Tratti d estate. L ottavo torneo dei borghi saluta l ingresso nella bella stagione. Pronti, attenti, via. Ancora una volta, per il terzo

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tratti d estate. L ottavo torneo dei borghi saluta l ingresso nella bella stagione. Pronti, attenti, via. Ancora una volta, per il terzo"

Transcript

1 ALTA UOTA Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele p.04andreaperessin p.07ersiliotonini p.09volley p.10sanmarco p.11mature p.12scout L ottavo torneo dei borghi saluta l ingresso nella bella stagione Tratti d estate Alle porte gli esami di maturità per gli studenti di Liceo e ITI: timori, attese, progetti per il futuro n.02 pag.01 Pozzi e aquedotti. L argomento è ben noto, se ne parla da diversi anni e le sensibilità nel cervignanese sono coagulate da comitati e gruppi d opinione. Da queste righe si vuole dare un contributo alla riflessione esplorando due aspetti quasi contrapposti: uno più esistenzialista e filosofico; l altro concreto e pragmatico. In ogni caso non vuole essere una presa di posizione pro o contro l acquedotto, ma l intenzione è mantenere alto l interesse verso il vero problema: bene supremo è l acqua, la sua tutela e salvaguardia. (pag. 2) Una finestra sugli immigrati. E quanto si prefigge di diventare questo nuovo spazio che Alta Quota vuole dedicare agli extracomunitari di Cervignano. Ormai una realtà della nostra città, di cui spesso si sente parlare, senza però conoscerne effettivamente tutti gli aspetti. Esattamente ciò che questa rubrica si pone di raggiungere: protagonisti della prima puntata, Hassan e Aziz. (pag. 2) Attratti dai primi raggi di sole primaverili, abbiamo aperto il taccuino per calcolare il costo delle prossime vacanze. Non serviva la pioggia a farci richiudere il taccuino. Tra poche settimane sarà estate e per molti significherà relax e dolce far niente. Per altri il lavoro continuerà ancora per qualche settimana, prima del meritato riposo a casa propria, o magari in una località turistica. Abbiamo raccolto il suggerimento di Samuel Johnson: se s intende tornare a casa con un valigia piena di nuove conoscenze occorre partire portandosi dietro le proprie. E allora in questo numero di Alta Quota abbiamo inserito le immagini più significative da portare con voi durante l estate. Gli eventi attraverso i quali Cervignano si prepara al periodo estivo. Il Torneo dei Borghi, con i suoi giochi, la simpatica rivalità tra i diversi quartieri, le cene chiassose. Gli esami di maturità per gli studenti delle superiori. Nei quali decine di ragazzi s impegnano per prepararsi ad affrontare nuove responsabilità da adulti. A giugno dovremo prendere una decisione importante. In paese, abbiamo ascoltato una voce autorevole, quella del cardinale Ersilio Tonini. Oltre la propria posizione specifica, il monsignore ha lanciato un messaggio: «Questo è un momento storico per il futuro dell uomo». Qualunque esito avrà il referendum, quindi, nei prossimi mesi potremo osservare il rilievo del tema in questione. E forse, senza la pressione della scelta, lo faremo con maggiore lucidità. Il governo regionale sta istituendo nuove regole per utilizzare l acqua. Una risorsa fondamentale, di cui in estate si sente ancora più il bisogno. Abbiamo inserito le nostre considerazioni anche su questo tema. Infine, abbiamo scambiato qualche parola con due cervignanesi provenienti dal Marocco. Troppo poco per conoscerli, abbastanza per aprire una porta al dialogo. Ho sempre considerato l estate come un periodo particolare, ottimo per riflettere sulla parte dell anno appena trascorsa e per programmare quella che resta. Allora buona e fruttuosa estate a tutti. Norman Rusin Anno 1 numero 2, maggio-giugno 2005, periodico bimensile gratuito Centro Giovanile di Cultura e Ricreazione Ricreatorio San Michele, via Mercato 1, Cervignano del Friuli (UD) Segreteria telefonica e fax internet: Direttore responsabile: Norman Rusin Redattori: Alberto Titotto, Luca Toso, Simone Bearzot, Andrea Doncovio, Giuseppe Ancona, Lorenzo Maricchio, Don Moris Tonso, Costantino Tomasin, Sandro Campisi Progetto grafico: Maurizio Barut, Cervignano Impianti e stampa: Graphic 2, Cervignano Autorizzazione del Tribunale di Udine: n. 15 del 15 marzo 2005 Tiratura n copie Perché donare il sangue? Una domanda che molti di noi si sono posti, a volte magari senza trovare neppure una risposta. Eppure a Cervignano esistono addirittura due diverse realtà che fanno del dono del sangue la loro missione: Avis e Afds. Chi sono? Cosa fanno? Dove operano? Domande che Alta Quota non ha voluto lasciare in sospeso. (pag. 5) Pronti, attenti, via. Ancora una volta, per il terzo anno consecutivo, riparte il torneo dei borghi. Una kermesse che attira l attenzione (in positivo o in negativo) di un intera comunità: un vero e proprio fenomeno di costume che, per circa un mese, animerà le discussioni nelle piazze, nei bar, tra i giovani e i meno giovani. Un evento che coinvolgerà in toto Cervignano, e che quindi il giornale di Cervignano non poteva certo tralasciare. Nei prossimi 30 giorni, la città si colorerà a festa, gli atleti (mai come in questo caso nel senso più ampio del termine, come vuole lo spirito di questa manifestazione) si sfideranno nelle diverse gare in programma: uomini e donne, adulti e bambini, tutti incitati e coordinati dai rispettivi capi borgo. Per un mese, infatti, queste 8 persone saranno i principali punti di riferimento della comunità festante, con tanto di onori ed oneri. Perché quando i vari partecipanti, negli immancabili momenti di trance agonistica, domanderanno alterati Chi è il responsabile qui?!?, una schiera di indici puntati si alzerà imperturbabile verso un unica direzione: Prenditela col capo borgo!. Ecco perché Alta Quota, in anteprima, ha voluto far raccontare proprio a loro, ai responsabili delle 8 contrade, i segreti, le curiosità e le speranze del torneo che sta per iniziare. Ovviamente, in maniera umoristica e scherzosa: perché, è bene ricordarlo, stiamo sempre parlando di un gioco. Andrea Doncovio Nella foto di Simone Bearzot i «capiborgo» del torneo di Cervignano Nel disegno di Giuseppe Tonello il «fair play» nei borghi

2 in uota, attualità n.02 pag.02 Chiare, fresche, dolci acque Parole che sono poesia e che evocano appena declamate un senso di pace profonda. Parole quasi dissetanti per gli animi inariditi da un epoca edulcorata ed artificiale in cui la purezza s intende tale solo se sigillata in PET. È solo un preambolo di apertura per un tema molto caro a noi cervignanesi: i pozzi e l acqua di falda oppure l acquedotto. Ha recentemente ripreso vigore l argomento sulla spinta di una novità legislativa che mira a razionalizzare ed organizzare il cosiddetto ciclo delle acque. Da un lato vi è la responsabilità di chi deve amministrare la cosa pubblica e deve operare scelte, anche difficili per un bene più alto e non sempre visibile che è il benessere della popolazione tutta. Dall altro chi vive a sud della linea delle risorgive e specialmente per le genti del cervignanese i riferimenti sono ben altri ed in questo Hassan ha un sorriso che ti spiazza. Hassan ha due occhi profondi, gli occhi di chi ha visto molte cose. Alcune talmente belle da non poter nemmeno essere descritte. Altre talmente brutte da non poter essere nemmeno raccontate. Hassan ha il cuore a metà, diviso tra la sua terra e la nostra. Perché Hassan è un emigrato, viene dal Marocco e vive a Cervignano. Tu che leggi, conosci sicuramente Hassan, non puoi non averlo mai incontrato. Hassan è il marocchino che lavora sotto la Coop in via Roma. Io che scrivo mi ricordo di averlo sempre visto lì, da quando sono nato. E ho voluto conoscerlo un po meglio, sapere, nei limiti del possibile, qualcosa di più sulla sua vita e del suo rapporto con Cervignano. Hassan, da dove vieni e da quanti anni sei in italia? Io vengo dal Marocco, e sono ormai tanti anni che vivo in Italia, sempre qua a Cervignano. Sono arrivato qui nel Quanti anni avevi quella volta tu? Io non ero ancora nato sai ma come mai hai scelto di stabilirti a Cervignano e non in una grande città, tipo Udine o Trieste? Perché si sta dove si sta bene, non dove c è sempre confusione o frenesia. A Cervignano si sta bene, la gente si comporta bene con noi e noi ci comportiamo bene con tutti, sappiamo che siamo ospiti. L importante è comportarsi sempre bene dovunque si vada. E la gente di Cervignano com è? I cervignanesi sono brava gente! Ci troviamo bene. Ovviamente c è sempre qualche eccezione, ma quasi tutti ci trattano sempre con rispetto. Noi vogliamo solo tranquillità. Ti capita mai di avere nostalgia di casa? Certo! Quando sono qui e lavoro sento la nostalgia della mia terra e della mia gente poi però quando sono a casa ragionamento vogliamo umilmente avventurarci. Ci piace pensare che siamo gente fortunata, destinata per volontà della provvidenza a vivere in uno spicchio d universo che lo riassume tutto e che assomiglia molto a quello che immaginiamo essere un paradiso, per il clima, per la vegetazione, per il mare e per i monti, per i profumi dolci della primavera e per i colori intensi dell autunno, per il soffio del vento ed i silenzi profondi delle cavità rocciose, per la fertilità della terra e l abbondanza dell acqua. È proprio vero, se avessimo il tempo di godercelo, la capacità di riconoscerlo e la sapienza di rendercene conto, potremmo proprio considerarci in paradiso. Ma non è così. Siamo sulla terra. Uomini fra altri uomini e pertanto condannati a complicare le cose semplici e a rovinare ciò che madre natura ci ha concesso in abbondanza. È chiaro il disegno che vuole realizzare un acquedotto a Cervignano, per ccchiudere ccppoi i Mi sento Cervignanese Hassan, arrivato a Cervignano dal Marocco nel 1982 in cerca di fortuna. Viaggio di AltaQuota tra gli extracomunitari della nostra cittadina filiale di Cervignano del Friuli mia sento la nostalgia del Friuli e di Cervignano, perché dopo oltre 22 anni sento di appartenere in parte a questa terra. Stando alla tua esperienza personale, che idea ti sei fatto dei friulani? I Friulani sono gente dura ma rispettosa. Una volta che ci instauri un rapporto le cose sono ottime, stai bene con loro. Certo bisogna sempre comportarsi bene, perché sennò perdere tutto è un lampo È dura vivere da emigrato qui a Cervignano? C è crisi, la gente compra poco.. compra poco già nel supermercato qui davanti, pensa un po cosa possono venire a comprare qui da noi però noi ci accontentiamo di poco a noi basta riuscire a mangiare e a vivere tranquillamente, non vogliamo grandi cose. Posso farti una foto? Certo. (flaassh!!!!!!!!) Luca Toso Complessivamente sono 750 le persone provenienti da cinquanta nazioni diverse, da tutti i cinque continenti. Sono soprattutto originarie dai paesi balcanici e dell ex Jugoslavia, come Bosnia-Erzegovina e Croazia, che assieme rappresentano oltre un terzo del totale, e in parte dall Albania. Molti sono gli emigranti anche dai paesi slavi del nord, come la Polonia e la Slovacchia e dai paesi dell ex Unione Sovietica. In numero minore, invece, gli emigranti dall America Latina e dai paesi dell Unione Europea. L età della maggior parte degli stranieri è compresa tra i 20 e i 50 anni, ma ci sono anche alcuni anziani e molti bambini in età pre scolare e scolare e molti ragazzi. Sono 80, infatti, i bimbi fino a 9 anni, 83 invece i ragazzi dai 10 ai 19 anni, molti dei quali frequentano regolarmente le scuole del paese. La città, in ogni caso, veste ancora di rosa. Le donne sono difatti 264 in più rispetto agli uomini. Pizzeria Ristorante Chichibio «da Gennaro» Cervignano, via Carnia 2 Chiuso mercoledì, tel pozziii privati, in nomeeee di una maggioreee salute pubblica e di una più razionale gestione delle risorse. Purtroppo, da uomini, saremo capaci di renderci conto dell importanza delle cose solo quando non le avremo più. Non vogliamo però considerarci ancora fuori tempo massimo. Riteniamo che il cittadino, l abitante di queste terre fosse anche straniero o solo di passaggio, possa e debba reagire. Possa e debba affermare che nessun uomo (o legge) può toglierci ciò che il destino ha elargito e che pertanto ogni sforzo ed ogni risorsa debba essere impiegata per preservare e difendere la nostra chiara, fresca e dolce acqua. E se fosse il prezzo del progresso? i rincorrono con sempre maggiore frequenza i segni Sdella crisi economica che ci coinvolgono sempre più da vicino. La delocalizzazione delle aziende del distretto della sedia, la mobilità alla Caffaro di Torviscosa, i problemi occupazionali indotti dalla crisi di Porto Nogaro e la sua zona industriale ne sono chiara espressione. A quello che sembra proprio essere un momento nero per la Bassa friulana sotto il profilo economico, fa eco un diffuso disagio del mondo giovanile quale sintomo della difficoltà di trovare occupazione e quindi prospettive stabili per il futuro. E proprio mentre tutto ciò avviene, proprio nel momento in cui dovremmo serrare i ranghi ed impegnarci tutti per superare le difficoltà, ecco appare (o riappare) il problema dell acquedotto. Sembra quasi un canone ripetitivo, quando intorno a noi le cose non vanno troppo bene, quando i problemi del quoditiano divengono più urgenti ecco che le scelte epocali ci sembrano meno importanti. È avvenuto qualcosa di simile anche negli anni Ottanta quando venne realizzato il «tubone» che tante preoccupazioni dà oggi ai nostri amministratori. Ed ancor prima quando ancora a Torviscosa venne chiuso il reparto cellulosa e a Cervignano dato il via alla realizzazione dello scalo ferroviario. Quasi fosse un prezzo da pagare, per uscire dalla crisi, dobbiamo concedere qualcosa che altrimenti non concederemmo. Quante volte ed in quanti luoghi, per salvare un industria ed i suoi sacrosanti posti di lavoro, noi esseri umani abbiamo immolato la nostra intransigenza ecologista e i nostri principi di buon senso. Non dimentichiamo però alcune considerazioni imprescindibili: ne vale la pena? Ovvero esiste veramente vita dignitosa, senza dignitosa qualità della vita? E ancora: quanto vale la pena inseguire posti di lavoro con meccanismi che non potranno mai violare le leggi spietate del mercato? In altre parole, se in qualche angolo di questo mondo, per un motivo che non capiremo mai, si realizzeranno condizioni più favorevoli per produrre un determinato bene, è là che verrà prodotto. Noi ci terremo i nostri disoccupati ed il nostro acquedotto. Ciò nonostante all idea dell acquedotto, in quanto impianto di distribuzione dell acqua, in qualche modo ci stiamo abituando. Non vorremmo abituarci all idea che l acquedotto sia la soluzione al problema vero: ancora una volta la tutela delle nostre falde.

3 i protagonisti Pradulin Gabriele Zuttion e A. Peressin COLORI: Bianco e Blu Muscoli Guido Zuri COLORI: Rosso e Nero Capoia Andrea Zampar COLORI: Giallo e Verde MIGLIOR PIAZZAMENTO: terzo posto (nel 2004) BORGHI ALLEATI : Madonnina e Capoia BORGHI AVVERSARI : chi vuole vincere senza fraternizzare PUNTI FORTI: organizzazione, organizzazione, organizzazione PUNTI DEBOLI: i responsabili del borgo perché sono loro che creano il bello e il cattivo tempo DICHIARAZIONE: partecipare al torneo deve essere uno stimolo per portare avanti un qualcosa iniziato molti anni addietro per unire famiglie, vicini di casa e conoscere persone nuove. MIGLIOR PIAZZAMENTO: quinto posto BORGHI ALLEATI : nessuno BORGHI AVVERSARI : nessuno PUNTI FORTI: calcio senior e junior PUNTI DEBOLI: basket e giochi popolari per bambini DICHIARAZIONE: e vinca il migliore! MIGLIOR PIAZZAMENTO: sei tornei e sei volte secondo posto!!! BORGHI ALLEATI : Pradulin e Madonnina BORGHI AVVERSARI : All inizio nessuno, durante tutti gli altri, alla fine nessuno. PUNTI FORTI: il vice capoborgo PUNTI DEBOLI: il vice capoborgo DICHIARAZIONE: il nostro obiettivo è arrivare secondi MIGLIOR PIAZZAMENTO: settimo posto BORGHI ALLEATI : Scodovacca BORGHI AVVERSARI : gli altri PUNTI FORTI: il chiosco PUNTI DEBOLI: nessuno DICHIARAZIONE: arrivare sesti!!! Strassoldo Luigino Bonutti COLORI: Giallo e Nero «Albo d Oro» 1ª Edizione: Turisella 2ª Edizione: Turisella 3ª Edizione: Turisella 4ª Edizione: Turisella 5ª Edizione: Scodovacca 6ª Edizione: Scodovacca 7ª Edizione: Madonnina Stefano Bolzan COLORI: Rosa e Celeste MIGLIOR PIAZZAMENTO: secondo posto BORGHI ALLEATI : Pradulin e Capoia BORGHI AVVERSARI : Muscoli PUNTI FORTI: ballo, pallacanestro, bocce e calcio PUNTI DEBOLI: io e i bambini DICHIARAZIONE: spero in un torneo migliore!!! Piazze Piero Tesini e R. Podda COLORI: Verde e Bianco MIGLIOR PIAZZAMENTO: settimo o ottavo posto ( non mi ricordo ) BORGHI ALLEATI : tutti BORGHI AVVERSARI : tutti PUNTI FORTI: la mascotte rana PUNTI DEBOLI: la periferia DICHIARAZIONE: saremo al centro dell attenzione!! MIGLIOR PIAZZAMENTO: primo posto BORGHI ALLEATI : nessuno - tutti BORGHI AVVERSARI : tutti - nessuno PUNTI FORTI: il capoborgo PUNTI DEBOLI: il capoborgo DICHIARAZIONE: no comment Turisella Alessandro Sinatra COLORI: Azzurro e Argento Scodovacca Emanuele Spessot COLORI: Arancio e Grigio MIGLIOR PIAZZAMENTO: Da quando ci sono 8 borghi sempre vinto BORGHI ALLEATI : Strassoldo BORGHI AVVERSARI : Pradulin e Madonnina PUNTI FORTI: Organizzazione PUNTI DEBOLI: Devono trovarli gli altri borghi DICHIARAZIONE: Abbiamo fatto di tutto per non vincere ma non ce l abbiamo fatta! Quest anno abbiamo cambiato capoborgo n.02 pag.03 Calendario Torneo dei Borghi 2005 PRIMA SETTIMANA giugno manifestazione impianto alle ore 4 sabato, cerimonia apertura, piazza Indipendenza, sabato, ballo, piazza Indipendenza, domenica, lui & lei, stadio comunale, domenica, briscola, Muscoli, lunedì, calcio, sr Strassoldo, lunedì, bocce, dlf Muscoli 7 martedì, basket, palazzetto, mercoledì, volley, palazzetto, giovedì, bocce, dlf Muscoli 9 giovedì, calcio, sr Strassoldo, venerdì, basket, palazzetto, SECONDA SETTIMANA giugno manifestazione impianto alle ore 11 sabato, baseball, p.le l. Aosta, sabato, tressette, Muscoli, domenica, ciclonga, Muscoli, domenica, festa sul fiume, fiume ausa, lunedì, bocce, dlf Muscoli, lunedì, calcio, sr Strassoldo, martedì, volley, palazzetto, mercoledì, basket, palazzetto, giovedì, bocce, dlf Muscoli, giovedì, calcio, sr Strassoldo, venerdì, volley, palazzetto, TERZA SETTIMANA giugno manifestazione impianto alle ore 18 sabato, calcio bimbi, Strassoldo, domenica, baseball, p.le l. Aosta, lunedì, bocce, dlf Muscoli, martedì, basket, palazzetto, mercoledì, volley, palazzetto, giovedì, bocce, dlf Muscoli, giovedì, calcio, sr Capoia, venerdì, basket, palazzetto, QUARTA SETTIMANA giugno manifestazione impianto alle ore 27 lunedì, bocce, dlf Muscoli, martedì, volley, palazzetto, finali 29 mercoledì, calcio, sr Capoia, finali 30 giovedì, basket, palazzetto, finali luglio manifestazione impianto alle ore 3 domenica, freccette, parco Europa unita, domenica, giochi bimbi, parco Europa unita, domenica, gioco capiborgo, parco Europa unita, domenica, cerimonia chiusura, parco Europa unita, in uota, attualità

4 Andrea Peressin 15 anni di calcio attraverso maglie e autografi il più uotato n.02 pag.04 Se sente che una squadra importante è nelle vicinanze, molla tutto e la raggiunge. Andrea Peressin ha la stessa passione che lo animava vent anni fa, quanto ha iniziato a raccogliere i primi autografi. Oggi ha una preziosa collezione di maglie e firme di calciatori e allenatori. E mentre tira fuori le maglie dalla scatola e apre i raccoglitori con foto e autografi, racconta un aneddoto dopo l altro. Momenti importanti della storia del calcio, visti attraverso la sua esperienza diretta. E Andrea ci ha raccontato gli esordi del suo interessante sport. Quando hai iniziato a collezionare? I primi autografi a cinque o sei anni. Andavo allo stadio con mio papà, vedevo i giocatori e cercavo di avvicinarli per farmi fare l autografo. Poi andavamo alle cene con l Udinese Club. A quei tempi ogni tanto venivano anche i calciatori. E così ho iniziato a raccoglierli e metterli tutti insieme. Quanti autografi hai? Saranno un migliaio. Li ho messi tutti insieme negli album, assieme alle foto e agli articoli di giornale. Tra quelli più importanti ci sono Zico, Roberto Baggio, il Trap, Vivere di musica è possibile Intervista con «Franz» Contadini che ripercorre per noi le tappe della sua carriera Triestino di origini ma cervignanese di adozione Francesco Contadini è un altro artista di rilievo appartenente alla nostra comunità. Il suo curriculum del resto parla chiaro. Non è da tutti, infatti, riuscire ad emergere sulla scena nazionale dove si infrangono le speranze di migliaia di giovani. Ma Francesco, grazie alle sua caparbietà, all impegno costante e a un po di fortuna è riuscito fin dagli inizi ad addomesticare il successo e ha dato vita ad una serie notevole di progetti andati sempre a buon fine. Dapprima ha fatto il musicista puro partecipando anche ad una tournée di Fabrizio De Andrè e poi si è messo a produrre dischi, a comporre musiche (nel 2003 assieme al D.J. Gianni Coletti ha realizzato il progetto Gospel in versione House Gimme Fantasy, diventato una vera hit ai primi posti di tutte le classifiche italiane, sigla de Le Iene su Italia 1 e stacchetto di Striscia la Notizia su Canale 5) e a gestire la scuola di musica Supersonic, dove insegnano musicisti di grande calibro. Insomma si può dire che il buon Francesco fa onore alla città e proprio a lui chiediamo un giudizio su Cervignano: Nella foto in alto Andrea Peressin mostra i suoi «trofei» Nella foto al centro «Franz», a destra, + Dj Coletti, a sinistra, nello studio di registrazione a Cervignano e in un live di qualche tempo fa Enzo Bearzot, Del Neri e Bierhoff. Non solo calcio. Ho anche quelli di Carlton Myers e Jack Galanda. Ne ho di campioni di quasi tutti gli sport. Ma quelli a cui tengo di più sono quelli di Baggio e di Zico. Questo l ho avuto direttamente dal Brasile. Un mio parente si era trasferito là per lavoro e una sera è andato a cena con Zico. E così mi ha mandato l autografo. E la prima maglia? L ho presa con un amichevole invasione di campo. Era l anno dello spareggio dell Udinese, che poi è finita in serie B. Avevo 14 anni. A fine gara, l arbitro fischia, corro in campo e chiamo il giocatore e gli prendo la maglietta. È quella di Stefano Pellegrini, ex Roma. Insomma, bisogna anche buttarsi. Poi le altre maglie le ho prese andando alle Innanzitutto come mai sei venuto qui da Trieste? Per amore. Mia moglie è di Cervignano e abbiamo deciso di venire a vivere qui quando ci siamo sposati. È stato duro trasferirsi? Non è stato semplice. A Trieste c erano ovviamente più occasioni per suonare e c erano più locali. Insomma il tipo di vita era diverso. Con il tempo però mi sono ambientato e devo dire che alla fine venire qui è stata la scelta giusta. Perché la definisci una scelta giusta? Perché da qui ho potuto avere nuovi contatti con aree diverse della regione e ho scoperto che ci sono molte occasioni di suonare anche in Friuli. Oltretutto Trieste negli ultimi anni si è parecchio ammosciata perché a molti locali non è più concesso di fare musica dal vivo. Cosa ti piace di Cervignano? Io immagino questa città come una grande famiglia dove tutti si conoscono e dove è più facile collaborare con qualcuno per realizzare un progetto comune. Da altre parti c è tanta competizione e ci sono parecchie gelosie che rovinano sempre tutto. Qui è diverso, qui si sta bene. Cosa invece non va? L impressione che ho è che vengano perse parecchie occasioni da parte della gente. Ci sono un cinema e due teatri che spesso offrono appuntamenti di qualità ma i cervignanesi non vi partecipano. Gli stessi giovani mi sembrano un po addormentati, manca loro quella grinta e quella tenacia che sono indispensabili per ottenere dei successi. La vita culturale della città quindi ne risente? In un certo senso sì. Fortunatamente molti eventi funzionano grazie ad un pubblico che viene da fuori altri trovano almeno una minima partecipazione interna, ma si potrebbe fare di più secondo me. E la tua scuola come va? Va bene direi. Abbiamo parecchi ragazzi che vengono ad imparare a suonare anche se sono pochi rispetto alle potenzialità della città. Anche qui vale il discorso fatto sopra: i giovani non vogliono impegnarsi. Sono appassionati di musica, ma non hanno voglia di imparare veramente a suonare. partite o attraverso amici e conoscenti. Che valore hanno per te? Probabilmente hanno anche un costo mi pare di aver visto su Internet che le valutano parecchio. Ma non riuscirei mai a venderle. Sono cose mie. Le ho prese per fare una babata con gli amici. Posso raccontare qualcosa di divertente. Sono dei ricordi. Un paio di maglie le ho prese giocando contro dei giocatori importanti. Il sogno di tutti i bambini, quando s inizia a giocare a calcio, è quello di essere dall altra parte, di diventare come i calciatori professionisti. Incontrarli adesso per avere la maglietta con l autografo è come continuare quel sogno, così ti mantieni sempre un po bambino. Quante maglie hai? Ne ho dieci originali, quelle con il logo, più altre dieci. Ma tutte sono autografate con dedica personale per Andrea. L ultima maglia in ordine di tempo? Quella per mio figlio. Il 30 marzo è nato Nicolò. Gli abbiamo dato questo nome in ricordo di mio nonno. Ho sempre avuto un legame particolare con lui. Ho fatto fare una maglia su misura per il bambino, come quella della nazionale. Casacca azzurra e pantaloncini bianchi, con lo stemma della nazionale. Poi l ho personalizzata con due api sulle spalle. È originale, non ne esistono così piccole. Ho sempre fatto queste cose per i nipotini e gli amici. Andrea Peressin è nato il 5 gennaio Felicemente sposato da alcuni mesi, recentemente è diventato padre di Nicolò. Andrea ha l abbronzatura e il fisico da calciatore, ma il sorriso da attore del cabaret. Perito meccanico, ha giocato a calcio sin dalla più tenera età. Ha militato in tutte le categorie del calcio dilettante della Bassa, e anche oltre. Ora famiglia e lavoro sono diventati il suo impegno principale. Ma lo sport è una passione che non lo abbandona mai. Oltre a collezionare le magliette dei calciatori, i loro autografi e le foto, Andrea gioca con gli amatori calcio di Aiello. «Non posso ha detto allenarmi a certi livelli, ma quelli sono dei veri miti del calcio». Da quando è ritornato a Cervignano il Torneo dei borghi, lui è l anima del Pradulin, assieme all inseparabile amico Gabriele Zuttion, in arte Clementina. Tutte le attività del borgo ruotano attorno alla sua capacità organizzativa e alla sua infaticabile attività di supporter e artefice di simpatici striscioni canzonatori. filiale di Cervignano del Friuli

5 271 donatori di cui 193 uomini e 78 donne, per un età media di 35/40 anni. Questi sono solo una parte di numeri che la associazione friulana donatori di sangue Afds, sezione di Cervignano, ha raggiunto nello scorso anno, confermandosi una realtà ben consolidata nella nostra comunità. Questa associazione fondata nel lontano aprile del 1963, attualmente ha il seguente organigramma: presidente Luigi Marturano, vicepresidente Paola Boem, rappresentante donatori Lucio Roppa e sei consiglieri. La sezione in questi 43 anni ha effettuato donazioni pari a litri di sangue intero e plasma ed inoltre sono state assegnate ai donatori numerosi riconoscimenti tra cui diplomi medaglie e targhe. Nel 2003 in occasione dei quaranta anni di fondazione il Comune di Cervignano ha concesso la medaglia d oro al labano per quanto hanno fatto i donatori della sezione. Come è stato menzionato sopra il numero attuale di soci risulta essere di 271 persone che vanno dai 18 anni ai 65 anni, fascia d età nella quale è possibile donare sangue. Per quanto riguarda le donazioni nel 2004 ne sono state effettuate 277 di cui 203 di sangue intero e 74 di plasma. Le persone che hanno effettuato un maggior numero di donazioni sono Ermacora Pierino e Isola Maria, raggiungendo circa 100 versamenti. I litri di sangue raccolti nel 2004 sono stati 131. Per quanto concerne le attività e le manifestazioni a cui la sezione si è dedicata di recente ricordiamo gli incontri tenuti presso le scuole superiori locali, in particolare al liceo scientifico A. Einstein si è svolta la mattinata sanitaria di cui la sezione ha assegnato un contributo per l acquisto di testi scolastici destinati alla biblioteca dell istituto. Sono state attuate varie collaborazioni con diverse associazioni Cervignanesi tra le quali la Banda Mandamentale di Cervignano, l Auser e il Ricreatorio San Michele. Nello scorso dicembre hanno partecipato alla serata organizzata dall Assessorato alla Cultura del Comune per il Riconoscimento della maggiore Età. La sezione ha inoltre presenziato a 17 giornate del donatore presso altre sezioni consorelle ed al 46 Congresso Provinciale Afds di San Giovanni al Natisone. L associazione spera che si avvicinino sempre più giovani al dono del sangue, in quanto donare aiuta a guarire altre persone che hanno bisogno di cure. Anche questo vuol dire prendersi delle responsabilità e dunque crescere dentro. Auguriamo quindi ai nostri donatori di poter continuare su questa strada coinvolgendo nuove persone affinché più gente possa dare il proprio contributo per aiutare il prossimo. Croce Verde Basso Friuli Esistono gli angeli? Sì, se per angeli intendiamo dei volontari che lavorano gratuitamente nell ombra. Dei volontari che ci aiutano quando abbiamo bisogno di loro, quando stiamo male. Gli angeli a Cervignano arrivano nel Con il primo nucleo della Croce Verde cervignanese. Un gruppo di giovani provenienti dagli scout e dell azione cattolica, dà vita infatti alla sezione cervignanese della croce verde goriziana. Certo, questi angeli hanno Nuove Idee di Banin Federico Parrucchiere uomo e donna Cervignano, via Dante 10 tel Perché donare? Il sangue umano è un prodotto naturale non riproducibile artificialmente. E un tessuto costituito da una parte liquida, il plasma e da una parte corpuscolata, rappresentata da globuli rossi, globuli bianchi e piastrine. Nonostante i progressi tecnologici e scientifici, il sangue rappresenta ancora oggi una risorsa insostituibile nella terapia di molte malattie. È un supporto indispensabile nei pazienti oncologici in chemioterapia o in quelli che hanno subito un trapianto di midollo osseo e in trapiantologia. Donare sangue volontariamente e con consapevolezza permette di concretizzare la propria disponibilità verso gli altri, ma anche verso se stessi, poiché così facendo si alimenta un patrimonio collettivo di cui ciascuno può usufruire al momento del bisogno. In Italia attualmente non è stato ancora raggiunto l obiettivo dell autosufficienza nazionale: esistono profondi squilibri tra le diverse regioni del nostro Paese, per cui il divario fra la raccolta e il reale bisogno non trova compensazione, creando uno stato di emergenza e di carenza continuo. Per sanarlo, l unica strada percorribile è quella di sensibilizzare fortemente i cittadini nei confronti della donazione volontaria e periodica del sangue e dei suoi emocomponenti. La donazione non comporta rischi di alcun genere per la salute. Il sangue, infatti, è una fonte di energia rinnovabile ed è quindi possibile privarsene in parte senza che l organismo ne risenta. Il donatore ha anche la possibilità di controllare periodicamente il proprio stato di salute. Donare il sangue, anonimamente, gratuitamente, volontariamente, periodicamente e responsabilmente, rappresenta oggi la maggior garanzia in termini di sicurezza trasfusionale. avuto i loro momenti difficili: carenza di mezzi e fondi, alle volte pure l indifferenza della gente. Non si sono mai lamentati, hanno continuato ad aiutare i bisognosi in ogni condizione, in ogni luogo, ad ogni ora. Loro, gli angeli della Croce Verde Basso Friuli, non conoscono orari. Sono attivi dall 82 ventiquattrore al giorno. Ad oggi i volontari sono 190 ed i soci 4000, e dispongono di mezzi moderni, come ambulanze dotate di sofisticate apparecchiature di rianimazione, o mezzi modulari da impiegarsi in operazioni di protezione civile e furgoni per il trasporto dei dializzati e dei disabili. La Croce Verde è parte integrante dei servizi dell Azienda per i servizi sanitari della Bassa friulana e fa capo al 118, ovvero il servizio sanitario regionale. Oltre a ciò l ente ha anche i suoi medici, che garantiscono la massima professionalità negli interventi, ed una serie di servizi ambulatoriali. Comelli Claudio, Paolo e C. snc autofficina, carrozzeria, soccorso stradale organizzato Cervignano, via Venezia 18 tel , cell Offrire una parte di noi per aiutare il prossimo Due associazioni radunano centinaia di volontari Ma ogni anno l appello più forte è rivolto ai giovani Chi è l'avis? L AVIS è un associazione nazionale, nata agli inizi del 1900 con una struttura molto ramificata e profondamente radicata grazie alle sue capillari strutture di base costituite dalle Sezioni AVIS Comunali, formate da donatori effettivi e donatori emeriti, coordinati da un direttivo comunale e da un presidente, eletti dagli associati ogni 4 anni. Le sezioni comunali si raggruppano nelle AVIS PROVINCIALI e, a loro volta, queste costituiscono le AVIS REGIONALI che si inseriscono nell AVIS NAZIONALE che detta le linee guida, gli indirizzi a livello nazionale e tiene contatti con gli organi istituzionali: per ognuno di questi organismi viene eletto un consiglio direttivo ed un presidente. La sezione comunale di Cervignano, con la sottosezione di Strassoldo, conta oltre 150 donatori iscritti, di cui oltre 130 donatori effettivi, ed il suo attuale presidente è il signor GIOLO RINO che resterà in carica per il prossimo quadriennio. Negli ultimi anni le donazioni oscillano mediamente fra le 160 e 170 all anno, circa il 30% effettuate dai donatori in età compresa tra 18 e 30 anni. Da un po di tempo c è una certa difficoltà nel reperire donatori giovani che proseguano con una certa costanza nel tempo; da questo punto di vista i donatori più anziani danno senza dubbio un apporto di gran lunga maggiore. Il 24 novembre 2004, con alcuni compagni di 5 ELI A del Malignani di Cervignano, siamo andati per la prima volta a donare il sangue all ospedale di Jalmicco, guidati dal nostro professore Orazio Negrini che, tramite la scuola, ha organizzato il tutto. Come prima esperienza da donatore, inizialmente, pur consapevole dell importanza del gesto, nutrivo qualche preoccupazione, qualche timore, forse legati alla curiosità di scoprire una cosa nuova, che non avevo mai provato e a cui non mi ero mai avvicinato. Ogni sensazione ansiosa che provavo si è però dissolta nel momento in cui sono entrato nell ambulatorio: la gentilezza e professionalità del personale incaricato, il gruppo di amici, la magnifica atmosfera che si è subito creata e la sempre più crescente consapevolezza del gesto apprezzabile che stavo per compiere, mi hanno personalmente fatto provare una sensazione bellissima, che auguro a tutti di scoprire. Questi piacevolissimi momenti sono continuati durante l atto della donazione e alla sua fine, quando, in compagnia del professore, abbiamo mangiato la cioccolata e bevuto i succhi di frutta e il the messici a disposizione. L esperienza, che ho ripetuto poi il 27 aprile, mi ha sensibilizzato molto: oltre a farmi maturare, ho capito che con un piccolo gesto si può aiutare una persona che ha o avrà bisogno di aiuto. Ed ecco perché, come donatore di sangue e come testimone di questa esperienza, consiglio vivamente a tutti di avvicinarsi al mondo delle donazioni, qualsiasi esse siano ( organi, midollo osseo, ecc..), come crescita personale e aiuto verso il prossimo. IL DOLCEFREDDO Bar Gelateria Cervignano, piazza Indipendenza 18/2 tel n.02 pag.05 uotassociazioni

6 UN UOMO nasce da «dentro» alta uria n.02 pag.06 Imposero loro le mani e ricevettero lo Spirito Santo Anche noi abbiamo ricevuto lo Spirito Santo, ma non lo vediamo nella nostra vita, e ci nascono dentro delle domande: Ma l ho ricevuto davvero? O è una semplice illusione? Anche altri cristiani si fanno questa domanda e si finisce per non credere che la vita di Dio possa entrare nel nostro mondo e trasformarlo. Da molti decenni ormai, si guarda solo a ciò che appare ed è ben visibile; non si riesce più a vedere ciò che è profondo e nascosto. L essenziale è invisibile agli occhi diceva Saint-Exupery, ed aveva trovato la verità unica dell esistere, questo tesoro nascosto nel profondo. Anche gli antichi maestri dello spirito dicevano che la ricchezza dell uomo è la sua vita interiore : qualcosa di misterioso e di profondo che è dentro l uomo. Ma noi siamo diventati materialisti e, quindi, vuoti. Ma si può riprendere la vita! C è un primo passo, al quale poi potranno seguirne tanti altri: è necessario fare silenzio, chiudere le sorgenti di rumore e di notizie, la voce di tante persone interessate a metterci nel cuore desideri e tensioni tante volte inutili, il chiasso di chi non vuole che io pensi con la mia testa e alimenti la mia vita con il mio cuore. Nel silenzio, primo passo, il Signore, che sempre sussurra qualcosa all uomo, verrà ascoltato. E la vita riprende. Don Silvano La carica dei Aprile, festa dei ministranti a Cervignano Sabato 30 aprile 2005 a Cervignano si è svolta la festa dei chierichetti. Una festa, questa, che raduna tutti i ministranti presenti nelle varie parrocchie della diocesi di Gorizia. Erano presenti un centinaio di bambini che sono stati accolti negli spazi del ricreatorio San Michele dagli organizzatori della festa (don Gilberto, don Federico, don Moris, Christian e Simone), ma soprattutto dagli animatori del ricre che hanno dato del loro meglio in balli e bans all'ultima moda facendo scatenare i bambini presenti. La festa è proseguita con un gran gioco e alle 18 con la Santa Messa presieduta dall arcivescovo. E non poteva mancare alla fine di tutto un buon piatto di pastasciutta! Cervignano è la parrocchia della diocesi che conta il maggior numero di chierichetti. Sono 40 in tutto con Muscoli e Scodovacca. Numeri raggiunti grazie a dei responsabili di gruppo, che negli anni hanno saputo coltivare nei bambini e nei ragazzi il senso d appartenenza ad un gruppo e allo stesso tempo l essere parte attiva della comunità nella quale vivono. A portare avanti il gruppo, dopo don Michele e don Mirko, attualmente ci sono Simone Bearzot e Christian Franetovich. Questo gruppo è aperto a tutti i bambini e ragazzi che hanno voglia di stare insieme con gli altri, divertirsi e allo stesso tempo formarsi nella fede e servire Gesù. Il gruppo s incontra ogni sabato pomeriggio dalle 15 alle 16 nel Ricreatorio, in via Mercato 1. Christian Franetovich Un estate ricca di appuntamenti Intensa anche quest anno l attività estiva della parrocchia che vedrà per protagonisti soprattutto i bambini e ragazzi della nostra comunità. Si inizierà subito con il Campo Comunioni per i bambini di III, IV e V elementare a Nonta di Socchieve dal 4 al 10 luglio. Sempre a Nonta, dal 10 al 17 luglio i ragazzi di II e III media vivranno il Campo Cresime assieme ai coetanei della parrocchia di Grado. Dal 2 al 6 agosto è la volta dei ragazzi delle superiori con un campo a Torino; un esperienza particolare e diversa dai soliti campi estivi in cui i giovani avranno la possibilità di ripercorrere e conoscere i luoghi dove ha vissuto e operato uno dei più conosciuti padri e maestri della gioventù: San Giovanni Bosco. Ricordiamo inoltre il Centro Estivo che si svolgerà nella scuola materna parrocchiale per i più piccoli ed in ricreatorio per i bambini delle elementari, ogni mattina dal 4 al 29 luglio. E infine uno degli appuntamenti più attesi dai giovani della nostra comunità: Svoltosi dal 22 al 25 aprile di quest anno, il pellegrinaggio della nostra Parrocchia ha avuto come motivo ispiratore il tema dell Eucaristia. La scelta ha voluto cercare, in tal modo, un occasione importante e un esperienza particolarmente significativa, per porre al centro dell attenzione e della riflessione questo straordinario dono sacramentale, collocato al centro dell Anno Eucaristico che si concluderà a Bari il 29 maggio, Festa del Corpus Domini, con una solenne celebrazione alla quale parteciperà anche il Santo Padre Benedetto XVI. Il nostro pellegrinaggio ha voluto andare alla scoperta, o alla riscoperta, dei luoghi che custodiscono importanti segni che si richiamano all Eucaristia e il primo di questi è certamente la Basilica di Santa Cristina a Bolsena dove, in un giorno imprecisato dell anno 1263 o 64, a dissipare i tormentosi dubbi di un sacerdote boemo sulla transustanziazione, giunse il miracolo del sangue che incominciò a stillare dall ostia consacrata, lasciandone intrisi il corporale, i lini e i marmi dell altare presso il quale il sacerdote stava celebrando. Il secondo luogo è poi lo splendido Duomo di Orvieto, innalzato proprio per ricordare e onorare il miracolo di Bolsena. In questa città, dove allora si trovava, Papa Urbano IV, infatti, fece trasportare da Bolsena il Corporale recante le macchie del sangue e in questa stessa città il medesimo Pontefice emanò nel 1264 la Bolla Transiturus de hoc mundo, con la quale istituì la solennità del Corpus Domini. Ancora oggi il Corporale è custodito all interno del Duomo, in una cappella mirabilmente affrescata che da questa preziosa reliquia prende appunto il nome di Cappella del Corporale, ed è proprio al suo interno che noi pellegrini abbiamo avuto il privilegio di sostare a lungo in raccoglimento, aiutati in ciò dalla meditazione guidata dal nostro parroco mons. Silvano Cocolin sul tema dell Eucaristia luce del Risorto, fonte di grazia e di vita nuova, Estate Insieme 2005 dal 26 agosto al 6 settembre. I bambini delle elementari e i ragazzi delle medie passeranno le loro mattinate e i loro pomeriggi sempre in ricreatorio dove saranno coinvolti in tantissimi giochi e attività. Le esperienze proposte sono dunque tante e ci auguriamo che ognuno possa trovare un momento dell estate per vivere esperienze come queste, occasioni uniche per crescere stando assieme agli altri nella gioia e nella serenità. Per qualsiasi informazione al riguardo, potete rivolgervi in parrocchia. Il pellegrinaggio della nostra parrocchia I segni e i luoghi che parlano dell Eucaristia radice e cardine da cui nasce lo spirito di comunità della Chiesa e di ogni comunità cristiana. E spirito di comunione ha caratterizzato davvero anche la S. Messa domenicale concelebrata dal nostro parroco nella Basilica di Bolsena, assieme al parroco di questa cittadina e a quello della Parrocchia laziale di Alatri, giunta anch essa in pellegrinaggio in questi luoghi con adulti e giovani. Questi ultimi, in particolare, hanno saputo animare la S: Messa con la gioiosa grazia dei loro canti e dei loro strumenti, creando un clima di partecipazione e di vera fraternità. Sicuramente la spiritualità e la ricchezza di questi luoghi, in cui la dolcezza e la bellezza del paesaggio naturale sembrano gareggiare con la bellezza che nasce dalla creatività e dalla perizia dell uomo, hanno lasciato in ciascuno di noi un senso di profonda serenità e di letizia che vorremmo conservare e mantenere sempre vivo nel nostro cuore, per noi stessi e per farne dono a quanti vivono accanto a noi.

7 Il teatro Sala Aurora ha registrato il tutto esaurito il 6 maggio Centinaia di persone, sedute e in piedi, ad assistere all ultimo dei tre incontri del Crossroads (incontri a tema per capire il mondo), quello col Mons. Cardinale Ersilio Tonini. Ospite d eccezione per un incontro dibattito su una questione complessa e attuale come la procreazione medicalmente assistita. Affluenza da tutta la bassa friulana e non solo: comitive da Monfalcone, da Gorizia, da Udine e addirittura da Treviso si sono date appuntamento nel teatro Sala Aurora del RSM. L incontro è stato informale, col cardinale che dopo un cappello introduttivo ha risposto (e ringraziato) a tutti coloro che avessero domande di stampo etico e personale da porgli. Una personalità eccezionale e fortissima che dall alto della sua veneranda età ha cercato di dipanare i dubbi dei presenti cercando di conciliare le idee personali con le esigenze della fede. Ciò che ha colpito particolarmente il pubblico sono state la lucidità, la familiarità e la cultura del cardinale. Alcuni hanno perfino osservato che il cardinale sembra molto più giovane di un ultranovantenne Nell incontro il mons. Tonini ha voluto sottolineare la bellezza della vita e il fatto che essa sia un dono per il quale ringraziare il Creatore. Un canto alla vita che ha toccato profondamente il pubblico. Tonini ha sottolineato inoltre l uso della ragione come strumento per avvicinarsi al voto in maniera consapevole. Grazie Cardinal Tonini! Luca Toso Sul tema della fecondazione assistita chiusura col botto di Crossroads È un passaggio storico per l umanità 6 maggio, record di presenze in Sala Aurora per il cardinale «Questa mattina mi sono svegliato e come tutte le mattine mi è venuta una voglia di gridare ci sono vedo sento (non lo grido troppo forte sennò le suore mi chiamano il 113). Il discorso nostro incomincia di qui ragazzi. Il discorso ha un valore soltanto se noi crediamo di essere al mondo soltanto per miracolo, se noi crediamo ancora che veder nascere un figlio è lo spettacolo più straordinario dell uomo» «Esempi la Svezia non è certo un paese cattolico, è la prima ad aver dato inizio a questa pratica della fecondazione extracorporea per donazione, qui la chiamano eterologa. Sono aumentate le cause di divorzi perché arrivando il bambino a sei anni, quando va a scuola, il marito vuol metterci il becco e la donna gli dice è mio figlio non è tuo figlio. E lì nascono le cause di divorzio» «Vogliamo fare un referendum per eliminare quella legge che dice Nossignori! Prima il figlio! Prima il figlio!» «Dicono che la nascita di bambini down sporca l ambiente umano come la polluzione sporca l ambiente fisico. In sostanza si vuole che l uomo diventi padrone della vita e della morte» «Produrre embrioni a piacimento per sceglierne quanti si vuole, scegliere il meglio, loro dicono scegliere quello sanno. La legge dice che soltanto tre embrioni al massimo si possono produrre. Allora se una donna non ci riesce la prima volta e vuole ritentare, bisogna andare a disturbare la sua ovaia con grave rischio per la donna stessa. Nossignori! Si possono produrre gli ovuli, si possono congelare gli ovuli, gli ovuli sono un pezzo del corpo umano, non sono come un essere umano. Il rischio è la creazione di uomini a proprio piacimento, di uomini su proprio progetto» «Ragazzi voi siete la generazione su cui Dio conta. A voi Dio ha affidato la salvezza delle specie umana. La sfida di domani non sarà più quella di far si che la giustizia sia uguale per tutti, ma sarà quella della specie umana» n.02 pag.07 Giovani e politica a confronto in ricreatorio Continuano gli incontri a tema per capire il mondo Il disimpegno dei giovani verso il mondo della politica è forse un dato di fatto difficilmente contestabile eppure, a saperle cogliere, non mancano le occasioni per confrontare le due realtà. Lunedì 2 maggio, in sala Aurora, un gran numero di giovani e adulti (la maggior parte dei quali con la politica ha o ha avuto poco a che fare) si è trovato di fronte a chi la politica la fa ogni giorno, per passione e per mestiere. L assessore regionale alla cultura Roberto Antonaz, il consigliere regionale Isidoro Gottardo, coadiuvati da Gianni Candotto e Luca Negro (due giovani impegnati nella politica locale) sono stati i destinatari delle numerose domande poste loro dal moderatore Pietro Becci e da un pubblico interessato e spesso pungente. Le testimonianze dirette dei quattro ospiti riguardo ai loro inizi e alle motivazioni alla base della scelta di entrare in politica si sono alternate, nel corso della serata, ad una carrellata di immagini e commenti inerenti alla storia della politica stessa (dall Italia del boom economico, passando per le contestazioni giovanili degli anni 70, lo yuppismo, la crisi dei partiti, fino all attuale scenario). Queste hanno dato il via alle domande del pubblico, che ha posto l accento sulle differenze tra la politica viva, idealistica ed energica di un passato in cui i partiti erano in grado di creare un identità, e quella attuale, giudicata troppo vuota e qualunquista la stessa che ha fatto sorgere in un ragazzo presente in sala la domanda: Perché un ragazzo di vent anni come me dovrebbe al giorno d oggi decidere d impegnarsi in politica?. Tra i mille dubbi e quesiti dei giovani, è però emerso un messaggio profondo, che gli ospiti sul palco hanno sottolineato: la passione e la volontà di migliorare il presente pensando al futuro sono le ragioni per cui vale veramente la pena di affrontare le difficoltà del mondo della politica. Simone Bearzot I cugini di campagna semplicità, schiettezza e ironia per gustare il sapore vero delle cose Dal 12 aprile ogni martedì dalle 20:30 alle 22:30 va in onda su Radio Presenza un programma radiofonico dal titolo I cugini di campagna Il sapore vero delle cose. Questa nuova trasmissione nasce con l idea di formare un punto d incontro, in cui gli ascoltatori possono interagire e diventare loro stessi parte integrante di ogni puntata. Con la partecipazione degli ascoltatori, attraverso sms e telefonate, verrà ricreata e plasmata un agorà radiofonica in cui scambiarsi idee e opinioni sul mondo che ci circonda. Due ore, ogni settimana, per parlare dei principali temi di attualità, sport, musica e cinema, il tutto trattato con la schiettezza e la semplicità che contraddistingue i due giovani ragazzi di campagna. Non mancherà,inoltre, della buona musica e un pò di sano umorismo. Il programma, condotto da Gabriele Scolaro e Paolo Cepellotti, vedrà anche la presenza di diversi ospiti che aiuteranno i due conduttori nella trasmissione. Un notiziario flash con le principali novità della settimana, un sondaggio fra gli ascoltatori su temi vari, l approfondimento su argomenti di particolare interesse, le dediche musicali e, per finire, una carrellata degli appuntamenti radiofonici settimanali su Radio Presenza: questo il menù dei Cugini di campagna Il sapore vero delle cose. altra uota filiale di Cervignano del Friuli

8 uotasport n.02 pag.08 Torneo Internazionale esordienti Trofeo Città di Cervignano «No doping» Otto squadre partecipanti da diversi paesi: Fiumicello 2004 Cjarlinsmuzane Palazzolo Centro Federale Roma Wacker (Germania) Debrecen (Ungheria) Primorje (Slovenia) Hit Gorica (Slovenia) Il torneo è stato organizzato dalla FIGC di Cervignano, con il patrocinio del comune. Hanno collaborato la sezione di Cervignano dell Unione Nazionale di Veterani Sportivi, la Pro Cervignano, l AS Aquileia, la Pro Loco di Aquileia e numerosi sponsor. Le gare si sono svolte Sabato 30 Aprile a Cervignano (campo sportivo P.le Lancieri d Aosta) e Aquileia, e Domenica 1 Maggio a Cervignano. Il torneo sperimentale ha introdotto alcune novità tecniche: Calcio a 7 giocatori con campo di dimensioni ridotte con porte di dimensioni 6x2; Fuorigioco a 13 metri dalla linea di fondo opportunamente indicato; Cambi volanti. Il torneo è stato vinto dalla squadra tedesca del Wacker, che ha battuto in finale la Hit Gorica. Tutte le altre squadre sono classificate ex-aequo al terzo posto. Le gare sono state molto appassionanti e combattute; sugli spalti il pubblico presente numeroso ha calorosamente sostenuto i propri beniamini. Tra sabato e domenica, inoltre, approfittando del bel tempo, sono stati distribuiti nell area esterna del campo sportivo, oltre 500 pasti. Tutto ciò grazie all aiuto dato dai volontari dell Unione Nazionale Veterani Sportivi e della Pro Cervignano. Prima di partire, i ragazzi e le loro famiglie (specialmente quelle proveniente dall estero e da Roma), hanno ringraziato vivamente gli organizzatori per l opportunità avuta. Oltre all aspetto sportivo, infatti, sono state dedicate diverse ore per la visita guidata al grande patrimonio storico-artistico-culturale di Aquileia e le bellezze della spiaggia di Grado. Gli ospiti provenienti da fuori regione hanno approfittato per acquistare alcuni prodotti della nostra zona, soprattutto enogastronomici, del Collio e delle Valli del Natisone, rimanendo entusiasti della nostra terra. Come sottolineato dall assessore allo sport del comune di Cervignano Gianluigi Savino, oltre agli aspetti prettamente sportivi, questo torneo ha dato l opportunità a diversi giovani provenienti dalle varie parti dell Europa di conoscersi, fraternizzare e scambiarsi esperienze. Gli organizzatori, visto il successo ottenuto con questa manifestazione, sono intenzionati a ripeterla il prossimo anno, introducendo alcuni miglioramenti e novità. Altritempi Comunità Montana del Friuli Occidentale PROGETTO GIOVANI il PROGETTO GIOVANI presenta: 2 edizione del concorso nazionale Lo sguardo dell Aquila premio di narrativa giovanile 2005 Parte la seconda edizione del concorso letterario nazionale Lo sguardo dell Aquila, indetto dal Progetto Giovani della Comunità Montana del Friuli Occidentale in collaborazione con il Comune di Cimolais e la Provincia di Pordenone. Il concorso è rivolto ai giovani scrittori di tutta Italia di età compresa tra i 15 e i 25 anni che potranno aggiudicarsi il primo premio di 600,00 Euro presentando un racconto riguardante le tematiche della vita di montagna. Alle 3 opere segnalate andrà un premio di 200,00 Euro e inoltre ci sarà un riconoscimento speciale al miglior autore residente nel territorio della Comunità Montana. Le premiazioni verranno in dicembre con modalità che verranno comunicate agli stessi interessati. L elaborato dovrà avere la lunghezza massima di 10 cartelle dattiloscritte e dovrà pervenire in cinque copie (più una su floppy), entro e non oltre il 10 ottobre 2005, presso: Progetto Giovani Comunità Montana del Friuli Occidentale, p.le della Vittoria 1, Barcis (Pn). Tel. 0427/ Fotografia pubblicata per gentile concessione di «Fotoservizi Gennaro» di Luciano Trombin Cervignano, via Garibaldi 2 Se avete foto di gruppo, di classe o di sport di Altri Tempi contattateci in redazione? Hai immagini Hai notizie Hai curiosità Contattaci:

9 La prima squadra 24 Ore di basket La tradizionale festa sportiva amatoriale si conferma come appuntamento fisso per la comunità cervignanese Quindicesima e consecutiva edizione per una manifestazione unica nel suo genere, quale è la 24 ore di basket, organizzata dall Associazione basket Cervignanese, svoltasi al palazzetto dello sport di piazzale Lancieri D Aosta dalle ore 18 di sabato trenta aprile fino alla stessa ora di domenica primo maggio. Una festa che coinvolge gente di ogni età, un occasione per ritrovarsi passando una giornata in compagnia fra amatori, ragazzi, genitori e appassionati. Il promotore di questa festa, nell ormai lontano 1990, fu l allora presidente dell Abc Piero Tesini che assieme ad altre persone dell ambiente si sono impegnati per dare vita a questa giornata di sport e di ritrovo per tutti i cervignanesi e non. Nel corso degli anni la presenza di atleti e di pubblico è andata aumentando e si è cercato di perfezionare e arricchire la kermesse, aggiungendo la lotteria che è ormai totalmente legata alla manifestazione. Gennaio è il mese in cui solitamente l associazione inizia i preparativi per la festa e con il passare del tempo la macchina organizzativa si è oliata a dovere procedendo senza ostacoli e cercando sempre novità. Il logo della manifestazione è ogni anno diverso e gli affezionati della 24 ore hanno l intera collezione delle magliette usate nei diversi anni! Durante le partite si vedono contrapposti padri contro figli, allenatori/dirigenti contro juniores ed anche squadre provenienti da fuori Cervignano. E principalmente festa per i bambini, ai quali è riservato ampio spazio e l ultima ora della manifestazione, che vede in campo i piccolissimi. Ogni ora vengono dati premi: a chi segna per primo 3 punti nella partita vince un salame ed al termine, prima dell estrazione della lotteria vengono fatti giochi vari con il coinvolgimento del pubblico. Atleti di alto livello sportivo hanno partecipato alla 24 ore: Mian e Tonut sono stati protagonisti della festa negli anni passati, ed hanno preso parte anche le squadre di A2 femminili di Udine e Trieste. All interno del palazzetto viene adibito il tradizionale chiosco come ritrovo consueto post-gara per mangiare e bere insieme e per scambiarsi idee e progetti fra dirigenti allenatori e giocatori per la prossima stagione. Siamo orgogliosi di continuare nell organizzazione di questa kermesse dichiara il presidente dell Abc Mario Matassi, - con la consapevolezza che deve sempre di più crescere la sensibilità reciproca tra chi pratica lo sport, chi lo dirige e chi consente che ciò avvenga, ovvero le famiglie. S. C. La prima squadra n.02 pag.09 Le ragazze dell Under 17 Sporting Club Cervignano Un ottimo campionato nel quale si registra il record storico societario di punteggio La nostra squadra locale di pallavolo dopo un po di stenti iniziali, col passare del tempo ha formato e consolidato il gruppo, polverizzando molte avversarie è arrivata alla fine del campionato con l unico rimpianto di aver imboccato troppo tardi la strada vincente per arrivare al traguardo che le sarebbe giustamente spettato, ovvero i playoff. Il tecnico Walter Stabile commenta così la stagione: durante l anno mi sono concentrato sulla fase tecnicotattica, lasciando alle ragazze il compito di trovare un loro equilibrio e diventare squadra. Lo spogliatoio ha agito bene, con la capitana Riva ad operare da collante assieme alle altre componenti del team Gorza, Donda, Clemente, Malacrea, Scomersi, Tuan, Pellizzari, Buffon, Bortoli, Meneguzzi e Ragazzo. Un ottimo gruppo di ragazze intelligenti e scaltre, che hanno interpretato al meglio i propri ruoli, creando uno spettacolo sportivo che ha deliziato i nostri tifosi e che ringrazio di cuore. E con queste parole dell allenatore possiamo solo pensare con ottimismo per il futuro della società. Questa è stata un annata soddisfacente sia dal punto di vista dell amalgama creatasi all interno dello spogliatoio, sia per i buoni risultati ottenuti - afferma la giovane regista Chiara Buffon, mi auguro che la prossima stagione sia ricca di emozioni e sorprese, senza precluderci nessun risultato. La Ca Bolani quindi chiude questo campionato di serie C femminile al sesto posto assoluto con una nota positiva, ossia il record di punteggio in classifica nella storia societaria, ottenendo 46 punti. Il precedente primato, di 44 punti, apparteneva alla allora neo-promossa Ca Bolani di sette anni fa, con il monfalconese Mannucci in panchina. Abbiamo di fronte un vero esempio sportivo: in questa squadra molte sfide, tante scommesse sono state vinte quest anno. Siamo orgogliosi di queste ragazze, hanno dichiarato i dirigenti cervignanesi, soddisfatti dell annata agonistica. Sporting Club: mancano fondi, si riparte dai giovani E dopo aver lodato la compagine per gli ottimi risultati raccontiamo il rovescio della medaglia, ovvero i problemi economici-finanziari che affliggono la società. Purtroppo dal prossimo anno la squadra di serie C non giocherà più per una mancanza di risorse economiche. Si tratta dichiara Tiziana Marangoni, componente del direttivo di una situazione delicata, economicamente non più sostenibile. I costi per mantenere la prima squadra nel campionato regionale sono al di sopra delle nostre possibilità. E quindi abbiamo deciso di rinunciare mantenendo il settore provinciale e giovanile. La Ca Bolani è nata a Cervignano nel 1994 e un po alla volta è arrivata all attuale serie regionale. Il team è composto da dodici atlete, di cui quattro cervignanesi e otto in prestito. I dirigenti hanno preso questa difficile decisione dopo mesi di trattative alla ricerca di un sostegno economico ma senza ottenere risultati. Anche l invito di Ferruccio Riva, dirigente della società nonché presidente provinciale della Fipav, non ha avuto alcun effetto e una lettera aperta di Pietro Onofrio, partendo dal suo punto di vista di arbitro federale, entra nel merito. Le sue considerazioni toccano la crisi della pallavolo con conseguenze negative sui nostri figli nel campo dello sport e della socializzazione, c è necessità di sponsor ma si può contribuire anche con versamenti volontari dei cittadini e con apposita legge regionale Quindi la società ripartirà con il settore giovanile per creare un nuovo gruppo di atlete cervignanesi che potranno consentire di contenere le spese di gestione e cercare di rioccupare le posizioni alle quali Cervignano può aspirare. Pagina a cura di Sandro Campisi uotasport

10 uotato ieri n.02 pag.10 album 25 aprile Il coro La Clape canta alla messa di San Marco, patrono di Scodovacca 25 aprile Le cuoche che hanno sfamato un intera comunità 25 aprile Luciano Zorzin, costruttore assieme a Otello Girardi, del nuovo organo di Scodovacca. 25 aprile Tutti insieme appassionatamente Dopo mesi, giorni, ore di grande attesa, eccoci finalmente in partenza per quello che sarebbe diventato per noi l 'indimenticabile viaggio in Grecia, organizzato dalla nostra prof Orsola Venturini. Una settimana di emozioni, di conoscenze, di sensazioni, si stupore di fronte a monumenti e paesaggi che è volata in un attimo! Nell 'accavallarsi dei ricordi ci è difficile seguire un filo cronologico o di priorità; tutti ci sembrano notevoli, uno più spettacolare dell altro 25 aprile, Don Giovanni e i giovani di Scodovacca Una delle tante foto del passato esposta alla mostra Atôr da Glesia. Ritrae una classe di bambini e bambine di Muscoli nel giorno della loro Prima Comunione con il parroco di allora don Giovanni Trevisan. filiale di Cervignano del Friuli Roma: ragazzi di Cervignano ai funerali di Papa Giovanni Paolo II

11 Giovanni, 5 ELI A: Non vedo l'ora di uscire Savino, 5 ELI A: Ce la metterò tutta per uscire con il miglior voto possibile Raffaele, 5 ELI A: Confido in un po di umanità dai professori dopo anni di torture Kevin, 5 ELI A: Dopo anni di fatica spero di liberarmi al più presto da questo peso Davide, 5 ELI A: La tensione comincia a salire man mano ci avviciniamo Andrea, 5 ELI A: Spero che i professori ci mettano a nostro agio e vada tutto bene Martina, 5 CH: Lo ritengo un momento importante della mia vita ma credo che sia solo 1 inizio di tanti altri esami Diego, 5 CH: Scalpito dalla voglia di finire tutto Valentina, 5 CH: Spero si crei una bella atmosfera sono ottimista Stefano, 5 ELI B: Ancora 1 ultimissimo sforzo e poi vacanza Alberto, 5 ELI B: Sono fiducioso e nello stesso tempo ansioso Giulio, 5 ELI B: Speriamo che sia più facile di quello che ci si immagina Gabriele, 5 ELI B: Vedo il traguardo sempre più vicino e non vedo 1'ora di finire > Errata Corrige Riguardo all articolo pubblicato sul numero uno di Alta Quota relativo all Università della Terza Età riceviamo la seguente precisazione dalla coordinatrice Franca Santorio D Urso: in riferimento a quanti corsi sono stati attivati quest anno, si vuole rettificare precisando che gli iscritti possono partecipare ad un massimo di quattro corsi a scelta e che i docenti, come del resto, i responsabili ed i collaboratori sono persone che si ispirano ai principi del volontariato e pertanto prestano la loro opera a titolo del tutto gratuito. La redazione si scusa per l imprecisione. Cosa ti aspetti dall esame di maturità? Un casale circondato da vigneti, con una cantina fornita di ottimi vini e formaggi di produzione propria. Un po d aria salubre ed ecco la ricetta degli studenti dell Einstein per ritemprare le forze in vista dell esame di maturità. I ragazzi dell ultimo anno, infatti, hanno prenotato la cena di maturità presso un agriturismo di Zellina, una località vicina a San Giorgio. Il menù? Antipasto con salame e formaggio, un piatto di gnocchi, conditi con sugo fatto in casa, vino, caffè e magari una grappa. E poi? Via in macchina a Lignano. Primo spizzico di un estate distante ancora un tema d italiano, un compito di matematica, un terza prova e l esame orale. La notte l'hanno passata in discoteca, fino all alba. Qualcuno con una chitarra e una coperta ha salutato l alba dalla spiaggia. Cornetto e capuccino al bar, immancabilmente aperto a cento metri dal parcheggio, e via per l ultima sequenza: gli scherzi a quelli del primo anno. Ma su questo non ci sono indiscrezioni. L acqua avrebbe dovuto farla da padrone quasi un battesimo rituale. E invece, a scuola come nei consigli politici, ha scatenato qualche polemica. Dopo la festa, però, c è la corsa finale verso gli esami. Incogniti, vagheggiati, temuti. E la matematica sembra essere la materia che da più grattacapi ai maturandi. Lo abbiamo chiesto ad alcune ragazze dell Einstein. Senza dubbio ha detto Silvia è la matematica la materia che mi preoccupa di più. Non so cosa aspettarmi e non ci capisco moltissimo. Anche Claudia è della stessa opinione. Matematica ha detto e fisica. Sono proprio due grossi punti di domanda. Per Eleonora, invece, la questione è diversa. Sono ha detto un po preoccupata, perché ho paura di studiare tanto, ma non ricordare nulla al momento dell esame. La matematica comunque è la mia bestia nera, perché non ho mai capito nulla in cinque anni. Questo è anche il momento per pensare a quello che si farà dopo il liceo. Silvia ha confidato che le piacerebbe far teatro, mentre Claudia, che non ha ancora deciso su cosa puntare, è orientata verso la fisioterapia. Però spiega se scelgo quel ramo dovrò studiare tutta l estate e non so se ne avrò voglia. A Eleonora, invece, piacciono molto i bambini. Sceglierò ha detto Scienze della Formazione primaria. Mi piacerebbe fare la maestra d asilo o alle elementari. I «Diserbanti» vincitori del torneo di calcio a 3 in RSM, nelle foto a lato momenti di gioco Norman Rusin n.02 pag.11 uotato domani Ristorante Pizzeria Cervignano, via Roma 81 Chiuso martedi, tel

12 Il cocktail di «Barman Marco» NOME: Beautiful Hawaii. Per conquistare una donna. TEMPO DI PREPARAZIONE: 2 minuti INGREDIENTI (per 1 persona): 20 grammi di rum chiaro, 20 grammi di malibù, 10 grammi di contreau, coca cola ghiacciata per riempire. MODALITÀ: Si prepara nello shaker, miscelando tutti gli ingredienti con del ghiaccio. Si serve in hurricane (o dicasi anche bicchiere a tulipano), riempiendo il bicchiere con coca cola. Prima di servirlo, decorarlo con delle ciliegine su uno stecchino. stata una piacevole serata. Cena romantica, al lume È di candela, passeggiata sulla spiaggia, ricordi di vacanze con gli amici. L accompagni a casa, e t invita a salire per un cocktail. La fai accomodare e decidi di conquistarla con il tuo drink. Un Beautiful Hawaii. Profumi del pacifico (20 grammi di malibù), sensazioni esotiche (20 grammi di rum chiaro), mescolate a sapori europei (10 grammi contreau) e bollicine per rendere frizzante la serata (coca cola ghiacciata). Nell angolo bar adocchi lo shaker (non manca proprio nulla!). Mescoli il tutto, con un abbondante aggiunta di ghiaccio. L aria è tiepida, il cielo è terso e luminoso. Apri le ante in vetro del piccolo bar, per servire il cocktail nel bicchiere giusto: un hurricane, dalla caratteristica forma a tulipano. Aggiungi alcune ciliegine e ogni particolare è curato nei dettagli. Lo sorbite comodamente abbandonati sulle poltrone in vimini fammi sapere com è andata! Barman Marco CORIMA informa: ri uotiamo n.02 pag.12 SCOUT, una missione lunga 50 anni Il 29 settembre 1955 nasceva il gruppo cervignanese. Una realtà che coinvolge 140 persone. Lo scopo: «Imparare facendo» Sviluppare le capacità globali di ogni ragazzo e ragazza educandoli al senso critico e ai valori fondamentali dell uomo: erano questi gli ideali che il giorno di san Michele del 1955 avevano infiammato un gruppo di giovani cervignanesi, spingendoli alla promessa Scout. Una promessa che, cinquant anni dopo, la storia può considerare ampiamente mantenuta. Perché a Cervignano lo scoutismo è divenuto una realtà fondamentale, in grado di coinvolgere giovani e adulti in attività determinanti per lo sviluppo della persona e della società. Tra ragazzi e capi ci racconta il capo gruppo, Michele Sclauzero i censiti sono attualmente 140. Le attività coi bambini iniziano ogni domenica mattina con la messa delle 9.30, per poi proseguire in Ricreatorio fino alle 13, con giochi e lavori pratici. Ma, ovviamente, le attività non si esauriscono qui. Durante l anno associativo ha precisato Sclauzero - sono previsti incontri ed esperienze con i tutti i gruppi scout della diocesi, nonché qualche esperienza condivisa in regione. Momento privilegiato ed importante a conclusione di un anno associativo, poi, sono sicuramente i campi estivi vissuti con modalità diverse a seconda dell età. I bambini, ad esempio, partecipano ai campi estivi della durata di otto giorni in accantonamento e solitamente in montagna. Anche per i ragazzi il campo estivo si tiene in montagna ma con una durata di 12 o 13 giorni in tenda. I giovani invece vivono l esperienza di servizio nei campi estivi dei più piccoli, anche se a loro è dedicato un campo itinerante di 8 giorni in montagna. Per chi lo desidera, infine, ci sono proposte di campi ora et labora oppure campi di servizio o modalità alternative alla montagna: dal campo in bicicletta a quello in canoa. COSÈ LO SCAUTISMO? È un metodo educativo nato dagli scritti e dalle intuizioni pedagogiche di Robert Baden Powell. COSÈ L AGESCI? L Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani (AGE- SCI) è un associazione che si propone di educare i giovani attraverso lo scautismo. È nata il 4 maggio 1974 dall unione di ASCI (Associazione Scout Cattolici Italiani) e AGI (Associazione Guide Italiane), oggi conta più di iscritti, è diffusa sull intero territorio nazionale, sia nei capoluoghi di provincia che nei piccoli comuni. COME SI DIVENTA SCOUT? Per diventare scout basta iscriversi in uno dei tanti gruppi sparsi per tutto il territorio italiano. Altra storia è invece se si vuole diventare capi scout. Per diventare capi scout, uomini e donne impegnati volontariamente e gratuitamente nel servizio educativo, per offrire ai ragazzi i mezzi e le occasioni per una maturazione personale, bisogna prendere coscienza e aderire alle scelte del patto associativo e divenirne testimoni. Dopo l adesione alle scelte del patto associativo si entra a far parte di una comunità capi. La formazione del capo però non si esaurisce qui. I capi partecipano ai campi di formazione, per affinare e apprendere da altri scout di esperienza il metodo educativo. La partecipazione a questi campi non conclude però la formazione di un capo, che vive in comunità capi la sua formazione permanente. Il lavoro del centro a favore dell educazione di piccoli e grandi «campesiños» delle Ande prosegue instancabile. A giugno si recherà a Chivimarca (Bolivia) un architetto di Verona per seguire la demolizione e successiva ricostruzione di un vecchio corpo di fabbrica presente nella missione, ma inagibile da anni. L opera garantirà nuovi spazi di formazione per centinaia di ragazzi e ragazze che già usufruiscono della struttura. Sarà ricostruita anche la piccola cappella per le liturgie domenicali. Sostegni già avviati: 5 in Bolivia, 3 in Brasile, 2 in Costa d Avorio, 1 in Togo e India. Per ulteriori informazioni CORIMA vi invita a contattare: Sostegni distanza: ANNA FONZAR (tel Prodotti equo e solidali: LUCA NEGRO (tel CORIMA consiglia: G. Caffulli, Un figlio all altro capo del mondo. L Adozione a distanza in Italia, Editrice Monti, Scaricati e leggi la Carta dei Criteri del Commercio Equo e Solidale che puoi trovare ad esempio, sul sito internet: TUTTI I GRUPPI Coccinelle: bambine 8-11 anni. Capo cerchio: Maddalena Galluccio Aiuto: Luca Negro Lupetti: bambini 8-11 anni. Capo branco: Carlo Snidero Aiuti: Stefano Del Bianco, Silvia Girardi Guide: ragazze anni. Capo reparto femminile: Chiara Odoni Aiuti: Paolo Galluccio, Matteo Sangalli Esploratori: ragazzi anni. Capo reparto maschile: Ivan Snidero Aiuti: Romeo Gattesco, Francesco Ongaro Clan/fuoco: giovani anni. Capo clan: Massimo Del Bianco Capo Fuoco: Alessandra Rea I capi, dai 21 anni sono riuniti in una comunità capi Il capo gruppo: Michele Sclauzero La capo gruppo: Maddalena Galluccio Responsabile parco Scout: Sergio Odoni Tesoriere: Sandro Giusti Magazziniere: Fabrizio Cavuoto Resp. Contingente italiano del prossimo incontro europeo di scout: Gloria Catto e Federica Maule filiale di Cervignano del Friuli Cervignano, via XXIV Maggio 62, tel

laici collaborazione Chiesa

laici collaborazione Chiesa Preghiamo insieme Prendi, Signore, e ricevi tutta la mia libertà, la mia memoria, il mio intelletto, la mia volontà, tutto quello che possiedo. Tu me lo hai dato; a te, Signore, io lo ridono. Tutto è tuo:

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato)

Ogni gruppo, partendo dalla 1a elementare fino alle Medie, presenta un segno ed il motivo del ringraziamento (vedi allegato) Conclusione dell anno catechistico Elementari e Medie Venerdì 30 maggio 2014 FESTA DEL GRAZIE Saluto e accoglienza (don Giancarlo) Canto: Alleluia, la nostra festa Presentazione dell incontro (Roberta)

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio

Anno pastorale 2011-2012. Suggerimenti per l animazione in oratorio Anno pastorale 2011-2012 Suggerimenti per l animazione in oratorio Premessa: GIOCO E VANGELO Relazione Don Marco Mori, presidente Forum Oratori Italiani Il gioco può essere vangelo? Giocare può diventare

Dettagli

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla!

Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Un pensiero per la nostra Maestra Grazie Maestra Carla! Quarta Primaria - Istituto Santa Teresa di Gesù - Roma a.s. 2010/2011 Con tanto affetto... un grande grazie anche da me! :-) Serena Grazie Maestra

Dettagli

Maurizio Albanese DONARE È AMARE!

Maurizio Albanese DONARE È AMARE! Donare è amare! Maurizio Albanese DONARE È AMARE! raccolta di poesie www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Maurizio Albanese Tutti i diritti riservati Ai miei genitori Santo e Maria L associazione Angeli

Dettagli

Tanti doni bellissimi!

Tanti doni bellissimi! Tanti doni bellissimi! Io sono dono di Dio e sono chiamato per nome. Progetto Educativo Didattico Religioso Anno Scolastico 2015 2016 Premessa Il titolo scelto per la programmazione religiosa 2015 2016

Dettagli

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA

BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA I A6 BENEDIZIONE DELLE MAMME E DEI PAPÀ IN ATTESA Parrocchia Domenica CANTO D INIZIO NEL TUO SILENZIO Nel tuo silenzio accolgo il mistero venuto a vivere dentro di me, sei tu che vieni, o forse è più vero

Dettagli

Mario Basile. I Veri valori della vita

Mario Basile. I Veri valori della vita I Veri valori della vita Caro lettore, l intento di questo breve articolo non è quello di portare un insegnamento, ma semplicemente di far riflettere su qualcosa che noi tutti ben sappiamo ma che spesso

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri.

1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) ATTIVITA Giochi, filmati, web, immagini, quadri. 1) Andare a visitare gli anziani all ospedale 2) Attività in gruppo: vengono proposte diverse immagini sull amore per discutere sui vari tipi di amore

Dettagli

La cenerentola di casa

La cenerentola di casa La cenerentola di casa Audrina Assamoi LA CENERENTOLA DI CASA CABLAN romanzo www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Audrina Assamoi Tutti i diritti riservati Questa storia è dedicata a tutti quelli che

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale

Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Matrimonio e bambini per la coppia omosessuale Oscar Davila Toro MATRIMONIO E BAMBINI PER LA COPPIA OMOSESSUALE www.booksprintedizioni.it Copyright 2013 Oscar Davila Toro Tutti i diritti riservati Dedicato

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it

EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it EBOOK GIAN PAOLO MONTALI CREDERE NEL GIOCO DI SQUADRA. www.forumeccellenze.it 1. Del sogno dell essere sognatore Il primo dovere di un buon Capo è non accontentarsi, essere il più esigente possibile nella

Dettagli

Amore in Paradiso. Capitolo I

Amore in Paradiso. Capitolo I 4 Amore in Paradiso Capitolo I Paradiso. Ufficio dei desideri. Tanti angeli vanno e vengono nella stanza. Arriva un fax. Lo ha mandato qualcuno dalla Terra, un uomo. Quando gli uomini vogliono qualcosa,

Dettagli

Nicolò UGANDA Gapyear

Nicolò UGANDA Gapyear Nicolò, Diario dall Uganda Se c è il desiderio, allora il grande passo è compiuto, e non resta che fare la valigia. Se invece ci si riflette troppo, il desiderio finisce per essere soffocato dalla fredda

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

Esercizi pronomi indiretti

Esercizi pronomi indiretti Esercizi pronomi indiretti 1. Completate il dialogo con i pronomi dati: Bella la parita ieri, eh? Ma quale partita! Ho litigato con mia moglie e... alla fine non l ho vista! Ma che cosa ha fatto? Niente...

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

Leggere, ascoltare, navigare

Leggere, ascoltare, navigare Leggere, ascoltare, navigare L AMORE CONTA di Maurizio Ermisino Fausto Podavini ha seguito per due anni una coppia: un marito malato di Alzheimer, una moglie che l ha seguito con devozione. È nato così

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N 14 Incontrare degli amici A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa 2011 1 Incontrare degli amici DIALOGO PRINCIPALE B- Ciao. A- Ehi, ciao, è tanto

Dettagli

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski

SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II. Don Przemyslaw Kwiatkowski SPIRITO SANTO E MATRIMONIO NEL PENSIERO DI GIOVANNI PAOLO II Don Przemyslaw Kwiatkowski Ciao a tutti! Siamo Alberto e Silvia di Cherasco, in Piemonte e siamo sposati da quasi 6 anni. E noi siamo Alberto

Dettagli

Ci sono gesti che sono semplici, che non

Ci sono gesti che sono semplici, che non famiglia oggi Donare, per salvare una vita di Giorgia Cozza Storia di Laura e della sua grave malattia. E di come la speranza possa di nuovo tornare, attraverso un donatore di midollo osseo che risiede

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

Newsletter di ottobre 2013.

Newsletter di ottobre 2013. Newsletter di ottobre 2013. 20 ANNI INSIEME. Domenica 20 ottobre2013 il nostro Villaggio è stato teatro di un grande avvenimento: ragazzi, educatori e volontari che nel corso degli anni hanno, a vario

Dettagli

Mafia, amore & polizia

Mafia, amore & polizia 20 Mafia, amore & polizia -Ah sì, ora ricordo... Lei è la signorina... -Francesca Affatato. -Sì... Sì... Francesca Affatato... Certo... Mi ricordo... Lei è italiana, non è vero? -No, mio padre è italiano.

Dettagli

TESTO SCRITTO DI INGRESSO

TESTO SCRITTO DI INGRESSO TESTO SCRITTO DI INGRESSO COGNOME NOME INDIRIZZO NAZIONALITA TEL. ABITAZIONE/ CELLULARE PROFESSIONE DATA RISERVATO ALLA SCUOLA LIVELLO NOTE TOTALE DOMANDE 70 TOTALE ERRORI Test Livello B1 B2 (intermedio

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

La Sagrada Famiglia 2015

La Sagrada Famiglia 2015 La Sagrada Famiglia 2015 La forza che ti danno i figli è senza limite e per fortuna loro non sanno mai fino in fondo quanto sono gli artefici di tutto questo. Sono tiranni per il loro ruolo di bambini,

Dettagli

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe

Numero 3 Maggio 2008. A cura di Giuseppe Prencipe Numero 3 Maggio 2008 A cura di Giuseppe Prencipe Il nostro campione Meggiorini Riccardo nazionalità: Italia nato a: Isola Della Scala (VR) il: 4 Settembre 1985 altezza: 183 cm peso: 75 kg Società di appartenenza:

Dettagli

!! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" +

!!    # $ ! %& ' (  # ))' * * * +! + !! " " " # $ "! %& ' ( " # ))' * * * +!" + , $ "!$ " " - )." $ -! $-$ ) / / " )/ 0 1 +, %" " --!/ + 2 /!" "-! - " ".!! $ # 3 # ""!"! % 4 + - " " 5 6 6 7 8& - $ -)" 9! %+! " #! $ % 4 + : ;, < = > 0 " )"

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi.

1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Nome studente Data TEST DI AMMISSIONE AL LIVELLO B1.1 (Medio 1) 1. Completa le frasi con l imperfetto e il passato prossimo dei verbi tra parentesi. Es. Ieri sera non ti (noi-chiamare) abbiamo chiamato

Dettagli

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati

Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati Roberto Ghiretti Presidente Studio Ghiretti & Associati 1 Lo Sport come strumento educativo Lo sport per i bambini e ragazzi rappresenta una straordinaria opportunità di crescita. Grazie all attività motoria,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

C È SEMPRE BISOGNO DI SANGUE

C È SEMPRE BISOGNO DI SANGUE C È SEMPRE BISOGNO DI SANGUE SOPRATTUTTO IN ESTATE RICORDATE DI DONARE IL BISOGNO DI SANGUE NON VA MAI IN VACANZA Si avvicina l estate e ancora una volta ci rivolgiamo alle donatrici e ai donatori per

Dettagli

Come Lavorare in Rugbystories.it

Come Lavorare in Rugbystories.it Come Lavorare in Rugbystories.it Una guida per i nuovi arrivati IL PUNTO DI PARTENZA PER I NUOVI ARRIVATI E UN PUNTO DI RITORNO PER CHI NON RICORDA DA DOVE E ARRIVATO. 1 Come Lavorare in Rugbystories.it

Dettagli

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni

PIANO DI ETTURA Dai 9 anni PIANO DI ETTURA Dai 9 anni Le arance di Michele Vichi De Marchi Illustrazioni di Vanna Vinci Grandi Storie Pagine: 208 Codice: 566-3270-5 Anno di pubblicazione: 2013 l autrice Vichi De Marchi è giornalista

Dettagli

Il venditore di successo deve essere un professionista competente,

Il venditore di successo deve essere un professionista competente, Ariel SIGNORELLI A vete mai ascoltato affermazioni del tipo: sono nato per fare il venditore ; ho una parlantina così sciolta che quasi quasi mi metto a vendere qualcosa ; qualcosa ; è nato per vendere,

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE

SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE SCUOLA DELL INFANZIA SANTA LUCIA - ISTITUTO COMPRENSIVO «GABRIELE ROSSETTI» IN COLLABORAZIONE CON LA CLASSE 4 C DEL LICEO DELLE SCIENZE UMANE «PANTINI PUDENTE» VASTO (CH) IL MAGGIO DEI LIBRI nella SCUOLA

Dettagli

Sono stato crocifisso!

Sono stato crocifisso! 12 febbraio 2012 penultima dopo l epifania ore 11.30 con i fidanzati Sono stato crocifisso! Sia lodato Gesù Cristo! Paolo, Paolo apostolo nelle sue lettere racconta la sua storia, la storia delle sue comunità

Dettagli

Consigli utili per migliorare la tua vita

Consigli utili per migliorare la tua vita Consigli utili per migliorare la tua vita Le cose non cambiano, siamo noi che cambiamo A volte si ha la sensazione che qualcosa nella nostra vita non stia che, diciamo la verità, qualche piccola difficoltà

Dettagli

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare.

Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso della mia vita è studiare. 1.1. Ognuno di noi si può porre le stesse domande: chi sono io? Che cosa ci faccio qui? Quale è il senso della mia esistenza, della mia vita su questa terra? Il Keisuke: Sono un ottimo studente e il senso

Dettagli

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI

BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA Beati voi, beati voi, beati voi, beati voi. BEATI VOI BEATI VOI MI FA#-7 LA MI LA MI FA#-7 LA6 MI LA MI FA#-7 Se sarete poveri nel cuore, beati voi: LA6 MI sarà vostro il Regno di Dio Padre. MI FA#-7 Se sarete voi che piangerete, beati voi, LA6 MI perché

Dettagli

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio

20 ottobre 2015. Nell attesa di incontrarci, vi salutiamo cordialmente. don Emanuele e i catechisti del primo annuncio 20 ottobre 2015 Carissimi genitori, desideriamo raggiungere i papà e le mamme di tutti i bambini che da quest anno muovono i loro primi passi nel percorso di completamento dell Iniziazione Cristiana. Una

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

Giovanna Quadri ROCCONTI

Giovanna Quadri ROCCONTI Racconti Giovanna Quadri ROCCONTI Paura e coraggio. Queste donne con il loro coraggio, il loro amore, nella società e nel farsi prossimo, hanno vinto il male con il bene. La giustizia a trionfato. però

Dettagli

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO

INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO 1. Inaugurazione ufficiale del nuovo anno di catechismo: Biccari 12 Ottobre ore 10,00. Riportiamo il testo della celebrazione. INAUGURAZIONE NUOVO ANNO CATECHISTICO Inizio: Si esce dalla sagrestia con

Dettagli

POESIE SULLA FAMIGLIA

POESIE SULLA FAMIGLIA I S T I T U T O S. T E R E S A D I G E S Ù Scuola Primaria POESIE SULLA FAMIGLIA A CURA DEI BAMBINI DELLA QUARTA PRIMARIA a.s. 2010/2011 via Ardea, 16-00183 Roma www.stjroma.it La gratitudine va a mamma

Dettagli

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa

COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa COSTRUIAMO la CASA per FARE ed ESSERE casa Cari Oratori, ci stiamo avvicinando alla settimana diocesana degli Oratori, un momento forte che ci permette di concentrare l attenzione sulle nostre realtà educative.

Dettagli

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO

Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO Coimbra, Portogallo DIARIO DI VIAGGIO SETTEMBRE: Quando sono arrivata a Coimbra la prima sistemazione che ho trovato è stato un Ostello molto simpatico in pieno centro, vicino a Piazza della Repubblica.(http://www.grandehostelcoimbra.com/).

Dettagli

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript

HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION. Italian Beginners. ( Section I Listening) Transcript 2015 HIGHER SCHOOL CERTIFICATE EXAMINATION Italian Beginners ( Section I Listening) Transcript Familiarisation Text Ciao Roberta! Da quanto tempo che non ci vediamo Dove vai? Ehh Francesco! Sono stata

Dettagli

Livello CILS A1 Modulo adolescenti

Livello CILS A1 Modulo adolescenti Livello CILS A1 Modulo adolescenti MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C)

SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) SANTA FAMIGLIA DI GESÙ, MARIA E GIUSEPPE (ANNO C) Grado della Celebrazione: Festa Colore liturgico: Bianco INTRODUZIONE Il brano evangelico di oggi ci offre il ritratto di ogni famiglia nelle sue componenti

Dettagli

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai:

Unità 6. Al Pronto Soccorso. Lavoriamo sulla comprensione. Università per Stranieri di Siena Livello A1. In questa unità imparerai: Unità 6 Al Pronto Soccorso In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come funziona il Pronto Soccorso parole relative all accesso e al ricovero al Pronto Soccorso l uso degli

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO

DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO DAL CORTILE. IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO IDEE E SCELTE PER L ORATORIO BRESCIANO Struttura in 3 sezioni: 1. Il Cuore dell oratorio Le idee sintetiche che definiscono in termini essenziali e vitali

Dettagli

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore

Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Regolamento del Consiglio dei Ragazzi di Castel Maggiore Articolo 1 Nell'ambito del programma amministrativo rivolto alla formazione civica delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi e al

Dettagli

Programmazione Didattica Scuola Primaria

Programmazione Didattica Scuola Primaria DIREZIONE DIDATTICA DI NAPOLI 5 E. MONTALE Viale della Resistenza 11K-80145 NAPOLI tel. e fax 081/5430772 Codice fiscale: 94023840633 Cod. Mecc. : NAEE005006 E-MAIL: naee005006@istruzione.it Web:www.5circolo.it

Dettagli

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica

ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica PARROCCHIA S. Roberto Bellarmino - Taranto - Lettera del Parroco ai Genitori dei ragazzi che frequentano l'iniziazione Cristiana e l'azione Cattolica Carissimi Genitori, il nuovo Anno Catechistico segna

Dettagli

Grido di Vittoria.it

Grido di Vittoria.it COME ENTRARE A FAR PARTE DELLA FAMIGLIA DI DIO La famiglia di Dio del Pastore Mario Basile Il mio intento è quello di spiegare in parole semplici cosa dice la Bibbia sull argomento, la stessa Bibbia che

Dettagli

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ======================================================================

============================================ II DOMENICA DOPO NATALE (ANNO C) ====================================================================== -------------------------------------------------- LA LITURGIA DEL GIORNO 03.01.2016 Grado della Celebrazione: DOMENICA Colore liturgico: Bianco ============================================ II DOMENICA

Dettagli

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1

Università degli Studi di Genova. Anno Accademico 2011/12 LIVELLO A1 Anno Accademico 2011/12 COGNOME NOME NAZIONALITA NUMERO DI MATRICOLA FACOLTÀ TEST Di ITALIANO (75 MINUTI) 3 ottobre 2011 LIVELLO A1 1. Completa le frasi con gli articoli determinativi (il, lo, la, l, i,

Dettagli

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010.

INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. INTERVENTO ALLENATORI-DIRIGENTI CSR Introduzione ai tre appuntamenti di formazione 9 gennaio 2010. Introduzione E appena passato il tempo delle feste. Tradizionale è lo scambio di regali Quale il regalo

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI SCRIVERE LE RISPOSTE NEL FOGLIO DELLE RISPOSTE.

Dettagli

LETTERA AI MIEI FIGLI...

LETTERA AI MIEI FIGLI... 26 aprile 2012 LETTERA AI MIEI FIGLI... Cari bambini Greta e Tommaso, in futuro spero di avervi come figli. Ho molti desideri per voi, uno di questi è che completiate gli studi fino all Università e che

Dettagli

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012

Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Consegna dei diplomi DFA 22 giugno 2012 Intervento di Franco Gervasoni, direttore SUPSI SALUTO - Consigliere di Stato, Manuele Bertoli - Capodicastero Educazione, culto e partecipazioni comunali del Municipio

Dettagli

Come fare una scelta?

Come fare una scelta? Come fare una scelta? Don Alberto Abreu www.pietrscartata.com COME FARE UNA SCELTA? Osare scegliere Dio ha creato l uomo libero capace di decidere. In molti occasioni, senza renderci conto, effettuiamo

Dettagli

GESU E UN DONO PER TUTTI

GESU E UN DONO PER TUTTI GESU E UN DONO PER TUTTI OGGI VIENE ANCHE DA TE LA CREAZIONE IN PRINCIPIO TUTTO ERA VUOTO E BUIO NON VI ERANO NE UOMINI NE ALBERI NE ANIMALI E NEMMENO CASE VI ERA SOLTANTO DIO NON SI VEDEVA NIENTE PERCHE

Dettagli

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune

Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune Aci Brescia: il futuro dell Ente è un bene comune di Attilio Camozzi Presidente Aci Brescia C i siamo lasciati alle spalle un anno complesso. Il 2014 va negli archivi della storia recente. Confido che

Dettagli

scuola dell infanzia di Vado

scuola dell infanzia di Vado ISTITUTO COMPRENSIVO DI VADO-MONZUNO (BO) scuola dell infanzia di Vado PROGRAMMAZIONE DIDATTICA DI IRC sezione (5 anni) anno scolastico 2014/2015 ins: Formicola Luigi UNITA DIDATTICA 1 Alla scoperta del

Dettagli

I criteri della scelta e della riforma

I criteri della scelta e della riforma I criteri della scelta e della riforma La preghiera ha il fine di vincere se stessi, vincere la propria ignoranza, la propria pigrizia mentale per conoscere il Signore. Ogni preghiera deve essere mirata

Dettagli

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso

L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso L AUTOARBITRAGGIO: Istruzioni per l uso Visti i positivi riscontri avuti, nella corrente stagione sportiva le gare della categoria Pulcini dovranno essere arbitrate con il metodo dell autoarbitraggio [

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa

Parrocchia Santi Pietro e Paolo. Venite alla festa Parrocchia Santi Pietro e Paolo Venite alla festa Questo libretto e di: Foto di gruppo 2 Occhi, naso, bocca, orecchie, mani... per pregare Occhi: se i miei occhi sono attenti, possono cogliere i gesti

Dettagli

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria

REALIZZA IL TUO FUTURO. Di Annamaria Iaria REALIZZA IL TUO FUTURO Di Annamaria Iaria INDICE 1.Presentazione... 2 2.Chi sono... 2 3.Il cuore dell idea... 4 4.Come si svolge... 5 5.Obiettivo... 5 6.Dove si svolge... 6 7. Idee collegate... 6 2013-2014

Dettagli

DAI TUOI MOMENTI SPECIALI PRENDE FORMA NUOVA RICERCA.

DAI TUOI MOMENTI SPECIALI PRENDE FORMA NUOVA RICERCA. DAI TUOI MOMENTI SPECIALI PRENDE FORMA NUOVA RICERCA. Momenti che contano. Per te e per la ricerca. La vita è piena di occasioni che vale la pena di celebrare: dal matrimonio al battesimo, dalla cresima

Dettagli

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio»

«La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «La strada della Verità è nella Chiesa di Dio» «Mi presento a voi come la Madonna delle Rose dal Cuore Immacolato, Regina del Cielo, Madre delle famiglie, Portatrice di Pace nei vostri cuori». del 25 agosto

Dettagli

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A»

Le tentazioni di Gesù. e le nostre. Camminando verso la Pasqua. e le nostre. Prima settimana di Quaresima «anno A» Prima settimana Le tentazioni di Gesù e le nostre «Gesù fu condotto dallo Spirito nel deserto, per essere tentato dal diavolo» (Mt 4,1-11). 1. Osserviamo il disegno. Tenendo presente il brano del Vangelo

Dettagli

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni

INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013. per Bambini dai 7 ai 10 anni INNAM0RARSI DELLA PAR0LA LA PAR0LA SI FECE CARNE E VENNE AD ABITARE IN MEZZ0 A N0I. Cammino di Avvento 2013 per Bambini dai 7 ai 10 anni DIOCESI DI FOSSANO Commissione Diocesana Pastorale Ragazzi Ehi!!

Dettagli

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì

Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì Parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Mondovì PREGHIERA PER LA NASCITA DI UN FIGLIO. Benedetto sei Tu, Signore, per l'amore infinito che nutri per noi. Benedetto sei Tu, Signore, per la tenerezza di cui ci

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Chi siamo. L organizzazione

Chi siamo. L organizzazione Chi siamo Il Forum Giovani di Marigliano nasce con lo scopo di raccogliere idee, sogni e domande dei giovani cittadini. È uno strumento di partecipazione attiva per incidere sul territorio, fornendo occasioni

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014

DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 CENTRO PARROCCHIALE OSNAGO PROGRAMMA DICEMBRE IN ORATORIO S. NATALE 2014 È Natale È Natale ogni volta che sorridi a un fratello e gli tendi la mano. È Natale ogni volta che rimani in silenzio per ascoltare

Dettagli