La nuova musica popolare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La nuova musica popolare"

Transcript

1 anno 1 numero 1 maggio ottobre GALVERLA 1 PERIODICO DI INFORMAZIONE DEL GRUPPO DI AZIONE LOCALE VERSANTE LAZIALE DEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO tracce di identità e percorsi di innovazione anno 1 numero 1 MAGGIO 2013 PERIODICO DI INFORMAZIONE DEL GRUPPO AZIONE LOCALE GAL VERSANTE LAZIALE DEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO Iscrizione al Tribunale di Cassino 1/ GAL - Versante Laziale del PNA, Piazza Marconi, Alvito (FR) tel Quando la musica diventa ricerca. Popolare è Europeo? Più di quanto possiamo pensare. Ambrogio Sparagna ci racconta il perché Galverla. e le nuove interazioni multimediali fra reale e virtuale. Scopri di più a pag. 5. Ambrogio Sparagna La nuova musica popolare italiana è espressione di un complesso fenomeno culturale nato nelle aree periferiche della Penisola già a partire dagli anni Novanta e che negli ultimi anni sta acquisendo grande rilievo sociale. Di fronte ad una profonda crisi di valori che attraversa tutti i settori della nostra società, le piccole comunità sparse nei piccoli centri tra le Alpi e gli Appennini così come nei territori isolani, cercano risposte alternative nella riscoperta delle proprie radici culturali. La musica popolare è ritornata protagonista della festa: nei rituali Quaresimali, come in quelli dell Avvento, nei Carnevali alpini come in quelli degli Appennini, nelle feste del Maggio come in quelle Mariane, nelle processioni devozionali, così come in tante altre occasioni del calendario liturgico e della vita sociale delle comunità, questa si riaffaccia con i suoi tanti strumenti tipici, favorendo la ricostruzione di segni di identità sociale. I protagonisti della nuova musica popolare italiana sono giovani cantori, strumentisti, gruppi spontanei che vivono nelle aree periferiche del Paese. Alcuni studiano nei conservatori, altri frequentano le università, altri ancora lavorano in piccole attività locali. La loro prima finalità è quella di sviluppare la propria passione musicale animando la vita delle comunità a cui fanno riferimento e, per alcuni, i più bravi e determinati, la speranza che questa passione possa diventare con il tempo e la fortuna anche una professione di vita. Questa nuova stagione di interesse per la valorizzazione delle forme della musica popolare è un fenomeno che ha investito anche l area della Valle di Comino, un territorio ancora largamente caratterizzato da antiche pratiche cerimoniali religiose che vedono protagonisti decina di migliaia di partecipanti. Grazie ad una serie di attività di promozione culturale realizzate dal GAL, una delle ultime azioni è rappresentata dal Progetto D Entroterra, che ha attivato un laboratorio teorico pratico sui Canti della tradizione in Valcomino, finalizzato alla riscoperta e riproposizione di una serie di canti tipici del repertorio dell Avvento, a cui hanno partecipato numerosi allievi, alcuni dei quali giovani di grande talento. La prima parte del Progetto si è conclusa con un concerto saggio degli allievi a Atina nel salone del Palazzo Ducale di fronte ad un numeroso e caloroso pubblico. Prossimamente sono in programma anche altri momenti di studio e approfondimento teorico e pratico. Lo scopo è incentivare la formazione di nuove occasioni di incontro nelle comunità locali, e di riempire di gioia di vivere i tempi della nostra contemporaneità sempre più intrisa di tristezza e malinconia. [di Ambrogio Sparagna] Palazzo Ducale di Atina Laboratorio musicale sui canti della tradizione popolare Ma cos è il GAL? IL GRUPPO DI AZIONE LOCALE (GAL) Il Gal è una Agenzia di Sviluppo che, unica nel territorio delle valli di Comino, del Liri e dell area dei Monti Ernici, finanzia progetti a cittadini, imprese, Comuni e associazioni, utilizzando fondi europei. È una associazione tra Enti Pubblici e privati tutori di interessi diffusi, nata dal territorio e che lavora per il territorio. I PROGETTI REALIZZATI Negli ultimi 13 anni il Gal ha finanziato: 116 progetti a imprese (agricole, artigianali, turistiche e dei servizi); 39 progetti ai Comuni soci (piazze, musei, aree attrezzate...); 15 progetti alle associazioni del territorio. I BANDI Attraverso i suoi bandi il Gal incoraggia e finanzia progetti che valorizzano le potenzialità del territorio in una prospettiva di sviluppo delle imprese, dell occupazione, e delle risorse esistenti. I bandi sono lo strumento del Gal per convogliare sul territorio i fondi dell Unione Europea. I SETTORI I settori di intervento sono: agricoltura, artigianato, ambiente, turismo, servizi. UTILITÀ Visita il sito e scopri come partecipare ai bandi che il Gal pubblica per realizzare il suo Piano di Sviluppo Locale Le vie della sostenibilità. IL PERIODICO Questa pubblicazione, con cadenza bimestrale, arriverà direttamente nelle vostre case e sarà distribuito in copie su tutto il territorio dei 28 Comuni soci del GAL, con l obiettivo di informare sulle attività del Gal ed aiutare la conoscenza delle opportunità europee. FEASR FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE: L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI ASSE IV LEADER

2 2 GALVERLA anno 1 numero 1 In questo numero del giornale si pubblicano nuovi bandi per il cofinanziamento di attività che vanno dall artigianato agroalimentare al commercio, dall agricoltura al turismo, dalla riqualificazione dei borghi ai servizi pubblici e privati alla persona. Uscire dalla crisi... strategie e fondi europei Loreto Policella Presidente del GAL In questo secondo numero di Galverla stiamo pubblicando nuovi bandi per il cofinanziamento di attività che vanno dall artigianato agroalimentare al commercio, dall agricoltura al turismo, dalla riqualificazione dei borghi ai servizi pubblici e privati alla persona. A tale proposito, abbiamo posto alcune domande al presidente del Gal Loreto Policella. Il GAL opera esclusivamente nelle aree rurali, ma cosa si intende per area rurale? Le aree rurali, non devono essere confuse con aree agricole anche se le contengono, sono le aree geografiche esterne ai territori classificati urbani. Alla rigida divisione del territorio tra città e campagna, che anticamente era definita dalle mura di cinta a protezione delle città, si è progressivamente sostituita, dalla rivoluzione industriale in poi, una maggiore integrazione tra territorio costruito e territorio agricolo. Molto del Le aree rurali dei GAL europei territorio europeo oggi è costituito da questa integrazione. Per area rurale, pertanto, non si intende soltanto il territorio con vocazione agricola, come spesso si immagina, ma tutte le aree non urbane. Circa il 50% della popolazione dei 27 Stati membri dell UE vive in zone definite rurali, le quali coprono oltre il 90% del territorio europeo. Anche in Italia le aree rurali sono più del 90% della superficie nazionale. In provincia di Frosinone, esclusi alcuni centri urbani come Frosinone, Cassino, Sora e pochi altri tutto il resto del territorio può definirsi area rurale Perché le aree rurali sono così importanti per l Europa? Il concetto di ruralità, nel corso degli anni, è stato oggetto di rinnovata attenzione, particolarmente nei paesi occidentali ed europei, non solo per la sua estensione, ma anche perché queste aree si sono rivelate portatrici di diverse e complementari identità storiche, culturali ed economiche a cui l Europa non ha voluto rinunciare, considerandole un punto di forza e del proprio modello di sviluppo e non un problema o una diversità da unificare. E stato quindi possibile concepire, per le aree rurali, un modello di sviluppo sostenibile perché rispettoso delle singole caratteristiche, geografiche, storiche, paesaggistiche, ambientali. E nata una innovativa modalità di programmazione delle politiche nelle aree rurali, l approccio dal basso ascendente, per dare adeguate risposte alle esigenze primarie dei cittadini che vi vivono, sviluppandone le potenzialità ed accrescendo la coesione sociale e la qualità della vita. La metodologia LEADER, ormai alla quarta programmazione comunitaria, è una efficace opportunità per rendere possibile tutto questo. I 28 Comuni aderenti al Gal, hanno quindi dei vantaggi ad essere classificati territori rurali? Il vantaggio per i nostri territori consiste innanzitutto nella possibilità di concepire uno sviluppo sostenibile rispetto all identità, fondato innanzitutto sulle risorse locali, compatibile con le strategie fissate a scala continentale, e quindi competitivo rispetto agli scenari economici mondiali e globali. Inoltre, i Comuni, Comunità Montane, Associazioni, Imprese, cittadini possono utilizzare per questo sviluppo fondi comunitari. [a cura di Elide Di Duca]

3 anno 1 numero 1 GALVERLA 3 Le aree rurali e le caratteristiche del LEADER La distinzione fra rurale ed agricolo è sempre meno accentuata in Italia dove le aziende agricole occupano quanto è lasciato libero dall urbanizzazione, dalle infrastrutture, dagli insediamenti civili e produttivi dei centri urbani. L evoluzione delle imprese agricole familiari e i mutamenti di natura insediativa, sociale ed economica hanno portato ad una ridefinizione del concetto di zone rurali e di economia rurale. La Commissione Europea, per classificare i territori come rurali o urbani, utilizza una metodologia basata sulla densità di popolazione. Sono considerati rurali i territori che registrano una densità di popolazione inferiore a 150 abitanti per km 2. I territori europei sono distinti fra territori prevalentemente rurali, rurali intermedi e regioni prevalentemente urbane. L acronimo LEADER può essere tradotto come Collegamenti tra azioni dello sviluppo economico rurale. L unità amministrativa di base è il Gruppo di Azione Locale (GAL), un organismo senza fini di lucro, aperto a tutti i soggetti presenti sul territorio. La fase pilota di LEADER ( ) ha interessato 217 regioni d Europa. Nell attuale programmazione ( ) l approccio Leader è ormai divenuto parte integrante della politica di sviluppo rurale dell UE interessando circa territori rurali (GAL) nei 27 Stati membri. LE 7 CARATTERISTI- CHE DEL PROGETTO LEADER. 1. L approccio dal basso L approccio ascendente implica che gli attori locali partecipano alla decisione della strategia e alla scelta delle priorità, elaborando il Piano di Sviluppo Locale. Il coinvolgimento degli attori locali include la popolazione in senso lato, i gruppi d interesse socioeconomico e le istituzioni pubbliche e private rappresentative. 2. L approccio territoriale L approccio Leader si attua nel territorio dei Comuni soci del Gal, un territorio omogeneo, con tradizioni e identità comuni circa il quale il Gal individua punti di forza e debolezze, minacce ed opportunità, nonché i principali ostacoli che frenano lo sviluppo sostenibile. 3. Il partenariato locale Il Gruppo di Azione Locale (GAL), ente senza fini di lucro, associa enti pubblici e privati in un partenariato locale, che garantisce partecipazione dal basso e sostegno con finanziamenti europei. 4. L integrazione e la multisettorialità Il LEADER è un programma di sviluppo multisettoriale per i territori rurali europei: le azioni e i progetti locali previsti devono essere collegati e coordinati come un insieme coerente. Il GAL è un raggruppamento di soggetti spesso molto diversi tra loro; è proprio la loro diversità a rappresentare una opportunità di innovazione. 5. Il collegamento in rete Il Gal è una rete di attori locali che coopera mediante reti nazionali e reti europee. La creazione di reti permette di trasferire buone pratiche, diffondere l innovazione, instaurare relazioni tra le persone, i progetti e i territori rurali, aiutandoli a superare l isolamento. 6. L innovazione I GAL devono apportare al territorio nel quale operano soluzioni innovative che rappresentano uno stimolo alla ricerca costante di soluzioni nuove, inedite e talvolta persino audaci. 7. La cooperazione interterritoriale ed internazionale La cooperazione interterritoriale conferisce dimensione europea allo sviluppo locale dei territori rurali. Essa consente lo scambio, la condivisione Campoli Appennino Vallone Lacerno e il trasferimento di conoscenze. In Italia le aree rurali sono individuate nel Piano Strategico Nazionale (PSN) in accordo con le Regioni, utilizzando una classificazione delle tipologie di aree rurali (Zone D, C e B) e dei poli urbani (Zona A). [a cura di Loreto Policella]

4 4 GALVERLA anno 1 numero 1 Progetti realizzati dal Gal Percorsi turistici innovativi Benvenuti nella Veroli sotterranea Intervista al Sindaco Giuseppe D Onorio Giuseppe D Onorio Sindaco di Veroli Prof. D Onorio, una realtà importante quella del patrimonio archeologico di Veroli, quale è stata l intuizione che ha portato al recupero dell antico percorso romano e quale è stato l impatto di questa scoperta? Della Veroli sotterranea molti studiosi avevano parlato in modo davvero interessante; tra questi è doveroso ricor dare Arduino Scaccia Scarafoni, Giuseppe Lugli e, in particolare, Lorenzo Quilici e Stefania Gigli. Questi ultimi, nel loro pregevole studio Ricerche di topografia per la forma urbana di Veroli pubblicato nel volume Città e monumenti nell Italia antica (1998), tornavano ad interessarsi di ciò che si conservava al di sotto dell attuale Palazzo Comunale della nostra città. Mancava però uno scavo che riportasse alla luce gli ambienti interni al foro e rimasti per secoli non praticabili. Un tesoro archeologico davvero interessante di cui dovevamo riappropriarci come città, un valore storico culturale da far fruire anche a chi verolano non è. Così dalla conoscenza teorica del sito, siamo passati alla sua valorizzazione con lo scavo archeologico eseguito con alta professionalità dalla ditta Lattanzi, sotto la stretta sorveglianza e qualificata direzione della dottoressa Sandra Gatti, funzionaria della Sovrintendenza archeologica del Lazio. L intervento di recupero ha riportato al suo antico splendore un Criptoportico risalente al IV sec. a.c. La scoperta di questo patrimonio ha permesso secondo lei anche una riscoperta delle radici storiche del vostro territorio e una conseguente valorizzazione di esse? Come dicevo precedentemente, la riscoperta di tale patrimonio è stata occasione per approfondire le nostre origini che, è bene ricordarlo, risalgono al popolo Ernico. Personalmente credo che la forza di un territorio sia proprio quella di far leva sulle proprie origini e sui propri valori per poter avere un ulteriore sviluppo nel prossimo futuro. È, infatti, dal nostro passato ricco di storia che dobbiamo cogliere le opportunità per continuare a focalizzare l attenzione su Veroli e Attraverso il supporto del GAL si sono ottenute le risorse finanziarie per effettuare l intervento archeologico all interno del museo civico di Veroli, riportando alla luce e alla conseguente fruizione il criptoportico. Questa azione è stato cofinanziata grazie al Programma Leader , Misura II azione 2.a.2 Inventario, restauro, valorizzazione dei beni storico culturali, per un importo di e sul suo immenso e ricco territorio. Solo su queste basi si potranno valorizzare le nostre peculiarità e le ultime scoperte archeologiche affinché le giovani generazioni possano raccoglierne i frutti sotto l aspetto culturale ed economico. Quale è, per sua esperienza come amministratore, il percorso giusto da individuare per conservare in una città come Veroli questo patrimonio archeologico? Non esiste conservazione senza fruizione. Tutto ciò che è fruibile è naturalmente tutelato e preservato per essere trasferito ad altri ed altri ancora. È su tali principi che l Amministrazione comunale ha orientato i suoi interventi per consentire a Veroli di potersi proiettare in un circuito, quello del turismo archeologico, che da nicchia perché qualche decennio fa sembrava potesse interessare solo agli studiosi si è sempre più andato caratterizzando come un Veroli il Criptoportico Il restauro in cifre Veroli Panorama ,73. Attualmente si sta procedendo ad un ampliamento del sito con un ulteriore finanziamento del turismo quasi di massa. Ciò ha determinato una vera e propria rete di informazione facendo aumentare in modo esponenziale la ricerca di siti interessanti e ancora inesplorati come il museo civico ed archeologico di Veroli. [di Elide Di Duca] nuovo programma Leader , misura azione 313 turismo, per un importo di e

5 anno 1 numero 1 GALVERLA 5 Nuovi progetti del Gal Servizi innovativi per gli abitanti Santi ma non troppo Storia di un sogno diventato realtà, o meglio, impresa a otto mani. I ragazzi fondatori del Santo Bevitore Santo Bevitore: questo il nome di questo piccolo ristorante a Terelle, nato da pochi mesi ma che ha avuto, da subito, un successo fuori dall ordinario. Forse perché il Santo Bevitore è un idea nata da quattro ragazzi, legati prima di tutto da una fraterna amicizia, e poi dalla passione per il cibo, il vino e l identità locale. Benedetto, Rocco, Luigi e Giuliano, ognuno di loro con una propria occupazione, completamente estranea a quella della ristorazione. Un laureato in legge, un commercialista, un architetto e un geometra. A loro abbiamo chiesto come è nata questa avventura. Perché il Santo Bevitore? La parola chiave è: passione comune per la ricerca dei prodotti tipici. Diventata quasi un ossessione per le eccellenze locali. Per noi la tradizione non rappresenta la nostalgia bensì la scoperta. Scoperta della propria terra, scoperta del proprio passato. Nonostante nessuno di noi avesse mai preso una zappa in mano, abbiamo imparato che non c è scuola di vita migliore che l agricoltura. Coltivare la Terra insegna la pazienza, la cura, il rispetto della natura e dei suoi ritmi. Insegna che non puoi controllare tutto, che devi affidarti a qualcosa che è più grande di Te. Studiare, lavorare, sperimentare e aspettare i frutti del tuo impegno. È questa la filosofia del SantoBevitore... colto e mangiato come una volta! Tornare Approfondimento PRO.DI.GI. all agricoltura e ai sapori di una volta. Tornare indietro per noi non significa peggiorare ma migliorare. Come nasce il Santo Bevitore? Essendo dei grandi cultori della tavola, e assidui frequentatori di ristoranti e locande, abbiamo sentito l esigenza di colmare un vuoto che ritrovavamo durante le nostre spedizioni di forchetta. Non c era più nessun ristorante che facesse i piatti di una volta; quelli della domenica a casa, quando tutti si ritrovano intorno ad una tavola. Quello che mancava era l atmosfera che si respira nelle case degli italiani. Non solo fare il piatto di una volta, ma come una volta! Da dove siete partiti? Dalle nostre esperienze. Dalle nostre passioni. Dalle nostre tradizioni. Avendo tutti e quattro lavori completamente opposti a quelli del cibo, nei finesettimana, abbiamo iniziato a studiare il nostro territorio. Le nostre radici. La nostra identità. Questo cammino è stata una scoperta, continua, affascinante, sorprendente. Abbiamo conosciuto paesaggi, incontrato volti, ascoltato storie che non avremmo mai immaginato potessero appartenerci. Lo abbiamo fatto con la pancia e le orecchie a terra. Consapevoli di non aver nessuna conoscenza a riguardo. Ci siamo sempre fidati solo della nostra passione e del nostro entusiasmo e, molte volte, del nostro palato! Quello che mancava era mettere in rete i contadini del L Associazione Pro.di.gi. (PROGETTI DI GIOVA NI), composta da giovani accomunati per l amore delle tradizioni locali e tipiche, ha condotto uno studio, promosso da Borghi autentici d Italia sulla base delle indagini Doxa e Mercury, sul futuro dei piccoli Comuni. Basandosi sui risultati, che sottolineano quanto sia importante per i borghi puntare sulle proprie risorse, con un richiamo alla memoria e attraverso l interazione con il luogo, Pro.di.gi. ha individuato nella sala polivalente Ex Municipio di Terelle il luogo ideale per realizzare il progetto. La risistemazione dell ex casa comunale per servizi ricreativi e culturali è stata finanziata grazie al contributo del GAL sul PSL Le vie della sostenibilità Asse IV Leader PSR Lazio 2007/2013 Misura Servizi essenziali per l economia e la popolazione rurale (Bando 9/2011). territorio, farli conoscere creando una piccola comunità. La comunità dei padri delle eccellenze [a cura della redazione] Galverla,un giornale nuovo e interattivo! Dal prossimo numero uno specifico simbolo indicherà le pagine con elementi interattivi. Il nostro giornale si avvarrà di uno strumento nuovo e di grosso impatto emotivo. Un applicazione di ultima generazione consentirà di visualizzare direttamente in streaming animazioni 3D, filmati, elementi audio e multimediali. Leggi e Vedi un giornale che va oltre la solita carta.

6 6 GALVERLA anno 1 numero 1 La voce delle Associazioni Questa pagina è dedicata alle esperienze associative più rilevanti realizzate con il sostegno del GAL. Segnalate le vostre iniziative all indirizzo: Vivere nei cuori che lasciamo dietro di noi non è morire T. Campbell. Associazione Fiorini, quando la memoria diventa cultura Danilo Fiorini Prendendo spunto dalla frase del noto poeta scozzese Campbell, abbiamo voluto creare un associazione culturale dedicata ad un nostro amico prematuramente scomparso: amante della fotografia, dei libri, delle arti e della musica. Il modo migliore per ricordare Danilo è stato, per noi, promuovere la cultura e l associazionismo nel nostro territorio. La nostra lettera di presentazione iniziava con: Non occorre essere in tanti per realizzare un grande progetto, ma è necessaria la condivisione di una volontà e di un percorso comune Ebbene, il risultato è stato per noi sbalorditivo: l associazione conta più di duecento soci, più una miriade di sostenitori e di idee da realizzare. Le svariate attività Posta Fibreno Allestimento mostra fotografica a cura dell Associazione dell associazione si concentrano principalmente sugli interessi e le passioni di Danilo, tra esse prima fra tutte la fotografia. Poiché uno dei suoi sogni era quello di allestire una mostra fotografica, abbiamo voluto realizzare un esposizione di scatti dal titolo Tracce, divisa in Tracce di vita (raffiguranti momenti di vita vissuta e di reportage), Tracce di noi (dedicate ai ritratti) e infine Tracce di me (interamente dedicata a Danilo). Successivamente abbiamo deciso di istituire un importante concorso nazionale di fotografia dal nome Trofeo Griecone. Uno dei progetti più importanti realizzati dall ADF è stato inoltre l allestimento della Biblioteca comunale di Posta Fibreno, attraverso la donazione di più di mille libri e di PC necessari per il collegamento interbibliote cario. Vicoli in Festa è il nome dell altro importante evento creato dall Associazione Danilo Fiorini. La manifestazione, che si svolge durante il periodo natalizio per i vicoli del centro storico del nostro Comune, prevedendo l esibizione di cori polifonici, l apertura della Casa di Babbo Natale a tutti i bambini, serate culinarie dedicate alle tradizioni locali e, soprattutto, il concorso di Arte Presepiale che spinge i numerosi partecipanti ad allestire bellissimi presepi artigianali nelle storiche abitazioni. Tutti insieme, unendo le nostre passioni ed il nostro impegno, facciamo in modo che il nome dell Associazione Danilo Fiorini sia il vero motore di tutto questo. [di Franco Angelo Lecce] Info: C. da Tagliata 14, Posta Fibreno Frosinone Italia L Associazione Danilo Fiorini nasce così il 2 aprile 2007 a Posta Fibreno, un piccolo comune in provincia di Frosinone, conosciuto da tutti per la presenza di un meraviglioso lago, Riserva naturale regionale. Le sue attività principali si svolgono all insegna della promozione artistica e della convivialità, mettendo in campo le conoscenze degli associati per LA storia l organizzazione di corsi di fotografia e corsi di cucina di vario livello. Questo piccolo sogno pian piano sta diventando un modello di sviluppo culturale di riferimento per tutta la zona, con partecipazioni di pubblico numerose e con attestati di stima che fanno capire che la strada intrapresa dall associazione è quella giusta.

7 anno 1 numero 1 GALVERLA 7 D entroterra, dentro te Esperienze creative al servizio del cittadino Alvito Festival delle Storie 2012 Casalvieri Festival delle Storie 2012 D entroterra, Dentro te, questo è il nome del progetto, concepito seguendo una filosofia di ritorno alla soggettività dei luoghi, (persone, arti, paesaggi, storie, linguaggi, sonorità, ecc), parti di territorio dotate di identità specifiche, perciò irriducibili e capaci di produrre identità in grado di dialogare con altre identità. Il progetto coincide con la stessa filosofia del GAL: credere che la cultura, le risorse ambientali, il forte legame con le nostre radici possano diventare uno strumento per sprigionare le tante energie sommerse di operatori, di giovani, soprattutto donne, che in questo territorio vogliono trovare una prospettiva di vita. Il progetto è essenzialmente strutturato in laboratori, esperienze didattiche, ricreative e culturali attivati da un gruppo di imprese e associazioni che operano in ambiti diversi della cultura e dell ambiente e che negli anni hanno costruito eventi ed iniziative di pregio. L originalità consiste nel trasformare eventi ed attività isolate di già notevole qualità in un percorso sistematico e durevole di riflessione e di condivisione in cui i cittadini, resi protagonisti, possano ritrovare il valore reale delle risorse ambientali e culturali di cui dispongono e individuare modelli di sviluppo incentrati sulla sostenibilità ambientale e sull eticità. Il progetto suggerisce forse anche una possibilità per uscire dalla crisi Picinisco Festival delle Storie 2012 vedendola come opportunità di cambiamento in positivo, credendo nel legame forte con le nostre radici. Scrittura, musica, teatro, cinema, paesaggi e gastronomia sono gli ingredienti di esperienze da vivere in laboratori e campus per cittadini e visitatori di ogni età, per imparare a crescere e divertirsi. Capofila del progetto è la società cooperativa Verdeblu, nata nel 1998 a San Donato Val di Comino (FR) da un gruppo di amici appassionati di temi ambientali. La cooperativa si occupa di allestimenti museali, promozione territoriale, divulgazione scientifica e turismo sostenibile. Collabora con parchi, riserve ed Enti locali in attività di educazione ambientale e valorizzazione territoriale. Partner attivi sono Archivio Aurunco, CinemAvvenire, Futuro Remoto, Kunoichi, Minimum fax live, tutti soggetti impegnati in prima linea da tempo in numerose attività di sviluppo culturale del territorio. [di Elide Di Duca] Progetto realizzato con il contributo del GAL Versante Laziale del Parco Nazionale d Abruzzo, Asse IV Leader PSR FEASR Misura Servizi per l Economia e le popolazioni rurali Iniziative e laboratori attivati dai partner: P Alvito - 23 Agosto 2012: conferenza stampa di presentazione del Progetto P Atina - Luglio 2012: laboratori musicali sperimentali Atina Campus 2012 a cura dell Associazione Kunoichi P Alvito - Agosto - Settembre 2012: Laboratori di scrittura creativa realizzati dall Associazione Minimum Fax Live nell ambito di Festival delle Storie 2012 P Alvito, Casalvieri, Picinisco - Agosto - Settembre 2012: allestimenti video e scenografici realizzati dalla Cooperativa Verdeblù nell ambito del Festival delle storie 2012 P Atina - 30 Novembre 2012: giornata di Studi internazionale e laboratori dedicati ad A. Tarkovskij a cura dell Associazione Kunoichi P Atina - Dicembre 2012: Laboratori sui Canti popolari della Valle di Comino coordinati dal Maestro Ambrogio Sparagna, a cura dell Associazione Archivio Aurunco P Atina - 15 Dicembre 2012: concerto orchestra e coro del Laboratorio Canti Popolari in Valle di Comino diretto da A. Sparagna Palazzo Ducale di Atina P San Donato Val di Comino - Aprile - Maggio 2013: Laboratori multimediali su paesaggio e identità - Incontri con le aziende vitivinicole dell Atina Doc e degustazione di prodotti tipici locali a cura della Cooperativa Verdeblu. APPUNTAMENTI 2013 LABORATORI TEMATICI NEL VERSANTE LAZIALE DEL PNA a cura della cooperativa verdeblu GIUGNO IL FICCANASO IL PAESAGGIO DELLE ERBE OFFICINALI SAN DONATO VAL DI COMINO L area dell Appennino centrale è ricca di erbe officinali, specie botaniche utilizzate per la preparazione di ricette tradizionali, infusi e rimedi naturali. Il laboratorio analizzerà il paesaggio locale soffermandosi sulle virtù di essenze, aromi, odori e sapori delle piante spontanee. Programma: escursione alla scoperta delle erbe officinali, visita guidata presso l azienda AGRIFAZIO di Alvito, degustazione di ricette tipiche preparate con erbe spontanee LUGLIO IL PAESAGGIO DELLA DIETA MEDITERRANEA SAN DONA- TO VAL DI COMINO Laboratorio alla scoperta dei prodotti e del paesaggio della dieta mediterranea. Escursioni guidate nei siti di produzione: vigneti, uliveti, stazzi dei pastori. Programma: attività laboratoriali sui piatti tipici della dieta mediterranea, performance teatrale di attori professionisti (Teatro Lanciavicchio) legata al tema della preparazione e del desiderio del cibo, passeggiate guidate e degustazione di prodotti tipici. I LABORATORI RIPRENDERANNO L ATTIVITÀ A SETTEMBRE CON IL PAESAGGIO AUTUNNALE informazioni: LABORATORIO DI EDITORIA E SCRITTURA CREATIVA a cura di MiniMuM Fax live AGOSTO VAL DI COMINO. Per il Festival delle Storie Minimum Fax attiverà dei laboratori aperti di editoria e di scrittura creativa curati dal personale e dagli scrittori della casa editrice e da professionisti del settore. Si parlerà del processo di lavoro in una casa editrice: dalla scelta del testo alla sua pubblicazione, passando per il lavoro di editing e di redazione, quello dell ufficio stampa e della promozione e comunicazione; di grafica editoriale: font, immagini,copertine; di scrittura narrativa: personaggio, voce narrante, dialoghi; delle contaminazioni fra cinema, tv e letteratura. Info: Minimum Fax tel LABORATORI ATINA CAMPUS LUGLIO 2013 a cura dell associazione Kunoichi Viaggio nella Valle di Comino - Laboratorio di approccio alla musica per i bambini del circolo didattico di Atina - Laboratorio divulgativo su vino e musica. Info: Associazione Kunoichi - tel

8 8 GALVERLA anno 1 numero 1 I progetti devono ricadere nel territorio dei comuni soci del gal, comuni di: Asse IV Leader PSR Piano di Sviluppo Locale Le vie della sostenibilità Misure (az. 1 e 3), 312; 313; 321 e 322. Acquafondata, Alvito, Arpino, Atina, Belmonte Castello, Boville Ernica, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Casalvieri, Colle San Magno, Fontechiari, Gallinaro, Monte S. Giovanni Campano, Pescosolido, Picinisco, Posta Fibreno, Ripi, San Biagio Saracinisco, San Donato Val di Comino, Sant Elia Fiumerapido, Settefrati, Terelle, Vallerotonda, Veroli, Vicalvi, Villa Latina e Villa Santa Lucia. scadenza presentazione progetti esecutivi e cantierabili (provvisti delle autorizzazioni necessarie) 30 giugno il gal sta raccogliendo progetti perché ritiene plausibile ottenere nuove risorse non utilizzate sul psr n. 14/2013 Plurifunzionalità e agriturismo Beneficiari privati Cosa: Ristrutturazione di edifici e strutture per realizzare fattorie didattiche, fattorie sociali, agrinido rurali, agricampeggio ecc.. (azione 1) e strutture agrituristiche (azione 3). Chi: Gli imprenditori agricoli (azione 1) ed iscritti all elenco provinciale attività di agriturismo (azione 3); 45% del costo totale approvato ,33 n. 15/2013 Sostegno alle microimprese Beneficiari privati Cosa: Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nei settori: a) artigianato e commercio per avviare o riqualificare attività di trasformazione e vendita di prodotti agroalimentari tradizionali (es. tartufo, carni, farine, fagioli, vino ecc.)del territorio del Gal; b) realizzare e gestire impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. c) servizi per l infanzia, assistenziali, attività didattiche e ricreative per una migliore fruizione di beni ambientali, culturali e naturali e per la tutela e promozione del territorio e dell ambiente. Chi: Piccole imprese esistenti o di nuova formazione operanti nei settori di cui sopra. 50% del costo totale approvato ,26 n. 16/2013 Attività turistiche Beneficiari pubblici e privati Cosa: punti di informazione e segnaletica turistica, percorsi attrezzati, ostelli, rifugi, aree sosta, centri visita ed ecomusei (Enti pubblici); Qualificazioni di alberghi 3 stelle (impresa turistica). 50% del costo totale (privati), 100% per (pubblici) IVA esclusa ,43 n. 17/2013 Servizi per le popolazioni rurali Beneficiari pubblici e privati Cosa: servizi di telesoccorso e telemedicina; aule didattiche, laboratori interattivi; attività ludicosportive e psicomotorie, laboratori artistici e teatrali, biblioteche cartacee e multimediali, orti sociali. Ristrutturazione di piccoli immobili da adibire allo svolgimento di servizi. Chi: Enti pubblici, Onlus, associazioni di imprese, cooperative sociali, associazioni culturali, partenariati pubblico-privati formalmente costituiti e dotati di personalità giuridica di diritto privato. 50% del costo totale (privati), 100% (pubblici) IVA esclusa ,83 n. 18/2013 Sviluppo e rinnovamento dei villaggi rurali misura Beneficiari pubblici e privati. Cosa: Arredo urbano, sistemazioni spazi pubblici, rifacimento facciate di edifici storici, interventi su immobili di pregio storico, illuminazione a led. chi: Enti pubblici, partenariati pubblico-privati Cosa: Rifacimento facciate di edifici. Chi: proprietari privati degli edifici oggetto dell operazione. 50% del costo totale (privati), 100% (pubblici) (IVA esclusa) Gli interventi si possono realizzare nei centri storici e nei borghi rurali di comuni che hanno meno di abitanti. Per comuni con più di abitanti gli interventi sono ammissibili solo nei borghi rurali. Responsabile del procedimento Direttore tecnico del GAL Versante Laziale del PNA Dr.ssa Tiziana Rufo Il Presidente del Gal arch. Loreto Policella Notizie Utili Piazza Marconi, Alvito- FR Tel Fax ORGANI DEL GAL Presidente: Loreto Policella Consiglio di Amministrazione Presidente Loreto Policella (delegato CIA) Consigliere Benacquista Loris (delegato Coldiretti) Consigliere Del Monaco Daniele (delegato Legacoop) Consigliere Raffa Francesco (delegato Legambiente Lazio) Consigliere Rossi Davide (delegato CNA) Assemblea degli Enti Locali: Alvito, Arpino, Atina, Acquafondata, Belmonte Castello, Boville Ernica, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Colle San Magno, Casalvieri, Fontechiari, Gallinaro, Monte San Giovanni Campano, Pescosolido, Picinisco, Posta Fibreno, Ripi, San Donato Val Comino, San Biagio Saracinisco, S. Elia Fiumerapido, Settefrati, Terelle, Vallerotonda, Veroli, Vicalvi, Villa Latina, Villa Santa Lucia. P.N.A.L.M., XIV Comunità Montana Valle di Comino, XV Comunità Montana Valle del Liri, Consorzio di Bonifica n 8 Conca di Sora, Camera di Commercio di Frosinone. In rappresentanza degli Enti Locali sono presenti nel CdA i comuni di: Acquafondata, Casalvieri, Gallinaro, Terelle, Veroli. Soci privati: A.I.A.B. Lazio, Centro Studi Letterari Valle di Comino, Confcooperative Italiane Unio. Prov. di Frosinone, Confederazione Italiana Agricoltori, Confederazione Nazionale dell Artigianato e della piccola e media impresa. Coldiretti, Compagnia Delle Opere Roma e Lazio, Donna Impresa, Donne In Campo Cia Di Frosinone, Legambiente Lazio, Lega Cooperative, Associazione Mela Verde Onlus, MU.S.A. Soc. Coop. Arl, Confagricoltura. STRUTTURA TECNICA DEL GAL Direttore: Tiziana Rufo Responsabile Amministativo e Finanziario: Alessio Iacobini Segreteria: Gianfranco Vano Hanno collaborato a questo numero: Elide Di Duca, Vittoria Pagnano, Tiziana Rufo, Giuseppe D Onorio, Loreto Policella, Luca Cappellaro, Associazione Pro.Di.Gi, Associazione Fiorini, Cooperativa Verdeblu. Direttore Responsabile: Elide Di Duca.

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti

Programma di Sviluppo Rurale per il Veneto 2007-2013 Asse 4 LEADER. 2. GAL Prealpi e Dolomiti FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali SCHEDA INTERVENTO A REGIA GAL Approvata con Deliberazione del Consiglio Direttivo del GAL n. 16

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM PER LE POLITICHE E GLI STUDI DI GENERE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA FORUM Tra differenza e identità. Percorso di formazione sulla storia e la cultura delle donne Costituito con Decreto del Rettore il 22 gennaio 2003, «al fine di avviare

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia

Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE. Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Istituto Comprensivo di Pero a.s. 2014-2015 COMPLET@MENTE Progetto di sperimentazione delle Indicazioni Nazionali- Scienze Tecnologia Nella prima parte dell anno scolastico 2014-2015 alcune classi del

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse

Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Essere biblioteca, fare biblioteche Spazi, servizi, risorse Trento 20 maggio 2011 1 Il Consorzio SBCR Atto Costitutivo 31 Luglio 1997 Il Consorzio per il sistema bibliotecario dei Castelli Romani è nato

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

Cà Dotta Le Vie del Fumo

Cà Dotta Le Vie del Fumo Cà Dotta Le Vie del Fumo Laboratorio di didattica multimediale per la Promozione della Salute Esperienze Sensazioni Conoscenze - Emozioni L ULSS n 4 Alto Vicentino, in collaborazione con la Regione Veneto

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020

La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 La gestione delle risorse energetiche e naturali del territorio nella programmazione comunitaria 2014-2020 Giuseppe Gargano Rete Rurale Nazionale - INEA Varzi, 18 giugno 2014 Priorità dell'unione in materia

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015

RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 RASSEGNA STAMPA La Regione che vogliamo Toscana 29 Aprile 2015 COMUNICATO STAMPA La Regione che vogliamo: la CIDA organizza il confronto con i candidati alla Presidenza della regione Toscana 29 Aprile

Dettagli

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA

SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA SECRETARY-GENERAL UNITED NATIONS NEW YORK NY 10017 USA Dear Mr. Secretary General, I m pleased to confirm that ALKEDO ngo supports the ten principles of the UN Global Compact, with the respect to the human

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE

CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE CENTRO OCSE LEED DI TRENTO PER LO SVILUPPO LOCALE BROCHURE INFORMATIVA 2013-2015 L Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico (OCSE) è un organizzazione inter-governativa e multi-disciplinare

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli