indice 1 Borgo Ruga, un sito di grande pregio storico ed architettonico; 2 Progetto per la valorizzazione e il recupero di Borgo Ruga

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "indice 1 Borgo Ruga, un sito di grande pregio storico ed architettonico; 2 Progetto per la valorizzazione e il recupero di Borgo Ruga"

Transcript

1

2 indice 1 Borgo Ruga, un sito di grande pregio storico ed architettonico; 2 Progetto per la valorizzazione e il recupero di Borgo Ruga 3 Rassegna stampa

3 1

4 Borgo Ruga, un sito di grande pregio storico ed architettonico Il Borgo ha resistito all aggressione del tempo e dell espansione urbana grazie alla collocazione presso il complesso di Villa Rubbi Serena, significativa Villa veneta, e all amore degli abitanti del Borgo, che, nel passato, avevano costruito, proprio sull appartenenza al loro Borgo, una forte identità. A partire dalla metà degli anni sessanta, si è avviato un lento ma inesorabile abbandono da parte della maggior parte dei nuclei famigliari storici, fino a presentare una condizione di pesante degrado. Un azione di pura salvaguardia sarebbe del tutto insufficiente per invertire il degrado, occorre avviare un percorso di valorizzazione che porti al recupero di Borgo Ruga, attraverso un progetto in grado di mobilitare risorse umane, culturali, volontà politica, mezzi economici in sinergia tra privati ed Enti Pubblici. 2

5 Prospettiva aerea del Borgo Ruga Villa Barbaro Villa Serena Villa Liberali barchessa Il Borgo Ruga Piazza Aldo Moro 3

6 Progetto per la valorizzazione e il recupero di Borgo Ruga Muovendo da questa convinzione il Comitato Borgo Ruga, ha dato vita al Progetto per la valorizzazione il recupero di Borgo Ruga. In questo percorso sono già state realizzate significative iniziative, con il Patrocinio del Comune di Ponzano, della Provincia di Treviso e del Consiglio Regionale del Veneto: Partecipazione al Concorso: Luoghi di valore Indetto dalla Fondazione Benetton maggio 2012 Mostra Fotografica Borgo Ruga e la sua gente 26 agosto - 9 settembre 2012 Mostra di pittura ex tempore Case di Borgo Ruga In collaborazione con Arteficiolinea 23 settembre 2012 Notte bianca in Borgo Ruga In collaborazione con Auser Spazio Musica 27 Luglio 2013 Progetto Scuola e territorio: Borgo ruga passato e presente Percorso didattico di partecipazione a un progetto di proposte e idee con le classi V A-B della Scuola Primaria di Paderno I.C.S. di Ponzano Veneto settembre - ottobre 2013 Concorso Idee e proposte per la valorizzazione e il recupero finalizzato all individuazione di una nuova vocazione del Borgo, coerente con la storia. le tradizioni e il contesto culturale del sito, organica alle scelte culturali e sociali attuali dell intera comunità ponzanese. giugno - ottobre

7 5

8 Partecipazione al Concorso: Luoghi di valore Indetto dalla Fondazione Benetton - maggio 2012 Sei parole chiave per descrivere i caratteri del Borgo Ruga: fosso, casette, costruire, nove figli, essere poveri e uomini. Ogni parola ne porta con sé altre, fosso per esempio rimanda ad argine, erba, siepe, acqua, strada e indica anche un comportamento dei rugariói. Le note che seguono permettono di completare la conoscenza del luogo dal punto di vista umano e materiale. L aspetto materiale del Borgo è infatti imprescindibile dalle caratteristiche della gente che vi ha vissuto. Fosso Il fosso lungo la strada era un elemento molto comune prima degli anni 60, anche nei centri di paese. Di fronte all attuale Villa Serena esisteva un fosso molto grande che terminava in una fossa o bacino. Fosso e bacino sono scomparsi con le prime lottizzazioni degli anni 50. Sul fosso del borgo i poveri avrebbero costruito le loro baracche, diventate poi casupole, quindi casette. Costruire sul fosso significa usare e occupare la terra che è di tutti e quindi di nessuno, prima per necessità, poi per consuetudine. Casette La parola casetta vuol dire una o due stanze spesso in affitto: la cucina poteva essere di proprietà da una parte e la camera da letto in affitto da un altra, oppure si potevano abitare due stanze e si pagavano due affitti a proprietari diversi. Il tutto secondo le regole e consuetudini interne al Borgo ruga, che stabilivano il diritto d uso di una stanza. Costruire Costruire riunisce le parole portegheto, baracheta, staeta, ceso, corte, casoto e magazen. Questa serie di piccole costruzioni insisteva negli orti, che potevano essere privati o comuni, nel senso di non recintati. Nei primi anni 60 inizia un processo di abbandono del Borgo Ruga. Con un maggiore reddito, cresce la domanda di vita migliore, ma in assenza di certezza della proprietà delle vecchie case, le nuove vengono costruite fuori del Borgo. Nove figli L espressione nove figli presenta due realtà: il rapporto abitanti/numero di stanze per famiglia ed essere donna in Borgo Ruga. Il numero degli abitanti poteva variare a seconda delle vicissitudini della famiglia, ma il numero delle stanze rimaneva sempre due, di proprietà o in affitto o misto. Quando i figli erano tanti e diventavano grandi potevano andar a dormire in casa di altri, parenti e no, ma sempre nel Borgo. Essere poveri Essere poveri a Ruga voleva dire che no i jera paroni de tera, de niente. Si diceva che con la scusa che i jera quei de Ruga, i ndava a robar tuti. I rugariói rubavano per bisogno non nelle case ma nei campi, andavano a erbe e radici, a grano, a erba per i conigli su quel de chealtri, senza essere visti. Uomini Uomini di tanti mestieri, tutti diversi dal mondo circostante. Pastori venuti dai monti, lungo la via della transumanza, hanno depositato, in un mondo contadino, l acuto spirito vagabondo dell ambulante, dell artigiano, del piccolo bottegaio. D inverno c era poco lavoro per tutti, per i muratori, per gli imbianchini, per i tappezzieri, per i venditori ambulanti. In Borgo Ruga erano le donne a decidere su questioni di eredità, di affitto, di acquisto di casa, di nozze possibili, perché diversamente da chi viveva in campagna, i figli potevano anche decidere di non sposarsi. 6

9 7

10 Mostra Fotografica Borgo Ruga e la sua gente 26 agosto - 9 settembre 2012 Splendida cornice di pubblico per l'inaugurazione della mostra fotografica "Borgo Ruga e la sua gente" avvenuta domenica 26 agosto e curata dal Comitato. Tale era la curiosità dei Ponzanesi, stimolata in questi giorni di preparativi con bandiere e manifesti all'entrata del Borgo, che 200 persone si sono fatte trovare davanti all'entrata di Borgo Ruga, un mondo a parte fatto di casette, orti, povertà e solidarietà. Dopo gli interventi del presidente del Comitato Corrado Bettio, del coordinatore del progetto Andrea Dapporto, del vicesindaco Baseggio e del sindaco Granello, è giunto il momento del taglio del nastro, affidato al più anziano abitante del Borgo e al vicesindaco. E il sipario si è aperto su Borgo Ruga. L'occasione era la migliore possibile per varcare finalmente quel portico sotto la casa rossa, e i Ponzanesi si sono fatti letteralmente travolgere e stupire dalla vita che animava un tempo il Borgo, dalle piccole case abitate da decine di persone e dal gran numero di bambini festanti. Le foto, sapientemente disposte su treppiedi di legno, sono state esposte seguendo la prospettiva originaria in modo da far cogliere al visitatore le differenze tra ieri e oggi. La mostra è stata pensata lungo tre percorsi differenti che si intersecano armoniosamente. Il percorso azzurro per restituire alla nostra memoria i luoghi, le persone e la vita di Borgo Ruga, del Borghetto, di Villa Serena e della Casa dei Mezzadri; il percorso rosso per svelare scorci degli interni delle case mentre il percorso verde per proporre una rassegna dei mestieri, ricreando un "cortio dei mestieri" nel cortile di casa Conte. La Mostra fotografica è stata ideata e sviluppata, con la coordinazione di Andrea Dapporto, da un gruppo di lavoro composto da Martina Becevello, Monia Bianchin, Giovanna Borsato, Giovanni Geromin e Luca Pian. Il libro che raccoglie le presenze dei visitatori ci segnala più di 450 firme e molti commenti lusinghieri. Quello che, però, ci ha fatto capire di aver colpito nel segno è stato leggere negli occhi della gente la soddisfazione di aver riaperto cassetti della memoria chiusi da anni, aver dato la possibilità a vecchi amici di rincontrarsi anche solo per un'ora, aver fatto scoprire un bene come Borgo Ruga a chi mai aveva "osato" varcare il portico sotto la casa rossa. 8

11 9

12 Mostra di pittura ex tempore Borgo Ruga e la sua gente In collaborazione con Arteficiolinea 23 settembre 2012 E' in corso di svolgimento, presso le barchesse di villa Rubbi-Serena, la mostra di pittura "Premio Ponzano", organizzata da Arteficio Linea, in collaborazione con il Comitato Borgo Ruga, con il patrocinio del Comune di Ponzano Veneto. Quest'anno la mostra a premi, curata da Maurizio Pradella, si articola in tre sezioni: tema libero, tema fisso "I Borghi d'italia e le loro genti" e grafica/acquerello. Decisamente alto il numero dei partecipanti al concorso, circa un centinaio proveniente prevalentemente dal centro-nord Italia, ma non è mancato il contributo di alcuni pittori europei. La giuria, presieduta da Alain Chivilò, critico d'arte, e composta dal presidente di Arteficio Vincenzo Ciccarello, Andrea Dapporto, Roberto Zanlorenzi, Roberto Marcon, Antonello Baseggio, Alessandro Lemesin, Mirta Diminich,pittrice croata, e Jelena Micic, critica bosniaca, si è riunita sabato mattina stabilendo i vincitori di quest'edizione. Per il concorso a tema libero il primo premio ex-aequo è andato alla tedesca Renate Furst e al caorlotto Gabriele Salvatore; il secondo premio a Paolo Beraldo di Mestre. Per la sezioneatemafisso"iborghid'italiaelelorogenti"havintomauriziopaccagnelladi Noale, con un'opera iper-realista raffigurante proprio Borgo Ruga. Infine nella sezione grafica/acquerello ha prevalso Sandra Zengua di Trieste. L'artista Piero Slongo, che nel2011haespostoleproprieopereancheallabiennalediveneziaealpadiglione Veneto di Villa Contarini, ha invece ottenuto una menzione speciale. La mostra si concluderà domenica 30 settembre con un suggestivo ex-tempore in Borgo Ruga: circa 20 artisti rappresenteranno il Borgo en plein air, da una prospettiva a loro piacimento, lasciandosi guidare dall'ispirazione del momento. Gli artisti avranno a disposizione dalle 8 di mattina fino alle 15 di domenica 30 settembre per consegnare l'opera alla Segreteria del concorso, presso le Barchesse stesse. Una opportunità rara, quelladipotervedere moltiartistiimpegnatisu untemafisso;ancorpiù rarase il gli artisti reinterpreteranno un nostro patrimonio locale: Borgo Ruga. 10

13 11

14 Notte bianca in Borgo Ruga in collaborazione con Auser Spazio Musica 27 Luglio 2013 ll Comitato Borgo Ruga organizza, in collaborazione con Auser Spazio Musica di Ponzano, una prima assoluta nella scena ponzanese: la Notte Bianca inborgoruga. NellamagicaatmosferadiBorgoRuga,sicominciaalle19con l Aperitivo in Borgo proposto dall'osteria da Marchi che proporrà le sue specialità su un sottofondo di musica live di"spazio Musica". Dalle la serata proseguirà con lesequenze musicali di "Spazio Musica", allievi e insegnanti offriranno una fusione di genere musicali che terrà viva tutta la notte di Borgo Ruga. Nel frattempo, con Flash narrativi multimediali, si proporranno abitudini e persone dell antico borgo, ricostruite attraverso una rigorosa ricerca su documenti e testimonianze. Durante la serata ci sarà spazio per i classici giochi da osteria: tornei di Calcetto Balilla e di Scopa; intrattenimento con sorprese, spettacoli di magia e rievocazioni. Dopo l aperitivo, per tutta la notte si mangia e si beve ancora con l osteria da Marchi, che ricostruisce la propria osteria in un angolo del Borgo, dove si possono gustare polpette, frittura e cicchetti innaffiate di vino e birra. Bogoi, gelati ed anguria rinfrescheranno la serata. L'iniziativa si colloca nell'ambito del Percorso per la valorizzazione e il recupero di Borgo Ruga con il patrocinio del Comune di Ponzano, della Provincia di Treviso e del Consiglio regionale del Veneto. 12

15 13

16 Progetto Scuola e territorio: Borgo ruga passato e presente Percorso didattico di partecipazione a un progetto di proposte e idee con le classi V A-B della Scuola Primaria di Paderno I.C.S. di Ponzano Veneto settembre - ottobre 2013 Titolo: CosahadatoecosapuòdareilBorgoRuga Enti territoriali coinvolti:- Comitato Borgo Ruga e Comune di Ponzano Veneto Scuola e classi partecipanti: classi quinte del plesso di Paderno I.C.S. di Ponzano Veneto(37 alunni) Periodo di realizzazione dell attività: dal 13 settembre 2013 al 25 ottobre 2013 Venerdì 13 settembre 2013: consegna della mappa del borgo a ciascun alunno. Ascolto delle pre-informazioni dei ragazzi sul Borgo Ruga. Venerdì 20 settembre 2013: prima conoscenza del Borgo Ruga mediante sopralluogo e censimento dello stato di fatto del borgo distinguendo nella carta tra abitazioni ad uso privato ed abitazioni di proprietà comunale,indicandole con colori differenti. Venerdì 27 settembre 2013: conoscenza delle persone che attualmente risiedono nel borgo mediante questionario che evidenzi il rapporto tra gli abitanti stessi e come questo sia cambiato rispetto al passato e realizzazione di un semplice censimento che indichi i nuclei familiari che vivono in borgo, le età e le professioni dei residenti. Venerdì 4 ottobre 2013: proiezione del filmato sul Borgo Ruga e delle mappe storiche. Consegna a ciascun alunno del libretto operativo. Venerdì 11 ottobre 2013: misurazioni degli edifici e degli spazi di proprietà del Comune all interno del borgo per formulare ipotesi di utilizzo degli stessi. I ragazzi avranno ampia libertà di progettazione. Realizzazione di copie dal vero degli edifici e degli spazi interessati al progetto di riqualificazione. Venerdì 18 ottobre 2013: analisi di questo primo momento di apertura del Borgo Ruga alla Scuola. La finalità è quella di aprire il borgo al territorio circostante recuperando la sua antica caratteristica di luogo di aggregazione per i suoi residenti. Questa sua originaria caratteristica va dunque attualizzata nel contesto più ampio cittadino in cui tutti gli abitanti del paese riconosconoinessounatracciadelpassatodacuipartirepercostruireunanuovaepiùapertamodalitàdivitanelcomune. Venerdì 25 ottobre 2013: realizzazione dei fascicoli personalizzati contenenti il materiale prodotto durante l attività. 14

17 15

18 Concorso Idee e proposte per la valorizzazione e il recupero finalizzato all individuazione di una nuova vocazione del Borgo, coerente con la storia. le tradizioni e il contesto culturale del sito, organica alle scelte culturali e sociali attuali dell intera comunità ponzanese. Giugno - Ottobre 2014 Obiettivi del concorso L obiettivo prioritario del concorso è l individuazione di soluzioni per valorizzare l ambito di Borgo Ruga con proposte che siano di indirizzo per le future azioni, sia di iniziativa pubblica che dei privati operatori. Le idee le proposte che saranno avanzate dovranno essere volte a individuare una nuova vocazione di Borgo Ruga esaltandone la qualità urbana ed ambientale. Scopo del concorso Lo scopo del concorso è quello di mettere a confronto idee per individuare la soluzione che garantisca il migliore e più coerente intervento di valorizzazione e di riqualificazione di Borgo Ruga, attraverso l acquisizione di proposte con contenuti progettuali, tecnici ed economici che valorizzino le aree e gli immobili esistenti, mantenendone la riconoscibilità oltre che a potenziarne e innovarne le funzioni individuando: UnanuovavocazioneperilBorgo Indicazioni e ipotesi di progetto per un Piano particolareggiato del Borgo e per determinare nuove relazioni funzionali con l area urbana circostante Ipotesi di utilizzo delle parti pubbliche del Borgo nel contesto sociale e culturale del Comune di Ponzano Veneto. Idee e proposte di valorizzazione dell'identità dei singoli luoghi individuando interventi in grado di generare riconoscibilità degli spazi e incremento della loro fruibilità, la valorizzazione degli edifici di proprietà pubblica o in fase di acquisizione da parte dell Amministrazione comunale e qualificazione degli spazi aperti Ipotesi di sostenibilità economica per il restauro e il recupero (individuazione di fonti di finanziamento attraverso bandi nazionali ed europei, ipotesi di intervento pubblico-privato, utilizzo di tecniche di restauro e di risparmio energetico, ecc.) 16

19 17

20 Rassegna stampa Luoghi di valore, borghi da salvare e vuoti da riutilizzare Concorso di idee per il nuovo Borgo Ruga Inaugurata agli Spazi Bomben di Treviso la mostra delle segnalazioni della sesta edizione dell iniziativa Luoghi di valore, promossa e organizzata dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche come ricerca collettiva sul legame universale tra luogo e condizione umana.attraverso il progetto Luoghi di valore si compon -di anno in anno - una nuova mappa del territorio trevigiano che comprende i luoghi segnalati da tutti i cittadini che rispondono all appello della Fondazione, mossi dalle più diverse motivazioni, e descrivono i loro luoghi di valore. Il progetto, con la sesta edizione, sottotitolata Come li viviamo, come li vorremmo, ha compiuto un passo avanti: con il sesto bando si è richiesto esplicitamente di esprimere non solo un giudizio qualitativo motivato sui luoghi segnalati ma di trasmettere anche un pensiero propositivo sul loro assetto attuale, ragionando quindi su possibili interventi da compiere nei luoghi di valore. Sono undici le segnalazioni dense di particolare significato che compongono il corpus della mostra, che rimarrà aperta fino al 25 novembre. Le undici segnalazioni quest anno non si presentano come dei finalisti, perché proprio la finalità partecipativa di questa edizione ha messo in secondo piano quella del concorso. Tuttavia la proposta degli undici segnalatori apre già a suggestivi percorsi : il fiume Limbraga nel tratto che attraversa il quartiere di Fiera, nel villaggio Gescal a Treviso; la scarpata settentrionale del Montello, lungo il corso medio del Piave, Fontane Bianche, tra le prese 13 e 5, a Crocetta del Montello e altri comuni montelliani; l antico cimitero di Soligo, a Farra di Soligo; l oratorio di Santa Eurosia di villa Tron-Donà dalle Rose, a Mareno di Piave. Luoghi abbandonati da anni come l ex caserma Salsa a Treviso e a Conegliano non solo l ex fabbrica Zoppas, ma anche il parco comunale Antonio Vivaldi, la cima della collina in località Monticella, tutta la zona collinare. C è infatti sempre spazio per la memorialistica, per il valore storico e quello paesaggistico, come per il caratteristico Borgo Ruga, a Paderno di Ponzano Veneto, dove il degrado distrugge le antiche case, con cortili ed orti lasciati a se stessi. Fino ad ora la vicinanza con Villa Rubbi Serena ha aiutato la comunità locale, cui al piccolo borgo è fortemente legata, a farlo sopravvivere, ma le strutture sono sempre più danneggiate, e il tempo non le risparmierà ancora a lungo. Per informazioni: Fondazione Benetton Studi Ricerche, tel , PONZANO. Un concorso di idee per dare nuova vita al Borgo Ruga. È l iniziativa ideata dal comitato storico del centro, che vuole concentrare l attività del 2013 sul futuro del borgo. Il bando sarà aperto non solo ai professionisti, in quanto l obiettivo è in primis trovare delle idee sulla nuova vocazione del borgo, più che avere dei progetti. «Vogliamo capire cosa questo luogo può dare oggi alla comunità, e cosa i cittadini vorrebbero che diventasse» ha spiegato Andrea Dapporto del comitato del Borgo Ruga. Inoltre verrà allestita la mostra fotografica «Rugariol storie di famiglie e persone di Borgo Ruga», una raccolta di immagini che raccontano lo sviluppo del territorio attorno al borgo, e il rapporto delle persone con la contrada. Non mancherà un album da colorare dedicato ai bambini delle scuole, per trasmettere un po di conoscenza della storia locale e coinvolgere anche i più piccoli. Infine il comitato sta pensando di organizzare per luglio una notte bianca del borgo, prima della festa di fine agosto. (f.cip.) da La Tribuna del 07/11/ da La Tribuna del 05/02/2013

21 Borgo Ruga rinasce con la notte bianca PONZANO VENETO. Una notte bianca per far rinascere l antico borgo. La organizza domani il Comitato Borgo Ruga per rivitalizzare il quartiere incastonato nella frazione di Paderno. Si comincerà alle 19 con l aperitivo e i tornei di Calcetto Balilla e di scopone; si proseguirà, alle 21, con lo spettacolo dello Spazio musica. Verranno proiettati filmati sulle abitudini e sulle persone che da decenni vivono il borgo. La famiglia Marchi ricostruirà la propria osteria. (f.c.) da La Tribuna del 26/07/2013 da La Tribuna del 18/08/

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA

BANDO CONCORSO FOTOGRAFICO E DI DOCUMENTAZIONE L UMBRIA E I SUOI PAESAGGI NELLA MEMORIA STORICA Direzione Programmazione, innovazione e competitività dell Umbria Ambito di coordinamento: Territorio, Infrastrutture e Mobilità Servizio Valorizzazione del territorio e tutela del paesaggio, promozione

Dettagli

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola

Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica. Leggere Dante a scuola Classe 4^ Scuola Primaria Don Bosco Classe 5^ Scuola Primaria Madonna di Campagna Dante e l Umbria Nella Divina Commedia Percorsi di lettura, interpretazione, animazione, decodificazione linguistica Leggere

Dettagli

Laboratorio della Memoria

Laboratorio della Memoria Comune di Gemmano Laboratorio della Memoria Progetto 2006 a cura dell Auser Provinciale di Rimini 1 Laboratorio della Memoria 2006 Premessa Il presente progetto è la prosecuzione del progetto approvato

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

COMITATO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO

COMITATO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO ASSOCIAZIONE PRO LOCO SANLURI ASSOCIAZIONE PRO LOCO VILLANOVAFORRU COMITATO PER IL RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO RESTAURO E RECUPERO DELLA CHIESA DI SANT ANTIOCO VALORIZZAZIONE AMBIENTALE DELL

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno. L ultima farfalla RENZO ZERBATO. L ultima farfalla. Con la collaborazione del prof.

Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno. L ultima farfalla RENZO ZERBATO. L ultima farfalla. Con la collaborazione del prof. Dopo il successo di Ierilaltro Promosso dall Amministrazione comunale di Lavagno Renzo Zerbato Torna con L ultima farfalla RENZO ZERBATO L ultima farfalla Con la collaborazione del prof. Giuseppe Corrà

Dettagli

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585

Meraviglie. Mostra Alice nel Paese delle. Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Ilaria Bestetti 742199 Rossella Fiorella 741852 Anna Ravera 742638 Elisa Tinè 741451 Antonia Trotta 743585 Mostra Alice nel Paese delle Meraviglie Luogo: sala espositiva collocata all interno di un edificio

Dettagli

Dal Sahara alle colline Bolognesi attraverso culture arti e tradizioni

Dal Sahara alle colline Bolognesi attraverso culture arti e tradizioni CAMPI ESTIVI Tra antichi mestieri e tradizioni multietniche L Associazione Tekelt, avendo una struttura adeguata ed ampi spazi all aperto propone per il periodo giugno settembre in concomitanza con la

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone

bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone bilancio partecipato del Comune di Monte Porzio Catone BP 2009 non solo parole Sbilanciamoci è un invito a partecipare alla scelta su come investire soldi pubblici, tramite il Bilancio Partecipato. Il

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza

ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza ex chiesa gesuiti nuovo spazio teatrale Via Melchiorre Gioia, 20 - Piacenza presentazione a cura di Fondazione di Piacenza e Vigevano Dopo 26 anni dall apertura del Teatro San Matteo, Teatro Gioco Vita

Dettagli

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015:

Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago. Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: Istituto comprensivo A. Manzoni di Parabiago Progetto Scuola Famiglia per l A. s. 2014-2015: INTRODUZIONE Il corpo e l anima sono ugualmente importanti: se il primo va nutrito con il cibo, come appunto

Dettagli

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA

GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA GEOGRAFIA SCUOLA PRIMARIA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE L alunno si orienta nello spazio circostante e sulle carte geografiche, utilizzando riferimenti topologici, punti cardinali e coordinate

Dettagli

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti

RESTARTAPP. Missione. Obiettivo. Destinatari. Formula e contenuti RESTARTAPP ReStartApp è il primo campus per le nuove imprese dell Appennino: un progetto dedicato ai giovani in possesso di idee d impresa o start up originali e innovative, che vedono nel territorio appenninico

Dettagli

Il progetto di Plesso della Scuola Primaria di Martorano nell anno. scolastico 2012-2013 è denominato " SAPORI DI VERSI " e, come

Il progetto di Plesso della Scuola Primaria di Martorano nell anno. scolastico 2012-2013 è denominato  SAPORI DI VERSI  e, come PREMESSA Il progetto di Plesso della Scuola Primaria di Martorano nell anno scolastico 2012-2013 è denominato " SAPORI DI VERSI " e, come recita il titolo, ruota intorno al mondo della poesia e alle tante

Dettagli

REGOLAMENTO I Concorso Fotografico Amatoriale SCATT@CINISELLO

REGOLAMENTO I Concorso Fotografico Amatoriale SCATT@CINISELLO REGOLAMENTO I Concorso Fotografico Amatoriale SCATT@CINISELLO 1. Tema, scopi e spirito della manifestazione Il concorso fotografico SCATT@CINISELLO è promosso all interno delle attività di Agenda 21 ed

Dettagli

VISION a Casa del Volontariato VOCE

VISION a Casa del Volontariato VOCE Un oasi di solidarietà, nel cuore della città. VISION a Casa del Volontariato VOCE LVolontari al Centro è il luogo che racchiude in modo nuovo la dimensione comunitaria della vita a Milano e nella sua

Dettagli

BANDO DI PARTECIPAZIONE

BANDO DI PARTECIPAZIONE XIV EDIZIONE - 2014 BANDO DI PARTECIPAZIONE Art. 1 - SOGGETTO BANDITORE La Provincia di Treviso, il Comune di Oderzo, l Ordine Architetti Pianificatori Paesaggisti Conservatori Provincia di Treviso e la

Dettagli

La Memoria genera Speranza

La Memoria genera Speranza COMUNE di VICCHIO Istituzione Culturale Centro Documentazione Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana CONCORSO NAZIONALE La Memoria genera Speranza Edizione 2011 Con il patrocinio del Ministero dell Istruzione,

Dettagli

Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero. a.s. 2013-14. Progetto A scuola di Guggenheim ARTE NATURA

Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero. a.s. 2013-14. Progetto A scuola di Guggenheim ARTE NATURA Istituto Comprensivo P. Marocco Arsiero (VI) Scuola primaria I. Stella Arsiero a.s. 2013-14 Progetto A scuola di Guggenheim ARTE E NATURA L albero: forme e colori dell arte della natura Le contrade di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza

NOVARA. citta per la cultura. La cultura e una risposta all umana ricerca di conoscenza NOVARA la La e una risposta all umana ricerca di conoscenza PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO E INVESTIRE NELLA CONOSCENZA E NEL RISPETTO DELLA PROPRIA STORIA: Nuovo Spazio la Cultura PICCOLO COCCIA Nella

Dettagli

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015

Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 Istituto Comprensivo I. NIEVO SAN DONA DI PIAVE (VE) PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA DI RELIGIONE CATTOLICA a.s. 2014-2015 PREMESSA L Insegnamento della Religione Cattolica (I.R.C.) fa sì che gli alunni

Dettagli

RASSEGNA STAMPA & NEWS

RASSEGNA STAMPA & NEWS RASSEGNA STAMPA & NEWS Per iscriversi basta inviare una mail con oggetto si rassegna specificando che si acconsente al trattamento dei propri dati personali esclusivamente per le finalità di comunicazione

Dettagli

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano

Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un progetto artistico itinerante a cura di Marco Solari Festival degli Alberi RamificAzioni nel territorio italiano Un iniziativa che, tramite

Dettagli

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità con il contributo della L.R. 16/2009 Cittadinanza di genere Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità (percorso per le scuole primarie) Premessa Nell ambito delle iniziative

Dettagli

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA

LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA LA NEWSLETTER DEI RAGAZZI DELL ODA Edizione Nr. 3 uscita di giugno 2014 All interno trovi Curiosità Racconti personali Tante fotografie Le nostre attività Informazioni ed eventi E tanto altro Via Casentinese,73/f

Dettagli

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta

revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta revisionato il 17 novembre 2013 - a cura di Antonio d'amore, Psicologo e Psicoterapeuta Nel corso del primo anno : - riconosce il nome proprio; - dice due-tre parole oltre a dire mamma e papà ; - imita

Dettagli

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità

Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità Giunta Regione Toscana con il contributo della L.R. 16/2009 Cittadinanza di genere Progetto Storie di un altro genere. Dire, fare, creare le pari opportunità (percorso per le scuole dell infanzia) Premessa

Dettagli

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PIANO PROGETTUALE DELLA SCUOLA DELL INFANZIA PREMESSA La Scuola dell Infanzia offre a ciascun bambino un ambiente di vita e di cultura, un luogo di apprendimento e di crescita dalle forti connotazioni

Dettagli

Al Centro Studi Urbanistici della Provincia di Catania Via Vincenzo Giuffrida, 202 95128 Catania (CT)

Al Centro Studi Urbanistici della Provincia di Catania Via Vincenzo Giuffrida, 202 95128 Catania (CT) Al Centro Studi Urbanistici della Provincia di Catania Via Vincenzo Giuffrida, 202 95128 Catania (CT) Oggetto: AciREwrite - dicembre-gennaio/2013. Laboratorio di sperimentazione architettonica e culturale,

Dettagli

SEMINARIO FORMATIVO SUI PROCESSI PARTECIPATIVI (parte I)

SEMINARIO FORMATIVO SUI PROCESSI PARTECIPATIVI (parte I) Progetto RIMPIAZZA SEMINARIO FORMATIVO SUI PROCESSI PARTECIPATIVI (parte I) ITGC G. Salvemini - E. F. Duca d Aosta Firenze, 14-16 Dicembre 2011 Cos è il progetto RIMPIAZZA? è un processo partecipativo

Dettagli

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica.

Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Comune di Brentonico Provincia autonoma di Trento Progetto a cura di Annalisa Bonomi. Emiliano Aiardi e Marco Raffaelli illustrazioni e grafica. Collaborazione Istituto comprensivo Scuola primaria Brentonico

Dettagli

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA.

Indice. In pillole. Bergamo protagonista. Storia. Proposta artistica. Una città da vivere. Network. Expo 2015. La musica per la SLA. Indice In pillole Bergamo protagonista Storia Proposta artistica Una città da vivere Network Expo 2015 La musica per la SLA I plus Piano di comunicazione Contatti 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 2 In pillole

Dettagli

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA

AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA ESPOSIZIONE EVENTI POLO CITTÀ E CAMPAGNA AGRICOLA L OBIETTIVO È CREARE UN POLO AGRICOLO, L OCCASIONE PER RIUNIRE I DIVERSI SETTORI DELL AGRICOLTURA E COLLEGARLI CON UN PUBBLICO ETEROGENEO, CREANDO

Dettagli

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it

rassegna stampa A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it A cura di Ida Palisi Ufficio stampa Gesco 081 7872037 int. 220 ufficio.stampa@gescosociale.it INAUGURAZIONE Martedì 10 maggio 2011 Napoli, Via De Blasiis, 7 Comunicato stampa Apre a Napoli Farepiù, agenzia

Dettagli

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014

PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 IC 41 CONSOLE: LA SCUOLA DELL INFANZIA PRESENTAZIONE DELLA SCUOLA E DELLE ATTIVITA A.S. 2013-2014 DESCRIZIONE DELLA SCUOLA La scuola dell infanzia dell IC 41 Console e situata nel quartiere Bagnoli in

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

Compagnia di Viaggiatori e Sognatori

Compagnia di Viaggiatori e Sognatori Piero Dorfles Sandra Petrignani Paolo Di Paolo Benedetta Tobagi Silvia Calamandrei Clara Sereni Anna Mossuto Alessandro Mari Riccardo Di Segni Alberto Quattrucci Claudio Bocci Domenico Quirico Claudia

Dettagli

FONDAZIONE CDSE DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Immaginare, ascoltare ricreare il lavoro

FONDAZIONE CDSE DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO: Immaginare, ascoltare ricreare il lavoro Modello 2 DESCRIZIONE DELLA PROPOSTA DI PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Immaginare, ascoltare ricreare il lavoro SOGGETTO PROPONENTE/TITOLARE: Fondazione CDSE EVENTUALI SOGGETTI PARTNER: soggetti partner:

Dettagli

"Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie"

Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie "Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie" STORIA DEL PROGETTO Il progetto denominato Luoghi non comuni: Taceno e Parlasco tra leggende e storie, inserito nel programma di sviluppo del

Dettagli

IL FILM DELLA VOSTRA VITA

IL FILM DELLA VOSTRA VITA IL FILM DELLA VOSTRA VITA Possibili sviluppi Istruzioni Obiettivo L esercizio fornisce una visione d insieme della vita del partecipante. La foto diventa viva Versione 1 (Esercizio di gruppo) Immaginate

Dettagli

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010

Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Attuazione Asse VI SVILUPPO URBANO SOSTENIBILE avviso seconda fase Incontri tecnici Catania, 15 marzo 2010 Palermo, 16 marzo 2010 Assessorato Beni Culturali e Identità Siciliana Dipartimento Beni Culturali

Dettagli

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente.

TECNOLOGIC@MENTE LABORATORIO-MUSEO SCHEDA TECNICA. 52 km www.museotecnologicamente.it Tel: 0125/1961160 e-mail: scuole@museotecnologicamente. LABORATORIO-MUSEO TECNOLOGIC@MENTE Tecnologic@mente, coordinato e gestito dalla Fondazione Natale Capellaro, in questi anni ha svolto un importante e fondamentale lavoro volto per la conservazione e, soprattutto,

Dettagli

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti

L Associazione Scuola per Scuola uguale Solidarietà indice la 8^ edizione mostra - concorso 2015. Colora il Pianeta. Cibo e acqua per tutti SCUOLA PER SCUOLA UGUALE SOLIDARIETÀ Associazione di promozione sociale sulla pace, solidarietà e diritti umani Sede sociale c/o Casa delle Associazioni, Via Canova, 45 20024 Garbagnate Milanese Codice

Dettagli

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA

TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA TECNICHE MULTIMEDIALI PER LA DOCUMENTAZIONE E NARRAZIONE DEL PAESAGGIO. ALCUNE OPPORTUNITÀ DEL WEB. A cura di Roberta Di Fabio e Alessandra Carfagna roberta.difabio@hotmail.it alessandra.carfagna@email.it

Dettagli

Progetto Ambiente VIVERE LA NATURA

Progetto Ambiente VIVERE LA NATURA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO SCUOLA DELL INFANZIA Plesso di COLLETORNESE Progetto Natale IL DONO Progetto Ambiente VIVERE LA NATURA 1 ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERVARO SCUOLA DELL INFANZIA Plesso di COLLETORNESE

Dettagli

La scuola si presenta

La scuola si presenta La scuola si presenta La Scuola dell'infanzia Cà di Ventura è ubicata in via San Felice 19 a Genova-Molassana E raggiungibile per mezzo del bus n 477, linea secondaria che si interseca con il 12-13-14

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

a trieste approda il futuro

a trieste approda il futuro company profile Una società, ma con la forza di quattro. Per un progetto di riqualificazione architettonica e urbanistica imponente come quello appena avviato nel Porto Vecchio di Trieste risultano vincenti

Dettagli

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO

RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE Il bambino osserva con meraviglia ed esplora con curiosità il mondo, come dono di Dio Creatore. RELIGIONE CATTOLICA INDICATORE (CATEGORIA) DIO E L UOMO PRIMARIA

Dettagli

PROPOSTE DI IDEE E PROGETTI INNOVATIVI

PROPOSTE DI IDEE E PROGETTI INNOVATIVI ALTO TAVOLIERE INSIEME Laboratori Urbani di Apricena, Lesina, San Paolo di Civitate Serracapriola e Poggio Imperiale REGIONE PUGLIA Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l'innovazione Servizio Politiche

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DI STORIA (CLASSI SECONDE) secondo le Indicazioni del 2012.

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DI STORIA (CLASSI SECONDE) secondo le Indicazioni del 2012. PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DI STORIA (CLASSI SECONDE) secondo le Indicazioni del 2012. NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO DI SVILUPPO Il tempo passa, i cambiamenti diventano Ottobre/Novembre

Dettagli

Romanzi, avventure,parole,figure. Le ore azzurre delle letture tu senza orologio le misurerai. I libri non finiscono mai B. Tognolini LIBRI A..

Romanzi, avventure,parole,figure. Le ore azzurre delle letture tu senza orologio le misurerai. I libri non finiscono mai B. Tognolini LIBRI A.. ISTITUTO COMPRENSIVO U. FERRARI DI CASTELVERDE SCUOLA DELL INFANZIA DI CORTE DE FRATI Romanzi, avventure,parole,figure. Le ore azzurre delle letture tu senza orologio le misurerai. I libri non finiscono

Dettagli

STUDI E AZIONI DI SUPPORTO ALLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA

STUDI E AZIONI DI SUPPORTO ALLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA Convenzione tra Comune Spinea e Università IUAV STUDI E AZIONI DI SUPPORTO ALLE POLITICHE DI SOSTENIBILITA PRIMO RAPPORTO Responsabilità scientifica : Professoressa Maria Rosa Vittadini PREMESSA Il Comune

Dettagli

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008

Agenda 21 Scuola A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda 21 Scuola Un percorso didattico su Agenda 21 e idee per la progettazione partecipata A cura di Daniela Cancelli L.E.A. Laboratorio di Educazione Ambientale Isola del Liri - 13 Maggio 2008 Agenda

Dettagli

CrM'ere. Pagina 1 2. press LIf1E

CrM'ere. Pagina 1 2. press LIf1E press LIf1E CrM'ere di Ravenn a BAGNACAVALL O Alimentazione e sport Proseguono gli incontr i di "apprendimento guidato" per promuovere u- na sana alimentazione e una corretta attività motoria, nell'ambito

Dettagli

Curricolo verticale di Religione Cattolica

Curricolo verticale di Religione Cattolica Curricolo verticale di Religione Cattolica Classe Prima Primaria Indicatori Obiettivi di apprendimento 1. DIO E L UOMO 2. LA BIBBIA E LE ALTRE FONTI 3. IL LINGUAGGIO RELIGIOSO 1.1 Scoprire che la vita,

Dettagli

La bravura vale un premio

La bravura vale un premio 02/06/2013 - PAG. 21 Giornata della scuola Assegno di 350 euro per 166 studenti La bravura vale un premio di Stefania Piccotti A PERUGIA - Centosessantasei studenti umbri premiati per il loro impegno nello

Dettagli

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA

IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA PROGETTO IN CONTRO NUOVI SPAZI DI COMUNICAZIONE. PERCORSI DI PARTECIPAZIONE GIOVANILE E DI CITTADINANZA ATTIVA Anno 2010 1 Progetto In-Contro Nuovi spazi di comunicazione. Percorsi di partecipazione giovanile

Dettagli

MI ASCOLTO, TI ASCOLTO... CI ASCOLTIAMO.

MI ASCOLTO, TI ASCOLTO... CI ASCOLTIAMO. MI ASCOLTO, TI ASCOLTO... CI ASCOLTIAMO. Percorso di educazione all ascolto Classi seconde scuola primaria Rosmini Anno scolastico 2009/2010 La principale difficoltà riscontrata negli alunni dall'intero

Dettagli

COMUNE di VICCHIO. Istituzione Culturale Centro Documentazione Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana CONCORSO NAZIONALE.

COMUNE di VICCHIO. Istituzione Culturale Centro Documentazione Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana CONCORSO NAZIONALE. COMUNE di VICCHIO Istituzione Culturale Centro Documentazione Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana CONCORSO NAZIONALE La Parola genera relazione, vita, inclusione, ascolto, democrazia, conflitto, riconoscimento,

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

Proposta di laboratorio per il progetto 1,2,3 click!!! A cura di Ivan Catalano e Annalisa Pellino

Proposta di laboratorio per il progetto 1,2,3 click!!! A cura di Ivan Catalano e Annalisa Pellino Proposta di laboratorio per il progetto 1,2,3 click!!! A cura di Ivan Catalano e Annalisa Pellino A- Acquisizione di strumenti utili a sviluppare una lettura critica ed autonoma dello spazio; acquisizione

Dettagli

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO

Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO Lanzada - Campo Moro, 09 maggio 2015 Progetto Pedü: il futuro nella tradizione, sarà traino per un riscatto valtellinese - FOTO I pedü sono costituiti da una spessa suola di stoffa sulla quale è cucita

Dettagli

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org

In collaborazione con. www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org In collaborazione con ti, ia! n o r P za, v en t r a p www.progettoscuola.expo2015.org www.expo2015.org MONZA APRIPISTA DEL PROGETTO: UN CONCORSO E 100 IDEE PER LA FASE PILOTA Sono state le scuole dell

Dettagli

PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA AMICI SENZA CONFINI EDIZIONE 2012. Scrivere di gusto

PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA AMICI SENZA CONFINI EDIZIONE 2012. Scrivere di gusto PREMIO INTERNAZIONALE DI POESIA E NARRATIVA AMICI SENZA CONFINI EDIZIONE 2012 Scrivere di gusto Cibo, elemento da sempre fondamentale alla vita di ogni essere vivente, ma per l uomo è anche simbolo di

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

La musica che ho in mente

La musica che ho in mente SOCIETA FILARMONICA DI BUSSOLENO La musica che ho in mente Concorso per le scuole materne, elementari, medie e liceo del territorio di Bussoleno, Chianocco, Foresto. Concorso dedicato e gestito dalla Società

Dettagli

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg

qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg CURRICOLO DI RELIGIONE hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw CATTOLICA ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghj

Dettagli

Azienda ULSS n.8 Asolo - Regione del Veneto Direzione Medica Ospedaliera

Azienda ULSS n.8 Asolo - Regione del Veneto Direzione Medica Ospedaliera FORUMPA SANITA' 2001 Azienda ULSS n.8 Asolo - Regione del Veneto Direzione Medica Ospedaliera chi non fuma VINCE! Parte 1 : Anagrafica Titolo del Progetto : chi non fuma VINCE! Amministrazione proponente

Dettagli

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I

Curricolo di religione cattolica scuola primaria CLASSE I NUCLEI FONDANTI Dio e l uomo 1. Scoprire che per la religione cristiana Dio è Creatore e Padre e che fin dalle origini ha voluto stabilire un alleanza con l uomo. 2. Conoscere Gesù di Nazareth, Emmanuele

Dettagli

La farina del mio sacco

La farina del mio sacco Marisa Strozzi La farina del mio sacco Mostra a cura di Michela Scolaro Gocce di polvere blu, colla, terre, carta, su legno, 80x80, 2010 3-8 Maggio 2011 Spazio espositivo Villa Litta Viale Affori, 21 Milano

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE

ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE ISTITUTO COMPRENSIVO VIALE SAN MARCO CURRICOLO VERTICALE DI GEOGRAFIA COMPETENZA EUROPEA: COMPETENZE SOCIALI E CIVICHE, IMPARARE A IMPARARE SCUOLA DELL'INFANZIA ABILITA' CONOSCENZE COMPETENZE COMPITO AUTENTICO

Dettagli

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C

SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C SCUOLA DELL'INFANZIA REGINA MARGHERITA A.S. 2009 /2010 PROGETTO AMBIENTE INSEGNANTI SEZIONI A C Il percorso didattico dedicato agli alberi è iniziato il 19 11 2010, all'interno del progetto Ambiente dedicato

Dettagli

A Corto di Idee. 3 a Rassegna Europea del Cortometraggio e del Documentario REC/D. 2 3 Gennaio 2010. Specchia (LE)

A Corto di Idee. 3 a Rassegna Europea del Cortometraggio e del Documentario REC/D. 2 3 Gennaio 2010. Specchia (LE) A Corto di Idee 3 a Rassegna Europea del Cortometraggio e del Documentario REC/D 2 3 Gennaio 2010 Specchia (LE) ASSOCIAZIONE PICCOLO TEATRO SPONTANEO LA RIBALTA REGOLAMENTO 1. ORGANIZZAZIONE L Associazione

Dettagli

TEMPI Il progetto, scandito in Unità didattiche di apprendimento, accompagnerà i bambini nel loro percorso didattico per tutto l anno scolastico.

TEMPI Il progetto, scandito in Unità didattiche di apprendimento, accompagnerà i bambini nel loro percorso didattico per tutto l anno scolastico. 1 PREMESSA Ancora oggi, come ieri, i bambini hanno voglia di ascoltare fiabe e storie. Desiderano ascoltare storie che arrivano al cuore e alla mente e hanno voglia di mettere le ali e volare dentro a

Dettagli

Non esiste ricordo che non abbia un sapore...

Non esiste ricordo che non abbia un sapore... Non esiste ricordo che non abbia un sapore... Il catering: E definibile come un servizio di ristorante a domicilio, che permette di ricevere a casa propria o dove si desidera il menù concordato. Il Banqueting:

Dettagli

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO

CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO CIRCOLO DIDATTICO G.MARCONI LOCOROTONDO Anno scolastico 2009 2010 Scuola Infanzia: Solferino e Cinquenoci c/o Solferino Insegnante referente: Fanizza Cosima Docenti coinvolti Aralla Fabrizia, Basile Petronilla,

Dettagli

P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE. ( Coro per voce sola)

P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE. ( Coro per voce sola) P R O G E T T O IL PESO DELLE PAROLE ( Coro per voce sola) Di Marco Brovia Enzo Massa Simona Colonna Mauro Fede IL LIBRO TITOLO: TESTI: IMMAGINI: FORMATO: EDITRICE: STAMPA: IL PESO DELLE PAROLE (Coro per

Dettagli

Moving School 21. Progettazione partecipata del giardino. Pedibus Scarpe Blu. Cantiere in movimento. Scuola Primaria San Giovanni Bosco.

Moving School 21. Progettazione partecipata del giardino. Pedibus Scarpe Blu. Cantiere in movimento. Scuola Primaria San Giovanni Bosco. Moving School 21 Scuola Primaria San Giovanni Bosco Treviso Progettazione partecipata del giardino Pedibus Scarpe Blu Cantiere in movimento MOVING SCHOOL 21 - PROGETTO TRIENNALE 2007/2010 Scuola Primaria

Dettagli

esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino

esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino esperienze naturali di gioco ascolti e ricerche in giardino Indice Esperienze naturali di gioco di Sabrina Bonaccini.6 Il rapporto tra bambino e natura: una convivenza da ritrovare di Federica Marani e

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

Qualità ambientale. edilportale.com S.p.A. cap. soc. euro 250.000 i.v. P. IVA, C.F. e C.C.I.A.A. Bari: 05611580720 - n R.E.A.

Qualità ambientale. edilportale.com S.p.A. cap. soc. euro 250.000 i.v. P. IVA, C.F. e C.C.I.A.A. Bari: 05611580720 - n R.E.A. Qualità ambientale COMUNE di ROMAGNANO AL MONTE Contratto di Quartiere II Romagnano al Monte, piccolo centro in provincia di Salerno, rivitalizza l antico Borgo abbandonato dopo il terremoto nell ottica

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE

METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE UN PROGETTO PARTECIPATO PER LA MOBILITA SOSTENIBILE Ecosistema bambino 2009 dati comunali anni 2006-2007 - 2008 2 parte METODOLOGIA E MODALITA DI ATTUAZIONE Il ogni anno propone il progetto agli Istituti

Dettagli

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI

PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI PROGETTAZIONE ANNUALE A.S. 2010/2011 SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA SAN GIUSEPPE SULLE ALI DELLE EMOZIONI FESTE E RICORRENZE Le feste rappresentano esperienze belle e suggestive da vivere e ricordare per

Dettagli

ITINERARI ENOGASTRONOMICI

ITINERARI ENOGASTRONOMICI PRESENTAZIONE Il piacere di visitare e scoprire nuovi luoghi, scrutare affascinanti paesaggi, assaporare grandi vini, prodotti tipici e pietanze tradizionali tra itinerari del gusto e tradizioni popolari:

Dettagli

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti

Il processo di partecipazione si articola in 4 momenti Questa che andrete a leggere è una simulazione di un bellissimo progetto realizzato a Canegrate, 12000 abitanti, nel milanese. Abbiamo sostituito date, nomi, cifre e progetti per renderlo aderente alla

Dettagli

Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano

Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano Progettiamo insieme S. Eusebio, Mermi, Montesignano Intreccio tra il Forum di Agenda 21 locale ed un esperienza sul territorio genovese Contesto geografico e socio-economico della IV Circoscrizione Valbisagno

Dettagli

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN

SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN 1 SCUOLA ITALIANA PIETRO DELLA VALLE TEHERAN Aprile 2013 ESAME FINALE LIVELLO 3 Nome: Cognome: E-mail & numero di telefono: Numero tessera: 1 2 1. Perché Maria ha bisogno di un lavoro? PROVA DI ASCOLTO

Dettagli

Ginosa: tra fascino e cultura, tra splendore e recupero

Ginosa: tra fascino e cultura, tra splendore e recupero ISTITUTO COMPRENSIVO GIOVANNI CALO VIALE M. D UNGHERIA, 86 74013 GINOSA TA Tel.099/8290470 Fax 099/8290471 Codice meccanografico: TAIC82600L Codice fiscale: 90122060735 E-mail TAIC82600L@istruzione.it

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale

Visitate il Presepio artistico nella Cappellina Parrocchiale CIRCOLO SANTA MARIA ASSUNTA - Rubano, 27 dicembre 2015 Anno 2 n 48 - Pag. 1 Circolo SANTA MARIA ASSUNTA Rubano Via Brescia, 1 - Tel. 049 897 72 36 Eventi, date, avvenimenti e notizie per le prossime settimane:

Dettagli

Siamo lieti di comunicarle il calendario dei principali avvenimenti che Goodlink organizzerà nel 2009.

Siamo lieti di comunicarle il calendario dei principali avvenimenti che Goodlink organizzerà nel 2009. 1 Siamo lieti di comunicarle il calendario dei principali avvenimenti che Goodlink organizzerà nel 2009. 2 ManiFutura Pisa Cascina Pontedera 17 21 Marzo 2009 ManiFutura sarà una occasione per riflettere

Dettagli

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16

1. Introduzione. 2. Gli obiettivi. 3. Il percorso 2015 16 1. Introduzione Il percorso genitori è il cammino che l AC diocesana ha preparato per valorizzare l esperienza associativa che i ragazzi vivono in ACR e per maggiormente condividere con le famiglie e la

Dettagli