FURTO DI IDENTITÀ IN RETE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "FURTO DI IDENTITÀ IN RETE"

Transcript

1

2 FURTO DI IDENTITÀ IN RETE A cura dell Avv. Roberto Donzelli - Assoutenti I servizi di social network, diventati molto popolari negli ultimi anni, costituiscono reti sociali online, una sorta di piazze virtuali in cui condividere interessi e attività. Essi rappresentano un modo di comunicare a livello globale perché sono in grado di mettere in relazione milioni di persone in tutto il mondo. Detti servizi offrono agli abbonati la possibilità di interagire attraverso profili personali favorendo la comunicazione di dati personali e di ogni altra tipologia di informazioni. Tuttavia internet contiene dei seri rischi. Mettere i propri affari in piazza può essere molto pericoloso. Si possono correre rischi di incontrare qualcuno con intenzioni illecite, se non addirittura di subire un furto d identità che si verifica quando persone non autorizzate entrano in possesso di informazioni personali, che dovrebbero rimanere riservate, ma possono venire in possesso di malintenzionati, o per attività fraudolenta degli stessi, oppure per comportamento incauto dell utente. Il furto dell identità o l uso improprio di una identità è un crimine che potrebbe causare serie conseguenze sia di carattere emotivo che finanziario. Risulta prioritario tutelare nel migliore dei modi le proprie informazioni personali ed agire immediatamente nel caso si diventi vittima di un furto d identità per minimizzare i danni. Il furto di identità è una forma di frode o truffa, avente per oggetto l'identità di un'altra persona, mediante il quale un soggetto finge di essere qualcun altro, assumendo l'identità di quella persona, di solito al fine di accedere a risorse o ottenere credito o altri benefici spendendo il nome altrui. Esso consiste nell ottenere indebitamente informazioni personali di un soggetto al fine di sostituirsi in tutto o in parte al soggetto stesso. In realtà il furto di identità non è un problema che possa colpire solo persone che forniscono informazioni on-line. Potrebbe succedere di essere vittima del furto della propria identità anche senza aver mai usato un computer: le informazioni (numeri di carte di credito, numeri telefonici, account ed indirizzi), possono essere carpite anche rubando il portafoglio, ascoltando una una conversazione telefonica, curiosando nella spazzatura, sottraendo corrispondenza ndalla cassetta della posta, o intercettando una ricevuta di pagamento con carta di credito. Ma le moderne tecnologie hanno moltiplicato a dismisura le possibilità di accesso a dati altrui. La rete è un grave fattore di rischio, anche per le minori cautele adottate per difendersi. Così come è aumentata negli ultimi tempi la popolarità di questi servizi, si è verificato un uguale incremento dei rischi derivanti dalle attività di hacker, spammer e altri cybercriminali.

3 I maggiori rischi derivano dalle informazioni che lo stesso utente, più o meno inconsapevolmente, pone a disposizione di estranei su internet. Frequenti sono le vere e proprie truffe per captare informazioni. Ma i pirati informatici possono accedere abusivamente a database non adeguatamenente protetti. Le conseguenze del furto di identità possono essere molto gravi. Il malcapitato può ritrovarsi con il conto bancario svuotato, o pesantemente indebitato senza saperlo, o addirittura gli si possono attribuire azioni criminali commesse dal ladro di identità. Il fenomeno non va confuso con altri casi di false identità in rete, in cui taluno assuma identità inesistenti (c.d. fake). In tal caso lo scopo è principalmente di recare disturbo o molestia senza essere riconosciuto, il che ha problematiche (talune anche gravi) di altro tipo, ma non si arriva al danno economico arrecato ad una persona usurpata. Per la legge italiana è da considerarsi a tutti gli effetti un furto di identità l'attribuzione a sé non di un nome inventato, bensì di un nome di una persona specifica, utilizzato chiaramente per creare danni o turbare quella persone. La legge purtroppo al momento è ancora lacunosa. il furto di identità in rete viene ricondotto dalla giurisprudenza nell ambito del reato di cui all art. 494 c.p., relativo alla sostituzione di persona, secondo il quale chiunque, al fine di procurare a sé o ad altri un vantaggio o di recare ad altri un danno, induce taluno in errore sostituendo illegittimamente la propria all'altrui persona, o attribuendo a sé o ad altri un falso nome o un falso stato ovvero una qualità a cui la legge attribuisce effetti giuridici, è punito se il fatto non costituisce un altro delitto contro la fede pubblica, con la reclusione fino a un anno". Sul punto, la Cassazione si è pronunciata più volte ritenendo che la condotta di chi crea ed utilizzi account o caselle di posta elettronica servendosi dei dati anagrafici di un terzo soggetto, inconsapevole, è in grado di indurre in errore, non il fornitore del servizio, bensì l intera platea di utenti, i quali, convinti di interloquire con un soggetto, si troveranno ad interagire, invece, con una persona diversa da quella che a loro viene fatta credere, integrando così la fattispecie di reato prevista dalla norma (Cass. Pen. n /2007). L applicabilità dell art. 494 c.p. ricorre altresì laddove viene creato un preciso profilo al quale è associata una reale immagine della persona offesa. La Cassazione ha ritenuto integrata la figura di reato in esame nella condotta del soggetto che realizzi e si avvalga di un determinato profilo su un social network che riproduca la foto della vittima (persona offesa) ascrivendo alla stessa una descrizione degradante e, attraverso tale identità, utilizzi il sito comunicando con gli altri iscritti e condividendone i contenuti (Cass. Pen. n /2014). Il Titolo V-bis del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 141, così come introdotto dal decreto legislativo 11 aprile 2011, n. 64, ha istituito, nell ambito del Ministero dell economia e delle finanze,

4 un Sistema pubblico di prevenzione, sul piano amministrativo, delle frodi nel settore del credito al consumo, con specifico riferimento al furto di identità. Il sistema di prevenzione è competenza del Ministero dell economia e delle finanze, mentre la realizzazione e la gestione dell archivio centrale sono stati affidati alla Consap S.p.A. Gli obiettivi del sistema di prevenzione sono principalmente tre: prevenire il fenomeno delle frodi attraverso strumenti di accertamento dell identità; costituire un deterrente in grado di dissuadere i potenziali frodatori; ridurre il contenzioso giudiziario sia nel campo civile sia in quello penale. Da ultimo è intervenuto il legislatore con d.l. n. 93/2014 (convertito dalla l. n. 119/2014) che ha introdotto, per la prima volta, nel codice penale, il concetto di identità digitale. L art. 9 del citato decreto, rubricato Frode informatica commessa con sostituzione di identità digitale ha modificato l art. 640-ter c.p., con l inserimento di un terzo comma, ove il legislatore ha previsto la pena della reclusione da due e sei anni e la multa da 600,00 euro a 3.000,00 euro nel caso in cui il fatto sia commesso mediante furto o indebito utilizzo dell identità digitale in danno di uno o più soggetti. COME DIFENDERSI Occorre prestare molta attenzione e non divulgare i propri dati personali, nemmeno sui social network, in quanto il pericolo di subire un furto di identità con tutte le conseguenze è più reale di quanto si possa credere. L'acquisizione di identificatori personali (indirizzi, nomi, numeri telefonici eccetera) è resa possibile grazie a gravi violazioni della privacy. Per gli utenti medi questo è solitamente il risultato di una loro disattenzione nel fornire ai ladri di identità i propri dati personali e le loro credenziali di accesso, ad esempio, a siti di e-banking. I crimini collegati ai furti d'identità online non riguardano solo il nome, ma nel 90% dei casi sono legati al furto di dati bancari che può avvenire tramite il phishing ( che invitano gli utenti a inserire i propri dati bancari, cliccando su un link specifico) o tramite la diffusione di programmi che si installano automaticamente sul nostro computer per carpire le informazioni sensibili e utili a innescare il furto monetario digitale. Particolare attenzione va inoltre posta nell utilizzo dei telefoni cellulari, smartphone, tablet, e del wi-fi, che rendono ancora più semplice attaccare i pc degli ignari utenti. A parte il rischio di intercettazioni, con queste ultime tecnologie c è la possibilità che poggiare il dito nel posto sbagliato nello schermo attivi inconsapevolmente dei link, proposti da banner comparsi all improvviso, con le spiacevoli conseguenze, nella migliore delle ipotesi, di attivare servizi non richiesti, e nella peggiore di fornire dati ai pirati informatici. Una volta compiuto il furto, i criminali, con la nuova identità, possono aprire un conto corrente bancario, emettere assegni contraffatti fino a prosciugare il conto della vittima, acquistare auto, elet-

5 trodomestici e altri beni di consumo, anche a rate, oppure scrivere alla filiale di banca e modificare le coordinate bancarie. Gli estratti conto saranno quindi inviati al nuovo indirizzo, rendendo difficile scoprire il reato che si sta perpetrando con l identità della vittima, la quale sarà poi l unica a pagare. I rischi di lasciare troppe tracce di sé sul web sono sottovalutati e gli strumenti utilizzati per proteggere i dati su smartphone, Pc e tablet sono spesso inadeguati. Per ridurre la probabilità di cadere vittima di un furto di identità, occorre essere prudenti e seguire utili consigli: fornire i propri dati solo a società che hanno una buona reputazione; utilizzare tutte le opzioni di sicurezza; controllare le proprie opzioni di sicurezza; prestare attenzione al tipo di dati forniti; usare e mantenere aggiornati i propri programmi; controllare frequentemente il proprio conto corrente. - Usare un software antivirus e tenerlo sempre aggiornato. - Non rispondere allo spam e ignorare i link contenuti nelle mail. - Non effettuare mai acquisti suggeriti da mail non richieste. - Non cliccare sui pop up o banner. Se appaiono pop up o banner inattesi, come quelli che avvertono della presenza di virus sul computer e che offrono soluzioni, non selezionate il link e non autorizzate nessun download. - Non rispondere mai ai messaggi che chiedono informazioni finanziarie personali. - Visitare i siti internet delle banche digitando l'indirizzo nell'apposita barra. Occorre diffidare delle mail che richiedono di inserire password e dettagli relativi a conti bancari o che includono link per effettuare tali operazioni. Le banche e le società di e-commerce, normalmente, non spediscono messaggi di questo genere. Soprattutto, evitare di selezionare i link presenti nei messaggi di posta indesiderata. I "phisher" possono utilizzare questi collegamenti per reindirizzare l'utente su siti web fantasma: meglio digitare l'indirizzo del sito nell'apposita barra degli indirizzi, per essere sicuri di navigare all'interno della pagina autentica. Nonostante venga anche consigliato di utilizzare password e codici pin diversi e non facilmente decifrabili, è bene tenere presente che si tratta di consiglio pensato in caso di computer condivisi (p. es. di lavoro) cui possono accedere altre persone; meglio invece usare password che non si corra il rischio di dimenticare, in modo da evitare procedure per il rinnovo, in quanto solitamente in tali casi le password vengono inviate per , a rischio intercettazione. Quando si è vittima di furto d identità, occorre:

6 - bloccare immediatamente ogni mezzo di pagamento (bancomat, carta di credito, conto corrente), e farsi rilasciare dalla banca numero e ora del blocco; - presentare denuncia circostanziata alle Autorità, possibilmente alla Polizia Postale (www.poliziapostale.it) e alla Guardia di Finanza (www.gat.gdf.it). Roma 14 aprile 2015

Proteggi gli account personali

Proteggi gli account personali con la collaborazione di Proteggi gli account personali Pensi che il PHISHING sia solo un tipo di pesca? Pensi che i COOKIE siano solo biscotti? Pensi che un VIRUS sia solo un raffreddore? Proteggi gli

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI

SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI SICUREZZA INFORMATICA SICUREZZA DEI DISPOSITIVI MOBILI Consigli per la protezione dei dati personali Ver.1.0, 21 aprile 2015 2 Pagina lasciata intenzionalmente bianca I rischi per la sicurezza e la privacy

Dettagli

La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013.

La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013. La responsabilità amministrativa degli enti si estende ai delitti in materia di trattamento dei dati personali. Novità introdotte dal D.l. n. 93/2013. Il D.l. 14 agosto 2013, n. 93, entrato il vigore lo

Dettagli

Navigare in sicurezza

Navigare in sicurezza Navigare in sicurezza Recentemente sono state inviate email apparentemente di BNL (negli esempi riportati compare come mittente "BNL Banca"), che invitano a fornire le credenziali di accesso all'area clienti

Dettagli

Allegato 1. Le tecniche di frode on-line

Allegato 1. Le tecniche di frode on-line Allegato 1 Le tecniche di frode on-line Versione : 1.0 13 aprile 2011 Per una migliore comprensione delle tematiche affrontate nella circolare, riportiamo in questo allegato un compendio dei termini essenziali

Dettagli

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy

Linux e la sicurezza Computer crimes e tutela della privacy 1 Linux e la sicurezza LL.M. Master of Laws Dottore di ricerca g.gallus@tiscali.it Principali computer crimes secondo il codice penale (introdotti dalla L. 547/1993) Accesso abusivo a un sistema informatico

Dettagli

Poche semplici regole da seguire. per navigare in sicurezza e. sfruttare al meglio le. opportunità offerte dalla Rete

Poche semplici regole da seguire. per navigare in sicurezza e. sfruttare al meglio le. opportunità offerte dalla Rete Poche semplici regole seguire per navigare in sicurezza e sfruttare al meglio le opportunità offerte lla Rete 1 2 1. Proteggi il dispositivo che utilizzi per accedere ad Internet 2. Proteggi la tua password

Dettagli

PRIVACY ED INTERENT. Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi

PRIVACY ED INTERENT. Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi PRIVACY ED INTERENT Dr. Antonio Piva antonio@piva.mobi 2014 1 ART. 13 - L informativa all interessato L informativa deve contenere: - Finalità e modalità del trattamento; - Natura obbligatoria o meno;

Dettagli

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO

USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO USO DEGLI STRUMENTI DI PAGAMENTO ELETTRONICO LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI La Polizia Postale e delle Comunicazioni si occupa della prevenzione e repressione di tutti i reati commessi per il

Dettagli

Sicurezza. informatica. Peschiera Digitale 2102-2013 Sicurezza

Sicurezza. informatica. Peschiera Digitale 2102-2013 Sicurezza Sicurezza informatica Peschiera Digitale 2102-2013 Sicurezza Overview 1. Nozioni generali 2. Virus e anti-virus 3. Spam e anti-spam 4. Phishing 5. Social engineering 6. Consigli Peschiera Digitale 2102-2013

Dettagli

Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza

Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza OUCH! Settembre 2012 IN QUESTO NUMERO I vostri account utente I vostri dispositivi I vostri dati Cosa fare in caso di violazioni di sicurezza L AUTORE DI QUESTO NUMERO Chad Tilbury ha collaborato alla

Dettagli

DISCIPLINARE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WIFI

DISCIPLINARE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WIFI DISCIPLINARE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WIFI Art. 1. FINALITA L accesso alla conoscenza, all informazione e alle varie opportunità offerte da Internet non è garantita nel mercato privato

Dettagli

Modulo 12 Sicurezza informatica

Modulo 12 Sicurezza informatica Modulo 12 Sicurezza informatica Il presente modulo definisce i concetti e le competenze fondamentali per comprendere l uso sicuro dell ICT nelle attività quotidiane e per utilizzare tecniche e applicazioni

Dettagli

Sicurezza Informatica e Digital Forensics

Sicurezza Informatica e Digital Forensics Sicurezza Informatica e Digital Forensics ROSSANO ROGANI CTU del Tribunale di Macerata ICT Security e Digital Forensics Mobile + 39 333 1454144 E-Mail info@digital-evidence.it INTERNET E LA POSSIBILITÀ

Dettagli

IDENTITÀ E FRODI IN INTERNET PHISHING, PHARMING E I MODI PER DIFENDERSI. R.Remoli

IDENTITÀ E FRODI IN INTERNET PHISHING, PHARMING E I MODI PER DIFENDERSI. R.Remoli - IDENTITÀ E FRODI I RISCHI CONNESSI AL FURTO DI IDENTITÀ IN INTERNET PHISHING, PHARMING E I MODI PER DIFENDERSI R.Remoli Di cosa parleremo Il furto d identità: caratteristiche e rischi concreti. Cos è

Dettagli

2 Dipendenza da Internet 6 2.1 Tipi di dipendenza... 6 2.2 Fasi di approccio al Web... 6 2.3 Fine del corso... 7

2 Dipendenza da Internet 6 2.1 Tipi di dipendenza... 6 2.2 Fasi di approccio al Web... 6 2.3 Fine del corso... 7 Sommario Indice 1 Sicurezza informatica 1 1.1 Cause di perdite di dati....................... 1 1.2 Protezione dei dati.......................... 2 1.3 Tipi di sicurezza........................... 3 1.4

Dettagli

WWW.MISONOPERSA.IT 18 marzo 2014 Cenni sulla sicurezza Daniela Barbera SAX srl

WWW.MISONOPERSA.IT 18 marzo 2014 Cenni sulla sicurezza Daniela Barbera SAX srl WWW.MISONOPERSA.IT 18 marzo 2014 Cenni sulla sicurezza Daniela Barbera SAX srl Sotto attacco!! Malware - Trojan Horse Spyware - Adware Phishing - Defacement Furto di identità Perdita di dati Danni di immagine

Dettagli

Navigare in sicurezza 2.0

Navigare in sicurezza 2.0 Navigare in sicurezza 2.0 PRIMO ACCESSO A BANCA SEMPLICE CORPORATE 3 ACCESSO A BANCA SEMPLICE CORPORATE (SUCCESSIVAMENTE AL PRIMO) 6 AUTORIZZAZIONE DISPOSIZIONI 6 IL PHISHING 7 ALCUNI CONSIGLI PER EVITARE

Dettagli

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001

Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Modello di organizzazione gestione e controllo ai sensi del D.Lgs 231/2001 Parte Speciale Sezione Delitti informatici e trattamento illecito di dati ELENCO DELLE REVISIONI REV. DATA NATURA DELLE MODIFICHE

Dettagli

Ecco un promemoria, da stampare e conservare, contenente alcuni consigli utili per la tua sicurezza.

Ecco un promemoria, da stampare e conservare, contenente alcuni consigli utili per la tua sicurezza. Ecco un promemoria, da stampare e conservare, contenente alcuni consigli utili per la tua sicurezza. CON SIGLI ANTI-TRUFFA! NON COMUNICARE IL NUMERO DELLA TUA CARTASI AD ESTRANEI! Se vieni contattato,

Dettagli

Il furto di identità tra diritto e procedura penale. Da cosa e come difendersi.

Il furto di identità tra diritto e procedura penale. Da cosa e come difendersi. Il furto di identità tra diritto e procedura penale. Da cosa e come difendersi. Studio legale Avvocato Emiliano Vitelli A/LA - ISO 27001:2005 Vicepresidente EPCE Il reato di sostituzione di persona Art.

Dettagli

La sicurezza informatica. Luca Filippi Luca.Filippi@seclab.it

La sicurezza informatica. Luca Filippi Luca.Filippi@seclab.it La sicurezza informatica Luca Filippi Luca.Filippi@seclab.it Che cos è SecLab 04/04/2015 http://www.seclab.it 2 Che cos è la sicurezza informatica Le informazioni vanno protette contro chi vuole appropriarsene

Dettagli

Introduzione a Internet e cenni di sicurezza. Dott. Paolo Righetto 1

Introduzione a Internet e cenni di sicurezza. Dott. Paolo Righetto 1 Introduzione a Internet e cenni di sicurezza Dott. Paolo Righetto 1 Introduzione a Internet e cenni di sicurezza Quadro generale: Internet Services Provider (ISP) Server WEB World Wide Web Rete ad alta

Dettagli

Le 12 truffe. 1. Phishing di beneficienza: attenzione alle donazioni

Le 12 truffe. 1. Phishing di beneficienza: attenzione alle donazioni Dagli scaffali dei supermercati, alle lucine che esordiscono nei centri storici delle nostre città, si sta avviando all' inizio la stagione commerciale delle feste natalizie. Gli acquisti sul web per riempire

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici

PARTE SPECIALE Sezione II. Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Reati informatici PARTE SPECIALE Sezione II Sommario 1.Le fattispecie dei Reati Presupposto (Art. 24 bis del D. Lgs. 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole generali...

Dettagli

Sicurezza dei Sistemi Informativi. Alice Pavarani

Sicurezza dei Sistemi Informativi. Alice Pavarani Sicurezza dei Sistemi Informativi Alice Pavarani Le informazioni: la risorsa più importante La gestione delle informazioni svolge un ruolo determinante per la sopravvivenza delle organizzazioni Le informazioni

Dettagli

Parte speciale Reati informatici

Parte speciale Reati informatici Parte speciale Reati informatici Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs 231/2001 L Amministratore delegato APPROVAZIONE Il Presidente del CdA STATO DEL DOCUMENTO Redazione Revisione Modifica

Dettagli

e quindi di navigare in rete. line può essere limitato a due persone o coinvolgere un ampio numero

e quindi di navigare in rete. line può essere limitato a due persone o coinvolgere un ampio numero Glossario Account (profilo o identità) insieme dei dati personali e dei contenuti caricati su un sito Internet o su un social network. Anti-spyware programma realizzato per prevenire e rilevare i programmi

Dettagli

PARTE SPECIALE Sezione IV. Reati contro industria e commercio

PARTE SPECIALE Sezione IV. Reati contro industria e commercio PARTE SPECIALE Sezione IV Reati contro industria e commercio PARTE SPECIALE Sezione IV Sommario 1.Le fattispecie di Reati Presupposto (Artic 25 bis 1 D lgs 231/01)... 3 2.Processi Sensibili... 5 3.Regole

Dettagli

CENTRALE DI ALLARME PER ATTACCHI INFORMATICI (Pos. 2603/3015)

CENTRALE DI ALLARME PER ATTACCHI INFORMATICI (Pos. 2603/3015) serie Tecnica n. Codice Attività: TS 3015 CENTRALE DI ALLARME PER ATTACCHI INFORMATICI (Pos. 2603/3015) Scheda di segnalazione sul Phishing Si fa riferimento alla lettera circolare ABI TS/004496 del 12/09/03

Dettagli

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III

LIBRO SECONDO. Dei delitti in particolare TITOLO III. Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III LIBRO SECONDO Dei delitti in particolare TITOLO III Dei delitti contro l'amministrazione della giustizia CAPO III Della tutela arbitraria delle private ragioni Articolo 392 Esercizio arbitrario delle proprie

Dettagli

TRUFFE NUOVE e VECCHIE

TRUFFE NUOVE e VECCHIE 20/11/14 TRUFFE NUOVE e VECCHIE Avv. Massimo Campanella 1. Introduzione 2. Le Vecchie Truffe ovvero le frodi on-line 3. Truffe Nuove ovvero le sostituzioni dei mezzi di pagamento agli sportelli bancomat

Dettagli

Posta elettronica. Per esercitarti su questa parte puoi consultare l Esercitazione 3 su www.self-pa.net

Posta elettronica. Per esercitarti su questa parte puoi consultare l Esercitazione 3 su www.self-pa.net Posta elettronica Per esercitarti su questa parte puoi consultare l Esercitazione 3 su www.self-pa.net Che cos è e a cosa serve È uno dei principali servizi di Internet e consente di scambiare corrispondenza

Dettagli

Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 25 maggio 2012

Approvato dal Consiglio di Amministrazione del 25 maggio 2012 Robert Bosch S.p.A. MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO EX DECRETO LEGISLATIVO 8 GIUGNO 2001, N. 231 PARTE SPECIALE H: REATI CONTRO L INDUSTRIA E IL COMMERCIO Approvato dal Consiglio di Amministrazione

Dettagli

SHOPPING ONLINE: QUALI DIRITTI DIRITTI CONOSCI EBAY SHOPPING. Un iniziativa educativa di:

SHOPPING ONLINE: QUALI DIRITTI DIRITTI CONOSCI EBAY SHOPPING. Un iniziativa educativa di: SHOPPING ONLINE: QUALI DIRITTI DIRITTI SHOPPING CONOSCI EBAY Un iniziativa educativa di: SHOPPING 1 L UNIONE NAZIONALE CONSUMATORI SPIEGA LO SHOPPING ONLINE 2 COME ACQUISTARE IN MODO SICURO 3 LA SCELTA

Dettagli

OCCHIO AL DATO Prevenire il furto d identità INDICE PREMESSA P. 2. 1. Cos è il furto d identità 4. 2. Il sistema di prevenzione. 3.

OCCHIO AL DATO Prevenire il furto d identità INDICE PREMESSA P. 2. 1. Cos è il furto d identità 4. 2. Il sistema di prevenzione. 3. INDICE PREMESSA P. 2 1. Cos è il furto d identità 4 2. Il sistema di prevenzione 3. Come avviene 5 a) A casa 5 b) Per strada 7 c) Online 4. Identikit del frodatore L obiettivo del frodatore Il profilo

Dettagli

La gestione e la prevenzione delle frodi esterne

La gestione e la prevenzione delle frodi esterne La gestione e la prevenzione delle frodi esterne Gianluigi Molinari Responsabile Ufficio Prevenzione Frodi Direzione Centrale Organizzazione e Sicurezza Roma 28/29 maggio 2012 Il fenomeno delle frodi è

Dettagli

Newsletter: CARTE DI CREDITO

Newsletter: CARTE DI CREDITO Newsletter: CARTE DI CREDITO I pagamenti on-line: cosa bisogna sapere e come ci si deve tutelare. a cura della Dott.ssa Valentina Saccomanno in collaborazione con 1 Negli ultimi anni l ambito dell e- commerce

Dettagli

REATI IN RETE si possono commettere senza saperlo?

REATI IN RETE si possono commettere senza saperlo? si possono commettere senza saperlo? 1 1. Diffamazione tramite Tripadvisor si può essere chiamati a rispondere se si postano commenti o giudizi particolarmente «pesanti» su una struttura? (v. caso milanese).

Dettagli

INTERNET conoscerne i pericoli

INTERNET conoscerne i pericoli INTERNET conoscerne i pericoli ARGOMENTI o la Polizia Postale e delle Comunicazioni o Cyber-stalker o Cyber child predators o Phishing e truffe o Pericoli attuali o le indagini della polizia giudiziaria

Dettagli

Informazioni utili per la prevenzione del furto di identità

Informazioni utili per la prevenzione del furto di identità Informazioni utili per la prevenzione del furto di identità Indice dei contenuti Introduzione 3 Che cos è il furto di identità? 4 Informazioni fondamentali sul furto di identità 6 Tipologie di furto di

Dettagli

I REATI PIU' FREQUENTI COMMESSI SU INTERNET E SOCIAL NETWORK

I REATI PIU' FREQUENTI COMMESSI SU INTERNET E SOCIAL NETWORK I REATI PIU' FREQUENTI COMMESSI SU INTERNET E SOCIAL NETWORK - ingiuria (art.594 c.p.) - diffamazione (art. 595 c.p.) - sostituzione di persona (art.494 c.p.) - violazione della Privacy (Legge 196/2003)

Dettagli

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE ALLEGATO 2 REATI NEI RAPPORTI CON LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE 1) CORRUZIONE La corruzione consiste in un accordo tra un privato ed un pubblico ufficiale o un incaricato di pubblico servizio mediante il

Dettagli

ACAM Ambiente S.p.A.

ACAM Ambiente S.p.A. ACAM Ambiente S.p.A. Modello di organizzazione e controllo ex D.Lgs. 231/2001 Delitti informatici e trattamento illecito dei dati Approvato con determinazione A.U. del 23.12.2014 1/11 Sommario 1. Ambito

Dettagli

Guida all uso dei mezzi informatici

Guida all uso dei mezzi informatici Guida all uso dei mezzi informatici Virus, spyware e tutti i tipi di malware mutano continuamente, per cui a volte sfuggono anche al controllo del miglior antivirus. Nessun pc può essere ritenuto invulnerabile,

Dettagli

GLI ILLECITI COMMESSI ATTRAVERSO IL WEB FINALIZZATI AL FURTO D IDENTITA

GLI ILLECITI COMMESSI ATTRAVERSO IL WEB FINALIZZATI AL FURTO D IDENTITA GLI ILLECITI COMMESSI ATTRAVERSO IL WEB FINALIZZATI AL FURTO D IDENTITA Torino, 10 dicembre 2013 LA POLIZIA POSTALE E DELLE COMUNICAZIONI 20 COMPARTIMENTI 80 SEZIONI 2000 OPERATORI Contrasto Reati Informatici

Dettagli

Comune di Monticello Brianza

Comune di Monticello Brianza REGOLAMENTO PER DISCIPLINARE L UTILIZZO DELLA RETE INTERNET TRAMITE TECNOLOGIA WIRELESS FIDELITY (WI-FI) Art. 1. Finalità del servizio Il servizio di connessione alla rete Internet mediante l utilizzo

Dettagli

CONOSCI MEGLIO IL WEB.

CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. CONOSCI MEGLIO IL WEB. di Stefania Pompigna Il mondo virtuale offre infinite opportunità ed infinite insidie. E meglio scoprirle, capirle ed impararle. GUIDA SULLA TORTUOSA STRADA

Dettagli

Cenni preliminari sugli account amministratore e account limitato.

Cenni preliminari sugli account amministratore e account limitato. Enrica Biscaro Tiziana Gianoglio TESINA DI INFORMATICA Cenni preliminari sugli account amministratore e account limitato. Per un funzionale utilizzo del nostro computer è preferibile usare la funzione

Dettagli

LA TUTELA PENALE NEL FURTO D IDENTITÀ E NELLE FRODI ALLE CARTE DI PAGAMENTO

LA TUTELA PENALE NEL FURTO D IDENTITÀ E NELLE FRODI ALLE CARTE DI PAGAMENTO LA TUTELA PENALE NEL FURTO D IDENTITÀ E NELLE FRODI ALLE CARTE DI PAGAMENTO Cons. Adelchi d Ippolito V. Capo Ufficio Legislativo - Finanze LA NORMATIVA PENALE DI RIFERIMENTO IN TEMA DI FURTO D IDENTITÀ

Dettagli

I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti

I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti I pericoli di internet e della rete, sessione per genitori e docenti Oggi purtroppo dobbiamo prendere atto che nella nostra società manca quasi totalmente una vera educazione ai pericoli della rete perché

Dettagli

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547

LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 LEGGE 23 dicembre 1993 n. 547 Modificazioni ed integrazioni delle norme del codice penale e del codice di procedura penale in tema di criminalità informatica. La Camera dei Deputati e il Senato della Repubblica

Dettagli

SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di

SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di 1 SANZIONI AMMINISTRATIVE IN MATERIA DI DICHIARAZIONE DOGANALE L art. 303 TULD è la norma sanzionatoria applicata con più frequenza nell attività di controllo del settore doganale. Il nuovo testo è stato

Dettagli

Tutela legale delle aziende in caso di cyber crime e attacchi informatici

Tutela legale delle aziende in caso di cyber crime e attacchi informatici Tutela legale delle aziende in caso di cyber crime e attacchi informatici WORKSHOP LE SFIDE DELLA SICUREZZA INFORMATICA Confindustria, Cuneo, 10 Luglio 2015 Avv. Marco Cuniberti 1 QUALI RISCHI LEGALI?

Dettagli

Questo grafico mostra com è aumentato il numero di record per i programmi malevoli per SO Android nel database dei virus Dr.Web

Questo grafico mostra com è aumentato il numero di record per i programmi malevoli per SO Android nel database dei virus Dr.Web 1 Ruberia mobile Android è il sistema operativo per smartphone e tablet più popolare ed è il secondo più preferito dopo Windows dal punto di vista degli autori dei virus. I primi programmi malevoli per

Dettagli

MODALITA PER L ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI PUBBLICA.

MODALITA PER L ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI PUBBLICA. COMUNE di MIRANO Provincia di Venezia MODALITA PER L ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI PUBBLICA. ^^^^^^^^^^^^ Approvato con delibera di G.C. n. 282 del 29/12/2014 INDICE Art. 1. FINALITA... 3 Art.

Dettagli

Guida al Furto d Identità Informativa per il Consumatore sui rischi e le tutele da adottare a difesa dei propri dati personali

Guida al Furto d Identità Informativa per il Consumatore sui rischi e le tutele da adottare a difesa dei propri dati personali Guida al Furto d Identità Informativa per il Consumatore sui rischi e le tutele da adottare a difesa dei propri dati personali Premessa Il furto d identità è un reato subdolo e sconosciuto. Subdolo perché

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Sicurezza, protezione, aspetti legali

CORSO EDA Informatica di base. Sicurezza, protezione, aspetti legali CORSO EDA Informatica di base Sicurezza, protezione, aspetti legali Rischi informatici Le principali fonti di rischio di perdita/danneggiamento dati informatici sono: - rischi legati all ambiente: rappresentano

Dettagli

FURTO D IDENTITA & FRODI INFORMATICHE COSA SONO E COME DIFENDERSI

FURTO D IDENTITA & FRODI INFORMATICHE COSA SONO E COME DIFENDERSI FURTO D IDENTITA & FRODI INFORMATICHE COSA SONO E COME DIFENDERSI 1 Premessa 2 Il furto di identità 3 Le tipologie di frode 7 Come avviene il furto di identità e la frode informatica 8 Legislazione 10

Dettagli

Introduzione alla Sicurezza Informatica

Introduzione alla Sicurezza Informatica Introduzione alla Sicurezza Informatica Prof. Francesco Buccafurri Università Mediterranea di Reggio Calabria Crescita di Internet 0.000 570.937.7 0.000 439.286.364 489.774.269 0.000 0.000 233.101.481

Dettagli

Gestire le operazioni bancarie online in tutta sicurezza. Proteggersi dai criminali informatici

Gestire le operazioni bancarie online in tutta sicurezza. Proteggersi dai criminali informatici Gestire le operazioni bancarie online in tutta sicurezza Proteggersi dai criminali informatici Per proteggersi bisogna conoscere Questa brochure vuole fornire informazioni per gestire con maggiore sicurezza

Dettagli

La SICUREZZA nelle transazioni telematiche ON-LINE

La SICUREZZA nelle transazioni telematiche ON-LINE La SICUREZZA nelle transazioni telematiche ON-LINE Primo Zancanaro Responsabile Migrazione Nuovi Canali Paolo Bruno Specialista Nuovi Canali DIREZIONE REGIONALE EMILIA OVEST - MODENA 2 Marzo 2006 1 12

Dettagli

LA TUA DIFENDI. PRIVACY Guida pratica alla prevenzione del furto d identità. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.furtoidentita.

LA TUA DIFENDI. PRIVACY Guida pratica alla prevenzione del furto d identità. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.furtoidentita. Per ulteriori informazioni consultare il sito: www.furtoidentita.com DIFENDI LA TUA PRIVACY Guida pratica alla prevenzione del furto d identità. email: adiconsum@adiconsum.it www.adiconsum.it in collaborazione

Dettagli

in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie.

in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie. cchi in rete Un progetto di educazione digitale per l utilizzo responsabile e consapevole della rete e delle nuove tecnologie. COME SI ARTICOLA IL PROGETTO Internet è diventato uno straordinario strumento

Dettagli

Servizio SestoWiFi CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELESS

Servizio SestoWiFi CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELESS Servizio SestoWiFi CONDIZIONI D USO PER L UTILIZZO DEL SERVIZIO INTERNET CON CONNESSIONE WIRELESS 1. FINALITA' Il Comune di Sesto San Giovanni ha attivato la copertura in WiFi (Wireless Fidelity), ovvero

Dettagli

Polizia di Stato Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto

Polizia di Stato Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto CYBER RISK: RISCHI E TUTELA PER LE IMPRESE Confindustria Vicenza 26/02/2015 Polizia di Stato Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni Veneto Suddivisione territoriale Compartimenti e Sezioni

Dettagli

WEB SECURITY E E-COMMERCE

WEB SECURITY E E-COMMERCE WEB SECURITY E E-COMMERCE Desenzano D/G 25 gennaio 2013 1 Alcuni dati EUROSTAT Data from August 2012 Enterprise turnover from e-commerce, 2010 2 EUROSTAT Data from August 2012 Enterprises selling online,

Dettagli

Reati informatici, frodi e frodi interne - quali sono e come assicurarsi - Andrea Marega Financial Lines Manager

Reati informatici, frodi e frodi interne - quali sono e come assicurarsi - Andrea Marega Financial Lines Manager Reati informatici, frodi e frodi interne - quali sono e come assicurarsi - Andrea Marega Financial Lines Manager Sommario I reati informatici: frode e responsabilità civile professionale I principali reati

Dettagli

Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della

Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della Regolamento di connessione pubblica alla rete Internet tramite postazioni fisse e con tecnologia wireless fidelity (WiFi) della BIBLIOTECA COMUNALE CARLO MARIOTTI Approvato con deliberazione di Consiglio

Dettagli

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri

Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Incontro 3: Corso di aggiornamento sull uso di internet Rischi e pericoli del mondo virtuale: accorgimenti per navigare sicuri Istituto Alberghiero De Filippi Via Brambilla 15, 21100 Varese www.istitutodefilippi.it

Dettagli

I GIOVANI, LA MUSICA E INTERNET

I GIOVANI, LA MUSICA E INTERNET I GIOVANI, LA MUSICA E INTERNET Una guida per i genitori sul P2P e la condivisione di musica in rete Cos è il P2P? Come genitore hai probabilmente già sentito tuo figlio parlare di file sharing, P2P (peer

Dettagli

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012

PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI INFORMATICI Approvato. Data. Rev C.d.A 02/01/2012 . PROT. 8 Pag 1/7 PROTOCOLLO INTERNO PER LA PREVENZIONE DEI REATI E DEL TRATTAMENTO ILLECITO DEI DATI, PER LA PREVENZIONE DEI DELITTI IN MATERIA DI VIOLAZIONE DEL DIRITTO D AUTORE E DEI DELITTI CONTRO

Dettagli

Sicurezza online per voi e la vostra famiglia

Sicurezza online per voi e la vostra famiglia Sicurezza online per voi e la vostra famiglia Guida elettronica alla vita digitale TrendLabs Di Paul Oliveria, responsabile specializzato in sicurezza di TrendLabs Siamo tutti online, ma non siamo tutti

Dettagli

Sicurezza e Rischi. Mi è arrivata una mail con oggetto: ATTENZIONE!!! chiusura sistematica del tuo conto VIRGILIO. Come proteggersi dallo Spam

Sicurezza e Rischi. Mi è arrivata una mail con oggetto: ATTENZIONE!!! chiusura sistematica del tuo conto VIRGILIO. Come proteggersi dallo Spam Sicurezza e Rischi Mi è arrivata una mail con oggetto: ATTENZIONE!!! chiusura sistematica del tuo conto VIRGILIO Come proteggersi dallo Spam Come proteggersi da virus, trojan e malware Ci sono limitazioni

Dettagli

Corporate Law Alert AGGIORNAMENTO NORMATIVO: I NUOVI REATI PRESUPPOSTO EX D.LGS. 231/2001

Corporate Law Alert AGGIORNAMENTO NORMATIVO: I NUOVI REATI PRESUPPOSTO EX D.LGS. 231/2001 Corporate Law Alert SETTEMBRE 2013 AGGIORNAMENTO NORMATIVO: I NUOVI REATI PRESUPPOSTO EX D.LGS. 231/2001 Con l articolo 9 comma 2 del D.L. 14 agosto 2013, n. 93 recante Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI.

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI. COMUNE di CAVALLASCA Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO A INTERNET TRAMITE LA RETE WI-FI. ^^^^^^^^^^^^ Approvato con delibera/disciplinare di C.C. n. 27 del 27/07/2015 INDICE Art. 1.

Dettagli

100% SICUREZZA E ANTIVIRUS Come sconfiggere tutti i Virus, navigare sicuri su Internet e proteggere i dati del tuo Computer VIRUS

100% SICUREZZA E ANTIVIRUS Come sconfiggere tutti i Virus, navigare sicuri su Internet e proteggere i dati del tuo Computer VIRUS 100% SICUREZZA E ANTIVIRUS Come sconfiggere tutti i Virus, navigare sicuri su Internet e proteggere i dati del tuo Computer NO VIRUS 100% SICUREZZA & ANTIVIRUS Come sconfiggere tutti i Virus, navigare

Dettagli

FRODI ONLINE COME DIFENDERSI

FRODI ONLINE COME DIFENDERSI FRODI ONLINE COME DIFENDERSI Cause Smarrimento di documenti, estratti conto, ecc. Invio dati, dovuto al phishing, di accesso al conto corrente o della carta di credito Adesione a contratti online senza

Dettagli

I SÌ e i NO della sicurezza informatica

I SÌ e i NO della sicurezza informatica I SÌ e i NO della sicurezza informatica cosa fare cosa evitare a cosa prestare attenzione cosa riferire come mantenersi protetti La sicurezza è una responsabilità che ci dobbiamo assumere tutti. Seguite

Dettagli

Pagamenti elettronici

Pagamenti elettronici Pagamenti elettronici Guida alla sicurezza Obiettivo di questa guida è informarti sugli strumenti che la Cassa Rurale BCC di Treviglio ti mette a disposizione per gestire con ancor più sicurezza le operazioni

Dettagli

GUIDA ALLA SICUREZZA IL PHISHING - TENTATIVI DI FRODE VIA E-MAIL. Come proteggersi dal PHISHING - Decalogo ABI Lab per i clienti

GUIDA ALLA SICUREZZA IL PHISHING - TENTATIVI DI FRODE VIA E-MAIL. Come proteggersi dal PHISHING - Decalogo ABI Lab per i clienti GUIDA ALLA SICUREZZA IL PHISHING - TENTATIVI DI FRODE VIA E-MAIL Il phishing consiste nella creazione e nell uso di e-mail e siti web ideati per apparire come e-mail e siti web istituzionali di organizzazioni

Dettagli

IdentitàDigitali. Bologna 28 maggio 2015. Brand e Personal Branding nell era digitale. Roberto Marsicano

IdentitàDigitali. Bologna 28 maggio 2015. Brand e Personal Branding nell era digitale. Roberto Marsicano IdentitàDigitali Brand e Personal Branding nell era digitale Bologna 28 maggio 2015 Roberto Marsicano AGENDA Architetture digitali Social Network Ascolto Strategie, Policy & Codici di Comportamento Networking

Dettagli

La sicurezza informatica: regole e applicazioni

La sicurezza informatica: regole e applicazioni La sicurezza : regole e applicazioni Le problematiche della sicurezza Facoltà di Giurisprudenza di Trento 6 maggio 2005 Gelpi ing. Andrea security@gelpi.it CLUSIT- Associazione Italiana per la Sicurezza

Dettagli

www.avg.it Come navigare senza rischi

www.avg.it Come navigare senza rischi Come navigare senza rischi 01 02 03 04 05 06.Introduzione 01.Naviga in Sicurezza 02.Social Network 08.Cosa fare in caso di...? 22.Supporto AVG 25.Link e riferimenti 26 [02] 1.introduzione l obiettivo di

Dettagli

DO EAT BETTER - INFORMATIVA SULLA PRIVACY

DO EAT BETTER - INFORMATIVA SULLA PRIVACY DO EAT BETTER - INFORMATIVA SULLA PRIVACY 1.- Premessa 1.1 L applicazione "DoEatBetter" (di seguito, indicata anche come l App ) è di proprietà di Do Eat Better S.r.l.s. (di seguito, indicata anche come

Dettagli

10 CONSIGLI PER NON RIMANERE INTRAPPOLATI

10 CONSIGLI PER NON RIMANERE INTRAPPOLATI 10 CONSIGLI PER NON RIMANERE INTRAPPOLATI 1 PENSARCI BENE, PENSARCI PRIMA Pensa bene prima di pubblicare i tuoi dati personali (soprattutto nome, indirizzo, numero di telefono) in un profiloutente, o

Dettagli

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a.

Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA. EMAK s.p.a. Parte Speciale H : I reati informatici MODELLO DI ORGANIZZAZIONE, GESTIONE E CONTROLLO AGGIORNATO DA EMAK s.p.a. con delibera del Consiglio di Amministrazione del 31Gennaio 2014 Parte Speciale H 1. I reati

Dettagli

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard

i) Regolamento per l'utilizzo dei sistemi informatici dell Associazione Forte di Bard Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/01. PARTE SPECIALE D : I DELITTI INFORMATICI E DI TRATTAMENTO ILLECITO DI DATI. La presente Parte Speciale, dedicata alla prevenzione dei reati

Dettagli

Lezione 11 Abuso di internet e di posta elettronica in azienda I vincoli al controllo

Lezione 11 Abuso di internet e di posta elettronica in azienda I vincoli al controllo Lezione 11 Abuso di internet e di posta elettronica in azienda I vincoli al controllo La problematica. L introduzione dell informatica in azienda, in particolare nei processi produttivi modifica i rapporti

Dettagli

Progetto FED-Umbria. Sistema Federato per la Gestione dell Identità Digitale e dell Autenticazione degli Enti della Regione Umbria

Progetto FED-Umbria. Sistema Federato per la Gestione dell Identità Digitale e dell Autenticazione degli Enti della Regione Umbria Progetto FED-Umbria Sistema Federato per la Gestione dell Identità Digitale e dell Autenticazione degli Enti della Regione Umbria Manuale Utente (per l utente Cittadino ) * [ultimo aggiornamento 31/12/2010]

Dettagli

Raccomandazioni per la sicurezza dei minori in rete ad uso dei genitori

Raccomandazioni per la sicurezza dei minori in rete ad uso dei genitori COMUNE DI SALUGGIA Assessorato Politiche Sociali, Cultura e Sport Raccomandazioni per la sicurezza dei minori in rete ad uso dei genitori Le presenti Raccomandazioni per la sicurezza dei minori sono destinate

Dettagli

Città di MOLFETTA PROVINCIA DI BARI

Città di MOLFETTA PROVINCIA DI BARI N. Generale 812 Città di MOLFETTA PROVINCIA DI BARI Settore Affari Generali Iscritta al n 114 del Registro Determinazioni in data 08/06/2012 Oggetto: presa d atto dell offerta pervenuta dalla società Telnet

Dettagli

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT

NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT NOTE LEGALI E PRIVACY POLICY WWW.SITGROUP.IT Vers.1/2013 INTRODUZIONE Lo scopo delle Note Legali e della Privacy Policy è quello di garantire all Utente di poter verificare in piena trasparenza le attività

Dettagli

Identità e autenticazione

Identità e autenticazione Identità e autenticazione Autenticazione con nome utente e password Nel campo della sicurezza informatica, si definisce autenticazione il processo tramite il quale un computer, un software o un utente,

Dettagli

Particolarità di alcuni trattamenti: Dott. Daniele Gombi

Particolarità di alcuni trattamenti: Dott. Daniele Gombi Particolarità di alcuni trattamenti: Videosorveglianza, Marketing, Mobile Device Dott. Daniele Gombi ALCUNI DATI 20.000.000000 000 smartphone stimati in Italia +52% Rispetto al 2010 77% utenti che li usano

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione Ministero della Pubblica Istruzione POLITICHE DI UTILIZZO DEL SERVIZIO DI POSTA ELETTRONICA PER GLI UTENTI STANDARD DEL DOMINIO istruzione.it 1 INTRODUZIONE La presente politica disciplina l utilizzo del

Dettagli

SICUREZZA INFORMATICA MINACCE

SICUREZZA INFORMATICA MINACCE SICUREZZA INFORMATICA MINACCE Come evitare gli attacchi di phishing e Social Engineering Ver.1.0, 19 febbraio 2015 2 Pagina lasciata intenzionalmente bianca 1. CHE COSA È UN ATTACCO DI SOCIAL ENGINEERING?

Dettagli

Book 7. Conoscere cos'è e come funziona un Account. Misure di attenzione per la memorizzazione delle password Termini e condizioni, privacy policy

Book 7. Conoscere cos'è e come funziona un Account. Misure di attenzione per la memorizzazione delle password Termini e condizioni, privacy policy Book 7 Conoscere cos'è e come funziona un Account Conoscere cos'è e come funziona un Account Misure di attenzione per la memorizzazione delle password Termini e condizioni, privacy policy Centro Servizi

Dettagli

Massimo Melica Presidente Centro Studi di Informatica Giuridica

Massimo Melica Presidente Centro Studi di Informatica Giuridica Massimo Melica Presidente Centro Studi di Informatica Giuridica Le nuove insidie per il cyber utente: Phishing e il riciclaggio 1. Premessa 2. Il modus operandi del phishing 3. Il phishing come truffa

Dettagli