La nuova musica popolare

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La nuova musica popolare"

Transcript

1 anno 1 numero 1 maggio ottobre GALVERLA 1 PERIODICO DI INFORMAZIONE DEL GRUPPO DI AZIONE LOCALE VERSANTE LAZIALE DEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO tracce di identità e percorsi di innovazione anno 1 numero 1 MAGGIO 2013 PERIODICO DI INFORMAZIONE DEL GRUPPO AZIONE LOCALE GAL VERSANTE LAZIALE DEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO Iscrizione al Tribunale di Cassino 1/ GAL - Versante Laziale del PNA, Piazza Marconi, Alvito (FR) tel Quando la musica diventa ricerca. Popolare è Europeo? Più di quanto possiamo pensare. Ambrogio Sparagna ci racconta il perché Galverla. e le nuove interazioni multimediali fra reale e virtuale. Scopri di più a pag. 5. Ambrogio Sparagna La nuova musica popolare italiana è espressione di un complesso fenomeno culturale nato nelle aree periferiche della Penisola già a partire dagli anni Novanta e che negli ultimi anni sta acquisendo grande rilievo sociale. Di fronte ad una profonda crisi di valori che attraversa tutti i settori della nostra società, le piccole comunità sparse nei piccoli centri tra le Alpi e gli Appennini così come nei territori isolani, cercano risposte alternative nella riscoperta delle proprie radici culturali. La musica popolare è ritornata protagonista della festa: nei rituali Quaresimali, come in quelli dell Avvento, nei Carnevali alpini come in quelli degli Appennini, nelle feste del Maggio come in quelle Mariane, nelle processioni devozionali, così come in tante altre occasioni del calendario liturgico e della vita sociale delle comunità, questa si riaffaccia con i suoi tanti strumenti tipici, favorendo la ricostruzione di segni di identità sociale. I protagonisti della nuova musica popolare italiana sono giovani cantori, strumentisti, gruppi spontanei che vivono nelle aree periferiche del Paese. Alcuni studiano nei conservatori, altri frequentano le università, altri ancora lavorano in piccole attività locali. La loro prima finalità è quella di sviluppare la propria passione musicale animando la vita delle comunità a cui fanno riferimento e, per alcuni, i più bravi e determinati, la speranza che questa passione possa diventare con il tempo e la fortuna anche una professione di vita. Questa nuova stagione di interesse per la valorizzazione delle forme della musica popolare è un fenomeno che ha investito anche l area della Valle di Comino, un territorio ancora largamente caratterizzato da antiche pratiche cerimoniali religiose che vedono protagonisti decina di migliaia di partecipanti. Grazie ad una serie di attività di promozione culturale realizzate dal GAL, una delle ultime azioni è rappresentata dal Progetto D Entroterra, che ha attivato un laboratorio teorico pratico sui Canti della tradizione in Valcomino, finalizzato alla riscoperta e riproposizione di una serie di canti tipici del repertorio dell Avvento, a cui hanno partecipato numerosi allievi, alcuni dei quali giovani di grande talento. La prima parte del Progetto si è conclusa con un concerto saggio degli allievi a Atina nel salone del Palazzo Ducale di fronte ad un numeroso e caloroso pubblico. Prossimamente sono in programma anche altri momenti di studio e approfondimento teorico e pratico. Lo scopo è incentivare la formazione di nuove occasioni di incontro nelle comunità locali, e di riempire di gioia di vivere i tempi della nostra contemporaneità sempre più intrisa di tristezza e malinconia. [di Ambrogio Sparagna] Palazzo Ducale di Atina Laboratorio musicale sui canti della tradizione popolare Ma cos è il GAL? IL GRUPPO DI AZIONE LOCALE (GAL) Il Gal è una Agenzia di Sviluppo che, unica nel territorio delle valli di Comino, del Liri e dell area dei Monti Ernici, finanzia progetti a cittadini, imprese, Comuni e associazioni, utilizzando fondi europei. È una associazione tra Enti Pubblici e privati tutori di interessi diffusi, nata dal territorio e che lavora per il territorio. I PROGETTI REALIZZATI Negli ultimi 13 anni il Gal ha finanziato: 116 progetti a imprese (agricole, artigianali, turistiche e dei servizi); 39 progetti ai Comuni soci (piazze, musei, aree attrezzate...); 15 progetti alle associazioni del territorio. I BANDI Attraverso i suoi bandi il Gal incoraggia e finanzia progetti che valorizzano le potenzialità del territorio in una prospettiva di sviluppo delle imprese, dell occupazione, e delle risorse esistenti. I bandi sono lo strumento del Gal per convogliare sul territorio i fondi dell Unione Europea. I SETTORI I settori di intervento sono: agricoltura, artigianato, ambiente, turismo, servizi. UTILITÀ Visita il sito e scopri come partecipare ai bandi che il Gal pubblica per realizzare il suo Piano di Sviluppo Locale Le vie della sostenibilità. IL PERIODICO Questa pubblicazione, con cadenza bimestrale, arriverà direttamente nelle vostre case e sarà distribuito in copie su tutto il territorio dei 28 Comuni soci del GAL, con l obiettivo di informare sulle attività del Gal ed aiutare la conoscenza delle opportunità europee. FEASR FONDO EUROPEO AGRICOLO PER LO SVILUPPO RURALE: L EUROPA INVESTE NELLE ZONE RURALI ASSE IV LEADER

2 2 GALVERLA anno 1 numero 1 In questo numero del giornale si pubblicano nuovi bandi per il cofinanziamento di attività che vanno dall artigianato agroalimentare al commercio, dall agricoltura al turismo, dalla riqualificazione dei borghi ai servizi pubblici e privati alla persona. Uscire dalla crisi... strategie e fondi europei Loreto Policella Presidente del GAL In questo secondo numero di Galverla stiamo pubblicando nuovi bandi per il cofinanziamento di attività che vanno dall artigianato agroalimentare al commercio, dall agricoltura al turismo, dalla riqualificazione dei borghi ai servizi pubblici e privati alla persona. A tale proposito, abbiamo posto alcune domande al presidente del Gal Loreto Policella. Il GAL opera esclusivamente nelle aree rurali, ma cosa si intende per area rurale? Le aree rurali, non devono essere confuse con aree agricole anche se le contengono, sono le aree geografiche esterne ai territori classificati urbani. Alla rigida divisione del territorio tra città e campagna, che anticamente era definita dalle mura di cinta a protezione delle città, si è progressivamente sostituita, dalla rivoluzione industriale in poi, una maggiore integrazione tra territorio costruito e territorio agricolo. Molto del Le aree rurali dei GAL europei territorio europeo oggi è costituito da questa integrazione. Per area rurale, pertanto, non si intende soltanto il territorio con vocazione agricola, come spesso si immagina, ma tutte le aree non urbane. Circa il 50% della popolazione dei 27 Stati membri dell UE vive in zone definite rurali, le quali coprono oltre il 90% del territorio europeo. Anche in Italia le aree rurali sono più del 90% della superficie nazionale. In provincia di Frosinone, esclusi alcuni centri urbani come Frosinone, Cassino, Sora e pochi altri tutto il resto del territorio può definirsi area rurale Perché le aree rurali sono così importanti per l Europa? Il concetto di ruralità, nel corso degli anni, è stato oggetto di rinnovata attenzione, particolarmente nei paesi occidentali ed europei, non solo per la sua estensione, ma anche perché queste aree si sono rivelate portatrici di diverse e complementari identità storiche, culturali ed economiche a cui l Europa non ha voluto rinunciare, considerandole un punto di forza e del proprio modello di sviluppo e non un problema o una diversità da unificare. E stato quindi possibile concepire, per le aree rurali, un modello di sviluppo sostenibile perché rispettoso delle singole caratteristiche, geografiche, storiche, paesaggistiche, ambientali. E nata una innovativa modalità di programmazione delle politiche nelle aree rurali, l approccio dal basso ascendente, per dare adeguate risposte alle esigenze primarie dei cittadini che vi vivono, sviluppandone le potenzialità ed accrescendo la coesione sociale e la qualità della vita. La metodologia LEADER, ormai alla quarta programmazione comunitaria, è una efficace opportunità per rendere possibile tutto questo. I 28 Comuni aderenti al Gal, hanno quindi dei vantaggi ad essere classificati territori rurali? Il vantaggio per i nostri territori consiste innanzitutto nella possibilità di concepire uno sviluppo sostenibile rispetto all identità, fondato innanzitutto sulle risorse locali, compatibile con le strategie fissate a scala continentale, e quindi competitivo rispetto agli scenari economici mondiali e globali. Inoltre, i Comuni, Comunità Montane, Associazioni, Imprese, cittadini possono utilizzare per questo sviluppo fondi comunitari. [a cura di Elide Di Duca]

3 anno 1 numero 1 GALVERLA 3 Le aree rurali e le caratteristiche del LEADER La distinzione fra rurale ed agricolo è sempre meno accentuata in Italia dove le aziende agricole occupano quanto è lasciato libero dall urbanizzazione, dalle infrastrutture, dagli insediamenti civili e produttivi dei centri urbani. L evoluzione delle imprese agricole familiari e i mutamenti di natura insediativa, sociale ed economica hanno portato ad una ridefinizione del concetto di zone rurali e di economia rurale. La Commissione Europea, per classificare i territori come rurali o urbani, utilizza una metodologia basata sulla densità di popolazione. Sono considerati rurali i territori che registrano una densità di popolazione inferiore a 150 abitanti per km 2. I territori europei sono distinti fra territori prevalentemente rurali, rurali intermedi e regioni prevalentemente urbane. L acronimo LEADER può essere tradotto come Collegamenti tra azioni dello sviluppo economico rurale. L unità amministrativa di base è il Gruppo di Azione Locale (GAL), un organismo senza fini di lucro, aperto a tutti i soggetti presenti sul territorio. La fase pilota di LEADER ( ) ha interessato 217 regioni d Europa. Nell attuale programmazione ( ) l approccio Leader è ormai divenuto parte integrante della politica di sviluppo rurale dell UE interessando circa territori rurali (GAL) nei 27 Stati membri. LE 7 CARATTERISTI- CHE DEL PROGETTO LEADER. 1. L approccio dal basso L approccio ascendente implica che gli attori locali partecipano alla decisione della strategia e alla scelta delle priorità, elaborando il Piano di Sviluppo Locale. Il coinvolgimento degli attori locali include la popolazione in senso lato, i gruppi d interesse socioeconomico e le istituzioni pubbliche e private rappresentative. 2. L approccio territoriale L approccio Leader si attua nel territorio dei Comuni soci del Gal, un territorio omogeneo, con tradizioni e identità comuni circa il quale il Gal individua punti di forza e debolezze, minacce ed opportunità, nonché i principali ostacoli che frenano lo sviluppo sostenibile. 3. Il partenariato locale Il Gruppo di Azione Locale (GAL), ente senza fini di lucro, associa enti pubblici e privati in un partenariato locale, che garantisce partecipazione dal basso e sostegno con finanziamenti europei. 4. L integrazione e la multisettorialità Il LEADER è un programma di sviluppo multisettoriale per i territori rurali europei: le azioni e i progetti locali previsti devono essere collegati e coordinati come un insieme coerente. Il GAL è un raggruppamento di soggetti spesso molto diversi tra loro; è proprio la loro diversità a rappresentare una opportunità di innovazione. 5. Il collegamento in rete Il Gal è una rete di attori locali che coopera mediante reti nazionali e reti europee. La creazione di reti permette di trasferire buone pratiche, diffondere l innovazione, instaurare relazioni tra le persone, i progetti e i territori rurali, aiutandoli a superare l isolamento. 6. L innovazione I GAL devono apportare al territorio nel quale operano soluzioni innovative che rappresentano uno stimolo alla ricerca costante di soluzioni nuove, inedite e talvolta persino audaci. 7. La cooperazione interterritoriale ed internazionale La cooperazione interterritoriale conferisce dimensione europea allo sviluppo locale dei territori rurali. Essa consente lo scambio, la condivisione Campoli Appennino Vallone Lacerno e il trasferimento di conoscenze. In Italia le aree rurali sono individuate nel Piano Strategico Nazionale (PSN) in accordo con le Regioni, utilizzando una classificazione delle tipologie di aree rurali (Zone D, C e B) e dei poli urbani (Zona A). [a cura di Loreto Policella]

4 4 GALVERLA anno 1 numero 1 Progetti realizzati dal Gal Percorsi turistici innovativi Benvenuti nella Veroli sotterranea Intervista al Sindaco Giuseppe D Onorio Giuseppe D Onorio Sindaco di Veroli Prof. D Onorio, una realtà importante quella del patrimonio archeologico di Veroli, quale è stata l intuizione che ha portato al recupero dell antico percorso romano e quale è stato l impatto di questa scoperta? Della Veroli sotterranea molti studiosi avevano parlato in modo davvero interessante; tra questi è doveroso ricor dare Arduino Scaccia Scarafoni, Giuseppe Lugli e, in particolare, Lorenzo Quilici e Stefania Gigli. Questi ultimi, nel loro pregevole studio Ricerche di topografia per la forma urbana di Veroli pubblicato nel volume Città e monumenti nell Italia antica (1998), tornavano ad interessarsi di ciò che si conservava al di sotto dell attuale Palazzo Comunale della nostra città. Mancava però uno scavo che riportasse alla luce gli ambienti interni al foro e rimasti per secoli non praticabili. Un tesoro archeologico davvero interessante di cui dovevamo riappropriarci come città, un valore storico culturale da far fruire anche a chi verolano non è. Così dalla conoscenza teorica del sito, siamo passati alla sua valorizzazione con lo scavo archeologico eseguito con alta professionalità dalla ditta Lattanzi, sotto la stretta sorveglianza e qualificata direzione della dottoressa Sandra Gatti, funzionaria della Sovrintendenza archeologica del Lazio. L intervento di recupero ha riportato al suo antico splendore un Criptoportico risalente al IV sec. a.c. La scoperta di questo patrimonio ha permesso secondo lei anche una riscoperta delle radici storiche del vostro territorio e una conseguente valorizzazione di esse? Come dicevo precedentemente, la riscoperta di tale patrimonio è stata occasione per approfondire le nostre origini che, è bene ricordarlo, risalgono al popolo Ernico. Personalmente credo che la forza di un territorio sia proprio quella di far leva sulle proprie origini e sui propri valori per poter avere un ulteriore sviluppo nel prossimo futuro. È, infatti, dal nostro passato ricco di storia che dobbiamo cogliere le opportunità per continuare a focalizzare l attenzione su Veroli e Attraverso il supporto del GAL si sono ottenute le risorse finanziarie per effettuare l intervento archeologico all interno del museo civico di Veroli, riportando alla luce e alla conseguente fruizione il criptoportico. Questa azione è stato cofinanziata grazie al Programma Leader , Misura II azione 2.a.2 Inventario, restauro, valorizzazione dei beni storico culturali, per un importo di e sul suo immenso e ricco territorio. Solo su queste basi si potranno valorizzare le nostre peculiarità e le ultime scoperte archeologiche affinché le giovani generazioni possano raccoglierne i frutti sotto l aspetto culturale ed economico. Quale è, per sua esperienza come amministratore, il percorso giusto da individuare per conservare in una città come Veroli questo patrimonio archeologico? Non esiste conservazione senza fruizione. Tutto ciò che è fruibile è naturalmente tutelato e preservato per essere trasferito ad altri ed altri ancora. È su tali principi che l Amministrazione comunale ha orientato i suoi interventi per consentire a Veroli di potersi proiettare in un circuito, quello del turismo archeologico, che da nicchia perché qualche decennio fa sembrava potesse interessare solo agli studiosi si è sempre più andato caratterizzando come un Veroli il Criptoportico Il restauro in cifre Veroli Panorama ,73. Attualmente si sta procedendo ad un ampliamento del sito con un ulteriore finanziamento del turismo quasi di massa. Ciò ha determinato una vera e propria rete di informazione facendo aumentare in modo esponenziale la ricerca di siti interessanti e ancora inesplorati come il museo civico ed archeologico di Veroli. [di Elide Di Duca] nuovo programma Leader , misura azione 313 turismo, per un importo di e

5 anno 1 numero 1 GALVERLA 5 Nuovi progetti del Gal Servizi innovativi per gli abitanti Santi ma non troppo Storia di un sogno diventato realtà, o meglio, impresa a otto mani. I ragazzi fondatori del Santo Bevitore Santo Bevitore: questo il nome di questo piccolo ristorante a Terelle, nato da pochi mesi ma che ha avuto, da subito, un successo fuori dall ordinario. Forse perché il Santo Bevitore è un idea nata da quattro ragazzi, legati prima di tutto da una fraterna amicizia, e poi dalla passione per il cibo, il vino e l identità locale. Benedetto, Rocco, Luigi e Giuliano, ognuno di loro con una propria occupazione, completamente estranea a quella della ristorazione. Un laureato in legge, un commercialista, un architetto e un geometra. A loro abbiamo chiesto come è nata questa avventura. Perché il Santo Bevitore? La parola chiave è: passione comune per la ricerca dei prodotti tipici. Diventata quasi un ossessione per le eccellenze locali. Per noi la tradizione non rappresenta la nostalgia bensì la scoperta. Scoperta della propria terra, scoperta del proprio passato. Nonostante nessuno di noi avesse mai preso una zappa in mano, abbiamo imparato che non c è scuola di vita migliore che l agricoltura. Coltivare la Terra insegna la pazienza, la cura, il rispetto della natura e dei suoi ritmi. Insegna che non puoi controllare tutto, che devi affidarti a qualcosa che è più grande di Te. Studiare, lavorare, sperimentare e aspettare i frutti del tuo impegno. È questa la filosofia del SantoBevitore... colto e mangiato come una volta! Tornare Approfondimento PRO.DI.GI. all agricoltura e ai sapori di una volta. Tornare indietro per noi non significa peggiorare ma migliorare. Come nasce il Santo Bevitore? Essendo dei grandi cultori della tavola, e assidui frequentatori di ristoranti e locande, abbiamo sentito l esigenza di colmare un vuoto che ritrovavamo durante le nostre spedizioni di forchetta. Non c era più nessun ristorante che facesse i piatti di una volta; quelli della domenica a casa, quando tutti si ritrovano intorno ad una tavola. Quello che mancava era l atmosfera che si respira nelle case degli italiani. Non solo fare il piatto di una volta, ma come una volta! Da dove siete partiti? Dalle nostre esperienze. Dalle nostre passioni. Dalle nostre tradizioni. Avendo tutti e quattro lavori completamente opposti a quelli del cibo, nei finesettimana, abbiamo iniziato a studiare il nostro territorio. Le nostre radici. La nostra identità. Questo cammino è stata una scoperta, continua, affascinante, sorprendente. Abbiamo conosciuto paesaggi, incontrato volti, ascoltato storie che non avremmo mai immaginato potessero appartenerci. Lo abbiamo fatto con la pancia e le orecchie a terra. Consapevoli di non aver nessuna conoscenza a riguardo. Ci siamo sempre fidati solo della nostra passione e del nostro entusiasmo e, molte volte, del nostro palato! Quello che mancava era mettere in rete i contadini del L Associazione Pro.di.gi. (PROGETTI DI GIOVA NI), composta da giovani accomunati per l amore delle tradizioni locali e tipiche, ha condotto uno studio, promosso da Borghi autentici d Italia sulla base delle indagini Doxa e Mercury, sul futuro dei piccoli Comuni. Basandosi sui risultati, che sottolineano quanto sia importante per i borghi puntare sulle proprie risorse, con un richiamo alla memoria e attraverso l interazione con il luogo, Pro.di.gi. ha individuato nella sala polivalente Ex Municipio di Terelle il luogo ideale per realizzare il progetto. La risistemazione dell ex casa comunale per servizi ricreativi e culturali è stata finanziata grazie al contributo del GAL sul PSL Le vie della sostenibilità Asse IV Leader PSR Lazio 2007/2013 Misura Servizi essenziali per l economia e la popolazione rurale (Bando 9/2011). territorio, farli conoscere creando una piccola comunità. La comunità dei padri delle eccellenze [a cura della redazione] Galverla,un giornale nuovo e interattivo! Dal prossimo numero uno specifico simbolo indicherà le pagine con elementi interattivi. Il nostro giornale si avvarrà di uno strumento nuovo e di grosso impatto emotivo. Un applicazione di ultima generazione consentirà di visualizzare direttamente in streaming animazioni 3D, filmati, elementi audio e multimediali. Leggi e Vedi un giornale che va oltre la solita carta.

6 6 GALVERLA anno 1 numero 1 La voce delle Associazioni Questa pagina è dedicata alle esperienze associative più rilevanti realizzate con il sostegno del GAL. Segnalate le vostre iniziative all indirizzo: Vivere nei cuori che lasciamo dietro di noi non è morire T. Campbell. Associazione Fiorini, quando la memoria diventa cultura Danilo Fiorini Prendendo spunto dalla frase del noto poeta scozzese Campbell, abbiamo voluto creare un associazione culturale dedicata ad un nostro amico prematuramente scomparso: amante della fotografia, dei libri, delle arti e della musica. Il modo migliore per ricordare Danilo è stato, per noi, promuovere la cultura e l associazionismo nel nostro territorio. La nostra lettera di presentazione iniziava con: Non occorre essere in tanti per realizzare un grande progetto, ma è necessaria la condivisione di una volontà e di un percorso comune Ebbene, il risultato è stato per noi sbalorditivo: l associazione conta più di duecento soci, più una miriade di sostenitori e di idee da realizzare. Le svariate attività Posta Fibreno Allestimento mostra fotografica a cura dell Associazione dell associazione si concentrano principalmente sugli interessi e le passioni di Danilo, tra esse prima fra tutte la fotografia. Poiché uno dei suoi sogni era quello di allestire una mostra fotografica, abbiamo voluto realizzare un esposizione di scatti dal titolo Tracce, divisa in Tracce di vita (raffiguranti momenti di vita vissuta e di reportage), Tracce di noi (dedicate ai ritratti) e infine Tracce di me (interamente dedicata a Danilo). Successivamente abbiamo deciso di istituire un importante concorso nazionale di fotografia dal nome Trofeo Griecone. Uno dei progetti più importanti realizzati dall ADF è stato inoltre l allestimento della Biblioteca comunale di Posta Fibreno, attraverso la donazione di più di mille libri e di PC necessari per il collegamento interbibliote cario. Vicoli in Festa è il nome dell altro importante evento creato dall Associazione Danilo Fiorini. La manifestazione, che si svolge durante il periodo natalizio per i vicoli del centro storico del nostro Comune, prevedendo l esibizione di cori polifonici, l apertura della Casa di Babbo Natale a tutti i bambini, serate culinarie dedicate alle tradizioni locali e, soprattutto, il concorso di Arte Presepiale che spinge i numerosi partecipanti ad allestire bellissimi presepi artigianali nelle storiche abitazioni. Tutti insieme, unendo le nostre passioni ed il nostro impegno, facciamo in modo che il nome dell Associazione Danilo Fiorini sia il vero motore di tutto questo. [di Franco Angelo Lecce] Info: C. da Tagliata 14, Posta Fibreno Frosinone Italia L Associazione Danilo Fiorini nasce così il 2 aprile 2007 a Posta Fibreno, un piccolo comune in provincia di Frosinone, conosciuto da tutti per la presenza di un meraviglioso lago, Riserva naturale regionale. Le sue attività principali si svolgono all insegna della promozione artistica e della convivialità, mettendo in campo le conoscenze degli associati per LA storia l organizzazione di corsi di fotografia e corsi di cucina di vario livello. Questo piccolo sogno pian piano sta diventando un modello di sviluppo culturale di riferimento per tutta la zona, con partecipazioni di pubblico numerose e con attestati di stima che fanno capire che la strada intrapresa dall associazione è quella giusta.

7 anno 1 numero 1 GALVERLA 7 D entroterra, dentro te Esperienze creative al servizio del cittadino Alvito Festival delle Storie 2012 Casalvieri Festival delle Storie 2012 D entroterra, Dentro te, questo è il nome del progetto, concepito seguendo una filosofia di ritorno alla soggettività dei luoghi, (persone, arti, paesaggi, storie, linguaggi, sonorità, ecc), parti di territorio dotate di identità specifiche, perciò irriducibili e capaci di produrre identità in grado di dialogare con altre identità. Il progetto coincide con la stessa filosofia del GAL: credere che la cultura, le risorse ambientali, il forte legame con le nostre radici possano diventare uno strumento per sprigionare le tante energie sommerse di operatori, di giovani, soprattutto donne, che in questo territorio vogliono trovare una prospettiva di vita. Il progetto è essenzialmente strutturato in laboratori, esperienze didattiche, ricreative e culturali attivati da un gruppo di imprese e associazioni che operano in ambiti diversi della cultura e dell ambiente e che negli anni hanno costruito eventi ed iniziative di pregio. L originalità consiste nel trasformare eventi ed attività isolate di già notevole qualità in un percorso sistematico e durevole di riflessione e di condivisione in cui i cittadini, resi protagonisti, possano ritrovare il valore reale delle risorse ambientali e culturali di cui dispongono e individuare modelli di sviluppo incentrati sulla sostenibilità ambientale e sull eticità. Il progetto suggerisce forse anche una possibilità per uscire dalla crisi Picinisco Festival delle Storie 2012 vedendola come opportunità di cambiamento in positivo, credendo nel legame forte con le nostre radici. Scrittura, musica, teatro, cinema, paesaggi e gastronomia sono gli ingredienti di esperienze da vivere in laboratori e campus per cittadini e visitatori di ogni età, per imparare a crescere e divertirsi. Capofila del progetto è la società cooperativa Verdeblu, nata nel 1998 a San Donato Val di Comino (FR) da un gruppo di amici appassionati di temi ambientali. La cooperativa si occupa di allestimenti museali, promozione territoriale, divulgazione scientifica e turismo sostenibile. Collabora con parchi, riserve ed Enti locali in attività di educazione ambientale e valorizzazione territoriale. Partner attivi sono Archivio Aurunco, CinemAvvenire, Futuro Remoto, Kunoichi, Minimum fax live, tutti soggetti impegnati in prima linea da tempo in numerose attività di sviluppo culturale del territorio. [di Elide Di Duca] Progetto realizzato con il contributo del GAL Versante Laziale del Parco Nazionale d Abruzzo, Asse IV Leader PSR FEASR Misura Servizi per l Economia e le popolazioni rurali Iniziative e laboratori attivati dai partner: P Alvito - 23 Agosto 2012: conferenza stampa di presentazione del Progetto P Atina - Luglio 2012: laboratori musicali sperimentali Atina Campus 2012 a cura dell Associazione Kunoichi P Alvito - Agosto - Settembre 2012: Laboratori di scrittura creativa realizzati dall Associazione Minimum Fax Live nell ambito di Festival delle Storie 2012 P Alvito, Casalvieri, Picinisco - Agosto - Settembre 2012: allestimenti video e scenografici realizzati dalla Cooperativa Verdeblù nell ambito del Festival delle storie 2012 P Atina - 30 Novembre 2012: giornata di Studi internazionale e laboratori dedicati ad A. Tarkovskij a cura dell Associazione Kunoichi P Atina - Dicembre 2012: Laboratori sui Canti popolari della Valle di Comino coordinati dal Maestro Ambrogio Sparagna, a cura dell Associazione Archivio Aurunco P Atina - 15 Dicembre 2012: concerto orchestra e coro del Laboratorio Canti Popolari in Valle di Comino diretto da A. Sparagna Palazzo Ducale di Atina P San Donato Val di Comino - Aprile - Maggio 2013: Laboratori multimediali su paesaggio e identità - Incontri con le aziende vitivinicole dell Atina Doc e degustazione di prodotti tipici locali a cura della Cooperativa Verdeblu. APPUNTAMENTI 2013 LABORATORI TEMATICI NEL VERSANTE LAZIALE DEL PNA a cura della cooperativa verdeblu GIUGNO IL FICCANASO IL PAESAGGIO DELLE ERBE OFFICINALI SAN DONATO VAL DI COMINO L area dell Appennino centrale è ricca di erbe officinali, specie botaniche utilizzate per la preparazione di ricette tradizionali, infusi e rimedi naturali. Il laboratorio analizzerà il paesaggio locale soffermandosi sulle virtù di essenze, aromi, odori e sapori delle piante spontanee. Programma: escursione alla scoperta delle erbe officinali, visita guidata presso l azienda AGRIFAZIO di Alvito, degustazione di ricette tipiche preparate con erbe spontanee LUGLIO IL PAESAGGIO DELLA DIETA MEDITERRANEA SAN DONA- TO VAL DI COMINO Laboratorio alla scoperta dei prodotti e del paesaggio della dieta mediterranea. Escursioni guidate nei siti di produzione: vigneti, uliveti, stazzi dei pastori. Programma: attività laboratoriali sui piatti tipici della dieta mediterranea, performance teatrale di attori professionisti (Teatro Lanciavicchio) legata al tema della preparazione e del desiderio del cibo, passeggiate guidate e degustazione di prodotti tipici. I LABORATORI RIPRENDERANNO L ATTIVITÀ A SETTEMBRE CON IL PAESAGGIO AUTUNNALE informazioni: LABORATORIO DI EDITORIA E SCRITTURA CREATIVA a cura di MiniMuM Fax live AGOSTO VAL DI COMINO. Per il Festival delle Storie Minimum Fax attiverà dei laboratori aperti di editoria e di scrittura creativa curati dal personale e dagli scrittori della casa editrice e da professionisti del settore. Si parlerà del processo di lavoro in una casa editrice: dalla scelta del testo alla sua pubblicazione, passando per il lavoro di editing e di redazione, quello dell ufficio stampa e della promozione e comunicazione; di grafica editoriale: font, immagini,copertine; di scrittura narrativa: personaggio, voce narrante, dialoghi; delle contaminazioni fra cinema, tv e letteratura. Info: Minimum Fax tel LABORATORI ATINA CAMPUS LUGLIO 2013 a cura dell associazione Kunoichi Viaggio nella Valle di Comino - Laboratorio di approccio alla musica per i bambini del circolo didattico di Atina - Laboratorio divulgativo su vino e musica. Info: Associazione Kunoichi - tel

8 8 GALVERLA anno 1 numero 1 I progetti devono ricadere nel territorio dei comuni soci del gal, comuni di: Asse IV Leader PSR Piano di Sviluppo Locale Le vie della sostenibilità Misure (az. 1 e 3), 312; 313; 321 e 322. Acquafondata, Alvito, Arpino, Atina, Belmonte Castello, Boville Ernica, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Casalvieri, Colle San Magno, Fontechiari, Gallinaro, Monte S. Giovanni Campano, Pescosolido, Picinisco, Posta Fibreno, Ripi, San Biagio Saracinisco, San Donato Val di Comino, Sant Elia Fiumerapido, Settefrati, Terelle, Vallerotonda, Veroli, Vicalvi, Villa Latina e Villa Santa Lucia. scadenza presentazione progetti esecutivi e cantierabili (provvisti delle autorizzazioni necessarie) 30 giugno il gal sta raccogliendo progetti perché ritiene plausibile ottenere nuove risorse non utilizzate sul psr n. 14/2013 Plurifunzionalità e agriturismo Beneficiari privati Cosa: Ristrutturazione di edifici e strutture per realizzare fattorie didattiche, fattorie sociali, agrinido rurali, agricampeggio ecc.. (azione 1) e strutture agrituristiche (azione 3). Chi: Gli imprenditori agricoli (azione 1) ed iscritti all elenco provinciale attività di agriturismo (azione 3); 45% del costo totale approvato ,33 n. 15/2013 Sostegno alle microimprese Beneficiari privati Cosa: Sostegno allo sviluppo e creazione di microimprese operanti nei settori: a) artigianato e commercio per avviare o riqualificare attività di trasformazione e vendita di prodotti agroalimentari tradizionali (es. tartufo, carni, farine, fagioli, vino ecc.)del territorio del Gal; b) realizzare e gestire impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili. c) servizi per l infanzia, assistenziali, attività didattiche e ricreative per una migliore fruizione di beni ambientali, culturali e naturali e per la tutela e promozione del territorio e dell ambiente. Chi: Piccole imprese esistenti o di nuova formazione operanti nei settori di cui sopra. 50% del costo totale approvato ,26 n. 16/2013 Attività turistiche Beneficiari pubblici e privati Cosa: punti di informazione e segnaletica turistica, percorsi attrezzati, ostelli, rifugi, aree sosta, centri visita ed ecomusei (Enti pubblici); Qualificazioni di alberghi 3 stelle (impresa turistica). 50% del costo totale (privati), 100% per (pubblici) IVA esclusa ,43 n. 17/2013 Servizi per le popolazioni rurali Beneficiari pubblici e privati Cosa: servizi di telesoccorso e telemedicina; aule didattiche, laboratori interattivi; attività ludicosportive e psicomotorie, laboratori artistici e teatrali, biblioteche cartacee e multimediali, orti sociali. Ristrutturazione di piccoli immobili da adibire allo svolgimento di servizi. Chi: Enti pubblici, Onlus, associazioni di imprese, cooperative sociali, associazioni culturali, partenariati pubblico-privati formalmente costituiti e dotati di personalità giuridica di diritto privato. 50% del costo totale (privati), 100% (pubblici) IVA esclusa ,83 n. 18/2013 Sviluppo e rinnovamento dei villaggi rurali misura Beneficiari pubblici e privati. Cosa: Arredo urbano, sistemazioni spazi pubblici, rifacimento facciate di edifici storici, interventi su immobili di pregio storico, illuminazione a led. chi: Enti pubblici, partenariati pubblico-privati Cosa: Rifacimento facciate di edifici. Chi: proprietari privati degli edifici oggetto dell operazione. 50% del costo totale (privati), 100% (pubblici) (IVA esclusa) Gli interventi si possono realizzare nei centri storici e nei borghi rurali di comuni che hanno meno di abitanti. Per comuni con più di abitanti gli interventi sono ammissibili solo nei borghi rurali. Responsabile del procedimento Direttore tecnico del GAL Versante Laziale del PNA Dr.ssa Tiziana Rufo Il Presidente del Gal arch. Loreto Policella Notizie Utili Piazza Marconi, Alvito- FR Tel Fax ORGANI DEL GAL Presidente: Loreto Policella Consiglio di Amministrazione Presidente Loreto Policella (delegato CIA) Consigliere Benacquista Loris (delegato Coldiretti) Consigliere Del Monaco Daniele (delegato Legacoop) Consigliere Raffa Francesco (delegato Legambiente Lazio) Consigliere Rossi Davide (delegato CNA) Assemblea degli Enti Locali: Alvito, Arpino, Atina, Acquafondata, Belmonte Castello, Boville Ernica, Broccostella, Campoli Appennino, Casalattico, Colle San Magno, Casalvieri, Fontechiari, Gallinaro, Monte San Giovanni Campano, Pescosolido, Picinisco, Posta Fibreno, Ripi, San Donato Val Comino, San Biagio Saracinisco, S. Elia Fiumerapido, Settefrati, Terelle, Vallerotonda, Veroli, Vicalvi, Villa Latina, Villa Santa Lucia. P.N.A.L.M., XIV Comunità Montana Valle di Comino, XV Comunità Montana Valle del Liri, Consorzio di Bonifica n 8 Conca di Sora, Camera di Commercio di Frosinone. In rappresentanza degli Enti Locali sono presenti nel CdA i comuni di: Acquafondata, Casalvieri, Gallinaro, Terelle, Veroli. Soci privati: A.I.A.B. Lazio, Centro Studi Letterari Valle di Comino, Confcooperative Italiane Unio. Prov. di Frosinone, Confederazione Italiana Agricoltori, Confederazione Nazionale dell Artigianato e della piccola e media impresa. Coldiretti, Compagnia Delle Opere Roma e Lazio, Donna Impresa, Donne In Campo Cia Di Frosinone, Legambiente Lazio, Lega Cooperative, Associazione Mela Verde Onlus, MU.S.A. Soc. Coop. Arl, Confagricoltura. STRUTTURA TECNICA DEL GAL Direttore: Tiziana Rufo Responsabile Amministativo e Finanziario: Alessio Iacobini Segreteria: Gianfranco Vano Hanno collaborato a questo numero: Elide Di Duca, Vittoria Pagnano, Tiziana Rufo, Giuseppe D Onorio, Loreto Policella, Luca Cappellaro, Associazione Pro.Di.Gi, Associazione Fiorini, Cooperativa Verdeblu. Direttore Responsabile: Elide Di Duca.

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE Agenzia Regionale Parchi Fabio Brini PIT aree protette Condizioni e opportunità per la

Dettagli

GAL GRUPPO DI AZIONE LOCALE VERSANTE LAZIALE DEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO. P.zza G. Marconi, 3-03041 Alvito (FR) C.F. 91008470600

GAL GRUPPO DI AZIONE LOCALE VERSANTE LAZIALE DEL PARCO NAZIONALE D ABRUZZO. P.zza G. Marconi, 3-03041 Alvito (FR) C.F. 91008470600 Progetto WBGAL Copertura territoriale per Internet e Servizi innovativi in Banda Larga senza fili per il territorio dei 25 Comuni soci Gennaio 2007 1 1. CONTESTO E AREA DEL PROGETTO Il GAL Gruppo di Azione

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA

PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUBBLICA ITALIANA PROGRAMMA OPERATIVO REGIONE CALABRIA FESR 2007-2013 CCI N 2007 IT 161 PO 008 (Settembre 2012) 1/372 4.5.2. Patrimonio Culturale 4.5.2.1. Obiettivo Specifico

Dettagli

COMITATO PROMOTORE DEL GRUPPO DI AZIONE LOCALE COLLINE JONICHE QUESTIONARIO E SCHEDA PER LA RACCOLTA PROPOSTE

COMITATO PROMOTORE DEL GRUPPO DI AZIONE LOCALE COLLINE JONICHE QUESTIONARIO E SCHEDA PER LA RACCOLTA PROPOSTE Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Commissione Europea Regione Puglia COMITATO PROMOTORE DEL GRUPPO DI AZIONE LOCALE COLLINE JONICHE QUESTIONARIO E SCHEDA PER LA RACCOLTA PROPOSTE

Dettagli

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un progetto artistico itinerante a cura di Marco Solari Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un iniziativa che, tramite

Dettagli

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Attuazione dell impostazione LEADER

Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Attuazione dell impostazione LEADER UNIONE EUROPEA Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Regione Puglia Attuazione dell impostazione LEADER Cos è il GAL? Il Gruppo di Azione Locale (GAL) è un gruppo formato da soggetti

Dettagli

ROMA E IL LAZIO a Expo Milano 2015

ROMA E IL LAZIO a Expo Milano 2015 ROMA E IL LAZIO a Expo Milano 2015 EXPO 2015: UNA GRANDE OPPORTUNITÀ PER LA CRESCITA E IL LAVORO Attesi 20 milioni di visitatori Già venduti 8 milioni di biglietti 23,5 miliardi di indotto previsto tra

Dettagli

Una laurea: Bah!!! 2/2. Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi. Ti laurei. Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai

Una laurea: Bah!!! 2/2. Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi. Ti laurei. Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai Una laurea: Bah!!! Ti laurei Passa un anno e trovi posto nel 53% dei casi Se te ne vai all estero, nel 45,4% dei casi non rientrerai Fonte: Rapporto Almalaurea sull occupazione Una laurea: Bah!!! 1/2 Ma,

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L

C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L FOOD FILM FEST C I N E M A & C I B O F I L M F E S T I V A L BERGAMO 15-20 SETTEMBRE 2015 piazza dante - domus bergamo quadriportico del sentierone palazzo dei contratti e delle manifestazioni COSA - DOVE

Dettagli

Conosci il tuo territorio

Conosci il tuo territorio Gruppo di Azione Locale per l Oltrepò mantovano EDUCA E INFORMA TUTELA TUTELA Conosci il tuo territorio Che cos è il GAL Il GAL Oltrepo Mantovano è una società consortile a responsabilità limitata fondata

Dettagli

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA

Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA Cibo, libri e... FIERA DI GENOVA 21, 22, 23 Giugno 2013 FIERA DEL LIBRO E DEL TURISMO ENOGASTRONOMICO L editoria enogastronomica da alcuni anni registra una crescita notevole. I media hanno dato e continuano

Dettagli

Turismo rurale e fattorie didattiche: un opportunità di sviluppo nelle aree rurali

Turismo rurale e fattorie didattiche: un opportunità di sviluppo nelle aree rurali ADRIATIC IONIAN INTIATIVE: SUSTAINABLE CHILD AND YOUTH TOURISM FOR RURAL DEVELOPMENT IN ADRIATIC- IONIAN REGION Turismo rurale e fattorie didattiche: un opportunità di sviluppo nelle aree rurali International

Dettagli

Presentazione ai soci delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011

Presentazione ai soci delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA GRUPPO D AZIONE LOCALE SARRABUS GERREI TREXENTA CAMPIDANO DI CAGLIARI Presentazione ai soci delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011 Presentazione

Dettagli

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020

Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 REPORT Comunicazione e valutazione Leader, verso la prospettiva 2020 Mestre, 28 giugno 2012 Regione del Veneto - Direzione Piani e Programmi Settore Primario Autorità di Gestione PSR Veneto 2007-2013 Il

Dettagli

ITINERARI ENOGASTRONOMICI

ITINERARI ENOGASTRONOMICI PRESENTAZIONE Il piacere di visitare e scoprire nuovi luoghi, scrutare affascinanti paesaggi, assaporare grandi vini, prodotti tipici e pietanze tradizionali tra itinerari del gusto e tradizioni popolari:

Dettagli

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA

VACANZE STUDIO ITALIA MARINA DI ASCEA -SAPARCO NAZIONALE DEL CILENTO E DEL VALLO DI DIANO VILLAGGIO OLIMPIA INPDAP e I SOGGIORNI STUDIO 20 anni di Soggiorni Studio, tante generazioni di giovani che grazie all Istituto hanno avuto modo di confrontarsi con una esperienza all estero, dando loro una visione più

Dettagli

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO. Anno scolastico 2015/2016 PROGETTI DI ALTERNANZA SCUOLA / LAVORO Anno scolastico 2015/2016 Le recenti disposizioni in materia di alternanza scuola / lavoro sono state una preziosa opportunità per sviluppare nuovi progetti di collaborazione

Dettagli

Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 (PSL) Il GAL incontra il territorio Presentazione dei bandi 2012

Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 (PSL) Il GAL incontra il territorio Presentazione dei bandi 2012 PSR 2007-2013 Asse 4 Leader Programma di Sviluppo Locale 2007-2013 (PSL) Il GAL incontra il territorio Presentazione dei bandi 2012 Lusia, 15 novembre 2011 Il PSL del GAL Polesine Adige PERCORSI RURALI

Dettagli

TUTTI I CANALI DELLA CRESCITA

TUTTI I CANALI DELLA CRESCITA TURISMO RURALE PRODOTTI TIPICI PAESAGGIO TUTTI I CANALI DELLA CRESCITA BELLEZZE ARTISTICHE ENERGIE RINNOVABILI VIE D ACQUA FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura

La Movida. Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Alla C.A. del dirigente scolastico Richiesta partecipazione al progetto Travel game, la cultura della lettura Da realizzarsi nel corso dell anno scolastico 2013-2014 Foto di gruppo Salone internazionale

Dettagli

Un esperienza di agricoltura multifunzionale nell ambito del progetto RURALE SOCIALE della Regione Marche

Un esperienza di agricoltura multifunzionale nell ambito del progetto RURALE SOCIALE della Regione Marche LA QUERCIA DELLA MEMORIA s.a.s (SAN GINESIO, MC) Un esperienza di agricoltura multifunzionale nell ambito del progetto RURALE SOCIALE della Regione Marche Da alcuni anni l attenzione ed il dibattito nazionale

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città

Genus Bononiae per le Scuole. - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città Genus Bononiae per le Scuole - Servizi educativi - Genus Bononiae. Musei nella Città I Sevizi educativi di Genus Bononiae. Musei nella Città hanno elaborato per l anno scolastico 2015-2016 una nuova offerta

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico.

TITOLO DEL PROGETTO SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA. Piatto sano, mi ci ficco. Associazione Genitore Amico. ASSOCIAZIONE GENITORE AMICO ISTITUTO COMPRENSIVO DI TRIVERO COMUNE DI TRIVERO COMUNE DI SOPRANA TITOLO DEL PROGETTO Piatto sano, mi ci ficco. SOGGETTO PROMOTORE DELL INIZIATIVA Associazione Genitore Amico.

Dettagli

PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 - PSR CALABRIA

PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 - PSR CALABRIA PROGRAMMAZIONE COMUNITARIA 2007-2013 - PSR CALABRIA IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE (PSL) DELL ALTO JONIO COSENTINO FEDERICO II : Un percorso tra storia, profumi e sapori Presentazione risultati di fine programmazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI CAMERINO FACOLTA DI GIURISPRUDENZA 7HVLGLODXUHDLQGLULWWRDJUDULRFRPXQLWDULR,/',5,772$*5$5,2&2081,7$5,2/$787(/$$0%,(17$/((/$ 352%/(0$7,&$'(,3$5&+,1$785$/, Candidata: CHIARA GALDO

Dettagli

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM»

L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» L INTEGRAZIONE TRA TERRITORIO E CULTURA: IL CASO «HAPPY MUSEUM» Dott.ssa Sara Grufi 1 INTRODUZIONE AL «MARKETING MUSEALE» Constatazione dei limiti delle politiche di management adottate dalle realtà museali.

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

Avviso di manifestazione di interesse per i seguenti progetti di Cooperazione:

Avviso di manifestazione di interesse per i seguenti progetti di Cooperazione: GAL Riviera dei fiori. Asse 4 Leader del Programma regionale di Sviluppo Rurale 2007-2013. Misura 421 Cooperazione. Avviso di manifestazione di interesse per i seguenti progetti di Cooperazione: 1) Valorizzazione

Dettagli

I Parchi Letterari sono entrati nel 2012 a fare parte della Società Dante Alighieri.

I Parchi Letterari sono entrati nel 2012 a fare parte della Società Dante Alighieri. Il carnevale di Aliano a Palazzo Firenze e il primo laboratorio di responsabilità sociale nell agroalimentare: due opportunità per il recupero e la valorizzazione delle tradizioni e del patrimonio culturale

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010. DOMODOSSOLA 18 settembre 2015

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010. DOMODOSSOLA 18 settembre 2015 Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010 MISURA 19 CLLD LEADER LA SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO DOMODOSSOLA 18 settembre 2015 1 Piemonte PROGRAMMAZIONE 2007-2013 PSR 2007-2013 ASSE IV LEADER 13 GRUPPI

Dettagli

dei BAONE 25.26.27.28.29 MAGGIO 2012

dei BAONE 25.26.27.28.29 MAGGIO 2012 Benvenuti alla FESTA BISI. Paolo Bottaro Presidente Pro Loco Baone Siamo alla quattordicesima edizione e ancora una volta, siamo pronti a fare festa. L'abbiamo chiamata "Festa", e non semplicemente Sagra,

Dettagli

un laboratorio, tante emozioni!

un laboratorio, tante emozioni! * Metodologia ludica, interdisciplinare e creativa della musica * un laboratorio, tante emozioni! Progetti di educazione al suono e alla musica presentati da Sandro Malva Fare musica è importante. Psicologi

Dettagli

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa

Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Finanziamenti comunitari Castelfranco città d Europa Lo scenario: Il punto di partenza L isolamento che Castelfranco Veneto soffre da anni è testimoniato anche dalla mancanza di strategia e di progettualità

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

PROGRAMMA MEETING INFORMATIVI DEL GAL GARGANO EMILIA ROMAGNA - EXPO MARCHE

PROGRAMMA MEETING INFORMATIVI DEL GAL GARGANO EMILIA ROMAGNA - EXPO MARCHE PROGRAMMA MEETING INFORMATIVI DEL GAL GARGANO EMILIA ROMAGNA - EXPO MARCHE PSR Regione Puglia 2007/2013 FONDO FEASR - Asse III Misura 331 Formazione e informazione Azione 2 Informazione EMILIA ROMAGNA

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013

UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 UNITA DI APPRENDIMENTO n 2 Natale in fiore di Petrillo Roberta (bambini di 4 anni) Anno Scolastico 2013-2014 Dal 2 al 20 dicembre 2013 1. TIPOLOGIA DELL UNITA APPRENDIMENTO Il Natale è una festività molto

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F.

PIANO dell OFFERTA FORMATIVA P.O.F. ISTITUTO COMPRENSIVO VIA VOLSINIO Via Volsinio, 23-25 - 00199 Roma Tel./Fax 06/8546344 E-MAIL: rmic8d900r@istruzione.it PEC: rmic8d900r@pec.istruzione.it SITO WEB: www.istitutoviavolsinio.it PIANO dell

Dettagli

PROGETTO DISTRETTI CULTURALI

PROGETTO DISTRETTI CULTURALI PROGETTO DISTRETTI CULTURALI Il progetto Distretti culturali nasce da un idea di Fondazione Cariplo per integrare la valorizzazione del patrimonio culturale con una più generale strategia di sviluppo del

Dettagli

STRADA DEL GUSTO NORD SARDEGNA

STRADA DEL GUSTO NORD SARDEGNA DISCIPLINARE DI QUALITÀ DELLA STRADA DEL GUSTO NORD SARDEGNA INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1. TIPOLOGIE DI AZIENDE AMMESSE NELL ITINERARIO...5 2. REQUISITI DI QUALITÀ... 6 2.1. AZIENDE, CONSORZI E COOPERATIVE

Dettagli

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici

Europa, sostegno ed. ecomusei. Interessa? Partecipazione e reti. Con chi? In che ambiti? Con chi? Punti critici Europa, sostegno ed Partecipazione e reti ecomusei Interessa? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione europea In che ambiti? Con chi? Cagliero, Maggi, Retilunghe. Gli ecomusei e l integrazione

Dettagli

Il Progetto Parella di Manital

Il Progetto Parella di Manital Il Progetto Parella di Manital Dalla capacità imprenditoriale di Manital, dal proprio spirito innovativo e dal profondo legame con il territorio, nasce un progetto che affonda le proprie radici nella

Dettagli

Inviati speciali nei luoghi del possibile

Inviati speciali nei luoghi del possibile Sperimentazione di esperienze di studio finalizzate all orientamento professionale post diploma rivolte agli studenti dell ultimo biennio delle scuole secondarie statali di secondo grado della Regione

Dettagli

TOcCARE SUMMER SCHOOL 2015 CASCINA SANT AMBROGIO 15 SECOLI IN CASCINA CORSI SETTIMANALI

TOcCARE SUMMER SCHOOL 2015 CASCINA SANT AMBROGIO 15 SECOLI IN CASCINA CORSI SETTIMANALI Protocollo d intesa con il Comune di Milano SUMMER SCHOOL 2015 CORSI SETTIMANALI 1-27 giugno 6-18 luglio 24 agosto-5 settembre 9.00-12.00 / 13.00-17.00 TOcCARE CASCINA SANT AMBROGIO 15 SECOLI IN CASCINA

Dettagli

LE BANCHE PER LA CULTURA

LE BANCHE PER LA CULTURA LE BANCHE PER LA CULTURA PIANO D AZIONE 2014-2015 II AGGIORNAMENTO L OBIETTVO: VALORIZZARE L IMPEGNO NELLA CULTURA DELLE IMPRESE BANCARIE ABI, con la collaborazione degli Associati, promuove un azione

Dettagli

Spazio polifunzionale delle antiche tradizioni siciliane

Spazio polifunzionale delle antiche tradizioni siciliane Spazio polifunzionale delle antiche tradizioni siciliane RELAZIONE DI PROGETTO 1. Obiettivi, finalità, spazio dedicato Il Comune di Catania intende realizzare uno Spazio polifunzionale delle antiche tradizioni

Dettagli

Opportunità di sviluppo e investimenti nel Gal alta Valle d Aosta. Arvier, 27 marzo 2013

Opportunità di sviluppo e investimenti nel Gal alta Valle d Aosta. Arvier, 27 marzo 2013 Opportunità di sviluppo e investimenti nel Gal alta Valle d Aosta Arvier, 27 marzo 2013 Che cos è il GAL? È un Gruppo di Azione Locale, in cui le collettività rurali si organizzano per progettare ed attuare

Dettagli

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO

Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI. Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO ALLEGATO B ESTRATTO DEL PROGETTO ESECUTIVO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune Capofila: COMUNE DI AGUGLIANO 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: TERRA DEI CASTELLI Comune capofila: (AGUGLIANO

Dettagli

LE FATTORIE DIDATTICHE

LE FATTORIE DIDATTICHE LE FATTORIE DIDATTICHE La Comunità europea ha incoraggiato lo sviluppo di attività di servizio e didattiche all interno delle aziende agricole attraverso l applicazione dell articolo 33 del regolamento

Dettagli

Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale

Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale Borghi Autentici d Italia Progetto Comunita Ospitale RETE BAI Sardegna Progetto finanziato dalla Regione Autonoma della Sardegna ai sensi dell'art.4 della Legge Regionale n 6 del 15 marzo 2012 (Legge Finanziaria)

Dettagli

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico

2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del settore turistico ELENCO PROGETTI 1 Progetto A.I.1 Progetti finalizzati alla concertazione del piano di sviluppo turistico provinciale 2 Progetto A.II.1 Progetti diretti ad orientare le scelte strategiche pubbliche del

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO

LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO LE CLASSI 1 e 2 Scuola Media Gioacchino da Fiore Sede coordinata di le Castella PRESENTANO Progetto di recupero naturalistico di un terreno confiscato ANNO SCOLASTICO 2010/2011 V Bando di concorso Regoliamoci

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli

COSA E IL GAL IL GAL MURGIA PIU COSA E STATO FINANZIATO

COSA E IL GAL IL GAL MURGIA PIU COSA E STATO FINANZIATO COSA E IL GAL GAL significa Gruppo di Azione Locale. Tre parole che insieme danno il senso della missione che l Unione Europea ha affidato a questi organismi, nati per aiutare il territorio a crescere

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA

PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA PROVINCIA DI PESARO E URBINO Distretto Culturale Evoluto CreATTIVITA 1 Introduzione L Amministrazione Provinciale di Pesaro Urbino intende raccogliere la sfida lanciata dalla Regione Marche per lo sviluppo

Dettagli

VACANZE STUDIO ITALIA PESCASSEROLI -AQ- HOTEL IL PICCHIO

VACANZE STUDIO ITALIA PESCASSEROLI -AQ- HOTEL IL PICCHIO INPDAP e I SOGGIORNI STUDIO 20 anni di Soggiorni Studio, tante generazioni di giovani che grazie all Istituto hanno avuto modo di confrontarsi con una esperienza all estero, dando loro una visione più

Dettagli

Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta

Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta Consultazione online FASE 3 - PSR FEASR 2014-20 Osservazioni GAL della Pianura veneta Misura 4. Investimenti in immobilizzazioni materiali (art. 17) Sottomisura 4.4 Sostegno per investimenti non produttivi

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

GAL IL GAL PRESENTA I BANDI DELLE MISURE 311, 312, 313

GAL IL GAL PRESENTA I BANDI DELLE MISURE 311, 312, 313 GAL IL GAL PRESENTA I BANDI DELLE MISURE 311, 312, 313 BANDO MISURA 311 Diversificazione in attività non agricole La misura 413. 311 viene attivata per favorire la permanenza delle attività agricole laddove

Dettagli

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini Associazione CittàTeatro per i bambini via A. Soffredini 75-20126 Milano tel. 02 27002476 - fax 02 27001084 direzionegenerale@teatrodelburatto.it - amministrazione@teatrodelburatto.it EXPO 2015 lacittàteatrodeibambini

Dettagli

EDUCAZIONE - TURISMO E DIDATTICA INTERVENTI E FRUIZIONE Angela Natale - Cooperativa COGECSTRE

EDUCAZIONE - TURISMO E DIDATTICA INTERVENTI E FRUIZIONE Angela Natale - Cooperativa COGECSTRE EDUCAZIONE - TURISMO E DIDATTICA INTERVENTI E FRUIZIONE Angela Natale - Cooperativa COGECSTRE L analisi delle diverse indagini conoscitive effettuate e riportate dai diversi esperti nel Piano di Assetto

Dettagli

I DISTRETTI CULTURALI

I DISTRETTI CULTURALI I DISTRETTI CULTURALI Prima parte della ricerca I musei italiani e i distretti culturali: punti di forza e di debolezza Interesse nazionale Ottobre 2011 A cura di Fondazione Cariplo per Aspen Institute

Dettagli

MOSAICO PREZIOSO. Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali REGIONE DEL VENETO FEASR

MOSAICO PREZIOSO. Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali REGIONE DEL VENETO FEASR MOSAICO PREZIOSO FEASR REGIONE DEL VENETO Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l Europa investe nelle zone rurali Scultura: Umberto Del Negro Ph: F. Danesin GAL PATAVINO: DA UNA VISIONE PIU GRANDE

Dettagli

LINEE PROGRAMMATICHE

LINEE PROGRAMMATICHE LINEE PROGRAMMATICHE SVILUPPO E LAVORO VALORIZZAZIONE AMBIENTE E TURISMO LAVORI PUBBLICI ED URBANISTICA SERVIZI SOCIALI E SANITARI ISTRUZIONE CULTURA E TEMPO LIBERO SERVIZI VARI SVILUPPO E LAVORO Agricoltura,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DEL VASO RE E DELLA VALLE DEI MAGLI INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI

REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DELL ECOMUSEO DEL VASO RE E DELLA VALLE DEI MAGLI INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI INDICE Art. 1 Istituzione Art. 2 Sede, dominio internet, marchio TITOLO I DISPOSIZIONI GENERALI TITOLO II CARATTERISTICHE IDENTITARIE DELL ECOMUSEO, MISSIONE, SCOPI E FINAILITA Art. 3 Caratteristiche identitarie

Dettagli

LABORATORI DIDATTICI CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI CERTALDO ALTO

LABORATORI DIDATTICI CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI CERTALDO ALTO LABORATORI DIDATTICI CONVENTO DEGLI AGOSTINIANI CERTALDO ALTO I laboratori didattici previsti per le scolaresche sono cinque: - laboratorio sulla medicina - laboratorio sulla magia - laboratorio sul cibo

Dettagli

VERSO IL NUOVO PSL 2014-2020 Incontro pubblico

VERSO IL NUOVO PSL 2014-2020 Incontro pubblico VERSO IL NUOVO PSL 2014-2020 Incontro pubblico Torre di Mosto, 12 novembre 2015 VeGAL: il PSL risultati 2007/13 ll Programma di Sviluppo Locale (PSL) Itinerari, paesaggi e prodotti della terra gestito

Dettagli

NOI SIAMO LE MONTAGNE: SUI SENTIERI DI OGGI VERSO IL FUTURO Progetto di sviluppo delle comunità dell'alta Val Seriana e del sistema Orobico

NOI SIAMO LE MONTAGNE: SUI SENTIERI DI OGGI VERSO IL FUTURO Progetto di sviluppo delle comunità dell'alta Val Seriana e del sistema Orobico Comune di Ardesio NOI SIAMO LE MONTAGNE: SUI SENTIERI DI OGGI VERSO IL FUTURO Progetto di sviluppo delle comunità dell'alta Val Seriana e del sistema Orobico Responsabile progettuale e pedagogico: Guazzi

Dettagli

Milano: a place to BE

Milano: a place to BE Milano: a place to BE Progetto voluto fortemente dal Comune di Milano e dalla Camera di Commercio di Milano, con il sostegno di Expo Milano 2015, per «creare e gestire un programma integrato di attività/eventi

Dettagli

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Centrale Cultura e Educazione 2012 06331/069 Servizio Promozione della città e Turismo CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 184 approvata il 20 novembre 2012 DETERMINAZIONE:

Dettagli

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini

Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti. per i bambini 20 15 16 Spettacoli, attività didattiche e laboratori, percorsi, formazione docenti per i bambini Gentili Insegnanti, per la seconda volta il nostro programma si presenta in una veste grafica snella e

Dettagli

COMUNE DI LAVARONE PROVINCIA DI TRENTO

COMUNE DI LAVARONE PROVINCIA DI TRENTO COMUNE DI LAVARONE PROVINCIA DI TRENTO fraz. Gionghi, 107-38046 LAVARONE TN Ufficio Segreteria C.F- P.IVA 00256270224 - Tel. 0464/783179 - Fax 0464/783665 RENDICONTAZIONE CONCLUSIVA Progetto: Il respiro

Dettagli

Manifestazione d interesse Progetti Chiave

Manifestazione d interesse Progetti Chiave PROGRAMMA DI SVILUPPO LOCALE (PSL) 2014-2020 Manifestazione d interesse Progetti Chiave (Scheda SOLO per PRIVATI) Adesione ai Progetti Chiave nell ambito del Programma di Sviluppo Locale Leader 2014-2020

Dettagli

UFFICIO STAMPA SETTIMANA DELLA CARNE

UFFICIO STAMPA SETTIMANA DELLA CARNE COMUNE DI CAVOUR CAVOUR 20/25 APRILE 2008: LA SETTIMANA DELLA CARNE Comunicato Stampa n.2 La vetrina della razza bovina Piemontese IL PROGRAMMA SABATO 19 APRILE Ore 21 PalasportCavour, via Vigone: anteprima

Dettagli

Treno Verde 2015. A.A.A. #tipicongusto cercasi

Treno Verde 2015. A.A.A. #tipicongusto cercasi Treno Verde 2015 Un edizione tutta speciale quella del Treno Verde 2015: dal 18 febbraio all 11 aprile, 15 tappe dalla Sicilia alla Lombardia per raccogliere e portare a Expo Milano, l esposizione universale

Dettagli

Rendiconto Centro Antiviolenza Stella Polare Anno 2013

Rendiconto Centro Antiviolenza Stella Polare Anno 2013 Associazione Risorse Donna onlus Via Sacco n 420, 03042 Atina (FR) Tel/Fax 0776839275 CF 91020780606 www.risorsedonna.org info@risorsedonna.org Rendiconto Centro Antiviolenza Stella Polare Anno 2013 Il

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

26 marzo 2013 Conselice (RA), c/o Sala consigliare, Via Garibaldi 14 Dalle 17.00 alle ore 18.30

26 marzo 2013 Conselice (RA), c/o Sala consigliare, Via Garibaldi 14 Dalle 17.00 alle ore 18.30 Numero 3 Anno 2013 La newsletter elettronica del GAL DELTA 2000 ha la finalità di informare i soci e gli operatori pubblici e privati del territorio circa le principali attività, progetti ed eventi realizzate

Dettagli

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA

PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA PIANO PER IL MARKETING TERRITORIALE DELLA REGIONE DI SUMADIJA- POMORAVLJA Introduzione: le strategie di marketing territoriale L Agenzia di Sviluppo Economico della Regione Sumadija-Pomoravlja, nell ambito

Dettagli

5.3.3.1.1 MISURA 311 Diversificazione verso attività non agricole

5.3.3.1.1 MISURA 311 Diversificazione verso attività non agricole 5.3.3.1 MISURE INTESE A DIVERSIFICARE L ECONOMIA RURALE 5.3.3.1.1 MISURA 311 Diversificazione verso attività non agricole Riferimenti normativi Articolo 53 del Regolamento CE n.1698/05. Articolo 35 del

Dettagli

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani.

PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. ALLEGATO A REGIONE TOSCANA DIREZIONE GENERALE SVILUPPO ECONOMICO PROGETTO REGIONALE FILIERA CORTA Rete regionale per la valorizzazione dei prodotti agricoli toscani. 1 PREMESSA Molti avvenimenti in questi

Dettagli

Reggio Children. DIALOGHI SULL EDUCAZIONE - Giornate di studio e di scambio è previsto per: giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 maggio 2008.

Reggio Children. DIALOGHI SULL EDUCAZIONE - Giornate di studio e di scambio è previsto per: giovedì 15 venerdì 16 sabato 17 maggio 2008. Istituzione Scuole e nidi d infanzia Comune di Reggio Emilia Reggio Children Associazione Internazionale Amici di Reggo Children GIORNATE DI STUDIO E DI SCAMBIO Anno scolastico 2007-2008 L esperienza educativa

Dettagli

Laboratorio territoriale di Educazione Ambientale in collaborazione con PRACATINAT s.c.p.a.

Laboratorio territoriale di Educazione Ambientale in collaborazione con PRACATINAT s.c.p.a. PRACATINAT PER E CON LA SCUOLA Laboratorio di sostenibilità ambientale Servizi educativi residenziali, formativi e di co-progettazione legate all ambiente e al proprio territorio. Laboratorio territoriale

Dettagli

Promuovere il territorio per promuovere il turismo

Promuovere il territorio per promuovere il turismo Promuovere il territorio per promuovere il turismo Da territorio a destinazione turistica Dare risposte alla domanda di sviluppo di un territorio A livello nazionale A livello locale Per uno sviluppo a

Dettagli

Il ruolo del volontariato nell esperienza dell Ecomuseo del Casentino

Il ruolo del volontariato nell esperienza dell Ecomuseo del Casentino Il ruolo del volontariato nell esperienza dell Ecomuseo del Casentino Andrea Rossi, Comunità Montana del Casentino, servizio CRED L Ecomuseo del Casentino, promosso dalla Comunità Montana del Casentino,

Dettagli

DISTRETTO RURALE DI QUALITÀ SICANI

DISTRETTO RURALE DI QUALITÀ SICANI Mod.6_E CHEK LIST AZIENDA AGRICOLA MULTIFUNZIONALE N. ordine dell Elenco richiedenti marchio collettivo DRQ Sicani Protocollo n. del / / Struttura ricettiva denominata: Sita in: Via Comune n. Iscr. C.C.IA.A.

Dettagli

Convergenza, Competitività e Cooperazione tra territori

Convergenza, Competitività e Cooperazione tra territori Un villaggio di idee llll percorso IInFormatiivo dii sviilluppo llocalle SIICIILIIA 2015 Processo Informale di Concertazione verso la creazione della Rete delle Comunità per lo sviluppo sostenibile e integrato

Dettagli

local marketing progetti di rete

local marketing progetti di rete local marketing progetti di rete local marketing e progetti di rete I territori sono da sempre al centro del nostro interesse. Da sempre CoopCulture è impegnata nella scoperta del territorio e della sua

Dettagli

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare

Comunità Ospitali. gente che ama ospitare Comunità Ospitali gente che ama ospitare Cos'è una Comunità Ospitale? La Comunità Ospitale è un luogo e una destinazione in cui gli ospiti/turisti si sentono Cittadini seppure temporanei identificandosi

Dettagli

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA

AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA AVIS NELLE SCUOLE: STRUMENTI EDUCATIVI DI PROMOZIONE AL DONO ED ALLA CITTADINANZA ATTIVA RINA LATU Sabato 17 Ottobre 2015 PALERMO CHI SIAMO Principali attività svolte da AVIS su tutto il territorio nazionale

Dettagli

COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432

COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432 COMUNITA MONTANA DELL APPENNINO MODENA EST Via M. Tesi, 1209 41059 ZOCCA (MO) Tel. 059/987270 Fax 059/986432 SCHEDA RILEVAMENTO PROGETTO (in attuazione della Legge regionale del 20 gennaio 2004 n. 2 Legge

Dettagli

La Valorizzazione turistica ed enogastronomica dell entroterra entroterra ligure

La Valorizzazione turistica ed enogastronomica dell entroterra entroterra ligure La Valorizzazione turistica ed enogastronomica dell entroterra entroterra ligure Salone Sapori da Sfogliare- Genova 21.06.2013 Dott.ssa Susanna Citi_ Gal Provincia della Spezia Art.65 Reg. 1695/2005- Cooperazione

Dettagli

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices

Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Fondo per lo Sviluppo e la Coesione 2007 2013: Stato di attuazione e Best practices Ancona 30 novembre 2012 Fabrizio Recchi P. F. Autorità di gestione del FAS, autorità di certificazione e pagamento e

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli