PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 AGOSTO Rassegna per testata/edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 AGOSTO 2008. Rassegna per testata/edizione"

Transcript

1 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 AGOSTO 2008 Rassegna per testata/edizione

2 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Ultima mostra in programma Il Gazzettino Pordenone Medea, concerto in S. Antonio Il Piccolo Gorizia Lavoratori ex Ineos in corteo Il Piccolo Monfalcone Una circonvallazione eliminera' il caos sulla 14 Il Piccolo Monfalcone Coordinamento fra le forze dell'ordine Messaggero Veneto Gorizia Rinnovare: sul caso Iris, Zanella difenda i diritti dei cittadini Messaggero Veneto Gorizia Enrico Gherghetta - 7 Wwf, bocciato il progetto per il Carso Messaggero Veneto Gorizia

3 21 AGO 2008 Il Gazzettino Pordenone Citta' pagina 5 provincia di gorizia Breve

4 21 AGO 2008 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 22 QUESTA SERA Medea, concerto in S. Antonio MEDEA La chiesa di Sant Antonio abate del colle di Medea ospiterà questa sera, con inizio alle 21, il concerto dal titolo «Orsù, su car signori. Il ritratto della musica : musica al tempo del Pinturicchio» proposto dall ensemble Laus Veris di Assisi nell ambito del festival internazionale di Musica antica promosso dal Dramsan centro giulianoin collaborazione con il Comune e la Provincia e il sostegno della Regione e della Fondazione Carigo. Il repertorio in programma è frutto di uno studio accurato dei codici e dei manoscritti umbri coevi al pittore Bernardino di Betto detto il Pinturicchio. Brani musicali interpretati con strumenti ricostruiti fedelmente dai "disegni" dell'epoca e da una comparazione dei cartigli raffigurati da Bernardino. Un progetto portato a termine fra letteratura e musica, collaborando con studiosi e ricercatori di fama internazionale, e con esecutori provenienti da molte città europee. Breve

5 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Lavoratori ex Ineos in corteo al mercato Riprese le iniziative di protesta dopo l avvio della mobilità La protesta dei lavoratori di Ineos Films Sono entrati in mobilità - e quindi alle porte del licenziamento - all inizio della settimana, ma gli ex lavoratori dell Ineos Films di via Timavo non hanno rinunciato anche ieri a rendere visibile la loro vicenda per certi versi drammatica. Come ogni mercoledì, giornata riservata al mercato settimanale nel centro cittadino, gli ormai ex dipendenti della fabbrica di materie plastiche che ha deciso di chiudere i battenti dopo soli due anni, hanno marciato in centro, attraversando la zona pedonale affollata di bancarelle, monfalconesi e turisti. In tutto hanno partecipato alla «marcia dei pirati» una cinquantina di persone, forse meno di quasi un anno e mezzo fa, quando il problema della dismissione del sito industriale da parte di Ineos era appena esploso, creando sconcerto e preoccupazione tra i dipendenti, 154 in tutto, affiancati da un altra cinquantina di lavoratori dell indotto. Al momento gli ex lavoratori di Ineos Films, soprattutto la novantina che si trova tuttora in mobilità (una cinquantina è riuscito a trovare una collocazione per la maggior parte a tempo determinato), non possono contare su alcuna certezza di rientrare in azienda con la possibile nuova proprietà, la friulana Mangiarotti, firmataria di un preliminare d acquisto con la società britannica. La forma di sensibilizzazione lanciata un anno fa rimane quindi del tutto attuale Ġli ex lavoratori di Ineos Films torneranno perciò anche nelle prossime settimane in centro, percorrendo le vie di Monfalcone in fila indiana, per mantenere viva l attenzione sulla loro situazione, esplosa all'inizio di aprile del 2007, quando la proprietà britannica formalizzò la decisione di chiudere lo stabilimento del Lisert attorno a metà luglio. La scorsa estate e anche negli scorsi mesi lavoratori e Rsu avevano lanciato anche altre iniziative, mantenendo sempre un saldo rapporto con le istituzioni locali e con la Regione. I rappresentanti degli ex dipendenti della fabbrica di materie plastiche mantengono un filo diretto con la Provincia di Gorizia, responsabile delle politiche attive nel campo del lavoro, con l obiettivo di ottenere quanto prima qualche chiarimento dalla nuova proprietà rispetto la possibilità di riassorbire nel sito industriale, dopo che la fabbrica sarà riconvertita. Taglio medio

6 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Circonvallazione anti-caos sulla «14» La nuova arteria consentirà di dirottare il traffico liberando la statale MONFALCONE È stata un estate di passione per i residenti di via Primo Maggio - la statale 14 - stretta nella morsa del traffico vacanziero dirottato sulla viabilità ordinaria a causa degli intasamenti della barriera autostradale del Lisert. Flussi straordinari sì e concentrati nei fine settimana, ma che si sono sommati all appesantimento provocato dai lavori per la realizzazione del sottopasso sulla linea ferroviaria Trieste-Venezia, lungo la statale 305. Il nuovo Piano urbano del traffico intercomunale propone il dirottamento del traffico di attraversamento sulla nuova circonvallazione di Ronchi, Monfalcone e Staranzano che sarà costituita dalla bretella tra l aeroporto e la strada provinciale per Grado. Apertura

7 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Una circonvallazione eliminerà il caos sulla «14» Via Primo Maggio percorsa da 3500 auto all ora, il 20% in meno rispetto all A4 ILPROBLEMA DEL TRAFFICO È stata ancora un estate di passione per i residenti di via Primo Maggio - la statale 14 - stretta nella morsa del traffico vacanziero dirottato sulla viabilità ordinaria a causa degli intasamenti della barriera autostradale del Lisert. Flussi straordinari sì e concentrati nei fine settimana, ma che si sono sommati all appesantimento provocato dai lavori per la realizzazione del sottopasso sulla linea ferroviaria Trieste-Venezia, lungo la statale 305. La creazione di una bretella per la viabilità alternativa, infatti, è riuscita a evitare solo in parte che molti mezzi deviassero lungo la statale 14. Da parte delle opposizioni, ma anche di buona parte della maggioranza, viene rilanciata la necessità che si vada alla liberalizzazione dell ultimo tratto autostradale con l arretramento della barriera del Lisert a Villesse. I residenti auspicano la creazione di percorsi alternativi lungo le provincialie maggiori controlli da parte della Polizia municipale. La Provincia, da parte sua, proprio per evitare il caostraffico lungo la statale 14 e limitare quindi i disagi per i residenti, ha offerto la possibilità, per i residenti nel Monfalconese, di utilizzare dei telepass con i quali poter percorrere gratuitamente il tratto autostradale Lisert- Redipuglia. Un incentivo che però non serve per i non residenti nella zona e quindi per le migliaia di turisti di passaggio per Monfalcone diretti alla volta delle coste croate. Il nuovo Piano urbano del traffico intercomunale propone però delle soluzioni, anche se saranno attuabili non nel breve periodo. Il piano, presentato all inizio di luglio, ha del resto come strategia di fondo il dirottamento del traffico di attraversamento sulla nuova circonvallazione di Ronchi, Monfalcone e Staranzano che sarà costituita dalla bretella tra l aeroporto e la strada provinciale per Grado, il potenziamento di via Grado-viale Cosulich, la riorganizzazione dell'asse di via Boito-via Colombo. Una volta predisposta la nuova viabilità, l ente locale potrà in sostanza «declassare» l attuale viabilità di attraversamento, trasformando, anche con degli interventi di arredo, via Primo Maggio in una vera e propria strada urbana. PROTESTE Anche quest estate via Primo Maggio è risultata ostaggio del traffico e dell inquinamento, funzionando, ed è sempre un paradosso, come circonvallazione al tratto Redipuglia-Lisert dell autostrada A4, intasata dalle colonne dei vacanzieri spesso costretti a lunghe code alla barriera del Lisert e quindi invitati dalle stesse Autovie a uscire a redipuglia. A farne le spese sono i residenti della zona, perché via Primo Maggio, già in una mattinata di un qualsiasi giorno feriale e non nei sabato di grande esodo, è percorsa in entrambe i sensi di marcia da quasi auto all ora. Sono emblematici i dati raccolti dal circolo monfalconese di Legambiente e dal Comitato per la liberalizzazione dell A4 sui flussi di traffico che quotidianamente coinvolgevano le due strade statali, tra le 7 e le 9 dei giorni feriali, prima dell'avvio dei lavori del sottopasso di San Polo. TRAFFICO All altezza del passaggio a livello di San Polo è stato rilevato il passaggio di veicoli, di cui diretti a Monfalcone e 840 diretti verso Ronchi, mentre sulla statale 14 all altezza del cavalcaferrovia i flussi sono rispettivamente di mezzi verso Monfalcone e verso Ronchi, per un totale di veicoli. Si tratta di numeri che assumono particolare significato se confrontati con i dati (fonte Autovie Venete) sul flusso veicolare nelle stesse fasce orarie rilevato alla barriera autostradale del Lisert. Sommando i veicoli in entrata e in uscita al casello, si scopre che ad attraversare l ultimo tratto dell autostrada sono in totale mezzi, in meno rispetto alla viabilità ordinaria. Comprensibili i disagi cui vanno incontro gli abitanti della via cittadina. LA PROPOSTA «L amministrazione comunale non è rimasta ferma - afferma l assessore all Urbanistica Massimo Schiavo -, ma ha ricercato delle soluzioni che necessariamente dovevano coinvolgere i comuni limitrofi di Ronchi e Staranzano». Il Piano urbano del traffico, come strategia di fondo, propone appunto il trasferimento del traffico di puro attraversamento sulla nuova circonvallazione meridionale, che sarà affiancata inoltre, come sottolinea l assessore Schiavo, dalla creazione di nuove connessioni tra i tre centri. Come la nuova strada di collegamento tra Ronchi dei Legionari e Staranzano e il nuovo cavalcaferrovia nella zona di San Vito a Ronchi e la nuova via che connetterà la zona di via Trieste a via Grado. «A fronte della nuova viabilità - sottolinea ancora l assessore Schiavo - sarà possibile dirottare il traffico di attraversamento già dalla rotatoria che sarà creata sulla statale 305 all altezza dello stabilimento ronchese della Detroit o in senso opposto utilizzando l asse di via Colombo-via Boito». Come? Non solo attraverso specifiche ordinanze di traffico, ma anche trasformando le vie ora utilizzate per attraversare Ronchi dei Legionari e Monfalcone in vere strade urbane. Ne è un esempio la previsione relativa a via Redipuglia a Ronchi che sarà riconvertita in un vero e proprio viale urbano. «A quel punto non sarà più economico utilizzare strade, dove la percorrenza non potrà avvenire in modo fluido», rileva l assessore monfalconese all'urbanistica. «Una volta realizzato il sottopasso ferroviario di San Polo - aggiunge Schiavo -, via Primo Maggio risulterà comunque alleggerita di una parte del traffico che vi si è scaricato dalla statale 305». LIBERALIZZAZIONE Le strategie messe in campo dal Piano urbano del traffico non hanno però posto in secondo piano l obiettivo di ottenere lo spostamento della barriera del Lisert a Villesse, facendo in modo che l autostrada costituisca una vera e propria circonvallazione per il Monfalconese. «Le soluzioni proposte dal Piano urbano del traffico - afferma anche l assessore Schiavo - e le diverse strategie vengono messe in atto in attesa della liberalizzazione dell A4 che risulterebbe senz altro il provvedimento in grado di avere i massimi effetti sulla viabilità di via Primo Maggio. Laura Blasich Apertura

8 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Apertura

9 21 AGO 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 3 SUBITO UNA SERIE D INCONTRI «Coordinamento fra le forze dell ordine» Nel suo primo giorno da prefetto di Gorizia Maria Augusta Marrosu,checomenotoricopriva precedentemente la carica di presidente della Commissione territoriale per i rifugiati, ha incontrato il sindaco del capoluogo isontino Ettore Romoli, il questoreantonio Tozzi e ivertici provinciali di carabinieri e Guardia di finanza. Inoltre, ha sentitotelefonicamenteilsindaco di Gradisca Franco Tommasini. Ha visitato poi la sede del 13º Reggimento carabinieri Friuli Venezia Giulia nella caserma Cascino di via Trieste ricevuta dal comandante Guido De Masi e qui ha reso omaggio alla bandiera del Reggimento e deposto una corona di allora al monumentochericordaitremilitari del 13º periti nell attentato di Nassiriya del 12 novembre Nell assumere le funzioni prefettizie,ladottoressa Marrosu ha sottolineato l esistenza di unrapportodifattivacollaborazioneecoordinamentotraleforze dell ordine. Il neoprefetto ha inviato un saluto indirizzato allapopolazioneealleautoritàcivili, militari e religiose, alle forze dell ordine, alla magistratura, ai rappresentanti del mondo politico, alle istituzioni culturali, alle organizzazioni sindacali e imprenditoriali, alle associazionidicategoria economichee professionali, a quelle sportive edelvolontariato.«pongoalserviziodellacollettività haprecisato il mio impegno corretto e leale, disponibile al colloquio più aperto». Una disponibilità cheladottoressamarrosuhadimostrato anche nei confronti dei media ricevendo già ieri con squisita cortesia i rappresentanti della stampa locale. «Sarò lieta ha detto di poter essere fedele interprete delle esigenze e dei problemi locali in sinergia con quanti nei vari settoridellavitadellaprovincia operanoper l accrescimentocivile, economico e sociale della provincia di Gorizia». Interpellata a proposito della questione ordinanza schiamazzi la dottoressa Marrosu ha commentato: «Sarebbe auspicabile che da parte di tutti i cittadini ci fosse la consapevolezza di quanto sia importante rispettare il decoro urbano e il senso civico evitando comportamenti che possono arrecare disturbo». (p.t.) Taglio alto

10 21 AGO 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 5 ROMANS Rinnovare : sul caso Iris, Zanella difenda i diritti dei cittadini ROMANS.Ilgruppodiminoranza Rinnovare Romans in una nota fa le sue considerazioni in merito all attuale situazione di Iris esprimendo preoccupazioni sul futuro dell azienda. «Sonorisapute lemilledifficoltà che la società attraversa sostiene il gruppo d opposizione e sono altrettanto conosciuti i rincari delle bollette subiti in questiannidaicittadini.leultime battute sulla questione dimostranoilgradodidisorientamento proprio ai vertici della gestione. Sulla stampa locale si legge che il presidente di Iris, Querin,ragionadiimpiantipropriediautonomiaepoisiviene asapere,attraversoaltriarticoli, che i sindaci cercano aggregazioni con Acegas e risulta interessante,mapercertiversiincoerente,laposizionedelpresidente della Provincia, Gherghetta, che sostiene l ipotesi di un dissociatore molecolare». Rinnovare Romans si chiede se i sindaci responsabili si siano confrontati e se esiste una vera programmazione ambientale tra amministrazione provinciale, sindaci e gestione unica dell azienda. «I sindaci hanno una visione coerente di maggioranza sichiedonoiconsiglieri di Rinnovare? È difficile sostenerlo, infatti dalla stampa si assume che Bergamin, sindaco di Medea, frena molto sulle iniziative dell assembleadei sindacidiiris. Egli fanotarechesiprofilatraleipotesidisalvataggiodiirisunariedizione degli stessi metodi che l hannomessa in piedi echeoggi ne causano il naufragio. La questionepoliticadiirislastanno pagando tutti e il sindaco Bergamin paventa un altra gestione politica che non tiene conto di esigenze territoriali, economiche e sociali. Secondo Bergamin, e rispetto a ciò concordiamofermamente sottolineano i consiglieri di Rinnovare Romans, è mancata la concertazioneconicittadiniiquali devono essere messi al correnteche, in caso di una vendita ad Acegas,sarànecessarioaumentarele tariffe del 30% perché di tanto sono superiori quelle della società triestina. Una situazionesimilesi eragiàverificata alla nascita di Iris nel 2003 (Aamiavevatariffemoltopiùbasse rispetto ad Amg ed Enam), quando l accorpamento ha comportatounalievitazionenotevole dei costi». «Ora, lo afferma Bergamin, stiamoandandoincontroallaripetizione degli stessi errori. Quindi, deduciamo noi, scaricheranno sulla gente gli oneri dellabellatrovata,ilchesignifica aumenti delle tariffe per le famiglie quali riscontro di un incapacità programmatica e gestionale. Inoltre Acegas non è interessata alla raccolta differenziata perché Trieste vuoleunamassaindistintadirifiuti per alimentare a pieno regimeletrelineedelproprioimpianto di termovalorizzazione. Questo significa, né più né meno, che i sindaci sono disposti a rinnegarecinqueannidigestione del settore». Il gruppo di minoranza invita il sindaco di Romans, AlessandroZanella, atutelare i propricittadininellefutureassemblee di Iris. «Vorremmo che il sindaco si spendesse a favore dei suoi cittadini e prendesse degli impegni chiari rispetto a un servizio di smaltimento efficace, in termini di tutela ambientale, efficiente, rispetto all organizzazione della raccolta dei rifiuti ed economico relativamente alla necessità di non gonfiarei tributigià alti chepaganooraicittadiniperunservizio di cui non conoscono il realebeneficioper l ambiente. Vogliamo che il rappresentante del Comune di Romans nell assemblea diiris facciail sindaco diromansatuteladellacittadinanza e faccia valere il proprio voto e la propria voce nel dibattito per salvaguardare i legittimi interessi e i diritti della comunità di Romans». Le polemiche su Iris e sulla raccolta dei rifiuti non accennano a placarsi Taglio basso

11 21 AGO 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 7 Monfalcone. Tante critiche Wwf, bocciato il progetto per il Carso MONFALCONE. «Carso 2014: ennesima occasione persa, visto che il progetto della Provincia di Gorizia nasce senzaunavisionetransfrontalieraedelle aree protette». È questo il commento che il Wwf, sezione isontina-monfalcone, presieduto da Paola Barban, fa del progettodivalorizzazionedell areacarsica,recentementeapprovatodalconsiglio provinciale e che prende in considerazione l area carsica da Gorizia a Monfalcone. Gli ambientalisti del Wwf, assieme ad associazioni speleologiche e ad alcuni operatori agricoli, giudicano lo studio del tutto inadeguato, perchémostraunascarsissimaconoscenza di questi luoghi e punta a valorizzare soltanto uno dei molteplici aspetti del Carso, le trincee e i manufatti della Grande guerra, trascurando tutte le altre potenzialità del territorio, compresi i riferimenti al sito d importanza comunitaria del Carso triestino e goriziano e alla zona di protezione speciale delle aree carsiche della Venezia Giulia, istituiti in base alle direttive europee. «La principale e pressoché esclusiva attrattivariconosciutaalcarsoisontino è rappresentata dalle trincee e dagli altri manufatti della prima guerra mondiale, tanto da affermare che il Carso non c era prima del 1915 : è un approccio fortemente limitante. Da un punto divista storico si disconoscono elementi di sicuro interesse, anche turistico, come i castellieri, i resti romani e del periodo veneziano, i borghi carsici e nonsiconsideranoaspettigeologici,naturalistici, etnografici e culturali», afferma Paola Barban, osservando che i siti militari possono attrarre flussi anche consistenti di visitatori (si pensi al sacrariodiredipuglia),ma,comeavviene già oggi, si tratta di un turismo mordi e fuggi, che lascia poche ricadute sul territorio. L associazione ambientalista è preoccupata per il progetto di potenziamento delle sponde fluviali dell Isonzo, che rischia di compromettere habitat prioritari per l avifauna, oppure per la «valorizzazione delle doline medianteinstallazioniluminose». Lapauraèquelladiarrivareallabanalizzazione di un territorio. Sarebbe più opportuno ripartire in maniera più equa ed equilibrata le risorse. «Se i siti della Grande guerra di Monfalcone, del San MicheleediRedipugliasonorealtàesistentiedaconsolidare,visononumerose altre esigenze da considerare e finanziareadeguatamente dice, come peresempioilsistemafognariodeiborghi carsici o il mantenimento della landa carsica». Il Wwf isontino auspica, pertanto, una profonda revisione del progetto. Spalla destra

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

- la difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale;

- la difesa della vita, dal concepimento alla morte naturale; PER UN VERO CAMBIAMENTO Anche a Campi i veri valori non sono in vendita Un programma elettorale non può nascere soltanto da una pragmatica e attenta disamina della realtà sociale ed economica: ciò consente

Dettagli

PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015

PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015 PARERE CRUI SULLO SCHEMA DEL DECRETO DI RIPARTO DEL FONDO DI FINANZIAMENTO ORDINARIO PER L ANNO 2015 L Assemblea della CRUI, riunitasi il giorno 7.5.2015, preso atto della nota MIUR del 6.5.2015, esprime,

Dettagli

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI

COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI COLLEGAMENTO LINEA URBANA N. 13 ISTITUTO ENRICO FERMI VIA BOLOGNESI Marzo 2015 STATO DI FATTO Gli studenti della frazione di Sesso, che frequentano la scuola media Enrico Fermi di Via Bolognesi a Reggio

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

STUDIO DI FATTIBILITA DELLE LIMITAZIONI DI CIRCOLAZIONE SUL LUNGOLAGO

STUDIO DI FATTIBILITA DELLE LIMITAZIONI DI CIRCOLAZIONE SUL LUNGOLAGO STUDIO DI FATTIBILITA DELLE LIMITAZIONI DI CIRCOLAZIONE SUL LUNGOLAGO PRESENTAZIONE DEI RISULTATI 3 novembre 2015 METODOLOGIA : sequenza delle valutazioni modellistiche Fase 1 Attività a) Scenari complessivi

Dettagli

LAND Milano srl arch. Andreas Kipar

LAND Milano srl arch. Andreas Kipar LA NUOVA RETE DEI PAESAGGI DELLA PROVINCIA DI GORIZIA Contributo della Provincia di Gorizia alla candidatura a Venezia e Nordest capitale della cultura 2019 LAND Milano srl arch. Andreas Kipar 3 settembre

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

INDICE pag. 01. 1.1.) Le infrastrutture pag. 02. 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03

INDICE pag. 01. 1.1.) Le infrastrutture pag. 02. 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03 INDICE pag. 01 1.) Le infrastrutture e le previsioni del P.R.G. pag. 02 1.1.) Le infrastrutture pag. 02 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03 2.) Gli effetti delle previsioni della Variante al P.R.G.

Dettagli

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine Allegato Traffico - PGT di Ospedaletto Lodigiano Premessa Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine di evidenziare ed approfondire la tematica del

Dettagli

borsa europea grande guerra

borsa europea grande guerra Promosso da In occasione di Organizzato da Con la collaborazione di Con il patrocinio di Comune di Gorizia borsa europea TURISMO STORICO grande guerra Foto proprietà E.I - Museo Storico del 7 Reggimento

Dettagli

DISTRETTI TURISTICI. Allegati alla Lettera ai rappresentanti istituzionali e politici della provincia di Salerno

DISTRETTI TURISTICI. Allegati alla Lettera ai rappresentanti istituzionali e politici della provincia di Salerno DISTRETTI TURISTICI La Giunta Regionale, su proposta dell Assessore competente, sentita la Commissione competente per materia, pone in essere iniziative di supporto agli attori dello sviluppo locale, sostenendo

Dettagli

Peschiera Borromeo - Via Trieste 39 c/o Il Truciolo Bar Caffetteria OSSERVAZIONI E PROPOSTE

Peschiera Borromeo - Via Trieste 39 c/o Il Truciolo Bar Caffetteria OSSERVAZIONI E PROPOSTE OSSERVAZIONI E PROPOSTE OSSERVAZIONI E PROPOSTE AL PGT ADOTTATO IN DATA 27/02/2012 OSSERVAZIONI 1) Gli elaborati del PGT propongono la realizzazione di una strada posta tra il Castello della Longhignana

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 24 OTTOBRE 2011. Rassegna per testata/edizione

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 24 OTTOBRE 2011. Rassegna per testata/edizione PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 24 OTTOBRE 2011 Rassegna per testata/edizione N Titolo Testata-Edizione Data 1 Nuova presidente al Soroptimst Il Piccolo Gorizia/Monfalcone 24-10-2011 Provincia

Dettagli

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria

PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria PERUGIA SMART CITY IDEE E PROGETTI PER IL FUTURO Martedì 3 marzo - Confindustria Umbria VINCENZO PIRO Dirigente Area Risorse Ambientali, Smart City e Innovazione Comune di Perugia PERUGIA SMART CITY: IDEE

Dettagli

P0809. Riferimento commessa: Novembre 2012. arch. Veronica Indelicato ing. Alessandra Cattaneo dott. Mario Travaglini

P0809. Riferimento commessa: Novembre 2012. arch. Veronica Indelicato ing. Alessandra Cattaneo dott. Mario Travaglini Viale Lombardia 5 20131 Milano Tel. 02.70632650 fax 02.2361564 citra@citrasrl.it Riferimento commessa: P0809 Novembre 2012 prof. arch. Giorgio Goggi ing. Michele D Alessandro Responsabile scientifico Direttore

Dettagli

Attività dell Urban Center

Attività dell Urban Center Attività dell Urban Center Report dell incontro con i rappresentanti di associazioni e cooperative 14 giugno 2012 www.rosignanofacentro.it info@rosignanofacentro.it Percorso di partecipazione promosso

Dettagli

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014

DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 DOSSIER CONFCOMMERCIO MODENA Lunedì, 16 giugno 2014 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 11 15/06/2014 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 5 15/06/2014 Gazzetta di Modena Pagina 9 DOSSIER CONFCOMMERCIO

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL

ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL Seminario Nazionale ATTUAZIONE DEL PROGETTO WI-FI CGIL 10 luglio 2009 Sala Fernando Santi - CGIL nazionale - Corso d Italia 25 - Roma PRESENTAZIONE DEL PROGETTO Wi-Fi CGIL All interno del Progetto nazionale

Dettagli

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti

Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Provincia di Milano Linee guida per un Patto Metropolitano Per una forte e condivisa politica contro gli inquinamenti Giunta Provinciale 11 settembre 2006 Atti n. 187671/11.1/2006/9255 pag. 1 La Giunta

Dettagli

DOCUMENTO del gruppo La città accessibile

DOCUMENTO del gruppo La città accessibile DOCUMENTO del gruppo La città accessibile TITOLO DELLA PROPOSTA: Bella e accessibile Follonica /problemi di ieri e di oggi Fino al 1836 poco più di uno stradello collegava il primo forno fusorio, Forno

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni.

Guardando alla data odierna, Milano, ha già superato il bonus di pm 10 dei 35 giorni. 1 Prima di qualsiasi altra valutazione, vorrei soffermarmi su tre considerazioni, per me fondamentali per meglio definire il contesto in cui si sviluppa la nostra azione o le nostre pratiche sindacali,

Dettagli

Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA

Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA PROPOSTE DI RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA rapporto finale luglio 2009 Ing. Ivan Genovese ig@mobiliter.it CONTENUTI A. INQUADRAMENTO

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza

I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada. Ilaria Bramezza I recenti interventi normativi per le infrastrutture: la Finanza di Progetto applicata ad un autostrada Ilaria Bramezza 1. Il project financing Il project financing è una tecnica per la realizzazione di

Dettagli

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana

Questionario Trasporti pubblici e Igiene urbana 1. In quale comune risiede abitualmente? 1. Torino Proseguire 2. Milano Proseguire 3. Roma Proseguire 4. No (Chiudere intervista) 2. Sesso 1. Maschio 2. Femmina Domande Sociodemo Agenzia (8) 3. Mi può

Dettagli

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015

DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 DOSSIER Giovedì, 05 febbraio 2015 3 5 febbraio 04/02/2015 Il Resto del Carlino (ed. Modena) Pagina 16 «Centro storico, il tema ztl è prematuro» 1 03/02/2015 (ed. Modena)

Dettagli

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ

SCALE MOBILI PER LE CITTÀ PER LE CITTÀ L utilizzo di scale mobili e ascensori per facilitare la mobilità delle persone nelle città d arte o in luoghi difficilmente accessibili vede oggi una significativa accelerazione, e dopo il

Dettagli

L IMPEGNO PER IL TERRITORIO

L IMPEGNO PER IL TERRITORIO #piufortintoscana Introduzione Quelli che ci siamo messi alle spalle sono stati anni duri per tutti, ma la Toscana ha sopportato meglio di altri l impatto con la crisi. E la Regione ha svolto un ruolo

Dettagli

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO

LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO LE SCELTE DI MOBILITÀ IN UNA CITTÀ SENZA TRAFFICO AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Ottobre 2010 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 12 Tutti in autobus,

Dettagli

TARIFFE BUS, INVARIATI ABBONAMENTI E SERVIZI URBANI

TARIFFE BUS, INVARIATI ABBONAMENTI E SERVIZI URBANI anno 9> numero 1>febbraio 2014 TARIFFE BUS, INVARIATI ABBONAMENTI E SERVIZI URBANI Nessun aumento per gli abbonamenti ordinari mensili e annuali e nessun aumento per i biglietti di corsa semplice urbana

Dettagli

Montecassiano Bene Comune

Montecassiano Bene Comune Montecassiano Bene Comune Programma per l amministrazione comunale 2014-2019 non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini; abbiamo solo bisogno di più gente onesta (b.c.)

Dettagli

ARGOMENTI PROPOSTI. - Progettazione per lotti e fruibilità progressiva

ARGOMENTI PROPOSTI. - Progettazione per lotti e fruibilità progressiva Municipio 1 Centro Est Caserma Gavoglio, una rigenerazione urbana di interesse del quartiere e della città: esame delle principali tematiche 20 giugno 2015, dalle ore 09:30 alle ore 13:30, Scuola Duca

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 alla quale partecipano i Signori: GHERGHETTA Enrico Presidente P ČERNIC

Dettagli

Programma integrato per lo sviluppo urbano e la mobilità ciclabile, pedonale e pendolare nell Area Metropolitana di Cagliari

Programma integrato per lo sviluppo urbano e la mobilità ciclabile, pedonale e pendolare nell Area Metropolitana di Cagliari Programma integrato per lo sviluppo urbano e la mobilità ciclabile, pedonale e pendolare nell Area Metropolitana di Cagliari Seminario Tecnico : Pavimentazioni ecologiche ed economiche per nuovi itinerari

Dettagli

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014

rassegna stampa RASSEGNA STAMPA Cod.: PGA.GR.1-IO.2.M1 Rev. 1 Data: 02-01-2014 Ufficio Relazioni con il Pubblico Pagina 1 di 5 Data 12 Novembre 2014 Pagina 1 di 5 rassegna stampa Data 12 Novembre 2014 IL CITTADINO Lodi Codogno Dopo il rifiuto di Rossi, non si placa la polemica Casale Sant Angelo Lodigiano L Asl dice addio a Villa Cortese: gli uffici

Dettagli

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato)

LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI E DELL IDENTITA SICILIANA (di seguito Assessorato) PROTOCOLLO D INTESA PER LA INDIVIDUAZIONE DI AZIONI COMUNI VOLTE A MIGLIORARE LA VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO CULTURALE DELLE CITTA D ARTE DELLA SICILIA TRA LA REGIONE SICILIANA ASSESSORATO DEI BENI CULTURALI

Dettagli

PROVE DI RIGENERAZIONE URBANA Tre temi e sei progetti per Baranzate Una mostra e un libro Novembre 2012

PROVE DI RIGENERAZIONE URBANA Tre temi e sei progetti per Baranzate Una mostra e un libro Novembre 2012 1 Programma dell iniziativa: PROVE DI RIGENERAZIONE URBANA Tre temi e sei progetti per Baranzate Una mostra e un libro Novembre 2012 L occasione L iniziativa nasce da un interlocuzione tra la Scuola di

Dettagli

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO)

COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) COMUNE DI OULX (PROVINCIA DI TORINO) VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 108 OGGETTO: Iniziative di animazione e intrattenimento durante le festività natalizie: linee di indirizzo dell amministrazione

Dettagli

Comitato per il completamento del Gottardo NO all isolamento del Ticino! 3 o%obre 20111

Comitato per il completamento del Gottardo NO all isolamento del Ticino! 3 o%obre 20111 Comitato per il completamento del Gottardo 3 o%obre 20111 Struttura della presentazione: 1. Introduzione 2. Illustrazione dei dati raccolti mediante istogrammi e grafici 3. Descrizione degli andamenti

Dettagli

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE

Agenda Locale COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE Agenda Locale 21 20-20-20 PIANO D AZIONE LOCALE COMUNE DI PASIANO DI PORDENONE INDICE PREMESSA 3 ENERGIA 4 IL PIANO D AZIONE: L ENERGIA 5 1. COMUNICAZIONE E SENSIBILIZZAZIONE...

Dettagli

Costruiamo insieme la città di domani. Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile

Costruiamo insieme la città di domani. Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile Costruiamo insieme la città di domani Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile Chi è SABA Il mondo del parcheggio, in mani esperte Siamo una grande realtà nel settore dei parcheggi pubblici

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015

RASSEGNA STAMPA. rassegna stampa. 10/11/12 Ottobre 2015 Pagina 1 di 5 rassegna stampa 10/11/12 Ottobre 2015 IL CITTADINO Lodi Indagini sul concorsone, i carabinieri anche al Ced (10/10/2015) Ospedali, Rossi venga in audizione in consiglio (10/10/2015) Lettere

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. II Giornale CENTONO VE Quotidiano di Sicilia IL SOLE 24 ORE II Messaggero CORRIERE DELLA SERA RAITV RAlSSicilia MEDIASET 13-4-2015

RASSEGNA STAMPA. II Giornale CENTONO VE Quotidiano di Sicilia IL SOLE 24 ORE II Messaggero CORRIERE DELLA SERA RAITV RAlSSicilia MEDIASET 13-4-2015 GAZZETTA DEL SUD Agenzia ANSA Giornale di Sicilia Milano Finanze LA SICILIA Agenzia ITALIA LA REPUBBLICA Agenzia ITALPRESS Italia Oggi Agenzia ADNKRONOS RASSEGNA STAMPA 13-4-2015 II Giornale CENTONO VE

Dettagli

Il modello di sviluppo futuro del territorio di Pozzolengo

Il modello di sviluppo futuro del territorio di Pozzolengo Il modello di sviluppo futuro del territorio di Pozzolengo 1. I risultati della partecipazione Nell arco dei due giorni della Fiera di S. Giuseppe hanno preso parte alle attività di partecipazione 86 persone,

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

dal 1986, eresie capaci di futuro

dal 1986, eresie capaci di futuro Questo antro è dedicato ai folli. Agli anticonformisti. Ai ribelli. Ai piantagrane. A quelli che dicono sempre no perchè hanno sempre in testa una soluzione migliore. A quelli che, guardando il mondo,

Dettagli

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma

Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Venezia, 10-20 novembre 2004 Catalogo della Mostra Comune di Roma Risorse per Roma Spa Campidoglio due, la città dei cittadini Piano per la rilocalizzazione degli uffici centrali del Comune di Roma Piano

Dettagli

ESTRATTO VERBALE SEDUTA DEL 4 Giugno 01 Presidenza della Giunta Regionale - Sala della Giunta Ore 11,00

ESTRATTO VERBALE SEDUTA DEL 4 Giugno 01 Presidenza della Giunta Regionale - Sala della Giunta Ore 11,00 ESTRATTO VERBALE SEDUTA DEL 4 Giugno 01 Presidenza della Giunta Regionale - Sala della Giunta Ore 11,00 Presiede Claudio Martini, Presidente della Regione: rivolge un indirizzo di saluto e comunica che

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LECCE

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI LECCE CONSULTAZIONE PUBBLICA Pianificazione Urbanistica Partecipata La Città non è fatta di soli edifici e piazze, ma è fatta di memoria, di segni, di linguaggi, di desideri, che sono a loro volta l espressione

Dettagli

INCHIESTA NAZIONALE SUL GRAFFITISMO

INCHIESTA NAZIONALE SUL GRAFFITISMO INCHIESTA NAZIONALE SUL GRAFFITISMO Premessa L Associazione Nazionale Antigraffiti svolge un attività di informazione e prevenzione nell ambito del graffitismo vandalico; presta inoltre un supporto legale

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 465 DEL 5/12/2001

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 465 DEL 5/12/2001 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 465 DEL 5/12/2001 Adozione del nuovo Piano Urbano del Traffico contenente riferimenti al Piano Integrato della Mobilità e degli Orari e Programma Urbano dei Parcheggi.

Dettagli

OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO

OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO CIRCOLO ARCOBALENO LEGAMBIENTE 20/04/2015 OSSERVAZIONI AL PUMS DELLA CITTA DI MILANO Il Circolo Arcobaleno di Legambiente, con sede a Melegnano

Dettagli

TREVISOCULTURECITY TREVISOBUSINESSCITY TREVISOGREENCITY PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE PEDONALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO

TREVISOCULTURECITY TREVISOBUSINESSCITY TREVISOGREENCITY PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE PEDONALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO Città di MOBILITÀ SICUREZZA AMBIENTE CULTURA TURISMO SPETTACOLO TERRITORIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE DEL CENTRO STORICO PROCESSO PARTECIPATO TREVISO COMMUNITY

Dettagli

PREMESSA Piano Strutturale

PREMESSA Piano Strutturale PREMESSA il Comune ha avviato la procedura di revisione ed aggiornamento del Piano Strutturale, il documento che disegna il futuro del territorio, sia per il suo sviluppo, sia per la sua tutela. Per permettere

Dettagli

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore,

Fa stato il discorso orale. Egregi signori, Gentili signore, Discorso pronunciato dal Consigliere di Stato Michele Barra in occasione dell inaugurazione del Convegno Sfide e opportunità della grande mobilità organizzato da Lions Regio Insubrica Mendrisio, 5 ottobre

Dettagli

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità

Partecipazione. Pianificazione. Responsabilità Programma Elezioni Comunali Rimini 2011 Partecipazione Non ci sono politici di mestiere, i cittadini partecipano al governo della città Pianificazione Si condivide un progetto complessivo, si attua per

Dettagli

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola

Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Alternativa 4 - Pedonalizzazione forte della penisola Questa alternativa si differenzia dalle altre per la regolamentazione degli accessi alla penisola particolarmente rigida: non sono autorizzati ad accedere

Dettagli

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1

STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali STUDENTI DELL UNIVERSITA DI PAVIA: LE RISPOSTE APERTE AL QUESTIONARIO SPOSTAMENTI CASA-UNIVERSITA 1 Sabrina Spaghi Università

Dettagli

Il Lions riscopre la storia cittadina Inaugurate le colonnine informative sulle vicende e i luoghi simbolo

Il Lions riscopre la storia cittadina Inaugurate le colonnine informative sulle vicende e i luoghi simbolo Data 18/11/2012 Il Lions riscopre la storia cittadina Inaugurate le colonnine informative sulle vicende e i luoghi simbolo Inaugurate ieri in piazza Vittoria le colonnine informative e turistiche del progetto

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale

progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale progetto scandellara interventi di trasformazione urbana in San Vitale fe r ma t a S. R it a via ma ssaren ti Nella zona intorno a via Scandellara (tra via del Terrapieno, la ferrovia Sfm Veneta e la

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia

I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia. L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia I dossier del Centro di Monitoraggio della Sicurezza Stradale di Regione Lombardia L incidentalità sulle strade della provincia di Brescia Novembre 2014 Per accedere al data-base dell incidentalità stradale

Dettagli

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso

Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Il Piano di mobilità per Poli Industriali della Provincia di Treviso Poli coinvolti Polo industriale di Villorba Polo industriale di Conegliano Veneto - Vittorio Veneto collocati entrambi a nord del Comune

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE

PROTOCOLLO D INTESA PREMESSO CHE REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA AGENZIA NAZIONALE PER I GIOVANI PROTOCOLLO D INTESA Tra la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e l Agenzia Nazionale per i Giovani in relazione alle attività e

Dettagli

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 5

RESOCONTO STENOGRAFICO n. 5 XVII LEGISLATURA Giunte e Commissioni RESOCONTO STENOGRAFICO n. 5 4ª COMMISSIONE PERMANENTE (Difesa) INTERROGAZIONI 17ª seduta: mercoledì 31 luglio 2013 Presidenza del vice presidente CONTI IN 0061 TIPOGRAFIA

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile

ANSA. Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile ANSA Giustizia: Oua a Letta, ottimistiche previsioni su civile (ANSA) - ROMA, 30 SET - "Con il premier Letta siamo d' accordo su una cosa importante: il Paese ha bisogno di interventi sulla giustizia a

Dettagli

La Gronda di Genova. DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009. Quaderno degli attori

La Gronda di Genova. DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009. Quaderno degli attori La Gronda di Genova DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009 Quaderno degli attori Presentato da 17 marzo 2009 La Cisl di Genova, ritiene non più rinviabile l adeguamento e la costruzione di opere

Dettagli

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO

COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO COMUNE DI TROVO Provincia di Pavia P.G.T. PIANO DEL GOVERNO DEL TERRITORIO RECEPIMENTO DELLE PRESCRIZIONI PREVALENTI DELLA PROVINCIA IN MERITO ALLA VERIFICA DI COMPATIBILITA CON IL P.T.C.P. ART.13 commi

Dettagli

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità Roma, martedi 27 aprile 2004 L esperienza italiana nel contesto internazionale Gestori Circuito I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il Car sharing in Italia è

Dettagli

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM

CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM CONFERENZA DEL TURISMO ITALIANO GENOVA 20-21 SETTEMBRE 2004 CENTRO CONGRESSI MAGAZZINI DEL COTONE AUDITORIUM INTERVENTO DELL'ASSESSORE REGIONALE ALLE POLITICHE DEL TURISMO E DELLA MONTAGNA DELLA REGIONE

Dettagli

PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali Totali

PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali Totali FONDAZIONE ASM BRESCIA Sede legale: 25124 Brescia via Lamarmora, 230 Sede operativa: 25121 Brescia Piazza del Vescovato, 3 Codice fiscale: 02339090983 PREVENTIVO ESERCIZIO 01/07/2015-30/06/2016 Parziali

Dettagli

PIANO EMERGENZA VIABILITA' AUTOSTRADALE PERCORSO: PALMANOVA VILLESSE CHIUSURA CARREGGIATA EST USCITA OBBLIGATORIA: PALMANOVA

PIANO EMERGENZA VIABILITA' AUTOSTRADALE PERCORSO: PALMANOVA VILLESSE CHIUSURA CARREGGIATA EST USCITA OBBLIGATORIA: PALMANOVA PERCORSO: PALMANOVA VILLESSE CHIUSURA CARREGGIATA EST USCITA OBBLIGATORIA: PALMANOVA 1 Bagnaria Arsa Sevegliano Incrocio SR352 - SP126 2 Bagnaria Arsa Sevegliano Incrocio SR352 - via Roma 3 Cervignano

Dettagli

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO

CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO CONGESTION CHARGE: LE RAGIONI DI UN DISSENSO 1. Premessa Nei mesi scorsi Assolombarda ha espresso all Amministrazione Comunale la propria contrarietà alla congestion charge, ritenendola un provvedimento

Dettagli

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO)

Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di PARELLA (CITTÀ METROPOLITANA DI TORINO) Votazioni del giorno 31/05/2015

Dettagli

Cura del Documento: Giuseppe Gargano. Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia

Cura del Documento: Giuseppe Gargano. Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia Cura del Documento: Giuseppe Gargano Programma di Cooperazione transfrontaliera Italia - Slovenia Tipologia di cooperazione Area eleggibile Transfrontaliera Ai sensi dell art. 7(1) del reg. 1083/2006,

Dettagli

COMUNE DI PISOGNE PROVINCIA DI BRESCIA. Verbale di deliberazione del. Consiglio Comunale. n. 12

COMUNE DI PISOGNE PROVINCIA DI BRESCIA. Verbale di deliberazione del. Consiglio Comunale. n. 12 COMUNE DI PISOGNE PROVINCIA DI BRESCIA Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 OGGETTO: VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ED ALLA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2008/10 APPLICAZIONE

Dettagli

INDICE. Mappa dell accessibilità urbana

INDICE. Mappa dell accessibilità urbana INDICE Considerazioni di base e concetti introduttivi Riferimenti normativi Obiettivi Metodologia di lavoro Elenco dei beni censiti Schedatura degli immobili pubblici o di tipo pubblico Cenni sulle problematicità

Dettagli

ed un collegamento diretto tra questo casello e la città di Pescia; PREMESSO CHE:

ed un collegamento diretto tra questo casello e la città di Pescia; PREMESSO CHE: LA REALIZZAZIONE DI UNA ROTATORIA SULLA SR 435 LUCCHESE IN COMUNE DI MASSA E COZZILE PREMESSO CHE: la SR 435 Lucchese, in Valdinievole, ha ormai assunto una configurazione di una vera e propria strada

Dettagli

Isola Pedonale Navigli

Isola Pedonale Navigli Isola Pedonale Navigli Come Lega Nord stiamo studiando una soluzione condivisa, che concili i desideri e le esigenze di residenti, gestori di locali serali e le varie attività diurne, affinché la realizzazione

Dettagli

Il Bilancio Comunale. Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta

Il Bilancio Comunale. Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta Il Bilancio Comunale Uno strumento di gestione della Casa di tutti : un esigenza di trasparenza e un opportunità di partecipazione concreta Cos è il bilancio comunale? Il Bilancio Comunale è un documento

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Lazio Via Pianciani 32 00185 Roma

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Scolastica Regionale per il Lazio Via Pianciani 32 00185 Roma MPI- AOODRLA Registro Ufficiale Prot. n. 24274 uscita Roma, 12 ottobre 2010 Ai Dirigenti delle Istituzioni Scolastiche Statali del Lazio, di ogni ordine e grado Ai Coordinatori delle Attività educative

Dettagli

della Scuola. Prot. del Via.. 20010VITTUONE Al Dirigente Scolastico di 20010 Vittuone

della Scuola. Prot. del Via.. 20010VITTUONE Al Dirigente Scolastico di 20010 Vittuone Ufficio, esecutore Ufficio Educazione Ai genitori degli Alunni Ns. riferimento e data della Scuola. Prot. del Via.. 20010VITTUONE P.C. Al Dirigente Scolastico di 20010 Vittuone PROGETTI: Andiamo a scuola

Dettagli

FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE

FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE FESI 2008: UN ANTICIPO PRIMA DI NATALE Ancora una VOLTA il SAPPE RINGRAZIA la SENSIBILITA del PRAP di BARI che E VENUTA INCONTRO alle ESIGENZE della POLIZIA PENITENZIARIA e perché NO alle RICHIESTE di

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

SINTESI DEI CONTENUTI DEL LIBRO

SINTESI DEI CONTENUTI DEL LIBRO SINTESI DEI CONTENUTI DEL LIBRO 1. IL CASO PARMA A Parma da anni si discute sul tema rifiuti. A partire dalle discussioni negli anni novanta sul vecchio inceneritore Amnu del Cornocchio, alle polemiche

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale BENVENUTO! In questo viaggio attraverso la Lombardia che si prepara ad Expo, potrai scoprire molte cose che forse ancora non sai della tua regione e della

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO ITALIA - SLOVENIA

PROGRAMMA OPERATIVO ITALIA - SLOVENIA PROGRAMMA OPERATIVO ITALIA - SLOVENIA Finalità: Obiettivo generale Rafforzare l attrattività e la competitività dell area-programma ASSI PRIORITARIE 1 Ambiente, trasporti e integrazione territoriale sostenibile

Dettagli

D i r e t t i v a G E S T I O N E S O S T E N I B I L E D E I P A R C H E G G I Versione: Novembre 2015

D i r e t t i v a G E S T I O N E S O S T E N I B I L E D E I P A R C H E G G I Versione: Novembre 2015 D i r e t t i v a G E S T I O N E S O S T E N I B I L E D E I P A R C H E G G I Versione: Novembre 2015 La gestione dei parcheggi è uno strumento potente con cui le città possono influenzare i trasporti.

Dettagli

PROGETTO PARCO ARVAL

PROGETTO PARCO ARVAL PROGETTO PARCO ARVAL In provincia di Firenze nasce il Parco Arval ARVAL in collaborazione con la Provincia di Firenze promuove lo sviluppo sostenibile locale RASSEGNA STAMPA TESTATA DATA TITOLO IRIS Press

Dettagli

LA CATTIVA ABITUDINE DELLA SOSTA IN DOPPIA FILA

LA CATTIVA ABITUDINE DELLA SOSTA IN DOPPIA FILA LA CATTIVA ABITUDINE DELLA SOSTA IN DOPPIA FILA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 1 È esperienza di tutti

Dettagli