Roma - Via Don Pasquino Borghi,

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Roma - Via Don Pasquino Borghi, 165 e-mail: rmic8b0005@istruzione.it www.icpallavicini.it"

Transcript

1 Roma - Via Don Pasquino Borghi,

2 IL TERRITORIO L Istituto Comprensivo G. Pallavicini fa parte della Rete Interscolastica del XII Municipio di Roma ScuoleInsieme, del XX Distretto Scolastico e comprende l utenza dei quartieri Mostacciano ed Eur Papillo appartenenti al XII Municipio. Il territorio in cui si trova la nostra Istituzione Scolastica è caratterizzato da un tessuto sociale in cui prevale il ceto medio e medio alto. All interno di queste categorie sono presenti percentuali significative d attività lavorative che si collocano nell area della libera professione. Negli ultimi anni sono venuti ad integrarsi, con il tessuto sociale preesistente, nuclei familiari provenienti da paesi stranieri i cui componenti svolgono attività lavorativa nel quartiere. Inoltre molti bambini provenienti da tali paesi sono entrati a far parte delle famiglie del nostro territorio e, conseguentemente, la scuola ha registrato un aumento della presenza di alunni stranieri con difficoltà linguistica. Strutture del territorio Il territorio del XII Municipio è sufficientemente coperto dal punto di vista delle Istituzioni scolastiche, anche se l ulteriore espansione del territorio residenziale sta iniziando a creare situazioni di sovraffollamento delle strutture esistenti. Sono di seguito segnalati i centri di interesse culturale e ricreativo maggiormente frequentati dagli alunni presenti nel territorio: Strutture di integrazione formativa Biblioteca Pier Paolo Pasolini Museo Pigorini Museo delle arti e tradizioni popolari Museo dell Alto Medioevo Museo della Civiltà Romana Il Planetario Istituto di Geofisica Centri e attrezzature sportive Roma XII (tutte le discipline sportive) Special Olympics Team Sport (calcio e atletica leggera) Piscina delle Rose Scuola di canoa (laghetto dell EUR) Centro sportivo Papillo Centro sportivo Tre Fontane Centro sportivo All round 2 di 86

3 Centro sportivo 09 Centro sportivo Torrino Sporting Club Centro sportivo Fitness Club Sono inoltre presenti sul territorio numerosi luoghi di culto, una multisala cinematografica, quattro auditorium e vari parchi urbani. PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Il Piano dell Offerta Formativa (POF), è la carta di identità culturale e progettuale della nostra istituzione scolastica e come tale ci distingue e ci caratterizza rispetto ad altri istituti. E elaborato dal Collegio dei Docenti, sulla base degli indirizzi generali per le attività della scuola, e delle scelte generali di gestione e di amministrazione definiti dal Consiglio di Istituto, tenuto conto delle esigenze, delle proposte e dei bisogni dell utenza. In particolare il POF deve esplicitare: Le finalità educative condivise I percorsi specifici finalizzati all educazione e alla formazione dell individuo Le scelte didattiche e amministrative funzionali al conseguimento degli obiettivi Le risorse necessarie alla realizzazione del piano stesso Pertanto, in coerenza con le disposizioni in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche (DPR 275/99) e secondo i principi sanciti dalla Costituzione (art.3, 33 e 34) il nostro Istituto si propone di: concorrere alla costruzione di identità libere e consapevoli formare alla cittadinanza e alle relazioni interpersonali nel rispetto reciproco e nella solidarietà promuovere un sapere organico e critico basato sulla conoscenza, sulla capacità 3 di 86

4 di interpretazione e sulla sistemazione consapevole dei molteplici linguaggi che caratterizzano la comunicazione potenziare l autonomia personale e il senso di responsabilità verso sé e verso gli altri si ispira ai principi di: uguaglianza e integrazione senza distinzione di sesso, cultura, religione, lingua, opinioni politiche, condizioni fisiche, psicologiche, sociali ed economiche trasparenza nel motivare le ragioni delle scelte educative efficienza nell erogare il servizio secondo criteri di obiettività, efficacia ed equità partecipazione nella costruzione di relazioni con le famiglie e con le altre realtà intende assicurare: il rispetto della libertà di scelta educativa delle famiglie l accoglienza e l integrazione di tutti gli alunni, attraverso iniziative apposite,definite annualmente nella programmazione, con particolare attenzione agli alunni diversamente abili pari opportunità di crescita culturale, a misura dei bisogni, delle potenzialità dei ritmi e degli apprendimenti degli alunni la gestione partecipata della scuola all interno degli organi collegiali l adeguamento degli orari di lavoro di tutto il personale per garantire un funzionamento finalizzato all efficienza e all efficacia del servizio L azione educativa e formativa è condivisa dall intera comunità scolastica: Gli alunni: primi fruitori dell Istituzione scolastica, sono i destinatari del Piano dell Offerta Formativa, modulato secondo le esigenze e i bisogni di tipo culturale e formativo manifestati dagli stessi alunni. I genitori: chiamati ad interagire con tutte le altre componenti della scuola, non sono degli 4 di 86

5 estranei, ma parte attiva, vigili collaboratori per costruire insieme, nella scuola, uno stile fondato su un sereno rapporto di partecipazione, ascolto e disponibilità. I docenti assumono l impegno di: predisporre e concretizzare gli obiettivi del progetto dell Offerta Formativa; elaborare opportuni itinerari educativi e didattici da attuare nelle classi; valutare con attenzione e sensibilità i risultati intermedi e finali. qualificare sempre più la loro professionalità attraverso una costante attività di aggiornamento. Il personale ATA amministrativo e ausiliario: opera nel rendere la scuola efficiente in ordine ai servizi amministrativi, ai servizi generali, all accoglienza, alla sorveglianza e alla pulizia testimonia il senso dell ordine dell Istituzione scolastica, considerata bene comune, appartenente a tutti e verso la quale tutti devono mostrare rispetto. Le scelte amministrative e gestionali per il raggiungimento degli obiettivi formativi sono coordinate e pianificate dal: Il Dirigente scolastico: in coerenza con il profilo delineato nell art 25 del DL 165/2001 e nel rispetto delle competenze degli organi collegiali, assicura il funzionamento generale dell unità scolastica, promuove e sviluppa l autonomia sul piano gestionale e didattico. Due docenti collaboratori: coadiuvano il Dirigente scolastico nello svolgimento delle sue funzioni organizzative ed amministrative. Il Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi: sovrintende ai servizi amministrativi-contabili e ne cura l organizzazione. Ha autonomia operativa e responsabilità diretta nella definizione ed esecuzione degli atti amministrativi, contabili, di ragioneria e di economato anche con rilevanza esterna. 5 di 86

6 PRESENTAZIONE DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA L Istituto Comprensivo G. Pallavicini ha sede in Roma, Via Don Pasquino Borghi n. 165 e comprende: Scuola dell Infanzia BEATA VERGINE DEL CARMELO Piazza Beata V. del Carmelo Tel. Fax INFRASTRUTTURE -n.3 aule -n.1 aula polivalente -Laboratorio mosaico -Giardino - Attrezzature ludiche -Mensa RISORSE GESTIONE UMANE INTERNE ESTERNE ORARI -n. 75 alunni -Associazione -Entrata: -n. 6 insegnanti di La dalle ore classe ciliegia (teatro); alle ore n. 1 insegnante di -Didattica Moderna -Uscita: Religione Cattolica (inglese); dalle ore n. 1 collaboratore -ASD Eurosport alle ore16.00 scolastico Prescuola: pre-postscuola; dalle ore alle ore08.00 Attività: -Postscuola: Motricità: Ballo per dalle ore adulti alle ore18.00 Scuola dell Infanzia CASALE Via Giachino Tel. Fax INFRASTRUTTURE -n.2 aule -n.1 aula polivalente -Giardino ed area RISORSE GESTIONE UMANE INTERNE ESTERNE ORARI -n. 47 alunni -Associazione -Entrata: -n. 4 insegnanti di La ciliegia (teatro) dalle ore08.00 classe -Didattica Moderna alle ore n. 1 insegnante di (inglese) -Uscita: 6 di 86

7 esterna -Attrezzature ludiche -Mensa Religione Cattolica -n. 1 collaboratore Scolastico -ASD Eurosport 2001 pre-postscuola dalle ore alle ore Postscuola: dalle ore alle ore Scuola dell Infanzia e Primaria PAPILLO Via Alberto Moravia,401 Tel.-Fax INFRASTUTTURE -n.3 aule infanzia -n.7 aule primaria -n.1 aula multimediale n. 1 laboratorio di informatica -Biblioteca -Palestra -Giardino -Attrezzature ludiche -Mensa RISORSE GESTIONE UMANE INTERNE ESTERNE ORARI -n.75 alunni -Associazioni Scuola infanzia: infanzia La ciliegia (teatro) -Entrata: -n. 121 alunni dalle ore primaria -Mirabelli: alle n.14 insegnanti di educazione -Uscita: classe primaria musicale; dalle ore15.45 n.6 insegnanti - Massimo Gai: alle ore scuola infanzia Tao Lung; Scuola primaria: -n. 3 insegnanti di -ASD Beagle: -Entrata: sostegno pre-postscuola alle ore n. 2 AEC Tiro con Arco junior -Uscita: -n. 3 insegnanti di F alle ore Religione Cattolica Kung Fu bambini; -Prescuola: -n. 3 collaboratori -Dinamo Sport dalle ore Scolastici MiniBasket; alle ore Postscuola: dalle ore alle ore di 86

8 Scuola Primaria G.PALLAVICINI Via Don Pasquino Borghi,165 Tel Fax INFRASTRUTTURE -n.23 aule -Biblioteca -Lab. informatico -Lab. Scientifico -Lab. Ceramicaarte-immagine -Attrezzatura musicale -Palestra -Spazi liberi interni -Sala Riunioni -Giardino -Mensa RISORSE GESTIONE UMANE INTERNE ESTERNE ORARI -n.501 alunni -ASD Eurosport Tempo 40 ore -n 39 insegnanti di Entrata: classe MiniBasket dalle ore n. 2 insegnanti di Ginnastica artistica alle ore Religione Cattolica Calcetto -Uscita: -n. 7 insegnanti di Pallacanestro dalle ore sostegno pre-postscuola; alle ore n. 2 insegnanti di -ASD Beagle Tempo 27 ore attività Pallavolo -Entrata: parascolastiche ore 8,20 - Cravero uscita ore 13,45 -n.3 AEC Coro e percursioni -Prescuola: -n. 1 assistente alla Coro Pallavicini dalle ore comunicazione Musica e alle ore n. 6 collaboratori Movimento -Postscuola: Scolastici -Accademia delle dalle ore Arti alle ore Corso di Arte visiva 8 di 86

9 Scuola Secondaria di primo grado V. BACHELET Via Beata V. del Carmelo,35 Tel. Fax INFRASTRUTTURE -n.20 aule -Biblioteca in via di riorganizzazione -Lab. Informatico* -Lab. Multimediale* -Lab. Artistico con forno per ceramica -Lab. Scientifico* -Laboratorio musicale* -Palestra -Auditorium -Giardino -Mensa RISORSE GESTIONE UMANE INTERNE ESTERNE ORARI -n. 469 alunni Attività orario extra- Tempo normale: -n.40 insegnanti Curriculare: -Entrata: -n. 2 insegnanti di -Centro sportivo alle ore Religione Cattolica Studentesco**: Uscita: -n7 insegnanti di pallavolo-minivolley alle ore sostegno -ASD Bachelet: Tempo prolungato: -n.2 AEC Coro Bachelet -Entrata: -n.1 assistenti alla LaborArte alle ore comunicazione L arte e la creatività -Da lunedì a giovedì -n. 6 collaboratori nella moda. Uscita: Scolastici Corso preparatorio alle ore campionato under -Venerdì 14 Uscita: -ASD Beagle: alle ore Aikido kung Fu-Wing Chun *Il nostro Istituto, grazie a progetti elaborati da docenti e sovvenzionati dal MIUR, da privati e Enti Locali, si è dotato di vari laboratori: musicale, scientifico, per le tecnologie dell informazione e della comunicazione. Inoltre l Istituto è dotato di Lavagne Interattive Multimediali (LIM), per l uso delle quali, più docenti hanno seguito un corso di formazione : n mobile per la scuola secondaria di primo grado n. 1 per la scuola primaria Pallavicini n. 1 per la scuola primaria Papillo 9 di 86

10 ** Il Centro Sportivo Studentesco organizzato dal prof. Alessi e dalla prof.ssa Casella offre corsi di Pallavolo e Minivolley. SCELTE D INDIRIZZO LINEE GUIDA DEL POF Indirizzi generali per le attività della scuola La seguente proposta di indirizzi generali all offerta formativa dell Istituto Pallavicini è stata elaborata dal gruppo di lavoro individuando quattro obiettivi formativi per le attività della scuola: 1. Successo formativo sostegno delle diverse abilità recupero di abilità di base in ambito curricolare ed extracurricolare potenziamento dell eccellenza 2. Promozione e sviluppo dei principi e dei valori della cittadinanza, della solidarietà, dell accoglienza formazione della persona: sapere, saper essere, saper fare secondo i principi e i valori della Costituzione Italiana, della Carta dei Diritti dell Unione Europea, della Carta Internazionale dei Diritti umani 3. Intercultura ed integrazione: potenziamento delle lingue europee; offerta di pari opportunità culturali; potenziamento e sostegno di attività finalizzate all integrazione dei ragazzi diversamente abili; 4. Valorizzazione ed ottimizzazione delle risorse professionali e strumentali: Potenziamento attività dei laboratori tecnico-scientifici ed artistici; Potenziamento delle strutture e delle attrezzature sportive; Partecipazione a progetti e bandi-concorso territoriali, nazionali, europei; 10 di 86

11 Ampliamento offerta formativa in orario extracurricolare con utilizzo di risorse interne e/o esterne ed apertura al territorio; Scelte generali di gestione ed amministrazione E stata inoltre individuata la necessità di fissare una condizione trasversale di tracciabilità del sistema formativo che caratterizzi il servizio scolastico dell Istituto Comprensivo. TRACCIABILITÀ Chi - Che Cosa Quando - Perchè - Come POLITICA PER LA QUALITÀ -ANNO SCOLASTICO L Istituto C. G. Pallavicini, avendo aderito al Progetto qualità di Rete ScuoleInsieme, ha adottato un Sistema di Gestione per la Qualità conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2008 a partire dal 1 settembre 2011 consapevole dell importanza e della necessità di avvalersi di un Sistema di gestione per la qualità riconosciuto in ambito internazionale, al fine di garantire la qualità dei servizi erogati dall Istituzione Scolastica e di conseguire elevati livelli di soddisfazione dei propri Utenti di riferimento. Nella fase iniziale e successivamente all inizio di ogni anno scolastico, al fine di avviare una gestione improntata ai principi di efficacia ed efficienza, La Direzione dell ISA11 sancisce le linee guida e le strategie relative alle attività nelle quali si concretizza l operato dell Istituto. MISSION: Creare opportunità per lo sviluppo armonico e per il raggiungimento del successo formativo degli alunni valorizzandone le diversità 11 di 86

12 Pertanto, in coerenza con le disposizioni in materia di autonomia delle istituzioni scolastiche (DPR 275/99) e secondo i principi sanciti dalla Costituzione (art.3, 33 e 34) il nostro Istitutosi propone di: concorrere alla costruzione di identità libere e consapevoli, formare alla cittadinanza e alle relazioni interpersonali nel rispetto reciproco e nella solidarietà, promuovere un sapere organico e critico basato sulla conoscenza, sulla capacità di interpretazione e sulla sistemazione consapevole dei molteplici linguaggi che caratterizzano la comunicazione, potenziare l autonomia personale e il senso di responsabilità verso sé e verso gli altri. FLESSIBILITÁ TRASPARENZA ORGANIZZAZIONE CONTINUITÁ OBIETTIVI PER LA QUALITÀ PER L ANNO SCOLASTICO N OBIETTIVO RESPONSABILE TEMPI. 1 Promuovere l autonomia dell Istituto come FS POF capacità progettuale attraverso lo DS Maggio 2012 svolgimento di progetti: almeno 80% degli alunni dovrà partecipare ad un progetto d Istituto in orario curricolare o extracurricolare 2 Facilitare le relazioni positive interne ed esterne attraverso una comunicazione DSGA Maggio 2012 trasparente ed efficace: tenere aggiornate le bacheche dei plessi dell Istituto e registrare gli accessi al sito Web FS COMUNICAZIONE DS 3 Sviluppare azioni di aggiornamento o autoaggiornamento e formazione per il personale: attivare almeno un corso di aggiornamento o autoaggiornamento interno e promuovere la partecipazione di almeno 20% Docenti/ATA a corsi di formazione di RETE o esterni. FS FORMAZIONE DS Giugno di 86

13 4 riconoscimento della certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 RQI Novembre di 86

14 MONITORAGGIO E VALUTAZIONE D ISTITUTO Le Funzioni Strumentali e i singoli docenti hanno come finalità principale quella di sottoporre a valutazione il livello di raggiungimento degli obiettivi indicati nel Piano dell Offerta formativa. In particolare: -predisporre strumenti adeguati di verifica; -raccogliere ed elaborare dati; -individuare punti di forza e di debolezza; -pubblicare e diffondere i risultati; -dare vita a gruppi di miglioramento su temi specifici. Per valutare l efficienza e l efficacia del sistema scolastico e migliorare la qualità del servizio si procederà, durante l anno scolastico in corso, ad una valutazione d Istituto. La modalità d indagine prevista consist nella diffusione di un questionario assolutamente anonimo alle famiglie e ai docenti.saranno presi in esami i seguenti indicatori. Per le famiglie: clima relazionale strutture, risorse e servizi area della didattica offerta di attività extracurricolari Per i docenti: clima relazioni socio professionali strutture, risorse e servizi area didattica, offerta extracurricolare funzionamento organi collegiali, formazione professionale. Per quanto riguarda ampliamento dell Offerta Formativa sarà effettuato un monitoraggio in itinere ed una valutazione finale attraverso questionari di gradimento. 14 di 86

15 AGGIORNAMENTO E FORMAZIONE La scuola dell autonomia richiede figure professionali molto competenti nella mediazione culturale, ma anche soggetti esperti di organizzazione, attenti alle relazioni, abili nell uso delle tecnologie, capaci di documentare ed utilizzare proficuamente le esperienze proprie ed altrui. A tal fine l aggiornamento professionale di tutto il personale della scuola è un importante elemento di qualità del servizio scolastico; esso è finalizzato a fornire a tutto il personale strumenti culturali e scientifici per sostenere l innovazione e dare a tutti gli operatori più ampi margini di autonomia operativa, anche in relazione alla diffusione delle tecnologie dell informazione e comunicazione. La Funzione Obiettivo strumentale della Formazione e Aggiornamento si occuperà dello sviluppo professionale del personale docenti e non docente attraverso le seguenti fasi di lavoro: Accertare i bisogni formativi dei docenti predisponendo adeguati strumenti di rilevazione e di monitoraggio; Elaborare la mappa delle professionalità per sfruttare le eventuali risorse formative presenti nell Istituto; Predisporre una ricognizione delle offerte formative disponibili sul territorio a partire dalla rete scolastica di cui il nostro Istituto è parte; Sostenere le azioni generali di formazione e la progettualità individuale. Per quanto concerne le iniziative delle Rete Interscolastica Scuoleinsieme sono stati predisposti per l anno scolastico i seguenti corsi di formazione e aggiornamento. AMBITO FORMATIVO Nuove tecnologie Amministrazione e contabilità Didattica Qualità FORMAZIONE PROMOSSA DALLA RETE E DALL I.C. PALLAVICINI - ANNO SCOLASTICO TITOLO DEL CORSO E-learning e multimedialità per una nuova didattica Nuove norme sulle procedure contabili e tracciabilità dei flussi finanziari Processi di comprensione del testo apprendimento e valutazione Corso di formazione per Responsabili Qualità delle Istituzioni Scolastiche (primo livello) SCUOLA CAPOFILA IC Marta Russo IC Orsa Maggiore IC Via Laurentina NUMERO ORE IC Orsa Maggiore 20 DATA da gennaio a marzo 2012 da novembre 2011 a gennaio 2012 da dicembre 2011 ad aprile 2012 da gennaio ad aprile 2012 SEDE IC Marta Russo IC Orsa Maggiore IC Via Laurentina da definire 15 di 86

16 Qualità Nuove Tecnologie Qualità Qualità Corso di formazione ed approfondimento per Responsabili Qualità delle Istituzioni Scolastiche (secondo livello) Uso della LIM IC Orsa Maggiore LSS Cannizzaro da settembre ad aprile 2012 da gennaio/febbraio ad aprile 2012 FORMAZIONE PROMOSSA ALL INTERNO DELL I. C. PALLAVICINI - ANNO SCOLASTICO Autoaggiornamento: Per una scuola di qualità Autoaggiornamento: Enjoy learning English I.I.C. I.C.Pallavicin i P a l l a v i c i n i da gennaio/febbraio ad aprile 2012 da gennaio/febbraio ad aprile 2012 da definire LSS Cannizzaro I.C.Pallavicini I.C.Pallavicini 16 di 86

17 LA COMUNICAZIONE NELL ISTITUTO Nella comunità scolastica la comunicazione è un processo di condivisione di informazioni, conoscenze ed esperienze. L utilizzazione di regole, comunemente accettate, favoriscono lo scambio e la cooperazione, elementi imprescindibili nel contesto scolastico. A tale proposito è stata istituita la Funzione Strumentale della Comunicazione con il precipuo compito di aggiornare e di archiviare i dati, le informazioni relative alle azioni dell Istituto e i risultati raggiunti al fine rendere più agevole e fruibili le informazioni. l Istituto ha sviluppato ed implementato un sistema di comunicazione tale da garantire un adeguato trasferimento delle informazioni tra le varie funzioni e risorse interne che prevede l utilizzo del sito web. Esso si sta realizzando e conterrà al proprio interno un apposita area riservata e protetta finalizzata allo scambio di informazioni tra tutti gli utenti scolastici. Inoltre si dedicherà uno spazio pubblico per la diffusione di notizie o documenti di interesse generale. È responsabilità della Funzione Strumentale della Comunicazione curare la gestione del sito web e tenerlo aggiornato.. Per facilitare la comunicazione con la Rete ScuoleInsieme inoltre nella homepage del sito web d Istituto sarà attivo un collegamento con il sito web della Rete e viceversa da esso è possibile raggiungere con apposito link il sito dell Istituto. RISORSE UMANE Staff di dirigen za DIRIGENTE SCOLASTICO Collaboratore Vicario del Dirigente Collaboratore del Dirigente Direttore dei Servizi Generali e Amministrativi Coordinatore per la scuola Dott.ssa Maria Maddalena Franzoni Nucci Maria Luisa Grazia Cardaci Maria Rita Ciancarelli Vilma Sessa dell Infanzia Responsabile Qualità Istituto Matticari Adele Incaricato Qualità Castorina Andrea Coordi Scuola primaria Papillo Borgia Lina Scuola dell infanzia Papillo Bagnoni Ornella 17 di 86

18 natori di Plesso Funzi oni stru ment ali Com miss ioni Resp onsa bili aule labor Scuola dell infanzia Beata Vergine Scuola dell infanzia Casale POF - Monitoraggio - Autovalutazione Istituto Continuità accoglienza e orientamento Diverse abilità e disagio Sessa Vilma Drago Maria Baroncelli Cristina Scanzani Barbara De Marco Maria Rosaria Barachini Carla Formazione ed aggiornamento Giorgione Livio Qualità e rete scolastica ScuoleInsieme Matticari Adele Informatica Castorina Andrea Programmazione e valutazione Scaccia Silvia Comunicazione Di Pumpo Vincenzo POF e autovalutazione: Celani Agnese, Capobianchi Fabiana, Romano Maria, Frese Evelina,Cecchini Ilaria, Nucci Maria Luisa Programmazione e valutazione Continuità Orientamento Comunicazione - gestione sito web Organizzazione didattica Gruppo qualità Informatica Pallavicini Informatica Bachelet Informatica Papillo Scientifica Pallavicini Scientifica Bachelet Musicale Bachelet Di Lella Maria Consiglia, Cobellis Miranda, Poldiallai Valetina, Rossi Tiziana, Falcetelli Solidea, Maggi Lucia, Medulla Alessandra Cardaci Grazia,Drago Maria, Ariano Patrizia,Conversano Vittoria, Falcetelli Solidea, Carrisi Cinzia, Abbatiello Maria Rosa, Abbazia Lucia, Perna Maria. Alessandrini Iolanda, Mallozzi Rosalia, Maggi Lucia, Graf Maria Pia Canali Raffaella, Castellani Federica, Piraino Tiziana, Casalino Anna Rita, Pileri Sandra. Cardaci Grazia Poldiallai Valentina Dirigente Scolastico(DS) Matticari Adele (RQI), Castorina Andrea(IQ) Ciancarelli Maria(RFA) Nucci Maria Luisa (Vicaria) Matticari Adele Castorina Andrea Conversano Vittoria Pimpini Elisa Di Loreto Antonietta Lopergolo Marilena 18 di 86

19 atori sub cons egna tari Respo nsabili Sussidi Sub conseg natari GLH d Isti tuto Artistica Bachelet Biblioteca Pallavicini Biblioteca Papillo Sportiva Bachelet Sportiva Pallavicini Mosaico Beato vergine Auditorium Pallavicini Auditorium Bachelet Pallavicini Bachelet Papillo primaria Beata Vergine Papillo Infanzia Casale Dirigente Scolastico Presidente Consiglio Istituto Docente Primaria Docente Secondaria I grado Docente Sostegno Docente Infanzia Belvedere Silvana Canali Raffaella Fasano Gerardina Alessi Alessandro Corazzi Adriana Sessa Vilma Tonziello Vincenzo Castorina Andrea Tonziello Vincenzo Cardaci Grazia Risa Monica Sessa Vilma Bagnoni Ornella Drago Maria M. M. Franzoni De Marco Maria Rosaria Barachini Carla Isaia Cristina Tessitore Maria Laura COORDINATORI CONSIGLI DI CLASSE - SEGRETARI CONSIGLIO DI CLASSE Segretario informatico: Giorgione Livio CLASSE COORDINATORI SEGRETARI 1 A Scanzani Barbara Briatico Giuseppe 2 A Di Loreto Antonietta Cecchini Ilaria 3 A Piraino Tiziana Spina Valentina 1 B Baroncelli Cristina Belvedere Silvana 2 B Scalia Nunziata Maria Anna Lawrycenko Luciana Veronica 3 B Alessandrini Iolanda Diana Rita 1 C Falcetelli Solidea Palmese Lucia 2 C Cardaci Grazia Carmela Maggi Lucia 3 C Mallozzi Rosalia Castorina Andrea 2 D Di Lella Maria Consiglia Penna Caroppi Anna Rita 3 D Calabrese Maria Alessi Alessandro 1 E Margotti Daniela Casella Rita 19 di 86

20 2 E Villa Sara Giorgioni Livio 3 E Trotta Amalia Mittica Maria 1 F Ferlazzo Floriana Lopergolo Maria Maddalena 2 F Graf Maria Pia Capasso Maria luisa 3 F Castrovilli Teresa Barachini Carla 1 G Savoia Maria Domenica Rocco Anna 2 G Frese Evelina Pallotta Carmela 3 G Casalino Anna Rita Ciraolo Calogero Presidenti Interclasse CLASSI PLESSO PRESIDENTE SEGRETARIO 1 Pallavicini Baisi Patrizia Rossi Tiziana 2 Pallavicini Nappi Giuseppina Silvestrelli Paola 3 Pallavicini Delfino Daniela Fortunati Carla 4 Pallavicini Celani Agnese Pinto Soccorsa Caterina 5 Pallavicini Gargiuli Anna Maria Milione Rita 1-2 Papillo Conversano Vittoria Gerace Giuseppina Papillo Pileri Sandra Fasano Gerardina Presidenti Intersezione Plesso Presidente Segretario Beata Vergine Sessa Vilma Ronga Carmela Papillo Bagnoni Ornella Ariano Patrizia Casale Drago Maria Dattoli Anna Maria Commissione mensa: genitori Comitato di garanzia: da eleggere tra i rappresentanti di classe Addetti alla sicurezza: Dirigente Scolastico- Franzoni Maria Maddalena RSPP Responsabile del servizio di protezione e prevenzione- Orlandi Fernando Addetti per i servizi di protezione e prevenzione (ASPP): Di Loreto Antonietta, Barachini Carla, Canali Raffaella, Abbazia Lucia, Capobianchi Fabiana, Drago Maria, Gancitano Gaetana, Abbatiello Maria Rosa. Ariano Patrizia, Tessitore Maria Laura Addetti alla tutela della salute dei non fumatori: 20 di 86

21 Nucci Mari Luisa, Cardaci Grazia, Sessa Vilma, Borgia Lina, Bagnoni Ornella Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza:da eleggere in assemblea del personale Addetti primo soccorso: Pallavicini: Lisi Franca Beata Vergine: Torri Antonio Casale: Gangitano Gaetana Papillo: Mastrogiacomo Daniela Bachelet: Barbieri Anna Maria PERSONALE AMMINISTRATIVO Direttore dei servizi generali amministrativi:maria, Rita Ciancarelli Assistenti amministrativi: Area alunni: Vania Liscio, La Rosa Antonietta Area personale: Francesca Pellecchia -Francesca Placidi- Maria Grazia Pastecchi Area comunicazione: Federici Maria, Proietti Giulia Maria Area contabile-patrimoniale: Tiziana Tucciarone Gli uffici di segreteria hanno sede presso la scuola G.Pallavicini Via don Pasquino Borghi,165 E mail: Tel / Fax di 86

22 Orario per il pubblico esterno: Giorno dalle / alle Personale e Didattica Martedì 14:30 15:30 Personale e Didattica Mercoledì e Giovedì 8:30 10:30 DSGA Mercoledì previo 10:00 13:00 appuntamento DS Mercoledì previo appuntamento 10:00 13:00 Orario per il personale interno: Giorno dalle / alle Personale e Didattica Lunedi - martedì - giovedì 12:00 13:15 Personale e Didattica Mercoledì 14:30 15:00 DSGA Mercoledì previo 10:00 13:00 appuntamento DS Mercoledì previo appuntamento 10:00 13:00 22 di 86

23 SCELTE DIDATTICHE-EDUCATIVE D ISTITUTO In linea con il documento Indicazioni Nazionali per la Costruzione del Curricolo si elabora la programmazione didattica annuale, che si sviluppa in Percorsi di Apprendimento disciplinari, aperti alla interdisciplinarietà. Lo sviluppo di questi percorsi tiene conto sia della continuità verticale tra i diversi ordini di studi (scuola dell infanzia, primaria e secondaria di primo grado), sia della progressività degli apprendimenti. Il regolamento sull obbligo scolastico (22/8/2007 G. U. n /8) in riferimento alle Indicazioni Nazionali, prevede l acquisizione di competenze chiave che possono essere sintetizzate in quattro assi culturali, all interno dei quali, la programmazione curriculare ha il suo sviluppo: Asse dei linguaggi. Asse matematico. Asse scientifico tecnologico. Asse storico-culturale. Dal punto di vista progettuale, le fasi dell apprendimento devono essere le seguenti: Conoscenze pregresse: Che cosa sai? Mapping: Devi sapere che. Applicazione: Quel che devi fare. Esperienza: Prova anche tu. Ricostruzione: Che cosa hai fatto e perchè? Generalizzazione: Inventa una regola. OBIETTIVI FORMATIVI e DIDATTICI D ISTITUTO: di tipo cognitivo L'alunno mostra di saper richiamare autonomamente conoscenze e abilità disciplinari in contesti d'aula, di laboratorio, di realtà extrascolastica per: 23 di 86

24 - RISOLVERE PROBLEMI - STABILIRE RELAZIONI DI CAUSA-EFFETTO - PORSI DOMANDE SENSATE - INTERPRETARE DATI, EVENTI E FENOMENI - ESPRIMERE ED ARGOMENTARE LE PROPRIE OPINIONI - FORMULARE IPOTESI - COMUNICARE CON APPROPRIATEZZA DI LINGUAGGIO VERBALE - ESPRIMERSI UTILIZZANDO CODICI DIVERSI di tipo meta cognitivo IMPEGNO : porta a termine il lavoro assegnato. Accetta le indicazioni dell'insegnante per migliorare il proprio lavoro. Sa riconoscere i propri successi ed insuccessi. MOTIVAZIONE : durante l'attività scolastica si attiva per superare ostacoli pur diconseguire lo scopo proposto. E' interessato ad approfondire gli argomenti trattati a scuola. ATTENZIONE : è concentrato sul lavoro. ORGANIZZAZIONE : è sempre fornito del materiale necessario. Sa organizzare il materiale di cui è fornito. AUTONOMIA : tenta di risolvere il compito affidatogli. Di fronte a una situazione nuova cerca il modo di affrontarla (di tipo socio - emotivo - affettivo). RISPETTO DI SÈ E DEGLI ALTRI : nell'affermarsi tiene conto degli altri e della situazione in cui si trova. Interagisce con gli altri nei tempi e nei modi opportuni. Ha cura delle propria persona, delle proprie cose e di quelle altrui. ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ : in situazioni conflittuali sa autocontrollarsi. COLLABORATIVITÀ : sa cooperare nel gruppo. Gli Obiettivi Formativi di Istituto sono trasversali rispetto a tutte le discipline 24 di 86

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE

CURRICOLO il sapere, il saper fare, il saper essere. SAPERE, SAPER ESSERE SAPER FARE COMPETENZA VALORIZZAZIONE CURRICOLO Il Curricolo è il complesso organizzato delle esperienze di apprendimento che una scuola intenzionalmente progetta e realizza per gli alunni al fine di conseguire le mete formative desiderate.

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

SITUAZIONE DI PARTENZA

SITUAZIONE DI PARTENZA CLASSE ISTITUTO COMPRENSIVO VIA POSEIDONE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO ANNO SCOLASTICO 2013/14 CLASSE SEZ COORDINATORE Alunni Maschi Femmine Ripetenti Altre culture

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA 1 via Regina Elena, 5-62012- Civitanova Marche (MC) Tel. 0733/812992 Fax 0733/779436 www.icviareginaelena.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA CHE COS E IL

Dettagli

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco

Istituto Comprensivo Via Casal Bianco MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casal Bianco PIANO DI LAVORO EDUCATIVO-DIDATTICO COORDINATO ANNO SCOLASTICO

Dettagli

SECONDARIA "L. VERGA"

SECONDARIA L. VERGA SECONDARIA "L. VERGA" SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO LUIGI VERGA Via Trino 32, Tel. 0161-215814, E-mail vergadocenti@tiscali.it CLASSI ALUNNI INSEGNANTI 16 334 38 10 DI SOSTEGNO 1 DI RELIGIONE COLLABORATRICI

Dettagli

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA

CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA CONTINUITÀ EDUCATIVO- DIDATTICA mediante momenti di raccordo pedagogico, curriculare e organizzativo fra i tre ordini di scuola, promuove la continuità del processo educativo, condizione essenziale per

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO EDUCAZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE

DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO EDUCAZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE DIREZIONE DIDATTICA SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO EDUCAZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE Modello di matrice adottata per la costruzione del curricolo Campo d esperienza/area EUCAZIONE CITTADINANZA COSTITUZIONE

Dettagli

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità

Progetto 5. Formazione, discipline e continuità Istituto Comprensivo Statale Lorenzo Bartolini di Vaiano Piano dell Offerta Formativa Scheda di progetto Progetto 5 Formazione, discipline e continuità I momenti dedicati all aggiornamento e all autoaggiornamento

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015

ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 ISTITUTO COMPRENSIVO AVIGLIANO CENTRO PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Un bambino, un insegnante, un libro e una penna possono cambiare il mondo. Malala Yousafzai Premio Nobel per

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA BAROLO L ISTITUZIONE SCOLASTICA E IL NUOVO SISTEMA DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE L Istituzione Scolastica ha proceduto alla definizione del proprio Curricolo operando l essenzializzazione

Dettagli

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga,

a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA a.s. 2015-2016 Quando ti metterai in viaggio per Itaca devi augurarti che la strada sia lunga, fertile in avventure e in esperienze.... Sempre devi avere in mente Itaca raggiungerla

Dettagli

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI PARTE SECONDA 5. LA SCUOLA PRIMARIA DELL'ISTITUTO 5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI La scuola Primaria promuove il benessere dei bambini e si impegna ad educarli tenendo conto delle diverse dimensioni

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE

SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE SCUOLA DELL INFANZIA DI CAPITONE PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO a. s. 2008/2009 INSEGNANTI DI SEZIONE : CANAL Chetti FRANCIA Meri VALUTAZIONE DELLA SITUAZIONE INIZIALE La scuola dell infanzia di Capitone

Dettagli

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa

Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo. Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo Piano dell offerta formativa Istituto Comprensivo Poggiomarino1-Capoluogo I PROGETTI DIDATTICI INDIRIZZI GENERALI DELLA SCUOLA LE STRUTTURE IL CURRICOLO P.O.F

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI BALANGERO PROGRAMMAZIONE EDUCATIVA Scuola Primaria Anno scolastico 2013/2014 Il Collegio dei Docenti della Scuola Primaria dell Istituto Comprensivo di Balangero condivide

Dettagli

7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA

7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA 7 CIRCOLO DIDATTICO - MODENA Via San Giovanni Bosco, 171 - Modena tel. 059.223752 / fax 059.4391420 VADEMECUM IMPEGNI DI RECIPROCITA NEI RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA Premessa Dal POF 2009/2010 del 7 Circolo

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DISABILIdell'I.C.di Belgioioso FINALITA Il presente documento contiene criteri, principi e indicazioni riguardanti le procedure e le pratiche per un ottimale inserimento

Dettagli

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1.

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Castelfranco E., 13 04-2013 Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Come già specificato il progetto, parte integrante del POF della scuola,

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini. Una scuola da scoprire e da vivere

PROGETTO CONTINUITÀ. Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini. Una scuola da scoprire e da vivere PROGETTO CONTINUITÀ Istituto Compresivo Rita Levi-Montalcini [Plesso di Arbostella, Plesso di Fuorni, Plesso di Mariconda, Plesso di Mercatello] Una scuola da scoprire e da vivere icritalevimontalcini.gov.it

Dettagli

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA

I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA I.C. FUTURA SCUOLA PRIMARIA FINALITÀ TRASVERSALI Sviluppa autostima Sviluppa competenze disciplinari e trasversali Impara a cooperare e vivere in gruppo Impara a superare ansie e difficoltà Impara a conoscere

Dettagli

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA

CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA ISTITUTO COMPRENSIVO E. FERMI DI CARVICO SCUOLA SECONDARIA di CARVICO SOTTO IL MONTE G. XXIII VILLA D ADDA Estratto Piano dell Offerta Formativa Anno Scolastico 2015-2016 L OFFERTA FORMATIVA comune a tutti

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno scolastico 2012 / 2013 Scuola Comunale dell infanzia Pollicinia Via Roma Potenza Tel. 0971 / 273041 DOVE SIAMO CHI SIAMO Potenza, capoluogo di regione, è la città della

Dettagli

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA

PROGETTO DI EDUCAZIONE ALLA CITTADINANZA ISTITUTO SAN GAETANO SUORE ORSOLINE GANNO ANNO SCOLASTICO 2009 / 2010 PROGETTO EDUCAZIONE ALLA CITTANANZA L elevamento dell obbligo di istruzione a dieci anni intende favorire il pieno sviluppo della persona

Dettagli

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta

A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta A cura degli insegnanti di sostegno Dell Istituto Comprensivo L. Belludi di Piazzola sul Brenta Accoglienza come riconoscimento delle diverse abilità Accogliere è riconoscere le persone nella loro completezza,

Dettagli

CITTADINANZA E COSTITUZIONE. Premessa

CITTADINANZA E COSTITUZIONE. Premessa CITTADINANZA E COSTITUZIONE Premessa L insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, introdotto dalla Legge 30-10-2008, n. 169, mette a fuoco il fondamentale rapporto che lega la scuola alla Costituzione,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia

Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia Dall analisi del monitoraggio d Istituto effettuato nel maggio 2015 attraverso questionari somministrati agli alunni e ai genitori è emerso che sia gli alunni che i genitori apprezzano: - competenze e

Dettagli

Curricolo dell'istituto Comprensivo "Bolzano - Europa 2" In base alle "Indicazioni provinciali per la definizione dei curricoli relativi alla scuola

Curricolo dell'istituto Comprensivo Bolzano - Europa 2 In base alle Indicazioni provinciali per la definizione dei curricoli relativi alla scuola Curricolo dell'istituto Comprensivo "Bolzano - Europa 2" In base alle "Indicazioni provinciali per la definizione dei curricoli relativi alla scuola primaria e alla scuola secondaria di primo grado negli

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Istituzione scolastica dotata di personalità giuridica Decreto del Direttore Generale dell Ufficio Scolastico Regionale del F.V.G. del 25 gennaio 2012 - prot. n.

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE

Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia PAOLA DI ROSA Scuola Primaria SAN GIUSEPPE Scuola dell Infanzia Paola di Rosa Scuola Primaria San Giuseppe La vera educazione è apertura alla realtà nella sua ricchezza la scuola è

Dettagli

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE TRAGUARDI FORMATIVI COMPETENZA CHIAVE EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE Campo d Esperienza: IL SE E L ALTRO COMPETENZE SPECIFICHE ABILITA CONOSCENZE COMPITI SIGNIFICATIVI Manifestare il senso dell

Dettagli

PROGETTO "Diversità e inclusione"

PROGETTO Diversità e inclusione MINISTERO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO CERVARO Corso della Repubblica, 23 (Fr) Tel. 0776/367013 - Fax 0776366759 - e-mail:fric843003@istruzione.it

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE

PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER COMPETENZE ISTITUTO ANNO SCOLASTICO INDIRIZZO CLASSE PRIMA SEZIONE DISCIPLINA DOCENTE QUADRO ORARIO (N. ore settimanali nella classe) 1. FINALITA DELLA DISCIPLINA L asse

Dettagli

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016

PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA. Anno scolastico 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CESALPINO PROGETTO D ISTITUTO: IN CONTINUITA SCUOLA INFANZIA SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2015/2016 MOTIVAZIONE La continuità didattica è parte determinante del processo

Dettagli

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016

LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LICEO ECONOMICO SOCIALE CLASSE 5 a ES 1 PROGETTO DI ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO LAVORO a. s. 2015/2016 LA DIMENSIONE DEL BISOGNO: COMUNICAZIONE E DIVERSITÀ Motivazione dell idea progettuale Il nostro Istituto

Dettagli

Ministero della Pubblica Istruzione

Ministero della Pubblica Istruzione ALLEGATO 3 SCHEDA DI AUTOANALISI: SIAMO UNA SCUOLA INCLUSIVA? Contesto: CLASSE Azioni : DIDATTICA Esperienze/oggetti : STRATEGIE INTEGRANTI E RELAZIONI D AIUTO Quali attività/esperienze servono a favorire

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI

SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE GUIDO CAVALCANTI SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO STATALE "GUIDO CAVALCANTI Via G. Guerrazzi 178, 50019 Sesto Fiorentino (FI) Tel 055/4210541/2 FAX 055/4200419 E-mail: fimm495000x@istruzione.it Sito Web: www.scuolacavalcanti.gov.it

Dettagli

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu

Progetto. A.S. 2015/2016 Scuola secondaria di primo grado. Sedi di Simaxis, Solarussa, Ollastra, Villaurbana e Zerfaliu ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SIMAXIS -VILLAURBANA DI SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO VIA ROMA, 2-09088 SIMAXIS (OR) - Tel. 0783 405013/Fax 0783 406452 C.F. 80005050952 - E-Mail

Dettagli

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA

ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE. ATTIVITA di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 PROPOSTE FORMATIVE di AMPLIAMENTO dell OFFERTA FORMATIVA I tre ordini di scuola, in accordo fra loro per garantire una continuità dalla scuola dell Infanzia alla scuola Superiore

Dettagli

Orario p.m. Tot. ore settimanali Scuola dell Infanzia 8.00-16.00 Dal LUN. al VEN. 40h. Primaria Rodari 8.30-16.30 Dal LUN. al VEN.

Orario p.m. Tot. ore settimanali Scuola dell Infanzia 8.00-16.00 Dal LUN. al VEN. 40h. Primaria Rodari 8.30-16.30 Dal LUN. al VEN. L I.C. è composto dai seguenti plessi: 1 Scuola dell Infanzia San Francesco 4 Scuole primarie: De Amicis, Pasini, Pertile, Rodari 1 Scuola Secondaria di 1 grado Mainardi Orario scolastico a.s. 2015/16

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini

DIREZIONE DIDATTICA I CIRCOLO UMBERTIDE GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini GIOCO, LIBERA TUTTI! A volte il mondo io non lo comprendo Però se giochiamo lo prendo Bruno Tognolini PROGETTO DI PLESSO SCUOLA PRIMARIA PIERANTONIO a. s. 2014/2015 PREMESSA La scuola rappresenta lo spazio

Dettagli

Milano, 22/09/2015. Dirigente Scolastico Prof.ssa Angela Izzuti 15.15-16.15 GIOVEDI 1/10 16.15-17.15 14.15-15.15 15.15 16.15 VENERDI 2/10 16.15 17.

Milano, 22/09/2015. Dirigente Scolastico Prof.ssa Angela Izzuti 15.15-16.15 GIOVEDI 1/10 16.15-17.15 14.15-15.15 15.15 16.15 VENERDI 2/10 16.15 17. Circolare n. 14 A Docenti corsi diurni Oggetto: Consigli di Classe Sono convocati i Consigli di Classe, secondo il calendario allegato, con il seguente OdG 1. Andamento didattico disciplinare (per le classi

Dettagli

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I.C.S. MAREDOLCE FINALITA DELLA SCUOLA DELL INFANZIA La nostra scuola dell Infanzia con la sua identità specifica sotto il profilo pedagogico e metodologico-organizzativo persegue: l acquisizione di capacità

Dettagli

Obiettivi formativi del documento

Obiettivi formativi del documento DIREZIONE DIDATTICA STATALE S.S. GIOVANNI PAOLO II SAN MARZANO SUL SARNO (SA) Piazza Amendola-84010-Tel. 081/955291- Fax: 081/5189080 C.F. 80047350659 Codice Meccanografico SAEE152003 Sito: www.ddsanmarzano.gov.it

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA

5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE 5.1 RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA 5 IL SISTEMA INTERNO DI VALUTAZIONE L autovalutazione delle attività progettuali previste nel POF viene attuata tramite la somministrazione di questionari rivolti agli alunni, ai genitori e agli insegnanti

Dettagli

TOLLO CH -VIA CAVOUR N.2

TOLLO CH -VIA CAVOUR N.2 TOLLO CH -VIA CAVOUR N.2 Tel. 0871. 961126-961587 Fax 0871 961126 email chic81300t@istruzione.it chic81300t@pec.istruzione.it www.istitutocomprensivotollo.it CHIC81300T Cod. Fisc. 80003000694 PROGETTO

Dettagli

ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO Raffaele Piria

ISTITUTO TECNICO STATALE PER IL SETTORE ECONOMICO Raffaele Piria via Piria n 2, 89127 REGGIO CALABRIA - 0965 28547 0965 313252 Anno Scolastico 2011/2012 Premesso che Ai Genitori Agli Alunni Ai Docenti Al Personale ATA La scuola non è soltanto ambiente di apprendimento

Dettagli

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono:

Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: Le FINALITA del percorso curricolare all interno della Scuola dell Infanzia sono: 1. CONSOLIDAMENTO DELL IDENTITA : Imparare a sentirsi bene e a sentirsi sicuri nell affrontare nuove esperienze in un ambiente

Dettagli

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan. Il ponte non è sostenuto da LA CONCRETEZZA DELL'INVISIBILE Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra. "Ma qual è la pietra che sostiene il ponte?" - chiede Kublai Kan. "Il ponte non è sostenuto da questa o quella pietra, -

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER L INTEGRAZIONE FINALITA Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è un documento che nasce da una più dettagliata esigenza d informazione relativamente all

Dettagli

I.C. DE AMICIS - Busto Arsizio

I.C. DE AMICIS - Busto Arsizio I.C. DE AMICIS - Busto Arsizio http://www.icdeamicis.gov.it Secondaria di 1 Grado E. De Amicis Anno scolastico 2016/2017 Piano Triennale dell Offerta Formativa (ex. L. 107 cd. «Buona scuola») La carta

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ. Anno scolastico 2015/2016. Docente referente: Franzosi Flavia

PROGETTO CONTINUITÀ. Anno scolastico 2015/2016. Docente referente: Franzosi Flavia PROGETTO CONTINUITÀ Anno scolastico 2015/2016 Docente referente: Franzosi Flavia PREMESSA Motivazione del Progetto La continuità nasce dall'esigenza primaria di garantire il diritto dell'alunno a un percorso

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI All.9 POF 2015-2016 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER GLI ALUNNI DISABILI Il Protocollo di Accoglienza è il documento che predispone e organizza le modalità che l Istituto intende seguire relativamente all

Dettagli

PROGETTI DI AMPLEMENTO DELL'OFFERTA DIDATTICA a.s. 2015-16

PROGETTI DI AMPLEMENTO DELL'OFFERTA DIDATTICA a.s. 2015-16 PROGETTI DI AMPLEMENTO DELL'OFFERTA DIDATTICA a.s. 2015-16 Progetto Descrizione Destinatari Valorizzazione della matematica Coinvolge tutto L Istituto; in particolare vede coinvolte le classi V^ della

Dettagli

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA

PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA (D.P.R. 21 novembre 2007 n 235) IL GENITORE/AFFIDATARIO ED IL DIRIGENTE SCOLASTICO VISTI: PRESO ATTO - Il DPR n.249 del 24 giugno 1998 Regolamento recante lo Statuto

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro. Curricolo verticale CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro. Curricolo verticale CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO ENEA TALPINO Nembro Curricolo verticale CITTADINANZA E COSTITUZIONE 1 Cittadinanza e Costituzione COMPETENZE CHIAVE: Competenze sociali e civiche NUCLEO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

Dettagli

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili

ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA. Progetto integrazione diversamente abili ISTITUTO CESARE ARICI SCUOLA PRIMARIA PARITARIA Progetto integrazione diversamente abili Anno scolastico 2010/2011 Istituto Cesare Arici - Via Trieste, 17-25121 - Brescia tel. 030.42432 fax 030.2400638

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016

ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO. Anno Scolastico 2015 / 2016 ISTITUTO COMPRENSIVO di BORGO SAN GIACOMO SCHEDA PROGETTO POF ARTICOLAZIONE ANNUALE SCUOLA PRIMARIA SECONDARIA DI PRIMO GRADO PROGETTO DI ISTITUTO DELLA SEZ. /PLESSO DI DELLA/E CLASSE/I Anno Scolastico

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone

I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE. a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO. Prof. Paola Perrone I.S.I.S.S. LUIGI SCARAMBONE a.s. 2010-2011 PIANO DI LAVORO F.S. AREA 3 ORIENTAMENTO Prof. Paola Perrone PREMESSA Nell attuale contesto storico, che ha acquisito la tematica europea dell orientamento lungo

Dettagli

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA

PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PROGETTO SCUOLA SPORT E DISABILITA UN OCCASIONE DI INCONTRO E CRESCITA PRESENTAZIONE Il presente progetto costituisce un iniziativa volta a promuovere un percorso di crescita dei ragazzi nel confronto,

Dettagli

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI SCUOLA DELL INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 10 OBIETTIVI EDUCATIVI TRASVERSALI AUTOCONTROLLO ATTENZIONE E PARTECIPAZIONE ATTEGGIAMENTO E COMPORTAMENTO

Dettagli

Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013

Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013 Mini P.O.F. scuole dell infanzia 2012-2013 Il Piano dell Offerta Formativa Esplicita la progettazione curricolare, extracurricolare, educativa ed organizzativa che una scuola adotta nell ambito della sua

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO anno scolastico 2012/2013 MOTIVAZIONE PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO Perché orientamento nella scuola secondaria di primo grado.

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995)

CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) CARTA DEI SERVIZI DELLA SCUOLA (art.2 D.P.C.M. 7 giugno 1995) La Carta dei servizi è il documento, espressione dell autonomia progettuale della scuola, che definisce e rende noti all utenza le finalità,

Dettagli

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO Ogni docente è libero di attuare le pratiche educative che ritiene più efficaci. Le lezioni si svolgono alternando metodologie didattiche tradizionali come lezione frontale, a

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali;

CARTA DEI SERVIZI. a) l accettazione e il rispetto della personalità dello studente,quali che ne siano le condizioni personali, sociali e culturali; CARTA DEI SERVIZI Premessa 1. LA carta dei servizi si ispira agli articoli 3, 21, 30, 33 e 34 della Costituzione della Repubblica Italiana e all art.149 del Trattato dell Unione Europea. 2. Alla luce di

Dettagli

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA

2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA 2 FINALITA FORMATIVE DELLA SCUOLA PRIMARIA Il nostro impianto educativo vuol porre al centro la ricerca del sé nella scoperta della necessità dell altro. Noi siamo tutti gli altri che abbiamo incontrato

Dettagli

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca

I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca I CARE Imparare Comunicare Agire in una Rete Educativa Piano Nazionale di formazione e ricerca ANALISI ESPERIENZE PREGRESSE (da compilare on line entro il 30 marzo 2008) I CARE Imparare Comunicare Agire

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

Prot n.4230/a22 Brembate, 23/09/2015. e p.c. Al Consiglio d Istituto Ai genitori al DSGA al personale ATA Atti Sito web

Prot n.4230/a22 Brembate, 23/09/2015. e p.c. Al Consiglio d Istituto Ai genitori al DSGA al personale ATA Atti Sito web Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo di Brembate Sotto Via Oratorio n. 14 24041 BREMBATE (BG) Tel: 035 801047 035 801447 - Fax: 035 4874731 info@icbrembate.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO

CARTA DEI SERVIZI DELL ISTITUTO COMPRENSIVO CENTALLO - VILLAFALLETTO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CENTALLO VILLAFALLETTO Scuola dell infanzia Scuola primaria - Scuola secondaria di primo grado Via delle Scuole 8-12044 Centallo (CN) Tel. 0171214049 fax 0171214049 email cnic84300r@istruzione.it

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico OPEN DAY Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it 1 Sede Operativa per la Formazione Continua e Superiore Attività conformi

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI FINALITÀ Il presente documento denominato Protocollo di Accoglienza è una guida dettagliata d informazione riguardante l integrazione degli alunni

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLONGO SCUOLA PRIMARIA. Estratto del POF

ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLONGO SCUOLA PRIMARIA. Estratto del POF ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLONGO SCUOLA PRIMARIA Estratto del POF La scuola, come ambiente educativo di apprendimento, luogo di convivenza democratica, deve offrire un clima sociale positivo ed essere

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: Storia, Cittadinanza e Costituzione DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte Le competenze

Dettagli

CITTADINANZA E COSTITUZIONE

CITTADINANZA E COSTITUZIONE CITTADINANZA E COSTITUZIONE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: STORIA, CITTADINANZA E COSTITUZIONE; DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Piano Annuale per l Inclusione 2015/16 1. FINALITA GENERALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104/92 Legge

Dettagli

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2

Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Progetto alunni stranieri accoglienza, integrazione, L2 Anno Scolastico 2012/2013 [[[Nessun bambino può essere considerato straniero, laddove ci si occupa di educazione, di trasmissione di valori, di conoscenze

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA ISTITUTO COMPRENSIVO N. 1 DI BOLOGNA Anno scolastico 2014-2015 LE NOSTRE SCUOLE scuola dell infanzia FUTURA scuola primaria GIOVANNI XXIII scuola secondaria 1^ grado GIUSEPPE

Dettagli

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura)

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Raggruppare e ordinare Confrontare e valutare quantità Utilizzare semplici

Dettagli

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

Anno scolastico 2008/09

Anno scolastico 2008/09 ISTITUTO COMPRENSIVO AZZANO SAN PAOLO Il presente opuscolo, che racchiude le linee programmatiche essenziali utili ad identificare la nostra scuola, costituisce una sintesi del Piano dell Offerta Formativa;

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO Premessa Nel mese di settembre 2015 si è conclusa la fase di autovalutazione di Istituto con la pubblicazione del Rapporto di Autovalutazione consultabile sul sito dell Istituto

Dettagli

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PIANO DELLE ATTIVITA DI FORMAZIONE AGGIORNAMENTO DEL PERSONALE DOCENTE E DEL PERSONALE ATA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Docente responsabile del supporto al lavoro del docente Vincenza Mittica PIANO FORMAZIONE

Dettagli

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe:

Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016. Docenti: Disciplina: Firma: 1. Analisi della Classe: Programmazione Attività del Consiglio di Classe (2 Biennio e 5 anno) Anno Scolastico 2015/2016 Consiglio della Classe Sez. Indirizzo Scenografia Coordinatore: Data di approvazione: Docenti: Disciplina:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO STATALE DI

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO STATALE DI Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Piemonte ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO STATALE DI PIANEZZA (TO) 1 Le nostre Scuole Primarie DIRIGENTE

Dettagli