LA BONIFICA DELLA EX RAFFINERIA AGIPPETROLI DI RHO-PERO: IL RUOLO FATTIVO DEGLI ENTI NELLA GESTIONE DEL COMPLESSO INTERVENTO AMBIENTALE FINALIZZATO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA BONIFICA DELLA EX RAFFINERIA AGIPPETROLI DI RHO-PERO: IL RUOLO FATTIVO DEGLI ENTI NELLA GESTIONE DEL COMPLESSO INTERVENTO AMBIENTALE FINALIZZATO"

Transcript

1 LA BONIFICA DELLA EX RAFFINERIA AGIPPETROLI DI RHO-PERO: IL RUOLO FATTIVO DEGLI ENTI NELLA GESTIONE DEL COMPLESSO INTERVENTO AMBIENTALE FINALIZZATO ALLA COSTRUZIONE DEL NUOVO POLO ESTERNO DI FIERA MILANO O. Mastrantonio, A. Bollati - Eni SpA Div. R&M Bonifica dei siti inquinati il supporto agli Enti Locali CONVEGNO REGIONE LOMBARDIA - MILANO - 27 Gennaio 2004

2 INDICE Cenni storici, descrizione del sito e ciclo produttivo Caratterizzazione ambientale Ipotesi di riutilizzo dell ex area industriale Accordo di Programma strumento di intervento in situazioni ambientali complesse Collegio di Vigilanza centrale di controllo Gruppo di Lavoro strumento operativo di intervento Area estesa di bonifica luogo di impiego di tecniche innovative Conclusioni

3 Cenni Storici Attività Produttiva: Capacità Produttiva 5 Milioni ton. Capacità di Stoccaggio 1 Milione m 3

4 Cenni Storici 6 Ottobre 1999 Seduta del Collegio di Vigilanza con richiesta di Accelerazione delle Attività di Bonifica per permettere il completamento della costruzione della Fiera entro fine 2004

5 Cenni Storici 16 Febbraio 2001 D.G.R di approvazione del Progetto di Bonifica con Analisi di rischio

6 Cenni Storici 31 Dicembre 2001 Collaudo finale positivo Con Attestazione della Provincia di MI per la verifica del raggiungimento degli obiettivi di bonifica del Lotto 1 40% Area

7 Cenni Storici 30 Giugno 2003 Completamento delle attività di bonifica rimozione degli impianti dal Lotto 2 nei tempi previsti dall Accordo di Programma 17 Dicembre 2003 Attestazione della Provincia di MI per la verifica del raggiungimento degli obiettivi di bonifica del Lotto 2 60% area

8 Descrizione del sito Area di 130 ettari ubicata nei comuni di Rho e Pero (MI)

9 Demolizione impianti

10 Demolizione impianti

11 Demolizione impianti

12 Caratterizzazione Ambientale Modello Concettuale del Sito (MCS) Zona insatura diffusamente contaminata da idrocarburi di origine petrolifera Zona satura superficiale (acquifero freatico) contaminato da idrocarburi disciolti ed iniziali isolate evidenze di prodotto in libero galleggiamento Zona satura profonda (acquifero profondo) non contaminato

13 Messa in sicurezza Messa in Sicurezza del Sito mediante realizzazione di tre barriere idrauliche (29 pozzi) per il contenimento ed il controllo delle acque contaminate della falda

14 Messa in sicurezza Perforazione pozzi

15 Progetto di Bonifica Tecnologie Applicate Soil Vapour Extraction (SVE) Bioventing (BV) Vacuum Enhanced Recovery (VER) Multi Phase Extraction (MPE) Bio Sparging (BS) Desorbimento Termico (TD) Enisolvex

16 Progetto di Bonifica Sistema SVE/BV

17 Progetto di Bonifica Sistema Bio-Sparging

18 Progetto di Bonifica Stazione VER Trincee

19 Progetto di Bonifica I combustori

20 Progetto di Bonifica Desorbimento Termico Suolo Contaminato Suolo Trattato

21 Progetto di Bonifica Impianto Enisolvex

22 Sovrapposizione Bonifica/Costruzione Polo Esterno Attività di costruzione opere interrate del Nuovo Polo Esterno interferenti con la bonifica Lotto 2 Interferenze riconducibili a: Sistemi di bonifica e monitoraggio Reti interrate e fuori terra (elettriche, piping, ecc.) Interferenze sono state individuate, valutate e risolte attraverso: Cautele progettuali e realizzative Nuovo Polo Rilocazione alcuni impianti di bonifica Programmazione ottimizzata attività

23 Sovrapposizione Bonifica/Costruzione Polo Esterno Eseguita analisi di rischio igienico-sanitario per i lavoratori impegnati sul sito durante il periodo di sovrapposizione Risultati: assenza di condizioni di rischio

24 Il nuovo Polo Panoramica odierna dell area

25 Il nuovo Polo Il cantiere

26 Il nuovo Polo

27 Il nuovo Polo

28 Il nuovo Polo

29 Il nuovo Polo

30 Il nuovo Polo

LE BONIFICHE AMBIENTALI rimedi ai danni generati dalla chimica

LE BONIFICHE AMBIENTALI rimedi ai danni generati dalla chimica Water & Soil Remediation Srl v. Donatori di Sangue, 13 Levata di Curtatone (MN) LE BONIFICHE AMBIENTALI rimedi ai danni generati dalla chimica Water & Soil Remediation Srl Relatore: Dott. Stefano Danini

Dettagli

Siti contaminati: rischi ambientali, tecniche e costi di risanamento

Siti contaminati: rischi ambientali, tecniche e costi di risanamento Consulta provinciale dei Geologi di Parma 22 Giugno 2011 Siti contaminati: rischi ambientali, tecniche e costi di risanamento Dott. Geol. Giovanni Dondi (ECOVIVA S.a.s.).) ECOVIVA S.a.s. Via Passo della

Dettagli

BONIFICA. Tecnologie di bonifica: - Chimiche - Fisiche - Biologiche - Termiche 1

BONIFICA. Tecnologie di bonifica: - Chimiche - Fisiche - Biologiche - Termiche 1 BONIFICA - intervento necessario al risanamento di situazioni di contaminazione create da eventi accidentali o a seguito dell individuazione di fenomeni di inquinamento derivanti da attività lavorative.

Dettagli

Completamento della bonifica del sito, mediante capping della zona A1.

Completamento della bonifica del sito, mediante capping della zona A1. Elenco dei principali progetti di bonifica in corso ASSEMINI Decommissioning degli impianti inattivi Starlene, Acrilonitrile 2 e fabbricati residui dell impianto cloro celle a mercurio Revamping dell impianto

Dettagli

MITTENTE: Soggetto obbligato DESTINATARI: Comune di Provincia di Struttura ARPAT di Azienda USL di

MITTENTE: Soggetto obbligato DESTINATARI: Comune di Provincia di Struttura ARPAT di Azienda USL di MODULO_E Trasmissione dati relativi all intervento di messa in sicurezza operativa (MISO) o all intervento di bonifica o messa in sicurezza permanente (MISP) effettuato. MITTENTE: Soggetto obbligato DESTINATARI:

Dettagli

PROGETTAZIONE AMBIENTALE E BONIFICHE

PROGETTAZIONE AMBIENTALE E BONIFICHE PROGETTAZIONE AMBIENTALE E BONIFICHE PROFESSIONISTI ABILITATI E PARTNERS TECNICI QUALIFICATI PER SOLUZIONI AMBIENTALI A 360 1 PROGETTAZIONE AMBIENTALE Paeb approfondisce e sviluppa gli aspetti ambientali

Dettagli

Eni Corporate University

Eni Corporate University I fondamenti delle professionalità Health, Safety, Environment & Quality Eni Corporate University E n i ' s k n owledge company AMBIENTE Il nostro sguardo sul territorio Internet www.enicorporateuniversity.it

Dettagli

BONIFICHE DI SITI CONTAMINATI

BONIFICHE DI SITI CONTAMINATI Anno accademico 2005-2006 BONIFICHE DI SITI CONTAMINATI Prof. Candida Vannini Prof. Fabio Conti ART. 17: DAL DLgs 22/97 al DM 471/99 introduce in Italia disciplina generale (attività amministrative e tecniche

Dettagli

ECOMONDO. Quali indicazioni dall esperienza Lombarda Petroli. Nicola Di Nuzzo

ECOMONDO. Quali indicazioni dall esperienza Lombarda Petroli. Nicola Di Nuzzo ECOMONDO Quali indicazioni dall esperienza Lombarda Petroli Nicola Di Nuzzo Workshop Pronto intervento ambientale: le professionalità per gestire l inaspettato 7 novembre 2013 Emergenza fiume Lambro

Dettagli

CONVEGNO DI STUDI PULIAMO LʼITALIA. DallʼArcheologia Industriale alla Rigenerazione del Territorio

CONVEGNO DI STUDI PULIAMO LʼITALIA. DallʼArcheologia Industriale alla Rigenerazione del Territorio CONVEGNO DI STUDI PULIAMO LʼITALIA DallʼArcheologia Industriale alla Rigenerazione del Territorio Carbochimica e CIP di Fidenza: da Emergenza Ambientale ad Opportunità di Sviluppo Arch. Nicolai Zanettini

Dettagli

La Fitorimediazione integrata nelle attività di bonifica in situ

La Fitorimediazione integrata nelle attività di bonifica in situ La Fitorimediazione integrata nelle attività di bonifica in situ Water & Soil Remediation Srl v. Donatori di Sangue, 13 Levata di Curtatone (MN) - Italy Direttore Scientifico Dott. Stefano Danini Team

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE E DELLE CONDOTTE RIPARATORIE DI BONIFICA E RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI

L IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE E DELLE CONDOTTE RIPARATORIE DI BONIFICA E RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI L IMPORTANZA DELLA PREVENZIONE E DELLE CONDOTTE RIPARATORIE DI BONIFICA E RIPRISTINO DELLO STATO DEI LUOGHI Alberto Milani, amministratore delegato Arcadis Italia S.r.l. Fiera Ecomondo - Rimini - 4 Novembre

Dettagli

Tavolo della Trasparenza

Tavolo della Trasparenza 1 Tavolo della Trasparenza Regione Piemonte Torino, 14 gennaio 2010 2 Indice Attività in Piemonte Impianto Fabbricazioni nucleari - Bosco Marengo Centrale E. Fermi - Trino Impianto EUREX - Saluggia Sicurezza

Dettagli

STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI BONIFICA E UTILIZZO DI TECNOLOGIE INNOVATIVE NEI SITI DI INTERESSE NAZIONALE: CASI STUDIO

STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI BONIFICA E UTILIZZO DI TECNOLOGIE INNOVATIVE NEI SITI DI INTERESSE NAZIONALE: CASI STUDIO STATO DI ATTUAZIONE DELLE ATTIVITA DI BONIFICA E UTILIZZO DI TECNOLOGIE INNOVATIVE NEI SITI DI INTERESSE NAZIONALE: CASI STUDIO Ing. Laura D Aprile, Servizio Interdipartimentale per le Emergenze Ambientali,

Dettagli

Sede legale e laboratorio: Via A. Moro 6-24020 Scanzorosciate (BG)

Sede legale e laboratorio: Via A. Moro 6-24020 Scanzorosciate (BG) Sede legale e laboratorio: Via A. Moro 1-24020 Scanzorosciate (BG) Unità locali: Via A. Moro 6-24020 Scanzorosciate (BG) Via B. D Este 16-20017 Rho (MI) Fatturato medio annuo ultimi tre anni: Euro 5.500.000

Dettagli

AREA EX FONDERIE DEL QUINTANO PROCEDURA DI BONIFICA COMUNE DI CASTELLI CALEPIO. 13 giugno 2012. Elaborato da ing. Giovanni Filippini

AREA EX FONDERIE DEL QUINTANO PROCEDURA DI BONIFICA COMUNE DI CASTELLI CALEPIO. 13 giugno 2012. Elaborato da ing. Giovanni Filippini Elaborato da ing. Giovanni Filippini 13 giugno 2012 INQUADRAMENTO DELL AREA Area ex Fonderia del Quintano - perimetrazione P.A. post variante Ex area artigianale contigua (falegnameria) inserita in nuova

Dettagli

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure

Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Competitività e ricambio generazionale: descrizione delle misure Misura 5 - Ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato da calamità naturali e da eventi catastrofici e introduzione di adeguate

Dettagli

VADEMECUM SULLE PROCEDURE DI BONIFICA DEI SITI CONTAMINATI

VADEMECUM SULLE PROCEDURE DI BONIFICA DEI SITI CONTAMINATI VADEMECUM SULLE PROCEDURE DI BONIFICA DEI SITI CONTAMINATI Riferimenti legislativi: D.Lgs 152/2006 e sue integrazioni con il D.Lgs 4/2008 art.242-245-248-249-304-allegato 4, parte IV Realizzazione di un

Dettagli

Bonifica e messa in sicurezza di siti industriali: metodologie tradizionali e innovative e relativi costi

Bonifica e messa in sicurezza di siti industriali: metodologie tradizionali e innovative e relativi costi Convegno Nazionale INDUSTRIA e AMBIENTE STORIA E FUTURO DELLO SVILUPPO IN ITALIA Terni, 22/23 marzo 2012 Bonifica e messa in sicurezza di siti industriali: metodologie tradizionali e innovative e relativi

Dettagli

L iter di bonifica ed il permesso di costruire: aspetti ambientali ed interazione fra i due procedimenti

L iter di bonifica ed il permesso di costruire: aspetti ambientali ed interazione fra i due procedimenti Workshop - 24 Novembre 2011, Unione Industriale Torino Riqualificazione dei siti industriali dismessi: scenari di sviluppo immobiliare L iter di bonifica ed il permesso di costruire: aspetti ambientali

Dettagli

Bonifica in situ. matrice suolo.

Bonifica in situ. matrice suolo. Bonifica in situ Decontaminazione da VOC clorurati: la case history del porto di Rotterdam n di GiuseppeProsperieJaapdeRijk, MWH S.p.A. Per la bonifica dell area del porto di Rotterdam, contaminata principalmente

Dettagli

L INCIDENZA DEI COSTI DI BONIFICA SULLO SVILUPPO DELL AREA DISMESSA

L INCIDENZA DEI COSTI DI BONIFICA SULLO SVILUPPO DELL AREA DISMESSA L INCIDENZA DEI COSTI DI BONIFICA SULLO SVILUPPO DELL AREA DISMESSA C. Sandrone, M. Carboni, P. Goria, A. Campi TRS Servizi Ambiente s.r.l. LA RIGENERAZIONE DELLE AREE DISMESSE Riqualificazione ambientale

Dettagli

-Premio Impresa Ambiente VII EDIZIONE- Documentazione integrativa ALLEGATO 2- SMARTSTRIPPING. Partecipazione al Bando 2013 -Premio Impresa Ambiente-

-Premio Impresa Ambiente VII EDIZIONE- Documentazione integrativa ALLEGATO 2- SMARTSTRIPPING. Partecipazione al Bando 2013 -Premio Impresa Ambiente- Partecipazione al Bando 2013 -Premio Impresa Ambiente- VII EDIZIONE SMARTSTRIPPING a green remediation technology DOCUMENTAZIONE INTEGRATIVA ALLEGATO 2 - INTEGRAZIONI Presentato da LA152 srl 1) Dettagli

Dettagli

Progetto IAAM. esistenti sul territorio:

Progetto IAAM. esistenti sul territorio: Progetto IAAM (Indagine Ambientale Alto Mantovano) Raccolta e sistematizzazione dei dati esistenti sul territorio: I SITI CONTAMINATI A cura dell Area Suolo e Bonifiche U.O. Sistemi Ambientali ARPA Lombardia

Dettagli

Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di

Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di MODELLO SCIA.b SCIA.b - 29/08/2011 ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITÀ EDILIZIA ai sensi dell articolo 19, comma 1

Dettagli

FIAT AVIO. federico.saporiti@comune.torino.it 1

FIAT AVIO. federico.saporiti@comune.torino.it 1 FIAT AVIO federico.saporiti@comune.torino.it 1 FIAT AVIO federico.saporiti@comune.torino.it 2 FIAT AVIO Settembre 2003 La Regione Piemonte avvia le trattative per l acquisizione dell Area ex Fiat Avio

Dettagli

Finalità delle indagini e del progetto

Finalità delle indagini e del progetto Caffaro e Brescia I nuovi dati Finalità delle indagini e del progetto Maria Luisa Pastore Brescia, 20 Ottobre 2015 Stato delle conoscenze prima del progetto 2002 2005 2003 2006 Le indagini condotte da

Dettagli

Accordo di Programma SIN di Trieste

Accordo di Programma SIN di Trieste Accordo di Programma SIN di Trieste Presentazione alle Aziende 29 maggio 2012 Il Sito inquinato di Interesse Nazionale di TS Individuazione del Sito di Interesse Nazionale: D.M. 18/09/2001 n. 468 Perimetrazione

Dettagli

BILANCIO DI PRODUZIONE DI MATERIALE DA SCAVO E/O DI RIFIUTI...

BILANCIO DI PRODUZIONE DI MATERIALE DA SCAVO E/O DI RIFIUTI... INDICE 1 PREMESSA... 2 2 BILANCIO DI PRODUZIONE DI MATERIALE DA SCAVO E/O DI RIFIUTI... 2 3 CRITERI PER LA LOCALIZZAZIONE E GESTIONE DELLE AREE DI CANTIERE DA ADIBIRE A DEPOSITO TEMPORANEO... 3 File: 13-033_gen01es_r0

Dettagli

Conferences 2002. Normativa ambientale nella bonifica dei siti: incentivo o freno agli interventi? PROGRAMMA. 5 giugno 2002

Conferences 2002. Normativa ambientale nella bonifica dei siti: incentivo o freno agli interventi? PROGRAMMA. 5 giugno 2002 Conferences 2002 Normativa ambientale nella bonifica dei siti: incentivo o freno agli interventi? PROGRAMMA 5 giugno 2002 Roma - Banca di Roma (EUR) Contenuti Il Decreto Ministeriale 471/99, che disciplina

Dettagli

PIANO DI GESTIONE DELLE TERRE

PIANO DI GESTIONE DELLE TERRE PIANO DI GESTIONE DELLE TERRE PROGETTO.. Richiedente: Tecnico: PREMESSA Il presente Piano di Gestione delle terre è stato redatto nel rispetto e in ottemperanza delle seguenti normative specifiche in materia:

Dettagli

ELENCO CONFERENZE DI SERVIZI (CDS) DEL 2005

ELENCO CONFERENZE DI SERVIZI (CDS) DEL 2005 GENNAIO 2005: ELENCO CONFERENZE DI SERVIZI (CDS) DEL 2005 1. SYNDIAL S.p.A. ZONA 8: CDS 13/01/2005 delle acque di falda superficiale e falda confinata superiore di un area di proprietà della Soc. Syndial

Dettagli

Pump & Treat Barriere idrauliche

Pump & Treat Barriere idrauliche Università di Roma Tor Vergata Laura magistrale in Ingegneria per l ambiente e il territorio Corso di Bonifica dei Siti Contaminati Pump & Treat Barriere idrauliche Renato Baciocchi A.A. 2012 2013 Definizione

Dettagli

Innovazione, tecnologia e sviluppo sostenibile del territorio: Le pompe di calore geotermiche

Innovazione, tecnologia e sviluppo sostenibile del territorio: Le pompe di calore geotermiche Convegno ASSISTAL Innovazione, tecnologia e sviluppo sostenibile del territorio: Le pompe di calore geotermiche Ing. Domenico Savoca Regione Lombardia, Direzione Generale Qualità dell Ambiente Rho, 14

Dettagli

Centrale del Garigliano Tavolo della Trasparenza 27 novembre 2012. Sessa Aurunca

Centrale del Garigliano Tavolo della Trasparenza 27 novembre 2012. Sessa Aurunca Centrale del Garigliano Tavolo della Trasparenza 27 novembre 2012 Sessa Aurunca Sogin Sogin è la Società di Stato incaricata della bonifica ambientale dei siti nucleari e della gestione in sicurezza dei

Dettagli

Parte 1: VERIFICA PROGETTO

Parte 1: VERIFICA PROGETTO Parte 1: VERIFICA PROGETTO Parte 1a: analisi aspetti ambientali Aspetto ambientale Impatto Rientra nel progetto Utilizzo di risorse idriche nelle proprietà Impoverimento risorse idriche dell ente Perdite

Dettagli

ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi dell art. 23 del D.P.R. 380/01 s.m.i.

ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi dell art. 23 del D.P.R. 380/01 s.m.i. Allo sportello unico dell edilizia Municipalità di ASSEVERAZIONE ALLEGATA ALLA DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITA EDILIZIA ai sensi dell art. 23 del D.P.R. 380/01 s.m.i. MODELLO B cod. B- 27/1/2010 da compilarsi

Dettagli

- Com'è fatta - Sicurezza e tutela - La trasformazione del biogas - Cronologia dell'impianto. Com è fatta

- Com'è fatta - Sicurezza e tutela - La trasformazione del biogas - Cronologia dell'impianto. Com è fatta - Com'è fatta - Sicurezza e tutela - La trasformazione del biogas - Cronologia dell'impianto Com è fatta Discarica controllata ed autorizzata, con cinque lotti e due valli esauriti e un lotto attualmente

Dettagli

I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN TEMA DI BONIFICHE

I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN TEMA DI BONIFICHE Settore Bonifiche Bonifiche ed edilizia: criticità ed opportunità I PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI IN TEMA DI BONIFICHE Alternative procedimentali e opportunità di semplificazione. Gli interventi in deroga

Dettagli

S.I.A. Società Italiana per l Ambiente STUDI, PROGETTAZIONE E MONITORAGGIO AMBIENTALE - GEOLOGIA APPLICATA AUDIT - SITI CONTAMINATI - WEB GIS

S.I.A. Società Italiana per l Ambiente STUDI, PROGETTAZIONE E MONITORAGGIO AMBIENTALE - GEOLOGIA APPLICATA AUDIT - SITI CONTAMINATI - WEB GIS S.I.A. Società Italiana per l Ambiente STUDI, PROGETTAZIONE E MONITORAGGIO AMBIENTALE - GEOLOGIA APPLICATA AUDIT - SITI CONTAMINATI - WEB GIS EXPERTISE STUDI, PROGETTAZIONE E MONITORAGGIO AMBIENTALE Progettazione

Dettagli

GIANLUCA NASCIMBENE. geologo

GIANLUCA NASCIMBENE. geologo GIANLUCA NASCIMBENE geologo LA SOCIETA Grazie ad un organico di circa 10 dieci unità, fra operai, quadri ed impiegati ed una disponibilità di mezzi di perforazione,, fra cui: n. 4 sonde perforatrici n.

Dettagli

La sicurezza e la salute dei lavoratori nelle attività di bonifica

La sicurezza e la salute dei lavoratori nelle attività di bonifica La sicurezza e la salute dei lavoratori nelle attività di bonifica S. Berardi (1), E. Bemporad (1), C. Mariotti (2) (1) INAIL, Settore Tecnico-Scientifico e Ricerca, Dipartimento Installazioni di Produzione

Dettagli

Regione Lombardia. Provincia di Pavia COMUNE DI CURA CARPIGNANO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO

Regione Lombardia. Provincia di Pavia COMUNE DI CURA CARPIGNANO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO Regione Lombardia Provincia di Pavia COMUNE DI CURA CARPIGNANO PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO ai sensi della L. R. per il Governo del Territorio del 11.03.2005 n 12 Gennaio 2008 NORME GEOLOGICHE DI PIANO

Dettagli

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI. Con la presente si comunica, nell intento che ne diveniate parte attiva, l avvio di un

PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI. Con la presente si comunica, nell intento che ne diveniate parte attiva, l avvio di un Milano, 23 ottobre 2014 Avvio di un percorso di ascolto attivo e di partecipazione della cittadinanza PROCESSO DI TRASFORMAZIONE DELL AREA BOVISA-GASOMETRI Gentili, Con la presente si comunica, nell intento

Dettagli

Il monitoraggio delle acque sotterranee in siti contaminati

Il monitoraggio delle acque sotterranee in siti contaminati Geofluid,, 4 ottobre 2012 Il monitoraggio delle acque sotterranee in siti contaminati Dott. Geol. Giovanni Dondi (ECOVIVA S.a.s.) ECOVIVA S.a.s. Via Passo della Cisa,, 7 43123 Parma Tel. 0521 486372 338

Dettagli

Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997)

Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997) R e g i o n e L o m b a r d i a Provincia di Milano COMUNE DI NERVIANO Studio geologico del territorio comunale (L.R. n. 41 / 1997) Marzo 2003 PRESCRIZIONI GEOLOGICHE PER LE N.T.A. Studio Associato di

Dettagli

C.N.B.A. - Via G. Sgambati, 1-00198 Roma C.F. e P. IVA 10374471000 Tel. 06. 5141972 Fax 06.8540243 e-mail: info@cnba.info

C.N.B.A. - Via G. Sgambati, 1-00198 Roma C.F. e P. IVA 10374471000 Tel. 06. 5141972 Fax 06.8540243 e-mail: info@cnba.info Il Consorzio Nazionale Bonifiche Ambientali nasce nel 2009 per soddisfare un mercato emergente che necessita di competenze professionali e strutturali in grado di soddisfare sia le attività di consulting

Dettagli

Incontro informativo. Le bonifiche nel nuovo Testo Unico Ambientale e il confronto con la normativa britannica e francese

Incontro informativo. Le bonifiche nel nuovo Testo Unico Ambientale e il confronto con la normativa britannica e francese ISO 9001 : 2000 Certificato n. 97039 Settore Territorio Area Ambiente e Sicurezza Incontro informativo Le bonifiche nel nuovo Testo Unico Ambientale e il confronto con la normativa britannica e francese

Dettagli

TARH A Mereto: Principale conclusione:

TARH A Mereto: Principale conclusione: TARH Il progetto WARBO è estremamente multidisciplinare, con approcci di discipline diverse come la idrogeologia, geochimica e geofisica. Quindi ci sono applicate investigazione diverse in tutti tre test

Dettagli

UN PROGETTO PER L AVVENIRE

UN PROGETTO PER L AVVENIRE TEMPA ROSSA, LA VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE REGIONALI UN PROGETTO PER L AVVENIRE Il progetto Tempa Rossa prevede lo sviluppo di un giacimento petrolifero all interno della Concessione Gorgoglione, situato

Dettagli

SCHEDA ANAGRAFICA DEL SITO CAMPO GAS - OLIO 25-26-27 DI PISTICCI (MT) CODICE DI IDENTIFICAZIONE DEL SITO

SCHEDA ANAGRAFICA DEL SITO CAMPO GAS - OLIO 25-26-27 DI PISTICCI (MT) CODICE DI IDENTIFICAZIONE DEL SITO REGIONE BASILICATA ANAGRAFE DEI SITI OGGETTO DI PROCEDIMENTO DI BONIFICA SCHEDA ANAGRAFICA DEL SITO CAMPO GAS - OLIO 25-26-27 DI PISTICCI (MT) CODICE DI IDENTIFICAZIONE DEL SITO M T - G 7 1 2-0 1-0 8 5

Dettagli

GEOSER S.r.l. - Via Basilicata 11-27100 Pavia - PIVA 01779010188 - www.geoser.com

GEOSER S.r.l. - Via Basilicata 11-27100 Pavia - PIVA 01779010188 - www.geoser.com Geoser offre da anni un servizio completo nel settore delle indagini geotecniche e geoambientali. A sostegno di questo servizio propone tutte le indagini finalizzate all individuazione dei parametri geotecnici

Dettagli

Lo stato dell Ambiente in Liguria 145

Lo stato dell Ambiente in Liguria 145 La nostra Regione, pur essendo un piccolo territorio a vocazione turistica, ha anche un passato di attività industriale di rilievo; alcune zone sono definite ad alta concentrazione di attività produttive

Dettagli

Proposta di integrazione del Protocollo Operativo per il campionamento e l analisi dei siti contaminati Fondo scavo e Pareti

Proposta di integrazione del Protocollo Operativo per il campionamento e l analisi dei siti contaminati Fondo scavo e Pareti Sito di Interesse Nazionale di Porto Marghera Proposta di integrazione del Protocollo Operativo per il campionamento e l analisi dei siti contaminati Fondo scavo e Pareti Novembre 2006 Elaborato da: Ing.

Dettagli

ALLEGATO 2 CRITERI GENERALI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI SITI CONTAMINATI

ALLEGATO 2 CRITERI GENERALI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI SITI CONTAMINATI ALLEGATO 2 CRITERI GENERALI PER LA CARATTERIZZAZIONE DEI SITI CONTAMINATI PREMESSA La caratterizzazione ambientale di un sito è identificabile con l insieme delle attività che permettono di ricostruire

Dettagli

Rimozione serbatoi interrati

Rimozione serbatoi interrati Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente del Veneto Rimozione serbatoi interrati Giuseppe Stanghellini Normativa di riferimento DGRV 4433 del 7 dicembre 1999 Criteri, requisiti e caratteristiche

Dettagli

LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE

LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE TERRACQUAMBIENTE LA NOSTRA STORIA DI SINERGIA CON TERRA, ACQUA E AMBIENTE Fondata nel 1992, Sinergeo è una struttura indipendente con sede a Vicenza. Essa riunisce figure professionali altamente qualificate,

Dettagli

La gestione dei siti contaminati nell esperienza Italferr

La gestione dei siti contaminati nell esperienza Italferr REMTECH 2014 WORKSHOP OICE LE BONIFICHE IN EMERGENZA NELLA REALIZZAZIONE DI GRANDI INFRASTRUTTURE La gestione dei siti contaminati nell esperienza Italferr Ferrara, 18 settembre 2014 Ing. Anna Rita Ferrari

Dettagli

Da quasi 15 anni Ideambiente srl mette a disposizione delle imprese la propria esperienza nella tutela delle risorse ambientali

Da quasi 15 anni Ideambiente srl mette a disposizione delle imprese la propria esperienza nella tutela delle risorse ambientali Da quasi 15 anni Ideambiente srl mette a disposizione delle imprese la propria esperienza nella tutela delle risorse ambientali IdeAmbiente Ideambiente srl nasce nel 1993 per supportate le esigenze in

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano)

COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano) COMUNE DI INVERUNO (Provincia di Milano) COMPONENTE GEOLOGICA, IDROGEOLOGICA E SISMICA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO AI SENSI DELLA L.R. 12/2005 E SECONDO I CRITERI DELLA D.G.R. n. 8/7374/08 Integrazioni

Dettagli

Aspetti normativi e procedure amministrative

Aspetti normativi e procedure amministrative Comune di Milano Settore Piani e Programmi Esecutivi per l Edilizia Servizio Piani di Bonifica Aspetti normativi e procedure amministrative Ing Alba De Salvia Servizio Piani di Bonifica Settore Piani e

Dettagli

dott. Glauco Spanghero (ARPA FVG) 1

dott. Glauco Spanghero (ARPA FVG) 1 dott. Glauco Spanghero (ARPA FVG) 1 Serbatoi interrati Elementi gestionali e criticità Glauco Spanghero - ARPA FVG glauco.spanghero@arpa.fvg.it Argomenti da trattare 1. Inquadramento La distinzione di

Dettagli

Linee guida di progettazione geologica: un esempio in rapporto alla idrogeologia di bassa pianura IL PROGETTO IDRO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA

Linee guida di progettazione geologica: un esempio in rapporto alla idrogeologia di bassa pianura IL PROGETTO IDRO DELLA PROVINCIA DI VENEZIA ORDINE DEI GEOLOGI DEL VENETO Venezi a Mestre, 01 febbraio 2014 Linee guida di progettazione geologica: un esempio in rapporto alla idrogeologia di bassa pianura IL PROGETTO IDRO DELLA Valentina Bassan

Dettagli

Il sottoscritto. nato a Prov... il.. residente in... Prov... Via... n. Codice fiscale. nella sua qualità di,

Il sottoscritto. nato a Prov... il.. residente in... Prov... Via... n. Codice fiscale. nella sua qualità di, FAC-SIMILE DOMANDA COLLAUDO marca da bollo Spett.le COMUNE DI VERZUOLO Area di Vigilanza Ufficio Commercio Attività Produttive Tramite Sportello Unico per le Attività Produttive Associato Piazza G.Marconi

Dettagli

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 1/9 DEL 9.1.2009

REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA DELIBERAZIONE N. 1/9 DEL 9.1.2009 Oggetto: Procedura di Valutazione di Impatto Ambientale ai sensi dell art. 31 della L.R. n. 1 del 18.1.1999 e s.m.i. e della Delib. G.R. n. 5/ 11 del 15.2.2005 e s.m.i. relativa al progetto Ampliamento

Dettagli

INTERVENTI DI BONIFICA DI SITI CONTAMINATI: L ESPERIENZA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MILANO

INTERVENTI DI BONIFICA DI SITI CONTAMINATI: L ESPERIENZA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MILANO INTERVENTI DI BONIFICA DI SITI CONTAMINATI: L ESPERIENZA DELL AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI MILANO RELATORE: Ing. De Salvia Servizio Piani di Bonifica Settore Piani e Programmi Esecutivi per l Edilizia -

Dettagli

CONDIZIONI DA RISPETTARE. relative alla Determinazione n. del

CONDIZIONI DA RISPETTARE. relative alla Determinazione n. del CONDIZIONI DA RISPETTARE relative alla Determinazione n. del Gestore: TRASH s.r.l. P.IVA e C.F.: 05818421009 Sede Legale: Via Licenza n.9 00156 Roma (RM) Sede Operativa : Via Casale Cavallari n.45 00156

Dettagli

ALLEGATO TECNICO S 1. Reflui scaricati tramite il terminale n totale di scarichi n (come da elaborato grafico allegato alla domanda)

ALLEGATO TECNICO S 1. Reflui scaricati tramite il terminale n totale di scarichi n (come da elaborato grafico allegato alla domanda) ALLEGATO TECNICO S 1 Reflui scaricati tramite il terminale n totale di scarichi n (come da elaborato grafico allegato alla domanda) Coordinate geografiche Gauss Boaga 2 (in metri) del punt di recapito

Dettagli

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica.

Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. 1 Per lo sviluppo del teleriscaldamento: l acqua di falda come fonte energetica. A2A Calore & Servizi, società del gruppo A2A attiva nella gestione del teleriscaldamento nelle città di Milano, Brescia

Dettagli

Dott.ssa Vera Corbelli. 16 settembre 2015 Taranto

Dott.ssa Vera Corbelli. 16 settembre 2015 Taranto TARANTO OLTRE L ILVA: approccio innovativo alle presenze industriali, attraverso la riqualificazione ambientale, la rigenerazione sociale e la valorizzazione territoriale nella programmazione sull Area

Dettagli

S.G.M. geologia e ambiente. ingegneria ambientale

S.G.M. geologia e ambiente. ingegneria ambientale S.G.M. geologia e ambiente ingegneria ambientale S.G.M. Geologia e Ambiente INGEGNERIA AMBIENTALE GESTIONE DEI RIFIUTI S.G.M. Geologia e Ambiente offre un ampia gamma di servizi specifici per le problematiche

Dettagli

Consulenze e servizi per l'ambiente e la tutela del territorio

Consulenze e servizi per l'ambiente e la tutela del territorio Consulenze e servizi per l'ambiente e la tutela del territorio La E.I.S. S.r.l. (Environmental Investigations & Solutions) Ë una Societ di Servizi nata dalla collaborazione e dalla sinergia tra professionisti

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SETTORE URBANISTICA, ASSETTO DEL TERRITORIO, PTCP, PAESAGGIO, GENIO CIVILE, DIFESA DEL SUOLO

CARTA DEI SERVIZI SETTORE URBANISTICA, ASSETTO DEL TERRITORIO, PTCP, PAESAGGIO, GENIO CIVILE, DIFESA DEL SUOLO 1 2 CARTA DEI SERVIZI SETTORE URBANISTICA, ASSETTO DEL TERRITORIO, PTCP, PAESAGGIO, GENIO CIVILE, DIFESA DEL SUOLO INDICE - Presentazione 4 - Premessa 5 - Introduzione 6 - Organizzazione E SERVIZI 11 -

Dettagli

CENTRALE TERMICA E RETE DISTRIBUZIONE. 25 g. Allestimento di cantiere temporaneo su strada

CENTRALE TERMICA E RETE DISTRIBUZIONE. 25 g. Allestimento di cantiere temporaneo su strada Nome attività CENTRALE TERMICA E RETE DISTRIBUZIONE Allestimento di cantiere temporaneo su strada Dicembre Durata 2013 Gennaio 2014 Febbraio 2014 Marzo 2014 3101020304050607080910111213141516171819202122232425262728293031010203040506070809101112131415161718192021222324252627280102030405060708091011121314151617181920

Dettagli

ALLEGATO 2. SITI INSERITI IN ANAGRAFE Dl COMPETENZA Dl SOGGETTI PRIVA TI. SCHEDE Dl SINTESI

ALLEGATO 2. SITI INSERITI IN ANAGRAFE Dl COMPETENZA Dl SOGGETTI PRIVA TI. SCHEDE Dl SINTESI ALLEGATO 2 SITI INSERITI IN ANAGRAFE Dl COMPETENZA Dl SOGGETTI PRIVA TI SCHEDE Dl SINTESI . ITALMATCH CHEMICALS SPA COMUNE DI SPOLETO Nome ltalmatch Chemicals Spa Sigla PG001 Comune Spoleto Indirizzo Via

Dettagli

Una metodologia da utilizzare può essere così sintetizzata:

Una metodologia da utilizzare può essere così sintetizzata: 10 CRITERI TECNICI DELLE PRIORITÀ L elenco dei siti con gli indici di priorità contenuti nel presente piano, dovrà essere rivisto ed aggiornato alla luce delle risultanze emergenti dai piani di caratterizzazione.

Dettagli

ELENCO PREZZI MONITORAGGIO DELLE ACQUE SOTTERRANEE PRELIMINARE ALL'AVVIO DELLE ATTIVITA' DI BONIFICA 0,00

ELENCO PREZZI MONITORAGGIO DELLE ACQUE SOTTERRANEE PRELIMINARE ALL'AVVIO DELLE ATTIVITA' DI BONIFICA 0,00 1 MONITORAGGIO DELLE ACQUE SOTTERRANEE PRELIMINARE ALL'AVVIO DELLE ATTIVITA' DI BONIFICA 1.1 Campagna di rilievo dei fluidi in corrispondenza dei piezometri PM-1 PM-12, compreso prelievo campioni (n.12),

Dettagli

FUTURIS ETRUSCA S.R.L.

FUTURIS ETRUSCA S.R.L. FUTURIS ETRUSCA S.R.L. PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA CENTRALE ELETTRICA A BIOMASSE VERGINI NEL Relazione progetto dismissione impianto Via Squartini, 14 Centro Work Service Ospedaletto (PI) Tel

Dettagli

UNA TECNOLOGIA INNOVATIVA DI GREEN REMEDIATION: APPLICAZIONI IN SITO, MODELLAZIONE E SIMULAZIONE MATEMATICA

UNA TECNOLOGIA INNOVATIVA DI GREEN REMEDIATION: APPLICAZIONI IN SITO, MODELLAZIONE E SIMULAZIONE MATEMATICA Rem Tech 2014 Ref no: C.7 UNA TECNOLOGIA INNOVATIVA DI GREEN REMEDIATION: APPLICAZIONI IN SITO, MODELLAZIONE E SIMULAZIONE MATEMATICA I. JUBANY, M. CALDERER, X. GÓMEZ, M. D. RIERA 1, V. MARTÍ 2, C. B.

Dettagli

permesso di ricerca Badile Pozzo esplorativo Moirago 1 dir Piano di Monitoraggio Ambientale

permesso di ricerca Badile Pozzo esplorativo Moirago 1 dir Piano di Monitoraggio Ambientale permesso di ricerca Badile Pozzo esplorativo Moirago 1 dir Dr. Stefano C. A. Rossi Geologo Professionista OGL 667 Milano Milano, ottobre 2014 Sommario Sommario 1. Obiettivi... 3 2. Definizioni... 3 3.

Dettagli

RISCHIO INQUINAMENTO E SOLUZIONI ASSICURATIVE

RISCHIO INQUINAMENTO E SOLUZIONI ASSICURATIVE RISCHIO INQUINAMENTO E SOLUZIONI ASSICURATIVE Giovanni Faglia Pool Inquinamento 21 settembre 2011 Rischio Inquinamento 2 INQUINAMENTO: E UN RISCHIO SPECIALE? E un rischio che richiede specifiche competenze:

Dettagli

depositi abusivi di rifiuti fino al decommissioning di siti industriali dismessi e garantisce:

depositi abusivi di rifiuti fino al decommissioning di siti industriali dismessi e garantisce: Con oltre 100 aree ripristinate, fra le quali anche siti di interesse nazionale, GREEN HOLDING è oggi tra le società leader in Italia in questo settore. SADI SERVIZI INDUSTRIALI: > È certificata SOA per

Dettagli

SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Nodo d'interscambio AC/SFR/MM trasporto pubblico e privato su gomma SCHEDA N.

SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Nodo d'interscambio AC/SFR/MM trasporto pubblico e privato su gomma SCHEDA N. SISTEMI URBANI Accessibilità metropolitana Fiera di Milano Nodo d'interscambio AC/SFR/MM trasporto pubblico e privato su gomma SCHEDA N. 91 LOCALIZZAZIONE CUP: TIPOLOGIA OPERA: SOGGETTO TITOLARE: B41I07000140005

Dettagli

ALLEGATO 3. Premessa. Tale situazione è particolarmente rilevante nel caso di siti in esercizio.

ALLEGATO 3. Premessa. Tale situazione è particolarmente rilevante nel caso di siti in esercizio. ALLEGATO 3 CRITERI GENERALI PER LA SELEZIONE E L ESECUZIONE DEGLI INTERVENTI DI BONIFICA E RIPRISTINO AMBIENTALE, DI MESSA IN SICUREZZA (D URGENZA, OPERATIVA O PERMANENTE), NONCHE PER L INDIVIDUAZIONE

Dettagli

COMUNE DI ORDONA. Provincia di Foggia AREA TECNICA. Al Responsabile del Settore Tecnico del Comune di Ordona

COMUNE DI ORDONA. Provincia di Foggia AREA TECNICA. Al Responsabile del Settore Tecnico del Comune di Ordona RICHIESTA DI RILASCIO DEL CERTIFICATO DI AGIBILITA' (articoli 24 e 25 del d.p.r. n. 380 del 2001) Pratica Edilizia N. 20 COMUNE DI ORDONA Provincia di Foggia protocollo AREA TECNICA Marca da bollo da 14,62

Dettagli

ALLEGATO I SCHEDE DI MONITORAGGIO AMBIENTALE

ALLEGATO I SCHEDE DI MONITORAGGIO AMBIENTALE ALLEGATO I SCHEDE DI MONITORAGGIO AMBIENTALE 4 Scheda di monitoraggio ambientale per la Misura 2.3 Completamento e sviluppo di strutture insediative per il sistema economico 5 Richiedente: Titolo del'intervento:

Dettagli

2011 Polizza RA Insediamenti

2011 Polizza RA Insediamenti 2011 Polizza RA Insediamenti La Polizza di Responsabilità Ambientale Insediamenti (RA Insediamenti 2011) è il testo di polizza messo a punto per offrire, con un linguaggio chiaro e comprensibile, la più

Dettagli

MARKETING DELLE AREE CONTAMINATE

MARKETING DELLE AREE CONTAMINATE MARKETING DELLE AREE CONTAMINATE SEMINARIO Mercoledì 30 gennaio2013 Angelo Elefanti QUADRO NORMATIVO AMBIENTE ENERGIA E RETI Area contaminata: un sito nel quale uno o più valori di concentrazione delle

Dettagli

Masterplan ZIPA VERDE

Masterplan ZIPA VERDE Masterplan ZIPA VERDE il piano idea e il prg Ambito di nuova urbanizzazione TT1.9 SUL 143.000 mq Destinazioni d uso: industrie e artigianato di produzione (compatibili con l eco-distretto), complessi terziari,

Dettagli

Azienda Ospedaliera Universitaria "Maggiore della Carità" - Novara Progettazione preliminare ed eventualmente definitiva del Nuovo Ospedale di Novara

Azienda Ospedaliera Universitaria Maggiore della Carità - Novara Progettazione preliminare ed eventualmente definitiva del Nuovo Ospedale di Novara Azienda Ospedaliera Universitaria "Maggiore della Carità" - Novara Progettazione preliminare ed eventualmente definitiva del Nuovo Ospedale di Novara ELENCO ELABORATI Di seguito riportiamo la sequenza

Dettagli

Dal D.M. 471/99 alla revisione del D.Lgs. 152/2006: analisi tecnica di una riforma. Alessandro Battaglia Roberto Scazzola ENSR Italia

Dal D.M. 471/99 alla revisione del D.Lgs. 152/2006: analisi tecnica di una riforma. Alessandro Battaglia Roberto Scazzola ENSR Italia Dal D.M. 471/99 alla revisione del D.Lgs. 152/2006: analisi tecnica di una riforma Alessandro Battaglia Roberto Scazzola ENSR Italia La Bonifica pre D.M. 471/99: un anniversario? Sono passati vent anni

Dettagli

Prassitele. Prassicoop. In questo numero: 151Ott/Nov 14. newsletter Prassicoop su commercio, servizi ed Enti Locali

Prassitele. Prassicoop. In questo numero: 151Ott/Nov 14. newsletter Prassicoop su commercio, servizi ed Enti Locali n 151Ott/Nov 14 Prassitele newsletter Prassicoop su commercio, servizi ed Enti Locali In questo numero: per chi non procede alla demolizione avvalimento del self service Societa cooperative di consumo

Dettagli

ESSO Italiana s.r.l.

ESSO Italiana s.r.l. ESSO Italiana s.r.l. Generalità Ragione sociale ESSO ITALIANA Deposito costiero idrocarburi liquidi Indirizzo Via Nuova delle Brecce, 127 Comune Napoli Gestore Ing. Mirko Ranieri Recapiti del Gestore Domicilio:

Dettagli

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale

La risorsa idrica sotterranea tra pressione antropica e salvaguardia ambientale La risorsa idrica sotterranea tra pressione Marco Petitta Società Geologica Italiana Dipartimento di Scienze della Terra Università di Roma La Sapienza Compiti del geologo (idrogeologo) sul tema acqua

Dettagli

CASA DEL VOLONTARIATO. Milano, 24 febbraio 2011

CASA DEL VOLONTARIATO. Milano, 24 febbraio 2011 CASA DEL VOLONTARIATO Milano, 24 febbraio 2011 La costituzione della CASA DEL VOLONTARIATO, individuata presso la struttura di proprietà comunale sita in via Monte Grappa 6/a a Milano, è stata approvata

Dettagli

UNA DISCARICA DA SALVARE

UNA DISCARICA DA SALVARE UNA DISCARICA DA SALVARE Relatore : Dott.ssa Angela Bruna Cardile Vibo Valentia - 15 giugno 2011 Discarica c.da Petrosì di Casignana - Ubicata all inizio del bacino inbrifero del Vallone Rambotta - sviluppata

Dettagli

C URRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Via Martiri della Libertà, 21 46010 Curtatone (MN) marcofaggioli@yahoo.it marcofaggioli@pec.

C URRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Via Martiri della Libertà, 21 46010 Curtatone (MN) marcofaggioli@yahoo.it marcofaggioli@pec. C URRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome FAGGIOLI MARCO MARIA Indirizzo Cellulare 328/4159801 E-mail E-mail pec Via Martiri della Libertà, 21 46010 Curtatone (MN) marcofaggioli@yahoo.it marcofaggioli@pec.it

Dettagli

Un esempio di interferenza di infrastrutture con una discarica. Inquadramento tecnico e normativo. Soluzioni individuate e problemi aperti

Un esempio di interferenza di infrastrutture con una discarica. Inquadramento tecnico e normativo. Soluzioni individuate e problemi aperti Terre, rocce e materiali di scavo: riutilizzo, abbandono e il problema del recupero del territorio Milano 16 dicembre 213 Centro Congressi Corridoni - Via F. Corridoni 1 - Milano Un esempio di interferenza

Dettagli

Comune di Isola di Capo Rizzuto Provincia di Crotone Ufficio Tecnico Comunale Settore Territorio - Servizio Urbanistica

Comune di Isola di Capo Rizzuto Provincia di Crotone Ufficio Tecnico Comunale Settore Territorio - Servizio Urbanistica Modello Certificato di collaudo finale relativo a D.I.A. / S.C.I.A. / ATTIVITA EDILZIA LIBERA CERTIFICATO DI COLLAUDO FINALE attestante la conformità dell opera al progetto presentato con la Segnalazione

Dettagli

Nuove normative suoi suoli: dalla centralità della bonifica alla responsabilizzazione dell operatore

Nuove normative suoi suoli: dalla centralità della bonifica alla responsabilizzazione dell operatore Nuove normative suoi suoli: dalla centralità della bonifica alla responsabilizzazione dell operatore avv. Andrea Martelli Convegno sul tema: La gestione dei materiali da scavo Ferrara, 19 Settembre 2014

Dettagli