente; Scouting di aziende target con tecnologie che rispondano alle specifiche; Incontro tra Cliente e azienda target per finalizzare la acquisizione di tecnologia (attraverso M&A, Licensing brevettuali o altre possibili partnership). L iniziativa T.O.P. è focalizzata su ambiti tecnologici specifici, tra cui il Cleantech (energie rinnovabili, efficienza energetica, acqua e ambiente), per offrire opportunità di livello qualitativo elevato, puntando sui settori più strategici per lo sviluppo dell economia. Ufficio Promozione della Ricerca Intesa Sanpaolo - Divisione Corporate e Investment Banking Direzione Risorse e Sviluppo - Servizio Innovazione e Marketing FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTI Il Fondo italiano di Investimenti è un fondo mobiliare chiuso riservato ad investitori qualificati, promosso dal Ministero dell Economia e delle Finanza; soci fondatori della società di gestione (SGR) sono il Ministero stesso, Cassa Depositi e Prestiti, Intesa Sanpaolo, Unicredit, Monte dei Paschi di Siena, Abi e Confindustria. Il Fondo ha l obiettivo di creare una fascia ampia di aziende classificabili come medi campioni nazionali che, pur mantenendo la flessibilità e l innovazione tipica delle PMI, possano disporre di una struttura patrimoniale e manageriale adeguata e di una governance funzionale per competere meglio sui mercati internazionali. Il Fondo si rivolge prevalentemente ad imprese italiane in fase di sviluppo con ambizioni di crescita interna e/o esterna e fatturato indicativamente compreso tra 10 e 100 milioni di euro. Sono considerati elementi fondamentali: presenza di chiari progetti e prospettive di sviluppo interessanti a livello nazionale e soprattutto internazionale; 14

15 progetti di consolidamento e/o aggregazione; prospettive di valorizzazione di marchi, brevetti e know-how; disponibilità dell azionariato esistente ad aprire la governance dell Impresa al Fondo. Il Fondo è attento anche ad investimenti in società che, nel rispetto dei requisiti sopra esposti, presentino esigenze di ricambio generazionale o problemi di governance che possano limitarne l espressione delle potenzialità reddituali ed industriali. Sono escluse dall intervento del Fondo le Start up e le società operanti nei settori immobiliare e dei servizi finanziari. Il Fondo non investe in presenza di situazioni di turnaround 1, procedure esecutive in corso, posizioni in sofferenza. IL SUPPORTO Cosa finanzia. Il Fondo investe in: assunzione di partecipazioni dirette di minoranza nel capitale di imprese italiane; assunzioni di partecipazioni dirette di minoranza nel capitale di imprese italiane in coinvestimento con altri fondi specializzati; interventi come fondo di fondi investendo in altri fondi che condividano la politica di investimento e gli obiettivi del Fondo. Attraverso la sua attività il Fondo è in grado di apportare alle aziende oggetto di investimento i capitali necessari per affrontare processi di: sviluppo; aggregazione; internazionalizzazione; ricambio generazionale; riorganizzazione societaria. Caratteristiche specifiche. Il processo di investimento in fase di ingresso si basa tipicamente sulla condivisione con la proprietà delle aziende degli obiettivi industriali e finanziari, delle modalità di governance e di quelle relative all uscita (processo, tempistiche di massima) mediante apposite clausole statuarie ed accordi parasociali. La durata della permanenza del Fondo nel capitale delle aziende e dipenderà dalle caratteristiche e dai tempi di maturazione del progetto industriale di crescita sottostante l intervento. I vantaggi. Il Fondo garantisce alle aziende oggetto di investimento: l accesso a un network imprenditoriale di elevata qualità derivante dall esperienza e dalle caratteristiche dei soggetti promotori; un supporto strategico e manageriale di eccellenza anche grazie alla possibilità di inserimento nei Consigli di Amministrazione di professionisti di comprovata esperienza in relazione alle singole aree di business; maggiore credibilità e capacità negoziale nei confronti dell intero sistema dei clienti e fornitori del - l azienda stessa. Riferimenti: 1 Non sono da considerare tali situazioni di momentanea tensione finanziaria o di difficoltà industriale conseguenti alla recente congiuntura esterna per il periodo

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS Finanziamento a medio lungo termine finalizzato a sostenere ogni tipologia di investimento correlato all attività economica professionale della azienda Small Business.

Dettagli

IL PATTO DEI SINDACI 2011 Campagna SEE Italia Teramo, 9 giugno 2011

IL PATTO DEI SINDACI 2011 Campagna SEE Italia Teramo, 9 giugno 2011 Il supporto finanziario agli interventi degli enti pubblici in fonti rinnovabili e risparmio energetico IL PATTO DEI SINDACI 2011 Campagna SEE Italia Teramo, 9 giugno 2011 TERAMO: 9 a tappa del ciclo di

Dettagli

Ecocredito: Impresa e Finanza insieme per le energie sostenibili. Ing. Luca Giordano Direzione Marketing Small Business

Ecocredito: Impresa e Finanza insieme per le energie sostenibili. Ing. Luca Giordano Direzione Marketing Small Business Ecocredito: Impresa e Finanza insieme per le energie sostenibili Ing. Luca Giordano Direzione Marketing Small Business 1 Il Gruppo Intesa Sanpaolo è da tempo attento ai temi ambientali, sia al proprio

Dettagli

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS

Confidi Abruzzo Banca dell Adriatico FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS FINANZIAMENTO PER INVESTIMENTI BUSINESS Finanziamento a medio lungo termine finalizzato a sostenere ogni tipologia di investimento correlato all attività economica professionale della azienda Small Business.

Dettagli

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO

EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO EFFICIENZA ENERGETICA D IMPRESA PER IL GRUPPO INTESA SANPAOLO Gianmarco Manzone Divisione Banca dei Territori Ufficio Finanziamenti e Confidi 1 Roma, 22 ottobre 2008 La storia di Intesa Sanpaolo 1998 2000

Dettagli

Small Business. Il credito per gli investimenti in efficienza energetica. Convegno FIRE Sirmione, 19.11.2009

Small Business. Il credito per gli investimenti in efficienza energetica. Convegno FIRE Sirmione, 19.11.2009 Small Business Il credito per gli investimenti in efficienza energetica Convegno FIRE Sirmione, 19.11.2009 1 Indice. Intesa Sanpaolo per gli investimenti energetici Il credito alle Esco Prossimi passi

Dettagli

Foglio Informativo n. 48. Sistema Energia

Foglio Informativo n. 48. Sistema Energia INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Roma Società Cooperativa fondata nel 1954 Sede Legale, Presidenza e Direzione Generale Via Sardegna, 129 00187 Roma Tel. 065286.1 Fax 065286.3305

Dettagli

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita

Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Le soluzioni del Gruppo Intesa Sanpaolo a sostegno delle imprese che investono in energia pulita Francesco Fioretto, Responsabile Succursale Emilia Romagna Parma, 25 marzo 2010 Agenda Il contesto di riferimento

Dettagli

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO TopLegal Roma, 23 settembre 2010 Il progetto Nel mese di dicembre 2009, su iniziativa

Dettagli

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base. CAP di Tasso. Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato. Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato

Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Rientro Libero Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Assolombarda e Mediocredito Italiano

Assolombarda e Mediocredito Italiano AGGIORNATO AL 8 LUGLIO 2010 Assolombarda e Mediocredito Italiano Pag. 1. Riequilibrio Finanziario Finanziamento a medio termine finalizzato al sostegno di programmi di riequilibrio finanziario delle imprese,

Dettagli

La bancabilità dei progetti a biomasse nel nuovo scenario finanziario: gli strumenti a disposizione dell industria

La bancabilità dei progetti a biomasse nel nuovo scenario finanziario: gli strumenti a disposizione dell industria La bancabilità dei progetti a biomasse nel nuovo scenario finanziario: gli strumenti a disposizione dell industria Giuseppe Dasti - Coordinatore Desk Energy Mediocredito Italiano gruppo Intesa Sanpaolo

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 A cura del Dott. Tommaso Ciritella Intesa San Paolo Camera di Commercio di Reggio Emilia Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere.

Dettagli

Foglio Informativo n. 61. Mutuo Ipotecario

Foglio Informativo n. 61. Mutuo Ipotecario INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Roma Società Cooperativa fondata nel 1954 Sede Legale, Presidenza e Direzione Generale in Via Sardegna, 129-00187 Roma Tel. 06 5286.1 - Fax 06 5286.3305

Dettagli

Un impegno comune per la crescita

Un impegno comune per la crescita Un impegno comune per la crescita Intesa Sanpaolo e Confindustria Piccola Industria proseguono la collaborazione avviata con l Accordo del luglio 2009, rinnovata nel 2010, e condividono una linea d azione

Dettagli

CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA

CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA CASSA DI RISPARMIO DI PARMA E PIACENZA Decorrenza: 17.11.2011 Linee di credito di breve termine Finanziamento a Breve termine Liquidità aziendale Apertura di credito in c/c Importo Max 200.000 Max 18 mesi

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Verona 25 Novembre 2010 Le principali tappe del progetto Il Progetto del Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato nel mese di dicembre 2009, su iniziativa del Ministero

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

Tasso variabile: da 19 a 60 mesi Tasso fisso: 3 anni - 47 mesi - 5 anni

Tasso variabile: da 19 a 60 mesi Tasso fisso: 3 anni - 47 mesi - 5 anni Linea: Prodotto: Deutsche Bank PMI investimenti CHIROGRAFARIO Tipologia di intervento Beneficiari Importo Acquisto di macchine, attrezzature ed autoveicoli nuovi ovvero usati, posti al servizio dell'attività

Dettagli

MARZO 2010 SCHEDE PRODOTTO

MARZO 2010 SCHEDE PRODOTTO Accordo tra Intesa Sanpaolo e Confesercenti per il sostegno e lo sviluppo delle imprese di commercio, turismo e servizi. MARZO 2010 SCHEDE PRODOTTO Sommario. 1. Rafforzamento patrimoniale Ricap Business

Dettagli

FINANZIAMENTO FOTOVOLTAICO Il finanziamento prevede una durata fino a 15 annie una copertura fino al 80% del progetto di investimento, con importo minimo di 75.000 euro. Finanziamento Fotovoltaico garantisce

Dettagli

AnimAmbiente. AnimAmbiente Workshop per le PMI. Servizio Prodotti Corporate 1

AnimAmbiente. AnimAmbiente Workshop per le PMI. Servizio Prodotti Corporate 1 AnimAmbiente AnimAmbiente Workshop per le PMI Servizio Prodotti Corporate 1 WELCOME ENERGY: L OFFERTA DEL GRUPPO MONTEPASCHI PER L ENERGIA PULITA Lucio Zannella Responsabile Servizio Prodotti Corporate

Dettagli

Il finanziamento delle energie rinnovabili: strumenti, criticità e prospettive

Il finanziamento delle energie rinnovabili: strumenti, criticità e prospettive Il finanziamento delle energie rinnovabili: strumenti, criticità e prospettive Giuseppe Dasti Coordinatore Desk Energy Mediocredito Italiano gruppo Intesa Sanpaolo Convegno della Regione Emilia Romagna

Dettagli

db PMI Investimenti - Convenzione Confidimprese FVG

db PMI Investimenti - Convenzione Confidimprese FVG db PMI Investimenti - Convenzione Confidimprese FVG OBIETTIVO Accesso agevolato al credito da parte delle imprese associate. La linea di credito è finalizzata al finanziamento delle spese per investimenti

Dettagli

Piano Base CAP di Tasso. Multiopzione. Piano Bilanciato Rientro Libero

Piano Base CAP di Tasso. Multiopzione. Piano Bilanciato Rientro Libero Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS VARIABILE Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base CAP di Tasso Multiopzione Piano Bilanciato Rientro Libero Scheda informativa ad esclusivo uso interno

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV

Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Cooperative sociali. Un impresa sociale, la tua. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo IV Le norme nazionali e comunitarie hanno la prevalenza sui contenuti

Dettagli

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro.

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro. AVVISO per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività Sul BURC del 2 novembre 2015

Dettagli

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013

Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 Programma Operativo Regionale FESR 2007-2013 Scheda sintetica del bando relativo a: Concessione di contributi per la rimozione dell amianto dagli edifici, la coibentazione degli edifici e l installazione

Dettagli

Produzione di beni e servizi.

Produzione di beni e servizi. Produzione di beni e servizi. Dalla tua idea alla tua impresa. Guida alle agevolazioni per le Imprese Giovani Decreto Legislativo 185/2000 Titolo I Capo I e Capo II Le norme nazionali e comunitarie hanno

Dettagli

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE

AGEVOLAZIONI ED IMPRESE AGEVOLAZIONI ED IMPRESE BANDO ISI INAIL 2016 BENEFICIARI: Pmi, anche individuali,ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di Commercio Industria, Artigianato ed Agricoltura AGEVOLAZIONE:

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Gabriele Cappellini Milano, 18 ottobre 2011 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita patrimoniale

Dettagli

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO

PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO AGGIORNATO AL 16 NOVEMBRE 2010 PACCHETTO RIEQUILIBRIO FINANZIARIO Prodotti e servizi per il consolidamento delle passività a breve Pag. 1. Credimpresa BNL per associati Assolombarda Finanziamento per aziende

Dettagli

PACCHETTO INVESTIMENTI Prodotti per investimenti

PACCHETTO INVESTIMENTI Prodotti per investimenti AGGIORNATO AL 1 AGOSTO 2011 PACCHETTO INVESTIMENTI Prodotti per investimenti Alcune soluzioni potrebbero non essere disponibili causa aggiornamento delle convenzioni. Si consiglia di contattare l'area

Dettagli

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato

Piano Base. Multiopzione. Piano Bilanciato Abitativo e Surroga MUTUO DOMUS FISSO Finalità abitativa e portabilità tramite surroga Piano Base Multiopzione Piano Bilanciato Scheda informativa ad esclusivo uso interno dell Intermediario. Da non divulgare/consegnare

Dettagli

Collaborazione Intesa Sanpaolo e Legambiente su campagna Eternit Free

Collaborazione Intesa Sanpaolo e Legambiente su campagna Eternit Free Collaborazione Intesa Sanpaolo e Legambiente su campagna Eternit Free Luglio 2011 1 Contenuti. La campagna Eternit Free promossa da Legambiente I ritorni economici della sostituzione delle coperture in

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Roberto Del Giudice Firenze, 10 febbraio 2014 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita

Dettagli

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE

I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE I FINANZIAMENTI AGEVOLATI PER LE PMI VENETE A cura di Leopoldo Noventa 1 Che cosa sono? I finanziamenti agevolati per le piccole e medie imprese operanti nella Regione Veneto sono finanziamenti erogati

Dettagli

BNL GRUPPO BNP PARIBAS

BNL GRUPPO BNP PARIBAS BNL GRUPPO BNP PARIBAS Condizioni valide fino al 31 dicembre 2014 SEGMENTO RETAIL (PMI con fatturato < 5 mln e/o aziende prospect di nuova acquisizione BNL fino a 7,5 mln) Linee di credito di breve termine

Dettagli

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO

Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Sportello Informativo e di Consulenza IMPRESA E LAVORO Accesso al credito, opportunità di finanziamento e inserimento lavorativo Lo sportello informativo e di consulenza Impresa e Lavoro offre un sostegno

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico Il Ministro dello Sviluppo Economico Visto l articolo 1, comma 845 della legge 27 dicembre 2006, n. 296, che prevede che il Ministro dello Sviluppo economico con proprio decreto istituisca appositi regimi

Dettagli

COMPETITIVITA del SISTEMA ITALIA: NUOVO VALORE PER L IMPRESA CHE INVESTE NELLA PROPRIETA

COMPETITIVITA del SISTEMA ITALIA: NUOVO VALORE PER L IMPRESA CHE INVESTE NELLA PROPRIETA COMPETITIVITA del SISTEMA ITALIA: NUOVO VALORE PER L IMPRESA CHE INVESTE NELLA PROPRIETA INTELLETTUALE BANDI CONTRIBUTIVI E FINANZIAMENTI IN CORSO PER PMI CHE FANNO INNOVAZIONE Vicenza, 15 Novembre 2012

Dettagli

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI BPER MUTUO FAMIGLIA

MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI BPER MUTUO FAMIGLIA MUTUO IPOTECARIO A CONSUMATORI BPER MUTUO FAMIGLIA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono

Dettagli

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale

Microcredito. La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Microcredito La soluzione di Intesa Sanpaolo per il microcredito imprenditoriale Gennaio 2016 Normativa relativa al Microcredito in Italia. Il Microcredito è stato oggetto negli anni di continue evoluzioni

Dettagli

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE

OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE SEMINARIO LE IMPRESE E L AMBIENTE Come le imprese partecipano oggi alla tutela dell ambiente? 15 Aprile 2011 OPPORTUNITA LEGATE ALL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI AGEVOLAZIONI PER LE AZIENDE Bando

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Linee di credito finalizzate alla filiera biomassa-energia. Paola Rusconi Specialista Desk Energy Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo

Linee di credito finalizzate alla filiera biomassa-energia. Paola Rusconi Specialista Desk Energy Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Linee di credito finalizzate alla filiera biomassa-energia Paola Rusconi Specialista Desk Energy Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Greenergy Expo 2010 - Milano, 17 novembre 2010 Agenda Il Gruppo

Dettagli

Caro Lettore, Buona lettura!

Caro Lettore, Buona lettura! GUIDA PRATICA Caro Lettore, Semplificare e agevolare l accesso al credito. In questo momento di difficile congiuntura economica, sono queste le parole d ordine che hanno portato governo, banche e imprese

Dettagli

Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili

Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili Lo strumento del leasing per il finanziamento delle energie rinnovabili Marco Martorana, Energy Product Specialist Competence Center for Renewable Energies Roma, 23 Settembre 2010 UNICREDIT LEASING E LE

Dettagli

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA

Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Protocollo d intesa PATTO PER LA CASA Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura Compagnia delle Opere Bergamo Confindustria Bergamo ANCE Bergamo Fiaip Bergamo Confcooperative Bergamo Legacoop

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO ENERGIA IMPRESE

FOGLIO INFORMATIVO MUTUO CHIROGRAFARIO ENERGIA IMPRESE FOGLIO INFORMATIVO Prodotto adatto alla clientela Imprese MUTUO CHIROGRAFARIO ENERGIA IMPRESE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di Risparmio di Asti S.p.A. Sede legale e sede

Dettagli

MUTUI CHIROGRAFARI AGEVOLATI AD IMPRESE ARTIGIANCASSA Regione Piemonte

MUTUI CHIROGRAFARI AGEVOLATI AD IMPRESE ARTIGIANCASSA Regione Piemonte FOGLIO INFORMATIVO MUTUI CHIROGRAFARI AGEVOLATI AD IMPRESE ARTIGIANCASSA Regione Piemonte Prodotto riservato alla clientela imprenditoriale artigiana INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica

Dettagli

FINANZIAMENTO "RISPARMIO ENERGETICO"

FINANZIAMENTO RISPARMIO ENERGETICO Pag. 1 / 6 Foglio Informativo 1.1.7 Prodotti della Banca Finanziamenti Altri finanziamenti- Finanziamento risparmio energetico FINANZIAMENTO "RISPARMIO ENERGETICO" INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte

Dettagli

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni

Agenda. Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria. Consulenza globale. Ambiti d intervento. Conferma e arricchimento soluzioni Agenda Gli accordi Intesa Sanpaolo Confindustria Piccola Industria Consulenza globale Ambiti d intervento Conferma e arricchimento soluzioni 1 Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria Un impegno

Dettagli

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA L approccio e l offerta del nostro Gruppo Gli accordi con Confindustria Confindustria Piccola Industria L accordo, rinnovato lo scorso 1 marzo, richiama la rilevanza

Dettagli

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013

Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Circolare N.140 del 19 Settembre 2013 Smart & Start. Incentivi ed agevolazioni fino a 500.000 euro per i progetti innovativi al sud Gentile cliente con la presente intendiamo informarla che Smart & Start

Dettagli

PRESTISOLE FINANZIAMENTO FOTOVOLTAICO

PRESTISOLE FINANZIAMENTO FOTOVOLTAICO Pag. 1 / 5 Finanziamenti- Prestisole finanziamento fotovoltaico PRESTISOLE FINANZIAMENTO FOTOVOLTAICO INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Monte dei Paschi di Siena S.p.A. Piazza Salimbeni 3-53100 - Siena Numero

Dettagli

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it

INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it INVITALIA (ex Sviluppo Italia) www.invitalia.it La legge che agevola l Autoimpiego (D.L. n. 185/2000 - Titolo II) costituisce il principale strumento di sostegno alla realizzazione e all avvio di piccole

Dettagli

FOTOVOLTAICO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO

FOTOVOLTAICO INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO Pag. 1 / 5 INFORMAZIONI SULLA BANCA/INTERMEDIARIO BIVERBANCA S.p.A. Via Carso 15-13900 Biella Numero verde 800.06.63.45 (e-mail biverbk@biverbanca.it. / sito internet www.biverbanca.it) N. iscrizione Albo

Dettagli

POR FESR 2007/2013 asse III, attività III.1.2

POR FESR 2007/2013 asse III, attività III.1.2 POR FESR 2007/2013 asse III, attività III.1.2 favorire e promuovere la rimozione e lo smaltimento dei manufatti contenenti cementoamianto ove presenti nei luoghi di lavoro; favorire e promuovere interventi

Dettagli

FINANZIAMENTO BEGHELLI Finanziamo il Fotovoltaico Finanziamento ricompreso nella convenzione sottoscritta tra il Gruppo Bancario MPS e Beghelli

FINANZIAMENTO BEGHELLI Finanziamo il Fotovoltaico Finanziamento ricompreso nella convenzione sottoscritta tra il Gruppo Bancario MPS e Beghelli Pag. 1 / 6 Foglio Informativo Finanziamenti FINANZIAMENTO BEGHELLI Finanziamo il Fotovoltaico Finanziamento ricompreso nella convenzione sottoscritta tra il Gruppo Bancario MPS e Beghelli INFORMAZIONI

Dettagli

Finanziamento e aspetti economici degli impianti fotovoltaici

Finanziamento e aspetti economici degli impianti fotovoltaici Finanziamento e aspetti economici degli impianti fotovoltaici Carlo Buonfrate Energethica Congress - Milano, 16 maggio 2008 1 Il Gruppo Intesa Sanpaolo. Intesa Sanpaolo si colloca tra i primi gruppi bancari

Dettagli

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione

FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione FRI: Fondo di rotazione per l'internazionalizzazione Il FRI sostiene investimenti realizzati da imprese lombarde in forma diretta o in joint-venture con altre imprese, finalizzati alla creazione di insediamenti

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Milano 15 Novembre 2010 Le principali p tappe del progetto Il Progetto del Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato nel mese di dicembre 2009, su iniziativa del Ministero

Dettagli

Investire in energia da fonti rinnovabili : l offerta commerciale del Gruppo UBI >< Banca Forza sole e Nuova Energia-Fotovoltaico

Investire in energia da fonti rinnovabili : l offerta commerciale del Gruppo UBI >< Banca Forza sole e Nuova Energia-Fotovoltaico Investire in energia da fonti rinnovabili : l offerta commerciale del Gruppo UBI >< Banca Forza sole e Nuova Energia-Fotovoltaico Bergamo, 9 Novembre 2009 Agenda Incentivi allo sviluppo degli impianti

Dettagli

CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI

CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI CIRCOLARE PER LA CONCESSIONE DELL AGEVOLAZIONE SUI FINANZIAMENTI RELATIVI ALLA PARTECIPAZIONE DI IMPRESE ITALIANE IN SOCIETA O IMPRESE ALL ESTERO AI SENSI DELLA LEGGE 24.4.1990 N.100, ART. 4, E SUCCESSIVE

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N. 14/011 relativo al FINANZIAMENTI CON RIMBORSO RATEALE (MUTUO FOTOVOLTAICO) INFORMAZIONI SULLA BANCA

FOGLIO INFORMATIVO N. 14/011 relativo al FINANZIAMENTI CON RIMBORSO RATEALE (MUTUO FOTOVOLTAICO) INFORMAZIONI SULLA BANCA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di BUCCINO Società Cooperativa fondata nel 1982 Sede legale in Buccino, Piazza Mercato Loc. Borgo, cap. 84021 Tel.: 0828-752200 Fax: 0828-952377 [e-mail

Dettagli

Banche e Green Economy. Giorgio Recanati Senior Research Analyst ABI Lab g.recanati@abilab.it

Banche e Green Economy. Giorgio Recanati Senior Research Analyst ABI Lab g.recanati@abilab.it Banche e Green Economy Giorgio Recanati Senior Research Analyst ABI Lab g.recanati@abilab.it Roma, 27 giugno 2013 Gli ambiti di ricerca su energia e ambiente in ABI Lab ABI Energia, Competence Center sull

Dettagli

Certificazione energetica negli edifici 19 luglio 2007

Certificazione energetica negli edifici 19 luglio 2007 Certificazione energetica negli edifici 19 luglio 2007 Seminario Strumenti finanziari ed incentivi a supporto del risparmio energetico Incentivi statali la Finanziaria 2007 La Finanziaria 2007 ha introdotto

Dettagli

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne.

Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. Nuove imprese a tasso zero - finanziamenti agevolati per nuove cooperative di giovani e donne. È entrata nella sua fase operativa il provvedimento del Ministero dello Sviluppo Economico che prevede la

Dettagli

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85)

Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) Foglio informativo (I0409) MUTUO IPOTECARIO TASSO VARIABILE, RATA COSTANTE, DURATA VARIABILE CON CAP (Cat. 85) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Cambiano (Castelfiorentino Firenze)

Dettagli

La finanziabilità dei progetti di efficienza energetica. Paola Rusconi Desk Energia, Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo

La finanziabilità dei progetti di efficienza energetica. Paola Rusconi Desk Energia, Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo La finanziabilità dei progetti di efficienza energetica Paola Rusconi Desk Energia, Mediocredito Italiano Gruppo Intesa Sanpaolo Workshop FIRE Agenda Il sostegno di Mediocredito Italiano agli investimenti

Dettagli

PACCHETTO CAPITALIZZAZIONE Prodotti per Capitalizzazione aziendale

PACCHETTO CAPITALIZZAZIONE Prodotti per Capitalizzazione aziendale AGGIORNATO AL 1 AGOSTO 2011 PACCHETTO CAPITALIZZAZIONE Prodotti per Capitalizzazione aziendale Alcune soluzioni potrebbero non essere disponibili causa aggiornamento delle convenzioni. Si consiglia di

Dettagli

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI

NUOVO ACCORDO PER IL CREDITO ALLA PMI Spett. Clienti, Loro Sedi Treviso, il 16 marzo 2011 Con la presente circolare informativa siamo ad illustrare il nuovo accordo per il credito alle PMI recentemente stipulato tra ABI (Associazione Bancaria

Dettagli

LA BANCABILITA DEI PROGETTI DI SVILUPPO DELLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE.

LA BANCABILITA DEI PROGETTI DI SVILUPPO DELLE FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI E LE OPPORTUNITA PER LE AZIENDE. International Solar Energy Society FONTI RINNOVABILI ED EFFICIENZA ENERGETICA. LE PROSPETTIVE PER LE AZIENDE DEI SERVIZI PUBBLICI LOCALI. Roma, 10 dicembre 2010 LA BANCABILITA DEI PROGETTI DI SVILUPPO

Dettagli

Welcome Energy: benvenuta energia pulita. Dedicato ad aziende ed enti

Welcome Energy: benvenuta energia pulita. Dedicato ad aziende ed enti Welcome Energy: benvenuta energia pulita. Dedicato ad aziende ed enti Il Gruppo MPS per la produzione di energie rinnovabili. Le sfide poste dai cambiamenti climatici sono notevoli e, se non saranno affrontate

Dettagli

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013 Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Giugno 2008 1 Titolo I Disposizioni Generali 2 Titolo I Disposizioni Generali Regimi

Dettagli

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo

FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo FABBISOGNO FINANZIARIO DI GESTIONE Finanziamento BNL Ciclo Produttivo esclusione del settore armamenti, con fatturato annuo fino a 10 Finanziamento a breve termine, con piano di ammortamento e covenant

Dettagli

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE

I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE I - INFORMAZIONI SULLA BANCA EMITTENTE - BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Società per Azioni - Sede legale e Direzione Generale: Roma Via Vittorio Veneto 119 - Indirizzo Internet http://www.bnl.it - Codice ABI

Dettagli

MARKETING INFORMATION

MARKETING INFORMATION Gentile Concessionario, Come sicuramente avrete visto negli ultimi giorni, con una circolare il Ministero dello Sviluppo Economico ha dato il via alle agevolazioni della NUOVA LEGGE SABATINI per lo sviluppo

Dettagli

L offerta di Intesa Sanpaolo per le esigenze personali di iscritti e dipendenti della. Messaggio Pubblicitario

L offerta di Intesa Sanpaolo per le esigenze personali di iscritti e dipendenti della. Messaggio Pubblicitario L offerta di Intesa Sanpaolo per le esigenze personali di iscritti e dipendenti della Messaggio Pubblicitario Condizioni valide e aggiornate a novembre 2014 L offerta di Intesa Sanpaolo riservata a iscritti/dipendenti

Dettagli

MUTUI IPOTECARI A FAVORE DI CONSUMATORI

MUTUI IPOTECARI A FAVORE DI CONSUMATORI MUTUI IPOTECARI A FAVORE DI CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI SASSARI S.p.A. (codice ABI 5676.2) Società per azioni con sede legale ed amministrativa in viale Mancini, 2-07100 Sassari Codice

Dettagli

Gli incentivi regionali A SOSTEGNO DELLA P.I. A cura del Settore Politiche orizzontali di sostegno alle imprese

Gli incentivi regionali A SOSTEGNO DELLA P.I. A cura del Settore Politiche orizzontali di sostegno alle imprese Gli incentivi regionali A SOSTEGNO DELLA P.I. A cura del Settore Politiche orizzontali di sostegno alle imprese La Regione Toscana interviene sul sistema delle imprese artigiane ed industriali per supportarle

Dettagli

Mutuo, leasing o project financing?

Mutuo, leasing o project financing? Mutuo, leasing o project financing? Contenuti 1 2 3 4 5 6 Il sistema bancario sostiene l energia pulita Le tipologie di intervento Il Project Financing Il Leasing Il Mutuo La Gestione dei Rischi 1. Il

Dettagli

Attività C2 Servizi finanziari alle PMI. POR 2007-2013 - Regione Umbria. cofinanziato dal FESR

Attività C2 Servizi finanziari alle PMI. POR 2007-2013 - Regione Umbria. cofinanziato dal FESR ATI Prisma 2 Brochure - Versione 4 ottobre 2013 Attività C2 Servizi finanziari alle PMI POR 2007-2013 - Regione Umbria cofinanziato dal FESR Sito internet: www.atiprisma2.it La brochure ha esclusivamente

Dettagli

IMPRESA E FINANZA INSIEME PER LE ENERGIE SOSTENIBILI. Dott. Raffaele Parlangeli Responsabile Aree Commerciali

IMPRESA E FINANZA INSIEME PER LE ENERGIE SOSTENIBILI. Dott. Raffaele Parlangeli Responsabile Aree Commerciali IMPRESA E FINANZA INSIEME PER LE ENERGIE SOSTENIBILI Dott. Raffaele Parlangeli Responsabile Aree Commerciali Torino, 11 febbraio 2009 1 Indice Leasint: profilo Leasenergy I criteri di valutazione Leasenergy:

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA

FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA FOGLIO INFORMATIVO N MUTUO CHIROGRAFARIO BCC IMPRESA INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca di Credito Cooperativo di Buonabitacolo Soc. Coop. Sede legale in Buonabitacolo,via S.Francesco Tel.: 0975-91541/2 Fax:

Dettagli

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO

BANCA NAZIONALE DEL LAVORO BANCA NAZIONALE DEL LAVORO Segmento Corporate : condizioni indicativamente praticabili per il mese di Novembre 2011 Segmento Retail : condizioni valide dal 01.04.2012 sino al 30.06.2012 SEGMENTO CORPORATE

Dettagli

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002).

ISA. svolge attività di supporto al Mipaaf nei procedimenti di erogazione delle agevolazioni relative ai contratti di filiera (L. 289/2002). Commissione Agricoltura Senato - Roma, 25 Luglio 2013 Presentazione ISA è una società di intermediazione finanziaria, partecipata al 100% dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf),

Dettagli

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI

GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI GLI STRUMENTI DI ACCESSO AL CREDITO DI RILIEVO NAZIONALE FONDO DI GARANZIA PER LE PMI Il Fondo di garanzia per le PMI, gestito dal Medio Credito Centrale-Unicredit e istituito con la L. 662/96 ha conosciuto

Dettagli

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni Data ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2010 Progetto di filiera e realtà coinvolte 2 Sommario

Dettagli

SOLUZIONI PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA

SOLUZIONI PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA PER L AGRICOLTURA PRODOTTI E SERVIZI PER L IMPRESA AGRICOLA Professionalità e competenza al servizio della tua attività Credem per l Agricoltura è il servizio dedicato agli agricoltori e alle imprese agricole.

Dettagli

- tasso fisso e tasso variabile -

- tasso fisso e tasso variabile - Foglio Informativo del Servizio/Prodotto SOVVENZIONI CHIROGRAFARIE AD IMPRESE CON LA COGARANZIA DELLA C.C.I.A.A. DI ROMA E DEI CONSORZI FIDI INFORMAZIONI SULLA BANCA - tasso fisso e tasso variabile - Serie

Dettagli

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA

AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA AUTOIMPIEGO: decreto legislativo n. 185/2000 Titolo II MICROIMPRESA La Microimpresa è una misura prevista dal Titolo II del Decreto 185/2000 pensata per chi vuole creare una piccola impresa nel settore

Dettagli

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio

Le Operazioni di Impiego: I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE. Università degli Studi di Teramo - Prof. Paolo Di Antonio I FINANZIAMENTI BANCARI A MEDIO-LUNGO TERMINE 1 Finanziamenti Bancari Finanziamenti a breve termine Finanziamenti a medio- lungo termine Operazioni di prestito bancario Operazioni di smobilizzo 2 Definizione

Dettagli

COMUNE DI FLORIDIA. Provincia di Siracusa

COMUNE DI FLORIDIA. Provincia di Siracusa COMUNE DI FLORIDIA Provincia di Siracusa REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE AI GIOVANI DI AGEVOLAZIONI IN CONTO INTERESSI PER L APERTURA DI NUOVE ATTIVITA NEL TERRITORIO DI FLORIDIA DELIBERATO DAL CONSIGLIO

Dettagli