ATTO N. 2321/B18. Relazione della 111 Commissione Consiliare permanente SERVIZI E POLITICHE SOCIALI, IGIENE E SANITÀ, ISTRUZIONE, CULTURA,SPORT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "ATTO N. 2321/B18. Relazione della 111 Commissione Consiliare permanente SERVIZI E POLITICHE SOCIALI, IGIENE E SANITÀ, ISTRUZIONE, CULTURA,SPORT"

Transcript

1 Uliìl(\IJ c~i;i,ll ;C\I U:.j ~ I \) :\ l r l )--- C I " I " 1 1. cl ", -:Jf,yryr, " ~ REG[ONE DELLUMBRIA Q<Qc;9 A /ti C onslllb,1 ATTO N. 2321/B18 Relazione della 111 Commissione Consiliare permanente SERVIZI E POLITICHE SOCIALI, IGIENE E SANITÀ, ISTRUZIONE, CULTURA,SPORT Relatore di maggioranza Consigliere Marco Fasolo Relatore di minoranza Consigliere Luciano Rossi Relazioni orali ai sensi dellart. 20, comma 7, del Regolamento interno Iscrizione allordine del giorno del Consiglio regionale ai sensi dellart. 27, comma 2, del Regolamento interno SULLA P roposta di atto amministrativo di iniziativa della Giunta regionale "Legge regionale 20/01/1981, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni - Piano regionale di intervento per le attività culturali - Anno 2004" Approvato dalla Il! Commissione Consiliare permanente il Trasmesso alla Presidenza del Consiglio regionale il

2 ~I\)I()IU 1"11 - lil "1 L- U i.,j " I C I " L.JJ ~ lu rc r: l ll l ~l r1 -- r,rnrc] ",.- \I DELLUMBRIA 1:::JD<:) A tti C ans/llar COMUNICAZIONE DELLA III COMMISSIONE CONSILIARE PERMANENTE Si comunica che la III Commissione Consiliare permanente ha esaminato nella seduta del 16 dicembre u.s. latto n. 2321, esprimendo sullo stesso parere favorevole a maggloranza. Si richiede, pertanto, liscrizione dell atto suddetto allordine del giorno della prossima seduta del Consiglio regionale ai sensi dellart. 27, comma 2, del Regolamento interno comunicando, altresì, che per la Commissione riferiranno oralmente per la maggloranza il Consigliere Marco Fasolo e per la minoranza il Consigliere Luciano Rossi. 3

3 81~1()IC : ~,-1 l l l l r l_. ii "\ I I\ l n ~) \) \j ~" [JICI:rIJ I"n,n,n DELLUMBRIA ç~ A tti Conslll.rl (Schema di delibera proposto dalla III Commissione Consiliare permanente) IL CONSIGLIO REGIONALE VISTA la proposta di atto amministrativo di iniziativa della Giunta regionale, approvata con deliberazione n del , concernente: "Legge regionale 20/01/1981, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni - Piano regionale di intervento per le attività culturali - Anno 2004", depositata presso la Presidenza del Consiglio regionale il e trasmessa per il parere alla III Commissione Consiliare permanente con nota prot. n del (ATTO N. 2321); VISTO il parere della III Commissione Consiliare permanente espresso nella seduta del 16 dicembre 2004 e udite le relazioni della medesima illustrate oralmente per la maggioranza dal Consigliere Marco Fasolo e per la minoranza dal Consigliere Luciano Rossi (ATTO N. 2321/BIS); VISTA la legge regionale 20 gennaio 1981, n. 7 "Norme per la programmazione sviluppo regionale delle attività culturali" e successive modificazioni ed integrazioni; e Io VISTO il Regolamento regionale 2 novembre 1998, n. 35, "Criteri e modalità, ai sensi dellart. 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241, per la applicazione della legge regionale 20 gennaio 1981, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni - Norme per la programmazione e Io sviluppo regionale delle attività culturali"; PRESO ATTO della nota dell Assessore regionale alle attività culturali del 16 dicembre 2004, con la quale si comunica che lassociazione Pro Loco Corcianese non ha effettuato lattività prevista per lanno 2004, e che pertanto tale Associazione viene esclusa dal finanziamento proposto e la somma già assegnata viene ripartita tra gli altri soggetti beneficiari; CONSIDERATO che la III Commissione Consiliare permanente ritiene di effettuare una diversa ripartizione dei contributi ai soggetti beneficiari, anche sulla base delle nuove disponibilità finanziarie reperite con la legge regionale 6 agosto 2004, n. 17 "Norme in materia di spettacolo"; VISTA la legge regionale 13 aprile 2004, n. 3 "Disposizioni per la formazione del bilancio annuale di previsione 2004 e del bilancio pluriennale Legge finanziaria 2004"; 4

4 JIGI()IU :JI[I~I:J "l J I l n n ~ : 1 : \; ti (I-.J,: -; --.: -. n,nr\~c DELLUMBRIA Q<QcY A!ti Conslllarl VISTA la legge regionale 13 aprile 2004, n. 4 "Bilancio di previsione per lesercizio finanziario 2004 e Bilancio pluriennale "; VISTO lo Statuto regionale; VISTO il Regolamento interno del Consiglio regionale; con.. voti favorevoli,.. voti contrari e.. voti di astensione espressi nei modi di legge dai.. Consiglieri presenti e votanti DELIBERA 1. di approvare: - latto amministrativo concernente: "Legge regionale 20/01/1981, n. 7 e successive modificazioni ed integrazioni - Piano regionale di intervento per le attività culturali - Anno 2004" proposto con deliberazione di Giunta regionale 24 novembre 2004, n. 1846; - la Relazione (Allegato A) e il Piano regionale di intervento per le attività culturali - anno 2004 (Allegato B) che costituiscono parte integrante della presente deliberazione; 2. di dare atto che alla spesa complessiva di ,00 si farà fronte con lo stanziamento di cui al capitolo 990 del Bilancio di previsione 2004, v.p.b ; 3. di autorizzare la Giunta regionale a provvedere alleventuale riattribuzione dei contributi integralmente o parzialmente revocati, ai sensi dellart. 8 della citata legge regionale n. 7/

5 , /l\)igi~_j -j i U I). 1, " l l I n L_,, i-,,1 1, [1 "r:~h DELLUMBRIA -1:j\:>~ A tti Consiliari ALLEGATO A RELAZIONE Con L.R. 6 agosto 2004, n. 17 "Norme in materia di spettacolo" la Regione Umbria si è dotata di una nuova legge sullo spettacolo che, fra laltro, allart. 13 autorizza per il finanziamento degli interventi annuali di cui agli art. 7 e 9 una spesa di da iscrivere nella unità previsionale di base del bilancio regionale, parte spesa, denominata "Interventi a sostegno dello spettacolo". Questa somma è stata iscritta al bilancio 2004 con DGR n del , mentre Io stanzia mento al cap. 985 (proprio della L.R. n. 7/81 che figura tra le norme abrogate allart. 11 della citata L.R. n. 17/04) è confluito nel cap. 990 U.P.B che prevede, cosi, uno stanziamento complessivo di ,00. Il comma 3 dellart. 11 della L.R. n. 17/04 prevede inoltre che le norme abrogate (tra cui la L.R. n. 7/81) continuino ad applicarsi ai procedimenti amministrativi pendenti alla data di entrata in vigore della legge stessa, fino alloro compimento. La L.R. n. 17/04 è stata promulgata il , mentre la scadenza per la presentazione delle domande di contributo per questo Piano di interventi era fissata al : si applica, pertanto, la fattispecie di cui al paragrafo precedente. Le proposte pervenute, per la formazione di questo Piano, sono state complessivamente 1~. Di queste, 19 non sono state ammesse allistruttoria in quanto: a) 11 in conflitto con le previsioni di cui allart. 3, comma 1, lett. a) del regolamento n. 35/98 (richiesta di apporto finanziario superiore al 30 per cento della spesa complessiva preventivata); b) 1 non pertinente agli scopi della L.R. n. 7/81 e successive modifiche ed integrazioni; c) 3 pervenute fuori i termini previsti dallart. 1 della L.R. n. 22/98; d) 3 non valutabili per mancanza dei dati richiesti dalla modulistica prevista dal regolamento regionale 2 novembre 1998, n. 35; e) 1 in conflitto con quanto stabilito allart. 4, comma 3, del regolamento n. 35/98 (richiesta di apporto finanziario inferiore al minimo previsto); Le 86 proposte ammesse allistruttoria sono state assegnate alle categorie di cui al regolamento n. 35/98 nel modo che segue: a) 8 alla categoria "a) festival"; b) 17 alla categoria "b) soggetti produttori"; c) 28 alla categoria "c) soggetti diffusori della cultura coreutica, musicale, teatrale e videocinematografica"; d) 33 alla categoria "e) iniziative prevalentemente amatoriali, destinate ad ambiti locali". Le proposte di piano benefici arie di contributo sono complessivamente 64 (10 in più dellanno scorso) di cui: a) 8 nella categoria a); b) 17 nella categoria b); c) 28 nella categoria c); d) 11 nella categoria e). I soggetti già beneficiari del Piano 2003 hanno per Io più trovato conferma del loro contributo. 6

6 IfJl[)li1 UIJlil(j.:!:,IPIi. In..Y.., DELLUMBRIA ~(i::3r:>\) Atti ConsHiari ALLEGATO A Questo Piano va considerato parte di un programma di finanziamento di manifestazioni e iniziative dello spettacolo integrato dal DOCUP , dal Regolamento regionale 8/2002 e dal Cap Alcune manifestazioni vanno pertanto ricomprese nellambito delle risorse del DOCUP Lentità dei contributi erogati con questo Piano tiene conto, oltre che della relativa posizione di graduatoria, anche del tipo di iniziativa proposta, del costo totale per essa preventivato, del contributo richiesto per la sua realizzazione. In particolare, nella cal. c), p. 12, viene concesso un contributo allass. Umbriamusicfest di Todi che ha rilevato, secondo quanto dichiarato nella domanda di contributo, le attività dellestinta Associazione Todimusicfest, che pure aveva inoltrato una propria domanda di contributo per questo Piano precedentemente alla prima. Essendo stata assorbita da Umbriamusicfest, la domanda di Todimusicfest non è stata presa in considerazione, nella cal. e), p. 9) alla voce Associazione Pro Loco Corcianese non è indicato alcun contributo perché lattività prevista per il 2004 non è stata effettuata. Sono stati confermati (alla categoria "d) iniziative della Regione") gli impegni volti alla realizzazione diretta e/o in collaborazione con altri soggetti pubblici o privati (come previsto allart. 4, comma 5, della L.R. n. 7/81) di progetti e servizi regionali di rilevante interesse per il perseguimento delle finalità di legge e per il coordinamento degli interventi da questa previsti. 7

7 ,1,lcl~ l c l I " 1 " 1 :"1 : in" J J J, : DELLUMBRIA ~~"~l.~~-j V Atti Consillari ALLEGATO B) Piano regionale di intervento per le attività culturali anno 2004 SOGGETTI AMMESSI Soggetto CAT Città Punteg Proposta gio contributo 2004 Fondazione Perugia Musica classica - A Perugia 16 30,000 Dipartimento Sagra Musicale Umbra Ass. Umbria Film Festival A Umbertide 16 6,000 Associazione Charlie: Terni In Jazz Fest A Terni 15 29,000 Ass, Percussionistica(Percussionistica - A Umbertide 14 5,000 World Rhythm Festival) Associazione United Artists for Peace A Perugia Compagnia Alefdanzateatro( Festival A Orvieto 13 5,000 freedansorvieto) Comune di Foligno:Segni Barocchi A Foligno 13 13,000 Comune di Todi: Todi Arte Festival A Todi 11 48,000 Teatro Lirico sperimentale "A. Belli" B Spoleto 19 25,000 Fontemaggiore soc, coop, B Perugia Ass, Farneto Teatro B Bastia Umbra 18 6,000 Teatro di Figura Umbro B Perugia 18 7,000 Ass, La Compagnia del Pino B Terni Ass, Lavori in Corso B Perugia 17 5,000 Ass, Teatro Mancinelli B Orvieto La Terra Nuova S,LI. B Umbertide 16 15,000 Ass. Smascherati! B Perugia 16 6,000 Ass. Teatro di Sacco B Perugia 16 8,000 Compagnia Donati Olesen B Perugia 15 7,000 Coop,Teatrale Atmo B Bastia Umbra Fratelli Mancuso B Città della Pieve 15 6,000 Ass In Canto B Narni 14 15,000 Comune di Terni (Stagione Lirica estiva) B Terni 14 9,000 Ass, Solisti di Perugia B Perugia 13 10,000 8

8 1"1:1" lil:i" l I " l :1I r V I \i 1 l,..,t, Consiglio DELLUMBRIA...-)f), ~ ~1".\.y.. "-..><-..- Regionale Atti Conslllari TetraKtis Percussioni Piccola società B Perugia 10 5,000 cooperativa a r.l Piccola Cooperativa "La Fabbrica dellattore" C Roma 17 5,000 Fondazione Perugia Musica Classica - C Perugia Dipartimento Amici della Musica Accademia Musicale Umbra C Perugia Ass.Metronome C Umbertide Ass. Amici della Musica e del Teatro "Laury C Gubbio Salvati" ARCI Nuova Associazione - com. ter.terni C Terni Narni Amelia Ass. "Il Collettivo Teatro Animazione" C Orvieto Associazione LOrfeo C Spoleto Ass. Zero in Condotta (in collaborazione con C Perugia Casa delle Culture - Perugia) Accademia Teatro e Musica Briccialdi - C Roma ATEM Agimus Foligno C Foligno Ass. Ephebia C Terni Ass. Liminalia C Perugia Soc. dei Concerti "F.Torti" C Bevagna Ass. Umbriateatro (Circuito teatrale) C Foligno Centro Universitario Teatrale C Perugia Ass. Mirabil Eco C Piediluco Ass. Umbriamusicfest (Todimusicfest) C Massa Martana Comune di Narni (Le vie del Cinema) C Narni A.GLMUS. Perugia C Perugia AGIMUS Terni C Terni Comune di Todi C Todi Ass. Mozart Italia Umbria C Assisi Ass. Hugo Wolf C Acquasparta Ass. Zona Franca C Bastia Umbra Ass, Gubbio Festival C Gubbio Fondazione Casagrande C Terni Comune di Gubbio 44. Stagione Spettacoli C Gubbio Classici LUmbria ha un teatro verde : D Perugia I Fontemaggiore soc. coop. 9

9 11-1. n:.,.111 L~ni.. "",JJì: REGJONEDELLUMBRIA 1/(1(\\:> "-,,,-0/ Atti Consiliari Circuito regionale lirica : Teatro D Spoleto I LiricQ Sperimentale "A Belli" Fonoteca "O. Trotta": Regione D Perugia I Cartoombria: Fondazione Umbria Spettacolo D Perugia Iniziative prosa: Regione D I Iniziative musicali: Regione D I Arci Città di Castello Novamusica E Città di Castello Ass. Ameria Umbra E Amelia Ass. Spazio Musica E Genova Centro di Coordinamento del Volontariato E Gubbio Centro Studi Carlo della Giacoma E Todi Ass.. Filarmonica "G. Verdi" E Castel Rigone Ass. Inedito per Maria E Terni Ass. Amici della Musica di Passignano E Passignano sul Trasimeno Comune di Narni (Narni Black Festival) E Narni Comune di Vallo di Nera E Vallo di Nera Ass. Amici della musica di Preggio E Umbertide TOTALE ,00 IO

10 , 1"11 "l i 1 ".\ 1. " ~ - " l,iil T DELLUMBRIA ()<Jr:9 Atti Consiliari SOGGETTI AMMESSI, AI QUALI NON È STATO ASSEGNATO IL CONTRIBUTO Proposta Soggetto CAT Città Punteg contributo Clio 2003 Associazione Pro Loco Corcianese E Corciano 9 O Ass. Concorso Pianistico Città di San E Terni 8 O Gemini Comune di Allerona E Allerona 8 O Centro Sperimentazione Teatrale E San Gemini 8 O Ass. Eureka E Arrone 8 O Ass. Teatro F. Torti E Bevagna 8 O Istituto Mons. Bonilli E Trevi 8 O fi:~amici del Centro socio culturale San E Umbertide 7 O Francesco" Ass,Umbriateatro (Festival Umbria Teatro E Foligno 7 O & Scuole) Nuova Scuola Popolare di Musica E Umbertide 7 O Comune di Marsciano (Musica per i Borghi) E Marsciano 7 O Ass. "Novo Prometeo" E Umbertide 6 O Compagnia teatrale "IlGorro" E Passignano sul 6 O Trasimeno Ass. Ponte Levatoio E Palazzo di Assisi 6 O U.I.L.T. sez. Umbria E Umbertide 6 O Comune di Gubbio(Gubbio No Borders E Gubbio 6 O Summer Festival) Comune di Assisi Rhythm &food E Assisi 5 O A.N.B.I.M.A. E Cannara 4 O Ass. Nonsolomusica E Perugia 4 O Società Angeletti Carlo & C. snc E Assisi 4 O Comune di Citerna E Citerna 3 O.0.55.Scuola di danza classica "Città di E Gubbio 3 O Gubbio" Il

11 1;111 "11.1".!I :: " " 1..I.l i-. ":",, 1.1 I 111. OELLUMBRIA \2-~1{<") ",,-{L:,..)\" Atti Consiliari SOGGETTI ESCLUSI SOGGETTO CITTA MOTIVO ESCLUSIONE Accademia Barocca "W. Hermans" Arrone art. 3, comma 1, lett. a) del r.r. n. 35/98 Ass. Città del Vino Siena art. 3, comma 1, lett. a) del r.r. n. 35/98 ARCUM Perugia art. 3, comma 1, lett. a) del r.r. n. 35/98 Ass. Athanor Eventi Viterbo art. 3, comma 1, lett. a) del r.r. n. 35/98 Ass. Juppiter Perugia art. 3, comma 1, let!. a) del r.r. n. 35/98 Ass. "Nuova Tradizione Musicale" Terni art. 3, comma 1, let!. a) del r.r. n. 35/98 Ass. Sistema Alternativo Amelia art. 3, comma 1, let!. a) del r.r. n. 35/98 Ass. Teatro Ferramenta Bologna art. 3, comma 1, let!. a) del r.r. n. 35/98 Comune di Amelia Amelia art. 3, comma 1, lett. a) del r.r. n. 35/98 Comune di Norcia Norcia art. 3, comma 1, let!. a) del r.r. n. 35/98 Università della Terza età "Città di Gubbio art. 3, comma 1, lett. a) del r.r. n. 35/98 Gubbio" Ass. Frescobaldi Perugia art. 1, I.r. 22/98 Comune di Spello Spello art. 1, I.r. 22/98 Monastero di S. Benedetto Norcia art. 1, I.r. 22/98 Libera Università Popolarte Umbra Perugia non pertinente Galaxia Servizi Perugia non valutabile Capolavoro Associazione Culturale Terni non valutabile Sacro Convento di S. Francesco Assisi non valutabile Ass. Il Convivio Assisi richiesta inferiore a quanto previsto dal r.r.n.35/98 12

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it

Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it. Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Provincia di Perugia provincia.perugia@postacert.umbria.it Provincia di Terni provincia.terni@postacert.umbria.it Documento elettronico sottoscritto mediante firma digitale e conservato nel sistema di

Dettagli

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata

Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva Umbria a Denominazione di Origine Controllata Disciplinare di produzione dell'olio extravergine di oliva "Umbria" a Denominazione di Origine Controllata DM 6 agosto 1998 GURI n. 193 del 20 agosto 1998 (Iscrizione nel "Registro delle denominazioni

Dettagli

Piano di Ambito ALLEGATO 3. Revisione. Triennio 2009-2011

Piano di Ambito ALLEGATO 3. Revisione. Triennio 2009-2011 Piano di Ambito Revisione Triennio 2009-2011 ALLEGATO 3 CANONI DI CONCESSIONE per: - concessioni ex ANAS - concessioni ANAS-Ferrovie - concessioni derivazioni idriche - concessioni ai fini idraulici REPORT

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014

Lo spettacolo dal vivo in Sardegna. Rapporto di ricerca 2014 Lo spettacolo dal vivo in Sardegna Rapporto di ricerca 2014 2014 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Redazione a cura della Presidenza Direzione generale della Programmazione unitaria e della Statistica regionale

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Cultura Musei e City Branding DIRETTORE QUAGLIA dott.ssa MAURIZIA Numero di registro Data dell'atto 849 10/06/2015 Oggetto : "Acquedotte" - Festival Musicale

Dettagli

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO

AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO AVVISO SELEZIONE PUBBLICA PER L ASSEGNAZIONE DELL INCARICO DI CONSULENTE ARTISTICO Premessa Il Centro Servizi Culturali Santa Chiara propone annualmente una Stagione di Teatro che si compone di differenti

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo

Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo Fondo per lo sviluppo della produzione audiovisiva Preambolo La Regione autonoma Valle d Aosta promuove e sostiene nel rispetto della normativa europea il settore cinematografico, audiovisivo e multimediale,

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 COMUNE DI TAINO Provincia di Varese Prot. N. 3207 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Copia N. 6 del 28/04/2014 OGGETTO: IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA. DETERMINAZIONE ALIQUOTE ANNO 2014 L'anno

Dettagli

La legge sul Volontariato della Regione Lazio

La legge sul Volontariato della Regione Lazio La legge sul Volontariato della Regione Lazio Legge 29 del 1993 Art. 2 Attività ed organizzazioni di volontariato 1. Ai sensi dell'art. 2 della legge n. 266 del 1991: a) l'attività di volontariato disciplinata

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO

PICCOLI TRATTENIMENTI MUSICALI O DIFFUSIONE SONORA NEI DEHORS E NELLE AREE DI PERTINENZA PRIVATE ANNESSE AI LOCALI DI SOMMINISTRAZIONE AL PUBBLICO Dipartimento Economia e Promozione della Città Settore Attività Produttive e Commercio U.O. Somministrazione, manifestazioni, artigianato e ricettive 40129 Bologna Piazza Liber Paradisus, 10, Torre A -

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione)

LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE COMPARTO RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. ART. 1 ( Definizione) 1 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale della Sanità Dipartimento regionale per la pianificazione strategica ********** Servizio 1 Personale dipendente S.S.R. LINEE DI INDIRIZZO PERSONALE

Dettagli

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres.

L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. L.R. 12/2006, art. 6, commi da 82 a 89 B.U.R. 3/1/2007, n. 1 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 12 dicembre 2006, n. 0381/Pres. LR 12/2006, articolo 6, commi da 82 a 89. Regolamento concernente i criteri

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico VISTO il Decreto Legge 12 settembre 2014, n. 133 convertito con modificazioni dalla Legge 11 novembre 2014, n. 164 recante Misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche,

Dettagli

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE

DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE Prot. n. 21096/II/1 dell 11 giugno 2009 UFFICIO NAZIONALE PER IL SERVIZIO CIVILE DECRETO N.173 IL CAPO DELL UFFICIO NAZIONALE VISTA la Legge 8 luglio 1998, n. 230, recante "Nuove norme in materia di obiezione

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Servizio Sanitario Nazionale - Regione dell Umbria AZIENDA UNITA SANITARIA LOCALE UMBRIA N. 2 Sede Legale Provvisoria: Viale Donato Bramante 37 Terni Codice Fiscale e Partita IVA 01499590550 DETERMINAZIONE

Dettagli

g"+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014

g+/\'-t 'i.-1 SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA ee-go~. - 8 APR. 2014 UNIVERSITÀ DI ROMA Consigl io di Amministrazione - 8 APR. 2014 Nell'anno duemilaquattordici, addì 8 aprile alle ore 15.55, presso il Salone di rappresentanza, si è riunito il Consiglio di Amministrazione,

Dettagli

PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO

PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO REGIONE UMBRIA PIANO REGIONALE DI GESTIONE DEI RIFIUTI: PROGRAMMA DI PREVENZIONE E RIDUZIONE DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI E PRIME MISURE PER LA PREPARAZIONE AL RIUTILIZZO 1 INDICE 1. Introduzione: importanza

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O P I A DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 140 del 25.09.2013 OGGETTO:Accordo tra Comune di Sarzana e Consorzio Sviluppo Sarzana per la realizzazione dell'edizione 2013 del L anno duemilatredici,

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939.

L'associarsi di due o più professionisti in un' Associazione Professionale è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. ASSOCIAZIONE TRA PROFESSIONISTI L'associarsi di due o più professionisti in un' "Associazione Professionale" è una facoltà espressamente consentita dalla legge 1815 del 1939. Con tale associazione,non

Dettagli

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse)

ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI. ART. 1 (Risorse) ACCORDO PER L'UTILIZZAZIONE DELLE RISORSE PREVISTE DAL FONDO UNICO PER L'EFFICIENZA DEI SERVIZI ISTITUZIONALI ART. 1 (Risorse) 1) Al finanziamento del Fondo costituito ai sensi dell'art. 14 del DPR 16

Dettagli

ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A. DATTOLO

ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A. DATTOLO CONSIGLIO REGIONALE DELLA CALABRIA IV COMMISSIONE ASSETTO E UTILIZZAZIONE DEL TERRITORIO - PROTEZIONE DELL AMBIENTE ESAME ABBINATO DELLE P. L. N. 33/9^ - 62/9^ E 87/9^ TESTO PROPOSTO DAL RELATORE ON. A.

Dettagli

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014

Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 Burc n. 23 del 26 Maggio 2014 REGIONE CALABRIA GIUNTA REGIONALE DIPARTIMENTO N. 6 AGRICOLTURA - FORESTE FORESTAZIONE SETTORE 4 Servizi di sviluppo agricolo fitosanitario e valorizzazione patrimonio ittico

Dettagli

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART.

STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. STATUTO DELL ASSOCIAZIONE ASSOCIAZIONE CULTURALE FERRARA OFF STATUTO DEFINIZIONE E FINALITA COSTITUZIONE, DENOMINAZIONE E SEDE. - ART. 1 E costituita, nello spirito della Costituzione della Repubblica

Dettagli

IL D I R I G E N T E

IL D I R I G E N T E IL D I R I G E N T E PREMESSO CHE: Con la Deliberazione n. 38-11131 del 30/03/2009 la Giunta regionale ha approvato le Misure e le linee di intervento per la valorizzazione del commercio urbano e per il

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA

COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA COMUNE DI BOSCHI SANT ANNA PROVINCIA DI VERONA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 70 O G G E T T O AFFIDAMENTO INCARICO ALLA SIG.RA CARLA GANZAROLI DEL COMUNE DI LEGNAGO PER PRESTAZIONI

Dettagli

COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N.

COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N. COMUNICAZIONE UNICA REGIONALE ALBO REGIONALE DELLE COOPERATIVE SOCIALI, CONSORZI E ORGANISMI ANALOGHI (AI SENSI DELL'ART. 27 DELLA L.R. N. 1/2008) Nome Cognome in qualità di legale rappresentante pro tempore

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Sergio dal Maso Viale C.Colombo, 165 Foggia Telefono 328/2775122 Fax 0881/720007 E-mail Nazionalità

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE

COAWYE PERC,1. (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE LA GIUNTA MUNICIPALE COAWYE PERC,1 (Provincia di Siracusa) COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. i Registro Delibere OGGETTO: Prosecuzione fino al 31/12/2014 n. 12 contratti di lavoro di diritto privato a tempo determinato

Dettagli

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013

DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 DELIBERAZIONE N X / 825 Seduta del 25/10/2013 Presidente ROBERTO MARONI Assessori regionali MARIO MANTOVANI Vice Presidente VALENTINA APREA VIVIANA BECCALOSSI SIMONA BORDONALI PAOLA BULBARELLI MARIA CRISTINA

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

Università Vita~Salute San Raffaele

Università Vita~Salute San Raffaele Università Vita~Salute San Raffaele DECRETO RETTORALE N. 4185 IL RETTORE Visto lo Statuto dell'università Vita-Salute San Raffaele approvato con Decreto del Ministero dell'università e della Ricerca Scientifica

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno Ministero dell Economia e delle Finanze DIPARTIMENTO DELLA RAGIONERIA GENERALE DELLO STATO di concerto con il Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI VISTO il decreto

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE

(Lombardia, BUR 18 novembre 2014, n. 47) LA GIUNTA REGIONALE Deliberazione Giunta Regionale 14 novembre 2014 n. 10/2637 Determinazioni in ordine a: "Promozione e coordinamento dell'utilizzo del patrimonio mobiliare dismesso dalle strutture sanitarie e sociosanitarie

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto

I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto I BORGHI PIU' BELLI D'ITALIA Statuto ARTICOLO 1- COSTITUZIONE E' costituito il Club denominato I Borghi più Belli d'italia ai sensi dello Statuto dell Associazione Nazionale Comuni Italiani, in breve ANCI.

Dettagli

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione)

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione) Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare... OMISSIS Art. 2. (Armonizzazione).. OMISSIS 26. A decorrere dal 1 gennaio 1996, sono tenuti all'iscrizione

Dettagli

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA

COMUNE DI MACCAGNO con PINO e VEDDASCA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE N 26 del 30/09/2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE E DETRAZIONI DELL'IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA (I.M.U.) - ANNO 2014 L'anno 2014, addì trenta

Dettagli

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS

EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS EX PROVINCIA DI CARBONIA IGLESIAS Legge Regionale 28 giugno 2013 n. 15 - Disposizioni transitorie in materia di riordino delle province Legge Regionale 12 marzo 2015 n. 7 - Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

Deliberazione del Consiglio Comunale

Deliberazione del Consiglio Comunale Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Ordinaria Seduta di Prima convocazione Comune di Finale Ligure Provincia di Savona Numero progressivo 56 OGGETTO Determinazione delle aliquote e detrazioni

Dettagli

DECRETO n. 375 del 11/07/2014

DECRETO n. 375 del 11/07/2014 ASL di Brescia Sede Legale: viale Duca degli Abruzzi, 15 25124 Brescia Tel. 030.38381 Fax 030.3838233 - www.aslbrescia.it - informa@aslbrescia.it Posta certificata: servizioprotocollo@pec.aslbrescia.it

Dettagli

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni

Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni Norme varie relative al Nucleo di Valutazione e alle sue funzioni! Statuto del Politecnico di Torino TITOLO 2 - ORGANI DI GOVERNO DEL POLITECNICO Art. 2.3 - Senato Accademico 1. Il Senato Accademico è

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione

Scheda 2.4 Imprese di pulizia, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione Scheda 2.4 Imprese di, disinfezione, disinfestazione, derattizzazione e sanificazione SOGGETTI RICHIEDENTI/AMBITO DI APPLICAZIONE La presente scheda riguarda unicamente soggetti ricadenti nella qualifica

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

---------------- Ufficio Stampa

---------------- Ufficio Stampa Ufficio Stampa Presentazione del libro TeatrOpera: Esperimenti Scenici di Maria Grazia Pani Concerto spettacolo con voce recitante, soprani, tenore e pianoforte 11 maggio 2015 Teatro Sociale ----------------

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d);

VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO lo Statuto di Ateneo, in particolare l art. 10 Diritto allo studio, comma 2 lettera d); VISTO il Regolamento delle attività culturali, sociali e ricreative degli studenti, emanato con decreto rettorale

Dettagli

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB

A cura di confidi112tub.eu. Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Dall iscrizione ex art. 155 comma 4 all elenco 112 bis TUB Premessa I Confidi - Consorzi e Cooperative di garanzia collettiva fidi - sono i soggetti che, ai sensi della legge 326/2003, svolgono esclusivamente

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI S e z i o n e R e g i o n a l e d i C o n t r o l l o p e r l a L i g u r i a

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI S e z i o n e R e g i o n a l e d i C o n t r o l l o p e r l a L i g u r i a Deliberazione n. 52 /2014 REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI S e z i o n e R e g i o n a l e d i C o n t r o l l o p e r l a L i g u r i a composta dai seguenti magistrati: Ennio COLASANTI Angela PRIA

Dettagli

Comune di Mentana Provincia di Roma

Comune di Mentana Provincia di Roma BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE ANNUALITA FINANZIARIA 2013 IL RESPONSABILE DEL SETTORE SERVIZI ALLA PERSONA - VISTO l articolo 11 della

Dettagli

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo

Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Liceo Primo Levi _- S. Donato Milanese Guida sul part time personale di ruolo (trasformazione del contratto da tempo pieno a tempo parziale). Presentazione domande entro il 15 marzo Scade il 15 marzo la

Dettagli

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale

Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale COMUNE DI DIMARO Provincia di Trento Verbale di deliberazione n. 47 della Giunta Comunale OGGETTO: A pprovazione disciplinare per il trasferimento volontario delle attività propedeutiche alla riscossione

Dettagli

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE

REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 16-03-2015 (punto N 33 ) Delibera N 251 del 16-03-2015 Proponente LUIGI MARRONI DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE

Dettagli

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015

Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE. N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 Appalti ed Economato 2015 01501/005 Servizio Economato CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 0 approvata il 8 aprile 2015 DETERMINAZIONE: 005/301. SERVIZIO DI PULIZIA ORDINARIA PRESSO

Dettagli

C O M U N E DI O P E R A

C O M U N E DI O P E R A copia Codice Ente 11047 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE IMU ANNO 2014 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Adunanza Ordinaria di Prima convocazione - seduta Pubblica. L'anno duemilaquattordici

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero

Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero Ordinanza del DFI concernente il Premio del cinema svizzero 443.116 del 30 settembre 2004 (Stato 1 ottobre 2014) Il Dipartimento federale dell interno (DFI), visti gli articoli 8 e 26 capoverso 2 della

Dettagli

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie

Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Sintesi analitica dei Bandi di concorso 2013 per l ammissione ai corsi di laurea delle Professioni sanitarie Introduzione... 3 Università Politecnica delle Marche (Ancona)... 4 Università degli Studi di

Dettagli

tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02.

tm \, ~. 'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,...  COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. d6::l DEL,Il - 02. tm \, ~. "'K,', :, ~;-.,-,.,.,..y,... " COMUNE DI AGRIGENTO SETTORE III Servizi Sociali - r:..,... i f,p.:

Dettagli

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE

... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE CITTÀ DI CASTELVETRANO Provincia di Trapani... DELIDERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE n.ili: del 2 8 MRR. 2014 OGGETTO: Concessione di no 2 borse di studio intilolate alla memoria del dotto Mauri zio Vi

Dettagli

LA CONFERENZA UNIFICATA

LA CONFERENZA UNIFICATA Intesa tra il Governo e le Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano e gli Enti locali sulla ripartizione del Fondo nazionale per le politiche giovanili di cui all art. 19, comma 2, del decreto legge

Dettagli

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO

REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO REGOLAMENTO CONCORSO UN MONDO TUTTO MIO TEMA Il concorso Un mondo tutto mio è dedicato all ambiente in cui vivono i bambini, come è e come lo vorrebbero. L idea è far descrivere agli alunni il posto ideale

Dettagli

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina

COMUNE di FORMIA Provincia di Latina COMUNE di FORMIA Provincia di Latina SETTORE: URBANISTICA ED EDILIZIA SERVIZIO: DEMANIO MARITTIMO Formici lì, N. DETERMINAZIONE OGGETTO: - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI ORGANIZZAZIONE DELLE SPIAGGE LIBERE

Dettagli

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*)

STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) 1 STATUTO DELL ACCADEMIA NAZIONALE DEI LINCEI (*) I - Costituzione dell Accademia Articolo 1 1. L Accademia Nazionale dei Lincei, istituzione di alta cultura, con sede in Roma, ai sensi dell art. 33 della

Dettagli

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI

OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Provincia di Bologna COPIA n. 28 del 30.04.2014 OGGETTO: APPROVAZIONE ALIQUOTE TASI Il giorno 30 aprile 2014 alle ore 20.30 nella sala consiliare del Municipio, previa l'osservanza di tutte le formalità

Dettagli

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA DECRETO-LEGGE 20 giugno 2012, n. 79 Misure urgenti per garantire la sicurezza dei cittadini, per assicurare la funzionalita' del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e di altre strutture dell'amministrazione

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Regione Marche ERSU di Camerino (MC)

Regione Marche ERSU di Camerino (MC) DELIBERA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELL ERSU DI CAMERINO N. 261 DEL 29/03/2011: OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BANDO DI SELEZIONE PER IL CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Gazzetta Ufficiale N. 45 del 23 Febbraio 2006 CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

Gazzetta Ufficiale N. 45 del 23 Febbraio 2006 CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO Gazzetta Ufficiale N. 45 del 23 Febbraio 2006 CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO PROVVEDIMENTO 26 gennaio 2006 Accordo Stato, regioni

Dettagli

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014

CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014. Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti. OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 CIRCOLARE N. 7/E Roma 20 marzo 2014 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti OGGETTO: Cinque per mille per l esercizio finanziario 2014 2 INDICE PREMESSA 1. ADEMPIMENTI 1.1 Enti del volontariato 1.2

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

CITTA DI FELTRE. Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Straordinaria di prima convocazione seduta Pubblica

CITTA DI FELTRE. Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Straordinaria di prima convocazione seduta Pubblica COPIA CITTA DI FELTRE Deliberazione n. 62 in data 13/06/2011 Deliberazione del Consiglio Comunale Adunanza Straordinaria di prima convocazione seduta Pubblica Prot. nr. Data Prot. 13/07/2011 Oggetto: Piano

Dettagli