REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IN ORARIO EXTRA-SCOLASTICO DELLA PALESTRE ANNESSE AGLI EDIFICI SCOLASTICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VALMADRERA.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IN ORARIO EXTRA-SCOLASTICO DELLA PALESTRE ANNESSE AGLI EDIFICI SCOLASTICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VALMADRERA."

Transcript

1 COMUNE DI VALMADRERA Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IN ORARIO EXTRA-SCOLASTICO DELLA PALESTRE ANNESSE AGLI EDIFICI SCOLASTICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VALMADRERA. Approvato con DCC n. 39 del

2 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO IN ORARIO EXTRA-SCOLASTICO DELLA PALESTRE ANNESSE AGLI EDIFICI SCOLASTICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VALMADRERA. ART. 1 FINALITA Il presente Regolamento disciplina l utilizzo in orario extra-scolastico delle palestre annesse agli edifici scolastici che l Amministrazione Comunale di Valmadrera mette a disposizione di Scuole, Enti, Associazioni e singoli cittadini, per lo svolgimento di attività sportive e motorie o di natura sociale e culturale, compatibili con le strutture stesse e le attrezzature in esse presenti. Nella gestione e utilizzo delle palestre, viene riconosciuto il carattere di assoluta preminenza e priorità al perseguimento dei seguenti obiettivi: - promozione ed affermazione della pratica sportiva, intesa non solo come fatto agonistico e tecnico, ma come occasione sociale e culturale in relazione ai diritti dei cittadini alla salute e all educazione; - promozione tra i cittadini della pratica di attività sportive di base, attraverso un offerta di servizi accessibili e aperti a tutte le persone di ogni condizione ed età; - promozione e diffusione tra la popolazione scolastica e giovanile dell educazione fisica e della pratica sportiva come momento fondamentale ed integrante dell attività scolastica, formativa e di socializzazione. ART. 2 PRIORITA DELLE ASSEGNAZIONI IN CONCESSIONE Nella stesura dei calendari di utilizzo annuale delle palestre, la priorità verrà comunque data alle attività scolastiche istituzionali. Verrà inoltre data priorità, anche durante il corso dell anno, alle iniziative promosse dalle scuole di Valmadrera o alle iniziative di tipo educativo e sociale promosse dal Comune. La priorità nell assegnazione delle palestre, in orari extra scolastici, viene dunque data in coerenza con il seguente criterio: 1) Scuole di ogni ordine e grado esistenti sul territorio comunale; 2) Associazioni o gruppi sportivi con sede in Valmadrera e che promuovano le pratiche sportive a livello giovanile, esercitando le loro attività nell ambito del C.O.N.I. e delle Federazioni sportive nazionali e permettendo un accessibilità diffusa tra i cittadini di Valmadrera, in particolare con quote associative o di iscrizione minime; 3) Cittadini privati residenti nel Comune di Valmadrera. Le richieste di associazioni, gruppi sportivi e singoli cittadini, non residenti a Valmadrera, per l utilizzo delle palestre in orario extra-scolastico e per attività compatibili con il loro uso e destinazione, saranno valutate dal Comune secondo la disponibilità delle strutture e in subordine alle priorità di assegnazione sopra definite.

3 ART. 3 INDIVIDUAZIONE DELLE PALESTRE E LORO DESTINAZIONE Le palestre di proprietà comunale sono tre (3) e sono annesse rispettivamente alla Scuola dell Infanzia Paolo VI, alla Scuola Primaria G. Leopardi e alla Scuola Secondaria di Primo Grado L.B. Vassena. Le palestre comunali sopra indicate sono così individuate e destinate: Palazzetto Scuola Primaria G. Leopardi : oltre che per attività ginniche è omologata per la disputa di partite di campionato di basket e pallavolo; dispone di un tabellone elettronico predisposto per partite di basket e pallavolo, due tribune centrali per pubblico, gruppo spogliatoi per atleti e arbitri, sala medica e servizi igienici per il pubblico. La palestra può inoltre ospitare manifestazioni sportive compatibili con la propria destinazione e struttura. Ha una capienza di pubblico pari a 350 persone. Palestra Scuola Secondaria di Primo grado L.B. Vassena : oltre che per attività ginniche, la palestra è predisposta per la disputa di partite di basket e pallavolo; dispone inoltre di una parete artificiale di arrampicata con appositi attrezzi; dispone anche di due spogliatoi per atleti e uno spogliatoio per arbitri. La palestra può inoltre ospitare manifestazioni sportive compatibili con la propria destinazione e struttura. La struttura non dispone di spazi per l accoglienza di pubblico. Palestra Scuola dell Infanzia Paolo VI in frazione Caserta: la palestra è predisposta per attività ginniche in generale e dispone di una gradinata centrale e spogliatoi per atleti. La gradinata può ospitare un massimo 40 spettatori. ART. 4 TEMPI DI CONCESSIONE DI UTILIZZO Le palestre sono in funzione tutto l anno, ad eccezione di un periodo di chiusura estivo, definito nel calendario annuale redatto dal Comune. Gli orari di apertura e accesso extra-scolastici sono definiti dal Comune entro il mese di agosto di ogni anno, con apposito provvedimento dei competenti uffici in coordinamento e coerenza con i calendari scolastici e le esigenze di ordinaria e straordinaria manutenzione. I turni di utilizzo delle palestre potranno prevedere una durata massima di quattro (4) ore consecutive al giorno per lo stesso richiedente. Deroghe eccezionali per particolari attività, iniziative o manifestazioni dovranno essere preventivamente autorizzate dal Comune. ART. 5 - RESPONSABILITA Il Comune sovraintende alla gestione e manutenzione delle palestre avvalendosi del supporto rispettivo dei competenti uffici del Settore Servizi Civici e dell Ufficio

4 Tecnico, sentite le proposte della Consulta dello Sport, nella quale sono rappresentati tutti i gruppi sportivi riconosciuti dal Comune. Gli utenti sono responsabili degli impianti, attrezzature e servizi in dotazione e devono immediatamente dare comunicazione al Comune di Valmadrera degli eventuali danni causati, anche involontariamente. Saranno altresì tenuti al relativo risarcimento in quanto danno causato da negligenza o uso improprio, se il Comune lo riterrà opportuno. In caso di inosservanza del presente Regolamento, gli eventuali danni causati saranno contestati e posti a carico degli utenti, siano essi persone, società o gruppi, nel momento in cui gli stessi vengano accertati; in conseguenza degli eventuali danni accertati potrà essere disposto l annullamento dell autorizzazione all uso dell impianto senza alcun diritto di rimborso. Particolari condizioni temporanee delle palestre che non ne consentano l utilizzo ed eventuali imprevisti di varia natura non costituiscono motivo di richieste di rimborso. Il Comune non assume nessuna responsabilità per eventuali furti, danni, incidenti o infortuni causati a persone e cose durante l utilizzo delle palestre ed in relazione all attività svolta; la responsabilità è a carico della società, associazione, ente o singolo richiedente che è impegnato per il diretto risarcimento. Gli oggetti ed il denaro rinvenuti nelle strutture saranno trattenuti dai competenti uffici comunali per dieci (10) giorni a disposizione di chi vorrà dimostrare di essere il legittimo proprietario, dopodiché verranno consegnati all Ufficio economato del Comune. Per causa di forza maggiore gli impianti potranno, senza preavviso, essere fatti parzialmente o totalmente sgomberare. ART. 6 - TIPOLOGIA DI AUTORIZZAZIONE ALL UTILIZZO Gli utilizzi delle palestre comunali si suddividono in due categorie: utilizzo continuativo e utilizzo occasionale. Utilizzo continuativo: la richiesta può essere fatta al Comune in qualsiasi momento da società sportive, enti, associazioni e privati cittadini. Deve essere redatta su carta intestata della società o in caso di privato cittadino anche su carta bianca, e riportare, in maniera dettagliata, i dati, come indicato nel modello in allegato n.1 al presente regolamento. Utilizzo occasionale: la richiesta può essere fatta al Comune in qualsiasi momento da società sportive, enti, associazioni e privati cittadini. Deve essere redatta su carta intestata della società o in caso di privato cittadino anche su carta bianca, e riportare, in maniera dettagliata, i dati, come indicato nel modello in allegato n.2 al presente Regolamento.

5 La domanda per un utilizzo occasionale deve essere presentata al Comune almeno venti (20) giorni prima della data richiesta. Il Comune valuterà l eventuale concessione anche in relazione agli utilizzi continuativi già stabiliti. ART. 7 - INDIVIDUAZIONE DEL RESPONSABILE E indispensabile che ogni richiedente, associazione, ente o singoli, nella richiesta di utilizzo, sia continuativo che occasionale, indichi un responsabile dell utilizzo della palestra al quale il Comune farà riferimento per ogni comunicazione e/o provvedimento relativi al suddetto utilizzo. Tale responsabile, in particolare per l utilizzo continuativo della palestra, sarà anche il referente e responsabile unico per la gestione degli accessi alla struttura (orari, chiavi, luci, ecc.) negli orari richiesti ART. 8 DEFINIZIONE DEL CALENDARIO ANNUALE DI UTILIZZO Il Comune, vagliate le richieste pervenute entro il termine massimo del 30 giugno, provvederà a redigere, in linea di massima entro il successivo mese di agosto, un calendario di utilizzo annuale per tutte le palestre. Lo stesso calendario verrà comunicato e sottoscritto successivamente dai vari richiedenti per l opportuna conferma. ART. 9 MODALITA DI AUTORIZZAZIONE, DI ACCESSO E UTILIZZO L accesso e l utilizzo delle palestre è consentito ai soggetti autorizzati dal Comune secondo il calendario prestabilito, siano essi singoli, enti o società. L atto formale per l autorizzazione all uso delle palestre viene rilasciato dal Comune a società, enti, associazioni e ai privati che ne facciano richiesta, per l utilizzo nell ambito degli scopi e delle finalità di cui al precedente Art. 1, che risultino a insindacabile giudizio del Comune compatibili con le strutture, attrezzature e destinazioni delle stesse descritte al precedente Art. 3, e secondo le priorità indicate nel precedente Art. 2. I turni e gli orari d accesso stabiliti dovranno essere scrupolosamente rispettati. I ragazzi minorenni potranno accedere agli impianti solo se accompagnati da adulti che ne assumano la responsabilità a tutti gli effetti e ne supervisionino ed organizzino le attività. L utente ha diritto all uso della struttura e delle attrezzature ivi esistenti. La modifica dello stato d uso delle strutture e delle attrezzature impegna l utente al ripristino dello stato preesistente, curando la corretta disposizione delle attrezzature stesse e l eventuale loro ricovero.

6 Particolari sistemazioni temporanee delle strutture e delle attrezzature dovranno essere preventivamente autorizzate dal Comune e le spese eventuali saranno a totale carico dell utente che ne faccia richiesta. L utente deve comunque utilizzare la palestra con tutte le cautele atte ad evitare danni di qualsiasi genere alle strutture ed alle attrezzature. ART. 10 NORME DI COMPORTAMENTO IN PALESTRA L uso delle palestre è consentito agli utenti che indossino abbigliamento adeguato alla disciplina sportiva prevista. Il pubblico che accede come spettatore alle palestre senza farne uso, deve sostare nelle zone consentite, senza entrare negli spazi riservati allo svolgimento delle attività sportive e negli spogliatoi. E fatto divieto di introdurre all interno delle palestra biciclette, ciclomotori, animali in genere anche se al guinzaglio. Nelle palestre è vietato: 1) introdurre bottiglie di vetro, recipienti e comunque oggetti, materiali ed attrezzi di qualsiasi genere non inerenti alle attività sportive praticate; 2) effettuare giochi violenti e pericolosi o comunque attività sportive svolte con modalità non compatibili con le strutture e la concessione all utilizzo; 3) sporcare e rovinare in qualsiasi modo il campo di gioco, le attrezzature, gli spogliatoi e i servizi 4) calpestare i campi di gioco con calzature non idonee o usate all esterno della palestra; 5) in tutte le zone delle palestre è assolutamente vietato fumare. ART. 11 SPESE DI MANUTENZIONE Sono a carico del Comune le spese inerenti la custodia, la pulizia, la manutenzione ordinaria, straordinaria e la conservazione degli immobili, dei suoi impianti, delle attrezzature ed arredi ivi esistenti, la fornitura d acqua, il consumo energetico e il riscaldamento. ART. 12 SERVIZI DI VIGILANZA E SICUREZZA E compito e responsabilità degli utenti disporre e curare - in occasione dell utilizzo delle palestre per le attività autorizzate, quali allenamenti, gare o tornei la presenza e il funzionamento dei servizi medici di vigilanza e prevenzione richiesti dalle norme di legge o dalle vigenti disposizioni in materia.

7 ART TARIFFE E PAGAMENTI Per l uso delle palestre comunali è dovuto, da parte degli utenti, il pagamento di apposite tariffe, determinate e aggiornate annualmente della Giunta Comunale e comunicate al Consiglio Comunale in occasione dell approvazione del Bilancio preventivo. La tariffa oraria comprende: l utilizzo della struttura e delle attrezzature in essa contenute, i servizi e gli spogliatoi, l illuminazione, il riscaldamento nel periodo invernale e la pulizia degli ambienti. In ogni impianto sportivo deve essere affissa in luogo accessibile e ben visibile agli utenti una tabella indicante le tariffe vigenti, secondo lo schema in allegato n. 3 al presente Regolamento. Le tariffe possono essere: - agevolate: per associazioni, gruppi sportivi, con sede e almeno 80% di soci tesserati CONI residenti a Valmadrera, o singoli cittadini residenti a Valmadrera, e che svolgono nella palestra attività senza scopo di lucro; - ordinarie: in tutti gli altri casi; - feriali: per le attività che si svolgono dal lunedì al venerdì; - festive: partite, manifestazioni particolari e utilizzo nei fine settimana e nei giorni festivi. I pagamenti verranno richiesti anticipatamente per gli utenti occasionali. I pagamenti per l uso continuativo, dovranno essere effettuati ogni bimestre, a consuntivo degli utilizzi. Il mancato pagamento delle tariffe stabilite comporta l esclusione degli inadempienti da ogni ulteriore uso delle palestre, fino al completo pagamento dei debiti. Il Comune può eventualmente esentare dal pagamento per l utilizzo delle palestre le manifestazioni organizzate dalle scuole di ogni ordine e grado operanti in Valmadrera e associazioni, gruppi o privati cittadini che realizzino eventi o manifestazioni definite dal Comune di interesse generale o patrocinate dallo stesso. ART CAUZIONE E previsto il pagamento anticipato di una cauzione al Comune, che può essere utilizzata a risarcimento di danni alle strutture o agli arredi. La cauzione per l utilizzo continuativo è di 300,00 (Euro trecento), che saranno restituiti all utente alla fine del periodo di utilizzo della struttura. La cauzione per l utilizzo occasionale è di 100,00 (Euro cento), che saranno restituiti all utente alla fine del periodo di utilizzo della struttura.

8 ART. 15 INGRESSI AL PUBBLICO ED EVANTI A PAGAMENTO In occasione delle manifestazioni, sulle gradinate riservate al pubblico nelle palestre annesse rispettivamente alla Scuola Primaria G. Leopardi e alla Scuola dell Infanzia Paolo VI, l ingresso è consentito gratuitamente ad eccezione dei periodi in cui è autorizzato temporaneamente all utente lo svolgimento di gare o attività con ingresso a pagamento. L utente, previa richiesta al Comune, può essere autorizzato ad organizzare manifestazioni con ingresso a pagamento. In tali occasioni, coloro che accedono alla palestra dovranno essere muniti di apposito biglietto d ingresso conformemente alle disposizioni di legge. Il servizio di vendita e controllo dei biglietti, nonché il servizio necessario allo svolgersi della manifestazione deve essere organizzato, assicurato e gestito dall utente, sotto sua diretta responsabilità. Nel caso le manifestazioni avessero carattere continuativo l utente può rilasciare regolari tessere di abbonamento valide per l ingresso. L utente è il solo responsabile dell osservanza delle norme e leggi riguardanti l attività oggetto della manifestazione organizzata. Per questo genere di attività con ingresso a pagamento, l utente dovrà obbligatoriamente dichiarare al Comune l importo incassato e versarne il 10% (dieci percento), oltre al regolare pagamento della tariffa dovuta per l utilizzo della struttura. ART. 16 PUBBLICITA Per l esposizione di striscioni e cartelloni e per l affissione temporanea o permanente di manifesti o altro mezzo pubblicitario l organizzatore e/o il concessionario deve richiedere ed ottenere dal Comune di Valmadrera apposita autorizzazione scritta. Le dimensioni, gli spazi e le relative tariffe saranno definiti secondo lo schema in allegato n. 3 al presente Regolamento e aggiornate annualmente della Giunta Comunale. ART. 17 REVOCHE ED ESCLUSIONI L inosservanza delle norme del presente Regolamento o il cattivo e difforme uso della autorizzazione all utilizzo, comportano l esclusione degli inadempienti da ogni ulteriore uso degli impianti sportivi comunali, fatte salve le normali azioni legali del Comune di Valmadrera per eventuale recupero del credito o dei danni. ART PUBBLICAZIONE Il presente Regolamento viene affisso in ogni palestra per opportuna conoscenza ed osservanza.

9 Il personale all uopo autorizzato potrà disporre l allontanamento di chi non rispetti le disposizioni del presente regolamento e richiedere, se necessario, l intervento della Forza Pubblica ART. 19 NORMA FINALE Per quanto non previsto nel presente Regolamento si applicano le disposizioni di legge vigenti in materia. ART. 20 ENTRATA IN VIGORE Il presente Regolamento entra in vigore con decorrenza dal termine di esecutività della delibera di approvazione. ALLEGATI - Allegato n. 1 - Schema di richiesta per utilizzo continuativo delle palestre comunali - Allegato n. 2 - Schema di richiesta per utilizzo occasionale delle palestre comunali - Allegato n. 3 Schema di tariffe per l utilizzo delle palestre comunali

10 ALLEGATO n. 1 SCHEMA DI RICHIESTA PER L UTILIZZO CONTINUATIVO DELLE PALESTRE ANNESSE AGLI EDIFICI SCOLASTICI DEL COMUNE DI VALMADRERA IN ORARIO EXTRA- SCOLASTICO DATI DEL RICHIEDENTE: Nome e ragione sociale: Indirizzo: Telefono: Fax: Cellulare: CF o Partita IVA Legale rappresentante: Responsabile delle attività che si svolgeranno nella palestra richiesta: Nome e Cognome: Ruolo: Contatti telefonici: Contatti AUTOCERTIFICAZIONE PER TARIFFE AGEVOLATE: Associazione, gruppo sportivo, con sede e almeno 80% di soci tesserati CONI residenti a Valmadrera, o singolo cittadino residente a Valmadrera, e che svolgono nella palestra attività senza scopo di lucro. [ ] SI [ ] NO Firma del legale rappresentante: PALESTRA RICHIESTA: [ ] Struttura c/o Scuola Primaria G. Leopardi [ ] Struttura c/o Scuola Infanzia Paolo VI [ ] Struttura c/o Scuola Secondaria 1 grado G.B. Vassena TIPO DI ATTIVITA CHE SI SVOLGERANNO NELLA PALESTRA: Descrizione attività:

11 Attività con quota di iscrizione, oltre al contributo spese per eventuale assicurazione e quota associativa? [ ] SI [ ] NO DATE E ORARI: Giorni: Orari: NB Gli orari di ingresso e di uscita comprendono anche i tempi di utilizzo degli spogliatoi. ALTRE INFORMAZIONI: Attività con presenza di pubblico e ingresso gratuito: Attività con ingresso di pubblico e ingresso a pagamento: Presenza di eventuali striscioni e/o manifesti di sponsor e pubblicità: Data di consegna della domanda in Comune: Firma ed eventuale timbro:

12 ALLEGATO n. 2 SCHEMA DI RICHIESTA PER L UTILIZZO OCCASIONALE DELLE PALESTRE ANNESSE AGLI EDIFICI SCOLASTICI DEL COMUNE DI VALMADRERA IN ORARIO EXTRA- SCOLASTICO DATI DEL RICHIEDENTE: Nome e ragione sociale: Indirizzo: Telefono: Fax: Cellulare: CF o Partita IVA Legale rappresentante: Responsabile delle attività che si svolgeranno nella palestra richiesta: Nome e Cognome: Ruolo: Contatti telefonici: Contatti AUTOCERTIFICAZIONE PER TARIFFE AGEVOLATE: Associazione, gruppo sportivo, con sede e almeno 80% di soci tesserati CONI residenti a Valmadrera, o singolo cittadino residente a Valmadrera, e che svolgono nella palestra attività senza scopo di lucro. [ ] SI [ ] NO Firma del legale rappresentante: PALESTRA RICHIESTA: [ ] Struttura c/o Scuola Primaria G. Leopardi [ ] Struttura c/o Scuola Infanzia Paolo VI [ ] Struttura c/o Scuola Secondaria 1 grado G.B. Vassena TIPO DI ATTIVITA CHE SI SVOLGERANNO NELLA PALESTRA:

13 Descrizione attività: Attività con quota di iscrizione, oltre al contributo spese per eventuale assicurazione e quota associativa? [ ] SI [ ] NO DATE E ORARI: Giorni: Orari: NB Gli orari di ingresso e di uscita comprendono anche i tempi di utilizzo degli spogliatoi. ALTRE INFORMAZIONI: Attività con presenza di pubblico e ingresso gratuito: Attività con ingresso di pubblico e ingresso a pagamento: Presenza di eventuali striscioni e/o manifesti di sponsor e pubblicità: Data di consegna della domanda in Comune: Firma ed eventuale timbro:

14 ALLEGATO n. 3 SCHEMA DI TARIFFE PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI AL REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRE ANNESSE AGLI EDIFICI SCOLASTICI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI VALMADRERA IN ORARIO EXTRA-SCOLASTICO TARIFFE AGEVOLATE: TARIFFA ORARIA FERIALE (DA LUNEDI A VENERDI ) TARIFFA ORARIA FESTIVA: PER ATTIVITA, EVENTI, MANIFESTAZIONI E WEEK-END (SABATO, DOMENICA E FESTIVI) TARIFFE ORDINARIE: TARIFFA ORARIA FERIALE (DA LUNEDI A VENERDI ) TARIFFA ORARIA FESTIVA: PER ATTIVITA, EVENTI MANIFESTAZIONI E WEEK-END (SABATO, DOMENICA E FESTIVI) VASSENA E PAOLO VI LEOPARDI Legenda Le tariffe sono: - agevolate: per associazioni, gruppi sportivi, con sede e almeno 80% di soci tesserati CONI residenti a Valmadrera, o singoli cittadini residenti a Valmadrera, e che svolgono nella palestra attività senza scopo di lucro; - ordinarie: in tutti gli altri casi; - feriali: per le attività che si svolgono dal lunedì al venerdì; - festive: partite, manifestazioni particolari e utilizzo nei fine settimana e nei giorni festivi. NB. La tariffa oraria comprende: l utilizzo della struttura e delle attrezzature in essa contenute, i servizi e gli spogliatoi, l illuminazione, il riscaldamento nel periodo invernale e la pulizia degli ambienti.

15 TARIFFE PER STRISCIONI E MANIFESTI PUBBLICITARI E SPONSOR TARIFFA ANNUALE DIMENSIONI FINO A CM 100 x CM 300. DIMENSIONI DA CM 100 x CM 300 A CM 200 X CM 600. TARIFFA GIORNALIERA DIMENSIONI FINO A CM 100 x CM 300. DIMENSIONI DA CM 100 x CM 300 A CM 200 X CM 600.

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE Art. 1. PRINCIPI GENERALI E FINALITA 1) Il presente regolamento ha lo scopo di salvaguardare le strutture e identificare chiaramente le modalità per l utilizzo

Dettagli

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI NOLA Provincia di Napoli REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ART. 1 - OGGETTO E FINALITA 1. Il presente Regolamento disciplina l utilizzo

Dettagli

COMUNE DI SOVERE. Provincia di Bergamo. Criteri di gestione per la concessione in uso delle palestre comunali

COMUNE DI SOVERE. Provincia di Bergamo. Criteri di gestione per la concessione in uso delle palestre comunali COMUNE DI SOVERE Provincia di Bergamo Criteri di gestione per la concessione in uso delle palestre comunali ART.1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ 1) I presenti criteri di gestione hanno lo scopo di salvaguardare

Dettagli

COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO

COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MASER PROVINCIA DI TREVISO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA PALESTRA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 48 in data 30 settembre 2004 INDICE ART. 1 Oggetto ART. 2 -

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO CRITERI PER L ASSEGNAZIONE E PER UTILIZZO PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO ARTICOLO 1 SCOPO DEI CRITERI Scopo dei presenti criteri è quello di regolare l attività ginnico sportiva

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DELLE PALESTRE SCOLASTICHE ED ALTRE STRUTTURE COMUNALI Premessa Gli impianti sportivi come le altre strutture comunali hanno preciso intento di dare una

Dettagli

COMUNE DI TORRE SANTA SUSANNA

COMUNE DI TORRE SANTA SUSANNA REGOLAMENTO UTILIZZO STRUTTURE SPORTIVE COMUNALI Approvato con Delibera di Giunta Comunale n 19 del 7.03.2006. 1 SOMMARIO Art. 1 Finalità. Pag.3 Art. 2 Titolari delle concessioni temporanee.. Pag. 3 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA

REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNE DI CORDOVADO Provincia di Pordenone Area Segreteria Area Segreteria/Istruzione/Cultura/Sport Tel 0434/68075 Fax 0434/68319 P.zza Cecchini 24 33073 Cordovado C.F. 80005330933 P. IVA 00410680938 www.comune.cordovado.pn.it

Dettagli

PROVINCIA DI TARANTO

PROVINCIA DI TARANTO PROVINCIA DI TARANTO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE DI COMPETENZA DELLA PROVINCIA DI TARANTO Art. 1 I Consigli d istituto sono tenuti, per legge, alla programmazione

Dettagli

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche

Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Disposizioni generali per l utilizzo delle palestre scolastiche Il Comune di Giavera del Montello intende incentivare e facilitare un largo accesso alla pratica sportiva da parte dei cittadini, tanto in

Dettagli

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano SETTORE EDUCATIVO - CULTURALE

COMUNE DI PREGNANA MILANESE Provincia di Milano SETTORE EDUCATIVO - CULTURALE ASSESSORATO ALLO SPORT REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DI ALTRE STRUTTURE COMUNALI SOMMARIO 1. Scopo del Regolamento. 2. Impianti, Spazi e Strutture utilizzabili. 3. Soggetti autorizzati

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI COMUNE DI CASALBUTTANO ED UNITI (Prov. di Cremona) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 31 del 14.9.2006 INDICE DEGLI

Dettagli

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco

COMUNE DI ROGENO. Provincia di Lecco COMUNE DI ROGENO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CAMPO DA BEACH VOLLEY/BEACH TENNIS 1 Le presenti norme disciplinano la gestione e l uso del campo da Beach Volley/Beach tennis di Viale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI COMUNE DI MARCIGNAGO (Prov. Pavia) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI Approvato con delibera C.C. n. 15 del 28.04.2011 Art. 1 Finalità Scopo del presente regolamento è quello di regolare

Dettagli

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria

COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA. Ufficio Segreteria COMUNE DI IDRO PROVINCIA DI BRESCIA Ufficio Segreteria Via San Michele, 81 25074 Idro - tel. 036583136 fax. 0365823035 e-mail segreteria@comune.idro.bs.it REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO E LA GESTIONE DEGLI

Dettagli

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE

COMUNE DI PALAZZUOLO SUL SENIO Provincia di FIRENZE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DI SALE E LOCALI APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N. 38 DEL 29 LUGLIO 2002 \\Srv2\Ufficio\REGOLAMENTI E CONVENZIONI\regolamenti per sito\reg. USO

Dettagli

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo

COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo COMUNE DI CENATE SOTTO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIVALENTE PALAINCONTRO IN VIA A. MORO Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 16 del 21.06.2007

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE

REGOLAMENTO COMUNALE Comune di SAN GIOVANNI LIPIONI (Provincia di CHIETI) Via Roma, 35-66050 SAN GIOVANNI LIPIONI (CH) * Codice Fiscale e Partita IVA: 00249220690 Telefono e Fax: 0873/952231-0873/952244 * Indirizzo E Mail:

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI C i t t à d i B a c o l i (Prov. di Napoli) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DELLE STRUTTURE E PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER FINI SPORTIVI E CULTURALI I N D I C E PREMESSA...3 ART.

Dettagli

C o m u n e d i Q U A R T REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI

C o m u n e d i Q U A R T REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRE COMUNALI Approvato con delibera della Giunta comunale n. 100 del 3 dicembre 2010 avente ad oggetto Regolamento per l utilizzo delle palestre comunali: approvazione. SOMMARIO

Dettagli

In attuazione della determinazione dirigenziale P.G.N.../2014 esecutiva ai sensi di legge F R A

In attuazione della determinazione dirigenziale P.G.N.../2014 esecutiva ai sensi di legge F R A SCHEMA DI CONVENZIONE PER LA CONCESSIONE IN GESTIONE ED USO IN ORARIO EXTRASCOLASTICO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI PER L ANNO SPORTIVO 2014/2015. In attuazione della

Dettagli

CITTA DI GALLIATE. Provincia di Novara REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE PALESTRE DI VIA MAZZINI E DI VIA CUSTOZA

CITTA DI GALLIATE. Provincia di Novara REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE PALESTRE DI VIA MAZZINI E DI VIA CUSTOZA CITTA DI GALLIATE Provincia di Novara REGOLAMENTO PER LA GESTIONE ED IL FUNZIONAMENTO DELLE PALESTRE DI VIA MAZZINI E DI VIA CUSTOZA Approvato con deliberazione C.C. n 4 del 16/02/2010 NORME GENERALI ART.

Dettagli

concessionario, viene data in uso la palestra con annesse attrezzature, igienici, siti nel plesso dell edificio scolastico,

concessionario, viene data in uso la palestra con annesse attrezzature, igienici, siti nel plesso dell edificio scolastico, PROVINCIA DI POTENZA ATTO DI CONVENZIONE L anno duemila..( ) il giorno. del mese di.. in Potenza, per il presente atto cui intervengono: 1). nato in. il non in proprio ma quale Dirigente del Settore Edilizia

Dettagli

PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE

PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE PROVINCIA DI ORISTANO REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE Approvato con delibera C.P. n. l5 del 25 marzo 2003 ARTICOLO 1 1. ll presente regolamento disciplina l uso, in orario

Dettagli

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER

REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER COMUNE DI S. AGATA SUL SANTERNO Provincia di Ravenna REGOLAMENTO PALESTRA COMUNALE POLIVALENTE VIA BERLINGUER Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 44 del 11 Settembre 1995 Angela\Regolamenti\Palestra

Dettagli

Comune di Villa di Serio

Comune di Villa di Serio Comune di Villa di Serio Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE COMUNALI APPROVATO CON DELIBERAZIONE CONSILIARE N. 9 IN DATA 25.09.2013 ART. 1 FINALITA Nell intento di favorire

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L USO DELLE PALESTRE COMUNALI COMUNE DI MOGGIO UDINESE Provincia di Udine P.ZZA UFFICI, 1 C.F. 8400 1550 304 TEL. 0433 / 51177-51877-51888 www.comune.moggioudinese.ud.it medaglia d'oro al valore civile C.A.P. 33015 P. I.V.A. 01 134

Dettagli

il seguente Regolamento contenente le modalità e criteri per la concessione in uso temporaneo e precario delle palestre scolastiche.

il seguente Regolamento contenente le modalità e criteri per la concessione in uso temporaneo e precario delle palestre scolastiche. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di 1 Grado "Pascoli - Giovinazzi " Via Mazzini n. 25 - Tel. 099.849.11.43

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI

COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI COMUNE DI CORBETTA Provincia di Milano REGOLAMENTO PER L USO DI LOCALI, IMPIANTI E ATTREZZATURE COMUNALI 1. FINALITA Il presente regolamento disciplina l uso dei locali, degli impianti sportivi e ricreativi,

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010

REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010 REGOLAMENTO PER GLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 14 DEL 2010 TITOLO I Art 1 Definizione di impianto sportivo comunale Si definiscono impianti sportivi comunali

Dettagli

COMUNE DI PREGANZIOL

COMUNE DI PREGANZIOL COMUNE DI PREGANZIOL Provincia di Treviso REGOLAMENTO E CRITERI PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 6 del 20.03.2012 REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI

COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI COMUNE DI CAPOTERRA PROVINCIA DI CAGLIARI DISCIPLINARE CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI LOCALI COMUNALI 1 INDICE GENERALE: Art. 1 OGGETTO DEL DISCIPLINARE Art. 2 STRUTTURE Art. 3 SOGGETTI Art. 4 RICHIESTA

Dettagli

COMUNE DI BULCIAGO Provincia di Lecco. ART. 1 -Impianti e Gestione-

COMUNE DI BULCIAGO Provincia di Lecco. ART. 1 -Impianti e Gestione- COMUNE DI BULCIAGO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO ED IL FUNZIONAMENTO DELLA PALESTRA POLIFUNZIONALE COMUNALE DI VIA DON GUANELLA ART. 1 -Impianti e Gestione- 1. Il presente regolamento ha per

Dettagli

COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo

COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo COMUNE DI BARIANO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA ANNESSA ALLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO DA PARTE DI ASSOCIAZIONI, GRUPPI SPORTIVI E PRIVATI CITTADINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

Dettagli

COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA ELSA MORANTE

COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA ELSA MORANTE COMUNE DI COLONNA REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DELLA SALA CONFERENZE DELLA BIBLIOTECA ELSA MORANTE Art. 1 Oggetto e scopo del regolamento Il presente regolamento disciplina la concessione in uso terzi

Dettagli

COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA

COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA COMUNE DI COTIGNOLA PROVINCIA DI RAVENNA Piazza Vittorio Emanuele II n.31-48010 Cotignola (RA) Telefono: 0545/908811 - Telefax: 0545/41282 P.IVA 00148580392 e-mail: comunecotignola@racine.ra.it SETTORE

Dettagli

Regolamento per l'utilizzo delle palestre comunali

Regolamento per l'utilizzo delle palestre comunali Regolamento per l'utilizzo delle palestre comunali approvato con deliberazione consiliare n. 61 in data 30.09.2002-1 - Indice pag. ART. 1 - FINALITA'...3 ART. 2 - PALESTRE COMUNALI...3 ART. 3 - ASSEGNAZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO.

REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO. Comune di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DEI LOCALI E DELLE ATTREZZATURE SCOLASTICHE PER ATTIVITA SPORTIVE, IN ORARIO EXTRASCOLASTICO. A) CRITERI PER LA CONCESSIONE 1) Gli edifici e le attrezzature scolastiche

Dettagli

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO

COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO COMUNE DI TRIGGIANO Provincia di Bari REGOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COPERTA COMUNALE, DEL CAMPO DI CALCIO E DELLA PISTA POLIVALENTE Approvato con delibere consiliari n. 79 dell 11.10.1994 e n. 97

Dettagli

DISCIPLINARE PER L USO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE PROVINCIALI DI PADOVA PER ATTIVITA SPORTIVE IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO ANNO 2014/2015 1 -

DISCIPLINARE PER L USO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE PROVINCIALI DI PADOVA PER ATTIVITA SPORTIVE IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO ANNO 2014/2015 1 - DISCIPLINARE PER L USO IN CONCESSIONE DELLE PALESTRE PROVINCIALI DI PADOVA PER ATTIVITA SPORTIVE IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO ANNO 2014/2015 1 - Finalità Scopo del presente disciplinare è quello di regolamentare

Dettagli

Comune di Comacchio Settore AA.GG. Cultura e Promozione del Territorio - Personale

Comune di Comacchio Settore AA.GG. Cultura e Promozione del Territorio - Personale Comune di Comacchio Settore AA.GG. Cultura e Promozione del Territorio - Personale Prot. n. 2170 del 14-01-2013 TIT. 4 CLAS. 09 File: polispmagnavacca-caiazzo_12-13-det DETERMINAZIONE N. 199/271 del 12-12-2012

Dettagli

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO

COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO COMUNE DI CORBETTA PROVINCIA DI MILANO REGOLAMENTO PER L UTILIZZAZIONE DEL PARCO ANGELO DELLA TORRE E DELLE RELATIVE STRUTTURE. ART.1 OGGETTO Il presente regolamento disciplina l uso del Parco della Villa

Dettagli

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI

REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI REGOLAMENTO DI UTILIZZO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI Art. 1- Finalità Il presente regolamento ha lo scopo di regolare l attività ginnico-sportiva nelle strutture sportive di proprietà del Comune di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO COMUNE DI CALCINAIA (Provincia di Pisa) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO Art. 1 Oggetto Art. 2 Gestione diretta degli spazi Art. 3 Individuazione società

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento.

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE. ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento. REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE DI AZZANELLO DI PASIANO DI PORDENONE ARTICOLO 1 Oggetto del regolamento Il Centro socio-culturale di Azzanello di Pasiano di Pordenone (di seguito nominato

Dettagli

Regolamento per l utilizzo delle palestre

Regolamento per l utilizzo delle palestre Allegato A) Regolamento per l utilizzo delle palestre Art. 1 Destinazione d uso palestre scolastiche 1. Le palestre comunali e scolastiche di proprietà od in disponibilità del Comune di Trento o della

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNALI IN ORARIO EXTRASCOLASTICO Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 38, dd. 30.11.2015. Il Segretario comunale f.to dott. Mauro Girardi COMUNE DI CAVALESE PROVINCIA DI TRENTO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLE PALESTRE

Dettagli

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento

Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO. Provincia di Trento Allegato alla deliberazione del Consiglio comunale n. 20 del 03.05.2012 COMUNE DI SARNONICO Provincia di Trento REGOLAMENTO SULL UTILIZZO DI SALE E STRUTTURE COMUNALI Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

! "# & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5

! # & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7. Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 ! "# $ %&!! "'(() & '(( *+,-./0&,1 2-3-4+,.-/56 21 & 7 Sala Parrocchiale_Regolamento Uso Pagina 1 di 5 - Articolo 1 - Oggetto del regolamento e destinazione d uso della Sala Parrocchiale 1. La Parrocchia

Dettagli

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA

REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA REGIONE FRIULI VENEZIA GIULIA COMUNE DI MUZZANA DEL TURGNANO PROVINCIA DI UDINE REOLAMENTO PER L USO DELLA PALESTRA COMUNALE APPROVATO CON DELIBERA N. 10 DEL 15/02/2011 ART. 1 La palestra comunale è destinata

Dettagli

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115

COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 COMUNE DI GIAGLIONE PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEL SALONE POLIVALENTE IN FRAZ. SAN GIUSEPPE N.115 Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. del 1 ART. 1 Oggetto 1.1. II presente

Dettagli

COMUNE DI ANDORNO MICCA. Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE

COMUNE DI ANDORNO MICCA. Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE COMUNE DI ANDORNO MICCA Provincia di Biella REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELL AREA RICREATIVA DENOMINATA PARCO LA SALUTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 13 del 23.06.2014 ART. 1 Il

Dettagli

COMUNE DI MOGLIANO VENETO

COMUNE DI MOGLIANO VENETO COMUNE DI MOGLIANO VENETO - Provincia di Treviso - Prot. n. ---------------------------------------------------------------- Convenzione per la gestione della palestra comunale G. Menegazzi e relative

Dettagli

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI

COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI COMUNE DI PESCHIERA DEL GARDA CITTA TURISTICA E D ARTE REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L USO TEMPORANEO DEI LOCALI SCOLASTICI approvato con deliberazione di C.S. n. 50 del 19/3/2004 1 Art. 1 Oggetto Il presente

Dettagli

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente.

18. L Accesso alla palestra è consentito solo a coloro che devono svolgere l attività sportiva e che sono iscritti alla Società richiedente. Premessa 5(*2/$0(1723(5/ 862'(//(3$/(675(6&2/$67,&+( 1. L Amministrazione Comunale, nel rispetto della legislazione vigente e dei criteri generali, determinati dal Consiglio Scolastico Provinciale con

Dettagli

COMUNE DI BORDIGHERA A) ASSEGNAZIONE IN USO DI IMPIANTO SPORTIVO E LOCALI ALL INTERNO DI IMPIANTO SPORTIVO PROCEDURA SELETTIVA

COMUNE DI BORDIGHERA A) ASSEGNAZIONE IN USO DI IMPIANTO SPORTIVO E LOCALI ALL INTERNO DI IMPIANTO SPORTIVO PROCEDURA SELETTIVA COMUNE DI BORDIGHERA A) ASSEGNAZIONE IN USO DI IMPIANTO SPORTIVO E LOCALI ALL INTERNO DI IMPIANTO SPORTIVO PROCEDURA SELETTIVA Il Comune di Bordighera (IM) Via XX Settembre, 32 18012 Bordighera (IM) codice

Dettagli

Comune di Dolceacqua

Comune di Dolceacqua Comune di Dolceacqua PROVINCIA DI IMPERIA Via Roma, 50-18035 Dolceacqua (IM) tel 0184 206444-5 fax 0184 206433 REGOLAMENTO COMUNALE DISCIPLINANTE LA CONCESSIONE IN USO DEI LOCALI COMUNALI Premesso che

Dettagli

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

(approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010) COMUNE DI CASTELLINA MARITTIMA PROVINCIA DI PISA REGOLAMENTO COMUNALE PER L UTILIZZO DEI LOCALI E DELLE STRUTTURE COMUNALI (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 53 in data 26/11/2010)

Dettagli

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO ACCESSO E USO PALESTRE SCOLASTICHE REGOLAMENTO

COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO ACCESSO E USO PALESTRE SCOLASTICHE REGOLAMENTO COMUNE DI PONZANO VENETO PROVINCIA DI TREVISO ACCESSO E USO PALESTRE SCOLASTICHE REGOLAMENTO (Approvato con deliberazione del C.C. n. 43 del 09.06.1992) Art. 1 Le palestre scolastiche sono patrimonio dell

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE REGOLAMENTO PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI LENDINARESI DI PROPRIETA COMUNALE Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 28 GIUGNO 2010 Esecutivo il 16.07.2010 REGOLAMENTO PER L USO DEGLI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA Comune di Castelnuovo di Val di Cecina Provincia Di Pisa REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DI PIAZZALE ROMA LA PISTA Approvato con atto di Consiglio Comunale n. 090 del 22.12.2009

Dettagli

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA

CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA CITTA DI TORRE DEL GRECO 3^ AREA Regolamento per la concessione in uso delle palestre coperte e degli spazi aperti adibiti ad attività sportive annessi alle scuole cittadine di proprietà comunale CITTA

Dettagli

COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE

COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI OLIVETO LARIO Provincia di Lecco REGOLAMENTO PER L USO DELLE SALE, DEI LOCALI E DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 5 del 05/03/2010 ART.

Dettagli

REGOLAMENTO D USO E TARIFFE DELL IMPIANTO INDOOR DI ATLETICA LEGGERA DI ANCONA

REGOLAMENTO D USO E TARIFFE DELL IMPIANTO INDOOR DI ATLETICA LEGGERA DI ANCONA REGOLAMENTO D USO E TARIFFE DELL IMPIANTO INDOOR DI ATLETICA LEGGERA DI ANCONA 1. Il Comitato Regionale Fidal Marche si impegna a concedere in uso l utilizzo dell impianto indoor di atletica leggera sito

Dettagli

Città di Novi Ligure

Città di Novi Ligure Città di Novi Ligure REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL TEATRO CIVICO PAOLO GIACOMETTI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 37 in data 5/6/2006. Articolo 1 Finalità Il Comune si avvale

Dettagli

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo

Città di Lecce. Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Città di Lecce Regolamento per l utilizzo della Sala Conferenze di Palazzo Turrisi-Palumbo Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 72 del 7 settembre 2009 PRINCIPI GENERALI Art. 1. FINALITA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5.

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA RIUNIONI DELLA RESIDENZA SITA IN CORTE MADDALENE N. 5. ART. 1 - OGGETTO DEL REGOLAMENTO Il presente regolamento disciplina la concessione in uso della sala

Dettagli

COMUNE DI RONZO-CHIENIS (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI UTILIZZO DEGLI SPAZI DELLA CASA SOCIALE - P.ED. 81 IN C.C.

COMUNE DI RONZO-CHIENIS (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI UTILIZZO DEGLI SPAZI DELLA CASA SOCIALE - P.ED. 81 IN C.C. COMUNE DI RONZO-CHIENIS (Provincia di Trento) REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DI UTILIZZO DEGLI SPAZI DELLA CASA SOCIALE - P.ED. 81 IN C.C. CHIENIS - Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n.

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE DEL COMUNE DI SCANZOROSCIATE Art. 1 - Finalità. L Amministrazione Comunale di Scanzorosciate, impegnata attraverso il Progetto Giovani a promuovere

Dettagli

Regolamento per l utilizzo temporaneo della Palestra scolastica. Il Consiglio D Istituto

Regolamento per l utilizzo temporaneo della Palestra scolastica. Il Consiglio D Istituto Regolamento per l utilizzo temporaneo della Palestra scolastica Il Consiglio D Istituto Visto l art.50 del Decreto n 44 del 1/2 2001 che attribuisce all Istituzione scolastica la facoltà di concedere a

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO

BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO BANDO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA PALESTRA DELLE SCUOLE MEDIE DELL ISTITUTO O. ORSINI IN ORARIO EXTRA SCOLASTICO Art. 1 SOGGETTI AMMESSI a) Fatto salvo il diritto di priorità all utilizzo della Palestra

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari

LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari LICEO SCIENTIFICO STATALE G. SALVEMINI Centro Studi Polivalente Japigia Via Prezzolini, 9 70126 Bari Tel.080/5548739 Fax 080/5548742 E-Mail: baps060001@istruzione.it - C.F.80016760722 PREMESSO Che l art.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA PALESTRA COMUNALE DI MASER

REGOLAMENTO DELLA PALESTRA COMUNALE DI MASER REGOLAMENTO DELLA PALESTRA COMUNALE DI MASER Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 in data 31 agosto 2015 ART.1 - OGGETTO 1. li presente regolamento disciplina l'uso della PALESTRA COMUNALE,

Dettagli

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina)

COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) COMUNE DI FORMIA (Provincia di Latina) REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO TEMPORANEO DI SALE COMUNALI Articolo 1 (Oggetto del regolamento) Il presente regolamento individua i criteri generali per la

Dettagli

MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola

MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola MODALITÀ DI UTILIZZO DELLA SALA PROVE MUSICALE del Centro d Aggregazione Giovanile Via Giardini n. 31- Zoppola (approvate con delibera della Giunta Comunale n. 190 del 28.09.2009) Premessa Il Comune di

Dettagli

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011. INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA Comune di Villasor Provincia di Cagliari Regolamento comunale per lo Sport Approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 35 del 4.8.2011 INDICE REVISIONI al REGOLAMENTO N. REVISIONE N. DELIBERA

Dettagli

Comune di Casorate Primo REGOLAMENTO D USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE E DELLE STRUTTURE ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE

Comune di Casorate Primo REGOLAMENTO D USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE E DELLE STRUTTURE ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE Comune di Casorate Primo REGOLAMENTO D USO DEI LOCALI DI PROPRIETA COMUNALE E DELLE STRUTTURE ED ATTREZZATURE SCOLASTICHE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n 15 del 3.5.2011 TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE Provincia di Treviso

COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE Provincia di Treviso COMUNE DI MASERADA SUL PIAVE Provincia di Treviso Regolamento per utilizzo palestre scolastiche comunali in orario extrascolastico approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 13 del 30/04/2015 REGOLAMENTO

Dettagli

COMUNE DI BONATE SOTTO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE

COMUNE DI BONATE SOTTO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE COMUNE DI BONATE SOTTO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO DEL CENTRO SOCIO-CULTURALE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale nr. 18 del 20.02.1996 e Modificato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO AZIENDALE

REGOLAMENTO AZIENDALE REGOLAMENTO AZIENDALE Utilizzo Sale Convegni e Riunioni Approvato con delibera N. del Articolo 1-Scopi e ambito di applicazione Il presente regolamento disciplina la concessione in uso e l utilizzazione

Dettagli

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO

COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO COMUNE DI CALDERARA DI RENO Provincia di Bologna REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE TEMPORANEA IN USO DEI LOCALI DI VIA ROMA 12/C A CALDERARA DI RENO Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 16

Dettagli

COMUNE DI MARCIANA MARINA

COMUNE DI MARCIANA MARINA COMUNE DI MARCIANA MARINA REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLA SALA POLIFUNZIONALE (Approvato con delibera C.C. n. 18 del 13.4.1999, modificato con delibera C.C. n. 14 del 15.3.2002 con l introduzione

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI COMUNALI DESTINATI AD ATTIVITA SPORTIVE RICREATIVE E CULTURALI

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI COMUNALI DESTINATI AD ATTIVITA SPORTIVE RICREATIVE E CULTURALI COMUNE DI BASTIDA PANCARANA (Provincia di Pavia) C.F. 86001910180 Partita IVA 00488500182 Telefono 0383 85002 fax 0383 895700 REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI LOCALI COMUNALI DESTINATI AD ATTIVITA SPORTIVE

Dettagli

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI

COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI COMUNE DI VOBARNO Provincia di Brescia REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEGLI IMMOBILI COMUNALI INDICE Art. 1 OGGETTO DEL REGOLAMENTO.pag 3 Art. 2 INDIVIDUAZIONE DEGLI IMMOBILI.. pag. 3 Art. 3 UTILIZZO DEGLI

Dettagli

COMUNE DI PALAU Provincia di Olbia-Tempio

COMUNE DI PALAU Provincia di Olbia-Tempio COMUNE DI PALAU Provincia di Olbia-Tempio REGOLAMENTO PER L UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE STRUTTURE SPORTIVE DEL COMUNE approvato dal Consiglio Comunale in seduta del 03/06/2004 con deliberazione n.13 integrazione

Dettagli

COMUNE DI CHIVASSO. Provincia di Torino. Disciplinare per l uso delle palestre scolastiche da parte di Gruppi e Associazioni

COMUNE DI CHIVASSO. Provincia di Torino. Disciplinare per l uso delle palestre scolastiche da parte di Gruppi e Associazioni COMUNE DI CHIVASSO Provincia di Torino Disciplinare per l uso delle palestre scolastiche da parte di Gruppi e Associazioni Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 213 del 18/12/2009 ART. 1 Il

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNE DI CAPRAIA E LIMITE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNE DI CAPRAIA E LIMITE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO All. A REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE COMUNE DI CAPRAIA E LIMITE IN ORARIO EXTRASCOLASTICO Adottato con delibera di Consiglio Comunale n. 21 del 30-06-2015 INDICE ART.

Dettagli

COMUNE DI BRUSAPORTO PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI BRUSAPORTO PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI BRUSAPORTO PROVINCIA DI BERGAMO REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO E LA GESTIONE DELLE PALESTRE COMUNALI Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 29 del 23.07.2015 Art. 1 PRINCIPI GENERALI

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE DEL TERRITORIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE IN USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE DEL TERRITORIO COMUNALE Allegato alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 27 del 28.9.2007 Il Segretario Generale Il Presidente del Consiglio F.to Dott. Pasquale Mazzone F.to Avv. Michele Pizzuto REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE

Dettagli

REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRA

REGOLAMENTO UTILIZZO PALESTRA I S T I T U T O C O M P R E N S I V O S T A T A L E D I C A P O S E L E C O N S E Z I O N I A S S O C I A T E D I C A L A B R I T T O E S E N E R C H I A Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria I grado

Dettagli

Regolamento per uso e gestione impianti sportivi

Regolamento per uso e gestione impianti sportivi COMUNE DI CELLINO SAN MARCO Provincia di Brindisi -Via Napoli C.A.P. 72020 Regolamento per uso e gestione impianti sportivi Approvato con delibera di C.C. n. 45 del 29/09/2003 e modificato con delibera

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO DEGLI IMPIANTI SPORTIVI 1 Via 2 giugno 22 Ufficio segreteria, attività culturali e economato P. IVA 00524150307 - ( ' 0431382805-7 0431382820 - / segreteria@com-terzo-di-aquileia.regione.fvg.it REGOLAMENTO COMUNALE PER L USO

Dettagli

COMUNE DI MONASTIR (Provincia di Cagliari) Regolamento comunale per l assegnazione di contributi per lo sviluppo dello sport

COMUNE DI MONASTIR (Provincia di Cagliari) Regolamento comunale per l assegnazione di contributi per lo sviluppo dello sport COMUNE DI MONASTIR (Provincia di Cagliari) Regolamento comunale per l assegnazione di contributi per lo sviluppo dello sport 1. SOSTEGNO ALL ASSOCIAZIONISMO SPORTIVO A. CONTRIBUTI PER L ATTIVITA ORDINARIA

Dettagli

Comune di Brembate. Regolamento per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali

Comune di Brembate. Regolamento per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali Comune di Brembate Regolamento per l'utilizzo degli impianti sportivi comunali Approvato con deliberazione di C.C. 22 del 05 aprile 2014 Articolo 1 - Destinazione degli impianti e loro fruibilità Gli impianti

Dettagli

Domanda di contributo per la concessione di finanziamenti per lo sviluppo e la promozione dell attività sportiva. Esercizio finanziario anno.

Domanda di contributo per la concessione di finanziamenti per lo sviluppo e la promozione dell attività sportiva. Esercizio finanziario anno. Ala, OGGETTO: Domanda di contributo per la concessione di finanziamenti per lo sviluppo e la promozione dell attività sportiva. Esercizio finanziario anno. Al COMUNE DI ALA Piazza S. Giovanni 1 38061 -

Dettagli

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI

REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI Via Vittorio Emanuele II n.1 20039 Varedo (MI) tel. 0362.5871 fax 0362.544540 - c.f. 00841910151 - p.i. 00696980960 REGOLAMENTO PER L'UTILIZZO DELLE SALE CIVICHE COMUNALI 1 CAPO I - PRINCIPI Art. 1 - INDIVIDUAZIONE

Dettagli

DISCIPLINARE PER L USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE E COMUNALI NONCHE PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUA PRESSO LE PISCINE COMUNALI DEL BERNINO.

DISCIPLINARE PER L USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE E COMUNALI NONCHE PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUA PRESSO LE PISCINE COMUNALI DEL BERNINO. DISCIPLINARE PER L USO DELLE PALESTRE SCOLASTICHE E COMUNALI NONCHE PER L ASSEGNAZIONE DEGLI SPAZI ACQUA PRESSO LE PISCINE COMUNALI DEL BERNINO. ARTICOLO 1 (OGGETTO E FINALITA ) Il presente disciplinare

Dettagli

ALLEGATO ALLA D.G. N. 125 del 2.8.2002 CONVENZIONE

ALLEGATO ALLA D.G. N. 125 del 2.8.2002 CONVENZIONE ALLEGATO ALLA D.G. N. 125 del 2.8.2002 CONVENZIONE PER L USO DELL IMPIANTO SPORTIVO ANNESSO ALL ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE J. M. KEYNES, SITO IN VIA BONDANELLO 30, E RELATIVE ATTREZZATURE fra la

Dettagli

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO

REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO COMUNE DI ALBIANO REGOLAMENTO PER L USO DEL CENTRO POLIFUNZIONALE SPORTIVO DI ALBIANO Approvato con deliberazione consiliare del 16/07/2003, n. 36, modificato con successiva deliberazione 5/8/2004, n.

Dettagli

CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73

CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73 CITTA DI CAMPI SALENTINA Provincia di Lecce APPROVATO NELLA SEDUTA CONSILIARE DEL 30/11/2010 CON ATTO N. 73 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI COMUNALI CAPO I DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli