Piemonte, un Emozione da Vivere per Tutti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piemonte, un Emozione da Vivere per Tutti"

Transcript

1 CONVEGNO NAZIONALE Piemonte, un Emozione da Vivere per Tutti Novara, 22 Giugno 2011 Valorizzare il proprio territorio in un ottica di fruibilità allargata: l esperienza del G.A.L. Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone Mario POMA Direttore tecnico del G.A.L. Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone Viaggiare senza limiti

2 I SOCI DEL G.A.L. Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone SOCI PUBBLICI Comunità Montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone 70% Comune di Caprie 1% Comune di Rubiana 1% SOCI PRIVATI Confederazione Nazionale dell Artigianato e della Piccola e Media Impresa (C.N.A.) 1% Federazione Provinciale Coltivatori Diretti 1% Confederazione Italiana Agricoltori - C.I.A. 1% Unione Provinciale degli Agricoltori di Torino 1% Confcooperative Unione Provinciale di Torino 1% Consorzio Operatori Turistici Valli di Lanzo 20% Associazione Artigiani di Montagna Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone 1,5% Consorzio di Promozione Prodotti Tipici di Montagna Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone 1,5 %

3 Il territorio del GAL Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone 26 Comuni popolazione complessiva di abitanti

4 La strategia del GAL per il turismo accessibile (progettata e attuata in collaborazione con CPD Torino)

5 I seminari per gli operatori e gli accompagnatori turistici (realizzati dall Agenzia Forma di Torino) 1) CHE COS'E LA DISABILITA' (aspetti medici, psicologici, relazionali) 2) ACCOGLIENZA DEI CLIENTI CON ESIGENZE SPECIFICHE 3) LA PRATICA DEGLI SPORT ESTIVI CON SOGGETTI DISABILI 4) LA PRATICA DEGLI SPORT INVERNALI CON SOGGETTI DISABILI

6 I sopralluoghi preliminari nelle strutture ricettive per la verifica delle condizioni di accessibilità e fruibilità

7 I sopralluoghi preliminari nelle strutture ricettive per la verifica delle condizioni di accessibilità e fruibilità

8 Bando per accessibilità nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere (contributo 40% a fondo perduto) Tipo A: Tipologie di spesa per adeguamento delle strutture al fine di migliorare/incrementare il livello di accessibilità e fruibilità: A.1 realizzazione, miglioramento, adeguamento delle camere, al fine di renderle accessibili e fruibili dai disabili e dalle persone in difficoltà; A.2 -realizzazione, miglioramento, adeguamento dei servizi igienici, al fine di renderli accessibili e fruibili dalle persone con disabilità e dalle persone in difficoltà; A.3- realizzazione, miglioramento, adeguamento delle aree di accoglienza e delle parti comuni della struttura al fine di renderle accessibili e fruibili dalle persone con disabilità e dalle persone in difficoltà; A.4 interventi che agevolino l accesso ai diversi piani della struttura; A.5 interventi finalizzati a migliorare l accessibilità della struttura dall esterno e/o a favorire l accesso degli ospiti ad eventuali aree esterne (es: giardino); A.6 acquisto di arredi e attrezzature idonei per gli ospiti con esigenze specifiche; A.7 interventi che favoriscano l orientamento degli ospiti con difficoltà visive o cognitive, all interno della struttura; A.8 interventi finalizzati a proporre cucina per celiaci (e per persone con intolleranze alimentari) all interno delle strutture della ristorazione

9 Bando per accessibilità nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere (contributo 40% a fondo perduto) Tipo B: Tipologie di spesa per realizzazione servizi complementari (accessibili e fruibili dalle persone con esigenze specifiche). B.1 realizzazione, miglioramento, adeguamento di centri benessere accessibili; B.2 miglioramento delle condizioni di accessibilità e fruibilità alla piscina esistente; B.3 realizzazione, miglioramento di aree gioco accessibili, interne ed esterne alla struttura; B.4 realizzazione di aree per il tiro con l arco.

10 Le palestre di arrampicata outdoor accessibili e fruibili da tutti Sono in fase di realizzazione due palestre di arrampicata su roccia outdoor fruibili da persone con esigenze specifiche (saranno le prime a livello regionale): inaugurazione palestra di Balme: 4 settembre 2011 inaugurazione palestra di Cantoira: 11 settembre 2011

11 Alla scoperta degli itinerari per handbike

12

Qualificazione dell'offerta ricettiva

Qualificazione dell'offerta ricettiva CONVEGNO NAZIONALE Piemonte, un'emozione da Vivere per Tutti Novara, 22 Giugno 2011 Qualificazione dell'offerta ricettiva Maurizio Baldini Viaggiare senza limiti I numeri del Turismo in Piemonte 180.000

Dettagli

ALLEGATO A.1: DESCRIZIONE DEL PROGETTO

ALLEGATO A.1: DESCRIZIONE DEL PROGETTO Loghi Spazio riservato al GAL Misura 313 azione 2 operazione 2.b Domanda presentata alle ore del.././.. Prot. N. Spett.le Gruppo di Azione Locale (GAL) Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone Frazione Fè,

Dettagli

GAL VALLI DI LANZO, CERONDA E CASTERNONE s.cons. a.r.l. Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse IV Leader

GAL VALLI DI LANZO, CERONDA E CASTERNONE s.cons. a.r.l. Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse IV Leader GAL VALLI DI LANZO, CERONDA E CASTERNONE s.cons. a.r.l. Regione Piemonte Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 Asse IV Leader Programma di Sviluppo Locale SE IL MERCATO NON VA IN MONTAGNA LA MONTAGNA

Dettagli

Viaggiare senza limiti

Viaggiare senza limiti Territorio i accessibile: la catena dell accessibilità Viaggiare senza limiti Intervento di: Nadia Bravo Seminario Strumenti e proposte per il turismo accessibile nelle Valli di Lanzo Ceronda e Casternone

Dettagli

Operazione b: REALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE RICREATIVE CON SERVIZI DI PICCOLA RICETTIVITA

Operazione b: REALIZZAZIONE DI INFRASTRUTTURE RICREATIVE CON SERVIZI DI PICCOLA RICETTIVITA FEASR ALLEGATO A1 - Caratteristiche dell impresa e dell intervento PSR 2007-2013 Regione Piemonte GAL Escartons e Valli Valdesi Programma di Sviluppo locale Fare impresa, fare sistema nel territorio delle

Dettagli

SCHEMA ACCORDO DI PARTENARIATO PER LA REGISTRAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELL ITINERARIO DENOMINATO: EscursionAble

SCHEMA ACCORDO DI PARTENARIATO PER LA REGISTRAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELL ITINERARIO DENOMINATO: EscursionAble SCHEMA ACCORDO DI PARTENARIATO PER LA REGISTRAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELL ITINERARIO DENOMINATO: EscursionAble AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 12/2010 e del REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE (D.P.G.R. n.

Dettagli

TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE

TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE TURISMO ACCESSIBILE PREMESSA IN MONTAGNA Il mercato potenziale per il turismo accessibile secondo in Europa viene stimato in circa 130 milioni di persone, con un potere di

Dettagli

L impegno di Turismabile per un Piemonte più accogliente per tutti

L impegno di Turismabile per un Piemonte più accogliente per tutti CONVEGNO NAZIONALE Piemonte, un Emozione da Vivere per Tutti Novara, 22 Giugno 2011 L impegno di Turismabile per un Piemonte più accogliente per tutti Giovanni FERRERO - Direttore CPD Onlus Viaggiare senza

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Promuovere le strutture ricettive accessibili : l esperienza del workshop di Asti

Promuovere le strutture ricettive accessibili : l esperienza del workshop di Asti CONVEGNO NAZIONALE Piemonte, un Emozione da Vivere per Tutti Novara, 22 Giugno 2011 Promuovere le strutture ricettive accessibili : l esperienza del workshop di Asti Antonella Borio ATL di Asti Viaggiare

Dettagli

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C

MISURA 312 MISURA 312 MISURA 312 - C MISURA 312 I BANDI Sostegno allo sviluppo di attività economiche Le opportunità disponibili da Lunedì 11 Ottobre 1 Beneficiari: : Microimprese (Partita iva e Registro Imprese Camera Commercio) Obiettivi:

Dettagli

CERESOLE REALE. Escursionismo e mobilità sostenibile

CERESOLE REALE. Escursionismo e mobilità sostenibile CERESOLE REALE Escursionismo e mobilità sostenibile Ceresole Reale Porta del versante piemontese del Parco Nazionale Gran Paradiso, il più antico d Italia. Escursionismo a stella 150 km di sentieri. Crocevia

Dettagli

UNA MONTAGNA PER TUTTI: turismo, disabilità e fruizione del territorio montano Progetto INTERREG IIIA

UNA MONTAGNA PER TUTTI: turismo, disabilità e fruizione del territorio montano Progetto INTERREG IIIA UNA MONTAGNA PER TUTTI: turismo, disabilità e fruizione del territorio montano Progetto INTERREG IIIA OBIETTIVO: Avviare un processo verso un turismo accessibile, per rendere il territorio montano a cavallo

Dettagli

PATTO TERRITORIALE DELLA VALLE DEL CHIESE

PATTO TERRITORIALE DELLA VALLE DEL CHIESE Allegato parte integrante Criteri di coerenza per la selezione della progettualità privata ALLEGATO B) PATTO TERRITORIALE DELLA VALLE DEL CHIESE CRITERI DI COERENZA PER LA SELEZIONE DELLA PROGETTUALITA

Dettagli

CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE

CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE CARTA DEL TURISMO RESPONSABILE DI COMUNITA CONCA BARESE Noi cittadini, Associazioni, Operatori economici ed Istituzioni delle comunità ricadenti sul territorio del GAL CONCA BARESE, sottoscriviamo questo

Dettagli

Notizie generali sulla struttura

Notizie generali sulla struttura Notizie generali sulla struttura DENOMINAZIONE DELL ESERCIZIO TIPOLOGIA Alberghi Motel Villaggi-Alberghi Alberghi Dimora Storica- Residenze d Epoca Campeggi Alberghi Centro Benessere Ostelli della gioventù

Dettagli

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio

I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA. LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio I PIANI DI VALORIZZAZIONE IN PIEMONTE GABRIELLA BOVONE, SARA MELA LaST - Laboratorio Sviluppo e Territorio Indice 1. Il Bando Regionale sui PdV 2. Il territorio 3. Il partenariato 4. Le risorse dei PdV

Dettagli

CRITERI DI COERENZA DEL PATTO TERRITORIALE BALDO GARDA: 4 BANDO.

CRITERI DI COERENZA DEL PATTO TERRITORIALE BALDO GARDA: 4 BANDO. Allegato parte integrante Allegato A) Criteri di Coerenza CRITERI DI COERENZA DEL PATTO TERRITORIALE BALDO GARDA: 4 BANDO. In relazione alle finalità indicate nel Progetto Strategico di Sviluppo e nel

Dettagli

3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA 3.4 - PROGRAMMA N. 08 ATTIVITÀ PRODUTTIVE, TURISMO, ATTIVITÀ GIOVANILI E POLITICHE MONTANE AMMINISTRATORE COMPETENTE: GIORGIO BONASSOLI RESPONSABILE: MARIAGRAZIA FRESCURA 3.4.1 - DESCRIZIONE DEL PROGRAMMA

Dettagli

L OSSERVATORIO NAZIONALE

L OSSERVATORIO NAZIONALE L OSSERVATORIO NAZIONALE DELL AGRITURISMO Formulare proposte per la determinazione dei criteri di classificazione delle aziende agrituristiche secondo criteri omogenei per l intero territorio nazionale

Dettagli

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 LOMBARDIA CONCRETA DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 Marzo 2014 LOMBARDIA CONCRETA CONtributi al CREdito per Turismo e Accoglienza 12,4 milioni di risorse regionali di cui: 10

Dettagli

DOMANDE FREQUENTI SULLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICHE

DOMANDE FREQUENTI SULLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICHE 1) Cosa è un attività Turistica Ricettiva? DOMANDE FREQUENTI SULLE STRUTTURE RICETTIVE TURISTICHE Si definisce attività Ricettiva Turistica quella diretta alla produzione ed all offerta al pubblico di

Dettagli

Annuario Statistico della Sardegna

Annuario Statistico della Sardegna Annuario Statistico della Sardegna TURISMO Turismo L Indagine sulla capacità degli esercizi ricettivi è una rilevazione censuaria condotta annualmente con l obiettivo di fotografare, al 31 dicembre di

Dettagli

L indagine sui flussi di turisti con esigenze specifiche: parametri e risultati della ricerca

L indagine sui flussi di turisti con esigenze specifiche: parametri e risultati della ricerca CONVEGNO NAZIONALE Piemonte, un Emozione da Vivere per Tutti Novara, 22 Giugno 2011 L indagine sui flussi di turisti con esigenze specifiche: parametri e risultati della ricerca Elena Di Raco Responsabile

Dettagli

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA

LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA LA MONTAGNA COME LUOGO DELL ACCESSIBILITA PER PERSONE CON DIVERSE ABILITA L ACCADEMIA DELLA MONTAGNA, CON IL COMITATO MONDIALI DELLA VALLE DI FIEMME E L APT LOCALE, PROMUOVE IL PROGETTO PILOTA FIEMME ACCESSIBILE

Dettagli

Stato di attuazione: Aspetti critici, positivi ecc. N. soci coinvolti N. e tipologia delle attività realizzate

Stato di attuazione: Aspetti critici, positivi ecc. N. soci coinvolti N. e tipologia delle attività realizzate D 1 - ANFFAS LABORATORIO IL FARO : interventi per contrastare l isolamento sociale e favorire la partecipazione attiva delle persone disabili e delle loro famiglie alla vita sociale. Pag. 333 ANFFAS Servizi

Dettagli

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 (Bando)

LOMBARDIA CONCRETA. DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 (Bando) LOMBARDIA CONCRETA DGR X/986 del 29 novembre 2013 e DDG 2185 del 14 marzo 2014 (Bando) LOMBARDIA CONCRETA CONtributi al CREdito per Turismo e Accoglienza 12,4 milioni di risorse regionali di cui: 10 milioni

Dettagli

Documento di Proposta Partecipata (DocPP)

Documento di Proposta Partecipata (DocPP) Documento di Proposta Partecipata (DocPP) Titolo del processo Superare le barriere mentali: l'accessibilità come chiave della qualità del turismo sulle colline piacentine Responsabile del processo e curatore

Dettagli

TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE

TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE MIND THE ACCESSIBILITY GAP! Rethinking Accessible Tourism in Europe EUROPEAN COMMISSION DIRECTORATE-GENERAL ENTERPRISE AND INDUSTRY 6 June 2014 Charlemagne Building Bruxelles TRENTINO MONTAGNA ACCESSIBILE

Dettagli

Il Bureau della LEN ha assegnato all Italia e a Bergamo i Campionati Europei Juniores di Tuffi del 2014. La Competizione accoglierà più di 20 Squadre

Il Bureau della LEN ha assegnato all Italia e a Bergamo i Campionati Europei Juniores di Tuffi del 2014. La Competizione accoglierà più di 20 Squadre Il Bureau della LEN ha assegnato all Italia e a i Campionati Europei Juniores di Tuffi del 2014. La Competizione accoglierà più di 20 Squadre Europee e più di 200 partecipanti tra Atleti, Tecnici e Delegati

Dettagli

Scheda di Customer Satisfaction per le strutture alberghiere Gradimento complessivo

Scheda di Customer Satisfaction per le strutture alberghiere Gradimento complessivo Verbale riunione per la predisposizione delle schede di Customer Satisfaction per i soggetti aderenti al progetto Riqualificazione del comparto turistico provinciale Addaura Hotel Residence e Congressi

Dettagli

Presentazione ai soci delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011

Presentazione ai soci delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA GRUPPO D AZIONE LOCALE SARRABUS GERREI TREXENTA CAMPIDANO DI CAGLIARI Presentazione ai soci delle azioni del PSL e delle attività del GAL SGT previste nel 2011 Presentazione

Dettagli

ALLEGATO A.1: DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROGETTO E PIANO DEGLI INVESTIMENTI PER L AVVIO DELL ATTIVITA. PSR 2007-2013 Regione Piemonte

ALLEGATO A.1: DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROGETTO E PIANO DEGLI INVESTIMENTI PER L AVVIO DELL ATTIVITA. PSR 2007-2013 Regione Piemonte Spazio riservato al GAL Misura 312 azione 2 creazione di microimprese Domanda presentata alle ore del.././... Prot. N.. Spett.le Gruppo di Azione Locale (GAL) Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone Frazione

Dettagli

SCHEMA ACCORDO DI PARTENARIATO PER LA REGISTRAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELL ITINERARIO DENOMINATO: TOUR DELL UJA

SCHEMA ACCORDO DI PARTENARIATO PER LA REGISTRAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELL ITINERARIO DENOMINATO: TOUR DELL UJA SCHEMA ACCORDO DI PARTENARIATO PER LA REGISTRAZIONE E LA VALORIZZAZIONE DELL ITINERARIO DENOMINATO: TOUR DELL UJA AI SENSI DELLA LEGGE REGIONALE N. 12/2010 e del REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE (D.P.G.R. n.

Dettagli

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE

REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE REGIONE LAZIO Assessorato Ambiente e Cooperazione tra i Popoli PROGETTI INTEGRATI TERRITORIALI DELLE AREE PROTETTE Agenzia Regionale Parchi Fabio Brini PIT aree protette Condizioni e opportunità per la

Dettagli

Determinazione n. 27/2016 Reg. Determinazione n. 27/2016 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE

Determinazione n. 27/2016 Reg. Determinazione n. 27/2016 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Determinazione n. 27/2016 Reg. Determinazione n. 27/2016 Strembo, 11 aprile 2016 DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE Oggetto: Azienda per il Turismo Val di Non Società cooperativa: autorizzazione versamento contributo

Dettagli

ALLEGATO A1 - Caratteristiche dell impresa e dell intervento. PSR 2007-2013 Regione Piemonte

ALLEGATO A1 - Caratteristiche dell impresa e dell intervento. PSR 2007-2013 Regione Piemonte FEASR ALLEGATO A1 - Caratteristiche dell impresa e dell intervento PSR 2007-2013 Regione Piemonte GAL Escartons e Valli Valdesi Programma di Sviluppo locale Fare impresa, fare sistema nel territorio delle

Dettagli

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese

II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo. Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese II Sessione Prodotti turistici del Piemonte e scenari di sviluppo Piani, azioni e strumenti per lo sviluppo dell offerta turistica piemontese Paola Casagrande Responsabile Settore Offerta Turistica Regione

Dettagli

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010. DOMODOSSOLA 18 settembre 2015

Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010. DOMODOSSOLA 18 settembre 2015 Programma di Sviluppo Rurale 2014-2010 MISURA 19 CLLD LEADER LA SVILUPPO LOCALE DI TIPO PARTECIPATIVO DOMODOSSOLA 18 settembre 2015 1 Piemonte PROGRAMMAZIONE 2007-2013 PSR 2007-2013 ASSE IV LEADER 13 GRUPPI

Dettagli

Istituto per l'enogastronomia e l'ospitalità Alberghiera Sergio Ronco V. Vittime di Bologna, 4 Trino Tel 0161-829455

Istituto per l'enogastronomia e l'ospitalità Alberghiera Sergio Ronco V. Vittime di Bologna, 4 Trino Tel 0161-829455 Istituto per l'enogastronomia e l'ospitalità Alberghiera Sergio Ronco V. Vittime di Bologna, 4 Trino Tel 0161-829455 L Istituto per l'enogastronomia e l'ospitalità Alberghiera di Trino è una scuola pubblica

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NASTRI. Disciplina degli itinerari turistici denominati «percorsi delle castagne»

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato NASTRI. Disciplina degli itinerari turistici denominati «percorsi delle castagne» Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4645 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato NASTRI Disciplina degli itinerari turistici denominati «percorsi delle castagne» Presentata

Dettagli

X X X x x x x x X X X x x x x x X x x X X X x x x x x x X x x x x x X x x x X X x x x x x X X X x x x x

X X X x x x x x X X X x x x x x X x x X X X x x x x x x X x x x x x X x x x X X x x x x x X X X x x x x CATEGORIE BANDI LAVORO AUTONOMO MICROIMPRESA FRANCHISING AUTOIMPRENDITORIALITà START UP LEGGE 181/89 TITOLO II ORDINARIO TITOLO II TURISMO PIA TURISMO CONTRATTI DI SVILUPPO START UP IMPRESE INNOVATIVE

Dettagli

SPORTELLO EUROPA ROMANIA

SPORTELLO EUROPA ROMANIA SPORTELLO EUROPA ROMANIA MISSIONE Lo Sportello Europa Romania nasce nel gennaio 2008 per dare supporto alle PMI italiane nella ricerca di informazioni sui fondi strutturali erogati dalla autorità romene

Dettagli

mondo scarabocchio città futura

mondo scarabocchio città futura mondo scarabocchio città futura mondo scarabocchio Dall autunno 2014 la Cooperativa città futura ha attivato nuovi servizi complementari presso il nido Scarabocchio di Trento, con l obiettivo di implementare

Dettagli

YOUR Basilicata PROGETTO

YOUR Basilicata PROGETTO YOUR Basilicata PROGETTO Il TURISMO, nella Regione Basilicata, rappresenta una delle più grandi POTENZIALITÀ, tuttavia la competitività del sistema turistico LOCALE risulta, per certi aspetti, inadeguata

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

Articolo 4 Oggetto Sociale

Articolo 4 Oggetto Sociale Articolo 4 Oggetto Sociale La Cooperativa, con riferimento ai requisiti e agli interessi dei soci, ha per oggetto: 1. Istituire o gestire comunità alloggio, a carattere residenziale o semiresidenziale,

Dettagli

RITI E TRADIZIONI: attività di conoscenza e fruizione di eventi tradizionali, artigianato, usi e costumi locali.

RITI E TRADIZIONI: attività di conoscenza e fruizione di eventi tradizionali, artigianato, usi e costumi locali. DISCOVERING SALENTO Un mondo di cose da fare. Che non hai mai fatto. Dal 15 novembre 2014 al 6 gennaio 2015 vieni a scoprire il Salento delle meraviglie. Ti aspettano circa 200 attività gratuite in un

Dettagli

Adeguamento e sviluppo delle zone rurali

Adeguamento e sviluppo delle zone rurali Adeguamento e sviluppo delle zone rurali newsletter Agenzia regionale toscana per le erogazioni in agricoltura n. 22 - febbraio 2007 PSR 2000-2006. Misure 9.3, 9.4, 9.6, 9.7, 9.8 e 9.10. Riepilogo per

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI RETE DEI SERVIZI PER IL LAVORO INIZIATIVE/SEMINARI/WORKSHOP MARZO GIUGNO 2014

PROVINCIA DI BRINDISI RETE DEI SERVIZI PER IL LAVORO INIZIATIVE/SEMINARI/WORKSHOP MARZO GIUGNO 2014 MARZO APRILE 2014 1 Tecniche di ricerca attiva di lavoro on line: Cliclavoro (PER OPERATORI) Luogo: c/o CPI Brindisi Via Cappuccini, 111 Brindisi - Organizza: ITALIA LAVORO S.p.a. 9 - Ore 18:30 Presentazione

Dettagli

Turismo & Accessibilità

Turismo & Accessibilità TURISMO ATTIVO Turismo & Accessibilità Relatore Sandrino Porru o Operatore sociale da circa 30 anni, o Dirigente della Coop. Soc.Eugò Sardegna - Turismo accessibile o Responsabile di Relazione di Banca

Dettagli

StouRing, in bici o a piedi tra acque, natura e cultura. Gianna Betta Giulia Torchio Città Metropolitana di Torino Servizio Risorse Idriche

StouRing, in bici o a piedi tra acque, natura e cultura. Gianna Betta Giulia Torchio Città Metropolitana di Torino Servizio Risorse Idriche StouRing, in bici o a piedi tra acque, natura e cultura Gianna Betta Giulia Torchio Città Metropolitana di Torino Servizio Risorse Idriche Itinerario ciclopedonale finalizzato ad una valorizzazione delle

Dettagli

Provincia di Pordenone

Provincia di Pordenone Provincia di Pordenone Iniziativa di promozione turistica del territorio provinciale SERVIZIO TURISMO E POLITICHE EUROPEE 11/06/2013 Il progetto Pordenone Wine & Food Love nasce nel 2011 con l intento

Dettagli

Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive

Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive PROVINCIA DI SAVONA Scheda di Rilevamento Delle Strutture Ricettive La scheda è realizzata e gentilmente concessa da: Cooperativa Jonathan Livingston c/o Unità Spinale Unipolare - Ospedale Santa Corona

Dettagli

Marchio di Qualità per imprese alberghiere PREMESSA

Marchio di Qualità per imprese alberghiere PREMESSA Marchio di Qualità per imprese alberghiere PREMESSA Nell ottica di sviluppare la qualità del sistema ricettivo alberghiero della provincia, la Camera di commercio di Torino in collaborazione con Provincia

Dettagli

GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007-2013 PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER

GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO Programma di Sviluppo Rurale della Regione Calabria 2007-2013 PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER GRUPPO AZIONE LOCALE BASSO TIRRENO COSENTINO PSR 2007-2013 - ASSE 4 APPROCCIO LEADER Programma di Sviluppo Locale BASSO TIRRENO COSENTINO SCHEDA MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA PRESENTAZIONE DI PROGETTI

Dettagli

VAL-ABILE. acanze sulle ali delle esigenze speciali! www.valabile.it. Accessibile. Sociale. d Argento Team Building

VAL-ABILE. acanze sulle ali delle esigenze speciali! www.valabile.it. Accessibile. Sociale. d Argento Team Building Accessibile VAL-ABILE acanze sulle ali delle esigenze speciali! www.valabile.it Sociale d Argento Team Building Val-abile Rendere accessibile una valle montana è possibile mediante informazioni puntuali

Dettagli

ALLEGATO A.1: DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROGETTO E PIANO DEGLI INVESTIMENTI PER L AVVIO DELL ATTIVITA. PSR 2007-2013 Regione Piemonte

ALLEGATO A.1: DESCRIZIONE SINTETICA DEL PROGETTO E PIANO DEGLI INVESTIMENTI PER L AVVIO DELL ATTIVITA. PSR 2007-2013 Regione Piemonte Spazio riservato al GAL Misura 312 azione 2 creazione di microimprese Domanda presentata alle ore del.././... Prot. N.. Spett.le Gruppo di Azione Locale (GAL) Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone Frazione

Dettagli

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento

PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento PIA Turismo - Aiuti alle grandi imprese e alle PMI per programmi integrati di investimento FINALITÀ Destagionalizzazione dei flussi turistici RISORSE DISPONIBILI Euro 15 milioni BENEFICIARI Grande impresa

Dettagli

L ALBERGO DIFFUSO DI SPECCHIA

L ALBERGO DIFFUSO DI SPECCHIA LA MICRORICETTIVITÀ A LIVELLO TERRITORIALE Arezzo 14 Novembre 2009 L ALBERGO DIFFUSO DI SPECCHIA Maurizio Antonazzo (GAL Capo S. Maria di Leuca) SPECCHIA (LECCE) L Albergo Diffuso di Specchia è un insieme

Dettagli

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI

ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI ACCORDO VOLONTARIO DI AREA PER FAVORIRE LO SVILUPPO DEL DISTRETTO FAMIGLIA NELLA VALLE DEI LAGHI TRA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO, LA COMUNITA DELLA VALLE DEI LAGHI, IL COMUNE DI VEZZANO, IL COMUNE DI

Dettagli

MOTIVAZIONI DEL CORSO

MOTIVAZIONI DEL CORSO MOTIVAZIONI DEL CORSO Avere consapevolezza del valore delle Dolomiti significa in primo luogo per chi sulle Dolomiti opera - essere consci del proprio ruolo di custodi, di promotori, di ambasciatori del

Dettagli

Turismabile: Un modello per il Turismo Accessibile in Italia

Turismabile: Un modello per il Turismo Accessibile in Italia Convegno Internazionale Turismo accessibile e Piemonte for All Dal Piemonte all Europa: potenzialità e opportunità del mercato del turismo accessibile Turismabile: Un modello per il Turismo Accessibile

Dettagli

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie

SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE. MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie Vivere l azienda 1 - Modulo 1 Esercizi da svolgere Soluzioni pag. 1 di 10 SOLUZIONI ESERCIZI DA SVOLGERE MODULO 1 Sistema azienda, elementi, soggetti e tipologie Unità 1 Il sistema azienda e i suoi soggetti

Dettagli

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio

IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE. Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio IL PIANO DI SVILUPPO LOCALE DELLA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE Uno strumento per lo sviluppo delle imprese e del territorio LA FONDAZIONE PER LO SVILUPPO DELL OLTREPO PAVESE La Fondazione

Dettagli

PMC. La Compagnia di Prodotto in Abruzzo. PAR FAS ABRUZZO 2007-2013 Linea Azione 1.3.1.d

PMC. La Compagnia di Prodotto in Abruzzo. PAR FAS ABRUZZO 2007-2013 Linea Azione 1.3.1.d La Compagnia di Prodotto in 1 Compagnia per 4 linee di Prodotto. Ragione Sociale soc. cons. a r. l. Capitale Sociale Euro 140.000,00 Legale Rappresentante Dario Colecchi 4 linee regionali di Prodotto Territorio

Dettagli

L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda.

L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda. L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda. Per non perdere nulla della straordinaria offerta che questa terra ricca e generosa è in grado di proporre e rendere indimenticabile e ancora

Dettagli

L Istituto Professionale Nicola Garrone

L Istituto Professionale Nicola Garrone L Istituto Professionale Nicola Garrone In seguito alla pubblicazione del D.P.R. 15 marzo 2010 n. 87 "Regolamento recante norme per il riordino degli Istituti Professionali [...]" e delle Linee guida per

Dettagli

Patto per lo sviluppo turistico di Pistoia e della Montagna Pistoiese

Patto per lo sviluppo turistico di Pistoia e della Montagna Pistoiese Agenzia Per il Turismo Provincia di Pistoia Comunità Montana Abetone Pistoia Montagna Pistoiese Appennino Pistoiese Patto per lo sviluppo turistico di Pistoia e della Montagna Pistoiese La Provincia di

Dettagli

REPORT BANDI PIEMONTE

REPORT BANDI PIEMONTE REPORT BANDI PIEMONTE INDICE FONDO LATTE. FINANZIAMENTO A TASSO AGEVOLATO E GARANZIA FINO ALL'80% PER SOSTENERE GLI INVESTIMENTI, IL CONSOLIDAMENTO DELLE PASSIVITÀ E DEI DEBITI COMMERCIALI NEL SETTORE

Dettagli

Visto il Programma attuativo regionale PAR FSC adottato dalla Giunta regionale, con deliberazione n. 8-6174 del 29 luglio 2013;

Visto il Programma attuativo regionale PAR FSC adottato dalla Giunta regionale, con deliberazione n. 8-6174 del 29 luglio 2013; REGIONE PIEMONTE BU51S2 18/12/2014 Deliberazione della Giunta Regionale 24 novembre 2014, n. 60-659 Fondi PAR - FSC 2007-2013 Asse III Riqualificazione Territoriale, Linea III.6 "Turismo". Leggi regionali

Dettagli

Un esperienza di agricoltura multifunzionale nell ambito del progetto RURALE SOCIALE della Regione Marche

Un esperienza di agricoltura multifunzionale nell ambito del progetto RURALE SOCIALE della Regione Marche LA QUERCIA DELLA MEMORIA s.a.s (SAN GINESIO, MC) Un esperienza di agricoltura multifunzionale nell ambito del progetto RURALE SOCIALE della Regione Marche Da alcuni anni l attenzione ed il dibattito nazionale

Dettagli

L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda.

L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda. L arte dell accoglienza. Il piacere di lavorare sul Garda. Per non perdere nulla della straordinaria offerta che questa terra ricca e generosa è in grado di proporre e rendere indimenticabile e ancora

Dettagli

1. DISABILI E FAMIGLIA

1. DISABILI E FAMIGLIA 1. DISABILI E FAMIGLIA COSA FA IL CISS OSSOLA PER LE PERSONE CON DISABILITA E LE LORO FAMIGLIE Contribuisce a garantire condizioni di benessere relazionale, ambientale e sociale che valorizzino le risorse

Dettagli

STRADA DEL GUSTO NORD SARDEGNA

STRADA DEL GUSTO NORD SARDEGNA DISCIPLINARE DI QUALITÀ DELLA STRADA DEL GUSTO NORD SARDEGNA INDICE 1. PREMESSA... 3 1.1. TIPOLOGIE DI AZIENDE AMMESSE NELL ITINERARIO...5 2. REQUISITI DI QUALITÀ... 6 2.1. AZIENDE, CONSORZI E COOPERATIVE

Dettagli

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTO PER LA SSL (termine ultimo: 25/09/2015)

AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTO PER LA SSL (termine ultimo: 25/09/2015) Pag. 1 di 6 Spett. Le GAL L ALTRA ROMAGNA S.CONS.AR.L. Viale Roma, 24 47027 Sarsina (FC) AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE INVITO ALLA PRESENTAZIONE DI IDEE PROGETTO PER LA SSL (termine ultimo: 25/09/2015)

Dettagli

Dal turismo per disabili al turismo per tutti Dal turismo per tutti al turismo di qualità

Dal turismo per disabili al turismo per tutti Dal turismo per tutti al turismo di qualità Dal turismo per disabili al turismo per tutti Dal turismo per tutti al turismo di qualità Eliminazione e superamento delle barriere nelle strutture ricettive (progettazione, esecuzione, gestione, accoglienza)

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO REGIONE VENETO PROVINCIA DI BELLUNO COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO C. A. P. 3 2 0 4 3 C o r s o I t a l i a n. 3 3 T e l. 0 4 3 6 / 4 2 9 1 f a x 0 4 3 6 / 8 6 8 4 4 5 SERVIZIO CULTURA TURISMO E SPORT DETERMINAZIONE

Dettagli

Turismo rurale e fattorie didattiche: un opportunità di sviluppo nelle aree rurali

Turismo rurale e fattorie didattiche: un opportunità di sviluppo nelle aree rurali ADRIATIC IONIAN INTIATIVE: SUSTAINABLE CHILD AND YOUTH TOURISM FOR RURAL DEVELOPMENT IN ADRIATIC- IONIAN REGION Turismo rurale e fattorie didattiche: un opportunità di sviluppo nelle aree rurali International

Dettagli

Il Centro Provinciale per l Adattamento dell Ambiente Domestico

Il Centro Provinciale per l Adattamento dell Ambiente Domestico Il Centro Provinciale per l Adattamento dell Ambiente Domestico Un abitare di qualità, per tutti A.S. Annalisa Rolli Come nasce il Centro Delibera Consiglio Regionale n.514/2003 I Centri di informazione

Dettagli

PSR PUGLIA 2007-2013 PSL GAL SUD-EST BARESE CARTA DEI SERVIZI TURISTICI DI QUALITA DELLA RETE TURISTICO CULTURALE DEL SUD EST BARESE

PSR PUGLIA 2007-2013 PSL GAL SUD-EST BARESE CARTA DEI SERVIZI TURISTICI DI QUALITA DELLA RETE TURISTICO CULTURALE DEL SUD EST BARESE PSR PUGLIA 2007-2013 PSL GAL SUD-EST BARESE CARTA DEI SERVIZI TURISTICI DI QUALITA DELLA RETE TURISTICO CULTURALE DEL SUD EST BARESE 15/12/2014 Indice 1. Cos è la carta dei servizi turistici di qualità

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. Paniere lucchese. Rete del gusto

PROTOCOLLO D INTESA. Paniere lucchese. Rete del gusto PROTOCOLLO D INTESA per la valorizzazione e promozione del Paniere lucchese dei prodotti agroalimentari tipici tradizionali e locali attraverso la creazione della Rete del gusto Lucca 11 Maggio 2006 Palazzo

Dettagli

NELLAVOROSIFA SPAZIOLA SEMPLIFICAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI IL DECRETO "SEMPLIFICA ITALIA" vitantonio lippolis[1] CONSULENTE

NELLAVOROSIFA SPAZIOLA SEMPLIFICAZIONE DEGLI ADEMPIMENTI IL DECRETO SEMPLIFICA ITALIA vitantonio lippolis[1] CONSULENTE IL CONSULENTE Pubblicazione Ufficiale del Consiglio provinciale dell'ordine dei Consulenti del Lavoro di Roma 8 NELLAVOROSIFA SPAZIOLA SEMPLIFICAZIONE DEGLI vitantonio lippolis[1] ADEMPIMENTI IL DECRETO

Dettagli

IL BENESSERE DELLA PERSONA DISABILE NEI SERVIZI SOCIO-SANITARI ACCREDITATI. L'interazione e lo scambio con i servizi e la comunità

IL BENESSERE DELLA PERSONA DISABILE NEI SERVIZI SOCIO-SANITARI ACCREDITATI. L'interazione e lo scambio con i servizi e la comunità IL BENESSERE DELLA PERSONA DISABILE NEI SERVIZI SOCIO-SANITARI ACCREDITATI L'interazione e lo scambio con i servizi e la comunità Centro Semiresidenziale Socio Sanitario Pisano Comune di Modena C.D. Pisano

Dettagli

Il turismo in Italia e in Piemonte

Il turismo in Italia e in Piemonte Il turismo in Italia e in Piemonte Piemonte e Turismo Turismo: risorsa economica anticrisi? a cura di Flavia Maria Coccia Direttore Operativo ISNART Torino, 25 giugno 2008 Nati mortalità delle imprese

Dettagli

INDAGINE SULLA VACANZA ESTIVA in TRENTINO

INDAGINE SULLA VACANZA ESTIVA in TRENTINO Osservatorio provinciale per il turismo Servizio Turismo Provincia Autonoma di Trento Trentino Spa Società di marketing territoriale del Trentino INDAGINE SULLA VACANZA ESTIVA in TRENTINO - ITALIANO -

Dettagli

Attestato competenze professionali PERCORSO FORMATIVO. Nome e Cognome

Attestato competenze professionali PERCORSO FORMATIVO. Nome e Cognome AGEFORMA Agenzia Provinciale per l Istruzione e la Formazione professionale, l Orientamento e l Impiego Azienda Speciale della Provincia di Matera Programma di Promozione della Cittadinanza Solidale Legge

Dettagli

SONDALO 28 Giugno 2014 SONDRIO 29 giugno 2014

SONDALO 28 Giugno 2014 SONDRIO 29 giugno 2014 SONDALO 28 Giugno 2014 SONDRIO 29 giugno 2014 Comune di Sondrio INAIL ha da tempo messo in atto una serie di iniziative finalizzate a diffondere la cultura della pratica sportiva come parte integrante

Dettagli

Congresso Regionale 15 marzo 2014 LA CELIACHIA OGGI: CONFRONTO SCIENTIFICO E PROSPETTIVE FUTURE

Congresso Regionale 15 marzo 2014 LA CELIACHIA OGGI: CONFRONTO SCIENTIFICO E PROSPETTIVE FUTURE Congresso Regionale 15 marzo 2014 LA CELIACHIA OGGI: CONFRONTO SCIENTIFICO E PROSPETTIVE FUTURE PRINCIPALI ATTIVITA 2011-2014 Attuazione Legge 123 ex art. 4 e 5 Progetto AFC Laboratori artigianali Istituti

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011

DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I. Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 DOCUMENTO TECNICO ALLEGATO I Obiettivi specifici del Piano turistico triennale 2011/2013 Linee di azione, di cui al Piano turistico triennale 2011/2013, e attività previste nel 2011 Risorse stanziate nel

Dettagli

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA

BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA COMUNICAZIONI DELLA CONFEDERAZIONE AGLI ENTI ASSOCIATI NOTIZIARIO SPECIALE N.03/2009 AGLI ENTI ASSOCIATI DELLA LOMBARDIA - LORO SEDI BANDI E FINANZIAMENTI REGIONE LOMBARDIA Contributi per manifestazioni

Dettagli

AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA) Turismo e beni culturali BANDO

AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Pacchetti Integrati di Agevolazione (PIA) Turismo e beni culturali BANDO Presidenza del Consiglio dei Ministr Dipartimento per i Diritti le Pari Opportun CALABRIA AGIRE POR Sviluppo locale orientato alle pari opportunità Sardegna Calabria Pacchetti Integrati di Agevolazione

Dettagli

Bando senza scadenza HOUSING SOCIALE PER PERSONE FRAGILI. Presentazione Bando a cura di: Katarina Wahlberg Milano, 16 febbraio 2015

Bando senza scadenza HOUSING SOCIALE PER PERSONE FRAGILI. Presentazione Bando a cura di: Katarina Wahlberg Milano, 16 febbraio 2015 Bando senza scadenza HOUSING SOCIALE PER PERSONE FRAGILI Presentazione Bando a cura di: Katarina Wahlberg Milano, 16 febbraio 2015 STRATEGIE NEL SETTORE HOUSING Contributi a fondo perduto Bando senza scadenza

Dettagli

DISCIPLINARE DEL MARCHIO DI PRODOTTO VARESE IN BICICLETTA

DISCIPLINARE DEL MARCHIO DI PRODOTTO VARESE IN BICICLETTA DISCIPLINARE DEL MARCHIO DI PRODOTTO VARESE IN BICICLETTA 1. DEPOSITO CUSTODITO L azienda si impegna a garantire la presenza di un locale sufficientemente spazioso da allestire a deposito per le biciclette.

Dettagli

via Tavoleto, 3 47832 San Clemente (RN) tel/fax 0541-858213 e-mail: centrodelbianco@formulaservizi.it

via Tavoleto, 3 47832 San Clemente (RN) tel/fax 0541-858213 e-mail: centrodelbianco@formulaservizi.it via Tavoleto, 3 47832 San Clemente (RN) tel/fax 0541-858213 e-mail: centrodelbianco@formulaservizi.it indice 1. FINALITA pag. 2 2. CRITERI DI AMMISSIONE E DIMISSIONE pag. 2 3. RETTA E SPESE PERSONALI pag.

Dettagli

Prot.n. AI Presidente del Consiglio regionale della Campania. Dott. Paolo Romano SEDE. Oggetto: Trasmissione proposta di legge.

Prot.n. AI Presidente del Consiglio regionale della Campania. Dott. Paolo Romano SEDE. Oggetto: Trasmissione proposta di legge. / Prot.n. AI Presidente del Consiglio regionale della Campania Dott. Paolo Romano SEDE Oggetto: Trasmissione proposta di legge. Si trasmette, in allegato, Campana ad iniziativa Caldoro Presidente. la proposta

Dettagli

4 WORLD TRAVEL FORUM PER LA PACE www.generazioninelcuoredellapace.ch

4 WORLD TRAVEL FORUM PER LA PACE www.generazioninelcuoredellapace.ch LUGANO 08 10 NOVEMBRE 2014 4 WORLD TRAVEL FORUM PER LA PACE www.generazioninelcuoredellapace.ch PROGRAMMA TURISTICO In collaborazione con l Associazione Culture Ticino Network di Lugano LUGANO EASY TOUR

Dettagli

Turismo di Comunità in Val di Rabbi

Turismo di Comunità in Val di Rabbi Turismo di Comunità in Val di Rabbi Sintesi del progetto Il Turismo di Comunità : definizione Il turismo responsabile di comunità è una nuova forma di accoglienza turistica, recentemente sviluppatasi in

Dettagli