PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 AGOSTO Rassegna per testata/edizione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 AGOSTO 2008. Rassegna per testata/edizione"

Transcript

1 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 AGOSTO 2008 Rassegna per testata/edizione

2 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Ultima mostra in programma Il Gazzettino Pordenone Medea, concerto in S. Antonio Il Piccolo Gorizia Lavoratori ex Ineos in corteo Il Piccolo Monfalcone Una circonvallazione eliminera' il caos sulla 14 Il Piccolo Monfalcone Coordinamento fra le forze dell'ordine Messaggero Veneto Gorizia Rinnovare: sul caso Iris, Zanella difenda i diritti dei cittadini Messaggero Veneto Gorizia Enrico Gherghetta - 7 Wwf, bocciato il progetto per il Carso Messaggero Veneto Gorizia

3 21 AGO 2008 Il Gazzettino Pordenone Citta' pagina 5 provincia di gorizia Breve

4 21 AGO 2008 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 22 QUESTA SERA Medea, concerto in S. Antonio MEDEA La chiesa di Sant Antonio abate del colle di Medea ospiterà questa sera, con inizio alle 21, il concerto dal titolo «Orsù, su car signori. Il ritratto della musica : musica al tempo del Pinturicchio» proposto dall ensemble Laus Veris di Assisi nell ambito del festival internazionale di Musica antica promosso dal Dramsan centro giulianoin collaborazione con il Comune e la Provincia e il sostegno della Regione e della Fondazione Carigo. Il repertorio in programma è frutto di uno studio accurato dei codici e dei manoscritti umbri coevi al pittore Bernardino di Betto detto il Pinturicchio. Brani musicali interpretati con strumenti ricostruiti fedelmente dai "disegni" dell'epoca e da una comparazione dei cartigli raffigurati da Bernardino. Un progetto portato a termine fra letteratura e musica, collaborando con studiosi e ricercatori di fama internazionale, e con esecutori provenienti da molte città europee. Breve

5 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Lavoratori ex Ineos in corteo al mercato Riprese le iniziative di protesta dopo l avvio della mobilità La protesta dei lavoratori di Ineos Films Sono entrati in mobilità - e quindi alle porte del licenziamento - all inizio della settimana, ma gli ex lavoratori dell Ineos Films di via Timavo non hanno rinunciato anche ieri a rendere visibile la loro vicenda per certi versi drammatica. Come ogni mercoledì, giornata riservata al mercato settimanale nel centro cittadino, gli ormai ex dipendenti della fabbrica di materie plastiche che ha deciso di chiudere i battenti dopo soli due anni, hanno marciato in centro, attraversando la zona pedonale affollata di bancarelle, monfalconesi e turisti. In tutto hanno partecipato alla «marcia dei pirati» una cinquantina di persone, forse meno di quasi un anno e mezzo fa, quando il problema della dismissione del sito industriale da parte di Ineos era appena esploso, creando sconcerto e preoccupazione tra i dipendenti, 154 in tutto, affiancati da un altra cinquantina di lavoratori dell indotto. Al momento gli ex lavoratori di Ineos Films, soprattutto la novantina che si trova tuttora in mobilità (una cinquantina è riuscito a trovare una collocazione per la maggior parte a tempo determinato), non possono contare su alcuna certezza di rientrare in azienda con la possibile nuova proprietà, la friulana Mangiarotti, firmataria di un preliminare d acquisto con la società britannica. La forma di sensibilizzazione lanciata un anno fa rimane quindi del tutto attuale Ġli ex lavoratori di Ineos Films torneranno perciò anche nelle prossime settimane in centro, percorrendo le vie di Monfalcone in fila indiana, per mantenere viva l attenzione sulla loro situazione, esplosa all'inizio di aprile del 2007, quando la proprietà britannica formalizzò la decisione di chiudere lo stabilimento del Lisert attorno a metà luglio. La scorsa estate e anche negli scorsi mesi lavoratori e Rsu avevano lanciato anche altre iniziative, mantenendo sempre un saldo rapporto con le istituzioni locali e con la Regione. I rappresentanti degli ex dipendenti della fabbrica di materie plastiche mantengono un filo diretto con la Provincia di Gorizia, responsabile delle politiche attive nel campo del lavoro, con l obiettivo di ottenere quanto prima qualche chiarimento dalla nuova proprietà rispetto la possibilità di riassorbire nel sito industriale, dopo che la fabbrica sarà riconvertita. Taglio medio

6 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Circonvallazione anti-caos sulla «14» La nuova arteria consentirà di dirottare il traffico liberando la statale MONFALCONE È stata un estate di passione per i residenti di via Primo Maggio - la statale 14 - stretta nella morsa del traffico vacanziero dirottato sulla viabilità ordinaria a causa degli intasamenti della barriera autostradale del Lisert. Flussi straordinari sì e concentrati nei fine settimana, ma che si sono sommati all appesantimento provocato dai lavori per la realizzazione del sottopasso sulla linea ferroviaria Trieste-Venezia, lungo la statale 305. Il nuovo Piano urbano del traffico intercomunale propone il dirottamento del traffico di attraversamento sulla nuova circonvallazione di Ronchi, Monfalcone e Staranzano che sarà costituita dalla bretella tra l aeroporto e la strada provinciale per Grado. Apertura

7 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Una circonvallazione eliminerà il caos sulla «14» Via Primo Maggio percorsa da 3500 auto all ora, il 20% in meno rispetto all A4 ILPROBLEMA DEL TRAFFICO È stata ancora un estate di passione per i residenti di via Primo Maggio - la statale 14 - stretta nella morsa del traffico vacanziero dirottato sulla viabilità ordinaria a causa degli intasamenti della barriera autostradale del Lisert. Flussi straordinari sì e concentrati nei fine settimana, ma che si sono sommati all appesantimento provocato dai lavori per la realizzazione del sottopasso sulla linea ferroviaria Trieste-Venezia, lungo la statale 305. La creazione di una bretella per la viabilità alternativa, infatti, è riuscita a evitare solo in parte che molti mezzi deviassero lungo la statale 14. Da parte delle opposizioni, ma anche di buona parte della maggioranza, viene rilanciata la necessità che si vada alla liberalizzazione dell ultimo tratto autostradale con l arretramento della barriera del Lisert a Villesse. I residenti auspicano la creazione di percorsi alternativi lungo le provincialie maggiori controlli da parte della Polizia municipale. La Provincia, da parte sua, proprio per evitare il caostraffico lungo la statale 14 e limitare quindi i disagi per i residenti, ha offerto la possibilità, per i residenti nel Monfalconese, di utilizzare dei telepass con i quali poter percorrere gratuitamente il tratto autostradale Lisert- Redipuglia. Un incentivo che però non serve per i non residenti nella zona e quindi per le migliaia di turisti di passaggio per Monfalcone diretti alla volta delle coste croate. Il nuovo Piano urbano del traffico intercomunale propone però delle soluzioni, anche se saranno attuabili non nel breve periodo. Il piano, presentato all inizio di luglio, ha del resto come strategia di fondo il dirottamento del traffico di attraversamento sulla nuova circonvallazione di Ronchi, Monfalcone e Staranzano che sarà costituita dalla bretella tra l aeroporto e la strada provinciale per Grado, il potenziamento di via Grado-viale Cosulich, la riorganizzazione dell'asse di via Boito-via Colombo. Una volta predisposta la nuova viabilità, l ente locale potrà in sostanza «declassare» l attuale viabilità di attraversamento, trasformando, anche con degli interventi di arredo, via Primo Maggio in una vera e propria strada urbana. PROTESTE Anche quest estate via Primo Maggio è risultata ostaggio del traffico e dell inquinamento, funzionando, ed è sempre un paradosso, come circonvallazione al tratto Redipuglia-Lisert dell autostrada A4, intasata dalle colonne dei vacanzieri spesso costretti a lunghe code alla barriera del Lisert e quindi invitati dalle stesse Autovie a uscire a redipuglia. A farne le spese sono i residenti della zona, perché via Primo Maggio, già in una mattinata di un qualsiasi giorno feriale e non nei sabato di grande esodo, è percorsa in entrambe i sensi di marcia da quasi auto all ora. Sono emblematici i dati raccolti dal circolo monfalconese di Legambiente e dal Comitato per la liberalizzazione dell A4 sui flussi di traffico che quotidianamente coinvolgevano le due strade statali, tra le 7 e le 9 dei giorni feriali, prima dell'avvio dei lavori del sottopasso di San Polo. TRAFFICO All altezza del passaggio a livello di San Polo è stato rilevato il passaggio di veicoli, di cui diretti a Monfalcone e 840 diretti verso Ronchi, mentre sulla statale 14 all altezza del cavalcaferrovia i flussi sono rispettivamente di mezzi verso Monfalcone e verso Ronchi, per un totale di veicoli. Si tratta di numeri che assumono particolare significato se confrontati con i dati (fonte Autovie Venete) sul flusso veicolare nelle stesse fasce orarie rilevato alla barriera autostradale del Lisert. Sommando i veicoli in entrata e in uscita al casello, si scopre che ad attraversare l ultimo tratto dell autostrada sono in totale mezzi, in meno rispetto alla viabilità ordinaria. Comprensibili i disagi cui vanno incontro gli abitanti della via cittadina. LA PROPOSTA «L amministrazione comunale non è rimasta ferma - afferma l assessore all Urbanistica Massimo Schiavo -, ma ha ricercato delle soluzioni che necessariamente dovevano coinvolgere i comuni limitrofi di Ronchi e Staranzano». Il Piano urbano del traffico, come strategia di fondo, propone appunto il trasferimento del traffico di puro attraversamento sulla nuova circonvallazione meridionale, che sarà affiancata inoltre, come sottolinea l assessore Schiavo, dalla creazione di nuove connessioni tra i tre centri. Come la nuova strada di collegamento tra Ronchi dei Legionari e Staranzano e il nuovo cavalcaferrovia nella zona di San Vito a Ronchi e la nuova via che connetterà la zona di via Trieste a via Grado. «A fronte della nuova viabilità - sottolinea ancora l assessore Schiavo - sarà possibile dirottare il traffico di attraversamento già dalla rotatoria che sarà creata sulla statale 305 all altezza dello stabilimento ronchese della Detroit o in senso opposto utilizzando l asse di via Colombo-via Boito». Come? Non solo attraverso specifiche ordinanze di traffico, ma anche trasformando le vie ora utilizzate per attraversare Ronchi dei Legionari e Monfalcone in vere strade urbane. Ne è un esempio la previsione relativa a via Redipuglia a Ronchi che sarà riconvertita in un vero e proprio viale urbano. «A quel punto non sarà più economico utilizzare strade, dove la percorrenza non potrà avvenire in modo fluido», rileva l assessore monfalconese all'urbanistica. «Una volta realizzato il sottopasso ferroviario di San Polo - aggiunge Schiavo -, via Primo Maggio risulterà comunque alleggerita di una parte del traffico che vi si è scaricato dalla statale 305». LIBERALIZZAZIONE Le strategie messe in campo dal Piano urbano del traffico non hanno però posto in secondo piano l obiettivo di ottenere lo spostamento della barriera del Lisert a Villesse, facendo in modo che l autostrada costituisca una vera e propria circonvallazione per il Monfalconese. «Le soluzioni proposte dal Piano urbano del traffico - afferma anche l assessore Schiavo - e le diverse strategie vengono messe in atto in attesa della liberalizzazione dell A4 che risulterebbe senz altro il provvedimento in grado di avere i massimi effetti sulla viabilità di via Primo Maggio. Laura Blasich Apertura

8 21 AGO 2008 Il Piccolo Monfalcone Cronaca pagina 17 Apertura

9 21 AGO 2008 Messaggero Veneto Gorizia Cronaca pagina 3 SUBITO UNA SERIE D INCONTRI «Coordinamento fra le forze dell ordine» Nel suo primo giorno da prefetto di Gorizia Maria Augusta Marrosu,checomenotoricopriva precedentemente la carica di presidente della Commissione territoriale per i rifugiati, ha incontrato il sindaco del capoluogo isontino Ettore Romoli, il questoreantonio Tozzi e ivertici provinciali di carabinieri e Guardia di finanza. Inoltre, ha sentitotelefonicamenteilsindaco di Gradisca Franco Tommasini. Ha visitato poi la sede del 13º Reggimento carabinieri Friuli Venezia Giulia nella caserma Cascino di via Trieste ricevuta dal comandante Guido De Masi e qui ha reso omaggio alla bandiera del Reggimento e deposto una corona di allora al monumentochericordaitremilitari del 13º periti nell attentato di Nassiriya del 12 novembre Nell assumere le funzioni prefettizie,ladottoressa Marrosu ha sottolineato l esistenza di unrapportodifattivacollaborazioneecoordinamentotraleforze dell ordine. Il neoprefetto ha inviato un saluto indirizzato allapopolazioneealleautoritàcivili, militari e religiose, alle forze dell ordine, alla magistratura, ai rappresentanti del mondo politico, alle istituzioni culturali, alle organizzazioni sindacali e imprenditoriali, alle associazionidicategoria economichee professionali, a quelle sportive edelvolontariato.«pongoalserviziodellacollettività haprecisato il mio impegno corretto e leale, disponibile al colloquio più aperto». Una disponibilità cheladottoressamarrosuhadimostrato anche nei confronti dei media ricevendo già ieri con squisita cortesia i rappresentanti della stampa locale. «Sarò lieta ha detto di poter essere fedele interprete delle esigenze e dei problemi locali in sinergia con quanti nei vari settoridellavitadellaprovincia operanoper l accrescimentocivile, economico e sociale della provincia di Gorizia». Interpellata a proposito della questione ordinanza schiamazzi la dottoressa Marrosu ha commentato: «Sarebbe auspicabile che da parte di tutti i cittadini ci fosse la consapevolezza di quanto sia importante rispettare il decoro urbano e il senso civico evitando comportamenti che possono arrecare disturbo». (p.t.) Taglio alto

10 21 AGO 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 5 ROMANS Rinnovare : sul caso Iris, Zanella difenda i diritti dei cittadini ROMANS.Ilgruppodiminoranza Rinnovare Romans in una nota fa le sue considerazioni in merito all attuale situazione di Iris esprimendo preoccupazioni sul futuro dell azienda. «Sonorisapute lemilledifficoltà che la società attraversa sostiene il gruppo d opposizione e sono altrettanto conosciuti i rincari delle bollette subiti in questiannidaicittadini.leultime battute sulla questione dimostranoilgradodidisorientamento proprio ai vertici della gestione. Sulla stampa locale si legge che il presidente di Iris, Querin,ragionadiimpiantipropriediautonomiaepoisiviene asapere,attraversoaltriarticoli, che i sindaci cercano aggregazioni con Acegas e risulta interessante,mapercertiversiincoerente,laposizionedelpresidente della Provincia, Gherghetta, che sostiene l ipotesi di un dissociatore molecolare». Rinnovare Romans si chiede se i sindaci responsabili si siano confrontati e se esiste una vera programmazione ambientale tra amministrazione provinciale, sindaci e gestione unica dell azienda. «I sindaci hanno una visione coerente di maggioranza sichiedonoiconsiglieri di Rinnovare? È difficile sostenerlo, infatti dalla stampa si assume che Bergamin, sindaco di Medea, frena molto sulle iniziative dell assembleadei sindacidiiris. Egli fanotarechesiprofilatraleipotesidisalvataggiodiirisunariedizione degli stessi metodi che l hannomessa in piedi echeoggi ne causano il naufragio. La questionepoliticadiirislastanno pagando tutti e il sindaco Bergamin paventa un altra gestione politica che non tiene conto di esigenze territoriali, economiche e sociali. Secondo Bergamin, e rispetto a ciò concordiamofermamente sottolineano i consiglieri di Rinnovare Romans, è mancata la concertazioneconicittadiniiquali devono essere messi al correnteche, in caso di una vendita ad Acegas,sarànecessarioaumentarele tariffe del 30% perché di tanto sono superiori quelle della società triestina. Una situazionesimilesi eragiàverificata alla nascita di Iris nel 2003 (Aamiavevatariffemoltopiùbasse rispetto ad Amg ed Enam), quando l accorpamento ha comportatounalievitazionenotevole dei costi». «Ora, lo afferma Bergamin, stiamoandandoincontroallaripetizione degli stessi errori. Quindi, deduciamo noi, scaricheranno sulla gente gli oneri dellabellatrovata,ilchesignifica aumenti delle tariffe per le famiglie quali riscontro di un incapacità programmatica e gestionale. Inoltre Acegas non è interessata alla raccolta differenziata perché Trieste vuoleunamassaindistintadirifiuti per alimentare a pieno regimeletrelineedelproprioimpianto di termovalorizzazione. Questo significa, né più né meno, che i sindaci sono disposti a rinnegarecinqueannidigestione del settore». Il gruppo di minoranza invita il sindaco di Romans, AlessandroZanella, atutelare i propricittadininellefutureassemblee di Iris. «Vorremmo che il sindaco si spendesse a favore dei suoi cittadini e prendesse degli impegni chiari rispetto a un servizio di smaltimento efficace, in termini di tutela ambientale, efficiente, rispetto all organizzazione della raccolta dei rifiuti ed economico relativamente alla necessità di non gonfiarei tributigià alti chepaganooraicittadiniperunservizio di cui non conoscono il realebeneficioper l ambiente. Vogliamo che il rappresentante del Comune di Romans nell assemblea diiris facciail sindaco diromansatuteladellacittadinanza e faccia valere il proprio voto e la propria voce nel dibattito per salvaguardare i legittimi interessi e i diritti della comunità di Romans». Le polemiche su Iris e sulla raccolta dei rifiuti non accennano a placarsi Taglio basso

11 21 AGO 2008 Messaggero Veneto Gorizia Isontino pagina 7 Monfalcone. Tante critiche Wwf, bocciato il progetto per il Carso MONFALCONE. «Carso 2014: ennesima occasione persa, visto che il progetto della Provincia di Gorizia nasce senzaunavisionetransfrontalieraedelle aree protette». È questo il commento che il Wwf, sezione isontina-monfalcone, presieduto da Paola Barban, fa del progettodivalorizzazionedell areacarsica,recentementeapprovatodalconsiglio provinciale e che prende in considerazione l area carsica da Gorizia a Monfalcone. Gli ambientalisti del Wwf, assieme ad associazioni speleologiche e ad alcuni operatori agricoli, giudicano lo studio del tutto inadeguato, perchémostraunascarsissimaconoscenza di questi luoghi e punta a valorizzare soltanto uno dei molteplici aspetti del Carso, le trincee e i manufatti della Grande guerra, trascurando tutte le altre potenzialità del territorio, compresi i riferimenti al sito d importanza comunitaria del Carso triestino e goriziano e alla zona di protezione speciale delle aree carsiche della Venezia Giulia, istituiti in base alle direttive europee. «La principale e pressoché esclusiva attrattivariconosciutaalcarsoisontino è rappresentata dalle trincee e dagli altri manufatti della prima guerra mondiale, tanto da affermare che il Carso non c era prima del 1915 : è un approccio fortemente limitante. Da un punto divista storico si disconoscono elementi di sicuro interesse, anche turistico, come i castellieri, i resti romani e del periodo veneziano, i borghi carsici e nonsiconsideranoaspettigeologici,naturalistici, etnografici e culturali», afferma Paola Barban, osservando che i siti militari possono attrarre flussi anche consistenti di visitatori (si pensi al sacrariodiredipuglia),ma,comeavviene già oggi, si tratta di un turismo mordi e fuggi, che lascia poche ricadute sul territorio. L associazione ambientalista è preoccupata per il progetto di potenziamento delle sponde fluviali dell Isonzo, che rischia di compromettere habitat prioritari per l avifauna, oppure per la «valorizzazione delle doline medianteinstallazioniluminose». Lapauraèquelladiarrivareallabanalizzazione di un territorio. Sarebbe più opportuno ripartire in maniera più equa ed equilibrata le risorse. «Se i siti della Grande guerra di Monfalcone, del San MicheleediRedipugliasonorealtàesistentiedaconsolidare,visononumerose altre esigenze da considerare e finanziareadeguatamente dice, come peresempioilsistemafognariodeiborghi carsici o il mantenimento della landa carsica». Il Wwf isontino auspica, pertanto, una profonda revisione del progetto. Spalla destra

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 20 MAGGIO 2013. Rassegna per testata/edizione

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 20 MAGGIO 2013. Rassegna per testata/edizione PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 20 MAGGIO 2013 Rassegna per testata/edizione N Titolo Testata-Edizione Data 1 Progetto Coop per l'ambiente Il Piccolo Gorizia/Monfalcone 20-05-2013 Federico

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 14 NOVEMBRE 2011. Rassegna per testata/edizione

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 14 NOVEMBRE 2011. Rassegna per testata/edizione PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDÌ 14 NOVEMBRE 2011 Rassegna per testata/edizione N Titolo Testata-Edizione Data 1 'Monfalcone, caso regionale e nazionale Il Piccolo Gorizia/Monfalcone 14-11-2011

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 178 Prot. 32520/2014 adottata nella seduta del 19 novembre 2014

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 178 Prot. 32520/2014 adottata nella seduta del 19 novembre 2014 PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 178 Prot. 32520/2014 adottata nella seduta del 19 novembre 2014 alla quale partecipano i Signori: GHERGHETTA Enrico Presidente P ČERNIC

Dettagli

PREMESSA Piano Strutturale

PREMESSA Piano Strutturale PREMESSA il Comune ha avviato la procedura di revisione ed aggiornamento del Piano Strutturale, il documento che disegna il futuro del territorio, sia per il suo sviluppo, sia per la sua tutela. Per permettere

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014

PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE. VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 PROVINCIA DI GORIZIA GIUNTA PROVINCIALE VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 13 Prot. 3731/2014 adottata nella seduta del 5 febbraio 2014 alla quale partecipano i Signori: GHERGHETTA Enrico Presidente P ČERNIC

Dettagli

borsa europea grande guerra

borsa europea grande guerra Promosso da In occasione di Organizzato da Con la collaborazione di Con il patrocinio di Comune di Gorizia borsa europea TURISMO STORICO grande guerra Foto proprietà E.I - Museo Storico del 7 Reggimento

Dettagli

L'Albergo Ristorante Belvedere può essere raggiunto con vari mezzi. Questo documento vi fornirà utili indicazioni.

L'Albergo Ristorante Belvedere può essere raggiunto con vari mezzi. Questo documento vi fornirà utili indicazioni. L'Albergo Ristorante Belvedere può essere raggiunto con vari mezzi. Questo documento vi fornirà utili indicazioni. PER CHI VIAGGIA IN AUTO Avvicinamento: Da nord (Tarvisio / Austria) è possibile raggiungere

Dettagli

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE

area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE Tabella A. area tematica: MOBILITÀ TRASPORTI SISTEMA INFRASTRUTTURALE sottotemi Analisi delle dinamiche e delle criticità Consistente pendolarismo caratterizzato da uno scarso uso del mezzo pubblico (gli

Dettagli

La Gronda di Genova. DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009. Quaderno degli attori

La Gronda di Genova. DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009. Quaderno degli attori La Gronda di Genova DIBATTITO PUBBLICO 1 febbraio - 30 aprile 2009 Quaderno degli attori Presentato da 17 marzo 2009 La Cisl di Genova, ritiene non più rinviabile l adeguamento e la costruzione di opere

Dettagli

ALLEGATO 7 ANALISI DEL REGIME VEICOLARE

ALLEGATO 7 ANALISI DEL REGIME VEICOLARE ALLEGATO 7 ANALISI DEL REGIME VEICOLARE Il sistema viario esistente e i livelli di traffico La Provincia di Vicenza, come buona parte del Nordest, si caratterizza per l accentuato policentrismo in prossimità

Dettagli

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine

Premessa. Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine Allegato Traffico - PGT di Ospedaletto Lodigiano Premessa Il presente documento si pone come allegato al Documento di Piano e al Piano dei servizi al fine di evidenziare ed approfondire la tematica del

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011

PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 PER CRESCERE INSIEME PROGRAMMA ELETTORALE 2011 ELEZIONI COMUNALI AL COMUNE DI FISCIANO - 15/16 MAGGIO 2011 Programma 1 Area Politiche Sociali e Servizi alla Persona 2 Ambiente e Territorio 3 Giovani -

Dettagli

INDICE RASSEGNA STAMPA SI PARLA DI NOI AMBIENTE PROTEZIONE CIVILE. Pagina I. Indice Rassegna Stampa

INDICE RASSEGNA STAMPA SI PARLA DI NOI AMBIENTE PROTEZIONE CIVILE. Pagina I. Indice Rassegna Stampa INDICE RASSEGNA STAMPA SI PARLA DI NOI Gazzettino Venezia 08/12/14 P. 12 Scontro fra tre vetture, circolazione bloccata 1 AMBIENTE Gazzettino Venezia 08/12/14 P. 2 «Speriamo non sia stata una burla» Giacinta

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE

CARTA DEI SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE CARTA DEI SERVIZI DI IGIENE AMBIENTALE 1. PREMESSA................................................................ pag. 3 1.1 PERCHE LA CARTA DEI SERVIZI? 1.2 L AZIENDA 1.3 IRIS ISONTINA S.p.A. OGGI 1.4

Dettagli

TREVISOCULTURECITY TREVISOBUSINESSCITY TREVISOGREENCITY PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE PEDONALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO

TREVISOCULTURECITY TREVISOBUSINESSCITY TREVISOGREENCITY PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE PEDONALIZZAZIONE DEL CENTRO STORICO Città di MOBILITÀ SICUREZZA AMBIENTE CULTURA TURISMO SPETTACOLO TERRITORIO ATTIVITÀ PRODUTTIVE PROGRAMMA INTEGRATO DI COMPETITIVITÀ TERRITORIALE DEL CENTRO STORICO PROCESSO PARTECIPATO TREVISO COMMUNITY

Dettagli

BASE PROGRAMMATICA DELLA COALIZIONE PER IL RINNOVAMENTO DEL COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI 2015-2020

BASE PROGRAMMATICA DELLA COALIZIONE PER IL RINNOVAMENTO DEL COMUNE DI CIVIDALE DEL FRIULI 2015-2020 ELEZIONI COMUNALI DI CIVIDALE DEL FRIULI DOMENICA 31 MAGGIO 2015 Candidato Sindaco: MASSIMO MARTINA Liste a sostegno: Partito Democratico Cittadini per Massimo Martina Sindaco Alternativa Libera Cividale

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 08 gennaio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati

RASSEGNA STAMPA. Giovedì 08 gennaio 2015. Sommario: Rassegna Associativa. Rassegna Sangue e Emoderivati RASSEGNA STAMPA Giovedì 08 gennaio 2015 Sommario: Rassegna Associativa 2 Rassegna Sangue e Emoderivati 6 Rassegna Medico-scientifica, politica sanitaria e terzo settore 8 Prime Pagine 11 Rassegna associativa

Dettagli

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA

IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA IL PROGETTO DI RILEVAMENTO, STUDIO E REALIZZAZIONE DEL SITO WEB DEI MUSEI DEL FRIULI VENEZIA GIULIA Il progetto è stato promosso e finanziato dal Ministero per i beni e le attività culturali - Direzione

Dettagli

PROGRAMMA COMUNE DI SINNAI irs - Indipendentzia Repùbrica de Sardigna

PROGRAMMA COMUNE DI SINNAI irs - Indipendentzia Repùbrica de Sardigna PROGRAMMA COMUNE DI SINNAI irs - Indipendentzia Repùbrica de Sardigna ELEZIONI COMUNALI SINNAI 28 MAGGIO 2006 Irs, indipendentzia repubrica de Sardigna si presenta per la prima volta alle elezioni comunali

Dettagli

COMUNE DI CALASCIBETTA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

COMUNE DI CALASCIBETTA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA COMUNE DI CALASCIBETTA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA REGOLAMENTO COMUNALE DEL CERIMONIALE Approvato con delibera di C.C. n. 32 del 14/07/2005 ART.1 FINALITA E CONTENUTO Il cerimoniale contiene l insieme

Dettagli

Come imparare da un esperimento nel Road Pricing : l introduzione di un sistema di seconda generazione

Come imparare da un esperimento nel Road Pricing : l introduzione di un sistema di seconda generazione Come imparare da un esperimento nel Road Pricing : l introduzione di un sistema di seconda generazione di TORE LANGMYHR Trondheim (Norvegia) SOMMARIO Traduzione e riassunto a cura di Legambiente Padova

Dettagli

Sviluppo del territorio e dell economia locale

Sviluppo del territorio e dell economia locale ASSESSORATO ALLE POLITICHE AMBIENTALI Settore Punti di forza Punti di debolezza Rischi Opportunità Sviluppo del territorio e dell economia locale Buoni livelli di qualità della vita a livello socio-economico,

Dettagli

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA

CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA INDICE CATEGORIA DATA ARTICOLO TITOLO PAGINA Il Messaggero Terni Il Messaggero Terni 08/01/2015 Il dicembre nero del commercio «Mai così male» Il Messaggero Terni 29/12/2014 Acqua e rifiuti Confesercenti

Dettagli

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA

EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA Ufficio Stampa EMBARGO FINO A SABATO 20 LUGLIO ORE 9.00 COMUNICATO STAMPA TURISMO ESTERO, CONFESERCENTI- REF: GLI STRANIERI CONTINUANO A SCEGLIERE L ITALIA, MA CONOSCONO POCO IL SUD: PREFERITO IL CENTRO-

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome GHERGHETTA ENRICO Indirizzo 10/G, VIA DEL MULINO, 34074, MONFALCONE, ITALIA Telefono 0039 348 3423250 Fax

Dettagli

I BENI DELL ATAC IL CASO DELL EX RIMESSA VITTORIA

I BENI DELL ATAC IL CASO DELL EX RIMESSA VITTORIA Casa dell Architettura - Roma 24 gennaio 2013 USO PUBBLICO DELLE CASERME progetti di città nelle aree militari in dismissione I BENI DELL ATAC IL CASO DELL EX RIMESSA VITTORIA Coordinamento Cittadino Progetto

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

La vostra formazione sarà ospite presso lo stadio Silvio Piola di Vercelli per disputare la gara di campionato di lega B stagione 2012-2013

La vostra formazione sarà ospite presso lo stadio Silvio Piola di Vercelli per disputare la gara di campionato di lega B stagione 2012-2013 La vostra formazione sarà ospite presso lo stadio Silvio Piola di Vercelli per disputare la gara di campionato di lega B stagione 2012-2013 PERCORSI E PARCHEGGI L ubicazione dell impianto sportivo in termini

Dettagli

PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA

PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA PROGRAMMA N. 15: SICUREZZA 195 196 15. SICUREZZA Progetto 15.1 Polizia Municipale Le attività della Polizia Municipale sono rivolte ad affermare e mantenere la legalità nella società civile, attraverso

Dettagli

Trentino Alto Adige. Una regione sostenibile a cura di Pino Scaglione, Chiara Rizzi, Stefania Staniscia con Edoardo Zanchini

Trentino Alto Adige. Una regione sostenibile a cura di Pino Scaglione, Chiara Rizzi, Stefania Staniscia con Edoardo Zanchini EWT/ Eco Web Town Magazine of Sustainable Design Edizione SCUT, Università Chieti-Pescara Registrazione al tribunale di Pescara n 9/2011 del 07/04/2011 ISSN: 2039-2656 Trentino Alto Adige. Una regione

Dettagli

N. 015 DEL 18.02.2008 MOZIONE SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO AREA SANTUARIO D OROPA

N. 015 DEL 18.02.2008 MOZIONE SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO AREA SANTUARIO D OROPA N. 015 DEL 18.02.2008 MOZIONE SUI PARCHEGGI A PAGAMENTO AREA SANTUARIO D OROPA IL PRESIDENTE SIG.RA DE LIMA: Mette in discussione la seguente mozione presentata dal Consigliere sig. Filoni del gruppo dei

Dettagli

!"" #""$%&! #'$ " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$

! #$%&! #'$  # &%!$! ' &! &$)#$*!!# + $!# &'$!$!#$$ !"" #""$%&! #'$ % ( " # &%"!$! ' &!"" &$)#$*!"!# + $!# &'$!$"!#$"$ L anno duemilasette il giorno trenta del mese di maggio nella sala Informalavoro del Comune di Busalla, TRA Il Presidente in rappresentanza

Dettagli

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno

Sintesi degli incontri di ascolto di. Zona 4. Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno Sintesi degli incontri di ascolto di Zona 4 Molise Calvairate, Ortomercato Il quartiere Molise-Calvairate ha fatto emergere la necessità di uno spazio di aggregazione, di promozione culturale e di documentazione,

Dettagli

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality

FIABADAY 11 anni di impegno per la Total Quality La vita è un continuo movimento e cambiamento, e la forma è una specie di sistema sociale, di legge esterna, in cui l'uomo cerca di fermare e di fissare la vita; per questo l'uomo è prigioniero di queste

Dettagli

META: LA NAPOLI CHE SARA

META: LA NAPOLI CHE SARA META: LA NAPOLI CHE SARA Napoli è al suo punto di SVOLTA. E grave la crisi nella città di Napoli e Civicrazia ha scelto Napoli quale città civicratica da costruire. Napoli, infatti, non è disposta ad arrendersi

Dettagli

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014

Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Comune di SAN PIER D ISONZO Obiettivi di accessibilità per l anno 2014 Redatto ai sensi dell articolo 9, comma 7 del decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179. Redatto il 28/03/2014 1 SOMMARIO Obiettivi di

Dettagli

Il Piccolo 5 ottobre 2015

Il Piccolo 5 ottobre 2015 Il Piccolo 5 ottobre 2015 Regione La sanità investe su esami e cure hi tech La Regione, con un riparto bis di quasi 19 milioni, finanzia 36 interventi dalle risonanze più all avanguardia alle ambulanze

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDI 11 GIUGNO 2007

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA LUNEDI 11 GIUGNO 2007 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA di LUNEDI 11 GIUGNO 2007 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Sagrado Il Piccolo Gorizia 11-06-2007 2 Apt, autobus piu' accessibili per i disabili Messaggero Veneto Gorizia

Dettagli

N Titolo Testata-Edizione Data 1 Osservatorio contro il Cpt: Amministratori e politici hanno fatto ben poco per la chiusura del centro Il Piccolo

N Titolo Testata-Edizione Data 1 Osservatorio contro il Cpt: Amministratori e politici hanno fatto ben poco per la chiusura del centro Il Piccolo N Titolo Testata-Edizione Data 1 Osservatorio contro il Cpt: Amministratori e politici hanno fatto ben poco per la chiusura del centro Il Piccolo Gorizia 06-10-2007 2 I genitori degli alunni a Staranzano:

Dettagli

Come arrivare alla partenza della Mujalonga sul mar.

Come arrivare alla partenza della Mujalonga sul mar. Come arrivare alla partenza della Mujalonga sul mar. La gara si svolge a Muggia (Trieste) con partenza nei pressi di Porto San Rocco, coordinate GPS 13.75729 E, 45.60667 N (Lat. 45 36'24"N, Long. 13 45'26"E)

Dettagli

Progetti per la riduzione del traffico e la mobilità sostenibile

Progetti per la riduzione del traffico e la mobilità sostenibile Seminario L impatto ambientale delle emissioni in atmosfera Progetti per la riduzione del traffico e la mobilità sostenibile Ing. Antonio Mazzon Comune di Palermo 1 FINALITÀ E OBIETTIVI L obiettivo di

Dettagli

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI

SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE AREE LIMITROFE AI PLESSI SCOLASTICI PROVINCIA DI TORINO TAVOLO AGENDA 21 Qualità della vita e mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici SCHEDATURA DEL PERCORSO PARTECIPATO PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI NELLE

Dettagli

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA

LE INFRASTRUTTURE MOBILI E DEL SISTEMA VIABILISTICO NELL AREA METROPOLITANA Capitolo 1. Il programma delle infrastrutture mobili e del sistema viabilistico nell area metropolitana. Come già detto, nel documento Indirizzi di politica urbanistica, elaborato dall Assessorato all

Dettagli

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie.

Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. Un patto per attraversare la crisi. Accordi e interventi a favore di imprese, lavoratori e famiglie. nell anno della crisi la Regione ha: promosso un patto da 520 milioni per tutelare i lavoratori e la

Dettagli

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti

CLUB ALPINO ITALIANO Sezione di CARSOLI Sandro Iacuitti Mostra fotografica Arboreto salvatico alberi e boschi naturali delle montagne italiane omaggio a Mario Rigoni Stern RELAZIONE SULL EVENTO Il Presidente e il Consiglio Direttivo della Sezione hanno espresso

Dettagli

MOVICENTRO DI MONDOVI

MOVICENTRO DI MONDOVI PREMESSA I problemi dell accessibilità sono stati, a Mondovì come altrove, causa principale del declino del centro storico, e l invasività dei veicoli privati ha prodotto modifiche consistenti nel paesaggio

Dettagli

L INIZIATIVA ITALIANA NEL SUD DELL IRAQ

L INIZIATIVA ITALIANA NEL SUD DELL IRAQ L INIZIATIVA ITALIANA NEL SUD DELL IRAQ Il turismo archeologico, religioso e ambientale nella Provincia di Thi Qar come opportunità di partnership e investimenti per gli imprenditori italiani Conferenza

Dettagli

INDICE ARTICOLI REGIONE

INDICE ARTICOLI REGIONE MESSAGGERO VENETO domenica 18 aprile 2010 (Gli articoli della presente rassegna, dedicata esclusivamente ad argomenti di carattere economico e sindacale, sono scaricati dal sito internet del quotidiano.

Dettagli

OGGETTO: Trattamento giuridico degli infermieri professionali extracomunitari nella provincia di Trieste.

OGGETTO: Trattamento giuridico degli infermieri professionali extracomunitari nella provincia di Trieste. Sez. regionale del Friuli-Venezia Giulia ASGI Sede di Trieste, via Fabio Severo, 31 - Trieste Tel. Fax 040/368463 e-mail: walter.citti@asgi.it www.asgi.it Spett. Ministero dell Interno Dipartimento per

Dettagli

Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità

Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità Vogliamo una Bergamo sempre più di qualità Cara amica bergamasca, caro amico bergamasco, sono Franco Tentorio, Sindaco di Bergamo. Ho deciso di ricandidarmi alla guida della coalizione che comprende Forza

Dettagli

Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA

Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA Comune di MONZA AMBITO DI VIALE LIBERTA TRA VIA BOSISIO E VIALE SANT ANASTASIA PROPOSTE DI RIQUALIFICAZIONE VIABILISTICA rapporto finale luglio 2009 Ing. Ivan Genovese ig@mobiliter.it CONTENUTI A. INQUADRAMENTO

Dettagli

PROVE DI RIGENERAZIONE URBANA Tre temi e sei progetti per Baranzate Una mostra e un libro Novembre 2012

PROVE DI RIGENERAZIONE URBANA Tre temi e sei progetti per Baranzate Una mostra e un libro Novembre 2012 1 Programma dell iniziativa: PROVE DI RIGENERAZIONE URBANA Tre temi e sei progetti per Baranzate Una mostra e un libro Novembre 2012 L occasione L iniziativa nasce da un interlocuzione tra la Scuola di

Dettagli

Antonio Ambrosino. Via Prov.le Fressuriello, 60-80039 Saviano (Na) +39 0818202709 +39 3386403807 ambrosino.ant@gmail.com. ambrosino.ant@pec.

Antonio Ambrosino. Via Prov.le Fressuriello, 60-80039 Saviano (Na) +39 0818202709 +39 3386403807 ambrosino.ant@gmail.com. ambrosino.ant@pec. INFORMAZIONI PERSONALI Antonio Ambrosino Via Prov.le Fressuriello, 60-80039 Saviano (Na) +39 0818202709 +39 3386403807 ambrosino.ant@gmail.com ambrosino.ant@pec.it C.F. MBR NTN 85D27 A509V Antonio Ambrosino

Dettagli

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag.

Strade extraurbane e interramento Rho Monza pag. 31. Riqualificazione delle metrotranvie (Milano Seregno e Milano. Limbiate) pag. Una visione di città, per essere completa, non può tralasciare tutto ciò che riguarda il tema dei trasporti. Gli spostamenti, infatti, sono alla base della moderna vita sociale e di relazione, ci spostiamo

Dettagli

N Titolo Testata-Edizione Data 1 Marincic: No all'ascensore al castello Il Piccolo Gorizia 13-01-2008 2 Visite guidate oggi alle tre mostre allestite

N Titolo Testata-Edizione Data 1 Marincic: No all'ascensore al castello Il Piccolo Gorizia 13-01-2008 2 Visite guidate oggi alle tre mostre allestite N Titolo Testata-Edizione Data 1 Marincic: No all'ascensore al castello Il Piccolo Gorizia 13-01-2008 2 Visite guidate oggi alle tre mostre allestite in citta' Il Piccolo Gorizia 13-01-2008 3 In progetto

Dettagli

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione

Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione Programma elettorale lista civica Libertà e Partecipazione La lista civica Libertà e Partecipazione, con il programma di seguito riportato, propone un cambiamento del concetto di politica adottato in passato,

Dettagli

COMUNE DI CASALSERUGO

COMUNE DI CASALSERUGO Elaborato1.2 COMUNE DI CASALSERUGO Documento del sindaco Piano Regolatore Comunale LR 11/2004 Piano degli Interventi n. 02 PI 2013 Gruppo di lavoro PROGETTISTI Urbanista Raffaele Gerometta CONTRIBUTI SPECIALISTICI

Dettagli

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor

Trento, 9 novembre 2006. DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327. BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Trento, 9 novembre 2006 DISCUSSIONE DELLA PROPOSTA DI MOZIONE n. 327 BOMBARDA (Verdi e Democratici per l Ulivo): Grazie, signor Presidente. Io sono stato più parco nei consumi di tempo e quindi mi ritrovo

Dettagli

Varcare le Alpi - Fase Rossa e sistema contagocce

Varcare le Alpi - Fase Rossa e sistema contagocce Varcare le Alpi - Fase Rossa e sistema contagocce Per le imprese di logistica, in particolare per quelle che trasportano merci deperibili, varcare le Alpi svizzere sull asse Nord-Sud significa dover passare

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 MARZO 2013. Rassegna per testata/edizione

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 MARZO 2013. Rassegna per testata/edizione PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDÌ 21 MARZO 2013 Rassegna per testata/edizione N Titolo Testata-Edizione Data 1 Carso 2014 Il Gazzettino Nazionale 21-03-2013 Mara Cernic - 2 Cultura al risparmio

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti

Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra. Testo e foto: Giuseppe Famiglietti w w w. p r o g p h o t o a g e n c y. c o m Onore Agli Eroi Una speranza di pace nel giorno in cui si celebrano i caduti in guerra Testo e foto: Giuseppe Famiglietti Onore Agli Eroi Una speranza di pace

Dettagli

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile

Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella citt di Palermo Progetti di mobilit sostenibile Covenant of Mayors Comune di Palermo Piano di azione per la riduzione delle emissioni di CO2 nella città di Palermo Progetti di mobilità sostenibile 1 Inventario Base delle Emissioni CONSUMO ENERGETICO

Dettagli

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 CANDIDATO SINDACO Patrizia Sbardolini CANDIDATI CONSIGLIERI Luca Felappi Raffaella Zanardini Serafino Frassi Luisa Manella Davide Morgera Alessandra Frassi

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 11/1 DEL 24.3.2015

DELIBERAZIONE N. 11/1 DEL 24.3.2015 Oggetto: Programma di razionalizzazione dell assetto logistico degli uffici regionali, con particolare riferimento alla sede dell Assessorato del Lavoro, Formazione Professionale, Cooperazione e Sicurezza

Dettagli

Newsletter N. 6/2014

Newsletter N. 6/2014 Consiglio Regionale Lazio Newsletter N. 6/2014 Cari amici, siamo giunti alla fine del primo semestre, arrivano le vacanze e con esse la stagione ideale per rilassarci: al mare, in montagna, in campagna

Dettagli

Costruiamo insieme la città di domani. Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile

Costruiamo insieme la città di domani. Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile Costruiamo insieme la città di domani Servizi e innovazione per favorire la mobilità sostenibile Chi è SABA Il mondo del parcheggio, in mani esperte Siamo una grande realtà nel settore dei parcheggi pubblici

Dettagli

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA

La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA La presente deliberazione è stata dichiarata immediatamente eseguibile ai sensi dell art. 134, comma 4, D.Lgs. n. 267/2000 COPIA Deliberazione della GIUNTA COMUNALE n 211 Seduta del 28/10/2013 All.12 OGGETTO:

Dettagli

Storia del Comune di Casapulla

Storia del Comune di Casapulla Storia del Comune di Casapulla Superficie: 2,88 Kmq Altezza s.l.m.: 46 mt Abitanti: 8.636 Densità: 2.998,61 ab./kmq Latitudine: 41 4' 32,82'' Longitudine: 14 17' 24,63'' Prefisso telefonico: 0823 C.A.P.:

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO

OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO OSSERVAZIONE AL PIANO URBANO DELLA MOBILITA SOSTENIBILE DI MILANO CIRCOLO ARCOBALENO LEGAMBIENTE 20/04/2015 OSSERVAZIONI AL PUMS DELLA CITTA DI MILANO Il Circolo Arcobaleno di Legambiente, con sede a Melegnano

Dettagli

Geometra Longo Marco Ugo. RACCOMANDATA A.R. Milano agosto 2011. Il 2011 personalmente lo ritengo un anno decisamente fortunato.

Geometra Longo Marco Ugo. RACCOMANDATA A.R. Milano agosto 2011. Il 2011 personalmente lo ritengo un anno decisamente fortunato. RACCOMANDATA A.R. Milano agosto 2011 Egregio Sig. Sindaco Avvocato Pisapia buon giorno. Il 2011 personalmente lo ritengo un anno decisamente fortunato. Dopo un decennio di amministrazione di centro destra,

Dettagli

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale

I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità. L esperienza italiana nel contesto internazionale I Forum Car Sharing Nuove Città, Nuova Mobilità Roma, martedi 27 aprile 2004 L esperienza italiana nel contesto internazionale Gestori Circuito I.C.S. Iniziativa Car Sharing Il Car sharing in Italia è

Dettagli

ASSEMBLEA PUBBLICA informativa sulla realizzazione della nuova Pista dell AEROPORTO di FIRENZE. Scuderie Medicee 14/11/2014

ASSEMBLEA PUBBLICA informativa sulla realizzazione della nuova Pista dell AEROPORTO di FIRENZE. Scuderie Medicee 14/11/2014 COMUNE DI POGGIO A CAIANO ASSEMBLEA PUBBLICA informativa sulla realizzazione della nuova Pista dell AEROPORTO di FIRENZE Scuderie Medicee 14/11/2014 Nuova Pista Aeroporto di Firenze Assemblea convocata

Dettagli

La sicurezza stradale negli. Il trasporto pubblico locale e la. di miglioramento della sicurezza

La sicurezza stradale negli. Il trasporto pubblico locale e la. di miglioramento della sicurezza Aldo Vittorio MOLINARI Ingegnere in Milano La sicurezza stradale negli spostamenti sul lavoro e casa-lavoro. Il trasporto pubblico locale e la disciplina del traffico nelle strategie di miglioramento della

Dettagli

Isola Pedonale Navigli

Isola Pedonale Navigli Isola Pedonale Navigli Come Lega Nord stiamo studiando una soluzione condivisa, che concili i desideri e le esigenze di residenti, gestori di locali serali e le varie attività diurne, affinché la realizzazione

Dettagli

NEWSLETTER N 13 GENNAIO 2014 ************

NEWSLETTER N 13 GENNAIO 2014 ************ ************ Innanzitutto Buon Anno a tutti. In questi giorni sono ripresi i lavori Consiglio regionale e quindi Vi aggiorno su alcuni provvedimenti di interesse, anche per il nostro territorio. In primo

Dettagli

OSTENSIONE SANTA SINDONE 2010 COME MUOVERSI A TORINO

OSTENSIONE SANTA SINDONE 2010 COME MUOVERSI A TORINO OSTENSIONE SANTA SINDONE 2010 COME MUOVERSI A TORINO Ecco tutte le informazioni su come raggiungere il punto di accoglienza dei Giardini Reali da cui partirà il percorso pedonale verso la visita, in particolare

Dettagli

PROVINCIA DI ORISTANO

PROVINCIA DI ORISTANO PROVINCIA DI ORISTANO GUIDA OPERATIVA PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE PER AUTORIZZAZIONE O NULLA OSTA PER LO SVOLGIMENTO DI MANIFESTAZIONI SU STRADE Provincia di Oristano Settore Viabilità Via Enrico Carboni

Dettagli

In viaggio da Brescia a Milano sulla Brebemi Il tracciato

In viaggio da Brescia a Milano sulla Brebemi Il tracciato In viaggio da Brescia a Milano sulla Brebemi Il tracciato Il Collegamento Autostradale Brescia - Bergamo - Milano (in breve Brebemi) consentirà viaggi veloci e sicuri su un sistema viabile integrato nel

Dettagli

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni

Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni Pagina 1 di 5 Conferenza delle Regioni: definiti i coordinamenti delle Commissioni giovedì 17 settembre 2015 Chiamparino: soddisfazione per una scelta condivisa, ora accelerazione nei confronti con il

Dettagli

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO

DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: L ESPERIENZA DI TORINO DALLA PROGRAMMAZIONE ALLA GESTIONE DELLE STRUTTURE PER LA SOSTA: 1 INTRODUZIONE In tutte le grandi città italiane e del mondo il problema della circolazione degli autoveicoli e tutti i disagi ad esso connessi,

Dettagli

REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI

REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI Milano, 15/2/2008 REGOLAMENTO ATTIVITA E INIZIATIVE SULL AREA NAVIGLI 1. Premesse... 2 2. Intenti dei sottoscrittori... 3 3. Richiedente... 4 4. Rapporti Richiedente Utilizzatore... 4 5. Costi per il plateatico...

Dettagli

OGGETTO: Convenzione con l Associazione Nazionale Carabinieri per servizio di vigilanza sul territorio.

OGGETTO: Convenzione con l Associazione Nazionale Carabinieri per servizio di vigilanza sul territorio. DCC n. 14 del 09/03/2009 OGGETTO: Convenzione con l Associazione Nazionale Carabinieri per servizio di vigilanza sul territorio. PREMESSO CHE. le Amministrazioni comunali sono sempre più individuate dai

Dettagli

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE

B ECONOMIA SIC. E SINDACALE B ECONOMIA SIC. E SINDACALE Cooperativa Cesame. Berretta (Pd): Rinascita Cesame motivo di soddisfazione per tutta la città. Sapere che il marchio Cesame tornerà sul mercato e pensare che questa battaglia

Dettagli

consiglio Regionale della Campania

consiglio Regionale della Campania consiglio Regionale della Campania IV Commissione Consiiare Permanente (Trasporti, Urbanistica, Lavori Pubblici) RESOCONTO INTEGRALE N. 62 SEDUTA IV COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE DEL 21 DICEMBRE 2011

Dettagli

DOSSIER Venerdì, 26 giugno 2015

DOSSIER Venerdì, 26 giugno 2015 DOSSIER Venerdì, 26 giugno 2015 DOSSIER Venerdì, 26 giugno 2015 Articoli 26/06/2015 Il Piccolo (ed. ) Pagina 26 Dalla Regione fondi per risistemare le scuole 1 26/06/2015 Il Piccolo (ed. ) Pagina 32 Le

Dettagli

Gli italiani trascorrono in media 1 ora e 27 minuti al giorno alla guida, a una velocità media di 30,7 km/h.

Gli italiani trascorrono in media 1 ora e 27 minuti al giorno alla guida, a una velocità media di 30,7 km/h. Bologna, 19 ottobre 2015 PRESENTATI I RISULTATI DELL OSSERVATORIO UNIPOLSAI SULLE ABITUDINI DI GUIDA DEGLI ITALIANI IN SEGUITO ALL ANALISI DEI DATI DELLE SCATOLE NERE INSTALLATE NELLE AUTOMOBILI Gli italiani

Dettagli

Progetto preliminare e SIA della IIIa corsia dell autostrada A 4 nel tratto tra Quarto d Altino e Duino/Sistiana Osservazioni

Progetto preliminare e SIA della IIIa corsia dell autostrada A 4 nel tratto tra Quarto d Altino e Duino/Sistiana Osservazioni Progetto preliminare e SIA della IIIa corsia dell autostrada A 4 nel tratto tra Quarto d Altino e Duino/Sistiana Osservazioni WWF Friuli Venezia Giulia e Veneto Giugno 2003 0. Premessa Si rileva ancora

Dettagli

RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano

RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano RETI CICLABILI per favorire la mobilità ciclistica in ambito urbano ed extraurbano prima edizione gennaio 2006 ultimo aggiornamento 14-06-2011 1 La mobilità ciclistica Tutti, a ragione, ritengono che l

Dettagli

INDICE pag. 01. 1.1.) Le infrastrutture pag. 02. 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03

INDICE pag. 01. 1.1.) Le infrastrutture pag. 02. 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03 INDICE pag. 01 1.) Le infrastrutture e le previsioni del P.R.G. pag. 02 1.1.) Le infrastrutture pag. 02 1.2.) Le previsioni del P.R.G. pag. 03 2.) Gli effetti delle previsioni della Variante al P.R.G.

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA VENERDI 14 DICEMBRE 2007

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA VENERDI 14 DICEMBRE 2007 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA di VENERDI 14 DICEMBRE 2007 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Torna l'emergenza-smog a Lucinico Il Piccolo Gorizia 14-12-2007 2 Comune: tassa rifiuti bloccata nel 2008

Dettagli

La Voce di Romagna. Arriva l' App per smartphone a misura di turista

La Voce di Romagna. Arriva l' App per smartphone a misura di turista Pagina 14 La Voce di Romagna Arriva l' App per smartphone a misura di turista VACANZE 2.0 Si chiama 'Realtà Aumentata' ed è uno strumento innovativo in grado di divulgare in tempo reale informazioni storiche

Dettagli

Piano d Azione Comunale (PAC)

Piano d Azione Comunale (PAC) Piano d Azione Comunale (PAC) dei Comuni di Cordenons, Porcia e Pordenone, elaborato ai sensi del Piano d azione per il contenimento e la prevenzione degli episodi acuti di inquinamento atmosferico 01/03/2005

Dettagli

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDI 7 FEBBRAIO 2008

PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA GIOVEDI 7 FEBBRAIO 2008 PROVINCIA DI GORIZIA RASSEGNA STAMPA di GIOVEDI 7 FEBBRAIO 2008 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Riflessioni sugli esuli a Gorizia Il Piccolo Gorizia 07-02-2008 2 La centrale a biomasse di Gradisca creera'

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i) / Nome(i) Indirizzo(i) Via Maria Molinari Pietra, 44 34076 Romans d Isonzo (Gorizia) Telefono(i) Mobile 3383196027 E-mail giulianosponton@gmail.com

Dettagli

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO ORDINANZE DIRIGENTE N. atto D-16 / 402 del 19/10/2009 Codice identificativo 584510 PROPONENTE AMBIENTE OGGETTO

COMUNE DI PISA. TIPO ATTO ORDINANZE DIRIGENTE N. atto D-16 / 402 del 19/10/2009 Codice identificativo 584510 PROPONENTE AMBIENTE OGGETTO COMUNE DI PISA TIPO ATTO ORDINANZE DIRIGENTE N. atto D-16 / 402 del 19/10/2009 Codice identificativo 584510 PROPONENTE AMBIENTE NORME CONFERIMENTO RIFIUTI UTENZE NON DOMESTICHE - CENTRO STORICO OGGETTO

Dettagli