Un nuovo orizzonte di opportunità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Un nuovo orizzonte di opportunità"

Transcript

1 Un nuovo orizzonte di opportunità Evoluzione del Marketing Odontoiatrico prima e dopo il Decreto Bersani IDEANDUM S.R.L. Via Marconi, Bolzano Vicentino (VI) P.IVA

2 UN NUOVO ORIZZONTE DI OPPORTUNITÁ Evoluzione del marketing odontoiatrico prima e dopo il Decreto Bersani Indice - PREMESSA: PERCHE IDEANDUM HA PENSATO A QUESTO EBOOK... pag. 2 - IL MARKETING ODONTOIATRICO: LA SUA DISCIPLINA DAL PROTEZIONISMO DEGLI ORDINI ALLA LIBERALIZZAZIONE DEL DECRETO BERSANI pag. 3 - LO SVILUPPO DELLE CATENE LOWCOST.pag. 6 - LA COMUNICAZIONE DEL SINGOLO STUDIO ODONTOIATRICO...pag. 8 - DENTISTA E WEB pag L AUTORE DI QUESTO EBOOK: IDEANDUM SRL. UNA CRESCENTE FIDUCIA CHE CI SPINGE A PROSEGUIRE NELLA STESSA DIREZIONE......pag. 13

3 Premessa: perché Ideandum ha pensato a questo Ebook Una fucina di idee che in maniera coerente e organica descrivono l attività del nostro Cliente. Un Cliente con la C maiuscola perché per noi speciale e unico. Ideandum è proprio questo. Un team affiatato, competente, curioso e al tempo stesso fortemente orientato alla comprensione di chi si affida a lui e finalizzato al raggiungimento degli obiettivi condivisi. Il Cliente è lo Studio Odontoiatrico, e la nostra esperienza ci ha insegnato che ogni Studio Odontoiatrico è un mondo unico e a se stante, con peculiari caratteristiche ed esigenze di comunicazione diverse l uno dall altro. Il compito di Ideandum è dapprima comprendere il cliente, gli obiettivi, la mission, poi organizzare una strategia condivisa per realizzare gli stessi. Non è semplice, ma col tempo e la fiducia accordataci negli ultimi anni le risorse e le soluzioni delineate sono state molte ed efficienti. Questo e-book ha avuto una lunga gestazione perché volevamo parlare in modo completo e nel contempo semplice, con il giusto linguaggio, a diversi utenti desiderosi di approfondire la questione del Marketing Odontoiatrico. Divulgare in modo chiaro la consapevolezza del percorso che ha portato dalla targa affissa fuori dallo studio del professionista sino alle numerose catene dentali diffuse sul territorio oggi, in un tragitto ideale che in meno di un decennio ha portato dalla quasi pudica reticenza nella comunicazione dei propri titoli professionali da parte dello specialista al pubblico alla completa e in taluni casi aggressiva pubblicità multicanale dei franchising di svariate insegne. E una breve ricerca che pensiamo possa essere di sicuro interesse per l utente curioso a comprendere come si è trasformata la comunicazione al pubblico che, diretta conseguenza del Decreto Bersani del 2006 cui si accenna, non ha risparmiato neppure il settore odontoiatrico. Le principali ricerche di mercato sul rapporto tra l odontoiatra e il web oggi arricchiscono il contenuto del lavoro di Ideandum. Ideandum e il suo staff vi augurano una buona lettura. 2

4 IL MARKETING ODONTOIATRICO: LA SUA DISCIPLINA DAL PROTEZIONISMO DEGLI ORDINI ALLA LIBERALIZZAZIONE DEL DECRETO BERSANI Nel settore odontoiatrico la pubblicità ha oggi un ruolo importante sia nei tradizionali canali pubblicitari (carta stampata, radio, televisione) sia in quelli di ultima generazione che utilizzano internet e i canali web. Uno spartiacque importante è stato il Decreto Bersani di cui si parlerà a breve. La ricerca di Ideandum muove dalla curiosità di fare luce su questo passaggio tanto decisivo quanto repentino che ha coinvolto l ultimo decennio anche in ambito odontoiatrico. Dunque si è ragionato sulla necessità di una maggiore chiarezza nella comunicazione della propria attività da parte dell odontoiatra in favore di una scelta consapevole del paziente. La profonda mutazione giunta alla pubblicità attuale, che ha le sue radici nella nascita agli inizi del Novecento dei primi Ordini dei Medici (Milano, Torino, Modena) e nell istituzione dell Ordine dei Medici nazionale nel Questi verrà soppresso e trasformato in sindacato durante il periodo fascista e ricostituito il 13 settembre 1946 (d.lgs. n. 233) con il ripristino delle medesime funzioni originarie. Si arriva a normare l esercizio della professione medica con il d.p.r. n.221 del 1950 e con la legge n.244 del 1963 ma è solo con la legge del 5 febbraio 1992 n.175 (conosciuta come legge Poggiolini) che per la prima volta sono presenti norme che disciplinano la pubblicità in ambito sanitario dando particolare importanza alla repressione dell esercizio abusivo della professione sanitaria. La legge inoltre richiede l iscrizione a un Albo professionale per l esercizio dell attività medica. I requisiti che consentono l iscrizione a tale Albo sono da un lato quelli accademici, cioè una laurea e un abilitazione professionale, dall altro che al momento dell iscrizione il soggetto non si trovi in condizioni che portino alla radiazione o sospensione della professione. Per tutti gli anni 90 dunque qualsiasi forma di pubblicità in ambito medico e nella fattispecie in quello odontoiatrico è limitata alla sola targa al di fuori dello studio dentistico, ed è forte il ruolo dell Ordine nel vigilare affinché il medico persista in comportamenti privi di mancanze e abusi nell esercizio della professione o di atti contrari alla deontologia professionale. Tra i compiti dell Ordine è anche il vigilare che il medico pubblicizzi in modo regolamentato la sua attività e le sue qualifiche. Il fine è la tutela del cittadino nei confronti di pubblicità ingannevole su capacità cliniche e la formazione acquisita. Per questo motivo la legge 175 ammette come unica pubblicità la facoltà del medico di scrivere sul proprio ricettario, sulle targhe e su ogni altro mezzo finalizzato alla pubblicità esclusivamente i titoli di carriera e accademici, quindi ad esempio la specializzazione universitaria e il ruolo ospedaliero o la professione di Medico Odontoiatra. La particolare severità della legge concedeva a coloro che avevano praticato una branca specialistica senza il relativo attestato di specializzazione di poterla pubblicizzare 3

5 (scrivendo ad esempio Odontoiatria invece che specialista in Odontoiatria o Odontoiatra) solo avendo esercitato un periodo pari alla Specializzazione presso un reparto ospedaliero o presso un poliambulatorio autorizzato. La disciplina della comunicazione in ambito sanitario subì un forte cambiamento a partire dal 2006 con il citato Decreto Bersani (decreto n. 223 del 4 luglio 2006, convertito in Legge n. 248 del 4 agosto 2006) che Ideandum ha come punto fermo e che ha recepito nella quotidiana gestione dei progetti, che espressamente ammetteva, nell articolo 2, comma 1, lett. b): sono abrogate le disposizioni legislative e regolamentari che prevedono con riferimento alle attività libero professionali e intellettuali il divieto, anche parziale, di svolgere pubblicità informativa circa i titoli e le specializzazioni professionali, le caratteristiche del servizio offerto nonché il prezzo e i costi complessivi delle prestazioni secondo criteri di trasparenza e veridicità del messaggio il cui rispetto è verificato dall Ordine. Grazie a questa legge i prezzi delle prestazioni sono liberi, ogni dentista puo applicare il prezzo che ritiene idoneo alla propria prestazione e con la pubblicità puo informare sulla tipologia di servizi che offre e sul loro prezzo. Per contro i messaggi pubblicitari dovranno essere trasparenti e veritieri, gli ordini dei medici dovranno vigilare che tutti i messaggi pubblicitari rispettino la legge. Un profondo cambiamento soprattutto nel settore privato vista la netta prevalenza di offerta privata rispetto a quella pubblica in campo odontoiatrico. Il Decreto Bersani nacque con lo spirito di migliorare la trasparenza nelle prestazioni sanitarie rendendo possibile ai professionisti di pubblicizzare la propria attività onde consentirne la conoscenza al pubblico e una corretta concorrenzialità. Tuttavia manifesta inizialmente una certa carenza di normativa che selezioni i titoli pubblicizzabili, con evidenti rischi di pubblicità ingannevole da parte di professionisti poco corretti. D altro lato per i professionisti che operano invece con correttezza si pone il problema di non essere a conoscenza delle modalità pratiche per pubblicizzare correttamente le proprie competenze. Inoltre la possibilità di pubblicizzare le tariffe impone una regolamentazione che tuteli da prestazioni sanitarie non rispondenti a standard qualitativi di garanzia per la salute dei cittadini. Per questo negli otto anni successivi sono molte le sentenze che sono intervenute a specificare, implementare o modificare le regole per governare la comunicazione pubblicitaria in tutto l ambito sanitario (dalle modifiche al Codice Deontologico, agli interventi dell'antitrust Authority, sino alle decisioni degli Ordini specifici e alle singole vertenze e ricorsi ai Tar locali). L'obiettivo originario di libera pubblicità per mettere tutti allo stesso livello è stato poi in parte confutato dalla realtà, dal momento che solo chi gode di budget maggiori può investire in grandi campagne pubblicitarie, con un vantaggio competitivo di immagine e notorietà. Nel corso degli ultimi anni Ideandum ha puntato molto sul proprio aggiornamento in merito alle ultime normative e forte di una specifica esperienza nel settore e del costante aggiornamento degli strumenti 4

6 web gestisce con professionalità i servizi per i propri clienti con metodologie che garantiscono una comunicazione efficace e al tempo stesso conforme alle normative. Parallelamente a questa decisa inclinazione del mondo odontoiatrico verso la comunicazione avviene anche un progressivo cambiamento nella capacità percettiva del cittadino, che ha un accesso più facile alle informazioni e che dunque non utilizza più il solo passivo passaparola ma è attivo in prima persona nella ricerca delle informazioni che gli facilitino la scelta. Il concetto stesso di qualità e la tendenza a cercare informazioni, prima o a supporto del referto del dentista, sono evolute in modo sostanziale, i pazienti si dimostrano sempre più informati e attenti, più propensi a comparare i professionisti sotto il profilo economico e comunicativo prima di rivolgersi a uno studio dentistico specifico. In questo quadro generale di maggiore informazione e conoscenza al tradizionale passaparola si sono quindi affiancati altri strumenti di promozione della propria attività. 5

7 LO SVILUPPO DELLE CATENE LOWCOST: VEDIAMOCI CHIARO Come nasce il fenomeno lowcost? Nasce come conseguenza di un trend che già dal 2009 manifesta una chiara evidenza: in quell anno in Italia oltre un milione di persone si è impoverito a causa delle spese sanitarie fa sapere l ADICO (Associazione difesa consumatori) tre milioni d'italiani, per curarsi, hanno investito cifre proibitive rispetto al reddito, oltre cinque milioni hanno ammesso di aver avuto difficoltà ad accedere alle cure di cui avevano bisogno. I più esposti risultano essere i pensionati, ma aumentano anche le famiglie con bambini che rinunciano ad una visita specialistica o all'apparecchio per i denti. Secondo il rapporto sulla sanità di Assolowcost, associazione che riunisce aziende e strutture di servizi che s'impegnano ad abbassare i costi e ad aderire ad un rigido codice etico mantenendo alta la qualità da oggi è possibile risparmiare "fino al 30%" rivolgendosi alle strutture che aderiscono all'associazione Assolowcost. Le strutture che aderiscono all'associazione sono concentrate per lo più al Nord e operano in due campi essenziali: l'odontoiatria e le cure psicologichepsicoterapeutiche. Settori dove la sanità pubblica interviene poco (l'85% degli italiani paga il dentista di tasca sua) o solo per i casi più gravi. Le strutture low cost (cliniche o studi medici associati) secondo l'associazione che le riunisce garantiscono un risparmio sulle cure private fra il 10% e il 40%. Nate per far fronte alla fuga di potenziali clienti verso Paesi che garantivano cure a spese più basse queste strutture manifestano una progressiva e forte diffusione in tutto il territorio italiano. Effetto del Decreto Bersani dunque, sull onda lunga che ha investito già il settore turistico e non solo, anche l odontoiatria è ufficialmente coinvolta dal fenomeno. Nel low cost è la sovranità del consumatore a dettare ritmi e costi del sistema, obbligando una ristrutturazione della filiera della produzione affinché elimini ogni eccedenza per poter imporre prezzi bassi. È fondamentale considerare l effetto sociale primario di questo modello: consentire anche ai bassi redditi di avere una possibilità di consumo crescente e permettere l accesso a tipologie di beni e servizi fino a poco tempo prima negati. Inoltre è indubbia da parte dell utente una forte spinta alla personalizzazione del proprio bisogno e alla ricerca di una soluzione altrettanto su misura, in un generale contesto dove la domanda tenta di fare pesare i propri orientamenti. Qualche significativo dato recente che illustri la forza dirompente del fenomeno: a testimonianza dei progressivi investimenti in ambito odontoiatrico privato sono significative le ultime rilevazioni (Nielsen 2014) secondo le quali le prime 6 insegne per investimenti pubblicitari hanno speso da sole quasi quattro milioni di euro nel 2013: Vitaldent in cima alla lista con 1,9 milioni di euro investiti in pubblicità (e 1,7 già nel primo semestre 2014), seguito da Dooc (poco meno di un milione nel 2013 e 400mila euro nel 6

8 primo semestre 2014) e Excellence Dentale (668mila euro nel 2013, 400 nel 2014). La diversificazione nei differenti canali sembra prediligere le affissioni su strada e sui mezzi di trasporto, ma non mancano i passaggi radiofonici e in televisione con spot trasmessi sui canali RAI (Giovanni Bona), Mediaset (Dental Center), Real Time (Giovanni Bona), La7 (Dental Coop), Sky (Smileclinic). Sostanzialmente la comunicazione dei grandi gruppi odontoiatrici si può dividere secondo tre driver comunicativi differenti: l'uso di testimonial (Vitaldent), l'enfasi sul paziente e sulla leva convenienza, anche intesa come promozione occasionale (Dooc, OdontoSalute, Caredent) e la figura del medico odontoiatra (Clinica Favero, Giovanni Bona, Excellence Dentale). 7

9 LA COMUNICAZIONE DELLO STUDIO ODONTOIATRICO Sarà fondamentale per il singolo studio odontoiatrico sapersi distinguere a livello comunicativo nella diffusa selva di cliniche lowcost dello scenario competitivo del post Bersani. Se le grandi campagne pubblicitarie fanno leva su processi decisionali persuasivi e agiscono su ampia scala il singolo studio che non può accedere agli stessi ingenti capitali dovrà ragionare in una logica locale e mirata. E se la comunicazione dei grandi gruppi odontoiatrici ha l'obiettivo di aumentare immagine e notorietà, il piccolo studio punterà sul trasmettere credibilità e fiducia. La credibilità si trasmette differenziandosi, valorizzando i propri punti di forza e gli elementi distintivi: far comprendere il valore della propria offerta, definendo un posizionamento distintivo. La fiducia si ottiene sul campo e si comunica attraverso il passaparola e con un rapporto continuo di comunicazione e interazione, con l'attivazione e il monitoraggio di canali di condivisione reciproca, curando la propria presenza sul web in maniera attiva. Una recente ricerca qualitativa di Key-Stone, istituto specializzato nel settore della salute e benessere, mette in luce gli aspetti principali che alcuni studi già affrontano oggi in Italia, i canali principali che è fontamentale vengano utilizzati per comunicare il proprio messaggio distintivo. Ogni studio è sempre più orientato al marketing e alla comunicazione in uno scenario che non cambia solo a causa dell'aumentare della competizione, ma anche per l'evoluzione dell'utenza per ciò che concerne i mezzi di comunicazione abituali, sempre più evoluti e immediati anche tra le generazioni meno giovani. L immagine di uno studio dentistico con tablet in sala d attesa invece delle solite riviste potrà farci sorridere, ma è solo il più piccolo dei cambiamenti che stanno per modificare in maniera sostanziale il modo di svolgere la libera professione in ambito medico. Se da un lato le innovazioni tecnologiche e i progressi della ricerca medico-scientifica permettono l introduzione di tecniche sofisticate e tecnologie d avanguardia che solo fino a 15 anni fa venivano considerati avveniristici, anche nel relazionarsi con il paziente l'odontoiatra deve adeguarsi ai nuovi mezzi di comunicazione e alle nuove tecnologie a supporto della professione. Sempre dall analisi Key-Stone su cambiamenti e trend del mondo digitale che influenzano le strategie di marketing possiamo sintetizzare alcune principali evoluzioni della comunicazione odontoiatrica: l espansione del Social Crm (customer relationship management): finora i software di marketing erano soprattutto incentrati sull marketing; il trend attuale vede invece l utilizzo del web e dei canali rappresentati dai social network. La forza delle raccomandazioni e dei like online è lo spunto per incoraggiare il traffico sulla propria pagina Facebook, il proprio sito o un nuovo canale per sentire l opinione dei pazienti al fine di migliorare i propri servizi. Per i singoli studi così come per le grandi catene lowcost la possibilità di interagire con community di utenti che utilizzano i canali social permette la condivisione di 8

10 articoli, pubblicazioni e news, sia con i pazienti che con altri esperti del settore, per un proficuo ritorno di immagine e notorietà, ma anche per mettere a punto attività di fidelizzazione mirate su microgruppi. È quello che viene definito social crm, tradotto dall acronimo inglese letteralmente significa gestione delle relazioni con il cliente, ma è molto più di questo. È piuttosto una vera e propria strategia aziendale per selezionare e gestire la clientela con l'obiettivo di valorizzarne il potenziale nel lungo termine. L uso dei social network per condividere interessi e idee anche su prodotti e servizi crescerà ancora più velocemente. Fino a oggi la popolarità di un dentista era soggetta soprattutto al passaparola tra familiari e amici dei pazienti; oggi la community diventa globale e la relazione con i clienti (e con i collaboratori) sarà sempre più focalizzata sulla creazione e gestione di giudizi e opinioni online. Una delle conseguenze è l evoluzione del rapporto con il paziente, cui si è accennato prima: aumenta in maniera esponenziale il numero di pazienti che si informa prima di recarsi dal dentista aggiornandosi su tecniche, trattamenti, terapie e prezzi. Occorre allora tener conto di questo fenomeno sfruttando l interazione tra paziente e staff in modo proficuo, coinvolgendo ad il paziente anche sugli aspetti più teorici o didattici dei trattamenti che si propongono. Con strumenti digitali come tablet e notebook il professionista potrà integrare la spiegazione accedendo agli archivi delle riviste di settore e a testi scientifici di riferimento; potrà mostrare immagini e radiografie con uno strumento piccolo, versatile e tecnologico, e permettere al paziente di comprendere più da vicino la propria situazione, sfruttando la possibilità di fare zoom sulle immagini, osservare dettagli e prendere facilmente appunti. L utilizzo di un dispositivo che il paziente vede normalmente come strumento ludico di intrattenimento, inoltre, avvicina emotivamente, aiutando anche nella riduzione dell ansia e della paura della poltrona. Questa comunicazione ravvicinata aumenta peraltro il tasso di accettazione dei preventivi, poiché il paziente è molto più motivato e coinvolto. Senza contare poi che tablet e notebook stanno evolvendo verso l integrazione con i software esistenti per lo studio dentistico, creando un nuovo modo di gestione anche a distanza. Permettono infatti la visualizzazione delle cartelle cliniche e dell agenda da smartphone, la consultazione dei dati dello studio e dei pazienti, un richiamo veloce a scadenze e appuntamenti, una comunicazione diretta con il sito web per la possibilità di prenotazione appuntamenti online, collegamento all agenda, pubblicazione di news, promozioni e comunicazione diretta con il paziente. Nel fissare o ricordare gli appuntamenti sarà sempre più importante il mobile. La maggior parte dei pazienti, infatti, è raggiungibile con instant contact sui dispositivi mobili. Si prevede allora una crescita di applicativi e portali di servizi di prenotazione visite online in tempo reale. Questo potrebbe consentire una migliore gestione della presa appuntamenti e degli spostamenti e rimpiazzi di annullamenti. 9

11 DENTISTA E WEB 2.0 Il rapporto tra Dentista e la nuova comunicazione sul web è dunque di fondamentale importanza per esprimere la propria attività. Un sondaggio di Edra-Lswr del luglio 2014 ha focalizzato l attenzione su questo aspetto, per capire l'approccio dei dentisti al web. Emergono alcuni dati rilevanti che ne testimoniamo la crescita: l'84,4% degli studi odontoiatrici italiani è collegati ad internet. A non esserlo prevalentemente gli studi monoprofessionali di piccole dimensioni anche se non esistono sostanziali differenze tra tipologia dello studio, dimensioni e neppure età. Differente il discorso per l'area geografica dove lo studio è ubicato. In questo caso si pagano i ritardi strutturali che impediscono ad alcune zone d'italia di contare su una discreta connessione ad Internet. Avete un sito dedicato allo studio? Ogni quanto lo aggiornate? Chi lo aggiorna? Essere presenti sul web con un sito informativo dello studio non sembra essere ancora percepito come una priorità dai dentisti italiani. Solo il 33,2% ha infatti un sito dedicato. In particolare i più attenti sono gli studi più strutturati come le società (il 50,8% ha il sito), gli studi associati (il 45% ha dichiarato di averlo) e gli studi monoprofessionali (28,3%), di questi ultimi solo il 16,4% di quelli che hanno un solo riunito ha dichiarato di avere un sito dedicato allo studio. A frenare lo sviluppo di questa forma di comunicazione, probabilmente, le difficoltà di realizzare contenuti ad hoc per il proprio studio e la paura di non aver tempo per aggiornarlo o di dover rivolgersi a professionisti esterni. E la conferma di questo è data dal fatto che l'aggiornamento del sito viene fatto nel 48,5% dallo stesso titolare mentre il 40,8% di chi ha un sito si rivolge ad un collaboratore esterno. Scelta che si ripercuote sulla frequenza dell'aggiornamento visto che il 40,2% ha dichiarato di aggiornarlo quando capita mentre il 24,9% lo aggiorna una volta al mese. Anche in questo caso gli studi più strutturati sono quelli che dedicano più attenzione a questo aspetto. 10

12 Avete un profilo sui principali social network? Se c'è poco interesse nell'essere presenti con un sito del proprio studio sul web ancora meno c'è per esserlo nel mondo dei Social. Solo il 18,5% ha un profilo su Facebook, Twitter, Google Plus, o gli altri principali strumenti. Quelli che utilizzano i Social network scelgono prevalentemente Facebook (92,6% dichiara di avere un profilo dello studio) mentre attirano meno Twitter (10,6%), Google Plus (8,5%), percentuali in linea con le penetrazioni dei vari strumenti sui cittadini italiani. Ancora peggio se consideriamo quanti studi hanno un blog, uno degli strumenti che i comunicatori del settore dentale consigliano per tenersi in contatto con i propri pazienti: solo il 4,3% ne ha attivato uno. Ma questo oggi. Nel futuro prossimo i dentisti si attiveranno per essere presenti sui principali social network? Risponde no il 72,6% mentre il 20,1% si dice molto più possibilista ammettendo che ci sta pensando. Certo delle potenzialità di questi strumenti il 7,3% degli intervistati che hanno dichiarato di avere intenzione di attivarne almeno uno. A dimostrare di come i dentisti che decidono di essere presenti sui social network sono convinti dell'utilità e del fatto che per funzionare deve essere aggiornato frequentemente il dato che indica come il profilo dello studio venga modificato almeno una volta al giorno (11,7%) o una volta la settimana (34,0%). Anche in questo caso, come per il sito internet, ad aggiornarlo è prevalentemente il titolare dello studio (64,9%). 11

13 Per quanto riguarda la pubblicità dello studio il dentista italiano non sembra trovare utile farsi pubblicità. L'84,6% degli intervistati dichiara di non utilizzare questo strumento per farsi conoscere e trovare dai cittadini. Chi ha deciso di farsi pubblicità sceglie l'inserzione sul giornale locale (47,4%) o il volantinaggio (33,3%). A preferire i cartelloni pubblicitari le società mentre l'utilizzo delle inserzioni su internet è trasversale. Dai dati rilevati sembrerebbe oramai in declino l'utilizzo della vendita delle prestazioni attraverso i buoni offerti tramite i siti di social shopping, solo il 3,8% li utilizza. Anche il dato sugli investimenti economici per la pubblicità confermano come per i dentisti questa attività sia marginale. Infatti l'investimento medio dello studio in pubblicità non supera i 3mila euro l'anno, ed il 47,4% non spende più di mille euro in un anno. Anche in questo caso sono le società a destinare un budget maggiore per gli investimenti pubblicitari. Ma fare pubblicità serve? Sembrerebbe di si almeno stando alla soddisfazione dei dentisti che la fanno. Il 48,7% ha dichiarato di essere soddisfatto dei risultati ottenuti mentre il 21,8% non riesce a valutare l'effettiva utilità. Per quanto riguarda invece le nuove tecnologie la rivoluzione digitale all'interno del settore dentale non stravolge ovviamente solo il modo di comunicare o di aggiornarsi ma anche il modo di curare e riabilitare i pazienti. Nuove tecnologie che sembrano incominciare a diventare strumenti di uso comune negli studi odontoiatrici italiani a cominciare dalle tecnologie per la diagnostica per immagine, complice anche una facilità di utilizzo maggiore rispetto alle vecchie strumentazioni. Il 68,5% degli intervistati ha infatti dichiarato di avere in studio almeno un radiografico digitale mentre il mercato dei Cone beam deve ancora svilupparsi come anche quello dei fresatori Cad Cam. Tra le altre "nuove" tecnologie, buona la presenza degli scanner intraorali (14,3%), visto che è sicuramente una delle tecnologie più nuove a disposizione dello studio, e dei laser odontoiatrici (27,0%). Come in tutti i settori professionali e produttivi l'impatto che le nuove tecnologie hanno sui professionisti non sono univoche. E se da una parte c'è un 26,8% di dentisti che dichiara di voler, nei prossimi 24 mesi, dotare il proprio studio di uno di questi strumenti c'è un 73.2% che dice di non aver nessuna intenzione di acquistarne uno. Entrando nello specifico abbiamo anche voluto capire se i dentisti italiani pensino che la tecnologia Cad Cam rivoluzionerà il modo di produrre le protesi odontoiatriche. Sembrerebbe di si, viste le risposte. Prevalentemente perché offre protesi più precise (43,0%), perché abbatte i tempi di realizzazione (39,2%), perché abbatte in costi di produzione (17,8%). Quale è possibile ritenere come dato più rilevante di questa serie appena descritta? Certamente che l opportunità di esercitare il diritto di scelta non manca al consumatore-paziente, che attivamente è sempre più connesso ai nuovi canali pubblicitari e sempre più si attrezza per esercitare una scelta che sia consapevole. D altra parte però possedere i mezzi o utilizzarli in modo superficiale è l atteggiamento per il quale molti studi dovrebbero correre ai ripari. Se tasselli salienti del puzzle sono la professionalità degli specialisti e le tecnologie all avanguardia, a completare il quadro serve infondere la fiducia nei nuovi canali web e nell affidarsi a professionisti nel loro campo d azione, ad esperti nel settore dentale che hanno come obiettivo creare un innovativo ponte di comunicazione tra il paziente e lo specialista, parafrasando la mission nella quale Ideandum crede fermamente e che sino ad ora le ha dato ragione. Perché per lo Studio professionalità e tecnologie sono molto importanti, ma è ancor più importante che gli altri lo sappiano. 12

14 L AUTORE DI QUESTO EBOOK: IDEANDUM SRL. UNA CRESCENTE FIDUCIA CHE CI SPINGE A PROSEGUIRE NELLA STESSA DIREZIONE Siamo una realtà giovane ma al tempo stesso unica nel panorama delle agenzie di marketing perché ci rivolgiamo al Settore Dentale. Ne interpretiamo le esigenze e vantiamo una solida esperienza che ha portato oltre 250 studi odontoiatrici in italia a sceglierci. Crediamo fortemente nel connubio tra il marketing tradizionale e le Internet Technologies mettendo la nostra esperienza al servizio degli specialisti odontoiatri. Obiettivo fondamentale è la creazione di una strategia a misura dello specialista concertando i servizi più adatti ad interpretare in maniera ottimale le sue esigenze. Come nasce Ideandum? Nasce grazie all idea di Martina Regazzoni (attuale Marketing Manager) e Alessandro Zanella (Project Manager) che da tempo hanno individuato nel marketing del settore dentale un opportunità interessante, che decidono di cogliere dando vita nel 2012 a quella che poi diventerà l agenzia di marketing di riferimento nel panorama dentale, Ideandum. Nello stesso anno viene raccolta la richiesta di alcuni consulenti commerciali Invisalign di trovare un supporto per la promozione commerciale di alcuni OpenDay. Progressivamente l idea si rivela azzeccata e cresce il numero degli studi che si rivolgono a Ideandum Srl, che nel frattempo ha lanciato con successo i network di Sorriso Invisibile in tutt Italia. Il 2014 è l anno della grande crescita in termini di professionalità coinvolte, di fatturato generato, di partnership importanti con altri soggetti del settore dentale. Il 2015 è l anno di importanti sfide: nuove partnership interessanti con imprese del settore dentale e il lancio dell innovativo progetto Dentalian, Associazione Esclusiva per gli Studi Odontoiatrici (tutte le informazioni su Perché scegliere Ideandum? Scegliere Ideandum significa scegliere un partner giovane e dinamico con una chiara esperienza acquisita sul campo, un entità capace di leggere le necessità del cliente e di trovare la soluzione su misura grazie al mix di professionalità del proprio team. Ideandum è oggi una realtà solida che ha vinto la propria scommessa e che guarda al futuro con un ottica sempre attenta alle nuove tendenze del mercato e ai nuovi media per soddisfare al meglio le esigenze e gli obiettivi dello Studio Odontoiatrico che ci sceglie. E un Agenzia Marketing che vanta una consolidata esperienza nel settore Dentale e che collabora con oltre 250 Studi Dentistici, Cliniche e Poliambulatori in tutt Italia. E attenta alle nuove disposizioni sulla pubblicità sanitaria in base alla normativa del Decreto Bersani. E specializzata in consulenze nel settore Odontoiatrico e Medicale e offre un approccio strategico con poca perdita di tempo da parte del cliente, garantendo ai propri clienti servizi a 360 dal web e visual marketing alla grafica e stampa digitale, mettendone sempre in primo piano le esigenze. Ogni informazione sui servizi di Ideandum al sitoweb 13

15 Fonti

16 Esperti nel settore dentale per creare un innovativo ponte di comunicazione tra il paziente e lo specialista. IDEANDUM S.R.L. Via Marconi, Bolzano Vicentino (VI) P.IVA

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:!

I Valori del Manifesto Agile sono direttamente applicabili a Scrum:! Scrum descrizione I Principi di Scrum I Valori dal Manifesto Agile Scrum è il framework Agile più noto. E la sorgente di molte delle idee che si trovano oggi nei Principi e nei Valori del Manifesto Agile,

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Dai valore al tuo domani. fondo pensione

Dai valore al tuo domani. fondo pensione Dai valore al tuo domani fondo pensione fondo pensione E grande la soddisfazione per aver raggiunto l'obiettivo di realizzare il primo Fondo di Previdenza Complementare di categoria gestito da una Cassa

Dettagli

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko

Modelli di consumo e di risparmio del futuro. Nicola Ronchetti GfK Eurisko Modelli di consumo e di risparmio del futuro Nicola Ronchetti GfK Eurisko Le fonti di ricerca Multifinanziaria Retail Market: universo di riferimento famiglie italiane con capofamiglia di età compresa

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Codice Deontologico degli psicologi italiani

Codice Deontologico degli psicologi italiani Codice Deontologico degli psicologi italiani Testo approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine nell adunanza del 27-28 giugno 1997 Capo I - Principi generali Articolo 1 Le regole del presente Codice

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute

La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute La Carta di Ottawa per la Promozione della Salute The Ottawa Charter for Health Promotion 1 Conferenza Internazionale sulla promozione della salute 17-21 novembre 1986 Ottawa, Ontario, Canada La 1 Conferenza

Dettagli

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari

REAL ESTATE. Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari REAL ESTATE Il software per la gestione della presenza online per le agenzie immobiliari è un sistema progettato per garantire la semplice gestione della presenza online per le agenzie immobiliari. Il

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying

Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying by Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying di Alberto Cattaneo Partner, Cattaneo Zanetto & Co. Il ruolo delle terze parti nelle azioni di lobbying Ormai è diventato un

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Descrizione tecnica Indice

Descrizione tecnica Indice Descrizione tecnica Indice 1. Vantaggi del sistema Vertical Booking... 2 2. SISTEMA DI PRENOTAZIONE ON LINE... 3 2.1. Caratteristiche... 3 I EXTRANET (Interfaccia per la gestione del programma)... 3 II

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010

voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Grazie per il suo interesse alla nuova tecnologia voce dei cittadini in tempo reale OpinionMeter Chieda la sua prova personalizzata senza impegno entro il 15 ottobre 2010 Cristina Brambilla Telefono 348.9897.337,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

Business Intelligence. Il data mining in

Business Intelligence. Il data mining in Business Intelligence Il data mining in L'analisi matematica per dedurre schemi e tendenze dai dati storici esistenti. Revenue Management. Previsioni di occupazione. Marketing. Mail diretto a clienti specifici.

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

Questionario indagine di customer su servizi e progetti innovativi di Roma Capitale

Questionario indagine di customer su servizi e progetti innovativi di Roma Capitale Questionario indagine di customer su servizi e progetti invativi di Roma Capitale 1. Sei M F 2. Qual è la tua età? Fi a 20 anni Da 21 a 40 anni Da 41 a 60 Oltre i 60 anni 3. Qual è il tuo titolo di studio?

Dettagli

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane

DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV. Ecco i prodotti e le applicazioni. per innovare le imprese italiane Comunicato stampa aprile 2015 DALLA RICERCA & SVILUPPO SIAV Ecco i prodotti e le applicazioni per innovare le imprese italiane Rubàno (PD). Core business di, nota sul mercato ECM per la piattaforma Archiflow,

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo SOMMARIO Perché i progetti di Welfare falliscono? Falsi miti e azioni concrete per un welfare di successo

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING

GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO IL MARKETING A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA SOMMARIO PREMESSA... 5 PRINCIPI E FASI DEL MARKETING... 6 BISOGNI, DESIDERI, DOMANDA... 6 VALORE, COSTO E SODDISFAZIONE...

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Ecco come farsi ascoltare dai clienti

Ecco come farsi ascoltare dai clienti Ecco come farsi ascoltare dai clienti L 80% dei clienti non guarda la pubblicità, il 70% rifiuta le chiamate di vendita, il 44% non apre le email: il cliente ha chiuso la porta. La soluzione al problema

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE

PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE PRESENTARE UN IDEA PROGETTUALE LINEE GUIDA PER UNA EFFICACE PRESENTAZIONE DI UN BUSINESS PLAN INTRODUZIONE ALLA GUIDA Questa breve guida vuole indicare in maniera chiara ed efficiente gli elementi salienti

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001

Programma di Compliance Antitrust. Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Programma di Compliance Antitrust Allegato B al Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo ex D. LGS. 231/2001 Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 19 febbraio 2015 Rev 0 del 19 febbraio

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF)

Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) Il quadro europeo delle qualifiche (EQF) di A. Sveva Balduini ISFOL Agenzia Nazionale LLP Nell aprile del 2008, al termine di un lungo lavoro preparatorio e dopo un ampio processo di consultazione che

Dettagli

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM

La Guida di. La banca multicanale. In collaborazione con: ADICONSUM La Guida di & La banca multicanale ADICONSUM In collaborazione con: 33% Diffusione internet 84% Paesi Bassi Grecia Italia 38% Spagna Svezia Francia 80% Germania Gran Bretagna 52% 72% 72% 63% 77% Diffusione

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

Prosegue il percorso di riflessione

Prosegue il percorso di riflessione strategie WEB MARKETING. Strategie di Customer Journey per la creazione di valore Il viaggio del consumatore in rete Come le aziende possono calarsi nell esperienza multicanale del cliente per costruire

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI

PLAYBOOK EMAIL REMARKETING. Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI PLAYBOOK OTTIMIZZAZIONE DELLE CONVERSIONI EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti che abbandonano il carrello. EMAIL REMARKETING Tre modi per trasformare in acquirenti gli utenti

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTÀ DI SCIENZE STATISTICHE CORSO DI LAUREA IN STATISTICA E GESTIONE DELLE IMPRESE TESI DI LAUREA LA PUBBLICITA E LA SUA EFFICACIA: UNA RASSEGNA. RELATORE: PROF.SSA

Dettagli