Due amici PER LA PROVA INVALSI VOLUME 3. Unità 5. La novella

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Due amici PER LA PROVA INVALSI VOLUME 3. Unità 5. La novella"

Transcript

1 VOLUME 3 PER LA PROVA INVALSI Unità 5 La novella Due amici Cognome Nome Classe Data CHI L HA SCRITTO? Guy de Maupassant ( ), uno dei maggiori scrittori francesi del XIX secolo; è considerato uno dei padri del racconto moderno; fra le sue numerose opere narrative, ricordiamo Casa Tellier, Una vita, Bel ami. DA DOVE È TRATTO? Da Tutti i racconti. DI CHE COSA PARLA? Due amici si incontrano dopo qualche tempo, mentre il loro Paese, la Francia, è sconvolto da un sanguinoso conflitto; appassionati di pesca, decidono di tornare al fiume a cui solitamente si recavano prima della guerra, per riassaporare la pace e la serenità di un tempo ormai lontano. COME NE PARLA? Attraverso uno stile semplice ma ricco di fascino e di suggestione, l autore presenta il drammatico contrasto fra la normalità e la piacevolezza della vita quotidiana e la stupidità e la crudeltà dei conflitti. 1. circonvallazione: strada che percorre esternamente il perimetro di una città. 2. guardia nazionale: nome di un importante corpo militare francese. 3. scarlatte: di colore rosso acceso. Parigi era circondata, affamata, agli estremi. Sui tetti i passeri erano sempre di meno e le fogne si spopolavano di topi. Mangiavamo qualsiasi cosa. In un chiaro mattino di gennaio, mentre passeggiava con tristezza, lungo il viale di circonvallazione 1, le mani nelle tasche della divisa e la pancia vuota, il signor Morissot, di professione orologiaio e per caso guardia nazionale 2, si fermò di colpo davanti a un collega, riconoscendo in lui un amico. Era il signor Sauvage, che aveva conosciuto sul fiume. Prima della guerra Morissot partiva ogni domenica, appena albeggiava, con una canna di bambù in mano e un barattolone di latta a tracolla. Prendeva la piccola ferrovia di Argenteuil, scendeva a Colombes e a piedi se ne andava verso l isola Marante. Appena arrivato a questo posto dei suoi sogni cominciava a pescare e pescava sinché faceva buio. Incontrava laggiù ogni domenica un ometto grassoccio e allegro, appunto Sauvage, che aveva un negozio di merciaio in via Notre-Dame-de-la-Lorette, ed era anche lui fanatico della pesca. Spesso restavano per una mezza giornata fianco a fianco, con la lenza in mano e i piedi penzoloni sull acqua. Erano diventati amici. In certi giorni non parlavano nemmeno. Qualche altra volta scambiavano quattro chiacchiere. Ma anche senza dirsi niente andavano perfettamente d accordo, perché avevano gli stessi gusti e un eguale sensibilità. Verso le dieci, nelle mattine di primavera, quando il sole con rinnovato vigore faceva ondeggiare sul fiume calmo quel lieve vapore che scorre assieme all acqua e versava sopra le schiene dei due accaniti pescatori il benefico tepore della nuova stagione, Morissot diceva qualche volta al vicino: Si sta proprio bene, eh? E Sauvage di rimando: Non c è niente di meglio. Bastava questo perché si capissero e si stimassero. In autunno, verso la fine della giornata, quando il cielo rosso sangue del tramonto faceva scorrere nell acqua nuvole scarlatte 3, imporporava il fiume intero, infiammava l orizzonte e dorando gli alberi già fulvi per un presagio invernale arrossava di fuoco i due amici, Sauvage guardava sorridendo Morissot e diceva allora: Che spettacolo! Morissot, ammirato, senza sollevare gli occhi dal sughero, gli rispondeva: Non è meglio che andare a spasso per i viali? Appena si furono riconosciuti, si strinsero la mano con forza, commossi dal fatto d essersi ritrovati in una situazione tanto diversa. Sauvage sospirò:

2 4. alterati: non del tutto lucidi, poiché sotto l effetto dell alcol bevuto. 5. inebriare: eccitare. 6. avamposti: la parte di un esercito che occupa una posizione più avanzata. 7. spavalderia: atteggiamento coraggioso ma anche un po borioso. 2 Quante ne sono successe! Morissot si lamentò con la serietà consueta: E che tempaccio! Oggi è la prima bella giornata dell anno. E infatti il cielo era azzurro e luminoso. Presero a camminare l uno a fianco dell altro, tristi e pensierosi. Morissot continuò: E la pesca che bel ricordo! Il signor Sauvage chiese: Quando ci torneremo? Entrarono in un piccolo bar e presero insieme l aperitivo, poi ripresero a passeggiare sul marciapiede. All improvviso Morissot si fermò: Un altro bicchierino? Il signor Sauvage accettò: Ai vostri ordini! E così entrarono in un altro caffè. Quando ne uscirono erano alterati 4, un po confusi come può capitare a chi si riempia lo stomaco di alcool a digiuno. Il tempo era buono e un tenero venticello faceva il solletico alle loro facce. Quell aria tiepida finì coll inebriare 5 il signor Sauvage, che si fermò di colpo: E se ci andassimo? Dove? A pescare, diamine! Ma dove? Nella nostra isola. Gli avamposti 6 francesi sono dopo Colombes. Io conosco il colonnello Dumoulin: ci farà passare senza difficoltà. Morissot fremeva di desiderio: Va bene. Ci sto. E si divisero per andar a prendere i loro arnesi. Un ora dopo camminavano sulla strada maestra, fianco a fianco. Arrivarono alla villa occupata dal colonnello. Questi sorrise alla loro richiesta e acconsentì al loro capriccio. Si rimisero in cammino, forniti di un lasciapassare. Ben presto superarono gli avamposti, attraversarono Colombes abbandonata e si ritrovarono nella zona delle piccole vigne che scendono verso la Senna. Erano quasi le undici. Di fronte a loro la borgata di Argenteuil sembrava morta. Le colline di Orgemont e di Sannois dominavano tutta la contrada. Era del tutto vuota la grande piana che arriva fino a Nanterre, coi suoi ciliegi spogli e la terra scura. Indicando le cime, Sauvage sussurrò: Lassù ci sono i prussiani I due amici erano come paralizzati dallo spavento davanti a quella regione deserta. I prussiani! Non li avevano mai veduti, ma da mesi li sentivano distruggere la Francia attorno a Parigi, saccheggiare, massacrare, affamare, invisibili e onnipotenti. All odio per quel popolo ignoto e vittorioso si aggiungeva una sorta di terrore superstizioso. Morissot disse tra i denti: E se l incontriamo? Con quella spavalderia 7 mai sopita tipica dei parigini, Sauvage rispose: Gli offriremo pesce fritto. Esitavano, tuttavia, ad andare avanti nei campi, intimiditi dal gran silenzio che c era tutt attorno

3 8. ghiozzo: pesce marino e anche di acqua dolce, di piccole dimensioni e di testa larga. 9. Mont-Valérien: piccola altura di 160 metri, sormontata da un fortino munito di cannoni. 10. argentina: pesce d acqua dolce. Alla fine il signor Sauvage si decise: Su, andiamo, ma facciamo attenzione. Scesero in un vigneto, piegati in due, strisciando, servendosi dei cespugli come riparo, con l occhio inquieto e l orecchio teso. Per arrivare alla sponda del fiume dovevano attraversare ancora una striscia di terra nuda. Si misero a correre e, appena arrivati a riva, si rannicchiarono tra le canne secche. Morissot posò l orecchio a terra per ascoltare se qualcuno camminava nelle vicinanze. Non udì niente. Erano soli, proprio soli. Rinfrancati, cominciarono a pescare. L isola Marante, abbandonata da tutti, di fronte a loro li nascondeva all altra sponda del fiume. La piccola trattoria era chiusa, sembrava abbandonata da tanti anni. Sauvage pescò il primo ghiozzo 8, Morissot il secondo. Uno dopo l altro tiravano su le lenze con in cima una guizzante bestiolina argentata: una vera pesca miracolosa. Con delicatezza mettevano i pesci in una borsa di rete a maglie fittissime, che era immersa nell acqua, ai loro piedi. E si sentivano pieni di gioia, d una allegra gioia, quella di chi ritrova un piacere di cui è rimasto per parecchio tempo privato. Il sole amico versava tepore sulle loro spalle, non udivano più niente, non pensavano più a niente, ignoravano il resto del mondo: pescavano. D un tratto un rumore sordo, che sembrava provenire da sotto terra, fece tremare il suolo. Il cannone aveva ripreso a tuonare. Morissot girò il capo e vide sulla riva in fondo a sinistra la sagoma potente di Mont-Valérien 9 con un pennacchio bianco sulla fronte, la nuvoletta di polvere che aveva sputato. Subito dopo dalla cima della fortezza partì un altra fumata e s udì, dopo qualche istante, il cupo rombo d un altro sparo. Ne seguirono altri; a intervalli la montagna alitava un fiato mortale, soffiava un vapore come di latte che pian piano s alzava nel cielo tranquillo, formando una nube. Sauvage alzò le spalle e disse: Ricominciano. Morissot che stava guardando con una certa ansia il piumino del suo sughero immergersi a ogni colpo, fu assalito da un ira subitanea da pacifico borghese contro quegli energumeni che combattevano in quel modo. Brontolò: Bisogna essere proprio imbecilli per ammazzarsi così. Son peggio delle bestie, confermò Sauvage. Morissot aveva pescato proprio allora un argentina 10. Dichiarò: Finché esisteranno i governi, sarà sempre così; purtroppo! Il signor Sauvage non lo fece terminare: La Repubblica non avrebbe mai dichiarato la guerra! Morissot l interruppe a sua volta: Coi re c è la guerra fuori, con le repubbliche c è la guerra dentro! Cominciarono a discutere tranquillamente, affrontando le grandi questioni politiche col loro obiettivo buonsenso di uomini pacifici li

4 11. livrea: divisa indossata dai domestici. 12. in posizione di pied arm: in posizione di plotone schierato, pronto per eseguire una fucilazione. 4 mitati, trovandosi d accordo su un punto: non sarebbero mai stati veramente liberi. E intanto Mont-Valérien continuava ininterrottamente a distruggere a cannonate case francesi, schiacciando vite umane, sfracellandone altre, troncando tanti sogni, tante gioie e felicità sperate, spaccando di dolore i cuori di madri, ragazze e donne, laggiù e in tanti altri paesi. Questa è la vita, affermò Sauvage. Dite piuttosto che questa è la morte, ribadì Morissot. Udendo dei passi dietro di loro, trasalirono atterriti. Voltandosi videro alle loro spalle quattro uomini, quattro omaccioni armati e barbuti, vestiti come servi in livrea 11, con dei berretti schiacciati sulla testa. Li stavano prendendo di mira coi loro fucili. Le lenze sfuggirono loro dalle mani e cominciarono a discendere la corrente. Di lì a pochi istanti furono presi, legati, trascinati in una barca e portati nell isola. Dietro la casa che credevano abbandonata videro una ventina di soldati tedeschi. Una specie di gigante peloso, che stava fumando una grossa pipa di porcellana a cavalcioni d una sedia, domandò in corretto francese: E così avete fatto buona pesca? Un soldato posò ai piedi dell ufficiale la rete piena di pesci che s era preoccupato di portar via. Il prussiano sorrise: Ah, da quel che vedo vi è andata bene. Ma adesso dobbiamo parlare d altro. Statemi a sentire e cercate di non confondervi. A mio parere, siete due spie mandate in osservazione. Io vi prendo e vi fucilo. Facevate finta di pescare per nascondere meglio i vostri scopi. Siete finiti in mano mia: peggio per voi, siamo in guerra. Poiché però venite dagli avamposti, conoscerete sicuramente la parola d ordine per poter rientrare. Ditemela, e vi lascio andare. Vicini l uno all altro, lividi, le mani scosse da un tremito, i due amici tacevano. L ufficiale continuò: Non lo saprà nessuno e voi tornerete indietro in santa pace. Se invece rifiutate, morirete subito. A voi la scelta. Stavano immobili, senza fiatare. Stendendo una mano verso il fiume, il prussiano continuò, con calma: Tra cinque minuti sarete in fondo a quell acqua, pensateci. Fra cinque minuti. Avete dei parenti? Il Mont-Valérien seguitava a tuonare. I due pescatori seguitavano a stare zitti. Il tedesco dette qualche ordine nella sua lingua. Poi spostò la sedia in modo da non essere troppo vicino ai prigionieri. Dodici uomini si andarono a sistemare a venti passi, in posizione di pied arm 12. L ufficiale disse: Avete un minuto di tempo, non un secondo di più. Si alzò improvvisamente, s avvicinò ai francesi, prese Morissot per

5 un braccio, lo trascinò in disparte, dicendo sottovoce: Presto, la parola d ordine. Il vostro compagno non lo saprà. Fingerò d impietosirmi. Morissot non rispose. Allora il tedesco prese Sauvage e gli fece la medesima richiesta. Sauvage non rispose. Si ritrovarono vicini. L ufficiale impartì un ordine e i soldati alzarono le armi. Lo sguardo di Morissot cadde per caso sulla rete piena di ghiozzi, rimasta sull erba a pochi passi. Un raggio di sole faceva luccicare i pesci che ancora si muovevano. Fu vinto dallo smarrimento. Nonostante i suoi sforzi, gli occhi gli si riempirono di lacrime. Balbettò: Addio, signor Sauvage. Sauvage rispose: Addio, signor Morissot. Scossi di brividi che non riuscivano a contenere, si serrarono la mano. L ufficiale gridò: Fuoco! Dodici spari ne fecero uno solo. Il signor Sauvage cadde di schiatto, la faccia a terra. Morissot, che era più alto, oscillò girò su se stesso e cadde di traverso addosso all amico con la faccia al cielo, mentre bolle di sangue uscivano dalla giacca bucata sul petto. Il tedesco dette altri ordini. I suoi uomini si allontanarono per tornare con corde e pietre che attaccarono ai piedi dei morti. Li trasportarono sulla riva. Il Mont-Valérien, adesso incappucciato dal fumo, non smetteva di rumoreggiare. Due soldati afferrarono Morissot alla testa e alle gambe, altri due presero il signor Sauvage allo stesso modo. I due corpi furono fatti oscillare per qualche istante e poi, lanciati con forza lontano, descrissero una curva e caddero ritti nel fiume per il peso delle pietre attaccate ai piedi. L acqua schizzò, ribollì; fremette e poi si placò mentre piccole onde arrivavano sino alle sponde. Galleggiava un po di sangue. Sempre tranquillo, l ufficiale disse: I pesci finiranno il lavoro. E tornò verso la casa. A un tratto vide in mezzo all erba la rete con i pesci. La raccolse, l osservò, sorrise e chiamò: Wilhelm! Venne di corsa un soldato col grembiule bianco. Il prussiano, gettandogli la pesca dei due uomini fucilati, gli dette un ordine: Fammi friggere subito i pesciolini sinché sono vivi. Saranno buonissimi. E ricominciò a fumare la pipa. da G. de Maupassant, Tutti i racconti, Newton Compton, Roma

6 1. La frase Mangiavamo qualsiasi cosa, alla riga 3, rispetto a quanto affermato nella frase precedente: A. esprime la causa. B. esprime la conseguenza. C. esprime un opposizione. D. non ha alcun legame. 2. I due amici: A. sono pescatori di professione. B. sono pescatori per hobby. C. pescano pesci perché non hanno altro da mangiare. D. pescavano per caso quando si sono incontrati. 3. Perché i due amici decidono di tornare a pescare nonostante sia pericoloso? A. Perché sono fanatici della pesca e un po ubriachi. B. Perché sono affamati. C. Perché amano sfidare il destino in situazioni pericolose. D. Perché vogliono trascorrere momenti sereni nonostante la guerra. 4. Alla riga 37, che cosa si intende per sughero? A. Il tappo di una bottiglia. B. Il galleggiante della lenza. C. Una pianta. D. Un cespuglio. 5. Dai discorsi politici dei due amici si può capire che: A. essi hanno le stesse opinioni. B. hanno opinioni diverse ma sono entrambi contrari alla guerra. C. hanno opinioni diverse ma sono entrambi favorevoli alla guerra. D. hanno le stesse opinioni tranne che sulla guerra. 6. Alla riga 64, l espressione maestra riferita alla strada significa: A. che insegna tante cose. B. che non si può sbagliare. C. principale. D. che conduce alla scuola. 7. Che cosa pensa l ufficiale tedesco dei due amici? A. Che siano delle spie. B. Che siano semplici pescatori. C. Che siano soldati in borghese. D. Che siano abitanti del luogo. 6

7 8. Perché i due amici tacciono di fronte alle domande dell ufficiale? A. Perché non capiscono la sua lingua. B. Perché non vogliono tradire la patria. C. Perché non conoscono le risposte alle domande. D. Perché sono degli eroi. 9. Perché, alla riga 170, l ufficiale chiede Avete dei parenti? A. Per andare a catturare anche loro. B. Per avvertirli che tiene in ostaggio i due uomini. C. Per convincere i due a parlare facendo leva sugli affetti familiari. D. Perché vuole sapere tutto dei suoi prigionieri. 10. Che cosa significa la frase Dodici spari ne fecero uno solo (riga 195)? A. Che solo un soldato ebbe il coraggio di sparare. B. Che un solo colpo andò a segno. C. Che il rumore degli spari fu assordante. D. Che i soldati spararono contemporaneamente. 11. Dalla lettura del brano emerge che: A. durante la guerra le persone miti diventano spietate. B. tutti i soldati sono ugualmente cinici e violenti, come l ufficiale prussiano. C. nonostante la crudeltà della guerra non tutti gli uomini diventano crudeli e aggressivi. A. la guerra convince tutti a combattere, anche chi non vuole. 12. Che cosa si intende con le espressioni guerra fuori guerra dentro alle righe ? A. Guerra contro i nemici guerra contro se stessi. B. Guerra contro i nemici guerra contro gli alleati. C. Guerra contro altri Stati guerra civile. D. Guerra su fronti all estero guerra di difesa del territorio. 13. Alla riga 163, che cosa significa lividi? A. Viola. B. Che sono stati picchiati. C. Pallidi. D. Doloranti. Nella frase 14. Il Mont-Valérien, adesso incappucciato dal fumo, non smetteva di rumoreggiare (righe ), fa riferimento a: A. un vulcano in eruzione. B. una postazione militare da cui partono colpi di cannone. C. un monte attorno a cui rumoreggia un temporale. D. una postazione militare colpita dall artiglieria pesante. 7

8 15. Perché i corpi dei due amici vengono appesantiti dalle pietre attaccate ai loro piedi? A. Perché i loro corpi non vengano trascinati dalla corrente. B. Per essere sicuri che muoiano annegati. C. Per non essere divorati dai pesci. D. Per renderli riconoscibili in caso fossero ripescati. Quesiti di Grammatica 1B. Quale delle seguenti frasi non contiene un verbo alla forma passiva? A. Fu vinto dallo smarrimento. B. I due corpi furono fatti oscillare. C. Siete finiti in mano mia. D. La piccola trattoria era chiusa. 2B. Nella frase Morrisot fremeva di desiderio, di desiderio è un complemento: A. di specificazione. B. di causa. C. di modo. D. di qualità. 3B. Le espressioni far friggere e faceva scorrere sono costituite da verbi: A. riflessivi. B. fraseologici. C. servili. D. copulativi. 4B. Alle righe 6-7, nell espressione di professione orologiaio, di professione è un complemento: A. di causa. B. di limitazione. C. di specificazione. D. di modo. 5B. Il sostantivo ometto è: A. derivato. B. alterato diminutivo. C. alterato dispregiativo. D. primitivo. 6B. Nella frase Non c è niente di meglio, il soggetto è: A. sottinteso. B. mancante, perché il verbo è impersonale. C. niente. D. meglio. 8

9 7B. Nella frase Dietro la casa che credevano abbandonata videro una ventina di soldati tedeschi, che è: A. pronome relativo soggetto. B. pronome relativo complemento oggetto. C. congiunzione. D. aggettivo. 8B. Nel periodo Rinfrancati, cominciarono a pescare, rinfrancati è: A. un aggettivo riferito ai due amici. B. un participio passato con valore causale (poiché si erano rinfrancati). C. un participio passato con valore temporale (dopo che si furono rinfrancati). D. un participio presente con valore temporale (mentre si rinfrancavano). 9B. Scegli il periodo corretto nell uso dei tempi verbali: A. Sauvage rispose che se avessero incontrato i Prussiani avrebbero offerto loro del pesce fritto. B. Sauvage rispose che se avrebbero incontrato i Prussiani avrebbero offerto loro del pesce fritto. C. Sauvage rispose che se incontrassero i Prussiani avrebbero offerto loro del pesce fritto D. Sauvage rispose che se avessero incontrato i Prussiani avessero offerto loro del pesce fritto. Nella frase 10B. i due amici erano come paralizzati dallo spavento, dallo spavento è: A. complemento di causa efficiente. B. complemento di causa. C. complemento di modo. D. complemento d agente. 9

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Una notte incredibile

Una notte incredibile Una notte incredibile di Franz Hohler nina aveva dieci anni, perciò anche mezzo addormentata riusciva ad arrivare in bagno dalla sua camera. La porta della sua camera era generalmente accostata e la lampada

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Il desiderio di essere come tutti

Il desiderio di essere come tutti Francesco Piccolo Il desiderio di essere come tutti Einaudi INT_00_I-IV_Piccolo_Desiderio.indd 3 30/08/13 11.44 Sono nato in un giorno di inizio estate del 1973, a nove anni. Fino a quel momento la mia

Dettagli

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE

IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE IL CANE CHE NON SAPEVA ABBAIARE C'era una volta un cane che non sapeva abbaiare. Non abbaiava, non miagolava, non muggiva, non nitriva, non sapeva fare nessun verso. Era un cagnetto solitario, chissà come

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo

EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo 1 EZIO si fermò un attimo, confuso e disorientato. Dov era? Che posto era mai questo? Mentre si riprendeva, vide suo zio Mario staccarsi dal gruppo degli Assassini, avvicinarsi a lui e stringergli il braccio.

Dettagli

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA

DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA ANNARITA RUBERTO http://scientificando.splinder.com DIECI ESPERIMENTI SULL ARIA per i piccoli Straws akimbo by Darwin Bell http://www.flickr.com/photos/darwinbell/313220327/ 1 http://scientificando.splinder.com

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA

Il ciclo di Arcabas LUNGO LA STRADA Il ciclo di Arcabas Arcabas è lo pseudonimo dell artista francese Jean Marie Pirot, nato nel 1926. Nella chiesa della Risurrezione a Torre de Roveri (BG) negli anni 1993-1994 ha realizzato un ciclo di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

TABELLA DEI COMPLEMENTI

TABELLA DEI COMPLEMENTI TABELLA DEI COMPLEMENTI REALIZZATA CON LA COLLABORAZIONE DELLA CLASSE II B DELLA SCUOLA SECONDARIA DALLA CHIESA E RUSSO DI BUSNAGO (MB) A. s. 2011/ 12 COMPLEMENTO DOMANDA A CUI RISPONDE ESEMPIO OGGETTO

Dettagli

I sussurri di cui non ti accorgi

I sussurri di cui non ti accorgi Titolo della tesina: La realtà come specchio del proprio dolore Sezione narrativa: racconto I sussurri di cui non ti accorgi Ogni mattina, quando andava a scuola, si guardava attorno. Le piaceva il modo

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM

VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI. Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM XXVIII TEMPO ORDINARIO 11 ottobre 2009 VENDI QUELLO CHE HAI E SEGUIMI Commento al Vangelo di p. Alberto Maggi OSM Mc 10, 17-30 [In quel tempo], mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro

Dettagli

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore

Sac. Don Giuseppe Pignataro. L oratorio: centro del suo cuore Sac. Don Giuseppe Pignataro L oratorio: centro del suo cuore L'anima del suo apostolato di sacerdote fu l'oratorio: soprattutto negli anni di Resina, a Villa Favorita per circa un decennio, dal 1957 al

Dettagli

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste

N on discuterò qui l idea di Patria in sé. Non mi piacciono queste L obbedienza non è più una virtù di Lorenzo Milani lavorare per la pace leggere scrivere TESTO INFORMATIVO- ESPOSITIVO livello di difficoltà Lorenzo Milani (Firenze, 1923-1967) Sacerdote ed educatore,

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav

ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA. Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni. Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Matite italiane ENCICLOPEDIA DELLA FAVOLA Fiabe di tutto il mondo per 365 giorni Raccolte da Vladislav Stanovsky e Jan Vladislav Edizione italiana a cura di Gianni Rodari Editori Riuniti I edizione in

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

(da I Malavoglia, cap. XV)

(da I Malavoglia, cap. XV) 4. GIOVANNI VERGA (ANALISI DEL TESTO) L addio di Ntoni Una sera, tardi, il cane si mise ad abbaiare dietro l uscio del cortile, e lo stesso Alessi, che andò ad aprire, non riconobbe Ntoni il quale tornava

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

minimum fax tutti i diritti riservati

minimum fax tutti i diritti riservati Tolstoj. Questo sì che è un grande romanziere. I piedi ben piantati nella pianura russa. La barba lunghissima. Il fiato grosso di chi ha scritto Guerra e pace. Alcune stravaganze dovute alla vecchiaia

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)?

Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Che diavolo sono le gare di rally (e altri argomenti interessanti!)? Molti di voi avranno sentito parlare di gare in cui i cani concorrono in esercizi di olfatto, come la ricerca, o gare di agility e di

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione

Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Esempi di Affermazioni incentrate sulla Verità da usare con Il Codice della Guarigione Affermazioni incentrate sulla Verità per le dodici categorie del Codice di Guarigione Troverete qui di seguito una

Dettagli

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO

SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO. Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO SIGNIFICATO LETTERALE E SIGNIFICATO METAFORICO Indica per ogni coppia di frasi, quando la parola in stampato maiuscolo ha SIGNIFICATO LETTERALE e quando ha SIGNIFICATO METAFORICO (FIGURATO). Questa non

Dettagli

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura

Il silenzio. per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Il silenzio per ascoltare se stessi, gli altri, la natura Istituto Comprensivo Monte S. Vito Scuola dell infanzia F.lli Grimm Gruppo dei bambini Farfalle Rosse (3 anni) Anno Scolastico 2010-2011 Ins. Gambadori

Dettagli

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI

PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI PERCHÉ IL MONDO SIA SALVATO PER MEZZO DI LUI (Gv 3, 17b) Ufficio Liturgico Diocesano proposta di Celebrazione Penitenziale comunitaria nel tempo della Quaresima 12 1 2 11 nella lode perenne del tuo nome

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di

Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di 1 Celebrazione del 50 anniversario di matrimonio di N. e N. 2 Celebrare un anniversario non significa rievocare in modo nostalgico una avvenimento del passato, ma celebrare nella lode e nel rendimento

Dettagli

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE...

SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... SE IO FOSSI UN ALBERO E INVENTASSI UNA STORIA DAL MIO DISEGNO...TI RACCONTEREI CHE... Una volta si fece la festa degli alberi nel bosco e io e una bimba, che non lo sapevo chi era, giocavamo con gli alberi

Dettagli

BIANCOENERO EDIZIONI

BIANCOENERO EDIZIONI RACCONTAMI BIANCOENERO EDIZIONI Titolo originale: The Strange Case of Dr. Jekyll and Mr. Hyde, 1886 Ringraziamo Giulio Scarpati che ha prestato la sua voce per questo progetto. Consulenza scientifica al

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE.

OGGI LA BIANCHI PER FORTUNA NON C'E' MA L'ITALIANO LO SAI ANCHE TE PER OGNI PAROLA DICCI COS'E', E NUOVE ISTRUZIONI AVRAI PER TE. 1 SE UNA SORPRESA VOLETE TROVARE ATTENTAMENTE DOVETE CERCARE. VOI ALLA FINE SARETE PREMIATI CON DEI GOLOSI DOLCINI INCARTATI. SE ALLE DOMANDE RISPONDERETE E NON CADRETE IN TUTTI I TRANELLI, SE TROVERETE

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega :

seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : 1. Il titolo del racconto che leggerai è UNA STRANA STREGA, segna nel seguente elenco, quali stranezze potrebbe avere una strega : Avere il naso aquilino Si no Possedere un pentolone Si no Essere sempre

Dettagli

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora

La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora La solitudine tra scelta e condanna: due gruppi di anziani a confronto A cura di Landi Eleonora Gli anziani in realtà vengono considerati i soggetti più esposti al rischio della solitudine; sia perché

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

Favole per bambini grandi.

Favole per bambini grandi. Favole per bambini grandi. d. & d' Davide Del Vecchio Daria Gatti Questa opera e distribuita sotto licenza Creative Commons Attribuzione Non commerciale 2.5 Italia http://creativecommons.org/licenses/by-nc/2.5/it/

Dettagli

Andrea Bajani Tanto si doveva

Andrea Bajani Tanto si doveva Andrea Bajani Tanto si doveva Quando muoiono, gli uccelli cadono giù. Non se ne accorge quasi nessuno, di solito, salvo il cacciatore che l ha colpito e il cane che deve dargli la caccia. Il cacciatore

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Dal lato della strada

Dal lato della strada Dal lato della strada Quando ero piccolo, e andavo a scuola insieme a mio fratello, mia madre mi diceva di tenerlo per mano, e questo mi sembrava giusto e anche responsabile. Quello che non capivo è perché

Dettagli

Fin dove andrà il clonaggio?

Fin dove andrà il clonaggio? Fin dove andrà il clonaggio? Mark Post, il padrone della sezione di fisiologia dell Università di Maastricht, nei Paesi Bassi, ha dichiarato durante una conferenza tenuta a Vancouver, in Canada, che aveva

Dettagli

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.)

Attorno alla Rupe. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo la forza nel branco sarà (2v.) Attorno alla Rupe Attorno alla rupe orsù lupi andiam d'akela e Baloo or le voci ascoltiam del branco la forza in ciascun lupo sta del lupo la forza del branco sarà. Rit.: uulla ullalala uullalala del lupo

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo

Frisch. unità 1. 1 Leggi il testo unità 1 1 Leggi il testo Frisch Frisch era un abitudinario, come lo sono del resto quasi tutte le persone della sua età. Ogni mattina nei tre giorni che passava alla villa si alzava puntualmente alle sette

Dettagli

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà.

NATALE SARA. Come sempre Natale sarà una festa, una grande magia, per svegliare la tua fantasia giù dal cielo un bel sogno verrà. NATALE SARA Su nel cielo che gran movimento, su tra gli angeli del firmamento: quelli addetti agli effetti speciali si rimboccano tutti le ali. C'è chi pensa ai fiocchetti di neve, chi compone una musica

Dettagli

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi

COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi COME UNO SPARTITO MUSICALE Intervista a Mario Lodi L'equilibrio tra libertà e regole nella formazione dei bambini Incontro Mario Lodi nella cascina ristrutturata a Drizzona, nella campagna tra Cremona

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso

Commento al Vangelo. Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione. fra Luca Minuto. Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Commento al Vangelo Domenica 1 giugno 2014 - Ascensione fra Luca Minuto Parrocchia Madonna di Loreto Chivasso Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, gli undici discepoli andarono in Galilea, sul monte

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde

Inizio della vita di Hyde e prime malefatte-si trasforma in Hyde 1 STRUTTURA FABULA: Primi esperimenti del Dr Jekyll -Jekyll nasce nel 18.. Jekyll ha divergenze con Lanyon -Poole comincia a lavorare come maggiordomo da Jekyll nel 1860 circa Jekyll scopre la dualità

Dettagli

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201

PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA DE ACCESO A LA UNIVERSIDAD MAYORES DE 25 Y 45 AÑOS PRUEBA COMÚN PRUEBA 201 PRUEBA 2013ko MAIATZA MAYO 2013 L incontro con Guido Dorso Conobbi Dorso quando ero quasi un ragazzo. Ricordo che un amico

Dettagli

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007

Tempi che corrono. Ore 8.30. Ore 8.32. Milano, giugno 2007 Milano, giugno 2007 Tempi che corrono Ore 8.30 Maria si siede al tavolo con la sua colazione: cappuccio, brioche e una spremuta d'arancia. Comincia a sfogliare il giornale, ma è distratta... Non dalla

Dettagli

5ª tappa L annuncio ai Giudei

5ª tappa L annuncio ai Giudei Centro Missionario Diocesano Como 5 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Febbraio 09 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 5ª tappa L annuncio ai Giudei Pagina

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa

Quanti nuovi suoni, colori e melodie, luce vita e gioia ad ogni creatura splende la sua mano forte e generosa, perfetto è ciò che lui fa TUTTO CIO CHE FA Furon sette giorni così meravigliosi, solo una parola e ogni cosa fu tutto il creato cantava le sue lodi per la gloria lassù monti mari e cieli gioite tocca a voi il Signore è grande e

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali

LA RICERCA DI DIO. Il vero aspirante cerca la conoscenza diretta delle realtà spirituali LA RICERCA DI DIO Gradi della fede in Dio La maggior parte delle persone non sospetta nemmeno la reale esistenza di Dio, e naturalmente non s interessa molto a Dio. Ce ne sono altre che, sotto l influsso

Dettagli

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali.

Unità uno. barche e vento. I colori. Le parti del corpo. I numeri. da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali. Unità uno I numeri da 0 a 10 Che tempo fa? 1 I colori Le parti del corpo I numeri da 11 a 20 La casa Chi è? La casa (2) Gli animali Gli animali (2) I giorni, i mesi, le stagioni barche e vento Da dove

Dettagli

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente?

Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Se dico la parola TEMPO che cosa ti viene in mente? Ognuno di noi ha espresso le proprie opinioni, poi la maestra le ha lette ad alta voce. Eravamo proprio curiosi di conoscere le idee ti tutti! Ecco tutti

Dettagli

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale?

Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Una Pulce sull Albero di Babbo Natale? Copione natalizio in rima per i bambini della Scuola dell Infanzia. Autore: Silvia Di Castro (Bisia) UNA PULCE SULL ALBERO DI BABBO NATALE? 1 Copione natalizio in

Dettagli

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama

Adorazione Eucaristica. Dio ci ama Adorazione Eucaristica a cura di Don Luigi Marino Guida: C è un esperienza che rivela il potere unificante e trasformante dell amore, ed è l innamoramento, descritto in modo splendido nel Cantico dei Cantici.

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen

Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo. Come era nel principio, e ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen Modo di recitare il Santo Rosario Segno della Croce Credo Si annuncia il primo Mistero del giorno Padre Nostro Dieci Ave Maria Gloria Si continua fino a completare i 5 misteri del giorno Preghiera finale

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo

Domenica, 15 novembre 2009. Dov'è il tuo zelo Domenica, 15 novembre 2009 Dov'è il tuo zelo Apocalisse 3:14-22- All'angelo della chiesa di Laodicea scrivi: queste cose dice l'amen, il testimone fedele e veritiero, il principio della creazione di Dio:

Dettagli

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio

La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio CREDO IN GESÙ CRISTO, IL FIGLIO UNIGENITO DI DIO La Buona Novella: Dio ha mandato il suo Figlio Incominciamo a sfogliare il Catechismo della Chiesa Cattolica. Ce ne sono tante edizioni. Tra le mani abbiamo

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri

Laboratorio lettura. 8) Gli animali del carro sono: Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. Veri Laboratorio lettura Leggi il libro Ma dov è il Carnevale?, poi esegui le consegne. 1) Quali anilmali sono i protagonisti della storia? 2) Che cosa fanno tutto l anno? 3) Perché decidono di scappare dal

Dettagli

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info

Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Per ulteriori informazioni visita il nostro Sito Web: www.a-light-against-human-trafficking.info Ogni essere umano uomo, donna, bambino, bambina è immagine di Dio; quindi ogni essere umano è una persona

Dettagli

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva

4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva 4.1.2.1 Prima fase: ipotizzare e verificare cosa il mare può portare a riva L attività è stata introdotta da una richiesta di collaborazione, si è chiesto l aiuto degli alunni per riscoprire le caratteristiche

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli

Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Anthony De Mello Istruzioni di volo per aquile e polli Traduzione di Marco Zappella Nota dell Editore: Il 22 agosto 1998 la Congregazione per la Dottrina della Fede ha emanato una Notificazione, qui pubblicata

Dettagli

"In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18)

In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi (I Tessalonicesi 5:18) "In ogni cosa rendete grazie, perché questa è la volontà di Dio in Cristo Gesù verso di voi" (I Tessalonicesi 5:18) Rendere grazie a Dio, sempre, in ogni circostanza, in qualsiasi momento, in qualunque

Dettagli