STUDIO PER LA DEFINIZIONE DI UNA RETE DEI CENTRI DI ARTE CONTEMPORANEA NELLE REGIONI DEL MEZZOGIORNO ANALISI DI CONTESTO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "STUDIO PER LA DEFINIZIONE DI UNA RETE DEI CENTRI DI ARTE CONTEMPORANEA NELLE REGIONI DEL MEZZOGIORNO ANALISI DI CONTESTO"

Transcript

1 STUDIO PER LA DEFINIZIONE DI UNA RETE DEI CENTRI DI ARTE CONTEMPORANEA NELLE REGIONI DEL MEZZOGIORNO ANALISI DI CONTESTO

2 Studio promosso dal MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA CULTURALI, Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l architettura e l arte contemporanee (PaBAAC)-- Servizio Architettura e Arte contemporanee. Direttore Generale PaBAAC, Maddalena Ragni Coordinamento generale: Maria Grazia Bellisario Direttore del Servizio Architettura e Arte Contemporanee Si ringraziano per la collaborazione scientifica offerta: Marta Ragozzino, Soprintendente per i beni storici, artistici ed etnoantropologici della Basilicata e Angela Tecce, Direttore Castel Sant Elmo Soprintendenza speciale per il patrimonio storico, artistico e etnoantropologico e per il polo museale della città di Napoli Realizzazione dello studio: Civita, CLES S.r.L. A cura di: Giovanna Castelli, Alessandro F. Leon Gruppo di ricerca: Rossella Almanza, Giovanna Castelli, Alessandro F. Leon, Anna Misiani, Valerio Tuccini, Alfredo Valeri, Elena Alessandrini La presentazione degli obiettivi e logiche del progetto è stata elaborata da Giovanna Castelli e Alessandro F. Leon. L analisi di contesto è stata elaborata da Rossella Almanza (Par. 4), Anna Misiani (Par. 6), Valerio Tuccini (Par. 8), Alfredo Valeri (Parr. 1, 3, 5), Elena Alessandrini (Parr. 2, 7). Lo studio relativo alle regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia è stato realizzato nell ambito delle attività previste dal Progetto Operativo di Assistenza Tecnica MiBAC , cofinanziate con risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). Direzione Generale per l organizzazione, gli affari generali, l innovazione, il bilancio ed il personale Direttore Generale, Mario Guarany Responsabile del POAT MiBAC, Elisabeth Giuliana Eleonora Videtta Collaborazione: Michele Colavito con Valeria Arancio e Eleonora Sgreccia Lo studio relativo alle regioni Abruzzo, Basilicata, Molise e Sardegna è stato realizzato nel quadro delle attività di assistenza tecnica finanziate con risorse aggiuntive nazionali per lo sviluppo assegnate alla Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici della Basilicata dalla Direzione Generale per l organizzazione, gli affari generali, l innovazione, il bilancio ed il personale

3 2

4

5 PREMESSA Questo studio, promosso dal MiBAC - Direzione Generale per il paesaggio, le belle arti, l'architettura e l'arte contemporanee, si inquadra in un ampio programma di studi e ricerche finalizzate alla creazione di una Rete di centri di Arte contemporanea. Tale programma ha visto una prima fase di avvio, promossa nell ambito del Programma Operativo di Assistenza Tecnica al MiBAC (POAT - PON GOVERNANCE E ASSISTENZA TECNICA ) gestito dalla Direzione Generale per l'organizzazione, gli affari generali, l'innovazione, il bilancio e il personale, finalizzata all analisi del sistema di luoghi dell arte contemporanea nelle 4 Regioni dell Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia). In una seconda fase, l analisi è stata estesa alle restanti regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Molise e Sardegna. Per ciascuna regione, l analisi ha avuto i seguenti obiettivi: ricostruire il quadro dei luoghi (musei, gallerie e altre tipologie di spazi) di interesse pubblico dedicati alla promozione dell arte contemporanea, evidenziandone le caratteristiche strutturali e le dinamiche organizzative; analizzare l offerta di eventi e manifestazioni dedicate all arte contemporanea promosse nei territori; evidenziare la presenza di strutture formative di rilievo accademico nel settore dell arte contemporanea; evidenziare le principali iniziative di carattere programmatico avviate nel recente passato e/o in fase di avvio, dedicate alla promozione del settore. Lo studio è partito da una preliminare ricostruzione dello stato di fatto, attraverso studi e materiali esistenti, cui ha fatto seguito un analisi di campo che ha coinvolto, per ciascuna delle 8 regioni, sia gli organismi periferici del MiBAC (Direzioni Regionali e Soprintendenze), sia le direzioni competenti per l Arte contemporanea nelle Amministrazioni Regionali. L obiettivo principale di questa analisi di contesto è, come detto, ricostruire il quadro delle istituzioni, dei luoghi, delle manifestazioni e delle altre attività di natura promozionale ed espositiva dedicate all arte contemporanea nelle 8 regioni del Mezzogiorno. Si analizzano, in particolare, la consistenza, le caratteristiche e la struttura territoriale dell offerta di spazi e luoghi dedicati all esposizione di opere e artisti, le principali manifestazioni ed eventi e le istituzioni (prevalentemente pubbliche) che contribuiscono alla diffusione e alla valorizzazione dell arte contemporanea nelle 8 regioni oggetto di studio. Considerata la natura e gli obiettivi del progetto, l analisi si è concentrata sul panorama di istituzioni e collezioni appartenenti alla sfera pubblica o, comunque, del no profit (associazioni, fondazioni, ecc.), tenuto conto anche dell'assoluta carenza di informazioni sul foltissimo e variegato mondo degli operatori privati (gallerie, mediatori, curatori, ecc.). In generale, il settore privato, in particolare il sistema delle gallerie, il mercato delle opere e i canali di promozione degli artisti assume nell arte contemporanea un ruolo fondamentale, anche come complemento alle politiche pubbliche di valorizzazione e promozione culturale. Il piano interviene, tuttavia, principalmente nella sfera delle politiche pubbliche di valorizzazione 1

6 culturale e territoriale e per questo motivo il mercato privato è stato trattato solo in modo marginale. Nel Mezzogiorno questo sistema appare, tra l altro, ancora poco strutturato e debole e anche da questo deriva l esigenza di sviluppare una politica d area per la promozione di luoghi e istituzioni di natura pubblica che possano accompagnare la crescita anche di un mercato privato. L analisi ha riguardato, in primo luogo, i luoghi: i musei e gli spazi pubblici (all aperto e al chiuso) che espongono opere di arte contemporanea e realizzano con una certa sistematicità attività espositive, anche temporanee. Sono stati considerati sia gli spazi specializzati, ovvero quelli che espongono esclusivamente opere di arte contemporanea, sia gli spazi culturali polifunzionali o di altra natura che ospitano anche iniziative dedicate all arte contemporanea (aree archeologiche, strutture monumentali, residenze storiche e musei nei quali si espongono, accanto alle collezioni d arte antica o archeologia, opere d arte contemporanea, rassegne, eventi temporanei, ecc.). I luoghi che stabilmente espongono opere del presente non esauriscono il composito panorama delle attività di promozione e valorizzazione del sistema dell arte contemporanea. È necessario considerare anche gli eventi e le manifestazioni (stabili o meno) e le istituzioni che, seppure prive di una sede stabile e predefinita, rappresentano un ambito molto rilevante di promozione, produzione ed espressione per l arte contemporanea (premi, laboratori, workshop, eventi). Molte manifestazioni, tra l altro, oltre a non essere stabilmente collegate a uno spazio espositivo specifico, combinano attività e generi diversi (danza, architettura, audiovisivo, archeologia industriale, arte antica), dando vita a eventi complessi, festival e manifestazioni che spesso si estendono anche in più regioni. Considerate queste complessità, anche per la ricostruzione del quadro degli eventi e delle manifestazioni più rilevanti organizzate nelle 8 regioni si è dovuto fare ampio ricorso a indagini di campo e fonti secondarie. Un ulteriore ambito di analisi del quadro di contesto ha infine riguardato l offerta formativa, in particolare il sistema dell alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM) costituito dalle Accademie di belle arti statali e legalmente riconosciute, oltre che dalle accademie nazionali (Accademia di arte drammatica e Accademia nazionale di danza), dagli ISIA - Istituti Superiori per le Industrie Artistiche, dai Conservatori e dagli Istituti Musicali Pareggiati - imperniato sulle accademie di belle arti (che qui non sono stati trattati). Nel Mezzogiorno, dove la sfera del collezionismo e delle gallerie private, come detto, vedono una conformazione (ancora) poco strutturata, le accademie rappresentano un presidio culturale e creativo fondamentale. Il complesso esercizio di ricostruzione del contesto fin qui descritto ha permesso di ricavare un quadro sufficientemente approfondito del sistema pubblico di offerta d arte contemporanea nelle 8 regioni, almeno in termini di consistenza, dimensioni e pesi relativi delle istituzioni. Lo stesso non si può dire per quanto attiene alla domanda e alle modalità di fruizione, per le quali è stato possibile rintracciare informazioni frammentarie, molto poco indicative del fenomeno complessivo. In generale, una prima indicazione di policy, emersa fin dall avvio dell analisi di contesto, riguarda la notevole carenza di informazioni sui fenomeni di offerta e, soprattutto, di domanda. La conoscenza delle caratteristiche specifiche del contesto attraverso l avvio di una serie approfondita e sistematica di indagini conoscitive su 2

7 luoghi, attività e pubblico - dovrebbe essere, per contro, uno degli elementi fondamentali da cui partire per la costruzione di qualsiasi politica di sviluppo e promozione, visto anche il crescente impegno di risorse, programmi di valorizzazione e azioni che il sistema pubblico sta progressivamente mettendo in atto. 1. L ARTE CONTEMPORANEA IN ABRUZZO 1.1. ANALISI DEL SISTEMA DI OFFERTA Sino al devastante terremoto del 6 aprile 2009, l Abruzzo presentava una distribuzione di siti e istituzioni dedicati all arte contemporanea piuttosto equilibrata fra le quattro province, ciascuna delle quali esprimeva una propria specifica vocazione. Se il capoluogo aquilano, con il Museo Nazionale d Abruzzo, in qualche misura rappresentava il polo istituzionale di riferimento del sistema museale statale, Pescara si è affermata negli ultimi cinquant anni come città dinamica e attrattiva dal punto di vista degli operatori privati e del mercato. Sul resto del territorio regionale diversi musei civici minori e fondazioni rappresentano le forme predominanti di valorizzazione delle risorse locali, esprimendo spesso la continuazione in chiave moderna di antiche tradizioni artistiche e artigianali. Come si evince dall excursus sull offerta di luoghi ed eventi che segue 1, queste due componenti risultano spesso strettamente interconnesse, in quanto diverse fra le collezioni museali presenti nelle quattro province nascono dalla raccolta di opere a seguito di rassegne, manifestazioni e premi dedicati al contemporaneo. La vicenda della totale inagibilità del Forte Spagnolo de L Aquila, anche noto come Castello Cinquecentesco, storica sede del Museo Nazionale d Abruzzo e della relativa sezione dedicata all arte moderna e contemporanea 2, è emblematica della situazione di collasso culturale che dal giorno del sisma affligge sostanzialmente tutti gli istituti museali localizzati all interno dell area del cosiddetto cratere 3, sebbene, almeno in questo caso specifico, le Istituzioni pubbliche abbiano investito sia per avviare gli interventi di recupero strutturale e funzionale dell ala del lato ingresso e dei musei 4, sia per allestire una nuova sede espositiva all interno dell ex Mattatoio, in un area centrale soggetta ad un più ampio progetto di recupero e valorizzazione 5. 1 La ricostruzione del quadro completo ed esaustivo dei siti espositivi di diverso peso e dimensione, delle iniziative più rilevanti e degli attori maggiormente rappresentativi è stata possibile anche grazie al contributo fornito dal dott. Mario D Eramo, Responsabile del Centro Regionale Beni Culturali di Sulmona, intervistato il 19 aprile Vi erano esposte opere di Maccari, Guttuso, Guidi, Capogrossi, Tamburi, Cantatore e di altri artisti abruzzesi. 3 I Comuni appartenenti all area del cratere sono elencati nel Decreto del Commissario delegato n. 3 del 16 aprile 2009 e successive integrazioni. 4 Tale primo lotto di lavori è stato finanziato dal MiBAC per euro. 5 L intervento di recupero dell ex Mattatoio si inserisce nel quadro delle iniziative sostenute da Mumex, il Progetto Poli museali di eccellenza del Mezzogiorno, promosso dal Mibac e dal Dipartimento per lo sviluppo e la Coesione Economica (DPS) ed attuato da Invitalia. 3

8 Inagibile e quindi precluso al pubblico a tempo indeterminato anche l altro sito museale del capoluogo, già ospitato in via provvisoria all interno di palazzo Barocelli-Cappa: il MUSPAC, Museo Sperimentale d Arte Contemporanea, la cui collezione permanente comprende opere di artisti di fama internazionale tra i quali Beuys, Kounellis, De Dominicis, Mauri, Merz, Pistoletto, Zorio, Calzolari. L allestimento, predisposto su iniziativa degli animatori del Centro Multimediale Quarto di S. Giusta, superava il concetto di museo tradizionale, nello spirito delle avanguardie storiche e dei movimenti artistici degli anni '60 e '70 (arte concettuale, arte povera, performance, video e installazioni). L ambito degli eventi e delle manifestazioni assume per L Aquila una rilevanza particolare, in quanto contribuisce ad animare la vita sociale e culturale della città messa a dura prova dal sisma del Fra le diverse iniziative realizzate di recente e che interessano i linguaggi artistici contemporanei si segnala il progetto di installazioni luminose e sonore in luoghi simbolo della città e del suo patrimonio culturale e identitario ad opera di un selezionato gruppo di artisti affiancati dagli studenti d arte aquilani, denominato Re_Place, giunto alla seconda edizione e organizzato dall Associazione Amici dei Musei d Abruzzo con il sostegno dei fondi POR FESR , Attività VI.I.3 6. L analogo obiettivo di rivitalizzazione dello spazio pubblico urbano per riavvicinare la popolazione, favorire l aggregazione sociale e stimolare una nuova progettualità culturale è condiviso dal progetto I cantieri dell Immaginario, articolato sulla realizzazione di spettacoli dentro e fuori la città, fondati sull integrazione fra diverse forme artistiche e linguaggi espressivi, quali teatro, danza, arti visive, performing arts, musica. Importante iniziativa è anche il progetto Archeo.S, realizzato a L'Aquila, Lanciano e Chieti nell estate 2012, rassegna destinata ad esaltare le potenzialità culturali e turistiche dell Abruzzo attraverso l innovazione, l interscambio fra i paesi partner e la promozione internazionale del territorio. Le capacità creative, artistiche e gestionali messe in campo diventano in questo progetto un efficace strumento di sviluppo locale e valorizzazione del patrimonio culturale. Le due Artistic Seasons intrecceranno in modo originale e creativo i beni culturali con lo spettacolo dal vivo, creando così un occasione unica per sviluppare e incentivare la multidisciplinarietà e mettere a valore il ricco patrimonio abruzzese. Il dinamismo delle performance che andranno in scena porterà nuova linfa alla ieraticità dei luoghi scelti per le rappresentazioni, trasformandoli in centri di sperimentazione, creazione ed espressione culturale. Sul fronte del patrimonio fisico, nella provincia aquilana si segnalano la Pinacoteca Comunale di Arte Moderna e Contemporanea di Sulmona, strettamente legata alla storia del Premio di Arte Contemporanea città di Sulmona (nato circa trent anni fa con la costituzione del Circolo d Arte e Cultura Il Quadrivio ) e la Pinacoteca d Arte Moderna di Avezzano, sita all interno del quattrocentesco castello degli Orsini- Colonna che, prima dell attuale inagibilità, ospitava anche una pregiata collezione di opere di arte contemporanea quali sculture, pitture e grafiche acquisite dal 1949 (anno della prima Mostra Marsicana di pittura che in seguito si sarebbe denominata 6 L iniziativa ha goduto inoltre del patrocinio del Consiglio Regionale d Abruzzo, della Provincia de L Aquila, della Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici dell Abruzzo e del Vice Commissario per la tutela del Patrimonio danneggiato dal sisma, oltre al contributo del Comune de L Aquila e della Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia de L Aquila. 4

9 Premio Avezzano ) 7. Fra i musei minori, la Pinacoteca Patiniana presso Palazzo De Petra a Castel di Sangro (AQ) è costituita dalla raccolta delle opere pittoriche di Teofilo Patini, dei suoi allievi migliori e di altri artisti a lui collegati, acquistate da privati ed esposte su iniziativa dell Amministrazione comunale. Originale il progetto che ha condotto nel 2009 alla creazione del piccolo Museo Internazionale della Donna nell Arte (collegato al Festival annuale dedicato alla valorizzazione della donna artista) presso il Comune di Scontrone (AQ) che, unico in Italia e fra i pochissimi in Europa, raccoglie un centinaio di opere pittoriche, scultoree e fotografiche di altrettante artiste provenienti da 35 Paesi del mondo. Una citazione merita anche il Museo Civico dell Arte Presepiale di Rivisondoli (AQ) che, seguendo la tradizione locale, conserva una collezione di presepi artistici e dipinti, sculture, fotografie e altre opere di artisti contemporanei affermati, oltre che di giovani talentuosi, dedicati alla tradizionale rappresentazione annuale del presepe vivente. La struttura ospita spesso anche mostre personali e collettive. Lungo la fascia costiera pescarese e chietina si individua una serie di piccole realtà museali civiche e spazi espositivi privati scampati alla distruzione del sisma e oggigiorno attivi ed agibili. Nel capoluogo pescarese sorge il Museo Civico B. Cascella, ospitato nei locali (notevolmente ampliati nel 2004) dove a fine Ottocento Basilio Cascella ( ) impiantò uno stabilimento artistico di pittura, litografia e arti affini, che negli anni si sarebbe affermato come scuola d arte in grado di attirare un significativo numero di giovani artisti, e che attualmente raccoglie oltre 500 opere di pittura, scultura, ceramica e grafica non solo del Maestro fondatore, ma anche dei suoi figli Tommaso, Michele, Gioacchino e dei nipoti Andrea e Pietro. Sempre di proprietà comunale è il Museo d Arte moderna Vittoria Colonna, inaugurato nel 2002 in occasione di un esposizione temporanea dedicata a Chagall e successivamente allestito per ospitare in modo continuativo mostre e una collezione permanente di artisti come Picasso, Miró, Guttuso, Cascella, Michetti, Misticoni. Interessante spazio espositivo comunale è l Aurum, ex fabbrica in disuso che sorge all interno della Riserva Naturale della Pineta Dannunziana, recuperata nei primi anni Duemila nell ambito del programma SENSI Contemporanei, con l obiettivo di farne un contenitore culturale multifunzionale, una sorta di fabbrica delle idee destinata ad accogliere eventi, manifestazioni, mostre, inerenti discipline quali musica, danza, teatro, scrittura, arti e scienze 8. Sul fronte del mercato e degli eventi artistici, il dinamismo della città è alimentato da una serie di gallerie private che dagli anni '60 hanno reso il capoluogo pescarese punto di riferimento per l ambiente artistico contemporaneo italiano 9. Spostandosi nella provincia pescarese, presso Torre de Passeri, la Pinacoteca dantesca Fortunato Bellonzi raccoglie l omonima collezione ispirata alla Divina 7 Tra le quali: un raro Bucranio di Pino Pascali, Composizione di Saro Mirabella, Futurismo rivisitato di Mario Schifano, Costruzione L3 di Luigi Veronesi, Progetto 1944 di Mauro Sguanci e Composizione di Mauro Reggiani. 8 Il delicato intervento di riqualificazione e recupero strutturale dell'edificio, inserito dal 2003 nel programma di governo dell Amministrazione comunale, venne realizzato nel rispetto dei vincoli apposti dalla Soprintendenza nel 1999, è stato avviato nel 2005 e concluso dopo due anni. 9 Fra le gallerie pescaresi oggi più rappresentative è possibile citare Atelier777, Maison Des Arts, Gallerie White Project, Galleria Contemporanea, Galleria Cesare Manzo, Rizziero Arte Galleria Contemporanea. 5

10 Commedia, composta di opere grafiche e pittoriche realizzate negli ultimi 2 secoli, frutto di donazioni o derivanti da lasciti successivi alle mostre. Annualmente il museo ospita, infatti, una rassegna espositiva dedicata ai maggiori illustratori del poema dantesco. Nell ex Manifattura tabacchi di Città Sant Angelo (PE) sorge il Museo Laboratorio d Arte Contemporanea, istituito per volontà dell Amministrazione comunale 10 e che dal 2002 ha avviato un attività espositiva continuativa, coinvolgendo anche giovani artisti e operatori locali. Nell entroterra pescarese, a Nocciano, le opere di 130 artisti abruzzesi sono esposte presso il MAAC Museo e Archivio degli Artisti Abruzzesi Contemporanei, nel quale trovano spazio anche mostre temporanee, eventi musicali, convegni e laboratori didattici per le scuole. La Rassegna nazionale di Arti Visive Città di Pianella (PE) ha permesso, attraverso la raccolta delle principali opere dei partecipanti, la costituzione della Pinacoteca civica Pueri e Magistri, composta da circa 300 opere, alcune delle quali realizzate da maestri del calibro di Mastroianni, Sguanci, Tulli e Carboni 11. Da segnalare, infine, l iniziativa della baronessa Lucrezia De Domizio Durini che ha trasformato il cinquecentesco Palazzo Durini di Bolognano (PE) in una Casa dell Arte, che negli anni ha ospitato diversi artisti internazionali, tra i quali il maestro concettuale tedesco Joseph Beuys, che nel paese ha vissuto sino alla morte e lasciato molte sue opere e istallazioni d arte 12. Il capoluogo chietino accoglie, all interno del settecentesco Palazzo Martinelli Bianchi, il Museo d Arte Costantino Barbella, che raccoglie affreschi, tele e ceramiche dal XIV al XX secolo. Di recente il Museo si è arricchito di un centinaio di opere di artisti contemporanei italiani (Sassu, Manzù, De Chirico, Campigli, Guttuso, ecc.) e spagnoli (Mensa, Garcìa, Ortega, Mirò). Storico e qualificato punto di riferimento artistico-culturale non solo a scala regionale, il Museo Michetti di Francavilla a Mare (CH) venne costituito nel 1934 con la consegna in deposito di due tele acquistate nel 1928 da parte dello Stato, in quello che fu lo studio del pittore. In epoca post-bellica le opere trovarono definitiva collocazione nel Palazzo S. Domenico che oggi, dopo un opera di restauro e ampliamento curata dai Ministeri del Lavoro e dei Beni Culturali, costituisce la sede del nuovo Museo Michetti (gestito dall omonima Fondazione costituita nel 1952), nel quale, accanto alla collezione permanente di oltre 160 opere (esposte a rotazione) raccolte nel corso delle diverse edizioni del prestigioso Premio Michetti 13, sono stati allestiti ampi spazi per attività espositive collaterali. A Ortona (CH), il Museo civico di Arte contemporanea e Pinacoteca Cascella, ospitato nel cinquecentesco Palazzo Farnese, conserva opere frutto di donazioni da parte della famiglia Cascella appartenenti per lo più al Maestro Michele ( ), al fratello Tommaso ( ), al padre Basilio, 10 Sostenuto finanziariamente anche dell Amministrazione provinciale di Pescara, dalla Regione Abruzzo (che lo ha riconosciuto nel marzo 2002) e dalla sponsorizzazione occasionale di aziende private. 11 La sezione mail art, di recente istituzione, espone opere di piccolo formato su temi specifici. 12 Presso Bolognano, dove Beuys ha lavorato per 15 anni sino al 1986 alla famosa Operazione Difesa della Natura, su iniziativa e curatela di Lucrezia De Domizio si tiene presso l Open Air Museum d Arte Contemporanea il Fourth Free International Forum, ispirato alla diffusione del pensiero beuysiano. 13 Nato come concorso di pittura, il Premio oggi esplora anche le tecniche artistiche più attuali, quali la fotografia, l audiovisivo, la scultura, l installazione. 6

11 oltre che agli scultori Giuseppe Massari e Guido Costanzo. In una sala del Palazzo vengono periodicamente allestite mostre temporanee di artisti contemporanei abruzzesi e non, generalmente collegate al Premio Basilio Cascella, dedicato a pittori e fotografi, giunto alla LVI edizione. Presso le Scuderie di Palazzo Aragona, nella città di Vasto (CH), dal 1959 si tiene il Premio Vasto di Arte Contemporanea, ideato sulla scorta di una prima iniziativa espositiva ad opera dell Amministrazione comunale dei primi anni 50, orientata a sottolineare il legame tra la lezione stilistico-espressiva dei fratelli Palizzi e la ricerca delle successive generazioni di artisti italiani. Nelle diverse edizioni il Premio ha tracciato un prezioso percorso interpretativo dei fenomeni artistici italiani di maggior rilievo, analizzandone i linguaggi tradizionali ed innovativi in rapporto all incessante mutare dei valori estetici a livello internazionale 14. Al fine di sensibilizzare i giovani all incontro con l espressività artistica contemporanea, il Comitato Organizzatore del Premio propone agli studenti delle scuole secondarie superiori laboratori e visite guidate agli spazi espositivi. Presso Lanciano (CH), una citazione merita il Museo Federico Spoltore allestito presso la casa dell omonimo artista e riconosciuto dalla Regione Abruzzo nel Al Museo, che dispone anche di una sede periferica presso Palazzo Taverna a Roma, sono collegati l Archivio Storico Federico Spoltore, dichiarato di notevole interesse storico dalla Soprintendenza Archivistica per l Abruzzo nel 1999, e la Biblioteca, offerta come supporto a quanti svolgono attività di studio e di ricerca sull opera dell artista e sui movimenti artistici del XX secolo. Nella città di Teramo si segnala la recente inaugurazione, dopo la riqualificazione dei locali dell ex Provveditorato, di uno spazio dedicato al contemporaneo denominato ARCA, progettato secondo un modello museale innovativo in grado di coniugare eventi espositivi e qualificate attività formative. Facente parte del progetto CULT, elaborato dall'amministrazione comunale e volto a riconfigurare e rivitalizzare il tessuto culturale teramano, ARCA si propone come laboratorio per sperimentare percorsi creativi e didattici in sintonia con le sfide lanciate dalle nuove tecnologie negli ambiti delle arti visive, della fotografia, del cinema, della grafica, dell illustrazione, della video e web art e del sound design. Nella provincia teramana, presso il moderno edificio del Santuario di S. Gabriele dell Addolorata (il principale attrattore regionale del turismo religioso) a Isola del Gran Sasso, sorge il Museo Stauròs di Arte Sacra Contemporanea, che espone una vasta collezione di sculture e 14 Dal 1975 il Premio si trasformò in rassegna d arte di qualità affidata a critici di grande spessore, tra i quali Guzzi, Biasion, Carluccio, Sala, De Santi, Mascherpa, De Micheli, Simongini, Di Martino, Carli, Cerritelli e Crispolti. Se le edizioni della rassegna comprese tra il 1991 ed il 1995 erano incentrate sulla rivisitazione dell arte italiana della seconda metà del 900, analizzata nelle sue diverse correnti e configurazioni, le più recenti, a cura di Lorenzo Canova e Alessandro Riva, hanno rivolto una particolare attenzione alle nuove generazioni di artisti operanti in Italia. 15 Il Museo definisce un percorso attraverso il collezionismo privato e attraverso l opera e l esperienza artistica del pittore che, col fratello, dalla metà degli anni Cinquanta alla sua scomparsa curò ogni dettaglio della decorazione e della sistemazione delle raccolte, composte da armi, dipinti, mobili, maioliche, argenti, frammenti di architetture, ferri battuti ed altri elementi decorativi che opportunamente integrati furono utilizzati nella realizzazione delle sale in cui doveva essere raccolto tutto quanto avrebbe dovuto celebrare le radici patrizie della famiglia e la carriera dell artista. 7

12 dipinti sul tema della passione e della resurrezione di Cristo. Presso il Museo, gestito dall omonima Fondazione, si tiene dal 1984 un esposizione biennale d arte sacra e annualmente viene organizzato un Master di Arte per la Liturgia (riconosciuto dal Miur e dalla CEI) rivolto ai giovani provenienti dalle Accademie di Belle Arti. Presso l Istituto Statale d Arte Francesco Antonio Grue di Castelli (TE) è allestita la Raccolta internazionale di Ceramica d Arte contemporanea che, esponendo oltre 500 opere provenienti da tutto il mondo, valorizza la tradizione produttiva di maioliche artistiche qui in voga sin dal rinascimento. All interno del Santuario della Madonna dello Splendore, a Giulianova (TE), è stato istituito il Museo d Arte dello Splendore, appartenente all Associazione Musei Ecclesiastici Italiani e spesso sede di esposizioni temporanee. Vi sono raccolti dipinti, opere grafiche e scultoree in buona parte ispirati al tema del sacro e donati da collezionisti e artisti, rappresentativi di diversi filoni artistici contemporanei. Nell ambito delle manifestazioni assume una significativa rilevanza la rassegna Cultura Contemporanea nei Borghi, organizzata dalla Fondazione Malvina Menegaz per le Arti e le Culture, a Castelbasso (TE), e dall Associazione culturale Naca Arte, a Civitella del Tronto. Si tratta di una manifestazione estiva che interessa e valorizza il territorio di entrambi i borghi storici, attraverso mostre che coinvolgono protagonisti dell arte contemporanea nazionale e internazionale, e che rappresentano il fulcro di un programma di appuntamenti comprendente anche cinema, musica, letteratura, incontri e percorsi enogastronomici. Tabella 1 Luoghi e spazi stabilmente dedicati all arte contemporanea in Abruzzo Proprietà/ Anno Denominazione luogo Prov. Comune Gestione creazione Museo Nazionale d Abruzzo 16 AQ L Aquila Statale - Museo d Arte contemporanea- MUSPAC 17 AQ L Aquila Privata 1993 Pinacoteca Comunale di Arte Moderna e Contemporanea AQ Sulmona Comunale - Pinacoteca d Arte moderna AQ Avezzano Comunale - Pinacoteca Patiniana AQ Castel di Sangro Comunale - Museo Internazionale della Donna nell Arte AQ Scontrone Comunale 2009 Museo Civico dell Arte Presepiale AQ Rivisondoli Comunale - Museo civico B. Cascella PE Pescara Comunale - Museo d Arte moderna Vittoria Colonna PE Pescara Comunale 2002 Ex-Aurum PE Pescara Comunale 2007 Pinacoteca dantesca Fortunato Bellonzi PE Torre de Passeri Comunale - Museo Laboratorio d Arte Contemporanea ex Manifattura Tabacchi Museo e Archivio degli Artisti Abruzzesi Contemporanei - MAAC PE Città Sant Angelo Comunale 1998 PE Nocciano Comunale - Pinacoteca civica Pueri e Magistri, PE Pianella Comunale 1996 Casa dell Arte PE Bolognano Privata - Museo d Arte Costantino Barbella CH Chieti Provinciale - Museo Michetti CH Francavilla a Mare Privata (Fondazione) Sito attualmente inaccessibile a causa dei gravi danni provocati dal sisma del Sito museale inagibile a tempo indeterminato. 8

13 Denominazione luogo Prov. Comune Museo civico di Arte contemporanea e Pinacoteca Cascella Scuderie di Palazzo Aragona CH Vasto Proprietà/ Gestione Anno creazione CH Ortona Comunale - Comitato organizzatore del Premio Vasto Museo Federico Spoltore CH Lanciano Regionale - ARCA Arte Contemporanea TE Teramo Comunale 2011 Museo Stauròs di Arte Sacra Contemporanea Raccolta internazionale di Ceramica d Arte contemporanea TE Isola del Gran Sasso Ecclesiastica (Fondazione) 1959 TE Castelli Regionale - Museo d Arte dello Splendore TE Giulianova Ecclesiastica - Il panorama degli eventi artistici, come descritto, risulta in questa Regione estremamente frammentato e scarseggiano le iniziative che coinvolgono ambiti territoriali sovracomunali o interprovinciali. Il più rappresentativo caso di programmazione artistica di ampio raggio, in grado di coinvolgere anche diversi livelli istituzionali ed amministrativi, risale al : SENSI Contemporanei, della quale tuttavia rimangono oggi poche tracce significative 18. A seguito dell Accordo di Programma Quadro sottoscritto dal Ministero dell Economia e delle Finanze con la Regione Abruzzo nel (volto ad un più articolato programma di valorizzazione del patrimonio artistico, storico, archeologico ed architettonico abruzzese) venne organizzato un inedito programma di esposizioni provenienti dalla Biennale di Venezia, ricontestualizzate nell ambito di diversi siti delle quattro province 20, oltre ad attività formative nel campo del contemporaneo destinate ai settori pubblico e privato. Sul fronte dell Alta Formazione Artistica, l unica Accademia di Belle Arti presente a livello regionale sorge a L Aquila, dove è stata istituita nel 1969, rappresentando, insieme al Teatro Stabile, uno dei principali centri di propulsione culturale della città almeno fino alla metà degli anni 80, con docenti del calibro di Carmelo Bene e Achille Bonito Oliva. Dopo un periodo di relativo declino, l attività dell Accademia, - 18 Fra gli interventi sul patrimonio fisico, oltre al già descritto recupero dell ex Aurum a Pescara, il programma prevedeva la riqualificazione dell ex Ospedale psichiatrico di Collemaggio a L Aquila, attraverso la realizzazione di uno spazio espositivo dedicato all arte contemporanea che agisse da propulsore di un più ampio processo di rigenerazione urbana. Sul fronte degli eventi, vennero realizzati due grandi esposizioni temporanee di straordinario impatto mediatico: la prima risale al 2004 ed è la rassegna Clandestini, che ha presentato presso il Forte Spagnolo de L Aquila opere enigmatiche e provocatorie di artisti internazionali emergenti che si dedicavano a generi diversi, quali la pittura, la scultura, l'istallazione, la fotografia, il cinema e il video. La medesima sede ospitò nel 2007 la grande mostra sul Realismo Visionario e i suoi sviluppi più recenti. 19 Accordo che contemplava l organizzazione di 4 distinti eventi espositivi per un costo complessivo di circa 470mila euro. 20 Intorno alla grande mostra organizzata a L Aquila, il programma ha infatti mobilitato anche le città di Pescara, Chieti, Giulianova e Sulmona, inserite all interno di tre itinerari turistici che hanno collegato esposizioni temporanee a siti museali permanenti dedicati al contemporaneo. 9

14 che rilascia diplomi accademici triennali di I e di II livello biennali e a indirizzo didattico, è rifiorita grazie all istituzione di insegnamenti innovativi, quali la grafica e la pubblicità LA PROGRAMMAZIONE La Regione Abruzzo ha sempre mostrato grande interesse per l arte contemporanea contribuendo fin dal lontano 1993 al riconoscimento dei Musei dello specifico settore (ad es., MuSpAC di L Aquila, Museo Pinacoteca di Sulmona, Museo Cascella di Pescara, Pinacoteca Patiniana a Castel di Sangro, Torre de Passeri, Nocciano, Michetti di Francavilla, Vasto, Stauros di Isola del G.Sasso, etc). Tramite il Servizio Beni Culturali e attraverso lo strumento dell Accordo di Programma Quadro ha realizzato il programma Sensi Contemporanei 1 con il coordinamento della Biennale di Venezia, periodo che ha previsto Mostre di interesse nazionale come il padiglione della Biennale Clandestini realizzato a L Aquila nel 2004 e altre mostre di livello nazionale svoltesi a Chieti, Giulianova e Pescara nel Con un nuovo Accordo di programma Quadro Multiregionale per la promozione e diffusione dell arte contemporanea e la valorizzazione di contesti architettonici e urbanistici nelle regioni del Sud Italia, stipulato il 4 aprile 2006, si è inteso svolgere un azione di accompagnamento a livello locale mirata a supportare l Amministrazione locale e gli operatori pubblici e privati, nella individuazione degli interventi specifici ricadenti nei tre assi (architettura e urbanistica, arti visive e design) previsti dagli obiettivi del protocollo. Inoltre, dalla intensa e continua collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali da parte della Regione Abruzzo, e segnatamente del Servizio Beni Culturali, è stato concepito l APQ Sensi Contemporanei 2, contenitore dei seguenti progetti: SE-03 VISIONI E ILLUSIONI Il realismo visionario nella pittura italiana moderna e contemporanea Castello Spagnolo L Aquila. L intervento ha avuto l obiettivo di individuare e documentare, attraverso l allestimento di una mostra, dal 30 giugno al 20 settembre 2007 presso il Castello Cinquecentesco de L Aquila le radici del Realismo Visionario e i suoi sviluppi più recenti ideata e curata da Silvia Pegoraro che ha presentato oltre 100 opere di 50 artisti italiani storici e contemporanei e con l intenzione di documentare la tendenza pittorica, che si sviluppa fino a questo inizio di XXI secolo, definibile come nuova visionarietà. Oltre la metà delle opere esposte nella rassegna de L'Aquila sono inedite, fra cui tre notevoli lavori, dei primissimi anni del '900, di Francesco Paolo Michetti, il grande verista abruzzese, incomparabile maestro di scene di genere e di costume della sua terra. Anche di grandi artisti del Novecento come De Chirico, Savinio, De Pisis, Sironi, Guttuso, Music, si presentano importanti opere inedite. 21 L attuale direttore è Eugenio Carlomagno, il cui incarico è stato prorogato fino al novembre 2012, in seguito al terremoto del 2009, dal Decreto Milleproroghe dello stesso anno. 10

15 SE-04 Recupero dell ex Nosocomio Manicomaniale di Collemaggio L Aquila. L intervento è finalizzato alla riqualificazione dell intera area del colle di Santa Maria di Collemaggio attraverso la realizzazione di uno spazio espositivo dedicato all arte contemporanea all interno di uno degli edifici dismessi dell ex Nosocomio manicomiale di Collemaggio. Obiettivo primario è innescare un processo di recupero che, partendo dalla realizzazione di una struttura museale di qualità, possa coinvolgere l intero complesso di Collemaggio e alimentare una rivitalizzazione urbana, edilizia ed economico-sociale anche in relazione alla vicinanza con la basilica di Santa Maria di Collemaggio. Tale intervento tuttavia verrà sostituito con un altro sito in una futura rimodulazione perché danneggiato dal sisma. SE-02a Allestimento spazio espositivo presso l edificio ex AURUM Pescara. Obiettivo dell intervento è stato quello di riconvertire gli ambienti della fabbrica per restituire alla città non solo un monumento ma anche un contenitore culturale in grado di assurgere al ruolo di promozione e diffusione di eventi e idee per favorire l avvicinamento della collettività al mondo dell arte. Si è trattato di una metamorfosi strutturale che ha consentito la riutilizzazione di spazi impiegati a scopo industriale per addivenire a luoghi in cui si manifesta l aura artistica in una cornice quasi metafisica ispirata e realizzata dal grande Giovanni Michelucci. SE-02b Intervento di tipo urbanistico Riaccorpamento Comparto 2 Pineta Dannunziana e messa a sistema dell edifico ex AURUM con gli altri poli culturali L ubicazione dell edificio in un contesto naturale e culturale quale è quello della Pineta Dannunziana, ha costituito un punto di forza per un intervento teso all individuazione di un tassello importante in un circuito segnatamente dannunziano alternativo alle manifestazioni culturali organizzate nella città. Insomma rivivono i topoi dell immaginifico e di quelli degli anni pre e post bellici che hanno segnato la storia della città di Pescara. SE-01 Arte e architettura negli Ottant anni di Pescara. Il bianco e il nero nell arte contemporanea, Mostra Cromofobie. Percorsi del bianco e del nero nell arte italiana contemporanea, è il titolo dell esposizione, dal 14 febbraio al 31 maggio 2009 all Ex Aurum di Pescara realizzata in sinergia con il Comune di Pescara che ha avuto un grande successo di pubblico e di apprezzamento nei mass media regionali e nazionali. Due colori il nero e il bianco protagonisti della mostra, cari a Kandinskij, Malevic, Klee e Ryman, Burri e Reinhardt, ma anche a Twombly, Tobey, Rauschenberg e ai nostri De Dominicis e Schifano. La mostra curata da Silvia Pegoraro ha rappresentato una importante testimonianza dell arte italiana contemporanea, dal dopoguerra ad oggi. La sede dell Aurum, realizzata dal grande architetto Giovanni Michelucci negli anni Trenta ha contribuito a sottolineare quell atmosfera prodromica favorevole alle nuove tendenze della contemporaneità incarnate nelle opere esposte di Enrico Baj, Lucio Fontana, Piero Manzoni, Alberto Burri, Enrico Castellani, Domenico Bianchi, Giuseppe Caporossi, Gino De Dominicis, Mario Schifano, Gastone Novelli, Giuseppe Santomaso, Angelo Savelli, Antonio Sanfilippo, Giulio Turcato e Emilio Vedova, Carla Accardi, Luigi Boille, Nicola De Maria, Omar Galliani, Jannis Kounellis, Fabio Mauri, Nunzio, Oliviero Rainaldi, Giuseppe Spagnulo, Marco Tirelli e Gilberto Zorio, e tra gli emergenti Andrea Chiesi, Paolo Grassino, Luca Pancrazzi e Gino Sabatini Odoardi. 11

16 L evento tragico del sisma del 2009 ha fortemente condizionato le politiche nazionali e locali incidenti sul territorio regionale e, in particolare, sul suo capoluogo. L attuale programmazione, chiaramente improntata alla logica dell emergenza, è sostanzialmente incentrata sull avvio della ricostruzione in alcuni cantieri considerati prioritari e già beneficiari di finanziamento Fra questi, come anticipato nel precedente paragrafo, il Forte Spagnolo, storico contenitore del Museo Nazionale d Abruzzo, e l ex Mattatoio, destinato a divenirne la nuova sede. L obiettivo in chiave strategica 22 è di realizzare, nel prossimo futuro, un modello di rete museale diffusa ed integrata sul territorio che arricchisca il tessuto urbano di nuove potenzialità ed attrattive. L atteggiamento sinergico e collaborativo che i molteplici attori istituzionali attivi ai diversi livelli sono chiamati ad assumere si rivela cruciale per l efficacia delle iniziative in essere e la crescita del parco progetti; così come, specie alla luce della recente cessazione delle attività del Vice Commissario Delegato (per effetto delle disposizioni dell OPCM n.4013), risulta essenziale il coordinamento fornito dall Amministrazione centrale dello Stato attraverso la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Mibac 23. Nell ambito dell Asse VI del POR FESR Abruzzo Recupero e rivitalizzazione economica e sociale del territorio colpito dal sisma l Attività 1.3b Sostegno alla coesione sociale nell area del cratere prevede un concreto intervento finanziario in favore delle attività culturali, per un totale di 4 milioni di euro 24, suddiviso in una prima linea di azione di intervento pari a ,00 e poi in due linee di azione linea A - Sostegno all organizzazione di eventi culturali e linea B Sostegno alla realizzazione di Laboratori culturali. In piena attuazione dei principi comunitari, i progetti ammessi a finanziamento con queste due linee di azione sono stati caratterizzati da una piena rispondenza alla capacità di rilancio dell immagine regionale, rafforzando l attrazione dei flussi turistici, dalla direzione artistica di elevata capacità, dalla interdisciplinarietà del progetto e dalla realizzazione delle iniziative in collaborazione con altri soggetti, attivando così un sistema di partenariato e di sponsorizzazioni. Per la città de L Aquila e per i territori colpiti dal sisma, estremamente rilevanti sono stati i laboratori culturali (linea di intervento B), caratterizzati dall elevato numero di bambini e di giovani coinvolti dall interdisciplinarietà del progetto, concretizzando l obiettivo di valorizzazione e di sviluppo della cultura in ambito cittadino, al fine di trasmettere alle giovani generazioni l identità fondativa de L Aquila, simbolo di un patrimonio artistico unico al mondo, non solo nella sua caratterizzazione 22 Come annunciato dal Direttore Regionale del Mibac, dott. Fabrizio Magani, intervistato il 15 giugno Alcuni primi segnali positivi in questo senso si stanno manifestando; ne è esempio la recente approvazione da parte della Giunta Comunale de L Aquila del Protocollo d Intesa con la Direzione Regionale del Mibac per il recupero, il restauro e la valorizzazione dell intero tratto delle mura civiche, attraverso un finanziamento POR FESR di 8 milioni di euro. Inoltre, è all esame degli enti interessati dalla ricostruzione la proposta di istituire un Ufficio per la Semplificazione e Accelerazione delle Procedure. 24 Si ringrazia per le informazioni fornite la dott.ssa Paola Di Salvatore, Responsabile di Misura e Dirigente Servizio Politiche Culturali della Regione Abruzzo, intervistata in data 26 aprile

17 architettonica, ma nella capacità aggregativa di attività culturali, teatro, musica, danza, cinematografia, arti visive. Tra gli obiettivi dell Assessorato alle Politiche Culturali della Regione Abruzzo, predomina l arte contemporanea che, attraverso nuovi linguaggi artistici, diviene il nuovo linguaggio di una città ferita. Nell ambito delle Arti Visive viene attribuito un ruolo centrale alle iniziative espositive per la rinascita sociale e culturale de L Aquila, con attenzione anche dedicata alla promozione delle opere dei giovani artisti. Partendo dalla consapevolezza che in ambito regionale si registrano troppa frammentazione e pochi luoghi espositivi, poca critica disinteressata e troppi galleristi di tendenza, la Regione è chiamata, da un lato, a concorrere alla creazione di grandi eventi di arte contemporanea; dall altro, a sostenere e favorire i giovani artisti talentuosi, aprendo nuovi spazi espositivi disseminati sul territorio regionale. In termini strategici la Regione intende, inoltre, sviluppare forme di gemellaggio con i grandi poli museali ed espositivi dell arte contemporanea in Europa puntando sulla creazione di un centro di documentazione specializzato nel contemporaneo. Fra le principali iniziative di arte contemporanea beneficiarie di co-finanziamento si segnalano la mostra Arché, realizzata nel 2011 (con opere di Bendini, Boille, Mariani e Turcato) presso la Basilica di Santa Maria di Collemaggio a L Aquila, le esposizioni organizzate dal Centro Multimediale Quarto di S. Giusta e la manifestazione Re_place: L AQUILA SI ILLUMINA DI nuovo 25. Altra importante iniziativa è la mostra Il Mercato degli Spiriti, una rassegna di arti visive che ha proposto un indagine sul fenomeno urbano nelle sue dinamiche generali, realizzata nell estate 2012 nel centro della città dell Aquila, consistente in esposizioni di dipinti, sculture, fotografie, video e installazioni multimediali di 15 autori aquilani 26. Inoltre, in occasione delle celebrazioni per il 150 anniversario dell Unità d Italia, sono stati realizzati, in collaborazione con Arthemisia Group di Roma, i seguenti eventi espositivi del Progetto Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011 in Abruzzo: Inaugurazione Cattedrale S. Massimo dal al ; Lanciano dal al ; Pescara dal al ; Civitella del Tronto dal al ; S.Stefano di Sessanio agosto A livello normativo, le Leggi Regionali di riferimento, per la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio culturale sono le LL.RR. 44/92 e 61/99 con particolare riferimento all art. 8 relativo alle iniziative dirette dei beni culturali. Mentre per il 25 Il progetto, ideato da Germana Galli e che si è avvalso di un contributo scritto di Massimiliano Scuderi, ha coinvolto un selezionato gruppo di importanti artisti, chiamati ad intervenire, insieme agli studenti d arte aquilani, con opere luminose e sonore in quattro luoghi simbolo della città e del suo patrimonio culturale e identitario: Giovanni Albanese, Carlo Bernardini, Fabrizio Corneli, Licia Galizia e Michelangelo Lupone. 26 Si tratta di Vincenzo Bonanni, Danilo Balducci, Francesca Checchi e Roberta Vacca, Sara Chiaranzelli, Riccardo Chiodi, Umberto Crisciotti, Antonio Di Cecco, Stefano Divizia, Giorgia Evangelista, Franco Fiorillo, Daniele Giuliani, Matteo Marotta, Paolo Mazzeschi, Andrea Panarelli, Salvatore Diodato. 13

18 sostegno alle attività culturali la legge regionale di riferimento è la 56/1993, Nuove norme in materia di promozione culturale, che stabilisce l approvazione, da parte della Giunta Regionale, su proposta del Comitato Tecnico- Scientifico per le attività culturali (successivamente soppresso e sostituito da una Commissione tecnica interna all Assessorato alla Cultura), del programma (di durata pari a quella del bilancio pluriennale della Regione) contenente le Linee Generali di Promozione Culturale e l individuazione degli obiettivi prioritari per ciascun settore di intervento; oltre che del piano annuale di attuazione. Inoltre, al fine di promuovere e favorire lo sviluppo e la valorizzazione delle attività culturali, la Regione Abruzzo disciplina, con L.R. 43/73 Norme Per L organizzazione, L adesione e la Partecipazione a Convegni, Congressi ed altre Manifestazioni, i criteri e le modalità per la concessione di contributi connessi all organizzazione di manifestazioni di particolare rilevanza. Infine, è utile evidenziare che la Regione Abruzzo gestirà, tramite il Servizio Pianificazione, Programmazione interventi Politiche Culturali, già responsabile di tutti gli accordi di programmazione in materia di Arte Contemporanea dal 2004 (Sensi Contemporanei 1 e 2), il Progetto Sud Contemporaneo: verso la rete del contemporaneo nel Mezzogiorno utilizzando anche eventuali risorse finanziarie previste nel PAR-FAS APQ Beni culturali, in via di definizione con il MiBAC e il MiSE. 2. L ARTE CONTEMPORANEA IN BASILICATA 2.1. ANALISI DEL SISTEMA DI OFFERTA Il sistema del contemporaneo della Basilicata, l insieme di luoghi e spazi stabilmente dedicati a esposizioni permanenti o temporanee di arte contemporanea, nel corso dell ultimo decennio, si è andato progressivamente arricchendo grazie a una serie di importanti iniziative promosse sia da parte delle amministrazioni pubbliche (Regioni ed enti locali) del territorio, sia da parte di soggetti privati. L amministrazione regionale, in particolare, nel corso degli ultimi anni ha intrapreso una serie di importanti azioni (tra cui, i progetti ArtePollino e Visioni Urbane), frutto una strategia complessiva finalizzata ad innescare meccanismi di sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio, attraverso lo stimolo della creatività e della produzione contemporanea. L attuale panorama del contemporaneo della regione consta complessivamente di 20 luoghi di vario tipo (musei, centri polifunzionali, spazi espositivi al chiuso e all aperto), pressoché equamente distribuiti tra le province di Potenza e Matera. Tabella 2 Distribuzione territoriale dei luoghi d arte contemporanea della Basilicata Nel comune Localizzazione (provincia) In altri comuni Totale capoluogo Potenza Matera Totale

19 La maggior parte dei luoghi rilevati (15 su 20) è di natura pubblica: si tratta di spazi (musei e centri polifunzionali) di proprietà dell amministrazione regionale o degli enti locali, con la sola eccezione del Museo Nazionale d Arte Medievale e Moderna della Basilicata, l unico istituto statale del territorio in cui trova spazio l arte contemporanea. Agli spazi di natura pubblica si aggiungono 5 luoghi di proprietà di soggetti privati (associazioni e fondazioni), tra i quali figurano istituzioni di grande rilievo, quali la Fondazione SoutHeritage e il MUSMA - Museo della Scultura Contemporanea della Fondazione Zétema. Come si vedrà in seguito, la regione può, inoltre, vantare la presenza di altri soggetti privati che, pur non disponendo di un spazio espositivo stabile, svolgono un importante attività di stimolo e promozione dell arte contemporanea, attraverso l organizzazione di eventi e manifestazioni di rilievo. Tabella 3 Luoghi e spazi dedicati al contemporaneo in Basilicata, per provincia e natura giuridica Natura giuridica Localizzazione (provincia) Totale Pubblica Privata Potenza Matera Totale Il sistema del contemporaneo della provincia di Potenza, è costituito di 11 istituzioni di varia tipologia (musei, centri polifunzionali, spazi espositivi), in prevalenza di natura pubblica, distribuite tra il comune capoluogo e altre località dell area. Nella città di Potenza, nello specifico, hanno sede: la Galleria Civica: inaugurata nel 2005, con sede nel Palazzo Loffredo, una delle poche testimonianze di edilizia nobiliare a Potenza, ospita importanti mostre temporanee dedicate ad artisti contemporanei (tra cui, Giuseppe Modica, Carmelo Zotti, Luciano Longo, ecc.), talvolta allestite anche nei locali della Cappella dei Celestini, annessi alla Galleria; nel 2011, la Galleria ha ospitato la mostra Padiglione Italia alla 54sima Biennale d Arte di Venezia L arte non è cosa nostra, un iniziativa della Regione Basilicata e del Comune di Potenza; la Pinacoteca Provinciale: nata nel 2000 con l obiettivo di conservare e valorizzare la produzione artistica del territorio provinciale, la Pinacoteca ospita l esposizione permanente di opere pittoriche e scultoree di proprietà della Provincia 27 e consente 27 La Pinacoteca accoglie il visitatore con due dipinti su tavola di bottega di Antonio Stabile, risalenti alla seconda metà del Cinquecento, restaurati dalla Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata. Nelle due sale seguenti è esposta la mostra antologica permanente d arte ottonovecentesca, intitolata a Concetto Valente, nella quale spiccano le opere del venosino Giacomo Di Chirico, del marateota Angelo Brando e del moliternese Michele Tedesco. Di particolare interesse, inoltre, i ritratti di Giuseppe Mona, Vincenzo La Creta e Andrea Petrone. Nell esposizione sono presenti opere di autori più recenti, come Luigi Guerricchio, Vincenzo Claps e Italo Squitieri presentate nella sala dedicata al Novecento con le 15

20 ad artisti lucani e non, affermati o emergenti, di esporre le proprie opere nell ambito di mostre personali o collettive; nel corso degli anni, la Pinacoteca ha ospitato eventi artistici di varia natura (mostre fotografiche, serate musicali, laboratori tematici, conferenze), affermandosi come uno dei più rilevanti luoghi di cultura della Regione; White Cube Basilicata: si tratta di una galleria d arte contemporanea con sede in diverse località in Europa, la cui sede di Potenza, inaugurata nel 2010, è gestita dall Associazione culturale Amnesiac Arts; il progetto White Cube nasce con l obiettivo di creare una rete cooperativa e comunicante tra le sue diverse filiali, mantenendo lo stesso nome e marchio e svolgendo, in tal modo, una funzione di presidio culturale in molteplici località geografiche; nella galleria, uno spazio espositivo di un metro quadrato, si organizzano mostre, istallazioni e performance di artisti contemporanei lucani e non; la Cineteca Lucana: nata nel 1997 dalla forte passione cinematografica dei suoi fondatori, detiene un estimabile patrimonio di storia della cinematografia internazionale, dislocato tra Potenza, Roma e Oppido Lucano e costituto da materiali e oggetti di diverse tipologie (pellicole, locandine, manifesti, macchine per il cinema, libri e fotografie); tra le attività della Cineteca, oltre al quelle di natura prettamente conservativa (recupero di fondi in stato di abbandono, raccolta di pellicole di case produttrici e distributrici italiane, catalogazione e preservazione dei fondi conservati), vi rientrano la collaborazione e l attivazione di scambi con cineteche e istituti culturali stranieri, l allestimento e la partecipazione, con propri materiali, a rassegne ed eventi espositivi e l organizzazione di corsi di formazione per i giovani e corsi di aggiornamento per il personale delle cineteche; il Museo Archeologico Provinciale: il museo è una struttura permanente preposta alla tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio archeologico della Provincia di Potenza, riferibile ad un arco cronologico compreso fra la preistoria e la tarda età romana; oltre ad ospitare l esposizione permanente, il museo è sede di numerosi eventi e attività culturali - mostre (anche di arte contemporanea), convegni, laboratori, attività didattiche - promossi sia dall ente, sia da altri soggetti pubblici e privati. Al di fuori dei confini comunali del capoluogo potentino, si registra la presenza di alcuni importanti luoghi, frutto delle recenti azioni intraprese dall amministrazione regionale mirate allo sviluppo e alla promozione della creatività nel territorio: ArtePollino - uno dei progetti realizzati in Basilicata attraverso l APQ Multiregionale Sensi Contemporanei - e tre dei cinque Centri per la Creatività nati dal progetto Visioni Urbane, iniziativa finanziata con risorse FAS nell ambito dell APQ Politiche Sociali. Il progetto ArtePollino nasce con l obiettivo di valorizzare il patrimonio ambientale del versante lucano del Parco Nazionale del Pollino, attraverso la realizzazione concreta di interventi artistici biocompatibili sul territorio, al fine di rafforzare la motivazione ambientale per la visita al parco con l'introduzione del nuovo tematismo dell'arte contemporanea. Data la necessità di valorizzare i risultati quelle di più noti autori italiani come Carlo Levi, Fausto Pirandello e Renato Guttuso, anch esse appartenenti al patrimonio della Provincia di Potenza. 16

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Protagonismo culturale dei cittadini. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Protagonismo culturale dei cittadini BENESSERE COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando senza scadenza Protagonismo culturale dei cittadini Il problema La partecipazione

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011

CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Roma CASTEL SANT ANGELO SALA PAOLINA TUTT ALTRA ITALIA IO SOGNAVO PUBBLICATO IL 25 OTT 2010 Data Evento: da 08/11/2010 a 03/04/2011 Castel Sant Angelo Sala Paolina Mostra su Giuseppe Garibaldi Tutt altra

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo

Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo Che cosa è un museo: storia, finalità, organizzazione l ecomuseo La storia del museo Il Museo deriva il suo nome da quello delle Muse, personaggi della mitologia greca. Le Muse erano 9 ed erano figlie

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

A NE T O I S AZ I C O S VE AS

A NE T O I S AZ I C O S VE AS ASSOCIAZIONE VESTA L'Associazione Culturale Vesta nasce nel 2013 dall idea di creare un laboratorio di idee destinate alla fruizione e alla valorizzazione del patrimonio storico, culturale e naturalistico

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA

NOVITÀ ASSOLUTA NEL PANORAMA DEL TURISMO SCOLASTICO SICILIANO, IN COLLABORAZIONE CON LA SCUOLA DELLA GIOIA- FAVOLANDIA Il Museo Diocesano di Catania desidera, anche quest anno, proseguire con le scuole l impegno e la ricerca educativa con particolare attenzione ai Beni Culturali, Artistici e Ambientali. L alleanza fra

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE

PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE PICCOLA GUIDA ALLE OPERE DELLA SALA CONSULTAZIONE La Sala consultazione della Biblioteca Provinciale P. Albino è organizzata secondo il principio dell accesso diretto da parte dell utenza al materiale

Dettagli

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo

Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo Area tematica: Educazione, cultura, ricerca, formazione per uno sviluppo locale qualificato, competitivo e attrattivo o Mobilitare la società locale per garantire la qualità dell istruzione Obiettivi Linee

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano IO E PROGETTAZIONE ARTISTICA PER L IMPRESA Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Il diploma accademico di primo livello è equipollente alla laurea triennale. La scuola, a livello universitario, intende

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file

Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file Prospettive di collaborazione: dall anagrafe agli authority file di Marco Paoli Eccellenze, autorità, colleghi bibliotecari, già con la firma dell Intesa fra CEI e MiBAC (18 aprile 2000) relativa alla

Dettagli

DIALOGHI SUL COMPORRE

DIALOGHI SUL COMPORRE TORRI DELL ACQUA 2 workshop di composizione assistita da computer. Seminari, lezioni e concerti dal 28 al 30 dicembre presso le Torri dell'acqua di Budrio Il fondamentale ruolo interpretato dalle Torri

Dettagli

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015

Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 IL PRESIDENTE IN QUALITA DI COMMISSARIO DELEGATO AI SENSI DELL ART. 1 COMMA 2 DEL D.L.N. 74/2012 CONVERTITO CON MODIFICAZIONI DALLA LEGGE N. 122/2012 Ordinanza n. 15 del 14 Aprile 2015 Modalità attuative

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino

Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino Cantiere Pastiglie Leone Rita Miccoli Cell. 335.80.22.975 r.miccoli@studioimmobiliareregina.it www.studioimmobiliareregina.it Studio Immobiliare Regina srl Via Villa della Regina n 1 10131 Torino RINASCE

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE

CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA ALLE ARTI CHIAMATA ALLE SCIENZE CHIAMATA AL LAVORO 25 maggio 2015 San Michele all Adige 3 e 4 giugno 2015 Rovereto Progetto dell associazione culturale Artea di Rovereto in collaborazione con

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA

GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Progr.Num. 1388/2013 GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA ROMAGNA Questo giorno lunedì 30 del mese di settembre dell' anno 2013 si è riunita nella residenza di la Giunta regionale con l'intervento dei Signori:

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE PAR FAS 2007-2013

PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE PAR FAS 2007-2013 PROGRAMMA ATTUATIVO REGIONALE DEL FONDO PER LE AREE SOTTOUTILIZZATE PAR FAS 2007-2013 Servizio Politiche Nazionali per lo Sviluppo - Proposta- Versione SETTEMBRE 2011 INDICE PREMESSA...V 1. ELEMENTI RILEVANTI

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

LA CAPPELLA SISTINA VENTI ANNI DOPO

LA CAPPELLA SISTINA VENTI ANNI DOPO ANNIVERSARIO DELLA MORTE DI MICHELANGELO BUONARROTI 1564-201 LA CAPPELLA SISTINA VENTI ANNI DOPO NUOVO RESPIRO NUOVA LUCE 30-31 ottobre 2014 auditorium conciliazione via della conciliazione, 4 roma 1994

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Notte Europea dei Ricercatori a L Aquila il 26 settembre

Notte Europea dei Ricercatori a L Aquila il 26 settembre giovedì, luglio 10th, 2014 10:06 AM Contatti Meteo Attualita Esteri Politica Economia e Finanza Cultura e Spettacolo Scienza e medicina PANDORA laboratori di visioni Notte Europea dei Ricercatori a L Aquila

Dettagli

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO

IL DIRIGENTE DI SERVIZIO Pag. 1 / 6 comune di trieste piazza Unità d Italia 4 34121 Trieste www.comune.trieste.it partita iva 00210240321 AREA CULTURA E SPORT SERVIZIO MUSEO ARTE MODERNA REVOLTELLA REG. DET. DIR. N. 5164 / 2011

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Le interfacce aptiche per i beni culturali

Le interfacce aptiche per i beni culturali Le interfacce aptiche per i beni culturali Massimo Bergamasco 1, Carlo Alberto Avizzano 1, Fiammetta Ghedini 1, Marcello Carrozzino 1,2 1PERCRO Scuola Superiore Sant Anna, Pisa 2IMT Institude for Advanced

Dettagli

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica

SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica SETTORE TERRITORIO Servizio Urbanistica VARIANTE CONNESSA A S.U.A. IN ZONA C3 DEL VIGENTE PRG RELAZIONE E NORME DI ATTUAZIONE IL DIRIGENTE SETTORE TERRITORIO (Ing. Gian Paolo TRUCCHI) IL PROGETTISTA (Arch.

Dettagli

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio

IL FESTIVAL. Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio IL FESTIVAL Il Tuscia In Jazz, ormai giunto al suo tredicesimo anno, è un festival saldamente radicato nel territorio della Tuscia ma con una forte vocazione internazionale, premiato al Jazzit Awards come

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra

Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi. Tra Protocollo di intesa con l Ass. Città del Bio nell ambito della Convenzione delle Alpi Tra Il Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con sede in Via Cristoforo Colombo, 44, 00187

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE

REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE DI PALAZZO MARCHESALE REGOLAMENTO MODALITA PER L UTILIZZO E LA CONCESSIONE IN USO DI SPAZI DEL COMPLESSO MONUMENTALE

Dettagli

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013

Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Decreto Dirigenziale n. 298 del 24/12/2013 Dipartimento 51 - Dipartimento della Programmazione e dello Sviluppo Economico Direzione Generale 2 - Direzione Generale Sviluppo Economico e le Attività Produttive

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO

PROTOCOLLO D INTESA PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO PROTOCOLLO D INTESA Comune di Milano Settore Gabinetto del Sindaco Fondazione Cariplo PER LO SVILUPPO DELLA FOOD POLICY DEL COMUNE DI MILANO Milano,.. Giugno 2014 2 Il Comune di Milano, con sede in Milano,

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI

CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI CITTÀ di ORTONA Medaglia d oro al valor civile PROVINCIA DI CHIETI Repertorio generale n. 1638 Settore Servizi sociali, culturali e tempo libero Servizi Culturali, Educativi e Tempo Libero DETERMINAZIONE

Dettagli

Sono secoli che viviamo del futuro

Sono secoli che viviamo del futuro Sono secoli che viviamo del futuro La Toscana a Expo Milano 2015 LA TOSCANA A EXPO 2015 (1-28 MAGGIO) "Sono secoli che viviamo nel futuro" è questo il claim scelto dalla Toscana per presentarsi ad Expo

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli