INDICE NOTIZIE STORICHE E DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 3 LE ULTIME VICENDE DELLA PROPRIETÀ DELLA VILLA... 6 BIBLIOGRAFIA CONSULTATA...

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE NOTIZIE STORICHE E DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 3 LE ULTIME VICENDE DELLA PROPRIETÀ DELLA VILLA... 6 BIBLIOGRAFIA CONSULTATA..."

Transcript

1

2 INDICE NOTIZIE STORICHE E DESCRIZIONE DELL EDIFICIO... 3 LE ULTIME VICENDE DELLA PROPRIETÀ DELLA VILLA... 6 BIBLIOGRAFIA CONSULTATA... 7 DOCUMENTI REPERITI (IN FASE DI ANALISI)

3 NOTIZIE STORICHE E DESCRIZIONE DELL EDIFICIO 1 Villa Eremo a Germanedo, conosciuta anche come villa Serponti, nell aspetto attuale, si presenta come risultato di una lunga serie di interventi di riforma e ampliamento attuati tra il XVII e il XX secolo. La dimora faceva ragionevolmente parte della dote di Antonia Airoldi di Acquate che, nel 1629 è andata in sposa a Giorgio Serponti di Varenna All inizio del XVII secolo nella vasta proprietà era presente un solo edificio adibito a masseria, identificabile nel corpo orientale dell ala della villa prospiciente sull odierna via alla Chiesa (figura 01), costituito da una serie di locali a pianta irregolare che si discostano dal resto della struttura non solo per i diversi materiali costruttivi, ma anche perché dotati al piano sotterraneo di due grandi cantine voltate, in seguito collegate a quelle realizzate nel Settecento con nuovi accessi. Verso la metà del Seicento è stato aggiunto un fabbricato rurale (figura 02), poco distante dalla masseria su strada, con un piccolo portico a tre fornici a pianterreno, tuttora individuabile (seppur parzialmente tamponato) nella porzione dell ala meridionale della villa che prospetta sul cortile di servizio. Partendo da queste due masserie preesistenti, che sono all origine della pianta fortemente irregolare dell edificio, il marchese Giovanni Antonio ha deciso, negli ultimi anni del Seicento 2, di far costruire il nuovo complesso di Germanedo, probabilmente in concomitanza all acquisto del feudo di Mirasole. La nuova residenza padronale ha intergrato, così, gli spazi esistenti con quelli necessari alla comoda e pratica conduzione delle attività agricole svolte nella vasta tenuta, che in origine si estende ben oltre il vicino torrente Bione (abbracciando gran parte del monte Magnodeno), perlopiù destinata ad aratorio avitato con moroni, con pascoli, orti, selve, boschi, diverse case da massaro ed un mulino. L antica masseria su strada è stata, quindi, prolungata verso sud-est in direzione del lago 1 Le notizie storiche riportate sono state tratte da FRANCESCO D ALESSIO; «Serponti di Mirasole Vicende di un grande casato lecchese tra Varenna, Milano e Germanedo», in Archivi di Lecco e della Provincia, Cattaneo Editore, Lecco, periodico n. 2 / I lavori per la costruzione della dimora erano ancora in corso negli anni , come testimoniato da un breve passo contenuto nella Cronichetta di padre Bernardo d Acquate. 3

4 (figura 03), dando origine all ala settentrionale della villa contenente gli ambienti di residenza della famiglia affacciati sui cortili interni (su strada prospettavano invece dei piccoli locali di servizio retrostanti a quelli padronali), e cioè due grandi saloni al piano terreno e vaste stanze a quello superiore. Perpendicolarmente a quest ala è stata costruita una sorta di manica longa con l ingresso e un ampio scalone a rampa unica (oggi non più esistente), e superiormente una lunga galleria che raccorda l ala settentrionale a quella meridionale (figura 04). Quest ultima, ottenuta prolungando parallelamente al corpo su strada il fabbricato rurale interno, è stata destinata alle funzioni agricole del complesso, come dimostra il vasto portico ancora oggi presente nel cortile principale e i grandi locali probabilmente destinati a magazzino per le granaglie e a ricovero per macchinari e attrezzi agricoli A differenza della pianta attuale dell edificio, che è ad H (figura 05), quella originaria è a doppia O, questo, perché sia verso l antica strada del Roccolo che dietro alla villa vi sono due bassi e stretti corpi di fabbrica che chiudono i due cortili (quello principale e quello di servizio), come confermato dalla mappa catastale di Germanedo del 1732 (figura 06, pianta del catasto teresiano). Alla morte del marchese Giovanni Antonio Serponti le proprietà di Germanedo passano al figlio Paolo Antonio ( 1737) e, dopo di lui, al primogenito Gian Giorgio, che ne risulta già intestatario al tempo del catasto teresiano. Scomparso il marchese Gian Giorgio ( 1778), i beni di Germanedo furono divisi tra i figli marchese Paolo e conte Angelo: al primo fu destinata la villa di Germanedo unitamente all area agricola digradante fino al fiume Bione, mentre all altro spettarono tutti i restanti terreni ed il mulino

5 Nella mappa catastale del 1849 la villa figura priva del corpo di fabbrica posteriore, demolito probabilmente per dar maggior respiro al piccolo cortile di servizio, mentre ancora sussiste la stradetta del Roccolo, che a seguito di accordi intercorsi tra il marchese Gian Raimondo Serponti ed il comune di Germanedo è stata in seguito inglobata nella proprietà Serponti. Per volere di Gian Raimondo Serponti, la villa è stata sottoposta negli anni Settanta dell Ottocento alla radicale riforma eclettica che conferisce all edificio l aspetto e la struttura attuali: entro il 1874 è stata difatti demolita la stretta manica che chiude il cortile principale, cosicché la villa assume l odierna pianta ad H, aprendosi scenograficamente in direzione del lago. La parte di testa dell ala prospiciente via alla Chiesa è stata parzialmente sopraelevata e ristrutturata, ricavandovi un grande ambiente destinato probabilmente a sala di musica ; l esterno di questo corpo di fabbrica è ancora caratterizzato da lesene, cornici, marcapiani e inferriate di gusto eclettico (figura 07) Sempre nell ala verso strada è stato edificato il nuovo scalone a doppia rampa tuttora esistente illuminato da una bifora neorinascimentale; lateralmente a questo si aprono due gruppi di trifore con parapetti decorativi in ferro battuto (figura 08). Alla morte del marchese Gian Raimondo Serponti (1907), viene nominato erede universale Giovanni Favero, figlio di una sua cugina Giuseppina Pizzagalli, il quale cede nel 1922 i beni di Germanedo all ing. Alberto Dubini, che destina la villa a propria dimora estiva, trasformando nel contempo l intero possedimento ex Serponti nell Azienda agricola-avicola Eremo. Con delibera del 24 gennaio 1949 il Comune di Lecco approva l acquisto della proprietà Dubini con l intenzione di costruire nella vasta area agricola annessa alla villa il nuovo ospedale, progetto concretizzato negli anni Novanta dello scorso secolo. La villa, invece, è stata frazionata in appartamenti (il che ha comportato la demolizione del grande scalone della manica longa ) ed è stata abbandonata negli ultimi decenni. 5

6 LE ULTIME VICENDE DELLA PROPRIETÀ DELLA VILLA Il passaggio della proprietà di Villa Eremo dal Comune di Lecco all'azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco è stato lungo ed in parte non è ancora concluso. Con l'atto n. 245 del 7 luglio 1987 il Comune di Lecco, per consentire la costruzione del nuovo Ospedale, approva di permutare con l'associazione del Comuni del Lecchese USSL n. 16 di Lecco il complesso immobiliare di Villa Eremo, i rustici di Villa Filanda e i terreni circostanti. Tale permuta è stata formalizzata con atto in data 28/04/1988, repertorio n , a rogito del dott. Fabroni, notaio di Lecco. L'articolo 1 lettera B del predetto atto recita che il trasferimento delle proprietà e del possesso di Villa Eremo e della Filanda è condizionato dalla liberazione degli stabili dagli inquilini, dopo la quale il passaggio di proprietà e il possesso verrà accertato mediante apposito verbale di consegna con atto notarile. In cambio l'ussl 16 si deve impegnare a fornire al Comune l'uso delle ristrutturate sale riunioni al Piano rialzato di Villa Eremo per le quali sarà predisposto un regolamento in analogia a quelli esistenti per le sale comunali. L'articolo 3 prevede, invece, che l'ussl n. 16 di Lecco corrisponda lire a favore del Comune non potendosi realizzare gli impianti sportivi sostitutivi di esistenti sull'area ceduta di Villa Eremo. Con la delibera del Consiglio Comunale n. 59 del 17/09/2012 si stabilisce che, invece delle sale di villa Eremo, non ancora sistemate, l'azienda Ospedaliera della Provincia di Lecco si impegna a fornire al Comune delle sale dell'ospedale per fini istituzionali per un massimo di otto volte l'anno, secondo modalità concordate. Il 18/10/2012 Comune e Azienda Ospedaliera si sono incontrati dal notaio per formalizzare il contratto di permuta, cui è seguito il verbale di delibera del Direttore Generale dell'azienda Ospedaliera n. 787, nel quale è riportata anche una sintesi dei vari passaggi del procedimento. A tale atto ha fatto seguito il permesso di autorizzazione di accesso a Villa Eremo conferita dal Comune all Azienda Ospedaliera in data , prot. n Attualmente si attende l'atto conclusivo in data 19/01/2013, che sancirà il definitivo passaggio di proprietà. A causa di questi fatti attualmente i tecnici e i progettisti incaricati dall'azienda Ospedaliera non possono avere liberamente accesso alla villa fino al 19 gennaio 2013, se non accompagnati da un tecnico comunale. Le fasi di progettazione e di realizzazione della messa in sicurezza non potranno, perciò, pienamente iniziare prima di tale data. 6

7 BIBLIOGRAFIA CONSULTATA MARCORA CARLO, La pieve di Lecco ai tempi di Federico Borromeo dagli atti della visita pastorale del 1608, Banca Popolare di Lecco, Lecco 1979, Biblioteca Civica Uberto Pozzoli - Lecco, MLB 370, pagg SCOTTI GIANFRANCO (FURLANI MARIAGRAZIA, GATTINONI PIETRO, TENTORI VIRGINIA), Ville a Lecco e nella sua provincia, Periplo edizioni, Lecco,1992, Biblioteca Civica Uberto Pozzoli Lecco, L.C.219, pag. 28 BENINI ARNOLDO (a cura di), Dizionario storico illustrato di Lecco e della sua provincia Periplo edizioni, Lecco 1996, Biblioteca Centrale di Architettura Politecnico di Milano, BCA DIZSID, pagg. 165; 311 BORGHI ANGELO, Il lago di Lecco e le valli Sacralizzazioni Strutture della Memoria, Cattaneo Editore Provincia di Lecco Assessorato alla Cultura, Oggiono (LC) 1999, Biblioteca Civica Uberto Pozzoli Lecco, L.B.148.3, pag. 148 GRANDI MAURIZIO, MORI IVAN (a cura di), Lecco: l ambiente fisico, la città, i borghi (vol. 2), Libreria Clup. Milano 2002, Biblioteca Centrale di Architettura Politecnico di Milano, BCA ANTDTR b/2, pagg. 166, 167; 169 D ALESSIO FRANCESCO, «Serponti di Mirasole: Vicende di un grande casato lecchese tra Varenna, Milano e Germanedo», in ARCHIVI di Lecco e della Provincia Rivista di Storia e Cultura del Territorio, Cattaneo Editore, Lecco, 2006/n. 2, Biblioteca Civica Uberto Pozzoli - Lecco, P12 ARC LEC 206/2, pagg. (89-114); ; note

8 DOCUMENTI REPERITI (IN FASE DI ANALISI) 1720, Catasto teresiano, ASCo Archivio Stato Como 1868, Catasto storico, ASCo Archivio Stato Como 1898, Catastostorico, ASCo Archivio Stato Como 21 settembre 1816, ASM Archivio di Stato di Milano, Stima e descrizione dei beni ereditati da Paolo Serponti figlio dei Marchesi Antonio e Giulia Serponti, amministrati da Giacomo Alborghetti 16 novembre 1816, ASC Archivio di Stato di Como, Passaggio di proprietà da Antonio al figlio paolo Serponti, tramite il sacerdote Giacomo Alborghetti in veste di Amministratore 1860, ASM Archivio di Stato di Milano, Annotario privato dello stimatore sig. Carlo Sangalli per la stima dei fabbricati posti nel comune di Germanedo - Elenco possessori Perizia di Stima dei fabbricati 13 agosto 1860, ASM Archivio di Stato di Milano, Indice alfabetico dei possessori dei territori e delle case del comune censuario di Germanedo, giusta le intestazioni vigenti all atto della visita eseguita di agosto dell anno agosto 1860, ASM Archivio di Stato di Milano, Tavola per la descrizione censuaria e stima dei fabbricati posti nel comune censuario di Germanedo Stima dei fabbricati 28 agosto 1860, ASM Archivio di Stato di Milano, Tabella dei numeri varianti colla nota dei numeri disponibili. 3 settembre 1860, ASM Archivio di Stato di Milano, Annotatorio privato dello stimato sig. Carlo Sangalli per la stima dei fabbricati posti nel Comune di Germanedo. Qualità e classe del fabbricato e suo contenuto Stima dei fabbricati 18 settembre 1867, ASM Archivio di Stato di Milano, Estratto catastale dei terreni e fabbricati intestati a Serponti marchese Cesare fu Antonio. 18 settembre 1902, ASC Archivio di Stato di Como, Atto di voltura - Frazionamento dei numeri di mappa relativi agli appezzamenti di terreno adiacenti alla villa - Planimetria 21 marzo 1940, AC-UT Archivio Comunale Ufficio Tecnico Comune di Lecco, Accertamento generale della proprietà immobiliare urbana Schede catastali 8

Repertorio dei beni storico ambientali 1

Repertorio dei beni storico ambientali 1 Repertorio dei beni storico ambientali 1 Indice Casate... 3 Oberga... 4 Pagliarolo... 5 Fontanelle... 6 Travaglino... 7 Oratorio di San Rocco... 8 Calvignano... 9 Castello... 10 Valle Cevino... 11 Repertorio

Dettagli

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna La costruzione del nuovo Arcispedale avvenne in gran parte tra il 1912 e il 1914 Primo lotto - A partire dall aprile 1912 furono realizzati i due gruppi di padiglioni doppi con la relativa galleria a due

Dettagli

PARTE II INVENTARIO BENI IMMOBILI

PARTE II INVENTARIO BENI IMMOBILI 51 PARTE II INVENTARIO BENI IMMOBILI SEZ. 1 Beni immobili disponibili 1.1 FABBRICATI 1) IMMOBILE IN FRAZ. MONTEROLO/CASTELLO Ubicato nel Comune di Pergola, Frazione Monterolo/Castello, distinto in Catasto

Dettagli

Tavola di corrispondenza tra numerazione vecchia e nuova (ASMi(

Tavola di corrispondenza tra numerazione vecchia e nuova (ASMi( Mappa Catastale Napoleonica della Città di Bergamo, 1811 ASMi ASMi) - particolare dei mappali 220-221 221 Sommarione napoleonico della mappa, 1811 ASBg Tavola di corrispondenza tra numerazione vecchia

Dettagli

Il catasto italiano può essere definito come catasto non probatorio, geometrico, basato su classi e tariffe e particellare

Il catasto italiano può essere definito come catasto non probatorio, geometrico, basato su classi e tariffe e particellare COSA E IL CATASTO Il catasto unico italiano ha origine con la Legge n. 3682 del 1886 e nello stesso anno cominciano tutte le operazioni indispensabili alla sua formazione. La funzione del catasto è quella

Dettagli

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZA E CONTROLLO

Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZA E CONTROLLO Provincia di Foggia DETERMINAZIONE DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO FINANZA E CONTROLLO N. 70 Reg. Deter. Data 20.01.2006 Oggetto: Permuta area edificata e cortilizia adiacente il Teatro del Fuoco sita in

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI

RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI Città di Cologno Monzese ALLEGATO C AREA PROGRAMMAZIONE TERRITORIO Servizio Demanio Patrimonio ed Espropri RELAZIONE DI STIMA PER IMMOBILI GIÀ EDIFICATI ESTRATTO CATASTALE FOGLIO 1 -MAPPALE 401 2 ESTRATTO

Dettagli

Parte zero. COSTO ANALITICO DI RISTRUTTURAZIONE: simulare opere di ristrutturazione e relativi. costi:

Parte zero. COSTO ANALITICO DI RISTRUTTURAZIONE: simulare opere di ristrutturazione e relativi. costi: Parte zero COSTO ANALITICO DI RISTRUTTURAZIONE: simulare opere di ristrutturazione e relativi costi: - rifacimento imp elettrico :9.000 - sostituzione infissi : 10.000 - sostituzione sanitari in bagno

Dettagli

INTERVENTO DI RIPARAZIONE PALAZZO DEL GOVERNATORE CENTO (FE) RELAZIONE STORICO CRITICA

INTERVENTO DI RIPARAZIONE PALAZZO DEL GOVERNATORE CENTO (FE) RELAZIONE STORICO CRITICA INDICE 1. GENERALITA... 2 1.1. Premessa... 2 2. RELAZIONE STORICA... 2 1 1. GENERALITA 1.1. Premessa La presente relazione illustra l evoluzione storica dell edificio denominato Palazzo del Governatore,

Dettagli

VILLA MEMO GIORDANI VALERI

VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI VILLA MEMO GIORDANI VALERI Ora di proprietà del Comune di Quinto La villa, che si trova in via Borgo in prossimità dell incrocio con via Noalese, chiamata Memo, Giordani, Valeri

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo storico 1.1 Analisi degli insediamenti e degli edifici accertati o sparsi di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N. 3 Frazione

Dettagli

PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DEL COMPLESSO IMMOBILIARE EX MAFIL

PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DEL COMPLESSO IMMOBILIARE EX MAFIL COMUNE DI VITTORIO VENETO U.O. PATRIMONIO E POLITICHE ENERGETICHE PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DEL COMPLESSO IMMOBILIARE EX MAFIL Vittorio Veneto, 2 maggio 2011 ELABORATI: A. Relazione generale:

Dettagli

RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE AGGIORNATA DI IMMOBILE

RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE AGGIORNATA DI IMMOBILE Prot.0007710 /I del 31/05/2013 RELAZIONE DI STIMA PER VALUTAZIONE AGGIORNATA DI IMMOBILE Unità immobiliare sita in Busca (Cn) Via S.Francesco D Assisi n. 3 descritto al N.C.E.U. al Foglio n.55 mapp. 79

Dettagli

PERIZIA DI STIMA DELL IMMOBILE SITO IN DESENZANO DEL GARDA (Bs)

PERIZIA DI STIMA DELL IMMOBILE SITO IN DESENZANO DEL GARDA (Bs) TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE Concordato Preventivo Story Loris spa in liquidazione - n 4 / 2010 Giudice Delegato: Dott. Carlo Bianchetti Commissario Giudiziale: Adelmo Predari Commissario

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE

TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE TRIBUNALE DI BRESCIA SEZIONE FALLIMENTARE FALLIMENTO N. 227/2012: OMISSIS GIUDICE DELEGATO: DOTT. GUSTAVO NANNI CURATORE: DOTT. MARCO GREGORINI PERIZIA DI STIMA IMMOBILI IN PERTICA BASSA Brescia, 06.05.2013

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA DEL PIU' PROBABILE VALORE VENALE DELL' IMMOBILE SITO IN TAORMINA (ME) - VIA BRANCO 19

PERIZIA ESTIMATIVA DEL PIU' PROBABILE VALORE VENALE DELL' IMMOBILE SITO IN TAORMINA (ME) - VIA BRANCO 19 PERIZIA ESTIMATIVA DEL PIU' PROBABILE VALORE VENALE DELL' IMMOBILE SITO IN TAORMINA (ME) - VIA BRANCO 19 PREMESSA E SCOPO Con la presente, il sottoscritto Ing. Francesco Guerrera iscritto all' Albo professionale

Dettagli

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA Prot. N 1628 Del 26 FEB. 2010 CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA DELIBERA COMMISSARIALE N 45 del 26 Febbraio 2010 OGGETTO: Permuta immobili nell a.i. di Senise ASI/ Sig. Persiani

Dettagli

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione

- 1 - Con il patrocinio di. Direzione e Redazione L Ospedale Maggiore, oggi Università Statale di Milano Monumentale complesso ospedaliero chiamato popolarmente dai milanesi Ca Granda, fondato nel 1456 da Francesco Sforza, duca di Milano e dalla moglie

Dettagli

BONETTI COSTRUZIONI SPA

BONETTI COSTRUZIONI SPA Estratto del verbale della seduta della Giunta Comunale NUMERO DI REGISTRO SEDUTA DEL 176 30 settembre 2015 Oggetto : Approvazione della Bozza di Convenzione relativa al Permesso di Costruire Convenzionato

Dettagli

DUE DILIGENCE DOCUMENTALE

DUE DILIGENCE DOCUMENTALE Due Diligence / Libretto immobile DUE DILIGENCE DOCUMENTALE ALL INTERNO DELL IMMOBILE SITO NEL COMUNE DI CALUSCO D ADDA, VIA VITTORIO EMANUELE, 267; NR. 1 UNITA IMMOBILIARE AD USO RISTORANTE (C/1) AL PIANO

Dettagli

Già Fallimento Immobiliare G.P.R. Immobiliare di Segattini Rita Paola & C.s.a.s.

Già Fallimento Immobiliare G.P.R. Immobiliare di Segattini Rita Paola & C.s.a.s. Fallimento Italy BB accomodation di F.D Amico & C. s.a.s. Tribunale di Varese R.F. n.3274 Già Fallimento Immobiliare G.P.R. Immobiliare di Segattini Rita Paola & C.s.a.s. Relazione di Stima degli immobili

Dettagli

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE

PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE PROVINCIA DI TREVISO COMUNE DI MARENO DI PIAVE STIMA DEGLI EDIFICI E DELLE AREE PERTINENZIALI DELLA SCUOLA PRIMARIA DEL CAPOLUOGO Pagina 1 di 32 INDICE 1 - PREMESSA... 3 2 - DESCRIZIONE DEI BENI OGGETTO

Dettagli

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina

COMUNE DI F O R M I A. Provincia di Latina COMUNE DI F O R M I A Provincia di Latina Piazza Municipio 0771/7781 - fax 0163/771680 2012 PREMESSA Il Comune di Formia, con la presente informativa, intende fornire al Cittadino/Contribuente uno strumento

Dettagli

Data 21.7. 11. il Dirigente del settore Patrimonio, Ambiente Valorizzazione Risorse Culturali Arch. Marco Terenghi

Data 21.7. 11. il Dirigente del settore Patrimonio, Ambiente Valorizzazione Risorse Culturali Arch. Marco Terenghi Relazione di stima del valore del complesso immobiliare sito in fregio alle vie G. Matteotti, N. Sauro, Como, in Lissone distinto al catasto al Fg. 15 Mapp. 23 Data 21.7. 11 il Dirigente del settore Patrimonio,

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana

Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria. 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Cap. 2. L ex- deposito ATAC e il quartiere Della Vittoria 1. Le prime linee tranviarie elettrificate a Roma e l espansione urbana Fig. 1 Foto aerea del 1924 Il deposito ha avuto un ruolo importante nelle

Dettagli

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare

U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E. AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Ufficio Patrimonio Immobiliare U N I V E R S I T A' D E G L I S T U D I D I F I R E N Z E AREA SERVIZI TECNICI SICUREZA E PATRIMONIO Alloggio di civile abitazione ubicato in Firenze Via dei Serragli n. 76. (N.C.E.U. Foglio di mappa

Dettagli

Conservazione del C.d.F.

Conservazione del C.d.F. Conservazione del C.d.F. La conservazione è l aggiornamento tecnico e giuridico degli atti. Per il C.d.F. le operazioni che lo permettono sono: 1) l accertamento delle nuove UIU urbane (dichiarazione di

Dettagli

con la collaborazione di Alessandro Depaoli

con la collaborazione di Alessandro Depaoli 2 A cura di Mauro Silvio Ainardi con la collaborazione di Alessandro Depaoli 3 XVII SECOLO La Carta della Montagna di Torino, redatta dall ingegnere-topografo La Marchia, rileva il territorio di Torino

Dettagli

18 Motoincontro Internazionale. 6 7-8 giugno 2014 Isola Polvese Lago Trasimeno (PG) Italia

18 Motoincontro Internazionale. 6 7-8 giugno 2014 Isola Polvese Lago Trasimeno (PG) Italia 6 7-8 giugno 2014 Isola Polvese Lago Trasimeno (PG) Italia Organizzato dal Moto Club Jarno Saarinen di Petrignano d Assisi Perugia (Italia) In occasione di questo grande appuntamento di Amicizia Internazionale,

Dettagli

COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI Provincia di UDINE COMPENDIO EX CASA DI RIPOSO AMBITO DI VIA ALTANETO GEMONA DEL FRIULI RELAZIONE DESCRITTIVA IMMOBILE

COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI Provincia di UDINE COMPENDIO EX CASA DI RIPOSO AMBITO DI VIA ALTANETO GEMONA DEL FRIULI RELAZIONE DESCRITTIVA IMMOBILE COMUNE DI GEMONA DEL FRIULI Provincia di UDINE COMPENDIO EX CASA DI RIPOSO AMBITO DI VIA ALTANETO GEMONA DEL FRIULI RELAZIONE DESCRITTIVA IMMOBILE INDIZIONE ASTA PUBBLICA SCHEDA RIASSUNTIVA Indirizzo:

Dettagli

Casa del Prosecco. Approvazione Bozza di contratto di comodato.

Casa del Prosecco. Approvazione Bozza di contratto di comodato. Delibera di Giunta camerale n. 110 dd. 20 ottobre 2014 OGGETTO Casa del Prosecco. Approvazione Bozza di contratto di comodato. Il Presidente ricorda che con decreto n. 2832 del 17 dicembre 2013 del Servizio

Dettagli

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 09/13

PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 09/13 PERIZIA ESTIMATIVA Fallimento n. 09/13 OGGETTO: Unità Immobiliare destinata a abitazione DATI CATASTALI: Foglio n. 96 Particella n. 245 subalterno n. 3 LOCALITA : Viale Roma, 53 Sassoferrato (AN) COMMITTENTE:

Dettagli

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA ***

AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VENEZIA *** COMUNE DI SPINEA *** ATTO DI MODIFICA DELL ACCORDO DI PROGRAMMA 6.10.2005 Il giorno del mese di dell anno 2014 nel Comune

Dettagli

FAC SIMILI DI ISTANZE. A. istanza per la vendita di un immobile. B. istanza per chiusura conto corrente; C. istanza per investimento mobiliare

FAC SIMILI DI ISTANZE. A. istanza per la vendita di un immobile. B. istanza per chiusura conto corrente; C. istanza per investimento mobiliare FAC SIMILI DI ISTANZE A. istanza per la vendita di un immobile B. istanza per chiusura conto corrente; C. istanza per investimento mobiliare A) (Istanza per l autorizzazione alla vendita di un immobile)

Dettagli

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013

Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Circolare N.179 del 6 Dicembre 2013 Cessione di immobili. La disciplina fiscale dell acquisto, della vendita, gli oneri e le agevolazioni fiscali Gentile cliente, desideriamo informarla che l Agenzia delle

Dettagli

REGIONE TOSCANA AVVISO DI OFFERTA AL PUBBLICO PER LA VENDITA DI BENI APPARTENENTI AL PATRIMONIO AGRICOLO FORESTALE DELLA REGIONE TOSCANA

REGIONE TOSCANA AVVISO DI OFFERTA AL PUBBLICO PER LA VENDITA DI BENI APPARTENENTI AL PATRIMONIO AGRICOLO FORESTALE DELLA REGIONE TOSCANA VISTO: REGIONE TOSCANA COMUNITA MONTANA DEL CASENTINO POPPI (AR) AVVISO DI OFFERTA AL PUBBLICO PER LA VENDITA DI BENI APPARTENENTI AL PATRIMONIO AGRICOLO FORESTALE DELLA REGIONE TOSCANA Il dirigente del

Dettagli

CATASTO. Come si classifica il catasto? a) probatorio e particellare. b) rustico e urbano. c) probatorio fondato sulla denuncia dei possessori.

CATASTO. Come si classifica il catasto? a) probatorio e particellare. b) rustico e urbano. c) probatorio fondato sulla denuncia dei possessori. CATASTO Che cosa è il catasto? a) è l inventario dei beni immobili esistenti in un determinato territorio. b) è l archiviazione presso l U.T.E. di tutti i fogli di mappa di un comprensorio. c) è l archiviazione

Dettagli

PER PROCEDERE ALLA TRASCRIZIONE TACITA DELL EREDITA occorre esibire:

PER PROCEDERE ALLA TRASCRIZIONE TACITA DELL EREDITA occorre esibire: I DOCUMENTI NECESSARI PER IL TRASFERIMENTO DEGLI IMMOBILI A) FABBRICATI Il venditore deve, una volta perfezionato l accordo col futuro acquirente, consegnare allo stesso tutti i documenti attestanti i

Dettagli

35ª Proposta (Dec. G.C. del 6 marzo 2015 n. 14)

35ª Proposta (Dec. G.C. del 6 marzo 2015 n. 14) BOZZA DI STAMPA Protocollo RC n. 1078/15 Anno 2015 Ordine del giorno n. 11 35ª Proposta (Dec. G.C. del 6 marzo 2015 n. 14) Autorizzazione all'acquisizione al Patrimonio Capitolino delle aree di proprietà

Dettagli

copia N 54 del 28/07/2011

copia N 54 del 28/07/2011 CITTÀ DI AGROPOLI (Provincia di Salerno) DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE copia N 54 del 28/07/2011 OGGETTO : Acquisizione al Patrimonio comunale area distinta in catasto al Foglio 27, part. 339 sita

Dettagli

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI

COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI COMUNE DI PALO DEL COLLE CITTA METROPOLITANA DI BARI IMU - TASI SI RENDE NOTO che entro la scadenza del 16 giugno 2015 deve essere effettuato il versamento della prima rata dell Imposta Municipale propria

Dettagli

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna

Programma D'Area - L.R. 19 agosto 1996 N 30 Piano di Recupero di Iniziativa Pubblica del Complesso dell'arcispedale Sant'Anna 1949 Planimetria generale dell Arcispedale S. Anna Padiglione della divisione oculistica Adriana Ascoli (1948-1949) Tra il 1948 e il 1949 fu costruito il padiglione della divisione oculistica. Progettato

Dettagli

LA GUIDA DELLA UIL: TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU

LA GUIDA DELLA UIL: TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU LA GUIDA DELLA UIL: TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU È iniziato il conto alla rovescia per il pagamento della prima rata dell Imu, la nuova tassa sugli che sostituisce l Ici. A meno di una settimana

Dettagli

APPUNTI LEZIONE DOCFA 10/10/2014

APPUNTI LEZIONE DOCFA 10/10/2014 APPUNTI LEZIONE DOCFA 10/10/2014 DOCENTE: DOTT. ING. PAOLO FARENGA ESEMPIO N 1 ACCATASTAMENTO DI UNITA IMMOBILIARE COMPOSTE DA DUE O PIU PORZIONI, SULLE QUALI GRAVANO DIRITTI REALI NON OMOGENEI L esempio

Dettagli

PIANO REGOLATORE GENERALE VIGENTE APPROVATO CON D.G.R.V. 23 MAGGIO 2006, N 1590 V.G. P.R.G. - VARIANTE N 34

PIANO REGOLATORE GENERALE VIGENTE APPROVATO CON D.G.R.V. 23 MAGGIO 2006, N 1590 V.G. P.R.G. - VARIANTE N 34 REGIONE VENETO PROVINCIA DI VERONA CITTA' DI LEGNAGO PIANO REGOLATORE GENERALE VIGENTE APPROVATO CON D.G.R.V. 23 MAGGIO 2006, N 1590 V.G. P.R.G. - VARIANTE N 34 PIANO DELLE ALIENAZIONI E VALORIZZAZIONI

Dettagli

ELENCO IMMOBILI IN VENDITA DATI COMUNI AI LOTTI 1) - 2) - 3)

ELENCO IMMOBILI IN VENDITA DATI COMUNI AI LOTTI 1) - 2) - 3) ALLEGATO sub 1) ELENCO IMMOBILI IN VENDITA DATI COMUNI AI LOTTI 1) - 2) - 3) Ubicazione e descrizione Le unità abitative sono ubicate alla distanza di circa 300 metri fuori delle mura cinquecentesche zona

Dettagli

CLASSIFICAZIONE DEGLI EDIFICI E DEI MANUFATTI DI INTERESSE STORICO-ARCHITETTONICO

CLASSIFICAZIONE DEGLI EDIFICI E DEI MANUFATTI DI INTERESSE STORICO-ARCHITETTONICO Provincia di Modena Comune di Bomporto Il Piano Regolatore delle Città del Vino PSC PIANO STRUTTURALE COMUNALE delle Città del Vino Variante in adeguamento al 1 stralcio del Piano della Ricostruzione Sindaco

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 30 DD. 06/04/2005 DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO SEGRETERIA

DETERMINAZIONE N. 30 DD. 06/04/2005 DEL RESPONSABILE DEL SERVIZIO SEGRETERIA COMUNE DI CARISOLO Provincia di Trento Tel. 0465 501176 (n. 2 linee) Fax 0465 501335 sito: www.carisolo.com e mail comune@carisolo.com segreteria@carisolo.com C.F. e P.IVA: 00288090228 DETERMINAZIONE N.

Dettagli

C O M U N E D I P R O S E R P I O. Prov. di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

C O M U N E D I P R O S E R P I O. Prov. di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. C O M U N E D I P R O S E R P I O Prov. di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER L APPLICAZIONE DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. INDICE Art. 1 OGGETTO Art. 2 - PRESUPPOSTO DELL'IMPOSTA Art. 3 - SOGGETTI

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 32 DEL 19 Febbraio 2013 OGGETTO: CONCESSIONE PATROCINIO COMUNALE E BENEFICIO ECONOMICO AL COMITATO NON UNO DI MENO ALCATEL-LUCENT PER LA REALIZZAZIONE

Dettagli

VENDITA DEL COMPLESSO IMMOBILIARE EX FATTORIA SANTA CHIARA

VENDITA DEL COMPLESSO IMMOBILIARE EX FATTORIA SANTA CHIARA VENDITA DEL COMPLESSO IMMOBILIARE EX FATTORIA SANTA CHIARA La Fondazione Conservatorio Santa Chiara intende procedere alla vendita del complesso immobiliare denominato EX FATTORIA posto in Comune di San

Dettagli

MUTUO ACQUISTO. Immobile esistente o di nuova costruzione

MUTUO ACQUISTO. Immobile esistente o di nuova costruzione MUTUO ACQUISTO Immobile esistente o di nuova costruzione DOCUMENTI BASE da consegnare in filiale (in copia) DESCRIZIONE DOVE RECUPERARLI 1) ATTO DI PROVENIENZA o del terreno Tipicamente è costituito da

Dettagli

Il riassetto della proprietà fondiaria in progetto attiene alle modifiche tipologiche

Il riassetto della proprietà fondiaria in progetto attiene alle modifiche tipologiche 1) PREMESSA Il riassetto della proprietà fondiaria in progetto attiene alle modifiche tipologiche relative ai lotti nn. 41, 42, 43, 44, 45, 46 e 54 del P.d.L. Basile Angelo ed Altri, approvato dal C.C.

Dettagli

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale

Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Comune di Orbetello- Storia ed evoluzione degli insediamenti importanti per la valenza storica e per l identità territoriale Scheda N : 140 Oggetto: SIPE NOBEL modificata in seguito alle osservazioni Vincoli

Dettagli

COMUNE DI BUTI PROVINCIA DI PISA. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale

COMUNE DI BUTI PROVINCIA DI PISA. Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale ORIGINALE COMUNE DI BUTI PROVINCIA DI PISA Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione n 9 in data 21/05/2014 OGGETTO: IMPOSTA UNICA COMUNALE IUC - IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU),TRIBUTI

Dettagli

Puglia Masseria con progetto albergo lusso in vendita in Puglia a Brindisi

Puglia Masseria con progetto albergo lusso in vendita in Puglia a Brindisi Ville@Casali Real Estate s.r.l. Phone: 800 984 481 Email: info@villeecasalinetwork.com Puglia Masseria con progetto albergo lusso in vendita in Puglia a Brindisi Brindisi, IT Description Puglia Masseria

Dettagli

Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 37

Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 37 Relazione tecnica per compravendita Lotto n. 37 Descrizione dell immobile: Trattasi di un compendio immobiliare unico formato dalla unione di più appezzamenti di terreno terrazzati e coltivati fin da epoca

Dettagli

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA

L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Beni culturali SCHEDA DI DOCUMENTAZIONE N 13 L ANTICO MONASTERO SANTA CHIARA Posizione Si trova in contrada Omerelli, all estremità nord del centro storico di San Marino. Epoca Risale ai secoli XVI e XVII.

Dettagli

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU)

COMUNE DI CASOREZZO. Guida per i contribuenti all applicazione dell Imposta Municipale Propria (IMU) COMUNE DI CASOREZZO Provincia di Milano Per qualsiasi chiarimento, informazione e delucidazione in merito l Ufficio Tributi è a disposizione negli orari di apertura al pubblico tel 029010012 fax 0290296960

Dettagli

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO

COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO COMUNE DI PAVULLO NEL FRIGNANO Sistema insediativo rurale 1.1 Territorio rurale: analisi degli insediamenti e degli edifici isolati di interesse storico SEZIONE 1 - LOCALIZZAZIONE SCHEDA DI INDAGINE N.

Dettagli

OFFERTA IMMOBILIARE Settore turistico

OFFERTA IMMOBILIARE Settore turistico OFFERTA IMMOBILIARE Settore turistico Proprietà in vendita sul lago d Averno Pozzuoli (NA) Proprietà in vendita sul lago d Averno - INDICE INDICE 1. Descrizione 2. Localizzazione 3. Potenzialità 4. Foto

Dettagli

DATI NECESSARI PER COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE

DATI NECESSARI PER COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE GEOMETRA Pino Caddeo Via martiri d ungheria, 22 08016 Borore (NU) WEBSITE: www.visurnet.com, mail: info@visurnet.com 0785/86727-3393600206 DATI NECESSARI PER COMPILAZIONE DICHIARAZIONE DI SUCCESSIONE Di

Dettagli

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U.

CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. CITTA DI PINETO Provincia di Teramo Area Ragioneria e Finanza REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. (Approvato con Deliberazione Consiliare n 15 del 14/05/2013 e successive

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA

TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI * * * PROCEDIMENTO DI ESECUZIONE IMMOBILIARE * * * PREMESSA GEOMETRA MONTALTI GIANFRANCO Via Fioravanti n. 21 40129 BOLOGNA Tel. 051 364384 - Fax 051 364384 E-mail: gianfranco.montalti@collegiogeometri.bo.it TRIBUNALE ORDINARIO DI BOLOGNA ESECUZIONI IMMOBILIARI

Dettagli

VALUTAZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE SOCIETÀ AGRICOLA FONDI RUSTICI MONTEFOSCOLI S.r.l.

VALUTAZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE SOCIETÀ AGRICOLA FONDI RUSTICI MONTEFOSCOLI S.r.l. Allegato A3 VALUTAZIONE PATRIMONIO IMMOBILIARE SOCIETÀ AGRICOLA FONDI RUSTICI MONTEFOSCOLI S.r.l. PREMESSE In data 21/12/2004 la Provincia di Pisa ha acquistato dalla Fondazione Gerolamo Gaslini di Genova

Dettagli

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015

COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI. INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 COMUNE DI MONTONE UFFICIO TRIBUTI INFORMATIVA Imposta Municipale Propria IMU Anno 2015 SCADENZE DI VERSAMENTO DELL IMPOSTA IMU 2015 RATA 1 - ACCONTO RATA 2 - SALDO TERMINI DI VERSAMENTO Rata in acconto

Dettagli

IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI

IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IMU 2015 BREVE MEMORANDUM SUI PRINCIPALI ADEMPIMENTI IMU: SOGGETTO PASSIVO (chi paga?) Il proprietario di fabbricati, aree edificabili e di terreni a qualsiasi uso destinati; Il titolare del diritto reale

Dettagli

COMUNE DI BERLINGO. Provincia di Brescia. Convenzione tra Comune di Berlingo e Ente Morale Cristoforo

COMUNE DI BERLINGO. Provincia di Brescia. Convenzione tra Comune di Berlingo e Ente Morale Cristoforo Repertorio n... del... COMUNE DI BERLINGO Provincia di Brescia Convenzione tra Comune di Berlingo e Ente Morale Cristoforo Tempini per la realizzazione e gestione del nuovo complesso scolastico da adibire

Dettagli

Ampliamento del centro sportivo Lakua a Vitoria, Spagna

Ampliamento del centro sportivo Lakua a Vitoria, Spagna Progetti Carmen Murua Planimetria. Nella pagina a fianco: veduta della facciata principale. I Paesi Baschi, una delle regioni del nord della Spagna, costituiscono un territorio di grande bellezza naturale,

Dettagli

Obbligatorio Regolarizzare il Catasto Prima di Vendere un Fabbricato

Obbligatorio Regolarizzare il Catasto Prima di Vendere un Fabbricato Obbligatorio Regolarizzare il Catasto Prima di Vendere un Fabbricato Dal primo luglio 2010 è entrata in vigore la norma che impone la verifica della regolarità catastale dei fabbricati prima del rogito.

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx. Giudice Delegato: Dott. Paolo Bonofiglio Curatore: Dott.

TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx. Giudice Delegato: Dott. Paolo Bonofiglio Curatore: Dott. ASSOCIAZIONE NOTARILE PER LE PROCEDURE ESECUTIVE VIA UGO LA MALFA, 4 25124 - BRESCIA Tel.: 030.22.28.49 - Fax.: 030.22.42.37 TRIBUNALE DI BRESCIA FALLIMENTO n. 224/09 (pr. 147/12) xxxx Giudice Delegato:

Dettagli

TRIBUNALE ORDINARIO DI LATINA SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI SEZIONE DISTACCATA DI GAETA CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO

TRIBUNALE ORDINARIO DI LATINA SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI SEZIONE DISTACCATA DI GAETA CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO TRIBUNALE ORDINARIO DI LATINA SEZIONE ESECUZIONI IMMOBILIARI SEZIONE DISTACCATA DI GAETA Esecuzione immobiliare n 20/07 Promossa da *** +4 c/ *** CONSULENZA TECNICA DI UFFICIO Il Giudice Dott.sa Maria

Dettagli

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE

PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE ALLEGATO A PROGRAMMA AZIENDALE PLURIENNALE DI MIGLIORAMENTO AGRICOLO AMBIENTALE Fattoria Le Mura Società Agricola Srl - legale rappresentante Rindi Corrado responsabile del procedimento geom. Adriano Zingoni

Dettagli

Il sottoscritto.., nato a. il, residente a... Via/Piazza.. n., Telefono:., Telefax:., Codice Fiscale:...,

Il sottoscritto.., nato a. il, residente a... Via/Piazza.. n., Telefono:., Telefax:., Codice Fiscale:..., Riservato ad AMSC S.p.A. Marca da Bollo 14,62 Al Presidente del CONSORZIO PROVINCIALE PER LA TUTELA E LA SALVAGUARDIA DELLE ACQUE DEL LAGO DI VARESE E LAGO DI COMABBIO Piazza Libertà n 1 21100 VARESE Tramite

Dettagli

DUE DILIGENCE DOCUMENTALE

DUE DILIGENCE DOCUMENTALE Due Diligence / Libretto immobile DUE DILIGENCE DOCUMENTALE ALL INTERNO DEGLI IMMOBILI SITI NEL COMUNE DI MOLTENO, VIA POSCASTELLO, 8: NR. 3 UNITA IMMOBILIARI AD USO: EDIFICIO CIVILE: SUB.1 APPARTAMENTO:

Dettagli

I N G E G N E R E Via Albere, 10 Tel. 045-8102891 37138 - Verona Fax 045-8198337 E-mail enrico.firpo@libero.it Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA

I N G E G N E R E Via Albere, 10 Tel. 045-8102891 37138 - Verona Fax 045-8198337 E-mail enrico.firpo@libero.it Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA Enrico Firpo I N G E G N E R E Via Albere, 10 Tel. 045-8102891 37138 - Verona Fax 045-8198337 E-mail enrico.firpo@libero.it Cell. 335-5437806 PERIZIA DI STIMA IMMOBILI IN PERIZIA: RESIDENZA TURISTICA ALBERGHIERA

Dettagli

DELIBERAZIONE n 220 del 07/03/2011 IL COMMISSARIO

DELIBERAZIONE n 220 del 07/03/2011 IL COMMISSARIO DELIBERAZIONE n 220 del 07/03/2011 OGGETTO: Presa d atto del verbale di inventario redatto a cura del Tribunale di Nuoro, concernente i beni ricevuti dall ASL in eredità dal de cuius. Francesco Deledda

Dettagli

PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DELL ALLOGGIO di VIA GOBETTI N. 18

PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DELL ALLOGGIO di VIA GOBETTI N. 18 COMUNE DI VITTORIO VENETO U.O. PATRIMONIO E POLITICHE ENERGETICHE PERIZIA TECNICA DESCRITTIVA ed ESTIMATIVA DELL ALLOGGIO di VIA GOBETTI N. 18 Vittorio Veneto, 13 aprile 2011 ELABORATI: A. Relazione generale:

Dettagli

Piano Regolatore Generale NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO 2. Schede urbanistiche relative alle Unità Minime di Intervento

Piano Regolatore Generale NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO 2. Schede urbanistiche relative alle Unità Minime di Intervento COMUNE DI CESSALTO Provincia di Treviso Piano Regolatore Generale NORME TECNICHE DI ATTUAZIONE ALLEGATO 2 Schede urbanistiche relative alle Unità Minime di Intervento Aggiornamento novembre 2006 N.B.:

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE

TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU. Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali LE ALIQUOTE TUTTO QUELLO CHE SI DEVE SAPERE SULL IMU Guida a cura della UIL Servizio Politiche Territoriali Aliquota ordinaria rurali LE ALIQUOTE Aliquota ordinaria I casa Aliquota ordinaria altri 2 per mille 4 per

Dettagli

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO

COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO C O P I A Deliberazione N. 20 in data 19/06/2014 COMUNE DI GODEGA DI SANT URBANO PROVINCIA DI TREVISO *********** Verbale di Deliberazione del Consiglio Comunale OGGETTO: TRIBUTO PER SERVIZI INDIVISIBILI

Dettagli

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano

COMUNE DI LACONI. Provincia di Oristano COMUNE DI LACONI Provincia di Oristano SETTORE : Responsabile: UFFICIO TECNICO COMUNALE Dott. Ing. Massimo Dessanai COPIA DETERMINAZIONE N. 65 DEL 11/02/2013 PROPOSTA DETERMINAZIONE N. 73 DEL 11/02/2013

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI ROMA SCHEMA RIASSUNTIVO

TRIBUNALE CIVILE DI ROMA SCHEMA RIASSUNTIVO STUDIO RAGANATO Dott. Ing. Nunzio Raganato Via della Magliana, 280-00148 ROMA Tel. e Fax 06/55261812 P.IVA 09925560584 TRIBUNALE CIVILE DI ROMA Sezione Fallimentare FALLIMENTO n. 63604 S.I.A.E. di Giganti

Dettagli

Deliberazione del Consiglio. del 08-09-2008 n. 26

Deliberazione del Consiglio. del 08-09-2008 n. 26 Deliberazione del Consiglio del 08-09-2008 n. 26 OGGETTO: MODIFICA ACCORDO DI PROGRAMMA PER IL RECUPERO PAESISTICO- AMBIENTALE DEL BORGO DI SAN FRUTTUOSO DI CAMOGLI. AUTORIZZAZIONE AL PRESIDENTE ALLA SOTTOSCRIZIONE

Dettagli

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2014. www.notaio.org

Tracce Prove Scritte. Concorso Notarile 2014. www.notaio.org www.notaio.org Tracce Prove Scritte Concorso Notarile 2014 www.notaio.org Atto inter vivos - Diritto Commerciale L Assemblea dei soci della Alfa S.p.a., con sede in Roma in Piazza di Spagna n. 1, ha deliberato

Dettagli

CITTA DI PIAZZA ARMERINA (Provincia Regionale di Enna) Verbale del Registro delle Deliberazioni della Giunta Comunale

CITTA DI PIAZZA ARMERINA (Provincia Regionale di Enna) Verbale del Registro delle Deliberazioni della Giunta Comunale CITTA DI PIAZZA ARMERINA (Provincia Regionale di Enna) Verbale del Registro delle Deliberazioni della Giunta Comunale N. 225 Reg. Data 19/10/2011 OGGETTO: POR FESR SICILIA 2007/2013- LINEA DI INTERVENTO

Dettagli

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE

COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE COMUNE DI SCANDICCI PROVINCIA DI FIRENZE PIANO DI RECUPERO AREA DI RIQUALIFICAZIONE RQ12B EX CENTRO ZOOTECNICO LE PALLE. REGIME GIURIDICO DEI SUOLI. ATTO INTEGRATIVO ALLA CONVENZIONE STIPULATA IN DATA

Dettagli

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI RECUPERO DENOMINATO "SCULAZZON" A TRESCHE' CONCA

PROVINCIA DI VICENZA. Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO DI RECUPERO DENOMINATO SCULAZZON A TRESCHE' CONCA Comune di Roana PROVINCIA DI VICENZA COPIA Deliberazione n. 52 Data 10-04-2012 Soggetta a ratifica Immediatamente eseguibile N N VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Oggetto: ADOZIONE DEL PIANO

Dettagli

IUC IMU E TASI CALCOLO DELLA BASE IMPONIBILE

IUC IMU E TASI CALCOLO DELLA BASE IMPONIBILE COMUNE DI LAURIANO Provincia di Torino Via Mazzini, 20 10020 LAURIANO (TO) Tel. 011 9187801 011 9187917 Fax 011 9187482 P.IVA 01734040015 C.F. 82500430010 WWW.COMUNE.LAURIANO.TO.IT info@comune.lauriano.to.it

Dettagli

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109 a

TRIBUNALE DI TREVISO. Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Il sottoscritto ing. Giorgio Basso, con studio in Corso Mazzini, 109 a TRIBUNALE DI TREVISO Sezione Esecuzioni Immobiliari RELAZIONE DEL C.T.U. Nella esecuzione promossa da Omissis CONTRO Omissis ESECUZIONE N. 779/2008 G.E.: dott. Andrea Valerio Cambi Il sottoscritto ing.

Dettagli

Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2014 06696/131 Area Patrimonio Servizio Diritti Reali MP 5 CITTÀ DI TORINO

Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2014 06696/131 Area Patrimonio Servizio Diritti Reali MP 5 CITTÀ DI TORINO Direzione Edifici Municipali, Patrimonio e Verde 2014 06696/131 Area Patrimonio Servizio Diritti Reali MP 5 CITTÀ DI TORINO DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE 9 dicembre 2014 Convocata la Giunta presieduta

Dettagli

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA

CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA Prot. N 611 Del 2 FEB. 2012 CONSORZIO PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE DELLA PROVINCIA DI POTENZA DELIBERA COMMISSARIALE N 12 del 2 Febbraio 2012 OGGETTO: Consegna anticipata porzione lotto di cui alla delibera

Dettagli

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici?

Come contattare l Ufficio Tributi. Che cosa è l IMU. Chi la paga. Su quali immobili si paga. Vuoi porre quesiti specifici? Che cosa è l IMU Come contattare l Ufficio Tributi É la nuova imposta, istituita in via sperimentale dall anno 2012, che sostituisce l imposta comunale sugli immobili (ICI). Chi la paga I cittadini che

Dettagli

CESSIONE IN PROPRIETA EX ART. 31 COMMI 45-47-48-49 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1998 N.

CESSIONE IN PROPRIETA EX ART. 31 COMMI 45-47-48-49 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1998 N. COMUNE DI BOFFALORA SOPRA TICINO REPERTORIO N. / CESSIONE IN PROPRIETA EX ART. 31 COMMI 45-47-48-49 DELLA LEGGE 23 DICEMBRE 1998 N. 448 DELLE AREE COMPRESE NEI PIANI DI ZONA DELIMITATI AI SENSI DELL'ART.

Dettagli

COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA

COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA COMUNE DI POGGIBONSI PROVINCIA DI SIENA Deliberazione del Consiglio Comunale N. 32 Data 26/04/2014 Oggetto: "IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (IMU) - DETERMINAZIONE MISURA DELLE ALIQUOTE PER L'ANNO 2014" L anno

Dettagli

TRIBUNALE DI BRESCIA VERIFICA DI CONGRUITA VALORI

TRIBUNALE DI BRESCIA VERIFICA DI CONGRUITA VALORI TRIBUNALE DI BRESCIA CONCORDATO PREVENTIVO N. 23/09 ENTRA S.P.A. GIUDICE DELEGATO: DOTT.CARLO BIANCHETTI COMMISSARIO GIUDIZIALE: DOTT. SSA CLARA STERLI VERIFICA DI CONGRUITA VALORI Brescia, 27.10.2009

Dettagli

CONVENZIONE EDILIZIA. relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via REPUBBLICA ITALIANA

CONVENZIONE EDILIZIA. relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via REPUBBLICA ITALIANA Repertorio n. CONVENZIONE EDILIZIA relativa all esecuzione del progetto di ristrutturazione dell immobile sito in via Colonnello Aprosio 106/108/110 Vallecrosia (ex Hotel Impero) REPUBBLICA ITALIANA L

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 CALCOLO DEGLI EQUILIBRI FUNZIONALI - ANNO 2015.

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 CALCOLO DEGLI EQUILIBRI FUNZIONALI - ANNO 2015. C O M U N E D I A Y A S Regione Autonoma Valle d'aosta Copia C O M M U N E D' A Y A S Région Autonome de la Vallée d'aoste VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 17 OGGETTO: CALCOLO DEGLI EQUILIBRI

Dettagli