Start up & PMI Report 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Start up & PMI Report 2013"

Transcript

1 & PMI Report 2013

2 Introduzione alla terza edizione Start Up & PMI Report 2013 è la terza edizione dell analisi effettuata su un campione di imprese iscritte a H2biz: start up con meno di 2 anni di vita e piccole e medie imprese con un fatturato inferiore ai 5 milioni di euro appartenenti a tutti i settori merceologici. In questa nuova edizione è stato ampliato il target di indagine ( pmi) e sono state effettuate nuove rilevazioni. Il Report descrive i comportamenti e le preferenze delle imprese in relazione alle seguenti attività: canali di finanziamento, strategie di investimento, settori, mercati di riferimento, tipo di contratti di lavoro, rapporto coi fornitori, partnership e segmentazione del portafoglio clienti. H2biz ha elaborato la ricerca incrociando tutti i dati in suo possesso (registrazione, operazioni on e off-line, sondaggi) ed intervistando direttamente i responsabili delle aziende target. Il lavoro di raccolta ed elaborazione dati è durato dal 31 ottobre 2012 al 31 ottobre L obiettivo del Report è fornire un quadro completo dell operatività e del posizionamento delle start up e delle pmi italiane iscritte a H2biz da almeno un anno. Sono stati monitorati tutti i seguenti parametri: Finanziamenti Investimenti Settori Mercati Contratti di lavoro Fornitori Partnership Portafoglio clienti Per ogni singolo parametro sono stati rilevati i dati quantitativi e qualitativi. Tutti i dati sono suddivisi per tipo di operatori (start up/pmi), in modo da agevolare il confronto. Luigi De Falco Presidente H2biz & PMI Report 2013 Terza edizione 2

3 SOMMARIO Canali di finanziamento - Autofinanziamento - Istituti di credito - Fondi venture capital/private equity - Business angels - Fondi pubblici - Fornitori Strategie di investimento - Brevetti - Tecnologia - Consulenza - Marketing - Prodotti e servizi strumentali Diversificazione settoriale - Segmentazione settoriale Mercati di riferimento - Italia - Europa - USA - Asia Contratti di lavoro - A progetto - A tempo indeterminato - A tempo determinato - Associazione in partecipazione Rapporto coi fornitori - Fornitori strategici/tattici - Fornitori di prodotti/servizi - Tempi di pagamento fornitori Partnership - Partnership strategiche/tattiche - Partnership italiane/estere - Partnership su prodotti/servizi - Partnership con start up/pmi - Partnership con grandi aziende Portafoglio clienti - Clienti abituali/occasionali - Clienti italiani/esteri - Canali di acquisizione clienti Pagina 4 Pagina 6 Pagina 8 Pagina 12 Pagina 14 Pagina 16 Pagina 17 Pagina 18 & PMI Report 2013 Terza edizione 3

4 Canali di finanziamento I canali di finanziamento sono il punto critico di start up e pmi, sia per l esiguo numero di fondi di investimento e merchant bank operanti sul territorio italiano, sia per la delicata congiuntura economica. La stretta creditizia del sistema bancario ha costretto molte imprese ad incrementare sensibilmente la quota di auto-finanziamento. Autofinanziamento: 61% Istituti di credito: 8% Fondi di venture capital/private equity/merchant bank: 2,5% Business angels (investitori privati): 10% Fondi pubblici (italiani e europei): 1,5% Fornitori*: 17% Autofinanziamento Istituti di credito Fondi di venture capital/private equità/merchant bank Business angels (investitori privati) Fondi pubblici (italiani e europei) Fornitori * Finanziamento per cassa attraverso l acquisto di beni e servizi a credito. & PMI Report 2013 Terza edizione 4

5 PMI Autofinanziamento: 48% Istituti di credito: 17% Fondi di venture capital/private equity/merchant bank: 1% Business angels (investitori privati): 3% Fondi pubblici (italiani e europei): 5% Fornitori*: 28% PMI Autofinanziamento Istituti di credito Fondi di venture capital/private equità/merchant bank Business angels (investitori prvati Fondi pubblici (italiani e europei) Fornitori* * Finanziamento per cassa attraverso l acquisto di beni e servizi a credito. & PMI Report 2013 Terza edizione 5

6 Strategie di investimento e PMI hanno strategie di investimento molto diversificate. Nelle start up è prevalente la componente tecnologica ed assume un valore strategico quella relativa alla registrazione dei brevetti. Nelle pmi l acquisto di beni e servizi strumentali all attività è la prima voce di investimento. Brevetti: 13% Tecnologia: 51% Consulenza: 9% Marketing: 11% Prodotti e servizi strumentali**: 16% Brevetti Tecnologia Consulenza Marketing Prodotti e servizi strumentali** ** Strumentali all attività di impresa (es: arredamenti, cancelleria, immobili). & PMI Report 2013 Terza edizione 6

7 PMI Brevetti: 1% Tecnologia: 36% Consulenza: 5% Marketing: 16% Prodotti e servizi strumentali**: 42% PMI Brevetti Tecnologia Consulenza Marketing Prodotti e servizi strumentali** ** Strumentali all attività di impresa (es: arredamenti, cancelleria, immobili). & PMI Report 2013 Terza edizione 7

8 Diversificazione settoriale e PMI operano in quasi tutti i settori merceologici, con una marcata prevalenza delle start up nei settori della tecnologia e dell innovazione (di prodotto e di processo). Abbigliamento: 1,3% Aerospazio: 1,1% Alimentare: 0,7% Arredamento: - Broker: 0,2% Carta e stampa: - Chimica e plastica: 4,8% Consulenza aziendale: 2,1% Credito e finanza: 1,7% Edilizia e lavori pubblici: - Editoria e media: 18,2% Elettronica e elettrotecnica: 9,2% Energia e ambiente: 5,6% Forniture per ufficio: - Immobiliare: - Informatica e tlc: 21,5% Marketing e comunicazione: 4,5% Meccanica: 0,8% Medicina e biotecnologie: 8,5% Nautica e Shipping: 0,8% Servizi alle imprese: 2,3% Sport e tempo libero: 1,2% Trasporti e Logistica: 6% Turismo: 2,4% & PMI Report 2013 Terza edizione 8

9 Abbigliamento Aerospazio Alimentare Arredamento Broker Carta e stampa Chimica e plastica Consulenza aziendale Credito e finanza Edilizia e lavori pubblici Editoria e media Elettronica e elettrotecnica Energia e ambiente Forniture per ufficio Immobiliare Informatica e tlc Marketing e comunicazione Meccanica Medicina e biotecnologie Nautica e Shipping Servizi alle imprese Sport e tempo libero Trasporti e Logistica Turismo & PMI Report 2013 Terza edizione 9

10 PMI Abbigliamento: 2,1% Aerospazio: 0,8% Alimentare: 1,6% Arredamento: 1,7% Broker: 1,4% Carta e stampa: 2,5% Chimica e plastica: 0,4% Consulenza aziendale: 10,6% Credito e finanza: 5,8% Edilizia e lavori pubblici: 1,6% Editoria e media: 12,3% Elettronica e elettrotecnica: 1,7% Energia e ambiente: 3,3% Forniture per ufficio: 2,1% Immobiliare: 1,2% Informatica e tlc: 7,3% Marketing e comunicazione: 14,2% Meccanica: 0,4% Medicina e biotecnologie: 0,8% Nautica e Shipping: 0,8% Servizi alle imprese: 21% Sport e tempo libero: 2,5% Trasporti e Logistica: 1,3% Turismo: 2,4% & PMI Report 2013 Terza edizione 10

11 PMI Abbigliamento Aerospazio Alimentare Arredamento Broker Carta e stampa Chimica e plastica Consulenza aziendale Credito e finanza Edilizia e lavori pubblici Editoria e media Elettronica e elettrotecnica Energia e ambiente Forniture per ufficio Immobiliare Informatica e tlc Marketing e comunicazione Meccanica Medicina e biotecnologie Nautica e Shipping Servizi alle imprese Sport e tempo libero Trasporti e Logistica Turismo & PMI Report 2013 Terza edizione 11

12 Mercati di riferimento Il mercato di riferimento delle PMI italiane è prevalentemente quello interno (Italia) e spesso addirittura solo locale (regione o provincia). L estero rappresenta una quota inferiore al 20%. Le start up, invece, hanno una naturale propensione all internazionalizzazione. Italia: 66% Europa: 18% USA: 9% Asia: 7% Africa: Italia Europa USA Asia 10 0 & PMI Report 2013 Terza edizione 12

13 PMI Italia: 81% Europa: 12% USA: 5% Asia: 2% Africa: PMI Italia Europa USA Asia & PMI Report 2013 Terza edizione 13

14 Contratti di lavoro e PMI presentano dei tassi di utilizzo dei contratti di lavoro (tipici e atipici) molto simili, fatta eccezione per il contratto di associazione in partecipazione che nelle start up assume un valore funzionale all obiettivo d impresa. A progetto: 39% A tempo determinato: 49% A tempo indeterminato: 7% Associazione in partecipazione***: 5% A progetto A tempo determinato A tempo indeterminato Associazione in partecipazione*** 0 *** Il contratto di associazione in partecipazione prevede che il lavoratore presti la sua opera in cambio di una quota sui profitti generati dall impresa. & PMI Report 2013 Terza edizione 14

15 PMI A progetto: 25% A tempo determinato: 58% A tempo indeterminato: 16% Associazione in partecipazione***: 1% A progetto A tempo determinato A tempo indeterminato Associazione in partecipazione*** 0 PMI *** Il contratto di associazione in partecipazione prevede che il lavoratore presti la sua opera in cambio di una quota sui profitti generati dall impresa. & PMI Report 2013 Terza edizione 15

16 Rapporto coi fornitori Il rapporto con i fornitori è per le start up e le pmi un punto ad alta criticità potenziale. La lunga crisi economica ha in parte minato la fiducia nella solvibilità delle controparti. Il dato sui tempi medi di pagamento è il segnale più evidente di questo fenomeno. Fornitori strategici***: 22% Fornitori tattici***: 78% Fornitori di prodotti: 32% Fornitori di servizi: 68% Pagamento fornitori cash: 25% Pagamento fornitori a 30 gg.: 23% Pagamento fornitori a 60 gg.: 27% Pagamento fornitori a 90 gg.: 16% Pagamento fornitori a 120 gg.: 9% PMI Fornitori strategici***: 31% Fornitori tattici***: 69% Fornitori di prodotti: 41% Fornitori di servizi: 59% Pagamento fornitori cash: 12% Pagamento fornitori a 30 gg.: 26% Pagamento fornitori a 60 gg.: 36% Pagamento fornitori a 90 gg.: 19% Pagamento fornitori a 120 gg.: 7% *** I fornitori strategici sono quelli strumentali all attività di impresa, quelli tattici sono quelli occasionali. & PMI Report 2013 Terza edizione 16

17 Partnership Le partnership sono ampiamente sottovalutate dalle imprese italiane che le utilizzano più come strumento di marketing che come strumento operativo. Il rapporto partnership strategiche/tattiche e, soprattutto, quello pmi/grandi aziende segnalano che start up e pmi stringono di solito accordi di breve termine e quasi mai con le grandi aziende, le uniche che potrebbero garantire alle piccole imprese una crescita esponenziale. Partnership strategiche: 54% Partnership tattiche: 46% Partnership italiane: 62% Partnership estere: 38% Partnership su prodotti: 22% Partnership su servizi: 78% Partnership con start up/pmi: 93% Partnership con grandi aziende: 7% PMI Partnership strategiche: 62% Partnership tattiche: 38% Partnership italiane: 84% Partnership estere: 16% Partnership su prodotti: 29% Partnership su servizi: 71% Partnership con start up/pmi: 88% Partnership con grandi aziende: 12% & PMI Report 2013 Terza edizione 17

18 Portafoglio clienti Il portafoglio clienti di start up e pmi ha una composizione diversificata sia per aree geografiche che per tipo di clienti (abituali o occasionali). Emerge con forza una maggior propensione delle start up ad acquisire clienti on-line a cui fa da contraltare il forte peso delle reti commerciali e delle relazioni personali nelle pmi. Clienti abituali: 14% Clienti occasionali: 86% Clienti italiani: 64% Clienti esteri: 46% Clienti acquisiti on-line: 36% Clienti acquisiti tramite rete commerciale: 8% Clienti acquisiti tramite relazioni management: 29% Clienti acquisisti tramite partners: 17% Clienti acquisiti on-line Clienti acquisiti tramite rete commerciale Clienti acquisiti tramite relazioni management Clienti acquisiti tramite partners 5 0 & PMI Report 2013 Terza edizione 18

19 PMI Clienti abituali: 56% Clienti occasionali: 44% Clienti italiani: 82% Clienti esteri: 18% Clienti acquisiti on-line: 15% Clienti acquisiti tramite rete commerciale: 38% Clienti acquisiti tramite relazioni management: 37% Clienti acquisisti tramite partners: 10% Clienti acquisiti on-line Clienti acquisiti tramite rete commerciale Clienti acquisiti tramite relazioni management Clienti acquisiti tramite partners 5 0 PMI & PMI Report 2013 Terza edizione 19

20 Documento realizzato da: H2biz Group H2biz Tutti i diritti riservati H2biz Headquarter Via Kerbaker, Naples (Italy) H2biz Europe Centrale Ovest 42, Avenue de la Grande Armée Paris (France) H2biz America Centrale Nord 872, Madison Avenue - New York (USA) H2biz Montenegro Centrale Est Njegoseva 5, Old town Budva (Montenegro) H2biz Africa Centrale Sud Harbor Station Tanger Med - Tangier (Morocco) Web & PMI Report 2013 Terza edizione 20

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Div. VIII PMI e Artigianato Indagine su

Dettagli

Il Gruppo H2biz è nato da un'idea dell'imprenditore Luigi De Falco e controlla 4 brand: H2biz, MotorSponsor, FashionBiz e OutsiderNews.

Il Gruppo H2biz è nato da un'idea dell'imprenditore Luigi De Falco e controlla 4 brand: H2biz, MotorSponsor, FashionBiz e OutsiderNews. G U I D A 2 0 1 0 1 Il Gruppo H2biz è nato da un'idea dell'imprenditore Luigi De Falco e controlla 4 brand: H2biz, MotorSponsor, FashionBiz e OutsiderNews. 2 H2biz è il primo Business Hub italiano, un

Dettagli

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT

Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT Nuove prospettive nell impostazione della formazione per l impresa: L esperienza di ComoNExT 26 novembre 2014 Come è cambiato il mondo del lavoro Mio padre ha iniziato a lavorare alla Roche nel 1948 ed

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

La CSR in Italia. Alcune tendenze in atto

La CSR in Italia. Alcune tendenze in atto La CSR in Italia. Alcune tendenze in atto Sodalitas Social Solution www.sodalitas.socialsolution.it Sodalitas Social Solution è l Osservatorio on line sulla Responsabilità e la Sostenibilità delle Aziende,

Dettagli

Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER

Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER Finanziare la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative: attività e servizi di ASTER Donata Folesani IPR Finance for Innovation Area Manager, ASTER Contenuti dell intervento Chi siamo Start up innovative

Dettagli

Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende

Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende Company Profile Progetto il Ponte srl si occupa di progettazione e sviluppo di progetti per l internazionalizzazione delle aziende Assistenza alle aziende italiane nel pianificare e attuare un percorso

Dettagli

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO

La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO La ristrutturazione dell impresa come opportunità di sviluppo e creazione di valore IL FONDO ITALIANO DI INVESTIMENTO TopLegal Roma, 23 settembre 2010 Il progetto Nel mese di dicembre 2009, su iniziativa

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Gabriele Cappellini Milano, 18 ottobre 2011 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita patrimoniale

Dettagli

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane

Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Evoluzione dei principali mercati: quali sviluppi si prospettano nell internazionalizzazione delle PMI italiane Paolo Di Benedetto Responsabile Dipartimento Valutazione Investimenti e Finanziamenti 21

Dettagli

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011

AIFI. Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital. Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI. Lecco, 23 marzo 2011 AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Il capitale di rischio come strumento di sviluppo per le PMI Lecco, 23 marzo 2011 Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Agenda Il mercato

Dettagli

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete

Un analisi storica e comparativa dell apertura internazionale delle imprese venete Il modello di internazionalizzazione del Veneto Gli argomenti trattati Il commercio estero le esportazioni e le importazioni Gli investimenti diretti esteri le partecipazioni delle imprese venete all estero

Dettagli

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital

Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del Private Equity e Venture Capital Focus sul settore high tech 5 Dicembre 2007 Indice Overview generale Il mercato italiano del Private equity e Venture capital Focus sul settore

Dettagli

Internazionalizzare l impresa

Internazionalizzare l impresa Internazionalizzare l impresa Identificazione e analisi di comparazione Paese/area/location Questa è la prima risorsa necessaria a strutturare un valido studio di fattibilità sulla localizzazione prescelta

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE

MODULO DI ISCRIZIONE MODULO DI ISCRIZIONE È molto importante compilare con accuratezza il seguente modulo di iscrizione, dato che le informazioni che voi fornirete serviranno a creare il VOSTRO PROFILO nel catalogo. L ACCETTAZIONE

Dettagli

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR

Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali. Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR Il private equity come asset class strategica per gli investitori previdenziali Walter Ricciotti Amm. Del. Quadrivio SGR PERCHÉ INVESTIRE NEL PRIVATE EQUITY DEDICATO ALLE PMI ITALIANE NEL 2012 / 2013?

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia. di Massimo Lazzari (*) Tecniche Turnaround Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Bologna ed il caso Alta Tecnologia Italiana SpA di Massimo Lazzari (*) Prosegue la serie di 10 contributi dedicati al turnaround come

Dettagli

Scheda Progetto. Nome dell Impresa (o del Progetto) Indirizzo Sede Legale. Indirizzo Sede Amministrativa. Nome del Referente. Telefono del Referente

Scheda Progetto. Nome dell Impresa (o del Progetto) Indirizzo Sede Legale. Indirizzo Sede Amministrativa. Nome del Referente. Telefono del Referente Scheda Progetto Nome dell Impresa (o del Progetto) Indirizzo Sede Legale Indirizzo Sede Amministrativa Nome del Referente Telefono del Referente 1 1. In quale fase si colloca la Tua Impresa? (inserisci

Dettagli

NEM Sgr S.p.A. 27 Ottobre 2014

NEM Sgr S.p.A. 27 Ottobre 2014 NEM Sgr S.p.A. 27 Ottobre 2014 Indice I. BREVE PROFILO DI NEM II. ESISTE UN MERCATO POTENZALE PER IL PRIVATE EQUITY NEL SUD ITALIA? 2 NEM Sgr Storia e i Fondi gestiti NEM Sgr, con sedi a Vicenza e Milano,

Dettagli

Capitale di rischio VS Capitale di debito

Capitale di rischio VS Capitale di debito FINANZA DELL INNOVAZIONE Il capitale di rischio Capitale di rischio VS Capitale di debito Il Capitale di rischio Finanziamento a medio e lungo termine Non prevede scadenze di rimborso ed il disinvestimento

Dettagli

Domanda e offerta di credito

Domanda e offerta di credito 2/5/2013 Domanda e offerta di credito La situazione registrata nel 2012 in provincia di Nel 2012 si è registrata una contrazione della domanda di credito. Rispetto alla media regionale le imprese modenesi

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Verona 25 Novembre 2010 Le principali tappe del progetto Il Progetto del Fondo Italiano di Investimento (FII) è nato nel mese di dicembre 2009, su iniziativa del Ministero

Dettagli

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE IN AZIENDA

IL PASSAGGIO GENERAZIONALE IN AZIENDA IL PASSAGGIO GENERAZIONALE IN AZIENDA PROGRAMMA FORMATIVO III EDIZIONE 1 AREA GIURIDICO LEGALE PAG. 3 MODULO 1 STRUMENTI GIURIDICI PER GESTIRE IL PASSAGGIO DELLA PROPRIETÀ PAG. 3 MODULO 2 STRUMENTI GIURIDICI

Dettagli

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014 Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 Osservatorio PMI 2014 -VI Edizione 1 Obiettivi Individuare le

Dettagli

Strategie e modelli di innovazione delle imprese innovative della Provincia di Torino

Strategie e modelli di innovazione delle imprese innovative della Provincia di Torino XXXVI Conferenza Annuale AISRe Arcavacata di Rende (CS) Strategie e modelli di innovazione delle imprese innovative della Provincia di Torino Francesca Silvia Rota Dipartimento Ingegneria Gestionale e

Dettagli

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 1 % 40 35 30 25 20 15 10 5 0 % Ripartizione per classi dimensionali di fatturato

Dettagli

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*)

Turnaround. Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl. di Massimo Lazzari (*) Turnaround Tecniche Turnaround e ritorno al valore: la provincia di Ferrara ed il caso Sedie Italiane Srl di Massimo Lazzari (*) In questo sesto contributo verranno pubblicati i risultati di un osservatorio

Dettagli

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO

IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO IL FONDO ITALIANO D INVESTIMENTO Roberto Del Giudice Firenze, 10 febbraio 2014 Il progetto Si tratta del più grande fondo italiano di capitale per lo sviluppo, costituito per dare impulso alla crescita

Dettagli

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito

Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito Insolvenza Tecniche di misurazione e gestione del rischio di credito di Tommaso Zarbo - Dottore commercialista e Revisore contabile Il rischio di credito Il rischio di credito generato dal portafoglio

Dettagli

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI DIVIPLUS 2 SRL Via della Vittoria, 47 20025 Legnano (Mi) Telefono 0331.592931 0331.592720 Fax 0331.457504 Pec : diviplus@secmail.it Legnano, Ottobre 2014 Circolare Informativa n. 22/2014 A tutti i gentili

Dettagli

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale

P R O M O S. Il tuo partner per l internazionalizzazione. 4 Marzo 2015. Internazionalizzazione e marketing territoriale Internazionalizzazione e marketing territoriale P R O M O S CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Il tuo partner per l internazionalizzazione Dal 1786 l istituzione al servizio

Dettagli

Denominazione/Ragione sociale impresa:..

Denominazione/Ragione sociale impresa:.. ALLEGATO 3 PROJECT PLAN (La domanda di agevolazione non corredata del presente Allegato non sarà presa in considerazione. Il presente Allegato deve essere compilato in ogni sua parte) 1. Beneficiario Denominazione/Ragione

Dettagli

SESTA EDIZIONE. Un iniziativa di. 22/24 novembre 2010 CONOSCERE PER CRESCERE TO KNOW TO GROW BASIC

SESTA EDIZIONE. Un iniziativa di. 22/24 novembre 2010 CONOSCERE PER CRESCERE TO KNOW TO GROW BASIC SESTA EDIZIONE Un iniziativa di 22/24 novembre 2010 CONOSCERE PER CRESCERE TO KNOW TO GROW BASIC Un agenda piena di appuntamenti Matching si basa sulla programmazione di incontri fra i partecipanti. Le

Dettagli

Un team di professionisti esperti a fianco dell imprenditore nelle molteplici sfide dei mercati

Un team di professionisti esperti a fianco dell imprenditore nelle molteplici sfide dei mercati Un team di professionisti esperti a fianco dell imprenditore nelle molteplici sfide dei mercati MECCANICA FINANZIARIA è una società ben strutturata, composta da un team altamente qualificato e dalla pluriennale

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2014 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano 20 Maggio 2014 L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce

Dettagli

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 Massimo G. Colombo Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale Le gazzelle high-tech Le gazzelle

Dettagli

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO

FORMULARIO E GUIDA PER LA PRESENTAZIONE DEI PIANI DI POTENZIAMENTO ALLEGATO 3 POR SARDEGNA 2000-2006 MISURA 4.2 P.A. PER L IMPRESA: ANIMAZIONE, SERVIZI REALI, SEMPLIFICAZIONE, INFRASTRUTTURAZIONE SELETTIVA AZIONE 4.2.B SERVIZI REALI ALLE PMI PROGRAMMA SERVIZI PER IL POTENZIAMENTO

Dettagli

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo

Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere. Il supporto del Gruppo Intesa Sanpaolo Guidizzolo, 25 novembre Contratto di Rete Descrizione Caratteristiche Obiettivi strategici

Dettagli

SIMEST, per affiancare le imprese in tutte le fasi di sviluppo all estero

SIMEST, per affiancare le imprese in tutte le fasi di sviluppo all estero SIMEST, per affiancare le imprese in tutte le fasi di sviluppo all estero Gloria Targetti Dipartimento Promozione e Marketing Varese, 8 maggio 2009 Chi è SIMEST E la finanziaria del Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione

Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione Identikit startup: giovani, orientate all estero e pronte a investire su lavoro e innovazione - 26 maggio 2015 - Continua a crescere il numero di start-up innovative nel nostro Paese: a fine aprile avevano

Dettagli

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00

Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 Reggio Emilia, 15 Aprile 2013 Ore 15:00 A cura del Dott. Tommaso Ciritella Intesa San Paolo Camera di Commercio di Reggio Emilia Reti d impresa La nuova dimensione delle Imprese che vogliono crescere.

Dettagli

Nethi Partners. Company Profile. Febbraio 2010

Nethi Partners. Company Profile. Febbraio 2010 Nethi Partners Company Profile Febbraio 2010 Chi siamo Missione Nethi Partners, azienda di consulenza ed advisory, nasce come evoluzione e sviluppo di Thuban Partners, sorta alla fine del 2007 per opera

Dettagli

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo

INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA. L approccio e l offerta del nostro Gruppo INTESA SANPAOLO E LE RETI D IMPRESA L approccio e l offerta del nostro Gruppo Gli accordi con Confindustria Confindustria Piccola Industria L accordo, rinnovato lo scorso 1 marzo, richiama la rilevanza

Dettagli

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO

SEZIONE A - INFORMAZIONI SULL INVESTIMENTO ALLEGATO 5 - Pag. 1 di 9 Per le imprese di nuova costituzione (ovvero quelle costituite o che hanno avviato la propria attività non oltre tre anni prima della richiesta di ammissione al Fondo di Garanzia

Dettagli

SIMEST. finanziaria di sviluppo pubblico-privata. privata che ha lo scopo di promuovere l internazionalizzazione delle imprese italiane.

SIMEST. finanziaria di sviluppo pubblico-privata. privata che ha lo scopo di promuovere l internazionalizzazione delle imprese italiane. FEDERCHIMICA 2a Conferenza Nazionale N.I.C. Nanotecnologie nell Industria Chimica Gian Carlo Bertoni Responsabile Dipartimento Promozione e Marketing Le attività di Venture Capital di SIMEST Milano 2 dicembre

Dettagli

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive

Università di Macerata. L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Università di Macerata Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento di Studi Giuridici ed Economici L internazionalizzazione delle PMI: problemi e prospettive Francesca Spigarelli spigarelli@unimc.it Tecnologia,

Dettagli

Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia

Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia Verso il V vertice Unione Europea America Latina e Caraibi: come partecipare nello sviluppo territoriale del Centro America? Gloria Targetti Responsabile Sportello Internazionalizzazione Lombardia Milano,

Dettagli

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere GreenItaly Rapporto NUTRIRE IL FUTURO 2013 Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere L attuale momento della vita economica del Paese AUMENTANO I FALLIMENTI 8.900 nei primi 9 mesi dell anno: +6%

Dettagli

Gruppo di ricerca: Andrea Ganzaroli Luciano Pilotti Ivan De Noni Luigi Orsi

Gruppo di ricerca: Andrea Ganzaroli Luciano Pilotti Ivan De Noni Luigi Orsi 09 Novembre 2012 Università degli Studi di Milano Milano. Convegno: Imprese e imprenditorialità multiculturali tra varietà e innovazione nei sistemi produttivi locali e metropolitani Gruppo di ricerca:

Dettagli

Private Equity e Merger & Acquisition a Brescia

Private Equity e Merger & Acquisition a Brescia Analisi del triennio 2008, 2009 e 2010 Brescia, 26 ottobre 2011 CLARIUM S.r.l. Piazza Vittoria 8, 25122 Brescia, Italy Tel: +39 030 46383 Fax: +39 030 7772229 www.clarium.it info@clarium.it Agenda Premessa

Dettagli

ELENCO INVESTITORI. MOTIVI INVESTIMENTO ATTIVITA Pubblicità stradale e arredo urbano

ELENCO INVESTITORI. MOTIVI INVESTIMENTO ATTIVITA Pubblicità stradale e arredo urbano ELENCO INVESTITORI SETTORE SETTORE DI MOTIVI INVESTIMENTO ATTIVITA INTERESSE Pubblicità stradale e arredo urbano Pubblicità stradale e arredo urbano Acquisizione di aziende operanti nel settore per ampliamento

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE. Iniziativa della CCIAA di Bari per agevolare l accesso al credito MARZO 2015. Con il patrocinio di Confcommercio Bari e

RAPPORTO ANNUALE. Iniziativa della CCIAA di Bari per agevolare l accesso al credito MARZO 2015. Con il patrocinio di Confcommercio Bari e RAPPORTO ANNUALE MARZO 2015 Iniziativa della CCIAA di Bari per agevolare l accesso al credito Con il patrocinio di Confcommercio Bari e Obiettivo finanza, l Iniziativa della CCIAA di Bari per agevolare

Dettagli

Osservatorio Impresa Indagine Congiunturale I semestre 2014

Osservatorio Impresa Indagine Congiunturale I semestre 2014 Osservatorio Impresa Indagine Congiunturale I semestre 2014 Roma, dicembre 2014 Premessa La CONFAPI - Confederazione della Piccola e Media Industria privata, ha promosso un'indagine a campione rivolta

Dettagli

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia

Coordinamento Servizi di Promozione del Sistema Italia 2013 2014 Articolazione innovativa in progetti tematici modulati in chiave geografica, con focus sulla Potenziamento ed estensione del supporto a Rafforzamento della I CONTENUTI IN SINTESI: I PUNTI CHIAVE

Dettagli

Analisi delle domande di brevetto pubblicate dallo European Patent Office nel periodo 1999-2012

Analisi delle domande di brevetto pubblicate dallo European Patent Office nel periodo 1999-2012 Analisi delle domande di brevetto pubblicate dallo European Patent Office nel periodo 1999-2012 (Contributo DINTEC al rapporto Giornata Economia 2013) 1. Il quadro nazionale Nel periodo 1999-2012 l EPO

Dettagli

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Torino, 3 luglio 2014 Agenda 1 L identikit delle imprese

Dettagli

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Mercoledì 11 febbraio Dott. Matteo Farina Progetti di Sviluppo Banco Popolare Confindustria Firenze Banco Popolare e innovazione tecnologica: un

Dettagli

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche

I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia. Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche I principali risultati dell Osservatorio Intesa Sanpaolo-Mediocredito sui contratti di rete in Italia Giovanni Foresti Servizio Studi e Ricerche Ascoli Piceno, 24 ottobre 2014 Agenda 1 L identikit delle

Dettagli

Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano

Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano Il trasferimento tecnologico e dell innovazione nel sistema agro-industriale italiano Marco Baccanti Presidente Commissione Innovazione Confindustria E-R Amm. Delegato Spark srl m.baccanti@libero.it @mbaccanti

Dettagli

Rapporto Irisnetwork seconda edizione Questionario potenziali imprese sociali

Rapporto Irisnetwork seconda edizione Questionario potenziali imprese sociali Rapporto Irisnetwork seconda edizione Questionario potenziali imprese sociali nome e cognome intervistato: indirizzo email di contatto: sito internet dell impresa: I sezione: Costituzione dell impresa

Dettagli

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia

Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Un azione di sistema a sostegno del business delle imprese italiane in Serbia Ing. Renato Pujatti Pordenone, 9 giugno 2011 Obiettivi del progetto Costituire una rete di attori economici e istituzionali

Dettagli

PMI: il punto sull attività negli ultimi 12 mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 2014

PMI: il punto sull attività negli ultimi 12 mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 2014 PMI: il punto sull attività negli ultimi mesi Ricerca Zurich sulle PMI - 20 1 settembre 20 Indice Introduzione Metodologia pag. 3 Struttura del campione pag. Risultati Sintesi pag. Risultati per regione

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Executive summary della nuova normativa sulle startup

Executive summary della nuova normativa sulle startup Executive summary della nuova normativa sulle startup Dicembre 2012 2 Fare dell Italia la prossima startup nation Il 4 ottobre 2012 il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Legge contenente Ulteriori

Dettagli

START-UP INNOVATIVA SCALABRINI CADOPPI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI

START-UP INNOVATIVA SCALABRINI CADOPPI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI ! SCALABRINI CADOPPI & ASSOCIATI DOTTORI COMMERCIALISTI E REVISORI CONTABILI START-UP INNOVATIVA! Adempimenti amministrativi ed informazioni legali sulle nuove imprese dedicate all innovazione! (Legge

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale

SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale SIMEST: Partner d impresa per la competizione globale Seminario di preparazione alla Missione Imprenditoriale in Iran Vincenzo Pagano Dipartimento Sviluppo e Advisory Referente SIMEST Area Nord Est Vicenza,

Dettagli

Agenda. I. Descrizione questionario. II. Risultati ed evidenze. III. Regione Sicilia: focus. Obiettivi della ricerca

Agenda. I. Descrizione questionario. II. Risultati ed evidenze. III. Regione Sicilia: focus. Obiettivi della ricerca Agenda I. Descrizione questionario Obiettivi della ricerca Caratteristiche campione analizzato II. Risultati ed evidenze III. Regione Sicilia: focus 2 Agenda I. Descrizione questionario 3 I. Descrizione

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Il mercato italiano del venture capital e del private equity. Punti di forza e debolezza Anna Gervasoni Direttore Generale AIFI Roma, 8 giugno

Dettagli

CDE. Finanziamenti europei per iniziative imprenditoriali in Africa Subsahariana: incontro con il CDE

CDE. Finanziamenti europei per iniziative imprenditoriali in Africa Subsahariana: incontro con il CDE CDE Finanziamenti europei per iniziative imprenditoriali in Africa Subsahariana: incontro con il CDE Gian Carlo Bertoni Responsabile Dipartimento Promozione e Marketing Confindustria 29 settembre 2009

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA

COMUNICATO STAMPA DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE PER LA CRESCITA COMUNICATO STAMPA Siglato il quinto accordo tra il Gruppo bancario e Piccola Industria Confindustria DA INTESA SANPAOLO NUOVE RISORSE PER LA PICCOLA E MEDIA IMPRESA: UN PLAFOND DI 10 MILIARDI E INIZIATIVE

Dettagli

Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese. Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese

Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese. Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese Strumenti a sostegno dell internazionalizzazione delle imprese Andrea Fiori Ufficio Internazionalizzazione Imprese Milano, 3 giugno 2014 Interscambio commerciale, settore Manifatturiero Italia 5 partner

Dettagli

VERIFICA INTERPERIODALE 1 MODULO B

VERIFICA INTERPERIODALE 1 MODULO B VERIFICA INTERPERIODALE 1 MODULO B A] TEST Indica la risposta esatta tra quelle proposte. 1 Il patrimonio netto è rappresentato: a) dalla differenza capitale proprio e capitale di terzi b) dalla differenza

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI Divisione VIII PMI e Artigianato Indagine

Dettagli

L evoluzione degli investimenti esteri in uscita delle imprese italiane dal 2002 ad oggi

L evoluzione degli investimenti esteri in uscita delle imprese italiane dal 2002 ad oggi L evoluzione degli investimenti esteri in uscita delle imprese italiane dal 2002 ad oggi Prof. Marco Mutinelli Università degli Studi di Brescia e MIP-Politecnico di Milano 1 Miliardi USD Flussi mondiali

Dettagli

I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del

I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE DELL INDUSTRIA E DEI SERVIZI PER IL 2013 Il Sistema Informativo Excelsior a supporto delle politiche del lavoro e della formazione Conferenza stampa 23 luglio 2013

Dettagli

Business plan. (schema di riferimento ) DENOMINAZIONE IMPRESA:

Business plan. (schema di riferimento ) DENOMINAZIONE IMPRESA: Business plan (schema di riferimento ) DENOMINAZIONE IMPRESA: 1 Dati progettuali di sintesi Nome impresa Indirizzo (sede legale) Forma giuridica Data di costituzione Numero soci Capitale sociale Attività

Dettagli

Barometro Cashless: le Spese degli Italiani con Carta di Credito. Agosto 2014

Barometro Cashless: le Spese degli Italiani con Carta di Credito. Agosto 2014 Barometro Cashless: le Spese degli Italiani con Carta di Credito Agosto 2014 1 8888888 88 Il Barometro Cashless di Agosto 5,0 +0,2 4,5 4,0 3,5 +4,5 3,0 2,5 2,0 1,5 1,0 1,1 1,3 0,5 0,0 AM Ago 14/AM Ago

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

Aziende di Successo PROGETTO SVILUPPO EXPORT

Aziende di Successo PROGETTO SVILUPPO EXPORT Aziende di Successo PROGETTO SVILUPPO EXPORT IL PRIMO PROGETTO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE, STUDIATO SU MISURA DELLE PMI CHE VOGLIONO VENDERE ALL ESTERO. UN PERCORSO DELLA DURATA DI TRE ANNI, CON POSSIBILITÀ

Dettagli

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015

L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 L'eCommerce B2c in Italia: le prime evidenze per il 2015 Osservatorio ecommerce B2c Netcomm - School of Management Politecnico di Milano L Osservatorio ecommerce B2c L Osservatorio ecommerce B2c nasce

Dettagli

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN

LABORATORIO DI BUSINESS PLAN Facoltà di Scienze Manageriali Corso di Laurea Specialistica 64/S in Management e sviluppo socioeconomico LABORATORIO DI BUSINESS PLAN L analisi del settore di riferimento Dr.ssa Emanuela d Arielli GLI

Dettagli

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo

SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo SCHEMA DI BUSINESS PLAN a cura di Massimo D Angelillo Genesis s.r.l. - Via Galliera, 26-40121 Bologna - www.genesis.it Copyright Genesis, 2004. - 1 - CHECK LIST 1. Hai messo a fuoco il mercato a cui rivolgerti?

Dettagli

L evoluzione del tessuto imprenditoriale trevigiano

L evoluzione del tessuto imprenditoriale trevigiano L evoluzione del tessuto imprenditoriale trevigiano La salute economica delle imprese Imprese che giudicano la propria situazione economica soddisfacente 61% 3 In crisi In difficoltà In tenuta stato discreto

Dettagli

Principi per la revisione del sistema degli incentivi in Sardegna

Principi per la revisione del sistema degli incentivi in Sardegna Cagliari, maggio 2007 Il processo di revisione dell attuale sistema di incentivazione alle imprese in Sardegna si sviluppa a partire da alcuni obiettivi fondamentali dell azione regionale: 1. Razionalizzare

Dettagli

A u m e n t o d i c a p i t a l e. M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4

A u m e n t o d i c a p i t a l e. M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4 A u m e n t o d i c a p i t a l e M i l a n o, 2 7 M a g g i o 2 0 0 4 Contenuti La struttura e l attività del Gruppo BasicNet Il Business System L acquisizione del marchio K-Way e della licenza del marchio

Dettagli

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital

AIFI Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital Associazione Italiana del Private Equity e Venture Capital MONTEFELTRO START-UP Finanziare l impresa innovativa Il ruolo del venture capital nel supporto alle imprese innovative Giovanni Fusaro Ufficio

Dettagli

Questionario sui fabbisogni. di servizi per l internazionalizzazione delle aziende

Questionario sui fabbisogni. di servizi per l internazionalizzazione delle aziende Via Valentini, 14-59100 Prato tel. 0574 4551 - fax 0574 604595 www.ui.prato.it e-mail: uip@ui.prato.it Questionario sui fabbisogni di servizi per l internazionalizzazione delle aziende L IMPRESA E I MERCATI

Dettagli

tel. 02 58370.298 -.370 fax 02 58325931 02 58313702 assotec@assotec.it www.assotec.it www.statodellarte.it

tel. 02 58370.298 -.370 fax 02 58325931 02 58313702 assotec@assotec.it www.assotec.it www.statodellarte.it tel. 02 58370.298 -.370 fax 02 58325931 02 58313702 assotec@assotec.it www.assotec.it www.statodellarte.it Rapporti con il mondo della ricerca Consulenza tecnica per l innovazione Realizzazione di Stati

Dettagli

Le proposte del Banco Popolare

Le proposte del Banco Popolare Efficienza energetica, finanza agevolata e una nuova forma di alleanza. Per innovare le imprese del settore siderurgico e favorirne la crescita. Le proposte del Banco Popolare Banco Popolare e innovazione

Dettagli

LO SVILUPPO DELL ECONOMIA DIGITALE: ALCUNE CONSIDERAZIONI PER OPPORTUNITA DI SVILUPPO

LO SVILUPPO DELL ECONOMIA DIGITALE: ALCUNE CONSIDERAZIONI PER OPPORTUNITA DI SVILUPPO LO SVILUPPO DELL ECONOMIA DIGITALE: ALCUNE CONSIDERAZIONI PER OPPORTUNITA DI SVILUPPO 1 Applicando questa metodologia, nel 2009 il valore a livello mondiale dell internet economy poteva essere stimato,

Dettagli

!"#$%&'(&%)% Consulenza & Ser vizi. & Partners

!#$%&'(&%)% Consulenza & Ser vizi. & Partners !"#$%&'(&%)% Consulenza & Ser vizi & Partners Progettualità e cultura d impresa Nato nel 2002 da un idea del Dr. Luca Troisi, a seguito di una significativa esperienza personale maturata nel mondo della

Dettagli

I GREEN BERETS AL SERVIZIO DELLE AZIENDE

I GREEN BERETS AL SERVIZIO DELLE AZIENDE http://www.sinedi.com ARTICOLO 11 APRILE 2007 I GREEN BERETS AL SERVIZIO DELLE AZIENDE Erano così chiamati i membri delle forze speciali dell esercito degli Stati Uniti, addestrati ad alti livelli per

Dettagli

Workshop Gli investitori incontrano le imprese. --- Gabriele Casati ANTARES AZ I. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 ANTARES AZ I

Workshop Gli investitori incontrano le imprese. --- Gabriele Casati ANTARES AZ I. Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 ANTARES AZ I Workshop Gli investitori incontrano le imprese --- Gabriele Casati Mini-Bond Meeting 15 dicembre 2014 Chi siamo Antares AZ I è un fondo d investimento mobiliare chiuso riservato a Investitori Qualificati

Dettagli

ITALAFRICA TRAIT D UNION TRA MERCATI: l economia africana presenta all Italia nuove potenzialità

ITALAFRICA TRAIT D UNION TRA MERCATI: l economia africana presenta all Italia nuove potenzialità ITALAFRICA TRAIT D UNION TRA MERCATI: l economia africana presenta all Italia nuove potenzialità Spett.le Azienda, Il seguente questionario ha lo scopo di ottenere informazioni utili per capire quali siano

Dettagli

La misurazione degli investimenti nel turismo

La misurazione degli investimenti nel turismo OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE Novembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine rilevazione: ottobre 2013 Casi: 352 Periodo

Dettagli